Sei sulla pagina 1di 23

PROTOCOLLO

Per la gestione dei dispositivi intravascolari


PRCIO20
Data 12/11/2008
Rev. 1
Pagina 1 di 23
PROTOCOLLO
PER LA GESTIONE DEI DISPOSITIVI INTRAVASCOLARI
INDICE
Scheda riassuntiva pag. 2
Scopo (iagini! pag. 3
"ipi di devices intravasco#ari e coenti su##e #oro indica$ioni pag. %
PARTE I - POSIZIONAMENTO DEL DISPOSITIO pag. &
Catetere venoso peri'erico pag. &
Catetere arterioso pag. (
PICC pag. )
Catetere venoso centra#e (C*C! short ter pag. 11
Catetere venoso centra#e (C*C! #ong ter pag. 12
PARTE II - !ESTIONE DEL DISPOSITIO POST-POSIZIONAMENTO pag. 13
Catetere venoso peri'erico pag. 13
Catetere arterioso pag. 1+
PICC pag. 1%
Catetere venoso centra#e (C*C! pag. 1&
,estione genera#e
pag. 1(
Sospetta sepsi cvc-corre#ata. diagnosi pag. 18
Protoco##o eoco#ture pag. 1)
Capo di app#ica$ione e re'erenti di /nit0 Operativa pag. 20
Ri'erienti pag. 21
1223,1"O 1. Scheda di inseriento C*C pag. 22
1223,1"O 2. Scheda di va#uta$ione pag. 23
Descrizione modifica: aggiornamento contenuto e scede
Pre!arato
Coordinatore infermieristico
E. Piva
Dott. G. Castelli
Verificato Vice Presidente CIO
Dott. A. Scalzini
A!!ro"ato Presidente CIO
Dott. R. Stradoni
Il presente documento non firmato perch trasmesso in formato elettronico
PROTOCOLLO
Per la gestione dei dispositivi intravascolari
PRCIO20
Data 12/11/2008
Rev. 1
Pagina 2 di 23
SC"EDA RIASS#NTIA
Titolo PROTOCOLLO PER LA GESTIONE
DEI DISPOSITIVI INTRAVASCOLARI
$onti *edi pag. 21
O%iettivo !enerale Preven$ione e conteniento de# rischio di 4SI
nei Presidi Ospeda#ieri de##51$ienda 6Car#o
Poa7 di 8antova
O%iettivi speci&ici app#icare #e isure di.
1. Corretto posi$ionaento de# C*C
2. ,estione post-posi$ionaento
3. Diagnosi di sepsi C*C- corre#ata
+. Corretta esecu$ione deg#i esai co#tura#i per
sospetta sepsi C*C- corre#ata
%. posi$ionaento e anuten$ione a#tri disposi9
tivi intravasco#ari
Settori coinvolti e co'peten(e tutte #e //.OO. : 2a;oratorio 1na#isi
al)ta(ione 8ediante contro##o ed archivia$ione de##a scheda
di va#uta$ione a##egata< nonch= eventua#e studio
epideio#ogico su##5andaento di 4SI.
2
PROTOCOLLO
Per la gestione dei dispositivi intravascolari
PRCIO20
Data 12/11/2008
Rev. 1
Pagina 3 di 23
SCOPO
I dispositivi intravasco#ari sono diventati orai indispensa;i#i ne##a oderna pratica
edica. >eg#i anni essi si sono svi#uppati in terini di ?ua#it0 dei ;ioateria#i< nuero e
ca#i;ro dei #ui e caratteristiche struttura#i< perettendo un inseriento pi@ sep#ice<
tepi di peranen$a in situ pi@ pro#ungati e inore rischio di cop#ica$ioni< coe
occ#usioni e in'e$ioni.
"uttavia i# #oro uso A 're?uenteente accopagnato da una serie di cop#ican$e in'ettive
#oca#i e sisteiche che coprendono. tro;o'#e;iti settiche< endocarditi< ;atterieie (4SI!<
ecc. 2e in'e$ioni associate a catetere< in partico#are #e ;atterieie associate a catetere
(CR-4SI! coportano un auento de##a or;osit0< una orta#it0 de# 10B-20B< un
pro#ungaento de##5ospeda#i$$a$ione (in edia di ( giorni!< e un auento dei costi.
,#i sta'i#ococchi sono i patogeni pi@ 're?uenteente iso#ati ne##e in'e$ioni associate a
catetere< in'atti #a aggior parte di esse sono i# risu#tato de##a igra$ione dei icrorganisi
cutanei attraverso i# sito di inseriento ne# tratto di catetere cutaneo con eventua#e
co#oni$$a$ione de##a punta de# catetere.
Indica(ioni
2C inser$ione di un dispositivo intravasco#are A indicata ne##e seguenti circostan$e.
8isurare e onitorare #a pressione venosa centra#e.
Soinistrare grandi ?uantit0 di '#uidi o sangue< coe ne# caso di grandi interventi chi9
rurgici o shocD.
Eornire accesso a #ungo terine per tras'usioni ripetute di sangue< eoderivati< nutri9
$ione parentera#e< terapia anti;iotica o citotossica.
"rattaento dia#itico teporaneo e/o de'initivo.
Per 'ornire un accesso a''ida;i#e per .
in'usione di #i?uidi ed e#ettro#iti.
soinistra$ione di 'araci dannosi per #e vene peri'eriche.
're?uenti pre#ievi sanguigni con patrionio venoso peri'erico coproesso.
