Sei sulla pagina 1di 36

EMOZIONI

DELLA PELLE
Le Cinque Leggi Biologiche Unite allIpnosi
SINATTI
MATTEO
con il contributo di
ALICE PAVSNAR
www.ipnosieautocontrollo.it
!!!"#$%&'#()*+&,&%+-&..&"#+





SINATTI MATTEO


questo ebook rappresenta la base concettuale del libro:
I poteri della mente - ringiovanire la propria pelle

!"#$%%" '$%%()



CONFERENZE E CORSI





E' possibile contattare l'autore per approfondimenti ed eventuali conferenze o seminari circa
l'argomento del testo ed altre tematiche:

Conferenza introduttiva e di base sulle Cinque Leggi Biologiche del dott. Hamer
Conflitto del profugo e ritenzione idrica
Emozioni che fanno ingrassare
Ringiovanire con i poteri della mente, metodo Hypno beauty
Ipnosi emozionale per il benessere, la motivazione e lautostima


Sinatti Matteo

E-mail: sinatti@gmail.com
web: www.ipnosieautocontrollo.it









PRESENTAZIONE



Cari amici, colleghi, conoscitori delle scoperte del dott. Hamer che come me
avete potuto apprezzare veramente la portata di queste nuove conoscenze,
mi chiamo Sinatti Matteo, svolgo la professione di psicologo, ipnotista e sono
consulente delle Cinque Leggi Biologiche scoperte dal dr. Hamer. Con questo ebook
desidero condividere con voi un mio contributo, in linea con gli studi di Nuova
Medicina, riguardo il pi esteso tessuto umano: la pelle.

Ringrazio anticipatamente Alice Pavsnar (creatrice del gruppo FB: Nuova
Medicina Germanica di Ryke Geerd Hamer e autore del libro: "guarire da allergie,
psoriasi, intolleranze alimentari con la Nuova Medicina") per la disponibilit e il suo
prezioso contributo nellultima parte del testo.

Da pi di otto anni mi occupo di ipnosi, sia in ambito terapeutico che in
sanitario e in tutto questo tempo posso dire di conoscere bene la mia materia.
Tuttavia, mi rendo conto che prima di apprendere il funzionamento delle Cinque
Leggi Biologiche, il mio lavoro non era cos preciso come avrebbe dovuto essere.

Quella che presenter adesso un'applicazione del cambiamento fisiologico
derivante dal cosiddetto "conflitto emotivo locale"; chi conosce le Leggi B. sa bene di
cosa parlo, chi invece ne ignaro, lo scoprir nel corso del testo. E' doveroso sapere,
per, che questo fenomeno rappresenta un'influenza notevole della mente sul corpo.

Pu il corpo attivare processi biologici anche senza l'influenza di intense
emozioni?

Questo l'argomento principale di questo ebook. Esso rappresenta un primo passo
volto ad unire il mondo dell'ipnosi con quello della Medicina delle Cinque Leggi
Biologiche.

Ci che condivider in questo testo una parte, forse la pi importante, di un
mio ultimo lavoro letterario che riguarda l'uso dell'ipnosi in ambito estetico-
dermatologico, sulla base delle conoscenze delle Leggi Biologiche.

!"#$%%" '$%%()


Ho strutturato un metodo per intervenire con la mente sulla propria pelle,
generando modificazioni fisiologiche nella direzione desiderata. L'obiettivo quello
di rigenerare il tessuto facendolo apparire pi giovane e in salute, attraverso il poteri
della mente.

Dato che la base di questo mio nuovo lavoro riguarda la Medicina del dott.
Hamer, di cui purtroppo non ho potuto analizzare quanto volevo all'interno del mio
progetto, ho deciso di farlo con questo ebook, il quale rappresenter la base
concettuale del testo:


I POTERI DELLA MENTE - RINGIOVANIRE LA
PROPRIA PELLE con il metodo Hypno beauty (Ed. Galassia Arte, 2014, Roma)



Spero che il contenuto sia di tuo gradimento!
















INTRODUZIONE






Per prima cosa necessario rispondere alla seguente domanda:

Come sono nate le conoscenze delle Cinque Leggi Biologiche?

Per rispondere necessario tirare in causa l'artefice di queste scoperte, il
medico oncologo tedesco R. G. Hamer.
A seguito della tragica morte del figlio, accaduto in Sardegna, davanti all'Isola di
Cavallo, nel 1978, il medico arriva a ricostruire, seppur nella sofferenza, i fondamenti
di una Nuova Medicina, strutturata a seguito di un suo stesso tumore, generatosi
alcuni mesi dopo la sua grave perdita, e diopo migliaia di altre verifiche cliniche. Il
centro di questa nuova scoperta la psiche umana e le sue emozioni.
Hamer presenta le sue nuove teorie della genesi della malattie con una tesi di
abilitazione all'Universit di Tubingen, che riporta il titolo: "Il capovolgimento
diagnostico".
Ben presto emerse che l'apporto rivoluzionario di queste sue nuove conoscenze non
era solo nei contenuti, ma anche nelle implicazioni che questi comportavano nel
panorama medico mondiale.
Cos come il modello copernicano stato incluso nel mondo scientifico solo
200 anni dopo, e ben 500, per il riconoscimento ufficiale della Chiesa (nel 1992, ad
opera di Papa Giovanni Paolo II), allo stesso modo le scoperte di Hamer stanno
ricevendo, tutt'ora, molta resistenza.
Nell'epoca moderna la ricerca psicosomatica ha tentato di rispondere alla
seguente domanda: "Se la psiche c'entra qualcosa con la genesi della malattia, come
avviene questa relazione? Pu essa essere prevedibile".
A tale domanda purtroppo non stata data una risposta precisa, arrivando anche a
tirare in causa persino teorie psicoanalitiche.
E' stato Hamer ha dimostrare, sistematicamente, il collegamento tra emozioni ed
organi, facendo cadere, per la prima volta, il concetto di malattia
intesa come un errore della natura, o come entit esterna da cui
bisogna proteggersi e prevenire.
Sulla base di un'osservazione dei processi fisiologici del
corpo, il medico tedesco arriva a ridefinire il concetto stesso di
tumore, inteso, adesso, come un processo biologico con una
precisa logica.
!"#$%%" '$%%()


Con le sue scoperte, arriva a criticare la posizione ufficiale della Medicina quando
sostiene il concetto teorico di cellula cancerogena impazzita che, inspiegabilmente,
sceglie una persona a caso ed inizia a proliferare in qualche tessuto, dando origine ai
tumori. Anche il concetto di malattia autoimmune viene ribaltato, sopratutto nella
relativa teoria che, sempre inspiegabilmente, il corpo possa decidere di distruggere se
stesso.
Per ultimo si rivolge alla genetica, criticandola quando afferma che esistono delle
malattie precodificate nei propri geni, i quali possono anche attivarsi in momenti
diversi della vita di una persona, producendo malattie. Quest'ultimo aspetto stato
poi verificato anche da un altro scienziato, Bruce Lipton, attraverso gli studi
sull'Epigenetica (La biologia delle credenze, Macro edizioni, 2006).

Il dott. Hamer arrivato a sistematizzare tutte le reazioni fisiologiche dei
diversi tessuti del corpo, specificando le varie sfumature emotive implicate.
In questo testo verr presa in considerazione la cute, il rivestimento pi ampio di
tutto il nostro corpo.



























PARTE 1




IPNOSI E LEGGI BIOLOGICHE






LA PELLE


La pelle rappresenta l'organo pi
"emotivo" del nostro corpo. Essa reagisce
visibilmente ai nostri stati d'animo, soprattutto
se risultano intensi e ricorrenti. Praticamente
tutti i disturbi cutanei, classificati in ambito
medico, riportano, tra le cause, la componente emotiva, specificata con la generica
etichetta stress.
Psoriasi, vitiligine, acne ecc, sono tutti disturbi che racchiudono in s intensi stati
d'animo.
L'evidenza assoluta, quindi, che la mente, tramite emozioni intense, di tipo
viscerale, in grado di influenzare la nostra pelle. Purtroppo, generalmente, ci
avviene con conseguenze negative.
Ma la domanda a questo punto proprio questa:

"E' possibile che questo immenso potere mentale possa essere utilizzato a proprio
favore?".

