Sei sulla pagina 1di 10

www .OrizzonteVerticale.

it
CORSO SUGLI ANGELI
a cura di

IGOR SIBALDI

Descrizione:
Il "Corso sugli Angeli " un percorso che aiuta ad a vere la consapevolezza del nos tro Io pi gra nde,
il nos tro Io celes te. Nel mondo terreno pensiamo di essere enti t fini te, ma in realt non cos ,
perch abbiamo un legame i ndissolubile con quell'Assoluto, quell'Aldil del Tutto-Niente, da cui
siamo a rri va ti . Siamo fa tti della sua s tessa sos tanza. La capa cit di entra re in conta tto con tutto ci
si traduce in una s coperta e in una cres ci ta pers onale. Nella conos cenza dei propri talenti e
nell'indi vidua zione del propri o s autenti co. Nel fa re l uce sulla via della propria realizzazione e
della propria libert . E nel comprendere quanto la Volont sia l 'uni ca e vera energia motri ce di
tutta la vi ta .
Il Corso s tato formula to in un totale di 103 Video di approfondi mento, suddi visi in cinque gruppi :


8 video dedi cati alle tema ti che pri ncipali sullAngelologia

1 video introdutti vo per ognuno dei nove Cori Angelici

72 video dedi ca ti agli Angeli della Kabbalah, divisi per data di nascita

8 video conclusi vi di comprensione e cresci ta personale

6 video dedi cati allinterpretazione delle Lettere degli Angeli

Caratteristiche:






Corso suddiviso in 103 Video Lezioni della durata media di 10/15 min.
25 ore di video lezioni totali
20 ore di studio su materiale documentale allegato alle video lezioni
Costo: 169,40 Euro (Iva al 22% inclusa) anzich 242 Euro (iva al 21% inclusa)
Durata: 12 Mesi dalla data di pagamento senza limiti di accesso

Dettaglio argomenti delle lezioni:


> Introduzione al Corso
Ci rca 3.500 anni fa , quando la cul tura egizia e quella ebrai ca erano ancora profondamente uni te, si
fece s trada una forma di psi cologia che gua rda va in modo mol to pi grande a ci che oggi
chiamia mo l'Io. Si concepi va l'Io come un'enorme s fera che a rri va va al di l del cielo ed entra va in
contatto con l 'essenza del di vino. Per s piega re questa realt si ri correva a fi gure e immagini
mi ti che, una di queste quella che noi chiamiamo Angeli.

www.IgorSibaldi.it

www .OrizzonteVerticale.it

Nella visione di un Io cos immenso, l 'idea dell'Angelo porta va ad a vere cos cienza di quanta
energia ogni uomo potesse possedere e utilizza re. Si tra tta va di un'energia proveniente da un
Aldil, da ci che ora noi possiamo chiama re Dio. Angelo, i nfa tti , in greco signi fica messaggero.
Ques ta figura collega ta s trettamente al momento in cui ognuno di noi na to. Per ques to non si
ha un Angelo, ma si un Angelo. Nel senso che il nos tro Angel o corrisponde al nos tro Io pi al to,
pi vero, pi grande. Il nostro Io celes te. Il nos tro Angelo da intendersi come una corrente di
energia che a ttra versa il nostro essere e ci i ndi ca quale corridoio i mbocca re, quale s trada segui re
se vogliamo realizza re il nos tro des tino. E' un vento che ci spinge e che, se sappiamo segui rlo, se
sappiamo fa rci porta re da lui , fa in modo che rius ciamo a essere noi s tessi e non quello che gli al tri
hanno deciso o decidono per noi . Anche la s cienza contemporanea ri conos ce che ogni uomo sa di
s solo il 5%, mentre il res tante 95% gli ignoto. Ecco, questa pa rte a noi i gnota sono le nos tre ali.
E' il nostro Angelo e, come vedremo, anche di pi. E' la missione, le occasioni, il nostro modo
autenti co di essere, i talenti che dal mondo invisibile possono passare alla nos tra cos cienza.

