Sei sulla pagina 1di 12

Volume X - Numero IV

In questo numero:
Introduzione al transfer pricing
La documentazione necessaria
La gestione del rischio
Verifche ed applicazione delle normative in tema di
transfer pricing
3TC: Suzhou e Chongqing
Sottoscrizione gratuita
al sito:
www.china-briefng.com/it
IL TRANSFER
PRICING IN CINA
Le edizioni nelle diverse lingue sono disponibili con servizio di sottoscrizione
gratuita sul sito www.china-briefng.com/it
Inglese Francese Tedesco Italiano Spagnolo
Aggiornamenti legali e fiscali da Dezan Shira & Associates
Tutto il materiale ed i contenuti sono protetti da 2009 Asia Briefng Ltd.
Nessuna riproduzione, copia o traduzione di materiale permessa senza il consenso delleditore. Contattate: Editor@china-briefng.com
Dezan Shira & Associates dispone di un ITALIAN DESK diretto dal dott. Alberto Vettoretti che segue i clienti italiani su base nazionale in tutta la Repubblica Popolare
Cinese ed in Italia. Questo servizio ulteriormente rafforzato dal proprio National Team di avvocati e commercialisti esperti in tutti gli aspetti riguardanti il sistema
legale e fscale cinese e, fra laltro, delle implicazioni con le controparti italiane. Se siete interessati a contattare il nostro Italian Desk per discutere dei vostri interessi
nella Repubblica Popolare Cinese oppure in Italia, non esitate ad inviarci una email con le vostre domande agli indirizzi del riquadro qui sotto.
La copertina artistica di questo mese
Lopera oggetto della copertina di questo mese Crash, dellartista Yang Shenzhong. Yang nato nella provincia del Fujian nel
1973, e si laureato alla China Art Academy. Questo dipinto (olio su tela) rifette i sentimenti dellartista e la sua rifessione sulla
vita cittadina che lui ritiene distante. Questa e le altre opere dellartista sono esposte presso la Fellini Gallery.
La FELLINI Gallery specializzata in quadri contemporanei, sculture e fotografe di artisti cinesi ed internazionali. La galleria situata
nellantica Concessione Francese al numero 15 di 339 Changle Lu, vicino Xiangyang Lu.
www.fellinigallery.com; info@fellinigallery.com
Benvenuti a questo numero di China Briefng
Celebrating 10 Years 1999-2009
T e n
Y
e
a
r
A
n
n
i
v
e
r
s
a
r
y
1
9
9
9
-2009
Q
uesto mese andremo ad occuparci di un argomento di cui si sente parlare sempre piu spesso tra le autorit cinesi e le societ multinazionali presenti nel paese, il cosiddetto transfer
pricing. Il transfer pricing una realt per la maggior parte delle multinazionali che operano in Cina e, in seguito allemanazione della nuova legge sullimposta sui redditi societari,
entrata in vigore lanno scorso, il principio della libera concorrenza nella determinazione del prezzo delle transazioni infragruppo ora applicato attivamente. In questo numero diamo uno
sguardo a come il transfer pricing funziona in Cina, alla documentazione di supporto necessaria in fase di dichiarazione dimposta, a come gestire in modo appropriato i rischi connessi al
transfer pricing ed a come gestire eventuali verifche ed aggiustamenti da parte delle autorit fscali cinesi.
Con le citt di Suzhou e Chongqing giunge al termine la nostra lunga serie mensile sulle citt di seconda e terza fascia. La serie, iniziata nel gennaio del 2008, ha coperto le cinque macroregioni
della Cina fornendo una visione dinsieme di oltre 54 citt di seconda e terza fascia. possibile accedere allarchivio completo di questi articoli sul nostro sito web www.china-briefng.com/it
Larticolo centrale di questo numero stato redatto a cura di Steven Carey di Transfer Pricing Associates, importante societ di consulenza specializzata nel transfer pricing e partner di
Dezan Shira & Associates.
Distinti saluti dallItalian Desk di Dezan Shira & Associates,
Alberto Vettoretti,
Managing Partner,
China Practice,
Dezan Shira &
Associates,
Editore, Asia Briefng
Rosario Di Maggio,
Senior Associate,
Dezan Shira & Associates
Nello Bosco,
Senior Consultant,
Dezan Shira & Associates
Dezan Shira & Associates
ITALIAN DESK
www.dezshira.com/it
www.china-briefing.com/it
In Cina
Dott. Alberto Vettoretti
Tel. (0086) 13602630801
alberto@dezshira.com
Dott. Rosario Di Maggio
Tel. (0086) 13823710080
rosario.dimaggio@dezshira.com
In Italia
Dr. Nello Bosco
Tel. +39 335 245057
italiandesk@dezshira.com
Dezan Shira & Associates
liaison office
Via Castagnole, 20/M
(Centro Edison)
31100 Treviso
Tel. 0422-264026
La rivista INDIA BRIEFING
Visitate il sito www.india-briefng.com
Sono inoltre disponibili online e tramite servizio di sottoscrizione gratuita:
Rivista e Blog del CHINA BRIEFING
Visitate il sito www.china-briefng.com
Entrate nella sezione in italiano e cliccate su Registrati: dopo aver
compilato una breve scheda personale spediremo sulla vostra casella di
posta elettrononica gratuitamente e con scadenza mensile una copia a
colori in formato pdf della nostra rivista!
(i vostri dati personali non verranno rilasciati a parti terze)
*
Nuovo blog della rivista China Briefng dove aggiornarsi continuamente e discutere
delle vicende pi recenti riguardanti gli investimenti in Cina
*
Sottoscrizione gratuita alla rivista sulla Home Page
*
Accesso agli archivi storici della rivista
*
Disponibilit delle edizioni in sei diverse lingue
Possibilit di sottoscrivere labbonamento gratuito nelle seguenti lingue:
Inglese Francese Tedesco Italiano Spagnolo
La rivista Vietnam Briefng
Visita il sito www.vietnam-briefng.com
3 China Briefng
L
a preparazione della documentazione
sul transfer pricing st diventando una
problematica concreta per ogni azienda
multinazionale. Le autorit fscali, impegnate
a proteggere le entrate del proprio paese,
stanno mettendo in pratica attivamente il
principio di libera concorrenza (arms length
principle) nella determinazione del prezzo
delle transazioni infragruppo. Ci comporta
lesistenza di un obbligo a carico delle societ
di fornire una documentazione dettagliata
sulle politiche di prezzo e di rivelare, in sede
di dichiarazione dimposta, informazioni
sulle parti e transazioni correlate. Le aziende
devono inoltre prepararsi ad essere oggetto
di eventuali verifche contabili da parte di
revisori dei conti dell'erario cinese.
Un sistema di transfer pricing accurato,
se progettato ed implementato allinizio
dellattivit, in grado di completare e
supportare il modello economico e gli obiettivi
commerciali di unazienda multinazionale,
oltre che ottimizzarne il proprio carico fscale
globale.
Recenti sviluppi della normativa cinese,
tra cui lemanazione, allinizio del 2009, di
una regolamentazione generale in materia di
transfer pricing, hanno segnalato chiaramente
che la Repubblica Popolare non costituisce
uneccezione a questa regola.
