Sei sulla pagina 1di 42

Il CORSO per TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE finalizzato

al conseguimento di Attestato abilitante per Tecnico competente in Acustica Ambientale,


figura professionale idonea ad effettuare misurazioni, verificare lottemperanza ai valori
definiti dalle vigenti norme, redigere piani di risanamento acustico, svolgere le relative
attivit di controllo; si colloca allinterno di studi professionali di progettazione, uffici tecnici
comunali, provinciali e regionali, imprese operanti nel campo dellambiente e sicurezza, enti
di ricerca e sviluppo prodotti. Il corso ha fornito una solida formazione teorica sui
fondamentali principi fisici, tecnici e metrologici relativi allacustica. In particolare, al
termine delliter formativo, siamo in grado di applicare le conoscenze tecniche sulle
tematiche relative allacustica e sugli aspetti ad essa connessi, nonch di realizzare le misure
fonometriche in ottemperanza ai dettati normativi in materia di inquinamento acustico.
TESI
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero
del locale PAT
Via Della Civilt Romana 1 - Roma
I Docenti direttori del corso:
Prof. Arch. Francesco Bianchi
Prof. Dott. Mario Mattia
Elaborata a cura di:
Alessandro Pastore
Emanuele Tarquini
Guido Di Zinno -
Matteo Contessa
Corso del 14 gennaio 2011
Roma, li 090!"0##
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
$ommario
%&TR'D(Z%'&E ))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))) *
AC($T%CA GE'METR%CA E AC($T%CA $TAT%$T%CA ))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))) +
R%,ER-ER' E A$$'R-%ME&T' ))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))) .
/0E$PER%E&ZA D% $A-%&E ))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))) #0
1(A/%T2 AC($T%CA DE//E $A/E ))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))) ##
/A TE'R%A D% $A-%&E ))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))) #3
DE$CR%Z%'&E DE/ /'CA/E )))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))) #!
%/ M'DE//' TE'R%C' ))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))) "4
/A M%$(RAZ%'&E DE% TEMP% D% R%,ER-ER' )))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))) *#
% DAT% $PER%ME&TA/% ))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))) *4
C'&C/($%'&% )))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))) +0
2
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
%ntrodu5ione
La presente relazione tecnica viene redatta al fine di verificare e migliorare l
ergonomia acustica di un locale ad uso discoteca! il tutto effettuato mediante lutilizzo
di soft"are e strumentazioni per il calcolo sperimentale #fonometro! cassa acustica!
ecc$%&
Lo spazio oggetto dello studio presenta! allo stato attuale! una risposta acustica
sicuramente da migliorare! conseguenza diretta della forma del locale! dell impianto
sonoro e della presenza di materiali fortemente riflettenti c'e danno luogo ad un
riverbero eccessivo a certe fre(uenze ed a vibrazioni e riflessioni sonore c'e
danneggiano l) intelligibilit in alcune aree del locale&
La finalit del progetto consiste nel migliorare la situazione attuale! riducendo il tempo
di riverbero! la ove necessario c'e si crea nel locale oggetto di studio! il tutto grazie
alla collocazione di materiali adeguati al tipo di fre(uenze individuate&
Lo studio * stato effettuato inizialmente attraverso la realizzazione di un modello
teorico matematico! attraverso il (uale! successivamente * stato possibile avere un
confronto con i dati sperimentali rilevati sul campo #locale oggetto di studio%&
+
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
Acustica Geometrica e Acustica $tatistica
La conoscenza del campo sonoro! espresso dalla funzione della pressione acustica p#,!
-! z! t% in ogni punto dello spazio ed in ogni istante di tempo! all)interno dell)ambiente
confinato potrebbe essere assicurata! in linea teorica! dalla soluzione dell)e(uazione di
Laplace.d)/lambert c'e in forma generale si scrive
La complessit di studio limita le applicazioni dell)e(uazione a situazioni
particolarmente semplici0 nel caso delle piccole cavit! ad esempio! la soluzione pu1
essere agevolmente trovata! grazie alle seguenti circostanze2 le dimensioni della cavit
sono paragonabili alla lung'ezza d)onda del suono! la forma geometrica * regolare! le
propriet acustic'e delle superfici sono omogenee&
/l contrario! negli ambienti confinati! le lung'ezze d onda del suono risultano! in
genere! molto inferiori rispetto alle dimensioni del locale0 la forma delle superfici *
particolarmente complessa a causa della presenza di infissi! nicc'ie! oggetti ed arredi
c'e costituiscono elementi di diffrazione! diffusione o concentrazione del suono0 le
propriet acustic'e delle diverse superfici presenti non sono omogenee2 la soluzione
dell)e(uazione risulta pertanto molto difficoltosa&
Tali difficolt! per gli ambienti confinati di grandi dimensioni! sono superate da altri
approcci! basati su ipotesi semplificative2
approccio geometrico #acustica geometrica%
approccio energetico-statistico #acustica statistica%&
3

2
p x , y , z , t =
1
c
2

2
p x , y , z ,t

2
t
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
L)acustica geometrica come l)ottica geometrica considera la potenza del suono
concentrata in raggi! trascurando la natura ondulatoria del fenomeno& Tale ipotesi
semplificativa * ben verificata solo se la lung'ezza d)onda del suono * molto minore
della minima dimensione del locale e4o degli ostacoli presenti& 5 raggi acustici c'e
partono dalla sorgente si riflettono sulle superfici seguendo le leggi della riflessione2 il
raggio incidente (uello riflesso e la normale alla superficie di riflessione giacciono
sullo stesso piano0 l)angolo tra il raggio incidente e la normale alla superficie * uguale
all)angolo tra la stessa normale e il raggio riflesso&
6ell)ambito dell)acustica geometrica nasce e si sviluppa anc'e il metodo delle sorgenti
immagine& Con riferimento alla figura 2! per stimare il contributo dei raggi c'e
giungono dalla sorgente al punto di ascolto attraverso riflessioni con le pareti! si
possono sostituire i raggi riflessi dalle pareti stesse con i raggi diretti provenienti da
sorgenti fittizie! immagini della sorgente reale situate al di l della parete&
L)acustica geometrica ric'iede un grande sforzo nel seguire tutti i raggi0 in ambienti
particolarmente complessi il metodo diventa inapplicabile ed inoltre il trascurare i
fenomeni di diffrazione conduce a risultati molto approssimati&
7
Fig. 1: approccio geometrico
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
L)acustica statistica rinuncia a considerare i singoli raggi! supponendo c'e l)energia
acustica in ogni punto possa giungere da tutte le direzioni! secondo le probabilit c'e i
vari cammini 'anno di essere effettivamente percorsi& Ci1 e(uivale a considerare il
suono formato da tante piccole particelle infinitesime c'e! partendo dalla sorgente!
