Sei sulla pagina 1di 53

1.

Samuele va spesso a fare la spesa (la ragione vera e' che incontra spesso delle
massaie che cerca di intortare). Un giorno conosce Maria e organizzano un incontro
a casa di lei. Lei gli dice: "ieni !uesta sera dopo le "# mio marito esce verso
!uell'ora e non ritorna mai prima di mezzanotte. Ma siccome non so l'ora esatta in
cui esce$ tu aspetta di sotto$ perche' dopo che e' uscito ti tiro giu' una moneta da
1%% lire". La sera Maria aspetta che il marito esca$ poi getta la monetina dalla
finestra e si metta in trepida attesa del suo amante. Ma aspetta aspetta e !uesti
non arriva. La mattina dopo esce per fare alcune spese e trova Samuele ancora giu'
in giardino e gli chiede: "&eh$ cosa e' successo' (erche' non sei salito'". ) Samuele:
"*on riesco a trovare la monetina+".
,. Un e-reo in punto di morte chiama a se' i suoi cari: "Sara$ moglie mia dove sei'".
"Sono !ui$ stai tran!uillo". ".iuditta$ figlia mia$ dove sei'". "Sono !ui padre$ non
agitarti". "/avid figlio mio dove sei'". "(adre sono !ui". "Ma allora al negozio chi ci
sta'".
0. Un e-reo di nome .iaco--e si trova in cattiva situazione economica$ per cui entra
nella sinagoga e prega /io: "/io$ per favore$ aiutami$ fammi vincere una lotteria$
una !ualsiasi delle tante che ci sono. 1osi2 sistemo i miei affari e la mia famiglia".
iene il giorno dell2estrazione$ ma in nostro amico non vince. La settimana dopo
ritorna nella sinagoga: "/io$ per favore$ sono disperato$ se non vinco sono rovinato$
io$ mia moglie e i miei figli. 3ammi vincere alla lotteria". Ma anche !uesta volta non
vince nulla. 1osi2 la storia si ripete per varie settimane senza che l2e-reo vinca
nulla. Un giorno dopo l2ennesima preghiera nella sinagoga /io si fa vivo con lampi e
tuoni ed esclama: ".iaco--e$ insomma$ io ti voglio aiutare$ ma vienimi incontro:
compra un -iglietto+".
4. 1i tengo molto al mio orologio. Me l'ha venduto mio padre sul letto di morte+
(5ood6 7llen)
8. Un e-reo dice ad un amico: "9i ricordi di mio figlio' 9u sai che l' ho sempre educato
nel rispetto della religione e-raica. )' successa una cosa strana: l'ho mandato in
:sraele perche' cresca da vero e-reo$ e lui... e' tornato cristiano". ")' strano. 7nch'
io ho educato mio figlio nel rispetto della vera religione$ ma !uando l'ho mandato in
:sraele$ e' tornato cristiano anche lui". ";uesto e' molto strano$ parliamone al
ra--ino: ": nostri figli che a--iamo educato da veri e-rei sono andati in :sraele e
sono tornati a casa cristiani". ";uesto e' molto strano perche' anche mio figlio$ e'
andato in :sraele e$ malgrado sia stato allevato da vero e-reo$ e' tornato a casa
cristiano". "1osa possiamo fare' ". ) il ra--ino: "1hiediamo al Signore: Signore di
:sraele$ /io di :sacco e di .iaco--e$ ascoltaci$ vogliamo chiederti un consiglio: i
nostri figli$ tutti degli ottimi e-rei$ sono andati in :sraele e sono tornati a casa
cristiani$ che possiamo fare' ". ) /io: ";uesto e' molto strano$ perche' anche mio
figlio... ".
<. Un e-reo impara a giocare a golf$ e la cosa gli piace cosi' tanto che si allena tutti i
giorni. :l sa-ato pero' e' giorno di preghiera e di riposo per gli e-rei$ e lui deve
astenersi anche dal giocare a golf. (ero' non resiste e il sa-ato mattina presto corre
al campo di golf ancora chiuso$ scavalca la recinzione e si prepara a dare due tiri
veloci veloci prima che arrivi !ualcuno. 3atto sta che in cielo c'e' San (ietro che
vede tutto e riferisce a /io: " 7oh+ /io$ c'e' un e-reo che sta a giocare a golf+ )'
Sa-ato+ *on si puo' giocare a golf+ Lo devi punire+". "a--ene$ mo' glielo faccio
vedere io+". L'e-reo mette a terra la pallina e... to=+ con un solo tiro centra la -uca
a 0%% metri di distanza+ San (ietro$ s-alordito: "7oh$ ma che fai' ;uel tipo$ ti ho
detto$ e' un e-reo+ Sta a giocare a golf di sa-ato+ ) tu gli fai far -uca al primo
colpo'". ")h$ infatti+ Mo' voglio vedere a chi cazzo lo racconta+".
>. Migliaia di anni fa /io e' alla ricerca del popolo eletto. Si presenta agli )gizi
dicendo: "1erco il popolo eletto". ") in cosa consiste'". "1onsiste nel seguire i miei
1% comandamenti". ") cioe'' /acci un esempio". ) /io: "7d esempio: :o sono il
Signore$ /io tuo$ non avrai altro /io al di fuori di me". ) il popolo )gizio: ")h no+ *oi
siamo a-ituati a tanti /ei$ il /io Sole$ 7nu-i$ ecc$ e un /io solo non e' proprio
possi-ile". 7llora /io va dal popolo 3enicio: "1erco il popolo eletto". ") in cosa
consiste'". "1onsiste nel seguire i miei 1% comandamenti". ") cioe'' /acci un
esempio". "7d esempio: non ru-are". ) il popolo 3enicio: ")h no+ *on e' possi-ile+ *oi
siamo un popolo a-ituato a fare commerci in tutti i mari$ e il commercio vuol dire
anche un po' ru-are... ". 7llora /io va dal popolo .reco: "1erco il popolo eletto". ")
in cosa consiste'". "1onsiste nel seguire i miei 1% comandamenti". ") cioe'' /acci un
esempio". "7d esempio: "*on desiderare la donna d'altri". ")h no+ *on e' possi-ile+
*oi siamo un popolo dedito all'amore sotto tutti gli aspetti (v. )lena di 9roia$ ecc)".
7llora /io va dal popolo e-raico: "1erco il popolo eletto". ") in cosa consiste'".
"1onsiste nel seguire i miei 1% comandamenti". ") !uanto ci costano'". "Ma nulla$
sono completamente gratis+". "&eh$ allora$ li prendiamo tutti in -locco+".
?. 7d 7ssisi si incontrano i rappresentanti di varie religioni$ un missionario 1attolico$
un @a--ino ed un Mussulmano e parlano delle diverse esperienze. :l 1attolico:
")ravamo in pieno oceano ed il mare era in -urrasca$ vento e onde minacciavano di
rovesciare la nave$ ma ci mettemmo a pregare tutti insieme e dalle nuvole un raggio
di sole ci illumino' la via calmando le ac!ue e placando il vento. 3u un vero miracolo
di 1risto+". :l Mussulmano: ")ravamo nel deserto durante una -ufera$ scarsi i viveri
e l'ac!ua$ la strada era smarrita$ pregammo 7llah e un raggio di sole usci' dalle
nuvole$ placo' il vento e ci indico' la via per l'oasi. 3u un vero miracolo di 7llah". :l
@a--ino: "1amminavo nel ghetto di *eA Bor=$ era sa-ato$ attento a non commettere
peccati$ !uando di fronte a me vedo un portafogli pieno di dollari# non potevo
toccarlo per le Sacre Leggi$ ma un raggio di sole -uco' le nuvole ed illumino' il ricco
portafogli. 3u un miracolo$ tutto intorno era sa-ato$ ma li' era mercoledi".
". "/acci un taglio" disse l'e-reo al ra--ino. "9aglio corto" disse il ra--ino all'e-reo.
1%. : ga--iani$ come noto$ seguono le navi in attesa dei rifiuti alimentari che
vengono gettati da esse. *ave da crociera americana: 1.8%% ga--iani al seguito.
*ave greca: 1.%%% ga--iani al seguito. *ave e-raica: due ga--iani al seguito. *ave
genovese: un ga--iano che vola con un'ala sola: sotto l'altra ha la merenda+
11. Succede una disgrazia in casa &lumenfeld. Si gioca a po=er in 8$ !uando il
vecchio 1ohen ha un infarto e muore senza aver ripreso conoscenza. /ice &lumenfeld
a 5eiss: ") adesso che cosa facciamo'". "9ogliamo i sei"$ risponde 5eiss. (3erruccio
3ol=el)
1,. Un prete e un ra--ino$ amici da tempo$ sono soliti trovarsi in -icicletta. Un
giorno il ra--ino arriva e vede il prete a piedi: "7mico mio che e' successo'". "7h +
*eppure per il loro parroco hanno rispetto+ :eri da davanti la chiesa mi hanno
ru-ato la -ici+ Ma domenica vedrai+ .li faccio una predica con i fiocchi". La
settimana dopo si rivedono e il prete ha la sua -ella -ici. :l ra--ino gli chiede se la
predica a--ia fatto effetto e il prete risponde: ")h si'$ ho parlato dei 1%
comandamenti. 1on tono drammatico ho cominciato a dir loro: ':o sono il Signore tuo
/io$ *on avrai altri dei all'infuori di Me +' ;uando sono arrivato al *on ru-are ho
guardato i miei fedeli negli occhi ripetendo: '9u non ru-are.... 9U ... 9u non
ru-are+'. :l giorno dopo riavevo la mia -ella -ici di fronte alla chiesa+". 9empo dopo
il prete vede il ra--ino a piedi e gli chiede cosa sia successo. "7h + *eppure per il
loro @a--ino hanno rispetto + Ma faro' come te. ;uesto sa-ato faro' una lezione sui
1% comandamenti come non ne hanno mai sentite+". La settimana dopo il ra--ino ha
di nuovo la sua -ici e il prete gli chiede come sia andata. ) il ra--ino: "Co fatto
proprio come te + Co cominciato a dire i 1% comandamenti$ uno ad uno: ':o sono il
Signore tuo /io$ *on avrai altri dei all'infuori di Me ...'. ;uando sono arrivato al
'*on desiderare la donna d'altri'... mi sono ricordato dove avevo lasciato la -ici+".
10. /ue ra--ini sono in visita in 7merica. /avanti ad una chiesa vedono un
cartello: ",.%%% dollari per chi si converte al cattolicesimo". :l primo ra--ino$
veramente offeso dal vedere una religione caduta cosi2 in -asso$ dice al suo
compagno: ")ntro e vado a vedere cosa c2e2 di vero. 9u aspetta !ui fuori". (oco
dopo il primo ra--ino esce dalla chiesa e il suo amico gli chiede: ") allora' )2 vero
che danno ,.%%% dollari per una conversione' ". ) il primo ra--ino guardandolo di
traverso: ",.%%% dollari' Ma voi e-rei non avete altro per la testa+".
14. Dgni anno$ su-ito prima di (as!ua$ il 1apo @a--ino di @oma si presenta in
aticano dal (apa e gli porge una -usta molto antica. :l (apa la prende$ scuote la
testa e la restituisce al 1apo @a--ino che se ne ritorna via. ;uesta usanza avviene
da !uasi ,%%% anni ed e2 poco conosciuta da altri all2infuori dei due soggetti citati.
Succede che un anno siano di nuova nomina sia il (apa che il 1apo @a--ino. ;uando
il 1apo @a--ino presenta al (apa l2antica -usta$ come il suo predecessore gli aveva
insegnato$ il (apa$ come gli aveva insegnato il suo predecessore$ la guarda e la
restituisce al @a--ino. (ero2 il (apa aggiunge: ";uesto rituale mi sem-ra strano.
*on ne capisco il significato. 1he cosa c2e2 dentro la -usta'". Ma il @a--ino
risponde: "1he io sia dannato se lo so. Sono nuovo anch2io. Ma -asta aprire la -usta
e conosceremo il contenuto". :l (apa accetta la proposta del @a--ino e insieme
lentamente e con molta cura aprono la vecchissima -usta e leggono il foglio in essa
contenuto... il conto dell2Ultima 1ena+
18. (erche' gli e-rei sono circoncisi' (erche' le donne e-ree non comprano nulla se
non c'e' almeno il ,%E di riduzione.
1<. Un giovane e-reo studioso del talmud decide$ per approfondire i suoi studi$ di
visitare le comunita' e-raiche sparse per il mondo. (rima di partire va dal suo
ra--ino che gli dice: ") ricorda sempre: la vita e' una fontana+". :l giovane ascolta
riverente le sagge parole del vecchio ra--ino e poi parte per il suo viaggio. 7nni
dopo mentre si trova a (raga riceve una lettera che annuncia la vicina dipartita del
ra--ino. /ecide !uindi di tornare al suo paese per l'ultimo saluto e vi arriva proprio
in tempo: "1aro ra--ino$ ho tanto viaggiato$ visto tante persone$ ascoltato tanti
commenti alle letture sacre. Co studiato a fondo l'e-raismo e anche tutte le
religioni del mondo antico e contemporaneo. Sono diventato il piu' grande esperto
di religioni nel mondo$ ma un du--io atroce mi consuma: ho passato notti insonni
pensando alle tue parole senza mai trovare la risposta. Solo tu puoi chiarire i miei
du--i prima di morire. @a--ino$ perche' la vita e' una fontana'". ) il ra--ino:
"a--e'... non e' una fontana+".
