Sei sulla pagina 1di 6

2006, Ayres Marques Pinto, Fotografo e Animatore fototerapia@libero.

it
La Fototerapia in Italia: una ri-scoperta
Ayres Marques Pinto, 2006
Non sapevo niente sullesistenza della fototerapia quando mi venuta in mente lidea di
!ondividere il pia!ere di s!attare delle foto !on persone !"e attraversavano un momento
diffi!ile della loro vita. #empli!emente ero !onsapevole dei !ambiamenti !"e o!!orrevano
dentro di me o$ni volta !"e us!ivo portando !on me la mia ma!!"ina foto$rafi!a% prestavo
pi& attenzione alle !ose intorno a me, le emozioni diventavano pi& forti e si !reava un
nuovo tipo di !ontatto visivo !on le altre persone.
'asandomi su questa per!ezione "o elaborato il pro$etto (oto)*n!ons!io !"e !onsisteva
sostanzialmente nel !oinvol$ere attivamente $li ospiti di una !omunit+ psi!"iatri!a nei vari
momenti del pro!esso foto$rafi!o% dalla posa allo s!atto ,dentro e soprattutto fuori della
!omunit+-, dalla !reazione dei loro album di fami$lia alla s!rittura dei ra!!onti !"e ne
s!aturivano. dallo sviluppo dei rullini alla stampa delle foto in !amera os!ura. dalla
s!ansione delle foto ai rito!!"i delle imma$ini al !omputer. dalla s!elta delle foto
allor$anizzazione di una mostra.
/idea di questo pro$etto nata a Natal, nel 0io 1rande do Norte, in 'rasile, quando nel
2334 realizzavo la video)antolo$ia 56m 7ia 8 A Poesia9 ,6n 1iorno 8 /a Poesia-, per la
(esta Nazionale della Poesia, il 2: Marzo. *l poeta visuale 7ottor (ran;lin <apistrano
stato il primo ad a!!ettare linvito a parte!ipare al video, fa!endo la sua performan!e nel
suo posto di lavoro% il mani!omio della !itt+.
Mentre lo psi!"iatra di!eva i suoi poemi visivi lun$o i !orridoi dellospedale, "o notato !"e i
pazienti !i osservavano !on !uriosit+ e !"e molti di loro volevano prendere parte alla
performan!e. *n quel periodo "o iniziato a imma$inare !ome sarebbe stato interessante
fare un per!orso foto$rafi!o insieme alle persone !on disturbi mentali.
/opportunit+ di !on!retizzare quella idea si presentata nel 2002, quando unami!a
psi!olo$a, 0ita Messi, "a parlato del mio lavoro a /oredana <"ielli, direttri!e della
!omunit+ psi!"iatri!a *l (ilo di Arianna, $estita dalla !ooperativa so!iale A##.<==P di
An!ona.
Nella mia prima visita al (ilo di Arianna, sono stato ri!evuto da un si$nore molto ele$ante e
attento !"e "a as!oltato !on interesse la mia proposta di pro$etto. Alla fine della
presentazione, il $entile si$nore mi "a !ondotto alluffi!io della direttri!e. #oltanto allora "o
!apito di non aver parlato !on lo psi!"iatra ma piuttosto !on un ospite della !omunit+.
Nelluffi!io, oltre alla direttri!e, si trovavano due persone% un $iovane !"e masti!ava
nervosamente le punte dei suoi !apelli, e una si$nora fortemente tru!!ata, dai !apelli
rosso (errari, !"e parlava !on una vo!e da baritono mentre fumava a!!anitamente.
Notando il mio disa$io nel parlare del pro$etto in presenza di quelle persone strane,
/oredana me le present>% erano due edu!atori.
<on meno entusiasmo "o presentato la proposta di realizzare un per!orso foto$rafi!o,
5(oto)*n!ons!io9, insieme a$li ospiti e operatori della !omunit+. ? stato approvato.