3
PROTOCOLLO
Per la gestione dei dispositivi intravascolari
PRCIO20
Data 12/11/2008
Rev. 1
Pagina 4 di 23
I''agini


4
PROTOCOLLO
Per la gestione dei dispositivi intravascolari
PRCIO20
Data 12/11/2008
Rev. 1
Pagina 5 di 23
Tipi di devices intravascolari e co''enti s)lle loro indica(ioni
Catetere venoso peri'erico
Inserito in genere in vene dell*ava'%raccio e delle
'ani+ , il device -s.ort ter'/ pi0 )sato1
rara'ente deter'ina 2SI
Catetere arterioso peri'erico
Per )so -s.ort ter'/+ si )sa per 'onitoraggio di stato
e'odina'ico in p(3critici3 2SI co'e per CC S.ort
ter'
Catetere venoso peri'erico tipo PICC
(catetere centra#e ad inseriento
peri'erico!
Per inserire )n catetere venoso in v3 cava s)periore
)tili((ando )na vena peri&erica3 E* gravato da
a)'entato risc.io di tro'%osi venosa3 Di pi0 recente
introd)(ione+ necessita di veri&ic.e della letterat)ra3
Catetere venoso centra#e non
tunne##i$$ato
CC pi0 co')ne'ente )sato 1 il 456 delle CR-2SI si
eviden(iano con 7)esto presidio 8 risc.io in&ettivo per
inser(ione in v3 gi)g)lare interna e v3 &e'orale9
C*C tunne##i$$ato
Applicato c.ir)rgica'ente 8ad es3 !ros.ong+ "ic:'an+
2roviac9+ possiede )na por(ione t)nnelli((ata
sottoc)te &issata con )na c)&&ia1 tale c)&&ia rid)ce la
'igra(ione di ger'i nel sottoc)te3 E* indicato nei p(3
c.e necessitano di cateteris'i a 'edio - l)ngo ter'ine3
Dispositivo tota#ente ipianta;i#e
Tipo -Port/+ con reservoir sottoc)taneo a c)i si .a
accesso attraverso la c)te integra )tili((ando )n ago
dedicato3 Tasso di in&e(ioni pi0 ridotto rispetto ai
precedenti3 E* indicato nei p(3 c.e necessitano di
cateteris'i a l)ngo ter'ine3
5
PROTOCOLLO
Per la gestione dei dispositivi intravascolari
PRCIO20
Data 12/11/2008
Rev. 1
Pagina 6 di 23
PARTE I - POSIZIONAMENTO DEL DISPOSITIO
Catetere venoso peri&erico
A9 Materiale occorrente per posi(iona'ento;
1rce##a onouso
DPI. Cu''ie< ascherine< occhia#i
,uanti non steri#i
,ar$e steri#i
Disin'ettanti uti#i$$a;i#i.
1. C#oreFidina g#uconato 0.%B in so#u$ione a#co#ica
( tipo neoFina# a#co#ico!
In a#ternativa.
2. Pvp iodio. po#ivini#pirro#idone (<%B in so#u$ione ac?uosa (se a##ergia nota a c#oreFidina!
3. ipoc#orito di sodio (es. auchina! (se a##ergia nota a c#oreFidina e so#u$ioni iodate!
catetere venoso peri'erico in uso
Pro#unga da 10 c
8edica$ione di 'issaggio
E#e;oc#isi di so#u$ione 'isio#ogica con de'#ussore
Contenitore rigido per sa#tiento aghi e tag#ienti
Contenitore per ri'iuti
29 Proced)ra per il posi(iona'ento;
8edico o in'eriere
In'orare i# pa$iente de##a procedura (consenso in'orato ver;a#e!
Indossare DPI
2avaggio antisettico de##e ani: in a#ternativa #avaggio socia#e ed uti#i$$o di prodotti ge# o spraG
in so#u$ione a#co#ica.
Indossare guanti
Detergere e disin'ettare #a cute de# pa$iente ne##a sede di posi$ionaento
Posi$ionare in C*P
Co##egare i# catetere a##a pro#unga ed a##a #inea in'usiona#e.
1pp#icare #a edica$ione in uso. Indicata #a edica$ione copressiva nei seguenti casi. a#tera9
$ioni de##a coagu#a$ione< piastrinopenia< eviden$a di eatoi e anovra partico#arente inda9
ginosa.
Registrare ne##a docuenta$ione c#inica data< ora e sede dCinser$ione de# C*P
In caso di posi$ionaento 6I> /R,3>H17 attenersi per ?uanto possi;i#e a##e indica$ioni sopra descritte.
6
PROTOCOLLO
Per la gestione dei dispositivi intravascolari
PRCIO20
Data 12/11/2008
Rev. 1
Pagina 7 di 23
Catetere arterioso peri&erico
A9 Materiale occorrente per posi(iona'ento;
Carre##o con piano dCappoggio
Caici steri#i
DPI. Cu''ie< ascherine< occhia#i
,uanti steri#i e non steri#i
"e#i steri#i
,ar$e steri#i
Disin'ettanti uti#i$$a;i#i.
C#oreFidina g#uconato 2B in so#u$ione a#co#ica (per cateteriso a edio terine!
C#oreFidina g#uconato 0.%B in so#u$ione a#co#ica (per cateteriso esteporaneo!
In a#ternativa.
Pvp iodio. po#ivini#pirro#idone (<% g in so#u$ione ac?uosa (se a##ergia nota a c#oreFi9
dina!
ipoc#orito di sodio (es. auchina! (se a##ergia nota a c#oreFidina e so#u$ioni iodate!
