Sei sulla pagina 1di 7

Pasta per la pizza

Categoria:Ricette di Base - Salati






Informazioni Generali


Nota Aggiuntiva: + il tempo di lievitazione (1-2 ore)

Limpasto per pizza una preparazione di base preparato con
farina, acqua, lievito, olio e sale che vi servir per realizzare tutte
le pizze che vorrete, sottili come in pizzeria o pi alte, come quelle
al taglio.

La lavorazione della pasta per la pizza, non vi porter via molto
tempo e, se seguirete gli accorgimenti descritti nella ricetta,
potrete ottenere un impasto elastico, morbido e ben lievitato.
Ricordatevi di cominciare a preparare limpasto per la pizza
almeno un paio di ore prima di infornare le pizze, in modo da
consentire una buona lievitazione.
I ngr edi ent i per 4 pi zze
del di amet r o di 30 cm

Pr epar azi one

Per incominciare a preparare la pasta per la pizza disponete la farina a fontana su di una spianatoia (o in una capiente bacinella)
e formate un buco al centro. Prendete una ciotolina di vetro, versateci un bicchiere di acqua tiepida, lo zucchero e quindi
sbriciolatevi dentro i due cubetti di lievito di birra (o il lievito disidratato) e mescolate fino a fare sciogliere bene il tutto.
Mettete al centro della farina il composto di acqua e lievito, poi, a parte, sciogliete 20 gr di sale in un altro bicchiere di acqua
tiepida; aggiungete anche quello alla farina, assieme allolio e poi iniziate ad impastare.

Tenete vicino a voi un po di farina e la
restante acqua tiepida, che integrerete nellimpasto mano a mano, fino a raggiungere la consistenza desiderata, che deve
essere morbida ed elastica (a seconda della farina usata, potrebbe servirvi un po di acqua in pi o in meno).


Continuate ad impastare fino ad ottenere un impasto liscio e morbido ma consistente, con il quale formerete una palla che
andrete ad adagiare in una capiente ciotola (ricordatevi che limpasto raddoppier il suo volume), adeguatamente spolverizzata

Preparazione:
15 min
Dosi per:
4 persone
Costo:
Molto Basso
Difficolt:
Bassa
Acqua
circa 600 ml
Farina
1 kg + quella per la spianatoia
Lievito di birra
50 gr
Olio
extravergine di oliva 6 cucchiai
Sale
fino 20 gr
Zucchero
2 cucchiaini rasiandrete ad adagiare in una capiente ciotola (ricordatevi che limpasto raddoppier il suo volume), adeguatamente spolverizzata
di farina sul fondo.
Coprite la ciotola con un canovaccio pulito e riponetela in un luogo tiepido e lontano da correnti daria, come il forno spento di
casa vostra.
Attendete che limpasto abbia raddoppiato il proprio volume (ci vorr 1 ora - 1 ora e 1/2 ) e poi procedete alla stesura della pasta
per lapizza.
Consi gl i o
Se siete poco pratici, forse vi sar pi facile lavorare limpasto per la pizza in una ciotola capiente , almeno fino a quando tutti i
liquidi non saranno ben assorbiti; in seguito per per rendere limpasto ben liscio vi converr impastarlo su di una spianatoia,
dove avrete maggiore possibilit di movimento.
Una volta impastata la pasta per la pizza, invece di formare ununica massa, potete dividerla in tante pagnottelle quante
saranno le pizze che vorrete ottenere (a seconda della dimensione che avete scelto); adagiate le pagnottelle su di un vassoio,
distanziandole di qualche cm una dallaltra e lasciatele poi lievitare, in un luogo tiepido e privo di correnti daria, coperte da un
canovaccio pulito.


Pasta per il pane

Categoria:Ricette di Base - Salati




Informazioni Generali


Nota Aggiuntiva: + 2 ore e 1/2 di lievitazione

Lapasta per il pane una di quelle ricette senza tempo che affondano le loro
origini nella notte dei tempi.La preparazione di questo meraviglioso impasto, che i
Grecidefinivano"il cibo degli dei" , ha origine addirittura nellaPreistoria quando
l'uomo si rese conto che poteva ottenere un impasto lavorabile, dalla polvere
delle ghiande schiacciate unita a dell'acqua.

