Sei sulla pagina 1di 5

Atti parlamentari Assemblea regionale siciliana

XVI Legislatura Documenti: disegni di legge e relazioni Anno 2014


(nn. 141-206- ! "is#
A$$%&'L%A (%)I*+AL% $I,ILIA+A
DI$%)+* DI L%))% (n. 141#
-resentato dai de-utati: La (occa. $iragusa. ,ancelleri. ,a--ello. ,iaccio. ,iancio.
/erreri. /oti. &angiaca0allo. 1almeri. 2rizzino. 2roisi. Venturino. 3a4arana. 3ito
il 16 gennaio 2015
Norme contro la discriminazione determinata dall'orientamento sessuale
o dall'identit di genere
(*&I$$I$#
DI$%)+* DI L%))% (n. 206#
-resentato dai de-utati: /errandelli. Arancio. Alloro. ,irone. ,racolici. Digiacomo.
&aggio. &arziano. 1anarello. (aia. Anselmo. )ucciardi. 1ane-into
il 6 4e""raio 2015
Norme contro le discriminazioni determinate dallorientamento sessuale o
dallidentit di genere.
Istituzione del registro anagrafico per le unioni civili
(*&I$$I$#
DI$%)+* DI L%))% (n. !#
-resentato dal de-utato: ,racolici
il 20 giugno 2014
Istituzione dellelenco regionale delle unioni civili
(*&I$$I$#
----*----
(%LA3I*+% D%LLA I ,*&&I$$I*+%
A//A(I I$2I273I*+ALI: ordinamento regionale. ri4orme istituzionali.
organizzazione amministrati0a. enti locali territoriali
ed istituzionali. diritti ci0ili
,om-osta dai de-utati:
,racolici Antonello. presidente; /iguccia Vincenzo. vicepresidente; Anselmo
Alice. vicepresidente8 $iragusa $al0atore. segretario8 ,a--ello /rancesco8 ,imino
&ic9ele8 D:Asero Antonino8 /ormica $anti8 &ala4arina Antonio8 &iccic9;
)ianluca Antonello8 &ilazzo )iuse--e8 1ane-into )io0anni8 (inaldi /rancesco8
(uggirello 1aolo8 2ama<o %dmondo.
1resentata il
(*&I$$I$#
---*---
DI$%)+* DI L%))% D%LLA I ,*&&I$$I*+%
Norme contro la discriminazione determinata dallorientamento
sessuale o dallidentit di genere.
Istituzione dellelenco regionale delle unioni civili.
Art. 1.
Finalit
1. La (egione riconosce le 4ormazioni sociali e culturali nelle =uali si
-romuo0ono la -ersonalit> umana e il li"ero s0olgimento delle sue 4unzioni e
atti0it>. ri4iutando =ualsiasi discriminazione legata all:etnia. alla religione.
all:orientamento sessuale e all:identit> di genere.
2. La (egione riconosce. altres?. ogni 4orma di con0i0enza e adotta -olitic9e
4inalizzate a consentire ad ogni -ersona la li"era es-ressione e mani4estazione del
-ro-rio orientamento sessuale e della -ro-ria identit> di genere. -romuo0endo il
su-eramento delle situazioni di discriminazione. secondo le dis-osizioni della
-resente legge.
5. La (egione. in attuazione dell:articolo 5 della ,ostituzione. dell:articolo 21
della ,arta dei diritti 4ondamentali dell:7nione euro-ea e dell:articolo 1@ del
2rattato -er il 4unzionamento dell:7nione euro-ea. -romuo0e la realizzazione e
l:im-lementazione della (ete regionale di -re0enzione e contrasto delle
discriminazioni. anc9e attra0erso le atti0it> del centro regionale di coordinamento
-er la -re0enzione e contrasto delle discriminazioni. di cui al -rotocollo d:intesa
adottato il 12 dicem"re 2015 tra l:Assessorato regionale della 4amiglia. le -olitic9e
sociali e del la0oro A Di-artimento regionale della 4amiglia e delle -olitic9e sociali
e la 1residenza del ,onsiglio dei &inistri A Di-artimento -er le -ari o--ortunit>.
744icio nazionale antidiscriminazioni razziali.
2
