Sei sulla pagina 1di 46

Edward Bach

M.B., B.S., M.R.C.S., L.R.C.P., D.P.H.


I dodici guaritori e altri rimedi
Edizione definitia
1
PRIM! P"BBLIC!#I$%E I%&LESE' ()**
%"$+! EDI#I$%E RI+ED",!' ()*-
%"$+! EDI#I$%E !MPLI!,!' ()*.
SEC$%D! EDI#I$%E !MPLI!,!' ()-(
EDI#I$%E DE/I%I,I+! ()-(, C$% I%,R$D"#I$%E BIBLI$&R!/IC! E %$,E' 01((
,R!D"#I$%E D!LL2I%&LESE DI &I"SEPPI%! M$RE,,! B/RP
3 01(( ,he Bach Centre
Ri4roduzione e di5tri6uzione della 4re5ente 4u66licazione 5ono con5entite 5olo ed
e5clu5iamente a 5co4o non commerciale 4urch7 nulla enga alterato. ,utti gli altri
diritti 5ono ri5erati.
(.0
,he Dr Edward Bach Centre
Mount +ernon
Ba8er5 Lane
Brightwell9cum9Sotwell
$:on $;(1 1P#
"nited <ingdom
2
=ue5to laoro dedicato alla guarigione > 5tato
fatto, 4u66licato e dato 5enza incoli co5? che
chiun@ue 4o55a aiutare 5e 5te55o, nella malattia
o a mantener5i 5ano e forte.
9 Edward Bach, in un di5cor5o nel giorno del 5uo
A1B com4leanno, 0- Settem6re ()*.
3
I%,R$D"#I$%E DE&LI EDI,$RI
Le origini de I dodici guaritori e altri rimedi 5i troano nel
giornale Homoeo4athic Corld del fe66raio ()*1 doe, in un
articolo dal titolo DSome %ew Remedie5 and %ew "5e5E F!lcuni
nuoi rimedi e nuoi u5iG, Edward Bach, medico dienuto anche
omeo4ata, 4u66licH una relazione 5u cin@ue rimedi a 6a5e egetale,
di cui tre I Im4atien5, Mimulu5 e Clemati5 I co5tituiranno la 6a5e
del metodo dei rimedi floreali di Bach. ,ali rimedi erano delle
4re4arazioni omeo4atiche ottenute 4er triturazione e 5uccu55ione. I
rimedi floreali come noi ora li cono5ciamo e66ero origine
5ucce55iamente lo 5te55o anno, con la 5co4erta della 4re4arazione
attraer5o il metodo del 5ole.
%el ()*0 il numero dei rimedi era 5alito a dodici e Bach ne
inclu5e una relazione in un li6retto intitolato /ree ,hJ5elf FLi6era te
5te55oG. La 4rimaera 5ucce55ia, nel ()**, Bach era giK alla ricerca
di altri rimedi, riu5cendo tuttaia a troare il tem4o di 5criere e
fare ulteriori 4u66licazioni, fra cui due articoli, D,wele &reat
Remedie5E FDodici &randi RimediG e DL,wele Healer5E FDodici
&uaritoriG, @ue5t2ultimo 5tam4ato a E45om a 5ud di Londra, e un
4iccolo li6ro, ,he ,wele Healer5 FI Dodici &uaritoriG, 5tam4ato a
4
Marlow, nei 4re55i di Callingford. Molti anni do4o, %ora Cee85
ricordH come @ue5t2ultimo mano5critto
...enne 5tam4ato nelle icinanze in forma di
o4u5colo, ed egli MBachN deci5e di enderlo a due
4ennJ la co4ia, co5? che tutti 4ote55ero 4ermetter5i di
com4rarlo e trarre 6eneficio dai rimedi a 6a5e d2er6e.
Bach 54eraa co5? di co4rire le 54e5e di 5tam4a
dell2o4u5colo, 4erch7, come 5em4re, non aea molto
denaro d2aanzoO ma non fu co5?' egli mandaa co4ie
a tutti @uelli che le chiedeano, dimenticando 5em4re
di domandare i due 4ennJ in cam6io.
(
%ell2ago5to del ()** Bach 5cri55e alla ca5a editrice ,he CC
Daniel Com4anJ, che aea 4u66licato il 5uo li6ro Heal ,hJ5elf
F&uari5ci te 5te55oG un 4aio d2anni 4rima. MandH loro una co4ia del
5uo o4u5colo ,he ,wele Healer5, e dell2altro materiale dattilo5critto
intitolato D,he /our Hel4er5E FI =uattro !iutantiG, in cui eniano
introdotti i nuoi rimedi troati in @uell2anno. Daniel5 4u66licH ,he
,wele Healer5 and /our Hel4er5 FI Dodici &uaritori e =uattro
!iutantiG @uell2autunno 5te55oO e un anno 4iP tardi, nel luglio del
()*-, diede alle 5tam4e una 5econda edizione che includea tre
ulteriori rimedi' ,he ,wele Healer5 and Seen Hel4er5 FI Dodici
&uaritori e Sette !iutantiG.
Entro l2autunno del ()*A Bach aea 5co4erto altri
diciannoe rimedi, in5ieme alla 4re4arazione attraer5o il metodo
della 6ollitura. Con un totale di *Q rimedi Bach annunciH che il
1 Nora Weeks, The Medical Discoveries of Edward Bach, capitolo XVI.
5
metodo era com4leto. Scri55e alla ,he CC Daniel Com4anJ
chiedendo, come 5oluzione 4roi5oria, di 5tam4are un foglietto
informatio di due 4agine 5ui nuoi rimedi e di in5erirlo nelle co4ie
inendute di ,he ,wele Healer5 and Seen Hel4er5. Pre5to 5i mi5e a
laorare a una nuoa er5ione del li6ro, @uella definitia.
=ue5t2ultima edizione ide un cam6iamento totale nella
4re5entazione dei rimedi. /in dalla 4rima edizione della CC Daniel,
Bach aea tracciato una di5tinzione tra guaritori Fdodici rimedi
fondamentaliG e aiutanti F5ette rimedi 4er 5tati a lungo9termine,
u5ati @uando la 5celta del guaritore non fo55e chiaraG. $ra che 5i
rendea nece55ario incor4orare gli altri diciannoe rimedi nel
metodo, Bach teorizzH che cia5cun nuoo rimedio 4ote55e
corri54ondere ad uno dei guaritori o ad uno degli aiutanti.
Egli 4a55H @ualche tem4o a laorare 5u @ue5ta idea, che 4erH
non enne mai 5ilu44ata fino in fondo. /or5e non com6aciaa con
la 4erfetta 5em4licitK che 5entia e55ere co5? fondamentale. /or5e
alcuni rimedi non troaano una naturale collocazione. =ua5i
certamente, Bach enne colto dal du66io che tale 5truttura non
ae55e alcun u5o 4ratico' i Dtrentotto dier5i 5tati... 5em4licemente
de5crittiE erano 5ufficienti Da troare lo 5tato o l2in5ieme di 5tati
4re5enti, e @uindi 4er 4oter dare i rimedi nece55ari.E
0
!ea 4oi
daero im4ortanza che le 4er5one fini55ero con l2u5are guaritori o
aiutanti, o ne55uno di e55i o entram6iR
!lla fine, Bach eliminH com4letamente la di5tinzione
guaritoriSaiutanti, cla55ificando inece i *Q rimedi in 5ette generali
2 DallIntroduzione di Bac a The Twelve Healers and Other Remedies!
"edere pa#. 14.
