Sei sulla pagina 1di 9

www.libertasicilia.it mail: libertasicilia@gmail.

com Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987


Cronaca
Tent di uccidere
parrucchiere: 12 anni
ad un priolese
a pagina sette
NONSOLOCRONACA
Siracusa avr un marchio
di denominazione comunale
Siracusa avr una
un marchio di deno-
minazione comunale
(Deco) per i prodot-
ti locali e favorir il
commercio equo e
solidale.
A pagina tre
SOCIETA CRONACA
CRONACA ECONOMIA
Cronaca
Rigetano le accuse
i due che avevano
una pistola
a pagina cinque
Nessuna notizia del miliardo e mezzo annunciato da Alekperov
La discussione sui fondi
Pac era stata proposta da
Carmen Castelluccio lo
scorso 9 luglio,.
A pagina due
Fondi Pac
Oltre 1 mln
a Siracusa
di Concetto Alota
Oltre 23 miliardi di euro di corruzione e sprechi gravano
sulla spesa sanitaria italiana per un complessivo di 110
miliardi. il risultato di unindagine condotta.
Il sindacato incalza: Politica degli acquisti non basta
Lukoil ha congelato
tutti gli investimenti
Investimenti, sviluppo e
occupazione, monitorando
i settori cardine del polo
petrolchimico ed energe-
tico siracusano. Su tutto
questo ha lavorato, sta-
mattina, il settore Indu-
stria della Cisl territoriale
convocato dal segretario
generale della Ust, Paolo
Sanzaro. I segretari ge-
nerali di Femca, Sebastia-
no Tripoli, Filca, Paolo
Gallo, e Fim, Gesualdo
Getulio. Un momento di
confronto, condivisione e
sintesi della situazione at-
tuale nella zona industriale
siracusana.
Industria
cassintegrati
senza risposte
di Salvatore Maiorca
Il colosso russo Lukoil,
indifferente, anzi ostile, al
territorio sul quale opera,
non senza far danno, con-
gela glinvestimenti a suo
tempo annunciati in gran
pompa. Si infatti persa
ogni traccia del miliardo e
mezzo dinvestimenti che
lo scorso anno il presidente
di Lukoil, Alekperov,aveva
personalmente annunciati
al presidente della Regione,
Crocetta.
A pagina dodici
A pagina quattro
sabato 20 settembre 2014 anno XXVII n. 216 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafca S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 0,50
Il Questore di Siracusa,
Mario Caggegi, alla pre-
senza del Prefetto e di tut-
ti i vertici Militari.
A pagina sette
Distribuito
il diario
di Civis
E deceduto lanziano
che, in un gesto estremo,
ha ingerito un liquido cor-
rosivo, dopo avere tentato
di spruzzarlo al volto del-
la donna alla quale faceva
delle avance.
A pagina quattro
Inger liquido
corrosivo
Deceduto
Lo Stato avvia
il progetto
cannabis terapeutica
A pagina sei
Quotidiano della Provincia di Siracusa Sicilia
CRONACA DI SIRACUSA 2 Sicilia 20 SETTEMBRE 2014, SABATO
La discussione sui
fondi Pac era stata
proposta da Carmen
Castelluccio lo scorso
9 luglio, tenuto conto
dei ritardi nellaccre-
ditamento dei soldi da
parte dello Stato che
si registrava allora. Lo
scopo era di verifcare
la correttezza delliter
amministrativo, sul
quale cerano richie-
ste di integrazione
documentale avanzata
dal ministero compe-
tente. La proposizione
oggi dellargomento,
ha spiegato ieri Ca-
stelluccio, dovuta al
fatto che ci sarebbero
ritardi nellaccredita-
mento della parte di
fnanziamento da de-
stinare linfanzia e per
capirne le ragioni.
La critica pi decisa
arrivata da Casta-
gnino che, citando
documenti del mini-
stero consultati ieri,
il distretto di Siracusa
risulterebbe tra quelli
ai cui non sono state
accreditate le somme.
Ci avvenuto ha
aggiunto perch la
documentazione
stata prodotta in ri-
tardo, determinando
diffcolt alle famiglie
con soggetti deboli.
Immediata la repli-
ca dellassessore alle
Politiche sociali, Lid-
do Schiavo, che ha
respinto laccusa di
Castagnino ricordan-
do che i fondi Pac non
sono destinati al solo
al comune capoluogo
ma allintero distretto
socio-sanitario . Non
ci sono stati ritardi, ha
detto. La documenta-
zione stata presen-
tata nel dicembre del
2013, ma ha ricono-
sciuto di essere stati
affancati nellistrut-
toria da un ente indi-
cato dal ministero che
non si rivelato allal-
tezza del compito,
considerata anche la
diffcolt della proce-
dura. Nel complesso,
ha affermato, si tratta
di tempi normali.
La buona notizia
che le somme sono
gi a disposizione del
distretto. Quelle per
gli anziani sono stati
assegnati il 2 agosto,
quelli per linfanzia
il 10 settembre. Si
tratta in tutto di una
somma vicina ai 3 mi-
lioni di euro suddivi-
sa quasi egualmente.
A Siracusa spettano
pi di 700 mila euro
per gli anziani e ol-
tre 920 mila euro per
linfanzia, somme che
consentiranno di av-
viare nuovi forme di
assistenza in aggiunta
a quelle esistenti. Tra
le altre cose, con que-
sti fondi sar realizza-
to un nuovo asilo nido.
Nel dibatto, Simona
Princiotta ha eviden-
ziato che la procedura
dei Pac ha comportato
il riconoscimento di
3.000 ore di straor-
dinario al personale
comunale interessa-
to; Castelluccio si
detta soddisfatta e ha
sottolineato la mo-
dalit positiva e civile
di interlocuzione tra
Consiglio e Giunta;
Fortunato Minimo e
Francesco Pappalar-
do hanno espresso un
plauso allassessore
per la vicenda e per i
risultati complessivi
ottenuti nella gestione
della rubrica.
Fondi Pac
Un milione
e mezzo
per Siracusa
Scomparso
il giornalista
Pippo
Di Silvestro
LA CONFERMA DALLASSESSORE SCHIAVO
CRONACA
E scomparso ieri mattna il
giornalista siracusano Pippo Di
Silvestro. Era stato sottoposto ad
programmato intervento chirur-
gico luned della scorsa settimana
che sembrava essere andato bene.
Ieri mattina per, una ricaduta e
la scomparsa. Di Silvestro stato
segretario generale del Comune
di Siracusa ma anche il decano dei
giornalisti sportivi siracusani. Per
anni ha collaborato per la Gazzetta
del Sud, giornale per il quale ha
scritto il suo ultimo pezzo in oc-
casione della sconftta in casa del
Siracusa contro lo Scordia.
Tra le sue esperienze editoriali
rimarchevole quella di Sportivis-
Latto di indirizzo sul commercio
equo e solidale e sulla fnanza etica
stato trattato dal Consiglio comu-
nale di Siracusa con la relazione
stata fatta dal Alessandro Acquavi-
va, frmatario della proposta assieme
a Carmen Castelluccio, il quale ha
spiegato che il documento eviden-
zia una tematica universale qual la
contraddizione tra paesi del nord del
mondo e del sud del pianeta. Oggi si
vive una situazione di sfruttamento
del primi sui secondi che non viene
superata con i soli aiuti fnanziari, ha
detto.
La proposta alternativa, fatta propria
anche dallUnione Europea, di av-
viare rapporti commerciali che non sia-
no basati sullo sfruttamento e solo sulle
sole logiche di mercato.
Lidea di aiutare il commercio equo
e solidale attraverso convenzioni, age-
volazioni, autorizzazioni, forme di f-
nanziamento fnalizzate allattivit pro-
mozionale, commerciale e culturale, in
particolare favorendo la fnanza etica e
agevolando lutilizzo di locali comunali
dismessi o riconvertibili. Unaltra pos-
sibilit prospettata da Acquaviva e di
fare entrare i prodotti del mercato equo
e solidale nelle mense scolastiche asse-
gnando una premialit a chi li utilizza.
Un contributo al dibattito stato dato
da Giuseppe Giaquinta, presidente del-
Commercio equo
e solidale: atto
di indirizzo in aula
la cooperativa sociale Francisca Mar-
tin, che gestisce un negozio equo e so-
lidale, il quale ha agganciato la proposta
in discussione al drammatico fenomeno
dei migranti che stanno arrivando in Eu-
ropa. Per Carmen Castelluccio, latto di
indirizzo serve ad avviare un rapporto
tra questo mondo e lAmministrazione.
Comprare prodotti del mercato equo e
solidale ha spiegato signifca fnan-
ziare concreti progetti di solidariet che
aiutano produttori del sud del mondo in
diffcolt, che non sfruttano i minori e
hanno unidea vera di giustizia sociale.
Latto di indirizzo stato votato senza
che ci siano stati interventi contrari ed
passato allunanimit.
In foto, assistenza domiciliare.
20 SETTEMBRE 2014, SABATO Sicilia 3 CRONACA DI SIRACUSA
Lappuntamento per questa mattina alle ore 11 presso il liceo scien-
tifco O.M. Corbino di Siracusa. La campanella torna a suonare per
gli ex studenti dello storico liceo siracusano, i quali tornano tra i banchi
per celebrare il cinquantesimo anniversario del conseguimento della
maturit scientifca. Ebastata una fotografa depoca, risalente al 1964,
per stimolare la voglia di riverdersi dopo tanti anni. Salvatore Corso
Dopo 50 anni si ritrovano in classe
gli ex studenti del liceo Corbino
Siracusa avr il marchio
di denominazione comunale
Impegnata lammini-
strazione ha redigere
un regolamento che
preveda listituzione
di un registro
dei prodotti
PoLItICa. APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE
Siracusa avr una un
marchio di denominazio-
ne comunale (Deco) per i
prodotti locali e favorir il
commercio equo e solida-
le. Lo prevedono due atti
di indirizzo votati nella se-
rata di gioved scorso dal
consiglio comunale, che
ha dedicato la parte fnale
della seduta alle Politiche
sociali, in particolare ai
fondi del Piano di azione
e coesione per gli anziani
e per linfanzia.
Per il Deco, proposta dal
gruppo del Megafono con
primo frmatario Cosimo
Burti, lassise ha impegna-
to lAmministrazione ha
redigere un regolamento
che preveda listituzione
di un registro dei prodotti,
i quali dovranno rispetta-
re un preciso disciplinare.
Il marchio affonda le sue
radici nel 1998 e nasce da
unidea di Gino Veronel-
li, enogastronomo morto
dieci anni fa, che riusci a
farla accogliere dellAsso-
ciazione nazionale comuni
dItalia. Non un mar-
chio di qualit ma unat-
testazione del luogo in cui
nasce un certo prodotto.
Molti comuni lo han-
no adottato ha spiegato
Burti utilizzandolo come
strumento di salvaguardia
delle proprie produzioni
e di sviluppo endogeno
del proprio territorio, ol-
tre che per promuovere
allesterno la specifcit
culturali e storiche. Gli
obiettivi sono: rilanciare
e valorizzazione le produ-
zioni locali, non solo eno-
gastronomiche ma anche
artigianali come forma di
cultura; promuovere il
territorio e le specifcit
produttive; salvaguardare
il patrimonio locale e le
tradizioni dai processi di
globalizzazione. Secondo
Burti, il Deco avr anche
una ricaduta positiva sul
turismo attraverso la cre-
azione di itinerari nei siti
in cui nascono i prodotti.
nazionale.
Questo appuntamento
ha sottolineato Giuseppe
Capodieci rappresenta
una occasione per accen-
dere i rifettori nazionali
sul modello della radiolo-
gia siciliana sulla strada
virtuosa fn qui percorsa
e sulle attuali diffcolt da
superare, prima tra tutte
il precariato dei giovani
radiologi siciliani e lin-
cremento delle dotazioni
organiche. Oggi la Sicilia
ha un modernissimo par-
co tecnologico, ma risor-
se umane non adeguate al
numero di apparecchiature
ed al volume di prestazioni
erogabili. In compenso il
recente decreto sullappro-
priatezza delle prestazioni,
quello in fase di emana-
zione sulla rete regionale
di radiologia interventi-
stica e la bozza di lavoro
sulla organizzazione di-
partimentale sono il frutto
di una profcua e concreta
collaborazione tra Istitu-
zioni, Societ scientifche
e Sindacato.
