Sei sulla pagina 1di 10

COSTELLAZIONI FAMILIARI COSTELLAZIONI FAMILIARI

Cosa nelle famiglie fa ammalare e guarire?


Ogni famiglia regolata da legami nascosti, segreti, i cos detti ordini dellamore.
Scoprendoli e mettendoli in scena con una costellazione familiare, riusciremo a
comprendere il nostro comportamento, un comportamento che spesso non ci
appartiene: capita che inconsciamente e per amore si viva il destino di un altro
membro della famiglia. ellinger ci insegna, con una sorta di rappresentazione
teatrale, a liberarci da !uesta dinamica che in alcuni casi pu" anche condurci alla
malattia e addirittura alla morte.
#hi, sentendo per la prima volta lespressione costellazioni familiari non ha,
neppure per un momento, visto aprirsi dinanzi a s$ uno s!uarcio dintenso blu
punteggiato da una miriade di puntini luminescenti% & invece no, le costellazioni
familiari non hanno nulla a che vedere n$ con Sirio n$ con lOrsa 'aggiore, anche
se, a dire il vero, gettano uno s!uarcio nuovo sulla nostra vita, permettendoci di
individuare dinamiche a noi prima sconosciute. & saremmo ancora in errore se
pensassimo a !ueste costellazioni familiari come a un sofisticato oroscopo da
leggere avidamente in !ueste prime settimane dellanno alla ricerca di !ualche
piacevole sorpresa per la nostra famiglia. (nche se, in realt), una volta messa in
scena la propria costellazione, i rapporti coi familiari nei mesi successivi
effettivamente tendono a mutare. 'a allora che cosa sono !ueste costellazioni
familiari che gettano nuove luci sui nostri rapporti di famiglia% Si tratta di un
affascinante metodo messo a punto dallo psicoterapeuta tedesco *ert ellinger dopo
anni di studi e di esperienze che lhanno visto prima soldato, poi missionario
cattolico tra gli +ul, del Sudafrica e infine psicanalista con profonde competenze di
dinamica di gruppo. (lla base della sua teoria, condivisa da centinaia di
professionisti, medici e terapeuti non solo in -ermania, ma anche in vari paesi del
vecchio e del nuovo continente, c una visione della famiglia come un sistema
governato da un ordine, da regole precise che ogni membro fa proprie
sovrapponendo di fatto la propria individualit) a una coscienza collettiva inconscia
della famiglia. .ur senza esserne consapevoli siamo legati da una specie di vincolo
biologico a tutti i nostri familiari, anche a !uelli che non conosciamo e di cui mai
abbiamo sentito parlare e, proprio in virt, di tale vincolo, possiamo in alcuni casi
esserne irretiti, cio assumerne il destino. #i" si verifica !uando nella famiglia si
rompe lordine: il sistema non pi, in e!uilibrio allorch$ una persona viene esclusa
o dimenticata dalla famiglia, perch$ ha avuto una morte violenta, prematura o
perch$ ha commesso un crimine. /ingiustizia della esclusione, spiega ellinger nel
suo dialogo con 0orbert /inz, viene espiata nella stirpe in !uanto un altro membro
rappresenta spesso a sua insaputa la persona esclusa o dimenticata. 1n che modo%
2ualche esempio ci daiuto. (ngelo, che ha rappresentato la sua costellazione
familiare durante un recente seminario condotto da ellinger a 3oma, ci spiega
come da lungo tempo vivesse tormentato da un senso di colpa senza capirne il
motivo. (l termine della rappresentazione risultato evidente come !uesto senso di
oppressione fosse dovuto a un fenomeno dirretimento: (ngelo si era identificato con
1
il padre che aveva abbandonato la prima moglie morta di parto e che in seguito si
era risposato con unaltra donna 4la mamma di (ngelo5. 1l sacrificio della prima
moglie non era stato onorato dal marito e (ngelo se ne faceva ingiustamente carico a
livello inconscio. Oppure accade spesso, come illustra ellinger nel libro
63iconoscere ci" che 6, che un bambino senta lesigenza di seguire un fratello o un
genitore morto. 7entro di s$ dice: ti seguir" e una persona in !uesta situazione
portata inconsciamente ad ammalarsi o a tentare il suicidio. Sono gesti compiuti per
amore: un figlio percepisce che la madre vuole seguire una sorella morta% 7ir) a se
