Sei sulla pagina 1di 32

ANNO V NUMERO 195 VENERD 13 GIUGNO 2014 COPIA GRATUITA

IN COPERTINA: FOTO ED ELABORAZIONE GRAFICA DI ANDREA BARDELLI


MANGIARE SANO +
DIVERTIMENTO =
BANDA DEI
PICCOLI CHEF!
333 2739033
info@bandapiccolichef.it
www.bandapiccolichef.it
2 IL SETTIMANALE DI AREZZO 13 GIUGNO 2014
IL SETTIMANALE DI AREZZO UNA TESTATA EDITA DA EDIZIONI GIORGIO VASARI SRL
ANNO V NUMERO 195 VENERD 13 GIUGNO 2014 EDIZIONI GIORGIO VASARI
DIRETTORE RESPONSABILE: FRANCESCO CIABATTI
EMAIL FRANCESCOCIABATTI.EGV@GMAIL.COM
VICEDIRETTORE: MARCO BOTTI, EMAIL MARCO.BOTTI9@GMAIL.COM
REDAZIONE: ELENA AIELLO, ENRICO BADII, ANDREA BARDELLI, GIACOMO BELLI, SERENA
CAPPONI, FERNANDA CAPRILLI, MARCO CAVINI, GIACOMO CHIUCHINI, DORY DANZEO,
JACOPO FABBRONI, CECILIA FALCHI, ELETTRA FIORINI, MICHELE GIUSEPPI, SARA GNASSI,
ILARIA GRADASSI, VALERIA GUDINI, GIACOMO MANNESCHI, CHIARA MARCELLI, LUCIO
MASSAI, DAVID MATTESINI, FABIO MUGELLI, OMERO ORTAGGI, VALENTINA PAGGINI, RO-
BERTO PARNETTI, LUCIANA PASTORELLI, IVANA MARIANNA PATTAVINA, LUCA PIERVENANZI,
CHIARA SADOTTI, CHIARA SAVARINO, ALESSIO SEGANTINI, LUCA STANGANINI, VALENTINA
TRAMUTOLA, LUCA TRIPPI. FOTO: ANDREA BARDELLI, ROBERTO PARNETTI, SAIMON SAVINI
AMMINISTRAZIONE: EDIZIONI GIORGIO VASARI SRL, VIA MANTEGNA 4, 52100 AREZZO
(AR), TEL. 392/95.96.285, FAX 0575/16.57.738, EMAIL EDIZIONIVASARI@ARUBA.IT
PUBBLICIT E MARKETING: PAOLA PRATO, 333/46.04.264, PAOLAPRATO.EGV@GMAIL.COM
AUTORIZZAZIONE TRIBUNALE DI AREZZO 02/2010 DEL 10 FEBBRAIO 2010
ISCRIZIONE AL REGISTRO DEGLI OPERATORI DELLA COMUNICAZIONE AL N. 19155
STAMPA: LA ZECCA SRL, VIA UMBERTO TERRACINI 25/27, 52025 FRAZ. LEVANE, BUCINE
(AR), TEL. 055/91.80.101, FAX 055/91.80.412, EMAIL INFO@TIPOGRAFIALAZECCA.IT
VIETATA, SENZA FORMALE AUTORIZZAZIONE, LA RIPRODUZIONE TOTALE O PARZIALE DI TESTI, DISEGNI,
FOTO E PUBBLICIT RIPRODOTTI SU QUESTO NUMERO
EG
V
VITA DELLA CITT
3 DallArea Lebole importanti scenari per Arezzo
5 Che aria tira ad Arezzo dopo le recenti elezioni?
6 La necessit di unalfabetizzazione emotiva
AREZZONROLL
8 Punk Lobotomy, uscito The Morning After
LE PELLEGRINE ARTUSI E
11 il Tortino dolce al Cocco
AREZZO SPORT
13 Lions Hockey, una fucina di talenti
15 A giugno prender il via il Fitness Festival in Tour
nel cuore di Villa Severi
16 Il judoka Matteo Marconcini a caccia del pass
per le Olimpiadi
17 LUnder 19 Solare della Sba trova riscatto in Cop-
pa Toscana
18 Lo squash prende piede ad Arezzo con lo Squash
Day
19 Tutto il tennis aretino per la 24 Ore in ricordo di
Carlo Pini
20 Un tris di trofei di pesca firmati Arci Pesca Fisa
A REGOLA DARTE
21 Anghiari Arte 2014: successo del concorso vinto
da Paolo Fedeli e Maurizio Biagini
22 Al via Icastica 2014: Arezzo riparte dalla arti e
dalla contemporaneit
24 Auto Velox: Luca Pancrazzi espone al Museo dei
Mezzi di Comunicazione
25 Lantinaturalismo di Luca De Pasquale in mostra
a Loft 52100
25 Il teatro di Castelsecco protagonista a giugno
26 La realt: un libro che deve ancora essere scritto
FACOLT DIPAROLA
28 Arezzo e lUniversit, storia di un rapporto mai
scontato
IN QUESTO NUMERO
3 IL SETTIMANALE DI AREZZO 13 GIUGNO 2014
continua a pag. 4
DALLAREA LEBOLE IMPORTANTI
SCENARI PER IL FUTURO DI AREZZO
I POPOLARI PER AREZZO PROPONGONO UN PROGETTO COMPLETO E
LUNGIMIRANTE CHE RISOLVEREBBE MOLTI PROBLEMI CITTADINI
allArea Lebole possono aprirsi importanti scenari per il futuro di
Arezzo. A sostenerlo sono i Popolari per Arezzo che, discutendo
in Consiglio comunale del Piano Complesso dIntervento, hanno chiesto allAm-
ministrazione di affrontare la riqualicazione dellintera zona con un progetto
completo e adeguato alle esigenze della citt.
Le decisioni sullArea Lebole sono infatti quanto mai strategiche perch, se studiate con lungimiranza,
potrebbero risolvere molti problemi della citt, permettendo di produrre ricchezza e nuovi posti di lavoro,
di affrontare lemergenza abitativa vissuta da molti aretini e di ristudiare una viabilit alternativa che colleghi
la zona industriale, via Fiorentina e Pescaiola. I Popolari per Arezzo sono dunque molto critici nei confronti
della scelta dellAmministrazione di suddividere lintervento nellarea in tre lotti perch questo comporte-
rebbe limmediato avvio dei lavori esclusivamente per luso commerciale, senza alcun riferimento alledilizia
residenziale e alla riqualicazione della viabilit e della zona circostante.
Lipotesi avanzata spiega il
consigliere comunale Luigi Sca-
tizzi di spostare in questarea
alcuni supermercati e grandi ma-
gazzini, con una decisione che as-
seconda gli interessi dellimpren-
ditoria ma non della cittadinanza.
Oltre al pessimo impatto urbani-
stico che offriremmo a chi arriva in
citt, farne unarea esclusivamente
commerciale non porterebbe nuo-
va ricchezza o nuovo lavoro perch
si tratterebbe di un mero trasferi-
mento di esercizi gi presenti in
citt: occorre dunque studiare una
soluzione alternativa capace di cre-
are reddito e di avere ricadute po-
D
di Marco Cavini
Largo II Giugno
73/74 (Zona
Belvedere)
asciugatrice da 18 kg
di carico con card
lavatrice da 14 kg
con card a soli 7,50
lavatrice da 7 kg con
card a soli 4,20
inclusi detergente,
ammorbidente,
sanicante!
inclusi detergente,
ammorbidente,
sanicante!
soli 1,40 per 10
minuti di asciugatura
4 IL SETTIMANALE DI AREZZO 13 GIUGNO 2014
sitive sulleconomia. In
questo senso la proposta
dei Popolari per Arezzo
era stata di coinvolge-
re il Gruppo Prada per
convincerlo a trasferire
nellArea Lebole alcuni
insediamenti produttivi
nora con sede alleste-
ro, portando cos in citt
circa 1.500 nuovi posti
di lavoro. Unipotesi
aggiunge Scatizzi, che
purtroppo il Comune
non ha nemmeno con-
siderato.
Oltre a costruire sui terreni dellArea Lebole, limprenditoria privata deve essere coinvolta dallAmmini-
strazione anche nellaffrontare il problema delledilizia residenziale e nelladeguare lintera viabilit circostan-
te. Ledicabilit della zona pu infatti essere inserita in un piano di recupero che consente allinvestitore di
risparmiare il 50% degli oneri di urbanizzazione, dunque possibile richiedere che tale risparmio sia uti-
lizzato a favore della cittadinanza. Tali risorse potrebbero essere reinvestite dallimprenditore per affrontare
lemergenza abitativa vissuta da molti cittadini di Arezzo.
Lattuale progetto del Comune prevede un secondo lotto di intervento con 2.700 mq dedicati alledilizia
popolare, ma questi lavori non inizieranno prima di molti anni, dunque i Popolari per Arezzo hanno propo-
sto che, anzich realizzare nuovi edici, lAmministrazione utilizzi le risorse private per comprare alcuni ap-
partamenti in citt e per assegnarli come abitazioni popolari, fornendo un importante aiuto a tante famiglie
in difcolt. Il progetto di edilizia popolare presso lArea Lebole afferma Giovanni Grasso, vicepresidente
dei Popolari per Arezzo, impraticabile perch richiede tempi lunghissimi: la possibilit di coinvolgere gli
imprenditori privati permetterebbe invece di affrontare la crisi con un intervento immediato e in grado di
fornire una pronta risposta ai cittadini di Arezzo.
