Sei sulla pagina 1di 15

M

Gocce di
MECCANICA DEI FLUIDI
per allievi geometri
Definizioni. 2
Leggi fondamentali dellidrostatica2
Energia potenziale e pressione...3
La legge di Bernoulli..4
Portata ed equazione di continuit..!
"luidi reali..#
Lung$e condotte.%
Potenza idraulica... &
Esempi..'(
19 ottobre 2009 - prof. M. Crevani
'
Definizioni

Fluidi ) sistemi fisici di particelle Liuidi
non dotati di forma propria fluidi a *olume praticamente
costante alla *ariazione della pressione

Aeriformi
fluidi il cui *olume *aria facilmente
al *ariare della pressione applicata
M+DELL+ ",-,.+

L,/0,D,
Ga! non cam1iano di stato
modificando solo
2E3,"+3M, pressione e *olume.
"apor i cam1iano di stato
modificando pressione
e *olume.
N#$A 4,n realt nessun fluido 5 perfettamente incomprimi1ile6 ma i liquidi ric$iedono pressioni
note*olissime per ridurre il loro *olume6 mentre gli aeriformi $anno *olume in*ersamente
proporzionale alla pressione cui sono soggetti 7Legge di Bo8le4Mariotte9.
Leggi fondamentali dell%idro!tatica

&a!cal' in ogni punto di un fluido la pressione 5 uguale in tutte le
direzioni.
(tevino' la pressione in un fluido in quiete 5 direttamente proporzionale a
peso specifico e profondit.
p : 7d . g9 . $
Arc)imede' la risultante delle forze agenti su un corpo immerso in un
fluido 5 diretta *erso lalto e pari al peso del fluido spostato.
2
E!ten!ione ai fluidi del concetto di energia potenziale
gravitazionale

-upponiamo di a*ere un ser1atoio in cui sia contenuto un fluido a un
li*ello costante. 2 profondit $ 5 inserito un tu1o a gomito in cui il fluido
pu; risalire fino alla quota in cui si tro*a nel ser1atoio. Per il principio dei
*asi comunicanti6 appena aperto il tu1o6 la massa m di fluido a profondit
$ pu; risalire allestremo del tu1o. /uesto significa c$e de*e possedere
unenergia potenziale pari a quella finale 7allinizio e alla fine 5 ferma9
E
p'
:E
p2


-e inizialmente la massa si tro*a a quota z6 risale poi a quota z < $
E
p'
:mg 7z < $9 :E
p2

applicando -te*ino6 7p : d . g . $9
E
p'
:E
p2
: mg z< p


dg
p prende il nome di altezza piezometrica 75 laltezza di cui pu;
dg risalire il fluido grazie alla sua pressione p9


p
(pressione) $
z
quota (
3
Il principio di con!ervazione dell%energia meccanica applicato ai fluidi
perfetti' la legge di *ernoulli+
Data una massa m di un fluido in mo*imento6 se questo 5 pri*o dattriti 7=fluido
perfetto>9 de*e *alere il principio di conser*azione dell?energia meccanica6 ossia in
due sezioni @'@ e @2@ del condotto percorso dal fluido la somma dell?energia
potenziale e cinetica de*e restare uguale 7Bernoulli trascura gli effetti elastici9. Per
l?energia potenziale *ale inoltre la precedente osser*azione)
mg7z
'
<$
'
9< m *
'
A : mg7z
2
<$
2
9<m *
2
2

2 2
di*ido per m e per g6 tro*ando cosB energie per unit di peso 7ossia
@altezze@9

z
,
-p
,
- v
,
. / z
0
- p
0
- v
0
. Legge di *ernoulli
dg 0g dg 0g
z
,
: altezza geometrica
p
,
/ altezza piezometrica 1o di pre!!ione2
dg
v
,
0
: altezza cinetica 1o di velocit32
0g


"elocit3 d%efflu!!o da un foro a profondit3 ) 1Legge di $orricelli2
E un classico pro1lema imposta1ile con la legge di Bernoulli