$
categorie. Era 5tato co5? radicale nella 5ua rei5ione, che gli editori
erano 4reoccu4ati dell2effetto che un tale cam6iamento 4ote55e
generare 5ui lettori e 4ertanto ri54o5ero all2autore come 5egue'
%otiamo che il titolo, ,he ,wele Healer5 FI Dodici &uaritoriG,
> 5tato mantenuto, tuttaia il te5to, nella 5ua attuale forma non
dK indicazione alcuna di @uali 5iano i Dodici &uaritori. Il
no5tro 5uggerimento 5are66e di indicare i Dodici &uaritori
con un a5teri5co e di aggiungere all2Introduzione una nota di
chiarimento.
*
Bach ignorH la richie5ta di mettere in eidenza i 4rimi
dodici, tuttaia aggiun5e un 4aio di righe al termine
dell2Introduzione 4er motiare il titolo. !l momento della 4roa di
5tam4a, gli editori 4re5ero l2iniziatia di in5erire gli a5teri5chi ed
aggiun5ero una fra5e finale di 4ro4rio 4ugno'
Ci 5iamo MTN conce55i la li6ertK di aggiungere alla o5tra nota
aggiuntia all2Introduzione le 5eguenti 4arole' D&li a5teri5chi
indicano i dodici originali.E !66iamo aggiunto gli a5teri5chi ai
nomi nella Sezione dei rimedi e nella li5ta dei nomi.
-
Il li6ro ,he ,wele Healer5 and $ther Remedie5 FI dodici
guaritori e altri rimediG, nella 5ua 5te5ura finale, fu 4u66licato il
giorno del A1B com4leanno di Bach, il 0- 5ettem6re ()*.. Secondo
le i5truzioni dell2autore, gli editori ritirarono e di5tru55ero le co4ie
inendute della 4recedente edizione. Come %ora Cee85 ricorda'
3 %ettera da &e 'W Daniel 'o %td a (d)ard Bac datata 2* lu#lio 1+3$.
4 %ettera da &e 'W Daniel 'o %td a (d)ard Bac datata 31lu#lio 1+3$.
*
Era 5em4re 5tata 5ua a6itudine di5truggere @ualun@ue
annotazione fatta nel cor5o delle 5ue ricerche non a44ena
raggiunta la conclu5ione definitia e 4u66licati i ri5ultati. Era
coninto che in @ue5to modo 5i 5are66ero eitate er5ioni
contraddittorie che are66ero confu5o chi 5taa im4arandoO il
5uo fine era far dientare la guarigione dalla malattia una
@ue5tione 5em4lice, co5? da rimuoere la 4aura che 4erade la
mente di molti al 4en5iero della malattia.
A
L2edizione del ()*. fu l2ultima ad e55ere ela6orata durante
la ita del dottor Bach. ,uttaia, do4o 5ole 4oche 5ettimane dalla 5ua
4u66licazione, egli 5criea a 4ro4o5ito dell2e5igenza di modificarla,
di fare il 4o55i6ile 4er difendere la 5em4licitK del metodo
com4letato. D=uando 5i renderK nece55aria la 4ro55ima edizione de
I dodici guaritori,E 5cri55e al 5uo amico +ictor Bullen, Ddoremo
5criere un2introduzione 4iP lunga, a fermo 5o5tegno della natura
innocua, della 5em4licitK e delle miracolo5e irtP curatie dei
Rimedi.E
.
Bach dettH @ue5ta 4iP lunga introduzione alla 5ua a55i5tente
%ora Cee85, il *1 otto6re ()*.. /u uno degli ultimi atti della 5ua
ita. "n me5e do4o, il 0U noem6re, egli mor? nel 5onno.
Come gli aea 4rome55o, %ora Cee85 mandH il nuoo
materiale alla ,he CC Daniel Com4anJ ai 4rimi di dicem6re del
()*.. =ue5to fu il 5olo cam6iamento 5ignificatio a44ortato
@uando enne 5tam4ata l2edizione del ()-(, co5? che tale te5to,
5 Nora Weeks, The Medical Discoveries of Edward Bach, capitolo XX.
$ %ettera a Victor Bullen datata 2$ otto,re 1+3$.
-
5critto interamente con le 4arole del dottor Bach
U
, 4uH e55ere
con5iderato la er5ione definitia del li6ro.
,he ,wele Healer5 and $ther Remedie5 continua fin da
allora ad e55ere ri5tam4ato. Il li6ro > 5tato tradotto nella maggior
4arte delle lingue 4rinci4ali I non 5em4re con 5ucce55o 9 4a55ando
attraer5o innumereoli edizioni. %el cor5o degli anni, le de5crizioni
originali dei rimedi 5ono rima5te 5acro5ante
Q
. !ltre 4arti del te5to,
inece, furono 5oggette a rei5ioni e aggiornamenti. /edeli al dottor
Bach, i cu5todi del Bach Centre hanno 5em4re trattato ,he ,wele
Healer5 come un te5to io il cui 5co4o > @uello di 4re5entare e
4re5erare la 5em4licitK del metodo.
Il mondo, tuttaia, > cam6iato e non 5em6ra 4iP co5?
im4ortante mantenere ,he ,wele Healer5 aggiornato 4ro4rio allo
5te55o modo. E5i5tono altre ie 4er offrire informazioni dettagliate
riguardo a do5aggio, u5o dei rimedi 4er gli animali e co5? ia' 5iti
we6, 5ocial networ8, cor5i di formazione e li6ri 54ecializzati 5u
tutto, dalla 5elezione dei rimedi 4er i caalli alla 4re4arazione dei
4ro4ri.
La 5fida, oggi, riguarda 4iP in 4articolare il rendere
omaggio all2o4era originale di Edward Bach e ai de5ideri che egli
aea 4er il 5uo futuro. Il dottor Bach non are66e affatto gradito
che le edizioni 4recedenti al ()*. eni55ero ri4u66licate e utilizzate
4er reinter4retare e com4licare il metodo com4letato. Sentiamo
* . parte alcune /odi0ice di scarsa entit1 ad un passa##io apportate da
Nora Weeks per ledizione del 1+412 "edere nota a pa#. 3$.
- 3neccezione 0u la ri/ozione di una 0rase dalla descrizione di 4ock
4ose di Bac2 "edere nota nel testo principale.
+
4ertanto che 5ia giunto il momento di dare nuoamente rilieo
all2edizione definitia del ()-(, 5enza alterarne una 5ola 4arola e
con l2au5ilio di note che guidino il lettore oltre il te5to.
!l tem4o 5te55o, 5tiamo laorando con alcuni Bach
/oundation Regi5tered Practitioner5 di tutto il mondo 4er 4rodurre
nuoe traduzioni di @ue5t2o4era fondamentale, nel maggior numero
4o55i6ile di lingue. Molte delle traduzioni e5i5tenti contengono grai
errori, e la 4re4arazione di un2edizione definitia in lingua
5traniera > ormai da tem4o douta.
L2autunno del 01(( 5egna il UA
B
annier5ario della morte
del dottor Bach e il (0A
B
annier5ario della 5ua na5cita, e 5em6ra il
momento ideale 4er offrire @ue5to dono.
