Sei sulla pagina 1di 31

Imperfezionineisolidi

Esistonosolidiimperfettichehannodifetticristallini,
ciounirregolaritreticolareapartiredaundiametro
atomico(10
10
m)
Idifettiprincipalisono:
o puntuali
o lineari
o interfacciali(bordodeigrani)
Idifettipuntualisono:
o vacanze,quantificateconformula
o autointerstiziali
o
impurezzeneisolidi=comedettoallinizio,
difficileavereunmetalloconpurezza>
99,9999%;inunmetrocubodimaterialeci
sono100milamiliardidimiliardidiimpurit.
o
soluzionisolide=leghe;leimpuritinleghe
sonosostituzionalieinterstiziali.
Nellelegheleimp.sostiz.siconsiderano:
Fattoridiraggioatomico(_0.15r
A
)
Stessastrutturacristallina
Elettronegativitmaggiore
Valenzaminore
QuestifattorisonoFAVOREVOLIalla
formazionediimp.sostituzionali.
Nellelegheleimp.inters.siconsiderano:
Fattorediimpacchettamento
Raggioatomicomoltominore
Concentrazioneminima(<0.1)
Cisonodifettilinearidettidislocazionichefanno
traslareinunadimensioneilreticolo.Sono:
o aspigolo:cunpianoaggiuntivoche
sinseriscenelreticolo
o avite:cunatorsionechefaruotareil
reticolo(aprounabottigliacherimane
deformatainsensocircolaredopo
apertura)
Questedislocazionisirappresentanocolvettoredi
Burgers.Leduedislocazionihannosimbolo:
Cisonodifettiinterfaccialiaduedimensioni:
o superficiesterne:ilreticoloterminaesi
affacciaallesterno.C
tensionesuperficiale
o bordideigrani:icristallihannodifferente
direzionespaziale.Quandola
differenzagrande/piccola,
siparladibordodiangoload
alto/bassoangolo(bordo
dalto/bassoangolo).Ibordi
possonoessereinclinatio
ruotati.Maggiore
disomogeneit,maggiorela
concentrazioneenergetica
nellarea.
o confinitrafasi:proprietfisichedifferenti
o pianigeminati:bordodigranospeculare
provocatodasforziditaglio.
o misti:sonodiduetipi
difettidiimpilaggio:instrutt.cfc,cambia
ordinedidisposizioneatomica
paretedidominio:inmateriali
ferromagnetici,cisonozonecon
direzionemagnetizzatadifferente
Idifettidimassa(pigrandi)sonotrattatiinaltrasede:
o porosit
o cricche
o inclusioniestranee
Infine,fondamentalericordarecheallinternodel
cristallinogliatomivibranosulleloroposizionimedie.
PerMicroscopia,cf.107112.
Diffusioneneisolidi
Ladiffusionecomportalattraversamentodiun
materialedapartediunaltrochediffonde.Questo
serveperalterarnelequalitchimicofisiche,come
migliorarelaresistenza,duttilit,ecc.
Essaavvieneadaltetemperaturee
microscopicamenteilfenomenorelativosidefinisce
interdiffusione.
Ancheinunmetallopuroavvienequestattra
versamento,maautodiffusivo.
Imeccanismididiffusionesono:
diffusionepervacanze:latomosimuovepervac.
diffusioneinterstiziale:latomosimuoveperint.
Cidevessereunaposizionevuotaeenergiasufficiente
perinnescareladiffusione.
Proprietmeccanichedeimetalli
Leleghemetallichesonosottoposteaforze,dovunque
einqualunquemomento.Pensaalletraviincemento
armatochereggonoiltelaiosopralatuatesta,per
esempio.Oppurealsolaiosucuiseiappoggiato,
insiemealPCealresto.Ancora,avraisicuramente
vistolaruggine.Oppure,pensaalmotorechedeve
erogareisuoikWh,eaifrenichedevonofermarela
macchina.Questolungoesempioprosaicoservead
introdurreleproprietmeccanichedeimetalli.
Asecondadeltipodisollecitazioneallaqualesifa
riferimento,sidefinisconoleseguentipropriet
meccaniche:
resistenzameccanicalacapacitdiunmaterialedi
resistereallesollecitazionistatiche;
resilienzalacapacitdiunmaterialediresistere
allesollecitazioni(termo)dinamiche(duttilit);
durezzalacapacitdiunmaterialediresisterealle
sollecitazioniconcentrate;
resistenzad'attritolacapacitdelmaterialedi
resistereallesollecitazionid'attrito;
resistenzaallafaticalacapacitdelmaterialedi
resistereallesollecitazioniperiodiche.
Riguardoallaresistenzameccanica,asecondadeltipo
disollecitazionestaticaapplicata,siparlapi
specificatamentedi:
resistenzaallatrazione
resistenzaallacompressione
resistenzaaltaglio
resistenzaallatorsione
resistenzaallaflessione
Perstudiareleproprietmenzionatesifannoprove
cambiandotreparametri:
naturadelcarico(es.trazioneVScompressione)
duratadelcarico
condizioniambientali
Glisforzistudiatipossonoesserenominalioreali:le
quantitnominalisonostudiateconquantitfisiche
facilmentederivabili,lesecondesonostudiatecon
tecnichediinterpolazionestatistica(fittingcon
funzionidiquantitistantanee).Perquestolostudio
dellelegheprocedeosperimentalmenteo
modellisticamenteconcalcolatori.
Eccoledefinizioninominalideicarichipiimportanti:
o =
P
l
S
sforzonominaleditrazioneecompress.
e =
I
I
=
I
]inclc
-I
iniziclc
I
iniziclc
deformazionenom.ditraz./comp.
=
P
||
I
sforzoditaglionominale
y = tan0; deformazionenominaleditraz./comp.
l'inclinazionedeltagliorispettoaltaglionormale()
QuestisonoiprovinistandardSAEperleprove:
Perorientareglisforzinellospaziorispettoaduno
sforzonormalesiusanoleseguentiformuleche
derivanodaconsiderazionigeometriche:
o
J
=u.S o (1 + cos 20
tugIo
)


