Sei sulla pagina 1di 42

PORTFOLIO

Paola Intini
Mail paolaintini.info@gmail.com
Telefono +39 348 0621689
Politecnico di Bari, Facolt di Architettura
CdL in Disegno Industriale
Laboratorio di Disegno Industriale 1 | I
A.A. 2008_2009
1_CLOUD
Progetto di un bollitore in acciaio dalla forma giocosa e
ironica. Il manico molto alto consente una corretta presa
delloggetto, proteggendo lutente durante luso.
60 mm
115mm
75 mm
100 mm
Prospetto Frontale Prospetto Laterale
1_CLOUD
\
Politecnico di Bari, Facolt di Architettura
CdL in Disegno Industriale
Laboratorio di Arredamento 1 | I
A.A. 2008_2009
2_GHOST
Progetto di una seduta per esterni in midollino. La
poltroncina costituita da una struttura interna
portante, rivestita interamente in midollino.
Prospetto Frontale Prospetto Laterale
2_GHOST
500 mm
800 mm
600 mm
400 mm
Politecnico di Bari, Facolt di Architettura
CdL in Disegno Industriale
Laboratorio di Disegno Industriale 2 | I
A.A. 2008_2009
3_FRANCO
Progetto di una rubinetteria per lambiente bagno. La
famiglia di rubinetti caratterizzata dallimmagine
preponderante del cerchio; utilizzando questa forma
archetipa il design dei rubinetti risulta accattivante e
dimpatto.
I vincoli di progetto sono declinati in maniera coerente
per ciscuno elemento della famiglia di rubinetti.
Il rubinetto del lavandino quello che maggiormente
lascia leggere limmagine del cerchio.
Caratteristici risultano essere i miscelatori che si
avvolgono attorno ad un elemento cilindrico lasciando
immaginare allutenza la gestualit derivante dal loro
uso.
3_FRANCO
Politecnico di Bari, Facolt di Architettura
CdL in Disegno Industriale
Laboratorio di Arredamento 1 | II
A.A. 2009_2010
4_SCALA
Progetto di una scala in legno per un ambiente
prestabilito.
Fronte Retro
4_SCALA
La scala composta da una serie di montanti
modulari, dalla pianta ad elle. Le pedate sono inserite
direttamente nei montanti, consentendo la stabilit
del sistema. Limmagine che ne deriva visivamente
frammentata, creando un fltro visivo tra lambiente a
piano terra e quello al piano superiore.
Politecnico di Bari, Facolt di Architettura
CdL in Disegno Industriale
Laboratorio di Disegno Industriale 1 | II
A.A. 2009_2010
5_SHADE
Progetto di un apparecchio luminoso per esterni.
Il sistema di illuminazione progettato una lampada
da esterni ad illuminazione indiretta, lapparecchio
luminoso alloggiato allestremit del palo, e indirizza
il fascio luminoso verso il corpo rifettente esterno,
che ne smorza lintensit, evitando labbagliamento
dellutenza stradale.
Politecnico di Bari, Facolt di Architettura
CdL in Disegno Industriale
Laboratorio di Progettazione Grafca 1 | II
A.A. 2009_2010
con Leonardo Traversa e Letizia Cannerozzi
6_CASA EDITRICE KNG
Progetto di una casa editrice, KNG. Lesercizio di
progettazione prevedeva di progettare una casa
editrice, proponendo soluzioni per una collana di
Romanzi, di Saggi e di Fiabe. Nello specifco mi sono
occupata della collana di Fiabe.
La casa editrice KNG rifette sullidea che il libro debba
essere unesperienza soggetiva; il lettore una volta a
contatto con loggetto libro non deve vedersi indirizzato
verso un immaginario precostituito, chiuso e fnito, deve
piuttosto avere la possibilit di far diventare reale il suo
immaginario personale.
Sfogliare un libro KNG fgurer per il lettore loccasione
di vivere a trecentosessanta gradi lesperienza della
lettura, in quanto leggere sar per lui come trasporre su
un oggetto fsico la propria immaginazione.
Lo stencil, posto sulla copertina, ferita che permette
di sbirciare nelle viscere del libro, oltrepassando le
corruzioni e le delizie della stessa (Farsi un libro,
Bandinelli).
Posto su altri supporti lascia liberi di leggere in maniera
personale linformazione: il concetto non solo quello
posto su carta diventa piuttosto quello che locchio e
la mente vogliono percepire. In qualsiasi momento e
luogo, a seconda delle mani di chi aferra il manufatto,
la lettura avr sempre un sapore e livelli di signifcato
diferenti.