VudJ Ram5ell Howard
Stefan Ball
15
11
I%,R$D"#I$%E
=ue5to metodo di cura > il 4iP 4erfetto che 5ia 5tato dato
all2umanitK a memoria d2uomo.
)
Ha il 4otere di curare la malattiaO e,
nella 5ua 5em4licitK, 4uH e55ere u5ato in ogni ca5a.
W la 5ua 5em4licitK, unita ai 5uoi effetti 6enefici, ad e55ere
tanto meraiglio5a.
%e55una 5cienza, ne55una cono5cenza > nece55aria, a 4arte i
5em4lici metodi @ui de5crittiO e trarranno i maggiori 6enefici da
@ue5to Dono di Dio coloro che lo manterranno 4uro com2>O li6ero
da 5cienza, li6ero da teorie, 4erch7 in %atura tutto > 5em4lice.
=ue5to metodo di cura, che ci > 5tato diinamente rielato,
mo5tra che 5ono le no5tre 4aure, le no5tre 4reoccu4azioni, le no5tre
an5ie e @uanto di 5imile ad a4rire la ia all2ina5ione della malattia.
=uindi trattando le no5tre 4aure, le no5tre 4reoccu4azioni, le no5tre
in@uietudini e co5? ia, non 5olo ci li6eriamo dalla malattia, ma le
Er6e donateci 4er &razia del Creatore di tutte le co5e, in 4iP,
4orteranno ia le no5tre 4aure e 4reoccu4azioni, e ci renderanno
migliori e 4iP felici.
+ I pri/i sette para#ra0i dellIntroduzione 0urono dettati dal dottor Bac
dopo la pu,,licazione delledizione del 1+3$. Vedere lIntroduzione
de#li editori per /a##iori in0or/azioni.
12
Poich7 le Er6e curano le no5tre 4aure, le no5tre an5ie, le
no5tre 4reoccu4azioni, le no5tre de6olezze e le no5tre mancanze,
5ono @ue5te che do66iamo cercare, e allora la malattia, non im4orta
@uale, ci la5cerK.
%on c2> molto da aggiungere, 4oich7 una mente a4erta 5a
cogliere tutto ciH, e for5e ci 5ono 5ufficienti menti a4erte, 5incolate
dalle tendenze della 5cienza, che u5eranno @ue5ti doni del cielo 4er
il conforto ed il 6ene di chi 5ta loro accanto.
Co5?, dietro tutte le malattie 5i celano le no5tre 4aure, le
no5tre an5ie, la no5tra aiditK, le no5tre 5im4atie ed anti4atie.
Cerchiamole e curiamole, e curandole 5e ne andrK la malattia che ci
affligge.
Da tem4o immemora6ile > noto che la Proidenza ha 4o5to
in %atura la 4reenzione e la cura della malattia, 4er mezzo di er6e
e 4iante e al6eri arricchiti da mano diina.
(1
I rimedi della %atura
4re5entati in @ue5to li6ro hanno dato 4roa di e55er 6enedetti al di
5o4ra degli altri nella loro o4era mi5ericordio5aO e che > 5tato loro
donato il 4otere di guarire ogni forma di 5offerenza e di malattia.
%ei ca5i trattati con @ue5ti rimedi non 5i con5idera la natura
della malattia. Si tratta l2indiiduo, e man mano che @ue5ti 5i
rafforza la malattia 5e ne a, di55olta dal migliorare della 5alute.
,utti 5anno che la 5te55a malattia 4uH aere effetti dier5i 5u
4er5one dier5eO 5ono gli effetti che anno trattati, 4erch7 guidano
alla era cau5a.
La mente, 4arte 4iP delicata e 5en5i6ile del cor4o, accu5a
15 6uesta 0rase se#na linizio dellintroduzione pi7 ,re"e apparsa
nelledizione del 1+3$.
13
l2inizio e il decor5o della malattia in modo molto 4iP definito che
non il cor4o fi5ico, 4erciH > l2atteggiamento della mente ad e55ere
5celto come guida al rimedio o ai rimedi nece55ari.
%ella malattia aiene un cam6iamento di umore ri54etto a
@uello della ita normale, e coloro che 5anno o55erare 4o55ono
notare @ue5to cam6iamento 54e55o con antici4o, e talolta con largo
antici4o, ri54etto alla com4ar5a della malattia, e con il trattamento
4o55ono addirittura eitare che e55a 5i manife5ti. =uando la malattia
> 4re5ente da @ualche tem4o, > ancora lo 5tato d2animo di chi ne
5offre che guiderK al corretto rimedio.
%on 6adate alla malattia, 4en5ate 5olo all2atteggiamento che
ha er5o la ita la 4er5ona che ne > afflitta.
,rentotto 5tati differenti 5ono 5em4licemente de5critti' e non
5i dore66e aere difficoltK alcuna n7 4er 5e 5te55i n7 4er @ualcun
altro, a troare lo 5tato o l2in5ieme di 5tati che 5ono 4re5enti, e
@uindi 4oter dare i rimedi nece55ari 4er una cura efficace.
Il titolo del li6ro, I dodici guaritori, > 5tato mantenuto
4erch7 noto a molti lettori.
((
Il 5ollieo dalla 5offerenza era co5? certo e 6enefico, 4er5ino
@uando c2erano 5oltanto dodici rimedi, che 5i era giudicato
nece55ario 4ortarli 5u6ito a cono5cenza del 4u66lico, 5enza
attendere di 5co4rire i rimanenti enti5ei che com4letano la 5erie. I
dodici originali 5ono indicati da un a5teri5co.
11 6uesto para#ra0o e 8uello successi"o "ennero a##iunti al testo
dattiloscritto delledizione del 1+3$ al /o/ento della pro"a di sta/pa.
Vedere lIntroduzione de#li editori.
14
I RIMEDI
E le ragioni date 4er cia5cuno
(0
12 Nelledizione ori#inale in#lese del 1+3$ la dicitura 9 le##er/ente
di"ersa e la traduzione 92 :I 4i/edi e le ra#ioni per dare ciascuno di
essi. %a "ariazione nella presente edizione del 1+41 9 do"uta
pro,a,il/ente ad un errore di sta/pa.
15
I *Q RIMEDI
5ono 4o5ti 5otto le 5eguenti
U C!,E&$RIE
(*
Page
(. PER L! P!"R! (U
0. PER L2I%CER,E##! ()
*. PER L2I%S"//ICIE%,E I%,ERESSE %ELLE CIRC$S,!%#E PRESE%,I 00
-. PER L! S$LI,"DI%E 0A
A. PER ="ELLI IPERSE%SIBILI !LLE I%/L"E%#E E !LLE IDEE 0U
.. PER L$ SC$R!&&I!ME%,$ $ L! DISPER!#I$%E 0)
U. PER L2ECCESSI+! PRE$CC"P!#I$%E PER IL BE%ESSERE DE&LI !L,RI **
13 I no/i dei #ruppi sono ,asati sulle caratteristice e/oti"e #enerali ce
Bac identi0ic; per ciascuno dei sette nosodi di Bac. I nosodi di Bac
erano un set di ri/edi o/eopatici preparati a ,ase di ,atteri su cui Bac
a"e"a la"orato tra il 1+1+ e il 1+2-. Vedere The Medical Discoveries of
Edward Bach di Nora Weeks, capitoli V e VI.
1$
PER ="ELLI CHE H!%%$ P!"R!