Per concludere, al privato deve essere richiesto di intervenire anche sulla viabilit circostante. Lultima pro-
posta dunque la realizzazione di un adeguato accesso ad Arezzo, risolvendo il problema del collegamento
tra le varie aree cittadine e riuscendo cos, dopo tanti anni, a realizzare la rotatoria tra via Fiorentina e viale
Amendola. LArea Lebole deve essere studiata in tutta la sua complessit conclude Andrea Gallorini,
presidente dei Popolari per Arezzo. Finora lAmministrazione ha fornito progetti parziali e fumosi, invece
occorre affrontare larea con seriet e lungimiranza per riqualicare lintera zona e per portare beneci socio-
economici al nostro territorio.
[segue da pag. 3]
5 IL SETTIMANALE DI AREZZO 13 GIUGNO 2014
pira un forte vento di centrosinistra, grazie soprattutto alleffetto Renzi, una conferma ulteriore
che il territorio della Chimera una roccaforte per lattuale Presidente del Consiglio che qui ha
sempre ottenuto percentuali bulgare.
Le europee ci hanno consegnato un Pd capace di prendere pi del triplo dei voti della seconda
lista, il Movimento 5 Stelle, che perde in punti percentuali quasi un quarto degli elettori delle politiche
2013 (24,5% alla Camera, 23% al Senato): il dato comunale delle europee 2014 vede il 55,5% dei voti al
Pd contro il 17,1% dei grillini; quello provinciale si discosta di poco, 57,3% contro 15,9%. Se Atene piange,
Sparta non ride: Forza Italia ad Arezzo si assesta al 13,3% contro il 16,8% nazionale e soprattutto contro il
20,8% delle politiche 2013 (quando per ancora era Pdl).
E le amministrative? La valanga Renzi ha travolto generalmente un po tutta la provincia di Arezzo, por-
tando al centrosinistra la stragrande maggioranza dei Comuni, fra tante conferme e qualche conquista (fra
cui i due nuovi organismi Castelfranco-Pian di Sc e Pratovecchio-Stia).
In questo trend abbastanza denito fa notizia il contro-trend di quei Comu-
ni in cui, nonostante il netto successo del Pd alle europee, nelle amministrative
hanno vinto invece liste riconducibili allala del centrodestra. Rilevanti ecce-
zioni alla regola, casi emblematici del cosiddetto voto disgiunto, che impon-
gono una riessione: clamorosi in questo senso i dati di Bibbiena, Castiglion
Fiorentino e Pieve Santo Stefano. Nel Comune che ha confermato Daniele
Bernardini, mentre il Pd alle europee riceveva 3.954 voti, solo 1.977 (esat-
tamente la met!) sono andati al candidato del centrosinistra Paolo Volpi. A
Castiglion Fiorentino, invece, dove il centrodestra pur presentatosi con una
lista civica contenente alcune anime trasversali tornato al governo dopo 20
anni, il Pd perde sulla scheda comunale il 61% dei voti della scheda europar-
lamentare, a causa soprattutto del dissesto e delle successive lacerazioni interne
al partito. Nella citt del diario riveste per la sesta volta la fascia tricolore
Albano Bragagni, esponente del centrodestra, e qui sono pi di 300 gli elettori
che hanno votato Renzi ma non lavversaria di Bragagni, Miriam Pellegrini.
E quando parliamo di voto disgiunto non possiamo non citare i 5 Stelle,
presenti per la prima volta in modo cos massiccio alle amministrative e attesi
dopo lexploit alle politiche: a parte le isole felici del Valdarno (oltre il 14% a
Cavriglia e Bucine), i candidati a sindaco grillini hanno racimolato ovunque
risultati inferiori al 15,9% delle europee.
CHE ARIA TIRA AD AREZZO DOPO
LE RECENTI TORNATE ELETTORALI?
di Luca Trippi
S
CUCINA TIPICA TOSCANA PIZZERIA VENERD PESCE KARAOKE BED
& BREAKFAST APERTI ANCHE DOMENICA A PRANZO PRENOTAZIONI
PER CERIMONIE (BATTESIMI, FESTE DI LAUREA, ECC.)
LOCALIT SANTANDREA A PIGLI 68, AREZZO TEL. 0575 99224
(VENENDO DA AREZZO ALLALTEZZA DEL BIVIO PER IL PAESE
LUNGO LA SS71, GIRARE A DESTRA)
mangiare bene, con stile
Locanda del Duca
6 IL SETTIMANALE DI AREZZO 13 GIUGNO 2014
LA NECESSIT DI UNALFABET
DIVERSAMORE
l 27 maggio, con un seminario conclusivo, terminato il ciclo di incontri aventi per tema laf-
fettivit e la disabilit. Nei tre precedenti appuntamenti hanno preso parte al primo incontro
le persone affette da disabilit, al secondo le loro famiglie e al terzo gli operatori. Ai tre gruppi
sono state poste le stesse domande, ovviamente tutte relative alla disabilit: Cosa il sesso?,
Senti di aver bisogno di sesso, amore, tutti e due?, Dove, come, con chi vorresti far sesso?, per
poi confrontare le risposte nellincontro nale.
Innanzitutto la cosa che risultata pi lampante la pudicizia con cui tali tematiche vengono
affrontate; nella nostra societ sia laffettivit sia la disabilit sono ritenute un tab e cosa pu
succedere accostandole facile da immaginare. Ma, superato il primo ostacolo e capito che nulla
vi di immorale a sensibilizzare su un argomento di tale importanza, a cascata sono arrivati in-
numerevoli spunti di riessione. Lobiettivo di questo ciclo dincontri non era quello di giungere
a una verit incontrovertibile, ma di cercare di capire cosa fare e soprattutto come farlo per essere
di aiuto a coloro che del nostro aiuto necessitano.
Dal primo incontro (quello con
le persone affette da disabilit)
emerso infatti in modo eclatante la loro co-
noscenza sullargomento forse pi di quanto
tutti noi ci aspetteremmo e anche la forte esi-
genza, soprattutto per quanto riguarda la parte
maschile, di integrare anche laspetto sessuale
nella propria vita; dalle loro risposte evidente
per anche il bisogno primario di affetto.
Nelle famiglie, invece, non si riscontrato
un univoco punto di vista: alcuni sostengono
che la sessualit sia vissuta come un bisogno
estremo di affetto e molti familiari si chiedo-
no quanto i propri gli o parenti diversamente
abili siano consapevoli di che cosa voglia dire
fare sesso; altri riconoscono pulsioni esplicite.
I
7 IL SETTIMANALE DI AREZZO 13 GIUGNO 2014
I collaboratori di Borgo Italia sanno
stare al mondo: il ritorno dalla
missione in Kazakistan, Tagikistan e
Kirghizistan apre nuovi interessanti
orizzonti commerciali per le aziende
italiane.
Gli esploratori aretini incontrano, si relazionano
e promuovono collaborazioni, creando opportunit
di business per tutte le aziende del Consorzio.
Rimani costantemente aggiornato su WWW.BORGO-
ITALIA.COM e WWW.BIMBO.NET
NEWS
TIZZAZIONE EMOTIVA
Molte famiglie hanno la consa-
pevolezza dellimportanza del-
la sfera sessuale del glio/a ma
non sanno come comportarsi e
quello che pi volte stato fat-
to notare la mancanza di un
aiuto e di un sostegno riguardo
a questa tematica. Ci sono poi
famiglie che sono consapevoli
dei bisogni delle persone diver-
samente abili e che sostengono
che la sessualit sia un loro di-
ritto: la maggior parte di loro
si trova concorde nel pensare
che i propri cari debbano poter
esprimere ed esercitare la propria sessualit e debbano poterlo fare in spazi idonei, protetti e controllati,
vivendola liberamente.
Dal terzo incontro quello con gli operatori aforata una maggiore consapevolezza o forse un minor
timore di parlare di tali argomenti. stata espressa chiaramente la necessit di un confronto tra le famiglie
ma anche un confronto tra pari: gli operatori devono possedere uneducazione sessuale e affettiva per poter
intervenire nel momento in cui questi bisogni vengono espressi e per poterli riconoscere, in quanto una
pulsione repressa per un lungo periodo pu sfociare anche in aggressivit.
Vi quindi, secondo gli operatori, un bisogno di sesso e di amore onnipresente, che per si esprime in
maniera sempre diversa e quindi richiede approcci sempre contestualizzati alla situazione: si tende spesso a
generalizzare, ma ogni caso a s.
Inoltre si parlato anche di una tematica controversa come quella dellassistente sessuale, sul quale tutti
hanno convenuto che si debba denirne meglio il ruolo, portandolo verso un approccio maggiormente psi-
cologico e affettivo anzich sico. Vorremmo concludere con una risposta di una profondit disarmante
di un ragazzo diversamente abile: Il sesso come due persone che sbocciano.
di Chiara
Sadotti
8 IL SETTIMANALE DI AREZZO 13 GIUGNO 2014
Punk Lobotomy sono una giovanissima band di alternative punk aretina composta da Eugenio Gatti,
Andrea Fumelli, Alessandro Ricci e Alberto Tirabosco. Suonano insieme da pi di quattro anni, vi-
vendo in particolar modo la realt musicale del centro giovani autogestito Onda DUrto e il collettivo
Ar.Core. di Villa Severi.
Il 24 maggio uscito il vostro ultimo cd.
The Morning After rappresenta quasi un tirare le
somme degli ultimi anni passati insieme come band
e come amici, perch contiene pezzi molto eterogenei
sia come periodi di scrittura sia in parte come stile,
ma tutti legati da una sorta di crescita e maturazione
che crediamo ci sia stata e sia ancora in corso. Proprio
allinizio del 2013 abbiamo iniziato a preparare i pri-
mi provini per le registrazioni, senza avere unidea ben
precisa sul da farsi.
Di cosa parlate nei vostri pezzi?