1nestetici #oca#i (se indicati!
"rousse struenti chirurgici ( es. C>!
Iit catetere
1ghi con 'i#o per sutura non riassor;i;i#e
8ateria#e per edica$ione.
1. copressiva con gar$e steri#i
2. edica$ione anti-aderente steri#e con ;ordo adesivo
Connettori (hu;! steri#i need#e-'ree
2inea di anteniento con so#u$ione 'isio#ogica e trasduttore di pressione
Contenitore rigido per sa#tiento aghi e tag#ienti
Contenitore per ri'iuti
29 Proced)ra per il posi(iona'ento;
8edico o in'eriere
In'orare i# pa$iente de##a procedura (consenso in'orato ver;a#e!
Detergere #a cute de# pa$iente ne##a sede di posi$ionaento< eventua#e tricotoia con
rasoio e#ettrico o crea depi#atoria.
Posi$ionare i# pa$iente in ;ase a##a sede di accesso arterioso
Operatore steri#e.
7
PROTOCOLLO
Per la gestione dei dispositivi intravascolari
PRCIO20
Data 12/11/2008
Rev. 1
Pagina 8 di 23
1. indossare DPI
2. #avaggio chirurgico de##e ani
3. indossare guanti steri#i e preparare i# capo steri#e: un in'eriere coadiuva ne##a
prepara$ione e ne# anteniento de# capo steri#e
+. disin'ettare #a cute ne##Carea dCinser$ione
%. posi$ionare te#i steri#i
Assistenza al termine dell'inserzione
Connettere #inea di anteniento con so#u$ione 'isio#ogica e trasduttore di pressione
Co##egare connettore (hu;! steri#e need#e-'ree.
1ncoraggio catetere arterioso
1pp#icare #a edica$ione in uso. Indicata #a edica$ione copressiva nei seguenti
casi. a#tera$ioni de##a coagu#a$ione< piastrinopenia< eviden$a di eatoi e anovra
partico#arente indaginosa.
Registrare ne##a docuenta$ione c#inica data< ora e sede dCinser$ione de# C1
In caso di posi$ionaento 6I> /R,3>H17 attenersi per ?uanto possi;i#e a##e indica$ioni
sopra descritte.
8
PROTOCOLLO
Per la gestione dei dispositivi intravascolari
PRCIO20
Data 12/11/2008
Rev. 1
Pagina 9 di 23
Catetere venoso peri'erico tipo PICC
(catetere centra#e ad inseriento peri'erico!
A9 Materiale occorrente per posi(iona'ento;
3cogra'o
Carre##o con piano dCappoggio
Caici steri#i
DPI. Cu''ie< ascherine< occhia#i
,uanti steri#i e non steri#i
"e#i steri#i
,ar$e steri#i
Disin'ettanti uti#i$$a;i#i.
C#oreFidina g#uconato 2B in so#u$ione a#co#ica
In a#ternativa.
Pvp iodio. po#ivini#pirro#idone (<% g in so#u$ione ac?uosa (se a##ergia nota a c#oreFi9
dina!
ipoc#orito di sodio (es. auchina! (se a##ergia nota a c#oreFidina e so#u$ioni iodate!
Siringhe< aghi< ;isturi
1nestetici #oca#i
"rousse struenti chirurgici consig#iati.
Iit catetere PICC
8ateria#e per edica$ione.
edica$ione anti-aderente steri#e con ;ordo adesivo
Connettori (hu;! steri#i need#e-'ree
Eia#e e '#e;oc#isi di so#u$ione 'isio#ogica con de'#ussore
Contenitore rigido per sa#tiento aghi e tag#ienti
Contenitore per ri'iuti
9
PROTOCOLLO
Per la gestione dei dispositivi intravascolari
PRCIO20
Data 12/11/2008
Rev. 1
Pagina 10 di 23
29 Proced)ra per il posi(iona'ento;
Tea'. edico (steri#e! e in'eriere
In'orare i# pa$iente de##a procedura (consenso in'orato!
Detergere #a cute de# pa$iente ne##a sede di posi$ionaento
Posi$ionare i# pa$iente in ;ase a##a sede di venipun$ione
Operatori steri#i.
1. indossare cu''ia< ascherina ed occhia#i
2. #avaggio chirurgico de##e ani
3. indossare guanti steri#i e preparare i# capo steri#e: #Cin'eriere coadiuva ne##a prepara9
$ione e ne# anteniento de# capo steri#e
+. disin'ettare #a cute ne##Carea dCinser$ione
%. posi$ionare te#i steri#i
Assistenza al termine dell'inserzione del PICC
Co##egare connettori (hu;! steri#i need#e-'ree
Connettere via in'usiona#e con so#u$ione 'isio#ogica (se prevista!
1ncoraggio PICC
1pp#icare #a edica$ione (steri#e con ;ordo adesivo!. Indicata #a edica$ione copres9
siva nei seguenti casi. a#tera$ioni de##a coagu#a$ione< piastrinopenia< eviden$a di ea9
toi e anovra partico#arente indaginosa (decisione #asciata a# edico anestesista!
Richiedere un RF torace di contro##o.
Contro##are i paraetri vita#i de# pa$iente
Registrare ne##a docuenta$ione c#inica data< ora e sede dCinser$ione de# PICC
1pp#icare etichetta identi'icativa de# PICC in carte##a (se indicato!