XR$C< R$SE
Il rimedio di 5occor5o.
(-
Il rimedio di emergenza 4er5ino 4er
i ca5i che a44aiono 5enza 54eranza. Per incidenti o malattie
im4roi5e, o @uando il 4aziente > molto 54aentato o terrorizzato,
o44ure 5e le condizioni 5ono grai al 4unto da cau5are grande
4aura in chi > icino. Se il 4aziente non > co5ciente gli 5i 4o55ono
inumidire le la66ra con il rimedio. Potre66ero anche render5i
nece55ari altri rimedi in aggiunta, ad e5em4io, Clemati5 in ca5o di
inco5cienza, che > uno 5tato di 4rofondo a55o4imentoO !grimonJ, 5e
c2> tormento e co5? ia.
XMIM"L"S
Paura delle co5e del mondo' malattie, dolore, incidenti,
4oertKO 4aura del 6uio, di e55ere 5oli, della fortuna aer5a. Le
4aure della ita @uotidiana. =ue5te 4er5one 5o44ortano i 4ro4ri
timori 5ilenzio5amente e in 5egreto, non ne 4arlano li6eramente ad
altri.
14 6uesta pri/a 0rase 9 stata tralasciata in #ran parte delle edizioni
successi"e del li,ro. Il dr. Bac a"e"a /iscelato cin8ue ri/edi e
cia/ato tale co/,inazione :ri/edio di soccorso e alcuni lettori erano
con0usi dal 0atto ce il /edesi/o no/e 0osse usato ance per descri"ere
4ock 4ose.
1*
CHERRY PL"M
Paura che la mente 5i 5oraccarichi, di 4erdere la ragione,
di fare co5e 54aento5e di cui 5i temono le con5eguenza, co5e non
olute e che 5i 5anno 56agliate, e44ure a55ale il 4en5iero e l2im4ul5o
di farle.
!SPE%
Paure aghe, 5cono5ciute, 4er le @uali non 5i 5a dare alcuna
54iegazione, n7 una ragione.
E44ure il 4aziente 4uH e55ere 54aentato dalla 5en5azione
che 5tia 4er accadere @ualco5a di terri6ile, ma non 5a che co5a.
=ue5te 4aure aghe, in54iega6ili 4o55ono tormentare di
notte o di giorno.
Chi ne 5offre 54e55o 4roa timore a 4arlare agli altri del
4ro4rio tur6amento.
RED CHES,%",
Per @uelli che troano difficile non 5tare in an5ia 4er altre
4er5one.
Molte olte arriano a non 4reoccu4ar5i 4iP 4er 5e 5te55i,
ma 4o55ono 5offrire molto 4er le 4er5one a cui tengono, 54e55o
a54ettando5i che 4o55ano loro accadere eenti 54iaceoli.
1-
PER ="ELLI CHE S$//R$%$ DI I%CER,E##!
XCER!,$
=uelli che non hanno 5ufficiente fiducia in 5e 5te55i 4er
4rendere le 4ro4rie deci5ioni.
Chiedono co5tantemente con5iglio agli altri, e 54e55o
engono fuoriati.
XSCLER!%,H"S
=uelli che 5offrono molto 4erch7 non rie5cono a decidere
tra due co5e, in @uanto ora 4are giu5ta l2una ora l2altra.
&eneralmente 5ono 4er5one @uiete, e 5o44ortano la 4ro4ria
difficoltK da 5ole, in @uanto non inclini a di5cuterne con gli altri.
1+
X&E%,I!%
=uelli che 5i 5coraggiano facilmente. Po55ono fare 6uoni
4rogre55i nella malattia o negli affari della ita @uotidiana, ma
@ual5ia5i liee ritardo o il 4iP 4iccolo o5tacolo cau5ano loro du66i e
5u6ito li demoralizzano.
&$RSE
Profonda 4erdita di 54eranza, @ue5te 4er5one non credono
5ia 4o55i6ile fare ancora @ualco5a 4er loro.
$ 4erch7 5i la5ciano conincere o 4er com4iacere gli altri
4o55ono 4roare dier5e cure, al tem4o 5te55o affermando coninti a
coloro che 5ono icini che non i > molta 54eranza di trarne
6eneficio.
H$R%BE!M
Per @uelli che 5entono di non aere 5ufficiente forza,
mentale o fi5ica, 4er 4ortare il 4e5o della ita 4o5to 5u di loroO le
attiitK @uotidiane 5em6rano tro44o 4e5anti da affrontare, 6ench7
generalmente e55i rie5cano a 4ortare a termine i 4ro4ri com4iti.
Per @uelli che credono che alcune 4arti, del cor4o o della
mente, nece55itino di e55ere rafforzate 4rima di 4oter ageolmente
com4iere il 4ro4rio laoro.
25
CILD $!,
=uelli che hanno l2am6izione di realizzare @ualco5a di
im4ortante nella ita, che de5iderano fare molte e54erienze, trarre
4iacere da tutto @uanto 5ia loro 4o55i6ile e iere 4ienamente la
ita.
La loro difficoltK 5ta nel determinare @uale occu4azione
5eguireO 4oich7 5e66ene a66iano grandi am6izioni, non hanno
alcuna 4articolare ocazione che li attragga al di 5o4ra di tutte le
altre.
CiH 4uH cau5are indugio e in5oddi5fazione.
21
%$% S"//ICIE%,E I%,ERESSE %ELLE CIRC$S,!%#E
PRESE%,I
XCLEM!,IS
=uelli che 5ognano ad occhi a4erti, 5ono a55o4iti, non
com4letamente 5egli, non hanno grande intere55e nella ita.
Per5one tran@uille, non realmente felici delle circo5tanze in cui 5i
troano, iono 4iP nel futuro che nel 4re5enteO nella 54eranza di
tem4i 4iP felici, @uando i loro ideali 4otranno realizzar5i. %ella
malattia alcuni non 5i 5forzano molto, o 4er nulla, di migliorare, e
in certi ca5i 4o55ono 4er5ino anelare alla morte, nella 54eranza di
tem4i miglioriO o for5e, di incontrare di nuoo una 4er5ona amata
da loro 4erduta.
H$%EYS"C<LE
=uelli che iono molto nel 4a55ato, tem4o for5e di grande
gioia, o di memorie di un amico 4erduto, o di am6izioni mai
realizzate. %on 5i a54ettano altra felicitK 5imile a @uella giK
cono5ciuta.
22
CILD R$SE
=uelli che, a44arentemente, 5enza una ragione 5ufficiente 5i
ra55egnano a tutto ciH che accade, e 5i la5ciano 5ciolare attraer5o
la ita, 4rendendola come iene, 5enza minimamente 5forzar5i di
migliorare le co5e e troare un 4o2 di gioia. Si 5ono arre5i alla lotta
della ita 5enza lamentele.
$LI+E
=uelli che hanno 5offerto molto mentalmente o fi5icamente
e 5ono tanto 5tanchi e affaticati da 5entir5i allo 5tremo delle forze,
inca4aci di com4iere il minimo 5forzo. La ita @uotidiana 4er loro >
un duro laoro, 5enza 4iacere.
CHI,E CHES,%",
Per @uelli che non rie5cono ad eitare che 4en5ieri, idee,
argomentazioni inde5iderate 5i in5inuino nella loro mente.
&eneralmente nei 4eriodi in cui l2intere55e del momento non ha
forza 5ufficiente a mantenere la mente occu4ata.