Per due anni abbiamo $irato per An!ona s!attando delle foto, sviluppando dei rullini e
stampando le imma$ini !"e pi& tardi sarebbero state or$anizzate in una mostra !"e "a
sorpreso tutti per la sua forza e ori$inalit+.
@uesta esperienza !i "a permesso di !apire quanto e in quale modo $li atti del foto$rafare
possono avere una valenza terapeuti!a.
@ualsiasi attivit+ potenzialmente terapeuti!a% !amminare, dormire, prati!are sport,
andare al !inema, suonare uno strumento, ridere, !"ia!!"ierare. per!i>, an!"e s!attare,
$uardare o mostrare delle foto pu> essere profondamente terapeuti!o, ma lo in una
maniera molto parti!olare !"e risulta dalla propria spe!ifi!it+ della !reazione dellimma$ine
foto$rafi!a.
7ato !"e limma$ine foto$rafi!a non !ostruita manualmente, ma viene !atturata
direttamente dal mondo esteriore, il foto$rafo obbli$ato a us!ire da sA, a stabilire un
!ontatto !on la realt+ e !osB fa!endo !rea una !onnessione tra il suo mondo interiore !on
quello !"e lo !ir!onda. *noltre, questo tipo di rapporto 5dentro)fuori9 mediato da una
ma!!"ina foto$rafi!a d+ al foto$rafo un potere de!isionale !"e po!"e altre attivit+ possono
offrire. *l foto$rafo luni!o a de!idere, in mezzo ad infinite possibilit+, !i> !"e sar+
immortalato.
/un$o questo per!orso "o potuto osservare al!une persone, !"e di solito erano
!ompletamente assorbite dai loro pensieri, alzare $li o!!"i e !omin!iare a $uardare il
mondo, sempli!emente per!"A portavano !on sA una ma!!"ina foto$rafi!a. Co visto delle
persone !on una bassa autostima mostrare al pubbli!o or$o$liosamente le bellissime foto
!"e loro stesse avevano s!attato e stampato.
6na volta "o domandato a un ospite !inquantenne, (.7., !"e aveva tras!orso $ran parte
della sua vita in svariate istituzioni psi!"iatri!"e, per!"A a lui pia!eva !osB tanto prendere
parte al pro$etto. e in quale maniera riteneva !"e la foto$rafia lo stesse aiutando. /ui mi
"a spie$ato di essere sempre stato ansioso, ma quando us!iva per foto$rafare era in
$rado di passare tanto tempo a $uardare attraverso il mirino e mentre aspettava il
momento esatto di s!attare una foto nel modo !"e lui voleva, la sua ansia spariva.
5Al !ontrario, mi sento !ome se fossi sospeso nel tempo, !ome se non !i fosse un passato
o un futuro da preo!!uparmi, ma mi sembra !"e !i sia soltanto il momento presente9.
(.7. si rivelato un foto$rafo molto ori$inale !on un senso a!uto di !omposizione di tipo
$eometri!o, nelle sue foto la !itt+ sembrava un paesa$$io sempre vuoto, senza abitanti.
Co fatto una domanda simile allospite pi& $iovane della !omunit+, /.<., unadoles!ente
!"e aveva abbandonato !asa pre!o!emente e !"e nonostante let+ aveva $i+ un
importante vissuto alle spalle prima di trovarsi in !omunit+. /ei "a spie$ato di aver
!ondotto la sua vita in una spe!ie di simultaneit+ a D60 $radi% 5Co sempre voluto vedere
tutto, sperimentare tutto !ontemporaneamente. @uando s!atto per>, nonostante mi senta
libera di foto$rafare quello !"e vo$lio e !ome vo$lio, sono obbli$ata a s!e$liere una
pi!!ola fetta del mondo alla volta9. @uesto limite imposto dalla sua ma!!"ina foto$rafi!a le
"a fatto !apire !"e lei poteva essere se stessa e esprimersi liberamente an!"e quando era
!"iamata a fare i !onti !on le restrizioni imposte da un mezzo espressivo o, per
estensione, dalle re$ole della so!iet+. Per lallestimento della mostra /.<. "a preferito
mostrare un $ran numero di pi!!ole foto$rafie messe insieme !"e formavano dei $randi
pannelli, mentre $li altri "anno preferito fare delle stampe pi& $randi di una pi!!ola
selezione di foto.