R.L.
Territorio e legalit stato
il tema di una seduta con-
giunta dei consigli comu-
nali di Floridia, Solarino e
Unione Monti Climiti che
ha visto la autorevole pre-
senza del Presidente della
Commissione parlamentare
Antimafa all'Assemblea
Regionale Siciliana. Erano
presenti i rappresentanti
civili e militari della nostra
provincia.
Dopo gli interventi dei sin-
daci di Floridia e Solarino
Scalorino e Scorpo, del
dirigente del commissaria-
to di Priolo Conti, del vice
prefetto Occhipinti e del
presidente dell'antiracket,
ha preso la parola l'impren-
ditore foridiano Carmelo
Misseri vittima di alcuni
attentati il quale ha detto
che non bisogna arrendersi
denunciando chi chiede
il pizzo e inculcare alle
nuove generazioni il culto
della legalit. Il presidente
Nello Musumeci ha detto:
Il territorio, la legalit, lo
sviluppo. E sullo sfondo i
giovani con le loro ansie,
le loro incertezze qualcuno
anche con la frustrazione di
vedere non messo a proftto
il proprio diploma o la
propria laurea. Noi vivia-
mo un momento di grande
tristezza, un momento di
transizione diffcile e pro-
prio per questo da un lato
abbiamo bisogno aggiun-
ge Musumeci di spiegare
e preparare ai giovani le
criticit della vita. I giovani
sono troppo protetti oggi,
sono troppo coccolati e
invece dobbiamo spiegare
ai giovani che debbono
imparare a cadere e a
rialzarsi perch nella vita
posso contare soltanto sulle
proprie forze e al tempo
stesso immaginare la politi-
ca in un contesto di regole
chiare e assolute per tutti.
Il presidente
dellantimafa
Insegnare
ai giovani
la legalit
Avranno tempo 60 giorni i cittadini interessati per ade-
guare le condotte delle acque nere e bianche delle pro-
prie abitazioni, che devono essere separate, con relativi
pozzetti di ispezione, e convogliate nelle due rispetti-
ve reti pubbliche del sistema per lo smaltimento delle
acque refue e quello delle acque piovane (acque bian-
che), e non unifcate nelluna o nellaltra rete. Asancirlo
con una propria Ordinanza Dirigenziale, il dirigente
dellUffcio Tecnico del Comune di Canicattini Bagni, il
geometra capo Giuseppe Carpinteri. Da quanto accertato
dallUffcio Tecnico, e riportato nellOrdinanza del suo
dirigente, in alcune caditoie per la raccolta delle acque
Acque piovane: ordinanza del dirigente
piovane (il Comune negli anni ha predisposto e realizzato
un programma di interventi in tutta la citt a salvaguardia
di eventuali problemi di carattere idrogeologico), sono
presenti acque della rete fognante proveniente da edifci
privati, le quali emanano cattivi odori; di contro, nella
rete di smaltimento delle acque nere sono state incanalate,
da qualche tempo, le acque piovane provenienti dalle co-
perture e dai cortili interni dei fabbricati urbani; non solo
ma diversi edifci sono serviti da una sola condotta per lo
smaltimento misto delle acque nere e bianche dallinterno
del fabbricato alla rete esterna di scarico; e infne, allin-
terno del perimetro cittadino esistono griglie di raccolta.
CANICATTINI, SI INTERVIENE PER EVITARE INCONVENIENTI
In foto, seduta del Consiglio comunale.
RELAZIONE DEL CONSIGLIERE ACQUAVIVA
lanimatore ed il promotore delliniziativa, accolta da tutti i
suoi ex compagni di classe, oggi affermati professionisti, im-
prenditori o comunque avviati in maniera positiva nella societ.
Allappello hanno risposto tutti ad eccezione di qualcuno che
nel frattempo passato a miglior vita. Per tutti, comunque, oggi
sar un momento di grande trasporto ed emozione perch var-
cano la soglia del palazzo degli studi che li ha visti protagonisti
per cinque anni, impegnati ad acquisire nozioni e conoscenze
utili per il percorso allUniversit ma soprattutto le basi per
una vita sociale di qualit.
simo, settimanale che si occupava
prevalentemente di calcio e del
Siracusa allora militante in serie
C e di altre discipline sportive. Ha
anche abbracciato lesperienza del
Diario di Parretti allinizio degli
anni Ottanta insieme con Saretto
Leotta, altro cronista scomparso
qualche anno fa.
Nellarea industriale aumentano
i cassintegrati mancano risposte
Un momento di confronto, condivisione e sintesi del-
la situazione attuale nella zona industriale siracusana,
focalizzando le priorit esistenti e valutando le azioni
sindacali da intraprendere con maggiore decisione.
Lincontro di oggi ha commentato Paolo Sanzaro
- si inserisce in quelle azioni propedeutiche alle as-
semblee e alle manifestazioni che avvieremo sul ter-
ritorio come indicato dal nostro segretario regionale,
Maurizio Bernava. Dobbiamo scuotere dal torpore la
politica ed il governo regionale che, impaludati in be-
ghe di potere, non si accorgono delle vere questioni
che stanno soffocando lIsola.
Nel settore metalmeccanico, cos come evidenziato
dal segretario del settore, Gesualdo Getulio, permane
la preoccupazione. Crescono i cassintegrati e manca-
no le risposte ha commentato il segretario delle tutte
blu Resta ancora in ballo la costruzione della piatta-
forma Vega B, cos come vorremmo capire qualcosa
sul sito di Marina di Melilli. Il potenziale acquirente
ha rinunciato e, ad oggi, mancano certezze su nuovi
progetti ed investimenti.
Forte, inoltre, la preoccupazione dopo la riduzione, da
parte di Lukoil, dei tesserini che garantivano una rota-
zione negli ammortizzatori sociali. Una decisione che
chiediamo venga riconsiderata perch, in un contesto
di crisi economica, questo consentirebbe di alleviare
le diffcolt per oltre 500 lavoratori.
Chimici, metalmeccanici ed edili, sono naturalmente
coinvolti e legati dallo stesso destino in una zona in-
dustriale che attende investimenti in qualche caso e
sblocco delle autorizzazioni l dove gli investimenti ci
sono. Uno di questi casi riguarda la Sasol e linvesti-
mento di vari milioni di euro commentano Sanzaro,
Tripoli, Getulio e Gallo Riteniamo necessario un
approfondimento per verifcare i modi ed i tempi per
la realizzazione di un progetto di cui gi apprezziamo
la portata dellinvestimento e leffcacia sul piano del
recupero dei costi energetici.
E deceduto lanziano
che, in un gesto estremo,
ha ingerito un liquido
corrosivo, dopo avere
tentato di spruzzarlo al
volto della donna alla
quale faceva delle avan-
ce di natura sentimenta-
le. Il cuore di Giovanni
Fortuna di 71 anni, ha
cessato di battere ieri
mattina dopo poco pi
di un giorno di ricove-
ro allospedale Umberto
primo di Siracusa. Non
sono bastate le cure dei
sanitari. Il liquido ha
corroso lapparato dige-
rente, provocando uno
scompenso organico.
Si chiude, cos, in ma-
niera tragica il tentativo
di approccio da parte
dellanziano pensionato
nei confronti della don-
na di 70 anni, della quale
pare si fosse invaghito
non corrisposto. Ed
stato lestremo tentativo
di convincerla ad allac-
ciare un rapporto con
lui, che costata la vita
alluomo. La vicenda
ormai nota. Intorno alla
mezzanotte di mercoled
scorso, Fortuna ha atteso
In foto, lospedale Umberto primo di Siracusa.
Acido al volto di una donna
Morto lanziano che lo inger
La vicenda si era verifcata la scorsa notte
nellandrone di un palazzo di corso Gelone
IL SETTANTUNENNE E' DECEDUTO IERI MATTINA IN OSPEDALE
in corso Gelone sotto la-
bitazione, che rientrasse
la donna. Lha quindi af-
frontata nellandrone del
condominio. Secondo
quanto ricostruito dagli
investigatori della Squa-
dra mobile, intervenuti
sul posto insieme con i
poliziotti delle Volanti,
il pensionato e la donna
avrebbero incominciato
a discutere. Persistendo
il diniego da parte della
vittima, luomo ha estrat-
to una bottiglietta conte-
nente liquido corrosivo,
tipo acido muriatico,
spruzzandolo contro la
malcapitata La donna ha
schivato lo spruzzo an-
che se i sanitari le hanno
riscontrato delle corro-
sioni al volto.
Subito dopo, lanziano
ha preso la bottiglia ed
ha ingerito un po di quel
liquido. Ricoverato in
ospedale con la progno-
si riservata sulla vita e
piantonato perch accu-
sato del reato di lesioni
aggavate, i medici non
hanno potuto strapparlo
alla morte.
R.L.
CRONACA DI SIRACUSA 4 Sicilia 20 SETTEMBRE 2014, SABATO
LA CISL SIRACUSANA RIFLETTE SUI PROBLEMI DELLINDUSTRIA
ambIente
a Parigi
per salvare
il mondo
dai mutamenti
del clima
Il presidente della
Commissione Ue, Jos
Manuel Barroso, pre-
para il suo discorso al
prossimo vertice Onu sul
clima a New York dove,
secondo le ultime indi-
screzioni, far appello ai
leader delle nazioni glo-
bali perch aumentino i
propri sforzi nella lotta
contro linquinamento
atmosferico che provoca
i cambiamenti climatici,
invitandoli a presentare i
propri contributi a livello
nazionale per arrivare
all'accordo globale alla
conferenza Onu di Parigi
2015 con un progetto
comune a tutela e per la
salvaguardia dellAm-
biente.
Apreparare lo scivoloso
terreno stato incaricato
il commissario dellU-
nione europea al clima,
Connie Hedegaard,
schierato in prima fla
nei negoziati e gi da
domani impegnato in
una serie di incontri, a
partire da una ministeria-
le informale per discute-
re sui progressi dellar-
gomento. Domenica e
luned il commissario
dellUnione europea
al clima sar presente
al 'Major Economies
Forum', e in particolare
alla sessione con i mini-
stri degli Esteri, per poi
partecipare all'assemblea
della 'Climate and Clean
Air Coalition' (CCAC),
per poi proseguire nei
suoi incontri bilaterali
a livello ministeriale
marted e mercoled, che
includono Stati Uniti,
Norvegia, Israele, Per,
Cile, Colombia, e tanti
altri Paesi dellAfrica e
dellAsia.
20 SETTEMBRE 2014, SABATO Sicilia 5 CRONACA DI SIRACUSA
Detenevano pistola
Ammessi agli arresti
domiciliari
I DUE INDAGATI HANNO RIGETTATO OGNI ADDEBITO
Hanno ottenuto il meno
affittivo provvedimento
restrittivo degli arresti do-
miciliari i due siracusani,
arrestati mercoled sera
dai carabinieri perch ri-
tenuti responsabili della
detenzione illegale di una
pistola.
La relativa ordinanza
stata emessa ieri matti-
na dal Gip del tribuna-
le di Siracusa, Michele
Consiglio, dopo avere
convalidato larresto, nei
confronti di Massimo Sti-
moli, 47enne originario di
Catania, e Andrea Geno-
vese, 37enne siracusano,
difesi dagli avvocati Fer-
rante e Sebastiano Troia.
