Sei sulla pagina 1di 1

La Cronaca

M ARTEDI 15 DICEMBRE 2009 40

Lo Sport

Cremo, profumo d’impresa PRIMA DIVISIONE


GIRONE A

Una mezza stagione mai vista


Novara 39
CREMONESE 36
Varese 33
Arezzo 31
Perugia (-1) 28
Benevento 27
Ma un superbo ruolino di marcia non è bastato a regalare il platonico titolo d’inverno, Lumezzane 25
giù il cappello al Novara. Nel rendimento durante la ripresa il valore aggiunto grigiorosso Alessandria 23
Foligno 20
Profumo d’impresa. Un girone Monza 20
d’andata così non s’era mai visto. Nè Lecco 19
al tempo di Mondonico (boa dop-
piata a 34 punti) né durante la ge- Como 18
stione record di Roselli (32). La Figline (-1) 18
Cremonese ha stritolato anche il Va- Sorrento 18
rese, chiudendo l’andata con 36
punti. Pro Patria 17
Un ruolino di marcia spaventoso PERGOCREMA 16
che non è bastato a regalarci il plato- Viareggio 16
nico titolo d’inverno. Il Novara ha
saputo fare meglio: giù il cappello e Paganese 11
guardiamo avanti. Domenica la Cre-
mo è tornata a vincere convincendo. prossimo turno
Non le accadeva da settimane. A
conti fatti è l’undicesimo sigillo di 18ª giornata
questa andata quasi tutta rose e fiori
ed è anche il settimo successo otte- (domenica 20/12 h 14.30)
nuto cambiando marcia nel secondo
tempo. L’aspetto mer ita un ap-
profondimento. Valore aggiunto nel Alessandria-Sorrento
cammino grigiorosso è il rendimento Arezzo-Lumezzane
offerto dalla squadra di Venturato
dal 46’ al 90’, capace di generare un Benevento-Foligno
+14 nel differenziale punti fra i due Como-Monza
segmenti di gara. Sintomo che le av- Novara-Figline
versarie per arginare la maggior qua-
lità della Cremonese sono costrette a Paganese-Lecco
bruciare anzitempo il carburante a PERGOCREMA-Pro Patria
disposizione. Constatazione avvalo- Perugia-Varese
rata da un altro fattore: il rapporto
reti fatte/reti subite fermo a +1 al Viareggio-CREMONESE
45’ (12 contro 11), sale a +13 nel se-
condo tempo (20 contro 7). Cifre di-
sarmanti per una concorrenza che,
statistiche alla mano, sa di uscire Di spalle Massimo Coda,
sconfitta ogni qualvolta si presenta al Alberto Bianchi
riposo sotto nel punteggio (è acca- e Max Guidetti
duto quattro volte, il 100 percento esultano con i compagni
della casistica) e che ha un’altissima Sono stati loro a firmare
probabilità di prendere bastonate, 7 i 4 gol con cui
su 10, anche quando raggiunge il ri- la Cremonese
poso in parità (solo Lumezzane, Sor- ha steso il Varese
rento e Novara hanno svicolato la
teoria). Di contro va detto che quan-
do è la Cremo ad andare al riposo mentè. ta-Nizzetto-Guidetti è sinonimo di menica ha alternato Musetti e Coda. rosario di sviste a nostro danno co-
rincorrendo gli avversari, mai le rie- Poi ha avuto il torto di fallire il qualità. Una triade dai piedi di vellu- Il primo è partito titolare, è entrato mincia ad infastidirci. Mai abbiamo
sce di vincere. Al massimo può pen- raddoppio. E qui va aperta una pa- to che all’abilità abbina a rotazione in azioni importanti, si è visto negare teorizzato complotti, ma l’idea bal-
sare di rimediare un punto. Anche rentesi. In un contesto di solidità ge- forza fisica, velocità e rapidità. Mix un calcio di rigore evidentissimo e zana che a qualcuno faccia comodo
questo particolare ha una sua chiave nerale, la Cremonese mostra qualche che spesso fa la differenza con squa- poi ha ceduto il posto al giovane ancorare la Cremonese del cavalier
di lettura: contro squadre che si smagliatura di troppo in difesa, con dre come il Varese che si affidano ad compagno di reparto, che si è rivela- Arvedi in terza serie ancora per un
chiudono a doppia mandata galva- l’aggravante di commettere errori in un piano-gara studiato per tampona- to l’apriscatole giusto per scardinare po’ è un tarlo che comincia ad insi-
nizzate da una situazione di punteg- fotocopia: sui tagli con palla in movi- re le verticalizzazioni grigiorosse. Ri- i biancorossi. nuarsi dentro la testa. Per il momen-
gio positiva è difficile trovare il ritmo mento e in marcatura sui traversoni. dotti al minimo sindacale gli errori L’ultimo appunto lo riserviamo al- to applichiamo ancora il favor rei: di
giusto per assestare il ribaltone. C’e- Dunque non di problema, ma di li- in impostazione, la manovra scivola l’arbitraggio. Sguizzato ci ha danneg- colpa dovuta ad imperizia e non di
ravamo riusciti a Figline prima che mite dovremmo parlare. La buona via fluida e soprattutto ora che Gori giati molto più di altri suoi colleghi dolo si è trattato anche nella sporca
un abbaglio dell’arbitro cambiasse riuscita dell’operazione sorpasso sul ha ritrovato una condizione accetta- per i quali in parecchi si sono strac- vicenda che ha coinvolto Musetti.
nuovamente connotati alla partita. Novara è legata anche alla soluzione bile e gli esterni bassi non rinuncia- ciati le vesti. Ancora una volta l’epi- Ma da domenica sull’argomento sta-
Il Varese di Sannino non è sfuggito di incertezze perpetue. Nello con- no a dare il loro apporto (più Rossi sodio clou è accaduto sotto la Sud. remo all’erta. Il Novara ha chiuso
alla regola del secondo tempo. In tempo va però annotato come la che Bianchi), la squadra gira a mera- C’è chi parla della maledizione di meritatamente l'andata in testa. Però
difficoltà nelle battute iniziali, la for- squadra sia tornata ad agire su ritmi viglia. Menzione d’onore l’ha meri- De Pinto, il guardalinee che annul- col passare del tempo le cose posso-
mazione biancorossa è riuscita ad in- elevati. In questo c’entra molto la tata una volta ancora Fietta, moto lando il gol di Cozzolino ci ha dipin- no cambiare. Allora, suonala Sam:
filarsi nelle distrazioni grigiorosse prestazione di Zanchetta, elemento perpetuo di un centrocampo tonico to sul volto la delusione per la man- suona As time goes by.
per passare in vantaggio con Mo- di indiscusso livello. L’asse Zanchet- ed equilibrato. Venturato anche do- cata promozione di due anni fa. Il Paolo Loda