> Come intendere gli Angeli


Oggi si pa rla spesso di Angeli come di figure a ccanto all'uomo. Ques to modo di i ntenderli ,
defini to concretismo, un passo indietro rispetto a 3.000 anni fa. Allora gli Angeli non erano
considerati esseri concreti ma rappresenta va no un valore simbolico. E cos che noi ne
pa rleremo: come fi gure simboli che che ci i ndi cano qual cosa che pi in l e che ognuno di noi
dovrebbe capi re. Per pa rlare e a vvi cina rsi a gli Angeli dobbiamo per per pri ma cosa cerca re di
essere semplici e traspa renti , essere lonta ni da tutto ci che fi no ad ora crediamo di sapere. Il
nostro Angel o il nostro ri tra tto, sia della nos tra pa rte che vedia mo, sia di quella che non
vediamo. Per ques to a bbiamo detto che mentre noi pensiamo di essere s olo il nos tro corpo, il
nostro Angelo rappresenta le nostre ali . Il nos tro Angelo il nos tro talento, la cosa che ci ries ce
meglio, il moti vo per cui siamo na ti .

> La mia direzione


In senso uni versale l'Angelo la nostra energia, il nos tro tipo di energia . E quindi anche la nos tra
predisposizione. Il nos tro Angelo ci dice cosa siamo venuti a fa re a questo mondo, quali sono il
nostro talento e la nostra indi vidualit autentica , vis to che abbiamo s celto noi di nas cere quel
gi orno. La sua energia ci a ttra versa e ci indi ca la di rezione da segui re. Ognuno di noi ha la sua ,
quella che ci dovrebbe rius ci re con pi fa cilit , che dovremmo senti re come istinti va . Dicia mo
quella, e s olo quella, che pu realizza rci in tutti i sensi , fa rci a rri va re a un sapere e a un utilizza re
bene di s. A una consapevolezza che pu porta rci a un successo, di qualunque tipo esso sia . Se
andiamo in di rezione opposta , o da altre pa rti, i nos tri talenti si ri vol tano contro di noi e ottenia mo
l'effetto contra rio. Se l'As trologia ci pu dire della nos tra vi ta il come e il quando, il nostro Angelo
il cosa. Il cosa siamo venuti a fa re sulla terra , la nos tra missione nella vi ta . Se la seguia mo stia mo
bene e siamo pi in a rmonia perch compia mo il nos tro des tino. Detto in pa role povere, sentia mo
di anda re nella di rezione giusta .

www.IgorSibaldi.it

www .OrizzonteVerticale.it

> 72 Correnti di Energia


Abbiamo detto che ogni Angelo una corrente di energia che ci a ttra versa , ma perch si stabili to
che ques te correnti siano 72? In realt l 'Energia, intesa come essenza dell'Infi nito, una sola . Ma
per l'Angelologia, sin dai suoi albori , questa Energia uni ca suddi visa in 72 di rezioni differenti ,
come fossero delle pa rti cola ri "specializzazioni". Per gli egi zi ques te era no addi ri ttura 360,
intendendo cos l 'intera ci rcola ri t dell'uni verso. Pi ta rdi la cul tura ebrai ca port ques te influenze
celesti a 72. Sono 72 ca tegorie umane, 72 tipi di destino, 72 modi di entra re in rapporto con
l'Infini to. Ad ogni modo, 360 un mul tiplo di 72, e a s ua vol ta 72 un mul tiplo di 12. Per gli egizi
12 erano le differenti pers onalit , o aspetti del s, che ogni uomo possedeva . Non un caso che gli
Apostoli siano 12, le 12 pa rti del s ra cchiuse nella tredi cesima . Ges.

