Sei sulla pagina 1di 33

COMUNE DI COSSIGNANO

Provincia di Ascoli Piceno












STATUTO



Approvato con Deliberazione del Consiglio comnale n! "# del $ aprile %"&$







Comne di Cossignano
Statto
INDICE
Preambolo

TITO'O I ( AUTONOMIA E )INA'IT* DE' COMUNE
Art. 1 - Autonomia del Comune
Art. 2 - Sede
Art. 3 - Territorio
Art. 4 - Segni distintivi (Stemma - Gonfalone - Fascia tricolore - Distintivo del Sindaco
Art. ! - Com"eten#e generali
Art. $ - %serci#io delle fun#ioni
Art. & - 'a""orti con i cittadini
Art. ( - Attua#ione del "rinci"io di sussidiariet)
Art. * - +ianifica#ione strategica e "rogramma#ione
Art. 1, - Autonomia normativa
Art. 11 - -o Statuto comunale
Art. 12 - . regolamenti comunali
Art. 13 - +ari o""ortunit)
Art. 14 - +u//lica#ione degli atti on line
Art. 1! - Tutela dei dati "ersonali

TITO'O II ( O+GANI ISTITU,IONA'I DE' COMUNE
Capo I ( Gli organi di governo
Art. 1$ - 0rgani
Capo II ( Il Consiglio comnale
Art. 1& - %le#ione1 com"osi#ione e durata
Art. 1( - . Consiglieri comunali
Art. 1* - +rerogative delle minoran#e consiliari
Art. 2, - +residen#a del Consiglio
Art. 21 - Attri/u#ioni del +residente del Consiglio
Art. 22 - +rima seduta del Consiglio
Art. 23 - -inee "rogrammatic2e dell3a#ione di governo dell3ente
Art. 24 - Com"eten#e del Consiglio
Art. 2! - Commissioni consiliari
Art. 2$ - Sessioni del Consiglio
Art. 2& - Adunan#e del Consiglio
Art. 2( - Adunan#e consiliari a"erte
Art. 2* - Fun#ionamento del Consiglio
Art. 3, - Convoca#ione del Consiglio comunale
Art. 31 - 4odalit) e termini di consegna degli avvisi
Art. 32 - 0rdine del giorno
Art. 33 - De"osito degli atti "er la consulta#ione
Art. 34 - A"ertura delle sedute1 validit) dell3adunan#a e verifica del numero legale - Sedute deserte
Art. 3! - -a ver/ali##a#ione
Art. 3$ - 'egistra#ioni audiovisive
Art. 3& - Conferen#e dei ca"igru""o
Art. 3( - .ndiri##i "er le nomine e le designa#ioni
Capo III ( Il Sindaco
Art. 3* - .l Sindaco
Art. 4, - Com"eten#e del Sindaco
Art. 41 - .l 5ice Sindaco
Art. 42 - Deleg2e ed incaric2i
Art. 43 - Cessa#ione dalla carica di Sindaco
Capo I- ( 'a Ginta
Art. 44 - Com"osi#ione della Giunta
Art. 4! - Fun#ionamento della Giunta
Art. 4$ - Com"eten#e della Giunta
Art. 4& - 'evoca degli Assessori o cessa#ione della carica
Capo - ( Norme comni
Art. 4( - 4o#ione di sfiducia
Art. 4* - Divieto generale di incaric2i e consulen#e ed o//lig2i di astensione

TITO'O III ( ISTITUTI DI PA+TECIPA,IONE
Capo I ( Partecipazione e diritto all.in/ormazione dei cittadini e delle libere /orme associative
Art. !, - +u//licit)1 tras"aren#a e diffusione di informa#ioni
Art. !1 - +arteci"a#ione dei cittadini
Art. !2 - 'iunioni e assem/lee
Art. !3 - Consulta#ioni
Art. !4 - .stan#e1 "eti#ioni e "ro"oste
Art. !! - Cittadini dell36nione euro"ea - Stranieri soggiornanti - +arteci"a#ione alla vita "u//lica locale
Art. !$ - Diritto d3accesso e d3informa#ione dei cittadini
Art. !& - -i/ere forme associative
Art. !( - Consulte tecnic2e di settore
Capo II ( +e/erendm
Art. !* - A#ione referendaria
Art. $, - Disci"lina del referendum
Art. $1 - %ffetti del referendum

TITO'O I- ( ATTI-IT* AMMINIST+ATI-A E DI+ITTI DE' CONT+I0UENTE
Art. $2 - +u//lica#ione di atti amministrativi aventi effetto di "u//licit) legale
Art. $3 - Svolgimento dell3attivit) amministrativa
Art. $4 - Statuto dei diritti del contri/uente

TITO'O - ( )INAN,A ( CONTA0I'IT* ( O+GANO DI +E-ISIONE E CONT+O''O
Art. $! - Autonomia finan#iaria
Art. $$ - Demanio e "atrimonio
Art. $& - 0rdinamento finan#iario e conta/ile
Art. $( - 'evisione economico-finan#iaria - 0rgano di revisione
Art. $* - 4ancata a""rova#ione del /ilancio di "revisione nei termini
Art. &, - 4ancata ado#ione dei "rovvedimenti di e7uili/rio
Art. &1 - 0missione della deli/era#ione di dissesto
Art. &2 - Controlli interni

TITO'O -I ( I SE+-I,I
Art. &3 - . servi#i "u//lici locali
Art. &4 - Forma di gestione
Art. &! - Gestione in economia
Art. &$ - A#iende s"eciali
Art. && - .stitu#ioni
Art. &( - Societ)
Art. &* - Tariffe dei servi#i

TITO'O -II ( )O+ME DI ASSOCIA,IONE E DI COOPE+A,IONE
Art. (, - Gestione dei servi#i in forma associata
Art. (1 - Conven#ioni - 6nione e associa#ioni intercomunali
Art. (2 - Accordi di "rogramma

TITO'O -III ( U))ICI E PE+SONA'E ( SEG+ETA+IO COMUNA'E
Capo I ( Organizzazione degli //ici e del personale
Art. (3 - Criteri generali in materia di organi##a#ione
Art. (4 - 0rdinamento degli uffici e dei servi#i
Art. (! - .ncaric2i ed indiri##i di gestione
Art. ($ - 0rgani##a#ione del "ersonale
Art. (& - Stato giuridico e trattamento economico del "ersonale
Art. (( - .ncaric2i esterni
Capo II ( Segretario comnale ( +esponsabili //ici e servizi
Art. (* - Segretario comunale
Art. *, - Gestione amministrativa
Art. *1 - Autori##a#ioni1 concessioni e licen#e di com"eten#a dei dirigenti
Art. *2 - -e determina#ioni ed i decreti
Art. *3 - 'es"onsa/ili degli uffici e dei servi#i
Art. *4 - 6fficio di su""orto agli organi di dire#ione "olitica
Art. *! - 4essi notificatori
Art. *$ - 'a""resentan#a del Comune in giudi#io

TITO'O I1 ( DISPOSI,IONI )INA'I
Art. *& - 5iola#ione delle norme regolamentari
Art. *( - 5iola#ione alle ordinan#e del Sindaco
Art. ** - 5iola#ione alle ordinan#e dei res"onsa/ili dei servi#i
Art. 1,, - 5iola#ione alle norme di legge - San#ioni
Art. 1,1 - 4odific2e dello Statuto
Art. 1,2 - 0rgani collegiali - Com"uto della maggioran#a ric2iesta
Art. 1,3 - A/roga#ioni
Art. 1,4 - %ntrata in vigore
Allegato A 8o##etto dello Stemma e descri#ione
Allegato 8 8o##etto del Gonfalone e descri#ione























Preambolo
.l Comune di Cossignano1 nel solco di una antica tradi#ione risalente agli Statuti Civici codificati a seguito del conseguimento
dell3autonomia nel 12*11 ric2iamandosi ai valori di autonomia e "luralismo istitu#ionale affermati dalla Costitu#ione1 ai "rinc9"i
sta/iliti dalla Carta euro"ea delle autonomie locali firmata a Stras/urgo il 1!.1,.1*(! e ratificata dal +arlamento italiano il
3,.12.1*(*1 nonc2: ai "rinc9"i e alle dis"osi#ioni in materia di ordinamento degli enti locali contenuti nel D.-gs. 1( agosto 2,,,1
n. 2$& ;Testo unico delle leggi sull<ordinamento degli enti locali= e s.m.i.1 adotta il "resente Statuto1 es"ressione della tradi#ione
storica1 civile1 culturale e democratica1 strumento di valori##a#ione dell3autonomia originaria di 7uesta antica e no/ile comunit)
cossignanese.
TITO'O I ( AUTONOMIA E )INA'IT* DE' COMUNE

Art. 1 - Autonomia del Comune

1. .l Comune di Cossignano > ente autonomo con "ro"rio Statuto1 "oteri e fun#ioni ed > com"onente costitutivo della
'e"u//lica1 secondo i "rinci"i sta/iliti dall3art. 114 della Costitu#ione.
2. .l Comune ra""resenta e tutela la "ro"ria Comunit)1 is"irando la sua a#ione sociale ed amministrativa ai valori di li/ert)1
democra#ia1 e7uit)1 solidariet)1 "ari o""ortunit)1 "romo#ione della cultura e della 7ualit) della vita1 ris"etto dell3am/iente1
sostegno dell3o"erosit) e delle ini#iative c2e ne reali##ano lo svilu""o1 "revenendo ed eliminando ogni forma di
emargina#ione.
3. -3ordinamento e lo Statuto "romuovono la "arteci"a#ione effettiva1 li/era e democratica dei cittadini alle attivit) comunali
"er il "rogresso della Comunit) e "er assicurare nella stessa la tutela della sicure##a e della civile conviven#a.
4. .l Comune tutela e "romuove i valori culturali1 sociali e am/ientali c2e ra""resentano il "atrimonio di storia e tradi#ioni della
Comunit) e costituiscono motivo determinante "er il suo svilu""o e rinnovamento.
!. -a Comunit) es"rime1 attraverso gli organi elettivi c2e la ra""resentano e le forme di "ro"osta1 "arteci"a#ione e
consulta#ione1 "reviste dalla legge e dallo Statuto1 le scelte c2e individuano i suoi interessi fondamentali alla cura dei 7uali si
is"ira l3a#ione di governo e l3attivit) di gestione del Comune.

Art. 2 - Sede

1. -a sede del Comune > sita in +ia##a 6m/erto .1 n. 1. -a sede "u? essere trasferita con deli/era#ione del Consiglio comunale.
+resso la detta sede si riuniscono1 ordinariamente1 tutti gli organi e le commissioni comunali.
2. Solo in via ecce#ionale1 "er esigen#e "articolari1 con deli/era#ione della Giunta comunale1 "ossono essere autori##ate
riunioni degli organi e commissioni in altra sede.

Art. 3 - Territorio

1. .l territorio comunale > 7uello risultante dal "iano to"ografico di cui all3art. * della legge 24 dicem/re 1*!41 n. 122(1
a""rovato dall3istituto na#ionale di statistica.

Art. 4 - Segni distintivi (Stemma - Gonfalone - Fascia tricolore - Distintivo del Sindaco

1. -o stemma ed il gonfalone del Comune sono conformi ai /o##etti allegati1 ris"ettivamente1 su/ lettere a e / c2e1 con le
ris"ettive descri#ioni1 formano "arte integrante del "resente Statuto.
2. -a fascia tricolore1 c2e > il distintivo del Sindaco1 > com"letata dallo stemma della 'e"u//lica e dallo stemma del Comune.
3. -3uso dello stemma1 del gonfalone e della fascia tricolore > disci"linato dalla legge e dal regolamento.
4. -3uso dello stemma > autori##ato dal Sindaco nel ris"etto delle norme regolamentari.

Art. ! - Com"eten#e generali

1. .l Comune > ente con com"eten#a generale1 ra""resentativo degli interessi della "o"ola#ione residente nel suo territorio1 di
cui assicura la tutela e la "romo#ione 7uale finalit) "rimaria dell3im"egno "olitico e sociale dei "ro"ri organi e della "ro"ria
organi##a#ione. Concorre ad assicurare alla Comunit) le li/ert) individuali e collettive sulle 7uali si fonda l3autonomia.
2. Al Comune sono attri/uite le fun#ioni amministrative relative alla "o"ola#ione ed al territorio comunale salvo c2e1 "er
assicurarne l3eserci#io unitario1 esse siano conferite a +rovince1 Citt) metro"olitane1 'egioni e Stato1 in /ase ai "rinci"i di
sussidiariet)1 differen#ia#ione ed adeguate##a.
3. .l Comune > titolare di fun#ioni amministrative "ro"rie e di 7uelle allo stesso conferite dallo Stato e dalla 'egione secondo il
"rinci"io di sussidiariet). .l Comune svolge le sue fun#ioni anc2e attraverso le attivit) c2e "ossono essere adeguatamente
esercitate dall3autonoma ini#iativa dei cittadini e delle loro forma#ioni sociali.
4. .l Comune1 "er l3eserci#io delle fun#ioni in am/iti territoriali adeguati1 attua forme di decentramento e di coo"era#ione con
altri comuni o altri enti locali.
!. .l Comune "romuove e "arteci"a ad accordi con altri enti locali caratteri##ati da tradi#ioni storic2e1 culturali e da voca#ioni
territoriali1 economic2e e sociali omogenee c2e1 integrando la loro a#ione attraverso il confronto ed il coordinamento dei
ris"ettivi "rogrammi1 rendono armonico il "rocesso com"lessivo di svilu""o.

Art. $ - %serci#io delle fun#ioni

1. Gli organi di governo del Comune indiri##ano l3a#ione amministrativa e l3attivit) degli organi di gestione "onendo al centro
della loro a#ione amministrativa la tutela della "ersona umana1 "er il conseguimento dei seguenti fini@
a. "romo#ione ed afferma#ione dei diritti garantiti ad ogni "ersona dalla Costitu#ione e dalle leggi1 tutelandone la dignit)1
la li/ert) e la sicure##a "ersonale e sostenendone l3eleva#ione delle condi#ioni "ersonali e socialiA
/. assun#ione di ini#iative "er elevare la 7ualit) della vita nella Comunit)1 svilu""ando un efficiente servi#io di sostegno
sociale1 tutelando in "articolare i minori1 gli an#iani1 i disa/ili e coloro c2e si trovano in condi#ioni di disagio1 di
emargina#ione e di "overt)1 "er assicurare ad essi "rote#ione1 assisten#a e condi#ioni di autosufficien#aA
c. concorrere a garantire1 nell3am/ito delle loro com"eten#e1 il diritto alla salute1 anc2e attraverso una a#ione di
sensi/ili##a#ione1 "romo#ione e sostegno delle strutture sanitarie "u//lic2eA
d. sostegno1 nell3am/ito delle "ro"rie "ossi/ilit) e fun#ioni1 alle ini#iative "er assicurare il diritto al lavoro1 alla casa1
all3istru#ioneA
e. tutela del "atrimonio storico1 artistico1 culturale ed am/ientale della Comunit) valori##andolo1 conservandolo nel modo
"iB idoneo e rendendo frui/ili i /eni c2e lo costituisconoA
f. tutela della famiglia e "romo#ione di ogni utile a#ione ed intervento "er assicurare "ari o""ortunit) di vita e di lavoro
ad uomini e donneA
g. "romo#ione dell3attivit) s"ortiva1 assicurando l3accesso agli im"ianti comunali1 mediante a""osito regolamento1 a tutti i
cittadini. .l Comune concorre1 con le associa#ioni e societ) s"ortive1 a "romuovere l3educa#ione motoria ed a favorire la
"ratica s"ortiva in ogni fascia d3et)1 valori##ando le ini#iative formative e le occasioni di incontro1 aggrega#ione1
sociali##a#ione.
2. -e ini#iative e gli interventi indicati nel "recedente comma1 e comun7ue "romossi dal Comune1 devono "ro"orsi di
assicurare "ari dignit) ai cittadini nell3eserci#io dei diritti fondamentali1 is"irando la loro a#ione a "rinci"i di e7uit) e
solidariet).
3. .l Comune adem"ie ai com"iti ed esercita le fun#ioni di com"eten#a statale allo stesso attri/uite dalla legge1 assicurandone
nel modo "iB idoneo la frui#ione da "arte dei cittadini.
4. .l Comune esercita le fun#ioni conferite dalla 'egione1 secondo le modalit) "reviste dal suo ordinamento1 nel ris"etto delle
norme sta/ilite "er 7uesti interventi1 dalla legisla#ione regionale.

Art. & - 'a""orti con i cittadini

1. . regolamenti ed i "rovvedimenti di carattere regolamentare organi##ano l3eserci#io delle fun#ioni con sistemi c2e
consentono l3immediata1 agevole1 utile ed economica frui#ione da "arte della "o"ola#ione delle "resta#ioni con gli stessi
dis"osti.
2. -3adeguamento dell3organi##a#ione alle finalit) di cui al "recedente comma avviene secondo "rogrammi e modalit) c2e
tengono conto dei /isogni e dei disagi della "o"ola#ione1 s"ecialmente di 7uella c2e "er et)1 condi#ioni fisic2e od
economic2e1 2a maggiori difficolt) di accesso alle sedi comunali ed ai centri dotati di servi#i "u//lici e "rivati.
3. -a Giunta comunale valuta1 con le associa#ioni di "arteci"a#ione e con la ra""resentan#a della "o"ola#ione interessata1 i
"rogrammi e le modalit) d3intervento di cui ai "recedenti commi1 sta/ilendone la gradualit) in rela#ione ai livelli di disagio
"iB elevati ed alle risorse c2e l3ente "u? re"erire.

Art. ( - Attua#ione del "rinci"io di sussidiariet)

1. .l Comune attua il "rinci"io di sussidiariet) "romuovendo l3eserci#io delle "ro"rie fun#ioni anc2e attraverso le attivit) c2e
"ossono essere adeguatamente svolte dall3autonoma ini#iativa dei cittadini e delle loro forma#ioni sociali.
2. Ai fini di cui al "recedente comma1 gli organi di governo e di gestione del Comune assumono fra i "rinci"i c2e regolano
l3eserci#io dell3autonomia normativa ed organi##ativa il "rinci"io di sussidiariet)1 adeguando allo stesso ed alle norme del
"resente Statuto i regolamenti e l3organi##a#ione comunale.
3. . cittadini riuniti in associa#ioni e le loro forma#ioni sociali "ossono esercitare1 "er loro autonoma ini#iativa1 attivit) di
interesse generale1 di com"eten#a comunale. A tale fine "resentano all3amministra#ione comunale1 con le modalit) sta/ilite
da a""osito regolamento1 "ro"oste "rogettuali "er l3eserci#io di dette attivit) e l3effettua#ione di ini#iative s"ecific2e.

Art. * - +ianifica#ione strategica e "rogramma#ione

1. .l Comune "ersegue lo svilu""o e la "romo#ione della Comunit) attraverso la defini#ione "arteci"ata delle linee di svilu""o
del territorio. A tali fini1 il Comune "romuove ed attua momenti eCo organismi di concerta#ione nei 7uali si svilu""i il
confronto costruttivo fra le istitu#ioni "u//lic2e1 l3associa#ionismo ed i ra""resentanti delle categorie "roduttive1 delle
istitu#ioni culturali e di ricerca ai fini della defini#ione degli indiri##i strategici da attuare.
2. Tenuto conto degli indiri##i strategici di cui al "rimo comma1 il Comune definisce gli strumenti di "ianifica#ione e
"rogramma#ione c2e allo stesso com"etono.
3. .l Comune esercita le "ro"rie fun#ioni utili##ando il metodo e gli strumenti della "rogramma#ione. A tale fine l3eserci#io
dell3autonomia normativa ed organi##ativa1 nonc2: la gestione o"erativa sono im"rontati a criteri di "rogramma#ione delle
attivit) e di monitoraggio dei risultati.