stesso: preferisco morire io al posto tuo, facendosi cos carico del destino della
madre, pagandone il prezzo con la salute o la felicit). 'a cos non va: senza giudizi e
senza rabbia vanno restituiti ai genitori le proprie responsabilit). .erch$, come
afferma ellinger ognuno deve sostenere il proprio destino. /ordine deve allora
essere ristabilito: solo cos il paziente potr) ritrovare il proprio benessere 4spirituale,
ma spesso anche fisico5.Se gi) la teoria di ellinger fin !ui esposta vi sembrata
troppo lontana dai classici schemi freudiani, rimarrete ancor pi, stupiti una volta
indagato il metodo utilizzato dallo psicoterapeuta tedesco per capire gli irretimenti e
!uindi eliminarli. 8orniamo ad (ngelo: descritto succintamente il problema a
ellinger, gli viene da !uesti ordinato di scegliere fra i componenti del seminario i
rappresentanti per i membri della sua famiglia e per se stesso. #ome su un
palcoscenico di teatro stanno, cos come (ngelo li ha sistemati, le controfigure di se
stesso, di sua madre, di suo padre e della prima moglie del padre. &
inspiegabilmente ciascun rappresentate accede alla coscienza del membro della
famiglia che sta mettendo in scena: come se i posti assegnati fossero dotati di forza
propria cos che chi li occupa ha percezioni simili al personaggio che interpreta. /a
rappresentante della prima moglie si sente abbandonata e esclusa. (l rappresentate
di (ngelo tremano le gambe !uando la guarda, mentre attratto da suo padre, si
sente legato a lui. 7ifficile esprime a parole ci" che si prova !uando in una
costellazione si chiamati a rappresentare una madre, una sorella, una nonna
morta, un bambino abortito, ci rivela 7aniela anche lei presente allultimo
seminario che ellinger ha tenuto nel nostro paese. 2uando sono salita sul palco
per fare la controfigura di una madre mi sono subito sentita triste, stanca, le mie
palpebre senza volerlo si chiudevano9 :olevo stendermi per terra. /, come morta,
accanto al rappresentate del mio bambino abortito, mi sentivo bene e in pace. &, sia
ben chiaro, non avevo ricevuto nessuna suggestione da parte del paziente. 1o mi
lasciavo semplicemente guidare dal mio corpo, atteggiandomi come lui mi chiedeva.
#redo che sia la stessa sensazione provata dagli attori. 8i senti due persone in una:
sei tu e contemporaneamente sei la persona che rappresenti, di cui percepisci paure,
gioie, tristezze9 'a la carica emotiva di una rappresentazione familiare la
percepisce anche chi partecipa come osservatore, con intensit) minore
naturalmente. 1mpossibile rimanere indifferenti: lenergia della famiglia si diffonde
nella sala, tocca nel profondo e !uando fa vibrare le corde del cuore, tutti,
rappresentanti e osservatori, scoppiano in pianti liberatori.Si tratta di dinamiche,
lo stesso ellinger ad ammetterlo, difficilmente spiegabili se ci affidiamo alla
razionalit) del metodo scientifico. (lcuni paragonano il campo dinfluenza della
famiglia al campo morfogenetico, concetto elaborato dal biologo inglese Sheldra;e,
ma lo psicoterapeuta tedesco preferisce rifarsi alla coscienza collettiva inconscia
2
della tradizione induista. 1n ogni caso la relazione rappresentante<membro della
famiglia rimane sostanzialmente un mistero, mentre ben evidente leffetto della
costellazione sul paziente. (ngelo ce lo conferma: .er !uindici venti minuti ho
dovuto lasciar agire i rappresentanti che, interrogati da ellinger, gli spiegavano
come si sentivano nelle rispettive posizioni. 2uando infine i legami nascosti sono
emersi ho preso il posto del mio rappresentante nella costellazione. .iangevo mentre
guardavo mio padre 4o meglio il suo rappresentante5 con occhi nuovi. ( stento gli ho
detto le battute che lo psicoterapeuta mi suggeriva: ='i sono sentito in colpa al posto
tuo. (desso per favore riprenditi i tuoi sensi di colpa. 'entre lui, visibilmente
provato, ribatteva =mi assumo la mia responsabilit), la colpa mia e me ne faccio
carico mi sono sentito pi, libero e leggero. 'ai avrei pensato di poter risolvere il mio