Nel corso dellinterroga-
torio di garanzia, i due
hanno rigettato ogni ad-
debito sostenendo di non
sapere nulla di quellar-
ma. I due indagati sosten-
gono anche che la pistola
matricola abrasa e per-
fettamente funzionante,
comprensiva di munizio-
namento, essendo stati
sorpresi da una pattuglia
dellAliquota Radiomo-
bile mentre in via Anto-
nello Da Messina, nella
zona alta del capoluogo
si scambiavano una pi-
stola marca Bruni, calibro
7.65, avvolta in un panno
E stata presentata la prima bozza del re-
golamento per la realizzazione di murales
e arte urbana su spazi pubblici e privati. I
dettagli delliniziativa sono stati forniti
dallassessore al Decoro urbano, Valeria
Troia e dal funzionario dello stesso assesso-
rato, Giuseppe Prestiflippo. Questo re-
golamento ha detto lassessore Valeria
Troia - nasce con lobiettivo di promuovere,
allinterno del contesto cittadino, forme di
Arte Urbana concepite come riqualifcazio-
ne e rigenerazione di spazi pubblici e pri-
Murales, un nuovo regolamento
vati abbandonati o in evidente stato di degra-
do. Vogliamo disciplinare lutilizzo di spazi
murari e prevederne la concessione gratuita,
raggiungendo una duplice valenza, da un lato
quella di valorizzare la creativit giovani-
le trasformando spazi abbandonati in vere e
proprie palestre in cui esercitarsi e crescere
, e dallaltro quello di limitare attraverso un
processo educativo la perpetrazione di ripetuti
atti vandalici a danno degli spazi pubblici. La
bozza ha detto lassessore sar distribuita
nelle circoscrizioni, alle associazioni.
PRESENTATO DALLASSESSORE VALERIA TROIA
Lapprovazione del Piano di Zona della
legge 328, che fnanzia i servizi socio-as-
sistenziali, rappresenta senza dubbio af-
ferma Salvo Sorbello, delegato nazionale
dellAnci per la famiglia - una buona noti-
zia per le tante persone fragili e per le loro
Piano di zona
Intervento
importante
LO AFFERMA IL CONSIGLIERE COMUNALE SORBELLO famiglie. Quello di Siracusa prosegue Sal-
vo Sorbello - stato il primo Piano in Sicilia
ad essere fnanziato e ci grazie allimpegno
dei Sindaci e delle amministrazioni che han-
no fatto s, nel corso degli anni, che la no-
stra realt potesse utilizzare tutte le risorse
disponibili a sostegno degli anziani non au-
tosuffcienti, delle persone con disabilit, dei
bambini. Bisogna ora proseguire sulla strada
dalla piena applicazione della legge 328, in
particolar modo dellart. 14, relativo ai pro-
getti individuali, indispensabili per garantire
qualit della vita, pari opportunit, non di-
scriminazione e diritti di cittadinanza, elimi-
nando o riducendo le condizioni di disabilit,
di bisogno e disagio individuale e familiare.
In foto, la pistola ritrovata. Sotto, Stimoli e Genovese,
In foto, uno spinello.
non era nelle loro mani
ma stata ritrovata dai
carabinieri a pochi passi
dal luogo in cui sono stati
sorpresi i due.
Il giudice per le indagini
preliminari ha deciso di
adottare una misura pi
blanda nei loro confronti
in attesa degli approfon-
dimenti balistici e di la-
boratorio che sono stati
gi disposti sullarma ri-
trovata.
I carabinieri, invece, han-
no verbalizzato che i due
erano in possesso della
pistola clandestina con re-
lativo munizionamento .
Genovese e Stimoli sono
stati tratti in arresto nella
fagranza del reato di de-
tenzione illegale di arma
comune da sparo, con
di cotone, comprensiva di
otto colpi (uno in canna,
quattro nel serbatoio e
tre nella busta in plastica
che conteneva il tutto). I
due arrestati, gravati da
numerosi precedenti per
reati contro il patrimonio
e la persona, sono stati
associati presso la Casa
Circondariale di Siracusa
dove sono rimasti detenu-
ti fno alla giornata di ieri.
I Carabinieri del Nucleo
Operativo e Radiomobile
hanno avviato immediate
indagini per capire luti-
lizzo dellarma sottoposta
a sequestro, gi inviata
al Ris di Messina per gli
approfondimenti tecnici
volti ad accertare se la pi-
stola sia gi stata utilizza-
ta in altri episodi crimino-
si e ricostruire il numero
di matricola che servir
a stabilire dove e quando
sia stata rubata larma.
In foto, immagini del
fenomeno della droga
e della dipendenza
Oltre 23 miliardi di
euro di corruzione e
sprechi gravano sulla
spesa sanitaria italia-
na per un complessi-
vo di 110 miliardi.
il risultato di uninda-
gine condotta dallor-
ganizzazione Traspa-
rency Internazional
Italia, presieduto da
Virgilio Carnevali,
con la collaborazio-
ne degli istituti di ri-
cerca Ispe, RiCCS e
il dipartimento della
funzione pubblica.
Il Servizio Sanitario
Nazionale italiano,
occulta oltre ventitr
miliardi in sperperi
e spese inutili, in ap-
palti deviati o pilotati
e tanto altro ancora.
La conferma viene
dallAutorit nazio-
nale Anticorruzione,
presieduta da Nico-
letta Parisi; i mo-
tivi per i quali si pos-
sono tagliare ancora
molti degli sprechi
sono gi stati indivi-
duati, spiega Nicolet-
ta Parisi, specie nei
servizi non sanitari,
oltre alla mensa, le
pulizie e altro, sul
quale si possono, se
realizzati, ottenere ol-
tre due miliardi di ri-
sparmio. Sulla stes-
sa lunghezza donda
gli fa eco Francesco
Macchia dellIspe,
Istituto per la promo-
zione dellEtica nella
Sanit: Quello che
manca sono i con-
trolli e le sanzioni, e
come espellere dal
sistema i corrotti, ma
occorre anche tanta
buona volont di la-
vorare a fondo e bene
per evitare la scure
cieca della spending
Preview sul Fondo
Sanitario Nazionale,
dove alcuni servizi
devono essere mante-
nuti necessariamente,
ma non si conosce
oggi il giusto fabbi-
sogno, quindi unana-
lisi molto ragionata e
concordata da tutte le
parti in causa.
La speranza deposta
nel Patto della Sa-
lute in concerto con
tutte le regioni, nella
speranza che sia dav-
vero virtuoso, evitan-
do i tagli lineari fatali
per cittadini-pazienti
gravemente ammala-
ti, rei solo di essersi
loro malgrado amma-
lati. Nel particolare
Sanit: corruzione e sprechi
e lo Stato avvia il progetto
per la cannabis terapeutica
in Sicilia la Sanit
assorbe pi del 54%
del bilancio, con una
diminuzione pari a
circa 495 milioni di
euro, rispetto allan-
no 2013. Il personale
della Sanit comun-
que aumentato per
effetto delle assun-
zioni fatte a tempo
determinato con pi
1850 unit, mentre
gli assunti a tempo
indeterminato sono
diminuiti di 130 uni-
t. Nel settore sanita-
rio si contano ancora
1376 tra i consulenti
esterni sia nel com-
parto sanitario sia in
fgure diverse, come
collaboratori esterni
di Asp e ospedali, in-
quadrati con contratti
di co.co.co.; i giudici
contabili sottolinea-
no che delle diciotto
aziende che operano
nel settore sanita-
rio, ben quattordici
chiudono con un ri-
sultato negativo, e in
questultime dieci re-
alizzano anche un vi-
stoso peggioramento
rispetto a quanto ne-
goziato.
Intanto, sul Compar-
to Sanitario giunge la
notizia che lo Stato
produrr la cannabis
terapeutica. Laccor-
do stato frmato per
un progetto pilota tra
i ministri della salute
Beatrice Lorenzin e
della Difesa Roberta
Pinotti; entro il 31 ot-
tobre sar costituito
un gruppo di lavoro
per defnire un pro-
tocollo dintesa ope-
rativo necessario per
la programmazione
delle operazioni da
mente il primo passo
per permettere lauto
coltivazione da parte
dei privati.
A produrre la ma-
teria prima sar lo
Stabilimento Chi-
mico Farmaceutico
militare di Firenze,
che si occuper della
coltivazione e della
fabbricazione della
sostanza attiva a base
di marijuana. Stessa
cosa per il confezio-
namento della stessa
in imballi da distri-
buire su richiesta alle
Regioni e alle Pro-
vince Autonome, alle
farmacie territoriali e
ospedaliere.
Se a prescrivere le
ricette, oltre alle
farmacie territoria-
li, saranno anche i
medici di famigli lo
decideranno i tecni-
ci che elaboreranno
il progetto, per poi il
Consiglio superiore
di Sanit fare le do-
vute valutazioni. Il
progetto pilota sar
anche una risposta ai
tanti pazienti di Sla,
Sindrone di Tourette
e Sclerosi multipla.
Pazienti che hanno
bisogno dei farmaci
con il principio attivo
della cannabis. Tut-
to questo non deve
confondersi con luso
delle droghe che re-
steranno, almeno per
il momento, tassati-
vamente proibite.
Intanto, la cronaca
incombe e propone
proprio a Siracusa
un caso esemplare.
Il Gip del tribunale
di Siracusa, Michele
Consiglio, ha dispo-
sto la scarcerazione
di un assuntore sor-
tinese, arrestato do-
menica scorsa dai ca-
rabinieri perch nella
sua abitazione aveva
impiantato una pian-
tagione di cannabis
indica da cui si rica-
va la marijuana. In
fase di interrogatorio
di garanzia, linda-
gato, col sostengno
del legale di fducia,
ha sostenuto lesi-
genza terapeutica di
quella produzione.
In pratca, ha detto
di farne uso perch
affetto da emicrania
cronica e lunico ri-
medio per alleviare i
dolori lassunzione
di erba.
Concetto Alota
compiere verso la
realizzazione del pro-
getto, come la quan-
tifcazione del fabbi-
sogno sulle patologie
da trattare, la ftosor-
veglianza da esercita-
re, le verifche da ef-
fettuare e le tariffe da
applicare ai prodotti.
Oggi una fala di far-
maco cannabinoide
arriva a costare anche
900 euro. Per la cro-
naca, la frma dellac-
cordo partita da una
proposta dei deputati
della Commissione
difesa del Movimen-
to cinque stelle il 19
marzo scorso, i quali
avevano presentato
uninterrogazione ri-
volta ai ministri com-
petenti.
Dopo lapprovazione
del Consiglio supe-
riore di Sanit, della
ricerca del gruppo di
lavoro, nel 2015 ar-
riveranno i primi far-
maci. Il fabbisogno
della materia prima
di circa 80/100 kg
lanno. Nel proto-
collo non previsto
ancora che le azien-
de farmaceutiche
possono produrre il
principio attivo della
cannabis terapeuti-
ca. I farmaci con la
sostanza attiva co-
steranno meno della
met di quanto oggi
si spende per impor-
tare il principio at-
tivo, circa 15 euro il
grammo. La produ-
zione abbatter anco-
ra i costi e garantir
la sicurezza necessa-
ria, fanno sapere dai
due ministeri. Ma
questo, dicono an-
cora, non assoluta-
Mentre si sta
discutendo
di questo, a
Siracusa il Gip
ha scarcerato un
uomo che produ-
ceva e usava per
se la cannabis
indica per fni te-
rapeutici contro
la sua emicrania
cronica
CRONACA DI SIRACUSA 6 Sicilia 20 SETTEMBRE 2014, SABATO
Floridia
Immobile
confscato
assegnato
al Comune
Un immobile, og-
getto di sequestro
e di successiva
confsca da parte
della Procura
della Repubblica
di Siracusa, sar
assegnato al Co-
mune di Floridia
per fni sociali.
Lannuncio
stato dato ieri
mattina dal sin-
daco di Floridia,
Orazio Scalorino,
intervenuto ad un
convegno sulla
legalit, che si
tenuto nellaula
consiliare del
palazzo di Citt,
alla presenza del
presidente della
Commissione re-
gionale Antimafa,
Nello Musumeci.
Si tratta di un
edifcio sito in via
Vittorio Emanue-
le, centralissima
strada di Floridia,
che fu sequestra-
to nel 2008 ad
un dipendente
del Comune di
Siracusa, che in
quella circostanza
fu arrestato per il
reato di usura.