percorrono traiettorie rettilinee fin (uando non incontrano una superficie! dalla (uale
sono riflesse dopo aver perso una parte della loro energia acustica& La riflessione non
avviene in modo speculare! ma * diffusa& 8na delle ipotesi dell)acustica statistica * la
perfetta diffusione! secondo la legge del coseno o di Lambert2
dove 9 * la funzione di probabilit dell)energia acustica! in funzione dell)angolo solido
: #figura +%&
;i introduce cos< il cammino libero medio percorso dalle particelle acustic'e tra due
successive riflessioni c'e! per ambienti di forma regolare e compatta! * pari a 3V4;
dove V * il volume della sala e ; * la superficie totale c'e la delimita&
=
P=
1

cos
Fig 2: approccio probabilistico
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
Ri6erbero e Assorbimento
>li elementi presenti allinterno di un ambiente c'iuso #pareti! arredamenti! persone!
ecc&% condizionano la propagazione acustica! poic'? assorbono in diversa misura
lenergia sonora c'e incide su di loro& Tali fenomeni possono alterare e deteriorare la
(ualit del suono percepito dal ricettore! causando ad esempio il degrado della
comunicazione verbale o dellascolto della musica&
5l Tempo di Riverbero rappresenta lindicatore fondamentale della (ualit acustica di
una sala& La riverberazione * infatti una condizione naturale della fruizione acustica di
un ambiente c'iuso! ma essa va! per cos< dire! opportunamente @dosataA per evitare
effetti indesiderati&
Col termine riverbero (uindi si intende la persistenza del suono in un ambiente c'iuso!
dopo c'e la sorgente sonora 'a cessato di irradiare! a causa della riflessione continuata
dell)onda sonora sulle pareti
Bgni volta c'e il suono colpisce una superficie nasce una riflessione c'e inizia un suo
percorso allinterno della stanza& Cuesta riflessione a sua volta dar vita ad altre
riflessioni e cos< via& Dato c'e il suono si propaga nellaria ad una velocit non
indifferente #circa +3D m4sE% e c'e le stanze in cui viviamo 'anno dimensioni di poc'i
metri si pu1 capire come nella frazione di poc'i centesimi di secondo dalluscita del
suono dagli altoparlanti #o da (ualsiasi altra sorgente sonora% la stanza sia
letteralmente riempita dalle riflessioni c'e vanno ad aggiungersi e a modificare il
suono diretto! (uello originario& Cuesto insieme di riflessioni viene c'iamato
riverbero&
5l riverbero * un fenomeno acustico legato alla riflessione del suono da parte di un
ostacolo posto davanti alla fonte sonora2 per esempio! se in una stanza una sorgente
F
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
sonora cessa di irradiare! il livello sonoro diminuisce tanto piG lentamente (uanto
minore * l)assorbimento acustico delle pareti&
5l riverbero 'a aspetti negativi! come il risc'io di masc'eramento delle sillabe del
parlato o del fraseggio musicale! e positivi! come il rinforzo dell)intensit della
sorgente&
5n uno spazio aperto si pu1 parlare di riverbero (uando l)ostacolo si trova a meno di 1F
metri dalla fonte del suono& Hino a tale distanza! infatti! il percorso dell)onda sonora
#dalla fonte all)ostacolo e ritorno% sar inferiore a +3 metri e (uindi il suono
impieg'er meno di 141D di secondo per tornare al punto di partenza confondendosi
nell)orecc'io dell)ascoltatore con il suono originario& ;e l)ostacolo si trova a piG di 1F
metri di distanza dalla fonte! allora suono diretto e suono riflesso distano tra loro di
piG di 141D di secondo risultando (uindi come due suoni distinti& 5n (uesto caso si
parla di eco&
5n uno spazio c'iuso ampio come ad esempio una c'iesa! a seguito di un suono secco
si possono udire le innumerevoli riflessioni delle estese pareti c'e decrescono di
intensit fino al silenzio& La riverberazione dipende dalla dimensione dell)ambiente e
dalla natura delle pareti investite dal suono& Materiali diversi 'anno coefficienti di
assorbimento diversi& 5noltre! le riflessioni su pareti di tipo diverso 'anno intensit
diverse a fre(uenze diverse&
5l sistema piG comune per cambiare il tempo di riverbero * (uello di variare le unit
assorbenti presenti nell)ambiente! * importante valutare in sede di progettazione! c'e
(uesti materiali 'anno dei coefficienti di assorbimento c'e variano alle varie fre(uenze
e c'e! di conseguenza! assorbono il suono piG per (uelle fre(uenze ove 'anno alto il
loro valore di coefficiente d< assorbimento&
5 materiali porosi risultano essere particolarmente assorbenti per le fre(uenze medio
alte ed invece molto poco per le fre(uenze basse&
9oic'? non esistono materiali c'e assorbono efficacemente le basse fre(uenze! si
ricorre! in (uesti casi! a particolari tecnologie costruttive rappresentate dai risuonatori
acustici o dai pannelli vibranti&
I
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
/0es7erien5a di $abine
Hra il 1IJ7 e il 1J17 Kallace Clement ;abine!
9rofessore di Matematica e Hilosofia all)8niversit di
Larvard! gett1 le fondamenta di una nuova scienza!
l)acustica arc'itettonica& 9rima di ;abine! nella
progettazione arc'itettonica ci si limitava ad imitare le
sale in cui l)acustica era buona& 5noltre erano in vigore
una serie di pratic'e superstizioni! come (uella di
tendere degli inutili fili nelle parti alte di c'iese o sale
da concerto& 6el 1IJ7! l)8niversit di Larvard c'iese a
;abine di trovare un rimedio all)impossibilit di capire i conferenzieri nella sala del
Hogg /rt Museum! c'e era stato appena aperto&
;abine avvicin1 i problemi dell)acustica arc'itettonica munito di una mente acuta e
indagatrice! un buon orecc'io! un cronometro! un organo a canne con un serbatoio di
aria compressa come fonte sonora& Mgli identific1 il motivo per il (uale i discorsi nella
sala del Hogg /rt Museum erano inintelligibili2 il suono persisteva troppo a lungo
#cio* la riverberazione era eccessiva%& ;abine ridusse la riverberazione ricoprendo di
feltro alcuni muri& Dopo di c'e! egli scrisse! la sala divenne Nnon eccellente! ma del
tutto atta allo scopoN&
;abine fu il primo a definire il tempo di riverberazione& ;econdo la definizione di
;abine! (uesto era il tempo impiegato da un suono riverberante per divenire appena
udibile& Molti anni dopo! (uando divenne possibile eseguire misurazioni elettronic'e
del livello di intensit sonoro! il tempo di riverberazione venne definito come il tempo
impiegato da un suono! dopo il suo spegnimento! per decrescere di =D dO di livello di
J
Fig 3: W. C. Sabine
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
intensit0 (uesta * la definizione accettata oggi& Music'e e teatri diversi ric'iedono
tempi differenti di riverberazione&
1ualit8 acustica delle sale
5l tempo di riverberazione T
=D
rappresenta senza dubbio lindicatore di (ualit acustica
di una sala piG conosciuto ed utilizzato&
Lesperienza dimostra c'e! affinc'? si verific'ino in una sala condizioni di ascolto
soddisfacenti! il tempo di riverberazione deve assumere valori il piG possibile prossimi
a valori ottimali c'e dipendono dal volume e dalla tipologia di impiego della sala