Art. 1, - Autonomia normativa

1. .l Comune 2a autonomia statutaria1 regolamentare1 organi##ativa ed amministrativa.
2. -3eserci#io dell3autonomia statutaria e regolamentare > reali##ato nel ris"etto dei "rinci"i e dei limiti fissati dalla legge.

Art. 11 - -o Statuto comunale

1. .l "resente Statuto sta/ilisce1 nell3am/ito dei "rinci"i fissati dalla Costitu#ione1 le norme fondamentali dell3organi##a#ione
del Comune1 l3attri/u#ione degli organi e le forme di garan#ia e "arteci"a#ione delle minoran#e1 le modalit) di eserci#io della
ra""resentan#a legale1 le forme di colla/ora#ione fra comuni e altri enti locali1 della "arteci"a#ione "o"olare1 del
decentramento1 dell3accesso alle informa#ioni ed ai "rocedimenti amministrativi1 alla "ari o""ortunit) ed a 7uant3altro dalla
legge.
2. -o Statuto1 li/eramente formato ed adeguato dal Consiglio comunale1 con la "arteci"a#ione dei cittadini e delle loro
associa#ioni1 costituisce la fonte normativa c2e1 attuando i "rinci"i costitu#ionali e legislativi di autonomia1 determina
l3ordinamento generale del Comune e ne indiri##a e regola l3a#ione amministrativa1 i "rocedimenti e l3ado#ione degli atti1
secondo il "rinci"io di legalit).
3. -3eserci#io delle distinte com"eten#e degli organi di governo e dei di"endenti res"onsa/ili della gestione del Comune >
regolato dallo Statuto in conformit) ai "rinci"i dell3ordinamento giuridico.
4. .l Consiglio comunale adegua lo Statuto alle modific2e dei "rinci"i-limite dell3autonomia dis"oste dall3ordinamento
giuridico1 ed alla evolu#ione della societ) civile1 assicurando costante corris"onden#a delle norme con lo stesso sta/ilite con
le condi#ioni sociali1 economic2e e civili della Comunit).

Art. 12 - . regolamenti comunali

1. .l Consiglio comunale1 nel ris"etto dei "rinci"i fissati dalla legge e dallo Statuto1 esercita l3autonomia normativa con
l3ado#ione dei regolamenti nelle materie di "ro"ria com"eten#a1 secondo 7uanto dis"osto dagli artt. & e 42 e con
l3esclusione "revista dall3art. 4( del Testo 6nico 1( agosto 2,,,1 n. 2$&.
2. . regolamenti disci"linano in "articolare l3organi##a#ione ed il fun#ionamento degli organi di governo1 delle istitu#ioni e degli
organismi di "arteci"a#ione1 la conta/ilit)1 il decentramento1 il "rocedimento amministrativo1 l3eserci#io delle fun#ioni e la
gestione dei servi#i1 il sistema integrato di solidariet) socialeA gli interventi "er lo svilu""o dell3economia1 "er la diffusione
della cultura1 la "romo#ione della "ratica s"ortiva. Con gli stessi > regolato l3eserci#io dell3autonomia im"ositiva e le tariffe
dei servi#i1 l3attivit) edili#ia1 la "oli#ia munici"ale1 la "rote#ione del territorio e dell3am/iente1 l3uso delle strutture "u//lic2e1
la tutela del "atrimonio comunale e le modalit) "er il suo im"iego e "er ogni altra fun#ione ed attivit)1 di interesse generale1
effettuata dal Comune.
3. -a Giunta comunale1 nel ris"etto dei "rinci"i fissati dalla legge1 dal "resente Statuto e dai criteri sta/ili dal Consiglio
comunale1 adotta l3ordinamento generale del "ersonale e degli uffici e servi#i1 in /ase a criteri di autonomia1 fun#ionalit) ed
economicit) di gestione e secondo "rinci"i di "rofessionalit) e res"onsa/ilit)1 conformemente a 7uanto "revedono gli artt.
&1 42 e (* del Testo 6nico 1( agosto 2,,,1 n. 2$&.
4. .l Consiglio comunale1 nel ris"etto dei "rinci"i fissati dalla legge e dal "resente Statuto1 a""rova il regolamento attinente alla
"ro"ria autonomia organi##ativa e conta/ile.
!. .l Consiglio comunale "rovvede ad adeguare i "rinci"i affermati dalla legge 2& luglio 2,,,1 n. 2121 i regolamenti con i 7uali il
Comune esercita l3autonomia im"ositiva.
$. -e dis"osi#ioni dei regolamenti comunali sono coordinate con lo Statuto e fra loro "er reali##are l3unitariet) e l3armonia
dell3ordinamento comunale.
&. -e contravven#ioni ai regolamenti comunali ed alle relative ordinan#e sono "unite con san#ioni amministrative la cui entit) >
sta/ilita nei medesimi regolamenti.

Art. 13 - +ari o""ortunit)

1. .l Comune assicura condi#ioni di "ari o""ortunit) tra donne e uomini1 valori##a la cultura della differen#a anc2e garantendo
la "resen#a di entram/i i sessi nella Giunta e negli organi collegiali non elettivi1 nonc2: negli organi collegiali degli enti1 delle
a#iende e delle istitu#ioni da esso di"endenti.

Art. 14 - +u//lica#ione degli atti on line

1. %3 istituito l3al/o "retorio online sul 7uale sono "u//licati i documenti relativi ad atti e "rovvedimenti c2e1 ai sensi della
normativa vigente1 sono soggetti all3o//ligo di "u//lica#ione avente effetto di "u//licit) legale a 7ualun7ue fun#ione
assolva ("u//licit) noti#ia1 dic2iarativa1 costitutiva1 integrativa dell3efficacia1 ecc.
2. -e dis"osi#ioni o"erative "er la "u//lica#ione all3al/o "retorio online1 com"rese 7uelle c2e regolano le ric2ieste di
"u//lica#ione "rovenienti da enti ter#i1 sono contenute nell3a""osito regolamento.

Art. 1! - Tutela dei dati "ersonali

1. .l Comune garantisce1 nelle forme ritenute "iB idonee1 c2e il trattamento dei dati "ersonali in suo "ossesso si svolga nel
ris"etto dei diritti1 delle li/ert) fondamentali1 nonc2: della dignit) delle "ersone fisic2e1 in a""lica#ione del ;Codice in
materia di "rote#ione dei dati "ersonali=1 a""rovato con D.-gs. 3, giugno 2,,31 n. 1*$.

TITO'O II ( O+GANI ISTITU,IONA'I DE' COMUNE

Capo I ( Gli organi di governo

Art. 1$ - 0rgani

1. Sono organi di governo del Comune il Consiglio comunale1 il Sindaco e la Giunta comunale.
2. Gli amministratori nell3eserci#io delle "ro"rie fun#ioni im"rontano il "ro"rio com"ortamento a criteri di im"ar#ialit) e /uona
amministra#ione.

Capo II ( Il Consiglio comnale

Art. 1& - %le#ione1 com"osi#ione e durata

1. .l Consiglio comunale > eletto a suffragio universale e diretto ed > com"osto dal Sindaco e da un numero di Consiglieri
comunali sta/ilito dalla legge.
2. -3ele#ione del Consiglio comunale e la "osi#ione giuridica dei Consiglieri1 nonc2: le cause di ineleggi/ilit)1 incom"ati/ilit) e
decaden#a sono regolate dalla legge o - in mancan#a - dal "resente Statuto.
3. .l fun#ionamento del Consiglio > disci"linato da a""osito regolamento1 a""rovato a maggioran#a assoluta nel ris"etto dei
"rinci"i del "resente Statuto1 c2e "revede1 in "articolare1 le modalit) "er la convoca#ione e "er la "resenta#ione e la
discussione delle "ro"oste1 nonc2: ogni altra dis"osi#ione necessaria al regolare fun#ionamento dell30rgano.
4. .l regolamento indica altres9 il numero dei Consiglieri necessario "er la validit) delle sedute1 "revedendo c2e in ogni caso
de//a esservi la "resen#a di almeno un ter#o dei Consiglieri assegnati1 sen#a com"utare a tale fine il Sindaco.
!. .l Consiglio > dotato di autonomia fun#ionale e organi##ativa. .l regolamento fissa le modalit) "er fornire al Consiglio servi#i1
attre##ature e risorse finan#iarie.
$. . Consiglieri entrano in carica all3atto della "roclama#ione ovvero1 in caso di surroga#ione1 non a""ena adottata dal Consiglio
la relativa deli/era#ione.
&. .l Consiglio "u? avvalersi di commissioni costituite nel "ro"rio seno con criterio "ro"or#ionale.
(. .l regolamento determina i "oteri delle commissioni e ne disci"lina l3organi##a#ione e le forme di "u//licit) dei lavori.
*. -e sedute del Consiglio e delle commissioni sono "u//lic2e salvi i casi "revisti dal regolamento.
1,. -e dimissioni dalla carica di Consigliere1 indiri##ate al ris"ettivo Consiglio1 devono essere assunte immediatamente al
"rotocollo dell3ente nell3ordine tem"orale di "resenta#ione.
11. %sse sono irrevoca/ili1 non necessitano di "resa d3atto e sono immediatamente efficaci.
12. .l Consiglio1 nella "rima seduta utile1 deve "rocedere alla surroga dei Consiglieri dimissionari1 con se"arate deli/era#ioni1
seguendo l3ordine di "resenta#ione delle dimissioni 7uale risulta dal "rotocollo.
13. Don si fa luogo alla surroga 7ualora1 ricorrendone i "resu""osti1 si de//a "rocedere allo scioglimento del Consiglio.
14. 0ltre c2e nei casi "revisti dalla legge1 i Consiglieri decadono dalla carica "er la mancata "arteci"a#ione sen#a giustificato
motivo a cin7ue sedute consecutive del Consiglio.
1!. .l Consigliere > tenuto a giustificare "er iscritto l3assen#a dalla seduta entro dieci giorni dalla stessa.
1$. -a mancata "arteci"a#ione a cin7ue sedute consecutive1 sen#a giustificato motivo1 d) luogo all3avvio del "rocedimento "er
la dic2iara#ione della decaden#a del Consigliere con contestuale avviso all3interessato c2e "u? far "ervenire le sue
osserva#ioni entro 1, giorni dalla notifica dell3avviso.
1&. Trascorso tale termine la "ro"osta di decaden#a > sotto"osta al Consiglio. Co"ia della deli/era > notificata all3interessato
entro 1, giorni.
1(. -a decaden#a > "ronunciata dal Consiglio negli stessi termini e modalit) "revisti dalla legge "er la dic2iara#ione di
incom"ati/ilit).
1*. .l regolamento di cui al comma 3 disci"lina le modalit) ed il "rocedimento di tale decaden#a nel ris"etto dei "rinci"i sanciti
dallo Statuto.
2,. -a durata in carica del Consiglio comunale1 le indennit) e il rim/orso s"ese sono regolati dalla legge.
21. Do"o l3indi#ione dei comi#i elettorali e sino alla data delle ele#ioni "er il rinnovo dell3organo1 il Consiglio adotta i soli atti
urgenti ed im"roroga/ili.
22. . Consiglieri cessati dalla carica "er effetto del rinnovo o dello scioglimento del Consiglio continuano ad esercitare gli
incaric2i esterni1 nei limiti tem"orali delle norme sul rinnovo degli organismi amministrativi.
23. Della sala in cui si tiene il Consiglio > es"osto il Gonfalone.

Art. 1( - . Consiglieri comunali

1. . Consiglieri comunali ra""resentano l3intera comunit) ed esercitano le fun#ioni sen#a vincolo di mandato.
2. -e "rerogative ed i diritti dei Consiglieri sono disci"linati dalla legge1 dal "resente Statuto e dal regolamento "er il
fun#ionamento del Consiglio comunale.
3. . Consiglieri 2anno diritto d3ini#iativa su ogni oggetto di com"eten#a del Consiglio.
4. . Consiglieri1 se in numero "ari ad almeno un 7uinto dei Consiglieri assegnati1 2anno diritto a ric2iedere al +residente del
Consiglio la convoca#ione del Consiglio e l3inserimento all3ordine del giorno di tale seduta delle 7uestioni ric2ieste con tale
istan#a.
!. . Consiglieri 2anno "otere is"ettivo sull3attivit) della Giunta e degli uffici e servi#i dell3%nte1 c2e esercitano in forma organica
attraverso le commissioni consiliari e singolarmente mediante interroga#ioni1 inter"ellan#e e mo#ioni.
$. -e interroga#ioni1 le inter"ellan#e e le mo#ioni sono discusse all3ini#io o alla fine di ciascuna seduta consiliare o1 secondo le
norme del regolamento1 in sessioni distinte da 7uelle destinate alla tratta#ione degli argomenti di natura amministrativa.
&. Ad esse deve essere data ris"osta nel termine massimo di trenta giorniA il regolamento disci"lina le modalit) di
"resenta#ione di tali atti e delle relative ris"oste1 "rivilegiando forma c2e consentano l3informa#ione dei cittadini e la
tem"estivit) dell3esame delle istan#e.
(. +er l3eserci#io delle "ro"rie attri/u#ioni1 ciascun Consigliere 2a diritto di ottenere sen#a "articolari formalit) dagli uffici
comunali1 dalle a#iende e dagli enti di"endenti1 co"ia di atti1 noti#ie ed informa#ioni utili ai fini dell3es"letamento del
mandato.
*. Dell3eserci#io della sua fun#ione il Consigliere comunale deve mantenere un contegno corretto e ris"ettoso della dignit)
dell3Assem/lea.

Art. 1* - +rerogative delle minoran#e consiliari

1. -e norme del regolamento di fun#ionamento del Consiglio comunale devono consentire ai Consiglieri a""artenenti ai gru""i
delle minoran#e consiliari l3effettivo eserci#io dei "oteri is"ettivi e di controllo e del diritto d3informa#ione sull3attivit) e sulle
ini#iative del Comune1 delle A#iende1 .stitu#ioni e degli enti da esso di"endenti.
2. Ai gru""i delle minoran#e consiliari s"etta la designa#ione dei +residenti delle eventuali commissioni consiliari1 ordinarie e
s"eciali1 aventi fun#ione di controllo e di garan#ia1 individuate dal regolamento.
3. S"etta altres9 ai gru""i di minoran#a1 con vota#ione se"arata e limitata ai soli com"onenti dei gru""i stessi1 la nomina di loro
ra""resentanti negli organi collegiali degli enti1 delle a#iende ed istitu#ioni di"endenti dall3ente1 nonc2: in tutte le
commissioni anc2e a carattere consultivo1 ove la legge1 lo Statuto ed i regolamenti "revedano la designa#ione da "arte del
Consiglio di "ro"ri ra""resentanti.

Art. 2, - +residen#a del Consiglio

1. .l Consiglio comunale > "resieduto dal Sindaco.
2. Al +residente sono attri/uiti1 fra gli altri1 i "oteri di convoca#ione e dire#ione dei lavori e della attivit) del Consiglio.
3. -e fun#ioni vicarie di +residente del Consiglio sono esercitate dal Consigliere an#iano. .l Consigliere an#iano > colui c2e 2a
ottenuto la maggiore cifra individuale di voti1 costituita dalla cifra dei voti di lista aumentata dei voti di "referen#a.

Art. 21 - Attri/u#ioni del +residente del Consiglio

1. .l Sindaco 7uale +residente del Consiglio@
a. ra""resenta il Consiglio comunaleA
/. convoca e fissa le date delle riunioni del Consiglio1 "resiede la seduta e ne dirige i lavoriA
c. decide sull3ammissi/ilit) delle 7uestioni "regiudi#iali e delle ecce#ioni "rocedurali salvo c2e non intenda "romuovere
sulle stesse la decisione del ConsiglioA
d. 2a "oteri di "oli#ia nel corso dello svolgimento delle sedute consiliariA
e. sottoscrive il ver/ale delle sedute insieme al Segretario comunaleA
f. convoca e "resiede la conferen#a dei Ca"igru""oA
g. insedia le commissioni consiliari e vigila sul loro fun#ionamentoA
2. assicura adeguata e "reventiva informa#ione ai gru""i consiliari ed ai singoli Consiglieri sulle 7uestioni sotto"oste al
ConsiglioA
i. esercita ogni altra fun#ione demandatagli dallo Statuto o dai regolamenti dell3ente.
2. .l Sindaco1 7uale +residente del Consiglio1 esercita le sue fun#ioni con im"ar#ialit)1 nel ris"etto delle "rerogative del
Consiglio e dei diritti dei singoli Consiglieri.

Art. 22 - +rima seduta del Consiglio

1. -a "rima seduta del Consiglio comunale do"o le ele#ioni > convocata dal Sindaco nel termine di dieci giorni dalla
"roclama#ione degli eletti e deve tenersi entro 1, giorni dalla dirama#ione dell3invito di convoca#ione.
2. +rima di deli/erare su 7ualsiasi altro oggetto1 il Consiglio "rovvede alla convalida dei Consiglieri eletti1 com"reso il Sindaco1
e giudica delle cause di ineleggi/ilit) ed incom"ati/ilit)1 ai sensi e "er gli effetti dell3art. 41 del T.6. 1( agosto 2,,,1 n. 2$&.
3. -a seduta "rosegue con il giuramento del Sindaco1 con la comunica#ione da "arte del Sindaco della com"osi#ione della
Giunta1 la costitu#ione e nomina della Commissione elettorale Comunale1 la eventuale costitu#ione e nomina delle
commissioni consiliari "ermanenti e1 7uindi1 con la tratta#ione degli altri eventuali argomenti iscritti all3ordine del giorno.

Art. 23 - -inee "rogrammatic2e dell3a#ione di governo dell3ente

1. .l Sindaco definisce1 con la colla/ora#ione degli Assessori1 le linee "rogrammatic2e relative alle a#ioni ed ai "rogetti da
reali##are nel corso del mandato e le "resenta al Consiglio comunale "er l3a""rova#ione entro sessanta giorni
dall3insediamento dello stesso.
2. .l documento contenente le linee "rogrammatic2e dell3a#ione amministrativa e gli adeguamenti successivi sono messi a
dis"osi#ione dei Consiglieri almeno ! giorni "rima della data fissata "er la tratta#ione in Consiglio comunale e sono
a""rovati a maggioran#a assoluta dei Consiglieri assegnati1 con unica vota#ione "er a""ello nominale.
3. .l documento cos9 a""rovato costituisce il "rinci"ale atto d3indiri##o dell3attivit) amministrativa e riferimento "er l3eserci#io
della fun#ione di controllo "olitico-amministrativo del Consiglio.
4. Fatte salve le eventuali com"eten#e delle commissioni consiliari in ordine allo stato di attua#ione dei "iani e dei "rogrammi1
l3a#ione di governo della Giunta ed il "rogramma amministrativo "ossono essere sotto"osti a verifica consiliare
straordinaria1 nelle forme "reviste dal regolamento sul fun#ionamento del Consiglio1 ove lo ric2ieda almeno la met) dei
Consiglieri assegnati.