Gli articoli successivi esplorano la materia del
transfer pricing, fornendo consigli pratici su
quale sia il miglior modello di progettazione
del prezzo di vendita, su come documentare
le transazioni con le parti correlate, su come
gestire il rischio generale legato al transfer
pricing e su come difendere la posizione di
una societ nelleventualit di una revisione
amministrativa.
La materia del transfer pricing riguarda il
prezzo caricato tra societ collegate situate
in giurisdizioni differenti per le proprie
transazioni infragruppo.
Quando societ multinazionali continuano
a crescere, sia in termini numerici che di
complessit, con operazioni sempre pi
globalmente integrate, esse trasferiscono
ingenti quantit di beni e servizi tra le fliali
operative situate in vari paesi e sono coinvolte
in una serie di transazioni riguardanti servizi,
beni immateriali ed attivit fnanziarie.
A causa dellimpatto diretto sui proftti di
entrambe le parti e sul gettito fscale di tutti i
paesi coinvolti in queste transazioni, il sistema
di determinazione del prezzo dei trasferimenti
transfrontalieri allinterno di societ
multinazionali fa insorgere considerevoli
problemi di carattere gestionale e fscale.
Il diagramma qui sopra illustra brevemente
i vari tipi di attivit e le corrispondenti
transazioni infragruppo che possono rientrare
nella materia del transfer pricing.
Il principio di libera
concorrenza (arms
length principle)
Le linee guida dellOCSE in materia di
transfer pricing stabiliscono che il prezzo
delle transazioni fra societ collegate dovrebbe
avvenire sulla base del principio di libera
concorrenza. Le Guidelines prevedono
che debba essere effettuato un confronto
fra ci che stato effettivamente fatto dal
contribuente e quanto sarebbe stato fatto da
una parte indipendente nelle medesime o
simili circostanze.
Il criterio della libera concorrenza si applica
comparando la transazione oggetto di verifca
con altre transazioni poste in essere tra parti
Il Transfer Pricing in Cina
[ a cura di Steven Carey, Transfer Pricing Associates ]
Fornitura di materie prime
Vendita di beni fniti
Fornitura del diritto duso della
propriet intellettuale del gruppo
Fornitura di know-how
Fornitura di servizi
Prestazione di garanzie
bancarie e di credito

Fornitura di fnanziamenti
Pagamento delle materie prime
Corrispettivo di vendita dei
beni fniti
Pagamento delle royalties
Pagamento del know-how
Pagamento delle tariffe per i servizi
Pagamento dei corrispettivi per la
prestazione di garanzie
Pagamento degli interessi
Multinazionale
straniera
Filiale in Cina
4 China Briefng
indipendenti sulla base di caratteristiche
economicamente rilevanti.
Due transazioni possono essere considerate
comparabili se:

Non vi alcuna differenza fra la transazione
oggetto di verifca e quella assunta quale
termine di paragone
La differenza fra le due non incide
materialmente sulle condizioni oggetto
desame
possibile effettuare degli aggiustamenti
quantitativi ragionevolmente accurati per
eliminare leffetto di ogni eventuale differenza
Il principio di libera concorrenza utilizza
il comportamento di soggetti indipendenti
come guida o parametro per determinare
lallocazione di proftti e costi nelle transazioni
fra parti correlate. Il metodo migliore per fare
un confronto di prezzo per i fussi di prodotti
fra due societ associate A e B, di utilizzare
come parametro le vendite della societ A
ad unaltra azienda non correlata. Se non
disponibile alcun tipo di transazione simile,
il secondo miglior approccio di esaminare
le vendite di prodotti similari fra societ
completamente indipendenti nel libero mercato.
Obblighi dichiarativi
Dallesercizio fiscale 2008 (termine di
presentazione della dichiarazione il 31 maggio
2009), in sede di dichiarazione annuale
dimposta, le aziende coinvolte in transazioni
con parti correlate devono predisporre e
presentare i seguenti documenti:
Rapporto annuale delle transazioni con
parti correlate
Rapporto annuale delle transazioni con
parti correlate Sommario delle transazioni
Rapporto annuale delle transazioni con
parti correlate Acquisti e vendite
Rapporto annuale delle transazioni con
parti correlate Servizi
Rapporto annuale delle transazioni con
parti correlate Beni immateriali
Rapporto annuale delle transazioni
con parti correlate Trasferimenti di
immobilizzazioni
Rapporto annuale delle transazioni con
parti correlate Finanziamenti
Rapporto annuale delle transazioni con
parti correlate Investimenti in uscita
I moduli per la dichiarazione prevedono che
tutti i contribuenti che eseguono transazioni
con parti correlate debbano comunicare un
ampia quantit di informazioni relative alle
stesse, tra cui dettagli concernenti la natura
e lammontare delle transazioni con parti
correlate, la documentazione a disposizione
ed il metodo utilizzato per verifcare la natura
concorrenziale della transazione, ed il livello
di redditivit della stessa.
La nuova
regolamentazione
in materia di
transfer pricing
La nuova regolamentazione cinese in
materia di transfer pricing ha per la prima
volta introdotto, a carico dei contribuenti,
lobbligo di predisporre e conservare una
dettagliata documentazione delle operazioni
di transfer pricing a supporto della natura
concorrenziale delle proprie transazioni con
parti correlate.
Il regolamento prevede tre casi specifici
di esenzione dallobbligo di predisporre la
documentazione necessaria:
Lammontare delle transazioni di beni
materiali con parti correlate inferiore
a 200 milioni di RMB e lammontare
delle transazioni di beni immateriali con
parti correlate inferiore a 40 milioni
di RMB
La transazione coperta da un Advance
Pricing Agreement (APA)
Lazi oni st a st rani ero det i ene una
partecipazione inferiore al 50% e la societ
svolge transazioni solo con parti correlate
domestiche
La documentazione deve essere completata
entro il 31 maggio dellanno successivo
allesercizio fiscale in oggetto (poich
il 2008 lanno di entrata in vigore, ai
contribuenti stata concessa una moratoria
di sei mesi, si ha quindi tempo fno al 31
dicembre per completare la documentazione).
La documentazione deve inoltre essere
interamente tradotta in lingua cinese e
deve essere presentata entro 20 giorni dalla
richiesta. Le aziende devono conservare
i documenti per un periodo di 10 anni a
decorrere dal 1giugno dellanno successivo
allesercizio fscale rilevante.
Gestione del rischio in
materia di transfer pricing
[ a cura di Steven Carey, Transfer Pricing Associates ]
I
rischi in materia di transfer pricing non
insorgono solo in relazione alle verifche
fscali ed alle conseguenti sanzioni, bens in ogni
stadio del relativo processo di preparazione.
Nel riquadro (1) dello schema proposto nella
pagina seguente, la mancanza di chiarezza
del modello di business crea una discrepanza
fra la realt della societ ed il sistema di
transfer pricing, ci pu signifcare che le
societ sono remunerate in modo incongruente
con la loro funzione ed il loro profilo di
rischio. Per esempio, non defnire in modo
chiaro ruoli e responsabilit e remunerare
un agente di vendita su base forfetaria, non
un comportamento coerente con lobiettivo
commerciale di massimizzare le vendite. In un
simile caso sarebbe pi adeguato un modello
di transfer pricing basato su commissioni.