Il provvedimento
stato adotta-
to dallAgenzia
nazionale per
l'amministrazione
e la destinazione
dei beni seque-
strati e confscati
alla criminalit
organizzata e co-
municato alla fne
del mese di agosto
scorso allammi-
nistrazione comu-
nale foridiana.
Siamo grati allo
Stato di averci
destinato un bene
confscato - dice
il sindaco Scalo-
rino - E nostra
intenzione donar-
lo allassociazione
antiracket per
dare un segnale
simbolico e forte
sulla presenza
dello Stato sul
territorio.
20 SETTEMBRE 2014, SABATO Sicilia 7 CRONACA DI SIRACUSA
Tent di uccidere parrucchiere
Priolese condannato a 12 anni
Il fatto ac-
cadde la
sera del 2
marzo dello
scorso anno:
tre individui
aggredirono
per rapina il
malcapita-
to preso a
sprangate
Il Gup del tribunale
di Siracusa, Michele
Consiglio, ha infitto
la condanna a 12 anni
di reclusione a carico
del priolese Giusep-
pe Finocchio di 36
anni, a conclusione
del processo che si
celebrato con il rito
abbreviato.
Luomo doveva ri-
spondere dei reati
di rapina e di tenta-
to omicidio ed era
stato arrestato dai
carabinieri nel marzo
dello scorso anno. La
condanna superiore
alla richiesta avanzata
dal pubblico ministe-
ro Antonio Nicastro,
che aveva invocato a
carico dellimputato
la condanna a 8 anni
di reclusione e 2 mila
euro di multa.
Delusa laspettativa
del legale della difesa,
avvocato Marotta, il
quale aveva sollecitato
un verdetto di asso-
luzione nei confronti
del suo assistito so-
prattutto per il tentato
omicidio, sostenendo
che non vi fosse lin-
tenzione di uccidere.
La vittima, un par-
rucchiere di Priolo
Gargallo di quasi qua-
rantanni, stato col-
pito al corpo ed al vol-
to con violenza mentre
tentava di opporsi ai
suoi aggressori, armati
di coltello e di un cac-
ciavite con lintenzio-
ne di rapinarlo. Il fatto
accaduto la sera del
2 marzo dello scorso
anno quando la vittima
stava rincasando dopo
una giornata di lavoro.
Ad attenderlo due, for-
se tre malviventi che,
dapprima gli hanno
intimato di consegna-
re loro lincasso della
giornata e poi, viste le
sue resistenze, si gli
sono scagliati contro
colpendolo con un col-
tello ed un cacciavite.
Luomo era stato ri-
dotto in fn di vita. In
soccorso giunta una
pattuglia dellArma,
avvisata da un pas-
sante che ha sentito
le urla della vittima.
Trasportato al pronto
soccorso dellospeda-
le Umberto primo
di Siracusa, luomo
stato ricoverato in
osservazione per le
tante ferite riportate
sul corpo e sulla testa.
I Carabinieri della
Stazione di Priolo
Gargallo si sono quin-
di messi sulle tracce
dei rapinatori.
Raccolte le prove,
ascoltati i testimoni
e soprattutto, dopo
aver effettuato un so-
pralluogo sulla zona
dellagguato, hanno
arrestato Giuseppe
Finocchio sul quale vi
vi erano ancora i segni
della colluttazione.
F.N.
In foto, Giuseppe
Finocchio.
Distribuiti i diari
di Civis a alunni
delle scuole
PRESENTE IL QUESTORE DI SIRACUSA, MARIO CAGGEGI
Il Questore di
Siracusa, Mario
Caggegi, alla pre-
senza del Prefetto
e di tutti i vertici
Militari e scolasti-
ci della provincia
di Siracusa, ha pre-
sieduto alla prima
distribuzione del
diario Un anno
con Civis ai ra-
gazzi delle classi
quarte degli Istituti
Martoglio, Verga e
Wojtyla.
I ragazzi presen-
ti hanno rivolto al
Questore alcune do-
mande inerenti il la-
voro della Polizia di
Stato e la tutela del-
la legge e dellordi-
ne pubblico.
Molto gradito agli
alunni stato lin-
tervento della cam-
pionessa di canoa,
Irene Burgo, che
alla fne ha aiuta-
to il Questore nella
distribuzione dei
diari ai ragazzi pre-
senti. Lintera gior-
nata sar ricordata
per aver visto tutti
i vertici delle For-
ze dellOrdine e dei
Militari stringersi
attorno ai piccoli
cittadini che rap-
presentano il futuro
della nostra societ,
ed ai quali la Que-
stura di Siracusa non
far mai mancare
tutto il sostegno e
la vicinanza della
Polizia di Stato che,
anche questanno
come negli anni pas-
sati, continuer a
svolgere la propria
azione sinergica in-
viando propri rap-
presentanti in tutte
le scuole di Siracusa
e della provincia per
dei momenti di edu-
cazione alla legalit
ed al rispetto delle
regole.
20 SETTEMBRE 2014, SABATO Sicilia 9 SOCIET
In alto, un momento
del convegno; in basso
da sinistra, il genetista
maltese Chris Scerri;
accanto Joe Psaila,
slead partner del
Ministero della Salute
Maltese e a destra
il direttore sanitario
Asp di Siracusa
Anselmo Madeddu.
Un importante mee-
ting scientifco inter-
nazionale ha avuto
luogo nei giorni gio-
ved e venerdi scorso a
Siracusa per illustrare
il progetto Imagenx,
una ambiziosa ricer-
ca messa a punto da
una rete di studiosi
siciliani e maltesi
fnalizzata a risalire
attraverso il DNAalla
predisposizione delle
donne dellEuropa
meridionale verso
il tumore del seno e
prevenirlo.
Il progetto afferma
il direttore generale
dellAsp di Siracusa
Salvatore Brugaletta
gi partito e sar
completato nellarco
di due anni con la
partnership del Mi-
nistero della Salute
di Malta, della stessa
Universit di La Val-
letta e dellAteneo di
Palermo. La scelta di
Siracusa, unica ASP
ad esservi inclusa,
non casuale. La
riconosciuta affida-
bilit internazionale
del Registro Tumori
presente nellAzienda
aretusea, garantisce al
progetto ladeguato
supporto epidemio-
logico necessario per
completare le sezioni
di ricerca affdate agli
altri partner.
Dopo il congresso
internazionale di tutti
i Registri Tumori del
mondo appartenenti
alla societ scientifca
del Grell organiz-
zato lo scorso anno
dal Registro Tumori
di Siracusa, infatti,
questo nuovo meeting
internazionale confer-
ma il ruolo prestigioso
assunto ormai dalla
Azienda siracusana
in questo settore, ed
in particolare dal lo-
cale Registro Tumori
che, come noto,
sin dal 2007 stato
accreditato a livello
internazionale dalla
IARC (International
Agency Research on
Cancer), organismo
della OMS.
A guidare il progetto
per la Asp di Siracusa
il direttore sanitario
Anselmo Madeddu,
il quale nel ruolo di
vice\ presidente na-
zionale dellAirtum,
garantir anche il
supporto scientifi-
co dellAssociazione
A Siracusa il primo
meeting scientifco
internazionale
Italiana Registri Tu-
mori. Nel corso del
meeting dichiara
Madeddu saranno
illustrati tutti i det-
tagli del progetto.
Lidea quella di
formare una grande
Bio-Banca dei tessuti
delle donne affette
da tumore del seno,
per studiare le mu-
tazioni genetiche pi
strettamente correlate
allinsorgenza di que-
sto tumore in questa-
rea del Mediterraneo.
Attraverso il consen-
so informato stia-
mo gi raccogliendo
campioni di sangue
presso la nostra ASP
e prelievi bioptici
post-operatori pres-
so il Policlinico di
Palermo. Attraverso
delle interviste saran-
no ricostruiti quindi
gli stili di vita e gli
alberi genealogici in
un gruppo di donne
affette da tumore al
seno ed in un gruppo
di controllo, e grazie
a precisi algoritmi
saranno studiate tutte
le possibili corre-
lazioni. A Siracusa
le strutture coinvol-
te nel programma
saranno appunto il
Registro Tumori ed
presentato il progetto
di ricerca scientifca.
Quindi stata la volta
dei responsabili dei
sei patners progettua-
li, tra cui i palermitani
Renza Vento e Raffa-
ele Ienzi.
La seconda sessione
ruotata sui temi delle
strategie di screening
e della predizione del
rischio e ha visto tra
gli altri la partecipa-
zione di alcuni primari
della ASP di Siracusa
(i dottori Trombatore,
Tralongo, Pisani e
Malignaggi) e del ge-
netista maltese Chris
Scerri.
La terza sessione si
sviluppata sul tema
dei fattori di rischio
e della fsiopatologia
del cancro e ha visto
la partecipazione di
alcuni dei maggiori
scienziati internazio-
nali del settore, tra
cui, oltre ai maltesi
Nadine Delicata e
Christian Saliba, il
gallese Jeremy Blay-
des, gli spagnoli Isa-
bel Aldea e Ignacio
Bazo e soprattutto il
professor Kurt Straif
della International
Agency Research
on Cancer di Lione
(OMS), direttore del-
le note monografie
IARC che raccolgono
oggi i pi importanti
studi della ricerca
scientifca contro il
cancro.
Il meeting, che gra-
zie alla traduzione
simultanea stato
seguito sia in inglese
che in italiano, per
volont della dire-
zione dellAsp sta-
to aperto anche alle
associazioni locali
di volontariato, che
sono stati presenti
coi loro stands nella
sede congressuale.
Loccasione stata
preziosa conclude
Anselmo Madeddu
per fornire una
brevissima antici-
pazione anche sugli
ultimi aggiornamenti
dei dati prodotti dal
Registro Tumori di
Siracusa che saranno
poi illustrati pi in
dettaglio nei pros-
simi giorni con una
apposita conferenza
stampa nel corso della
quale saranno resi
noti gli ultimi dati di
incidenza fno al 2009
e quelli di mortalit
fno al 2013.
il Centro Gestionale
Screening, che coa-
diuveranno il gruppo
di lavoro apposita-
mente costituito dalla
Direzione sanitaria.
Oggi gli screening
in Italia sono limitati
alla fascia 50-69 anni.
Ma da anni ormai il
tumore del seno si
esteso anche a fa-
sce det pi giovani
con forme anche pi
aggressive. Lo scopo
ultimo del progetto
quello di estendere la
sorveglianza sanitaria
anche al di sotto dei
50 anni mirandola su
quelle donne a rischio
che presenteranno
lindice di predittivi-
t pi alto secondo i
risultati della nostra
ricerca. Prevenire il
male e salvare vite
umane sempre luni-
co vero scopo di ogni
ricerca scientifca.
Il meeting, che ha
avuto luogo allHotel
Des Etrangers, dopo il
saluto del prefetto, del
sindaco di Siracusa e
del direttore generale
della ASP, stato
aperto da Joe Psaila,
lead partner del Mi-
nistero della Salute
Maltese e da Anselmo
Madeddu, che hanno
Col Progetto
Imagenx si
cercheranno
le mutazioni
genetiche
del tumore
del seno per
prevenirlo
Laffatatissimo Duo
di Marco e Stefano Bonfanti
Un tandem
eccezionale
dobbiamo def-
nirlo se consi-
deriamo da un
canto la tecnica
e lo stile del
nostro concitta-
dino, dallaltro
la fama di cui
gode il suo
egregio ospite
di Arturo Messina
Il quotidiano Liber-
t ha gi dedicato la
pagina culturale alli-
naugurazione della
19a edizione del Festi-
val Internazionale del-
la Chitarra a Siracusa,
riferendone la stima di
cui lottima istituzione
gode nel mondo della
musica in genere e
della sei corde in par-
ticolare, grazie al suo
fondatore, il chitarri-
sta m Nello Alessi,
che, dulcis in fondo,
ha voluto egli stesso
concluderlo alla gran-
de esibendosi questa
sera assieme al violista
Demetrio Camuzzi.