P
':
p
atm
P
2:
p
atm
' C
':
$ D C
2:
(
E
':
(
$
$ < ( : E
2
" / 0g)
2g
2 E
4
P+3F2F2 7/9
E una grandezza fisica essenziale per la meccanica dei fluidi6 definita come
*olumeGtempo 7unit 1ase -,) m
3
Gs96 ma legata anc$e alla area - della sezione
attra*ersata e alla *elocit media * del fluido in quella sezione dalla relazione)
/ : * . -
Come !i mi!ura la portata 4
'4 Piccole portate 7 es. utenze domestic$e 9 ) contatori6 misuratori di *olume proporzionale al
numero di giri di una *entolina.
24 Portate medie 7 linee di acquedotti 9 ) *enturimetri
34 Portate di canali irrigui o fiumi ) idrometri6 ossia sezioni particolari do*e si pu; mettere la
portata in diretta dipendenza dallaltezza dacqua) / : f 7 $ 9
44 2ltri sistemi....
"enturimetro
Dalla Legge di Bernoulli6 ponendo uguali le quote geometric$e6 e tenendo conto dell?equazione di
continuit6 si rica*a)
/ : H p
'
4 p
2

Do*e H dipende dalle aree delle sezioni 7-
'
6 -
2
9 e dalla densit del fluido.
Euazione di continuit3
In condizioni !tazionarie 1cio5 co!tanti nel tempo26 dato un volume prefi!!ato
interno a un fluido in moto6 la portata entrante in uel volume 5 uguale a uella
u!cente+
E!primendo la portata come velocit3 per area della relativa !ezione'
7 / v
,
+(
,
/v
0
+(
0
!
Fluidi reali
, fluidi6 in realt6 sono soggetti ad attriti interni ed esterni
2ttriti interni ) sono quantificati dal coefficiente di *iscosit6 c$e rende conto della resistenza c$e le
particelle oppongono al loro scorrere le une sulle altre.
Eiscosit ) I . s
m
2
/uando pre*algono gli attriti interni a11iamo il regime di moto laminare, con perdite
proporzionali alla *elocit.

2ttriti esterni ) insorgono al contatto tra il fluido in mo*imento e ci; c$e lo contiene

2ttriti esterni ) Perdite distri1uite 7 attrito condotto G fluido 9
Perdite localizzate 7 1rusc$e de*iazioni della traiettoria e si
quantificano come frazioni dellaltezza
cinetica cio5 J E
2
9
2g
/uando pre*algono gli attriti esterni a11iamo il regime di moto turbolento, con perdite
proporzionali a E
2
.
Fra i due regimi *i 5 un regime di transizione6 in cui le perdite sono proporzionali a E

con
compreso fra ' e 2
Per capire la condizione sta1ile in cui il fluido si tro*er6 si *aluta il numero di Reynolds +
3e : d E D

3e < 2((( moto laminare
3e > 2((( moto tur1olento
#
Lung)e condotte
Fra i *ari pro1lemi trattati dall,draulica6 consideriamo quello del moto di fluidi in pressione in
lunghe condotte, definizione applica1ile a tratti di condotta lung$i almeno '((( *olte il loro
diametro. ,n tal caso *algono le seguenti semplificazioni )
'. -i considerano solo perdite distri1uite 7di gran lunga pre*alenti9
2. Laltezza cinetica in condotta6 molto piK piccola delle perdite di carico distri1uite6 si trascura .
Per le perdite distri1uite )
L: L E
2


"ormula di Darc8 M Neis1ac$
D 2g
L: perdite di carico
L : lung$ezza condotto
7lam1da9 : coefficiente di resistenza
La legge di *ernoulli diventa ' z
, -
p
,

/
z
0 -
p
0

-
L + + "
0
d +g d +g D 0g

dipende ) 4 solo da 3e in moto laminare) : #4G3e 21aco
4 da 3e e da GD 7sca1rezza relati*a9 in regime di
di transizione Mood8
4 solo da GD in moto tur1olento
L
:
O cadente piezometrica
L
carico totale 7Bernoulli9
L L

carico tot. reale
%
2B2.+ D, M++DP
.+E"",.,EIF, D, -.2B3ECC2 DELLE F0B2C,+I,
Fa1ella sintetica
Fu1i nuo*i PE6 PE.6 P3"E6 3ame6
2cciaio ,noQ
( 4 (.(2 mm
Fu1i nuo*i Rres6 R$isa ri*estita6 2cciaio (.(! 4 (.'! mm
Fu1i in .emento ordinario6 tu1i con lie*i
incrostazioni
(.'( 4 (.4( mm
Fu1i con incrostazioni e depositi (.# 4 (.S mm