Il rischio inerente al riquadro (2) di natura
legale, economica e fscal e puo dare adito
ad un rischio permanente materializzandosi
quando una societ gestisce le vendite,
la negoziazione e la firma dei contratti a
nome di un'altra entit residente in un'altra
giurisdizione. Spesso tale modello non
coerente nellallocazione operativa ed
economica delle funzioni, dei rischi e dei
proftti fra le due societ.
I rischi indicati nel riquadro (3) sono ben
documentati e di facile comprensione e
consi st ono i n mul t e per i l mancat o
adeguamento alle normative in materia di
transfer pricing.
5 China Briefng
Gestione del rischio in materia di transfer pricing
Il riquadro (4) si riferisce al rischio di subire
uninvestigazione o una verifca in materia di
transfer pricing che oltre alle possibili multe
e interessi, qualora la procedura di verifca si
concluda con un aggiustamento del prezzo,
implica anche una lunga e penosa procedura
per la societ.
Valutazione del rischio
Come si pu osservare sopra, il rischio
connesso al transfer pricing sta diventando
una questione sempre pi importante e critica
per le societ multinazionali ma anche per le
PMI. Lintroduzione di sistemi in grado di
valutare (e di conseguenza gestire) tali rischi
una componente essenziale di ogni strategia
di transfer pricing.
La valutazione dei rischi in materia di
transfer pricing pu assumere varie forme:
per le flali di una societ madre estera, pu
essere condotta una singola valutazione del
rischio paese, normalmente concentrandosi
sullammontare e la qualit di documentazione
del prezzo di trasferimento, la dimensione e
la natura delle transazioni transnazionali con
parti correlate e sulla redditivit o meno della
societ locale. Per i gruppi multinazionali,
relativamente ad un tipo di transazioni, come
il ricarico dei costi per i servizi di gestione
della casa madre, pu essere condotta una
valutazione del rischio paese per giudicare
il rischio connesso al transfer pricing su un
obiettivo ragionevole ed una base difendibile
al fne di supportare lammontare di riserva
fscale nel bilancio consolidato della societ
madre. Le societ multinazionali americane
obbligate alla presentazione del bilancio
consolidato ai sensi degli U.S. GAAP,
in accordo allinterpretazione No. 48 del
Financial Accounting Standards Board,
denominata Accounting for Uncertainty in
Income Taxes, devono utilizzare un approccio
strutturato e ragionevolmente obiettivo
nel riconoscimento delle posizioni fiscali
incerte su base globale e nella misurazione
dellammontare di indennit fscale che pi
probabilmente non verr supportata in sede di
verifca contabile da parte delle autorit fscali.
Gestione del rischio
La tabella sottostante fornisce, a titolo
esemplificativo, una gamma dei livelli di
rischio connessi alla materia del transfer
pricing sulla base della complessit e della
portata di particolari transazioni.
Per esempio, per un semplice ricarico di costi
pari ad 1 milione di dollari potrebbe essere
suffciente una semplice fattura mentre nel
caso limite opposto, la vendita a perdere di
beni in 10 paesi differenti per un ammontare
pari a 100 milioni di dollari richieder un pi
ampio livello di documentazione. Questo
comprender il Master file, la versione
locale dello stesso (c.d. Country Specifc) e,
potenzialmente, anche una relazione separata
che difenda le ragioni commerciali delle
relative perdite.
La maggior parte delle transazioni si trova ad
un livello intermedio fra questi due estremi,
esiste tuttavia un chiaro nesso fra il proflo di
rischio ed il tipo di informazioni di supporto
raccomandate.
Laspetto pi critico in materia di gestione
del rischio connesso al transfer price
limpatto di questo su ogni aspetto del
modello di business e del processo di transfer
pricing. La valutazione dei potenziali rischi
connessi al prezzo di trasferimento deve
essere parte integrante della progettazione,
documentazione ed implementazione di un
modello di business e di un modello di transfer
pricing. Lapplicazione degli strumenti e dei
processi illustrati in questo ed in altri capitoli
di questo libro contribuir ad assicurare
un effcace e consistente identifcazione e
riduzione di tali rischi.
Per consulenze fiscali, due diligence o
servizi di revisione, vi invitiamo a contattare
Dezan Shira & Associates, societ contabile
pienamente accreditata in Cina che assiste
clienti multinazionali operativi in Cina,
a Hong Kong, in India ed in Vietnam.
Per qual si asi domanda o maggi ori
informazioni vi invitiamo a contattarci
allindirizzo italiandesk@dezshira.com
oppure a visitare il sito www.dezshira.com/it.
INPUT: ATTIVIT
OPERATIVE DELLA
SOCIET
OUTPUT: MODELLO
DI TRANSFER
PRICING ATTUABILE
E DIFENDIBILE
VALUTAZIONE E
GESTIONE DEL
RISCHIO
IDENTIFICAZIONE
DEL CONTESTO
ECONOMICO
PROGETTAZIONE
ED
IMPLEMENTAZIONE
DOCUMENTAZIONE
Modello
industriale e di
business poco chiaro
La realt legale,
economica e contabile
non corrispondono
Scarsa o mancata
ottemperanza
delle normative
Verifca del transfer
pricing e rischi
di conversione
1
Tipo di transazione Ricarico
dei costi
Servizi di
gestione/
supporto
Servizi
di
supporto
Royalty Vendita
di beni
Vendita
di beni a
perdere
Numero di paesi coinvolti 2 2 20 20 30 10
Ammontare della
transazione
1m US$ 10m US$ 50m US$ 50m US$ 500m US$ 100m US$
Livello di rischio
Documentazione
raccomandata
Fattura
Contratto
Rapporto sintetico TP
Master fle

Analisi del rischio paese

Manuale di
mantenimento e
pubblicazione
Localizzazione
del MF
Analisi aggiuntive

Altre metodologie

Analisi di settore
approfondita

Documento
giustifcativo
delle perdite
2 3 4
6 China Briefng
Verifche e sanzioni in
materia di transfer pricing
[ a cura di Steven Carey, Transfer Pricing Associates ]
Le verifiche sul transfer pricing sono gi
previste da tempo in Cina, tuttavia negli ultimi
cinque anni, sono cresciute notevolmente sia
in termini numerici che di intensit.
La maggior pare delle verifiche condotte
fno ad ora si concentrata su transazioni
che avevano come oggetto beni materiali,
in particolare contratti di manifattura. Le
transazioni di beni intangibili non sono
mai state, fno agli ultimi tempi, oggetto di
particolare interesse da parte delle autorit
fiscali. Recentemente, tuttavia, la SAT
ha iniziato una vasta attivit di revisioni
fscali a livello nazionale che si concentrano
principalmente sui pagamenti di royalties
eseguiti da societ cinesi verso societ estere
affiliate. Si tratta generalmente di societ
operanti nel settore della vendita al dettaglio
e dei beni di consumo o in quello dei servizi.
Negli ultimi anni il SAT ha adottato un
approccio nazionale nella conduzione di
verifiche, nel quale le autorit cercano di
sottoporre a scrutinio le societ multinazionali
cui fanno capo numerose sussidiarie operative
in varie province in territorio cinese. Queste
revisioni nazionali si concentrano sia sulle
transazioni con parti correlate di livello
transnazionale che su quelle domestiche.