> I Nomi degli Angeli


Ogni Angelo ha un suo nome, e ques to nome sempre una formula perch fatto di lettere
ebrai che geroglifi che. Nella lingua s cri tta erano pi importanti i signifi ca ti rispetto al suono. Lo
s tesso vale per i Nomi degli Angeli , il cui suono non di ce mol to, mentre le lettere sono l 'uni ca cosa
che conta. Vuol di re che ogni lettera ha un suo signi fi cato e rappresenta una forza precisa, che si
combina con quelle delle al tre lettere e d forma a una real t. L'uni co modo che abbiamo per
des cri verle comunque la gra fia , raffigura rle sotto forma di pa rola . Perch nell'Invisibile la pa rola
tutto. Ri cordiamoci che per i ca ra tteri geroglifi ci, egizi ed ebraici , ci sono tre li velli di interpreta zione: quello letterale il cui signi fi cato di uso corrente, quello figura to che come signi fica to ha
una metafora , e quello sacro con un signifi ca to spi ri tuale. Il pri mo li vello serve per pa rlare, il
secondo per signi fi care, il terzo per nascondere e cus todi re i signifi ca ti veri .

> Resistenze e Conflitti


Abbiamo detto che il nos tro Angelo il nos tro ri tra tto, o meglio il ri tra tto del nos tro Io pi al to.
Eppure pu capi ta re di non ri conos cersi in lui . Ri conos ciamo quello di un nos tro pa rente, o di un
ami co, ma non il nos tro. Addiri ttura pu esserci un ri fiuto: del tipo, io non sono quello l. Entra re in
contatto con un Angelo vuol di re capi rlo. Quando non lo si capis ce perch si hanno dei rapporti
di diffi col t con ci che quell'Angelo espri me, delle zone in ombra che non vogliamo a ccetta re.
Oppure quando si certi che la nostra s trada sia quella giusta , e quella degli al tri sbagliata . Oppure
pu persino succedere di non ri conos cersi perch si fa un la voro che ha mol to a che fa re con i
numeri : i numeri sono ipnoti ci .

www.IgorSibaldi.it

www .OrizzonteVerticale.it

> I 7 Vizi capitali


Dal modo greco, e pi precisamente da Aris totele, ci viene la visione dei 7 elementi che possono
blocca re l 'energia di un indi viduo. Sono quelli che conos ciamo con i nomi di a va ri zia, i ra , a ccidia ,
superbia, gola , invi dia e lussuria . Sono ques te le 7 cause che non possiamo determina re ma che ci
determinano, e intervengono a gendo sulla mancanza di libert e felici t nelle nos tre s cel te. Sono
come 7 motori che ci bloccano. Di soli to, ognuno di noi ne ha almeno uno acceso. Per i Vizi
Capi tali si ba ttono con la Volont . Se le nostre resistenze alla comprensione di un Angelo sono
forti , utilizza re ques to metodo pu essere risoluti vo. Ma come fa re a sapere qual il nostro
blocco?

> Presentazione generale: I CORI ANGELICI


Coro viene dal greco horos e si gnifi ca luogo, gruppo. In ebrai co questo concetto espresso con la
pa rola Sephi rah, che signi fi ca anche sfera . Ogni Sephi rah ra cchiude una pa rti cola re conos cenza ed
energia . Ognuno dei nove Cori Angelici abita quindi in una delle nove Sephi roth dell'Albero della
Vi ta, che i n ebrai co sa rebbe pi giusto defini re come Al bero della Cres ci ta. Ques ta cres ci ta , come
vedremo, indi ca il percorso compiuto da ogni cosa che si materializza : dalla vi ta , ai senti menti , alle
idee, agli a ccadimenti . Il passaggio a ttra verso ogni Sephi rah tras ferisce la conoscenza e l'energia
che le sono proprie. Sopra ttutto, a bbiamo un ra pporto pi s tretto con gli insegnamenti della
Sephi rah che ha a che vedere con il nos tro Angelo. Per, secondo la teoria della Kabbalah,
l'ingresso nel mondo della forma e della ma teria fa s che tutto ci che si appreso nel percorso
venga dimenti cato. Si pu sol tanto riporta rlo alla luce, ri corda rlo, e vedremo come.