senso di oppressione in !uesto modo, ristabilendo un ordine allinterno della mia
famiglia, ridando cos dignit) e onore alla prima moglie di mio padre che era stata
esclusa. 'a bisogna prestare attenzione, avverte .aola *astianoni, docente di
psicologia alluniversit) di /ecce e conoscitrice del metodo ellinger: /e costellazioni
familiari non vanno confuse con un percorso di psicoterapia. &spressioni come =.ap)
ti lascio al tuo destino, =8u sei la madre e io la figlia o ancora =8u sei mio padre e mi
hai dato la vita. 8e ne sono grato. 'a lascio che tu ti assuma le tue responsabilit) e
le tue colpe e ti lascio andare pronunciate al termine della rappresentazione sono
indubbiamente frasi guaritive che restituiscono a ognuno un posto nel sistema
famiglia. 8uttavia il paziente dovrebbe essere accompagnato dal terapeuta<
costellatore o da un altro professionista a gestire emotivamente la nuova situazione
emersa.
Hellinger, il "guaritore familiare" amato ed odiato
Com giunto questo psicoterapeuta tedesco a elaborare laffascinante teoria
delle costellazioni familiari che divide medici, psicologi e psichiatri?
#arismatico e incredibilmente perspicace nel fotografare lanimo umano: cos
7aniela ci ha descritto *ert ellinger che ha avuto modo di vedere allopera in un
recente seminario svoltosi a 3oma. /a sua teoria ha riscosso successo, sebbene i
critici non manchino, e ora lultra settantenne ellinger chiamato di .aese in
.aese da medici, psicologi e psichiatri a tener conferenze sulle costellazioni familiari.
'a !uali sono le tappe che lhanno portato a elaborare !uesto innovativo metodo
terapeutico% 1 miei primi insegnanti, ha dichiarato in unintervista a 0orbert /inz,
sono stati alcuni maestri sudafricani di dinamica di gruppo diplomati negli Stati
>niti. Sudafrica% S perch$ ellinger stato per sedici anni missionario cattolico
presso gli +ul,, dove per un lungo periodo diresse una scuola superiore. 0egli anni
=?@ abbandon" poi la #hiesa e, tornato nella sua -ermania, si diede a studi
psicanalitici, che aggiunse a una gi) solida preparazione filosofica, teologica e
pedagogica. Si perfezion" nella dinamica di gruppo, seguendo e sperimentando vari
approcci terapeutici dalla .rimal alla -estalt passando per l(nalisi 8radizionale, la
8erapia familiare e l1pnosi eric;soniana, per citare solo alcune delle sue
innumerevoli esperienze. 8utte esperienze che lhanno pi, o meno significativamente
influenzato nellelaborazione della sua teoria. >n giorno, ha raccontato ellinger a
3
0orbert /inz, mi resi conto che i sentimenti descrittimi da una donna e che io non
riuscivo a spiegarmi non erano effettivamente i suoi. &rano invece sentimenti
=ac!uisiti: !uesta persona assumeva cio su di s$ i sentimenti di un altro membro
della famiglia. Au !uesto il primo passo verso lelaborazione di una visione
sistemica della famiglia. ( poco a poco ellinger si rese conto che la famiglia un
sistema retto da alcuni importanti principi, lamore innanzitutto. ( suo parere dietro
ogni comportamento agisce sempre lamore e alla soluzione del problema psicologico
si giunge solo tramite lamore. B per amore e per cercare di ripagare a uningiustizia
4ellinger parla di compensazione5 che spesso i bambini assumono il ruolo di un
altro membro familiare non rispettato 4fenomeno dellirretimento5 anche se magari
non lhanno mai conosciuto. Secondo lo psicoterapeuta tedesco ci sono
tendenzialmente tre dinamiche: C 8i seguo nella morte o nella malattia o nel
destinoC .referisco morire io al posto tuo C :oglio espiare la tua colpaSi tratta di
un metodo che ha fatto notevolmente discutere gli esperti del settore: o si sta con
ellinger o si contro di lui. Sono dinamiche che emergono mettendo in scena la
propria costellazione familiare, lasciando cio che la coscienza famiglia si manifesti
tramite i rappresentati dei membri familiari nella rappresentazione. (l momento il
mondo terapeutico tradizionale e !uello delle rappresentazioni familiari stanno luno
di fronte allaltro.