Con lemanazione della circolare 363, molte
societ in numerose province e municipalit,
come Pechino e Tianjin, sono state oggetto di
indagini in materia di transfer pricing da parte
delle locali autorit fscali. Il Beijing State Tax
Bureau ha, inoltre, recentemente notifcato un
avviso di richiesta di informazioni dettagliate
sulle transazioni con parti correlate ad oltre
400 societ a partecipazione straniera (FIEs),
le quali hanno avuto dieci giorni di tempo dal
ricevimento della notifca per rispondere con
le informazioni richieste, in caso contrario
prevista lirrogazione di sanzioni pecuniarie.
In futuro le verifche in materia di transfer
pricing diventeranno maggiormente rigorose,
ci in seguito al rafforzamento dellabilit
amministrativa nella riscossione delle imposte
da parte delle autorit fscali cinesi dovuto
ad un maggiore grado di informatizzazione
dellamministrazione fscale, alla creazione
di un rigoroso sistema di ispezioni ed alla
formalizzazione di procedure di legislazione
tributaria che permettono di affrontare le
manipolazioni in materia di transfer pricing.
Poich il volume di societ multinazionali
che operano in Cina continua a crescere ed il
governo di Pechino continua a basarsi sulle
esperienze delle economie sviluppate per
far rispettare le proprie regole in materia di
transfer pricing, si pu prevedere che con il
passare del tempo le autorit fscali cinesi
intensifcheranno le proprie investigazioni
sulle transazioni con parti correlate al fne di
prevenire future riduzioni del gettito fscale.
Il SAT ha fornito alle autorit fscali locali un
elenco molto trasparente dei possibili bersagli
di verifiche fiscali, questo ha continuato
ad evolvere negli anni. Gli uffici delle
imposte locali hanno ricevuto istruzione di
selezionare le seguenti tipologie di aziende per
la conduzione di investigazioni e verifche in
materia di transfer pricing:
Societ con un signifcativo ammontare o
con vari tipi di transazioni con parti correlate
Societ che hanno fatto registrare perdite,
bassa redditivit o situazioni futtuanti di
proftti e perdite, consecutivamente per un
periodo di tempo rilevante
Societ i cui livelli di redditivit risultano
inferiori a quelli degli altri operatori del
medesimo settore
Soci et che most rano unevi dent e
discrepanza fra proftti e proflo funzionale
e di rischio
Societ che conducono affari con parti
correlate residenti in paradisi fscali
Societ che non hanno adempiuto agli
obblighi di comunicazione delle transazioni
con le parti correlate o di predisposizione
del l a document azi one necessar i a
(contemporaneous documentation)
Societ che palesemente violano il principio
di libera concorrenza (arms length principle)
Lultima categoria integra una previsione
onnicomprensiva che include ogni tipo di
transazione non prevista dai precedenti criteri
specifci.
Va detto che, in aggiunta alle suddette linee
guida, le aziende manifatturiere con contratti
di fornitura con parti correlate sono state
particolarmente soggette a verifca.
La Circolare 236
In risposta al fatto che una larga parte di
aziende manifatturiere legate a contratti di
forniture con le proprie case madri riportava
perdite pur avendo una funzione ed un proflo
di rischio limitati, il SAT ha identifcato questo
tipo di aziende quale specifco obiettivo di
verifche fscali. Le societ con le seguenti
caratteristiche sono, e continueranno ad essere,
identifcate come possibile bersaglio:
Funzione manifatturiera basata unicamente
sui piani globali dimpresa e sugli ordini di
produzione di societ madre estere
Parent company estere o altre societ
collegate pienamente responsabili per
politiche operative, ricerca e sviluppo dei
prodotti e vendite
Cattiva gestione del rischio e delle perdite
risultanti da aziendali palesemente
i neffi caci , sot t out i l i zzazi one del l a
capacit produttiva e scarsa domanda di
mercato
Si presume che queste societ conseguano
un costante (sebbene potenzialmente
relativamente basso) livello di redditivit e
non siano soggette a rischi di mercato o di
funzione. Se ci non si dovesse verifcare vi
unalta probabilit che le stesse siano soggette
a scrutinio da parte delle autorit fscali.
Il procedimento di verifca
Quando unazienda viene scelta per essere
oggetto di una verifca di transfer pricing, le
autorit fscali sono autorizzate a richiedere
qualunque informazione rilevante (in forma
scritta) per la determinazione del prezzo delle
transazioni con parti correlate. Queste possono
includere:
Verifche e sanzioni in materia di transfer pricing
7 China Briefng
I documenti costitutivi della societ, tra
cui lo statuto, i certifcati di registrazione
oper at i vi e f i scal i , i cont r at t i di
investimento e di attivit, gli studi di
fattibilit, i rendiconti fnanziari annuali,
le relazioni di revisione contabile interna,
i libri contabili e le ricevute giustifcative,
i contratti commerciali ed altri documenti
rilevanti;
Informazioni fnanziarie, tra cui: proftti/
perdite nella vendita di beni, gli indici di
rendimento degli investimenti, i proftti
sulle vendite, i costi di vendita e le spese
operative, i tassi di interesse ed i prezzi
pagati per lacquisto o lutilizzo di beni
materiali ed immateriali.
In seguito allanalisi di queste informazioni
il funzionario fscale determiner se vi o
no necessit di proseguire con un ulteriore
scrutinio tramite una pi accurata verifca
sul campo. Il lavoro di investigazione sul
campo condotto dalluffcio delle imposte
a livello di contea o municipalit. Tutte le
determinazioni conclusive della verifca in
materia di transfer pricing devono, tuttavia,
essere approvate dallo State Administration
of Taxation (SAT).
La normativa cinese sul transfer pricing
prevede che lo svolgimento di verifiche
sul campo da parte delle autorit fscali sia
soggetto alle seguenti regole e procedure:
1. La squadra i ncari cat a di svol gere
uninvestigazione sul campo deve essere
composta da almeno due persone
2. Quando verr condotta una verifica
sul campo, i sogget t i i ncar i cat i
dellinvestigazione devono presentare
unAutorizzazione di verifca fscale ed
emettere un Avviso di verifca fscale
3. In accordo con le procedure legali rilevanti,
gli investigatori possono fare domande,
richiedere i registri fiscali e condurre
verifche in loco
4. Gli investigatori sul campo che sollevano
delle domande devono predisporre un
Registro delle domande (investigazione),
ed informare le aziende indagate delle
conseguenze legali nel caso in cui
mancassero di fornire in modo veritiero le
informazioni richieste
5. Gli investigatori sul campo che richiedono
i registri contabili devono, ai sensi
dellarticolo 86 della Tax Collection
Regulations, predisporre un Avviso
di richiesta dei registri contabili ed
una Lista delle registrazioni contabili
richieste, e seguire il procedimento
previsto dalla legge. I documenti richiesti,
tra cui i libri e le ricevute contabili, devono
essere conservati in modo appropriato e
restituiti alla societ nei termini previsti
dalla legge
6. I problemi individuati e le informazioni
ottenute nel corso dellinvestigazione
sul campo devono essere illustrati nel
Registro delle indagini (investigazione).
Il registro deve essere sottoscritto da
almeno due degli investigatori e, dove
necessario, verifcato e convalidato dalla
societ oggetto dellindagine, oppure, se
la societ oggetto dindagine rifiuta di
verifcarlo e convalidarlo, il Registro delle
indagini pu essere frmato ed archiviato
da almeno due degli investigatori
7. Appunti, registrazioni audio, video, fotografe
e copie di documenti originali ed informazioni
possono essere assunti quando contengono
informazioni rilevanti e necessarie relative
al caso. Le fonti ed i detentori dei documenti
originali devono, tuttavia, essere citati. Gli
appunti, le registrazioni audio, i video, le
fotografe e le copie ottenuti devono essere
sigillati o timbrati ed etichettati con la dicitura
verificato contro i documenti originali
dal detentore o dal fornitore dei documenti
originali.