10
PROTOCOLLO
Per la gestione dei dispositivi intravascolari
PRCIO20
Data 12/11/2008
Rev. 1
Pagina 11 di 23
C1"3"3R3 venoso centra#e short ter
A9 Materiale occorrente per posi(iona'ento;
Carre##o con piano dCappoggio
Caici steri#i
DPI. Cu''ie< ascherine< occhia#i
,uanti steri#i e non steri#i
"e#i steri#i
,ar$e steri#i
Disin'ettanti uti#i$$a;i#i.
1. Clore<idina gl)conato 2B in so#u$ione a#co#ica
In alternativa;
2. Pvp iodio; po#ivini#pirro#idone (<% g in so#u$ione ac?uosa (se a##ergia nota a
c#oreFidina!
3. ipoclorito di sodio (es. auchina! (se a##ergia nota a c#oreFidina e so#u$ioni
iodate!
Siringhe< aghi< ;isturi
1nestetici #oca#i
"rousse struenti chirurgici consig#iati.
J 'or;ice
J pin$a anatoica
J pin$a di D#eer
J pin$a portaghi
Iit catetere venoso centra#e (ono#ue o a pi@ #ui!
1ghi con 'i#o per sutura non riassor;i;i#e
8ateria#e per edica$ione.
1. copressiva con gar$e steri#i
2. edica$ione anti-aderente steri#e con ;ordo adesivo
Connettori (hu;! steri#i need#e-'ree (op$iona#i per catetere da dia#isi!
Eia#e e '#e;oc#isi di so#u$ione 'isio#ogica con de'#ussore
Contenitore rigido per sa#tiento aghi e tag#ienti
Contenitore per ri'iuti
11
PROTOCOLLO
Per la gestione dei dispositivi intravascolari
PRCIO20
Data 12/11/2008
Rev. 1
Pagina 12 di 23
29 Proced)ra per il posi(iona'ento;
Tea'. edico (steri#e! e in'eriere
In'orare i# pa$iente de##a procedura (consenso in'orato!
Detergere #a cute de# pa$iente ne##a sede di posi$ionaento
Posi$ionare i# pa$iente in ;ase a##a sede di venipun$ione
Operatori steri#i.
1. indossare cu''ia< ascherina ed occhia#i
2. #avaggio chirurgico de##e ani
3. indossare guanti steri#i e preparare i# capo steri#e: #Cin'eriere coadiuva ne##a
prepara$ione e ne# anteniento de# capo steri#e
+. disin'ettare #a cute ne##Carea dCinser$ione
%. posi$ionare te#i steri#i
Assistenza al termine dell'inserzione del CVC
Co##egare connettori (hu;! steri#i need#e-'ree ad ogni #ue de# C*C< de##a pro#unga o
dei u#tivie.
Connettere via in'usiona#e con so#u$ione 'isio#ogica (se prevista!
1ncoraggio C*C
1pp#icare #a edica$ione (steri#e con ;ordo adesivo!. Indicata #a edica$ione copres9
siva nei seguenti casi. a#tera$ioni de##a coagu#a$ione< piastrinopenia< eviden$a di ea9
toi e anovra partico#arente indaginosa (decisione #asciata a# edico anestesista!
Richiedere un RF torace di contro##o< pria di ini$iare #5in'usione od i# trattaento dia#iti9
co
Contro##are i paraetri vita#i de# pa$iente
Registrare ne##a docuenta$ione c#inica data< ora e sede dCinser$ione de# C*C
1pp#icare etichetta identi'icativa de# C*C in carte##a (se indicato!
In caso di posi$ionaento 6I> /R,3>H17 attenersi per ?uanto possi;i#e a##e indica$ioni
sopra descritte. Sostituire i# C*C steri#ente ?uanto pria (entro #e 2+ ore! uti#i$$ando 'i#o-
guida sec. Se#dinger.
C1"3"3R3 #ong ter
I# posi$ionaento de# catetere tunne##i$$ato (#ong ter! A previsto in e#e$ione e viene e''et9
tuato in sa#a operatoria seguendo #e norative in uso.
12
PROTOCOLLO
Per la gestione dei dispositivi intravascolari
PRCIO20
Data 12/11/2008
Rev. 1
Pagina 13 di 23
PARTE II - !ESTIONE DEL DISPOSITIO POST- POSIZIONAMENTO
Catetere venoso peri&erico
Indossare DPI
Indossare guanti
Riuovere #a edica$ione
*a#utare e pa#pare a#eno ogni 2+ ore i# punto di inser$ione
Riuovere e riposi$ionare a#trove i# catetere se sono presenti segni di '#e;ite< in'e$ione<
in'i#tra$ione e stravasi: non A 'ondaenta#e i# tepo di posi$ionaento de# C*P< a i#
suo stato e de##a $ona circostante a# punto di inser$ione.
2avaggio antisettico de##e ani: in a#ternativa #avaggio socia#e ed uti#i$$o di prodotti ge#
o spraG in so#u$ione a#co#ica.
disin'ettare #a cute de# pa$iente ne##a sede di posi$ionaento.
app#icare edica$ione trasparente o edica$ione anti-aderente steri#e con ;ordo ade9
sivo
Registrare ne##a docuenta$ione c#inica data< ora de##a procedura ed apporre #a data
su##a gar$a
13
PROTOCOLLO
Per la gestione dei dispositivi intravascolari
PRCIO20
Data 12/11/2008
Rev. 1
Pagina 14 di 23
Catetere arterioso peri&erico
2avaggio de# catetere e edica$ione
I# sistea di #avaggio a pressione positiva con so#u$ione 'isio#ogica garantisce #a per9
viet0 de##a via.