1l mistero della 6coscienza famiglia6#om possibile percepire le emozioni di uomini e
donne che mai si sono conosciuti% 1n base a !uale principio chi assume il ruolo di
rappresentante familiare in una costellazione riesce a sentirsi esattamente come il
membro della famiglia che rappresenta%
Scientificamente assolutamente inspiegabile. .er tentare di gettare luce sul
fenomeno pi, oscuro che alla base della teoria di ellinger ci si pu" solo rifare a
ipotesi non spiegabili col classico metodo sperimentale utilizzato da -alileo in poi.
#i" che avviene !uando una persona chiamata a rappresentare un membro della
famiglia del paziente durante una costellazione avrebbe a che fare, secondo alcuni
costellatori, con un campo familiare che agisce come un campo morfogenetico. 1l
concetto di campo morfogenetico stato introdotto dal biologo inglese Sheldra;e.
2uesti sostiene che uneredit) viene trasmessa non solo tramite i geni, ma anche
attraverso i campi morfogenetici, che altro non sono se non una sorta di progetto di
costruzione invisibile in base al !uale gli arti dei vari organismi assumerebbero
!uella forma e non unaltra. 1 campi morfici, che funzionano come campi energetici,
sarebbero insomma responsabili della forma assunta da una gamba rispetto a un
braccio, bench$ entrambi !uesti arti contengano stessi geni e stesse proteine.
2uesta teoria, pur considerata superata dai teorici di embriologia, potrebbe servirci
per capire come, grazie alla risonanza del campo familiare 4che funziona come un
campo morfico, solo che invece di agire sulla forma e sulla struttura di un arto opera
a livello spirituale5, un rappresentante percepisca lenergia del membro di una
famiglia a lui sconosciuta.ellinger tuttavia ritiene che spiegazioni come !uesta non
apportino nulla al lavoro pratico delle costellazioni familiari. 1n suoi recenti
seminari, interrogato sul misterioso rapporto che si instaura tra rappresentati e
membri della famiglia, si servito del concetto induista di coscienza collettiva
inconscia. Si tratta della cos detta memoria a;ashica portata alla ribalta in
4
occidente dal maestro -uru 7ev Singh. 0ella tradizione induista esisterebbe infatti
una memoria cosmica dove tutto si sa e da cui noi attingiamo le nostre conoscenze.
.roprio entrando in contatto con !uesto sapere assoluto e universale i
rappresentanti riuscirebbero a percepire la coscienza famiglia.
/a rappresentazione punto per punto#ome viene messa in scena una costellazione
familiare% 2ual il compito del terapeuta e come devono agire i rappresentanti% & il
paziente che ruolo assume%
8utto ha inizio con una domanda: .erch$ mi sento sempre oppresso da un senso di
colpa% Oppure: .erch$ ho un rapporto conflittuale con mia madre% O ancora
.erch$ ho un istinto suicida% 1l cliente che desidera sottoporsi a una costellazione
familiare deve innanzitutto avere ben chiaro il problema da sottoporre al terapeuta.
