Sei sulla pagina 1di 3

Battaglia di Maratona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Coordinate: 380705N 235842E Localizzazione del Soros (Mappa)

Battaglia di Maratona
parte della prima guerra persiana
Marathon, the mound of the Plataeans.jpg
La piana di Maratona oggi
Data Agosto/settembre 490 a.C. (vedi datazione)
Luogo Maratona, Grecia
Causa Appoggio militare di Atene e di Eretria alla rivolta ionia
Esito Vittoria greca
Schieramenti
Atene
Platea Impero persiano
Comandanti
Callimaco di Afidna
Milziade
Aristide
Arimnesto di Platea Dati
Artaferne
Ippia
Effettivi
9 000/18 000 fanti Ateniesi?
600/2 000 fanti Plateesi?
(vedi forze greche) 10 000/30 000 fanti? e 0/1 000 cavalieri?
(vedi forze persiane)
Perdite
192 fanti Ateniesi
(vedi perdite) 6 400 fanti?
7 triremi
(vedi perdite)
Voci di battaglie presenti su Wikipedia
[mostra]
V D M
Prima guerra
persiana
La battaglia di Maratona (in greco antico , traslitterato in he en Marathni
mche[1]) fu combattuta nell'agosto o nel settembre 490 a.C. nell'ambito della prima guerra
persiana e vide contrapposte le forze della polis di Atene, appoggiate da quelle di Platea e
comandate dal polemarco Callimaco, a quelle dell'impero persiano, comandate dai generali Dati e
Artaferne.

L'origine dello scontro va cercata nel supporto militare che le polis greche di Atene ed Eretria
avevano dato alle colonie elleniche della Ionia quando esse si erano ribellate all'impero. Deciso a
punirle duramente, il re Dario I di Persia organizz una spedizione militare che fu intrapresa nel 490
a.C.: sottomesse le isole Cicladi e raggiunta via mare l'isola di Eubea, i due comandanti sbarcarono
un contingente che assedi e distrusse la citt di Eretria; la flotta prosegu poi verso l'Attica,
approdando in una piana costiera presso la citt di Maratona. Saputo dello sbarco, le forze ateniesi
insieme a un manipolo di opliti di Platea si affrettarono verso la piana con l'intento di bloccare
l'avanzata del pi numeroso esercito persiano. Una volta deciso di dare battaglia, gli Ateniesi
riuscirono ad accerchiare il nemico che, preso dal panico, fugg disordinatamente alle navi,
decretando cos la propria disfatta. Reimbarcatisi, i Persiani circumnavigarono Capo Sunio
progettando di portare l'attacco direttamente alla sguarnita Atene, ma l'esercito ateniese guidato
dallo stratego Milziade, precipitandosi verso la citt a marce forzate, pot sventare lo sbarco
persiano sulla costa presso il Pireo. Fallita la sorpresa, gli aggressori tornarono in Asia Minore coi
prigionieri catturati a Eretria.

La battaglia di Maratona famosa anche per la leggenda dell'emerodromo Fidippide, che secondo
Luciano di Samosata avrebbe corso ininterrottamente da Maratona ad Atene per annunciare la
vittoria e, giuntovi, sarebbe morto per lo sforzo. Bench si tratti di una commistione di pi storie
antiche, tale impresa stata tramandata fino ai giorni nostri, dando il nome all'omonima gara di
atletica leggera introdotta per la prima volta come disciplina olimpionica nei primi Giochi olimpici
dell'era moderna (1896).