Sei sulla pagina 1di 1

La crisi dello stato liberale in italia

Litalia, bench, uscita vittoriosa dal conflitto mondiale, sprofond in una terribile crisi politica e sociale. Le tragiche
sofferenze patite durante la guerra e la crisi economica del dopoguerra diffusero il desiderio di realizzare radicali
cambiamenti politici e sociali.
Il 1919-19! fu il "biennio rosso# denominato cos$ a causa delle agitazioni popolari che si scatenarono in tutto il paese e
interessavano tutti i settori del lavoro salariato. Interpreti della volont% di partecipazione politica e di cambiamento furono i
partiti di massa. &rimo fra tutti il &artito socialista, lacerato al suo interno tra una corrente moderata maggioritaria e una
rivoluzionaria' (uestultima, aderente alla terza internazionale, durante il cogresso di Livorno del1 diede vita al &artito
comunista.
Laltro partito di massa era il &artito popolare italiano nato nel19 sotto la guida di )turzo, di orientamento conservatore e
filo cattolico. *ilevante fu anche il movimento nazionalista finanziato dagli industriali e sostenuto da e+-combattenti. La
classe dirigente liberale, messa in crisi dai partiti di massa e dai conflitti sociali, si dimostr incapace di fronteggiare la
situazione. ,entre i fascisti dilaniavano la penisola, fallirono in - anni.1919-19/ i seguenti governi, nellordine0 1itti,
2iolitti, 3onomi, 4acta, 4acta.
2enesi del fascismo
Il movimento fascista nac(ue a ,ilano nel marzo 1919. Il programma iniziale presentava una confusa mistura di elementi
sindacalisti, anticlericali, repubblicani e nazionalistici. Il fascismo si (ualific come un movimento antisocialista che
ricorreva apertamente alla violenza perpetrata per mezzo delle s(uadre dazione. 1el novembre 191 il movimento si
trasform in &artito nazionale fascista si identific come una forza di destra e abbandon i propositi repubblicani e
anticlericali. 5opo anni di violenze, nell ottobre del 19, le milizie fasciste organizzarono la marcia su rome e ,ussolini
ottenne lincarico di formare il nuovo governo. In un primo tempo ,ussolini costitu$ un governo di coalizione con
nazionalisti, liberali e &&I .successivamente estromesso/.
6on la legge elettorale approvata nel 19- venne abolito il sistema proporzionale a favore di uno maggioritario che
assegnava 7- dei seggi alla lista vincente' il &14 si garant$ il primato tra i partiti. 1el giugno del 198 fu assassinato
2iacomo ,atteotti .deputato socialista-riformista/' ci accrebbe nel paese il risentimento per le illegalit% e le violenze
perpetrate dalle s(uadre fasciste .divenute ,ilizia volontaria per la sicurezza nazionale/, e i deputati dellopposizione
abbandonarono la 6amera in segno di protesta .secessione dell9vventino/. 4orte dellappoggio regio ,ussolini
annunci la dittatura il gennaio 19:.
Il regime
)i apr$, dun(ue, una seconda fase per il fascismo, (uella del regime dittatoriale. 4urono dichiarati decaduti i deputati
dellavventino, fu abrogata la libert% di stampa e riunione, venne anche stabilito come unico sindacato legale (uello
fascista.
Il nuovo regime fu definitivamente sanzionato nel 19; dalle leggi fascistissime, che tra laltro abolivano i partiti di
opposizione, limitavano lazione del parlamento, davano al capo del governo la facolt% di formulare leggi, istituivano un
tribunale per la difesa dello stato e vietavano il diritto allo sciopero. 1el 19; venne varata una nuova legge elettorale che
subordinava al fascismo la camera dei deputati, eletti tra i candidati del listone unico. 5i fatto si afferm lautorit%
personale di ,ussolini, proclamato 5uce del fascismo.
<)9 )ociet% e cultura
Limmediato dopoguerra fu anche per gli )tati <niti un periodo di acute tensioni sociali' si regisrtr infatti unondata di
scioperi, mentre il timore di comunisti scaten nel! unondata reazionaria.
&olitica0 cambio al vertice
Il nuovo clima nel paese favor$ i repubblicani che con(uistata la presidenza, la mantennero fino al-.
6rac di =all )treet
I "ruggenti# anni! furono caratterizzati dallisolazionismo degli <.)., dallo sviluppo industriale favorito dal protezionismo,
dal proibizionismo e di conseguenza del gangsterismo. >bbero fine nel 9, a causa del drammatico crollo borsistico,
(uando cio ci si rese conto che lo straordinario rialzo degli scambi degli anni precedenti non aveva riscontro con il reale
andamento delleconomia. 3anche e industrie fallirono una dopo laltra, milioni furono i disoccupati e altrettanti vennero
ridotti in miseria.
La ripresa economica
1el- gli <.). elessero il democratico 4ran?lin 5elano *oosvelt, che guid il paese fino al8:. Il nuovo presidente avvi la
ricostruzione delleconomia americana con il 1e@ 5eal, un vasto intervento statale in campo economico comprensivo di
lavori pubblici, controllo dellagricoltura, sviluppo della democrazia sindacale e dei servizi sociali.