Sei sulla pagina 1di 4

LInsieme dei numeri reali R

Linsieme dei numeri reali R verifica:


Gli assiomi algebrici di SOMMA (+) e di PRODOTTO ()

La Somma gode delle propriet
Commutativa | a+b = b+a
Associativa | a+b+c = (a+b)+c
Esistenza del numero neutro 0 | a+0 = a = 0+a
Esistenza dellopposto | a+(-a)=0
Il Prodotto gode delle propriet
Commutativa | a*b = b*a
Associativa | a*b*c = a*(b*c)
Distributiva | a*(b+c) = a*b + a*c
Esistenza del numero neutro 1 | a*1 = a = 1*a
Esistenza dellinverso | a*(1/a) = 1

La Relazione dOrdine ()
per cui linsieme dei numeri reali un corpo totalmente ordinato che gode delle propriet:
o Riflessiva | a a
o Antisimmetrica | a b e b a a = b
o Compatibilit con le operazioni di somma e di prodotto | a b a+c b+c
a c , c b a*c b*c
Assioma di Completezza
Secondo il quale presi due numeri reali a e b appartenenti a due sottoinsiemi non vuoti e
separati dellinsieme dei numeri reali R, esiste un numero c compreso tra a e b, detto
elemento separatore



Definizione di Maggiorante

Def: consideriamo un sottoinsieme A non vuoto dellinsieme dei numeri reali R; si dice che b,
elemento di R, maggiorante di A se per ogni elemento di A risulta che b maggiore o uguale.





Si indica con M
A
linsieme dei maggioranti per A

Definizione di Massimo

Def: consideriamo un sottoinsieme A non vuoto dellinsieme dei numeri reali R; si dice che b,
elemento di R, il massimo per A se b elemento dellinsieme intersezione dei A e di M
A.





Definizione di Minorante

Def: consideriamo un sottoinsieme A non vuoto dellinsieme dei numeri reali R; si dice che b,
elemento di R, minorante di A se per ogni elemento di A risulta che b minore o uguale.





Si indica con m
A
linsieme dei minoranti per A

Definizione di Minimo

Def: consideriamo un sottoinsieme A non vuoto dellinsieme dei numeri reali R; si dice che b,
elemento di R, il minimo per A se b elemento dellinsieme intersezione dei A e di
.





Teorema dellesistenza dellEstremo Superiore (Sup)
Consideriamo un sottoinsieme A non vuoto dellinsieme dei numeri reali R, e supponiamo che M
A
,

insieme dei maggioranti per A, non sia vuoto; allora risulta che esiste un minimo di M
A

appartenente ad R

Dim: essendo A ed M
A
non vuoti e separati, risulta che, per lassioma di completezza


Tale c il minimo di M
A

Def: sia A un sottoinsieme non vuoto di R e sia M
A
, insieme dei maggioranti di A, non vuoto anche
esso; si definisce estremo superiore di A e si indica con Sup
A
il minimo dellinsieme dei
maggioranti.



Se linsieme dei maggioranti vuoto, allora Sup
A
= + e si dice che linsieme non limitato
superiormente.

Teorema dellesistenza dellEstremo Inferiore
In modo analogo, se consideriamo linsieme dei minoranti per A m
A
non vuoto: risulta che m
A
presenta un massimo appartenente ad R.
Def: sia A un sottoinsieme non vuoto di R e sia m
A
, insieme dei minoranti di A, non vuoto anche
esso; si definisce estremo inferiore di A e si indica con inf
A
il massimo dellinsieme dei minoranti.



Se linsieme dei minoranti vuoto, si dice che linsieme non limitato inferiormente inf
A
= -

PROPRIETA DELLINSIEME N

Teorema: linsieme dei numeri naturali N non limitato superiormente, quindi risulta che



Principio del Minimo Intero
In ogni sottoinsieme non vuoto dellinsieme dei numeri naturali N esiste un minimo




Propriet Archimedea di R
Per ogni elemento positivo non nullo a dellinsieme dei numeri reali R, esiste un elemento n
dellinsieme dei numeri naturali N tale che n >a




Teorema di Densit di Q in R

Consideriamo due elementi a e b appartenenti allinsieme dei numeri reali R, con a < b: esiste un
elemento q appartenente allinsieme dei numeri razionali Q tale che a < q < b



Dimostrazione:
se allora 0 < a < b; quindi b a >0.
Per la propriet archimedea, esiste

, per cui
Per il principio del minimo intero, dunque, esiste che risulta il pi piccolo intero; quindi
abbiamo che:

)


Teorema dellesistenza della radice ennesima in R

Per ogni numero reale y positivo e per ogni numero naturale n maggiore o uguale a 2, esiste ed
unico un numero reale x che, elevato ad n uguale a y.