Pen5ieri che 4reoccu4ano e non 5e ne anno, o 5e cacciati
4er un momento, 4oi ritornano. Sem6rano girare e rigirare e
cau5ano tortura mentale.
La 4re5enza di 4en5ieri tanto 54iaceoli allontana la
tran@uillitK ed interferi5ce con la ca4acitK di 4en5are al laoro o al
4iacere @uotidiani.
23
M"S,!RD
=uelli che 5ono 5oggetti a 4eriodi di tri5tezza o 4er5ino di
di54erazione, come 5e una nu6e fredda e o5cura li offu5ca55e
na5condendo loro la luce e la gioia della ita. Potre66e non e55ere
4o55i6ile fornire alcuna ragione o 54iegazione di tali attacchi.
,ali condizioni rendono @ua5i im4o55i6ile a44arire felici o
allegri.
CHES,%", B"D
Per @uelli che non 5i aantaggiano fino in fondo
dell2o55erazione e dell2e54erienza, e im4iegano 4iP tem4o di altri
ad a44rendere le lezioni della ita @uotidiana.
Mentre 4er @ualcuno un2e54erienza 5ola > 5ufficiente, a tali
4er5one > nece55ario farne di 4iP, talolta molte di 4iP, 4rima di
im4arare la lezione.
Di con5eguenza, con loro di54iacere, 5i troano a ri4etere il
mede5imo errore in dier5e occa5ioni, @uando una 5ola olta
are66e 4otuto e55ere 5ufficiente, o44ure, o55erando gli altri,
are66ero 4otuto eitare 4er5ino @uell2unico 56aglio.
24
S$LI,"DI%E
XC!,ER +I$LE,
Per @uelli che in 5alute o in malattia amano 5tar 5oli.
Per5one molto @uiete, che 5i muoono 5enza far rumore, 4arlano
4oco, e in modo 5omme55o. Molto indi4endenti, ca4aci e 5icure di
57. %on danno grande im4ortanza alle o4inioni altrui. Sono
ri5erate, la5ciano in 4ace le 4er5one e anno 4er la 4ro4ria 5trada.
S4e55o acute e di talento. La calma e la tran@uillitK che le
contraddi5tinguono 5ono una 6enedizione 4er chi 5ta loro intorno.
XIMP!,IE%S
=uelli che 5ono eloci in 4en5ieri e azioni e de5iderano che
tutto 5ia fatto 5enza e5itazione o ritardo. =uando malati de5iderano
an5io5amente una ra4ida guarigione.
,roano molto difficile e55ere 4azienti con le 4er5one lente,
con5iderandolo un difetto e una 4erdita di tem4o, e 5i ado4erano in
tutti i modi 4er rendere tali 4er5one 4iP 5ollecite.
S4e55o 4referi5cono laorare e 4en5are da 5oli, 4er 4oter
fare tutto 5econdo i 4ro4ri ritmi.
25
HE!,HER
=uelli che 5ono 5em4re alla ricerca della com4agnia di
chiun@ue 4o55a mo5trar5i di54oni6ile, troando nece55ario di5cutere
i 4ro4ri affari con altri, non im4orta di chi 5i tratti. Sono molto
infelici 5e de66ono 5tar 5oli 4er @ualche tem4o, 6ree o lungo che
5ia.
2$
IPERSE%SIBILI !D I%/L"E%#E E IDEE
X!&RIM$%Y
Per5one gioiali, allegre, 4iene di 6uonumore che amano la
tran@uillitK e 5ono di5tur6ate da litigi o contra5ti, onde eitare i
@uali 5ono di54o5te a grandi rinunce.
Bench7 generalmente tormentate da 4ro6lemi, irre@uiete e
4reoccu4ate nel cor4o o nello 54irito, na5condono tali crucci dietro
il 4ro4rio 6uonumore e il loro e55ere 6urlone e 5ono con5iderate
ottimi amici da cono5cere. Soente fanno u5o ecce55io di alcool o
droghe, 4er 5timolare ed aiutare 5e 5te55e a 4ortare le 4ro4rie croci
con leggerezza.
XCE%,!"RY
Per5one gentili, @uiete, miti, e5tremamente an5io5e di 5erire
gli altri. Chiedono tro44o alle 4ro4rie energie nel loro intento.
Il loro de5iderio cre5ce al 4unto da render5i 4iP 5eritori che
non olontero5i aiutanti. La loro natura gentile li conduce a
com4iere 4iP di @uanto non com4eta loro, e ciH facendo ri5chiano
di tra5curare la 4ro4ria 4articolare mi55ione di ita.
2*
C!L%",
Per @uelli che 4o55eggono ideali e am6izioni di ita 6en
definiti e ai @uali 5tanno adem4iendo, tuttaia in rare occa5ioni
5ono tentati dall2altrui entu5ia5mo, coninzioni o forti o4inioni, di
allontanar5i dalle 4ro4rie idee, dai 4ro4ri fini e dal 4ro4rio laoro.
Il rimedio conferi5ce co5tanza e offre 4rotezione dalle
influenze e5terne.
H$LLY
Per @uelli che talolta engono a55aliti da 4en5ieri di gelo5ia,
inidia, endetta, 5o54etto.
Per le dier5e forme di contrarietK e corruccio.
Po55ono 5offrire molto nel 4ro4rio intimo, 6ench7 54e55o
non i 5ia una reale cau5a a giu5tificare tale infelicitK.
2-
PER SC$R!&&I!ME%,$ $ DISPER!#I$%E
L!RCH
Per @uelli che non con5iderano 5e 5te55i a6ili o ca4aci
@uanto chi 5ta loro intorno, 5ono coninti di fallire, di non aere
mai 5ucce55o, e co5? non fanno ne44ure un tentatio, o non lo fanno
con 5ufficiente coninzione.
PI%E
Per @uelli che 6ia5imano 5e 5te55i. Per5ino @uando hanno
5ucce55o 4en5ano che are66ero 4otuto fare meglio, e non 5i
accontentano mai dei 4ro4ri 5forzi o ri5ultati. Sono laoratori
in5tanca6ili e 5offrono molto 4er gli errori che attri6ui5cono a 5e
5te55i.
,alolta, in 4re5enza di un errore com4iuto da @ualcun
altro, 5e ne a55umono e55i 5te55i la re54on5a6ilitK.
2+
ELM
=uelli che 5tanno facendo un 6uon laoro, 5eguendo la loro
ocazione e 54erando di fare @ualco5a di im4ortante, magari a
6eneficio dell2umanitK.
! olte 4o55ono aere 4eriodi di de4re55ione, @uando
5entono che il com4ito che 5i 5ono a55unti > tro44o im4egnatio e al
di lK delle umane 4o55i6ilitK.
SCEE, CHES,%",
Per @uei momenti che accadono a certe 4er5one in cui
l2ango5cia > tanto grande da 5em6rare in5o44orta6ile.
=uando la mente o il cor4o 5entono di aer raggiunto il
limite della 5o44ortazione, e che 5ia giunto il momento di cedere il
4a55o.
=uando 5em6ra non rimanere altro che di5truzione e
annientamento da affrontare.
S,!R $/ BE,HLEHEM
Per @uelli che 5offrono molto in condizioni che, 4er un certo
tem4o, cau5ano grande infelicitK.