> Sezione Coro Angelico: I SERAFINI


I Sera fini sono gli Angeli della Volont . Infa tti per loro la cosa fondamentale la Volont . Ques to
il loro insegna mento, e cio che tutto ci che ci succede nella vi ta perch lo abbiamo voluto:
quello che ci successo in passato e quello che ci succeder in futuro. In ebrai co il loro nome
signi fi ca incendio, energia che esplode. E infa tti i Serafini splendono, di vampano. Per questo i loro
protetti sono persone pa rti colarmente esuberanti e pieni di energia . I Serafini ci vogliono di re: se
ries ci a cambia re la tua Volont , cambia tutto. Devi a verne il cora ggi o, la forza , e devi solo da rti il
permesso di fa rlo. Perch non ci sa r nessuno, tranne te, che te lo potr i mpedi re.

www.IgorSibaldi.it

www .OrizzonteVerticale.it

> Sezione Coro Angelico: I CHERUBINI


I Cherubini sono gli Angeli della Sapienza . Di ogni tipo di Sapienza , quindi anche della preveggenza .
Il loro nome vuol di re "come una mol ti tudine" e infatti il loro compito defini re le moltissime
di rezioni i n cui la Volont pu dimos tra rsi . Sono in pra ti ca dei Maes tri di Di rezione. Sono
potentissimi, e i rrompono. La l oro pa rti colari t a vere due volti , uno gioioso e uno terribile. Nella
tradi zione non sono mai raffigura ti, a pa rte a vvol ti nelle loro sei ali colora te perch il l oro vol to
pu essere letale. E cos a nche i loro protetti sono persone ipera tti ve, che per possono improvvisamente trasforma rsi in distruttori che lasciano il segno.

> Sezione Coro Angelico: I TRONI


I Troni hanno la capa ci t di ri flettere sulla Sapienza . Insegnano un punto di vis ta cri tico e ra zionale.
E infa tti concretizzano, capis cono, ordinano e danno un sistema a ci che s ta nascendo. I Troni
hanno una pa rti cola ri t , capis cono ma non s ono capi ti. E' un po' la ca ra tteristi ca di tutti gli Angeli
che appa rtengono a ques ta Sephira h, nessuno capisce loro, perch sono al di l, conos cono troppo
per chi non alla loro al tezza .

> Sezione Coro Angelico: LE DOMINAZIONI


Le Dominazioni sono le forze dell'Abbondanza . In ques ta Sephi rah le cose cominciano a
consolidarsi e il compito delle Dominazi oni espri me il concetto pi al to di Creazione, e cio
a ttingere dalle infini te possibilit e cominciare a concreti zza rle. Ogni Crea zione, infa tti, comincia
con l'idea che le possibilit siano ancora tantissime. Gli Angeli di ques ta Sephi rah hanno la
ca ra tteristi ca di voler supera re continuamente il proprio Io, e di a mpliare gli spa zi e la visione di chi
s ta vi cino a loro.

> Sezione Coro Angelico: I POTESTA


Le Potes t sono gli Angeli della Forza e dell'Eroismo, e secondo al cune tradi zioni anche del
Gi udizi o. Quindi i n ques ta Sephi rah comincia a prendere forma la Personalit , con tutti i suoi
elementi di energia o debolezza . E' qui che si apprendono la forza , la severi t , il rigore, la fermezza
di di re se una cosa gius ta o sba gliata . Tutti gli Angeli di ques ta Sephi rah hanno infa tti una
personalit mol to forte, con una gran voglia di esserci , di conquis ta re, di realizza rsi , di a vere i
propri eroi .