>na volta fatta a voce alta la propria domanda deve succintamente raccontare eventi
salienti della sua storia familiare: morti, separazioni, uccisioni, abbandoni, oltre a
elencare i membri di cui composta la famiglia. :anno raccontati solo i fatti nudi e
crudi. :iceversa, sostiene ellinger nel libro 63iconoscere ci" che 6, come se
una rete dimmagini ed interpretazioni si ponesse intorno a me, impedendomi un
semplice sguardo sui genitori. (naloga la ragione invocata dallo psicoterapeuta
tedesco nel decidere di far eseguire la rappresentazione a estranei e non ai membri
della famiglia: si rischia altrimenti di mettere in scena una famiglia secondo lidea
che se ne ha, unidea che non corrisponde per" alla realt). /e costellazioni servono
proprio a gettar luce su dinamiche nascoste della propria famiglia di cui mai si aveva
preso coscienza. Scelti i rappresentanti dei propri cari, il cliente deve disporli sulla
scena. Spetta !uindi al terapeuta interrogarli e capire come si sentono in !uelle
posizioni. :a ricordato che i rappresentati agiscono inspiegabilmente come il
membro della famiglia che stanno rappresentando. /abilit) del costellatore sta
nellintuire il punto di non e!uilibrio nel sistema e nel far dire ai rappresentanti le
frasi corrette affinch$ lordine sia ristabilito. (fferma ellinger: 2uando !ualcuno
mette in scena la famiglia dalla mia percezione ed esperienza mi viene una certa
immagine dellordine, come !uesto disturbato e come si deve farlo valere. 2uando
stata trovata la configurazione risolutoria lascio che il soggetto vi entri e prenda il
posto del suo rappresentante. & cos verifica su di s$ se la soluzione giusta per
lui. 1l terapeuta, sia ben chiaro, non manipola n$ il cliente n$ i rappresentanti
perch$ !uesti sentono se le frasi suggerite e le posizioni assegnate sono vere e si
addicono loro. >na rappresentazione ha termine !uando tutti si sentono bene al loro
posto e lordine !uindi ristabilito. ( !uesto punto il cliente ha una nuova immagine
di se stesso che, secondo ellinger, avr) un effetto terapeutico anche se non viene
compresa o analizzata. /a messa in scena della propria famiglia dura dai !uindici
minuti alla mezzora.
Chi il Co!tellatore
#ome accade nelle altre terapie alternative anche il campo delle costellazioni
familiari non regolamentato. ellinger stesso non ha fondato alcuna scuola per
linsegnamento del suo metodo perch$ egli si considera solo lo scopritore di una
5
realt) che comun!ue esiste e non gli appartiene. >na presa di posizione che, seppur
lodevole, crea !ualche difficolt) a chi si voglia avvicinare come cliente alle
costellazioni: che garanzie ho sulla preparazione del costellatore che mi sta dinanzi%
-unthard Deber, che ha fondato il gruppo Soluzioni sistemiche secondo *ert
ellinger, ha stilato una sorta di decalogo in base al !uale si raccomanda che,
chiun!ue voglia utilizzare lapproccio delle costellazioni familiari, deve avere una
formazione di base come psicoterapeuta e consulente e aver ac!uisito una certa
esperienza come rappresentante e osservatore in parecchi seminari condotti da
terapeuti esperti. 7eve naturalmente aver gi) messo in scena la propria famiglia
dorigine e !uella attuale.
Co!a !ono e "ome fun#ionano le "o!tella#ioni familiari
/amore cieco non ha sapere,
non conosce gli ordini dellamore
e spesso ci porta fuori strada.
'a se lamore sa di !uesti ordini e li rispetta,
attua ci" che stiamo cercando con tanta nostalgia.
Bert Hellinger
/e costellazioni familiari sono un metodo di riconoscimento della realt), che nasce
dalla percezione attraverso il raccoglimento in se stessi e lesperienza del campo di
coscienza condiviso. /osservazione del campo percettivo, campo morfogenetico,
consente di riconoscere ci" che . *ert ellinger, uno psicoterapeuta sistemico
tedesco, ha sviluppato !uesta modalit) di percezione e di osservazione che privilegia
il sentire profondo del cuore. 1n !uesta percezione che essenzialmente
esperienziale lindividuo, il terapeuta e il counselor entrano principalmente in
rapporto con se stessi raccogliendosi e successivamente entrano in relazione con
laltro. /osservazione della persona, dellambiente e della realt) avviene attraverso
una modalit) di osservazione sistemica ed esperienziale. /individuo infatti vive in
un ambiente caratterizzato da relazioni familiari, amicali e professionali.