1>. Un prete cattolico ed un ra--ino stanno discutendo$ durante un congresso di
teologia$ sulle proi-izioni delle rispettive religioni. /ice il prete: ")h... piu' che
altro noi preti cattolici non possiamo fornicare+". ) il ra--ino: ") noi e-rei non
possiamo mangiare la carne di maiale+". "7ccipicchia... ma il maiale e' -uono+ L'hai
mai assaggiato te il prosciutto'". "&eh... in confidenza... l'ho assaggiato+ ) tu ci sei
mai stato a letto con una donna'". "1he rimanga tra noi: ci sono stato una volta+". ")
com'e''". "&eh... e' meglio del prosciutto+".
1?. :n classe la maestra chiede agli alunni: "1hi e' stato il piu' grande uomo che
l'umanita' a--ia mai avuto'". "&erlusconi" grida il piccolo 7ndreino. "Ma no" dice la
maestra. "/'7lema" dice un altro -am-ino. ":l mio papa'" dice un terzo. "Ma no+ *on
avete capito lo spirito della domanda" dice sorridendo la maestra. 7llora il piccolo
/avid *ataf si alza e nel silenzio generale dichiara tran!uillamente: ".esu' 1risto$
signora maestra". La maestra !uesta volta dice che la risposta e' giusta$ ma dentro
di se' si meraviglia che sia stata data proprio dal piccolo /avid$ figlio di e-rei.
1omun!ue per ricompensa dona al piccolo /avid un sacchetto di caramelle. /urante
l'intervallo della ricreazione un amico e-reo di /avid lo prende per il colletto e gli
dice: "Ma che ti e' venuto in mente di dire che e' .esu' il piu' grande uomo...". ) il
piccolo /avid masticando una caramella: ":o so che e' Mose' come lo sai tu che e'
Mose'$ ma cerca di capire$ gli affari sono gli affari+".
1". L'anziano signor SchAartz e la vedova )sther 1ohen sono seduti sulla veranda
della casa di riposo dove vivono. :l signor SchAartz$ anch'esso vedovo$ dice ad
)sther: "(er cin!ue dollari faccio l'amore con te su !uella sedia a dondolo$ per dieci
dollari$ faccio l'amore con te su !uel divano. Ma per venti dollari$ ti porto nella mia
camera$ accendo un paio di candele e ti regalo la piu' splendida notte di passione
che tu possa immaginare....". )sther considera l'offerta per un momento$ e dopo
avere guardato dentro la -orsetta$ da' venti dollari al signor SchAartz. "7llora ti sei
decisa per la notte di passione in camera mia '". "*o$ per le !uattro volte sulla
sedia a dondolo".
,%. ;ual e' il piu' grosso dilemma per un e-reo ' (rosciutto gratis +++
,1. Mose' discende dal monte Sinai$ dove ha ricevuto la parola di /io$ e parla alla
folla: "7mici$ ho due novelle importanti da annunciarvi: una -uona e una cattiva. La
-uona e' che sono riuscito a convincere /io che 1% comandamenti sono sufficienti
invece di 18... e la cattiva e' che "*on desiderare la donna d'altri" fa parte dei dieci
che sono rimasti.
,,. Scuola e-rea. :l ra--ino sprona gli allievi a riflettere sulla &i--ia. :l piccolo e
pestifero 9oto 5eissen-erg vuol dire la sua su Mose' : ":o penso che Mose' non fu un
gran fur-o". ) il ra--ino: ") perche''". "(erche' !uando scappo' dall')gitto con tutto
il popolo d' :sraele e arrivo' sul mar @osso$ se avesse girato a sinistra invece di
girare a destra adesso saremmo noi ad avere tutto il petrolio+".
,0. ;ual e' la differenza fra una moglie e-rea e una moglie non e-rea' Una moglie
non e-rea dice a sua marito: "Cai comprato il iagra'". Una moglie e-rea dice al
marito: "Cai comprato la (fizer'".
,4. *el !uartiere e-reo di *eA Bor= in mezzo ad una serie di sfolgoranti vetrine
di gioiellieri un turista scorge un negozietto con decine di orologi in vetrina.
:nteressato entra per fare un ac!uisto: "&uon giorno$ vorrei un orologio...". ) il
commesso del negozio: "Mi spiace$ ma noi non vendiamo orologi+". "Ma come' Ma se
avete la vetrina piena di orologi...". "Si'$ certo$ ma non vendiamo orologi...". "Mi
scusi$ ma e' -uffo !uesto... :o vedo una vetrina piena di orologi...". "Senta$ noi !ui
facciamo circoncisioni... cosa voleva che mettessimo in vetrina... cazzi'+'".
,8. 1hicago$ anni '8%. Moshe @a-inoAitz e' immigrato da poco con la sua famiglia
negli US7. 7ll'inizio fa fatica a trovare lavoro$ ma lui e' un tipo capar-io e alla fine
riesce a trovare lavoro come rappresentante nella ditta di spaghi di suo zio
@osenthal. )ssendo l'ultimo arrivato gli affidano gli stati piu' "spinosi"... gli Stati
del Sud$ dove il concetto di uguaglianza razziale non e' ancora stato assor-ito
completamente. Ma Moshe non si lascia impressionare perche' anche se e' un tipetto
timido e gracilino$ e' un grande lavoratore e ha una gran fede in /io. (er mesi va da
Stato a Stato$ da un paese all'altro$ di negozio in negozio$ senza pero' riuscire a
vendere neanche un metro di spago. Spesso lo trattano male$ ma lui e' sempre
rispettoso ed educato e non si arra--ia mai. )' un grande lavoratore e sa che /io e'
con lui. Un giorno d'estate arriva in un paesino del Missisipi ed entra nel classico
drugstore del Sud... vetrina sporca$ cartello sulla porta con scritta: *oi non
possiamo entrare+ (accanto al disegno di un negro). /ietro al -ancone c'e' il tipico
droghiere del sud$ panzuto$ -raccia tatuate$ sudato$ sigaro masticato che pende
dall'angolo della -occa. :nfastidito$ alza gli occhi dal giornale che sta "leggendo"...
e vede Moshe: piccolo$ magro$ tutto vestito di nero$ lunga -ar-a$ occhialetti$ in una
mano il cappello che rispettosamente si era tolto prima di entrare$ nell'altra la
fedele valigia contenente il campionario. Un ghigno si forma sulla -occa del tizio
mentre continua a s!uadrare il piccolo Moshe. Moshe sa che !uesta e' la sua ultima
possi-ilita'$ deve riuscire a piazzare un ordine per mantenerla sua famiglia.
9imidamente si fa avanti$ e spinto dal coraggio della disperazione$ si presenta ed
inizia ad elencare i vari tipi di spago del suo campionario$ descrivendoli
accuratamente uno ad uno. :l padrone del drugstore lo interrompe varie volte
dicendogli di non essere interessato$ ma Moshe continua$ anzi$ ad ogni interruzione
diventa sempre piu' dettagliato. 7nche gli insulti non hanno alcun effetto. /opo un
paio d'ore il tizio non ce la fa piu' e urlando in faccia al povero Moshe$ cede: "a
-ene$ fottuto e-reo$ te lo compro il tuo spago. 7nzi$ saro' generoso$ ne compro
addirittura un pezzo lungo !uanto la distanza tra il tuo naso e la punta del tuo
fottuto pisello +++ ) adesso vattene". /opo un po di tempo davanti al drugstore si
ferma una lunga fila di 9:@ da cui vengono fatti scaricare centinaia di enormi rulli di
spago. :l padrone del negozio corre fuori$ cerca di fermarli$ ci deve essere uno
s-aglio. :l camionista gli chiede: ")' lei &ill Smith '". "Si'$ sono io ma...". "7llora non
c'e' nessuno s-aglio....firmi !ui +" e insieme alla -olla d'accompagnamento gli
consegna una lettera. :l tizio apre la -usta con mani tremanti. /entro$ un -iglietto
scritto con una grafia minuta e ordinata: 1aro Sig. Smith$ non so come esprimerle la
mia gratitudine per !uest'ordine che lei tanto cortesemente mi ha fatto. *on la
dimentichero' mai$ che /io la -enedica$ firmato: Moshe @a-inoAitz$ @esidente a
1hicago... circonciso a 5arsavia.
,<. :l @a--ino di .erusalemme e' a @oma in visita al (apa. Mentre conversano nel
salotto scorge sulla scrivania del (apa un telefono d2oro. :ncuriosito ne chiede lo
scopo e il (apa: "Dh !uello e' il telefono diretto con /io". Meravigliato il @a--ino
chiede di usarlo e terminata la conversazione con /io insiste con il (apa per pagare
la conversazione. /opo una serie di complimenti il (apa legge il contascatti e chiede
,.<8<.%%% lire. (assa un anno e il (apa restituisce la visita al @a--ino recandosi a
.erusalemme ed entrato nel suo studio scorge un telefono d2oro come il suo. "edo
che hai il telefono anche tu... -ene posso approfittare per una telefonata '".
"1ertamente... accomodati +". 9erminata la telefonata il (apa dice: "Dra se
permetti vorrei pagare... !uant'e''". ) il @a--ino: "Se vuoi... allora sono ,%% lire". :l
(apa sorpreso chiede: "1ome' 1osi' poco'". "*aturalmente... e' una chiamata
ur-ana+".
,>. Una coppia di e-rei e' ossessionata dal seguente du--io: il sesso e' lavoro o
divertimento' :n altre parole e' lecito fare del sesso di sa-ato' (Se il sesso e' lavoro
deve essere proi-ito di sa-ato). (er risolvere il dilemma l'uomo va a porre la
domanda al pastore. ;uesti$ dopo un po' di riflessione$ replica che il sesso e'
lavoro. *on soddisfatto della risposta (dopo tutto il pastore e' celi-e$ che ne sa lui
del sesso')$ l'uomo si reca dal vicario$ che dopo attenta riflessione$ conferma
!uanto asserito dal pastore. Ma l'uomo$ non ancora convinto$ si reca dal 1apo
@a--ino e gli pone la stessa domanda. )d il @a--ino senza esitare gli risponde:
"3igliolo caro$ il sesso e' senza du--io divertimento... perche' se fosse lavoro mia
moglie avre--e trovato !ualcun altro per farlo al suo posto".
,?. Scavando un pozzo nel deserto israeliano$ .iaco--e scopre un sarcofago
contenente una mummia. /opo averla esaminata$ telefona al curatore di un museo
di .erusalemme: "Co trovato la mummia di un uomo morto 0%%% anni fa per un
attacco cardiaco+". "*on vedo come tu a--ia potuto accertare !uesti particolari"
ri-atte il curatore "1omun!ue portala !ui e vedremo". /opo una settimana .iaco--e
riceve una telefonata dal museo... "Cai ragione per !uanto riguarda l'eta' della
mummia e la causa della morte" dice il curatore "Ma come ci sei arrivato '". )
.iaco--e: ")cco$ la mummia stringeva nel pugno un pezzo di carta che sem-rava
una ricevuta su cui era scritto :'1%% sce=el su .olia'+++".
,". ;uattro ra--ini litigano sempre su pro-lemi teologici in modo tale che sempre
alla fine tre sono in accordo contro il !uarto. Un giorno il !uarto$ stanco di !uesta
inferiorita' e sicuro di avere ragione$ decide di appellarsi ad un'autorita' piu' alta:
"Dh$ /io+ So in cuor mio di avere ragione+ /ammi un segno che io ho ragione e loro
torto$ cosi' da convincerli+". )' una -ellissima giornata$ ma all'improvviso scoppia
un temporale con tuoni e fulmini e dopo 1% minuti torna il sole. ".razie Signore di
!uesto segno: io sono nel giusto e loro hanno torto+". Ma gli altri tre non sono
d'accordo: "*o+ ;uesto non e' un segno di /io+ )' solo un temporale estivo+". 7llora il
ra--ino prega ancora piu' forte: "Dh$ /io$ per favore ho -isogno di un segno piu'
chiaro+". Su-ito il sole si eclissa e per 1% minuti il -uio piu' totale compare sulla
9erra. ".razie /io+ ;uesto e' il segno che io ho ragione e loro torto+". Ma ancora i
tre altri ra--ini asseriscono che si tratta solo di un evento naturale. ) il ra--ino
allora: "Dh /io... ho -isogno proprio di un segno veramente grande...". ) a !uel
punto il cielo si apre e compare una figura maestosa che grida: "C7 @7.:D*) LU:++".
3elice il ra--ino si volta verso i tre compagni e dice: "7vete visto'". "Si'$ va -ene ...
adesso siamo 0 a ,".