8. Eventuali testimoni, se necessari, devono
essere informati dei propri obblighi legali
nel caso in cui non fornissero sinceramente
le informazioni richieste
Le autorit fscali sono, inoltre, autorizzate a
richiedere informazioni pertinenti alla societ
oggetto dellindagine, alle sue parti correlate
e ad altre societ rilevanti ai fni dellindagine
sulle transazioni tra parti correlate. In questi
casi verr emesso un Avviso di investigazione
fscale. Ci signifca che, oltre alla parte
oggetto dellindagine, ogni altra azienda
considerata comparabile tenuta a fornire
ogni informazione richiestale da parte
dellautorit fscale. dato per scontato che
in tali casi queste informazioni non saranno
utilizzate dalle autorit fscali per condurre
indagini anche sulla societ comparabile.
Nelleventualit in cui fossero necessarie
informazioni relative a societ e transazioni
allestero, le autorit fiscali potrebbero

Disponibile la nuova Guida Tecnica China Briefng
La guida di China Briefng al Transfer Pricing in Cina (in lingua inglese)
Questa nuova guida, prodotta in collaborazione con Transfer Pricing Associates, tratta tutti gli
aspetti relativi al transfer pricing in Cina. Il libro affronta le seguenti tematiche:
Progettare ed implementare un sistema di transfer pricing
Identifcare il contesto operativo rilevante
Obblighi di comunicazione e documentazione del transfer pricing
Obblighi di comunicazione nella dichiarazione dimposta
Gestire ladempimento alle normative cinesi
Preparare la documentazione
Verifche e provvedimenti amministrativi in materia di transfer pricing
Aggiustamenti del reddito
Sanzioni ed interessi
Gestire una revisione
Advance pricing arrangements
Cost sharing agreements
Thin capitalization
Per maggiori informazioni ed ordinazioni scrivere a
sales@china-briefng.com
ASIA BRIEFING
8 China Briefng
presentare richiesta delle stesse attraverso
le clausole sullo scambio di informazioni
previste dalle convenzioni fscali in materia,
queste potrebbero dover essere certifcate da
parte del contribuente.
Nel corso della procedura di verifca, le autorit
fscali potrebbero richiedere al contribuente di
compilare il Formulario di analisi dei fattori
di comparabilit fra aziende, mentre le
stesse autorit provvederanno a compilare il
Formulario di valutazione delle relazioni fra
parti correlate, il Formulario di valutazione
delle transazioni fra parti correlate ed il
Formulario di valutazione delle analisi dei
fattori di comparabilit dellazienda.
Con lemanazione della Circolare 363 molte
societ in numerose province e municipalit
come Pechino e Tianjin hanno ricevuto richieste
di chiarimento da parte dei locali uffci del
SAT riguardo alla materia del transfer pricing.
LUffcio statale delle imposte di Pechino ha,
inoltre, recentemente notifcato una richiesta
di informazioni dettagliate relativamente alle
operazioni con parti correlate ad oltre 400
aziende a partecipazione straniera, obbligate
a presentare le informazioni richieste entro
dieci giorni dalla ricezione della notifca, per
non incorrere in sanzioni pecuniarie.
La fase conclusiva
della verifca
La normativa cinese sul transfer pricing
delinea un procedimento molto chiaro per
la fase di completamento della verifca e di
proposizione dellaggiustamento. Sebbene
siano state scritte dal punto di vista delle
autorit, queste linee guida dovrebbero fornire
una chiara indicazione del protocollo seguito
dagli organi fscali preposti, permettendo al
contribuente di prepararsi nel modo migliore.
1. Predisporre una proposta preliminare
speciale di aggiustamento a seguito
di investigazione fiscale sulla base di
simulazioni, valutazioni ed analisi di
comparabilit.
2. Negozi are con l a soci et ogget t o
dellindagine sulla base della proposta
preliminare speciale di aggiustamento a
seguito di investigazione fscale. Autorit
fscale e azienda dovranno designare un
negoziatore principale. Gli investigatori
dovranno redigere un Registro dei
contenuti della negoziazione, che dovr
essere frmato e convalidato dal negoziatore
principale di ciascuna parte. Se lazienda
dovesse rifutarsi di frmare il registro, lo
stesso potr essere frmato ed archiviato da
almeno due degli investigatori.
3. Se lazienda non concorda con la proposta
preliminare speciale di aggiustamento a
seguito di investigazione fscale, dovr
fornire ulteriori informazioni entro i
termini specifcati dalle autorit fscali.
Le autorit fiscali dovranno esaminare
accuratamente le informazioni aggiuntive
fornite e giungere entro la data stabilita ad
una decisione a seguito dellaccertamento.
4. Le aut ori t fi scal i not i fi cheranno
alla societ un Avviso preliminare
speciale di aggiustamento a seguito
di investigazione fiscale sulla base
del risultato dellaccertamento. Nel
caso in cui lazienda non concordi con
laggiustamento preliminare, la stessa
dovr rispondere in forma scritta entro
sette giorni dalla ricezione dellavviso, in
mancanza di ci si presume laccettazione
dello stesso. In seguito al ricevimento della
risposta negativa da parte della societ, le
autorit fscali valuteranno ulteriormente il
caso e continueranno la negoziazione con
la stessa.
5. Le autorit fiscali dovranno trarre le
conclusioni sullaggiustamento finale
e dovranno provvedere a notificare
allazienda un Avviso speciale di
aggiustamento a seguito di investigazione
fscale.
Laggiustamento
del reddito
Una volta che la verifca stata completata,
se lautorit fscale ritiene che sia necessario
un aggiustamento, pu procedere ad una
rivalutazione del reddito imponibile di una
societ ai sensi dellarticolo 44 della legge
sullimposta sui redditi societari, sulla base
di uno dei seguenti metodi:
in riferimento al margine di proftto di
aziende dello stesso o di un simile settore
economico
sulla base di una valutazione delle spese,
dei costi e proftti della societ da ritenersi
ragionevole
considerando i profitti consolidati del
gruppo e relative proporzioni tra parti
correlate
attraverso qualunque altro metodo ritenuto
ragionevole".
Se considerato appropriato, si provveder ad
un aggiustamento alla redditivit sulla base
di un ventaglio di risultati ottenuti da aziende
comparabili operanti secondo il principio
della libera concorrenza. Normalmente,
dato che nessuna comparazione pu dirsi
perfetta, negli aggiustamenti del prezzo di
trasferimento si applica lo scarto interquartile
dei risultati (dal 25 al 75 percentile).
I contribuenti devono, tuttavia, essere
consapevoli che il ricorso al concetto di
scarto interquartile nella campo del transfer
pricing nuovo in Cina. La normativa in
materia indica che, se la redditivit delle
parti oggetto di verifca rientra al di sotto
della mediana, le autorit fscali dovrebbero
teoricamente provvedere a adeguarlo alla
mediana dello scarto interquartile dei risultati
comparabili. Non permesso provvedere
a quegli aggiustamenti verso il basso per
portare i risultati delle transazioni controllate
a rientrare nello scarto del principio di libera
concorrenza che ridurrebbero limponibilit
fscale in Cina.