Art. 24 - Com"eten#e del Consiglio

1. .l Consiglio comunale 2a com"eten#a esclusiva nell3emana#ione dei seguenti atti fondamentali@

a atti normativi@
- Statuto dell3%nte1 delle A#iende S"eciali e delle .stitu#ioni e relative varia#ioniA
- regolamenti e relative varia#ioni1 salvo 7uelli di com"eten#a di altri organi nell3eserci#io della "ro"ria "otest)
regolamentareA
/ atti di "rogramma#ione@
- "rogrammi - "iani finan#iariA
- rela#ioni "revisionali e "rogrammatic2eA
- "iani triennali ed elenco annuale dei lavori "u//liciA
- "iani territoriali e "iani ur/anistici e relativi "rogrammi annuali e "luriennali di attua#ioneA
- eventuali derog2e ai "iani territoriali e ur/anistici1 ivi com"rese le autori##a#ioni al rilascio di concessioni edili#ie in
deroga ai vigenti strumenti ur/anistici generali ed attuativi1 nonc2: i "areri da rendere in dette materieA
- /ilanci annuali e "luriennali e relative varia#ioniA
- ratific2e di varia#ioni di /ilancio a""rovate dalla Giunta comunale nei casi es"ressamente "revisti dalla leggeA
- conti consuntiviA
c atti relativi al "ersonale@
- atti di "rogramma#ione e di indiri##o "er la forma#ione delle "iante organic2e e "er l3a""rova#ione del
regolamento sull3ordinamento degli uffici e dei servi#iA
- autori##a#ione alla "oli#ia munici"ale a "ortare armiA
d atti relativi a conven#ioni ed associa#ioni con altri enti@
- conven#ioni fra comuni e fra Comune e "rovinciaA
- accordi di "rogrammaA
- costitu#ione e modifica#ione di tutte le forme associative fra enti localiA
e atti relativi a s"ese "luriennali@
- tutte le s"ese c2e im"egnino i /ilanci "er "iB eserci#i successivi1 escluse 7uelle relative alle loca#ioni di immo/ili ed
alla somministra#ione e fornitura di /eni e servi#i a carattere continuativoA
f atti relativi ad ac7uisti1 aliena#ioni d3immo/ili1 "ermute1 concessioni ed a""alti@
- ac7uisti1 "ermute ed aliena#ioni immo/iliari c2e non siano "revisti in altri atti fondamentali del ConsiglioA
- a""alti e concessioni c2e non siano "revisti in altri atti fondamentali del ConsiglioA
g atti relativi ai servi#i1 alle a#iende1 alle istitu#ioni1 alle societ) ed enti di"endenti1 sovven#ionati o sotto"osti a vigilan#a@
- atti di indiri##o da osservare da "arte delle a#iende1 istitu#ioni ed enti di"endenti1 sovven#ionati o sotto"osti a
vigilan#aA
- assun#ione diretta di "u//lici servi#iA
- costitu#ione di societ) di ca"itali1 di a#iende ed istitu#ioni ed ac7uisto di a#ioni e 7uote di "arteci"a#ione societaria -
concessioni di "u//lici servi#iA
- affidamento di servi#i o attivit) mediante conven#ioneA
2 atti relativi alla disci"lina dei tri/uti@
- atti di istitu#ione di tri/uti e tariffe1 nell3am/ito delle facolt) concesse dalla leggeA
- disci"lina generale delle tariffe "er la frui#ione dei /eni e dei servi#i "u//liciA
- modifica della struttura tariffaria e della disci"lina dei tri/uti e delle tariffe dei servi#i "u//lici1 7uando non si tratti
di adeguamenti di com"eten#a della GiuntaA
i accensione di mutui e "restiti o//liga#ionari@
- contra#ione di mutui e le a"erture di credito non es"ressamente "reviste in altri atti fondamentali del Consiglio -
emissioni di "restiti o//liga#ionari e loro regolamenta#ioneA
- emissione di /uoni ordinari e straordinari e loro regolamenta#ioneA
- ogni altra forma di finan#iamento o a""rovvigionamento finan#iarioA
l atti di nomina@
- defini#ione degli indiri##i "er la designa#ione1 nomina e revoca dei ra""resentanti del Comune "resso %nti1 A#iende1
Societ) ed .stitu#ioniA
- nomina dei ra""resentanti del Consiglio "resso %nti1 A#iende ed .stitu#ioni1 7uando sia ad esso es"ressamente
riservata dalla leggeA
- nomina d3ogni altra ra""resentan#a del Comune in cui sia "revista la "arteci"a#ione delle minoran#e1 salvo diverse
s"ecific2e dis"osi#ioni statutarie e regolamentariA
- nomina delle commissioni consiliari "ermanenti1 straordinarie e d3inc2iestaA
m atti elettorali e "olitico - amministrativi@
- esame delle condi#ioni di com"ati/ilit) ed eleggi/ilit) degli elettiA
- surroga#ione dei ConsiglieriA
- a""rova#ione delle linee "rogrammatic2e di governo dell3%nteA
- a""rova#ione o reie#ione con vota#ione "er a""ello nominale della mo#ione di sfiduciaA
- nomina della commissione elettorale comunaleA
- esame e vota#ione delle mo#ioni e degli ordini del giornoA
- esame e discussione di interroga#ioni ed inter"ellan#eA
n ogni altro atto1 "arere e determina#ione c2e sia estrinseca#ione od es"lica#ione del "otere di indiri##o e di controllo
"olitico - amministrativo o sia "revisto dalla legge 7uale atto fondamentale di com"eten#a del Consiglio.

Art. 2! - Commissioni consiliari

1. .l Consiglio comunale1 "u? istituire1 nel suo seno1 commissioni consiliari "ermanenti1 straordinarie1 tem"oranee e s"eciali.
2. .l regolamento ne determina la com"osi#ione1 nel ris"etto del "rinci"io di "ro"or#ionalit) fra maggioran#a e minoran#e1 le
modalit) di nomina o ele#ione1 il fun#ionamento1 il numero e le attri/u#ioni.
3. -e commissioni 2anno "oteri referenti1 redigenti1 di controllo1 consultivi ed istruttori in ordine a tutti gli atti generali e le
materie di com"eten#a del Consiglio.
4. -e commissioni consiliari "ermanenti 2anno diritto di ottenere dagli uffici dell3%nte e da 7uelli degli enti1 a#iende ed
istitu#ioni di"endenti o sotto"osti a controllo o vigilan#a e da tutti gli altri organi le informa#ioni relative alle materie di
ris"ettiva com"eten#a.

Art. 2$ - Sessioni del Consiglio

1. .l Consiglio si riunisce in sessioni ordinarie1 straordinarie e straordinarie-urgenti.
2. -e sessioni ordinarie si svolgono entro i termini "revisti dalla legge@
a. "er l3a""rova#ione del /ilancio "reventivo annuale1 del /ilancio "luriennale e della rela#ione "revisionale e
"rogrammaticaA
/. "er la verifica degli e7uili/ri di /ilancio di cui all3art. 1*3 del T.6. 1( agosto 2,,,1 n. 2$&A
c. "er la varia#ione di assestamento generale al /ilancio di "revisione di cui all3art. 1&! del T.6. 1( agosto 2,,,1 n. 2$&A
d. "er l3a""rova#ione del rendiconto della gestione dell3eserci#io "recedenteA
e. "er eventuali modific2e dello Statuto.
3. -e sessioni straordinarie 2anno luogo in 7ualsiasi "eriodo.
4. -e sessioni straodinarie-urgenti sono 7uelle c2e ric2iedono la sollecita tratta#ione di affari c2e non consentono in modo
assoluto l3osservan#a dei termini "er la convoca#ione straordinaria. .l +residente del Consiglio1 nell3avviso di convoca#ione1
motiva esaurientemente l3urgen#a.

Art. 2& - Adunan#e del Consiglio

1. -e sedute del consiglio e delle commissioni sono "u//lic2e salvi i casi "revisti "er ragioni connesse all3ordine "u//lico o alla
riservate##a della sfera "rivata delle "ersone e si tengono "referi/ilmente in un arco tem"orale non coincidente con l<orario
di lavoro dei "arteci"anti.
2. .l Consiglio si riunisce1 nelle sedute di "rima convoca#ione1 con l3intervento almeno della met) dei Consiglieri assegnati.
3. Delle sedute di seconda convoca#ione > sufficiente la "resen#a di almeno un ter#o dei com"onenti il consesso.
4. Del com"uto del numero dei com"onenti del Consiglio necessari "er la validit) delle sedute non si considera il Sindaco.
!. -e deli/era#ioni sono validamente assunte ove ottengano la maggioran#a assoluta dei voti validi1 escludendo dal com"uto le
astensioni e1 nelle vota#ioni a scrutino segreto1 le sc2ede /ianc2e e nulle.
$. -e deli/era#ioni "er le 7uali sono ric2ieste maggioran#e 7ualificate sono es"ressamente "reviste dalla legge o dallo Statuto
e dai regolamenti.
&. +er gli atti di nomina > sufficiente salvo diverse dis"osi#ioni di legge1 di Statuto o di regolamento la maggioran#a sem"lice e
risulter) eletto c2i avr) ri"ortato il maggior numero di voti.

Art. 2( - Adunan#e consiliari a"erte

1. Euando rilevanti motivi di interesse generale lo ric2iedono1 il Sindaco1 7uale +residente del Consiglio1 sentita la conferen#a
dei ca"igru""o1 indice adunan#e consiliari a"erte.
2. Tali adunan#e 2anno carattere straordinario ed alle stesse1 con i Consiglieri comunali1 "ossono essere invitati "arlamentari1
ra""resentanti della regione1 della "rovincia1 di altri comuni1 delle associa#ioni sociali1 "olitic2e e sindacali interessate al
tema da trattare. .n tali adunan#e > trattato il solo argomento all3ordine del giorno.
3. .n tali "articolari adunan#e il +residente1 garantendo la "iena li/ert) di es"ressione dei mem/ri del Consiglio comunale1
consente anc2e interventi dei ra""resentanti come so"ra invitati1 c2e "ortano il loro contri/uto di o"inioni1 di conoscen#e1
di sostegno e illustrano al Consiglio comunale gli orientamenti degli enti e delle "arti sociali ra""resentate.
4. Durante le adunan#e ;a"erte= del Consiglio comunale non sono adottate deli/era#ioni.

Art. 2* - Fun#ionamento del Consiglio

1. .l fun#ionamento del Consiglio > disci"linato da a""osito regolamento1 a""rovato a maggioran#a assoluta dei com"onenti1
in conformit) ai seguenti "rinci"i@
a. gli avvisi di convoca#ione sono reca"itati ai Consiglieri1 nel domicilio dic2iarato1 ris"etto al giorno di convoca#ione1
almeno@ cin7ue giorni "rima "er le convoca#ioni in seduta ordinariaA tre giorni "rima "er le convoca#ioni in seduta
straordinariaA un giorno "rima "er le sedute straordinarie dic2iarate urgentiA il giorno di consegna non viene
com"utatoA
/. nessun argomento > "osto in discussione se non > stata assicurata1 ad o"era della "residen#a1 un3adeguata e "reventiva
informa#ione ai gru""i consiliari e ai singoli Consiglieri. A tal fine1 la documenta#ione relativa alle "ro"oste iscritte
all3ordine del giorno sono trasmesse al Sindaco1 7uale +residente del Consiglio1 da "arte del res"onsa/ile del servi#io1
almeno cin7ue giorni "rima della sedutaA
c. ric2iedere1 "er l3a""rova#ione del /ilancio "reventivo1 il rie7uili/rio della gestione e il rendiconto della gestione1 la
"resen#a dei Consiglieri "revista "er la seduta di "rima convoca#ioneA
d. riservare al +residente il "otere di convoca#ione e di dire#ione dei lavoriA
e. fissare il tem"o riservato1 "er ogni seduta1 alla tratta#ione delle interroga#ioni1 inter"ellan#e e mo#ioni1 assegnando
tem"i uguali alla maggioran#a e alle o""osi#ioni "er le re"lic2e e "er le dic2iara#ioni di votoA
f. indicare se le interroga#ioni1 inter"ellan#e e mo#ioni sono trattate in a"ertura o c2iusura della seduta.
2. .n "enden#a dell3a""rova#ione del regolamento di cui al "recedente comma 11 i Consiglieri eletti nella medesima lista
formano1 di regola1 un gru""o consiliare. .l Consigliere c2e intende a""artenere ad un gru""o diverso da 7uello in cui >
stato eletto ne d) comunica#ione scritta al +residente del Consiglio1 allegando la dic2iara#ione di accetta#ione da "arte del
+residente del nuovo gru""o.
3. Ciascun gru""o > costituito da almeno due Consiglieri. Se una lista > ra""resentata da un solo Consigliere1 a 7uesti sono
riconosciuti i diritti e la ra""resentan#a s"ettanti ad un gru""o consiliare.
4. . singoli gru""i comunicano1 "er iscritto1 al +residente del Consiglio1 il nome del "ro"rio ca"ogru""o1 entro il giorno
"recedente alla "rima riunione del Consiglio neo eletto. Con la stessa "rocedura sono segnalate le successive varia#ioni della
"ersona del ca"ogru""o.
!. .n mancan#a di tali comunica#ioni viene considerato ca"ogru""o ad ogni effetto "er la maggioran#a il Consigliere c2e 2a
ri"ortato il maggior numero di voti1 escluso il Sindaco1 "er la minoran#a il candidato Sindaco non eletto.

Art. 3, - Convoca#ione del Consiglio comunale

1. -a convoca#ione del Consiglio comunale > dis"osta dal Sindaco1 7uale +residente del Consiglio.
2. .l Consiglio comunale > convocato ogni volta c2e sia "revisto dalla legge o dallo Statuto o 7uando il Sindaco1 7uale
+residente del Consiglio1 ne ravvisi la necessit) o la o""ortunit).
3. .l +residente > tenuto a riunire il Consiglio in un termine non su"eriore a 2, giorni1 7uando lo ric2iede un 7uinto dei
Consiglieri1 inserendo all3ordine del giorno le 7uestioni ric2ieste.
4. -a convoca#ione > dis"osta a me##o di avvisi. -3avviso di convoca#ione contiene l3indica#ione del giorno e dell3ora
dell3adunan#a e della sede dove la stessa > tenutaA la ti"ologia di sessione e di adunan#aA l3elenco degli argomenti da
trattare c2e ne costituisce l3ordine del giorno.

Art. 31 - 4odalit) e termini di consegna degli avvisi

1. -3avviso di convoca#ione > reca"itato1 utili##ando all3uo"o ogni me##o di trasmissione (notifica1 "osta elettronica c2e
documenti la rice#ione1 al domicilio dic2iarato dei Consiglieri@
a. almeno cin7ue giorni "rima del giorno fissato "er l3adunan#a1 "er le convoca#ioni ordinarieA
/. almeno tre giorni "rima del giorno fissato "er l3adunan#a1 "er le convoca#ioni straordinarieA
c. almeno venti7uattro ore "rima dell3ora sta/ilita "er l3adunan#a1 "er le convoca#ioni d3urgen#a e "er gli argomenti
aggiuntivi.
2. +er il com"uto dei termini si osservano le dis"osi#ioni dell3art. 1!! del codice di "rocedura civile.
3. Tutti i Consiglieri comunali sono tenuti1 ai fini della carica1 ad eleggere domicilio nel territorio di 7uesto Comune. Al detto
domicilio1 ad ogni effetto di legge1 sono reca"itati tutti gli atti relativi alla detta carica.
4. -3eventuale reca"ito in ritardo dell3avviso di convoca#ione si intende sanata con la "arteci"a#ione all3adunan#a.
!. -3avviso di convoca#ione1 con l3ordine del giorno1 a cura della segreteria comunale1 entro i termini di cui al comma 11 >
"u//licato all3al/o "retorio e negli altri luog2i consueti nonc2: nel sito informatico istitu#ionale del Comune ed > inviato ai
res"onsa/ili dei servi#i.
$. Euando all3ordine del giorno sono iscritti argomenti di "articolare im"ortan#a e attualit) il Sindaco1 7uale +residente del
Consiglio1 dis"one l3affissione di a""ositi manifesti.

Art. 32 - 0rdine del giorno

1. -3ordine del giorno consiste nell3elenco sommario e sintetico degli oggetti da trattare in ciascuna sessione ordinaria e
straordinaria del Consiglio ed > redatto dal Sindaco1 7uale +residente del Consiglio1 in modo c2e i Consiglieri "ossano /en
conoscere "reventivamente gli oggetti medesimi.
2. Euando motivi d3urgen#a o di o""ortunit) lo consiglino1 l3ordine degli argomenti da trattare "u? essere variato1 su "ro"osta
di 7ualun7ue mem/ro del Consiglio e con l3assenso di 7uesto.
3. All3ordine del giorno gi) diramato "ossono1 anc2e "er ini#iativa dei Consiglieri1 essere aggiunti altri argomenti1 con
l3osservan#a delle norme e dei termini "er la sessione d3urgen#a.

Art. 33 - De"osito degli atti "er la consulta#ione

1. Tutte le "ro"oste di deli/era#ione relative agli argomenti iscritti all3ordine del giorno1 com"letate dai "areri di cui all3art. 4*
del T.6. 1( agosto 2,,,1 n. 2$&1 ad esclusione degli atti c2e costituiscono mero indiri##o1 corredate di tutti i documenti
necessari1 sono de"ositate nell3ufficio di segreteria o in altro ufficio indicato nell3avviso di convoca#ione1 almeno 24 ore
"rima del Consiglio comunale. Gli atti relativi alle adunan#e convocate d3urgen#a o ad argomenti aggiunti all3ordine del
giorno1 sono de"ositati almeno 12 ore "rima del Consiglio comunale.
2. . Consiglieri 2anno diritto di consultare gli atti d3ufficio ric2iamati o citati nelle "ro"oste di deli/era#ione de"ositate e nei
relativi allegati.

Art. 34 - A"ertura delle sedute1 validit) dell3adunan#a e verifica del numero legale - Sedute deserte

1. -a seduta del Consiglio comunale si a"re all3ora fissata nell3avviso di convoca#ione. %ssa diviene valida agli effetti deli/erativi
7uando viene raggiunto il numero legale1 accertato mediante l3a""ello nominale dei Consiglieri fatto dal Segretario
comunale o c2i "er esso1 d3ordine del Sindaco1 7uale +residente del Consiglio.
2. Se1 trascorsa un3ora dall3ora fissata1 non > raggiunto il numero legale1 il +residente dic2iara deserta la seduta facendone
redigere a""osito ver/ale dal 7uale risultano i Consiglieri "resenti e l3ora della dic2iara#ione di seduta deserta. Del ver/ale >
fatta men#ione anc2e dei Consiglieri assenti giustificati.
3. . Consiglieri "resenti all3a""ello "rima di uscire dall3aula 2anno l3o//ligo di darne avviso al Segretario dell3assem/lea il 7uale1
se viene a mancare il numero legale1 ne informa il +residente "er le conseguenti determina#ioni.
4. .ni#iata validamente la seduta1 venendo a mancare il numero legale1 il +residente "u? sos"endere i lavori fino a 3, minuti
ovvero rinviare la seduta.
!. Del caso di rinvio della seduta "er 7ualsiasi motivo1 i Consiglieri sono riconvocati sem"re in seduta di "rima convoca#ione.

