Sei sulla pagina 1di 2

COMUNICATO STAMPA DEL 17 SETTEMBRE 2014

Arrestato rapinatore marocchino.


Deve scontare un anno e nove mesi di carcere.
Il 16 settembre 2014, personale della sezione reati contro il patrimonio della squadra
mobile ha arrestato un ventinovenne cittadino marocchino residente a Prato, in
ottemperanza dellordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura della
Repubblica presso il Tribunale di Prato, dovendo lo stesso espiare la pena residua di
anni 1, 9 mesi e 4 giorni a seguito di condanna esecutiva. Il predetto si era reso
responsabile del reato di rapina aggravata in concorso con ignoti - avvenuto il 14
maggio 2013 nei pressi della passerella pedonale di via di Reggiana - ai danni di una
coppia di cittadini cinesi. In quella circostanza il marocchino in argomento era stato
bloccato da un passante impegnato in attivit sportiva (footing) e trattenuto fno allarrivo
della volante i cui operatori lo arrestavano in fagranza di reato.
Servizi antidroga.
Denunciato pusher marocchino.
Il 16 settembre 2014, personale della Squadra Mobile ha denunciato in stato di
libert poich ritenuto responsabile dei reati di spaccio e detenzione di sostanze
stupefacenti un quarantaquattrenne cittadino marocchino domiciliato a Prato zona san
Paolo.In particolare si precisa che alcuni giorni addietro, un agente della Questura, libero
dal servizio aveva notato in via Roubaix alcuni movimenti sospetti posti in essere da un
cittadino marocchino il quale aveva avuto dei contatti con due uomini giunti in loco a
bordo di unautovettura. La medesima autovettura, oggetto di accertamento era stata
notata anche in altra occasione in circostanze sospette e che ancora una volta aveva visto
gli occupanti prendere fugaci contatti con lo stesso marocchino giunto nuovamente a
bordo di una bicicletta. Gli sviluppi investigativi attivati in relazione agli elementi raccolti
e supportati da informazioni confdenziali, permettevano di risalire ad un cittadino
straniero, abitante nella zona di San Paolo autore della sospettata attivit di spaccio
Nel pomeriggio del 15 settembre u.s. alle ore 19.00 circa veniva pertanto predisposto
un mirato servizio teso a verifcare la probabile attivit delittuosa e che dava esito
positivo in quanto gli agenti dellantidroga riuscivano ad assistere ad una rapido
scambio tra il marocchino in argomento ed un cliente. Questultimo posto dinanzi alle
sue responsabilit ammetteva di aver appena acquistato la dose, costituita da grammi
0,49 di cocaina dal marocchino intanto fermato subito dopo lo scambio da altri
operatori dellantidroga. Limmediata perquisizione consentiva di rinvenire e sequestrare
unaltra confezione di grammi 0,53 di cocaina (del tutto simile a quella ceduta) e la
somma di 150 euro suddivisa in banconote di piccolo taglio. Successivamente, presso
labitazione in sua disponibilit veniva sequestrata la somma di 780 euro provento
dellattivit di spaccio. Al termine dellintervento il marocchino stato denunciato in
stato di libert mentre il cliente, cittadino pratese di anni 37, segnalato alla competente
Autorit amministrativa quale assuntore per i conseguenti profli sanzionatori.
Squadra Interforze.
Sigilli a ditta cinese.
Trovati clandestini ed abusi edilizi.
Il 16 settembre 2014, alle ore 09.50 circa, nellambito di mirati servizi fnalizzati al
contrasto dellimmigrazione clandestina e allillegalit nelle attivit produttive e
commerciali presenti sul territorio di questa provincia gestite da cittadini
extracomunitari, la squadra interforze ha efettuato un mirato controllo in questa via
Rosati, ove risultava operante una ditta di confezioni gestita da cinesi. Allinterno della
ditta sono stati identifcati n. 11 cittadini cinopopolari di cui n. 2 clandestini ed un
terzo inottemperante al provvedimento dellOrdine del Questore. Sono stati sequestrati
di nr. 26 macchinari unitamente ai locali oggetto dellispezione per accertati abusi edilizi
(erano stati edifcate n. 09 stanzette in cartongesso). Inoltre sono state estromesse
dallambiente nr. 04 bombole di GPL.
Personale della Guardia di Finanza avviava un accertamento fscale e provvedeva con le
specifche procedure di competenza.
Per quanto riscontrato ed in considerazione del fatto che i cittadini cinesi clandestini
occupavano stabilmente le stanzette edifcate abusivamente, custodendone allinterno i
propri efetti personali, il titolare della ditta, cittadino cinese di anni 31 stato
denunciato alla competente A.G., per la violazione di cui allart. 12/5 D.L.vo
286/98 (favoreggiamento alla permanenza di immigrati clandestini).
Riconosce lautrice di un furto.
Denunciata dalla volante.
Il 16 settembre 2014, personale delle volanti ha denunciato in stato di libert una
quarantenne cittadina di origine rom, ritenuta responsabile del reato di furto avvenuto lo
scorso 5 agosto. In particolare alle ore 18.10, la pattuglia interveniva in vicolo del
Chiassarello per richiesta dintervento pervenuta ad opera di una donna che aveva
riconosciuto lautrice del furto della propria borsa avvenuto lo scorso agosto e per il quale
aveva sporto denuncia. Immediatamente sul posto gli agenti dopo aver preso contatti con
la richiedente, cittadina pratese di anni 32 identifcavano le due donne di etnia rom
indicate dalla segnalante, tra cui la presunta autrice del furto. Laltra donna,
quarantasettenne di origine slava risultava non in regola con la normativa del soggiorno e
pertanto accompagnata in Questura per i conseguenti provvedimenti.