Come si pu immaginare, c' incertezza
riguardo a quanto rigorosamente verranno
applicati questi standard, in particolare se vi
siano ragioni economiche valide ed autentiche
per cui la redditivit pu e dovrebbe ricadere
al di sotto della mediana di un modello. Il
consiglio che, se vi siano ragioni valide
e difendibili per raggiungere un punto che
rientra nel pi basso quartile della gamma,
queste dovrebbero essere accuratamente
documentate nel rapporto di transfer pricing e
difese strenuamente da parte del contribuente.
Il procedimento dappello
Ove possibile, sempre raccomandabile
risolvere qualunque controversia in materia
di transfer pricing (o fscale) attraverso una
negoziazione.
Tuttavia, se questo tentativo fallisce,
possibile presentare un ricorso alle autorit
fiscali corredato da nuovi documenti a
supporto entro 60 giorni per avviare una
procedura amministrativa di appello. Una
decisione sullappello deve essere assunta
entro 60 giorni. Le autorit fscali possono
rivalutare i propri aggiustamenti e, se lo
ritengono necessario, consultarsi ulteriormente
con il contribuente.
Dopo aver esaminato le informazioni e i
documenti inoltrati dal contribuente, le
autorit fiscali emetteranno un avviso di
decisione della revisione, il cui esito
generalmente ritenuto defnitivo.
Se i l cont ri buent e non soddi sfat t o
della decisione ha 15 giorni di tempo dal
ricevimento della decisione per avviare un
procedimento giurisdizionale di fronte al
Tribunale del Popolo Prima di dare il via
ad un processo dappello il contribuente ,
tuttavia, obbligato al versamento dellimposta
dovuta, della sanzione e degli interessi.
Verifche e sanzioni in materia di transfer pricing
9 China Briefng
Quando si valuta se intraprendere questultimo
passo, il contribuente dovrebbe considerare
attentamente i potenziali danni al suo rapporto
con lautorit fscale, le realistiche possibilit
di successo, gli effetti sulla reputazione della
societ ed i costi della causa.
Sanzioni ed interessi
La nuova legge sullimposta dei redditi
societari introduce per la prima volta il
concetto di aggiustamento fscale antievasione.
Si tratta della prima volta in cui viene imposto
un interesse sugli aggiustamenti dei prezzi di
trasferimento ed un chiaro segnale di quanto
seriamente il SAT stia considerando questo
problema. Il tasso di interesse quello base
dei prestiti in RMB pubblicato dalla Peoples
Bank of China.
Ci sar inoltre una sanzione pecuniaria pari al
5% dellaggiustamento fscale, ci tuttavia non
accade nel caso in cui sia stata predisposta la
necessaria documentazione in linea con quanto
richiesto o se il contribuente esentato dalla
presentazione della documentazione e fornisce
altre informazioni rilevanti. Normalmente,
questo tipo di interessi non rientra nella
definizione del concetto di imposta
contenuto nelle convenzioni fscali, perci,
anche se esiste un trattato fra i paesi coinvolti
nella transazione oggetto dellaggiustamento,
non sar possibile chiedere uno sgravio
a fronte degli interessi addebitati su un
aggiustamento del transfer pricing.
In aggiunta, se una multinazionale non
provvede ad aggiustare i propri bilanci per
rifettere un credito esigibile dalla controllante/
controllata per il prezzo caricato in eccesso,
lammontare dellaggiustamento sar trattato
come presunto dividendo. Se una delle parti
una societ straniera, il prezzo in eccesso
sar gravato dallimposta sui dividendi. Anche
nel caso in cui il reddito in eccesso ricevuto
dalla societ affliata straniera sia un reddito
da interesse o da royalty , non vi sar alcuna
restituzione dellimposta sugli interessi o sulle
royalty gi versata.
Gli aggiustamenti
corrispondenti
Il Capitolo 11 delle China Transfer Pricing
Regulations dedicato agli aggiustamenti
corri spondent i ed al l e consul t azi oni
internazionali attraverso la procedura
prevista dalle convenzioni internazionali
contro la doppia imposizione (c.d. Mutual
Agreement Procedure-MAP) e ci riflette
chiaramente limportanza data dal SAT a
questi aspetti. Tuttavia, poich si tratta di
un concetto nuovo, difficile credere che
questo tipo di aggiustamenti si innescher
automaticamente in tutti i casi di transfer
pricing.
Una cornice regolamentare per le MAP stata
disposta dalla SAT con la Guo Shui Fa No 115
del 2005, che elenca le situazioni in cui un
contribuente cinese possa richiedere che venga
fatto ricorso ad una MAP e fornisca una lista
di documenti necessari per la presentazione
di tale domanda.
Le considerazioni chiave che emergono dalle
linee guida sono le seguenti:
Per pr es ent ar e domanda per un
aggi ust ament o corri spondent e che
coinvolga parti correlate in un paese
(regione) che ha concluso con la Cina
un trattato contro la doppia imposizione
bisogna presentare una richiesta formale
scritta unitamente ad una Domanda
di avvio di una MAP sia al SAT che
alle autorit fiscali preposte, e fornire
la documentazione rilevante e la copia
dellavviso di aggiustamento del prezzo di
trasferimento notifcato allazienda o alla
sua parte correlata.
La domanda deve essere inoltrata entro
tre anni dal giorno in cui stato notifcato
lavviso di aggiustamento del prezzo di
trasferimento.
La SAT deve impegnarsi in discussioni
e negoziazioni con lautorit competente
dellaltro paese frmatario del trattato e
comunicarne in forma scritta lesito alla
societ tramite le competenti autorit
fscali.
Gli aggiustamenti corrispondenti non si
applicano alle situazioni che coinvolgono
spese per interessi non deducibili o spese
per interessi ritenuti una distribuzione di
dividendi.
Consigli per gestire
una verifca del
transfer pricing
Elenchiamo in seguito alcuni utili consigli
pratici nelleventualit in cui sia necessario
prepararsi a fronteggiare una verifica
fiscale:
Predisporre anticipatamente unaccurata
documentazione al fne di massimizzare le
possibilit di evitare una verifca ed essere
pienamente preparati nelleventualit che
questa abbia luogo.
Assicurarsi che vi sia un completo
allineamento fra la realt legale, quella
economica e quella contabile e che sia
stato progettato ed applicato un adeguato
sistema di transfer pricing, supportato da
contratti, fatture e rendiconti fnanziari.
Mantenere sin dallinizio un rapporto
professionale e di cooperazione con i
revisori
Identifcare il team interno responsabile
di gestire la revisione del transfer pricing
e chiarire i rispettivi ruoli e responsabilit.
Mantenere un archivio dettagliato dei
documenti richiesti dalle autorit fscali ed
assicurarsi che loro facciano lo stesso.
Assicurarsi che un membro del team
finanziario/fiscale interno sia presente
a tutti i colloqui unitamente, se risulta
necessario, ad un consulente esterno (
consigliabile tenere un verbale dettagliato
di tutte le discussioni)
Valutare la possibilit di lavorare con uno
specialista di transfer pricing esterno cos
da assicurare che le aree di rischio siano
identifcate il prima possibile, in modo da
poter predisporre in anticipo gli argomenti
tecnici, la documentazione e lanalisi
economica.