Lo 5hoc8 in 5eguito a grai notizie, la 4erdita di una 4er5ona
cara, lo 54aento do4o un incidente o altro.
! coloro che 4er un certo 4eriodo rifiutano di e55ere
con5olati, @ue5to rimedio 4orta conforto.
35
CILL$C
Per @uelli che hanno 5offerto aer5itK o 5enture e troano
difficile accettarle 5enza lamentele o ri5entimento, 4oich7 giudicano
la ita 5o4rattutto in funzione del 5ucce55o.
Sentono di non aer meritato una 4roa tanto grande, che >
5tato ingiu5to, e ne 5ono amareggiati.
S4e55o 4roano minor intere55e e 5ono meno attii in ciH da
cui un tem4o traeano 4iacere.
$!<
Per @uelli che lottano, 5i 6attono con forza 4er guarire, o 4er
adem4iere ai com4iti della ita @uotidiana. %on 5i 5tancano di
4roare una co5a do4o l2altra, 4er5ino @uando il loro ca5o a44are
5enza 54eranza.
Continuano a com6attere. Sono in5oddi5fatti di 5e 5te55i 5e la
malattia interferi5ce con i loro doeri o con la 4o55i6ilitK di aiutare
gli altri.
Sono 4er5one coraggio5e, lottano contro grandi difficoltK,
5enza 4erder5i d2animo n7 ri54armiar5i.
CR!B !PPLE
=ue5to > il rimedio de4uratio.
Per @uelli che hanno la 5en5azione di aere in 5e 5te55i
@ualco5a di 4oco 4ulito.
S4e55o 5i tratta di @ualco5a a44arentemente in5ignificanteO
31
in altri ca5i 4uH trattar5i di un di5tur6o 4iP 5erio, 4re55och7
tra5curato ri54etto alla 5ola co5a 5u cui la 4er5ona concentra la
4ro4ria attenzione.
Entram6i i ti4i 5ono an5io5i di 56arazzar5i di @uell2unica
co5a che rie5te la maggiore im4ortanza nella mente e che 5em6ra
loro e55enziale curare.
Si de4rimono 5e la cura falli5ce.
,rattando5i di un de4uratio, @ue5to rimedio ri4uli5ce le
ferite 5e il 4aziente ae55e motio di 4en5are che 5ia 4enetrato un
eleno da eliminare.
32
PRE$CC"P!#I$%E ECCESSI+! PER Il BE%ESSERE DE&LI
!L,RI
XCHIC$RY
=uelli che 5i 4reoccu4ano molto delle nece55itK altruiO
tendono ad e55ere 5tracolmi di attenzioni er5o figli, familiari, amici,
troando 5em4re @ualco5a da rimettere in ordine. Correggono in
continuazione ciH che ritengono 56agliato, e traggono 4iacere nel
farlo. +orre66ero 5em4re aere icino coloro che amano.
X+ER+!I%
=uelli che hanno 4rinci4i e idee fi55e, che 5ono coninti
e55ere giu5te, e che molto di rado cam6iano.
Hanno grande de5iderio di conertire tutti @uelli che li
circondano alla 4ro4ria i5ione della ita.
Po55eggono una grande forza di olontK e molto coraggio
@uando 5ono coninti di @uelle co5e che de5iderano in5egnare.
%ella malattia continuano a lottare a lungo do4o che molti
are66ero giK rinunciato ad adem4iere ai 4ro4ri doeri.
33
+I%E
Per5one molto ca4aci, certe della 4ro4ria a6ilitK, 5icure di
ottenere 5ucce55o.
E55endo co5? 5icure, 4en5ano che 5are66e un 6ene 4er gli
altri 5e @ue5ti 4ote55ero e55ere 4er5ua5i a fare le co5e come le fanno
loro, o come 5ono certe e55ere giu5to. Per5ino nella malattia danno
ordini a chi le a55i5te.
Po55ono e55ere di grande alore nell2emergenza.
BEECH
Per @uelli che 5entono il 6i5ogno di edere di 4iP il 6uono e
il 6ello in tutto ciH che li circonda e, 6ench7 molto a44aia 56agliato,
di aere la ca4acitK di edere il 6uono cre5cere dentro. Po55ono co5?
e55ere 4iP tolleranti, indulgenti e com4ren5ii ri54etto ai dier5i
modi in cui cia5cun indiiduo e tutte le co5e 5i im4egnano 4er
raggiungere la 4ro4ria 4erfezione finale.
R$C< C!,ER
=uelli che 5ono molto rigoro5i nel 4ro4rio modo di iereO
negano a 5e 5te55i molte gioie e 4iaceri della ita 4erch7 ritengono
che 4o55ano interferire con il loro laoro.
Sono 5eeri mae5tri di 5e 5te55i. De5iderano mantener5i 5ani,
forti e attii, e fanno @ualun@ue co5a ritengano nece55aria a tale
fine. S4erano di fungere da e5em4io 4er gli altri che 4otre66ero 4oi
5eguire le loro idee e dienire alla fine migliori.
34
I%DIC!#I$%I
35
Per chi non ha la 4o55i6ilitK di curar5i da 5olo o di 4re4arare
le 4ro4rie 4roi5te, trattamento e rimedi 4o55ono e55ere re4eriti
richiedendoli a'
(A
SEDI'
,E!M DI L!+$R$ DEL DR. B!CH
(.
DCell54ring5E
(U
e DMount +ernonE
(Q
,
Sotwell, Callingford,
Ber85.
()
15 .d eccezione della pi7 lun#a introduzione, dettata da Bac pri/a della
sua /orte, le pa#ine 3$ e 3* sono le unice in cui ledizione del 1+41
di00erisce da 8uella del 1+3$. Nora Weeks le /odi0ic; per rendere noto
ai lettori ce i ri/edi <nonc= un aiuto nella loro selezione> erano
disponi,ili ance al Bac 'entre2 c0r. 0acsi/ile edizione ori#inale
in#lese, pa#. 2$ su
))).,accentre.co/?centre?do)nload?ealers1+3$.pd0
1$ Il tea/ nel 1+41 era co/posto da Nora Weeks <assistente e ,io#ra0a del
dr. Bac>, Victor Bullen e @arA &a,or.
1* Wellsprin#s era la casa ce appartene"a a @arA &a,or ed era stata usata
da Bac per rice"ere i pazienti e co/e indirizzo per la corrispondenza.
@arA &a,or lasci; il tea/ e si tras0erB ne#li anni 45 del secolo passato.
%a casa, tuttora esistente, 9 di propriet1 pri"ata.
1- Bac e Nora Weeks si tras0erirono a @ount Vernon nel 1+34. C##i,
@ount Vernon 9 propriet1 del &e Dr (d)ard Bac Dealin# &rust, un
ente ,ene0ico u00icial/ente riconosciuto, ed 9 la di/ora del &e Bac
'entre. Vedere The Story of Mount Vernon, di EudA 4a/sell Do)ard.
1+ Il "illa##io di Fot)ell 0ace"a parte della contea del Berksire 0ino al
1+*4, 8uando la zona intorno a Wallin#0ord e Didcot "enne tras0erita
alla con0inante contea dellCG0ordsire in otte/peranza alla %e##e del
Ho"erno %ocale del 1+*2.
3$
I rimedi 4o55ono e55ere re4eriti anche dai 5eguenti
farmaci5ti'
Me55r5. <EE%E Z !SHCELL,
01
*Q %ew Caendi5h Street,
London, C.(.