4. Il sistema integrato di inter0enti e ser0izi sociali. in con4ormit> a =uanto
-re0isto dagli articoli 2 e 5 della ,ostituzione. dalla legge ! no0em"re 2000 n. 52!
e dal Decreto del 1residente della (egione del 4 no0em"re 2002. concernente le
linee guida -er l:attuazione del -iano socio-sanitario della (egione siciliana. 9a
carattere uni0ersale ed ; teso a -romuo0ere la -arit> di condizioni senza alcuna
discriminazione determinata dall:orientamento sessuale o dall:identit> di genere.
6. )li enti sotto-osti a controllo e 0igilanza della (egione sono tenuti a
uni4ormarsi ai -rinci-i is-iratori della -resente legge.
Art. 2.
Elenco regionale delle unioni civili
1. %: istituito l:elenco regionale delle unioni ci0ili -resso l:Assessorato
regionale della 4amiglia. delle -olitic9e sociali e del la0oro.
2. %ntro @0 giorni dall:entrata in 0igore della -resente legge. con regolamento
adottato con decreto del 1residente della (egione. -re0ia deli"era della )iunta
regionale. su -ro-osta dell:Assessore regionale -er la 4amiglia. le -olitic9e sociali e
il la0oro. sono disci-linate le modalit> di iscrizione e di cancellazione dall:elenco di
cui al comma 1.
5. Il sistema integrato dei ser0izi destinati alla 4amiglia ; esteso ai nuclei di
-ersone legate da 0incoli di -arentela. a44init>. adozione. tutela e da 0incoli a44etti0i.
ai sensi di =uanto -re0isto allBarticolo 4. comma 1. del decreto del 1residente della
(e-u""lica 50 maggio 1@!@. n. 225. -urc9C iscritti nell:elenco di cui al comma 1.
Art. 5.
Interventi in materia di istruzione, formazione professionale,
politice del lavoro ed integrazione sociale. Formazione del personale.
1. La (egione o-era. nell:am"ito delle -ro-rie com-etenze. a44inc9C il
sistema integrato di istruzione e 4ormazione -ro4essionale e il sistema dei ser0izi
-er l:im-iego concorrano a garantire l:e44etti0it> del diritto all:istruzione e alla
4ormazione durante tutto l:arco della 0ita e del diritto al la0oro. %ssa o-era -er
assicurare ad ogni -ersona. indi-endentemente dall:a--artenenza di genere o
dall:orientamento sessuale. uguaglianza delle o--ortunit> e non discriminazione
nell:accesso ai -ercorsi di istruzione. istruzione su-eriore e 4ormazione
-ro4essionale. nell:inserimento al la0oro e nella 4ruizione dei relati0i ser0izi. nei
-ercorsi di carriera e nella retri"uzione.
2. La (egione. -er -re0enire le discriminazioni di identit> di genere e
orientamento sessuale. -ersegue l:integrazione 4ra le -olitic9e educati0e.
scolastic9e e 4ormati0e e le -olitic9e sociali e sanitarie. al 4ine di sostenere le
-ersone e le 4amiglie nei loro com-iti educati0i. realizza e -romuo0e -ercorsi di
inserimento e di integrazione sociale -er le -ersone c9e risultino discriminate o
es-oste al risc9io di esclusione sociale -er moti0i deri0anti dallBorientamento
sessuale o dalla identit> di genere.
5. La (egione -romuo0e l:adozione di com-ortamenti is-irati alla
5
considerazione e al ris-etto -er ogni orientamento sessuale o identit> di genere e
indi0idua. altres?. l:adozione di tali modalit> tra gli o"ietti0i delle atti0it> di
4ormazione del -ersonale dei suoi u44ici ed enti.
4. La (egione. nella redazione dei codici di com-ortamento dei -ro-ri
di-endenti. si con4orma ai -rinci-i di cui all:articolo 1.
Art. 4.