/aspetto innovativo delle costellazioni familiari che il lavoro esperienziale non
rivolto a trovare soluzioni bens a sviluppare il sentire profondo ed una diversa
percezione da parte del partecipante. 1noltre lapproccio immediato, diretto, privo
di strutture di riferimento teoretico e teorico a cui riferirsi e privilegia lesperienza
diretta della persona ed i suoi vissuti senza interpretarli e giudicarli.
/a costellazione, infatti, lavora sullistante immediato, sul !ui e ora. 1l paziente
espone il problema, il disagio, il !uesito, il desiderio del cuore ovvero !uello che
cerca di vedere attraverso il mettere in scena. -li altri partecipanti del gruppo
divengono i rappresentanti di !uanto stato appena descritto. 0el momento iniziale
della rappresentazione pu" accadere che limmagine della realt) venga offuscata e
modificata dalle convinzioni del cliente. 8uttavia osservando la posizione e i
movimenti dei rappresentanti, possibile avere unimmagine pi, chiara di come in
6
realt) il problema o la difficolt) viene considerato e manifestato attraverso il campo
di coscienza condiviso. /e rappresentazioni permettono di vedere non solo la
situazione attuale del paziente ma anche tutto ci" che lha determinata, preceduta,
ed in un certo senso lha generata attraverso le scelte ed i comportamenti dei
familiari del cliente..
'olto spesso, infatti, tramite le costellazioni si scopre che nella famiglia ci sono delle
persone che sono esistite, ma non sono mai state considerate, viste, conosciute e
riconosciute dal resto dei componenti del sistema familiare, ed il paziente attraverso
il suo comportamento anomalo le ricorda.
1n !uesto modo possibile rappresentare per brevi periodi immagini situazioni e
atteggiamenti che hanno influenzato lintero sistema familiare. 3iconoscere !uanto
accaduto consente di ristabilire una relazione significativa con persone, animali o
oggetti che, seppure hanno fatto parte della nostra vita influenzandola in !ualche
modo con i loro comportamenti, sono stati dimenticati ed ignorati. 1l cliente pu"
riconoscere se stesso ed osservarsi in modo nuovo allinterno delle relazioni. 2uindi
pu" sviluppare la capacit) di sentire e vedere attraverso lanima ed il cuore. 0el
lavoro delle costellazioni il riconoscere il legame con il nostro passato e con le
persone che sono coinvolte in un modo o nellaltro nella nostra vita fondamentale.
2ueste persone sono il nostro sistema di appartenenza, di origine e soprattutto di
riferimento per !uella che diventer) la base dei nostri modelli e delle nostre
immagini della vita futura.
1 concetti fondamentali osservati da *ert ellinger sono gli ordini dellamore, gli
ordini dellaiuto e riconoscere ci" che .
-li ordini dellamore sono gli ordinamenti che stabiliscono lamore nelle relazioni
umane.
.ossiamo sperimentare lamore e il rispetto solamente se siamo in sintonia con
!uesti ordini.
1l metodo delle costellazioni familiari particolarmente innovativo nel campo della
psicoterapia perch$ non si basa semplicemente su una relazione verbale tra
terapeuta e paziente, ma ha come sua base e fondamento lesperienza, il movimento,
la rappresentazione e, soprattutto, il sentire del cuore. & !uesto lelemento che
differenzia le costellazioni da !ualun!ue altro metodo di psicoterapia sia stato ideato
fino ad oggi.
/avorare col cuore implica una profondit) ed un sentire diverso a cui si pu" arrivare
solamente tramite un lavoro sulla propria esperienza e su !uello che le emozioni che
proviamo ci vogliono realmente trasmettere.
#oncentrarsi sul sentire del cuore portandolo in primo piano rispetto alla mente,
permette di formulare in modo pi, immediato un piano terapeutico e di intervento.
& una grande innovazione della metodologia che consente di focalizzare subito il
problema del paziente per poter poi agire subito su una sua possibile soluzione.
*ert ellinger tramite linvenzione del metodo delle costellazioni familiari ha aperto
uno s!uarcio nel pensiero della psicoterapia che, dalle teorie di Areud a oggi ha
sempre e soltanto seguito la strada della mente senza mai voltare lo sguardo verso il
cuore.