Scoprire #a edica$ione ogni +8 ore (od a# ;isogno in caso di a#'un$ionaento!< os9
servare e edicare i# punto di inser$ione con guanti steri#i o con etodica no-touch.
Sostituire #a edica$ione.
Sostituire i# catetere ad interva##i prograati puK essere uti#e per prevenire #a co#oni$9
$a$ione< specia#ente dopo 1+ giorni di uti#i$$o (Intensive Care 8ed 2008:3+.1820-
182&!.
sostituire i trasduttori a interva##i assii di (2 ore e conteporaneaente ca;iare
g#i a#tri coponenti de# sistea coe i dispositivi per i# flush continuo< #e so#u$ioni per i#
flush e i tu;i di connessione
antenere steri#i tutti i coponenti di contro##o de##a pressione e ridurre a# inio i# nu9
ero di anipo#a$ioni e deg#i accessi ne# sistea di onitoraggio de##a pressione
disin'ettare i# dia'raa con un antisettico pria di accedere a# sistea ?uando si ac9
cede a# sistea di contro##o de##a pressione attraverso un dia'raa
non soinistrare so#u$ioni contenti destrosio o #i?uidi per nutri$ione parentera#e attra9
verso i# sistea di contro##o de##a pressione.
14
PROTOCOLLO
Per la gestione dei dispositivi intravascolari
PRCIO20
Data 12/11/2008
Rev. 1
Pagina 15 di 23
Catetere venoso peri'erico tipo PICC
(catetere centra#e ad inseriento peri'erico!
Indossare DPI
Indossare guanti
Riuovere #a edica$ione
*a#utare e pa#pare a#eno ogni 2+ ore i# punto di inser$ione
2avaggio antisettico de##e ani: in a#ternativa #avaggio socia#e ed uti#i$$o di prodotti ge#
o spraG in so#u$ione a#co#ica.
disin'ettare #a cute de# pa$iente ne##a sede di posi$ionaento.
app#icare edica$ione trasparente o edica$ione anti-aderente steri#e con ;ordo ade9
sivo
Registrare ne##a docuenta$ione c#inica data< ora de##a procedura ed apporre #a data
su##a gar$a
15
PROTOCOLLO
Per la gestione dei dispositivi intravascolari
PRCIO20
Data 12/11/2008
Rev. 1
Pagina 16 di 23
C1"3"3R3 venoso centra#e
MEDICAZIONE
A9 Materiale occorrente;
Carre##o con piano dCappoggio
"rousse chirurgica
,ar$e e te#i steri#i
8ascherine< cu''ie< caici< guanti
Disin'ettanti
8edica$ione antiaderente steri#e con ;ordo adesivo o edica$ione trasparente a di9
scre$ione de##5/nit0 operativa.
29 Proced)ra per corretta 'edica(ione;
La 'edica(ione con gar(a va sostit)ita 8entro =>->? ore9 con 'edica(ione traspa @
rente3
La sostit)(ione della 'edica(ione trasparente va eseg)ito O!NI A !IORNI1 val)@
tare giornal'ente se , necessaria la sostit)(ione o il riposi(iona'ento di )na
'edica(ione con gar(a 8&erita )'ida+ secernente+ ipers)dora(ione93
I# C*C short-ter nei pa$ienti dia#i$$ati viene edicato con gar$a steri#e dopo ogni trat9
taento dia#itico: i# C*C #ong-ter viene edicato ogni ( giorni.
In'orare i# pa$iente
Posi$ionare i# pa$iente in decu;ito supino con #e ;raccia #ungo i 'ianchi e i# capo ruotato
verso i# #ato opposto
Indossare ascherina< caice< cu''ia
2avaggio de##e ani
Indossare guanti
Riuovere #a precedente edica$ione
Osserva$ione de# sito d5inser$ione e pa#pa$ione per ri#evare eventua#e in'e$ione de#
sito
1prire i# ateria#e steri#e
Indossare guanti steri#i od uti#i$$are tecnica no-touch
3seguire #a disin'e$ione< partendo da# centro ed arrivando a##e aree circostanti< co9
presi raccordi e connettori dista#i
Posi$ionare #a edica$ione steri#e
Copi#are #a scheda di va#uta$ione e conservar#a in carte##a
Registrare in carte##a in'erieristica data ed ora de##a edica$ione e segna#are even9
tua#i cop#ican$e (arrossaento< perdita di ateria#e puru#ento da# sito dCinser$ione!.
16
PROTOCOLLO
Per la gestione dei dispositivi intravascolari
PRCIO20
Data 12/11/2008
Rev. 1
Pagina 17 di 23
!ESTIONE !ENERALE
/na corretta gestione de# C*C A indispensa;i#e ed iportante per evitare #Cinsorgen$a di
cop#ica$ioni precoci e tardive.
2e cop#ican$e sono ta#vo#ta attri;ui;i#i a##Cerrata tecnica di edica$ione< MA ANC"E a##a
possi;i#e containa$ione de# dispositivo durante #e anipo#a$ioni da parte de##5operatore
per connettere i# set in'usiona#e (scarsa asepsi< tipo e durata de##5in'usione ecc.!IMPOR@
TANZA de##e etodiche standardi$$ate< de##a 'ora$ione deg#i operatori de# tea per cor9
rette pratiche gestiona#i ecc.