> Sezione Coro Angelico: LE VIRTU


La Sephi rah delle Vi rt si trova sulla colonna centrale dell'Albero della Vi ta, ed il punto di confine
tra il Regno della Crea zione e quello della Forma zione. E' la Sephi rah dell'Equilibrio, e a nche
dell'Armonia. La prospetti va di venta ampia , e da ques ta posizione l o sgua rdo s pazia libero i n ogni
di rezione, cos ogni cosa di venta pi chia ra e comprensibile. Tutti questi insegnamenti si riflettono
mol tissimo negli Angeli che vi fanno pa rte.

www.IgorSibaldi.it

www .OrizzonteVerticale.it

> Sezione Coro Angelico: I PRINCIPATI


Con la Sephi rah dei Principa ti inizia il Terzo Regno, quello della Formazione, e quindi quello che
precede la Nas ci ta. I Principa ti sono le forze della Bellezza , e hanno il compi to di forni re l'is tinto, il
desiderio, la sapienza del bello. E bello si gnifi ca anche qualcosa che non si esaurisce, perch ogni
vol ta che lo gua rdi una ri vela zione. Tutti gli Angeli di ques ta Sephi rah hanno le ca ra tteris tiche di
persone che sono na te in un ambiente bello, e sono in genere s chi zzinose, come se il mondo che li
ci rconda non fosse compa tibile con il loro concetto di bellezza .

> Sezione Coro Angelico: GLI ARCANGELI


Gli Arcangeli annunciano. Dissol vono il confine tra la dimensione umana e le dimensioni superiori ,
e qui ndi ra ppresentano il collega mento tra la fini tezza dell'uomo e l 'immensi t dell 'Aldil.
Ampliano l'orizzonte a chi ries ce ad as col ta rli, insegnano a gua rda re dall'alto e a s corgere cos i
propri li miti . Tutti gli Angeli hanno un colore o al cuni colori che li connotano: gli Arca ngeli invece
hanno tutti i colori . Sono sempre raffigura ti come mol to mas chili, esuberanti e vi rili nel fisico, ma
con la voce femminile. Come se a vessero due sessi. Il loro vi gore tale da determina re, nell'anima
di chi gli si a vvi cina , l 'inizio della ges tazione di una vi ta nuova , una vi ta che ri comincia . In ques to
senso sono dei Sal va tori . Sono per anche gli Angeli della Memoria, quelli che segnano gli errori , e
nel percors o a ri troso dell'Albero della Vita rappresentano il punto in cui "si devono fa re le
somme". Le persone na te in questo periodo ne assumono le ca ra tteristi che, come la presenza
fisi ca , la capa ci t di connessione con forze pi al te, la mol tepli cit delle personalit (l'a vere tutti i
colori ), e infine la capa cit di essere in contatto con una Sapienza superiore. Anche per ques to,
di versi tra i protetti degli Arcangeli hanno il guaio di detenere una Veri t che per gli al tri
s comoda .

> Sezione Coro Angelico: GLI ANGELI LUNARI


Gli Angeli Luna ri rappresentano l 'ul timo passaggio dal Regno della Forma zione a quello della
Forma terrena . Sono i Forma tori che danno gli ul timi ri tocchi a tutto ci che s ta per nas cere.
Attra vers o loro confluis cono tutte le energie e le conos cenze del percorso dell'Albero della Vi ta .
Si curamente per questo sono gli Angeli pi presenti nella nostra fantasia, e tutte le vol te che ci
affa cciamo nell'Aldil sono i pri mi che incontriamo. Hanno infa tti un doppio ruolo, vis ti dall'al to
sono l'ul ti mo passaggi o verso la fisi ci t e il mondo visibile, e visti dalla realt terrena sono il pri mo
passo verso il percors o a ri troso. In real t sono gli Angeli Comuni ca tori , quelli che in continua zione
comunicano con noi . E anche i pri mi a ri cevere i nos tri desideri, i pri mi a dare forma alla
realizzazione di quello che abbiamo chies to. Le persone sensibili alla forma nascono qui .