I pezzi parlano di cose che ognuno di noi costret-
to ad affrontare nella vita di tutti i giorni: la rabbia, il
sentirsi traditi, il sentirsi fuori luogo, oppressi. Una
disperazione a volte quasi patetica in cui il fallimento
sembra spesso inevitabile.
La musica in questo gioca un ruolo importante
perch riesce a portare qualcosa di bello e appassio-
nante nelle nostre vite e in qualche modo i problemi
I
logo di www.samueleschiatti.com
PUNK LOBOTOMY, USCITO
IL NUOVO CD THE MORNING AFTER
di Lucio
Massai
9 IL SETTIMANALE DI AREZZO 13 GIUGNO 2014
C.D.A.S. di FRANCO E MARCELLO MAZZI
UNA GRANDE FIRMA PER TUTTO IL
SETTORE ALIMENTARI!
Gelati e surgelati, vendita allingrosso per bar,
ristoranti, pasticcerie, alimentari, mense nella
provincia di Arezzo, Firenze, Prato, Pistoia e Lucca,
con due sedi logistiche, Arezzo e Campi Bisenzio.
Vendita al minuto di tutti i suoi prodotti nel negozio
della sede di Arezzo, loc. Case Nuove di Ceciliano
dietro Teletruria. Vi aspettiamo!
LOC. CASE NUOVE 49/B, FRAZ. CECILIANO TEL. 0575 321156
CDASMAZZI@VIRGILIO.IT WWW.CDASMAZZIAREZZO.COM
vengono esorcizzati.
I pezzi sono stati scritti
in periodi diversi. I pi
vecchi, Stabbed from Be-
hind e Morality che in
controtendenza al resto
del disco abbiamo rivi-
sitato in chiave acustica
risalgono addirittura
a due-tre anni fa, men-
tre il pezzo pi nuovo,
The Morning After,
stato scritto allinizio del
2013.
La voglia di fare da
noi ci appassiona, pi
che altro perch siamo
testardi e ci piace avere in mano la situazione, e cos la scorsa estate siamo niti a registrarcelo da soli nella
casa in campagna del nostro cantante.
La vostra quindi una autoproduzione.
Lautoproduzione in tutti i frangenti dalla musica alle grache qualcosa in cui crediamo fortemente,
ma non sarebbe stata possibile senza laiuto di molte persone tra cui vorremmo anche ricordare il collettivo
Onda durto del Centro Giovani di Villa Severi che ci ha prestato molte attrezzature e da anni ci permette di
continuare a suonare e provare. Il disco in free download, lo potete scaricare gratis dai link con cui abbiamo
tappezzato ogni nostra pagina sul web.
Insomma una bella esperienza.
stata unesperienza bellissima che ci ha insegnato molte cose, ma ancora pi istruttivo stato laiuto
che Gianluca Gadda del Gadda Studio di Bologna ci ha fornito offrendosi di mixare i pezzi e di mostrarci
e insegnarci, passo per passo, quello che faceva. Il pi grande regalo che potete farci ascoltarvelo in casa,
sul cellulare, quando siete in treno o quando volete voi. Se poi volete nanziarci economicamente, le copie
siche sono da poco disponibili e per averle alla modica cifra di 5 euro basta contattarci di persona, siamo
quasi tutti gracilini e innocui, o sulla nostra pagina Facebook.
Per il futuro?
Ci sono tanti propositi. Vogliamo continuare a lavorare duro e magari fare un po di live, anche se di
questi tempi non facile, e suonare, suonare, suonare. Abbiamo gi iniziato a lavorare su del materiale nuovo
e quando saremo pronti torneremo a registrare, sempre facendo da soli con la passione e lentusiasmo che
cerchiamo, o almeno ci proviamo, di trasmettere. arezzonroll@gmail.com
10 IL SETTIMANALE DI AREZZO 13 GIUGNO 2014
INFORMA
Caf Acli - Tasi e Imu:
c tempo fino al 16
giugno per saldare
le imposte comu-
nali
Si avvicina la scadenza per pagare la Tasi, la nuo-
va imposta sui servizi indivisibili. Ci sar infatti tempo
fino a luned 16 giugno per saldare una tassa che,
insieme allImu e alla Tari (la tassa sui rifiuti), rientra
da questanno allinterno della Iuc, lImposta Unica
Comunale.
La Tasi limposta che sar utilizzata dai Comu-
ni per i propri servizi rivolti alla cittadinanza come
la manutenzione delle strade, la sicurezza, il verde
e lilluminazione pubblica e viene calcolata sulla
rendita catastale delle prime case di ogni cittadino.
La stessa scadenza vale anche per la prima rata
dellImu, la vecchia imposta patrimoniale da pa-
gare per le seconde abitazioni, gli immobili di pre-
gio, i negozi e gli altri fabbricati. Con lavvicinarsi di
questa scadenza, si prospetta un periodo partico-
larmente impegnativo per il Caf Acli di Arezzo, il ser-
vizio di assistenza fiscale che rester a disposizione
per fornire tutta la documentazione
e le informazioni necessarie per ef-
fettuare i pagamenti delle tasse.
Patronato Acli - Infortuni sul lavo-
ro e malattie professionali: come
agire?
Come comportarsi in caso di infortuni e malattie
professionali? La risposta arriva dal Patronato Acli,
che si sta impegnando in una campagna informa-
tiva rispetto ai rischi lavorativi che possono colpire
lavoratori dipendenti o autonomi.
Gli infortuni e le malattie professionali sono gestiti
e indennizzati dallInail (Istituto Nazionale per lAssi-
curazione contro gli Infortuni sul Lavoro), ma in molti
casi non semplice ottenere lindennizzo per quan-
to richiesto. Quando ci si verifica possibile ricor-
rere gratuitamente allassistenza del Patronato Acli
che, tramite i propri medici legali, pu intervenire in
favore dei lavoratori: per ottenere assistenza suffi-
ciente esporre il proprio caso, presentandosi a uno
degli sportelli presenti su tutto il territorio provinciale
o fissando un appuntamento allo 0575/21.700.
Fap Acli Tra presente e
futuro: il congresso pro-
vinciale della Fap Acli
Tutela, welfare e inter-
generazione: sono que-
sti i tre temi che saranno
affrontati dalla Fap (Federazione Anziani e Pensio-
nati) delle Acli di Arezzo in occasione del terzo Con-
gresso provinciale, in programma sabato 14 giugno
allHotel Minerva. Limportante appuntamento, con
inizio a partire dalle ore 9.00, coinvolger gli oltre
3.000 associati del sindacato, che saranno chiama-
ti a rinnovare il Consiglio direttivo provinciale con
lelezione di undici consiglieri tra cui verr scelto il
nuovo segretario.
Levento sar aperto dal saluto del presidente
delle Acli provinciali Stefano Mannelli e da una rela-
zione in cui Paolo Formelli, segretario della Fap-Acli
provinciale dal 2007, presenter i risultati raggiunti
dallassociazione e proporr una riflessione sui temi
della giornata. Particolarmente positivo il bilancio
sociale perch negli ultimi quattro anni la Fap-Acli
di Arezzo ha registrato un aumento di associati del
146% che, paragonato alla media del 18% del re-
sto dellItalia, la pone al primo posto assoluto come
crescita in tutto il Paese.
Lappuntamento provinciale sar unanticipa-
zione del pi ampio Congresso regionale, che sar
ospitato sabato 28 giugno dalla stessa citt di Arez-
zo.
SEDE PROVINCIALE AREZZO
via Guido Monaco 48 0575/21.700 0575/21.396
arezzo@patronato.acli.it
SEDE MERIDIANA
via Pizzuto 34 0575/18.22.319
arezzomeridiana@patronato.acli.it
SEDE ZONALE VALDARNO
via Roma 1, San Giovanni Valdarno 055/91.21.686
valdarno@patronato.acli.it
SEDE ZONALE CASENTINO
via Nazario Sauro 26, Ponte a Poppi 0575/52.00.36
casentino@patronato.acli.it
SEDE ZONALE VALTIBERINA
via XX Settembre 127, Sansepolcro 0575/73.46.45
valtiberina@patronato.acli.it
11 IL SETTIMANALE DI AREZZO 13 GIUGNO 2014
INGREDIENTI
4 cucchiai colmi di cocco grattugiato
4 cucchiai di zucchero
3 cucchiai di latte
60 grammi di burro fuso
1 uovo
1 pizzico di sale
PROCEDIMENTO
Mescolate il cocco con lo zucchero e il sale. Unite
il latte, luovo e il burro fuso. Lavorate brevemente
quel tanto che basta ad amalgamare gli ingredien-
ti. Riempite due contenitori in ceramica: io ho usato
delle piccole cocotte ma andranno bene anche
delle comuni tazze per il caffelatte o anche dei bic-
chieri.
Riponete nel forno a microonde e cuocete alla
massima potenza per 3 minuti.
Gustate il tortino caldo o nella tazza oppure rove-
sciato; si accompagna bene con il cioccolato.
TORTINO DOLCE AL MICROONDE
E
per dolce? Questa la domanda ricorrente in casa mia! Certo penserete voi, cosa nota, il tuo
blog composto allottanta per cento da dolci Cosa vuoi pretendere dai tuoi rampolli?!.
A mia discolpa posso addurre diversi elementi. Il primo, il pi lampante, che la bionda mi d manforte;
vorr dire che anche a casa sua sono golosi o, come dice lei, dei veri licaoni.
Il secondo che in effetti i dolci sono le pietanze che cucino pi volentieri e che hanno una miglior riu-
scita (il primo che lo vedo sillabare Figuriamoci il resto! lo faccio secco con un clic).
Il terzo che i miei figli sono davvero dei golosoni impenitenti, non si accontentano dei gelati confe-
zionati o delle pastine, ma vogliono sempre qualcosa di diverso, goloso e fatto dalle sante manine della
mamma, fosse solo per farla smettere di spippolare con il cellulare.
