Sei sulla pagina 1di 27

Ciclo vitale del pollo (esempio di sauropside)

Organogenesi simile ai mammiferi, estato spesso usato come modello per lo sviluppo dei mammiferi
Lembrione puo essere coltivato al di fuori delluovo.
-Albume
-Membrane
del guscio
-Guscio
Schema dellorganizzazione delluovo di pollo
La fecondazione avviene nellovidotto
Durante il passaggio dallovidotto luovo viene circondato da albume, membrana del guscio e guscio
Quando luovo viene deposto il blastoderma e composto da 20.000 - 60.000 cellule
Uova
e
Segmentazione
La quantita e la
distribuzione del
vitello determina il
tipo di segmentazione
Uova
telolecitiche.
Segmentazione
discoidale
meroblastica
Segmentazione dellembrione di pollo
Segmentazione dellembrione di pollo
Prime divisioni verticali
Divisioni verticali ed equatoriali
(formazione del blastoderma)
Cellule del blastoderma
assorbono acqua dallalbume e
secernono il liquido della
cavita sottogerminale
Area opaca ed area pellucida
Formazione dellipoblasto
Blastoderma a strato unicellulare: si forma per
morte delle cellule piu profonde
Isole di poli-invaginazione (ipoblasto primario)
Formazione dellIpoblasto secondario:
formera le membrane extraembrionali.
Lepiblasto da origine a tutto lembrione e
a parte delle membrane extraembrionali.
Si forma il blastocele
Ant Post
Ant Post
Formazione della stria primitiva
NellEpiblasto la stria
primitiva si allunga in direzione
P-A per intercalazione
mediolaterale ed estensione
convergente (digestione matrice)
Lallungamento della stria
avviene contemporaneamente
allallungamento dellipoblasto
secondario
Formazione del solco primitivo
da cui le cellule entrano nel
blastocele per ingressione
Il nodo di Hensen si forma
allestremita anteriore della stria
primitiva. E lequivalente
funzionale del labbro dorsale del
blastoporo degli anbi.
Post.
Ant.
Falce di Koller
Movimenti cellulari a livello della stria primitiva
Durante la gastrulazione di sauropsidi e mammiferi ce proliferazione cellulare
Anatomia di un embrione di vertebrato (anfibio) allo stadio di bottone
caudale
Muscolatura striata,
Vertebre, etc.
Muscolatura
viscerale, cuore,
endotelio, etc.
Movimenti cellulari a livello della stria primitiva e del nodo di Hensen
Cellule che entrano dal Nodo di Hensen
Sequenza temporale:
1 Migrano profondamente (ventralmente) e diventano
endoderma faringeo, spostano le cellule dellipoblasto
anteriore che formeranno la semiluna germinale
2 Migrano tra epiblasto ed endoderma e diventano
mesoderma precordale e mesenchima della testa.
3 Migrano tra epiblasto ed endoderma e danno origine
alla porzione anteriore della notocorda
Cellule che entrano dalla Stria Primitiva
Sequenza temporale:
1 Migrano profondamente (ventralmente) e danno origine
allendoderma ed alle membrane extraembrionali: spostano
lateralmente le cellule dellipoblasto
2 Migrano tra epiblasto ed endoderma e formano
mesoderma embrionale (parassiale e laterale) ed
extraembrionale
Formazione della notocorda ed inizio della neurulazione
Regressione della stria primitiva e spostamento posteriore del nodo di Hensen
La notocorda anteriore si forma dallingressione di cellule attraverso il nodo di Hensen;
la notocorda posteriore si forma per condensazione di tessuto mesodermico che ha fatto
ingressione dalla stria primitiva
Gradiente di sviluppo Antero-posteriore
Formazione della plica cefalica e della notocorda
durante la regressione del nodo di Hensen
Ripiegamento anteriore del blastoderma costituito da ectoderma ed endoderma
Sezione sagittale
Visione dorsale
Plica cefalica
Formazione del prolungamento cefalico ed inizio della
neurulazione
Lendoderma ha sostituito lipoblasto
Il mesoderma si e posizionato tra
ectoderma ed endoderma
Lectoderma ha circondato il vitello per
epibolia e proliferazione
Risultati della gastrulazione
Il nodo di Hensen ha attivita organizzatrice
Lorganizzatore e sufficiente ad indurre il neuroectoderma
Organizzatore
Ectoderma
Tessuto
Nervoso
+
Il nodo di Hensen media linduzione neurale
Induzione di
tessuto nervoso
nellectoderma
di Xenopus
Trapianto della zona marginale posteriore
La zona marginale posteriore e analoga al centro di Nieuwkoop
Neurulazione
Neurulazione nellembrione di pollo
Neurula di anfibio
Neurulazione nellembrione di pollo
Sollevamento dellembrione
Organogenesi nellembrione di pollo
Somatopleura
Splancnopleura
Struttura degli annessi embrionali nel pollo
Sacco vitellino: composto da
endoderma allinterno e
splancnopleura allesterno;
avvolge il tuorlo che resta in
comunicazione con lintestino
medio
Amnios: composto da
somatopleura allesterno ed
ectoderma allinterno; si
formano cellule muscolari lisce
che contraendosi ritmicamente
assicurano il movimento del
liquido amniotico
Corion: composto da
ectoderma allesterno e
somatopleura allinterno;
racchiude linsieme delluovo
in sviluppo: embrione, amnios,
sacco vitellino e allantoide.
Allantoide: si forma come un
diverticolo dellintestino
posteriore composto da
endoderma allinterno e
splancnopleura allesterno
Classicazione dei vertebrati in
base alla presenza dellamnios:
ANAMNI: Pesci e Anbi
AMNIOTI: Rettili, Uccelli e Mammiferi
Problemi legati allo sviluppo nelle
uova deposte dai vertebrati
terrestri
1. Disidratazione
2. Scambio di gas
3. Eliminazione delle sostanze di
riuto
4. Nutrizione
Sauropsidi
Funzione degli annessi embrionali nel pollo
Vantaggi offerti dalle
membrane extraembrionali
1. Lamnios secerne il liquido amniotico
che impedisce la disidratazione
dellembrione, assorbe gli urti ed
impedisce aderenze dellembrione
2. Il corion che aderisce al guscio
permette lo scambio di gas
3. Lallantoide accumula le sostanze di
riuto e la notevole vascolarizzazione
permette lo scambio di gas e la
mobilizzazione del calcio dal guscio
4. Le cellule endodermiche del sacco
vitellino digeriscono le proteine del
tuorlo e gli aa entrano in circolo
attraverso i vasi che lo irrorano