Sei sulla pagina 1di 6

VERBALE N° 1 COMMISSIONE PER L’ANALISI DEL DISEGNO DI

LEGGE DEL 28/10/09

SEDUTA DEL 25/11/09

La commissione per l’analisi del disegno di legge , convocata per il giorno


25 novembre 2009 alle ore 16:00 nel dipartimento di informatica, si è
riunito per discutere sul seguente Ordine del Giorno:

1. Comunicazioni;

2. Discussione e formulazione di proposte alternative ad alcuni punti


del ddl ;

3. Varie ed eventuali.

Nel punto 2 sono state individuate le seguenti problematiche:

• La Commissione considera politicamente e democraticamente sbagliato


affidare tematiche come il diritto allo studio (e altre) ad una legge delega. Tramite questa il
governo può emanare decreti attuativi senza passare dal parlamento, svuotandone la sua
funzione di massimo luogo legislativo, e annullando la discussione tra le parti.

• La Commissione considera rischiosa la possibilità che il rettore non


coincida con il presidente del Consiglio di Amministrazione. Il rischio è aumentato dal fatto
che il Rettore possa essere eletto anche tra docenti di altre università italiane (anche atenei
privati).

• La Commissione esprime anche perplessità sulla “comprovata


competenza” del Rettore: nel DDL non si fa riferimento a chi o cosa dovrebbero
comprovarla.

• La Commissione considera favorevolmente l’affidamento ai dipartimenti


delle funzioni finalizzate allo svolgimento della ricerca scientifica, delle attività didattiche e
formative.
• La commissione si esprime contraria all’articolo 2 comma 2 lettera (f). A
parere della commissione il Senato Accademico dovrebbe assumere il ruolo di unico organo
deliberativo, attribuendo al Consiglio di Amministrazione solo il potere esecutivo;

• La Commissione non ha trovato una posizione comune sulla presenza di


soggetti privati all’interno degli organi centrali. La maggioranza si è dichiarata contraria;

• L’articolo 5 comma 4 lettere (j) e (m) prevede meccanismi di riduzione


degli stipendi, per questo la commissione ha espresso parere contrario;

La Commissione risulta così composta:

Prof. Spinelli

Prof. Adduci

Prof. Plantamura

Prof. Abbrescia

Prof. De Tullio

Prof. Gissi

Studenti:

Alessandro Spagnolo

Fabio Macina

Andrea Covella

Elena Garuccio

Aldo Campanelli

Donato Pierno
VERBALE N° 2 COMMISSIONE PER L’ANALISI DEL DISEGNO DI
LEGGE DEL 28/10/09

SEDUTA DEL 02/12/09

La commissione per l’analisi del disegno di legge , convocata per il giorno


2 dicembre 2009 alle ore 15:30 presso la presidenza di facoltà, si è riunito
per discutere sul seguente Ordine del Giorno:

Comunicazioni;

Discussione e formulazione di proposte alternative ad alcuni punti del ddl ;

Varie ed eventuali.

La commissione ha ritenuto necessario aprire la seduta con una importante nota:

i fondi pubblici stanziati dal parlamento per l'istruzione devono essere destinati
esclusivamente a scuole ed università pubbliche e non private.

Nel punto 2 sono state individuate le seguenti problematiche:

• la commissione ha ritenuto inopportuno che un disegno di legge stabilisca i meccanismi di


progressione economica. I suddetti, a parere della commissione, andrebbero delegati a decreti
attuativi e delineati in maniera precisa;

• la commissione si oppone all'abolizione del ruolo di ricercatore a tempo indeterminato.


Inoltre si ritiene inammissibile la soppressione di una fascia senza garantire una progressione di
carriera;

• la commissione ritiene necessario un chiarimento sugli incarichi di didattica che vengono


attribuiti ai ricercatori(almeno 350 ore annue). Un vincolo di questo tipo dovrebbe garantire al
ricercatore uno stato giuridico di docente;

• la commissione considera inaccettabile la subalternità del MIUR al Ministero dell'Economia.


La gestione dei fondi per l'istruzione pubblica andrebbe affidata esclusivamente al MIUR;

• la commissione ritiene sbagliata l'istituzione del fondo per il merito, in quanto i servizi che
dovrebbe erogare risultano insufficienti. Inoltre si esprime contraria all'adozione di forme di
finanziamento come il prestito d'onore e i buoni studio, proponendo una struttura di sostentamento
finanziario gestito dal Ministero in accordo con le regioni, che eviti la polarizzazione delle risorse e
le destini per le borse di studio regionali;

• si ritiene che all'interno delle commissioni nazionali di abilitazione (una per ogni SSD) sia
assicurata la presenza di ricercatori. I commissari dovrebbero avere una produttività che rispetti i
requisiti fissati dal CUN per quella fascia. Infine, in riferimento ali concorsi locali, ad ogni concorso
bandito deve corrispondere un vincitore;

La Commissione risulta così composta:

Prof. Spinelli

Prof. Plantamura

Prof. De Tullio

Prof. De Lorenzo

Studenti:

Fabio Macina

Andrea Covella

Serena Caponi

Stefania Contini
VERBALE N° 3 COMMISSIONE PER L’ANALISI DEL DISEGNO DI LEGGE DEL
28/10/09

SEDUTA DEL 07/12/09

La commissione per l’analisi del disegno di legge, convocata per il giorno 7


dicembre 2009 alle ore 17:30 presso la presidenza di facoltà, si è riunita per
discutere sul seguente Ordine del Giorno:

 Comunicazioni;

 Discussione e formulazione di proposte alternative ad alcuni punti del ddl ;

 Varie ed eventuali.

Nel punto 2 sono state individuate le seguenti problematiche:

 La commissione ritiene che i ricercatori vengano valutati per titoli e pubblicazioni; non solo
per titoli;

 La commissione ritiene che le università non statali vengano disciplinate allo stesso modo
delle università statali, dal momento che usufruiscono di fondi pubblici (sui quali la commissione ha
già espresso la sua contrarietà);

 La commissione richiede per le figure ormai qualificate (assegnisti di ricerca, dottorandi,


post-doc, ecc...), una volta finito il percorso di precariato, la garanzia di un posto di lavoro in
pubblica amministrazione;

 La commissione ritiene che la chiamata diretta per i ricercatori a tempo determinato sia
applicata anche ai ricercatori a tempo indeterminato (o a coloro che abbiano i titoli necessari). Si
richiede quindi equità in ambo le circostanze;

 La commissione ribadisce l’inadeguatezza di provvedimenti della legge in merito al


reclutamento e alla copertura dei posti a regime previsti dall'art.7, a causa di una mancata
programmazione di fondi e progetti ben definita;

La commissione risulta così composta:

Prof. Spinelli

Prof. De Tullio
Prof. De Lorenzo

Studenti:

Fabio Macina

Andrea Covella

Aldo Campanelli

Elena Garuccio

Alessandro Spagnuolo

Antonio Russo