Sei sulla pagina 1di 4

Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore

ETTORE MAJORANA
24068 SERIATE (BG) Via Partigiani 1 -Tel. 035-297612 - Fax 035-301672
e-mail: majorana@ettoremajorana.gov.it - sito internet: www.ettoremajorana.gov.it
Cod.Mecc.BGIS01700A Cod.Fisc.95028420164


Md CDC 49_1 - Piano di Lavoro Annuale
edizione 1/12 revisione 01/10/13

Pagina 1 di 4
PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA: TECNOLOGIE ELETTRICHE, ELETTRONICHE, DELLAUTOMAZIONE
ED APPLICAZIONI.
Classi 3AP - 3BP A.S. 2013 -2014


SETTORE: ( ) Istruzione tecnica (settore tecnologico) ( x ) Istruzione professionale (settore industria e artigianato)
INDIRIZZO:
( ) Elettronica ed Elettrotecnica
( ) Informatica e Telecomunicazioni
( ) Trasporti e Logistica
( x ) Manutenzione e Assistenza Tecnica
Opzione: Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili.

ARTICOLAZIONE:
(solo per il triennio)
( ) Elettronica ( ) Elettrotecnica ( ) Automazione
( ) Informatica ( ) Telecomunicazioni
( ) Trasporti ( ) Logistica

1. PREMESSA
Il presente Piano di Lavoro:
coerente con il P.O.F. della scuola, del quale accoglie integralmente i contenuti, con particolare riferimento a criteri e griglie di valutazione.
approvato in sede di Riunione Disciplinare.
parte integrante della programmazione annuale del Consiglio di Classe registrata su Md CDC 07.
Il modello di piano di lavoro adottato stato progettato dalla Commissione Didattica dellIstituto per fornire uno strumento di programmazione condivisa, che aiuti gli
insegnanti a delineare un percorso formativo comune tra docenti della stessa materia e della stessa classe.
Il presupposto per la compilazione la programmazione per competenze cos come richiesta dai regolamenti della nuova scuola superiore degli Istituti Tecnici e Professionali
(DPR 88/2010 e DPR 87/2010).
I riferimenti utili per la progettazione formativa sono le linee guida del biennio e del triennio degli Istituti Tecnici e Professionali e la normativa relativa allobbligo scolastico
(Decreto 139/2007).
I documenti completi sono reperibili sul sito INDIRE (www.indire.it).
Una sintesi di tali documenti, relativa ai soli corsi attivati in Istituto, pubblicata sul sito della scuola (www.majorana.org/risultati-apprendimento-nazionali-indirizzi-tecnici-
professionali).

2. MOTIVAZIONE DELLINTERVENTO DIDATTICO
(risultati di apprendimento relativi al profilo educativo, culturale e professionale, estratti dalle linee guida nazionali)
Il docente di Tecnologie elettrico- elettroniche, dellautomazione e applicazioni concorre a far conseguire allo studente, al termine del percorso quinquennale, i seguenti risultati
di apprendimento relativi al profilo educativo, culturale e professionale: padroneggiare luso di strumenti tecnologici con particolare attenzione alla sicurezza nei luoghi di vita e di
lavoro, alla tutela della persona, dellambiente e del territorio; individuare i problemi attinenti al proprio ambito di competenza e impegnarsi nella loro soluzione collaborando
Md CDC 49_1 Piano di Lavoro Annuale edizione 1/12 revisione 01/10/13
Pagina 2 di 4
efficacemente con gli altri; utilizzare strategie orientate al risultato, al lavoro per obiettivi e alla necessit di assumere responsabilit nel rispetto delletica e della deontologia
professionale; utilizzare le tecnologie specifiche del settore e sapersi orientare nella normativa di riferimento; riconoscere ed applicare i principi dellorganizzazione, della gestione
e del controllo dei diversi processi produttivi assicurando i livelli di qualit richiesti.
3. DECLINAZIONE DELLE COMPETENZE