8ai app#icare poate anti;iotiche e antisettiche
Se i# pa$iente presenta eritea< tue'a$ione< essudato ne# sito d5inser$ione e/o 'e;;re
ri'erire a# edico di reparto
Se possi;i#e evitare di connettere rape o ru;inetti od a#eno ridurre a# inio i# ricor9
so a ta#i dispositivi
Se possi;i#e evitare di eseguire pre#ievi venosi routinari da# short ter
I cateteri #ong-ter possono essere uti#i$$ati per i pre#ievi venosi (rispettando #e etodi9
che di asepsi!
Ness)na indica(ione a pro'i#assi anti;iotica pre/post posi$ionaento C*C
In %ase al n)'ero di l)'i presenti;
Per il CC tril)'e; riservare )n l)'e per e'oderivati+ )na per sol)(ioni lipidi@
c.e+ la ter(a per altre &)n(ioni3
Per il %il)'e; )no per gli e'oderivati3
In caso di in&)sione di e'oderivati sostit)ire la linea dopo ogni tras&)sione1 va
sostit)ita la linea ogni => ore in presen(a di lipidi ed ogni A= ore negli altri casi3
Ogni volta ce si !tilizza "connessione#in$!sione in %olo#sconnessione& la via in$!'
sionale;
B3 Lavarsi le 'ani
2. Indossare #a ascherina e guanti onouso
3. Disin'ettare #Chu; con gar$e steri#i
4. 1# terine de##Cin'usione< -&l)s. intral)'inale/ con a#eno 10 # di so#u$ione 'isio#o9
gica steri#e
%. In presen$a di cateteri da dia#isi o di pa$ienti ad e#evato rischio di tro;osi venosa pro9
'onda (D*"! e5 previsto i# ricorso a so#u$ioni eparinate od eparina.
In caso di MAL$#NZIONAMENTO DEL CC;
s)%-occl)sioneCoccl)sione; uti#i$$are so#u$ione 'isio#ogica o ;icar;onato di sodio aspi9
rare 2-3 cc in siringa e provare con ovienti a stantu''o. In presen$a di catetere #ong-
ter contattare #o specia#ista di ri'eriento.
17
PROTOCOLLO
Per la gestione dei dispositivi intravascolari
PRCIO20
Data 12/11/2008
Rev. 1
Pagina 18 di 23
SOSP3""1 S3PSI C*C-CORR321"1. DI1,>OSI
I>E3HIO>3 D32 SI"O D5I>S3RHIO>3
I>E3HIO>3 D32 "/>>32 IN(E)IONI *LOCALI+
I>E3HIO>3 D3221 "1SC1

Nel sospetto di in&e(ione del sito non vi , indica(ione ad esec)(ione ro)tinaria di
esa'i colt)rali+ se non in caso di st)di epide'iologici3
NEL CASO DI SOSPETTA SEPSI CC-CORRELATA 8CR-2SI9;
OCCORRE $ARE DISTINZIONE TRA I = MODELLI DI CATETERE ENOSO;
S"ORT TERM
LON! TERM
CRITERI ,ICRO-IOLOGICI PER DIAGNOSI DI CR.-SI ACCERTATA.
1. POSI"I*I"15 di eoco#ture da vaso peri'erico (a#eno due concordanti in presen$a di
'#ora cutanea!L co#tura ?uantitativa de##5estreit0 (tip! de# C*C (stesso icrorganiso!
2. S'e;;raento dopo rio$ione de# C*C (criterio c#inico!
3. 3oco#ture ?uantitative da vena centra#e e da vena peri'erica e con'ronto tepora#e di
positivi$$a$ione (positivit0 de##5eoco#tura da C*C a#eno 2 ore pria di ?ue##a da
vena peri'erica!.
2e prie due sono uti#i$$a;i#i ne# sospetto di in'e$ione da C*C 6short7< che puK essere
agevo#ente riosso inviare in #a;oratorio< su;ito dopo #5asporta$ione< i# segento di9
sta#e (punta o tip! de# C*C per una #unghe$$a di +-% c a##5interno di un contenitore steri#e<
avendo cura di non toccar#o con oggetti non steri#i.
C*C 6#ong ter7. #a rio$ione di ta#e C*C A pi@ pro;#eatica. In ta#e caso potre;;e essere
proponi;i#e #5esecu$ione conteporanea di eoco#tura da vena peri'erica e da vena cen9
tra#e ed uti#i$$are #a etodica dei tepi diversi di crescita e di positivi$$a$ione de##e co#ture
stesse (cut-o'' di 120 inuti!.
MODALITA* DI ESEC#ZIONE DE!LI ESAMI COLT#RALI IN CASO DI SOSPETTA
SEPSI CC-CORRELATA;
CC -s.ort/; eseguire eoco#ture da entra;e #e ;raccia< POSSI4I283>"3 (a
non necessariaente! >32 8O83>"O D3221 P/>"1"1 E344RI23 CO> 4RI*I9
DO.
Se i# punto di inser$ione non secerne ateria#e puru#ento e non coesiste iportante
processo '#ogistico A5 POSSI4I23 sostituire i# C*C su 'i#o guida ed inviare #5estreit0
dista#e de# C*C riosso per esae co#tura#e. Mua#ora i# tip inviato risu#tasse POSI"I9
*O< riuovere i# C*C esistente e riposi$ionar#o ne# #ato opposto.
CC -long/; eoco#ture peri'eriche< eoco#tura da capione eatico pre#evato da#
catetere. Inviare in #a;oratorio e richiedere di deterinare #a di''eren$a oraria di posi9
tivi$$a$ione. *a#utare i# ?uadro unitaente a##o specia#ista di ri'eriento.