@ueste due persone "anno las!iato la !omunit+ subito dopo la mostra. /.<. si is!ritta
alluniversit+, al 7AM# di 'olo$na. (.7. andato a vivere per !onto suo e vive una vita
normalissima, fa dei !orsi di lin$ue straniere e via$$ia in Europa, addirittura in aereo.
Non riten$o !ertamente !"e sia stata la foto$rafia la responsabile del lieto fine di questi
due !asi, ma !redo soltanto !"e abbia avuto un ruolo, forse importante, nel pro!esso della
loro !ura.
(ra i tanti fattori !"e "anno !ontribuito allesito di questo primo intervento vorrei
menzionarne tre%
2. il fatto di aver rifiutato il ruolo di istruttore di foto$rafia. Non mi sono mai preo!!upato di
inse$nar loro a foto$rafare. al !ontrario, sono stato io ad aver imparato tanto da loro. /e
nozioni te!ni!"e della foto$rafia venivano prese in !onsiderazione soltanto quando loro ne
avvertivano il biso$no. Co sempre ritenuto pi& importante valorizzare lori$inalit+ e luni!it+
del loro s$uardo piuttosto !"e inse$nare loro a !reare delle belle imma$ini per pia!ere a$li
altri.
2. la familiarit+ !"e abbiamo !on la foto$rafia. /a foto$rafia di !asa per tutti noi. #iamo
stati foto$rafati dalla nas!ita, da sempre vediamo delle foto appese sui muri e la ma$$ior
parte di noi "a almeno un paio di volte s!attato qual!"e foto. Per questa ra$ione la
foto$rafia pi& rassi!urante e ri!"iede paradossalmente una minore esposizione da parte
nostra rispetto ad altre forme di espressione molto pi& anti!"e e pu> rappresentare un
ponte verso la pittura ,attraverso il !olla$e per esempio-, il ra!!onto, il teatro, la danza e la
musi!a. /a foto$rafia diventata parte della nostra forma mentis. se!ondo Mars"all
M!/u"an, luomo del nove!ento vede foto$rafi!amente.
D. la foto$rafia fa $ruppoF
Al termine di questa prima esperienza "o avvertito la ne!essit+ di formarmi e di informarmi
sulle modalit+ di utilizzo della foto$rafia !ome strumento riabilitativo e terapeuti!o. Co
iniziato a !"iedere a$li psi!olo$i e a$li psi!"iatri !on !ui lavoravo se potevano su$$erire
una biblio$rafia su questo tema, senza ottenere al!un risultato. Co !er!ato delle
informazioni presso $li ami!i foto$rafi e an!"e un professore di psi!olo$ia. Ma la ri!er!a
non mi aveva portato a nessun titolo. Mi sono rivolto a internet e "o s!operto !"e la
fototerapia era molto utilizzata in !ampo dermatolo$i!o per trattare al!une patolo$ie della
pelle per mezzo dellappli!azione della lu!e. A questo punto "o !omin!iato a !redere !"e
forse avevo !asualmente s!operto qual!osa di nuovo, qual!osa !"e "o !"iamato
5fototerapia attiva9.
(in!"A un $iorno /.<. mi "a invitato a parte!ipare alla lezione di apertura dellanno
a!!ademi!o di (oto$rafia al 7AM# di 'olo$na, tenuta dal professor <laudio Marra. Prima
di partire per 'olo$na, sono passato in una libreria per !er!are un libro del professor
Marra. Co visto un titolo molto interessante% 5/e idee della foto$rafia9, pubbli!ato dalla
Mondadori. @uesto libro ra!!o$lie un !entinaio di testi sulla foto$rafia s!ritti da filosofi,
stori!i, esperti della !omuni!azione e della semioti!a, artisti, poeti, s!rittori, so!iolo$i e
an!"e psi!olo$i e psi!"iatri. 'art"es, E!o, <alvino, Galery, #onta$, Henders, M!/u"an,
7ubois e 'azin sono al!uni nomi famosi !"e !ompaiono in questa validissima antolo$ia.