Dalle scoperte del medico oncologo tedesco R. G. Hamer, emerge che sono degli
eventi improvvisi, capaci di coglierci di sorpresa, ad essere responsabili delle varie
!"#$%%" '$%%()


attivazioni fisiologiche, conosciute come disturbi fisici; ci avviene tramite emozioni
molto profonde.
In relazione alla pelle, ad esempio, se le circostanze della vita ci espongono a vivere
una forte separazione da una persona cara, ci pu arrivare ad influenzare lo stato di
questo tessuto, anche in maniera intensa, causando persino psoriasi e vitiligine.
Emozioni intense, spesso traumatiche, sono alla base delle varie modificazioni
nel nostro corpo. Il dott. Hamer ha chiamato questi eventi shoccanti DHS (Sindrome
di Dirk Hamer) in memoria del figlio morto, dalla cui perdita ha potuto scoprire, nella
pura sofferenza, il reale funzionamento della biologia del corpo.



SINDROME DI DIRK HAMER (DHS)


Cerchiamo adesso di capire in dettaglio cosa s'intende con DHS.
Questo fenomeno si riferisce ad un sistema dallarme dellorganismo molto valido ed
attendibile. Se lindividuo ha vissuto, in passato, una DHS, il suo organismo diverr
sensibile verso quel tipo di esperienza. Egli memorizzer ogni minimo dettaglio di
quello stesso momento, come una fotografia, includendo anche suoni, rumori, odori e
sensazioni di ogni tipo.
Ogni volta che una situazione ricorder, per qualche motivo, la prima esperienza
vissuta, l'organismo sar di nuovo messo in allarme.

Ecco come ha descritto il dott. Hamer il fenomeno della DHS:

"Dobbiamo renderci conto chiaramente, che i nostri antenati cos come gli
animali selvatici, non avendo unabitazione, un letto, un frigorifero pieno o un
telefono, dovevano stare allerta giorno e notte da diversi nemici, predoni,
concorrenti ecc. Se, ad esempio, un animale subisce una DHS perch non aveva
sentito i richiami dallarme degli uccelli, e solo grazie alla fortuna scampato dalle
grinfie di un leopardo, da allora, in futuro, queste situazioni diverranno come
"binari" della stessa DHS, fungendo come utili segnali dallarme".

Per completezza, questi shock inaspettati lasciano anche delle tracce nel cervello, le
quali possono essere persino fotografate. Lo strumento che il medico utilizz per fare
questa verifica fu la TAC cerebrale, evidenziando delle specie di cerchi concentrici
(come una sorta di esplosione), i quali sono stati chiamati Focolai di Hamer




IPNOSI E 5 LEGGI BIOLOGICHE


Visti i tempi con cui il mondo "scientifico" prende atto delle innovazioni
radicali, probabilmente non sar la nostra generazione ad usufruire di queste scoperte
rivoluzionarie, sebbene io mi auguri che avvenga molto prima. Quello che posso dire,
adesso, che sicuramente hanno rivoluzionato il mio personale modo di lavorare
come psicologo, ipnotista.
Ora, nel mio lavoro, la ricerca delle varie emozioni, responsabili dei problemi
individuali, non pi "alla ceca", scavando nell'inconscio alla ricerca del
"responsabile", bens molto pi precisa, dato che per ogni disturbo o stato d'animo
visibile, possibile sapere che tipo di eventi possano essere accaduti. Tutto questo,
grazie al dott. Hamer.
Durante una seduta di ipnosi regressiva, ad esempio, possibile riscoprire
eventi mai ricordati prima, o di cui non si era consapevoli, che spesso sono alla base
dei problemi fisici attuali. Chi conosce la Medicina delle Cinque Leggi B. sa bene
come spesso non sia facile risalire al conflitto emotivo sottostante un disturbo.
Eppure ci talvolta fondamentale, a livello terapeutico, per poter aiutare veramente
una persona.
Qualunque ipnotista sa bene che gran parte delle malattie hanno origine dalla
mente, quasi tutti lo hanno appurato nella propria pratica professionale. Esistono,
inoltre, molte ricerche in cui, tramite l'ipnosi, stato possibile generare delle
autentiche guarigioni nei confronti di malattie spesso considerate, dalla medicina
tradizionale, incurabili e di origine sconosciuta.
Addirittura ci sono studi in cui stato dimostrato, sempre in stato ipnotico, come sia
possibile generare delle reali conseguenze fisiche, come bruciature, verruche,
ematomi, soltanto con la forza della mente!

Le scoperte del dott. Hamer non hanno fatto altro che ufficializzare e
sistematizzare tutti questi fenomeni psicosomatici, conosciuti ormai da tempo, ma a
cui non si era mai riusciti a stabilire una relazione certa. Il medico tedesco arrivato a
determinarne non solo l'origine, ma anche il funzionamento nel corso del tempo,
specificando le differenze tra i diversi tessuti. Inutile dire che tutto ci dovrebbe
essere patrimonio di qualunque professionista della salute.

!"#$%%" '$%%()


Adesso il momento di presentare un nuovo contributo a tutto questo
affascinante argomento.



CAMBIAMENTI FISICI CON LA SOLA IPNOSI


In qualit di ipnotista, ho potuto constatare come molti cambiamenti fisici, di
tipo psicosomatico, non hanno per forza alla base una causa emotiva molto intensa.
Pensiamo agli studi sull'effetto placebo; in questo caso sono anche le aspettative di
risultato, cos come le varie convinzioni mentali, a creare una potente connessione
mente-corpo.
In pratica, sembra che la mente umana possegga un autentico potere di
guarigione: talvolta sufficiente la semplice convinzione di ricevere un farmaco
efficace, per ottenere effetti curativi sul corpo. Le evidenze cliniche di questo
fenomeno sono davvero sorprendenti, basti guardare gli studi condotti per attestare
lefficacia di un medicinale, prima che questo venga collocato sul mercato. In questi
casi, una percentuale di soggetti che crede di assumere un farmaco, mediamente pari
al 22-27 per cento, ottiene dei miglioramenti fisici talvolta superiori al farmaco
stesso!
E qui arriva il momento di un concetto fondamentale:
Il fatto di sapere di stare assumendo un farmaco, non necessariamente
comporta un schock emotivo inaspettato e nemmeno un qualsiasi tipo di
collegamento con altri traumi (binari). Eppure la fisiologia del corpo arriva ad
attivarsi ugualmente, generando un cambiamento.

Purtroppo tale potere molto spesso si genera spesso a nostra insaputa, quando
cio veniamo "condizionati" dall'esterno o da qualcuno, proprio come con l'effetto
placebo.
Eppure, mi sono chiesto, ci deve essere un modo per utilizzare questa parte della
mente cos potente!
Ho cominciato allora a visionare gli studi clinici
pi eccezionali, svolti in ipnosi, in cui sono stati
generati, con questa pratica, i pi estremi
cambiamenti fisici a livello umano. Ho scoperto
esperimenti in cui sono state fatte sparire
verruche dalla pelle, utilizzando la sola


suggestione, altri in cui sono state prodotte addirittura ferite, come delle ustioni; in
una ricerca stata pesino prodotta le stigmate con la sola ipnosi! Tutto, utilizzando
soltanto la mente.
Nel testo di riferimento ho riportato alcune di queste misteriose ricerche, compresa la
relativa bibliografia che cita anche fotografie e filmati.
Tutti questi fenomeni sono stati resi possibili grazie alla sola immaginazione e
non necessariamente provocando intense emozioni. Nello specifico stata favorita
una fissazione mentale su una zona del corpo, condizione, questa, estremamente
potenziata dallo stato ipnotico, al punto da generare un cambiamento fisico.
Sembra che il potere plastico dell'immaginazione e le forti emozioni che ci
colgono impreparati, possono coesistere nello stesso piano dell'influenza mente-
corpo, sebbene in misura diversa. Ma allora:

Ma come fa la mente ad influire cos pesantemente sul corpo, anche in assenza
di intense emozioni? E come pu la Medicina delle 5 Leggi B. spiegare questi
cambiamenti?
Tutte queste domande possono essere riassunte in un unico quesito:
"Che cosa hanno in comune Ipnosi e la Medicina delle Cinque Leggi
biologiche?" La risposta l'influenza della mente sul corpo, la quale molto pi
vasta di quanto si pensi.