S
&otenza idraulica
&
idr
/ d g 7 8
L : carico totale : trinomio di Bernoulli : energia meccanica totale
Peso
Alcuni ca!i concreti
a2 &ompa
Una pompa fa acui!tare al fluido una maggiore pre!!ione' detto p l%incremento di pre!!ione
!i trova
&
idr
/ 7 + p
92 $ur9ina
$ra!forma in potenza un di!livello geometrico )'
&
idr
/ d g 7 )
c2 Generatore eolico
8 5 e!!enzialmente altezza cinetica6 e !i dimo!tra c)e al ma!!imo il :;+< = 5 tra!forma9ile in
potenza meccanica 1la v non pu> azzerar!i perc)? il flu!!o d%aria non pa!!ere99e oltre la
macc)ina2'
&

/ + d + 7 + v
0
essendo 0,593
0
&
Esempio 1 - Centrale idroelettrica ad acqua fuente (piccolo
salto)
S ha un corso dacqua avente portata 2,4 m/s che ncontra un dsveo d 6
m.
Ouae potenza drauca svuppa?
Ouanta energa eettrca s potrebbe rcavarne n un anno con un mpanto
adeguato ?
Con che rcavo economco ?
Potenza drauca = d .g . O . h = (1000 . 9,8 . 2,4 . 6) W = 141 kW
Per dee stme economche c occorrono acune nformazon n p:
Rendmento ndcato d soto con (eta): = energa utzzata = potenza
utzzata 1
energa assorbta
potenza assorbta

Per un tpo d mpanto droeettrco come queo necessaro ne nostro caso,
se ben dmensonato, s pu arrvare a = 0,8 (rendmento gobae, co
rapporto fra potenza eettrca n uscta e potenza drauca entrante).
Ipotes d funzonamento: 7000 ore/anno (su 8760) equvaent a crca 10
mes su 12.
In base ae tarhe prevste daAutort per Energa, per un mpanto de
genere possamo vendere 'energa prodotta a crca 0.12 C / kWh. (con
"CERTIFICATO VERDE", n quanto da "FONTE RINNOVABILE").
Rcordamo che 1 kWh = 1000 W . 1h =1000 W . 3600s = 3,6 x 10
6
| = 3,6
M|
In concusone: P
eettrca
= 0,8 . 141 = 113 kW
'(

Energa eettrca prodotta: Ee = P
e
. t = 113 . 7000 = 791000 kWh/anno

Rcavo = 0.12 C / kWh . 791000 kWh/anno = 94920 C / anno
Esempio 2 - Perdite di carico in una condotta forzata e
potenza utile
Lo schema seguente ustra una condotta forzata d adduzone deacqua n
una centrae droeettrca d montagna. Assumamo come dat un dsveo
geometrco z
1
-

z
2
= 500 m, una condotta n accao unga L=5 km e d
dametro D=1 m, avente scabrezza reatva /D = 0.002 (condotta puttosto
arruggnta), che debba fornre una portata O = 1 m
3
/s. Centra d questo tpo
(grand sat) usano turbne Peton, con gett che copscono e pae a pressone
atmosferca. Pertanto a pressone sar quea atmosferca sa ne punto 1
(superce de ago) sa ne punto 2 (uscta daugeo o boccago n fondo aa
condotta). S trascura a pccoa dherenza d pressone dovuta aa dversa
quota. Inotre a veoct ne punto 1 pccossma e s prende uguae a zero
(superce de ago, qund sezone "nnta" rspetto a quea dea condotta e
deugeo).
Calcoli
z
1
= z
2
+ V
2
2
+ L V
2

2g D 2g
Nota bene: V a veoct n condotta, poch essa determna a perdta d
carco, pertanto
V = O = 1 m
3
/s = 1.27 m/s
''
S 3.14 * 0.5
2
m
2
Sosttuendo g eement not rcavamo:
500 = V
2