Un altro elemento fondamentale che riesce a rendere
immediatamente riconoscibile la frma di KNG e la
sua flosofa la presenza di pittogrammi anchessi
stencilabili in quarta.
Pittogrammi
Applicazioni
con Leonardo Traversa e Letizia Cannerozzi
6_CASA EDITRICE KNG
Copertine
Fiabe
Politecnico di Bari, Facolt di Architettura
CdL in Disegno Industriale
Laboratorio di Sintesi Finale in Arredamento
A.A. 2010_2011
7_COMPARTMENT SOFA
Progetto di un sistema di imbottiti componibile.
7_COMPARTMENT SOFA
Parlare della progettazione di un mobile imbottito
vuol dire parlare della progettazione del comfort, che
questo oggetto potr ofrire al suo fruitore.
Limbottito in quanto tale ha origini antiche, sin dai
primi modelli, infatti, ci si pose come problematica di
base quella della seduta multipla. Due erano le linee
percorribili, quella della Dilatazione della singola
seduta, o quella della Ripetizione di parti pi piccole
della stessa. La progettazione del compartment.sofa,
ha cercato di risolvere la problematica della seduta
multipla con la sommatoria di elementi singoli, i
moduli.
Sono stati individuati sette moduli, dei quali possibile
distinguere tre coppie e un modulo pouf. Le tre coppie
hanno tre diferenti altezze per lo schienale ed ogni
coppia caratterizzata da una specifca posizione del
vano contenitore.
Politecnico di Milano, Scuola del Design
CdLM in Design del Prodotto per lInnovazione
Laboratorio di Concept
A.A. 2011_2012
8_FENOMENO
Progetto di una radio.
8_FENOMENO
Lesercizio di progettazione prevedeva lo sviluppo di un
progetto a partire da un concetto astratto, nello specifco
il concetto di partenza era quello di distruzione delle
leggi della semplicit.
Partendo dal presupposto che un esempio di semplicit
nel design il rapporto tra la forma e la funzione,
si pensato di distruggere proprio questo rapporto,
attribuendo ad una forma archetipa una funzione
estranea.
Si ottenuto cos un simpatico gioco di design,
che potrebbe avere una sua valenza progettuale
ampliando il progetto, creando una famiglia di oggetti
confomri alla regola di distruzione scelta.
Politecnico di Milano, Scuola del Design
CdLM in Design del Prodotto per lInnovazione
Laboratorio di Sviluppo Prodotto
A.A. 2011_2012
8_BOKILAMP
Progetto di una lampada decorativa per interni.
Bokilamp una lampada realizzata in acrlico tagliato
laser. I vincoli di progetto prevedevano la relizzazione
di una lampada decorativa di cui si avesse una
coscenza completa delle possibilit produttive.
Dellelaborato stato, infatti, prodotto anche un
prototipo reale.
Caratteristica della Bokilamp la possibilit di chiudere
e aprire gli elementi lamellari che la compongono
consentendo un maggiore o minore fltraggio del fascio
luminoso.
con Elena Villa
8_BOKILAMP
con Elena Villa
Politecnico di Milano, Scuola del Design
CdLM in Design del Prodotto per lInnovazione
Laboratorio di Sviluppo Prodotto
A.A. 2011_2012
9_BILANSOLA
Progetto di una bilancia da cucina meccanica.
con Elena Villa
9_BILANSOLA
con Elena Villa
Il concept proposto riguarda una bilancia con
meccanismo rotatorio a molla opportunamente
mwodifcato, integrata ad un elemento di supporto
per piccoli strumenti domestici, come ad esempio
contenitori, da inserire nel contesto cucina.
Si potrebbe parlare quindi di una sorta di mensola con
bilancia integrata, che svolge cos sia la funzione di
pesa sia quella di supporto di alcuni elementi utili alle
azioni previste nellambito domestico e di preparazione
dei cibi.
Politecnico di Milano, Scuola del Design
CdLM in Design del Prodotto per lInnovazione
Laboratorio di Sviluppo Prodotto
A.A. 2011_2012
10_BANCARELLA
Progetto di un sistema di sostegno per i mercati rionali.
con Elena Villa e Adriana Amato
10_BANCARELLA
con Elena Villa e Adriana Amato
Il concept proposto quello di una struttura smontabile
per il sostegno della merce per mercati ambulanti,
la quale pensata per essere leggera, rapidamente
confgurabile e riponibile. Quindi pratica nel suo uso e
duratura nel tempo.
Il concept stato pensato come una struttura che
permetta la visione della merce in vendita in maniera
ottimale grazie allinclinazione del piano vendita e che
fornisca un supporto per altri elementi che vengono
utilizzati, come ad esempio una bilancia o una cassa/
registratore. Questo elemento indipendente dalla
struttura principale, quindi eventualmente amovibile.