distinguendo! in prima istanza! tra sale destinate allascolto della parola #aula
scolastica! sala per conferenze! teatro di prosa! cinema! ecc&% e sale destinate
allascolto della musica #sala per concerti! teatro dopera! ecc&%&
Valori di T
=D
eccessivamente bassi rispetto al valore ottimale sono indice di sala
@sordaA! ovvero di una sala in cui i singoli suoni vengono percepiti in modo staccato e
in cui! essendo limitato lapporto del campo riverberante! si verificano notevoli
disuniformit del livello di pressione sonora da punto a punto& Valori eccessivamente
alti determinano invece condizioni di ascolto poco @nitideA2 il nostro sistema nervoso *
infatti in grado di ricondurre ad un medesimo evento emissivo #e (uindi ad un
medesimo @significatoA% due segnali acustici percepiti in tempi diversi! a patto c'e il
ritardo tra essi non sia maggiore di alcune decine di millisecondi&
;ono disponibili in letteratura numerosi risultati! frutto di studi sperimentali! c'e
forniscono i valori ottimali del tempo di riverberazione per le tipic'e categorie di sale
destinate allascolto della parola o della musica #figura 7%0 il valore T
=D!ott
*
generalmente indicato per una fre(uenza di riferimento #tipicamente pari a 7DD Lz o
1PLz% e ad esso viene associata una curva di correzione c'e permette di ottenere i
valori alle altre fre(uenze di interesse&
1D
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
;i riportano alcuni esempi di tali risultati2
/scolto di musica T
=D! ott
D!1
+
V
/scolto di parola T
=D! ott
D!71D
3
V
5 valori di T
=D!ott
sopra indicati si riferiscono alla fre(uenza di 7DD Lz& 9oic'? il
coefficiente di assorbimento varia con la fre(uenza! * praticamente impossibile
ottenere lo stesso valore di T
=D
a tutte le fre(uenze& ;i riporta in figura = una
@masc'eraA c'e indica lintervallo di valori c'e si possono ritenere accettabili&
11
Fig : tempi !i ri"erbero tipici
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
5l procedimento di progetto di una sala consiste in genere nei seguenti passi2
- 6oto il volume e la destinazione duso della sala si calcolano i valori di T
ott
per le
fre(uenze nominali delle bande di ottava comprese! generalmente! nellintervallo 127
Q 3PLz&
- ;i formula una prima ipotesi sui materiali da costruzione impiegati nella sala! al fine
di ottenere i valori del coefficiente di assorbimento alle varie fre(uenze dei
rivestimenti e degli arredi0 nel calcolo delle superfici di assorbimento e(uivalenti si
deve tenere conto del contributo delle persone! in genere ipotizzando almeno due
livelli di occupazione della sala&
- ;i calcolano! generalmente con la formula di ;abine! i valori di T
=D
alle varie
fre(uenze e si determinano gli scarti rispetto ai valori ottimali&
- ;i opera una @correzione acusticaA della sala! intervenendo sia sui coefficienti di
assorbimento c'e sulle aree delle superfici per le (uali vi sono margini di intervento!
12
Fig #: $attori moltiplicati"i alle !i"erse ban!e
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
fino a ottenere una distribuzione dei T
=D
soddisfacente su tutto il campo delle
fre(uenze&
Merita infine segnalare c'e studi recenti 'anno evidenziato limportanza predominante
c'e 'a! per la (ualit dellascolto! il tratto iniziale della coda sonora0 si * proposto
allora di utilizzare! in alternativa al T
=D
un tempo di riverberazione ottenuto
estrapolando a =D dO la pendenza del tratto iniziale del transitorio! corrispondente ai
primi 7 dO di decadimento0 tale tempo viene definito come MDT #Marl- Deca- Time%&
;ebbene la verifica del tempo di riverberazione costituisca tuttora il passo
fondamentale della progettazione acustica di una sala! essa non esaurisce certamente il
compito del progettista! per lo meno nei casi di una certa complessit& 6umerosi
indicatori di (ualit! oggi correntemente utilizzati nella valutazione e progettazione
acustica delle sale! sono stati recentemente proposti da numerosi /utori0 fra (uesti
ricordiamo2
R descrittori della (ualit di ascolto della parola2 (uantificano lintelligibilit del
messaggio verbale in funzione della risposta acustica della sala e dellinfluenza del
rumore di fondo
R rapporti energetici2 rappresentano il rapporto fra energia del segnale utile
allascolto ed energia totale #o energia residua% e (uantificano la @nitidezzaA
dellascolto della musica o della parola
R indici spaziali2 (uantificano la direzionalit della percezione del suono #ad esempio
attraverso il rapporto fra energia diretta ed energia diffusa% e (uantificano
limpressione di spazialit c'e lascoltatore percepisce in un dato ambiente
R parametri relativi al transitorio di attacco2 interessano soprattutto il campo musicale
ed in particolare lascolto reciproco fra musicisti&
1+
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
/a Teoria di $abine
Le condizioni per un)ottimale trasmissione di messaggi sonori in un ambiente c'iuso!
sia c'e si tratti di parlato o di musica! sono state riassunte da ;abine in (ueste semplici
regole2
il suono deve giungere sufficientemente intenso in tutti i punti di ascolto della
sala0
i suoni c'e si succedono con rapida emissione devono arrivare all)ascoltatore
c'iari e distinti mantenendo la loro individualit0
le componenti spettrali di un suono complesso devono mantenere in modo
inalterato le loro intensit relative&
La presenza delle pareti fa incrementare la potenza acustica ricevuta dall)ascoltatore
rispetto al caso del campo sonoro libero0 oltre al suono diretto! infatti! in ciascun punto
della sala giunge! sebbene con un certo ritardo anc'e il suono riflesso dalle pareti&
Come gi anticipato tale fenomeno * noto con il nome di riverberazione e! come gi
detto! esso dipende dalla capacit complessiva di assorbire energia acustica da parte
dell)ambiente0 maggiore * l)assorbimento! di minore * il tempo di riverberazione& La
capacit complessiva di assorbire energia acustica di un ambiente viene (uantificata
mediante la grandezza / detta assorbimento globale2
Tenendo conto della caratteristic'e di assorbimento dei singoli materiali #:
i
%
costituenti le pareti! i pavimenti! i soffitti ecc& e la loro superficie #;
i
%! si pu1 definire
13
%=

i=1
n

i
S
i
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
l)unit di assorbimento #/
i
% dei materiali o area e(uivalente di assorbimento acustico!
in m(2
5l coefficiente di assorbimento medio sar dato da2
dove ;
tot
* la sommatoria di tutte le superfici presenti&
5l procedimento teorico di ;abine * basato sulla assunzione di tre ipotesi2
1% densit di energia acustica uniforme
2% acustica statistica
+% ipotesi di continuit&
L)ipotesi 1% prevede c'e la densit di energia acustica D#,! -! z%! in genere variabile da
punto a punto! sia uniforme all)interno dell)ambiente& Tale ipotesi * tanto piG verificata
(uanto maggiore * la riverberazione&
L)ipotesi 2% riguarda la metodologia di approccio al problema basata su relazioni di
carattere statistico 5n particolare ;abine fa uso del libero cammino medio L
med
!