0%. Un prete sta per confessare !uando viene chiamato d'urgenza al capezzale di
un mori-ondo. (ero' prima di partire chiama il ra--ino suo amico che sta dall'altra
parte della strada e gli chiede come favore se puo' prendere il suo posto. :l ra--ino
pero' si schernisce dicendo che non sa fare le confessioni$ per cui il prete si ferma
ancora un po' per fargli vedere come si fa. Su-ito dopo entra una donna che dice:
"(adre$ mi assolva perche' ho peccato: ho commesso adulterio". ) il prete: ";uante
volte$ figliola'". La donna risponde: "9re volte". :l prete: "/i' due 7ve Maria e metti
8.%%% lire nella cassetta dei poveri". (ochi minuti dopo entra un uomo nel
confessionale che dice: "(adre$ mi perdoni perche' ho peccato. Co commesso
adulterio". ) il prete: ";uante volte$ figliolo'". ) l'uomo: "9re volte". ) il prete: "/i'
due 7ve Maria e metti 8.%%% lire nella cassetta delle elemosine". 7 !uesto punto il
ra--ino dice di aver capito e il prete parte. (oco dopo entra per confessarsi una
donna che dice: "(adre$ mi perdoni$ perche' ho peccato". ) il ra--ino: ") che cosa
hai fatto'". La donna risponde: "Co commesso adulterio". ) il ra--ino: ") !uante
volte$ figliola'". ) la donna: "Una volta sola". 7llora il ra--ino: "ai e fallo ancora
altre due volte# oggi a--iamo tariffe speciali$ 0 per 8.%%% lire".
01. :l concorso del superenalotto con un premio di <% miliardi viene vinto da un
e-reo$ ed i giornalisti$ una volta individuatolo$ si precipitano ad intervistarlo:
"Scusi$ ora che ha vinto !uesta cifra favolosa$ che cosa fara' con tutti !uesti soldi'".
:l vincitore$ dopo un attimo di perplessita' con sicurezza risponde: "(oche cose$ ma
cariche di significato+ :nnanzi tutto daro' 8 miliardi per la costruzione di una
sinagoga a @oma# altri cin!ue invece andranno alle vittime dell'olocausto ed infine
cin!ue miliardi li daro' ai tedeschi+". :l giornalista perplesso chiede: "Ma come$
proprio ai tedeschi' ) perche' se e' lecito'". L'e-reo$ tirandosi su la manica e
scoprendo il polso tatuato replica: "1osa vuole$ in fondo e' merito loro se oggi ho
vinto+"
0,. Una giornalista si trova a .erusalemme per scrivere un articolo sullo Stato
)-raico per una importante rivista americana. (rende una camera nel migliore
al-ergo di .erusalemme che guarda direttamente sul famoso Muro del (ianto. )'
cosi' che nota un vecchietto che ogni giorno$ mattina e pomeriggio$ va a pregare
intensamente e a lungo sul Muro. isto che la cosa si ripete per settimane decide di
andare a chiedere al vecchio e-reo: "Mi scusi$ l'ho vista per tanti giorni pregare
intensamente sul Muro del (ianto. /a !uanto tempo si reca !ui per pregare'". :l
vecchio risponde gentilmente: "Sono 4% anni che vengo !ui a pregare". ") per che
cosa prega'" chiede la giornalista. "La mattina io prego per la pace nel mondo. (oi
vado a casa e torno nel pomeriggio e prego per l'eradicazione delle malattie dal
mondo". 7llora la giornalista chiede: ") come ci si sente a venire !ui da 4% anni per
pregare per !ueste cose'". ) il vecchietto con tono sconsolato: "Mi sem-ra di
parlare al muro".
00. /urante una predica il ra--ino viene interrotto dal -rusio che due e-rei fanno
nel discutere fra loro. 3a una pausa e chiede ai due il perche' della discussione.
"ede ra--ino$ io e il mio amico stavamo discutendo sui colori. :o affermo che il
-ianco e' un colore$ mentre lui dice di no. 1hi ha ragione'". :l ra--ino ci pensa per
un po' e poi dice: "Secondo le sacre scritture posso dirvi che il -ianco e' un colore".
"edi che avevo ragione io' :l -ianco e' un colore++ .razie$ ra--ino$ grazie". :l
ra--ino ricomincia il suo discorso$ ma dopo un po' e' di nuovo interrotto dai due che
si sono rimessi a discutere. Si rivolge a loro chiedendo il motivo della discussione.
"ede$ ra--ino$ io e il mio amico stavamo discutendo ancora sui colori. :o affermo
che il nero e' un colore$ mentre lui dice di no... 1hi ha ragione'". :l ra--ino$
pensieroso$ dopo un po' sentenzia: "Secondo le sacre scritture posso dirvi che anche
il nero e' un colore". "isto che avevo ragione io' La televisione che ti ho venduto e'
a 1DLD@: +++".
04. Un e-reo ed un cinese sono seduti al -ar e -evono. /opo una paio di giri
l'e-reo dice: "*on mi piacciono i cinesi...". ) il cinese: ") pelche''". ) l'e-reo: "7vete
-om-ardato (earl 7r-or". 7llora il cinese: "Lei s-agliale$ non sono stati 1inesi$ ma
.iapponesi...". L'e-reo: "1inesi$ .iapponesi$ 9ailandesi$ per me sono la stessa
cosa...". ) riprendono a -ere. /opo un po' il cinese dice: "*on piace e-lei...". )-reo:
") perche''". :l cinese: "(elche' affondato 9itanic...". L'e-reo: "Ma come'". ) il
cinese: "Si'$ :ce-elg$ .old-elg$ Losen-elg... tutti lo stesso...".
08. Un mendicante dall'aria particolarmente malconcia si rivolge ai passanti che
si affrettano per le ultime compere natalizie. *on si capisce -ene se cerchi di
impietosirli o di stimolarne la solidarieta'$ infastidendoli con una litania fra il
lamentoso e il tragico: "7iuto+ Sto morendo+ Co una terri-ile -ronchite$ sono pieno
di catarro$ guardate come sto male. /atemi un po' di soldi che vado a curarmi a
&aden &aden". Un signore distinto$ che sem-ra non avere particolare fretta$ e'
colpito dalla perorazione del mendicante. .li si avvicina e gli dice: "Senti$ pezzente.
9u hai una -ella faccia tosta+ (er un po' di -ronchite e di catarro vorresti curarti a
&aden &aden che e' il posto di cure termali piu' caro al mondo$ dove vanno soltanto
i ricconi'". "Senti" risponde il !uestuante$ "se mi vuoi dare !ualcosa$ -ene+ Se non
vuoi darmi nulla$ pazienza+ Ma !uando si tratta della mia salute$ io non -ado a
spese".
0<. :l giorno del capodanno e-raico la ricca sinagoga e' gremita di gente. /avanti
al portale d'ingresso c'e' una guardia giurata che controlla chi entra. /'un tratto
arriva un e-reo trafelato che vuole entrare. La guardia giurata gli chiede: "Lei ha
pagato per il posto in sinagoga'". "Ma no" risponde l'e-reo. "7llora non puo' entrare"
dice secco la guardia. "Ma io devo entrare solo cin!ue minuti. (er vedere una
persona+". "*on si puo'+" replica -ruscamente la guardia giurata. "La prego$ e'
davvero urgente" insiste l'e-reo. Magnanimo$ la guardia acconsente: "a -ene$ va
-ene$ solo cin!ue minuti... ma se la -ecco a pregare$ la -utto fuori a calci+".
0>. Una sera di inverno$ in una casa di e-rei$ c'e' il padre famiglia che non riesce
a dormire. 1ontinua a girarsi e rigirarsi senza mai calmarsi$ tirando ogni tanto
!ualche calcio involontario alla moglie. ;uesta$ dopo alcune ore$ seccata dal
comportamento del marito e desiderosa di dormire$ gli chiede: "Scusa$ ma cosa hai
che non riesci a dormire'". ) il marito risponde: ")h$ temo che domani non riusciro'
a pagare la rata del mutuo che ho stipulata con il nostro vicino :saac e per !uesto
motivo non riesco a dormire". La moglie un po' seccata si alza dal letto$ apre la
finestra ed inizia a chiamare: ":saac$ :saac$ :saac...". /opo un paio di minuti$ tutto
assonnato$ :saac apre la finestra e chiede: "1osa c'e' da urlare tanto'". ) la moglie
risponde: "/omani mio marito non potra' pagarti la rata del mutuo". ) detto !uesto
chiude la finestra e si rivolge al marito ") adesso dormi$ sara' lui a non dormire+"
0?. (erche' gli e-rei hanno il naso piuttosto pronunciato' (erche' l'aria e'
gratis....
0". :l @a--ino Lei-oAitz predica e chiede: "*essuno di voi conosce la differenza
tra una donna ed una perla'". Silenzio. "&ene$ una donna si penetra da una parte
sola$ una perla da due parti". Si alza Moshe Simon e dice: ":o penetro mia moglie da
due parti". "9u non hai una moglie$ ma una perla..."
4%. Un ra--ino e un prete hanno un incidente automo-ilistico. Se--ene le auto
siano gravemente danneggiate i due religiosi scendono indenni dalle loro auto. :l
ra--ino vede il collare da prete dell'altro e gli dice: "1aro fratello$ io sono un
ra--ino. /io ha voluto che non ci facessimo niente$ malgrado le auto siano
distrutte. ;uesto e' un segno del Signore. )gli vuole che noi ci si ami come fratelli e
si viva in pace per il resto dei nostri giorni". :l prete conviene e il ra--ino continua:
".uarda$ fratello$ un altro miracolo+ La mia auto e' distrutta$ ma !uesta -ottiglia di
-rand6 e' intatta. /io vuole che noi -rindiamo allo scampato pericolo". :l ra--ino
apre la -ottiglia e la offre al prete. ;uesti -eve un lungo sorso e poi restituisce la
-ottiglia al ra--ino. :l ra--ino prende la -ottiglia$ la tappa e la restituisce al
prete. ;uesti si meraviglia e chiede: "&eh$ perche' tu non -evi'". ) il ra--ino:
"*o...grazie$ penso che aspettero' l'arrivo della polizia"
41. Un prete entra da un -ar-iere$ si fa tagliare i capelli e prima di uscire chiede
!uant'e' il costo. Ma il -ar-iere gli dice: "*o padre$ non mi deve nulla# lei e' un
uomo di chiesa". :l prete ringrazia ed esce. :l giorno dopo il -ar-iere trova sulla
porta del negozio 1, monete d'oro. .iorni dopo si presenta al suo negozio un
santone -uddista che si fa tagliare i capelli. (rima di uscire il santone chiede il
prezzo$ ma il -ar-iere dice: "Dh nulla$ voi siete un leader spirituale$ un uomo del
popolo e !uindi non c'e' da pagare nulla". :l giorno dopo come per magia il -ar-iere
trova davanti alla porta del negozio 1, ru-ini. La settimana successiva un ra--ino
entra dal -ar-iere per farsi radere. ;uando ha finito chiede il prezzo e il -ar-iere
gli dice: "*o$ ra--ino$ tu sei un uomo pio e santo e non voglio nulla da te. ai in
pace". :l giorno dopo il -ar-iere trova davanti alla porta del negozio... 1, ra--ini.
4,. Un feroce antisemita incontra un e-reo e$ inveendo contro di lui$ gli grida:
"oi e-rei siete la causa di tutti i mali del mondo+++". ) l'altro: "Si' hai ragione$ la
causa dei mali del mondo sono gli e-rei e i ciclisti". "(erche' i ciclisti..."$ -al-etta
confuso il razzista$ sorpreso dalla risposta. ") allora perche' gli e-rei'"
40. ")' morto il ra--ino 3in=lestein$ che il Signore lo a--ia in gloria. 1i vai ai suoi
funerali'". "Ma$ non lo so ancora. Ma lui verra' ai miei'". (3erruccio 3ol=el)
44. /ue e-rei discutono di -agni e uno dei due dice: ":o faccio due -agni all'anno$
che ne a--ia -isogno o no". (Sigmund 3reud)
48. /io ha detto agli )-rei: oi siete il popolo eletto... Mmmh$ a mio parere$ c'e'
-isogno di un -allottaggio. (5ood6 7llen)
4<. Un :sraeliano e' seduto fra due 7ra-i in un aereo che vola fra .erusalemme e
7mman. Un po' nervoso (siamo in piena .uerra del .olfo e i suoi due vicini non
hanno l'aria tran!uilla)$ l'e-reo fa di tutto per distendere l'atmosfera$ ma senza
successo. 7llora !uando i due 7ra-i gli domandano con aria provocatoria di andare
a cercare due succhi d'arancia$ lui si alza per andare a chiederli alla hostess... *el
frattempo i due 7ra-i sputano nelle sue scarpe. Lui porta loro i due succhi d'arancio
e il resto del volo trascorre tran!uillo. ;uando l'aereo si sta per avvicinare alla
destinazione$ l':sraeliano si rimette le scarpe e sente l'infame -ava che attraverso il
tessuto gli -agna la pelle. )gli si gira verso uno dei suoi vicini e gli dice: "Sapete$ se
si vuole che un giorno il MedioFDriente sia in pace$ -isognera' che gli 7ra-i la
smettano di sputare nelle scarpe degli :sraeliani e che gli :sraeliani la smettano di
pisciare nei succhi d'arancia degli 7ra-i...".