Gli ex / SCARPINI IN VALIGIA


Mario Rebecchi si scopre goleador
Con una doppietta ha trascinato al successo il Pescina
Partiamo dall’estero, e da una squadra già in le- lino a decidere all’80’ il derby del Lario a favore ciati Noceto di mister Torresani strappa il pa-
targo. Ale Rosina nella prossima stagione sarà al- del Como, che sbanca Lecco. Nel girone B invece regggio sul campo del Canavese: lo 0-1 è firmato
lenato allo Zenit San Pietroburgo da Luciano Mario Rebecchi non si accontenta di un gol, ma da José Maria La Cagnina, il definitivo 2-2 è frut-
Spalletti. L’ex tecnico della Roma spettacolo si ri- ne firma addirittura due nel 3-2 con cui il Pescina to di un rigore dell’ex Pice Miftah. Nel girone B
tuffa dunque nella Champions League, e il casale- batte il Potenza. si rivede Silva Reis, che chiude sullo 0-2 l’incon-
se Rosina lo ha accolto con entusiasmo nelle pri- In Seconda Divisione nel girone A terza dome- tro tra Itala San Marco e Prato.
me dichiarazioni alla stampa. Tra i nostri ex all’e- nica consecutiva a segno per l’attaccante ex giallo- In serie D da segnalare due sole reti: nel girone
stero in campo solo Zlatko Dedic, travolto col suo blu Jacopo Ravasi, che consente alla Sambonifa- C la segna Giovanni Volpato, che firma il mo-
Bochum in casa dal rinato Bayern Monaco (1-5). cese di espugnare il campo della Villacidrese per 2- mentaneo 4-3 del Venezia sul campo dello Jesolo,
In serie B l’Albinoleffe di Mondonico passa in 1. Con il successo i veneti restano ai margini della che poi pareggerà 4-4. Nel girone F non basta uno
vantaggio a Salerno, ai campani serve la rete del zona playoff. Un gol dell’ex Pergo Fumarolo al scatenato Morga al Casoli, battuto dal Bojano per
definitivo 1-1 segnata da Mariano Stendardo. 93’ salva invece la Pro Sesto sul difficile campo di 2-1. L’attaccante ex gialloblu si conferma in un
Scendiamo in Prima Divisione, dove si segnala- Pavia, la prodezza in extremis dell’ex gialloblu, su- gran momento di forma e apre le marcature nella
Per Mario Rebecchi solo sei presenze no le reti di altri due ex grigiorossi, uno per giro- bentrato a metà ripresa, vale il 2-2 ai milanesi, co- sfida, ma poi gli abruzzesi si fanno rimontare.
nella Cremonese all’inizio del 2005 ne. Nel girone A è un pallonetto di Beppe Cozzo- munque sempre ultimi da soli in classifica. Il Cro- v.r.-m.s.