corrispondente alla distanza c'e un)onda acustica percorre in media fra due riflessioni
successive&
L)ipotesi +% consiste nel supporre c'e in ogni istante vi * assorbimento di energia
acustica da parte di ogni elemento infinitesimo di parete&
9er mezzo di (ueste ipotesi ;abine elabor1 la nota formula per il calcolo del T
=D
2
17
T
=D
=D!1=
V
%
%
i
=
i
S
i

m
=

1
S
1
+
2
S
2
+&&& %
i
S
tot
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
La formula di ;abine fu ricavata assumendo ipotesi di lavoro c'e spesso non sono
identicamente verificate0 tale circostanza conduce a valori del tempo di riverberazione
c'e non sono uguali a (uelli reali e! in certe condizioni! possono discostarsi da (uesti
ultimi anc'e sensibilmente& 5n particolare! nella situazione limite di un ambiente
avente pareti con coefficiente di assorbimento pari all)unit #situazione tecnicamente
non realizzabile% il T
=D
* pari a zero! ma tale valore non si ottiene dalla formula di
;abine&
S pertanto intuibile c'e! (uando i coefficienti di assorbimento sono elevati! la formula
di ;abine produce scostamenti sensibili dalla realt& L)esperienza mostra c'e gli errori
commessi dalla formula di ;abine sono trascurabili (uando i coefficienti di
assorbimento sono compresi nell)intervallo D!1 Q D!F&
Descri5ione del /ocale
5l locale oggetto dellindagine! * sito a Roma! in Via della Civilt Romana n& 1& 5l
locale * utilizzato come discoteca! nei giorni del venerd< e sabato& 6elle restanti
giornate pu1 anc'e essere utilizzato dal gestore come disco-pub& Volont del gestore
stesso * svolgere allinterno del locale anc'e musica live soprattutto di tipo Tazz&
S stato effettuato un sopralluogo preliminare! per lelaborazione di un modello teorico!
al fine di (uantificare il tempo di riverbero ottimale& 5l sopralluogo * stato effettuato
per individuare caratteristic'e dimensionali del locale e la tipologia dei materiali c'e
costituiscono il locale stesso&
;i * (uindi presa in considerazione2
/rea e volume del locale0
Tipologie di materiali con cui * costituito il locale #pavimento! soffitto!
pareti%! prendendo anc'e in considerazione la presenza di finestre e tende0
1=
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
Mlementi di arredo presenti e tipologia di materiale0
;ervendosi della planimetria #figura F%! si sono evidenziate le caratteristic'e
dimensionali del locale
/rea totale del locale . +JF!I3 m(
Volume netto locale . 23F1!2 mc
Fig &: planimetria locale
5l sopralluogo 'a permesso (uindi di individuare le dimensioni ed i materiali c'e
costituiscono le superfici stesse& /ll)interno del locale sono presenti in (uantit elevata
pannelli fonoassorbenti la cui sc'eda tecnica * riportata nella pagina seguente in fig& I&
1F
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
Come si pu1 verificare sia dalla planimetria c'e dalle foto di seguito riportate *
possibile trattare il locale in oggetto come costituito essenzialmente da due aree
1I
Fig ': caratteristic(e tecnic(e pannelli $onoassorbenti
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
distinte! costituite da un utilizzo diverso e da una diversa disposizione dei diffusori
sonori&
Fig ): l*%rea Pista
1J
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
Fig +: l*%rea ,o-nge
2D
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
Fig 1.: l*%rea /ar
Di seguito vengono riportate le aree! con le rispettive dimensioni! degli ambienti2
AM-%E&TE
AREA
9mq:
A/TEZZA
9m:
,'/(ME
9mc:
95;T/ 1F3!7 =!II 12DD!7
O/R 37!F +!+ 171!I
LB86>M 1F+!I =!7I 1133
Analisi Area Pista
6ellarea pista! identificata nello @stivaleA c'e comprende lo spazio di fronte
lingresso del locale e la pista da ballo& S presente la consolle del DU e di fronte! nel
lato opposto della sala! un palco con davanti diffusori dellimpianto stereo& Cuestarea
21
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
pu1 essere utilizzata anc'e per la musica live! con il palco c'e viene utilizzato per
posizionare il complesso! secondo le indicazioni del gestore& Vengono identificate le
pareti ed il soffitto costituite da intonaco! il pavimento in marmo! le finestre e le tende!
= sedie e 1D poltrone& Di seguito le specific'e2
$(PER;%C%E MATER%A/E mq
9avimento Marmo 1F3!7
;offitto 5ntonaco 1F3!7
9arete fronte bar 5ntonaco +7
9arete consolle-mi,er 5ntonaco IJ!1
9arete destra 5ntonaco J1!7
9arete retro palco 5ntonaco 7+!J
9arete sinistra 5ntonaco 1D3!7
Hinestre Vetro 31!+
Tende Tende pesanti 31!+
;ono inoltre presenti dei pannelli fonoassorbenti! per una superficie di #9+,+ mq #nr&
1DI pannelli%& >li stessi sono stati inseriti a circa +m dal soffitto! disposti tutti
orizzontalmente& 5n allegato si riportano le specific'e tecnic'e di detti pannelli #sc'eda
tecnica pannelli fonoassorbenti%&
Analisi Area Bar
Larea bar si trova al centro tra le due zone #pista e lounge%& ;ono presenti allinterno
dei banconi in legno& 5l pavimento dellarea bar * in l-noleum! ed anc'e in (uesto
spazio sono stati inseriti i pannelli fonoassorbenti! per una superficie di "3," mq #nr&
13 pannelli%&
$(PER;%C%E MATER%A/E mq
Oanconi Legno 11!J
9avimento L-noleum J!=
22
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
Analisi Area Lounge
Larea lounge * unarea dedicata per lo piG alla consumazione delle bibite& ;ono
presente anc'e (ui dei diffusori e c* un maggior numero di sedie e poltrone #numero
2F sedie e 12 poltrone%&
Vengono identificate le pareti ed il soffitto costituite da intonaco! il pavimento in
marmo! le finestre e le tende&
$(PER;%C%E MATER%A/E mq
9avimento Marmo 1F+!I
;offitto 5ntonaco 1F+!I
9arete ingresso 5ntonaco +I!2
9arete sinistra 5ntonaco JJ!1
9arete fondo 5ntonaco 7+!2
9arete destra 5ntonaco 117!1
Hinestre Vetro 3J!3
Tende Tende pesanti 3J!3
/nc'e in (uesto spazio sono presenti i pannelli fonoassorbenti! per una superficie di
#!",. mq #nr& J= pannelli%)
Criticit emerse dal soralluogo
9er analizzare lergonomia del suono allinterno della sala oggetto dello studio! sono
stati presi in considerazione due elementi principali2
>eometria della struttura
Materiali c'e la compongono&
Mntrambi gli elementi incidono sia sulla (ualit del suono c'e sull)intelligibilit&
Cuello c'e da subito allocc'io * la struttura del locale! perfettamente simmetrica&
5nfatti le due aree rappresentano perfettamente un rettangolo! con larea @pistaA! alla
(uale * stata aggiunta larea di fronte allingresso! prendendo la forma di uno
@stivaleA& 5l parallelismo e la regolarit della struttura non favoriscono una buona
2+
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
acustica poic'? favoriscono l)instaurarsi di onde stazionarie e di effetti risonanti c'e
peggiorano la resa sonora complessiva&
Le caratteristic'e costruttive dellambiente stesso! sono critic'e& 5nfatti sia il
pavimento! c'e * in marmo! sia soprattutto le pareti lisce! formate da intonaco! sono
molto riflettenti& 5n presenza di pareti solide! riflettenti! parallele tra loro! si pu1 avere
leffetto macroscopico di una grande difformit del campo sonoro con punti con
elevato livello sonoro e punti con basso livello corrispondenti alle interferenze
costruttive e distruttive& ;ono inoltre presenti delle finestre molto grandi sia nell)area
lounge c'e nell)area pista! c'e potrebbero influire in maniera negativa sullergonomia
del suono&
Pro!lematiche emerse
5n ambienti come discotec'e! sale d)ascolto! da ballo! sale cinematografic'e! pareti!