CONFLITTO EMOTIVO LOCALE


Coloro che conoscono le Cinque Leggi Biologiche, conoscono anche il
fenomeno del "conflitto locale".
Se la persona si fissa continuamente su una parte del corpo, scaricando in essa tutte le
sue paure e preoccupazioni, ci non far altro che peggiorare le cose, alimentando il
processo in atto ed ostacolandone la riparazione del tessuto. Come vedremo, questo
aspetto alla base del peggioramento di molti disturbi, tra cui l'acne, cos come della
cellulite, in cui la pelle non riesce a rigenerarsi completamente, proprio a causa delle
continue svalutazioni estetiche vissute dall'interessato.
Se il paziente teme altamente che il proprio viso, a seguito di un incidente,
possa non guarire bene, ci avr pi probabilit che accada, proprio a causa
dell'eccessiva fissazione mentale dell'interessato.
!"#$%%" '$%%()


Molto spesso viene evidenziato, ad esempio, come le cicatrici causate da
interventi chirurgici, possano modificarsi in base alle varie preoccupazioni
individuali. In effetti, tra le cause del cheloide (cicatrici antiestetiche causate da una
eccessiva crescita di tessuto fibrotico), annoverata in medicina, lo causa stress, che,
anche in questo caso, si configura come un'eccessiva preoccupazione locale.
Un mio paziente, ad esempio, a seguito di un intervento chirurgico alla spalla, ha
riportato delle cicatrici non uniformi; in pratica, dove poteva vedere la ferita, ossia
nella parte finale della spalla, le cicatrici erano ben visibili e poco uniformate, dove
invece non poteva vedersi, esse erano quasi invisibili!
Per gli operatori "hameriani" tutto ci ben spiegabile proprio grazie al
fenomeno del conflitto locale. Eccessive preoccupazioni possono assumere i contorni
di un'intensa svalutazione, del tipo: "Non mi sento a posto", "Adesso sar
inguardabile", "Non guarir mai bene", ecc; tutto ci potr determinare un'ipertrofia
dei tessuti connettivi, creando mancanze di uniformit.
Il concetto che una fissazione molto intensa, sebbene carica di
preoccupazioni, non rappresenta un reale shock emozionale, cos come inteso da
Hamer. Eppure essa capace di generare un cambiamento fisiologico.
E' possibile allora che questo enorme potere mentale possa essere incanalato nei
binari della volont?
Oltre ad un conflitto locale, che di per s reca per forza qualche danno, non potrebbe
esistere anche una specie di attivazione benefica locale, cos come emerge dagli studi
dell'ipnosi?
La risposta si.



RIDURRE SENSAZIONI CON LIPNOSI


In ipnosi si ha la possibilit di concentrarsi cos intensamente su una parte del
corpo, al punto da creare un'analgesia totale, in modo da permettere persino un
intervento chirurgico senza anestesia. Ci
avvenuto recentemente, nel 2013,
quando un'quipe tutta italiana
coordinata da E. Facco, professore di
anestesiologia, ha eseguito un intervento
di asportazione di un tumore (melanoma)


su una paziente allergica a farmaci, utilizzando la sola ipnosi.
Adesso ci sorprendiamo di queste evidenze, ma realt gli interventi chirurgici
"sotto ipnosi" non sono certo una novit. Gi nell'Ottocento il medico scozzese James
Esdaile riportava di aver utilizzato l'ipnosi quale unico metodo di anestesia in pi di
300 interventi chirurgici.
Con l'avvento poi dei farmaci anestetizzanti, quali il cloroformio e l'etere, l'ipnosi
poi stata cos progressivamente abbandonata, al punto da dimenticarsi persino di
questo suo vecchio utilizzo.
Facciamo un esempio: la cosiddetta "glove-anesthesia" (anestesia a guanto) una
tecnica di ipnosi utilizzata ormai da molti anni in chirurgia. Per indurre questo
fenomeno, lipnotista, dopo aver favorito uno stato di trance, chiede al soggetto di
immaginare la sua mano rivestita da uno spesso guanto di gomma, che gli impedisca
di percepire sensazioni, oppure che divenga cos rilassata al punto da addormentarsi
Niente intense emozioni, quindi, soltanto pura energia mentale inconscia
canalizzata.
La mente, come abbiamo visto, in grado di modificare la fisiologia del corpo,
persino di escludere le sensazioni.
In alcuni studi stato verificato che, sempre in ipnosi, un arto, come una mano, possa
essere reso cos ipersensibile al punto che, se sfiorato da una semplice foglia, possa
reagire con arrossamenti se viene creduto, inconsapevolmente, che si tratti di ortica.
Se una persona riesce ad entrare in uno stato di coscienza alterato, ha la
possibilit di influenzare il suo corpo, accelerando un processo di guarigione, oppure,
paradossalmente, creare persino una ferita.
Ci sono ricerche, ad esempio, in cui stato dimostrato come sia possibile
ingrandire di alcune taglie il proprio seno, utilizzando l'ipnosi; anche in questo caso,
coloro che riescono meglio, sono quelli capaci di immaginare meglio, molto pi
intensamente degli altri ("I poteri della mente". Galassia arte, 2014).
Mi sembra chiaro come tutto ci non sia certo qualcosa da evitare o da escludere.



DA CONFLITTO LOCALE, A: ATTIVAZIONE BENEFICA LOCALE


Come consulente di Medicina delle Cinque Leggi B. e in qualit di ipnotista,
posso dire che si pu fare molto riuscendo a canalizzare la propria energia mentale.
Ci possibile con l'ipnosi.
!"#$%%" '$%%()


Cos come ci si pu preoccupare intensamente in merito ad una parte del corpo,
ci si pu anche concentrare ed immaginare vividamente aspetti positivi. Ci significa
compiere un cambiamento strutturale: da conflitto locale, ad attivazione benefica
locale.
Chi ha detto che il processo debba essere soltanto negativo? La fissazione su
una parte del corpo non necessariamente deve essere carica di tensione, pu essere
anche ricca di immagini positive. Quante volte siamo venuti a conoscenza di
guarigioni inaspettate, quasi miracolose, oppure molto rapide, pi del normale.
Sempre in ipnosi, un disturbo da psoriasi pu essere attenuato utilizzando
"semplicemente" la mente, ma ci possibile solo fissandosi in maniera intensa sulla
parte interessata, immaginando che la pelle divenga liscia e morbida, come quella di
un bambino.
Adesso per arriva il bello: coloro che riescono a beneficiare di pi da questi
trattamenti, solo i soggetti maggiormente ipnotizzabili.
Chiunque pu creare simili cambiamenti fisici con la mente, non tutti per sono in
grado di farlo, volontariamente.
Allo stesso modo per cui in ipnosi ci sono soggetti che riescono bene, rispetto ad altri
pi rigidi e resistenti, allo stesso modo, alcune persone hanno maggiori "potenzialit"
di influire sul corpo, e altri meno.
E' di potenzialit che stiamo parlando, di potenzialit ipnotiche individuali.
Grazie ad dott. Hamer oggi sappiamo che le attivazione fisiologiche pi
importanti, come ad esempio i tumori, sono causati da eventi emotivi shoccanti,
durati troppo a lungo. Tutto ci non certo possibile tramite l'ipnosi, la quale si
limita, almeno per le nostre conoscenze, a compiere dei cambiamenti pi contenuti
nel corpo, permettendo cos di trattare disturbi della pelle, recuperare da infortuni,
facilitare un'anestesia senza farmaci, ecc.
Molto possiamo fare con la proprio mente, generando cambiamenti senza
dover per forza sperimentare intense emozioni.