= u.S o sin20
tugIo

Lo sforzo e la deformazione nominali sono legate tra


loro in modo proporzionale tramite un numero detto
modulo che esprime quanto forte la propriet con
unazionecostante:
o = Ee
= 0y
Consideriamosololaprimaequazione:leggediHooke
mediatadalmodulodiYoungchelegasforzoe
deformazionenominali.Questeequazionivalgono
esclusivamentepersforzielastici,ciopersforziche,
unavoltaterminati,lascianoinalteratala
conformazionedelprovino.Esistonomaterialichehanno
comportamentoelasticononlineare.
Alivellomicroscopicoilegamiinteratomicisi
distendonounpochinodallaloroposizionedi
equilibrio.
Ilcomportamentoelasticopuvariareneltempo,ein
questocasosiparladianelasticit.
Ledeformazionielastichepossonoesserereversibili.
Perstudiareladeformazionepertrazione(ocompr.)si
usailmodulodiPoisson(derivatodaunoggetto
matematicopigeneraledettotensoredielasticit):
v = -
e
x
e
z
= -
e

e
z

Permaterialiisotropi(cioconproprietcostanti
nellospazio),lequazionegeneralesiriducea:
E = 2 0 (1 +v)
Ledeformazionipossonoalterareirreversibilmenteil
provino:quindiladef.plastica.Questadeformazione
siproduceperallungamentimaggioridel0.5%per
moltimateriali.Latransizionegraduale.
Losforzoallo0.5%sidefiniscesforzodisnervamento
e siquantificacon s = . 5.Latransizioneelastico
plasticoavvienedopoillimitediproporzionalit
difficiledavalutare.Perconvenzione,quindi,illimite
diproporzionalitsideterminafacendounaretta
parallelaalleascisseas = . 2.
Dopoillimitediproporzionalit,ladeformazione
aumentanotevolmentefinoadarrivareadunpunto
massimodisforzo:losforzodirotturaatrazione,
dopoilqualeilprovinosistringe(iniziaaridurrela
sezione)finoarompersi.
Perfareunlavorosicuro,cisiriferisceadunosforzodi
esercizioderivatodallosforzodisnervamento:
o
cscczo
=
o
s
(sorzo Ji sncr:omcnto)
N (ottorc Ji sicurczzo o normo Ji lcggc)