I moduli sono principalmente di tre tipi:
la spalla laterale (x2), il sostegno per il
piano (x2) ed una sede per le cassette (x3).
Questei llustrazioni
mostrano le fasi di
montaggio della
bancarella.
Politecnico di Milano, Scuola del Design
CdLM in Design del Prodotto per lInnovazione
Laboratorio di Sintesi Finale
A.A. 2012_2013
11_KONSUO
Progetto di una postazione musicale per musicisti senior.
con Elena Villa e Noemi Taormina
Il concept proposto una postazione musicale dedicata
ad un utente senior con una grande passione per la
musica.
Il nostro utente ama inoltre condividere questa sua
passione con i nipoti, quindi questa postazione
pensata proprio per questo bisogno.
Una postazione per musicisti senior, pensata
pi alta di una normale seduta e dotata degli
elementi indispensabili per lattivit specifca di
suonare. Amplifcatore e strumento a corda sono
collegati via wireless tra di loro e comunicano
attraverso uninterfaccia gestita da Feltrinelli.
11_KONSUO
con Elena Villa e Noemi Taormina
Questo elemento
un piccolo vano
amplifcatore. Nella parte
superiore ospitai una
cassa ed una barra dalla
quale possibile regolare
gli efetti necessari allo
strumento da amplifcare.
Questo la postazione
musicale, composta da
una seduta, progettata
pi alta rispetto al
normale, per venire
incontro sia allesigenze
dellutente senior che di
qualsiasi musicista, che
preferisce una seduta pi
alta.
Questo un piccolo
pouf estraibile, dotato
di maniglia, che
consentir al nipotino di
interfacciarsi in maniera
quanto pi diretta con il
suo nonnino.
1 2 3
1
2
3
Politecnico di Milano, Scuola del Design
CdLM in Design del Prodotto per lInnovazione
Laboratorio di Sintesi Finale
A.A. 2012_2013
12_FAGOTTO
Progetto di un vaso decorativo.
con Elena Villa e Noemi Taormina
Fagotto un vaso da fori alternativo, si infatti deciso
di associare limmaginario tessile a quello dei classici
vasi da fori.
pensato per essere adatto sia per ambienti interni che
esterni, ed proposto in varie misure, dando grande
fessibilit al sistema di vasi.
progettto con una tecnologia specifca per il
drenaggio della acqua. Il sistema perci composto
da due strati di materiale, uno esterno in tessuto
impermeabile e uno interno in cui sono contenuti dei
grani di argilla che consentano il giusto ristagno di
liquidi.
Politecnico di Milano, Scuola del Design
CdLM in Design del Prodotto per lInnovazione
Laboratorio di Sintesi Finale
A.A. 2012_2013
13_WAITING FOR
Progetto di un vaso decorativo.
con Elena Villa e Noemi Taormina
Waiting for un vaso da fori concepito per essere
un gadget per le donne incinta, il vaso vuole infatti
accompagnare lattesa dei 9 mesi attraverso la sua
stessa crescita.
progettato, infatti, per accogliere quantit maggiori
di terriccio ogni mese accompagnando lo sviluppo della
pianta.
La struttura del vaso comprende delle fasce elastiche in
neoprene che garantiscono la mobilit del sistema.
Politecnico di Milano, Scuola del Design
CdLM in Design del Prodotto per lInnovazione
Laboratorio di Sintesi Finale
A.A. 2012_2013
14_ALREADY LOVES MUSIC
Progetto di un case per ipad e di un app musicale, per i
bambini dai 3 ai 5 anni.
Il concept composto da due elementi, uno fsico ed uno
virtuale, quello fsico un case per ipad a prova di bambino,
mentre quello virtuale unapp musicale.
Il case cerca di cammufarsi tra i giochi del bambino,
attraverso la sua forma e la sua morbidezza accoglie lipad
inglobandolo nel suo mondo magico frutto della sua fantasia.
Sempre nel tentativo di fornire nuovi strumenti per eprimersi
in maniera personale e svincolata da logiche realistiche al
bambino oferto un ulteriore gioco, un piccolo xilofono .La
app propone un training musicale al bambino con lausilio di
particolari attivit ludiche. Le sessioni di gioco proposte basano
le loro regole sulla Music Learning Theory ed hanno perci
lintento di fare del piccolo utente un piccolo amante della
musica.
14_ALREADY LOVES MUSIC
esce dal gioco
attiva lanimazione dei
personaggi
da informazioni riguardo
lapp
disattiva laudio
Already Music
Eccellente!!