Art. 3! - -a ver/ali##a#ione

1. -a ver/ali##a#ione della seduta s"etta al Segretario comunale1 c2e vi "roceder) riassumendo sinteticamente i concetti
es"ressi da ciascun intervenuto e dando atto degli eventuali accadimenti suscetti/ili di assumere rilevan#a giuridica.
2. .l Consigliere comunale 2a diritto di fare inserire a ver/ale1 oltre alla dic2iara#ione di voto1 il suo intervento su uno s"ecifico
tema1 "urc2: il relativo testo scritto sia fatto "ervenire al Segretario.
3. . ver/ali sono sottoscritti dal Sindaco1 7uale +residente della seduta e dal Segretario.

Art. 3$ - 'egistra#ioni audiovisive

1. F facolt) del +residente del Consiglio dis"orre o autori##are la ri"resa dei lavori con 7ualsiasi me##o.
2. .l +residente 2a comun7ue l3o//ligo di informare i "arteci"anti alla seduta della ri"resa dei lavori e della successiva
diffusione.
3. Se la ri"resa viene dis"osta "er meglio organi##are e ver/ali##are i lavori medesimi1 tutto il materiale della registra#ione >
ordinato1 arc2iviato e conservato agli atti.
4. . Consiglieri comunali 2anno diritto di accedere alle registra#ioni di cui ai commi "recedenti.
!. .l +residente del Consiglio 7uando1 nel corso del di/attito1 emergono informa#ioni "ersonali riservate1 dis"one la
sos"ensione delle ri"rese al fine anc2e di evitare la divulga#ione di informa#ioni delicate1 nella tutela della riservate##a dei
soggetti "arteci"anti alla seduta e di 7uelli "resenti tra il "u//lico.

Art. 3& - Conferen#e dei ca"igru""o

1. -a conferen#a dei ca"igru""o > organismo consultivo del Sindaco1 7uale +residente del Consiglio1 c2e la "resiede e concorre
a definire la "rogramma#ione dei lavori del Consiglio comunale ed a sta/ilire 7uant3altro risulti utile "er il "roficuo
andamento dell3attivit) del Consiglio.
2. -a conferen#a dei ca"igru""o esercita le altre fun#ioni ad essa attri/uite dal regolamento e dal Consiglio comunale1 con
a""osite deli/era#ioni.

Art. 3( - .ndiri##i "er le nomine e le designa#ioni

1. .l Consiglio comunale1 entro i trenta giorni successivi a 7uello di insediamento1 definisce e a""rova gli indiri##i "er la nomina1
la designa#ione e la revoca da "arte del Sindaco1 dei ra""resentanti del Comune "resso enti1 a#iende e istitu#ioni. .l Sindaco
d) corso alle nomine e alle designa#ioni entro i 7uindici giorni successivi.
2. +er la nomina e la designa#ione > "romossa la "resen#a di am/o i sessi.
3. Tutti i nominati o designati dal Sindaco1 decadono con il decadere del medesimo Sindaco.

Capo III ( Il Sindaco

Art. 3* - .l Sindaco

1. .l Sindaco > il ca"o dell3amministra#ione comunale1 eletto democraticamente dai cittadini a suffragio universale e diretto.
2. .l Sindaco ra""resenta il Comune ed > res"onsa/ile dell3amministra#ione dell3%nte.
3. Sovrintende all3andamento generale dell3%nte1 "rovvede a dare im"ulso all3attivit) degli altri organi comunali e ne coordina
l3attivit).
4. .l Sindaco dirige i lavori della Giunta comunale ed assicura la ris"onden#a dell3attivit) degli organi del Comune agli atti
generali e di indiri##o a""rovati dal Consiglio.
!. .l Sindaco assume le fun#ioni di 6fficiale di governo nei casi "revisti dalla legge ed esercita le fun#ioni delegategli dalla
'egione1 secondo le modalit) "reviste dalle leggi e dallo Statuto.
$. +er l3eserci#io di tali fun#ioni il Sindaco si avvale degli uffici comunali.
&. .l Sindaco "resta giuramento innan#i al Consiglio comunale1 do"o la convalida degli eletti1 "ronunciando la seguente
formula@ ;Giuro di osservare lealmente la Costitu#ione .taliana=.
(. Distintivo del Sindaco > la fascia tricolore con gli stemmi della 'e"u//lica e del Comune1 da "ortare a tracolla.

Art. 4, - Com"eten#e del Sindaco

1. .l Sindaco convoca e "resiede la Giunta comunale e ne fissa l3ordine del giorno secondo le modalit) "reviste dal
regolamento.
2. Sovrintende al fun#ionamento dei servi#i e degli uffici ed all3esecu#ione degli atti di tutti gli organi comunali.
3. .l Sindaco "u? modificare gli orari degli eserci#i commerciali dei "u//lici eserci#i e dei servi#i "u//lici1 nonc2:1 d3intesa con i
res"onsa/ili territorialmente com"etenti delle amministra#ioni "u//lic2e interessate1 gli orari di a"ertura al "u//lico degli
uffici "u//lici locali##ati nel territorio in casi di emergen#a connessi con il traffico eCo con l3in7uinamento atmosferico o
acustico1 ovvero 7uando a causa di circostan#e straordinarie si verific2ino "articolari necessit) dell3uten#a.
4. .l Sindaco "rovvede alla designa#ione1 alla nomina ed all3eventuale revoca dei ra""resentanti del Comune "resso enti1
a#iende1 societ) ed istitu#ioni entro i termini di scaden#a del "recedente incarico1 ovvero entro gli eventuali termini diversi
"revisti da dis"osi#ioni normative.
!. .l Sindaco nomina il Segretario comunale e conferisce gli incaric2i dirigen#iali e di res"onsa/ilit) di uffici e servi#i1 nonc2:
7uelli di colla/ora#ione esterna ad alta s"eciali##a#ione1 secondo le modalit) "reviste dalla legge e dal regolamento
sull3ordinamento degli uffici e dei servi#i.
$. .l Sindaco indice i referendum comunali.
&. .l Sindaco sottoscrive la rela#ione di fine mandato1 "redis"osta dal res"onsa/ile del servi#io finan#iario o dal Segretario
comunale1 non oltre i termini "revisti dalla legge e ne cura la trasmissione agli 0rgani com"etenti. .n caso di mancato
adem"imento dell<o//ligo di reda#ione della rela#ione di fine mandato1 il Sindaco > tenuto a darne noti#ia1 motivandone
le ragioni nella "agina "rinci"ale del sito istitu#ionale dell<ente.
(. .l Sindaco sottoscrive la rela#ione di ini#io mandato1 "redis"osta dal res"onsa/ile del servi#io finan#iario o dal Segretario
comunale1 entro i termini "revisti dalla legge.
*. Gli atti del Sindaco non diversamente denominati dalla legge o dallo Statuto assumono il nome di decreti.
1,. .l Sindaco "romuove1 conclude e sottoscrive gli accordi di "rogramma.
11. .l Sindaco1 "revia deli/era#ione di autori##a#ione a stare in giudi#io adottata dalla Giunta comunale1 nella sua 7ualit) di
legale ra""resentante dell3ente 2a la ra""resentan#a del Comune nei giudi#i di 7ualun7ue natura1 sia come attore c2e come
convenuto.
12. .l Sindaco informa la "o"ola#ione sulle situa#ioni di "ericolo o comun7ue connesse con esigen#e di "rote#ione civile
avvalendosi dei me##i tecnici "revisti nei "iani e "rogrammi di "rote#ione civile e comun7ue con ogni altro me##o
dis"oni/ile.
13. .l Sindaco > com"etente a "roclamare il lutto cittadino 7uando intende raccogliere la s"ontanea "arteci"a#ione dei cittadini
e manifestare1 in modo tangi/ile e solenne1 ai famigliari delCdella defuntoCa1 il cordoglio dell3intera "o"ola#ione "er l3evento
luttuoso.
14. %sercita tutte le altre fun#ioni attri/uitegli dalla legge1 dallo Statuto1 dai regolamenti e sovrintende all3es"letamento delle
fun#ioni statali1 regionali e "rovinciali attri/uite o delegate al Comune.

Art. 41 - .l 5ice Sindaco

1. .l 5ice Sindaco sostituisce in tutte le fun#ioni il Sindaco tem"oraneamente assente1 im"edito o sos"eso dalla carica.
2. .n caso di assen#a o im"edimento anc2e del 5ice Sindaco1 alla sostitu#ione del Sindaco "rovvede l3Assessore "iB an#iano di
et).

Art. 42 - Deleg2e ed incaric2i

1. .l Sindaco 2a facolt) di assegnare ai singoli Assessori l3eserci#io delle "ro"rie attri/u#ioni.
2. -e fun#ioni di 6fficiale di governo "ossono costituire oggetto di delega nei modi e nei termini "revisti dalla legge1 fatta
ecce#ione "er i "rovvedimenti contingi/ili ed urgenti1 c2e restano di esclusiva com"eten#a del Sindaco o di c2i legalmente lo
sostituisce.
3. .l Sindaco non "u? delegare la "ro"ria com"eten#a generale di ca"o e res"onsa/ile dell3amministra#ione o ricom"rendere
nella delega tutte le "ro"rie fun#ioni e com"eten#e.
4. -a delega "u? essere "ermanente o tem"oranea1 generale in ordine a determinate materie o s"eciale "er il com"imento di
singoli atti o "rocedimenti.
!. -3atto di delega - in forma scritta o//ligatoria - indica l3oggetto1 la materia1 gli eventuali limiti in cui o"era il trasferimento
della com"eten#a e deve contenere gli indiri##i generali in /ase ai 7uali deve essere esercitata.
$. -a "otest) del delegato concorre con 7uella del Sindaco e non la sostituisce ed il Sindaco - anc2e do"o aver rilasciato delega
- "u? continuare ad esercitare le "ro"rie fun#ioni e com"eten#e sen#a alcuna limita#ione.
&. -a delega "u? com"rendere la "otest) di com"iere tutto il "rocedimento amministrativo relativo alla "otest) delegata1 dalla
fase istruttoria a 7uella di emana#ione di atti a valen#a esterna.
(. -a delega "u? essere revocata dal Sindaco in 7ualun7ue momento sen#a alcuna s"ecifica motiva#ione1 essendo concessa
come atto meramente discre#ionale nell3interesse dell3Amministra#ione.
*. -e deleg2e "er settori omogenei sono comunicate al Consiglio e trasmesse al +refetto.
1,. .l Sindaco "u? attri/uire ad Assessori e Consiglieri incarico di svolgere attivit) di istru#ione e studio di determinati "ro/lemi
e "rogetti o di curare determinate 7uestioni nell3interesse dell3Amministra#ione.
11. Tali incaric2i non costituiscono delega di com"eten#e e non a/ilitano allo svolgimento di un "rocedimento amministrativo
c2e si concluda con un atto amministrativo ad efficacia esterna.
12. Don > consentita la mera delega di firma.

Art. 43 - Cessa#ione dalla carica di Sindaco

1. -3im"edimento "ermanente1 la rimo#ione1 la decaden#a o il decesso del Sindaco danno luogo alla decaden#a della Giunta ed
allo scioglimento del Consiglio comunale.
2. .l Consiglio e la Giunta restano tem"oraneamente in carica fino a nuove ele#ioni.
3. Dei casi "revisti dal "rimo comma le fun#ioni del Sindaco sono assunte dal 5ice Sindaco.
4. -e dimissioni del Sindaco sono "resentate "er iscritto al Consiglio comunale ed ac7uisite al "rotocollo dell3ente. +er la
formale "resenta#ione al Consiglio necessita una comunica#ione a tutti i com"onenti del consiglio stesso.
!. 6na volta decorso il termine di venti giorni dalla "resenta#ione al "rotocollo sen#a c2e le dimissioni siano state ritirate1 le
stesse divengono efficaci ed irrevoca/ili e danno luogo all3immediata cessa#ione dalla carica del Sindaco1 alla decaden#a
della Giunta ed allo scioglimento del Consiglio comunale.
$. Di tale evenien#a il Segretario comunale d) immediata comunica#ione al +refetto1 affinc2: 7uesti "ossa adottare
tem"estivamente i conseguenti "rovvedimenti "er lo scioglimento del Consiglio e la nomina del commissario.

Capo I- ( 'a Ginta

Art. 44 - Com"osi#ione della Giunta

1. -a Giunta > com"osta dal Sindaco c2e la "resiede e da due Assessori1 com"reso il 5ice Sindaco.
2. .l Sindaco nomina il 5ice Sindaco e gli Assessori1 "rima dell3insediamento del Consiglio comunale1 tra i cittadini in "ossesso
dei re7uisiti di candida/ilit)1 com"ati/ilit) ed eleggi/ilit) a Consigliere comunale.
3. .l Sindaco nomina gli Assessori nel ris"etto del "rinci"io di "ari o""ortunit) tra donne e uomini1 garantendo la "resen#a di
entram/i i sessi.
4. +ossono essere nominati Assessori sia i Consiglieri comunali sia cittadini non facenti "arti del Consiglio1 in ragione di
com"rovate com"eten#e culturali o tecnico-amministrativeA la carica di Assessore non > incom"ati/ile con 7uella di
Consigliere Comunale.
!. .l coniuge1 gli ascendenti1 i discendenti1 i "arenti e affini entro il ter#o grado del Sindaco non "ossono far "arte della
ris"ettiva giunta n: essere nominati ra""resentanti del comune.
$. Don "ossono far "arte della Giunta contem"oraneamente Assessori c2e siano fra loro coniugi1 ascendenti1 discendenti1 o
"arenti e affini fino al secondo grado.
&. -a Giunta all3atto dell3insediamento esamina le condi#ioni di eleggi/ilit) e com"ati/ilit) dei "ro"ri com"onenti. -o stesso
accertamento > rinnovato al verificarsi di nuove nomine.
(. Gli Assessori non Consiglieri Comunali "arteci"ano ai lavori del Consiglio e delle commissioni consiliari sen#a diritto al voto e
sen#a concorrere a determinare il numero legale "er la validit) delle riunioni. Ganno diritto di accedere alle informa#ioni
necessarie all3es"letamento del mandato e di de"ositare "ro"oste rivolte al Consiglio.
*. Gli Assessori comun7ue nominati non "ossono "resentare interroga#ioni1 inter"ellan#e e mo#ioni.

Art. 4! - Fun#ionamento della Giunta

1. Dello svolgimento della "ro"ria attivit) la Giunta si uniforma al "rinci"io della collegialit).
2. .l Sindaco dirige e coordina i lavori della Giunta1 assicura l3unit) d3indiri##o "olitico degli Assessori e la collegiale
res"onsa/ilit) delle decisioni.
3. -a Giunta > convocata e "resieduta dal Sindaco.
4. +er la validit) delle sedute > ric2iesto l3intervento della met) dei suoi com"onenti1 com"reso il Sindaco.
!. -a Giunta deli/era a maggioran#a assoluta dei votiA in caso di "arit) "revale il voto del Sindaco o di c2i "resiede la seduta in
sua vece.
$. -e sedute della Giunta non sono "u//lic2e.
&. A discre#ione del Sindaco "ossono essere ammessi a "arteci"are ai lavori della Giunta dirigenti e fun#ionari del Comune1
cittadini o autorit)1 al fine di ac7uisire elementi valutativi sugli argomenti in discussione.
(. .l regolamento disci"lina il fun#ionamento della Giunta "er 7uanto non "revisto dallo Statuto.

Art. 4$ - Com"eten#e della Giunta

1. -a Giunta colla/ora con il Sindaco nel governo del Comune e "er l3attua#ione degli indiri##i generali di governo. Svolge
fun#ioni "ro"ositive e d3im"ulso nei confronti del Consiglio.
2. -a Giunta com"ie tutti gli atti di amministra#ione c2e non siano riservati dalla legge e dallo Statuto al Consiglio e c2e non
rientrino nelle com"eten#e del Sindaco1 degli organi di decentramento1 del Segretario comunale e dei res"onsa/ili degli
uffici e dei servi#i.
3. 'ientra altres9 nella com"eten#a della Giunta l3ado#ione dei regolamenti sull3ordinamento degli uffici e dei servi#i1 secondo
le norme ed i "rinci"i sta/iliti dallo Statuto in materia di organi##a#ione e di "ersonale.

Art. 4& - 'evoca degli Assessori o cessa#ione della carica

1. Del corso del mandato amministrativo il Sindaco "u? revocare dall3incarico uno o "iB Assessori1 com"reso il 5ice Sindaco1
"rovvedendo con il medesimo atto alla nomina dei sostituti.
2. -a revoca > sinteticamente motivata1 anc2e solo con riferimento al venir meno del ra""orto fiduciario1 ed > comunicata al
Consiglio nella "rima seduta utile unitamente ai nominativi dei nuovi Assessori.
3. -e dimissioni da Assessore "resentate1 "er iscritto1 al Sindaco1 sono irrevoca/ili1 non necessitano di "resa d3atto e sono
immediatamente efficaci.
4. Alla sostitu#ione degli Assessori decaduti1 dimissionari1 revocati o cessati dall3ufficio "er altra causa1 "rovvede il Sindaco1 il
7uale ne d) comunica#ione1 nella "rima seduta utile1 al Consiglio unitamente ai nominativi dei nuovi Assessori.

Capo - ( Norme comni

Art. 4( - 4o#ione di sfiducia

1. .l voto del Consiglio comunale contrario ad una "ro"osta del Sindaco o della Giunta non com"orta le dimissioni degli stessi.
2. .l Sindaco e la Giunta cessano dalla carica in caso di a""rova#ione di una mo#ione di sfiducia votata "er a""ello nominale
dalla maggioran#a assoluta dei com"onenti il Consiglio.
3. -a mo#ione di sfiducia1 sottoscritta da almeno la met) dei Consiglieri assegnati1 sen#a com"utare a tal fine il Sindaco1 deve
essere motivata1 anc2e con riferimento al solo venir meno della maggioran#a consiliare1 ed > messa in discussione non oltre
trenta giorni dalla sua "resenta#ione.
4. Del caso in cui la mo#ione di sfiducia sia a""rovata1 il Segretario comunale ne informa il +refetto1 ai fini dell3assun#ione dei
conseguenti "rovvedimenti di scioglimento del Consiglio e di nomina del Commissario.

Art. 4* - Divieto generale di incaric2i e consulen#e ed o//lig2i di astensione

1. -e cause di inconferi/ilit) e di incom"ati/ilit) di incaric2i degli amministratori comunali sono disci"linate dalla legge.
2. Al Sindaco1 al 5ice Sindaco1 agli Assessori ed ai Consiglieri Comunali > vietato rico"rire incaric2i ed assumere consulen#e1
anc2e a titolo gratuito1 "resso il Comune1 nonc2: "resso enti1 a#iende ed istitu#ioni di"endenti o comun7ue sotto"osti al
controllo ed alla vigilan#a dello stesso. %3 fatto altres9 divieto ai medesimi soggetti di effettuare a favore dell3%nte dona#ioni
in denaro1 /eni mo/ili o immo/ili o altre utilit) "er tutto il "eriodo di es"letamento del mandato.
3. . com"onenti della Giunta aventi com"eten#a in materia di ur/anistica1 edili#ia e lavori "u//lici devono astenersi
dall3esercitare attivit) "rofessionale in materia di edili#ia "rivata e "u//lica nell3am/ito del territorio comunale.
4. Tutti gli amministratori 2anno altres9 l3o//ligo di astenersi dal "rendere "arte alla discussione ed alla vota#ione di
deli/era#ioni riguardanti interessi "ro"ri o di loro "arenti o affini fino al ter#o grado.
!. -3o//ligo di astensione non si a""lica ai "rovvedimenti a contenuto generale1 com"resi 7uelli ur/anistici1 se non nei casi in
cui sussista una correla#ione immediata e diretta fra il contenuto dell3atto e s"ecifici interessi degli amministratori o di loro
"artenti ed affini fino al 7uarto grado.
$. . com"onenti degli organi di governo e degli organi di gestione devono assumere ogni atto e "rovvedimento1 monocratico o
collegiale1 nel ris"etto delle regole di ter#iet)1 di disinteresse1 di im"ar#ialit) e di /uona amministra#ione1 astenendosi
dall3assumere determina#ioni o di concorrervi anc2e mediante "areri 7uando "er 7ualsiasi ragione1 anc2e di o""ortunit)1 la
loro condi#ione soggettiva giuridica o materiale sia astrattamente suscetti/ile di violare tali "rinci"i.