4>. Un &a--o *atale e-reo entra in una casa dal camino e dice: "&uongiorno
-am-ini$ che cosa vi posso vendere'"
4?. Un sondaggio negli Stati Uniti: "Scusate$ !ual e' la vostra opinione sulla
penuria di vivande'". @isposta: "(enuria' 1he cosa vuol dire '(enuria''". Un
sondaggio in 7l-ania: "Scusate$ !ual e' la vostra opinione sulla penuria di vivande'".
@isposta: "ivande' 1he cosa vuol dire 'ivande''". Un sondaggio in @ussia: "Scusate$
!ual e' la vostra opinione sulla penuria di vivande'". @isposta: "Dpinione' 1he cosa
vuol dire 'Dpinione''". Sondaggio in :sraele: "Scusate$ !ual e' la vostra opinione sulla
penuria di vivande'". @isposta: "Scusate' 1he cosa vuol dire 'Scusate''".
4". Un prete e un ra--ino si incontrano dopo tanti anni che non si vedono.
)ntram-i hanno un nipote a cui tengono molto. 9ra l'altro$ si sa$ gli e-rei hanno
fama di essere molto intelligenti. :l ra--ino chiede "1ome sta il tuo caro nipote'". )
il prete risponde "&ene grazie. )' un ragazzo molto -uono. Senza du--io diventera'
prete come me+ ) il tuo'". ":l mio" dice l'altro "ha finito il liceo e si e' iscritto a
ingegneria". :l prete e' un po' invidioso e !uindi aggiunge: "Sai$ mio nipote e'
talmente -ravo che forse diventera' vescovo...". ) il ra--ino: ":l mio invece e' cosi'
intelligente che riuscira' a entrare alla *7S7...". :l prete pensa: "1aspita$
addirittura la *7S7" ed e' verde di invidia. ;uindi s-otta: " Mio nipote diventera'
cardinale+". ) il ra--ino: "1ardinale...e poi -asta'". "&e' Fri-atte il preteF magari
diventera' (apa+". "(apa... e -asta'" dice il ra--ino. "1ome$ (apa e -asta$ che cosa
vuoi$ che diventi /io'". "*on faccio per vantarmi"F dice il ra--ino F "ma uno dei
nostri ragazzi c'e' riuscito...".
8%. /ue mendicanti$ uno con una croce e uno con la stella di /avid$ sono seduti
davanti ad una chiesa a chiedere l'elemosina. La gente passa e lascia !ualche soldo
nel cappello del -ar-one con la croce$ mentre nessuno fa l'elemosina a !uello con la
stella di /avide. &en presto il cappello di !uello con la croce e' pieno di soldi$
mentre l'altro e' vuoto. Un prete si avvicina ai due uomini e dice a !uello con la
stella di /avide: "Ma non vedi$ -rav'uomo$ che siete seduti davanti ad una chiesa
cattolica' ;ui nessuno fara' l'elemosina a uno che porta la stella di /avide". ) se ne
va. 7llora l'uomo con la stella di /avide si volta verso l'altro mendicante e gli dice:
"Moishe$ ma guarda un po' se !uel tizio ci deve insegnare a come fare i soldi'"
81. Simon &lumenfeld incontra il suo amico Moshe' al salone di un atelier di moda.
"7llora Simon$ come va'" domanda Moshe'. ) il povero Simon gli risponde: "Dh se tu
sapessi... Mio figlio /avid mi da' un sacco di preoccupazioni: non pensa che a
divertirsi con le donne. ;uando viene all'atelier se ne va direttamente nello
spogliatoio e la' mette la mano sul petto$ sul culo$ sul -asso ventre... poi mi prende
in prestito la Mastercard e se ne vanno a passare la notte non so dove...". 7llora
Moshe' gli risponde: "&eh... rassicurati Moshe'. Mio figlio fa di peggio: tutte le sere
viene a trovarmi al mio atelier e appena arriva se ne va nello spogliatoio e la'
comincia a toccare petti$ culi$ -asso ventre. (oi mi chiede in prestito la isa .old e
se ne vanno a passare la notte non so dove...". "Ma..." ri-atte Simon$ "non e piu'
meno !uello che fa il mio /avid'". ") Moshe': ")' che tu dimentichi che io lavoro in un
atelier per soli uomini".
8,. )pitaffio sulla tom-a di un e-reo: ;ui giace :saac @u-instein$ 1"41 F 1"... Ma
la vendita continua in via del @osaio 00$ (arigi.
80. 1onoscete l'evoluzione del pensiero e-raico' *ac!ue un giorno un )-reo di
nome Mose' e disse che tutto si trovava nella testa. (oi$ nac!ue un altro e-reo$
.esu' e disse che tutto si trovava nel cuore. (oi$ nac!ue un altro e-reo$ MarG e disse
che tutto si trovava nella pancia. (oi$ nac!ue un altro e-reo$ 3reud e disse che
tutto si trovava negli organi genitali. ) infine nac!ue un altro e-reo$ )instein e
disse: ")' tutto relativo".
84. Un giovane ga6 e-reo che da alcuni anni risiede in 1alifornia chiama al
telefono la madre e tutto felice le comunica: "Mamma$ ho deciso finalmente di
'rientrare nei ranghi'. Co incontrato una ragazza stupenda e penso di sposarla".
7ll'altro capo del filo la madre e' felicissima$ ma dopo un po'$ sospettosa$ chiede:
"(osso chiederti se la ragazza e' e-rea'". ) il figlio: "Ma rassicurati$ lei e' e-rea
come te e me. ) per di piu' e' di una ricca famiglia di &everl6 Cills". La mamma
esplode per la felicita'$ ma domanda ancora: ") allora come si chiama'". "Si chiama
Monica LeAins=6". Segue un lungo silenzio$ poi la madre dice: "Ma$ dimmi$ che ne e'
stato di !uel ragazzotto negro cosi' gentile che fre!uentavi l'anno scorso'"
88. "Mamma$ scusa$ io sono negro o e-reo'". "(erche''". "(erche' vorrei comprarmi
la -icicletta di un mio amico e non so se devo tirare sul prezzo o ru-argliela".
8<. :n un !uartiere popolare di .enova durante l'ultima guerra i tedeschi fanno
una retata a caccia di e-rei$ caricando sui camion tutti i tipi sospetti. 3ra gli altri
viene fermato un tizio che risulta privo di documenti: lui ha un -el dire che li ha
dimenticati a casa o scuse del genere. ;uelli lo trascinano verso il camion. ) lui:
"Ma io non essere e-reo$ io cristiano$ guardare Madonnina della .uardia+". ) tira
fuori la catenina con omonima medaglietta. Ma !uelli niente: "*ein nein$ tu sporco
e-reo$ eGterminazionen+". 7lla fine il tizio ha un'idea geniale: si cala i pantaloni e
mostra il pisello: ".uardare$ io non circonciso$ non e-reo+". 7l che i tedeschi si
fermano interdetti$ chiamano il sergente e si riuniscono a consulto. 7lla fine: "7ch
so+ 9uo pisello sano. )ntshuldigen+ 7ndare$ andare+". /ue vecchietti$ marito e
moglie$ hanno assistito alla scena dalla finestra. Lei: "&elandi &aciccia che gente+ :
creidan ciu au -elin che alla Madonna+"
8>. /opo 0% anni di matrimonio la vita amorosa di Sara e Haco- mostra un po' di
stanchezza. Sara allora chiede aiuto al ra--ino che le consiglia: "(reparagli dei
piatti piccanti e fagli -ere del -uon vino. 1osi' dimentichera' le fatiche del lavoro".
Sara fa tutto come gli aveva consigliato il ra--ino$ ma nulla cam-ia. /opo cena
Haco- si stende sul divano e si mette a leggere il suo giornale$ incurante della
moglie. 7llora Sara ritorna dal ra--ino che le da' un altro consiglio: "/evi comprare
della -iancheria intima molto seG6 e dopo cena !uando tuo marito si sdraia sul
divano incominci a fare uno stripFtease eccitante. edrai che lui reagira'". Sara va a
comprarsi una -ellissima guepiere di pizzo nero con reggicalze$ calze e slip dello
stesso colore e dopo cena$ !uando il marito e' seduto sul divano$ incomincia a
spogliarsi al suono di una musica contur-ante. Sara si toglie la camicetta e il
vestito$ ma il marito rimane impassi-ile. .li chiede: "1he te ne pare$ caro'". ) lui$
glaciale: "&ah... chissa' !uanto e' costato+". Sara non si lascia smontare e continua
lo spogliarello. 7--assa una delle spalline della guepiere mostrando il -iancore di
un seno che risalta sul nero della guepiere e chiede al marito: ") !uesto cosa ti
ricorda'". ) il marito$ come sorpreso: "7h... Moshe /a6an +".
8?. (sichiatra origine e-raica$ ironico$ laconico$ dicotomico$ rare manifestazioni
sadomasochiste$ cerca anima gemella con cui discutere filatelia et sesso orale.
@espinte offerte da nazioni -locco sovietico. (3erruccio 3ol=el)
8". Un vecchietto si presenta da un prete per essere confessato: "(adre$ ho ?%
anni e sono sposato$ ho 4 figli e 11 nipoti. L2altra notte ho conosciuto due sorelle di
1? anni e ho fatto all2amore con tutte e due. /ue volte". :l prete dice: "&ene$ figlio
mio$ e !uando e2 stata l2ultima volta che ti sei confessato'". "Mai fatto$ padre. :o
sono e-reo". ") allora$ perche2 me lo vieni dire a me'". "7 !ualcuno$ padre$ dovevo
pur dirlo+"
<%. Un uomo e' ricoverato in ospedale per un'importante operazione. Una suora fa
il giro degli ammalati importanti per dispensare un po' di compassione. 7rrivata al
letto dell'uomo cominciano a parlare e la suora gli fa !ualche domanda sulla sua
famiglia. L'uomo le confessa di essere sposato e di avere 1, figli. La suora replica
sorridendo: "&ene$ 1, -am-ini+ Una -ella famiglia cattolica+ /io sara' fiero di voi+".
"Sono desolato$ sorella$ ma io non sono cattolico$ ma e-reo". ) la suora$ cam-iando
espressione del volto: "Un e-reo+ Ma voi siete un vero maniaco sessuale+".
<1. Unione Sovietica 1",1. 1omunismo di guerra. :n una piccola cittadina il Soviet
locale appende su tutti i muri della cittI un cartello: 1DM(7.*: ) 1:997/:*:$
/DM7*: 7LL' 7L&7$ 7L M7.7JJ:*D < )@@7**D /:S9@:&U:9) 7@7*1) .@79:S 7
9U997 L7 (D(DL7J:D*). 3:@M79D: (@)S:/)*9) /)L SD:)9 S)@/LD3. 7rance
gratis+ )' un avvenimento senza precedenti+ itamina 1 in !uel freddo polare. La
@ussia delle infinite sofferenze K in fila dalle 0 del mattino in un freddo spaventoso
e aspetta con la rassegnata pazienza patrimonio della sua stirpe. 1on due ore di
ritardo sull' annunciata distri-uzione$ si alza fragorosamente la saracinesca del
Magazzino < e compare il compagno preposto alla distri-uzione delle arance che
sputa per terra$ poi dice " 1ompagni e cittadini$ purtroppo le arance arriveranno in
minore !uantitI di !uella promessa. *on verranno dun!ue distri-uite alle
minoranze religiose che peraltro sanno giI a !uale greppia andare a nutrirsi". Uno
sparuto drappello di anziani e-rei ultraFortodossi si allontanarono cantilenando le
antiche preghiere di sempre. @imangono i cittadini sovietici# il freddo si fa
implaca-ile$ compaiono i ghiaccioli fra i peli delle -ar-e e delle narici$ ma tutti
sopportano. /opo altre due ore$ di nuovo$ si rialza la saracinesca del Magazzino <
con fragore assordante e lo stesso compagno con tono -urocratico annuncia "
1ompagni e cittadini$ viviamo tempi difficili. 1i comunicano che le arance in arrivo
sono ancora di meno. erranno distri-uite solo ai mem-ri del (artito". : semplici
cittadini sovietici si allontanano dalla fila -is-igliando un cordiale saluto all'
indirizzo della madre del compagno del Magazzino (costumanza molto amata dalle
popolazioni slave). @imangono i mem-ri del (artito. Uomini e donne che hanno fatto
una scelta. :l freddo K divenuto crudele come il morso di una muta di cani ra--iosi.