Insomma, se anche voi volete farli felici e non vedete lora di tornare a smanettare come adolescenti
tardivi, vi consiglio un dolcetto da preparare in soli tre minuti nel microonde; se preferite una versione al
cioccolato la ricetta la trovate nel nostro blog.
12 IL SETTIMANALE DI AREZZO 13 GIUGNO 2014
13 13 GIUGNO 2014
Lions
Hockey
continua a pag. 14
in copertina
Lions Hockey sono proiettati verso il futuro. Lultima stagione non ha regalato alcun successo (una
vera rarit nella storia della societ aretina), ma ha aperto scenari importanti per lintero settore giova-
nile e per tanti suoi promettenti atleti che, per la prima volta nella loro carriera, hanno potuto assaggiare
il palcoscenico del grande hockey nazionale.
Siamo reduci da unannata che ha alternato luci e ombre ammette la presidente Paola Salvi.
Abbiamo schierato tre formazioni dallUnder 12 allUnder 16 che, purtroppo, non sono riuscite a raggiunge-
re risultati importanti, ma abbiamo visto sbocciare tanti talenti e, soprattutto, abbiamo formato un gruppo
unito e compatto. Siamo sicuri che nella prossima stagione riusciremo a ripartire ancora pi forti.
I
via Trento Trieste 149, Arezzo
tel. 0575 26332
seguici su
Questo il luogo ideale anche per cene
sportive e Walter ti offre sempre il dolce,
oltre alla sua cortesia!
Questo il luogo ideale anche per cene
sportive e Walter ti offre sempre il dolce,
oltre alla sua cortesia!
aperto dal gioved alla domenica gradita la prenotazione
0575 364117 335 8384113
Zona Ind. Quarata 258/E1
A casa di Walter
Qualit e Prezzo... sono di casa!
14 13 GIUGNO 2014
Ad aver inciso sui risultati
stato il calo di alcune ragazze
che, in piena fase di sviluppo,
negli anni passati avevano fat-
to la differenza ma che negli
ultimi mesi non sono riuscite a
esprimersi al massimo. Il calo
fisico, unito alle tante assenze
per malattie, ha comportato
un conseguente calo tattico
che ha limitato le prestazioni
dei Lions. In questa situazione
di difficolt continua Salvi,
stato bravissimo il tecnico Luca
Mafucci a tenere unita la squa-
dra e a motivare i nostri ragazzi.
Nellultima prova stagionale, un
bel torneo organizzato a met
maggio a Forl, finalmente
emerso il nostro reale valore
con un bel gioco di squadra,
con tanto carattere e con una
grande prestazione arricchita
da un goal di ottima fattura
della rinata Aurora Mafucci.
Tra le note pi positive della stagione sono da registrare le affermazioni dei due portieri dei Lions, Alice
Gialli (2001) e Noemi Sciadini (2000), e gli ottimi inserimenti nellUnder 14 di cinque nuove promesse cre-
sciute nei vivaio: Alice Boncompagni, Leonardo Boncompagni, Christian Cencetti, Lorenzo Marmorini e
Annalisa Ricci. Su questi talenti aretini hanno messo gli occhi anche altre societ, tra cui la Molinese di Pisa,
che da Arezzo ha ricevuto in prestito Giovanni e Lorenzo Borri, Giovanni Micheli, Duccio Prelazzi e Noemi
Sciadini per disputare il campionato italiano Under 18 Elite.
Le ultime gioie arrivano dal blocco rosa della squadra con Gialli, Mafucci, Maura Messeri, Eleonora
Refi, Caterina Rossi e Sciadini che sono entrate nellorbita della Nazionale femminile italiana. In vista dei
prossimi mondiali, la federazione ha convocato, accanto alla Na-
zionale Seniores, le pi promettenti atlete italiane con lobiettivo,
dal prossimo anno, di costituire una squadra giovanile. Vedere
queste ragazze in azzurro aggiunge la presidente, stata una
delle pi grandi emozioni della mia esperienza sportiva. I tecnici
hanno fatto i complimenti alle nostre atlete e hanno chiesto loro di
continuare ad allenarsi e a impegnarsi perch potrebbero andare
a costituire il futuro della Nazionale italiana.
Nel corso dellestate i Lions lavoreranno per raggiungere un nuo-
vo ambizioso obiettivo: la formazione di una squadra Under 18 per
partecipare al prossimo campionato nazionale. Si tratta di una
sfida difficile e ambiziosa conclude Salvi, da disputare con una
squadra giovanissima e formata da tante ragazze, ma vogliamo
tentare questo passo consapevoli che un torneo nazionale Under
18 possa rappresentare una sfida stimolante e formativa per tutti
i nostri atleti.
Lions Hockey, una fucina
di talenti
In una stagione senza successi tanti atleti
aretini hanno assaggiato il grande hockey nazionale
[segue da pag. 13]
di Marco
Cavini
15 13 GIUGNO 2014
re giorni di puro esercizio fisico, divertimento
e discussioni sul tema movimenteranno la
nostra citt. In vista della prova costume o
semplicemente per una maggior cura del
proprio corpo, rigorosamente allaria aper-
ta, non ci sono scuse per mancare allevento orga-
nizzato dalla vulcanica Anna Rivieri, istruttrice di
fitness in una delle pi prestigiose palestre di Milano:
Il Fitness Festival in Tour durer dal 27 al 29 giugno.
Abbiamo scelto Villa Severi perch ci sembrata
una cornice davvero suggestiva, in cui poter espri-
mere al meglio la nostra attivit.
Allevento sar presente il top dei presenters mon-
diali del fitness: Il nostro intento prosegue la Rivie-
ri, quello di creare unatmosfera di festa. Infatti
laccesso alle pedane in cui si svolgeranno le atti-
vit sar consentito solo agli iscritti (per le iscrizioni
consultare la pagina Facebook dedicata alleven-
to), ma quello al parco sar gratuito: per questo
abbiamo organizzato un gran numero di spettacoli
(come le esibizioni di alcune scuole di ballo, nda) e
attrattive.
Non solo punti bar serali e diurni e stand esposi-
tivi, ma anche un punto conferenze nellanfiteatro
allinterno del parco dove poter confrontarsi su
molteplici temi sempre legati allambito sportivo,
nutrizionale o estetico. Verr allestita anche unarea
bambini con tanto di gonfiabili, divertimenti e baby
sitting per le mamme e padri pi esigenti.
Entrando nei particolari dellevento, a livello
di sport e fitness vi saranno almeno sette pedane
esterne e interne che copriranno tutto il range del
fitness internazionale grazie allintervento dei miglio-
ri performers e presenters nazionali di sport e fitness.
Nella variegata offerta, ai tradizionali step e aero-
bica si affiancheranno anche discipline particolari,
ultime nate da una lunga evoluzio-
ne di studi sul tema, quali pilates,
yoga, bft, hdp, superjump, z-live,
ma anche la famosa zumba, hip
pop, arti marziali, nordic walking
e altro ancora: il movimento del
corpo dalla A alla Z!
Tutto questo continua la Rivieri, mira a coin-
volgere le persone, a spronarle a venire qui, provare
e cercare ci che pi le diverte. Lesercizio fisico
non deve essere una tortura: per questo, conclude
la Rivieri, allinterno del corso di formazione di Hap-
py Fitness presenteremo lo Yoga della Risata, tenuto
dal famoso psicologo del lavoro Terenzio Trasci.
E alla sera, per finire al meglio, ci sar la degusta-
zione enogastronomica Sapori in Villa in collabora-
zione con le Strade del Vino Provincia di Arezzo e,
in conclusione, un altro tipo di movimento con un
dj set con scenografie e spettacoli danzanti. Cos
la nostra citt abbraccia lo sport in una tre giorni
davvero indimenticabile.
T
Arezzo, lora di muoversi!
A giugno prender il via il Fitness Festival in Tour nel cuore di Villa Severi
di Giacomo Belli
16 13 GIUGNO 2014
anti allenamenti, passione in quanti-
t abbondante e una dedizione con
pochi eguali: sono queste le caratte-
ristiche di Matteo Marconcini, judoka
aretino classe 1989 che sta inseguendo
la qualificazione alle prossime Olimpiadi, quel-
le che si svolgeranno a Rio de Janeiro nel 2016.
Proprio con lui abbiamo parlato delle sue chan-
ce di partecipare allevento pi significativo al
mondo.
da questo inverno, da quando sono partite
le qualificazioni, che sto cercando di ottenere il
pass olimpico. Partecipare a questa manifesta-
zione credo rappresenti un sogno, non solo per
me ma per tutti gli atleti del mondo.
Ho questa possibilit e ho lavorato tanto e du-
ramente per ottenerla, adesso devo cercare di
concretizzare questi sforzi.
Marconcini in questo momento sta effettuan-
do degli allenamenti per preparasi al meglio
per i Campionati Mondiali che si terranno a fine
agosto, e nel frattempo gareggia nelle tappe
della Coppa del Mondo.
Da sei anni sono entrato nel corpo dei Cara-
binieri e da cinque afferma il venticinquenne
aretino sono nellorbita della Nazionale: fin da
subito lambizione pi grossa stata migliorarmi
sempre per poter competere con i pi forti e ar-
rivare a disputare una Olimpiade.
Questo significa grandi sacrifici e tanto e duro
lavoro, anche se gareggiare per lItalia alleste-
ro ed essere un rappresentante del nostro Pae-
se sempre un onore. Per questo dico che una
compet i zi one
come quella
che si svolger
a Rio nel 2016 il massimo per
un atleta.