18
PROTOCOLLO
Per la gestione dei dispositivi intravascolari
PRCIO20
Data 12/11/2008
Rev. 1
Pagina 19 di 23
PRO"OCO22O 38OCO2"/R3
MATERIALE OCCORRENTE (su carre##o apposito!.
Disin'ettante (c#oreFidina< po#ivini#pirro#idone!
,ar$e steri#i e non steri#i
,uanti steri#i e non
"e#ino steri#e
1go ;utter'#G L adattatore per vacutainer system e caicia per sistea vacutainer
Cerotti
2accio eostatico
Contenitore rigido per aghi e tag#ienti
1rce##e onouso per ateria#e sporco
8aschere chirurgiche e DPI
E#aconi per eoco#ture per aero;i ed anaero;i
PROCED#RA
Pre#ievi da a#eno = vene peri&eric.e distinte D B prelievo da CC ne##e 12-2+ ore (Chest 2002:122<1(2(-
1(3&. N 8ed 8icro; 2008:%(<1-8!.
Ogni pre#ievo 10-1% # da dividere in '#aconi aero;i/anaero;i. pertanto introdurre (attivaente o
passivaente con aspira$ione< %-( # di sangue in ogni '#acone!.
Se non disponi;i#it0 di vene peri'eriche sono su''icienti 2 pre#ievi (tot. 30 cc! da C*C (possi;i#ente da #ui
distinti!.
1. In'orare i# pa$iente su##a oda#it0 di pre#ievo
2. #avaggio accurato de##e ani
3. prepara$ione de# carre##o con i# ateria#e necessario
+. prepara$ione deg#i operatori
/n operatore indossa guanti non steri#i ed ha i# copito di aprire #e con'e$ioni de# ateria#e steri#e ed
e''ettuare tutte #e anovre che non richiedono steri#it0: ?uindi in se?uen$a.
1. app#ica i# #accio a##5arto presce#to
2. prepara #5arce##a dove riporre i# ateria#e sporco
3. apre #a con'e$ione de# te#ino steri#e< #e gar$e< #5ago ;utter'#G< #5adattatore e #a caicia per vacutainer
versa su##e gar$e #a C2OR3OIDI>1
+. tog#ie i# coperchio di prote$ione de# '#acone da eoco#tura
Successivaente esegue #e anovre in asepsi. Dopo #avaggio accurato de##e ani< indossa i guanti steri#i
ed in se?uen$a.
1. disin'etta #a cute ne##a sede presce#ta per #a venipuntura con gar$e steri#i i;evute di disin'ettante
2. punge #a vena ed aspira #5a#i?uota prevista di sangue con i# sistea vacutainer.
I'portante;
eviden$iare #a se?uen$a dei pre#ievi (nuerare #e serie! e< in caso di contepora9
neo pre#ievo da C*C e vena peri'erica< speci'icare i# sito di pre#ievo
inviar#i i# pi@ presto possi;i#e presso i# #a;oratorio
ad ogni serie di eoco#ture (aero;i L anaero;i! corrisponde una richiesta de##a 8i9
cro;io#ogia (D> Pe;! su##a ?ua#e A iportante segna#are #a terapia anti;iotica in
uso.
19
PROTOCOLLO
Per la gestione dei dispositivi intravascolari
PRCIO20
Data 12/11/2008
Rev. 1
Pagina 20 di 23
CAMPO DI APPLICAZIONE E RE$ERENTI DI #NITA* OPERATIA PER IL CONTROLLO
DELLE I3O3 PARTECIPANTI ALLA STES#RA DEL PROTOCOLLO E ALLA DI#L!AZIONE
NELLA PROPRIA #3O3
Lattuazione del protocollo coinvolge:
Tutte le UU.OO dell Azienda Ospedaliera C.Poma
Ufficio Controllo Infezioni Ospedaliere (CIO) - irezione !anitaria
"a#oratori di Analisi e $icro#iolo%ia dei Presidi dallAzienda Ospedaliera C. Poma
RE(ERENTI /NITA0 OPERATIVA
1ccardi 4enedetto P.O. Pieve Q Ostetricia
1ndreo#i >adia P.O. Pieve Q C.1.R.
4iasin C#audia P.O. 8antova Q Pronto Soccorso
4ran$anti 1nna 8aria P.O. 8antova Q Cardiochirurgia
Chiaudani 8aria ,a;rie##a P.O. 8antova Q C.1.R.
Co#icci 8adda#ena P.O. Pieve Q Cardio#ogia
Da##5Og#io Danie#a P.O. 8antova Q C.1.R.
Di 4enedetto 1de#ina P.O. 8antova Q Otorino
DidonA Danie#a P.O. 4o$$o#o Q Ria;. Cardiorespiratoria
3pigra'i Danie#a P.O. 1so#a Q Chirurgia ,enera#e
Eerreri ,iovanni P.O. 1so#a Q Chirurgia ,enera#e
,eriniasi Patri$ia P.O. 8antova Q Onco#ogia
8archioni 8arco P.O. 8antova Q Pneuo#ogia
8assidda Danie#a P.O. 8antova Q C.1.R.