Ma i compagni e le compagne sopportano con disciplina esemplare in !uella luce
livida del tardo inverno russo. 7ltre due ore dolorose trascorrono. si rialza la
saracinesca del Magazzino < con sferragliamento e stridio$ poichK il gelo ha indurito
la ruggine$ ed emerge il solito compagno con aria s!uallida che sputando dichiara"
1ompagni$ voi siete gente del (artito$ comprenderete le nostre grandi difficoltI. Le
arance sono davvero poche. Le distri-uiremo solo ai veterani$ coloro che sono nel
(artito dalla sua fondazione". : semplici mem-ri del (artito se ne vanno in silenzio$
senza protestare ma sicuramente hanno in testa lo stesso cordiale saluto alla madre
del compagno del magazzino < come i semplici cittadini. @imangono i duri e puri.
*on stiamo scherzando. )' gente che ha dato tutto alla rivoluzione. 1hi ha perso un
occhio$ chi un -raccio$ chi una gam-a. Sono pieni di cicatrici$ tutte davanti$ niente
sulla schiena+ Sono carichi di decorazioni e sopportano con eroismo !uel gelo che
non a--iamo piL parole per definire. /opo altre due devastanti ore$ si rialza la
saracinesca del Magazzino <$ producendo un rumore infernale e riappare il
compagno che ormai ha un limone spremuto al posto della sua faccia da -urocrate.
3a cenno ai vecchi militanti di appropin!uarsi. 1on commovente dignitI$ gli eroi si
avvicinano con le giunture doloranti. ;uando sono accanto a lui il compagno del
Magazzino < a -assa voce dice " 1ompagni$ siete gente di provata fede$ a voi lo
possiamo dire: arance non ce ne sono proprio". Si allontanano silenti e
dignitosissimi i vecchi militanti del partito$ solo uno -is-iglia all' orecchio del
vicino: "/M$ assili$ ma hai visto gli e-rei'...Sono sempre i piL fortunati++".
<,. La signora @osen-erg sta viaggiando in aereo da (arigi a *eA Bor=. 7ccanto a
lei c'e' un passeggero che sem-ra un uomo d'affari. La donna lo guarda a lungo e poi
finalmente si decide a chiedergli: "Scusatemi$ ma per caso siete e-reo'". Ma l'uomo
d'affari gentilmente le risponde: "*o$ madame$ non sono e-reo". La signora
@osen-erg non dice nulla$ ma dopo un poco ritorna alla carica: "Suvvia$ secondo me
voi siete e-reo$ non e' vero'". /i nuovo il passeggero ri-adisce: ""*o$ madame$ io
non sono e-reo". (assa una mezz'ora e la signora ritorna alla carica: "Scusatemi$ ma
secondo me voi siete e-reo+". 7llora l'uomo$ esasperato dall'insistenza della
signora$ s-otta: ")--ene$ avete ragione voi: sono e-reo+". ) la signora: ")'
incredi-ile$ non sem-rate proprio il tipo++"
<0. Un e-reo -enestante decide di prendere moglie ed essendo molto timido si
rivolge ad un sensale di matrimoni. ;uesti accetta e lo conduce in una famiglia dove
il padre vuole accasare la figlia non piu' giovanissima. Un pomeriggio i 4 prendono il
the insieme per fare conoscenza. 9ornando a casa il sensale vede il giovane non
proprio soddisfatto e gli chiede cosa ci sia che non vada. "La ragazza e' passa-ile$
ma prima di impegnarmi per tutta la vita vorrei vederla completamente nuda". :l
sensale e' sconvolto da una simile richiesta impensa-ile per la religione e-raica.
9uttavia promette di fare la richiesta al padre della ragazza. 1osi' fa !ualche
giorno dopo: il padre prima si adira$ poi protesta$ ma alla fine accetta e convince la
figlia ad accondiscendere alla richiesta del pretendente. 1osi' avviene l'incontro in
cui la ragazza si mostra completamente nuda agli occhi dell'uomo. /opo aver
osservato la ragazza per -ene il ragazzo e il sensale lasciano la casa della donna e
durante il tragitto di ritorno a casa si parlano. /ice il sensale: "7 me la ragazza
sem-ra discreta sotto tutti i punti di vista$ ma mi sem-ra che tu non sia
soddisfatto. 1osa c'e' che non va'". ) l'uomo: "Si'$ non c'e' male$ ma... ha il naso
storto+".
<4. Un giovane e-reo$ in viaggio di piacere per l'7frica$ telefona alla madre
rimasta a casa in :sraele: "Mamma$ ho una grande notizia da darti$ spero di non
darti nessun dispiacere". "/immi pure$ figlio mio". "Mamma$ mi sono sposato+". ")
perche' mi dovre--e fare dispiacere' Se le vuoi -ene hai fatto -ene+". ")' che non e'
e-rea". ) la madre: "(azienza$ figlio mio$ l'importante e' che vi vogliate -ene".
"Un'altra cosa$ mamma$ e' anche negra...". "(azienza$ figlio mio$ come ti ho detto$
l'importante e' che vi vogliate -ene". :l figlio continua: ":noltre$ mamma$ ha tre
figli...". "&ene$ figlio mio. uol dire che non e' sterile...". "(erfetto$ mamma$ allora
la settimana prossima torniamo a casa e vorrei farteli conoscere. (uoi prenotarmi
una camera nell'al-ergo piu' vicino'". ) la madre: "Ma no$ figlio mio$ dovete venire
a stare a casa nostra. 9u e tua moglie dormirete nella nostra camera matrimoniale$
i tre -am-ini nella camera degli ospiti$ e tuo padre nel divano". "Ma tu$ mamma$
dove dormirai'". ) la mamma: "*on ti preoccupare perche' io appena finita la
telefonata mi -utto giu' dalla finestra..."
<8. 1osa sono i preliminari per un e-reo' /ue ore di contrattazione.
<<. Un sensale di matrimoni e-reo si presenta un pomeriggio a casa di una
famiglia che ha chiesto il suo interessamento per far accasare il figlio non piu'
giovanissimo e anche piuttosto o-eso. /el resto la famiglia non e' neanche ricca e$
viste le difficolta' si e' rivolta ad un sensale. Una volta accomodatosi nel salotto
l'uomo dice: "7vrei un ottimo partito per vostro figlio: e' molto ricca$ giovane$
intelligente e di ottimo lignaggio. )' una delle figlie del (rincipe di Monaco+".
7m-edue i genitori insorgono e protestano su-ito: "Ma non e' e-rea+". :l sensale
passa tutto il pomeriggio a convincere la famiglia e a sera finalmente$ dopo molta
fatica$ riesce a convincere tutti. )sce dalla casa e avviandosi verso casa sua e
asciugandosi il sudore dalla fronte esclama contento: "Meno male+ Meta' dell'opera
e' fatta+".
<>. Una famiglia e-rea$ padre$ madre e figlioletto$ si presenta in un famoso
negozio di a--igliamento per comprare il vestito nuovo per il ragazzino. /opo aver
esaminato a lungo tutti i possi-ili capi alla fine i genitori decidono per un certo
vestito. Ma la madre$ prima di pagare$ chiede per l'ennesima volta: "Ma mi
garantisce che il vestito alla prima lavatura non si restringera''". L'addetto si
dilunga nelle lodi della stoffa del vestito: "Si tratta della miglior marca$ la migliore
lana della citta'$ sicuramente non si restringera' mai. edra' le durera' anni". :
genitori si decidono a comprarlo$ pagano e escono. ;ualche giorno dopo l'addetto
vede entrare la coppia visi-ilmente adirata con accanto il figlio che indossa un
vestito in cui le maniche della giacca arrivano poco sotto il gomito$ i pantaloni sono
appena sotto il ginocchio e la giacca non si riesce ad a--ottonare. Ma l'addetto$
prima che la coppia parli$ si rivolge loro dicendo: ":ncredi-ile$ guarda come e'
cresciuto il ragazzo in cosi' poco tempo+".
<?. 1ome si definisce una mamma e-rea' )' colei che va a rifare il letto del figlio
mentre !uesti si alza la notte per andare a fare pipi'.
<". 1ome si definisce una mamma e-rea' )' colei che perdona e dimentica$ ma non
dimentica mai$ oh !uesto no$ di aver perdonato...
>%. 1he cos'e' uno psichiatra' )' un ragazzo e-reo che avre--e voluto fare il
dottore per far piacere alla mamma$ ma non tollerava la vista del sangue.
>1. La psicanalisi e' la malattia degli e-rei emancipati$ mentre !uelli religiosi si
accontentano del dia-ete. (Narl Nraus)
>,. i racconto una storiella. 1'K un e-reo che vive da duemila anni. Un tizio lo
intervista: ";ual K il suo segreto'". "7glio. ;uando stai per morire$ l'angelo della
morte entra in casa$ si avvicina al tuo letto e accosta il viso al tuo. 7llora tu gli
chiedi F 1hi sei' F espirando forte. ) l'angelo F D=$ passo piL tardi". (Mel &roo=s)
>0. ;uali sono stati gli )-rei piL importanti della storia dell'umanitI'
1) MosK annunciando: 9utto risiede nella legge
,) .esL dicendo: 9utto risiede nell'amore
0) MarG affermando: 9utto risiede nel denaro
4) 3reud scoprendo: 9utto risiede nel sesso
8) &ergson dichiarando: 9utto risiede nel riso
<) )instein concludendo: 9utto K relativo
>4. )' meglio essere in ritardo in !uesto mondo che in anticipo nell'altro.
(7forisma sul modo di guidare degli israeliani)
>8. :o penso che un e-reo a--ia il diritto di sposare una 'gentile' se e' ricca.
(.roucho MarG)
><. ")' vero$ Moishele$ che l'ac!ua -olle a 1%% gradi'". "Si'$ e' vero". "Ma dimmi
Moishele$ come sa$ l'ac!ua$ di essere a 1%% gradi'". (3erruccio 3ol=el)
>>. /avid e' un e-reo molto pio e si reca dal suo ra--ino per porgli una !uestione:
"@a--ino+ Dh$ @a--ino+ ;uesta mattina ho ricevuto un segno strano dall'7ltissimo+".
"(arla$ figlio mio$ !ual e' !uesto segno'". "*on sono stato in grado di interpretarlo$
ma ora ve lo racconto. /i solito !uando faccio cadere la mia tartina im-urrata essa
tocca il suolo dal lato im-urrato$ !ualun!ue cosa succeda. ;uesta mattina essa si e'
adagiata delicatamente dal lato non im-urrato+". "oglio rifletterci su$ domani ti
daro' la risposta$ figlio mio". L'indomani /avid si reca nuovamente dal ra--ino:
"@a--ino+ Dh$ @a--ino+ 7llora$ !ual e' dun!ue il segno che l'7ltissimo mi ha
inviato'". "/opo attenta riflessione$ figlio mio$ ho concluso che tu avevi
semplicemente im-urrato la tua tartina dal lato s-agliato+".
>?. ;ual e' la differenza fra l'estrema destra israeliana e l'estrema destra degli
altri paesi del mondo' L'estrema destra israeliana non e' antisemita.
>". /ue ricchi e-rei hanno un'amante in comune perchO$ si sa$ -isogna
risparmiare. Un certo giorno$ la ragazza rimane incinta. :l momento del parto arriva
proprio !uando uno dei due K all'estero per affari# e !uest'ultimo$ per l'appunto$
viene raggiunto da un telegramma dall'altro: *DS9@7 7M7*9) (7@9D@:9D /U)
.)M)LL: S9D( M:D *79D MD@9D S9D(.
?%. Un tizio va a trovare il suo futuro genero e lo trova immerso nello studio della
&i--ia. 7llora gli domanda: "7llora$ -isogna che parliamo da uomo a uomo. Co
-isogno di sapere !ualcosa di te prima di farti sposare mia figlia. 7d esempio come
ti guadagni da vivere'". ")--ene$ studio la &i--ia e /io provvedera' a cio'+". "edo.
) come conti di provvedere ai -isogni della tua futura sposa'". "&eh$ studio la &i--ia
e /io provvedera'+". ") i vostri -am-ini' 1ome li manterrai'". "Ma ve l'ho detto+
Studio la &i--ia e /io provvedera'+". L'uomo un po' sconsolato torna a casa e
riferisce alla moglie. "Dh... *on ha un lavoro e non ha intenzione di cercarlo. Ma un
lato positivo ce l'ha: mi considera /io+"
?1. Un nuovo diluvio e' annunciato dai profeti e nulla puo' essere fatto per
impedirlo. )ntro 0 giorni le ac!ue ricopriranno tutto il pianeta. : capi spirituali di
tutte le religioni attraverso la 9 mandano i loro ultimi messaggi ai propri fedeli. :l
/alai Lama incita tutti a convertirsi al -uddismo. :l (apa parla al mondo in
mondovisione e dice: "*on e' troppo tardi per convertirsi e meritare il (aradiso
eterno". 7nche il grande ra--ino d':sraele compare in 9. (er alcuni minuti non dice
nulla. Lo sguardo fisso sull'o-iettivo$ dopo vari minuti$ parla: "(opolo d':sraele$
popolo eletto di /io... 1i restano solo tre giorni... per imparare a vivere
sott'ac!ua..."