(ra questi testi si trovava an!"e un brano del libro 5(ototerapia e 7iario <lini!o9 di 1iusti e
Proietti, pubbli!ato da (ran!o An$eli. @uesto libro, !"e non pi& in !ommer!io, una
$uida allutilizzo della foto$rafia e della s!rittura in forma di diario in ambito
psi!oterapeuti!o. 1li autori di!"iarano di aver se$uito le strade aperte da due studiose
della fototerapia% /inda 'erman e Iudy Heiser.
*l libro di /inda 'erman 5'eyond t"e #mile% J"e t"erapeuti! 6se of P"oto$rap"y9 stato
pubbli!ato in *talia dalla Eri!;son Edizioni nel 233D !ol titolo 5/a (ototerapia in Psi!olo$ia
<lini!a9. *n questo libro lautri!e riper!orre il suo itinerario di s!operta e di utilizzo della
foto$rafia nella sua prati!a di psi!oterapeuta. /a 'erman ra!!onta la sua esperienza e
espone le sue riflessioni !"e ven$ono sostenute da numerosi !asi !lini!i.
Iudy Heiser, psi!olo$a ameri!ana, "a s!ritto il libro 5P"otoJ"erapy Je!"ni!s 8 EKplorin$
t"e #e!rets of Personal #naps"ots and (amily Albums9 e $estis!e il sito sulla fototerapia
del p"otot"erapy !entre.
Co trovato parti!olarmente interessante la distinzione proposta da Iudy Heiser fra
fototerapia e foto$rafia terapeuti!a. #e!ondo lautri!e, il termine fototerapia dovrebbe
riferirsi soltanto allutilizzo della foto$rafia !ome strumento !oadiuvante del pro!esso
psi!oterapeuti!o, ossia, la foto$rafia in terapia allinterno di un formale settin$ terapeuti!o
nel quale una fi$ura professionale della salute mentale aiuta un paziente a risolvere le
sue diffi!olt+ emozionali. *n altre parole, fototerapia si$nifi!a foto$rafia in terapia.
(oto$rafia terapeuti!a a sua volta sarebbe luso della foto$rafia !ome terapia fatto da
professionali, non ne!essariamente terapeuti, al di fuori del settin$ terapeuti!o. *n questo
!aso, terapeuti!o "a lo stesso si$nifi!ato !"e i $re!i attribuivano alla parola 5terapeia9,
!io, !ura, attenzione, trattamento. @uesta nomen!latura non universalmente
ri!onos!iuta. Ioe #pen!e e 0osy Martin, due importanti pioniere in questo !ampo, "anno
una opinione diversa rispetto alla definizione della fototerapia. Per Ioe #pen!e fototerapia
si$nifi!a 5letteralmente, utilizzare la foto$rafia per !urare noi stessi9 e osserva !"e 5la
fototerapia dovrebbe essere vista in un !ontesto pi& ampio della psi!analisi, prendendo
sempre in !onsiderazione la possibilit+ della J0A#(=0MAL*=NE AJJ*GA9.
*n questa prospettiva, il pro$etto (oto)*n!ons!io, realizzato presso la !omunit+ psi!"iatri!a
*l (ilo di Arianna sarebbe !onsiderato un intervento di fototerapia se!ondo la definizione di
Ioe #pen!e e di foto$rafia terapeuti!a se!ondo Iudy Heiser, !onsiderandosi !"e le attivit+
non avevano luo$o allinterno di un formale settin$ terapeuti!o e non servivano !ome
punto di partenza per la verbalizzazione di sentimenti, emozioni o ri!ordi. *l nostro uni!o
obiettivo era il pia!ere di trovarsi insieme per foto$rafare. /a nostra attenzione era rivolta
alle !ose e alle persone !"e !i !ir!ondavano, dimenti!ando per un momento le nostre
preo!!upazioni e i pensieri quotidiani, e era pre!isamente questo atte$$iamento !"e
trasformava i nostri in!ontri in qual!osa di terapeuti!o senza !"e fosse tuttavia terapia nel
senso formale della parola.