Un tandem ecceziona-
le dobbiamo defnirlo
se consideriamo da
un canto la tecnica e
lo stile del nostro con-
cittadino, titolare della
cattedra di chitarra al
Conservatorio di Tra-
pani, sezione di quello
palermitano, nonch
docente dello stesso
strumento alla Scuola
Musicale Comunale
Giuseppe Privitera
della citt aretusea,
dallaltro la fama di
cui gode il suo egregio
ospite. Infatti questi,
assieme alla pianista
Loredana Romano,
al violinista Pasquale
Faucitano e al violon-
cellista Gianni Caridi,
fa parte del Nuovo
Quartetto Italiano che
recentemente (il 28
giugno scorso) si
esibito allAuditorium
M.G. Scopelliti del
Conservatorio di Mu-
sica Francesco Cilea,
di Reggio Calabria,
che celebrava il 50
anniversario della fon-
dazione. Per questa
sera egli viene diret-
tamente dal Festival
di Musica Classica di
Lucca, dove si esibi-
to dall8 al 15 di que-
sto mese, dopo di che
venuto a Siracusa
per invito del suo ami-
co. Egli, del resto, da
dieci anni invitato
regolarmente a par-
tecipare alle tourne
mondiali della Filar-
monica de La Scala.
Abbiamo voluto in-
contrare Nello Alessi
mercoled scorso al
concerto di mercoled
scorso, tenuto da un
eccezionale, affata-
tissimo Duo Chitarri-
ch allestero, persino
nella patria della sei
corde per antonoma-
sia, in Spagna, come
nel IV Certamen In-
ternational de Guitar
Vila de lAllenco,
ottenendo dovunque
i pi prestigiosi rico-
noscimenti in tanti
concorsi come quello
indetto dalla Yamaha
Music Fondation of
Europe. Signifcativi
sono stati tra gli al-
tri gli incontri con i
pi noti compositori,
come Pavel Steidl che
di strumenti depoca.
Ma spesso hanno fatto
anche parte di famosi
complessi orchestra-
li come lOrchestra
della Radio Svizze-
ra Italiana e quella
del Teatro alla Scala,
avendo per direttori le
pi famose bacchette,
come quello che, pur
essendo muto, pardon,
pur chiamandosi Muti
(Riccardo) sa fare i
pi fragorosi concerti
del mondo... e tante
altre. Che abbiano,
oltre al ricchissimo
ma nello stesso tempo
pi coinvolgente, bra-
no di tutto il loro cos
stupendo concerto:
Serenata I in La Mag-
giore op. 96, che ha
immerso gli ascoltato-
ri nel pieno dellatmo-
sfera cortigiana delle-
poca, iniziando con un
Largo maestoso che
presto sfociato in un
Allegro ma composto,
non troppo, per poi
reimmergersi nel cli-
ma musicale pi sere-
nante, che ha trovato il
modo di suscitare len-
tusiasmo con il Tema
di giocondit, dando
limpressione di quel
rivo di melodiosit
che caratteristica del
temperamento dogni
napoletano.
La Barcarola e la
Tarantella, di Jo-
hann Kasparmertz (
hanno anchesse fat-
to trasferire lo spiri-
to dellascoltatore in
quella duplicit che
sono i sentimenti uma-
ni, cos facilmente
trasferentisi dalla ma-
linconia al brio, alla
vivacit pi vibrante;
egli per, per quanto
fosse vissuto appena
mezzo secolo, ( nac-
que a Presburgo il 17
agosto 1806 4 mor a
Vienna il 14 ottobre
del 1856) ebbe anche
il tempo di scrivere
ben 150 composizioni
dopera e tantissime
altre inedite e postume
e di passare agevol-
mente dal Classici-
smo al Romanticismo
suscitando la pi viva
impressione a tutti,
persino a Franz Schu-
bert, che lammir
tanto. Nella seconda
parte dello stupendo
concerto hanno ese-
guito il Concerto in Re
Maggiore di Antonio
Vivaldi (e di lui tutti
conoscono la polie-
dricit, la vivacit, la
scioltezza e melodio-
sit della sua vasta
produzione) , seguito
dai Micropezzi di Leo
Brouwer e da alcune
tra le pi briose Taran-
telle di Perre Petit. Ma
quello che pi ha fatto
sbalordire stato il bis
che hanno concesso
generosamente: una
spiritosa ed esaltante
suonata di chitarra a
quattro mani, che ha
mandato in visibilio
tutto luditorio.
turisti veramente ama-
tori della musica des-
says- (che i residenti
della Citt dArte e
Cultura intendano
veramente vantarsene
in tal modo di esser-
lo?).
Il primo brano stato
la Fantasia- Op. 54
bis, di Fernando Sor (
Joseph Ferrau Macari
i Montates ( Barcel-
lona) , nato il 13 feb-
braio 1778 e morto a
Parigi il 1i luglio del
1778. Del sommo
compositore e chi-
cit e al brio, coglien-
done pienamente la
complessit di spirito
e la padronanza ese-
cutiva, interpretativa.
Del napoletano
Ferdinando Maria
Francesco Pasca-
le Rosario Carulli,
anchegli chitarrista
e compositore, nato
a Napoli il 9 febbra-
io del 1770 e morto
anchegli a Parigi,
il 17 febbraio 1841,
hanno eseguito quello
che ritengo il pi com-
plesso e impegnativo ,
stico formato da due
ancor tanto giovani
musicisti, Marco e
Stefano Bonfanti, che
suonano insieme da
oltre venti anni, te-
nendo concerti in tutte
le parti dItalia non-
li ha esortati ad appro-
fondire lo studio del
repertorio, della tec-
nica e dellinterpreta-
zione pi penetrativa
della musica dellOt-
tocento, che regolar-
mente propone luso
repertorio, il pi raro
affatamento, lhan-
no saputo ben dimo-
strare mercoled sera
davanti al, purtroppo,
ristretto ma compe-
tentissimo uditorio,
formato soprattutto da
tarrista spagnolo essi
hanno saputo profon-
damente penetrare lo
spirito e interpretarne
la delicatezza, la ma-
linconia, prettamente
andalusa ma spesso
amalgamata alla viva-
Si conclude in bellezza questa sera la serie dei concerti della diciannovesima
edizione del Festival Internazionale della chitarra, iniziata il giorno 15 scorso
In alto, i chitarristi Bonfanti;
sopra, il m Nello Alessi.
CULTURA 8 Sicilia 20 SETTEMBRE 2014, SABATO
Prima di entrare
nel merito della mia
risposta, consiglio
al professor Mauro
Adamo di trasferirsi
da Dublino a Pachino
per conoscere i veri
problemi della nostra
amata citt. Perch
guardando da lonta-
no, e sfruttando solo
lutilizzo dei social
network, si corre il
rischio di incappare
in imbarazzanti gaf-
fe. Come accaduto
in questo caso - lo af-
ferma Roberto Bruno
Sindaco del Comune
di Pachino. Infatti,
per ci che riguarda
ladesione al Patto
dei sindaci, il profes-
sore Adamo rimasto
indietro nel tempo di
parecchi mesi: il Co-
mune di Pachino vi ha
aderito ed successo
nel 2013, in cui era la
passata amministra-
zione responsabile
dellaccreditamento.
Ed stato fatto. Io
stesso mi sono ac-
certato delladesione,
oltre con la verifca
della documentazio-
ne anche con la parte-
cipazione allultimo
incontro del Patto dei
sindaci, che si svol-
to la scorsa settimana
al Comune di Avola,
a cui hanno parteci-
pato anche i Comuni
di Noto, Rosolini e
Portopalo. Dunque,
tutti gli adempimenti
tecnici e vincolanti ai
fni dellaccesso alle
misure di sostegno
previste in materia di
effcienza energetica
e di energie rinno-
vabili, sono stati av-
viati. Voglio, quindi,
rassicurare il profes-
sore Adamo e lintero
gruppo dirigente del
Movimento 5 Stelle,
che lamministra-
zione che mi onoro
di guidare, conosce
bene limportanza del
Patto dei sindaci.
Li informo anche che
il mese scorso stato
affdato lincarico di
redazione del Paes
ad una societ che si
aggiudicata lap-
palto, e che la mia
amministrazione sta
gi provvedendo ad
individuare un Ener-
gy team allinterno
del Comune per pro-
cedere fattivamente
e celermente per una
profcua attuazione di
quanto previsto dal
Patto dei Sindaci.
Riguardo allattua-
zione della strategia
Rifuti zero, confer-
mo che fa parte del
nostro programma
e confermo anche
la volont di questa
amministrazione di
attuarla. Anche per-
ch il mio mandato
cominciato appena
tre mesi fa e, dunque,
ci sar tempo (ci au-
guriamo il pi breve
possibile), per avvia-
re il progetto Rifuti
zero. Ma il professor
Adamo cade ancora
nella lunga distanza
che separa Dublino
da Pachino: non
a conoscenza della
gravissima situazio-
ne a cui sta dovendo
far fronte il Comu-
ne, a partire proprio
dallincresciosa e
complicata vicenda
dei rifuti dalla qua-
le non si pu uscire
sbellicandosi dalle
risate, come sanno
fare i grillini. Che, ri-
fettendoci su, quella
di sorridere lunica
cosa che riescono a
fare meglio gli ado-
ratori pachinesi del
comico genovese.
Quanto accaduto di-
mostra che il Mo-
vimento 5 Stelle di
Pachino ha perso, an-
cora una volta, unoc-
casione per rimanere
in silenzio preferendo
lanciarsi da un preci-
pizio di castronerie.
VITA DI QUARTIERI 10 Sicilia 20 SETTEMBRE 2014, SABATO
Bruno risponde ad Adamo,
Grillini impreparati: il Patto c
Affdato lin-
carico di re-
dazione del
Paese ad una
societ che si
aggiudicata
lappalto
Accanto, il sindaco
di Pachino Bruno.
Concerto del Trio Mythos
violino, violoncello e pianoforte
In foto, il trio che si esibir a Floridia
Concerto del Trio Mythos, formato
da Giuliano Cavaliere al violino, Rina
You al violoncello e Marios Pante-
liadis al pianoforte, domani alle ore
19 nella Sala Concerti Afam di via
Roma, 65 in Floridia. Il Trio Mythos
nasce a Roma ed composto da tre
giovani musicisti (un violinista ita-
liano, una violoncellista coreana ed
un pianista greco) diplomati presso
il Conservatorio Santa Cecilia di
Roma, che si sono successivamen-
te perfezionati presso lAccademia
Nazionale di Santa Cecilia. La for-
mazione si perfezionata per un
anno con il Trio di Parma al corso di
Musica da Camera presso la Scuola
di Musica di Fiesole. Gli elementi
del Trio hanno perfezionato i propri
studi musicali con alcuni dei maggiori
docenti e concertisti italiani: Sergio
Perticaroli, Aldo Ciccolini, Sonig
Tchakerian, Felix Ayo, Massimo
Marin, Giovanni Sollima e Francesco
Strano. Il Trio ha debuttato nel marzo
2012 nella prestigiosa Sala Accade-
mica del Conservatorio "S. Cecilia" a
Roma, alla presenza del compositore
Domenico Bartolucci, di cui stato
eseguito il Trio per violino, violon-
cello e pianoforte. Nel mese di aprile
2012 la formazione si esibita in due
concerti negli Stati Uniti (nel rinoma-
to Oberlin College ed a Washington),
riscuotendo calorosi consensi da parte
del pubblico. Successivamente, il Trio
si esibito in diverse citt italiane;
particolarmente signifcativa sta-
ta la partecipazione al Victoria Arts
Festival 2013 (Malta), il cui concerto
ha riscosso diversi apprezzamenti da
parte della critica. I prossimi impegni
vedono il trio impegnato in concerti a
Roma, Ravello (Villa Rufolo), Firen-
ze (Museo Orsanmichele) e Viterbo
(Universit della Tuscia). La scelta
del repertorio, in costante amplia-
mento, particolarmente attenta alla
produzione del Novecento e a quella
contemporanea.
In programma, per la tredicesima Sta-
gione Concertistica degli Amici della
Musica di Floridia, R. Schumann
Fantasiestcke op.88, C. Wieck-
Schumann Trio in sol minore op.17
e D. Bartolucci Trio in la magg. per
violino, violoncello e pianoforte. Il
concerto patrocinato dal Ministero
dei beni e delle attivit culturali, Di-
rezione Generale Spettacolo dal Vivo
e dalla Regione Siciliana, Assessorato
del turismo, dello sport e dello spetta-
colo.