TITO'O III ( ISTITUTI DI PA+TECIPA,IONE

Capo I ( Partecipazione e diritto all.in/ormazione dei cittadini e delle libere /orme associative

Art. !, - +u//licit)1 tras"aren#a e diffusione di informa#ioni

1. .l Comune garantisce "rogressivamente l3accessi/ilit) totale delle informa#ioni sull3organi##a#ione e l3attivit) dell3%nte a
seguito del D.-gs. 14 mar#o 2,131 n. 33 sul ;'iordino della disci"lina riguardante gli o//lig2i di "u//licit)1 tras"aren#a e
diffusione di informa#ioni da "arte delle "u//lic2e amministra#ioni= e 7uanto "revisto dalla -egge $ novem/re 2,121 n. 1*,
relativo alle ;Dis"osi#ioni "er la "reven#ione e la re"ressione della corru#ione e dell3illegalit) nella "u//lica
amministra#ione=.

Art. !1 - +arteci"a#ione dei cittadini

1. .l Comune garantisce l3effettiva "arteci"a#ione democratica di tutti i cittadini all3attivit) "olitico-amministrativa1 economica
e sociale della comunit) anc2e su /ase di nuclei a/itati. Considera1 a tale fine1 con favore1 il costituirsi di ogni associa#ione
intesa a concorrere con metodo democratico alle "redette attivit).
2. Dell3eserci#io delle sue fun#ioni e nella forma#ione ed attua#ione dei "ro"ri "rogrammi gestionali il Comune assicura la
"arteci"a#ione dei cittadini1 dei sindacati e delle altre organi##a#ioni sociali.
3. Ai fini di cui al comma "recedente l3amministra#ione comunale favorisce@
a. le assem/lee e consulta#ioni sulle "rinci"ali 7uestioni di sceltaA
/. l3ini#iativa "o"olare in tutti gli am/iti consentiti dalle leggi vigenti.
4. -3amministra#ione comunale garantisce in ogni circostan#a la li/ert)1 l3autonomia e l3uguaglian#a di trattamento di tutti i
gru""i ed organismi.
!. Del "rocedimento relativo all3ado#ione di atti c2e incidono su situa#ioni giuridic2e soggettive sono garantite forme di
"arteci"a#ione degli interessati secondo le modalit) sta/ilite dall3a""osito regolamento sulla disci"lina del "rocedimento
amministrativo1 nell3osservan#a dei "rinci"i sta/iliti dalla legge & agosto 1**,1 n. 241.

Art. !2 - 'iunioni e assem/lee

1. .l diritto di "romuovere riunioni e assem/lee in "iena li/ert) e autonomia a""artiene a tutti i cittadini1 gru""i e organismi
sociali a norma della Costitu#ione1 "er il li/ero svolgimento in forme democratic2e delle attivit) "olitic2e1 sociali1 culturali1
s"ortive e ricreative.
2. -3amministra#ione comunale ne facilita l3eserci#io mettendo eventualmente a dis"osi#ione di tutti i cittadini1 gru""i e
organismi sociali a carattere democratico c2e si riconoscono nei "rinci"i della Costitu#ione re"u//licana1 c2e ne fanno
ric2iesta1 le sedi ed ogni altra struttura e s"a#io idonei. -e condi#ioni e le modalit) d3uso1 a""ositamente deli/erate1
"recisano le limita#ioni e le cautele necessarie in rela#ione alla statica degli edifici1 alla incolumit) delle "ersone e alle norme
sull3eserci#io dei locali "u//lici.
3. +er la co"ertura delle s"ese "u? essere ric2iesto il "agamento di un corris"ettivo.
4. Gli organi comunali "ossono convocare assem/lee di cittadini1 di lavoratori1 di studenti e di ogni altra categoria sociale@
a. "er la forma#ione di comitati e commissioniA
/. "er di/attere "ro/lemiA
c. "er sotto"orre "ro"oste1 "rogrammi1 consuntivi1 deli/era#ioni.

Art. !3 - Consulta#ioni

1. .l Consiglio e la Giunta comunale1 di "ro"ria ini#iativa o su ric2iesta di altri organismi1 deli/erano di consultare i cittadini1 i
lavoratori1 gli studenti1 le for#e sindacali e sociali1 nelle forme volta "er volta ritenute "iB idonee1 su "rovvedimenti di loro
interesse.
2. Consulta#ioni1 nelle forme "reviste nell3a""osito regolamento1 sono tenute nel "rocedimento relativo all3ado#ione di atti
c2e incidono su situa#ioni giuridic2e soggettive.
3. . risultati delle consulta#ioni sono men#ionati nei conseguenti atti.
4. . costi delle consulta#ioni sono a carico del Comune1 se la consulta#ione non > stata ric2iesta da altri organismi.

Art. !4 - .stan#e1 "eti#ioni e "ro"oste

1. Gli elettori del Comune1 "ossono rivolgere istan#e e "eti#ioni al Consiglio e alla Giunta comunale relativamente ai "ro/lemi
di rilevan#a cittadina.
2. .l Consiglio comunale e la Giunta1 entro 3, giorni dal ricevimento1 adottano i "rovvedimenti di com"eten#a. Se
im"ossi/ilitati ad emanare "rovvedimenti concreti1 con a""osita deli/era#ione "rendono atto del ricevimento dell3istan#a o
"eti#ione "recisando lo stato del "rocedimento. Co"ia della determina#ione > trasmessa1 entro cin7ue giorni1 al
"resentatore e al "rimo firmatario della medesima.
3. -e "ro"oste sono sottoscritte almeno da almeno il trenta "er cento degli elettori con la "rocedura "revista "er la
sottoscri#ione dei referendum "o"olari.

Art. !! - Cittadini dell36nione euro"ea - Stranieri soggiornanti - +arteci"a#ione alla vita "u//lica locale

1. Al fine di assicurare la "arteci"a#ione alla vita "u//lica locale dei cittadini dell36nione euro"ea e degli stranieri
regolarmente soggiornanti1 il Comune@
a. favorisce la inclusione1 in tutti gli organi consultivi locali1 dei ra""resentanti dei cittadini dell36nione euro"ea e degli
stranieri regolarmente soggiornantiA
/. "romuove la "arteci"a#ione dei cittadini all36nione euro"ea e degli stranieri in "ossesso di regolare "ermesso di
soggiorno alla vita "u//lica locale.

Art. !$ - Diritto d3accesso e d3informa#ione dei cittadini

1. .l Comune esercita l3attivit) amministrativa secondo criteri di economicit)1 efficien#a1 efficacia e tras"aren#a.
2. -e norme regolamentari sta/iliscono il termine entro il 7uale - a domanda o d3ufficio - deve essere emesso il "rovvedimento
ric2iesto o dovuto.
3. .n mancan#a di termini s"ecifici il termine "er l3emissione del "rovvedimento amministrativo s3intende di trenta giorni.
4. Tutti gli atti e "rovvedimenti c2e non a//iano contenuto statutario1 regolamentare o comun7ue generale devono essere
motivati1 devono essere comunicati o notificati in forma idonea a garantirne la "iena conoscen#a al destinatario e devono
indicare il termine entro il 7uale > "ossi/ile "ro"orre ricorso e l3Autorit) giudi#iaria o amministrativa a cui il gravame va
"resentato.
!. . cittadini 2anno diritto - nelle forme sta/ilite dal regolamento - a "arteci"are attivamente ai "rocedimenti amministrativi
c2e "roducano effetti giuridici diretti in loro confronto o ai 7uali "er legge de//ono intervenire.
$. -3attivit) amministrativa si svolge con tras"aren#a ed im"ar#ialit).
&. . cittadini c2e vi 2anno un interesse giuridicamente rilevante 2anno diritto di accedere ai documenti amministrativi secondo
le modalit) "reviste dal regolamento.
(. .l regolamento individua le categorie di atti "er i 7uali l3accesso > escluso o limitato in ragione della tutela del diritto alla
riservate##a delle "ersone o i casi in cui l3accesso > differito ad evitare "regiudi#io o grave ostacolo allo svolgimento
dell3attivit) amministrativa.

Art. !& - -i/ere forme associative

1. .l Comune riconosce e valori##a le li/ere forme associative1 il volontariato e gli organismi o"eranti nel territorio con fini
sociali e culturali1 non at sco"o di lucro1 7uali strumenti di es"ressione e di "arteci"a#ione dei cittadini all3amministra#ione
locale.
2. A tal fine il Comune@
a. sostiene i "rogrammi e l3attivit) delle associa#ioni aventi finalit) riconosciute di interesse dell3intera comunit)1
attraverso l3eroga#ione di contri/uti1 secondo le norme del relativo regolamento1 l3assun#ione di ini#iative comuni e
coordinate ad altre forme di incentiva#ioneA
/. definisce le forme di "arteci"a#ione delle associa#ioni all3attivit) di "rogramma#ione dell3%nte e ne garantisce
comun7ue la ra""resentan#a negli organismi consultivi istituitiA
c. "u? affidare alle associa#ioni o a comitati a""ositamente costituiti l3organi##a#ione e lo svolgimento di attivit)
"romo#ionali1 ricreative e in generale attivit) di interesse "u//lico da gestire in forma sussidiaria o integrata ris"etto
all3%nteA
d. coinvolge le associa#ioni del volontariato nella gestione dei servi#i e nella attua#ione di ini#iative sociali e culturali.
3. +er essere ammesse a fruire del sostegno del Comune ed esercitare attivit) di colla/ora#ione con il Comune1 le associa#ioni
devono "reventivamente dimostrare la ris"onden#a della "ro"ria attivit) alle finalit) "reviste dalla "resente norma1
garantire la li/ert) d3iscri#ione all3associa#ione a tutti i cittadini residenti nel Comune ed assicurare la ra""resentativit) e
l3elettivit) delle caric2e1 nonc2: la "u//licit) degli atti degli organi sociali e dei /ilanci.
4. -e associa#ioni o"eranti nel Comune1 in "ossesso di detti re7uisiti1 sono iscritte1 a domanda1 nell3al/o delle associa#ioni.
!. -3al/o > annualmente aggiornato con le modalit) sta/ilite nel regolamento sul decentramento amministrativo e la
"arteci"a#ione.

Art. !( - Consulte tecnic2e di settore

1. .l Consiglio comunale "u? istituire1 disci"linandone la com"osi#ione1 le fun#ioni e l3attivit)1 consulte "ermanenti con la
finalit) di fornire all3Amministra#ione il su""orto tecnico e "ro"ositivo nei "rinci"ali settori di attivit) dell3ente.
2. Sono c2iamati a far "arte delle Consulte i ra""resentanti delle associa#ioni interessate in rela#ione alla materia assegnata1
gli es"onenti designati dalle categorie economic2e e sociali ed uno o "iB es"erti di nomina consiliare.
3. -e consulte di settore "ossono essere sentite "er la "redis"osi#ione del /ilancio annuale di "revisione.

Capo II ( +e/erendm

Art. !* - A#ione referendaria

1. Sono consentiti referendum consultivi1 "ro"ositivi e a/rogativi in materia di esclusiva com"eten#a comunale.
2. Don "ossono essere indetti referendum@
a. in materia di tri/uti locali e di tariffeA
/. su attivit) amministrative vincolate da leggi statali o regionaliA
c. su materie c2e sono state oggetto di consulta#ione referendaria nell3ultimo 7uin7uennio.
3. . soggetti "romotori del referendum "ossono essere@
a. il trenta "er cento del cor"o elettoraleA
/. il Consiglio comunale.
4. . referendum non 2anno luogo in coinciden#a con o"era#ioni elettorali "rovinciali1 comunali e circoscri#ionali.

Art. $, - Disci"lina del referendum

1. A""osito regolamento comunale disci"lina le modalit) di svolgimento del referendum.
2. .n "articolare il regolamento "revede@
a. i re7uisiti di ammissi/ilit)A
/. i tem"iA
c. le condi#ioni di accoglimentoA
d. le modalit) organi##ativeA
e. i casi di revoca e sos"ensioneA
f. le modalit) di attua#ione.

Art. $1 - %ffetti del referendum

1. .l 7uesito sotto"osto a referendum > a""rovato se alla vota#ione 2a "arteci"ato la maggioran#a degli elettori aventi diritto e
se > raggiunta su di esso la maggioran#a dei voti validamente es"ressi.
2. Se l3esito > stato favorevole1 il Sindaco > tenuto a "ro"orre al Consiglio comunale1 entro sessanta giorni dalla "roclama#ione
dei risultati1 la deli/era#ione sull3oggetto del 7uesito sotto"osto a referendum.
3. %ntro lo stesso termine1 se l3esito > stato negativo1 il Sindaco 2a facolt) di "ro"orre egualmente al Consiglio la deli/era#ione
sull3oggetto del 7uesito sotto"osto a referendum.


TITO'O I- ( ATTI-IT* AMMINIST+ATI-A E DI+ITTI DE' CONT+I0UENTE

Art. $2 - +u//lica#ione di atti amministrativi aventi effetto di "u//licit) legale

1. F istituito1 a fare data dal 1H gennaio 2,111 il sito informatico delle "u//lica#ioni degli atti e dei "rovvedimenti
amministrativi aventi l3effetto di "u//licit) legale.
2. Tutti gli atti sono "u//licati1 in assen#a di diversa "rescri#ione di legge1 "er 7uindici giorni consecutivi.
3. .l sito cui al comma 11 viene suddiviso in due "arti@ +arte "rima I Atti emanati da 7uesto Comune (,1 I Deli/era#ioni del
Consiglio comunaleA ,2 I Deli/era#ioni della Giunta comunaleA ,3 I 0rdinan#e sindacaliA ,4 I Determina#ioni dei
res"onsa/ili dei servi#iA ,! I 8andi di gara e altri atti relativi agli a""altiA ,$ I Atti relativi ai concorsi "er l3assun#ione di
"ersonaleA ,& I Atti variA +arte seconda I Atti ricevuti da altri %nti "er la "u//lica#ione.
4. Tutti i regolamenti comunali deli/erati dall3organo com"etente1 sono "u//licati nel sito informatico di cui al comma 1 "er
7uindici giorni consecutivi con contem"oraneo avviso al "u//lico nei consueti luog2i di affissione. . detti regolamenti
entrano in vigore1 in assen#a di diversa dis"osi#ione di ciascun regolamento1 il "rimo giorno del mese successivo a 7uello di
esecutivit) della deli/era#ione di a""rova#ione.

Art. $3 - Svolgimento dell3attivit) amministrativa

1. .l Comune informa la "ro"ria attivit) amministrativa ai "rinci"i di democra#ia1 di "arteci"a#ione e di sem"licit) delle
"rocedureA svolge tale attivit) "reci"uamente nei settori organici dei servi#i alla "ersona e alla comunit)1 dell3assetto ed
utili##a#ione del territorio e dello svilu""o economico1 secondo le leggi.
2. Gli organi istitu#ionali del Comune ed i di"endenti res"onsa/ili dei servi#i "rovvedono sulle istan#e degli interessati nei modi
e nei termini sta/iliti ai sensi della legge sull3a#ione amministrativa.
3. .l Comune1 "er lo svolgimento delle fun#ioni in am/iti territoriali adeguati1 attua le forme di decentramento consentite1
nonc2: forme di coo"era#ione con altri comuni e altri enti locali.

Art. $4 - Statuto dei diritti del contri/uente

1. .n rela#ione al dis"osto dell3art. 2 della legge 2& luglio 2,,,1 n. 2121 nei regolamenti comunali aventi natura tri/utaria1 negli
atti di accertamento nonc2: in 7ualsiasi atto istruttorio notificato ai contri/uenti1 il ric2iamo di 7ualsiasi norma legislativa o
regolamentare > integrato dal contenuto1 anc2e sintetico1 o sotto forma di allegato1 della dis"osi#ione alla 7uale si intende
fare rinvio.
2. Tutti gli atti normativi e la relativa modulistica a""licativa1 entro sei mesi dall3entrata in vigore del "resente Statuto1 sono
aggiornati o integrati introducendo1 nel ris"etto dei "rinci"i dettati dalla legge 2& luglio 2,,,1 n. 2121 le necessarie
modific2e con "articolare riferimento@
a. all3informa#ione del contri/uente (art. !A
/. alla conoscen#a degli atti e sem"lifica#ione (art. $A
c. alla c2iare##a e motiva#ione degli atti (art. &A
d. alla remissione in termini (art. *A
e. alla tutela dell3affidamento e della /uona fede - agli errori del contri/uente (art. 1,A
f. all3inter"ello del contri/uente (artt. 11 e 1*.

TITO'O - ( )INAN,A ( CONTA0I'IT* ( O+GANO DI +E-ISIONE E CONT+O''O
Art. $! - Autonomia finan#iaria

1. Del ris"etto dei "rinci"i costitu#ionali e delle leggi in materia di finan#a "u//lica il Comune 2a autonomia finan#iaria1
fondata su certe##a di risorse "ro"rie e trasferite.
2. .l Comune > titolare di "otest) im"ositiva autonoma1 c2e esercita attraverso l3a""lica#ione di im"oste e tasse e la
riscossione di tariffe1 corris"ettivi e contri/uti "er l3eroga#ione dei servi#i comunali.
3. %ntro il mese di dicem/re di ciascun anno o nel diverso termine sta/ilito dalla legge1 il Consiglio comunale deli/era il /ilancio
di "revisione "er l3anno successivo.
4. .l /ilancio > corredato della rela#ione "revisionale e "rogrammatica1 redatta "er "rogrammi1 "rogetti ed interventi1 c2e
eviden#i in maniera distinta la s"esa corrente consolidata1 la s"esa di svilu""o e 7uella destinata agli investimenti.
!. Do"o l3a""rova#ione del /ilancio di "revisione la Giunta "u? a""rovare il "iano esecutivo di gestione1 attraverso il 7uale
"redetermina gli o/iettivi ed il livello 7ualitativo e 7uantitativo dei servi#i e delle "resta#ioni all3uten#a ed assegna ai
res"onsa/ili dei servi#i la dota#ione finan#iaria1 strumentale e di "ersonale necessaria "er l3ordinaria gestione e l3attua#ione
degli interventi "rogrammati.
$. Del corso dell3eserci#io l3a#ione amministrativa > strettamente correlata al costante mantenimento dell3e7uili/rio
economico e finan#iario ed > soggetta a verifica ed aggiornamenti1 in rela#ione alla reali##a#ione delle entrate ed
all3andamento della s"esa.
&. . risultati della gestione sono rilevati mediante conta/ilit) economica e dimostrati nel rendiconto com"rendente il conto del
/ilancio finan#iario1 il conto economico e 7uello del "atrimonio1 secondo le dis"osi#ioni della legge e del regolamento di
conta/ilit).
(. -a Giunta munici"ale1 salvo diverse dis"osi#ioni di legge e regolamentari1 entro il trenta a"rile di ciascun anno "resenta al
Consiglio "er l3a""rova#ione il /ilancio consuntivo dell3anno "recedente1 accom"agnato da una rela#ione illustrativa dei
risultati della gestione1 in ra""orto alle risorse economic2e conseguite ed agli o/iettivi definiti in sede "revisionale e
"rogrammatica.
*. . contenuti significativi e caratteristici del /ilancio annuale saranno resi noti ai cittadini ed agli organismi della
"arteci"a#ione con adeguati me##i informativi.