Lobiettivo, quindi, per que-
sti due anni, fissato, e tutto
ci che verr in pi sar tutto
di guadagnato per Marconcini, che per
concludere dichiara: Io e lo staff tecnico
della Nazionale ci metteremo il massimo
dellimpegno per riuscire a volare a Rio:
lappuntamento a cinque cerchi sembra
lontano, ed effettivamente non dietro
langolo, ma la qualificazione spero che
arrivi presto, in modo da poter lavorare
con pi serenit per poter curare tutti i det-
tagli del caso.
T
Un sogno a cinque cerchi
Il judoka Matteo Marconcini a caccia del pass per le Olimpiadi
di Alessio
Segantini
17 13 GIUGNO 2014
n bel quarto posto in Coppa Toscana chiude la stagione dellUnder 19 Elite So-
lare della Scuola Basket Arezzo. Dopo una prima parte di annata in chiaroscuro
terminata con il settimo posto in campionato, i ragazzi allenati da Massimo Bini
hanno mostrato il loro orgoglio e il loro valore disputando unottima seconda fase
di stagione conclusasi alle final-four di coppa.
Le prime partite del trofeo hanno visto la Sba ottenere tante belle vittorie contro avver-
sarie quotate come Venturina e Cecina, chiudendo il girone al secondo posto e guadagnando laccesso
tra le migliori quattro della Toscana. Nella semifinale i ragazzi dellUnder 19 Solare si sono trovati opposti alla
Fides Montevarchi, futura vincitrice della coppa, e hanno dato vita a un derby emozionante ed equilibrato
che si concluso solo ai supplementari con la vittoria dei valdarnesi per 76 a 69.
Questa partita ha lasciato alla Sba un po di amarezza perch, a un secondo dal termine dellincontro
e con il punteggio in parit, gli aretini hanno ottenuto due tiri liberi e, realizzandone almeno uno, avreb-
bero centrato la vittoria: il doppio errore ha tenuto aperta la gara e ha anticipato la beffa finale. Stanca
e demotivata, nella finale per il terzo posto la squadra di Bini ha ceduto anche alla Legnaia Firenze e ha
cos chiuso come quarta il proprio cammino in coppa. Al di l del risultato afferma coach Bini, possia-
mo tracciare un bilancio positivo di questa annata perch i miei ragazzi hanno dimostrato unimportante
crescita tecnica e mentale, riuscendo a tenere testa alla vincitrice della coppa e attirando le attenzioni di
squadre di categorie superiori.
Dopo le final-four, infatti, la Sba ha ricevuto richieste per alcuni suoi giocatori del 1995 che, terminato
in questa stagione il loro percorso nelle categorie giovanili, sono pronti a spiccare il volo verso le prime
squadre. Alcuni saranno inseriti nella formazione di Serie D della Sba (dove gi hanno giocato in questa sta-
gione), mentre per altri potrebbero prospettarsi palcoscenici anche al di fuori di Arezzo. Questo interesse
verso i nostri giocatori continua Bini, il miglior riconoscimento della bont del lavoro di un allenatore e
di una societ. Un settore giovanile deve formare i futuri atleti e prepararli a giocare tra i grandi, dunque
per tutta la Sba motivo di grande orgoglio il fatto che molti dei nostri ragazzi, al termine delle categorie
giovanili, possano subito godere dellopportunit di disputare campionati senior di livello.
U
LUnder 19 Solare della Sba
trova riscatto in Coppa Toscana
18 13 GIUGNO 2014
o squash sta prendendo piede ad Arezzo. Divertente, tonificante e antistress, questo sport tipica-
mente anglosassone praticato da un numero sempre maggiore di aretini che si sfidano nei due
campi cittadini presenti allinterno del Palazzetto del Nuoto. Questo aumento di giocatori ha spinto
la Sport3, la societ che gestisce lo squash presso il Centro Sport Chimera, a promuovere la disci-
plina con lobiettivo di raggiungere un ulteriore sviluppo e di creare un vero e proprio movimento
sportivo. In questottica sono stati organizzati degli Squash Day in cui sar possibile provare gratuitamente
lo sport, muovendo i primi passi insieme a un istruttore o giocando contro gli altri giocatori presenti.
Il primo appuntamento si svolto a met maggio e ha visto arrivare ad Arezzo appassionati da tutta
la Toscana, mentre il secondo in programma nella giornata di sabato 14 giugno. In questa occasione
saranno organizzati tornei dimostrativi e altre prove che coinvolgeranno il pubblico con lobiettivo di farlo
appassionare allo squash e, prima ancora, di far conoscere la possibilit di praticarlo anche ad Arezzo. Allo
Squash Day potr partecipare lintera cittadinanza, con il Centro Sport Chimera che assicurer uno sconto
del 50% sui futuri abbonamenti e che fornir tutto loccorrente per giocare: palline, racchette e scarpette.
Ci stiamo impegnando per divulgare questa disci-
plina commenta Marco Magara del Centro Sport
Chimera. Siamo entusiasti dellalto numero di aretini
che ogni giorno giocano nei nostri campi, ma abbiamo
deciso di organizzare lo Squash Day per permettere a
questo sport di mettere definitivamente piede in citt.
Intenso, esplosivo e veloce, lo squash uno sport sem-
plice ma allo stesso tempo molto faticoso perch solle-
cita tutte le articolazioni e i muscoli, permettendo cos
di muoversi, mantenere la forma, divertirsi e scaricare
lo stress. Queste caratteristiche sono garantite dallam-
biente chiuso e da una pallina che, colpo dopo colpo,
si scalda facendo aumentare la velocit dellazione. E
garantendo sempre pi spettacolarit e divertimento.
Per prenotare il campo o per ricevere ulteriori informa-
zioni possibile recarsi al Palazzetto del Nuoto (in viale
Gramsci 7), scrivere una mail a info@centrosportchime-
ra.com, chiamare lo 0575/35.33.15 o mandare un sms a
Magara al 347/42.49.641.
L
Lo squash prende piede ad
Arezzo con lo Squash Day
PRESSO
19 13 GIUGNO 2014
utto il tennis aretino si unito in vista della seconda edizione della 24 Ore di tennis
in ricordo di Carlo Pini. C.T. Giotto, C.T. Arezzo e Junior Tennis hanno infatti deciso
di dar seguito a una manifestazione che nel 2013 ha riscosso lentusiasmo e la parte-
cipazione di decine di tennisti, dunque si sono gi attivati per organizzare un nuovo
grande evento in programma a cavallo tra venerd 25 e sabato 26 luglio.
I campi del Giotto ospiteranno una maxipartita in cui i tennisti e gli appassionati dei tre circoli, divisi in due
squadre, si sfideranno ininterrottamente nel corso di 24 ore dalle 19 del venerd alle 19 del sabato, giocan-
dosi punto su punto la vittoria del torneo. A scandire il cambio dei giocatori sar il suono di una sirena, con
il circolo ospitante che offrir la colazione a tutti i coraggiosi tennisti che realizzeranno limpresa di giocare
da mezzanotte alle 6 di mattina. Per decretare linizio ufficiale del torneo sar presente una chiarina della
Giostra del Saracino, mentre al termine dei giochi tutti i partecipanti indosseranno la maglia ufficiale della
24 Ore per la foto di gruppo e per le premiazioni da parte di Luisa Pini, moglie dellindimenticato Carlo.
Questa bella giornata di sport avr anche un fine benefico perch lintero ricavato, derivato dalle quo-
te di iscrizione e dalle libere offerte raccolte nel corso della gara, sar devoluto allAil (Associazione
Italiana contro le Leucemie) Fedelux onlus: lobiettivo di superare la soglia dei 1000 euro sfiorata nel
2013. Lassegno sar consegnato allAil-
Fedelux dalle mani della stessa Luisa Pini
in occasione della cena di gala del saba-
to sera. Sar un evento allinsegna dello
sport, dellamicizia e della beneficenza
spiegano dai tre circoli cittadini, il tutto
con un costante pensiero rivolto allamico
Carlo Pini, il cui ricordo inciso nella storia
del tennis aretino. La 24 Ore rappresen-
ter un modo simpatico per onorarne la
memoria e per creare momenti di aggre-
gazione tra tennisti di circoli diversi: Carlo
sarebbe stato orgoglioso di questa unio-
ne.
La 24 Ore sar arricchita da due
eventi paralleli: uninedita 12 Ore Un-
der 14 dalle 7 alle 19 del sabato rivolta
ai ragazzi dei settori giovanili e un torneo
di burraco aperto a tutti gli appassionati.
Allevento sono invitati anche atleti non
tesserati per i tre circoli ma intenzionati a
giocare in memoria di Carlo Pini, che po-
tranno iscriversi recandosi presso le segre-
terie delle societ tennistiche cittadine.
T
Tutto il tennis aretino per la
24 Ore in ricordo di Carlo Pini
20 13 GIUGNO 2014
a stagione di pesca entrata nel vivo. Nei giorni scorsi, un centinaio di
pescasportivi di tutta la provincia di Arezzo ha debuttato in tre importanti
campionati che, organizzati dallArci Pesca Fisa, metteranno in palio i tito-
li provinciali di pesca alla carpa. La grande novit stagionale rappresentata dalla
prima edizione in assoluto del torneo Feeder, una tecnica di derivazione anglosas-
sone in forte diffusione in Italia che ha rappresentato per molti pescatori unoccasione per
iniziare o per riprendere lattivit agonistica. Il Feeder, un evento caratterizzato dallutilizzo di pasturatori a
fondo, ha ufficialmente debuttato lo scorso 18 maggio sul campo di gara dellArno di Laterina.