soffitto e pavimenti! troppo riflettenti! rendono scadenti le (ualit acustic'e e riducono
il grado di intelligibilit del parlato& 5n (uesto caso tali scircostanze sono enfatizzate
dall)ampiezza dei locali c'e presentano altezze di =!II m per la pista e =!7I per larea
lounge& 9er ovviare a (uesto problema il gestore 'a inserito in entrambe le aree dei
pannelli fonoassorbenti c'e per1 sono stati posizionati con il loro piano orizzontale ed
in maniera abbastanza simmetrica& 8na tale configurazione permette di fatto ai
pannelli di agire efficacemente solo su alcune fre(uenze&
Criticit emergono anc'e dalla presenza di vetrate grandi! in entrambi le aree& 5nfatti
va tenuto presente c'e le finestre! offrono al passaggio dellenergia sonora! un insieme
di vie parallele! in ordine di importanza2
>li interstizi lungo il perimetro della finestra0
Le vibrazioni dei vetri0
Le vibrazioni del telaio&
Di fronte le finestre sono installate dei tendaggi in pvc0 tali tende formano una
intercapedine da tenere in considerazione&
23
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
Durante il sopralluogo! * stato inoltre acceso limpianto! per verificare anc'e ad
@orecc'ioA alcune possibili problematic'e& ;i sono notate subito difficolt nel
corridoio del bagno! dove le pareti parallele tra loro ed a distanza minima tra esse!
producono riflessioni tali! da compromettere (uasi completamente lintelligibilit del
parlato! in unarea dove tale caratteristica dovrebbe essere piG c'e buona& s
%l Modello Teorico
>li aspetti fisici c'e regolano la propagazione del suono allinterno degli ambienti
c'iusi * tanto complessa c'e non * possibile descrivere il fenomeno con mezzi
matematici analitici& Tuttavia! sono disponibili modelli di calcolo c'e! per mezzo di
ipotesi semplificative! permettono di ottenere previsioni sufficientemente attendibili&
Limpiego di tali modelli * destinato alla soluzione di problematic'e complesse legate
ai grandi spazi! (uali auditori! teatri! palazzetti! ecc& per i (uali * necessario valutare in
modo puntuale i diversi accorgimenti progettuali allo scopo di garantire una diffusione
sonora ottimale& 6ella valutazione degli ambienti di uso comune #casa! ufficio! mense
e altro% * possibile impiegare! invece! algoritmi di calcolo semplificati! comun(ue utili
a garantire un adeguato risultato&
in un ambiente confinato! una sorgente sonora determina due campi sonori
sovrapposti2
R un campo sonoro diretto! prodotto dal suono c'e si trasmette direttamente dalla
sorgente al ricettore
R un campo sonoro riverberante! prodotto dalle riflessioni delle onde sonore sulle
superfici c'e delimitano lambiente& Londa sonora riflessa raggiunger il
ricettore dopo londa diretta! il cui ritardo dipendente dalla lung'ezza del
percorso c'e 'a compiuto a causa delle riflessioni&
5l campo sonoro diretto dipende principalmente dalla distanza c'e intercorre fra
27
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
sorgente e ricettore! il cui decadimento * legato alla relazione prevista per la
propagazione del suono allaperto #campo libero%! mentre il campo sonoro riverberante
dipende dalla geometria e dalle caratteristic'e di assorbimento del rumore delle
superfici c'e delimitano lambiente&
6ella figura a seguire * riportato un esempio della riduzione sonora risultante dalla
sovrapposizione dei due campi #diretto e riverberante% in funzione della distanza&
5l decadimento sonoro in prossimit della sorgente * controllato esclusivamente dal
suono diretto! mentre a distanze superiori prevale il suono riflesso&
La modellazione e la valutazione del comportamento acustico del locale oggetto del
presente documento! sono stati condotti con l)ausilio di un foglio di calcolo
implementato dall)arc'itetto Roberto CarratG e gentilmente messo a disposizione&
Lo strumento di calcolo! basato sulla teoria statistica dell)acustica arc'itettonica
elaborata da Kallace ;abine! consente di stimare il tempo di riverbero ottimale di un
(ualsiasi ambiente c'iuso&
2=
Fig 11: an!amento li"ello !i pressione rispetto alla !istanza !alla sorgente in ambiente c(i-so
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
Hornendo infatti le caratteristic'e dimensionali del locale in esame! la sua la
destinazione d)uso! l)affollamento per metro (uadro e le caratteristic'e di
fonoassorbenza dei materiali all)interno di esso viene automaticamente dedotto il
0tempo !i ri"erbero ottimale1 e i tempi di riverbero relativi alle diverse condizioni di
utilizzo della sala stessa2
sala vuota
sala piena per un (uarto
sala piena per met
sala piena per tre (uarti
sala piena&
5l confronto di dati sperimentali ottenuti da misure in situ con i dati desunti dal foglio
di calcolo consente di correggere gli errori generati dalle semplificazioni c'e la teoria
statistica inevitabilmente introduce e di adattare cos< il modello alla realt&
M) possibile infatti andare a variare la tipologia e la (uantit dei materiali
fonoassorbenti presenti all)interno dell)ambiente semplicemente variandone i relatvi
coefficienti di fonoassorbenza noti dalla letteratura tecnica e contestualmente
visualizzare in modo dinamico gli effetti c'e tali modific'e 'anno sui tempi di
riverbero alle diverse bande di fre(uenza di interesse&
5n tal modo * possibile effettuare una prima valutazione circa la necessit e le modalit
di un intervento di correzione acustica dell)ambiente in esame&
2F
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
9er il caso specifico e nell)ottica di avere una maggiore possibilit di controllo e
verifica rispetto ai dati sperimentali si * deciso di suddividere la sala in due macro-
aree acusticamente @omogeneeAcos< come riportato nella planimetria seguente #fig& J%&
;i * considerata la zona costituita dalla pista da ballo vera e propria comprensiva