Comprendere la situazione dal punto di
vista delle autorit, le quali hanno scadenze
e possibili obiettivi di gettito fscale da
raggiungere. Comprendere ci permette
di ottimizzare la strategia di negoziazione.
Identifcare i possibili esiti della verifca
per comprenderne limpatto fnanziario.
Ci si riveler uno strumento utile in ogni
negoziazione per il raggiungimento di un
accordo.
Esaminare la possibilit di richiedere
aggiustamenti corrispondenti secondo le
procedure MAP.
Tenere a mente la possibilit di presentare la
domanda per un APA al fne di incoraggiare
i revisori a circoscrivere la verifica
allesercizio precedente e continuare su
una base di collaborazione.
Rifettere seriamente prima di ricorrere in
appello o di agire per via giurisdizionale.
10 China Briefng
F
are affari in Cina oggi non signifca pi
unicamente stare a Pechino, Shanghai
o Canton, per questo motivo, nel corso del
2008 e del 2009, abbiamo messo in luce
le cosiddette citt cinesi di seconda e terza
fascia, mete sempre pi importanti per gli
investimenti diretti esteri. Queste analisi
sono svolte dal nostro staff sul campo e sono
disponibili anche nella versione integrale
(al momento disponibile solo in lingua
inglese) nella collana China Briefng Regional
Business Guides.
Potete trovare ulteriori
informazioni sulle citt
cinesi nella sezione City
Guide della pagina web del magazine China
Expat allindirizzo www.chinaexpat.com.
IL DELTA DEL
FIUME YANGTZE
Suzhou
Soprannominata la Venezia dellEst,
Suzhou famosa per la bellezza dei suoi
paesaggi e per lospitalit dei suoi cittadini.
La sua posizione strategica ha contribuito
moltissimo allo sviluppo del commercio e
del turismo. Situata in stretta prossimit di
Shanghai, i cui costi crescono rapidamente,
negli ultimi anni la citt ha attratto un enorme
quantitativo di investimenti diretti esteri
(IDE), la maggior parte dei quali diretta
verso il fiorente e ben localizzato Suzhou
Industrial Park.
Infrastrutture
Per via della sua rete autostradale ben
sviluppata, Suzhou conosciuta per essere la
porta daccesso da sudest verso Shanghai e la
provincia dello Zhejiang. Sono attualmente in
funzione tre stazioni per gli autobus a lunga
percorrenza. La Suzhou North Bus Station
offre il maggior numero di collegamenti
verso le province dellAnhui, Hubei, Fujian,
Shandong, Jiangxi e Zhajiang. Da qui partono
bus verso Shanghai ogni venti minuti.
La citt inoltre un importante punto di
transito della linea ferroviaria Pechino-
Shanghai e della Jinghu Railway che collega
Shanghai e Nanchino. C un servizio di
collegamenti con cadenza oraria verso
entrambe queste citt. La Suzhou Railway
Station tra le pi traffcate stazioni per il
trasporto di passeggeri della Cina, sono 139
i convogli che fermano qui ogni giorno. I
T-train impiegano solamente 45 minuti a
raggiungere Shanghai ed unora e mezza
per Nanchino.
Pur essendo unimportante destinazione
turistica, Suzhou non ancora dotata di un
proprio aeroporto internazionale. La cosa
migliore utilizzare i vicini aeroporti di
Shanghai: lo Shanghai Hongqiao International
Airport ed il Pudong International Airport.
Laeroporto di Hongqiao dista 86 chilometri da
Suzhou. previsto un servizio di bus navetta
giornalieri che collega Shanghai e Suzhou in
circa unora e quaranta minuti.
Leconomia e gli investimenti
Nel 2007 il PIL di Suzhou ha raggiunto i 570
miliardi di RMB, con un tasso di crescita del
16%, mentre il PIL procapite, tra i piu alti al
livello nazionale, stato di 79.407 RMB.
Negli ultimi cinque anni la citt ha goduto
di una crescita impressionante, connessa
allaumento dei costi di produzione a
Shanghai. Lamministrazione di Suzhou,
i n col l aborazi one con i l governo di
Singapore, ha creato il Singapore-Suzhou
Industrial Park, che offre incentivi agli
investimenti particolarmente attrattivi,
al fi ne di t rasformare l a ci t t i n un
centro manifatturiero di livello globale.
Per sostenere la crescita di Suzhou e
la sua posizione nelleconomia cinese,
lamministrazione municipale partecipa
attivamente al rafforzamento delleconomia
locale, elaborando progetti destinato
espressamente ad attrarre investitori.
Oltre a captare lesubero di numerose societ
che trovano Shanghai troppo cara, sono
parecchi i fornitori di chi produce a Shanghai
situati nelle aree industriali di Suzhou e nei
dintorni della citt. Grazie principalmente
alla sua vicinanza con Shanghai, Suzhou
stata una delle prime citt della regione
guardata con interesse dalle aziende straniere
che intendevano avviare stabilimenti
manifatturieri. Sono sempre pi numerose le
societ straniere che continuano a trasferirsi
a Suzhou per aprire nuove fabbriche e trarre
vantaggio dal ridotto costo dei terreni e della
manodopera.
Dal 2001 al 2007, gli investimenti diretti
estreri contrattati sono cresciuti di oltre il
250%, passando dai 7,23 miliardi ai 18,52
miliardi di dollari. A prova del fatto che gli
IDE di Suzhou sono via via migliorati per
qualit, il numero complessivo di contratti
in realt diminuito fra il 2002 ed il 2006,
mentre lammontare dei capitali contrattati
ed utilizzati cresciuto.
Per Suzhou, una citt che ha pianificato
la propria economia per supportare ed
approfittare della crescita della vicina
Shanghai, la lungimiranza e la pianifcazione
hanno dato i loro frutti. I manager stranieri che
vivono in citt dicono che la qualit della vita a
Suzhou migliorata notevolmente negli ultimi
tre anni e, per questa ragione, hanno accettato
di buon grado il trasferimento dellattivit in
citt. A detta di molti lo stile di vita di Suzhou
preferibile sotto molti punti di vista, la citt
ha, infatti, molte pi aree verdi, un minor costo
della vita e tutti i confort che possono essere
trovati a Shanghai.
3TC
Laltra Cina, viaggio tra le citt minori e meno conosciute della Repubblica Popolare
3TC
11 China Briefng
Suzhou ha 25 universit, 70 istituti di ricerca
e, ogni anno, sono oltre 50.000 i laureati che
si riversano sulle strade per entrare a far parte
della forza lavoro qualifcata del futuro di
cui Suzhou ha bisogno per portare avanti la
propria industria.
Development zones
Suzhou Industrial Park
Suzhou Nat i onal New and Hi - t ech
Development Zone
In breve
il 42% del territorio cittadino ricoperto
dacqua
il primo centro al mondo per la produzione
di laptop e fotocamera digitali
lamministrazione locale gioca un
ruolo importante nel rafforzamento
delleconomia
il PIL procapite della citt nel 2007 era
pari a 79.407 RMB, uno dei pi alti della
Cina
Per assistenza agli investimenti nella citt di
Suzhou vi invitiamo a contattarci allindirizzo:
shanghai@dezshira.com.