Questo il concetto innovativo, presentato nel testo "Il potere della mente -
ringiovanire la propria pelle". Questo libro rappresenta la prima applicazione di
ipnosi in ambito estetico, svolte in base alle conoscenze della Medicina delle 5 Leggi
Biologiche, delle cui scoperte non si pu fare a meno.
Il metodo proposto nel testo, rappresenta l'uso positivo del fenomeno di
"conflitto locale", utilizzato in maniera decisamente sensata!
Si tratta di un metodo volto a rigenerare la salute della propria pelle, facendola
apparire pi giovane e in salute.





PARTE 2




PELLE E MEDICINA DELLE CINQUE LEGGI BIOLOGICHE






LE SCOPERTE DEL DOTT. HAMER



E' il momento di fare un passo indietro, ritornando agli studi delle Cinque
Leggi Biologiche, abbandonando per un po' l'ipnosi e l'immaginazione mentale.

Quali sono i precisi sentiti emotivo-viscerali, responsabili dei vari
cambiamenti cutanei?

A questa domanda, come abbiamo detto, la medicina ufficiale non ha saputo
rispondere in maniera
precisa, rimandando
tutto, in maniera,
generica al concetto
di stress.
L'unica
disciplina che stata
capace di compiere
questa classificazione
stata proprio quella
introdotta dal medico
tedesco R. G. Hamer.
!"#$%%" '$%%()


Dai suoi studi emerso come sia necessario ben specificare il tessuto cutaneo
coinvolto, dato che la pelle costituita da diversi strati, ognuno delle quali reagisce in
maniera diversa in base all'origine embriologica del tessuto stesso. A seconda delle
sfumature emotive vissute, solo alcuni tessuti si attiveranno e in maniera diversa.
Scopriamo adesso il ruolo della pelle, ossia il rivestimento pi esterno del corpo,
l'organo pi esteso che protegge tutti i tessuti sottostanti, tra cui muscoli ossa e organi
interni.



LA PELLE E LA SENSAZIONE DI SEPARAZIONE


La pelle gode di propriet fondamentali e straordinarie: protezione, difesa,
assorbimento ecc. Essa ci protegge da traumi, radiazioni ultraviolette, partecipa al
meccanismo della termoregolazione regolando la dispersione del calore ecc.
La pelle ha anche un'altra importantissima funzione: quella sensoriale. Con il
suo strato pi superficiale, registra e trasmette al cervello qualsiasi stimolo a contatto
con essa. Pertanto la sua funzione, spesso dimenticata, anche quella del contatto.
Il centro corticale sensoriale, per l'epitelio pavimentoso della pelle, occupa una
grande dimensione nella corteccia cerebrale, molto pi grande rispetto a quello
motorio; da ci si deduce l'estrema importanza biologica relativa al contatto fisico
nell'essere umano.
In effetti, in natura perdere il contatto con il gruppo molto pericoloso; un animale
cucciolo che perde il contatto con il proprio branco, specialmente con la madre, ha
scarse possibilit di sopravvivenza. Questo accade anche per un neonato, il quale non
risulta autonomo fino al sesto/settimo anno di vita, ed anche oltre. Tutti sanno quanto
sia importante essere accuditi e allattati dalla propria madre, onde evitare insicurezze
e persino alcune "malattie", come la celiachia. Ecco perch accarezzare, abbracciare e
stringere una persona cos rassicurante! Stabilire un contatto pelle a pelle, fa
crescere un bambino sicuro di s e amato.
Quando perdiamo il contatto con il gruppo o con la famiglia, allora si patisce
quello che in base alle Cinque Leggi B. viene definito conflitto di separazione. E
cosa pu causare un simile evento?
Una separazione da una persona amata, sia essa un figlio, una madre, un
partner, un amante, pu generare dei disturbi a livello epidermico, a partire da una
leggera perdita di sensibilit, rossore, eritemi, prurito, sino a disturbi pi seri, come
psoriasi o vitiligine.


Durante la separazione, vissuta in maniera molto dolorosa, lo strato superficiale
epidermico pu assottigliarsi, divenendo fine e secco, ed anche meno sensibile al
tatto. Queste reazioni avvereranno quasi sempre dove prima era avvenuto un reale
contatto, ripetuto nel tempo, percepito come piacevole e protettivo, come se la pelle,
in quelle zone, avesse memorizzato queste sensazioni.
Se si tratta di una semplice separazione (come non essere toccati, accarezzati ecc),
nella fase in cui la persona si ricongiunge, si potr manifestare pelle arrossata,
eczema, eritema, sino anche all'orticaria; ci avviene, sorprendentemente per alcuni,
quando d'improvviso ritroviamo quel contatto, ricongiungendoci con una persona o
sostituendo il suo ruolo con un'altra, spesso proprio in quella zona dove fisicamente
lo avevamo perso.
C' da dire, inoltre, che queste sensazioni viscerali possono emergere anche da
situazioni in cui non sia avvenuto un concreto contatto fisico, come ad esempio
quando una persona si ritrova a "perdere la faccia" agli occhi di qualcuno a cui tiene
molto.
Immaginiamo una ragazza che, mentre sta baciando il proprio amante, venga
colta in flagrante da sua madre, la quale, sapendo che la figlia era fidanzata con un
altro, non avrebbe mai pensato che ci potesse accadere. Immaginiamo adesso che la
madre abbia dei forti valori cristiani e che la figlia sia molto attaccata a lei e che
quindi mai desidererebbe deluderla; si capisce come questo evento possa generare
una forte attivazione emotiva per la ragazza, vedendo il disappunto della madre nei
propri riguardi. Ovviamente non a tutti un simile evento pu risultare traumatico,
tuttavia, per alcuni, particolarmente sensibilizzati a simili circostanze, pu
comportare dei problemi cutanei. In queste circostanze possibile che la pelle della
ragazza possa reagire, perdendo un po' di sensibilit e provocando, quando tutto
passato, dei forti rossori, persino "malattie" della pelle.
In questo tessuto ci sono, inoltre, delle terminazioni nervose responsabili della
nostra sensibilit (caldo, freddo, pressione). Quando si ha un vissuto emotivo di
separazione non avverr, in questo caso, un assottigliamento del tessuto, ma piuttosto
un'atrofia di queste punte che, nella fase di soluzione, ossia quando vi sar un
ricongiungimento, ripareranno gonfiandosi un po' e aumentando la sensibilit,
provocando anche delle crisi di orticaria.
In questo caso si riscontra una sentito di separazione leggermente diverso, che
ha a che fare con la propria identit sessuale, ossia con il ruolo sociale nel gruppo.
Un esempio potrebbe essere quello di una moglie che vede rientrare, dopo alcuni
giorni, il proprio marito, dopo essere stata da lui abbandonata; pu capitare, in certi
casi, che la donna, mettendo da parte l'orgoglio, soffra pi che altro per il fatto di non
sapere se l'uomo sia ancora suo, e se lei, di conseguenza, rappresenti ancora la sua
!"#$%%" '$%%()


unica donna. Se il conflitto molto forte possibile riscontrare, in questi casi, anche
il dolore tipico da "fuoco di S. Antonio".