7
A "hi !i ri$olgono le "o!tella#ioni familiari%
#hiun!ue pu" avvicinarsi al metodo delle costellazioni familiari.
&sso infatti pu" essere utilizzato per losservazione sistemica e la percezione
profonda di diversi ambiti e realt). (d esempio i problemi con la propria famiglia di
origine, con la famiglia attuale, problemi sul lavoro, nella coppia, ma anche momenti
difficili, sentimenti di ansie improvvise, attacchi di panico, aggressivit), ed
insicurezze incomprensibili, sentimenti di esclusione o di autoesclusione fobie ecc.
.er !uanto riguarda la famiglia ad esempio si possono utilizzare le costellazioni per
conoscere realmente !uali sono le proprie convinzioni e dinamiche familiari ed
osservare in che modo agiscono su di noi e sui nostri comportamenti.
Spesso infatti una persona ripete nella sua vita la storia di un familiare che esistito
in passato rivivendo !uello stesso dolore e !uella stessa esclusione dal gruppo di
appartenenza.
#on le costellazioni possibile portare alla luce ed elaborare attraverso lesperienza
!uesto circolo vizioso dando !uindi alla persona la possibilit) di riconoscere gli
irretimenti e i legami col passato e essere pronto nuovamente a tornare ed a vivere la
propria vita in prima persona. 8ralasciando di mettere in scena !ualcosa che gi)
esistito e si svolto nel passato. & inevitabile che i traumi, le violenze, i segreti e le
esclusioni di un sistema familiare si riflettano inevitabilmente in modo diverso sui
componenti della famiglia stessa. 2uesti, a distanza di generazioni, e molto spesso
senza nemmeno essere a conoscenza degli eventi avvenuti precedentemente agli avi,
si trovano coinvolti e costretti ad impersonare e a rappresentare con comportamenti
anomali e devianti la persona che stata esclusa. 8utto !uesto avviene allinterno
del campo morfogenetico ovvero del campo proprio della famiglia. 1nspiegabilmente
1nizia ad accadere !ualcosa, guidato dalla forza della consapevolezza e dellamore
che tocca profondamente la percezione e lesistenza di tutti i partecipanti. :engono
osservate delle verit) profonde, presenti e depositate nellinconscio individuale e
collettivo dove tutto risiede. 2uesto spinge la realt) ad essere vista e muove lintero
campo e i partecipanti verso un processo di riconoscimento, riconciliazione, unione,
comprensione ed amore. Si osservato come lavorare sul campo di coscienza
condiviso agisce in profondit) sullintero sistema familiare. Sia per i rappresentanti
presenti nella scena sia per i partecipanti del gruppo, sia per tutti coloro che non
avendo un ruolo diretto si sentono chiamati in causa per assistere, riconoscere e
risolvere una propria dinamica familiare.
/e costellazioni, in relazione ad altri problemi, possono comun!ue aiutarci a capire il
modo in cui ci rapportiamo con essi e !uali sono le possibili immagini da cui
possano originarsi nuove e diverse soluzioni.
0on necessario che chi chiede di lavorare ad una costellazione stia attraversando
un momento difficile o, comun!ue, abbia la necessit) di presentare un proprio
malessere o difficolt). (nche coloro che stanno vivendo un momento positivo della
propria vita e pensano di aver trovato un e!uilibrio accettabile e sostenibile possono
utilizzare le costellazioni per capire meglio se stessi, la propria anima, e per
8
imparare ad ascoltarsi e a sentire col cuore. 2uesto in una dimensione di una
ulteriore crescita e sviluppo personale e spirituale.
1n !uesto modo !uindi si impara non solo a raccogliersi in se stessi, ma anche a
riconoscere il contesto familiare e si pu" comprendere che allinterno di esso tutti si
trovano allo stesso livello e ognuno ha bisogno degli altri per la propria crescita ed
evoluzione.
Come !i !$olgono%
/& 3(..3&S&08(+1O01 7&//& #OS8&//(+1O01 A('1/1(31
&ssenziale per la buona riuscita di una costellazione familiare indurre il
raccoglimento e la condizione meditativa e di ascolto con il cuore nei partecipanti e
percepire lo spazio sacro. (ttraverso !uesto si stabilisce una modalit) di
osservazione e percezione sistemica caratteristica dellapproccio della psicoterapia
relazionale.