dell)area antistante il bar! denominata @/rea 9istaA! e la zona dove sono posizionati
divani sedie e tavolini! denominata @/rea LoungeA&
Come riportato nella tabella seguente! nelle due zone sono stati catalogati i materiali
costituenti gli interni della sala (uali pavimenti! soffitti! pareti! finestre! suppellettili e
2I
Fig 12: s-!!i"isione !el locale in aree ac-sticamente omogenee
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
arredo! inserendo successivamente le rispettive aree superficiali e i relativi coefficienti
di assorbimento all)interno del foglio di calcolo&
Ti7olo<ia $u7er=ici Coe==icienti assorbimento Materiale
m"
#$%
&'
$%(
&'
%((
&'
#
)&'
$
)&'
*
)&'
pavimento marmo +=J!+ D!D1 D!D1 D!D2 D!D+ D!D+ D!D3 marmo
pavimento bar J!= D!D2 D!D2 D!D+ D!D+ D!D3 D!D7 l-noleum
sup& banconi 11!J D!17 D!11 D!1D D!DF D!D= D!DF legno
soffitto +=J!+ D!D2 D!D+ D!D3 D!D3 D!DI D!1= intonaco a calce
parete DV pista J1!7 D!D2 D!D+ D!D3 D!D3 D!DI D!1= intonaco a calce
parete consolle-mi,er IJ!1 D!D2 D!D+ D!D3 D!D3 D!DI D!1= intonaco a calce
parete ingresso lounge +I!2 D!D2 D!D+ D!D3 D!D3 D!DI D!1= intonaco a calce
parete ;V lounge JJ!J D!D2 D!D+ D!D3 D!D3 D!DI D!1= intonaco a calce
parete fondo lounge 7+!2 D!D2 D!D+ D!D3 D!D3 D!DI D!1= intonaco a calce
parete DV lounge 117!1 D!D2 D!D+ D!D3 D!D3 D!DI D!1= intonaco a calce
parete fronte bar +7 D!D2 D!D+ D!D3 D!D3 D!DI D!1= intonaco a calce
parete ;V pista 1D3!7 D!D2 D!D+ D!D3 D!D3 D!DI D!1= intonaco a calce
parete retro palco 7+!J D!D2 D!D+ D!D3 D!D3 D!DI D!1= intonaco a calce
finestre pista 31!+ D!+7 D!27 D!1I D!12 D!DF D!D3 vetro
finestre lounge 3J!3 D!+7 D!27 D!1I D!12 D!DF D!D3 vetro
pan& Honoassorbenti bar 27!2 D!+F D!7+ D!=D D!77 D!3D D!2D /coustic 9rivilage La-er M
pan& Honoassorbenti lounge 1J3!3 D!+F D!7+ D!=D D!77 D!3D D!2D /coustic 9rivilage La-er M
pan& Honoassorbenti pista 1F2!I D!+F D!7+ D!=D D!77 D!3D D!2D /coustic 9rivilage La-er M
tende lounge 3J!3 D!FD D!7D D!33 D!7D D!3D D!+7 tende pesanti pvc
tende ballo 31!+ D!FD D!7D D!33 D!7D D!3D D!+7 tende pesanti pvc
totale m( 2D13!+
Da una prima analisi dei dati ottenuti e riportati nel successivo grafico! emerge c'e in
condizioni di sala piena il comportamento teorico del locale si riproduce abbastanza
fedelmente il comportamento ottimale di un generico ambiente avente la medesima
volumetria e destinazione d)uso&
2J
Fig 13: T
&.
teorici e tempo !i ri"erbero ottimale
125 Hz 250 Hz 500 Hz 1Kz 2Kz 4kz
0,60
0,70
0,80
0,90
1,00
1,10
1,20
1,30
1,40
1,50
Ambiente pieno
Ambiente pieno a 3/4
Ambiente pieno a 2/4
Ambiente pieno a 1/4
Ambiente vuoto
Tempo di ivebeo ottima!e
Frequenza
T
e
m
p
i

(
s
e
c
)
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
/a Misura5ione dei Tem7i di Ri6erbero
5 tempi di riverbero del locale in esame sono stati rilevati in data 234D742D11 alle ore
1F237& Come nel caso del modello teorico il locale * stato trattato come composto di
due ambienti distinti distinguendo tra /rea 9ista e /rea Lounge e per semplicit non
considerando l)area del Oar&
9er le misure * stato utilizzato un fonometro Larson Davis! modello Virt? +2DD con
microfono di classe 1 integrato& La catena di misurazione * stata calibrata con un
calibratore C/L 2DD&
M) stato inizialmente misurato il livello del rumore di fondo presente all)interno del
locale in modo da avere una base di raffronto e per valutare la presenza di toni puri&
9er caratterizzare correttamente l)ambiente si * scelto di formare una griglia in pianta e
di effettuare misure a diverse altezze cos< da avere una fotografia tridimensionale della
risposta acustica del locale& ;i * operato con il metodo della @sorgente interrottaA
utilizzando una sorgente sonora a largo spettro e di potenza idonea alle dimensioni
della sala c'e energizzase l)ambiente con del @rumore rosaA& ;ono state effettuate
misurazioni posizionando la sorgente in tre diversi angoli del locale& Le misurazioni
sono state condotte tenendo conto della norma 5;B ++I2 #/custica - Misurazione dei
parametri acustici degli ambienti - 9arte 22 Tempo di riverberazione negli ambienti
ordinari% di cui si riporta il testo nel dettaglio&
(&% %$' **." sco7o e cam7o di a77lica5ione
La presente norma internazionale approvata dal CM6 il 1D dicembre 1JJJ! specifica i
metodi per la misurazione del tempo di riverberazione negli ambienti& 6on * limitata
agli auditori o alle sale da concerto0 trova applicazione anc'e negli ambienti in cui si
tengono discorsi o musica o per i (uali il fattore di protezione acustica * importante&
+D
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
Mssa descrive il procedimento di misurazione! le apparecc'iature necessarie! la
copertura ric'iesta ed il metodo di valutazione dei dati e di presentazione del
resoconto di prova& 5noltre * intesa per lapplicazione di moderne tecnic'e di
misurazione digitale e per la valutazione di parametri acustici ambientali derivati dalle
risposte agli impulsi&
Termini e de=ini5ioni
/i fini della presente norma internazionale! si applicano i termini e le definizioni
seguenti&
C-r"a !i !eca!imento: Decadimento del livello della pressione sonora in
funzione deltempo in un punto dellambiente dopo la cessazione della sorgente
sonora&
2eto!o !el r-more interrotto: Metodo per ottenere curve di decadimento
registrando direttamente il decadimento del livello della pressione sonora dopo
aver eccitato un ambiente con un rumore a larga banda o a banda limitata&
2eto!o !i risposta integrata all3imp-lso: Metodo per ottenere curve di
decadimento mediante integrazione inversa delle risposte allimpulso (uadro&
4isposta all3imp-lso: Diagramma in funzione di tempo della pressione sonora
ricevuta in un ambiente (uale risultato di un eccitamento dellambiente da parte
di una funzione delta di Dirac&
Tempo !i ri"erberazione : T * il tempo! espresso in secondi! necessario affinc'?