ACNE E FORUNCOLI


Tra i vari disturbi della pelle presente anche l'acne.
In questo caso viene interessato un altra parte della pelle, il tessuto connettivo, il
quale risponde ad emozioni viscerali non proprio, in questo caso, di separazione,
bens di una sorta di svalutazione di tipo estetico.
Per alcuni ragazzi il periodo della pubert non risulta cos idilliaco come si possa
pensare, in quanto, talvolta, essi si accorgono, facendo confronti o subendo delle
delusioni, di non essere apprezzati esteticamente. In questi casi, capita di subire molto
spesso lievi conflitti di svalutazione, nella parte del
corpo maggiormente oggetto di giudizio da parte
dellaltro sesso, cio il volto. Il fenomeno si accresce
molto di pi in coloro che non si sentono belli e che
quindi vivono gli sguardi e i commenti esterni molto
negativamente, a volte come vere e proprie
pugnalate!
In questi casi, nella fase di stress (che in
Medicina delle Cinque L. B. definita "conflitto attivo"), la persona tende a ridurre il
tessuto connettivo durante lemozioni di svalutazione, per poi riparare,
ricostituendosi, quando invece, ricominci a rivalutarsi.
In questi casi, a causa delle continue recidive riguardo questi sentimenti, non si
compie mai una completa riparazione del tessuto, ma si assiste ad una visibile
mancanza di uniformit della cute.
Culturalmente siamo abituati ad avere un immagine mentale dellacne pieno di
foruncoli e pustole; in questo caso il discorso si amplia.
Per quanto riguarda i foruncoli si tratta di un altro tessuto, ossia il derma, la parte
della cute pi profonda rispetto allepidermide. Essa risponde ad emozioni viscerali
di "insudiciamento e di attacco"; in fase attiva il tessuto ispessisce ed in fase di
soluzione ripara, grazie anche all'intervento di batteri.
Accade quasi sempre che una persona, a fronte dei propri problemi alla pelle, si
senta non a posto, insudiciata, antiestetica e sporca. E' facile dunque sentirsi come
deturpati". Ecco che "curarsi", in questi casi, utilizzando creme o quant'altro, finisce


molto spesso per alimentare ulteriormente il problema, ci perch si finisce per
mantenere l'attenzione sulla zona, dove continuiamo a "non sentirsi a posto".
E' facile capire come, in questi casi, la persona coinvolta possa entrare in
circoli viziosi dai quali difficilmente riesce ad uscirne; almeno sino a quando non
cominci a ridurre quell'attenzione morbosa al proprio viso, risolvendo cos i continui
sentimenti di svalutazione estetica. Ci pu accadere, nel caso dell'acne, quando
l'adolescente diviene un po' pi maturo, anche per il fatto di avere le prime relazioni;
in pratica, quando comincia a non recidivare pi i processi fisiologici in corso.



PSORIASI


Unanalisi pubblicata nel Ministero della Salute dal titolo: Psoriasi: quanto ne
sappiamo? Quali sono le cause della Psoriasi? esordisce con la seguente
constatazione: Le cause di questa malattia sono ancora oggi sconosciute.
Lanalisi prosegue riportando alcune cause legate a fattori ereditari, ormonali,
traumatismi ecc. Una parte del testo viene spesa anche riguardo i fattori emotivi
stressanti, i quali sono ritenuti importanti nel condizionare la storia della malattia. In
particolare viene scritto:

"Negli individui predisposti, qualsiasi evento psico-emotivo di un certo rilievo pu
peggiorare la malattia o addirittura renderne manifesti i sintomi, fino ad allora
sopiti".

Cerchiamo adesso di capire qualcosa di pi da un punto di vista della Medicina
delle Cinque Leggi Biologiche. Come ho gi citato, una rottura del contatto fisico da
parte di una persona amata, sia essa un figlio, una madre, un partner, pu generare dei
disturbi a livello epidermico, come una leggera perdita di sensibilit, un
assottigliamento del tessuto, sino ad un arresto di crescita cellulare.
Per quanto riguarda la psoriasi, il sentito
emotivo viscerale di separazione leggermente pi
complesso: si tratta non di una singola separazione,
bens di due o pi, vissute nella stessa zona del
corpo. Tendenzialmente si riscontra che, nella storia
personale di un individuo con tale disturbo,
presente una dolorosa separazione da una persona
!"#$%%" '$%%()


amata, in un periodo infantile. Pu trattarsi di una morte improvvisa o di un
abbandono da parte di un genitore, di un nonno o un amico particolarmente
importante ecc.
La persona si trova quindi a perdere drammaticamente il contatto fisico, oppure
simbolico con qualcuno, senza riuscire ad elaborare l'episodio emozionalmente.
Quando questo accade, spesso si pu arrivare anche a dimenticare tale dolore,
cessando di porvi attenzione, tuttavia, sebbene ci possa avvenire mentalmente,
difficile che accada a livello viscerale, dove la memoria sembra essere di gran lunga
pi resistente. Facciamo un esempio.
Si pu facilmente dimenticare, con gli anni, il ricordo del dolore dovuto alla perdita
di una nonna, la quale ci accarezzava sempre nella testa sino a farci addormentare;
ciononostante, se la separazione stata improvvisa, a causa di un decesso repentino,
possibile, da li in poi, divenire molto fragili verso altre circostanze di vita legate a
separazioni.
La cosa affascinante del corpo umano che, con il tempo, a seguito di altri abbandoni
traumatici, la pelle della testa potrebbe di nuovo riattivarsi, anche se nell'ultimo caso
non vi sia stato nessun contatto fisico. In pratica, quelle precise emozioni sono adesso
connesse a quella zona del corpo, e a seguito di un'altra intensa separazione, verrebbe
a crearsi, sempre nella testa, un secondo conflitto di separazione.
Ci significa che chiunque abbia perso qualcuno di caro sia a rischio di disturbi
cutanei? Certo che no.
Tuttavia nel caso si sia vissuto un primo episodio in modo troppo intenso,
rimanendone feriti emozionalmente, la pelle pu mantenerne vivo il ricordo e
divenire ipersensibile in presenza di episodi simili. In pratica, un po' come divenire
"allergici" agli abbandoni!
Ricordo una mia paziente che aveva perso, bruscamente, a causa di un
incidente, il suo amato padre. All'et di 25 anni, si era poi sposata, per poi separarsi,
sempre in maniera traumatica, dal marito di cui era molto innamorata. Dopo un po' di
tempo ricominci di nuovo a frequentarlo, senza per ricevere mai stabilit. In poco
tempo la donna evidenzi la psoriasi, in quanto il tessuto, a seguito delle molte
recidive, non riusciva mai a riparare completamente.



VITILIGINE




Per quanto riguarda la vitiligine, il tessuto interessato il derma pi profondo,
dove presente la melanina contenuta nei melanociti. Anche in questo caso i
responsabili sono le varie separazioni, ma questa volta la sfumatura emotiva
leggermente diversa; si tratta di una separazione vissuta ingiustamente, ossia di
emozioni viscerali percepite in maniera ancora pi profonda.
Nella fase della separazione si evidenzia un'ulcera nello strato pi profondo del
derma, cos in profondit sino a intaccare le cellule melanofore; a quel punto, a causa
delle numerose recidive di queste emozioni, si possono evidenziare delle vere e
proprie macchie bianche; ci avviene in quanto, in precedenza, era venuto a
diminuire, nella pelle, il pigmento.
Questi inestetismi si notano soprattutto destate, quando la pelle si abbronza,
mettendo in risalto il bianco, proprio nella zona in cui mancava il pigmento; tale
processo anche responsabile della formazione di nei.
La locazione esatta delle macchie fornisce indizi importanti per comprendere
meglio la sfumatura del conflitto, dato che ogni zona del corpo risponde a precise
emozioni.
Se, ad esempio, la separazione/rottura di contatto stata
patita a causa della perdita di un amato cane, possono
manifestarsi le macchie proprio sulla mano dove si
avvolgeva il guinzaglio.
Per poter stabilire precisamente la relazione del
conflitto fondamentale osservare la "lateralit": per una
persona destrimane le manifestazioni sulla parte destra
del corpo sono in relazione al padre, partner o colleghi, mentre, se interessata la
parte sinistra del corpo, allora ci si riferisce a madre e figli; per una persona mancina
esattamente l'inverso.
Ci vale per quasi tutti i tessuti della cute (per un approfondimento di questo aspetto
consiglio di leggere alcuni testi base del dott. Hamer).