Art. $$ - Demanio e "atrimonio

1. . /eni di "ro"riet) del Comune sono soggetti1 in rela#ione alla natura ed alla destina#ione1 al regime giuridico "ro"rio del
demanio e del "atrimonio degli enti "u//lici.
2. -a gestione dei /eni comunali s3is"ira ai "rinci"i della conserva#ione1 della valori##a#ione e dell3utilit) "u//lica.
3. . /eni non im"iegati "er i fini istitu#ionali dell3ente e non strumentali alla eroga#ione dei servi#i1 sono dati di norma in
loca#ione o in uso1 com"ati/ilmente con la loro natura1 a canoni tali da conseguire un3adeguata redditivit).
4. . /eni comunali1 mo/ili ed immo/ili1 sono elencati in a""osito inventario da redigere1 in conformit) alle dis"osi#ioni di legge1
secondo i "rinci"i e le tecnic2e della conta/ilit) "atrimoniale. -3inventario > tenuto aggiornato da un fun#ionario designato
dal Sindaco.
!. .l fun#ionario incaricato della tenuta dell3inventario dei /eni 2a altres9 l3o//ligo di conservare i titoli1 gli atti e le scritture
relative al "atrimonio del Comune.

Art. $& - 0rdinamento finan#iario e conta/ile

1. -3ordinamento finan#iario e conta/ile del Comune > riservato alla legge dello Stato.
2. A""osito regolamento disci"lina la conta/ilit) comunale1 in conformit) a 7uanto "rescritto con l3art. 1!2 del T.6. 1( agosto
2,,,1 n. 2$&.

Art. $( - 'evisione economico-finan#iaria

1. -a com"osi#ione e le modalit) di nomina dell30rgano di revisione economico finan#iario sono disci"linate dalla legge.
2. %sso esercita la vigilan#a sulla regolarit) conta/ile1 economica e finan#iaria della gestione del Comune e delle istitu#ioni.
3. Attesta la veridicit) delle scritture conta/ili e la corris"onden#a del rendiconto alle risultan#e della gestione1 redigendo
a""osita rela#ione c2e accom"agna la "ro"osta di deli/era#ione del conto consuntivo. -a rela#ione deve eviden#iare i dati e
gli elementi necessari "er la valuta#ione del livello di "roduttivit) ed economicit) della gestione ed es"rime suggerimenti e
"ro"oste tese a migliorarne l3efficien#a ed i risultati.
4. Dell3eserci#io delle attri/u#ioni1 i com"onenti dell30rgano 2anno accesso a tutti gli uffici comunali "er effettuare le verific2e
e gli accertamenti necessari "er l3es"letamento dell3incarico ed 2anno diritto ad ottenere direttamente dagli stessi co"ia
degli atti e dei documenti necessari.
!. .l regolamento di conta/ilit) definisce le fun#ioni dell30rgano e "u? attri/uire allo stesso ulteriori com"iti di verifica e
controllo1 ris"etto a 7uelli "revisti dalla legge1 nonc2: di su""orto all3attivit) degli organi amministrativi dell3ente. .l
regolamento di conta/ilit) disci"lina l3organi##a#ione ed il fun#ionamento dell30rgano1 le modalit) di "resenta#ione al
Consiglio comunale del referto su gravi irregolarit) della gestione e s"ecifica i suoi ra""orti con gli organi elettivi e
/urocratici.
$. .l Comune mette a dis"osi#ione le strutture logistic2e1 il "ersonale ed i me##i necessari "er lo svolgimento dei "ro"ri
com"iti.
&. .l Comune comunica al tesoriere entro venti giorni i nominativi dei com"onenti dell30rgano di revisione.

Art. $* - 4ancata a""rova#ione del /ilancio di "revisione nei termini

1. Trascorso il termine entro il 7uale il /ilancio deve essere a""rovato sen#a c2e la Giunta l<a//ia ela/orato1 il +refetto nomina
un commissario "er la sua "redis"osi#ione1 in modo c2e esso "ossa essere sotto"osto all<esame ed all<a""rova#ione del
Consiglio.
2. Dell3i"otesi di cui al comma 1 e1 comun7ue1 7uando il Consiglio non a//ia a""rovato entro il termine "revisto lo sc2ema di
/ilancio a""rovato dalla Giunta1 il +refetto assegna al Consiglio1 mediante lettera notificata ai singoli Consiglieri1 un termine
non su"eriore ai 2, giorni "er la sua a""rova#ione.
3. Decorso inutilmente il termine assegnato o il Consiglio comunale non 2a a""rovato il /ilancio1 il +refetto si sostituisce1
mediante commissario1 all<amministra#ione inadem"iente e da ini#io alla "rocedura "er lo scioglimento del Consiglio ai sensi
dell3articolo 1411 comma 21 del decreto legislativo 1( agosto 2,,,1 n. 2$&.

Art. &, - 4ancata ado#ione dei "rovvedimenti di e7uili/rio

1. Ai sensi dell3art. 1*31 comma 4 del decreto legislativo 1( agosto 2,,,1 n. 2$&1 la mancata ado#ione da "arte del Consiglio dei
"rovvedimenti di rie7uili/rio > e7ui"arata ad ogni effetto alla mancata a""rova#ione del /ilancio.
2. .n tal caso si attivano le "rocedure "reviste dall3articolo 1411 comma 2 del decreto legislativo 1( agosto 2,,,1 n. 2$& cos9
come "revisto dal "recedente articolo.
3. .l res"onsa/ile finan#iario1 sulla /ase di 7uanto sta/ilito dall3articolo 1!31 comma $1 del Tuel1 > o//ligato a dare
informa#ione della situa#ione in cui si trova l3ente al Sindaco1 al Segretario ed all30rgano di revisioneA 7uesta segnala#ione
deve avvenire entro & gg1 da 7uando si verifica il fatto c2e "rovoca il dise7uili/rio. .l Consiglio deve "rovvedere al rie7uili/rio
a norma dell3articolo 1*31 entro 3, giorni dal ricevimento della segnala#ione1 anc2e su "ro"osta della Giunta.
4. .l res"onsa/ile finan#iario > tenuto ad effettuare la segnala#ioni del costituirsi di una situa#ione tale da "regiudicare
l3e7uili/rio di /ilancio1 alla se#ione di controllo della Corte dei conti.

Art. &1 - 0missione della deli/era#ione di dissesto

1. 0ve dalle deli/era#ioni dell3ente1 dai /ilanci di "revisione1 dai rendiconti o da altra fonte il Segretario comunale venga a
conoscen#a dell3eventuale condi#ione di dissesto1 c2iede c2iarimenti al res"onsa/ile dei servi#i finan#iari e motivata
rela#ione all3organo di revisione conta/ile assegnando un termine1 non "roroga/ile1 di trenta giorni.
2. 0ve sia ritenuta sussistente l3i"otesi di dissesto il Segretario comunale assegna al Consiglio1 con lettera notificata ai singoli
Consiglieri1 un termine1 non su"eriore a venti giorni1 "er la deli/era#ione del dissesto.
3. Decorso infruttuosamente tale termine il Segretario comunale nella sua 7ualit) di commissario ad acta adotta la
deli/era#ione dello stato di dissesto.
4. Del "rovvedimento > data comunica#ione al "refetto c2e ini#ia la "rocedura "er lo scioglimento del Consiglio dell3ente1 ai
sensi dell3art. 141 del T.6. 1( agosto 2,,,1 n. 2$&.

Art. &2 - Controlli interni

1. .l Comune garantisce1 nelle forme ritenute "iB idonee1 l3organi##a#ione1 gli strumenti e le modalit) di svolgimento dei
controlli interni in attua#ione dell3articolo 3 del Decreto -egge 1, otto/re 2,121 n. 1&4 convertito con modifica#ioni dalla
-egge & dicem/re 2,121 n. 2131 nel ris"etto dei "rinci"i e delle dis"osi#ioni degli artt. 14&1 14&/is e 14& 7uin7ues del D. -gs.
1( agosto 2,,,1 n. 2$&.
2. Sono istituiti i seguenti controlli interni 7uali strumenti di /ase "er il raggiungimento di un modello organi##ativo e
amministrativo "iB fun#ionale "er l3attua#ione dei "rogrammi dell3ente@
a. il controllo di regolarit) amministrativa e conta/ile1 volto a garantire1 da "arte degli organi a""ositamente "revisti dalla
legge1 la legittimit)1 la regolarit) e la corrette##a dell3a#ione amministrativaA
/. il controllo di gestione1 cos9 come articolato nelle fasi ti"ici##ate dalla legge1 volto a verificare l3efficacia1 l3efficien#a e
l3economicit) dell3a#ione amministrativa al fine di ottimi##are1 anc2e mediante tem"estivi interventi di corre#ione1 il
ra""orto tra costi e risultatiA
c. il controllo sugli e7uili/ri finan#iari1 effettuando anc2e la valuta#ione degli effetti c2e si determinano "er il /ilancio
finan#iario dell<ente in rela#ione all<andamento economico-finan#iario degli organismi gestionali esterni.
3. +er l3attua#ione dei controlli di cui alle lettere / e c1 il regolamento di organi##a#ione disci"lina le modalit) e il
fun#ionamento1 anc2e a cam"ione1 "revedendo la costitu#ione di a""ositi organismi c2e riferiscano "eriodicamente sui
risultati dell3attivit) svolta esclusivamente agli organi di vertice dell3amministra#ione1 ai soggetti1 agli organi di indiri##o
"olitico I amministrativo1 ai fini di ottimi##a#ione dell3attivit) amministrativa.
4. Con i regolamenti di conta/ilit)1 "revisto dall3art. 1!2 del T.6. n. 2$&C2,,, e sull3ordinamento degli uffici e servi#i "revisto
dall3art. 3! del D.-gs. 3, mar#o 2,,11 n. 1$! > disci"linata l3organi##a#ione di valuta#ione dei di"endenti res"onsa/ili degli
uffici e dei servi#i1 finali##ata a valutare le "resta#ioni del "ersonale con 7ualifica dirigen#iale avvero i res"onsa/ili dei servi#i
con fun#ioni dirigen#iali ai sensi dell3art. 1,*1 comma 21 del T.6. n. 2$&C2,,,.


TITO'O -I ( I SE+-I,I

Art. &3 - . servi#i "u//lici locali

1. .l Comune "rovvede alla gestione dei servi#i rivolti a "romuovere e garantire lo svilu""o sociale1 civile ed economico della
comunit) locale.
2. .l Comune eroga i servi#i "u//lici con criteri di o//iettivit)1 giusti#ia ed im"ar#ialit) nei confronti degli utenti1 garantendo
anc2e il diritto ad una com"leta informa#ione.
3. .l Consiglio comunale individua la forma di gestione dei servi#i "iB idonea tra 7uelle consentite dalla legge1 in rela#ione alle
caratteristic2e ed alla natura del servi#io e secondo criteri di economicit) ed efficien#a organi##ativa.
4. -a gestione dei servi#i "u? essere "erseguita anc2e attraverso ferme di colla/ora#ione od in consor#io con altri enti "u//lici.
!. . servi#i "ossono essere erogati altres9 attraverso societ) a ca"itale interamente "u//lico o attraverso societ) miste1
"arteci"ate dal Comune ed a"erte all3a""orto di soggetti "rivati c2e offrano garan#ie di solidit) economica e ca"acit)
im"renditoriale.
$. Fatta salva la disci"lina legislativa in materia tri/utaria1 "er l3eroga#ione dei servi#i di "ro"ria com"eten#a il Comune a""lica
tariffe e contri/u#ioni a carico degli utenti1 in modo da conseguire il necessario e7uili/rio tra costi e ricavi.
&. -a com"arteci"a#ione alla s"esa "er l3eroga#ione dei servi#i a carattere sociale > determinata tenendo conto delle
condi#ioni economic2e e sociali degli utenti1 a""licando agevola#ioni e forme di esen#ione totale o "ar#iale.
(. Anc2e in tale i"otesi il gettito tariffario dovr) garantire un adeguato livello di co"ertura dei costi1 considerando anc2e gli
eventuali trasferimenti di risorse da "arte di enti e "rivati e le altre entrate finali##ate.
*. .l Sindaco riferisce al Consiglio comunale sull3attivit) svolta dagli enti1 a#iende1 istitu#ioni di"endenti e dalle societ) a
"arteci"a#ione comunale1 almeno una volta all3anno1 in occasione della a""rova#ione dei /ilanci consuntivi1 al fine di
verificarne l3economicit) della gestione e la ris"onden#a dell3attivit) alle esigen#e dei cittadini.
1,. Al fine di favorire la miglior 7ualit) dei servi#i "restati1 "ossono essere sti"ulati contratti di s"onsori##a#ione ed accordi di
colla/ora#ione nonc2: conven#ioni1 con soggetti "u//lici e "rivati1 diretti a fornire consulen#e o servi#i aggiuntivi.

Art. &4 - Forma di gestione

1. +er la gestione delle reti e l3eroga#ione dei servi#i "u//lici locali di rilevan#a economica1 trovano a""lica#ione le dis"osi#ioni
di cui all3articolo 113 del T.6. n. 2$&C2,,,1 e successive modifica#ioni1 l3art. 23-/is del D.-. 2!.,$.2,,(1 n. 112 e successive
modifica#ioni e il ;'egolamento in materia di servi#i "u//lici locali di rilevan#a economica= a""rovato con d.+.'. ,&.,*.2,1,1
n. 1$(.
2. Ferme restando le dis"osi#ioni "reviste "er i singoli settori1 i servi#i "u//lici locali "rivi di rilevan#a economica sono gestiti
mediante affidamento diretto a@
a. istitu#ioniA
/. a#iende s"eciali1 anc2e consortiliA
c. societ) a ca"itale interamente "u//lico a condi#ione c2e gli enti "u//lici titolari del ca"itale sociale esercitino sulla
societ) un controllo analogo a 7uello esercitato sui "ro"ri servi#i e c2e la societ) reali##i la "arte "iB im"ortante della
"ro"ria attivit) con l3ente o gli enti "u//lici c2e la controllano. %3 consentita la gestione in economia nei casi "revisti nel
successivo art. 4!1 comma 2.
3. +er la gestione degli im"ianti s"ortivi si a""licano le norme di cui all3art. *,1 comma 2!1 della legge 2& dicem/re 2,,21 n.
2(*.
4. .n assen#a di una defini#ione es"ressa di ;servi#io "u//lico locale avente rilevan#a economica= e 7uindi ca"ace di "rodurre
un reddito o1 "er lo meno1 di co"rire le s"ese1 vengono individuati "er 7uesto Comune1 i seguenti servi#i ai 7uali de//ono
essere a""licate le dis"osi#ioni@
a. dell3art. 23-/is del D.-. 2(.,$.2,,(1 n. 1121 convertito1 con modifica#ioni1 della legge ,$.,(.2,,(1 n. 133 e successive
modifica#ioniA
/. del regolamento emanato con d.+.'. ,&.,*.2,1,1 n. 1$(.
!. +er l3affidamento di servi#i non com"resi nell3elenco di cui al "recedente comma 41 saranno osservate le "rocedure di cui al
D.-gs. 12.,4.2,,$1 n. 1$3 e successive modifica#ioni.

Art. &! - Gestione in economia

1. -3organi##a#ione e l3eserci#io di servi#i in economia sono disci"linati da a""ositi regolamenti.
2. -a gestione in economia riguarda servi#i "er i 7uali1 "er le modeste dimensioni o "er le caratteristic2e del servi#io1 non
sia o""ortuno "rocedere ad affidamento ai soggetti di cui al comma 2 dell3articolo &4.

Art. &$ - A#iende s"eciali

1. +er la gestione anc2e di "iB servi#i1 con esclusione di 7uelli di cui all3articolo 113 del T.6. n. 2$&1 come sostituito dall3art. 3!
della legge 44(C2,,1 e successive modifica#ioni1 il Consiglio comunale "u? deli/erare la costitu#ione di un3a#ienda s"eciale1
dotata di "ersonalit) giuridica e di autonomia im"renditoriale1 a""rovandone lo Statuto.
2. Sono organi dell3a#ienda il Consiglio di amministra#ione1 il +residente e il direttore@
a. il Consiglio di amministra#ione > nominato dal Sindaco fra coloro c2e1 eleggi/ili a Consigliere1 2anno una s"eciale
com"eten#a tecnica e amministrativa "er studi com"iuti1 "er fun#ioni es"letate "resso a#iende "u//lic2e o "rivate o
"er uffici rico"erti. -a com"osi#ione numerica > sta/ilita dallo Statuto a#iendale1 in numero "ari e non su"eriore a sei1
assicurando la "resen#a di entram/i i sessiA
/. il +residente > nominato dal Sindaco e deve "ossedere gli stessi re7uisiti "revisti dalla "recedente lettera a.
3. Al direttore generale > attri/uita la dire#ione gestionale dell3a#ienda1 con la conseguente res"onsa/ilit). -o Statuto
dell3a#ienda disci"lina le condi#ioni e modalit) "er l3affidamento dell3incarico1 con contratto a tem"o determinato1 a
"ersona dotata della necessaria "rofessionalit).
4. Don "ossono essere nominati mem/ri del Consiglio di amministra#ione i mem/ri della Giunta e del Consiglio comunale1 i
soggetti gi) ra""resentanti il Comune "resso altri enti1 a#iende1 istitu#ioni e societ)1 coloro c2e sono in lite con l3a#ienda
nonc2: i titolari1 i soci limitatamente res"onsa/ili1 gli amministratori1 i di"endenti con "oteri di ra""resentan#a e di
coordinamento di im"rese esercenti attivit) concorrenti o comun7ue connesse ai servi#i dell3a#ienda s"eciale.
!. .l Sindaco1 anc2e su ric2iesta motivata del Consiglio comunale1 a""rovata a maggioran#a assoluta dei Consiglieri assegnati1
revoca il +residente ed il Consiglio di amministra#ione e1 contem"oraneamente1 nomina i successori. -e dimissioni del
+residente della a#ienda o di oltre met) dei mem/ri effettivi del Consiglio di amministra#ione com"orta la decaden#a
dell3intero Consiglio di amministra#ione con effetto dalla nomina del nuovo Consiglio.
$. -3ordinamento dell3a#ienda s"eciale > disci"linato dallo Statuto ed a""rovato dal Consiglio comunale1 a maggioran#a
assoluta dei Consiglieri assegnati al Comune.
&. -3organi##a#ione e il fun#ionamento sono disci"linati dall3a#ienda stessa1 con suo regolamento.
(. -3a#ienda informa la "ro"ria attivit) a criteri di efficacia1 efficien#a ed economicit) ed 2a l3o//ligo del "areggio fra i costi ed i
ricavi1 com"resi i trasferimenti.
*. .l Comune conferisce il ca"itale di dota#ione1 determina le finalit) e gli indiri##i1 a""rova gli atti fondamentali1 esercita la
vigilan#a1 verifica il risultato della gestione e "rovvede alla co"ertura degli eventuali costi sociali.
1,. -o Statuto dell3a#ienda s"eciale "revede un a""osito organo di revisione dei conti e forme autonome di verifica della
gestione.