2
1
1 2
3 4
Il gattino propone un gioco basato sui pattern musicali, ogni
uccellino posato sul traliccio rappresenta un pattern musicale.
Il loro canto in sequenza crea delle composizioni di pattern
musicali(secondo leggi armoniche) che il bambino deve
riprodurre per completare il gioco.
Aumentando il livello di difcolt, aumenta il numero di
pattern da comporre.
Gli uccellini propongono un gioco basato sul ritmo, il bambino
deve seguire il ritmo del loro ballo, attraverso lausilio di alcuni
strumenti ritmici come le maracas e il tamburo. Aumentando
il livello di difcolt aumenta il ritmo del ballo degli uccellini
e aumentano il numero di strumenti che il bambino pu
utilizzare.
La bambina propone un gioco di composizione musicale,
scorrono aullo schermo dei fori, il bambino deve toccarli a
mano mano che si presentano, per comporre una melodia.
2
1
Politecnico di Milano, Scuola del Design
CdLM in Design del Prodotto per lInnovazione
Cad 3D
A.A. 2011_2012
15_CARLA
Progetto di una cucina componibile.
Confgurazione ad Isola
con Adriana Amato
15_CARLA
con Adriana Amato
Confgurazione a Parete
Concorso XYZ Design
Kick start Competition Design 2012 16_TOO BELL
Progetto di un sistema guardaroba.
con Elena Villa e Adriana Amato
TooBell un sistema guardaroba pensato per
nuovi spazi abitativi, in cui si vuole abbandonare
lidea degli abiti chiusi nella cabina armadio,
integrando questultima con lambiente.
Pensando a come alleggerire la cabina
armadio, per farla quasi scomparire nella
stanza, siamo arrivate a pensare al concetto di
trasparenza, concetto che abbiamo poi cercato di
concretizzare in tooBell, scegliendo di sfruttare la
tecnologia della piegatura del tubolare metallico.
Questultimo, oltre a svolgere la funzione di
sostegno, conferisce senso alloggetto: lo
sviluppo del tubolare nello spazio diventa un puro
segno grafco che sorregge e lega insieme gli
elementi di cui composto tooBell.
Il sistema integra quattro elementi, di cui tre
in legno (MDF) una panca dotata di vano
contenitore, una cassettiera con antine ed
una piccola scafalatura ed uno ottenuto dal
medesimo tubolare metallico, che funge da
appendiabiti.
Complessivamente il sistema raggiunge
unaltezza di 180 cm ed una larghezza di 200 cm.
Concorso Cristal Plant
Cristal Plant Design Competition 2013 17_Mr. LINE
Progetto ambIente bagno settore Contract.
con Leonardo Traversa
17_Mr. LINE
con Leonardo Traversa
Elemento Lavabo
Accessori e Contenitori
Mensola
Struttura Portante
La struttura progettata come un insieme di elementi lineari
curvi, lunione di questi elementi permette a tutti gli altri
elementi del sistema di incastrarsi a pettine nella struttura.
Politecnico di Milano
Workshop Universitario
A.A. 2012-2013
18_Fit Sharing
Progetto di una postazione ftness per un servizio di
palestra difusa
con Noemi Taormina ed Elena Villa
Il nostro concept si propone come una postazione
ftness difusa sul territorio. La postazione pensata
per loutdoor, perci ha le caratteristiche dellarredo
urbano. Sar collocata nel verde pubblico, nei parchi
nei giardini, dove ora pi che mai si tende a fare
attivit fsica, sia per motivi economici che culturali.
Proponiamo perci un modo nuovo e controllato di
allenarsi allaperto, dove che la persona pi pigra trova
il sostegno del Personal Trainer ideale: il suo migliore
amico.
18_Fit Sharing
con Noemi Taormina ed Elena Villa
balance
elastici
barra
cintura
base
fune
Pedana per esercizi di equilibrio,
funge anche da chiusura del sistema.
Di tre diverse tenacit e misure,
per esercizi di trazione degli arti
superiori.
Regolabile e collegabile agli elastici,
per eseguire esercizi di trazione.
Contenitore di tutti gli elementi
e vano per riporre i propri efetti
durante lallenamento, la sua
funzione anche quella di
vincolare al luogo lesercizio.
Agganciabile alla base con un
moschettone, pensata per esercizi
aerobici cardio e per arti inferiori.
app
Da cui possibile accedere ai
contenuti QR applicati sugli
attrezzi ed ai video sul loro
utilizzo
Politecnico di Milano
Tesi Magistrale
A.A. 2012-2013
19_tap-tap-ZOO
Progetto di una collezione di giocattoli musicali per
bambini da 0 a 3 anni
Tap-Tap-Zoo una collezione di giocattoli musicali
in legno costituita da un set di quattro simpatici
animaletti, a cui sono correlati tre play-set.