!"#$%%" '$%%()





CONCLUSIONI






Come abbiamo visto, intense emozioni, capaci di cogliere in contropiede,
comportano un'attivazione della pelle, cos come Hamer ha ben delineato. Tuttavia,
come spiegato nella prima parte di questo testo, anche unintensa concentrazione e
una spiccata capacit di immaginare vividamente, unita ad un leggero stato di ipnosi,
consente una buona connessione mente-corpo.
Abbiamo detto che lipnosi, risente molto delle variabili di personalit
individuali che inevitabilmente si riflettono sullipnotizzabilit. Non tutti gli individui
sono dotati di unimmaginazione coinvolgente e di lasciarsi assorbire dalla propria
immaginazione.
Limmaginazione rappresenta una potenzialit della mente umana, la quale,
fortunatamente, pu essere sviluppata. Pi si in grado di calarsi mentalmente in
immagini vivide, quasi reali, pi si riesce a modulare i propri parametri fisiologici,
sino a dirigerli verso i propri obiettivi.
Data l'importanza di queste competenze, abbiamo anche delineato un corso specifico:
Power Hypnosis, in cui si insegna a potenziare le proprie abilit inconsce.
Lipnosi, cos come le intense emozioni, pu essere interpretata come
fenomeno in cui pu avvenire il superamento del limite psiche-materia organica, con
predominio della mente sul soma. Essa, come afferma Granone (1986), prima di
tutto una risposta somatica viscerale e non solo psichica, in cui corpo e mente
interagiscono, un insieme di fenomeni neurologici e biochimi capaci di influenzare
la propria fisiologia.
Se riusciamo ad utilizzare al meglio le immagini mentali, coinvolgendo tutti i
sensi e amplificandone l'intensit, potremo influenzare il nostro corpo.

Il metodo presente nel libro: "I poteri della mente ringiovanire la propria pelle",
rappresenta pertanto la prima applicazione, ben strutturata, dell'uso dell'ipnosi in
ambito estetico. L'obiettivo quello di rigenerare la pelle del viso, attraverso l'uso
mirato dei poteri della mente, tale metodo si chiama Hypno beauty.


Il concetto pi importante, alla base del metodo, riuscire a sensibilizzare le
terminazioni nervose della cute, in modo da utilizzare successivamente la tecnica
della visualizzazione mentale (guided imagery), abbinata ad uno stato di coscienza
alterato. Come potrete verificare, un aspetto molto importante in questo tipo di
lavoro anche l'uso strategico delle emozioni.
































!"#$%%" '$%%()




CONTRIBUTO DI ALICE PAVSNAR




Tratto da guarire da allergie, psoriasi, intolleranze alimentari con la nuova
medicina


L'ipnosi potrebbe essere particolarmente utile alle persone con problemi di
psoriasi, fornendo loro un concreto aiuto per liberarsi dall'attitudine di sentirsi sempre
attaccate e giudicate dagli altri.
Questo tipo di atteggiamenti, infatti, portano gli individui a compromettere le
proprie relazioni sociali, in quanto generalmente reagiscono in modo aggressivo, con
la inevitabile conseguenza di ritrovarsi isolati e soli, situazione che li fa ritornare
spesso nella recidiva.
Ci spiegherebbe come in certi periodi della vita la pelle liscia e normale ed invece
talvolta la manifestazione cutanea si ripropone.
La medicina ufficiale reputa il fenomeno inspiegabile e, anche se riconosce la
presenza di un periodo di forte stress, non ha ancora compreso la sfumatura
emozionale traumatica subita dalla persona.

Alice Pavsnar







ALLERGIA DA CONTATTO A CARCIOFI, UOVO, CIPOLLE, FUNGHI,
WRSTEL, PISELLI, OLIVE, RISO


[...] Questa l'incredibile storia di Cinzia, che decide di fare una torta salata di
carciofi.
Come prende in mano il carciofo per pulirlo, la sua pelle si arrossa improvvisamente
con ulcere, nelle seguenti parti del corpo: sul palmo di entrambe le mani, l'interno
delle braccia, tutto il torace anteriore, l'addome e la parte interna delle cosce.
Cinzia si reca a fare i test delle allergie e delle intolleranze ed emerge la positivit
verso carciofi, cipolle, uovo, wrstel, olive , riso, funghi, capperi e piselli.
Un vero problema per lei che lavorava in una mensa aziendale!
Come un gioco, senza volermi sostituire al medico, inizio a fare domande per
investigare, come dice Hamer, per trovare il conflitto a monte.
La pelle un elemento legato al contatto con il gruppo, con gli altri e i conflitti
relativi sono conflitti di separazione, conflitti di contatto fisico o conflitti da
abbandono.
La prima cosa da fare risalire a quando iniziato il problema, poi a chi si perso
inaspettatamente, partito o morto. La cosa era successa circa due anni prima
dell'inizio delle reazioni allergiche.
L'evento di perdita inaspettato era stata la morte di uno zio alla quale era molto
legata.
Ora era necessario risalire al legame tra la zona sul corpo di Cinzia dove si era
manifestata la reazione ed il contatto fisico che era andato perduto e che c'era stato
con lo zio scomparso.
Cinzia mi racconta che non avevano l'abitudine di abbracciarsi molto, anche se la
zona interessata avrebbe fatto pensare al contatto fisico di un abbraccio.
Cinzia andava spesso in moto con quello zio che la portava a fare delle divertenti
gite, la domenica.
Tutta la parte che era coinvolta a livello cutaneo era la stessa che aveva contatto con
lo zio mentre la portava in moto.
L'interno delle braccia e le mani, cingono il parente con l'intento di tenersi e non
cadere, come il tronco anteriore a contatto con la schiena di chi conduce la moto.
Anche la parte interna delle cosce rimaneva a contatto con lo zio.
!"#$%%" '$%%()


Adesso, l'ultimo anello del legame inconscio era riuscire ad associare quegli elementi
allo zio. Cosa poteva legare lo zio a wrstel, piselli, funghi, uovo, cipolle, olive, riso,
capperi?
Cinzia apprende la notizia della morte dello zio mentre prepara una insalata di riso.
Ha codificato tutti gli ingredienti dell'insalata di riso che stava preparando al
momento della brutta notizia: lo zio era morto e l'aveva lasciata per volare a miglior
vita.
Testo nuovamente con il test kinesiologico per avere conferma che il lavoro eseguito
abbia portato al risultato sperato e cio che sia stato toccato il tasto giusto a livello
conflittuale emozionale.
Il suo cervello inconscio, ogni volta che si ritrovava di fronte agli stessi alimenti,
tornava nel binario conflittuale dando come un avviso (allarme rosso!): attenzione
che l'altra volta che erano presenti queste cose sei stata male.
Il messaggio del corpo di fare attenzione, poich nella precedente occasione di
evento traumatico inaspettato erano presenti quegli alimenti.
Dopo pochi giorni Cinzia mi telefona dicendomi che aveva mangiato i piselli e non
era successo nulla e poi via via ha provato a tornare a mangiare tutte quelle cose che
prima le davano reazione.



PSORIASI: CHIAMATA ANCHE DERMATITE SQUAMOSA


Anche la dermatite squamosa (psoriasi) secondo la Nuova Medicina del dottor Hamer
un conflitto biologico da separazione e/o abbandono con almeno due persone.
Un tipo di separazione di contatto fisico pi profondo, dove si perso il contatto con
il gruppo di origine, con la famiglia, il gregge nel senso animalistico del termine.
Per gli animali essere separati dal gruppo costituisce un pericolo anche mortale; il
branco ed il gregge cacciano insieme e si proteggono dai predatori, tutti insieme sono
pi forti ed hanno pi possibilit di sopravvivere alle avversit ed al pericolo.
Per questo motivo anche per gli esseri umani una sparazione od un abbandono creano
un conflitto molto importante.
In conflitto attivo, ovvero quando emotivamente si soffre per la separazione, si
perde la sensibilit a livello cutaneo.
Il senso biologico, secondo le cinque leggi, diminuire la sensibilit per sentire meno
il distacco.