Marted 27 maggio il lago Scacciapensieri di Indicatore (Arezzo) ha invece ospitato la serata inaugurale
del Trofeo Carpa-Lago in notturna a coppie, una gara sviluppata su sei tappe e promossa in collaborazio-
ne con Eschilo Pesca Market. Il campionato, unassolu-
ta novit per il territorio aretino, ha riscosso lentusiasmo
di un gran numero di pescatori che hanno colto loc-
casione di sfidarsi in una serie di inedite e appassionanti
gare in notturna. Al termine del campionato, le migliori
coppie guadagneranno la possibilit di sfidare i pi forti
pescatori delle altre province in una gara che assegne-
r una sorta di titolo toscano. Sempre pi pescatori
stanno scoprendo il fascino della pesca in notturna
commenta Alfredo Rondoni, presidente dellArci Pesca
Fisa di Arezzo. Abbiamo deciso di organizzare questo
torneo alla luce dallaumento di appassionati che han-
no iniziato a sfidarsi nelle ore buie presso i carpodromi
del nostro territorio: a tutti loro offriremo la possibilit di
contendersi un ambito titolo provinciale.
Il terzo e ultimo campionato che sta impegnando i
pescatori aretini il Trofeo Carpa-Lago 2014, un even-
to che ha preso il via sabato 31 maggio presso il lago
Oasi del Pescatore di Alberoro. Il torneo si svolge a rou-
baisienne e a canne fisse, due tra le tecniche di pesca
pi note e praticate, e si svilupper attraverso quattro
tappe che permetteranno di stilare una classifica con i
migliori pescatori della provincia.
LArci Pesca Fisa orgogliosa di promuovere que-
sti tre campionati aggiunge Rondoni. Le iscrizioni a
questi trofei sono andate ben oltre ogni aspettativa con
ladesione di decine di pescasportivi, dunque siamo si-
curi di poter assicurare un tris di manifestazioni combat-
tute e di altissima qualit.
L
Un tris di trofei
di pesca firmati
Arci Pesca Fisa
di Marco
Cavini
21 IL SETTIMANALE DI AREZZO 13 GIUGNO 2014
o scorso weekend, nelle
giornate di sabato 8 e do-
menica 9 giugno, si svol-
ta Artigianato e Restauro
nel Borgo, manifestazione volta
a promuovere lartigianato arti-
stico, il restauro e larte contem-
poranea nel territorio, dando al
contempo visibilit ad Anghiari e
alle sue eccellenze, anche in chia-
ve turistica.
Allinterno della kermesse si
inseriva la prima edizione di
Anghiari Arte: un concorso na-
zionale di pittura per quadri da
studio e opere realizzate in estem-
poranea.
Come da regolamento, hanno
partecipato pittori di qualsiasi
nazionalit, senza limite di et e
con una sola opera da studio, a
soggetto libero, da esporre nella
galleria di via Garibaldi 10.
Per quanto riguarda la sezione
opere realizzate in estempora-
nea ogni artista ha trovato lungo
le strade, i vicoli e negli angoli pi
suggestivi del borgo valtiberino la
collocazione pi congeniale per
produrre ed esporre direttamente
in loco i propri quadri, omaggio
agli scorci pi belli di Anghiari.
Le tele sono state vagliate da
una giuria specializzata, composta
da Marco Conti (maestro orafo),
Edi Magi (presidente provinciale
Cna Unione Artistico e Tradizio-
nale), Alessandro Marrone (ma-
estro darte), Paola Manneschi
(presidente Chimera Arte Arezzo)
e Pasquale Marzelli (vicepresiden-
te Chimera Arte Arezzo).
I vincitori sono stati decretati
in piazza Mameli nella serata di
domenica 8 giugno.
Per la sezione opere da studio
si aggiudicato il primo premio
il orentino Paolo Fedeli. Al se-
condo posto laretina Laura Se-
rani. Terza la rodigina Daniela
Santambrogio.
Nella sezione opere da estem-
poranea il livornese Maurizio
Biagini si imposto sul frusinate
Francesco Costanzo e sullameri-
cana, ma aretina dadozione, June
Carey.
Liniziativa ha richiamato in
Valtiberina tanto pubblico, che
ha potuto ammirare leccellen-
za dellartigianato, del restauro e
dellarte in un luogo incantevole.
Realizzata da Cna Arezzo in
collaborazione con lassociazio-
ne Chimera Arte Arezzo, la
manifestazione vantava il con-
tributo della Camera di Com-
mercio di Arezzo e i patrocini
del Comune di Anghiari, dellas-
sociazione Pro Anghiari e del
Liceo Artistico Coreutico Scien-
tico Internazionale di Arezzo,
sede di Anghiari.
ANGHIARI ARTE 2014
SUCCESSO PER LA PRIMA EDIZIONE
DEL CONCORSO VINTO DA PAOLO
FEDELI E MAURIZIO BIAGINI
prodotti per artisti
eventi darte
tel. 0575/294110
www.mastroartista.it
AREZZO BELLE ARTI
di Chiara
Marcelli
L
22 IL SETTIMANALE DI AREZZO 13 GIUGNO 2014
al 14 giugno al 31 ottobre torna per la sua seconda edizione Icastica, evento diretto da Fabio Mi-
gliorati che tratta lestetica internazionale attraverso le arti, lo spettacolo e le giornate di studio.
La parola chiave del 2014 Restart, intesa come rinascita, opportunit di ripartenza da una crisi
che dunque assume una accezione positiva.
Icastica arte di rappresentare la realt in una maniera efcace, incisiva e adattabile, che possa servire a
demusealizzare le opere ma anche a dare impulso a turismo ed economia. Per oltre quattro mesi, infatti, la
citt ospiter artisti internazionali, spettacoli di teatro, danza e musica, concorsi, giornate di studio e incon-
tri con personaggi della cultura italiana.
Circa quaranta sedi, tra musei, palazzi, chiese, piazze e vie, per un totale di quattro chilometri allinsegna
del dialogo tra arte contemporanea e fasti del passato.
Gli aretini e i visitatori potranno cos andare alla riscoperta del ricco patrimonio cittadino e allo stesso
tempo venire stimolati dalle installazioni e dalle opere di artisti noti a livello mondiale o emergenti, come nel
caso del trio Carrai-Mauceri-Trucchi e la loro Promenade lungo viale Piero della Francesca.
Il controverso Damien Hirst, che da settima-
ne sta facendo versare lacrime agli animalisti e
umi di inchiostro ai giornali, Michelangelo
Pistoletto, uno dei padri dellArte Povera, Anto-
ny Gormley, stella della New British Sculpture,
e il messicano Javier Marin, con il suo manie-
rismo del nuovo millennio, sono solo alcuni dei
protagonisti di Icastica 2014, un contenitore che
non si pone limiti di capienza.
Sempre tenendo a mente il concetto di ripar-
tenza, sar dato spazio allarcheologia, con le
mummie egizie, i reperti etruschi di Volterra, i
calchi umani di Ercolano e i reperti della Firenze
alluvionata del 1966.
La musica vedr la presenza delleclettica Or-
chestra Operaia, ma non mancher la polifo-
nia, grazie alla collaborazione della Fondazione
Guido dArezzo.
Le sezioni teatro e danza, a cura di Andrea
Biagiotti in cooperazione con Fondazione To-
scana Spettacolo e Teatro Franco Parenti di
Milano, porteranno allAnteatro romano la
compagnia di danza Aterballetto (29 luglio)
e gli imperdibili appuntamenti con Emanuele
Severino (15 luglio), Philippe e Christophe
Daverio (24 luglio) e Dario Fo (5 agosto).
In partnership con lOrdine Architetti PPC
AL VIA ICASTICA 2014
AREZZO RIPARTE DALLA ARTI
E DALLA CONTEMPORANEIT
D
di Marco
Botti
23 IL SETTIMANALE DI AREZZO 13 GIUGNO 2014
Provincia di Arezzo, la parte legata al
design sar invece connotata da Arm-
chair restart, un concorso per Under 35
inerente la riprogettazione della Proust
di Alessandro Mendini, la poltrona con
tessuto multicolor del 1978, divenuta
un simbolo italiano nel mondo.
Un concorso anche per la sezione
poesia, curato da La Feltrinelli Point
di Arezzo, destinato a poeti italiani af-
fermati, mentre la Biblioteca Citt di
Arezzo ospiter, come lo scorso anno,
gli open talks Djeuners sur lherbe:
gure dellestetica, delle scienze e della
letteratura presenteranno le loro ries-
sioni sul tema di questanno. E che ri-
partenza sia! www.icastica.it
WITHIN / WITHOUT
Le visioni di Walter Erra Hubert a Via Cavour 85
I
n concomitanza con Icastica 2014, lo spazio di Via Cavour
85, ad Arezzo, ospita la personale di pittura del noto artista
americano Walter Erra Hubert dal titolo within / without.
La personale presenta le visioni astratte del fondatore di Sil-
ver Birches di Pasadena (California), che da oltre quarantanni
lavora su progetti artistici per clienti prestigiosi in tutto il mondo.
Lesposizione, a cura del critico Michele Loffredo e della di-
rettrice artistica di Via Cavour 85 Danielle Villicana DAnnibale,
sar inaugurata sabato 14 giugno, alle ore 18, e proseguir
fino a sabato 12 luglio con il seguente orario: dal marted al
sabato dalle 16 alle 20; sabato 5 luglio e domenica 6 luglio
dalle 11 alle 20. Al vernissage seguir un concerto
lirico dal titolo Attraverso il mare presso il Circolo
Artistico di Arezzo, in Corso Italia 108. Alle 21.30 si
esibiranno la soprano Elisabetta Materazzi e il te-
nore Mark Saltzman, accompagnati dal pianista
Niccol Nardoianni. Lingresso al concerto libe-
ro e gratuito. www.villicanadannibale.com
Valeria Gudini
24 IL SETTIMANALE DI AREZZO 13 GIUGNO 2014
ellidea quella di far organizzare una mostra agli studenti del corso magistrale di Storia dellArte
Contemporanea del Dipartimento aretino, in una sorta di cantiere-laboratorio.