20 SETTEMBRE 2014, SABATO Sicilia 11 SOCIET
Porto turistico Spero
la Confcommercio ci crede
Un tassello
fondamentale
per la riqua-
lifcazione di
un area attual-
mente degra-
data e che pu
diventare il
centro nevral-
gico del nostro
turismo
Lettera aperta dai responsabili
della categoria dei commercianti
Il Padre Marco Tarascio
stato nominato di recente
parroco della chiesa di San
Metodio, nella zona di via
Italia, ma fno adesso nes-
sun parroco stato ancora
scelto per la chiesa dellIm-
macolata. Con ogni proba-
bilit si arriver infatti alla
nomina di un amministra-
tore.
Padre Marco Tarascio rico-
prir fno al 28 settembre
parroco della chiesa di San
Francesco allImmacolata,
e lancia il grido dallallar-
me per ledifcio religioso
di piazza Corpaci in via Mae-
stranza che rischia seriamen-
te di essere chiuso. La chiesa
- spiega con tanta amarezza
padre Marco - presenta gravi
problemi strutturali.
Il problema pi grave, per
resta adesso trovare i fondi
per intervenire ed evitare una
lunga chiusura delledifcio.
E basta fare un giro allin-
terno della chiesa per notare
le profonde e numerose cre-
pe sia nella cupola che nella
zona dellabside. Crepe che
hanno segnato anche gli af-
freschi e che attraversano
Padre Marco Tarascio:
Salviamo la chiesa
dellImmacolata
persino le fnestre. Ho cerca-
to tutte le strade possibili per
reperire le risorse necessarie
ad effettuare gli interventi di
consolidamento e messa in
sicurezza - ha continuato il
sacerdote - ma gli unici fondi
a disposizione sono i 50 mila
euro che potrebbero arrivare
dal Fec, il Fondo edifci di
culto. Una somma insuff-
ciente per rimettere in sesto
la chiesa del centro storico
di Ortigia. Ci sono lesioni
molto gravi e profonde nella
cupola - ha affermato padre
Marco Tarascio - e da una pri-
ma stima, solo per la messa in
sicurezza servirebbero 300
mila euro. Anche attraverso
la sovrintendenza ai Beni cul-
turali abbiamo provato negli
ultimi mesi a trovare possibili
fnanziamenti ma purtroppo
tutto stato vano. Lunica
soluzione, a questo punto,
sembra proprio quella della
chiusura.
CI SONO GRAVI LESIONI NELLA CUPOLA
Oramai in tanti
siamo convinti che il
futuro di questa terra
sia legato indissolu-
bilmente al turismo -
esordisce cos la let-
tera aperta congiunta
da Sandro Romano
presidente Confcom-
mercio Imprese
per lItalia della Pro-
vincia di Siracusa
e Francesco Diana,
presidente del sin-
dacato operatori del
porto di Confcom-
mercio.
Il turismo, non si
sviluppa soltanto co-
struendo le strutture
ricettive, anzi, il vero
volano del turismo
sono i servizi.
Ed per questo che
oggi mi sento il do-
vere morale di espri-
mere il mio punto di
vista per gli investi-
menti che possano
consentire lo svi-
luppo di tutto il ter-
ritorio. La societ
Spero, sta lavorando
per la riqualifcazio-
ne dellarea ex Spero
che insieme alla Ma-
rina costituiranno un
tassello fondamenta-
le per la riqualifca-
zione di un area at-
tualmente degradata
e che pu diventare il
centro nevralgico del
nostro turismo.
Ovviamente qual-
siasi investimento,
oltre a tutte le proce-
dure di trasparenza,
dovr tenere conto
del rispetto dellam-
biente. E, altres,
chiaro, che gli inve-
stimenti devono es-
sere migliorativi per
lintera comunit e
non un privilegio per
pochi, ma il turismo
si edifca principal-
mente attraverso i
servizi che, purtrop-
po, la nostra citt at-
tualmente stenta a far
partire.
Pertanto, gli investi-
menti giusti, control-
lati, trasparenti de-
vono essere sostenuti
da tutti, specialmente
dalle categorie pro-
duttive.
Auspico che per la
prossima conferen-
za dei servizi del 22
settembre si possa
avviare liter per ap-
prodare verso un ac-
cordo di programma
da sottoporre, poi, al
Consiglio Comuna-
le, il quale, ritengo,
dimostrer la reale
capacit di scegliere
a favore della comu-
nit.
Dobbiamo tutti in-
sieme immaginare
un nuovo futuro che
possa far fronte alle
mutevoli condizioni
socio-economiche,
infatti, abbiamo bi-
sogno di chiamare a
raccolta le migliori
energie per sviluppa-
re una citt delle ec-
cellenze.
Dobbiamo diventare
interessanti per gli
investitori e fruibili
per i turisti, miglio-
rando, al contempo,
la qualit della vita di
tutti i cittadini.
Convegno sul-
la riserva dei
Pantani della
Sicilia Sud
Esponenti del
mondo delle
professioni tra cui
avvocati, agro-
nomi, ingegneri e
architetti presenti
ieri pomeriggio,
durante il con-
vegno promosso
dal Consorzio
per la Tutela del
Pomodoro Igp
di Pachino per
discutere de Il
riconoscimento
del marchio Igp
per il Pomodoro
di Pachino e gli
ostacoli della
legislazione regio-
nale. La decisione
della Corte Costi-
tuzionale e laf-
fermazione del
diritto di parteci-
pazione degli Enti
e soggetti locali.
L'incontro si
svolto presso il
Palmento Di Ru-
din a Marzame-
mi in collabora-
zione con la Fapp
e lAtptp, stato
fortemente voluto
dal Consorzio
in seguito alla
recente sentenza
della Corte Co-
stituzionale che
di fatto invalida
listituzione della
riserva dei Pan-
tani della Sicilia
Sud Orientale.
Dopo i saluti dei
sindaci di Pachi-
no, Noto, Ispica
e Portopalo,
la questione
stata affrontata
da Maria Rita
Sgarlata, ex as-
sessore regionale
uscente al Terri-
torio e Ambiente,
poi i dirigenti del
Consorzio hanno
ripercorso la sua
istituzione e il
riconoscimento
del marchio Igp
come momenti
fondamentali
del percorso di
valorizzazione
del Pomodoro
di Pachino e del
territorio da cui
esso proviene.
LosserVatorIo
Lukoil ha ormai congelato
gl'investimenti annunciati
Nessuna notizia del miliardo e mezzo di interventi comunicati
dal presidente Alekperov al presidente della Regione Crocetta
Zappulla (Cgil): "Soltanto una politica di acquisti". Ma a che scopo?
di Salvatore Maiorca
Il colosso russo
Lukoil, indifferente,
anzi ostile, al territo-
rio sul quale opera,
non senza far danno,
congela glinvesti-
menti a suo tempo
annunciati in gran
pompa. Si infatti
persa ogni traccia
del miliardo e mez-
zo dinvestimenti
che lo scorso anno il
presidente di Lukoil,
Alekperov,aveva
personalmente an-
nunciati al presi-
dente della Regione,
Crocetta.
Ora unaltra notizia
si invece aggiunta:
Lukoil ha rotto la
trattativa, a suo tem-
po avviata con Erg,
per lacquisizione
dei punti vendita
Erg in Sicilia. Per-
ch? Finora non
c risposta. E si
dubita, fortemente
si dubita, che una ri-
anzi disinvestire, sia
pure parzialmente,
su questo territorio.
avevamo cercato di
stimolare un supera-
mento delle ostilit
fra territorio e indu-
stria. Anche nella
consapevolezza che
la causa principale,
preponderante, del-
la ostilit del territo-
rio nasce dallimpe-
netrabile silenzio di
certa industria.
Fu questo silenzio,
nel quale rimasero
trincerate per due
anni Erg e Shell,
allora unite nella
joint venture pari-
taria Ionio gas, a
innescare tutte le
elucubrazioni che
poi fnirono per far
saltare il progetto
del rigassifcatore.
E in quel caso si
trattava del progetto
di un impianto asso-
lutamente pulito.
Pulita invece non
pu proprio dirsi
una raffneria. E Lu-
koil, da proprietaria
unica, ne gestisce
due di raffnerie sul
nostro territorio: la
Isab ex Erg e la ex
Agip, oggi intercon-
nesse e denominate
rispettivamente Isab
impianti sud e Isab
impianti nord.
Lukoil ha pure pro-
priet e gestione
diretta ed esclusiva
sposta possa esserci
in futuro. Anzi, un
sospetto si fa stra-
da: la decisione di
non investire pi,
Naturalmente tutto
questo sempre sotto
silenzio.
Noi stessi, da que-
ste stese pagine,
I russi hanno ormai acquisito tutto quanto era
di Erg. Ma non si riesce ancora a capire
che cosa vogliano farne n come n quando
della centrale di
cogenerazione elet-
trica Isab Energy.
Insomma Lukoil sta
comprando tutto su
questo territorio. E
cosa lascia su questo
territorio? Non certo
nuova occupazione.
Anzi sono sempre
nellaria le cosid-
dette razionaliz-
zazioni: in parole
povere nuovi tagli
Siracusa, citt senza memoria,
ha dimenticato Laura Di Falco
di Aldo Formosa
Tra le particola-
ri caratteristiche
di questa provin-
cia c' quella di
costanti cicliche
germinazioni di ta-
lenti scaturiti dalla
spontaneit. E que-
sto nei vari campi:
nell'artigianato, nel
commercio, nello
sport, nell'arte, nel-
la cultura, nellim-
prenditoria. Isole di
genialit, dunque,
che germogliano
e progrediscono
perfno all'insaputa
della massa citta-
dina. Il 900 pu
cos diventare un
esempio, tanto per
restare vicino alla
nostra contempo-
raneit, senza an-
dare a scomodare
(fra i tanti) i vari
Archimede, Epi-
carmo, Teocrito.
Un 900 che si apre,
CULtUra IL noVeCento sIraCUsano rICCo dI GrandI PersonaGGI
quando Modica
era provincia di
Siracusa),Vitaliano
Brancati (1907),
Elio Vittori-
ni (1908), e poi
Salvo Randone,
Francesco Trom-
batore (che dipinse
anche frmando
Franz d'Ortigia e a
Roma diventando
Trombadori) via
via fno allo sport
con Concetto Lo
Bello, Enzo Maior-
ca, Pippo Cantarel-
la.
Nomi diventati
popolarissimi ben
oltre la cinta da-
ziaria e la vulga-
scegliendo for da
fore, con la na-
scita, di Salvatore
Quasimodo (1901,
ta cittadina, altri
meno noti ai pi
ma ben qualifcati
nell'arengo nazio-
nale. Come Laura
Di Falco nata Car-
pinteri, da Canicat-
tini, e presto alunna
del Liceo-Ginnasio
Gargallo, poi
sposata al sira-
cusano Felice Di
Falco (alto fun-
zionario dell'Isti-
tuto Commercio
Estero) e trasfe-
ritasi nel 1935 a
Roma. Ha scritto
di lei Mario Tro-
pea che positiva fu
su Laura giovinetta
l'infuenza cultu-
rale del professore
Ettore Campailla
che determin lo
sbocciare di quali-
t innate in quella
che sarebbe diven-
tata una scrittrice
siracusana impor-
tante.
A Roma trov
spazi pi perti-
Autrice di tanti romanzi ha trovato "accoglienza" a Roma
di posti di lavoro.
Ma lascia invece lo
sporco che dalle sue
produzioni deriva:
in una parola lin-
quinamento. E tace
suglinvestimenti
annunciati.
Come ci ha recente-
mente dichiarato il
segretario generale
della Cgil, Paolo
Zappulla, Lukoil
fnora sul nostro ter-
ritorio sta facendo
soltanto acquisti:
nientaltro. Glinve-
stimenti li ha soltan-
to annunciati. E poi
riposti sotto silen-
zio, sotto una spessa
coltre di silenzio. A
che scopo?