> Angelologia Antica e Non


Quella di cui noi pa rliamo Angelologia Antica . Esiste anche una forma contemporanea di
Angelologia, di cui si occupa ad esempio la New Age, che essenzialmente vede gli Angeli come
forme i ntermedie tra il nos tro essere, la nos tra cos cienza , e un Aldil non bene identi fi cato.

www.IgorSibaldi.it

www .OrizzonteVerticale.it

Secondo ques ta teoria gli Angeli sono delle fi gure protetti ve che si occupano delle sorti delle
nostra vi ta. Essi esis tono attorno a noi , ma ci sono invisibili. In altre pa role, esistono al tri Io,
intorno al nostro Io. Ques to totalmente in contras to con l 'Angelol ogia Anti ca perch frena il suo
presuppos to, e cio la s coperta e la cres ci ta verso ci che di pi grande esiste nel nos tro Io: per
metterlo in conta tto con il nos tro Io pi al to e autenti co. Se invece concepiamo al tre figure, Angeli
o Demoni che siano, come altri Io fuori di noi , vuol di re che gi ci basta quello che siamo, quello
che lo sta tus di conoscenza del nos tro Io. E se ci sentiamo gi suffi cienti non potremo mai anda re
ol tre e innal za rci, realizza rci : non useremo mai il nos tro intuire pi in alto. E perci ques to limi te ci
blocca , per almeno tre moti vi . Vediamo quali.

> Albero della Vita e Karma


La Kabbalah, che vuol di re "il Dono", uno dei simboli pi forti di tutte le religioni ed un insieme
di conos cenze e di verit di vise in Regni , molto complica te da spiega re e da ca pi re. Nella sua
visualizzazione rappresenta l'Albero della Vi ta, in cui indica to il percorso molto pa rti cola re che
ogni energia vi tale e tutto ci che nas ce, quindi anche ogni a vvenimento, ogni is tante, ogni idea ,
ogni sentimento, attra versa per passare dalla dimensione al tissima del Tutto-Nulla, il Mondo del
Possibile, una dimensione pi alta a ncora di 'Elohyi m, fino a gi ungere alla realt terrena . E' un
percorso a spi rale, come quello del DNA, con cui tra l 'al tro ha incredibilmente mol tissimo in
comune. Al tempo s tesso, na turalmente, indi ca anche la s trada a ri troso, quello della fisici t e
delle mani festa zioni reali che ri tornano all'Infini to dell'Aldil , al Senza Confine dove tutto Uno.
Dis cendendo l 'Albero della Vi ta apprendiamo tutte le conos cenze, ma quando entriamo nel
mondo fisico ci di menti chiamo totalmente di a verlo fatto. E cos , quando nella vi ta conosciamo, in
real t non faccia mo altro che ri corda rci di ci che gi conos cevamo, di riporta rlo allo s ta to
cos ciente. Qualcosa di analogo l o trovia mo nella teoria induista del Ka rma , pa rola che in sans cri to
vuol di re "fa re", e per cui noi a giamo anche in funzione di qual cosa che dietro di noi , a qualcosa
che a vvenuto nelle nos tre vi te precedenti.

> La Metafora di Pinocchio


Pinocchio, che tra l'al tro uno dei libri pi venduti nel mondo, i n realt un libro che pa rla di
Kabbalah e della Sephira h della Conos cenza , l'uni ca che non ha Angeli , e in cui dovrebbe essere
colloca to l 'Al bero della Conos cenza del Bene e del Male. Pensiamo alla s toria di Geppetto, un
falegname, che va da un i mporta nte ebanista che si chiama Mastro Ciliegia e gli di ce: s to cercando
un bel pezzo di legno per fa rne un bura ttino, che sappia danza re e ti ra re di scherma e mi
ga ra ntisca un bi cchiere di vino e un pezzo di pane per tutto il tempo che vi vr. In real t Yahweh, il
Dio forma tore, si reca da 'Elohyim, il Dio crea tore, per concreti zza re il percorso di una nas ci ta. E
che di re poi del vino e del pa ne, simboli della Messa, e del ri cordo di un altro falegname
protagonista della s toria di un'altra nas ci ta che finis ce con un altro pezzo di legno a forma di
croce?