Quale miglior modo per prepararsi allesame nale? Il progetto espositivo Auto Velox di Luca
Pancrazzi, che ha inaugurato domenica 8 giugno al Museo dei Mezzi di Comunicazione di via
Ricasoli, proprio il frutto dello studio e dellarte condivisi.
Il noto artista glinese, che basa la sua ricerca sullanalisi del medium artistico, stato sollecitato dalle ca-
ratteristiche del museo nellimpostazione della sua mostra: un percorso legato alla trasmissione del messaggio
audio-visivo che si sviluppa attraverso tre momenti fondanti in cui il sonoro, la temporalit delle immagini
e la visione di micro-video portano lo spettatore a perdersi e ritrovarsi subito dopo nello scorrere del tempo.
Lidea di un collage di immagini e video appositamente ideati per loccasione nasce dalla curatrice Michela
Eremita e dai suoi studenti: Valentina Casi, Paola DAgostino, Camilla Giantomasso, Valentina Gnassi,
Alice Merighi, Gabriele Nencioli, Daniele Salvi, Francesca Testi, Ida Trovarelli, Paolo Utili e Lucia
Vagheggi.
La mostra rimarr aperta no al 26 luglio, il marted, il gioved, il sabato e la prima domenica del mese
dalle 9.30 alle 17.30. www.museocomunicazione.it
B
IL FIORENTINO LUCA PANCRAZZI ESPONE AL
MUSEO DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE
AUTO VELOX di Valentina
Paggini
25 IL SETTIMANALE DI AREZZO 13 GIUGNO 2014
IL TEATRO DI CASTELSECCO PROTAGONISTA A GIUGNO
Due spettacoli tra filosofia e musica per valorizzare il sito etrusco
L
Associazione Castelsecco nel mese di giugno propone due eventi allinterno del parco archeologico
di San Cornelio. Per due luned di fila, alle ore 21, il teatro etrusco si anima di voci e suoni, grazie alla
sede aretina dellUniversit degli studi di Siena, lOrchestra Giovanile di Arezzo, la collaborazione della
Sezione soci di Unicoop Firenze e il patrocinio del Comune di Arezzo, con gli spettacoli curati da Simone
Zacchini sotto il profilo storico culturale, da Roberto Pasquini sotto quello musicale e affidati alla voce
narrante di Valeria Gudini. Si parte il 16 giugno con I confini dellanima: basato sul valore della musica in
ambito filosofico, lo spettacolo propone possibili interconnessioni fra cultura greca e musica
sette-ottocentesca. Da Platone ed Eraclito a Vivaldi e Debussy, interpretati da formazioni ca-
meristiche e orchestrali. Il 23 giugno andr invece in scena Pensieri sulla libert, progetti per
la pace, uno spettacolo che avr per protagoniste tematiche affrontate nei secoli da perso-
naggi come William Penn, Jean-Jacques Rousseau, John Stuart Mill ed Eric Fromm. Anche in
questa occasione lOrchestra Giovanile di Arezzo accompagner la voce narrante di Simone
Zacchini e quella recitante di Valeria Gudini. Enrico Badii enrico.badii@gmail.com
SPLEEN. MELANCONIA
Lantinaturalismo di Luca De Pasquale
in mostra a Loft 52100
S
pleen. Melanconia la mostra fotografica di Luca De
Pasquale, curata da Tiziana Tommei, ospitata dal 31
maggio al 30 giugno negli ambienti di Loft 52100 2nd life
object di via Cesalpino 19, ad Arezzo. Il Concept & design
store, nato da unidea di Sara Mafucci e Serena Capponi,
oltre a essere un negozio di mobili e complementi darredo
si propone anche come spazio espositivo per giovani desi-
gners e artisti. Un posto giusto anche per il valdostano Luca
De Pasquale, classe 1983, grafico e fotografo con una
grande passione per la tipografia, leditoria artigianale e
la foto analogica, che ripropone come prodotti unici e ini-
mitabili allinterno del laboratorio Luciferi Visionibus, aperto
nel 2013 ad Arezzo assieme a Enrico Fico. Incline a osserva-
re con occhio interiore e a rendere introspettiva una visio-
ne desunta dalla realt oggettiva, lautore trasporta tutto
in un linguaggio antinaturalistico: i soggetti perdono ogni
connotato umano per trasformarsi in animazioni oniriche,
figure pi fantasmiche che fiabesche, cartoon inanimati,
manichini senza tempo e storia, spazi e
natura privati di ogni relazione fenome-
nica. Il filo rosso che unisce le immagini
pu essere definito come un sentimento
sofferto dinappartenenza a ci che
fuori. Cecilia Falchi
26 IL SETTIMANALE DI AREZZO 13 GIUGNO 2014
Cucina tipica toscana
Osteria d Cenci
via d Cenci 11, Arezzo
osteriadecenci@gmail.com
tel. 0575 24572
LA REALT: UN LIB
ANCORA ESSERE SC
olitamente sono gli adulti a raccontare il
disagio degli adolescenti, un disagio da cui
emergono fragilit, carenza di relazioni af-
fettive, una diffusa condizione di solitudi-
ne. La vita emotiva degli adolescenti viene descritta
come un percorso di esperienze esistenziali che ri-
chiedono di acquisire competenze emotive, indi-
spensabili per compiere scelte, per cogliere, valutare
e gestire le emozioni proprie e riconoscere le emozio-
ni di chi ci circonda.
La realt multiforme, variegata, non aiuta a co-
gliere la complessit della vita emotiva. La realt
contraddittoria rende difcile cercare il signicato
autentico dei sentimenti di ragazzi e ragazze rappre-
sentati dai media sempre spavaldi, sorridenti, belli,
quando spesso insicurezza, infelicit, inquietudine
insidiano invece la loro esistenza.
Nel libro Ti dir una bugia, prometti che mi cre-
derai (Montedit 2014) il giovane autore aretino di-
ciannovenne, Elvis Arustei Joan, attraverso la sto-
ria del protagonista, ladolescente Marcus, presenta
unimmagine della vita emotiva dei giovani doggi
con le connotazioni di incertezza del tempo presen-
te, del rischio e dellinsicurezza che la caratterizza.
Nel romanzo viene evidenziata la condizione esi-
stenziale comune e condivisa nellet postmoderna,
quella di perdere il controllo sulle proprie vite.
Nello stesso tempo il rapporto di dialogo e com-
plicit tra il protagonista del romanzo e la nonna
materna, sgombra il campo dallo stereotipo, alimen-
tato dallimmaginario collettivo, della contrappo-
sizione tra la giovinezza come et della passione,
anche delle passioni tristi, e let adulta come et
della ragione.
A ogni et necessario imparare a sentirsi, cio
conoscere, accettare, ascoltare, esprimere il proprio
S
27 IL SETTIMANALE DI AREZZO 13 GIUGNO 2014
BRO CHE DEVE
CRITTO
io interiore per sentire gli altri, coloro che ci stanno
accanto, che amiamo.
Cosa rappresenta la scrittura per un ragazzo
della tua et?
Scrivere mi piace molto: ho sempre scritto, sin
da piccolo, quando si trattava solamente di scara-
bocchiare qualche foglio oppure di provare se la
penna funzionava. Crescendo ho scoperto come
questo modo di esprimersi rappresenti per me un
luogo dove rifugiarmi dal mondo esterno, entrare in
contatto con me stesso, con la mia vera natura, per
esprimere sentimenti ed emozioni.
Quando hai deciso di scrivere il tuo primo li-
bro?
Lidea di scrivere un libro nata per scommessa:
una ragazza che frequentavo, leggendo alcune pagine
che avevo scritto, trovandole molto belle, mi chiese
perch non avessi mai pensato di scrivere un libro.
Inizialmente lidea mi attraeva e allo stesso tempo mi
spaventava; passare dallo scrivere qualche pensiero
a una storia intera era qualcosa di troppo grande,
pensavo. Poi, trascorrendo diverse ore a scrivere,
mi sono accorto che quello era ed il mio mondo.
Oggi, come nel passato daltronde, la scrittura, come
qualsiasi forma darte rappresenta il contatto intimo
con noi stessi, dove impossibile mentire.
Quale denizione della realt darebbe Elvis
Marcus?
La realt come un libro che deve ancora essere
scritto, in cui le parole vengono sostituite dalle azio-
ni e dalle scelte. Il mondo che mi circonda il luogo
da dove parte dellispirazione proviene: un mondo
strano a volte, ma ci vivo dentro.