Quando invece si pi sereni, il derma inizia a risanarsi, ma l'aspetto di questo
processo di riparazione, per chi non conosce cosa accade realmente, spaventa
parecchio dato che alcune zone della pelle diventano rosse e gonfie ed inizia anche un
fastidioso prurito.
Tutto questo visto dalla persona interessata dal problema come un peggioramento.
Ogni volta che la stessa si guarda le zone colpite dalla psoriasi, un nuovo conflitto
biologico la riporta nel circolo vizioso.
Si sente come insudiciata, sporca, ma anche il senso di colpa per una situazione
della quale si sentono colpevoli (anche senza averne reale colpa) e che lavora a
livello inconscio.
Rispetto alle allergie da contatto, le lesioni sulla pelle sono molto pi vistose e le
persone colpite vedono la loro vita condizionata, specialmente a livello di relazioni
con l'altro sesso, mantenendo cos attivo un circolo vizioso di conflitti biologici di
separazione di contatto.
Durante la mia ricerca ho raccolto tante testimonianze ed ho verificato che le persone
con quel tipo di problema alla pelle si sentono in colpa anche per azioni compiute da
altri.
Spesso sono state vittime di abusi, e nonostante siano la parte lesa, si sentono in
qualche modo colpevoli di quanto loro successo.
In alcuni casi erano figli o nipoti di incesti, di violenze o comunque di relazioni
clandestine vissute come poco lecite o pulite, tenute segrete dalla famiglia, situazioni
delle quali la famiglia si vergognava e voleva tenere nascoste.
Il figlio illegittimo si sente ingiustamente figlio della colpa e porta su di s le macchie
della stessa.
Dalla scuola francese della Nuova Medicina, ho sentito dire che la psoriasi legata ad
un segreto famigliare ed ho provato ad indagare anche a quel livello per verificare
quanto ci potesse essere di vero in questa teoria.
Io stessa che ne soffrivo ad un gomito, in realt avevo un piccolo segreto che volevo
tenere nascosto.
Una cosa stupida che per mi faceva sentire non a posto agli occhi della gente:
temevo il giudizio di una situazione che non dipendeva neppure da un mio
comportamento.
Una situazione riguardante la famiglia di mio marito che non volevo emergesse e, per
il timore di essere giudicata, la tenevo nascosta.
Non solo evitavo di parlarne, ma facevo di tutto per evitare che si sapesse e mi
sentivo spesso in imbarazzo per paura che venisse a galla, diciamo cos.
Per lavoro conosco le basi della cosmesi e per passione mi creavo dei particolari
prodotti con l'aiuto di una mia amica, chimica professionista.
!"#$%%" '$%%()


Con la crema da me ideata, tenevo sotto controllo la situazione, altrimenti il gomito
mi faceva male, soprattutto d'inverno. D'estate, senza maniche, prendendo aria e sole,
la pelle migliorava, ma d'inverno dovevo sempre spalmarlo di crema.
La lanolina ha come propriet il trattenere una quantit dacqua pari a cinque volte il
suo peso, l'olio di mandorle idratante, nutriente e rende elastica la pelle, l'estratto di
centella cicatrizzante, rigenerante, decongestionante come pure l'estratto glicolico di
calendula.
L'olio di lavanda ha in generale propriet benefiche per la pelle ed utile in questo
caso per conferire un odore gradevole alla lanolina, che per sua natura non ha un gran
bel profumo, oltre ad essere un aroma adatto anche al genere maschile.
Come ho gi avuto modo di osservare, la lanolina rispetto alle altre componenti
quella che ha dato maggiori risultati positivi sulla psoriasi.
Dopo un bel massaggio al corpo con tecniche dolci, quasi coccole e carezze, il
miglioramento era notevole, sia a livello cutaneo, che a livello psichico .
In fondo un bel massaggio pu momentaneamente compensare la mancanza di
contatto fisico che ha creato cos tanta sofferenza da trascriverla sul corpo.
Anche il sole preso con moderazione (ma ancor meglio lettini o docce solari) dopo il
massaggio con la crema nutriente facilitava la rigenerazione cellulare.



ALTRO CASO


Dopo aver frequentato i corsi della Nuova Medicina ho iniziato ad investigare per
verificare se le persone che manifestavano psoriasi avessero patito qualche conflitto
di separazione di contatto fisico da qualcuno.
Non tutti sono disponibili a raccontare le loro esperienze ed il loro vissuto, ma direi
di aver avuto molta collaborazione dalle persone interessate anche perch ne traevano
beneficio in prima persona.
Tra le storie che ricordo c' il caso di una collega estetista che veniva a sottoporsi ai
miei massaggi.
Per gli altri trattamenti unestetista si pu servire autonomamente, ma per quanto
riguarda il massaggio c' bisogno di mani altrui.
Come tutti, la mia collega si vergognava nel farsi vedere, ma con me aveva
confidenza e si sentiva a suo agio.
Osservai quindi che le macchie erano localizzate esclusivamente nella coscia
posteriore e sui glutei di entrambi i lati del corpo.


Molto estesa e vistosa, ma esclusivamente in quella zona del corpo.
Sapevo che la zona interessata dal problema era legata inconsciamente alla persona
con la quale si perso il contatto fisico.
Come accade spesso, lei non ricordava nessun episodio di separazione profonda, ma
in realt era successo un avvenimento inaspettato di perdita che riguardava la madre.
Un giorno, mentre era al telefono con sua madre, seduta su una sedia con la cornetta
in mano litigava pesantemente con lei, la manda a quel paese in malo modo e la
madre muore all'altro capo del filo.
Certo il senso di colpa in questo caso era inevitabile.
La psoriasi si era manifestata subito dopo, su tutta la parte posteriore della coscia ed i
glutei che erano a contatto con la sedia nel momento che la madre morta, seduta,
all'altro capo del telefono.
Si era manifestata lievemente anche alla mano destra, quella che teneva la cornetta,
ma essendo anche lei estetista era continuamente con le mani nelle creme e nella
mano la psoriasi appariva meno evidente.























!"#$%%" '$%%()






LIBRO:

I POTERI DELLA MENTE
ringiovanire la propria pelle






Questo libro presenta la prima applicazione pratica, strutturata e ben documentata, dell'uso
dell'ipnosi in ambito estetico.
Nel metodo che propongo, denominato Hypno beauty, vengono fornite le modalit per utilizzare,
volontariamente, le naturali potenzialit mentali, che tutti possediamo. Viene spiegato come integrare un
lavoro di tipo muscolare, attraverso la Ginnastica Facciale, con l'uso della propria mente e delle proprie
emozioni. In particolare, come riuscire a sensibilizzare la cute, al fine di utilizzare la tecnica della
Visualizzazione Mentale, abbinata ad uno stato di coscienza alterato.
A riguardo, vengono presentati degli esercizi, finalizzati a migliorare la capacit individuale di usare l'ipnosi
e il potere delle immagini mentali.
Infine, nell'ultima parte del testo, viene presentata un'ulteriore applicazione estetica, il cosiddetto Mind Body
Massage, un particolare massaggio al volto, connesso all'ascolto di un audio creato ad hoc, capace di
generare una lieve ipnosi, funzionale a rigenerare la pelle del viso.
L'applicazione del metodo Hypno beauty consente di riconsegnare nelle proprie mani il controllo e la cura
della propria bellezza, in maniera decisamente sensata.