Me55r5. %ELS$% Z C$., L,D.,
0(
U* Du8e Street,
&ro5enor S@uare,
London, C.I.
Boccette 5toc8'
5. d.
00
"n rimedio . . Q Faffrancatura 0d.G
Dodici rimedi . A 1 Faffrancatura -d.G
Set com4leto di *Q (A 1 Faffrancatura .d.G
25 %a Ieene J .s)ell a cessato latti"it1. %indirizzo 9 attual/ente sede
di una ditta 0ornitrice di attrezzature per cantine.
21 %a Nelsons Do/oeopatic Kar/acA continua la propria atti"it1 in Duke
Ftreet, cosB co/e il suo rapporto con i ri/edi 0loreali2 la Nelsons
produce e "ende i ri/edi con il /arcio BachOriginal lower
Remedies.
22 6uesti prezzi del 1+41sono indicati nella "aluta ,ritannica in uso pri/a
dellintroduzione del siste/a /etrico deci/ale2 uno scellino <s.>
e8ui"ale"a ad una /oneta da 5p attuale <circa $L* centesi/i di euro>!
uno scellino era co/posto da dodici "ecci pennA <d.>. 3n set co/pleto
di ri/edi pi7 le spese postali o##i a"re,,e un costo pari a poco /eno di
*-p </eno di un euro>.
3*
ME,$DI DI D$S!&&I$
0*
Poich7 tutti @ue5ti rimedi 5ono 4uri ed innocui, non 5i dee
temere di 5ommini5trarne in eccedenza o44ure tro44o 54e55o,
5e66ene 5oltanto la 4iP 4iccola @uantitK 5ia 5ufficiente 4er agire
come una do5e. %7 alcun rimedio 4uH 4rodurre un effetto nocio
@ualora ri5ulta55e non e55ere @uello realmente nece55ario al ca5o
54ecifico.
Per la 4re4arazione, 4releare circa due gocce dalla
6occetta 5toc8 e 4orle in un flaconcino @ua5i 4ieno di ac@uaO 5e
fo55e nece55ario 5er6are il flaconcino 4er @ualche tem4o, 5are66e
4referi6ile aggiungere 4oco 6randJ come con5erante.
=ue5to flaconcino > u5ato 4er 5ommini5trare le do5i, e
5oltanto 4oche gocce del 4re4arato, a55unte in 4oca ac@ua, latte, o
in @ualun@ue modo 4ratico, > tutto @uanto nece55ita.
%ei ca5i urgenti le do5i 4o55ono e55ere date ad interalli di
4ochi minuti, finch7 non ci 5ia un miglioramentoO in ca5i grai circa
ogni mezz2oraO e nei ca5i a lungo termine ogni due o tre ore, o con
maggior o minor fre@uenza 5econdo le nece55itK del 4aziente.
23 %e istruzioni di dosa##io nelle edizioni successi"e di The Twelve
Healers "eni"ano sostanzial/ente riscritte per rispondere a do/ande e
ti/ori solle"ati da persone ce usa"ano i ri/edi. '0r. ad ese/pio le pa#.
23 e 24 delledizione del Bac 'entre del 255+ <in lin#ua in#lese> su
))).,accentre.co/?centre?do)nload?ealers.pd0.
3-
! chi > in 5tato d2inco5cienza, inumidire fre@uentemente le
la66ra.
=ualora 5iano 4re5enti dolore, rigiditK, infiammazione, o
4ro6lemi localizzati di @ual5ia5i genere, andre66e a44licata una
lozione. Preleare alcune gocce dal flacone del medicinale e
metterle in una ciotola d2ac@ua, immergeri un 4anno e co4rire la
4arte affettaO > 4o55i6ile inumidire il 4anno di tanto in tanto, 5e
nece55ario.
S4ugnature o 6agni con ac@ua cui 5i aggiungono alcune
gocce di rimedi 4o55ono talolta e55ere utili.
3+
ME,$D$ DI PREP!R!#I$%E
0-
Due 5ono i metodi u5ati 4er 4re4arare @ue5ti rimedi.
ME,$D$ DEL S$LE
Si 4renda una ciotola di etro 5ottile riem4ita @ua5i
com4letamente della 4iP 4ura ac@ua di cui 5i di54onga,
4o55i6ilmente 4roeniente da una 5orgente nelle icinanze.
Si raccolgano i fiori della 4ianta e 5i facciano
immediatamente galleggiare 5ulla 5u4erficie dell2ac@ua, co5? che
enga rico4erta, e 4oi la 5i la5ci in 4ieno 5ole 4er tre o @uattro ore, o
meno tem4o 5e le corolle cominciano a mo5trare 5egni di
a44a55imento. I fiori engano 4oi attentamente rimo55i e l2ac@ua
er5ata in 6ottiglie co5? da riem4irle a metK. Le 6ottiglie 5iano 4oi
riem4ite con 6randJ 4er con5erare il rimedio. =ue5te 6ottiglie
contengono i rimedi 5toc8
0A
, e non 5ono u5ate direttamente 4er la
24 Verso la 0ine de#li anni *5 del secolo passato, Nora Weeks decise di
ritirare un testo sulla preparazione dei ri/edi da lei scritto insie/e a
Victor Bullen, /ossa dalla preoccupazione ce le essenze preparate
utilizzando i /etodi di Bac potessero essere considerate parte del
/etodo, a prescindere dalle piante usate. 'onte/poranea/ente, "enne
tolta #ran parte di 8uesto passo. Il Bac 'entre ripu,,lic; il li,ro di
Weeks J Bullen nel 1++-2 "edere la Kre0azione di The Bach lower
Remedies! "llustrations and #re$arations.
25 Bac si ri0erisce alle tinture /adri cia/andole Mri/edi stockN e prepara
il ri/edio per le dosi diretta/ente dalla tintura /adre. In realt1, il
nor/ale procedi/ento di diluizione 9 costituito da tre 0asi2 lac8ua
45
5ommini5trazione di do5i. Da @ue5te engono 4releate alcune
gocce che 5i mettono in un2altra 6ottiglia, con cui il 4aziente iene
trattato, co5? che le 6ottiglie 5toc8
0.
contengano una gro55a ri5era.
Le ri5ere dei farmaci5ti andre66ero u5ate allo 5te55o modo.
0U
I 5eguenti rimedi 5ono 5tati 4re4arati come 5o4ra citato'
!grimonJ, CentaurJ, Cerato, ChicorJ, Clemati5, &entian,
&or5e, Heather, Im4atien5, Mimulu5, $a8, $lie, Roc8 Ro5e, Roc8
Cater, Scleranthu5, il Cild $at, +erain, +ine, Cater +iolet, Chite
Che5tnut Blo55om.
0Q
Roc8 Cater. W da lungo tem4o ri5a4uto che certune fonti o
5orgenti di ac@ua 4o55eggono @ualitK curatie 4er certe 4er5one, e
tali fonti o 5orgenti 5ono dienute note 4er @ue5te 4ro4rietK. Si 4uH
utilizzare @ual5ia5i fonte o 5orgente rinomata 4er aer 4o55eduto
@ualitK curatie e rima5ta intatta allo 5tato naturale, non co5tretta in
tem4li dell2uomo.
ener#izzata "iene /iscelata con ,randA per ottenere la tintura /adre! la
tintura /adre a sua "olta "iene diluita nella proporzione di due #occe in
35/l <1 oncia> di ,randA per a"ere un ri/edio stock! ed in0ine, il
ri/edio stock "iene diluito pri/a di assu/erlo co/e descritto nella
parte sul Dosa##io. Non risulta ciaro perc= Bac, in 8uesto passa##io
si ri0erisca soltanto a due 0asi, tutta"ia 9 pro,a,ile ce considerasse la
0ase inter/edia non necessaria alle persone ce prepara"ano piccole
8uantit1 ad uso personale.