il livello di pressione sonora diminuisca di =D dO! ad un tasso di decadimento
indicato dalla regressione lineare dei minimi (uadrati della curva di
decadimento misurata da un livello minore del livello iniziale da 7 dO fino a +7
dO&
Condi5ione di misura5ione
Le misurazioni del tempo di riverberazione possono essere eseguite con lambiente
c'e si trova in uno o in tutti gli stati di occupazione& ;e lambiente * provvisto di
+1
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
componenti regolabili per fornire condizioni acustic'e variabili! pu1 risultare
importante eseguire delle misurazioni separate con (uesti componenti in ognuna delle
loro normali posizioni di regolazione& La temperatura e lumidit relativa dellaria
nellambiente dovrebbe essere misurata con unaccuratezza rispettivamente di W1 XC e
W7Y&
$or<ente sonora
La sorgente sonora dovrebbe essere il piG possibile simile allomnidirezionale& Deve
produrre un livello di pressione sonora sufficiente a generare le curve di decadimento
con il minimo campo dinamico ric'iesto senza alcuna contaminazione da parte del
rumore di fondo& >li altoparlanti commerciali di uso domestico non sono accettabili
come sorgente omnidirezionale& 6el caso di misurazione di risposte agli impulsi
utilizzando se(uenze pseudocasuali! il livello di pressione sonora ric'iesto potrebbe
essere abbastanza basso dato c'e * possibile un forte miglioramento del rapporto
segnale4rumore grazie alla mediazione correlata& 5n caso di misurazioni eseguite non
utilizzando la mediazione sincrona o altre tecnic'e per intensificare il campo di
decadimento! * necessario c'e il livello della sorgente generi almeno 37 dO maggiori
del livello del rumore di fondo nella corrispondente banda di fre(uenza& ;e si deve
misurare solo T2D! * sufficiente creare un livello di almeno +7 dO maggiori del livello
del rumore di fondo&
Micro=oni, attre55ature di re<istra5ione ed analisi
5 microfoni omnidirezionali devono essere utilizzati per rilevare la pressione sonora e
luscita pu1 essere rilevata! o direttamente da un amplificatore! serie di filtri ed un
sistema per visualizzare le curve di decadimento o unattrezzatura di analisi per
derivare le risposte agli impulsi! oppure da un registratore di segnale per la successiva
analisi& Lapparecc'iatura di misurazione deve soddisfare le esigenze di un misuratore
di livello sonoro #fonometro% del tipo 1 in conformit alla 5MC =71& 5 filtri di ottava o
di terzo di ottava devono essere conformi alla 5MC 12=D&
+2
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
Posi5ioni di misura
Dato c'e una misurazione pu1 essere ric'iesta per vari scopi! il numero delle posizioni
di misura * scelto per conseguire unadeguata copertura nellambiente& Le posizioni
dei microfoni devono essere distanti almeno met lung'ezza donda! cio* una distanza
minima di circa 2 m per il campo di fre(uenza comune& La distanza tra ogni
postazione microfonica e la piG vicina superficie di riflessione! compreso il
pavimento! deve essere di almeno un (uarto di lung'ezza donda! cio* generalmente
circa 1 m& 6essuna postazione microfonica deve essere troppo vicina ad una posizione
di sorgente per evitare uninfluenza troppo forte da parte del suono diretto&
Metodo del rumore interrotto
;i deve utilizzare una sorgente ad altoparlante ed il segnale in ingresso nello stesso
deve essere derivato dal rumore elettrico a larga banda casuale o pseudocasuale& ;e si
usa un rumore pseudo-causale! lo stesso deve cessare casualmente senza usare una
se(uenza di ripetizione& La sorgente sonora dovrebbe essere il piG omnidirezionale
possibile& 9er le misurazioni in bande di ottava! la larg'ezza di banda del segnale deve
essere maggiore di un ottava e per le misurazioni in banda di terzo di ottava la
larg'ezza del segnale deve essere maggiore di terzo di ottava& Lo spettro deve essere
ragionevolmente piatto nellambito della banda di ottava reale c'e deve essere
misurata& La durata delleccitazione dellambiente deve essere sufficiente per
permettere al campo sonoro di raggiungere uno stato stazionario prima di decadere! e
pertanto * essenziale irradiare il rumore per un periodo minimo di T42 secondi& 9er
grandi volumi! la durata delleccitazione deve essere di almeno alcuni secondi&
Metodo della ris7osta inte<rata all>im7ulso
La risposta allimpulso da una posizione di sorgente ad una posizione di ricevitore in
un ambiente * una (uantit ben definita c'e pu1 essere misurata in molti modi #per
esempio utilizzando (uali segnali dei colpi di pistola! degli impulsi a spinterometro!
se(uenze di rumore! cinguettii o se(uenze medie%& La presente norma non 'a per
scopo lesclusione di (ualsiasi altro metodo c'e possa fornire la corretta risposta
allimpulso& La risposta allimpulso pu1 essere misurata direttamente utilizzando come
++
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
sorgente dimpulso un colpo di pistola o (ualsiasi altra sorgente c'e non * riverberante
di per s? e deve essere in grado di produrre un livello di pressione sonora di picco
sufficiente ad assicurare una curva di decadimento c'e inizi almeno a 37 dO
maggiore del rumore di fondo nella banda di fre(uenza corrispondente&
&umero delle misura5ioni
5l numero delle postazioni microfonic'e utilizzate * determinato dalla copertura
ric'iesta& Tuttavia! in vista della casualit intrinseca della sorgente sonora! * necessario
mediare su di un numero di misurazioni eseguite ad ogni postazione per ottenere una
ripetibilit accettabile #vedere =&1&1%& 9ertanto si deve effettuare un minimo di tre
misurazioni ad ogni posizione e mediare i risultati& Cuindi! o trovare i tempi di
riverberazione per tutte le curve di decadimento e prendere il valore medio! oppure
effettuare una media (uadratica dei decadimenti della pressione sonora e trovare il
tempo di riverberazione della curva di decadimento risultante&
5l metodo utilizzato deve essere annotato nel resoconto di prova& ;e si usa la
mediazione dinsieme! * concesso eseguire solo una misurazione ad ognuna delle 1I
postazioni minime installate! invece di usare sei postazioni con tre misurazioni ad
ognuna&
Resoconto di 7ro6a
5l resoconto di prova deve stabilire c'e le misurazioni sono state effettuate in
conformit con la presente norma internazionale&
Deve comprendere2
a- il nome ed il luogo dellambiente esaminato
b- una bozza della planimetria dellambiente con lindicazione della scala
c- il volume dellambiente
d- per sale di conferenza o di musica2 il numero ed il tipo dei posti a sedere #per
esempio se imbottiti o meno%0 se imbottiti e se le informazioni sono disponibili2 lo
+3
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
spessore ed il tipo dellimbottitura! il tipo del materiale di rivestimento #sedili porosi o
non porosi! rialzati o abbassati% e (uali parti del sedile sono rivestite
e- una descrizione della forma e del materiale delle pareti e del soffitto
=- lo stato o gli stati di occupazione durante le misurazioni ed il numero degli
occupanti
<- la condizione di ogni attrezzatura variabile (uali i teloni! il sistema di monitoraggio
del pubblico! i sistemi elettronici di intensificazione della riverberazione! ecc&
?- per i teatri! se i teloni di sicurezza o i teloni decorativi sono alzati o abbassati
i- una descrizione! se necessaria! dellarredo del proscenio! comprese tutte le
recinzioni per i concerti! ecc&
@- la temperatura e lumidit relativa nellambiente durante la misurazione
A- il tipo e la posizione delle sorgenti sonore utilizzate
l- una descrizione del segnale sonoro utilizzato
m- la copertura scelta compresi i dettagli delle postazioni microfonic'e!