LA CINA
OCCIDENTALE
Chongqing
Gli effetti della politica Go West fnalizzata
a generare investimenti nelle province
occidentali possono essere avvertiti molto
chiaramente in questa megalopoli di nome
Chongqing. Si prevede che Chongqing
giocher il ruolo di un magnete per gli
investimenti nellovest come Shenzhen e
Shanghai hanno fatto per il sud e lest nel
corso degli anni 80 e 90. Chongqing gi
una delle citt con lo sviluppo pi rapido al
mondo ed il governo mira a renderlo ancora
pi veloce. Lobiettivo quello di urbanizzare
il 70% della municipalit entro il 2020.
Infrastrutture
Chongqing possiede un sistema di trasporti
complessivo che non collega solamente
lest allovest, ma che interconnette anche
le sue stesse aree urbane e rurali. La citt
lunico snodo per i trasporti dellovest della
Cina che integra il trasporto su acqua, via
terra e via aria. Ci sono cinque autostrade
principali che attraversano Chongqing, la
pi importante delle quali la Chengdu-
Chongqing Expressway che collega i due
centri trainanti dellovest del paese. Tre
importanti linee ferroviarie nazionali corrono
attraverso Chongqing e lamministrazione
municipale spera che le numerose nuove linee
in costruzione renderanno la citt un centro
di snodo ferroviario entro il 2017. Il progetto
principale quello di un nuovo collegamento
veloce con Shanghai che taglier i tempi
di viaggio dalle attuali quarantadue a sole
otto ore. Secondo le autorit locali, la citt
dovrebbe avere otto linee ferroviarie per il
trasporto di container entro il 2020.
Laeroporto internazionale Jiangbei di
Chongqing situato a 21 chilometri a nord
della citt. Ci sono voli internazionali verso
Hong Kong, Dusseldorf, Monaco, Tokyo,
Nagoya, and Seul. Laeroporto composto di
due terminal che hanno la capacit di servire
1.000 passeggeri lora.
Situata lungo la parte superiore del fume
Yangtze, Chongqing il pi grande porto
commerciale interno della Cina. A causa delle
maree stagionali, tuttavia, a volte le operazioni
di carico e scarico risultano rallentate. La
diga delle Tre Gole ha anche ridotto il tempo
di viaggio verso Shanghai ed ha aumentato i
livelli di navigabilit lungo il fume.
Leconomia e gli investimenti
Chongqing era uno dei famosi vecchi centri
manifatturieri della Cina. Tra gli attuali
pilastri del suo sistema industriale ci sono
lindustria dei veicoli a motore, la produzione
dattrezzature, la lavorazione di risorse
naturali, lalta tecnologia. Chongqing
risultata sesta a livello nazionale per grado di
competitivit.
Chongqing anche uno dei principali centri
per la produzione di ferro ed acciaio ed
un importante centro per la produzione
dalluminio. Il settore manifatturiero gode di
buona salute. Ci sono oltre 10.000 fabbriche
con investimenti fssi pari a 73 miliardi di
RMB. Nel 2005 numerose grandi aziende
nazionali per la manifattura delettrodomestici,
come Haier, Midea e Gless hanno trasferito i
propri stabilimenti dalle province costiere a
Chongqing. stato calcolato che vi sia un
risparmio pari a 100 RMB per unit a produrre
condizionatori daria a Chongqing piuttosto
che nelle province costiere.
Chongqing risulta essere la quarta citt
cinese per attrattivit di IDE dopo Pechino,
Shanghai e Shenzhen. Nel 2007 gli IDE
contrattati sono stati 4,07 miliardi di dollari,
con una crescita del 260,18%, 1,085 miliardi
dei quali sono stati utilizzati. Tra le aziende
che rientrano tra le prime 500 al mondo nella
classifca di Fortune che operano in citt vi
sono: Danone, Carrefour, HSBC, Ericsson,
Honda e Ford. Anche il commercio ha subito
una crescita signifcativa. Le esportazioni nel
2007 erano pari a 4,51 miliardi di dollari, con
una crescita del 34,4%. Tra i principali beni
oggetto desportazione vi sono i motocicli, le
automobili, le componenti per auto, i prodotti
chimici e farmaceutici, i prodotti agricoli
e quelli dellindustria leggera. Anche le
importazioni sono cresciute del 38,6% fno a
toccare i 2,94 miliardi di dollari, lasciando cos
la citt con un surplus commerciale pari a 1,57
miliardi di dollari. Il settore privato conta per
il 40% delleconomia locale, una proporzione
che dovrebbe raggiungere il 60% entro il 2014.
Development zones e porti
Chongqing Economic and Technological
Development Zone
Chongqing Hi-Tech Industrial Development
Zone
The New North Zone
Chongqing Port
In breve
nel 1997 Chongqing divenuta la quarta
municipalit cinese ad amministrazione
autonoma sotto il diretto controllo del
governo centrale dopo Pechino, Shanghai
e Tianjin
sia citt che municipalit, Chongqing il
centro con la crescita urbana maggiore al
mondo e la sua popolazione ha gi superato
quella di Iraq, Per e Malesia
Per assistenza agli investimenti nella citt
di Chongqing vi invitiamo a contattarci
allindirizzo: beijing@dezshira.com.
I VOSTRI CONSULENTI
DI FIDUCIA IN CINA
Fondata nel 1992, siamo la pi grande societ di consulenza contabile e fscale a partecipazione italiana
in Cina. Con nove uffci ed oltre 150 professionisti a disposizione, siamo lalternativa affdabile per la
gestione della vostra contabilit e della revisione obbligatoria dei vostri bilanci per il 2009. Vi invitiamo a
contattare uno dei nostri uffci elencati qui sotto o il nostro uffcio in Italia per maggiori informazioni sui
nostri servizi di assistenza contabile individuale e societaria.
BEIJING OFFICE
Regional Partner: Sabrina Zhang
E: beijing@dezshira.com
T: +86 10 6566 0088
HANGZHOU OFFICE
Manager: Helen Ye
E: hangzhou@dezshira.com
T: +86 571 5685 9956
SHENZHEN OFFICE
Managing Partner: Alberto Vettoretti
E: shenzhen@dezshira.com
T: + 86 755 8366 4120
DALIAN OFFICE
Senior Associate: Adam Livermore
E: dalian@dezshira.com
T: +86 411 6299 0101
NINGBO OFFICE
Manager: Lily Wang
E: ningbo@dezshira.com
T: +86 574 8733 8682
ZHONGSHAN OFFICE
Manager: Lisa Qian
E: zhongshan@dezshira.com
T: +86 760 8826 9592
SHANGHAI OFFICE
Regional Manager: Olaf Griese
E: shanghai@dezshira.com
T: +86 21 6358 8686
GUANGZHOU OFFICE (Canton)
Senior Associate: Rosario DiMaggio
E: guangzhou@dezshira.com
T: +86 20 3825 1526
HONG KONG OFFICE
Manager: Joe Sze
E: hongkong@dezshira.com
T: +852 2376 0334
AL SERVIZIO DEGLI INVESTIMENTI DIRETTI ESTERI IN CINA
italiandesk@dezshira.com
www.dezshira.com/it
UFFICIO IN ITALIA:
Leonello Bosco, Senior Consultant
E-mail : italiandesk@dezshira.com
Via Castagnole, 20/M (centro
Edison), 31100 Treviso - Italy
Tel. +39 0422 264026
Cell. +39 335 245057