19_tap-tap-ZOO
I personaggi
Per la collezione si scelto di individuare quattro
animaletti, che potessero ispirare tenerezza nei piccoli
utenti: un simpatico pinguino, un gattino, un orsetto e
un coniglio.
Degli specifci elementi in stofa sono applicati alla
forma base dellovetto, per caratterizzare i singoli
animaletti. Questi elementi sono diversi per ogni
personaggio, alcuni oltre che avere la funzione di
caratterizzare il singolo animaletto, hanno anche una
funzione sonora, per la maggior parte dei casi
si tratta di piccoli squeezer, ma nel caso del gattino ad
esempio c anche un piccolo sonaglio.
19_tap-tap-ZOO
Playset Pinguini
La piattaforma di gioco, infatti, si comporta come
una bilancia, riconosce il peso dei singoli pinguini, e
a seconda del peso rilevato produce dei suoni. Nello
specifco i singoli pinguini rappresentano dei pattern
musicali10, ovvero le cellule base del linguaggio
musicale, secondo Gordon. La piattaforma-bilancia
riconosce le giuste combinazioni di pattern musicali,
producendo melodie cantate, armonicamente corrette.
Il playset dei pinguini ha come personaggi di
riferimento, per lappunto, i pinguini. Per poter svolgere
lattivit sono necessari sei pinguini e la piattaforma
di gioco. I sei pinguini oltre che caratterizzarsi per
essere in grado di produrre in maniera meccanica
sei tintinii diferenti, a seconda dello spessore della
piastrina metallica posta sulla sommit del loro corpo,
si distinguono luno dallaltro per il loro peso.
19_tap-tap-ZOO
Playset orsetti
Il playset degli orsetti non propriamente un playset,
in quanto non prevede una vera e propria attivit
ludica, si tratta piuttosto di un carillon. La componente
tecnologica risulta molto pi bassa, rispetto al playset
precedente, piuttosto che di componente elettronica,
in questo caso si pu parlare di una componente
meccanica. Il carillon accoglie al suo interno tre
meccanismi musicali, ciascuno dei quali riproduce una
linea melodica specifca.
La prima linea melodica quella della melodia vera
e propria, le altre due linee melodiche, invece, sono
di accompagnamento. Quando la mamma mette in
funzione il carillon pu scegliere di far partire le tre
linee melodiche contemporaneamente oppure di
mandarle una per volta.
Quando tutte e tre le linee sono riprodotte il piccolo
utente vive una vera propria esperienza di armonia
musicale, accompagnata dal balletto degli
orsetti basculanti.
19_tap-tap-ZOO
Playset gattiini
interruttore, posizionandosi sulle carrozze chiudono il
circuito attivandolo, consentendogli cos la ripoduzione
delle melodie.
Le melodie che il playset in grado di riprodurre sono
sei e si ottengono dalla combinazione di tre suoni. I tre
suoni appartengono alla Scala Pentatonica di DO13 e
sono le note: DO, SOL e LA. Ogni gattino rappresenta
una di queste note e il suo posizionarsi sulla prima,
piuttosto che sullultima carrozza del trenino, d origine
ad una delle combinazioni musicali.
Il bambino decide come distribuire i personaggi sulle
carrozze del treno, scegliendo di conseguenza le
melodie da riprodurre. Ognuna di queste costituisce
uno spunto melodico facilmente comprensibile
e imitabile dal piccolo utente, permettendogli di
esercitarsi nel linguaggio musicale.
Il playset dei gattini un simpatico trenino, composto
da una motrice e tre carrozze che accolgono i tre
gattini, per lappunto.
Il trenino dotato di una componente elettronica che
gli consente di produrre delle brevi melodie cantate,
ogni qualvolta i gattini prendono posto su tutte e tre le
carrozze.
Il sistema si comporta, infatti, come un circuito
elettrico, in cui i gattini svolgono la funzione di un
20_Lago Touch
Con Pierette Passoni e Laura Molendini
Lago Touch un Board Game a percorso, lo scopo
delgioco raggiungere la casella centrale del tabellone.
I giocatori avanzano sulle caselle morbide, mentre sono
costretti ad arretrare su quelle solide.
+
+ +
WHAT YOU NEED
WHAT YOU DO
SOFT
Go on!!
SOLID X

Workshop in collaborazione con la LAGO Progetto di un Board game


20_Lago Touch
Con Pierette Passoni e Laura Molendini