COMPETENZE IN
USCITA
(biennio/triennio)
COMPETENZE
specifiche
CONOSCENZE
relative alla competenza
ABILITA
relative alla competenza
Eventuali Discipline
concorrenti
ALLEGATI
Tratte dalle linee guida
nazionali e dalla
normativa relativa
allobbligo scolastico
Definite dalla
programmazione
collegiale dellIstituto
Tratte dalle linee guida nazionali e/o
definite dalla programmazione
collegiale dellIstituto
Tratte dalle linee guida nazionali e/o
definite dalla programmazione
collegiale dellIstituto
Definite dalla
programmazione
collegiale dellIstituto
Definite dalla
programmazione
collegiale dellIstituto
Utilizzare strumenti
e tecnologie
specifiche nel
rispetto della
normativa sulla
sicurezza
comprendere,
interpretare e
analizzare schemi di
apparati, impianti e
servizi tecnici
industriali e civili
utilizzare la
documentazione
tecnica prevista
dalla normativa per
garantire la corretta
funzionalit di
apparecchiature,
impianti e sistemi
tecnici oggetto di
interventi di
manutenzione, nel
contesto industriale
e civile.
utilizzare
correttamente
strumenti di misura,
controllo e diagnosi,
Partendo da disegno
tecnico, saper
realizzare un quadro
elettrico relativo ad
impianto elettrico
civile o industriale.
Effettuare le misure
delle grandezze
elettriche
fondamentali su
impianti e dispositivi
elettrici.
Ricerca dei guasti e
relativa soluzione.
Relazione tecnica e
calcoli relativi alla
parte di impianto
elettrico realizzato.
Agire nel sistema
della qualit, gestire le
esigenze del
committente, reperire
le risorse tecniche e
tecnologiche per
offrire servizi efficaci
ed economicamente
correlati alle richieste.
Analizzare il valore, i
limiti e i rischi delle
Norme di rappresentazione grafica di
reti e impianti elettrici. Schemi
elettrici. Schemi logici, funzionali di
apparati, sistemi e impianti.
Differenza di potenziale, forza
elettromotrice, corrente elettrica,
potenza elettrica.
Classificazione dei materiali
dinteresse in relazione a propriet
elettriche.
Principi di elettrotecnica e di
elettronica applicati a circuiti, reti
elettriche e dispositivi elettronici di
interesse.
Metodi di osservazione e misura con
strumentazione elettrica ed
elettronica di base.
Curve caratteristiche tensione-
corrente dei principali componenti
elettrici ed elettronici.
Parametri di funzionamento di
circuiti e componenti elettrici ed
elettronici.
Documentazione tecnica, manuali e
data-sheet.
Sistemi monofase e trifase.
Struttura dei quadri per gli
azionamenti elettrici.
Struttura e componenti degli
Interpretare ed eseguire disegni e
schemi di impianti e
dispositivi elettrici.
Definire le condizioni di esercizio
degli impianti rappresentati
in schemi e disegni.
Individuare gli elementi per la
protezione dellequipaggiamento
elettrico del mezzo di trasporto.
Individuare le modalit di
alimentazione elettrica e le relative
protezioni previste.
Determinare i materiali dei
conduttori idonei al trasporto
dellenergia nei componenti e negli
impianti da alimentare
elettricamente.
Individuare le caratteristiche
elettriche di macchine, impianti e
dispositivi elettrici.
Individuare i pericoli e valutare i
rischi nelluso dei dispositivi,
nelle attivit e ambienti di vita e di
lavoro.
Riconoscere e interpretare la
segnaletica antinfortunistica.
Individuare, adottare e promuovere
dispositivi a protezione
delle persone e degli impianti.
TECNOLOGIE
MECCANICHE E
APPLICAZIONI -