Zappulla aveva an-
che lanciato lappel-
lo per una sorta di
alleanza tra azien-
de e territorio. Ma
aveva pure avverti-
to: siano le aziende a
promuovere queste
alleanze attraverso
una politica di tra-
sparenza di comuni-
cazione, di relazione
con il territorio.
Invece accadu-
to (e continua ad
accadere) lesatto
contrario: silenzio
suglinvestimenti
annunciati, silenzio
sulle contestazioni
di inquinamento,
silenzio su eventuali
progetti, o comu-
ne decisioni, per il
futuro.
La risposta di Lu-
koil stata lesatto
contrario di quel che
veniva sollecitato.
La risposta stato il
silenzio. La risposta
del silenzio stato
il classico me ne
frego! di storica
memoria. E con un
me ne frego! non
si pu lavorare sul
territorio.
Anzi, a questo pun-
to, un sospetto nasce
spontaneo (come la
domanda di Catala-
no): vuoi vedere che
questi russi, sotto
sotto, vogliono sol-
tanto mantenere il
possesso del sito per
avere il presidio nel
cuore del Mediter-
raneo? vuoi vedere
che, sotto sotto, la
loro intenzione sia
trasformare le due
raffnerie di Priolo
in puri e semplici
depositi costieri,
mandando quindi
a casa migliaia di
lavoratori?
Tanto pi questo
sospetto avvalo-
rato in quanto si
appreso della rottura
della trattativa da
tempo avviata per
la cessione della
rete di punti vendita
in Sicilia da Erg a
Sorge spontaneo il sospetto che i rus-
si vogliano chiudere le due raffnerie
interconnesse (Isab ed ex Agip)
e trasformarle in deposito costiero
Lukoil.
A questo punto si
spiega anche il si-
lenzio. Questi russi
hanno conquistato
il territorio. E ora
su questo territorio
fanno quel che vo-
gliono. Agevolati
anche dalla consueta
e notoria fragilit,
anzi inconsistenza,
della politica nostra-
na. Questa infatti, a
questo punto, ma-
teria politica. Non
pu esser lascia-
ta al normale con-
fronto fra azienda
e sindacato. Qua si
tratta, a questo pun-
to, di occupazione
del territorio. E
devesser la politica
a contrastare questa
occupazione del ter-
ritorio. Ma la politi-
ca dov? Si sente,
se ne percepisce
lesistenza, solo a
causa delle frequenti
beghe intestine per
laccaparramento
(sarebbe troppo no-
bilitante dire con-
quista) di una pol-
trona (di governo
o sottogoverno che
sia). Non possiamo
che dire se ci sei
batti un colpo. E
intanto questi russi
fanno quel che vo-
gliono sul nostro
territorio. Anzi, del
nostro territorio.
nenti la venticin-
quenne Laura, e
l'amicale frequen-
za con Brancati,
Patti, Pea, Soffci,
Palazzeschi, Co-
misso, Montale, e
con quella Maria
Bellonci nel cui
salotto letterario
avrebbe preso vita
il "Premio Strega,
Laura si segnala
subito come espo-
nente di spicco
dell'area culturale
siracusana, e inizia
anche a dipingere.
Scrive "Paura del
giorno" nel 1954,
e poi Una donna
disponibile" (fna-
lista allo Strega e
vincitore del Pre-
mio Erice).
Tropea annota:
"La tematica dei
romanzi della Di
Falco quella della
famiglia, vista so-
prattutto attraverso
l'analisi interio-
re dei personaggi
femminili e il di-
sgregarsi dei valori
nell'incontro con
la nuova realt e il
mutamento del co-
stume. Per esem-
pio nei due ro-
manzi considerati
centrali, non solo
in senso cronologi-
co, "Le tre mogli",
che vinse il Pre-
mio Enna-Savare-
se, e "L'inferriata",
fnalista al Premio
Strega e vincitore
del Premio Syba-
ris-Magna Grecia,
entrambi ambien-
tati a Siracusa:
l'uno a fne Ot-
tocento e l'altro
negli anni '60 del
Novecento.
Nella bibliografa
di Laura Di Fal-
co appaiono an-
che i romanzi "Tre
carte da gioco",
"Miracolo desta-
te", "Piazza delle
quattro vie", "La
spiaggia di sabbia",
"Figli e fori", oltre
ai "Racconti" usciti
su prestigiose testa-
te come Il Mondo
di Pannunzio, La
Fiera Letteraria, La
Nazione.
Le donne narrate,
per la loro ferven-
te umanit, fanno
pensare anche a
quelle di Verga, De
Roberto, Tomasi
di Lampedusa, per
quel vincolo di
sane tradizioni e in
cui pi laceranti si
avvertono i confit-
ti".Tropea annota
anche che il carat-
tere della narrati-
va della Di Falco
si basa su un hu-
mour spinto quasi
al grottesco, un
espressionismo di
tradizione natura-
listica di cui hanno
scritto i critici pi
avvertiti.
E ancora da se-
gnalare la pittura
di Laura Di Falco,
con brillanti tonali-
t rosa e viola che
valgono a mitigare
quel "nido di vipe-
re" la cui passio-
nalit la scrittrice
indagava contem-
poraneamente con
unanalisi ferma e
acuta. Nel 2006 la
Societ Dante Ali-
ghieri di Siracusa
realizz una mo-
stra, intitolata
Emozioni croma-
tiche fra suoni e pa-
role e dedicata alle
opere pittoriche di
Laura Di Falco, per
iniziativa della pre-
sidente Gioia Pace,
che nella prefazio-
ne del catalogo, ti-
tolando Una vita
narrata dalla scrit-
tura, illustrava con
dottrina ed acutez-
za critica la realt
letteraria della Di
Falco. Altri interes-
santi apporti erano
di Alessandro Alasi
e Pina Cannizzo,
e la collaborazio-
ne organizzativa di
Gabriella Corso.
ATTUALIT 12 Sicilia 20 SETTEMBRE 2014, SABATO 20 SETTEMBRE 2014, SABATO Sicilia 13 ATTUALIT
Petroliere ormeggiate al pontile Isab
La raffneria Isab impianti nord
Sopra Laura Di Falco. Adestra la copertina di un suo libro
La raffneria storica Isab impianti sud
Lassociazione culturale Ter-
ra Mater, in collaborazione con
l'associazione culturale Giorda-
no Bruno, presenta il convegno
La Giustizia di Dio nella Bib-
bia - La seconda venuta di Ges
Cristo e il giudizio fnale che si
terr nel pomeriggio a Siracusa
alla sala multimediale del Cen-
tro Polifunzionale di via Brenta
31, a partire dalle 16.
Lincontro affronter, con la-
iuto di esperti, diversi aspetti
anche tramite la visione di do-
cumenti di oggetti volanti non
identifcati che solcano i nostri
cieli, noti come ufo. E poi an-
Grande successo di pub-
blico ha riscosso la Con-
ferenza organizzata dal
Rotary Club Siracusa Mon-
ti Climiti e dalla Fildis
Teocrito Siracusa a Palazzo
Vermexio lo scorso 12
settembre, tenuta da una
brillante relatrice: Luisa
Capodieci, professore as-
sociato in Storia dellArte
del Rinascimento Italiano
e Francese presso lUni-
versit di Parigi Panthon
Sorbonne.
Il prof. Paolo Giansiracusa,
Moderatore dellevento,
docente dellAccademia
di Belle Arti di Catania e
direttore dellAccademia
di Belle Arti Gagliardi di
Siracusa, ha descritto, mo-
strando sensibilit e affnit
culturali, il curriculum della
Relatrice, siracusana di ori-
gine, di formazione romana
e parigina di adozione.
Luisa Capodieci ha traccia-
to il proflo di Caterina, una
donna che, pur appartenen-
do ad una famiglia infuente
come quella de Medici,
ha trascorso una diffcile
infanzia, dovuta alla morte
precoce dei genitori ed alle
alterne vicende della casata
di origine, e una adolescen-
za interrotta dal matrimonio
La seconda
venuta di Ges
Cristo e il giudizio
fnale
OGGI CONVEGNO LA GIUSTIZIA DI DIO NELLA BIBBIA
In foto, visione della Croce in cielo.
Caterina de Medici a Palazzo Vermexio
CONFERENZA ORGANIZZATA DA ROTARY CLUB SIRACUSA MONTI CLIMITI E FILDIS TEOCRITO
cora si cercher di dare risposta
al mistero dei cerchi nel grano,
il linguaggio di simboli che da
anni appaiono in pi parti del
globo, ultimissimi i pittogrammi
sorti nellagosto di questanno
in Inghilterra. E infne la con-
nessione che potrebbe esserci tra
questi segni e la fgura di Ges
Cristo, tramite il racconto dell'e-
sperienza di Giorgio Bongiovan-
ni, stigmatizzato da 25 anni.
La sua una storia che ha ini-
zio in Portogallo, precisamente a
Fatima, il 2 settembre del 1989
quando in una visione vede una
donna, che lui riconosce nel-
la Vergine Maria, ai piedi della
stessa quercia dove nel 1917 ap-
parse ai tre pastorelli Lucia, Gia-
cinta e Francesco per consegnare
loro i suoi pi accorati messaggi
di consolazione e di ammoni-
mento per l'umanit. Ed in quel
giorno che Bongiovanni riceve
le stigmate sul palmo delle mani
(negli anni a seguire le ricever
ai piedi, al costato ed anche alla
fronte). Ma i messaggi ricevuti
da Bongiovanni si susseguono
anche successivamente e vanno
a toccare vari aspetti: la reincar-
nazione, la vita nelluniverso, la
legge evolutiva di causa-effetto,
le scienza dello spirito, i richia-
mi contro le guerre e le crudelt
infitte ai pi poveri ed innocen-
ti. Non ultimo tema che verr
toccato sar il Terzo Segreto di
Fatima e le nuove rivelazioni di
suor Lucia.
Volont degli organizzatori
quella di creare un confronto e
un dialogo che si affacci su un
mondo senza barriere dove regni
la saggezza di cercare lunione
nella diversit e la conoscenza
per il bene comune. Relatori sa-
ranno Piergiorgio Caria, ricerca-
tore e documentarista e lo stesso
Bongiovanni.
ATTUALIT 14 Sicilia 20 SETTEMBRE 2014, SABATO
GIUsePPe bIanCa
Direttore Responsabile
Direzione e Redazione
Uffci amministrativi:
Via Mosco 51 Siracusa Tel. 0931 46.21.11
Fax 0931 60.006 Libertasicilia@gmail.com
Pubblicit diretta: Poligrafca S.r.l.
Via Mosco 51 Siracusa Tel. 0931 46.21.11
Per la pubblicit sono previsti sconti
Editrice e Stampa: Poligrafca S.r.l.
Registrazione Tribunale di Siracusa
n.17 del 27.10.1987
Sicilia
In foto, il momento dellincontro.
contratto in tenera et (14
anni) con il fratello del Re
di Francia.
Caterina, per una serie di
eventi infausti che colpi-
scono la casata dei Valois,
diventa Regina e in seguito
Reggente del Regno di
Francia, ricoprendo un
ruolo primario nel governo
della Francia durante i regni
dei suoi tre fgli, gettando le
basi della grandezza della
Francia nello scenario eu-
ropeo del 16 secolo, che
vedeva la nascente potenza
inglese di Elisabetta Prima
e la potenza coloniale della
Spagna di Filippo Secondo.
La fama di Caterina de
Medici stata offuscata
da un tetro alone di leg-
gende e magia, alimentato
dai suoi detrattori e dalle
diverse fazioni che si con-
trapponevano nelle Guerre
di Religione tra Cattolici
ed Ugonotti. Nel periodo
Rinascimentale era diffuso
proprio tra le classi colte il
ricorso alla cabala e agli
astri; ricorso che condizio-
nava anche i Sovrani e che
ha condizionato costante-
mente i comportamenti
della Regina/Reggente Ca-
terina, sempre raffgurata in
abito nero, che indossava
pi per motivi di lutto fa-
miliare che per interessi a
oscuri malefci.