/a ri!er!a biblio$rafi!a andata avanti $razie allimpe$no del bibliote!ario della 'ibliote!a
<omunale di /oreto, Alessandro (inu!!i, !"e !er!ato titoli ri$uardanti la fototerapia presso
le bibliote!"e di mezzo mondo. E !osB arrivata alle mie mani una ra!!olta di sa$$i !"e,
se!ondo me, rappresenta an!ora o$$i una $uida teori!a per !"i desidera utilizzare la
foto$rafia sia in terapia !"e !ome terapia. #i tratta del libro 5P"otot"erapy in Mental
Cealt"9, or$anizzato da 7avid A. Mrauss e Ierry /. (ryrear, pubbli!ato dalla <"arles <
J"omas Publis"er. @uesta opera intende 5offrire una visione $enerale nel !ampo della
fototerapia, introdurre il lettore alla storia della foto$rafia e del suo utilizzo terapeuti!o,
mostrare !ome la foto$rafia viene usata in terapia e quali !on!etti di psi!oterapia sono
ma$$iormente appli!abili9. @uesto libro mi stato molto utile per la pro$ettazione
dellintervento 5/a Mente nel Mirino 8 A #passo per la <itt+9 realizzato presso il <entro di
#alute Mentale di =simo, dal 200: al 2006.
@uesta iniziativa stata !aratterizzata dal lavoro di Aquipe, !"e era formata da due
psi!"iatri, uno psi!olo$o, tre infermieri e da me nel ruolo di animatore so!io)!ulturale !on
esperienza in foto$rafia terapeuti!a.
/a fi$ura professionale dellanimatore so!io)!ulturale an!ora po!o !onos!iuta e po!o
utilizzata. @uesta nuova fi$ura, il !ui s!opo il benessere dei so$$etti, individuali e
a$$re$ati, si serve di spe!ifi!i strumenti ludi!i, espressivi e di attivazione !ulturale. 1uido
<ontessa, pioniere dellanimazione italiana professionale, dimostra !ome lanimazione
possa far parte di un pro!esso edu!ativo, di un pro!esso artisti!o o di un pro$ramma
terapeuti!o pur mantenendo la sua spe!ifi!it+.
/a ridefinizione del mio ruolo nel lavoro di $ruppo, il !oordinamento del responsabile
dellAquipe, dottor Gini!io 'urattini e $li in!ontri re$olari di pro$rammazione e valutazione
!i "anno permesso di !ondurre un intervento multidis!iplinare in maniera !onsapevole e
or$anizzata. *l $ruppo di utenti era formato da pazienti tra i 24 e i :0 anni, !on disturbi
$ravi, !"e abitavano !on la loro fami$lia e frequentavano il <#M di =simo per le visite e il
trattamento ambulatoriale. /e prin!ipali attivit+ del pro$etto !onsistevano
nellor$anizzazione di spedizioni foto$rafi!"e nei paesi della Provin!ia di An!ona e di
Ma!erata e nellelaborazione del materiale foto$rafi!o ra!!olto.
*l pro$etto si !on!luso a /oreto !on la mostra)seminario 5240 Anni di (ototerapia9.
Professionisti di diverse aree "anno presentato e dis!usso le iniziative !onnesse alla
fototerapia realizzate nella 0e$ione Mar!"e. /evento "a ri!evuto il soste$no de$li
Assessori ai #ervizi #o!iali e alla <ultura del <omune di /oreto, il #i$nor (ran!es!o
'aldoni e la #i$nora Maria Jeresa #!"iavoni e "a !ontato sullesperienza or$anizzativa
della psi!olo$a del <#M 8 An!ona Nord, 7ottoressa Assunta /ombardi !"e "a !oordinato
il dibattito.