Art. && - .stitu#ioni

1. .n alternativa alla gestione mediante a#ienda s"eciale1 "er la gestione dei medesimi servi#i "rivi di rilevan#a economica1 il
Consiglio comunale "u? costituire a""osite istitu#ioni1 organismi strumentali del Comune1 dotati di sola autonomia
gestionale.
2. Sono organi delle istitu#ioni il Consiglio di amministra#ione1 il +residente ed il direttore. .l numero non su"eriore a sei1 dei
com"onenti del Consiglio di amministra#ione1 > sta/ilito con l3atto istitutivo1 dal Consiglio comunale.
3. +er la nomina e la revoca del +residente e del Consiglio di amministra#ione si a""licano le dis"osi#ioni "reviste dall3art. &$
"er le a#iende s"eciali.
4. .l direttore generale dell3istitu#ione > l3organo al 7uale > attri/uita la dire#ione gestionale dell3istitu#ione1 con la
conseguente res"onsa/ilit)A > nominato dall3organo com"etente in seguito a "u//lico concorso.
!. -3ordinamento e il fun#ionamento delle istitu#ioni sono sta/iliti dal "resente Statuto e dai regolamenti comunali. -e
istitu#ioni "erseguono1 nella loro attivit)1 criteri di efficacia1 efficien#a ed economicit) ed 2anno l3o//ligo del "areggio della
gestione finan#iaria1 assicurato attraverso l3e7uili/rio fra costi e ricavi1 com"resi i trasferimenti.
$. .l Consiglio comunale sta/ilisce i me##i finan#iari e le strutture assegnate alle istitu#ioniA ne determina le finalit) e gli
indiri##i1 a""rova gli atti fondamentaliA esercita la vigilan#a e verifica i risultati della gestioneA "rovvede alla co"ertura degli
eventuali costi sociali.
&. -3organo di revisione economico-finan#iaria del Comune esercita le sue fun#ioni1 anc2e nei confronti delle istitu#ioni.

Art. &( - Societ)

1. +er l3eserci#io dei servi#i "u//lici di cui all3articolo 113-/is del T.6. n. 2$&C2,,, e successive modifica#ioni e "er la
reali##a#ione delle o"ere necessarie al corretto svolgimento del servi#io1 nonc2: "er la reali##a#ione di infrastrutture ed
altre o"ere di interesse "u//lico1 c2e non rientrano1 ai sensi della vigente legisla#ione statale e regionale1 nelle com"eten#e
istitu#ionali di altri enti1 il Comune "u? costituire a""osite societ) "er a#ioni1 sen#a il vincolo della "ro"riet) "u//lica
maggioritaria.
2. +er l3a""lica#ione del comma 11 trovano a""lica#ione le dis"osi#ioni di cui all3art. 11$ del T.6. n. 2$&C2,,,.

Art. &* - Tariffe dei servi#i

1. -a tariffa dei servi#i > determinata con deli/era#ione dalla Giunta comunale nel ris"etto dei "rinci"i di cui all3art. 11& del
T.6. n. 2$&C2,,,.
2. -e tariffe1 con motivata deli/era#ione1 "er assicurare l3e7uili/rio economico-finan#iario com"romesso da eventi im"revisti1
"ossono essere variate nel corso dell3anno1 con decorren#a dal "rimo giorno del mese successivo a 7uello di esecutivit)
dalla relativa deli/era#ione.


TITO'O -II ( )O+ME DI ASSOCIA,IONE E DI COOPE+A,IONE

Art. (, - Gestione dei servi#i in forma associata

1. .l Comune1 nel ris"etto e in esecu#ione delle dis"osi#ioni normative in materia di gestione associata1 ricerca e "romuove
forme di colla/ora#ione con gli altri enti locali e con gli enti istitu#ionali "er lo svolgimento1 in am/iti territoriali "iB idonei1 di
attivit) e di servi#i di Comune interesse1 con l3o/iettivo di conseguire la migliore efficien#a organi##ativa1 l3economicit) della
gestione e la "iena soddisfa#ione "er gli utenti.
2. +ossono essere gestite in forma associata anc2e fun#ioni amministrative1 attraverso la costitu#ione di uffici comuni c2e si
avvalgono di norma di "ersonale distaccato ed o"erano in luogo e "er conto degli enti aderenti.
3. .l Comune "u?1 altres91 delegare ad enti sovracomunali o a comuni contermini l3eserci#io di fun#ioni ed a sua volta riceverne
da 7uesti1 ove sia in grado di assicurare con risorse "ro"rie1 congiuntamente all3a""orto economico1 di "ersonale e di
attre##ature degli enti interessati1 un3efficiente eroga#ione dei servi#i.
4. . ra""orti tra gli enti1 le modalit) di organi##a#ione dei servi#i ed i criteri di ri"arti#ione degli oneri economici saranno
regolati da a""osita conven#ione.
!. +er l3eserci#io di servi#i a carattere im"renditoriale o di altra natura1 il Comune "u? "arteci"are a consor#i.
$. Delle conven#ioni e negli atti costitutivi degli organismi associativi di 7ualsiasi natura1 de//ono essere "revisti strumenti c2e
rendano effettiva la fun#ione di indiri##o e controllo degli enti aderenti.
&. -3a""rova#ione delle conven#ioni "er la gestione dei servi#i e gli atti costitutivi delle forme associative1 comun7ue
denominate1 > di com"eten#a del Consiglio comunale.

Art. (1 - Conven#ioni - 6nione e associa#ioni intercomunali

1. Al fine di assicurare lo svolgimento in modo coordinato di fun#ioni e servi#i determinati1 il Comune favorisce la sti"ula#ione
di conven#ioni con altri comuni e con altri enti locali.
2. -e conven#ioni di cui al "resente articolo "ossono "revedere anc2e la costitu#ione di uffici comuni1 c2e o"erano con
"ersonale distaccato dagli enti "arteci"anti1 ai 7uali affidare l3eserci#io delle fun#ioni "u//lic2e in luogo degli enti
"arteci"anti all3accordo1 ovvero la delega di fun#ioni da "arte degli enti "arteci"anti all3accordo a favore di uno di essi1 c2e
o"era in luogo e "er conto degli enti deleganti.
3. .n attua#ione dei "rinci"i della legge di riforma delle autonomie locali1 il Comune1 sussistendo le condi#ioni1 incentiva la
unione o associa#ioni intercomunali1 nelle forme1 con le modalit) e "er le finalit) "reviste dalla legge con l3o/iettivo di
migliorare le strutture "u//lic2e e reali##are "iB efficienti servi#i alla collettivit).

Art. (2 - Accordi di "rogramma

1. .l Comune si fa "arte attiva "er raggiungere accordi di "rogramma "er la defini#ione e l3attua#ione di o"ere1 di interventi o
di "rogrammi di intervento c2e ric2iedono1 "er la loro com"leta reali##a#ione1 l3a#ione integrata e coordinata di comuni1 di
"rovince e regioni1 di amministra#ioni statali e di altri soggetti "u//lici1 o comun7ue di due o "iB tra i soggetti "redetti.
2. Gli accordi di "rogramma sono disci"linati dalla legge.


TITO'O -III ( U))ICI E PE+SONA'E ( SEG+ETA+IO COMUNA'E

Capo I ( Organizzazione degli //ici e del personale

Art. (3 - Criteri generali in materia di organi##a#ione

1. .l Comune "rogramma con caden#a triennale il fa//isogno di "ersonale1 adeguando l3a""arato "roduttivo ai seguenti
"rinci"i@
a. accrescimento della fun#ionalit) e della ottimi##a#ione delle risorse "er il miglior fun#ionamento dei servi#i1
com"ati/ilmente con le dis"oni/ilit) finan#iarie e di /ilancioA
/. ridu#ione "rogrammata delle s"ese di "ersonale1 in "articolare "er nuove assun#ioni1 reali##a/ile anc2e mediante
l3incremento delle 7uote di "ersonale ad orario ridotto o con altre ti"ologie contrattuali flessi/iliA
c. com"ati/ilit) con "rocessi di riordino o di trasferimento di fun#ioni e com"eten#eA
d. attua#ione dei controlli interni.
2. -a "rogramma#ione di cui al "recedente comma > "ro"edeutica all3es"letamento di concorsi1 ai sensi del com/inato
dis"osto di cui all3art. 3!1 comma 41 del D.-gs. 3, mar#o 2,,11 n. 1$!1 e dell3art. (* del T.6. 1( agosto 2,,,1 n. 2$&.

Art. (4 - 0rdinamento degli uffici e dei servi#i

1. -3organi##a#ione generale dell3%nte e 7uella degli uffici e dei servi#i1 la dota#ione organica1 le "rocedure di assun#ione del
"ersonale1 le modalit) concorsuali ed i re7uisiti di accesso all3im"iego sono disci"linati in uno o "iB regolamenti1 in
conformit) alle dis"osi#ioni di legge1 dello Statuto e nel ris"etto delle norme dei contratti collettivi na#ionali di lavoro "er il
"ersonale degli enti locali.
2. . regolamenti di cui al "recedente comma1 sull3ordinamento degli uffici e dei servi#i1 sono adottati dalla Giunta comunale1
sulla scorta dei "rinci"i e dei criteri direttivi a""rovati dal Consiglio comunale.
3. Sono esclusi dalla com"eten#a normativa della Giunta gli istituti es"ressamente riservati "er legge al Consiglio o alla
contratta#ione collettiva na#ionale e decentrata e gli atti di gestione del "ersonale conseguenti all3a""lica#ione delle
dis"osi#ioni generali.
4. -3organi##a#ione degli uffici e dei servi#i > im"rontata a criteri di autonomia o"erativa1 fun#ionalit) ed economicit) di
gestione e ris"onde a "rinci"i di "rofessionalit) e res"onsa/ilit). -a struttura organi##ativa si articola in uffici e servi#i
aggregati1 secondo criteri di omogeneit)1 in aree "rogressivamente "iB am"i1 in modo da conseguire il coordinato eserci#io
di fun#ioni tra loro omogenee.
!. -a dota#ione organica e l3organigramma del "ersonale sono 7ualitativamente e 7uantitativamente dimensionati in rela#ione
alle esigen#e di eserci#io delle fun#ioni e dei servi#i gestiti dal Comune ed alle dis"oni/ilit) finan#iarie consolidate dell3ente.
$. .l regolamento sull3ordinamento degli uffici e gli altri regolamenti attinenti "er materia "revedono forme "er l3eserci#io del
controllo di gestione e definiscono le modalit) "er il conferimento degli incaric2i di dire#ione degli uffici e dei servi#i1 i criteri
di valuta#ione dei dirigenti e del "ersonale e le modalit) di revoca dell3incarico.
&. Degli stessi regolamenti sono altres9 "reviste forme di coordinamento dell3attivit) degli uffici1 nonc2: disci"linate la mo/ilit)
interna del "ersonale e la forma#ione "rofessionale1 "erseguendo l3o/iettivo di conseguire la "iena integra#ione e
com"lementarit) tra di vari settori di attivit) dell3ente.
(. .l Comune "rovvede alla determina#ione della "ro"ria dota#ione organica1 nonc2: all3organi##a#ione e gestione del
"ersonale1 nell3am/ito della "ro"ria autonomia normativa e organi##ativa1 con i soli limiti derivanti dalla "ro"ria ca"acit) di
/ilancio e dalle esigen#e di eserci#io delle fun#ioni1 dei servi#i e dei com"iti attri/uiti.
*. .l regolamento di cui al comma 1 disci"lina anc2e la co"ertura di "osti vacanti attingendo da graduatorie vigenti in altri enti
del com"arto ;%DT. -0CA-.=.

Art. (! - .ncaric2i ed indiri##i di gestione

1. Gli organi istitu#ionali dell3ente uniformano la "ro"ria attivit) al "rinci"io dell3attri/u#ione dei com"iti e delle res"onsa/ilit)
gestionali ai fun#ionari res"onsa/ili degli uffici e dei servi#i.
2. Sta/iliscono in atti "rovvedimenti formali1 anc2e sulla /ase delle "ro"oste degli stessi fun#ionari1 gli indiri##i e le direttive
generali e settoriali "er l3a#ione amministrativa e la gestione1 indicando le "riorit) di intervento1 i criteri e le modalit) "er
l3eserci#io delle attri/u#ioni.
3. .l Sindaco definisce e attri/uisce ai fun#ionari di adeguata 7ualifica e di congrua ca"acit) gli incaric2i di dire#ione degli uffici
e dei servi#i.
4. -a dire#ione degli 6ffici e dei servi#i "u? essere altres9 attri/uita al Segretario comunale o a Dirigenti e fun#ionari esterni1 in
assen#a di "rofessionalit) analog2e all3interno dell3%nte1 con le modalit) e nei limiti "revisti dalla legge e dal regolamento
sull3ordinamento degli uffici e dei servi#i.
!. Gli incaric2i di dire#ione degli 6ffici e dei servi#i 2anno durata tem"oranea e non "ossono su"erare 7uella del mandato
elettorale del Sindaco c2e li 2a conferiti e "ossono essere antici"atamente revocati nei casi "revisti dalla legge e dai
regolamenti dell3ente.
$. .l "rovvedimento di revoca > assunto "revio contraddittorio con il fun#ionario interessato1 secondo le modalit) sta/ilite dal
regolamento sull3ordinamento degli uffici e dei servi#i e nel ris"etto delle norme degli accordi collettivi di lavoro.
&. .l Comune "u? associarsi con altri enti locali "er l3eserci#io in Comune di fun#ioni amministrative o "er l3es"letamento dei
servi#i1 regolando con a""osita conven#ione i reci"roci ra""orti1 le modalit) di svolgimento delle attivit) gestite
unitariamente ed i com"iti del "ersonale im"iegato
(. Gli atti dei res"onsa/ili dei servi#i non sono soggetti ad avoca#ione1 riserva1 riforma o revoca da "arte del Sindaco.
*. .n caso di iner#ia o ritardo nella assun#ione di atti dovuti1 di com"eten#a degli stessi o degli organi gerarc2icamente
sovraordinati1 il Sindaco assegna ove "ossi/ile un termine "er l3adem"imento e nomina un commissario ;ad acta= ove
l3iner#ia "ermanga ulteriormente.
1,. %3 in ogni caso fatta salva l3eventuale ado#ione di "rovvedimenti san#ionatori nei confronti del fun#ionario inadem"iente1
come anc2e resta ferma la facolt) del Sindaco di revocare l3incarico di dire#ione ove ne ricorrano i "resu""osti.
11. Fermo restando 7uanto "revisto al comma "recedente1 il regolamento sull3ordinamento degli uffici e dei servi#i disci"lina le
ulteriori misure atte a conseguire efficacia all3a#ione amministrativa ed efficien#a nella gestione1 com"resi i rimedi nel caso
di caren#e im"uta/ili ai res"onsa/ili dei servi#i1 "er inefficien#a1 viola#ione delle direttive e degli atti di indiri##o o "er altra
causa.

Art. ($ - 0rgani##a#ione del "ersonale

1. .l "ersonale > in7uadrato secondo il sistema di classifica#ione del "ersonale "revisto dal contratto collettivo na#ionale di
lavoro e dall3ordinamento "rofessionale1 "erseguendo le finalit) del miglioramento della fun#ionalit) degli uffici1
dell3accrescimento dell3efficien#a ed efficacia dell3a#ione amministrativa e della gestione delle risorse1 e attraverso il
riconoscimento della "rofessionalit) e della 7ualit) delle "resta#ioni lavorative individuali.
2. Trova a""lica#ione la dinamica dei contratti di lavoro del com"arto degli enti locali.
3. Alle finalit) "reviste dal comma 1 sono correlati adeguati e organici interventi formativi1 sulla /ase di "rogrammi "luriennali.

Art. (& - Stato giuridico e trattamento economico del "ersonale

1. -o stato giuridico ed il trattamento economico del "ersonale di"endente del Comune sono disci"linati dai contratti collettivi
na#ionali di lavoro.

Art. (( - .ncaric2i esterni

1. -a co"ertura dei "osti di res"onsa/ile dei servi#i o degli uffici1 "u? avvenire mediante contratto a tem"o determinato di
diritto "u//lico o1 ecce#ionalmente e con deli/era#ione motivata1 di diritto "rivato1 fermi restando i re7uisiti ric2iesti "er la
7ualifica da rico"rire.

Capo II ( Segretario comnale ( +esponsabili //ici e servizi

Art. (* - Segretario comunale

1. .l Comune 2a un Segretario comunale con com"iti di colla/ora#ione1 consulen#a ed assisten#a nei confronti degli organi
dell3ente in ordine alla conformit) dell3a#ione amministrativa alle leggi1 allo Statuto ed ai regolamenti.
2. .l Segretario assicura il necessario su""orto giuridico1 amministrativo e di consulen#a organi##ativa alle decisioni degli organi
istitu#ionali1 con "areri scritti od orali1 e1 su ric2iesta1 attraverso l3a""osi#ione del visto di conformit) sui singoli atti.
3. .l Segretario "arteci"a con fun#ioni consultive1 referenti e di assisten#a alle riunioni del Consiglio e della Giunta e "rovvede
attraverso "ersona di "ro"ria fiducia alla stesura dei relativi ver/ali.
4. -e modalit) "er l3eserci#io di tali attri/u#ioni sono definite nei regolamenti di fun#ionamento degli organi dell3ente.
!. .l Segretario comunale sovrintende allo svolgimento delle fun#ioni dei res"onsa/ili degli uffici e dei servi#i e ne coordina
l3attivit)1 secondo le direttive im"artite dal Sindaco.
$. Al fine di assicurare unitariet) e com"lementarit) all3a#ione amministrativa nei vari settori di attivit)1 il Segretario in
"articolare definisce1 "revia consulta#ione dei res"onsa/ili degli uffici e d3intesa con l3Amministra#ione1 modalit) di
snellimento delle "rocedure amministrative ed adotta le conseguenti direttive o"erativeA formula "ro"oste su 7uestioni
organi##ative e gestionali di carattere generale e riferisce al Sindaco su ogni situa#ione di irregolarit)1 omissione o
disfun#ione1 "er l3ado#ione dei conseguenti "rovvedimenti.
&. .l Segretario adotta "rovvedimenti con rilevan#a esterna a valen#a intersettoriale.
(. .l Sindaco "u? affidare al Segretario la dire#ione di singoli settori della struttura organi##ativa dell3ente.
*. .l Segretario 2a la dire#ione com"lessiva della struttura o"erativa dell3ente secondo modalit) e direttive im"artite dal
Sindaco1 nel ris"etto dell3autonoma res"onsa/ilit) settoriale dei res"onsa/ili degli uffici e dei servi#i.
1,. 0ltre alle fun#ioni es"ressamente "reviste dalla legge e dallo Statuto1 "ossono essere assegnati al Segretario1 con
regolamento o con "rovvedimento del Sindaco1 com"iti s"ecifici o attri/u#ioni anc2e a carattere gestionale (es. "er
incom"ati/ilit)1 assen#a o im"edimento di un di"endente1 ove ci? si renda utile in rela#ione alle esigen#e organi##ative
dell3ente ed agli o/iettivi "rogrammatici dell3amministra#ione. .l Segretario "er l3eserci#io delle "ro"rie fun#ioni si avvale
della struttura1 dei servi#i e del "ersonale dell3%nte.
11. .l regolamento comunale sull3ordinamento generale degli uffici e dei servi#i1 nel ris"etto delle norme di legge1 disci"lina
l3eserci#io delle fun#ioni del Segretario comunale.
12. -o stato giuridico1 il trattamento economico e le fun#ioni del Segretario comunale sono disci"linati dalla legge e dai contratti
di categoria.