Il pubblico, accorso nu-
meroso, ha gradito con
piacere il ritratto di questa
donna e del periodo storico
delineato, grazie alla bra-
vura della conferenziera
che con elegante ironia e
competenza ha tracciato
un momento diffcile della
storia europea, attraversato
da sanguinose guerre di re-
ligione, ma anche ispiratore
di suggestivi riferimenti al
misticismo e allastrologia
nelle arti fgurative.
La presidente della Fildis
Teocrito Siracusa, Anna
Rotondo, e il presidente
del Rotary Club Siracusa
Monti Climiti, Natale Bor-
donali, ringraziano il Co-
mune di Siracusa ed il Prof.
Paolo Giansiracusa per la
preziosa collaborazione ed
auspicano che questo lega-
me ricostituito con la citt
di origine possa produrre
future occasioni di incontro
con la cultura doltralpe.
20 SETTEMBRE 2014, SABATO Sicilia 15 SPORT SIRACUSA
Quando sulluni-
t e sulla serenit
della squadra don-
dolava pericolo-
samente la spada
di Damocle delle
reazioni di Masca-
ra sulla sua sosti-
tuzione, quella di
Patern, che, per la
verit, non aveva
stupto solo lui ma
anche tutti coloro
che masticano di
calcio, arrivata la
dichiarazione con-
ciliante del capita-
no che senza smen-
tire il suo dissenso
per una mossa non
condivisa, depone
per una ritrovata
armonia.
La qualcosa non
pu che far piace-
re anche se au-
spicabile che fra il
tecnico in panchi-
na e lallenatore in
campo ci sia mag-
giore sintonia. Con
questa premessa
la squadra si av-
via ad affrontare il
terzo impegno di
campionato ospi-
tando quel Modica
che, nonostante la
sfortunata prova
interna con lI-
gea Virtus, resta
la buona squadra
che conosciamo,
migliorata rispetto
alla passata stagio-
ne in tutti i reparti,
grazie al munifco
apporto del presi-
dente Pietro Bellia
che ha messo a di-
sposizione dellal-
lenatore-giocatore
Filicetti, sempre
pi in palla nono-
stante let, gioca-
tori del calibro del
netino Buscema, di
Nokry e di Charlie
Okolie, elementi in
grado di fare la dif-
ferenza.
Contro una squa-
dra che sa il fatto
suo, il Siracusa
chiamato ad una
prova di orgoglio
per tacitare sul na-
scere i commenti
agrodolci che le
prime due partite
hanno alimentato
e per lanciare un
chiaro messaggio
al campionato che
fno a questo mo-
mento, pur presen-
tando una squadra
come lIgea Virtus
a punteggio pie-
no, non si pu dire
che abbia ancora
trovato la forma-
zione leader, ruo-
lo al quale diverse
squadre, Siracusa e
Modica comprese,
aspirano. Ecco per-
ch la partita di do-
mani fra gli azzurri
e gli iblei assume
unimportanza tut-
ta particolare, an-
che per le prospet-
tive di bel gioco
che data la levatura
tecnica delle due
formazioni lecito
attendersi .
Lavoro supple-
mentare per i due
preparatori atletici,
Pino Maiori per il
Siracusa e per quel-
lo del Modica, che
poi il siracusano
Luciano Mica, per
far smaltire le re-
sidue scorie della
preparazione.
Formazioni natu-
ralmente in alto
mare per lo scru-
polo con cui Ana-
stasi da una parte
e il duo Filicetti-
Schiavo dallaltra,
le stanno appron-
tando.
Di sicuro c la pre-
senza di Damiano
Buscema nel Mo-
dica al posto di Si-
mone Iozzia infor-
tunato e il rientro
di DAgosta nel
Siracusa . Sempre
nel Siracusa qual-
che dubbio rimane
per la sostituzione
dello squalifca-
to Carpinteri che
potrebbe riportare
Pandolfo in porta
al posto del titola-
re Vitale. Vigilia
di serena attesa,
dunque, sui due
fronti, in attesa che
la parola passi al
terreno di gioco.
Armando Galea
Ricompattato il gruppo
e smorzate le polemiche
si pensa solo al Modica
In foto, il forte giocore nigeriano del Modica Charlie Okolie
Dalla ritrovata serenit , un forte segnale della volont
del Siracusa di superare le diffcolt iniziali e trovare lassetto
giusto per condurre un campionato davanguardia
Riparte l'avventura dell'Albatro, al PalaLoBello arriva il Gaeta
In foto, Luciano Brancaforte assente per il debutto casalingo.
Terminata la preparazione , o quasi, adesso per i ragazzi di mister Vinci si inizia a fare
sul serio. Al PalaLoBello si riapre il sipario sulla nuova avventura dellAlbatro di capita
Vasquez contro la formazione laziale della Geoter Gaeta. Fischio dinizio alle ore 16.00 (
il match sar trasmesso in differita dopo il Tg sabato su Canale 66) per la Teamnetwork
Albatro, ancora orfana di Brancaforte ma, con un Dedovic carico per il debutto casalingo.
Giochiamo contro una delle formazioni pi in forma del nostro girone- ha dichiarato mi-
ster Vinci- IL Gaeta non si rinforzato solo sul campo con larrivo di nuovi giocatori ma,
si potenziato anche lo scorso anno giocando con giovani giocatori che hanno fatto un otti-
ma esperienza e che adesso rappresentano lossatura dei laziali. La squadra di Paolo Bettini
pu rivestire il ruolo che lAlbatro a rivestito lo scorso campionato, quindi signifca che
oggi sar una partita diffcile da non sottovalutare. Speriamo nellapporto dei nostri tifosi
Salvatore Cavallaro
Con l'arrivo di altre due pedine impor-
tanti, la 7 Scogli chiude defnitivamente
il mercato. Marco Toldonato, catanese,
arriva dai Muri Antichi Catania e l'
attaccante Enrico Giacoppo in prestito
dall'Ossidiana Messina. Queste le parole
del mister Baio:L' arrivo di Marco
una base di partenza per un rapporto
duraturo con la societ, ed una scelta
che appartiene ad un progetto di lunga
durata. E un giocatore di grande qualit
e la sua esperienza andr sicuramente
ad incrementare il livello tecnico del-
la squadra. Il vice presidente Barone
soddisfatto:Siamo felici che sia Marco
che Enrico abbiano sposato con entusia-
smo il nostro progetto. La dirigenza sta
investendo molto non solo nellulteriore
crescita della prima squadra ma anche
e soprattutto nel settore giovanile. La
responsabilit del settore giovanile stata
affdata ad un tecnico di indubbio valore
come Brane Zovko, coadiuvato da nume-
rosi e qualifcati tecnici".
La 7 Scogli chiude il
mercato con Toldonato
e Giacoppo
SPORT PAGINA 16 20 SETTEMBRE 2014, SABATO
Sicilia
Varato il calendario, lAretusa
parte il 5 ottobre con Cefal
Gara
equilibrata
con Casiraghi
miglior
realizzatore
del match
Il Basket Acireale supera al PalaVolcan lAretusa
di coach Bordieri con il punteggio di 61-58
Laretuseo
Tony
Drabble
protagonista
alle fnali
di biliardo
Pool
Il siracusa-
no, arch. Tony
Drabble, ha
partecipato alle
fnali del cam-
pionato italiano
di biliardo spe-
cialit POOL.
Le fnali si sono
svolte all'inter-
no della sala au-
torit dello Sta-
dio Olimpico
di Roma e sono
state organizza-
te dalla FIBIS
( Feder azi one
Italiana Biliardo
Sportivo).Par-
tecipava per la
prima volta da
serie A (il mas-
simo livello) e
ha terminato la
tregiorni di tor-
nei ( 3 specialit
diverse - Palla 8
- Palla 9 - Palla
10) al 29 posto
as s ol ut o. Ho
avuto il piacere
e l'enorme sod-
disfazione - per
uno che, come
me, proviene e
si allena in una
sala sperduta in
Via Vanvitelli
a Siracusa - di
battere al primo
turno il cam-
pione italiano
2012, Miche-
le Monaco, al
termine di una
partita epica
terminata 10-9.
Q u e s t ' a n n o
parteciper in
maniera conti-
nuativa alla sta-
gione di tornei
in giro per l'I-
talia, sperando
di migliorare un
risultato gi di
per se eccezio-
nale!
Domenica 5 otto-
bre parte il cam-
pionato nazionale
di serie C. Sar
lultimo campio-
nato nazionale di
serie C prima della
riforma dei cam-
pionati, che dal
2015 porter a una
C unica regiona-
le. Le quattordici
squadre al via ini-
zieranno a darsi
battaglia domeni-
ca 5 ottobre. Fra
i match pi inte-
ressanti quello fra
le due matricole
Costa dOrlando e
New Team Croto-
ne che si sfderan-
no al PalaValenti
della cittadina or-
landina. Tutto da
gustare il match fra
la corazzata Green
Basket Palermo e
la solida Acireale,
che per non ha
ancora terminato
il roster che po-
trebbe subire un
maquillage nei
prossimi giorni. In
dubbio il match fra
Gela e Patti, visto
che la truppa di
Bernardo sembra
a un passo dalla ri-
nuncia al campio-
nato. Impegnato
a Cosenza contro
lesperta forma-
zione calabrese il
neopromosso Mi-
nibasket Milazzo,
che spera di poter
avere in squadre la
pertica americana
Rahman. Giocher
a Reggio Calabria
contro la forte Vis
invece Ragusa,
che probabilmente
prover a tessera-
re Andrea Sorren-
tino, al momento
fermo per motivi
personali ed anco-
ra legato formal-
mente allo Sport
Cultura Patti.
La rinnova-
ta Kama Italia
Siracusa di coach
Bordieri ospite-
r allAkradina il
Cefal dei bomber
Mollura-Sodero,
ma soprattutto del
fromboliere ame-
ricano Hudson.
Derby messinese
infne fra FP Sport
e Cocuzza San Fi-
lippo, due squadre
che non hanno vel-
leit di vertice ma
che vogliono cre-
scere con i propri
giovani. Nel match
di ritorno di pre-
campionato il Ba-
sket Acireale su-
pera al PalaVolcan
il Siracusa di coach
Bordieri. Profcuo
banco di prova per
i giovani aretusei
che lasciano la vit-
toria ai padroni di
casa con il punteg-
gio fnale di 61-59.
Match equilibrato
con padroni di casa
attenti e compatti
in difesa spreoni
in atacco .
E quando il livello
difensivo si abbas-
sa Casiraghi, mi-
glior realizzatored
el match con 19
punti e compa-
gnia non lasciano
scampo esprimen-
do al meglio la
loro esperienza e
capacit al tiro col-
pendo dalla lunga
e media distanza.
Primo quarto 18 a
12 per gli aretusei
che iniziano bene
anche i secondi
dieci minuti con
un altro parziale
ed i granata vanno
sotto di 13 punti,
25 a 12.Acireale
si scuote un po,
comincia, anche
se con qualche
battuta a vuoto,a
registrare meglio
lintensit difensi-
va ed aumentarla
gradatamente ren-
dendo le cose un
po pi complicate
ad Agosta e cer-
cando di limitare
al meglio leffer-
vescenza di Vita-
le mette quasi tre
triple di seguito e
si va allinterval-
lo lungo sul 36 a
33 sempre ester-
no. Gli ultimi due
quarti corrono sul
flo dellequilibrio
ma permettono
agli atleti di casa
di portarsi in van-
taggio. Gara, co-
munque, sempre
in equilibrio, solo
4 ,5 punti dividono
i due quintetti. Al-
berto Marzo mette
i due liberi del 61
a 58 . A 4 secondi
dalla fne lAretusa
potrebbe pareggia-
re i conti, Vitale
segna il primo li-
bero, sbaglia volu-
tamente il secondo
ma nel grappolo
di atleti protesi a
rimbalzo Alberto
Marzo a arpionare
il pallone e man-
dare tutti sotto la
doccia.
Salvatore Cavallaro
In foto, azione di gioco
dell'Aretusa
In foto, Mister Bordieri