CORSO
FACIAL SENSORY TRAINING
Hypno beauty


Il corso consente di esercitare e acquisire tutte le competenze per lavorare sia muscolarmente che mentalmente sulla
pelle del viso.
Le attivit si riferiscono ad esercizi selezionati di ginnastica facciale, abbinate ad una palestra sensoriale volta a
potenziare le terminazioni nervose del tessuto cutaneo.
La finalit del corso quella di ringiovanire la pelle del viso e ci tramite due obiettivi: potenziandone il tono
muscolare e rendendo le immagini mentali cos vivide, da generare modifiche fisiologiche.

CONTENUTI
Ad ogni lezione verr svolta ginnastica facciale ed un lavoro mentale sulla pelle, in particolare:

allenamento fisico
- esercizi selezionati di ginnastica facciale
sensibilizzazione
- riconoscere e amplificare le sensazioni della pelle
- produrre sensazioni deliberatamente
autoipnosi
- tecniche di respirazione
- isolamento mentale
- focalizzazione attentiva
potenziamento immagini mentali
- esercizi sensoriali per migliorare la capacit mentale cinestesica e visiva
visualizzazione e focalizzazione mentale
- uso della visualizzazione mentale rivolta alla propria pelle
- potenziamento del processo tramite l'ascolto di audio specifici.

DURATA
Il corso ha la durata di 6 incontri singoli, di un'ora ciascuno, oppure di una giornata intensiva.
Per informazioni e per visionare gli altri corsi:
Operatore Hypno beauty
Operatore Mind Body Massage

visita il sito: www.ipnosieautocontrollo.it email: sinatti@gmail.com
!"#$%%" '$%%()


AUDIO HYPNO LIFTING
RINGIOVANIRE LA PROPRIA PELLE CON I POTERI DELLA MENTE




Il presente audio di ipnosi, chiamato Hypno lifting, si configura come un trattamento specifico, di ultima generazione,
che unisce l'ipnosi e la visualizzazione mentale, all'interno di un audio, al fine di rigenerare la pelle del viso.
Il prodotto composto dall'audio di ipnosi e da un manuale di spiegazioni, in cui sono presenti anche le istruzioni per
svolgere la sessione in maniera corretta e dinamica.

L'aspetto pi importante di questo prodotto si riferisce alla creazione di ncore sensoriali, ossia di precise connessioni
che aiutano la mente a generare precise sensazioni fisiche e, di conseguenze, promuovere un cambiamento concreto e
visibile.

La componente fondamentale della traccia Hypno lifting non risulta, come si pu pensare, il linguaggio in s per s,
bens la sua fusione con la musica, la quale si rivela particolarmente emozionale.
Si tratta del Canone di Pachelbel, una composizione musicale scritta dal musicista tedesco Johann Pachelbel, nel XVII
secolo
L'impatto emotivo che la musica riesce naturalmente da sola a suscitare, viene amplificato dal linguaggio ipnotico, il
quale guida la mente dell'ascoltatore nella direzione della propria pelle del viso.




Dott. MATTEO SINATTI
Psicologo, esperto in Ipnosi, Consulente Medicina del dr. Hamer, trainer di PNL. Ideatore del metodo Hypno
beauty, Audio Hypnosis Creator

E-mail: sinatti@gmail.com web: http://www.ipnosieautocontrollo.it







MIND BODY MASSAGE


Il Mind Body Massage un particolare tipo di massaggio al volto, connesso all'ascolto di un traccia audio creata ad
hoc, al fine di generare un lieve stato di ipnosi, funzionale ad un rigeneramento cellulare della pelle.
Esso si configura come un trattamento di tipo estetico, rivolto a tutti, il quale risulta molto pi rilassante rispetto a
qualsiasi altro tipo di massaggio, dato che vi anche una stimolazione della mente, specifica e focalizzata.
Questo trattamento utilizza il naturale rilassamento che il massaggio produce per approfondirlo, in modo lavorare sulla
pelle attraverso i poteri della mente, come specificato nel metodo Hypno beauty.
Come dimostrano molte ricerche la sensibilit della pelle pu essere estremamente stimolata, al punto da generare dei
cambiamenti fisiologici del tessuto stesso, utilizzando la tecnica della visualizzazione mentale (vedi "I poteri della
mente - ringiovanire la propria pelle" (Ed. Galassia e Arte, 2014).

Il Mind Body Massage presenta quindi molte potenzialit, le quali si basano principalmente su tre aspetti:

1) Massaggio al viso: ricevere un massaggio rilassante, produce di per s uno stato di abbandono fisico naturale, che
consente alla persona di escludere pensieri e stimoli esterni. Tale condizione, risulta estremamente favorevole, in quanto
consente una condizione fisica ottimale, per una buona focalizzazione della mente sul proprio viso.

2) Ascolto dell'audio di ipnosi. All'interno della traccia, vengono forniti stimoli immaginativi in accordo con i risultati
da ottenere e con il trattamento stesso. Inoltre, si tratta di stimoli verificati tutti scientificamente, in quanto in gran parte
utilizzati da ricercatori all'interno di importanti studi. C' da dire, inoltre, che il contenuto viene ascoltato mediante l'uso
di cuffie; questo aspetto consente un ulteriore contributo all'isolamento mentale della persona stessa. In pi, l'uso di
musica particolarmente emozionale e l'impiego di echi subliminali, consentono di amplificare lo stato di concentrazione
focalizzata.

3) Stimolazioni fisiche coerenti. Vengono fornite delle stimolazioni tattili, derivanti dal massaggio stesso, che oltre a
svolgere un normale trattamento distensivo, vanno ad aiutare la mente nel suo lavoro. Se, di fatti, si chiede di
immaginare che la propria pelle si distenda, essere aiutati fisicamente da qualcuno che stira il tessuto, pu essere di
grande efficacia.

Dott. MATTEO SINATTI
Psicologo, esperto in Ipnosi, Consulente Medicina del dr. Hamer, trainer di PNL. Ideatore del metodo Hypno
beauty, Audio Hypnosis Creator

E-mail: sinatti@gmail.com web: http://www.ipnosieautocontrollo.it
!"#$%%" '$%%()


CONTATTI

E' possibile contattare l'autore per approfondimenti ed eventuali conferenze o
seminari circa l'argomento del testo e altre tematiche relative alla Medicina delle
Cinque Leggi Biologiche

Dott. MATTEO SINATTI
Psicologo, esperto in Ipnosi, Consulente Medicina del dr. Hamer, trainer di PNL. Ideatore del metodo Hypno
beauty, coideatore di Power Hypnosis. Audio Hypnosis Creator

E-mail: sinatti@gmail.com
web: www.ipnosieautocontrollo.it

Autore di: I poteri della mente - ringiovanire la propria pelle (Ed. Galassia e Arte, 2014) e Emozioni che
fanno ingrassare (Ed. Agemina, 2013), ! dell'ebook: "Ipnotizza la tua mente!".

Titoli e Formazione:
Iscrizione all'albo degli Psicologi Regione Toscana N 4754
Laurea in Psicologia presso L'Universit degli Studi di Firenze, 2004
Master in "Ipnosi clinica e Ipnoterapia Eriksoniana", Firenze
Scuola biennale in Medicina delle 5 Leggi Biologiche del dr. Hamer , Bagnone (MS)
Corso base sulle 5 Leggi Biologiche, Ferrara
Corso avanzato di Ipnosi e dolore, Padova
Trainer in Programmazione Neurolinguistica, Foligno
Corso avanzato in "Ipnosi rapida", Padova
Corso intensivo di "Ipnosi rapida ed istantanea", Firenze
Corso intensivo in "Comunicazione ipnotica e Terapia Nuclei Profondi", Roma

Si occupa anche di:
Consulenza ambulatoriale per Parto in ipnosi
Ipnotista odontoiatrico presso: Studio Odontoiatrico Associato di Montevarchi (AR)
Formazione di Ipnosi in contesti medici e sanitari
Consulenza scientifica presso l'Accademia di Ipnomentalismo
Formatore, Psicologo dello sport presso UISP Arezzo, sezione arbitri.
Mental Coach presso Arezzo calcio femminile, serie B