2
+ 5000 1.61
19.6 19.6
9800 = V
2

2
+ 8050
Per cacoo d c servamo deabaco d Moody, avendo g /D = 0.002
Re = 10
6
.V. D = 1.27 * 10
6
. Ottenamo =0.023 crca.
9800 = V
2

2
+ 185
V
2
= 98 m/s
V
2
2
= 490 m SALTO NETTO DISPONIBILE ALLA TURBINA
2g

I sato netto dsponbe aa turbna tutto sotto forma d atezza cnetca,
nfatt a pressone reatva d uscta zero (atmosferca): questo caso
dee turbne ad azone (es. Peton).
La potenza drauca che vene fornta daacqua aa turbna aora:
P
dr
= d g O H = 1000 kg/m
3
* 9,8 N/kg * 1 m
3
/s * 490 m = 4800 kW
= 4,8 MW
La potenza nomnae (quea che a egge vauta per a concessone
droeettrca) tene nvece conto d tutto il salto, comprese e perdte d carco:
P
N
= d g O H
tot
= 1000 * 9,8 * 1 * 500 = 5 MW
'2
Esempio 3 - cquedotto
Mentre n una centrae droeettrca con turbna ad azone (esempo 2) atezza
cnetca a termne dea condotta ben dversa da zero (atrment non
avremmo potenza drauca dsponbe !), nee unghe condotte energa
nzae s consdera tutta utilizzata per vincere gli attriti; atezza cnetca nae
(che ovvamente c, essendo acqua n moto) vene addrttura trascurata.
Dat: z
1
-

z
2
= 20 m
V
1
= 0 (acqua pratcamente ferma neopera d presa), V
2
= V
L = 1000 m
D = 100 mm
Tubazone n materae pastco /D = 0
p
1
= p
2
= p
atmosferca

La formua rsoutva competa sar:
z
1
= z
2 +


L . . V
2
D 2g
z
1
- z
2 =


L . . V
2
D 2g
20 = 10000 . . V
2
19.6
V = 19.8 m/s

10000
Dato che dpende da V tramte Re, e qund abaco d Moody, a formua non
s pu rsovere sempcemente. Procedamo aora teratvamente, ossa
partendo da una V d tentatvo e po per approssmazon successve.
V(I) = 2 m/s Re(I) =10
6
. 2 . 0.1 = 2 . 10
5
(Abaco) () = 0.016
V(II) = 19.8 m/s = 1.56 m/s Re(II) = 1.56 . 10
5
() = 0.0165
'3
160

V(III) = 1.54 m/s .... non camba p qund possamo prendere V = 1.55 m/s
Nota Bene: atezza cnetca s trascura. Fare contraro (co "estendere"
Bernou ae tubazon) porterebbe nvece a error gravssm: qu ad es. s
troverebbe V = 19.8 m/s e O = 156 /s anzch
12 /s !!!!!!!
Esempio ! - Potenza di un sistema di pompa""io
S vuoe portare a 2000 m d dstanza, su un terreno paneggante, una quantt
dacqua d 36 m
3
/h. S adotta una tubazone pastca ( = 0) da 100
mm d dametro. S vuo sapere quae potenza drauca va fornta.
Impostazone
O = 36 m
3
/h = 0.01 m
3
/s.
I dametro vene sceto per avere una veoct compresa fra 1 e 2 m/s (mt
tenut neg acquedott per evtare deposzon, corroson o ehett dnamc
ndesderat).
Infatt s ha V = 1.27 m/s.
Con dat fornt, z
1
= z
2
, notre essendo a pressone reatva (ossa scontata d
quea atmosferca), p
2
= 0 mentre p
1
sar quea n uscta daa pompa. Le
atezze cnetche s sempcano (V
1
= V
2
= V) e comunque verrebbero
trascurate (unga condotta).
La formua rsoutva s rduce pertanto a esprmere che a prevaenza
manometrca dea pompa (atezza pezometrca) uguae ae perdte d
carco.
p
1
=

L . . V
2

d .g D 2g
p
1
= d . L . . V
2
= 16129000
D 2
Re = 10
6
. V . D = 1.27 . 10
5
Daabaco d Moody = 0.017
p
1
= 274 000 Pa = 2.74 bar
P
drauca
= O . p
1
= 0.01 . 274000 = 2740 W

'4
'!

Potrebbero piacerti anche