Sidefinisceduttilitlamisuradelladeformazione
plasticadiunoggettochesimantieneintegro.
A% =
l
l
nzuIc
1uu =
A
A
nzuIc
1uu
ImaterialiconA%<5sonodettifragili.
Ilparametrofisicochepuinfluenzareiparametri
menzionatilatemperatura:piaumenta,picresce
laduttilit,mentreglisforzidiminuiscono.
Leequazionipiasinistrasiriferisconoamaterialiche
mantengonovolumecostanteprimaedopolazionemec.
Sidefiniscedurezzalamisuradellaresistenzaofferta
daunmaterialeprimadelladeformazioneplastica.Si
studiamedianteprovaRockwell,Brinnell,
Knoop&Vickers.Cfr.174179.
Questateorianasceneglianni30,evieneconfermata
neglianni50conlavventodellamicroscopia
elettronica.Leduedislocazionifondamentalisonoa
spigoloeavite.
Teoriadelledislocazioni
Ilprocessodidislocazionedettoscorrimentoeil
pianosucuiavvieneloscorrimentodettodi
scorrimento.
Siquantificanoledislocazioniconladensitdi
dislocazioni,cionumerodidislocazioniperarea
unitariadiqualsiasisezione.Numericamentevannoda
10
10
a1permm
2
,dametallideformatiacristallidi
silicio.
Lacaratteristicaprimariadelledislocazioni
lalterazionedellassettoenergeticodelmateriale:in
prossimitdiunadislocazioneaspigolo,sievidenziano
duezonegeomtetricamenteopposte,incuiunazona
compressamentrelaltratirata.Lanalogoperla
dislocazioneavitetorsioneetaglio.
Dueazionipositivecomelacompressioneela
torsioneannullanoladislocazionecondueazioni
negativecomelatrazioneeiltaglio.
SiquantificanoivettoridiBurgersconleseg.
equazioni:

h(cc) = (u.S o) < 1 1 u >


h(ccc) = (u.S o) < 1 1 1 >

Applicandounosforzo,siottengonoquindideisforzi
ditaglioindottieilmedesimosforzocriticolecui
espressionisono:

= o cos 0
nomuIc puno d sco.
cos
dcz. sco.

ctco
= o
sncr:.
max(cos 0 cos )

Siottienequindi,peridueangolia45,

o
snc.
=

critico
2

Dati:
o direzionecristallografica[u
d
,v
d
,w
d
]sucuiagisce
unosforzoditrazione;
o unpianosucuisieffettuailtaglio(u
p
,v
p
,w
p
);
o unadirezioneversocuisieffettuail
taglio[u
t
,v
t
,w
t
];
o losforzoapplicato;

possocalcolarelosforzoditaglioindottosecondo
leseguentiformule:

0 (piono toglio, Jirczionc cristollogroico)


= cos
-1
(u
p
u
d
) + (v
p
v
d
) + (w
p
w
d
)
_(u
p
2
+ v
p
2
+ w
p
2
) (u
d
2
+v
d
2
+ v
d
2
)

(Jirczionc toglio, Jirczionc cristollogroico)


= cos
-1
(u
t
u
d
) +(v
t
v
d
) +(w
t
w
d
)
(u
t
2
+v
t
2
+w
t
2
) (u
d
2
+v
d
2
+ v
d
2
)

= o(Joto) cos 0
nomuIc
cos
dczonc
;
(con il ormolismo motriciolc lo scritturo e pi scmplicc)

Quandoimaterialisideformanoplasticamente,il
meccanismodidislocazioneidentico,ma
determinareladirezionepidifficile.

Ibordideigrani,normalmente,rimangonotali
duranteladislocazione.

Peripolicristallivaleildiscorsoprecedente,con
laggiuntadipienergiaperdislocareilmateriale.

Sidicedeformazioneplasticapergeminazionela
dislocazionecheavvienelungounpianodisimmetria
sucuigliatomiglissanoinversoopposto,
riassettandoilcristalloancoraintero.

Lageminazionepigrandequantopigrandela
distanzatraduepianidiscorrimento(geminati).
Nellageminazione,laparteinteressatasiriorienta
globalmentenelcristalloelospostamentodegli
atomimicroscopicamentedellordinedidistanze
interatomiche(in = 1u
10
m)

Lacapacitdideformarsiplasticamentediunmetallo
dipendedallacapacitdimovimentodelledislocazioni.
Limitandooostacolandoloscorrimentodelle
dislocazioni,unmaterialediventapiduro,pi
resistente,menoduttile.

Ladimensionedelgranohainfluenzasullepropriet
meccaniche.Ibordidelgranoostacolanogiilmoto
perchhannodiversaorientazioneediscontinuit
prossimale(immaginadidoverspostaretuttinsieme
unmucchiodilibrirovesciatidaunalibreriaintera).
Ciimplicachemaggiorelagrana,MINOREla
resistenza.CisiquantificaconlequazionediHall
Petch:(lasecondasperimentale)
o
snc.
= o
costuntc
+k
costuntc
J
ntcutomcu

ct
=
costuntc
+A
costuntc

p
dsIocuzon

Nelcasoincuihoilcompitodideterminarele
costanti,hobisognodiduecoppie
(o
snc.
, J
ntcutomcu
)erisolvereilsistema.
Unaltromodoperaumentarelaresistenza
lalligazionemediantealtrielementi:creounalega.
Conquestomeccanismo,faccioevolvereunacivilt.
Orasiamofermialferro(kaliyuga,noncredoper
centriquestoriferimentoconimateriali).
Leimpuritreticolariconsentodigestirepienergia
nelreticolo:atomipipiccoliograndiconsentonodi
ridurreledeformazionireticolari.Cfr
214-215. Quindi aumentanodurezzae
resistenza ediminuisceduttilit.