1 partecipanti, !uando aprono il loro cuore, il loro sentire profondo, si connettono
con le loro esperienze e con il sentire dellanima. 1n !uesto modo possono avere la
possibilit) di osservarsi e studiarsi nella relazione con loro stessi e nello spazio.
-eneralmente le costellazioni vengono organizzate delimitando uno spazio circolare o
ellittico. 1n tal senso pi, semplice fornire ai partecipanti un campo visivo ampio e
che abbraccia la totalit) dei partecipanti.
1 partecipanti possono muoversi liberamente durante la rappresentazione e la
percezione a EF@G.
/o stesso terapeuta diviene un facilitatore del processo percettivo ed anche lui in
una condizione di silenzioso ascolto privo di alcun atteggiamento di interpretazione e
di interferenza. 0essuno deve interpretare ed intralciare il movimento dello spirito
ovvero ci" che avviene nelle costellazioni. 1 rappresentanti sono in condizioni di
osservare e registrare le azioni, i movimenti, le espressioni e le esperienze del campo
e prenderne atto. /e costellazioni familiari possono essere effettuate con piccoli
gruppi di partecipanti fino a raggiungere eventi che raccolgono diverse decine di
partecipanti.
/a prima fase di una costellazione familiare consiste nel raccoglimento e nella
presentazione, da parte della persona che ha deciso di lavorare, del conflitto,del
problema da mettere in scena.
:iene richiesto di mettere in scena una malattia o una patologia, spesso si chiede di
rappresentare semplicemente una situazione emotiva, economica che non
comprensibile e sulla !uale si vuole soffermare lattenzione.
1l costellatore ha il compito di creare un ambiente accogliente e tran!uillo nel !uale
sia possibile concentrarsi e percepire il proprio corpo e le proprie emozioni.
/a persona che desidera mettere in scena !ualcosa della sua vita si siede vicino al
terapeuta e spiega in modo semplice ed essenziale il proprio problema. 0on
necessaria una descrizione estesa di !uanto si vuole vedere in !uanto !uesto
influirebbe sulle aspettative e sulla percezione degli altri partecipanti.
9
Successivamente si chiede al cliente di scegliere, tra i partecipanti del gruppo, i
rappresentanti che possono mettere in scena gli elementi e i personaggi principali
della !uestione, cos come stata esposta 4il cliente stesso, il padre, la madre, i figli,
una casa, ecc.5.
1l cliente posiziona i rappresentanti nel modo che ritiene pi, opportuno. (i
rappresentanti si chiede di fare attenzione a ci" che provano e di assecondare il
proprio sentire profondo muovendosi o compiendo delle azioni in maniera del tutto
silenziosa. Senza assolutamente cercare di influenzare con le proprie percezioni e
convinzioni personali la rappresentazione.
1l costellatore pu" decidere di intervenire aggiungendo degli elementi alla
costellazione o spostando i rappresentanti per poi chiedergli se, in !uella posizione,
si sentono meglio o peggio.
7alla collocazione iniziale dei rappresentanti da parte del cliente possiamo dedurre
la fotografia pi, o meno inconscia della percezione della situazione da parte del
paziente.
2uesta limmagine che il paziente ha di !uesta situazione. #on i movimenti dei
partecipanti risulta modificata !uesta immagine originaria del paziente relativa al
sistema familiare e alla sua dinamica dal punto di vista del sentire attraverso il
movimento dello spirito.
Spesso, specialmente !uando vengono messe in scena generazioni passate della
famiglia, si scopre lesistenza di antenati mai conosciuti che hanno bisogno di
trovare un loro riconoscimento e collocazione allinterno del sistema.
1ndubbiamente un metodo innovativo e molto pi, avanzato ed utile della classica
terapia familiare, in !uanto tiene conto degli effetti e delle relazioni a livello multi
generazionale. 2uesto consente di osservare e dare la giusta collocazione alla
percezione della realt) ed alla percezione della propria anima.
10