Interventi in materia di prestazioni sanitarie e politice sociali.
!ompiti delle Aziende "anitarie #rovinciali.
1. La (egione o-era. nell:am"ito delle -ro-rie com-etenze. in materia di
-rogrammazione e gestione dei ser0izi sanitari e sociali. mediante l:attuazione dei
-rinci-i di cui al -resente articolo.
2. ,9iun=ue a""ia raggiunto la maggiore et> -uD designare una -ersona c9e
a""ia accesso alle strutture di rico0ero e cura -er ogni esigenza assistenziale e
-sicologica del designante e a cui gli o-eratori delle strutture -u""lic9e e -ri0ate
socio-assistenziali de0ono ri4erirsi -er tutte le comunicazioni relati0e al suo stato di
salute. nel ris-etto dei regolamenti delle strutture di rico0ero e cura.
5. La designazione ; e44ettuata tramite dic9iarazione sostituti0a di atto
notorio. ai sensi dellBarticolo 5! del Decreto del 1residente della (e-u""lica del 2!
dicem"re 2000. La designazione non 9a alcuna scadenza. %ssa -uD essere re0ocata
con a--osita dic9iarazione sostituti0a di atto notorio.
4. Le Aziende sanitarie -ro0inciali. nell:am"ito delle -ro-rie com-etenze e
nella -rogrammazione del 1iano sanitario regionale. assicurano adeguati inter0enti
di in4ormazione. assistenza. consulenza e sostegno -er rimuo0ere gli ostacoli alla
li"era es-ressione e mani4estazione del -ro-rio orientamento sessuale o della
-ro-ria identit> di genere.
Art. 6.
!omunicazione istituzionale e promozione culturale.
1. La (egione. d:intesa con gli enti locali. anc9e attra0erso i -ro-ri 744ici -er
le relazioni con il -u""lico e i -ro-ri strumenti in4ormati0i. adotta nelle -ro-rie
comunicazioni istituzionali modelli e linguaggi a tutela dell:identit> di genere e
dell:orientamento sessuale e contro ogni 4orma di discriminazione.
2. Il ,omitato regionale -er le comunicazioni (,o.(e.,om#. nell:am"ito delle
sue 4unzioni di monitoraggio. e44ettua la rile0azione sui contenuti della
-rogrammazione tele0isi0a e radio4onica regionale e locale e0entualmente
discriminatori ris-etto alla -ari dignit> riconosciuta ai di0ersi orientamenti sessuali
o identit> di genere della -ersona.
5. Il ,o.(e.,om. nell:am"ito delle 4unzioni di disci-lina dellBaccesso
radio4onico e tele0isi0o regionale. garantisce adeguati s-azi di in4ormazione ed
es-ressione in ordine alla trattazione delle tematic9e di cui alla -resente legge.
4. La (egione e gli enti locali. nell:am"ito delle ris-etti0e com-etenze.
4
4a0oriscono la -roduzione e l:o44erta di e0enti culturali e 4orme di socializzazione
a-erte alle di0erse realt> esistenziali. come caratterizzati. tra l:altro.
dall:orientamento sessuale o dall:identit> di genere.
Art. 6.
Estensione delle competenze dell$fficio delle !onsiglieri di parit.
1. Le ,onsigliere di 1arit> inter0engono anc9e nei casi di discriminazioni
moti0ate dall:orientamento sessuale o dall:identit> di genere. -er accogliere e
0alutare segnalazioni di -ersone nonc9C di istituzioni. associazioni e organizzazioni
non go0ernati0e c9e s0olgano atti0it> di -romozione del -rinci-io della -arit> di
trattamento e non discriminazione.
Art. .
Norma finale
1. La -resente legge sar> -u""licata nella )azzetta u44iciale della (egione
siciliana.
2. %: 4atto o""ligo a c9iun=ue s-etti di osser0arla e di 4arla osser0are come
legge della (egione.

6

Potrebbero piacerti anche