Nel mio futuro vedo me stesso e la scrittura come
parte integrante della mia vita. Questo, come tante
altre mie passioni, un modo per dare un senso alla
mia vita. La memoria a volte non basta. Verba vo-
lant, scripta manent.
lu.pastorelli@libero.it
di
Luciana
Pastorelli
28 IL SETTIMANALE DI AREZZO 13 GIUGNO 2014
EDICOLA KENNEDY (VIA KENNEDY 1)
EDICOLA DELLOSPEDALE (VIA NENNI)
EDICOLA SCOSCINI (VIA ALFIERI)
TIRAMOLLA (VIA ROMANA 98/A)
EDICOLA FAGIOLI (BELVEDERE)
EDICOLA PANCI (PIAZZA SAIONE)
EDICOLA CAMPO DI MARTE
(VIA VITTORIO VENETO)
LIBRERIA EDISON
(PIAZZA RISORGIMENTO 31)
EDICOLA SCARTONI (P.ZZA SAN JACOPO)
LIBRERIA MONDADORI (VIA ROMA)
LIBRERIA UNIVERSITARIA LEGGERE
(VIA CITTADINI)
INFORMAGIOVANI
(PIAZZA SANTAGOSTINO)
EDICOLA SAN MICHELE
(PIAZZA SAN MICHELE)
LA FELTRINELLI POINT (VIA CAVOUR 13)
EDICOLA RAJA (VIA GUIDO MONACO)
EDICOLA AMIDELLI (VIA PORTA BUIA)
EDICOLA SAN LORENTINO
(PORTA SAN LORENTINO)
EDICOLA SCARTONI
(PIAZZA SAN GIUSTO)
IL GIORNALAIO (VIA REDI)
EDICOLA ROSSI (VIA PACIOLI)
EDICOLA DALLA NOCE (P.ZZA GIOTTO)
EDICOLA VIA ERBOSA
EDICOLA PERLINI (VIA GIOTTO)
EDICOLA ROSI ANTONIO (VIA MECENATE)
EDICOLA BURRONI (VIA TARLATI)
PAPER CO. (CENTRO COMM. SETTEPONTI)
EDICOLA SAN LEO
BOTTEGA DI GIACCO (SAN GIULIANO)
EDICOLA IL FUMETTO (QUARATA)
CARTOLIBRERIA MILLE IDEE
(VIA FIORENTINA 244)
FOTO OTTICA MARCO
(VIA DAL BORRO 68/70)
SPAZIO SEME (VIA DEL PANTANO 36)
MASTRO ARTISTA (VIA BENEDETTO VARCHI 73)
DOVE TROVARE (GRATIS!) IL SETTIMANALE
AREZZO E LUN
DI UN RAPPOR
rezzo e lUniversit, da sempre un rapporto
complesso, due storie a volte parallele a volte
troppo distanti e divergenti. Unistituzione ac-
cademica forse mai del tutto apprezzata e va-
lorizzata dalla citt, sicuramente un rapporto fatto di alti
e bassi. La svolta stata certamente quella, nel 1997, di
trasferire lallora Facolt di Magistero di Villa Godiola
dentro la citt. Da quel momento Arezzo ha accolto sica-
mente lUniversit di Siena al proprio interno, nel colle del
Pionta, punto tra laltro strategico perch a 2 minuti dalla
stazione e a 5 minuti dal centro storico. Negli ultimi anni
Arezzo e lUniversit hanno pi volte provato a incontrarsi
con iniziative e progetti che molto spesso sono partiti dal
viale del Pionta e poche volte dalla citt. Eppure le occa-
sioni per far conoscere la realt universitaria e metterla in
mostra davanti agli aretini non sono certo mancate.
Negli ultimi anni molti eventi si sono svolti allinterno
del Campus del Pionta, la maggior parte dei quali aperti
alla cittadinanza. In alcuni casi le iniziative si sono svolte
anche nel centro citt, come per esempio le lezioni nelle
piazze ai tempi della scoperta del buco nanziario dellate-
neo senese e della mobilitazione, da parte dellex Facolt
di Lettere, per far conoscere la propria situazione anche alle istituzioni locali. Altro evento importante fu
Shine!, ovvero la notte dei ricercatori, che vide diverse istituzioni ed enti aretini, come Comune, Biblioteca
Citt di Arezzo, Liceo Classico Musicale, anco a anco nellorganizzazione di una serie di eventi e iniziative
culturali come mostre, conferenze e concerti.
Un rapporto con il territorio che in questi ultimi giorni si rianimato con alcune piccole iniziative volte
soprattutto a dare ulteriore visibilit alla realt universitaria aretina. La prima stata realizzata in occasione
dellultima Fiera Antiquaria, allestendo lo scorso 1 giugno uno stand informativo sotto le Logge del Vasari
A
29 IL SETTIMANALE DI AREZZO 13 GIUGNO 2014
NIVERSIT, STORIA
RTO MAI SCONTATO
in Piazza Grande. I docenti
del Dipartimento aretino
dellUniversit di Siena si sono infatti
resi disponibili per incontrare studenti e
genitori, consigliandoli e dando informa-
zioni riguardo ai percorsi di studio e ai servizi universitari
presenti sia nel Campus del Pionta sia nella citt del Palio,
distribuendo guide e altro materiale promozionale.
Il secondo evento degno di nota si svolto invece il 5
giugno al Campus del Pionta. Si trattato di uno spettaco-
lo teatrale sulla citt di Arezzo realizzato dagli studenti uni-
versitari iscritti al corso di Laurea magistrale in Discipline
letterarie, artistiche e dello spettacolo. Istantanee teatrali,
questo il titolo dello spettacolo, si ispirato a fatti riportati
dalla stampa locale ed stato realizzato, oltre che dagli stu-
denti, anche dal drammaturgo Stefano Massini, docente
del Dipartimento aretino.
Se la strada per rendere il Campus del Pionta un centro
vivo e dinamico della citt e al servizio stesso di Arezzo
sembra pi o meno essere quella giusta, c per da sotto-
lineare che tanto pu essere ancora fatto. La sinergia che
tante volte si sviluppata tra Universit e istituzioni aretine
potrebbe essere rinforzata e rilanciata maggiormente anche grazie agli eventi estivi, basti pensare a Icastica,
alla Giostra del Saracino o al Polifonico. Impiegare studenti e docenti per eventi collaterali o approfondi-
menti circa le manifestazioni ospitate in citt potrebbe essere un ulteriore e importante passo avanti nel
rapporto tra Arezzo e la sua realt universitaria.
Un rapporto che, tra laltro, sembra di nuovo incerto dal punto di vista dellofferta didattica. Le notizie
circa i possibili trasferimenti di alcune lezioni delle lauree nelle professioni sanitarie dal Campus del Pionta
alla sede senese non sono certo rassicuranti. Ma di questo avremo modo di parlare nei prossimi numeri.
di Luca
Piervenanzi
30 IL SETTIMANALE DI AREZZO 13 GIUGNO 2014
l

e
v
e
n
t
o
c
h
i
l
o
m
e
t
r
o

z
e
r
o
Giugno il primo mese
dellestate nellemisfero bo-
reale: prende il nome dalla
dea Giunone e la deno-
minazione mese del sole
deriva dal fatto che in cor-
rispondenza del 21 giorno
del mese lasse terrestre pre-
senta uninclinazione tale da
garantire la massima durata
della luce nellarco di un
giorno.
Luce e calore che portano a matu-
razione il grano e ravvivano lo spirito.
I detti contadini si sprecano: Giugno
ha tesori in pugno: raccolti e promo-
zioni, nozze e delusioni forse quello
che li rappresenta di pi.
FESTA DEL VINO
A PIEVE AL TOPPO
Dal 12 al 14 giugno
grande festa delle Stra-
de del Vino Terre di
Arezzo in Val di Chia-
na, a Pieve al Toppo
con concerti, spettacoli,
pizza, paella, bruschette
e tanto altro
Degustazioni di vino
di Pi di Colle, Il Pa-
lazzo e Buccianera, e
mercatini tutte le sere. Venerd 13
in collaborazione con il Mengo Mu-
sic Fest concerto di Surn Monkeys,
Kaleidoscopic, Tequila
Funk Experience e Did.
Maps to the Stars
di David Cronenberg **
Un bambino prodigio, viziata
star di commedie per famiglie;
una figlia darte che vive ancora
allombra della madre morta; una
ragazza ustionata nel corpo e nello
spirito alla ricerca di una redenzio-
ne. Il loro incontro far saltare tutti gli scarsi equilibri
esistenti. Il regista canadese utilizza il microcosmo
hollywoodiano per sparare a zero su una societ
ipocrita, gretta, drogata fisicamente e psicologica-
mente. Le immagini fantasmatiche dei morti che ri-
tornano come angosce personali lasciano spazio a
una violenza reale che morde le viscere. Limpianto
si regge sui vari Wasikowska, Cusack, Bird e la divina
Moore, giustamente premiata a Can-
nes per la mostruosa interpretazione,
ma Cronenberg sembra perdere il
bandolo sul finale, lasciando un senso
dinconcludenza a una pellicola fin l
gravida di attese. Enrico Badii
di Lucio
Massai
La
pchera
n formalina
Anco questanno, Beppe, co listte,
arva Icsteca e Rezzo n vitrna,
ma son bollenti sempre le patate
pe lupignne pbbleca aritna.
Le polemiche unnreno bastate
pi stracci tesi, chora, pi billna,
Macr ciha nantra de le su trovate:
una pchera missa n formalina!.
E alra?. Alra se son scatenati
lanimalisti. Se sono sdegnati
perch un samazza ad arte lannemli:
lo posson fa soltanto i criminali!.
Odo, Tnio, ho mangio. Beppe, taci!.
per Pasqua, lagnello co le spinaci!.
di Leonardo
Zanelli
i
l

s
o
n
e
t
t
o
c
i
n
e
m
a
l

e
v
e
n
t
o
di Fabio
Mugelli
31 IL SETTIMANALE DI AREZZO 13 GIUGNO 2014
Distributori esclusivi del
marchio Forno dAsolo,
leccellenza del croissant!
E da oggi anche del
Caff Portioli, lespresso
a regola darte: con
Portioli vi forniamo
unampia gamma di
promozionali per
personalizzare il
vostro locale con stile
so so
Se sei un b
ar o
un risto
rante
co
ntattaci, p
er fare d
i no
i
i tuo
i fo
rnito
ri d
i fid
ucia!
FORNO DASOLO: DISTRIBUTORI PER AREZZO - FIRENZE - PRATO - PISTOIA
CAFF PORTIOLI: DISTRIBUTORI PER AREZZO - PRATO - PISTOIA
LOC. CASE NUOVE 49/A, FRAZIONE CECILIANO (AR) 0575 321156
VIA FRATELLI ROSSELLI 10/1, LOC. CAPALLE, CAMPI BISENZIO (FI) 055 8969616
TOSCANA
GEL srl