La sua meraviglia crebbe ancora di pi quando impar a cuocere questo impasto
sulle pietre roventi ottenendo un prodotto pi duro ma sicuramente pi gustoso:
il primo tentativo di pane.Naturalmente, col passare del tempo, le tecniche per
preparare la pasta per il pane si affinarono, in particolar modo nella scelta pi
accurata degli ingredienti: la "farina" di ghianda venne presto soppiantata dai
cereali macinati , come l'orzo o ilfarro.

I primi a rendersi conto dell'importanza che rivestiva questo miracoloso impasto
furono, senza dubbio, i Babilonesie gliEgiziani seguiti a ruota dai Greci che
aggiunsero all'impasto di base, fatto di acqua e farina, anche altri ingredienti. Ma
furono i Romani coloro che fecero conoscere la pasta per il pane, e la resero una
ricetta popolare. Al contrario, nel Medioevo, la preparazione del pane e il suo
consumo, divennero un lusso riservato solo ai nobili e signori mentre il popolo
doveva accontentarsi di un semplice impasto ottenuto dall'orzo o dalla segale.
Fu solo nel Rinascimento che il pane ridivenne un alimento popolare e, proprio in
questo periodo di grande rinascita, la ricetta venne rivisitata assumendo quelle
caratteristiche a noi care che mantiene ancora oggi. I fornai rinascimentali, infatti,
introdussero lutilizzo dellinnovativo lievito di birra e della farina di grano duro di
alta qualit.

La grande svolta nel mondo della panificazione si ebbe, per, nel XVIII secolo
grazie allinvenzione dellamacchina impastatrice ed alla crescente produzione
di lieviti artificiali che resero la preparazione del pane pi semplici e rapida.
Anno dopo anno, secolo dopo secolo, limpasto per il pane ha mantenuto le
stesse caratteristiche di un tempo e, come allora, ancora oggi una delle ricette
maggiormente utilizzate forse anche per la sua versatilit.
Con limpasto base per il pane , infatti, si possono realizzare una grande
quantit di preparazioni tra cui pizze, focacce e torte salate oltre ad una enorme
variet di pane e panini.
I ngr edi ent i

Pr epar azi one

Preparazione:
20 min
Cottura:
30 min
Dosi per:
4 persone
Costo:
Molto Basso
Difficolt:
Media
Acqua
tiepida 250 ml
Farina
bianca 500 g
Lievito di birra
25 g
Olio
5 cucchiai
Sale
15 gr
Zucchero
2 cucchiaini
Iniziate la preparazione sbriciolando il lievito di birra in una piccola ciotolina: aggiungete 2 cucchiaini rasi di zucchero e mezzo
bicchiere d'acqua tiepida; mescolate con un cucchiaino fino a sciogliere il lievito, poi coprite la ciotola con un piattino e attendete
che sulla superficie del composto di formi una leggera schiuma.

Versate in una capiente ciotola, o su una spianatoia, la farina, facendo nel centro un buco, la cosiddetta "fontanella"; versate
nella farina il composto di lievito, aggiungete l'olio, il sale disciolto nella rimanente acqua tiepida e iniziate ad impastare (almeno
10 minuti) fino a che la pasta risulti omogenea, elastica e liscia (all'occorrenza, se l'impasto risultasse duro, aggiungete ancora
un po' di acqua e nel caso contrario, aggiungete invece un po' di farina).

Date all'impasto la forma di una palla e mettetelo in una terrina dal fondo infarinato che coprirete con un telo pulito e lascerete
riposare in un luogo tiepido e lontano da correnti d'aria (ad esempio un armadio o il forno spento), per almeno due ore: Tenete
presente che l'impasto deve raddoppiare il suo volume.

Ora la vostra pasta base per il pane pronta per essere infornata: date alla pasta una forma di pagnotta, praticatevi sopra
quattro tagli (a forma di quadrato se la pagnotta tonda oppure 3 tagli obliqui per il lungo se avete realizzato un filone ) profondi
circa 1 cm, e infornate la pagnotta in forno gia' caldo a circa 220 per circa venti minuti, dopodich abbassate la temperatura del
forno a 180 e proseguite la cottura per altri 20-25 minuti circa, impostando il calore sulla parte inferiore del forno (verificate voi
stessi la cottura servendovi di un ferro da spiedo).