www.IgorSibaldi.it

www .OrizzonteVerticale.it

> Il Mondo della Formazione


Dal Regno della Formazione passiamo alla real t , al Regno del Fa re. Ma come faccia mo nella vi ta a
porta re a termine il nostro compi to? In ebrai co antico, albero e legno sono due formulazioni
geroglifi che che si assomigliano mol tissimo. E albero vuol di re cres cita . La s toria di Pinocchio,
abbiamo vis to, quella di una conos cenza che si vuole tras forma re in vi ta, in corpo, i n a zione.
L'uni co modo per fa rlo quello di risali re l 'Albero della Vita nel tempo della nostra esistenza per
torna re a conos cere ci che abbiamo appreso nel dis cenderl o. Ini ziando la sali ta ci ri troviamo nel
Terzo Regno, quella della Formazi one con le sue tre Sephiroth: Desiderio, Memoria e Giudizio, e
Bellezza . La pri ma da a ttra versa re la Sephira h del Desiderio, ma cosa vuol di re desidera re? Viene
da sidero, s tella. Quindi , quando de-sidero penso che le s telle in cielo non mi danno abbastanza , e
cos chiedo. Ma sappiamo da vvero cosa chiedere. Sappiamo cosa vogliamo?

> La Volont
Verso la fine del 1500 comincia a domina re il princi pio di causa-effetto: quello che conta il
passato, e tutto quello che esiste dipende da ci che a vvenuto in passato. E' la fine del senso
fi nalisti co della vi ta che a vevano gli anti chi e che sos teneva l 'esatto opposto, e cio che quello che
conta e decide il futuro. La Volont ha a che fa re proprio con ques ta visione, si gnifi ca che tutto
quello che reale prodotto dal futuro. Signifi ca a ccorgersi che tutto ci che a vviene nella nos tra
vi ta prodotto dalla nos tra volont profonda . E' il futuro che d forma a ci che esiste. Ma come
rius ci re a realizza rlo? Rius cendo a ri corda re tutto quanto gli Angeli ci hanno insegna to nel percorso
che a bbiamo fa tto pa rtendo da Kether, La Corona, che s ta al verti ce dell'Albero della Vi ta e
rappresenta il Regno dell'Emana zione e dell'Intuizione, e discendendo fino al mondo fisico. Se
sappiamo fa re ques to permettiamo a Kether di inca rna rsi nel nos tro quotidiano sulla terra .

> Israele figlio di Dio


In ebrai co geroglifi co la pa rola Is raele composta da tre elementi . Il primo corrisponde al concetto
di essere umano cos ciente di s, il secondo espri me il concetto di collegamento, e il terzo
rappresenta 'Elohyim, il Di o Crea tore. Is raele indi ca qualcuno che rius ci to a ins taura re un col lega mento tra la limi ta ta di mensione della sua vi ta e l'i nfini ta crea ti vi t e potenza che c'
nell'Aldil . Is raele quindi non ri conos cibile in uno solo di questi elementi , ma li ra cchiude tutti e
tre. Anche nel Vangelo di Giovanni si dice che ognuno, se vuole, pu di venta re Figlio di Dio. E cos
di cono tutte le Sa cre Scri tture. Ma come possibile di venta rlo? Come possibile di venta re
unigeni ti , che non vuol di re uni ci , ma fa tti della s tessa sostanza? Consolidando il lega me tra la
cos cienza di s e qual cosa che il nostro Io pi grande. Uno dei metodi per a rri va re a questo Io pi
grande l 'Albero della Vi ta . Spesso capi ta che al cuni abbiano la sensazione che il loro Angelo non
sia sufficiente a rappresenta rli, e sentono propri anche altri Angeli. Queste persone sono cres ciute
pi delle altre, e sono pi vi cine a instaura re quel collegamento.