*l Professor (ran!o 7e (eli!e, do!ente di Psi!olo$ia all6niversit+ di 6rbino e presidente
della !ooperativa so!iale A##.<==P, "a fatto al!une !onsiderazioni sul pro$etto (oto)
*n!ons!io, realizzato presso la !omunit+ *l (ilo di Arianna e "a parlato delle tesi di laurea
sulla fototerapia di !ui stato relatore presso l6niversit+ di 6rbino.
*l 7ottor Gini!io 'urattini "a analizzato al!uni aspetti del pro$ramma riabilitativo 5/a Mente
nel Mirino 8 A #passo per la <itt+9 del <entro di #alute Mentale di =simo.
*n questa o!!asione "o presentato il libro !"e avevo pubbli!ato lanno prima% 5*l Golto e la
Go!e del Jempo9 ,Asso!iazione 'rasi/eMar!"e-. *l libro ra!!o$lie varie esperienze in !ui la
foto$rafia stata utilizzata allo s!opo di !ostruire ponti $enerazionali per avvi!inare
persone di differenti et+. *n una delle iniziative ra!!ontate, $li studenti della s!uola media
ri!evevano delle foto di anziani residenti in !ase di riposo e erano stimolati a s!rivere la
bio$rafia imma$inaria delle persone di !ui !onos!evano soltanto il volto. *n un se!ondo
momento, 5bio$rafi e bio$rafati9 si in!ontravano di persona per la prima volta, ma si
sentivano $i+ !ome se fossero ve!!"i ami!i.
/a mostra)seminario 5240 Anni di (ototerapia9 "a rappresentato un importante in!entivo
alla formazione del 1ruppo di 0i!er!a sulla (ototerapia ,10*(=-.
Alla !on!lusione del seminario, una $iovane psi!olo$a si avvi!inata per !ommentare la
sua sorpresa nello s!oprire !"e la fototerapia esisteva da tanto tempo e non rius!iva a
nas!ondere il proprio disappunto nel !onstatare !"e la fototerapia non era una sua
invenzione. /a !apivo molto bene, visto !"e an!"io avevo provato questo sentimento
al!uni anni prima. <redo !"e an!ora o$$i molte persone non sappiano !"e il 22 ma$$io
2N46, il 7ottor Cu$" Hel!" 7iamond, foto$rafo amatore e psi!"iatra nel mani!omio di
#urrey, presentava alla 0oyal #o!iety of Medi!ine, a /ondra, la sua relazione sulle
possibilit+ di appli!azione della foto$rafia nel trattamento di pazienti psi!"iatri!i. Cu$"
7iamond "a avuto lidea di valersi del nuovo strumento te!nolo$i!o, la foto$rafia, per
do!umentare !on ma$$ior pre!isione i !asi di patolo$ie mentali. /o psi!"iatra in$lese "a
notato !"e al!uni pazienti rispondevano allosservazione delle loro foto$rafie in maniera
sorprendente% diventavano pi& !onsapevoli della loro identit+ fisi!a e prestavano pi&
attenzione alla loro apparenza, poi!"A la loro autostima era rafforzata o$ni volta !"e
vedevano una loro foto in !ui 5stavano bene9. /e foto$rafie fatte da Cu$" 7iamond, la sua
relazione e i dise$ni ispirati alle sue foto sono stati pubbli!ati nel libro 5J"e (a!e of
Madness9, or$anizzato da #ander /. 1ilman, 233O, pubbli!ato dalla <itadel Press.
#pero !omunque !"e molte altre persone, in tutto il pianeta, !ontinuino a ri)s!oprire la
fototerapia per molti e molti anni. ? !on questo spirito !"e propon$o il brindisi%
Fototerapeuti di tutto il mondo, unitevi!
/oreto, 22 ma$$io 2006
Ayres Marques Pinto 8 (oto$rafo e Animatore
fototerapia@libero.it