Sei sulla pagina 1di 4

LETTERA ALLE FAMIGLIE

D E L L U N I T A P A S T O R A L E D I
CAPEZZANO P.re - MONTEGGIORI - S. LUCIA
Via Sarzanese 147 - Tel. 0584 914007 - 347 64 66 961
e-mail: parrocchia.capezzano@alice.it
Visitateci sul Sito Internet: chiesacapezzano.org

N 673 7 SETTEMBRE 2014
XXIII SETTIMANA DEL TEMPO ORDINARIO - LITURGIA DELLE ORE III SETTIMANA

AMARE FA SEMPRE BENE

Se tuo fratello commetter una colpa contro di te, tu va'... Queste parole
tracciano le regole di base per la convivenza fraterna. La prima: se qualcuno ti
ferisce, tu non chiudere la comunicazione, non lasciare che l'offesa occupi tutta la
scena, non metterti in atteggiamento di vittima, ma fa tu il primo passo, riapri tu il
dialogo. il primo modo per vincere il male, per esserne liberati. Se ti ascolter,
avrai guadagnato tuo fratello.
Una espressione inusuale e commovente: guadagnare un uomo, acquistare un
fratello, arricchirsi di persone. Il vero guadagno della mia vita corrisponde alle
relazioni buone che ho costruito.
Tutto quello che legherete sulla terra... Il potere di sciogliere e legare non ha
nulla di giuridico, consiste nel mandato fondamentale di tessere nel mondo
strutture di riconciliazione: ci che avrete riunito attorno a voi, le persone, gli
affetti, le speranze, lo ritroverete unito nel cielo; e ci che avrete liberato attorno a
voi, di energie, di vita, di audacia e sorrisi, non sar pi dimenticato, storia
santa.
Ci che scioglierete avr libert per sempre, ci che legherete avr comunione per
sempre. Nel Vangelo di oggi un crescendo di comunit. Fino alla affermazione
ultima: dove due o tre sono riuniti nel mio nome, io sono in mezzo a loro. Non
semplicemente nell'io, non semplicemente nel tu, il Signore sta tra noi.
tra noi, ad una condizione: che siamo riuniti nel suo nome. Non per interesse,
non per superficialit, non per caso, ma nel suo nome: amando ci che lui amava,
preferendo coloro che lui preferiva, sognando il suo sogno di un mondo fatto di
fratelli, dove il giusto e il peccatore, il violento e l'inerme si tengono per mano.



IL DISCEPOLO E IL SACCO DI PATATE

Un giorno il saggio diede al discepolo un sacco vuoto e un cesto di patate.
"Pensa a tutte le persone che hanno fatto o detto qualcosa contro di te
recentemente, specialmente quelle che non riesci a perdonare. Per ciascuna,
scrivi il nome su una patata e mettila nel sacco".
Il discepolo pens ad alcune persone e rapidamente il suo sacco si riemp di
patate.
"Porta con te il sacco, dovunque vai, per una settimana" disse il saggio. "Poi
ne parleremo".
Inizialmente il discepolo non pens alla cosa. Portare il sacco non era
particolarmente gravoso. Ma dopo un po', divenne sempre pi un gravoso
fardello. Sembrava che fosse sempre pi faticoso portarlo, anche se il suo
peso rimaneva invariato.
Dopo qualche giorno, il sacco cominci a puzzare. Le patate marce
emettevano un odore acre. Non era solo faticoso portarlo, era anche
sgradevole.
Finalmente la settimana termin. Il saggio domand al discepolo: "Nessuna
riflessione sulla cosa?".
"S Maestro" rispose il discepolo. "Quando siamo incapaci di perdonare gli
altri, portiamo sempre con noi emozioni negative, proprio come queste
patate. Questa negativit diventa un fardello per noi, e dopo un po',
peggiora."
"S, questo esattamente quello che accade quando si coltiva il rancore.
Allora, come possiamo alleviare questo fardello?".
"Dobbiamo sforzarci di perdonare".
"Perdonare qualcuno equivale a togliere una patata dal sacco. Quante
persone per cui provavi rancore sei capace di perdonare?"
"Ci ho pensato molto, Maestro" disse il discepolo.
"Mi costata molta fatica, ma ho deciso di perdonarli tutti".

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

PREGHIERA DAL GULAG

Perdona tutti noi
benedici tutti
ladri e samaritani
quelli che cadono per strada
e i sacerdoti che passano senza fermarsi
i carnefici e le vittime
quelli che maledicono
e quelli che sono maledetti
quelli che si rivoltano contro di te
e quelli che s'inginocchiano davanti al tuo amore
prendici tutti in te
Padre Santo e Giusto.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

TU CI PERDONI SEMPRE

Tu ci perdoni sempre.
Tu ci dai sempre
la possibilit di essere nuovi
e di ricominciare da capo.
Allora anche noi
dobbiamo perdonare
gli amici che ci lasciano,
a quelli che parlano male di noi,
a quelli che non mantengono
gli impegni presi insieme.
Tu ci perdoni sempre.
Allora nessuno deve mai
chiudere con un fratello.
Mai disperare che il bene
la spunti sui difetti.
Allora mai dobbiamo aspettare
che incomincino gli altri.
Tu ci perdoni sempre.
Allora nessuno di noi
deve mai stancarsi
di ricominciare,
di ridare fiducia,
di risalire la china
delle delusioni.
Tu ci perdoni sempre
e non ti stanchi mai di noi.



O Maria,
ancora una volta ricorriamo a te, per trovare rifugio e serenit,
per implorare protezione e soccorso.
Madre di Dio e Madre nostra, volgi il tuo sguardo dolcissimo
su tutti coloro che ogni giorno affrontano i pericoli per garantire
alle proprie famiglie il sostentamento necessario alla vita,
per tutelare il rispetto del creato, per servire la pace tra i popoli.
Protettrice dei migranti e degli itineranti,
assisti con cura materna gli uomini, le donne e i bambini
costretti a fuggire dalle loro terre in cerca di avvenire e di speranza.
L'incontro con noi e con i nostri popoli
non si trasformi in sorgente di nuove e pi pesanti schiavit e umiliazioni.
Madre di misericordia, implora perdono per noi che,
resi ciechi dall'egoismo, ripiegati sui nostri interessi
e prigionieri delle nostre paure,
siamo distratti nei confronti delle necessit e delle sofferenze dei fratelli.
Rifugio dei peccatori, ottieni la conversione del cuore
di quanti generano guerra, odio e povert,
sfruttano i fratelli e le loro fragilit,
fanno indegno commercio della vita umana.
Modello di carit, benedici gli uomini e le donne di buona volont,
che accolgono e servono coloro che approdano su questa terra:
l'amore ricevuto e donato sia seme di nuovi legami fraterni
e aurora di un mondo di pace. Amen.
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
PELLEGRINAGGIO MEDJUGORJE
DAL 8 AL 12 SETTEMBRE
N. B. Durante i giorni del pellegrinaggio, in parrocchia,
non verr celebrata la Sante Messa delle ore 8,30
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
E TORNATO ALLA CASA DELPADRE
Pardini Luigi
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
ORARIO DELLE SANTE MESSE
Giorni feriali Ore 8,30 - Sabato Ore 18,00
Festivi Ore 8,30 - 11
Ore 10 a Santa Lucia - Ore 18 a Monteggiori