www.IgorSibaldi.it

www .OrizzonteVerticale.it

> Le Preghiere agli Angeli


Ognuno ha libero a ccesso a tutte le Sephi roth e ai 72 elementi angeli ci dell'Albero della Vi ta, del
"Dono", e ha la possibilit di fa rli inca rna re nella sua esistenza . Chi ries ce a vedere due o pi Angeli
simili a s gi sulla buona s trada . Ma perch ri conos ciamo qual cosa di noi in al tri Angeli? E
invece, perch al tri Angeli non ci sembrano simili per niente e addi ri ttura li trovia mo i rri tanti?
Quanto pi sentiamo il ri tra tto di un Angel o come qualcosa che ci es traneo, ta nto pi abbiamo la
certezza che in l ui ci sono fa col t che aspetta no di essere s viluppate da noi . Ques ta anche la
ra gione del perch esistono le Preghiere agli Angeli, da esegui re almeno ogni 5 giorni . Chi ries ce a
reci ta re bene queste Preghiere, concentra ndosi su di esse e senza pensa re ad altro, pu espri mere
un desiderio che mol to probabilmente prender forma . Se va tutto bene, e il li vello di
concentra zione al to, signi fica che l'Angelo di quel giorno ci gi vi cino e il mi glioramento si
ma nifes ta subito, sentendo pi a rmonia con ci che quell'Angelo espri me. In caso contra rio vuol
di re che l abbiamo qual che trauma, delle resistenze, dei blocchi .

> L'Aldil
L'elemento che esprime il punto pi prezioso e a vventuroso dell'Angelologia quando ci si
appresta a fa re quel grande passo che nelle Scri tture espresso come "sia fa tta la tua Volont e
non la mia". Ci si riferis ce al nos tro personale passaggio dal nostro Io pi ccolo al nostro Io Gra nde.
Fa cendo la Volont del nos tro Io Grande non obbediamo a qual cun al tro, ma solo alle energie e
capa ci t pi profonde del nos tro Io Grande. La psicanalisi moderna pa rla di Incons cio. Per gli
anti chi l'Incons cio non era preso in considera zione, ma pa rla vano piuttos to di un Supercons cio. C'
un rapporto tra Angelologia e Libert : se superiamo i nos tri condizionamenti allora di ventiamo pi
liberi . Ma c' di pi. Se ri usciamo a innalza rci e a vedere dall'alto lo s chema dell 'Albero della Vi ta
vuol di re che siamo qualcosa di ancora pi grande: e ques to perch essendone fuori lo rius ciamo a
vedere, e quindi a comprendere. Scopri re ci che ci insegna ogni singola Sephi rah un modo di
libera rsene, perch non si pi Uomo o Angelo ma si col ui che ries ce a concepi re la visione del
tutto. E a rri va re a fa re ques to signi fi ca che abi tiamo nel grande Infini to del Tutto-Nulla. I Misti ci
ries cono in ques to grande passo, e possono prova re quella sensa zione mera vigliosa per cui ogni
cosa che ci capi ta di venta pi ccola , qualsiasi problema che ci poteva sembra re gi gantes co si riduce a
un problema minimo. E cos si finalmente liberi .

> Le Lettere degli Angeli


Nell'alfabeto ebrai co anti co le lettere sono 22, tutte consonanti o semi vocali. Le vocali si
apprendeva no con l'uso, sentendole pronuncia re. Ogni Angelo forma to da una formula
geroglifi ca trilettere a cui in segui to venne aggiunta una sillaba di uno dei due principali nomi di
Dio: -yah da Yahweh, il Dio forma tore, e -'el da 'Elohyim, il Dio crea tore. Nel nome di ogni Angelo
sono contenute, cifra te nelle lettere geroglifi che che lo compongono, tutte le indica zioni per
ri conos cere e segui re la propria Via Angelica , e per a vere coscienza delle proprie energie.
Ri cordiamo che la pri ma lettera quella che dobbiamo supera re per poter anda re ol tre e
realizza re il nos tro Angelo. O meglio, per di venta re in modo cos ciente il nostro Angelo.

www.IgorSibaldi.it

www .OrizzonteVerticale.it

Bibliografia Generale:

Bibliografia Monografica:

www.IgorSibaldi.it