LABORATORI
TECNOLOGICI
ED
ESERCITAZIONI

TECNOLOGIE E
TECNICHE DI
INSTALLAZIONE E
DI
MANUTENZIONE
DI APPARATI E
IMPIANTI CIVILI E
INDUSTRIALI


Prova di verifica
della competenza
(all. n ..)
Rubrica di
valutazione (all.
n ..)
Md CDC 49_1 Piano di Lavoro Annuale edizione 1/12 revisione 01/10/13
Pagina 3 di 4
COMPETENZE IN
USCITA
(biennio/triennio)
COMPETENZE
specifiche
CONOSCENZE
relative alla competenza
ABILITA
relative alla competenza
Eventuali Discipline
concorrenti
ALLEGATI
Tratte dalle linee guida
nazionali e dalla
normativa relativa
allobbligo scolastico
Definite dalla
programmazione
collegiale dellIstituto
Tratte dalle linee guida nazionali e/o
definite dalla programmazione
collegiale dellIstituto
Tratte dalle linee guida nazionali e/o
definite dalla programmazione
collegiale dellIstituto
Definite dalla
programmazione
collegiale dellIstituto
Definite dalla
programmazione
collegiale dellIstituto
ed eseguire
regolazioni di
apparati e impianti
industriali e civili.
analizzare il valore,
i limiti e i rischi
delle varie soluzioni
tecniche per la vita
sociale e culturale
con particolare
attenzione alla
sicurezza nei luoghi
di vita e di lavoro,
alla tutela della
persona,
dellambiente e del
territorio.

varie soluzioni
tecniche per la vita
sociale e culturale con
particolare
attenzione alla
sicurezza nei luoghi di
vita e di lavoro, alla
tutela della persona,
dellambiente e del
territorio
impianti elettrici, utilizzatori in
MT/BT.
Cause, effetti e prevenzione degli
infortuni elettrici. Segnaletica
antinfortunistica e dispositivi di
protezione elettrica, individuali e
collettivi.
Principi di funzionamento e
utilizzazione degli strumenti di
lavoro e dei dispositivi di
laboratorio.

Assumere comportamenti sicuri nelle
attivit di manutenzione
e prescriverli agli utenti dei relativi
apparati e impianti.
Individuare e utilizzare strumenti e
tecnologie adeguate al tipo
di intervento manutentivo di
interesse.
Organizzare e gestire processi di
manutenzione.
Utilizzare, nei contesti operativi,
metodi e strumenti di misura,
controllo e regolazione propri delle
attivit di manutenzione
elettrica ed elettronica.
Configurare strumenti di misura,
monitoraggio e controllo.
Eseguire prove e misurazioni, in
laboratorio e in situazione.
Commisurare lincertezza delle
misure a valori di tolleranza
assegnati.
Descrivere struttura e organizzazione
funzionale di dispositivi e
impianti oggetto di interventi
manutentivi.


Note
Il riferimento finale sono le competenze di uscita dal biennio o del triennio di istruzione secondaria, riprese anche nelle linee guida nazionali. Tali competenze generali devono
essere declinate in competenze specifiche e relative conoscenze ed abilit, con riferimento alle linee guida nazionali. Negli allegati si definiscono esempi di prove di valutazione
della competenza (intesa come compito di prestazione) ed i criteri di verifica della competenza (utilizzando lo strumento della rubrica).
Md CDC 49_1 Piano di Lavoro Annuale edizione 1/12 revisione 01/10/13
Pagina 4 di 4
4. NUMERO E TIPOLOGIA DELLE PROVE DI VERIFICA PREVISTE
(coerenti con modello Md CDC 07 - Programmazione del Consiglio di Classe)

Almeno due verifiche per quadrimestre secondo quanto previsto dalla programmazione del CDC.
Le tipologie di prova che saranno utilizzate, potranno essere: Orali Scritte Pratiche- Relazioni e/o Progetti
5. STRATEGIE DIDATTICHE PREVISTE PER FAVORIRE E MIGLIORARE I PROCESSI DI APPRENDIMENTO
(anche eventuali lavori interdisciplinari)
Per la natura interdisciplinare di questo insegnamento, limpostazione didattica prevalente sar per progetti con luso delle metodologie dello studio del caso, della
simulazione e della ricerca di gruppo. Le altre strategie didattiche, quali la lezione dialogata e la lezione frontale saranno utilizzate per introdurre, richiamare e
puntualizzare le conoscenze disciplinari descritte nei macroargomenti e quelle pluridisciplinari necessarie per la conduzione del lavoro.
6. MATERIALI E SUPPORTI DIDATTICI UTILI
Libro di testo e/o tablet con testi teorici relativi alla disciplina TEEAA - Componenti e strumenti per le esercitazioni pratiche, relativi a ciascun modulo - Appunti forniti
dal docente - Lavagna luminosa - Videoproiettore - Cataloghi tecnici - Fogli di istruzione Programmi applicativi.
7. INTERVENTI INTEGRATIVI



SERIATE, 25 settembre 2013
IL COORDINATORE DELLA RIUNIONE DISCIPLINARE