2$ Il ter/ine MstockN "a letto co/e Mtintura /adreN2 "edere nota
precedente.
2* %e riser"e reperi,ili dai 0ar/acisti sare,,ero per; state ri/edi stock di
concentrazione standard e non tintura /adre.
2- MWite 'estnut Blosso/N <Oiori di Wite 'estnut> 9 cosB cia/ato
per di00erenziarlo dalle #e//e della stessa pianta usate per preparare
'estnut Bud <He//e di 'estnut>. Vedere @etodo della Bollitura di
se#uito.
41
ME,$D$ DELL! B$LLI,"R!
I rimanenti rimedi 5ono 5tati 4re4arati 4er 6ollitura come
5egue'
gli e5em4lari, come 5tanno 4er e55ere de5critti, 5ono 5tati
6olliti 4er mezz2ora in ac@ua 4ulita e 4ura.
Il li@uido > 5tato filtrato, er5ato in 6ottiglie fino a riem4irle
a metK, e 4oi, non a44ena raffreddato, 5i > aggiunto 6randJ 4er
riem4irle e con5erarle, come 5o4ra.
Che5tnut Bud. Per @ue5to rimedio 5i colgono le gemme dalla
4ianta di Chite Che5tnut, a44ena 4rima che germogli.
Per altri 5i dore66ero utilizzare i fiori in5ieme a 4iccoli
4ezzi di 5telo o 4eduncolo e, 5e 4re5enti, fre5che e gioani foglie.
,utti i rimedi 4re5entati 5i 4o55ono troare a cre5cere
54ontaneamente nelle i5ole 6ritanniche, ad eccezione di +ine, $lie,
Cerato, 5e66ene alcuni 5iano in realtK originari di altri 4ae5i lungo
l2Euro4a centro9meridionale fino all2India 5ettentrionale e al ,i6et.
I nomi ingle5i e 6otanici di cia5cun rimedio 5ono come
5egue'
X !&RIM$%Y . . !grimonia Eu4atoria
0)
!SPE% . . . Po4ulu5 ,remula
BEECH . . . /agu5 SJlatica
X CE%,!"RY . . ErJthr[a Centaurium
*1
2+ %a con"enzione per i no/i scienti0ici latini delle piante "uole la lettera
iniziale /aiuscola solo del pri/o ter/ine e non del secondo2 %grimonia
eu$atoria. Nelle pri/e edizioni in#lesi di The Twelve Healers and Other
Remedies entra/,i i ter/ini dei no/i latini porta"ano le iniziali
/aiuscole e 8ui 9 stato lasciato allo stesso /odo.
35 Il no/e latino dato ad una pianta o,,edisce al 'odice internazionale di
42
X CER!,$ . . Cerato5tigma Cillmottiana
*(
CHERRY PL"M . . Prunu5 Cera5ifera
CHES,%", B"D . . \5culu5 Hi44oca5tanum
X CHIC$RY . . Cichorium IntJ6u5
X CLEM!,IS . . Clemati5 +ital6a
CR!B !PPLE . . PJru5 Malu5
*0
ELM . . . "lmu5 Cam4e5tri5
**
X &E%,I!% . . &entiana !marella
&$RSE . . . "le: Euro4[u5
HE!,HER . . Calluna +ulgari5
H$LLY . . . Ile: !@uifolium
H$%EYS"C<LE . . Lonicera Ca4rifolium
H$R%BE!M . . Car4inu5 Betulu5
X IMP!,IE%S . . Im4atien5 RoJleii
*-
L!RCH . . . Lari: Euro4ea
*A
no/enclatura ,otanica. %e re#ole ca/,iano di tanto in tanto, e alcuni
no/i nel testo del 1+41 sono ora superati. Il no/e /oderno della pianta
utilizzata per preparare il ri/edio 'entaurA, ad ese/pio, 9 &entaurium
um'ellatum.
31 Il no/e #enerico &eratistigma 9 sostanti"o neutro <dal #reco (stigma,
(stigmatos> e lepiteto speci0ico de"e a"ere 8uindi la desinenza del
neutro. Il corretto no/e scienti0ico di 8uesta pianta 9 &eratostigma
willmottianum) 6ui 9 stato /antenuto il ter/ine willmottiana in 8uanto
a/pia/ente usato nei testi sui ri/edi.
32 Il no/e scienti0ico attual/ente in uso 9 Malus sylvestris. Malus $umila
9 stato spesso usato co/e sinoni/o sui testi e sulle eticette di alcuni
prodotti.
33 No/e /oderno *lmus $rocera.
34 No/e /oderno "m$atiens glandulifera.
35 No/e /oderno +ari, decidua.
43
X MIM"L"S . . Mimulu5 Luteu5
*.
M"S,!RD . . Sina4i5 !ren5i5
$!< . . . =uercu5 Pedunculata
*U
$LI+E . . . $lea Euro4[a
PI%E . . . Pinu5 SJle5tri5
RED CHES,%", . . \5culu5 Carnea
X R$C< R$SE . . Helianthemum +ulgare
*Q
R$C< C!,ER . .
X SCLER!%,H"S . . Scleranthu5 !nnuu5
S,!R $/ BE,HLEHEM . $rnithogalum "m6ellatum
SCEE, CHES,%", . Ca5tanea +ulgari5
*)
X +ER+!I% . . +er6ena $fficinali5
+I%E . . . +iti5 +inifera
C!L%", . . Vuglan5 Regia
X C!,ER +I$LE, . . Hottonia Palu5tri5
CHI,E CHES,%", . \5culu5 Hi44oca5tanum
CILD $!, . . Bromu5 !54er]
-1
CILD R$SE . . Ro5a Canina
CILL$C . . Sali: +itellina
] %on e5i5te il nome comune ingle5e di Bromu5 !54er.
-(
Bromu5 > un ecchio termine che 5ignifica !ena.
3$ No/e /oderno Mimulus guttatus.
3* No/e /oderno -uercus ro'ur.
3- No/e /oderno Helianthemum nummularium.
3+ No/e /oderno &astanea sativa.
45 No/e /oderno Bromus ramosus.
41 6uesta nota su Wild Cat 0a parte del testo del 1+41.
44
E che i no5tri cuori 4o55ano 5em4re e55er colmi
di gioia e gratitudine ch7 il &rande Creatore di
tutte le co5e, nel Suo amore 4er noi, ha 4o5to le
er6e nei cam4i 4er la no5tra guarigione.
45
Per maggiori informazioni sul dottor Bach e la sua opera
Per guide autodidattiche sui rimedi di Bach...
Per letture consigliate
Per aiutare nella selezione dei rimedi
Per contattare practitioner professionisti
Per didattica e formazione
Per download gratuiti
Per opinioni e commenti
Per newsletter
Per link ad informazioni in altre lingue
www.bachcentre.com
4$

Interessi correlati