?,. Una famiglia di e-rei trascorre tran!uillamente la propria vita coniugale: lei
da -rava moglie e lui tutto casa e lavoro. Una sera il sig. *athan rientra a casa dal
lavoro e trova la moglie in lacrime: "Co scoperto che mi hai tradita con la tua
segretaria$ una -iondona... (erche' mi hai fatto cio'. *on sono forse stata una
-uona sposa$ una -rava casalinga$ fedele$ non ho forse allevato i tuoi figli nella
maniera migliore' Co fatto tutto !uello che -isognava fare per essere felici+ 7llora$
perche' mi hai tradito'". ) *athan che non sa cosa rispondere alla fine dice: ")'
vero$ Sarah$ tu sei la migliore delle spose. 9u mi hai reso felice in tutti i modi...
tranne che in uno. ) ora -isogna che te lo dica: !uando facciamo all'amore tu non
gemi+". 7llora Sarah$ pronta a tutto per il suo *athan$ gli risponde: "Se io gemo
durante l'amore$ smetterai di tradirmi'". :l marito promette e la sera stessa si
spogliano e si mettono sotto le coperte. 1ominciano ad a--racciarsi dolcemente e
Sarah chiede: ")' adesso che devo gemere'". ) il marito: "*o$ non ancora". /opo un
altro po' di petting Sarah richiede: "7llora posso iniziare a gemere'". "*o$ non
ancora. 9e lo dico io". *athan continua ad accarezzare la moglie e si eccita sempre
piu' e !uando gli sem-ra di essere nel momento piu' intenso del rapporto grida:
"ai$ Sarah$ ora+ .emi+". ) Sarah: "D:)+ D:)+ D:)+ Mio figlio non e' venuto a trovarmi
sa-ato scorso+".
?0. :l figlio di un pastore protestante ha appena compiuto 1? anni e come prima
richiesta dopo il compleanno chiede al padre di poter avere l'auto familiare. :l
padre allora gli dice: ":o potrei anche essere d'accordo$ ma tu prima devi superare
gli esami di maturita'$ mi devi aiutare una volta alla settimana in chiesa e ti devi
tagliare i capelli corti. 1osi' avrai diritto ad utilizzare la macchina". /ue mesi dopo
il figlio ha superato gli esami e ha aiutato il padre una volta alla settimana in
chiesa. @itorna !uindi dal padre e gli richiede la possi-ilita' di usare la macchina. )
il padre: "Si'$ sono a--astanza fiero di te: hai superato gli esami$ mi hai aiutato$
ma non ti sei tagliato i capelli+". 7llora il ragazzo gli risponde: "Ma papa'$ Sansone
aveva i capelli lunghi$ Mose' e *oe' avevano i capelli lunghi e anche 1risto aveva i
capelli lunghi. *on capisco perche' io me li devo tagliare...". ) il padre: "Si'$ forse$
ma loro andavano a piedi e non in macchina+".
?4. Un padre di famiglia e-reo$ :smaele$ sta morendo. Drmai costretto a letto$
sentendo che le forze lo stanno a--andonando del tutto$ vuole attorno a se' l'intera
famiglia. 1on voce fioca chiama all'appello i componenti della famiglia: "Maria$
moglie adorata e madre dei miei figli... non ti vedo... ci sei'". "1erto$ caro$ ci sono$
sono !ui al tuo fianco...". ".iuseppe$ mio primogenito... tu che dovrai mandare
avanti i campi... ci sei'". "1erto$ padre$ sono !ui$ al vostro fianco...". ") la mia
figliola$ Sara$ c'e''". "Si'$ padre$ sono !ui anch'io...". ") 1arlo$ il piu' piccolo'". "Si'$
caro$ c'e' anche 1arlo...". "Ma se siete tutti !ua... perche' cazzo c'e' la luce accesa
in cucina++'''"
?8. ":tztig$ perchO hai preso una moglie cosM -rutta'". "SarI -rutta fuori ma ti
assicuro che interiormente K -ellissima". "7llora rivoltala+". (3erruccio 3ol=el)
?<. /a noi$ come in tutto il mondo$ si dice: "/i mamma ce n'K una sola..." Ma da
noi si aggiunge su-ito: "&7@U1C C7 SC)M++". (Sia ringraziato il Signore++) (Moni
Dvadia)
?>. Si dice da noi: "1he differenza ci passa tra un avvoltoio e una 6iddishe mame'
9utti e due ti mangiano il cuore... solo che l'avvoltoio ha piL pietI: aspetta almeno
che sei morto+++" (Moni Dvadia)
??. /urante una cena ufficiale un vescovo e un ra--ino sono seduti uno accanto
all'altro. iene servito del prosciutto cotto caldo con degli spinaci e il ra--ino
rifiuta di mangiarne. "*on assaggia !uesto maiale s!uisito$ signor ra--ino'" chiede
il vescovo con un sorriso malizioso. "*o$ monsignore$ non posso mangiarlo perchO la
mia religione me lo vieta". ")' un gran peccato$ signor ra--ino$ lei non sa cosa
perde". 7lla fine della cena ci sono i soliti convenevoli. /ice il ra--ino al vescovo:
"Monsignore$ la prego di porgere i miei rispettosi saluti a sua moglie". "Ma$ signor
ra--ino$ io non sono sposato$ la mia religione me lo vieta". ")' un gran peccato$
monsignore$ lei non sa cosa perde". (3erruccio 3ol=el)
?". 3in=elstein conversa con )pstein: "7--iamo sofferto tanto: esilio$ ghetti$
pogrom... (erP li a--iamo fregati". ") come'". "1on la psicoanalisi". (3erruccio
3ol=el)
"%. :l piccolo Moshe racconta ai compagni di classe che sua mamma ha partorito
una -am-ina. :l melamed$ che ha sentito$ lo riprende e gli dice: "Moshele$ ma che
modo di parlare+ /ovevi dire: '(apI ha comperato una sorellina' ". Moshe si mette a
ridere. "(erchO ridi$ goQ$ im-ecille" urla il maestro. "@ido perchO lei non conosce
papI. .uardi che non compera mai !uello che puP fare da sO". (3erruccio 3ol=el)
"1. "9ate$ che cosa significa etica'". "9i faccio un esempio: un cliente entra nel
negozio mio e di &ar$ compera della merce per sessanta fiorini e paga con una
-anconota da cento. :mprovvisamente mi accorgo che si K dimenticato di chiedermi
il resto. 7 !uel punto su-entra l'etica: devo tenermi tutti i !uaranta fiorini o devo
dividerli con il mio socio &ar'". (3erruccio 3ol=el)
",. (adre e figlio vanno insieme al -agno turco. "ergognati$ hai dei piedi lerci"
osserva il padre. "Ma 9ate$ i tuoi piedi sono ancora piL sporchi dei miei". "1ome
puoi fare un confronto'" F lo rimprovera il padre F :o ho trent'anni piL di te".
(3erruccio 3ol=el)
"0. :l -anchiere triestino Schmitz deve recarsi a (arigi. 5eiss$ il suo socio in
affari$ gli chiede: "(orti con te la tua amichetta'". ";uando vai a Monaco$ ti porti
dietro la -irra'". (3erruccio 3ol=el)
"4. "1ome va Nohn'". ".razie$ va ancora$ una o due volte al mese". "Ma Nohn$ non
intendevo in !uel senso+ 1hiedevo$ come va a casa'". "7 casa non va assolutamente".
(3erruccio 3ol=el)
"8. @ussia. :l telefono s!uilla alla sede centrale del N.&. "(ronto. ;uesto e' il
N.&. /ica+". ":o sto chiamando per avvisarvi che il mio vicino Ban=el @a-inovitz e'
un nemico dello Stato. Sta nascondendo diamanti nel capannone della legna da
ardere". "7--iamo preso nota. (rovvederemo". :l giorno dopo il N.& fa irruzione
nella casa di @a-inovitz. anno al capannone dove e' tenuta la legna da ardere$
fanno a pezzi tutta la legna$ ma non viene trovato nessun diamante. :l N.& si scusa
con @a-inovitz e se ne ritorna indietro. :l giorno dopo il telefono s!uilla a casa di
@a-inovitz. "1iao$ Ban=el+ :l N.& e' venuto'". "Si'$ certo". ") hanno tagliato la tua
legna da ardere'". "SM$ l'hanno fatto". "&enissimo$ ora K la tua volta di chiamare il
N.&. Co -isogno di arare il mio orto".
"<. :l (residente degli US7 &ush riceve il capo del .overno israeliano$ e dopo le
foto e i convenevoli si trovano a conversare informalmente lontani da telecamere e
microfoni. ) &ush chiede a Sharon: "Ma come fate voi e-rei' Siete sempre informati
su tutto$ non vi sfugge nulla". Sharon sorridente risponde: ")' semplice$ il segreto K
la sinagoga. 9anti credono che in sinagoga si vada solo a pregare$ in realtI K un
centro di incontro$ si conosce la gente$ si capisce come vanno le cose e si fanno
persino -uoni affari$ un po' come da voi a 5all Street+". &ush incassa$ e decide di
provare. :l Sa-ato successivo si trucca da e-reo osservante: cappello con la tesa$
marsina$ camicia candida$ -ar-a finta e riccioletti penduli posticci$ e si reca in
sinagoga. Si stupisce di trovare un gran silenzio$ mentre immaginava di venir
salutato da un grande -rusMo. &ush si siede un po' intimidito$ di fianco ad un e-reo
dall'aria molto compunta. 7d un certo punto prende il coraggio a due mani e
sussurra al vicino: "1he si dice$ cosa c'K di nuovo'". ) il vicino$ pronto: "SSSCCC+
Stiamo aspettando &ush+++".
">. Un prete$ un iman mussulmano e un ra--ino discutono sul momento dell'inizio
della vita. /ice il prete: "La vita inizia !uando l'uovo K fecondato". @eplica l'iman:
"*on sono d'accordo$ inizia prima nello spermatozoo e nell'ovocita prima che si
incontrino". :nterviene il ra--ino: "La vita comincia !uando i figli escono di casa e il
cane muore".
"?. :n un treno in viaggio nell')uropa dell')st dell'epoca di !uando c'era ancora il
Muro$ si trovano in uno scompartimento un russo e un e-reo$ inconfondi-ile per
l'a--igliamento e l'aspetto. :l russo$ evidentemente in crisi d'astinenza da pogrom$
lo apostrofa: "/icono tutti che voi e-rei siete fur-issimi$ ma com'K possi-ile'".
L'e-reo$ senza scomporsi$ risponde: ")' possi-ilissimo$ e a--iamo il nostro segreto:
mangiamo tante aringhe". ) siccome K ora di pranzo e il vagone ristorante K
impro-a-ile$ tira fuori un cartoccio di aringhe e comincia a mangiarsene una con
estremo gusto. "7hh+ ) vedessi che -enefici danno+" sospira l'e-reo. :l russo non si
tiene piL e si propone di ac!uistare le aringhe restanti. L'e-reo gli chiede una
somma certamente non modica$ ma su un treno non ci sono altri venditori+ 1osM il
russo inizia a gustarsi le aringhe. Le ha !uasi finite !uando considera: ")hi$ un
momento+ Se avessi aspettato a comprarmele all'arrivo a arsavia avrei speso meno
della metI+". ) l'e-reo sorride: "edi$ stanno giI facendo effetto+++".
"". Un e-reo sta pescando con la lenza. 7rrivano due antisemiti e si mettono
d'accordo: "Dra gli chiediamo se i pesci a--occano. Se risponde di sM$ gli sputiamo in
faccia e gli diciamo che !uei porci degli e-rei hanno sempre una fortuna schifosa. Se
risponde di no$ gli sputiamo in faccia lo stesso e gli diciamo che gli sta -ene$ visto
che un porco e-reo non merita nulla dalla vita". ) cosM fanno. Si avvicinano e
domandano: "7llora$ a--occano i pesci'". L'e-reo$ senza nemmeno degnarli d'uno
sguardo$ risponde secco: "Ma andatevene un po' a fottervi le vostre madri+". : due
antisemiti$ disarmati$ se ne vanno. /opo pochi minuti$ uno dice all'altro: "(erP$ chi
l'avre--e detto... 7nche tra gli e-rei ci sono persone per -ene+++".
1%%. /ue vicine di casa$ una cristiana ed un'e-rea$ litigano spesso su tante cose.
;uando la litigata diventa particolarmente calda$ la cristiana la -utta sempre sul
religioso e ricorda alla vicina: "/opo tutto voi siete sempre !uegl'infami che hanno
ucciso .esL 1risto+". /opo un po'$ l'e-rea si stufa (d'altra parte l'accusa di deicidio
K decaduta anche secondo la dottrina cattolica) e ri-atte: ")' vero+ 1onfesso+ .esL
l'a--iamo proprio ucciso noi+ ) sa perchO l'a--iamo fatto' (erchO a trent'anni fatti
gironzolava in compagnia di dodici perdigiorno invece di prendersi la sua -ella
laurea in Medicina+".