Consiglio
Se avete del tempo, al posto del lievito di birra potete utilizzare illievito naturale preparandolo cos: impastate 200 gr di farina
con 100 gr di acqua, 1 cucchiaio di miele e 1 cucchiaio di olio e realizzate una pagnotta che lascerete riposare per 48 a
temperatura ambiente in un contenitore di vetro con il tappo.

Passate le 48 ore, pesate il composto e aggiungete lo stesso peso di farina e met peso di acqua (esempio: se il composto
ottenuto peser 100 gr, dovrete aggiungere 100 gr di farina e 50 gr di acqua): impastate di nuovo e ponetelo nel contenitore di
vetro con il tappo per altre 48 ore. Trascorso questo periodo il lievito madre pronto e pu essere utlizzato come il lievito di birra,
aggiungendolo agli altri ingredienti.

Se decidete di conservarlo, potete tenerlo per una settimana in frigorifero rinfrescandolo (aggiungendo cio, farina e acqua in
base al peso, come sopra spiegato) ogni 3-4 giorni sempre allo stesso modo.
Al momento della preparazione dell'impasto per il pane, aggiungete 80-90 gr di lievito madre ogni500 gr di farina.
Curiosit
A conferma dell'importanza ed universalit del pane, molti registi hanno scelto di inserire nel titoli dei loro film questo cibo:
dall'indimenticabile "pane, amore e fantasia" degli anni '50, passando per "Pane e Tulipani" , al pi recente "Bread and
Roses ".
Roses ".


Focaccia
Categoria:Portate - Pizze, Focacce e Torte Salate




Nota Aggiuntiva: + 30 minuti di riposo

La focaccia una preparazione semplice e genuina a base di pasta da pane
(cliccaqui per vedere la nostra ricetta ) condita con olio e sale.

La focaccia un alimento versatile che piace a tutti e si pu gustare in svariate
maniere: semplicemente come spuntino o merenda, come vero e proprio pasto
farcendola con salumi, verdure o formaggi, oppure usandola al posto del pane.
I ngr edi ent i

Pr epar azi one

Prendete una teglia delle dimensioni di circa 20 cm x 30 cm, ungetela con 3-4 cucchiai di olio di oliva e stendetevi con le mani la
pasta da pane , coprendo cos tutto il fondo.
Lavorate la pasta affondando le punte delle dita, poi versatevi sopra lolio, girate limpasto e ripetete loperazione anche su
questo lato.
Quando la focaccia avr assunto la classica forma bucherellata, copritela con un telo pulito e lasciatela lievitare per circa
mezzora in un posto tiepido e privo di correnti daria.


Trascorsa la mezz'ora, cospargete la superficie con del sale medio- grosso, spruzzatela con 2 cucchiai di acqua tiepida se la
preferite piuttosto morbida, altrimenti evitate. Infornate la focaccia a 250 per circa 10-15 minuti, dopodich estraete la focaccia
dal forno, tagliatela e servite.


Difficolt: Bassa

Cottura: 10-15 min

Preparazione: 10 min

Dosi per 4 persone

Costo: Molto Basso
Acqua
2-3 cucchiai (facoltativo)
Olio di oliva
extravergine 120 ml
Sale
medio- grosso q.b.
Pasta per il pane
600 gr
Consi gl i o
Volendo potete aromatizzare questa focaccia cospargendola (prima di infornarla) con del rosmarino, dellorigano o altro
ingrediente di vostro gradimento.
Dividendo l'impasto in due parti uguali e tirandolo pi sottile, potete anche realizzare una focaccia farcita semplicemente
stendendo il primo strato, ricoprendolo con la farcitura e poi chiudendo il tutto con il secondo strato di impasto. Lasciate lievitare
per almeno mezz'ora e poi infornate la focaccia farcita fino a doratura avvenuta.

Interessi correlati