Pater#ini 3riDa P.O. 8antova Q Onco#ogia
Pini Sonia P.O. 8antova Q /"IC
Piva Si#via P.O. 8antova Q Chirurgia ,enera#e
"a#assi 3rnesto P.O. 8antova Q >e'ro#ogia
20
PROTOCOLLO
Per la gestione dei dispositivi intravascolari
PRCIO20
Data 12/11/2008
Rev. 1
Pagina 21 di 23
RI$ERIMENTI
1. 2inee-guida per #a preven$ione de##e in'e$ioni associate a dispositivi intravasco#ari. ,iorna#e
Ita#iano de##e In'e$ioni ospeda#iere. *o#. +< n.1< ,ennaio-8ar$o 1))(.
2. 2inee guida CDC /S1 Q 88RR 1ugust )< 2002 / *o#. %1 / >o. RR-10
3. RisD o' CR-4SI Pith periphera##G inserted centra# venous catheter used in hospita#i$ed patients.
Chest 200%: 128:+8)-+)%
+. 1n OvervieP o' periphera##G inserted centra# catheters. "opics in advanced practice nursing
eNourna# 200%: %(3!
%. 3pic2. >ationa# 3vidence Q4ased ,uide#ines 'or Preventing hea#thcare associated in'ections in
>SS hospita#s in 3ng#and. N Sosp In'ect 200(: &%%. S1-S&+
&. IndPe##ing tie and risD co#oni$ation o' periphera# arteria# catheters in critica##G i## patients. In9
tensive Care 8ed 2008: 3+.1820-182&.
(. Routine care o' periphera# intravenous catheter versus c#inica##G indicated rep#aceent. ran9
doised contro##ed tria#. 48N 2008:33(.a33). doi.10.113&/;T.a33).
8. 2a gestione in'erieristica de# C*C in eodia#isi. #a rea#t0 di Padova. ,iorna#e di tecniche
ne'ro#ogiche e dia#itiche: anno O*III nU +. Richtig 3ditore 200&.
21
PROTOCOLLO
Per la gestione dei dispositivi intravascolari
PRCIO20
Data 12/11/2008
Rev. 1
Pagina 22 di 23
ALLE!ATO B
SC"EDA PAZIENTE
B
Da conservare IN CARTELLA
!C&'A PO!I(IO)A$')TO CAT'T'*' I)T*A+A!CO"A*'
D1"I 1>1,R1EICI D! "#$%&"'%#!( )!%!%&%
%!")*%!! +, ---.---.------
)(#$%#$( "#/(&'!( $" #(
%$'" %'!()*"'")"
2
$" #(
TIPO I CAT'T'*' I)T*A+A!CO"A*':
)0) 1&%0% !%&'"#% 2!"+(3 ---------------------#4'%&( L4'"------
)0) !4##%LL",!(
+(&!5)!*
+"))
)0) D D"L"$" 2!"+(3 ---------------------#4'%&( L4'"------
$OA"ITA I I)!'*I$')TO %L%,"(#% 4&6%#,
!'' I)!'*I$')TO
$4))L0" D7 $#
6"464L&% "#!%&# D7 $#
/%'(&L% D7 $#
1&)*"L% D7 $#
L!&(-------------------------------------------------------------------
&7 )(#!&(LL( $" #(
&%/%&!( "# )&!%LL $" #(
'%D")( %$%)4!(&% 28adge3-------------------------------------------------
,'!TIO)' I)-'*$I'*I!TICA )'" PO!I(IO)A$')TO
+&%+&,"(#% % LL%$!"'%#!( '!%&"L% +&% +($","(#'%#!(
$$"$!%#, L +($","(#'%#!(
D"$"#/%,"(#% $"!( D" "#$%&,"(#% +($! +($","(#'%#!(
++L"),"(#% '%D"),"(#% ())L4$"0 "03000
%$%64"&% +&"' '%D"),"(#% !& 48 (&% +(" $%)(#D( +&(!()(LL( ,"%#DL%.
"#0"!( L )"( $" #(
L"#/%&'"%&%--------------------------------------------------------------
ALLE!ATO =
1
"nviare copia all499icio ). ".(. 'antova
2
%'()&('( % )(64L,"(#%
22
PROTOCOLLO
Per la gestione dei dispositivi intravascolari
PRCIO20
Data 12/11/2008
Rev. 1
Pagina 23 di 23
,'!TIO)' I)-'*$I'*I!TICA CAT'T'*' I)T*A+A!CO"A*'
.
D1"I 1>1,R1EICI: %!")*%!! +, /(6L"( #:----
!"+( D" )!%!%&%-----------------------------------L4'"---------------------
D! % /"&'
+&%$%#, D"
%D%'
+&%$%#, D"
%$$4D!(
D"//")(L! D"
$+"&,"(#%
$($!"!4,"(#% $%!
"#/4$"(#%
$($!"!4,"(#% $%!
"#/4$"(#%
$($!"!4,"(#% $%!
+&%$$"(#%
$($!"!4,"(#%
'%D"),"(#%
$($!"!4,"(#%
'%D"),"(#%
%$%)4,"(#%
%$'" )(L!4&L"
&"'(,"(#% )0)
$($!"!4,"(#% )0)
$4 $%LD"#6%&
"#0"( +4#! +%&
)(L!4&L%
5 %$%64"&% '%D"),"(#% )0) $%)(#D( +&(!()(LL( ,"%#DL%
5 $($!"!4,"(#% $%! D" "#/4$"(#% (6#" 24 * $% L"+"D";72 * $% L"<4"D"
5 $($!"!4,"(#% $%! +&%$$"(#% L !%&'"#% $%)(#D $)) D" /"$"(L(6") ( 72 (&%
3
"nviare copia all499icio )"( 'antova
23