1%1. /ue e-rei un po' male in arnese stanno contemplando la lussuosissima
residenza del -arone @otschild. 7d un certo punto uno dice all'altro: "Sai Ban=ele$ se
io fossi al posto del -arone @otschild riuscirei ad essere anche piL ricco di !uel che
lui K adesso". L'interpellato$ divertito$ ri-atte: "Ma guarda+ ) come pensi$ Moishele$
come pensi che faresti a -attere negli affari l'e-reo piL ricco del mondo'". )
Moishele: "&asta poco: nel tempo li-ero$ !uando non farei il -arone @otschild$ farei
!ualche lavorettino eGtra...".
1%,. 7ustria. /ue amici e-rei si incontrano al parco e ad un certo punto si siedono
su una panchina per leggersi il giornale in pace. :l primo tira fuori un !uotidiano in
lingua "6iddish" e il secondo l'organo ufficiale del partito nazista. :l primo e-reo K
s-igottito. "Ma Ban=ele$ come puoi leggere un giornale simile' Sei impazzito'".
"1alma$ Moishele$" risponde sereno Ban=ele. "9i spiego. ;uando leggo i nostri
giornali soffro come un cane: pogrom in 1ecoslovacchia$ persecuzioni in Ungheria$
odi razziali in (olonia$ spedizioni punitive in @omania$ attacchi ara-i in Medio
Driente... Sai Moishele$ non ne posso veramente piL+ 7lmeno su !uesto giornale c'K
scritto che gli e-rei governano il mondo$ dirigono grandi fa--riche$ hanno in pugno
la finanza ed influenzano le decisioni degli Stati piL potenti del mondo. (otrP
prendermi un po' di soddisfazioni ogni tanto'+''"
1%0. :l ministro della propaganda nazista .oe--els K in visita ad una scuola di
&erlino e di fronte ad una scolaresca dall'aria al!uanto sveglia chiede ai giovani
allievi di inventare degli slogan patriottici. "Ceil Citler+" dice il primo. "/eutschland
u-er alles+" declama il secondo. "*on ci siamo$ ragazzi: dovete trovare !ualcosa di
nuovo$ di grandioso$ che non si senta tutti i giorni" asserisce .oe--els. ":l nostro
popolo K immortale+++" esclama ad un certo punto un ragazzino dall'aspetto molto
intelligente. .oe--els K decisamente raggiante: ";uesto volevo+ &ravo giovanotto$ K
davvero un ottimo slogan e ti proporrP per una -orsa di studio. 1ome ti chiami$
ragazzo mio'". ":sacco Levi 1ohen$ Cerr Ministro++++"
1%4. Un ra--ino vede un vitello trascinato al macello. La povera -estia ha intuito
che K l'ultimo viaggio e muggisce pateticamente. :l ra--ino ricorda una commovente
poesia della sua infanzia e pensa: "1he pena+ Ma perchO l'Dnnipotente non ha messo
le ali ai vitelli in modo che possano salvarsi dal supplizio'". :n !uella$ una cacca di
uccello piove in testa al ra--ino$ il !uale cosM conclude: "/'altra parte$
l'Dnnipotente sa -enissimo !uel che fa+++".
1%8. Un giovane e-reo europeo K emigrato negli US7 dove in alcuni anni K diventato
uno stimato professionista. Un -el giorno torna al paesello per rivedere i suoi. La
madre se lo trova davanti ed esclama: ".iaco--e$ cosa K successo' /ov'K la tua
-ar-a'". "Mamma$ in 7merica la -ar-a non la porta nessuno$ un professionista deve
avere una -ella immagine+". "&e'$ allora... Ma almeno il Sha--ath lo rispetti sempre$
vero'". ") come si fa$ mamma' 7 *eA Bor= si lavora tutti i giorni$ anche di sa-ato:
-usiness is -usiness$ dicono tutti". La madre insiste: "7lmeno il ci-o$ .iaco--e:
rispetti sempre il precetto' Mangi ancora '=asher'$ vero'". "Mi spiace$ mamma$ ma
sai$ trovare ci-o =asher in 7merica K cosM difficile...". La madre K sull'orlo della
disperazione$ ma trova la forza di fare al figlio un'ultima domanda: ".iaco--e$ ora
dimmi la veritI$ non mentire alla tua mamma... 1irconciso$ almeno circonciso lo sei
ancora''+''+'".
1%<. Un e-reo sopravvissuto ad un naufragio approda sulla classica isoletta
deserta. L'isola e' accogliente e il nostro uomo si da' da fare: costruisce una
capanna$ scava un pozzo$ insomma da -ravo novello @o-inson 1rusoe si organizza la
vita. (assa il tempo$ e ad un -el momento !ualcuno viene a soccorrerlo. S-arcati
sull'isoletta i soccorritori si meravigliano molto nel vedere !uanto egli ha
realizzato. (ero' sorge un du--io. .li chiedono: "Lei ha certamente fatto !ualcosa
di grandioso$ la casa$ il pozzo... Ma cosa sono !uei due edifici simili laggiuR' *on ne
capiamo l'utilitaR". :l naufrago risponde: "Sapete$ io sono e-reo$ !uindi ho costruito
anche due sinagoghe". "Ma perche' due e non una'". "Semplice$ F risponde il naufrago
F una e' !uella dove vado a-itualmente... l'altra e' !uella in cui non metterei piede
manco morto+".
1%>. Un prete cattolico passeggia nel !uartiere dell')ast )nd a Londra. Su strade
confinanti vivono e-rei immigrati dall')st europeo e irlandesi. 7d un tratto vede
l'insegna di un negozio: "7L:M)*97@: F (roprietari: :an D' 9oole S 7vraham
Mosh=oAitz". )ntusiasta$ il prete decide di entrare. /ietro al -ancone c'K un tizio$
proprio la classica figura da e-reo vecchio stile: cernecchi$ marsina e camicia
-ianca e cappello con la tesa orlata di pelliccia tipico degli e-rei piL ortodossi del
passato. :l prete$ commosso$ esclama: ")' meraviglioso vedere che un irlandese
cattolico$ un D' 9oole$ colla-ora attivamente con un Mosh=oAitz$ un e-reo
ortodosso+ ;uesto K un vero miracolo+". ) l'altro$ sorridendo: "ede$ padre$ !uesto K
niente. :l vero miracolo K che io sono D' 9oole+".
1%?. 1os'K un e-reo corrosivo' )' un e-reo che si va a sta-ilire in un villaggio di
duemila a-itanti in cui non ha mai a-itato un e-reo. ) un anno dopo$ se l'e-reo K
veramente corrosivo$ il villaggio K popolato di duemila antisemiti+
1%". )' appena terminata la .rande .uerra. :l primo ministro polacco :gnace
(endereAs=i si trova ad un incontro col presidente US7 5ilson e gli dice senza mezzi
termini: "&adi$ mister (resident$ se al tavolo della conferenza di pace le richieste
della (olonia non verranno accolte$ prevedo grandi tur-olenze nelle piazze. La
gente accorrerI in strada furiosa$ urlerI slogan pieni di odio e massacrerI gli
e-rei". (reoccupato$ 5ilson chiede: ") nel caso le richieste del vostro (aese vengano
accolte cosa accadrI$ premier (endereAs=i'". "7h+ :n tal caso la mia gente scenderI
in piazza festante$ -alleranno tutti per strada$ si u-riacheranno... e massacreranno
gli e-rei+++".
11%. )' una notte -uia e tempestosa. L'anziano :sacco 1ohen K molto malato$ e
sente che si avvicina la fine. 1hiama la moglie e la prega di chiamare il parroco.
"1ome sare--e a dire$ il parroco' orrai dire il ra--ino...". "*o$ no$ @e-ecca$ dammi
retta$ chiama il parroco. (erchO$ con !uesto tempo e a !uest'ora... non me la sento
proprio di distur-are il ra--ino+".
111. 1ome si sa$ a casa del ra--ino viene un sacco di gente -isognosa di aiuto. Un
giorno capita il sarto del paese$ che inizia a lamentarsi di !uanto sua moglie sia
rompiscatole$ curiosa$ non gli lascia vivere la sua vita$ dovun!ue lui vada lei lo spia
o lo fa pedinare. )d il ra--ino gli dice: "Sai$ tu certamente hai ragione. SM$ hai
ragione tu". (assa un paio d'ore e arriva la moglie del sarto$ che si lagna su-ito
perchO il marito le nasconde !ualcosa$ K evasivo$ pare faccia tutto in modo furtivo$
vorre--e uscir di casa e rientrare a suo piacimento senza rendere conto. )d il
ra--ino risponde: "Sai$ tu certamente hai ragione. SM$ hai ragione tu". La donna K
appena uscita$ e a !uesto punto la moglie del ra--ino si fa avanti: "Senti un po'$ o
hai preso in giro !uei due sposi o sei un gran disgraziato. Cai dato ragione prima a
lui e poi a lei. 1he significato puP mai avere !uesto'+''". )d il ra--ino: "Sai$ tu
certamente hai ragione. SM$ hai ragione tu".
11,. /ue e-rei litigano per il possesso di una tom-a. 1iascuno dei due vuole essere
seppellito proprio in !uel pezzetto di terra. 1ome di consueto in simili casi$ si
rivolgono al ra--ino. ;uesti medita alcuni minuti$ poi esclama: "Co la soluzione. La
tom-a l'avrI chi morirI per primo+".
110. Siamo a *eA Bor=$ e un e-reo chiede di potersi iscrivere ad un clu- molto
esclusivo. 1ortesemente gli viene risposto: "ede$ signor Slac=me6er$ il nostro
circolo K riservato strettamente ai discendenti dei (adri pellegrini che s-arcarono
sul suolo americano con il veliero Ma6floAer". ) Slac=me6er$ per niente intimorito:
"7llora$ io ho pieno diritto d'essere ammesso: noi e-rei infatti siamo discendenti dei
proprietari del Ma6floAer+".
114. Uno schnorrer (il mendicante "no-ile" del mondo e-raico) -ussa alla porta di
una casa lussuosa. 7ppare una signora dall'aspetto -onario$ che davanti alla
richiesta di un'offerta si giustifica dicendo: ".uardi$ caro$ non ho fondi in casa. Ma
se torna domani$ !ualcosa per lei ci sarI di certo+". ) lo schnorrer: "(er !uesta
volta va -ene$ signora$ giusto perchO K lei. Ma non diventi un'a-itudine. Sapesse
!uale danno c'K capitato a far credito senza garanzie +".
118. Un giovane ra--ino K in difficoltI e decide di consigliarsi con un ra--ino piL
anziano e ricco d'esperienza per decidere come comportarsi con tutti i personaggi
che lo assillano: "La folla dei postulanti K enorme$ fanno richieste sempre piL
insistenti a tutte le ore... sento di remare contro corrente+ 1he de--o fare'". )
l'anziano ra--ino risponde: ")' semplice$ figliolo. Se i postulanti sono poveri$ presta
loro del denaro. Se sono ricchi chiedi loro del denaro. :n entram-i i casi non li vedrai
piL+".
11<. ;ualche giorno prima della (as!ua e-rea$ un ra--ino sta ritornando a casa
sua !uando si accorge che uno dei suoi fedeli cammina poco avanti a se'. :l ra--ino
affretta il passo per raggiungerlo e salutarlo$ !uando con sua grande sorpresa lo
vede entrare in un ristorante. Sorpreso egli si mette davanti alla vetrina e si
meraviglia ancora di piu' !uando lo vede ordinare e mangiare del maiale arrosto e
del vino rosso+ :l ra--ino e' cosi' fuori di se' che entra nel ristorante e si rivolge al
suo fedele: "MoshO+ 1he cosa fai'+". MoshO si gira verso il ra--ino e gli chiede: "1he
c'e'' *on capisco...". :l ra--ino: "Ma MoshO$ ho visto cio' che hai fatto$ te che ti
vedo sempre alla sinagoga$ te che sei il piu' istruito dei miei fedeli+". 7llora MoshO
gli risponde: "@a--ino$ mi avete visto entrare in !uesto ristorante'". "1erto". ") mi
avete visto ordinare il pranzo'". "1erto+". ") mi avete visto mangiare il pasto'".
"1erto che si' che ti ho visto mangiare il pasto+ (erche' credi che io a--ia fatto
irruzione in !uesto ristorante'+". ":n !uesto caso$ ra--ino$ non vedo dove sia il
pro-lema: tutto e' stato fatto sotto la supervisione di un ra--ino+"
11>. *on sono i < milioni di e-rei che mi preoccupano$ e' che i record sono fatti per
essere -attuti. (5ood6 7llen in "Carr6 a pezzi")
11?. /urante un uragano sui mari del Sud uno 6acht di un famoso miliardario$
/avid @osen-erg$ naufraga. Si salvano solamente due persone: il miliardario e uno
de marinai. :n !ualche modo riescono a raggiungere un isolotto$ il classico atollo
deserto. 7ppena$ perP$ il marinaio si rende conto che sono a centinaia di chilometri
dalla terra ferma e dal piL vicino essere umano$ il marinaio scoppia in lacrime:
"Signor @osem-erg$ ma come fa a essere cosM calmo' Le sue vacanze erano segrete$
nessuno sa dove siamo... *on ci troveranno mai piL e moriremo su !uest'isola".