Art. *, - Gestione amministrativa

1. . di"endenti res"onsa/ili dei servi#i sono "re"osti1 secondo l3ordinamento dell3ente1 alla dire#ione degli uffici e dei servi#i e
sono res"onsa/ili della attua#ione dei "rogrammi a""rovati dagli organi istitu#ionali e della regolarit) formale e sostan#iale
dell3attivit) delle strutture c2e da essi di"endono.
2. A tal fine ai di"endenti res"onsa/ili dei servi#i sono riconosciuti "oteri di organi##a#ione1 amministra#ione e gestione del
"ersonale1 delle risorse finan#iarie e strumentali assegnate1 c2e esercitano nei limiti e secondo i criteri definiti negli atti
d3indiri##o.
3. Dell3am/ito dei servi#i cui sono "re"osti1 i di"endenti in "articolare@
a. assumono gli atti di gestione del "ersonale secondo le norme del CCD-1 "rovvedono all3es"letamento delle "rocedure
"er la sele#ione del "ersonale ed alle relative assun#ioni "reviste negli atti di "rogramma#ione o autori##ate dalla
Giunta1 alla sti"ula del contratto individuale di lavoro1 all3attri/u#ione del trattamento economico accessorio. Ganno
"oteri di ini#iativa "er l3a""lica#ione delle san#ioni disci"linari ed assumono direttamente i "rovvedimenti disci"linari
c2e "er legge od in /ase alle norme degli accordi collettivi di lavoro rientrano nella loro com"eten#aA
/. es"letano le "rocedure di a""alto dei lavori e di fornitura dei /eni e dei servi#i "revisti in atti fondamentali del Consiglio
o rientranti nella ordinaria gestione dei servi#i1 assumendo tutti gli atti necessari1 com"rese la determina#ione a
contrattare e la conseguente sti"ula dei contrattiA
c. curano il corretto svolgimento dei "rocedimenti attri/uiti all3ufficio e individuano i di"endenti res"onsa/ili
dell3istruttoria ed1 eventualmente1 dell3ado#ione del "rovvedimento finaleA
d. es"rimono i "areri di regolarit) tecnica e conta/ile1 ove "revisti1 sulle "ro"oste di deli/era#ioneA
e. assumono gli atti di gestione finan#iaria1 di ac7uisi#ione delle entrate rientranti nella com"eten#a dell3ufficio1 di s"esa e
li7uida#ione1 nei limiti e con le modalit) sta/iliti dai regolamenti1 dal +iano %secutivo di Gestione e dagli altri atti di
"rogramma#ione a""rovatiA
f. esercitano ogni altra attri/u#ione "revista dalla legge1 dallo Statuto od eventualmente conferita dal Sindaco.
4. Sono di com"eten#a dei di"endenti res"onsa/ili degli uffici gli atti costituenti manifesta#ione di giudi#io e di conoscen#a1 gli
atti ricognitori1 di valuta#ione1 d3intima#ione e di comunica#ione1 gli accertamenti tecnici1 le certifica#ioni e le legali##a#ioni1 i
ver/ali e le diffide.
!. Fermi restando i com"iti riservati es"ressamente dalla legge e dallo Statuto al Sindaco1 alla Giunta ed al Consiglio1 i
di"endenti res"onsa/ili dei servi#i nell3eserci#io delle loro attri/u#ioni assumono1 con le modalit) sta/ilite dai regolamenti e
secondo i criteri definiti negli atti di indiri##o1 "rovvedimenti aventi rilevan#a esterna1 com"ortanti accertamenti e
valuta#ioni anc2e di carattere discre#ionale.

Art. *1 - Autori##a#ioni1 concessioni e licen#e di com"eten#a dei dirigenti

1. 0ltre ai com"iti indicati al "recedente articolo1 s"ettano ai di"endenti res"onsa/ili dei servi#i nelle materie rientranti nei
servi#i di cui 2anno la dire#ione@
a. il rilascio di autori##a#ioni1 licen#e e concessioni1 c2e costituiscono esecu#ione di dis"osi#ioni di leggi1 di regolamenti e di
atti o attua#ione di strumenti di "ianifica#ione generali e "articolareggiatiA
/. l3a""lica#ione delle san#ioni amministrative "er la viola#ione delle leggi e dei regolamenti comunali1 anc2e in materia
edili#ia1 e l3ado#ione degli atti connessi1 antecedenti e susseguenti1 com"resi l3ingiun#ione di "agamento ed i
"rovvedimenti definitivi conseguenti alla valuta#ione di eventuali scritti difensivi.
2. -e attri/u#ioni del Sindaco nei servi#i di com"eten#a statale "ossono essere esercitate dai fun#ionari e dai di"endenti
dell3ente "er delega solo nei casi "revisti dalla legge.

Art. *2 - -e determina#ioni ed i decreti

1. Gli atti dei dirigenti e dei res"onsa/ili dei servi#i non diversamente disci"linati da altre dis"osi#ioni di legge1 dello Statuto o
dei regolamenti1 assumono la denomina#ione di ;determina#ioni= e sono regolati secondo le dis"osi#ioni del "resente
articolo.
2. Gli atti del Sindaco non diversamente disci"linati dalla legge assumono il nome di ;decreti=.
3. -e determina#ioni ed i decreti 2anno esecu#ione dal giorno stesso dell3ado#ione o1 nel caso in cui com"ortino s"esa1 dalla
data di a""osi#ione dell3attesta#ione di co"ertura finan#iaria.
4. A tal fine sono trasmessi all3ufficio com"etente e da 7uesto restituiti1 "revia registra#ione dell3im"egno conta/ile.
!. Sono "u//licati all3Al/o "retorio on line "er 7uindici giorni e de"ositati in co"ia "resso la segreteria comunale.
$. Tutti gli atti del Sindaco e dei dirigenti e dei res"onsa/ili dei servi#i sono numerati e classificati unitariamente1 con sistemi di
raccolta c2e ne individuano la cronologia1 la materia e l3ufficio di "rovenien#a.

Art. *3 - 'es"onsa/ili degli uffici e dei servi#i

1. %ssendo 7uesto Comune "rivo di "ersonale di 7ualifica dirigen#iale le fun#ioni di cui all3articolo 1,&1 commi 2 e 31 del T.6. 1(
agosto 2,,,1 n. 2$&1 fatta salva l3a""lica#ione dell3articolo *&1 comma 41 lettera d1 dello stesso T.6.1 sono attri/uite1 con
"rovvedimento motivato del Sindaco1 ai res"onsa/ili degli uffici o dei servi#i1 indi"endentemente dalla loro 7ualifica
fun#ionale.
2. S"ettano ai res"onsa/ili degli uffici e dei servi#i tutti i com"iti1 com"resa l3ado#ione degli atti e "rovvedimenti amministrativi
c2e im"egnano l3amministra#ione verso l3esterno1 non ricom"resi es"ressamente dalla legge o dal "resente Statuto tra le
fun#ioni di indiri##o e controllo "olitico-amministrativo degli organi di governo del Comune o non rientranti tra le fun#ioni
del Segretario di cui all3articoli *& del T.6. 1( agosto 2,,,1 n. 2$&.
3. Sono attri/uiti ai res"onsa/ili degli uffici e dei servi#i tutti i com"iti di attua#ione degli o/iettivi e dei "rogrammi definiti con
gli atti di indiri##o adottati dai medesimi organi1 tra i 7uali in "articolare1 secondo le modalit) sta/ilite dal "resente Statuto o
dai regolamenti comunali@
a. la "residen#a delle commissioni di gara e di concorsoA
/. la res"onsa/ilit) delle "rocedure d3a""alto e di concorsoA
c. la sti"ula#ione dei contrattiA
d. gli atti di gestione finan#iaria1 ivi com"resa l3assun#ione di im"egni di s"esaA
e. gli atti di amministra#ione e gestione del "ersonaleA
f. i "rovvedimenti di autori##a#ione1 concessione o analog2i1 il cui rilascio "resu""onga accertamenti e valuta#ioni1 anc2e
di natura discre#ionale1 nel ris"etto di criteri "redeterminati dalla legge1 dai regolamenti1 da atti generali di indiri##o1 ivi
com"rese le autori##a#ioni e le concessioni edili#ieA
g. tutti i "rovvedimenti di sos"ensione dei lavori1 a//attimento e ridu#ione in "ristino di com"eten#a comunale1 nonc2: i
"oteri di vigilan#a edili#ia e di irroga#ione delle san#ioni amministrative "reviste dalla vigente legisla#ione statale e
regionale in materia di "reven#ione e re"ressione dell3a/usivismo edili#io e "aesaggistico-am/ientaleA
2. le attesta#ioni1 certifica#ioni1 comunica#ioni1 diffide1 ver/ali1 autentica#ioni1 legali##a#ioni ed ogni altro atto costituente
manifesta#ione di giudi#io e di conoscen#aA
i. gli atti ad essi attri/uiti dallo Statuto e dai regolamenti o1 in /ase a 7uesti1 delegati dal SindacoA
J. l3ado#ione di tutte le ordinan#e1 con esclusione di 7uelle di cui all3art. !,1 comma ! e all3art. !4 del T.6. 1( agosto 2,,,1
n. 2$& o riservate dalle leggi s"eciali al SindacoA
K. l3emissione di "rovvedimenti in materia di occu"a#ione d3urgen#a e di es"ro"ria#ioni c2e la legge genericamente
assegna alla com"eten#a del ComuneA
l. l3attri/u#ione1 a di"endenti comunali aventi ra""orto di lavoro a tem"o indeterminato1 "ieno o "ar#iale1 della 7ualifica
di Lmesso comunaleM autori##ato a notificare gli atti del Comune e anc2e di altre amministra#ioni "u//lic2e1 "er i 7uali
non siano "rescritte s"eciali formalit). +er esigen#e straordinarie la detta fun#ione "otr) essere attri/uita a di"endenti
regolarmente assunti a tem"o determinato.
4. . res"onsa/ili degli uffici e dei servi#i sono direttamente res"onsa/ili1 in via esclusiva1 in rela#ione agli o/iettivi dell3ente1
della corrette##a amministrativa1 dell3efficien#a e dei risultati della gestione.
!. .l Sindaco non "u? revocare1 riformare1 riservare o avocare a s: o altrimenti adottare "rovvedimenti o atti di com"eten#a
dei res"onsa/ili degli uffici e dei servi#i. .n caso di iner#ia o ritardo1 il Sindaco "u? fissare un termine "erentorio entro il
7uale il res"onsa/ile deve adottare gli atti o i "rovvedimenti. Eualora l3iner#ia "ermanga1 il Sindaco "u? attri/uire1 con
"rovvedimento motivato1 la com"eten#a al Segretario comunale o ad altro di"endente1 dando noti#ia del "rovvedimento al
Consiglio comunale nella "rima seduta utile.

Art. *4 - 6fficio di su""orto agli organi di dire#ione "olitica

1. -a Giunta comunale "u? dis"orre la costitu#ione di un ufficio "osto alla diretta di"enden#a del Sindaco1 della Giunta o degli
Assessori1 "er l3eserci#io delle fun#ioni di indiri##o e di controllo loro attri/uite dalla legge.
2. . colla/oratori inseriti in detto ufficio1 se di"endenti da una "u//lica amministra#ione1 sono collocati in as"ettativa sen#a
assegni. Con "rovvedimento motivato della Giunta1 al detto "ersonale1 il trattamento economico accessorio "revisto dai
contratti collettivi "u? essere sostituito da un unico emolumento com"rensivo dei com"ensi "er il lavoro straordinario1 "er
la "roduttivit) collettiva e "er la 7ualit) della "resta#ione individuale.

Art. *! - 4essi notificatori

1. .l Comune 2a uno o "iB messi nominati dal Sindaco fra il "ersonale di"endente secondo i criteri e le modalit) "revisti dal
regolamento sull3ordinamento degli uffici e dei servi#i. .l "rovvedimento di nomina > comunicato1 "er conoscen#a1 al
"refetto.
2. . messi notificano gli atti dell3amministra#ione comunale "er i 7uali non siano "rescritte s"eciali formalit). +ossono altres9
notificare atti nell3interesse di altre amministra#ioni "u//lic2e c2e ne facciano ric2iesta1 "urc2: siano rim/orsati i costi.
Sono fatte salve1 in ogni caso1 s"ecific2e com"eten#e "reviste da a""osite norme di legge.
3. . referti dei messi fanno fede fino a "rova di falso.

Art. *$ - 'a""resentan#a del Comune in giudi#io

1. .n tutti i gradi di giudi#io1 sia come attore c2e come convenuto1 "revia deli/era#ione di autori##a#ione a stare in giudi#io
adottata dalla Giunta comunale1 il Comune si costituisce mediante il Sindaco1 nella sua 7ualit) di legale ra""resentante
dell3ente1 o suo delegato.


TITO'O I1 ( DISPOSI,IONI )INA'I

Art. *& - 5iola#ione delle norme regolamentari

1. .n rela#ione al dis"osto dell3art. &-/is1 comma 11 del T.6. 1( agosto 2,,,1 n. 2$&1 aggiunto dall3art. 1$ della legge 1$ giungo
2,,31 n. 3 e successive modifica#ioni1 "er la viola#ione di ciascuna dis"osi#ione regolamentare la san#ione amministrativa
"ecuniaria da a""licare > graduata tra 2! e !,, euro1 in corris"onden#a di ciascun articolo1 tenuto conto del valore dei vari
interessi "u//lici violati.

Art. *( - 5iola#ione alle ordinan#e del Sindaco

1. .n rela#ione al dis"osto del T.6. n. 2$&C2,,,1 art. &-/is1 aggiunto dall3art. 1$ della legge 1$ giugno 2,,31 n. 31 comma 1-/is1
inserito dall3art. 1-7uater1 comma !1 del D.-. 31 mar#o 2,,31 n. !,1 "er la viola#ione alle ordinan#e del Sindaco la san#ione
amministrativa "ecuniaria da a""licare > graduata tra 2! e !,, euro1 in corris"onden#a di ciascuna dis"osi#ione1 tenuto
conto del valore dei vari interessi "u//lici violati.

Art. ** - 5iola#ione alle ordinan#e dei res"onsa/ili dei servi#i

1. -e ordinan#e dei res"onsa/ili dei servi#i1 c2e 2anno carattere gestionale1 de//ono sem"re trovare origine e fare riferimento
a leggi e norme regolamentari.
2. Tutte le ordinan#e dei res"onsa/ili dei servi#i de//ono indicare la san#ione amministrativa "ecuniaria e gli estremi del
"rovvedimento con il 7uale la detta san#ione > stata determinata.

Art. 1,, - 5iola#ione alle norme di legge - San#ioni

1. .n tutti i casi in cui norme di legge demandano al Sindaco ovvero genericamente al Comune nel 7uale le viola#ioni sono state
commesse1 la com"eten#a "er la irroga#ione della san#ione1 con conseguente s"ettan#a al Comune stesso dei relativi
"roventi1 il Segretario comunale1 designa1 con riferimento alla singola norma1 il res"onsa/ile del servi#io cui sono attri/uite
tutte le com"eten#e in ca"o al Sindaco o1 genericamente1 al Comune.

Art. 1,1 - 4odific2e dello Statuto

1. -e modific2e dello Statuto sono deli/erate dal Consiglio comunale con il voto favorevole dei due ter#i dei Consiglieri
assegnati. Eualora tale maggioran#a non venga raggiunta1 la vota#ione > ri"etuta in successive sedute da tenersi entro
trenta giorni e le modific2e sono a""rovate se la relativa deli/era#ione ottiene1 "er due volte1 il voto favorevole della
maggioran#a assoluta dei Consiglieri assegnati.
2. Della stessa seduta "u? avere luogo una sola vota#ione.
3. -3entrata in vigore di nuove leggi c2e enunciano "rinci"i c2e costituiscono limiti inderoga/ili "er l3autonomia normativa dei
comuni1 a/roga le norme statutarie con esse incom"ati/ili. .l Consiglio comunale adegua lo Statuto entro centoventi giorni
dalla data di entrata in vigore delle leggi suddette.
4. -e "ro"oste di a/roga#ione totale o "ar#iale sono accom"agnate dalla "ro"osta di deli/era#ione di un nuovo Statuto o di
nuove norme.

Art. 1,2 - 0rgani collegiali - Com"uto della maggioran#a ric2iesta

1. Euando "er la validit) della seduta degli organi collegiali > ric2iesta la "resen#a di un numero minimo di com"onenti1 nel
caso 7uesto numero assommi a una cifra decimale1 se non diversamente "revisto1 si "rocede all3arrotondamento
aritmetico.
2. -a disci"lina del "recedente comma 1 trova a""lica#ione anc2e "er determinare la maggioran#a ric2iesta "er le vota#ioni
degli organi collegiali.

Art. 1,3 - A/roga#ioni

1. .l "resente Statuto comunale sostituisce a tutti gli effetti di legge il "recedente a""rovato.
2. -e dis"osi#ioni contenute nei regolamenti comunali vigenti1 incom"ati/ili con le norme del "resente Statuto1 sono a/rogate.
3. %ntro sei mesi dall3entrata in vigore del "resente Statuto a tutti i regolamenti comunali vigenti sono a""ortate le necessarie
varia#ioni.

Art. 1,4 - %ntrata in vigore

1. .l "resente Statuto@
a. "u//licato nel /ollettino ufficiale della 'egioneA
/. affisso all3al/o "retorio del Comune "er trenta giorni consecutiviA
c. inviato al ministero dell3interno "er essere inserito nella raccolta ufficiale degli statutiA
entra in vigore decorsi 3, giorni dalla sua "u//lica#ione all3al/o "retorio on line.

















A--%GAT0 A - 8o##etto dello stemma e descri#ione (Art. 4


ST%44A@ di a##urro1 al castello d<oro1 murato di nero1 di tre torri1 la
torre centrale "iB alta e "iB larga1 merlato alla guelfa1 la torre
centrale di cin7ue1 le laterali ognuna di 7uattro1 il fastigio "rivo di
merli1 esso castello finestrato di nero con due finestrelle
7uadrangolari "oste una a destra l<altra a sinistra della "orta1 dello
stesso1 accom"agnato in ca"o dalle c2iavi decussate1 con gli ingegni
all<insB1 la c2iave in /anda1 d<oro1 attraversante la c2iave in s/arra1
d<argento. Sotto lo scudo1 su lista /ifida e svola##ante d<a##urro1 il
motto1 in lettere maiuscole di nero@ F%'AN %T F%'0N. 0rnamenti
esteriori da Comune.







A--%GAT0 8 - 8o##etto del gonfalone e descri#ione (Art. 4



G0DFA-0D%@ dra""o di /ianco con la /ordatura di a##urro1
riccamente ornato di ricami d3argento e caricato dallo stemma so"ra
descritto con la iscri#ione centrata in argento1 recante la
denomina#ione del Comune. -e "arti di metallo ed i cordoni saranno
argentati. -3asta verticale sar) rico"erta di velluto dei colori del
dra""o1 alternati1 con /ullette argentate "oste a s"irale. Della
freccia sar) ra""resentato lo stemma del Comune e sul gam/o inciso
il nome. Cravatta con nastri tricolorati dai colori na#ionali frangiati
d3argento.