Siquantificalosforzoeladeformazionerealiin
campoplastico,finoallastrizione:
o
R
= K e
R
n

Sidefiniscenesponentediincrudimento:ilvalore
dellindurimentoperdeformazioneplasticasubita.
Ilprocessoconcuirendoresistenteunalegadetto
incrudimentoolavorazioneafreddo.Siquantifica
cos:
IF% =
A
og
-A
]nuI
A
og
1uu =
J
2
og
-J
2
og
J
2
og
1uu
Attcnzionc ollc xpec||che r|ch|exte (sncr:. , rott. )
bonno gra|c| d|uerx|!
Perripristinarelequalitmeccanichediunalega
lavorataafreddosiricorreadueprocessiadalta
temperatura:recoveryecristallizzazione.
Questoconsentedilasciareandarelenergia
accumulatanelcristalloadaltetemperature.
Nellarecoverylarilocazioneavvieneperdiffusione
attivatadallaltatemperatura.Alcunepropriet
fisiche(comelaconduttivittermicaedelettrica)
tornanoadessereoriginali.
Nellaricristallizazionesipassadaunostadiofreddo,
fissoenettoadunostatosbollentato,confuso,a
macchie.Pifortelostatoiniziale,pivelocela
ricristallizzazione.
Latemperaturadiricristallizazionevariacircada
0.34/0.7voltelatemperaturadifusione.
LaricristallizzazionenonpuavvenireselaLF>di
2%/20%.
Sesimantieneunatemperaturaelevata,avviene
lingrossamentodelgranotramitelarisistemazione
deigraninelcristalloelassorbimentodigranipi
piccoliinquellipigrandi(unpocomelegocce
dacqua).
Maggioreladimensionedelgrano,minorela
dimensionedeibordidigrano,minorelenergiaal
lorointerno.Quindilelegheagranifinisono
MAGGIORMENTEENERGETICHErispettoalleleghea
granigrandi.
Larottura
Larotturaunconcetto(molto)intuitivo.

Essaavvieneperchunmaterialestatousato
impropriamenteinprimaistanza.
Lascarsaconsapevolezzadellepersone(anche
ingegneri)purompereunvasooppurefaresplodere
unaereoospezzareinduepartiunanave porta-
container(cfr.pag 234).Tuttosommato,sembrauna
tematica importante.
Lecondizionidiserviziosonoquellepiinsidioseda
prevedereperchhannoeffettisutempilunghissimi:
pensateaVeneziacheaffondaechevaprotetta.
Lafratturasempliceconsistenellaseparazionediun
corpoinpielementipereffettodiuncaricostatico
atemperaturalontanadellafusione.
Perimetalli,possonoavvenireduetipidifrattura:
duttileefragile.Iltipodipendedallacapacitdi
deformarsiplasticamenteprimadellarottura.
Inpratica,lafratturaduttilegraduale,mentrequella
fragilerapidaoistantanea.
Neiduetipisiformanodiversitipidicricche
(spiacevolelineaspezzatacheindicalafrattura
imminente):inquelladuttile,lecricchesonostabili,
resistonocostantementealcaricoesonovisibili;in
quellafragile,lecricchesonoinstabilie(quasi)
istantanee.
Perquestosipreferiscelafratturaduttile.
Ilmeccanismodellefratturaduttilepartecondei
microvuoticircaellitticichecoalescono(siuniscono)
lungolaperpendicolaredelladirezionedeltaglio.
Questafratturaaumentaegenerastrizionefinoalla
rotturafinaleinclinatadicirca45rispettoalla
direzionedeltaglio.
Lostudiodellafratturaavvieneconlafrattografiaal
MTE(TEM)eMSE(SEM).(cfrmicroscopia)
LafratturafragileavvienetramitespaccatureaV
rovesciatechepartonodalsitodinnesco.Larottura
avvienemediantepassisuccessivi(clivaggio).Questo
tipodifratturapuesseretransgranulareo
intergranulare.
Lostudiodellameccanicadellafratturaavviene
mediantelostudiodelmateriale,deisuoidifetti,del
suolivellodisforzo massimo,dellesuecricche.
Alcunecricchesonoginaturalmentepresenti
allinternodelmateriale.
Sperimentalmenteivaloritrovatisonomoltoinferiori
aquellireali!
Siquantificanoiseguentisforzi:
o
mussmo pc cccu u tuzonc
=
2 o
nom.