preferibilmente riportate su di uno sc'ema unitamente alle altezze a cui sono posti i
microfoni
n- la descrizione degli apparecc'i di misurazione! della sorgente e dei microfoni e se
sono stati impiegati registratori a nastro
o- la data della misurazione ed il nome di c'i 'a effettuato le misurazioni&
% Dati $7erimentali
5 dati ottenuti dalle misurazioni sono stati successivamente elaborati utilizzando il
soft"are commerciale @6oiseZKorPsA col (uale oltre alle necessarie post-
elaborazioni si * operata una media spaziale delle misurazioni rispetto alle due diverse
aree di pertinenza& ;i riportano di seguito i dati ottenuti dalla misurazione del rumore
di fondo e i tempi di riverbero relativi all)/rea 9ista! ottenuti con due diverse posizioni
della sorgente! e all)/rea Lounge&
+7
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
+=
Fig 1: li"ello r-more !i $on!o
Fig 1#: analisi spettrale r-more !i $on!o
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
+F
Fig 1&: tempi !i ri"erbero %rea ,o-nge
Fig 1': tempi !i ri"erbero %rea Pista con sorgente in posizione %
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
+I
Fig 1): tempi !i ri"erbero %rea Pista con sorgente in posizione /
Fig 1+: gra$ici !i mis-ra tempi !i ri"erbero %rea Pista con sorgente in posizione %
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
L)analisi del livello di rumore di fondo rivela nella banda di fre(uenza relativa ai 27D
Lz! l)esistenza di un tono puro attribuibile ai banc'i frigo del bar e c'e comun(ue
risulta acusticamente ininfluente sulla (ualit della sala dato il basso livello di
pressione sonora prodotto&
5 tempi di riverbero dedotti dalle misurazioni in condizioni di @sala vuotaA risultano
dell)ordine di 2!7 . 3!2 secondi per (uel c'e concerne le bassissime fre(uenze!
fre(uenze c'e sono fuori dallo spettro usualmente utilizzato in acustica arc'itettonica&
/ll)interno di tale spettro! tra i 127 Lz e i 3 PLz i tempi sono contenuti tra 1 e 1!7
secondi& 9er fre(uenze superiori! fino a I PLz i tempi decrescono fino a D!7 secondi
nell)/rea Lounge mentre nell)/rea 9ista si attestano piG o meno sugli stessi valori
della banda di fre(uenze standard& / titolo di esempio si riportano di seguito i grafici
rispettivamente del T
=D
dell)area 9ista e il confronto tra dati teorici e sperimentali in
@banda limitataA&
+J
Fig 2.: T
&.
mis-rati nella 5ban!a limitata5
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
3D
Fig 21: con$ronto !ati sperimentali e !ati teorici
125 Hz 250 Hz 500 Hz 1Kz 2Kz 4kz
0,60
0,70
0,80
0,90
1,00
1,10
1,20
1,30
1,40
1,50
Ambiente pieno Ambiente pieno a 3/4 Ambiente pieno a 2/4
Ambiente pieno a 1/4 Ambiente vuoto Tempo di ivebeo ottima!e
dati "peimenta!i media A#$ dati "peimenta!i %
Frequenza
T
e
m
p
i

(
s
e
c
)
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
Conclusioni
Considerati i risultati delle misurazioni sperimentali e i dati ottenuti dallo studio del
modello teorico! contrariamente a (uanto ci si potrebbe attendere non si sono
riscontrati particolari problemi riguardanti i tempi di riverbero! allinterno della banda
di fre(uenze standard! comprese tra i 127 e i 3DDD Lz& Ci1 pu1 essere dipeso dal fatto
c'e data lampia superficie vetrata presente l)energia! ed in particolare (uella in
gamma bassa potrebbe semplicemente propagarsi all)esterno&
/l contrario si sono riscontrati tempi di riverbero elevati nella banda di fre(uenza
inusuale! compresa tra i +D e i 1DD Lz&
8n tale andamento trova probabilmente spiegazione nel fenomeno della risonanza!
legato anc'esso al comportamento delle riflessioni e (uindi al riverbero0 ogni stanza
pu1 essere infatti considerata come una grande cassa c'e amplifica determinate
fre(uenze e ne attenua altre adiacenti& La risposta in bassa fre(uenza risulta essere
fortemente disomogenea sia in fre(uenza! sia in distribuzione del livello sonoro nello
spazio! a causa della presenza di forti onde stazionarie #dette anc'e @modiA propri di
vibrazione%! c'e sempre si instaurano in ambienti c'iusi& Msse sono fenomeni c'e
avvengono a particolari fre(uenze! dette @=requen5e di risonan5aA! dovuti
allinterferenza fra il suono diretto c'e proviene dalla sorgente ed il suono riflesso
dalle superfici della stanza& Cueste onde sono dette stazionarie in (uanto presentano la
particolarit di avere zone a pressione minima dette @nodiA e zone a pressione
massima dette @6entriA #la cosiddetta @distribu5ione modaleA%! situate in precisi
punti fissi dellambiente& 9er avere un comportamento degli ambienti piG uniforme su
tutte le fre(uenze * consigliabile lutilizzo di materiali specifici al trattamento delle
basse fre(uenze e lo studio della disposizione dei diffusori in funzione della sala in
considerazione& 5 materiali fonoassorbenti classici di spessore limitato #bugnati!
piramidali! etc&% non agiscono tali fre(uenze! esistono invece vari tipi di moduli
31
Misurazione e Valutazione Tempi di Riverbero del Locale
PAT
assorbitori! (uali assorbitori a membrana! risuonatori e )bass tra7s)! c'e servono a
rie(uilibrare la risposta in un ambiente proprio nei suoni gravi! e (uindi a diminuire il
tempo di riverbero a bassa fre(uenza ove esageratamente troppo lungo! e le vibrazioni&
/ltra soluzione per rie(uilibrare la diffusione delle onde sonore sono i 7annelli =ono-
di==ondenti !strutture generalmente rigide c'e con forme appositamente studiate!
rompono le onde stazionarie (uando raggiungono la loro superficie! facendo s< c'e le
riflessioni tornino indietro [spezzate in molte direzioni diverse& Leffetto ottenuto *
(uello di avere un campo sonoro piG diffuso! piG naturale e piacevole allascolto&
5n ultimo una soluzione efficace! potrebbe essere una corretta e(ualizzazione alle
bande di fre(uenza critic'e! c'e! unitamente ad un controllo dei livelli sonori!
mantenuti a valori non eccessivamente elevati! consentirebbe una prima correzione del
problema! riguardante le troppe vibrazioni provocate dalle basse fre(uenze&
9er altro il Dpcm del 1= aprile 1JJJ! n& 217 #re(uisiti acustici delle sorgenti sonore nei
luog'i di intrattenimento danzante e di pubblico spettacolo e nei pubblici esercizi%!
prevede dei livelli di pressione sonora massimi! ai (uali il gestore del locale *
c'iamato a rispettare&
32

Potrebbero piacerti anche