_
o
scmussc muggoc dcIIc cccu cIIttcu
r
cuutuu upcc cccu

o
tuz. ct. pc ]ug.
=
_
2Ly
cncrgic supcr]iciclc tcbul.
nu
scmicssc mcggicrc
Esistonotremodidiaperturadiunacricca:didistacco
(modoI),discorrimentoedilacerazione(modiIIeIII).
Siquantificalatenacitallafratturaincondizionidi
deformazionepianasecondomodoI:
K
tcnuct uI modo I
= o

o n ,
Conleequazioniperlosforzocriticoeperlatenacit
sicalcolanosforzidiprogettoedifettoammissibile
massimodeldifetto.
Pervalutarelatenacit,lASTMhasviluppatoleprove
CharpyeIzod(cfr.250255:ricordacheiceramici
dannorotturafragiledopoi1200Kcirca,pensaai
frenidellatuasportiva!).Vediimmaginedopo.
Y cost. geometrica
Sidefiniscefaticauntipodicedimentochesiverifica
instrutturesottoposteasforzidinamiciefluttuanti.
Questalacausadel90%dellerotture.
Siquantificanoleseguentiquantit:
o
mcdo
=
c
mcx
+ c
min
2
o
ntcuIIo
= o
mux
-o
mn
o
umpczzu
=
c
mcx
-c
min
2
Sidefinisconosperimentalmentedellecurvesforzo
cicliarottura(SN)chemetteinrelazionelavitaa
fatica(cioilnumerodiciclicheprovocalarottura)e
losforzoneldatoampiezza.
QuestigraficiSNsonomoltodispersivinellaloro
statistica,perquestovengonoricorretticongrafici
probabilistici.(cfr258259)
Nellarotturaafaticasinnescalacricca,sipropagaad
ognisforzo,sifratturafinalmente.Ipuntisucuiuna
strutturapucederesonoincorrispondenzadi
scalfiture,bruschiraccordi,piccoleestremit,ecc.
Lostadiodipropagazionediunacriccasicaratterizza
conlineedispiaggia(visibili)elineedistriature
(microscopiche).
Ifattoricheinfluisconosullavitaafaticasonolo
sforzomedio,lequantitcricchepresentisulla
superficie,lezoneafortegradientedidirezione(le
punte).
Siusatrattaresuperficialmentelesuperficiper
ridurreglisforzieffettivisulmateriale,quindiridurre
lampiezzadellosforzoafatica.
Permetalliduttilisiusalapallinaturacheproietta
piccolesferettedellordinedidecimidimillimetro
sullasuperficie.Cibloccalosforzoafaticaamet
dallasuperficietrattatacirca,aumentandolavitaa
fatica.
Infine,lacementazionedegliacciaiderivadallaloro
carburazioneonitrurazionecheformaunostrato
esternodi1mmpiresistentecheaumentalavitaa
fatica.
Siquantificalafaticatermicapertemperatureelevate:
o
tcmcu
= o
coc]]. tcmco
E
mod.cIustco
I
Possonoaccaderecontemporaneamentesforzoe
attaccochimico(immaginailmolodiunporto).
Esistonodeformazioniadaltetemperature(>0.4T
f
)
consforzostatico(es.turbneaereo).Siparladi
creep,cioladeformazionepermanentediun
materialesottopostoacaricocostante.
Ilcreepquantificatocome:
e =
Je
Jt

Icreepprimarioesecondariosidefiniscono
transitorioestazionario.Nel1trattoilmateriale
aumentalaresistenzaallincrudimentoda
deformazione,nel2trattodeformazioneerecovery
sonobilanciati.Infine,nel3trattoilcreephala
meglio.Allafineavvienelarottura.
Allaumentareodellosforzoodellatemperatura,
aumentailcreepediminuiscelavitaafatica.
Siquantificailcreepconlequazioneseguente:
e = K o
n
c
-

ctt
R1
K,Qsonocostanti;lanassegnataperdiversi
meccanismidideformazione(spiegazionidiverse).
Siquantificailtempodirotturaconlequazionedi
LarsonMillercheeguagliailparametro(ottenibile
dagrafico)aunafunzionediTet.dirottura:
P = I
KcIn
(2u +log t
ottuu
)
log in base 10