@osen-erg sorride e ri-atte: "Si calmi. Le raccontero' una cosa: cin!ue anni fa ho
donato cin!uecentomila dollari alla SocietI per l'UnitI )-raica. L'anno seguente$ e
nei due successivi ho fatto lo stesso. (oi due anni fa ne ho donati >8%.%%%$ e l'anno
scorso un milione... Dggi inizia la loro raccolta annuale di fondi. Stai sicuro che ci
trovano+".
11". .oe--els visita una scuola. :ndividua un ragazzino e gli domanda a
-ruciapelo: "9u+ /immi: chi K tua madre'". "La .ermania nazista$ Cerr Ministro+"
risponde molto prontamente il giovincello. "&ravo+ ) chi K tuo padre'". ":l 3Threr
7dolf Citler$ Cerr Ministro+" replica il ragazzino con gran piglio. "Sei in gam-a$
giovanotto" si compiace .oe--els. ") dimmi$ che ti piacere--e fare da grande'". ) il
ragazzino$ pronto: "L'orfano$ Cerr Ministro+++".
1,%. Uno schnorrer (tradizionale mendicante "no-ile" del mondo e-raico) avvicina
un tizio dall'aspetto -enestante ed esorta: "@e- Bid$ prego$ un'offerta...". L'altro
taglia corto: "*iente da fare$ io non do mai i soldi per strada+". ) lo schnorrer: ")'
presto risolto. 1i troviamo !ui tra una settimana$ nel frattempo io faccio le
pratiche per fondare una -anca+".
1,1. 7nche stavolta Ban=ele e Moishele sono separati. Ban=ele si trova a fare
l'operaio negli Stati Uniti e scrive all'amico rimasto in U@SS: ";ui ci dicono che
l'Unione Sovietica K un vero paradiso... Ma K vero'". ) dopo un paio di settimane
arriva la risposta di Moishele: "/icono il vero$ !ui K un autentico paradiso: viviamo
in una terra incolta$ senza case$ praticamente nudi e tutto !uel che a--iamo da
mangiare sono mele+".
1,,. Siamo a ienna nell'estate del 1"48$ la guerra K appena terminata. Un vecchio
e-reo dall'aspetto logoro ma dignitoso entra in un caffK e ordina un li!uorino ed una
copia del "oel=ischer &eo-achter"$ organo ufficiale del partito nazista. :l
cameriere$ im-arazzato$ porta il li!uorino ma K costretto a dire al cliente: "Mi
spiace$ signore$ ma !uell'orri-ile foglio nazista non si stampa piL$ non esiste piL". :l
giorno dopo$ alla stessa ora$ l'anziano e-reo torna e la scena si ripete: entra$
ordina un li!uorino ed una copia dell'organo ufficiale del partito nazista# ed il
cameriere gli risponde: "Mi spiace$ signore$ ma !uell'orri-ile foglio nazista non si
stampa piL$ non esiste piL". 9utto ciP va avanti per due settimane. Stessa ora$
stesso caffO$ stessa domanda$ stessa risposta. 7l !uindicesimo giorno il cameriere
non regge piL e domanda all'avventore: "Mi perdoni$ gentile signore$ ma da due
settimane lei entra alla stessa ora$ e ogni volta chiede di portarle una copia di !uel
foglio nazista. Ma sono due settimane che le ripeto che !uell'orri-ile foglio non
esiste piL. Ma allora$ perchO lei continua a chiedermelo'". ) l'e-reo$ sorridendo
sotto i -affi: "Ma proprio per !uel motivo che lei ha appena detto$ ragazzo mio: per
sentirmi ripetere ogni giorno che !uel giornale non esiste piL+".
1,0. :l giovane :sacco K in cattivo stato$ e decide di farsi curare da uno psichiatra.
@ientra a casa dopo la visita e la mamma vedendolo angosciato gli chiede: "1osa
c'K$ figliolo$ cosa ti ha detto il professore'". "Sai mamma$ sono preoccupato$ mi ha
detto che sono un importante caso di complesso di )dipo...". ) la madre s-uffa: "Ma
lascia stare !uest'Ddipo o &udico o come si chiama... L'importante K che tu continui
a voler tanto -ene alla tua mamma+".
1,4. 9re mamme e-ree discutono sul futuro dei loro figli. La prima dice: ":l mio
/avide s'K iscritto a Medicina e sono molto soddisfatta$ certamente diventerI un
luminare della scienza". La seconda ri-atte: ":l mio :sacco invece farI l'avvocato$ e
certamente sarI un principe del 3oro e guadagnerI parecchio". La terza esclama:
":nvece il mio /aniele studia al seminario talmudico e diventerI ra--ino$
certamente farI carriera". ) le altre due$ in coro: "@a--ino' Ma che razza di
mestiere K !uesto per un e-reo'+'".
1,8. :l ministro .oe--els$ tanto per cam-iare$ K in visita a una scuola e chiede alla
scolaresca: "1hi di voi sa dirmi la differenza tra un incidente e una disgrazia'". ) il
ragazzino :sacco Levi 1ohen$ pronto: ":o lo so+ Se Citler viene investito da
un'automo-ile K un incidente$ ma se sopravvive K una disgrazia$ Cerr Ministro+".
1,<. Mosca$ ai tempi di &rez'nev. 7l (arco .or=iQ c'K un vecchio e-reo che legge un
li-ro con la massima concentrazione. Un poliziotto lo nota$ si avvicina$ ma non
capisce un tu-o della scrittura del li-ro. S'insospettisce e domanda al vecchio: "1he
K !uel li-ro' 1he lingua leggi'". ")' e-raico$ lo sto studiando$" risponde l'e-reo. ")
perchO alla tua etI studi !uesta lingua'". "(erchO vorrei tanto emigrare in
:sraele...". :l poliziotto sogghigna: "Le !uote sono attualmente chiuse. ) alla tua etI
non arriverai mai in :sraele+". "*on fa niente$" spiega tran!uillo l'e-reo. "Sai$
l'e-raico K anche la lingua che si parla in (aradiso". "Ma che presuntuoso$ vecchio+"
dice -effardo il poliziotto: "1hi ti dice che andrai in (aradiso' (otresti finire anche
all'inferno+". ) il vecchio$ sorridente: "(er l'inferno non ho pro-lemi$ il russo giI lo
conosco+++".
1,>. Siamo nella .uerra fredda$ con annessa grande competizione aerospaziale tra
sovietici e americani. Stalin in persona sta per presentare un nuovo aereo assai
innovativo. Solo che al collaudo$ appena dopo il decollo$ le ali si staccano+ .li
ingegneri si consultano$ riprovano. 7l secondo collaudo$ le ali si staccano.
(roseguono i consulti e i collaudi: stesso risultato. :ngegneri e collaudatori sono
disperati$ sentono giI odor di neve si-eriana. Ma ad un certo punto uno ha un'idea
geniale: "Ma !ui non c'K mica 7-ramovich'". ) un altro: "Ma sM$ 7-ramovich+ ;uel
vecchio ingegnere e-reo retrocesso per il suo carattere polemico. Lui ha sempre
avuto idee -rillanti: forse ci puP aiutare". ) cosM vanno a cercare 7-ramovich e a
chiedergli consiglio. ) il vecchio e-reo$ serafico: "Un'idea ce l'ho: proprio nel punto
dove le ali si staccano$ dovete fare dei forellini: tanti piccoli forellini tutti in fila".
"Ma 7-ramovich$ che pazzia K !uesta' 3orellini'+'". "Se non volete darmi retta dopo
tutti !uesti collaudi falliti$ sono fatti vostri. Ma se volete dare retta a me$ ripeto$
dovete fare dei forellini$ piccoli e tutti in fila". .li ingegneri$ disperati$ decidono di
tentare. ) cosM fanno tanti piccoli forellini in fila proprio nel punto in cui le ali si
staccavano. ) si viene al collaudo. L'aereo tiene$ e compie le evoluzioni piL
ela-orate. Le ali restano saldissime. )' un trionfo: Stalin puP inaugurare il nuovo
meraviglioso aeromo-ile e 7-ramovich viene portato in trionfo$ insignito dei
massimi premi dell'U@SS e intervistato da innumerevoli cronisti. Un giornalista per
l'appunto gli chiede: "Ma come ha fatto$ ingegner 7-ramovich' 1ome ha avuto
un'idea cosM geniale'". ) 7-ramovich: "*on K stato difficile. Mi sono ricordato un
caso simile con una fornitura di carta igienica nella fa--rica di Stato a Ddessa. Lei
sa che la carta igienica per dividersi a strappo porta tanti piccoli forellini tutti in
fila. )--ene$ la carta igienica si strappava dappertutto$ tranne che lungo i forellini$
e !uindi..+".
1,?. @:1)997 1D*9@D .L: S1D11:79D@:. Se lo scocciatore K povero$ prestagli dei
soldi. Se K ricco$ chiedigli soldi in prestito. 1ertamente non ti distur-eranno mai
piL.
1,". Se Lie-erman fosse diventato icepresidente degli US7... 3esta
d'insediamento per .ore e Lie-erman. 9ra gli ospiti d'onore ci sono anche le
famiglie del tic=et presidenziale. Solo la mamma di Lie-erman$ un po' in disparte$
sem-ra al!uanto freddina: seduta composta$ sguardo impassi-ile$ non pare esser
toccata dal successo del figlio. Un giornalista prende il coraggio a due mani e la
avvicina per farle !ualche domanda. "Mrs Lie-erman$ come commenta il risultato
elettorale' Suo figlio K icepresidente degli Stati Uniti+". "icepresidente$ sM
insomma$ sarI anche una -ella cosa$ ma lei non sa !uel che conta veramente...
L'altro mio figlio K un -ravissimo avvocato+".
10%. /aniel Levi .old-erg si K laureato a pieni voti in medicina in una prestigiosa
UniversitI statunitense$ ha conseguito F sempre a pieni voti F la specializzazione e
sente il richiamo di una particolare vocazione. 1osM parte per i (aesi del 9erzo
mondo per portare aiuto ai poveri che soffrono per le epidemie e le guerre. 1on la
sua professionalitI salva migliaia di vite umane. Dgni tanto$ !uando puP$ telefona
alla sua mamma. ) immanca-ilmente$ la mamma gli chiede: "Senti$ /aniel$ ma...
!uando ti deciderai a diventare un dottore vero'+'".
101. Siamo alla vigilia di Bom Nippur$ giorno solenne dell'espiazione dei peccati. :l
povero sarto Lei-ele 3ish-ein si reca alla sinagoga del suo povero shtetl (comunitI
e-raica nel mondo ash=enazita$ ovvero dell')st europeo) e si raccoglie di fronte ai
sacri rotoli delle Scritture ivi custoditi. "Sia onore e gloria a te che sei (adrone e
1reatore dell'universo$ F egli dice. F :o sono Lei-ele 3ish-ein$ un semplice e
misera-ile sarto. 9u sei l'Dnnipotente. Ma secondo me !ui !ualcosa non funziona.
3orse hai troppo da fare e non l'hai notato. ".uarda il nostro macellaio: K una pasta
d'uomo$ fa tanta caritI$ e ci sono poveri senza soldi cui lui dI la carne gratis$
!uella tenera$ e a lui tocca mangiare la carne dura e nervosa. ) cosa ne ottiene in
ricompensa' La moglie minaccia di lasciarlo e i figli sono dei fannulloni. 9i pare
giusto !uesto' "9u sei il (adrone dell'universo$ io sono solo un povero sarto$ ma
devo dirtelo: !uesto non K affatto giusto+ ") poi il nostro ra--ino: K un giusto$ un
sant'uomo$ dedica la vita al -ene dei poveri e dei sofferenti. 1osa riceve in
ricompensa' Solo malattie: non c'K un solo osso che non gli dolga. ") che dire del
maestro della nostra scuola elementare' Ca tanto amore nell'insegnare$ tanta cura
perchO nessun -am-ino rimanga indietro+ Ma !uando viene l'inverno e il -uio cala
presto$ gli tocca far lezione a lume di candela$ poi torna a casa e anche lM solo una
candela$ e ha gli occhi malati$ se non si farI curare in cittI resterI cieco. Ma non ha
i soldi per le cure. ) fa tutto !uesto per 9e+ "*on K giusto !uesto$ sai' :o sono solo
Lei-ele 3ish-ein$ un misera-ile sarto e tu sei il (adrone dell'universo... ma certe
cose io 9e le devo dire+ "1omun!ue ascolta. /omani sarI il santo giorno di Bom
Nippur$ il giorno dell'espiazione dei peccati. 7llora facciamo cosM: 9u vedi di
perdonare i nostri peccati... e forse$ ma forse$ noi perdoneremo i 9uoi+".
10,. Uno psicanalista ha in cura un e-reo piuttosto mal messo. ;uesti gli racconta
le sue ansie: "/ottore$ non dormo da mesi. Dgni volta che vado a letto e spengo la
luce$ per !ualche minuto tutto va -ene$ poi sento uno strano rumore provenire da
sotto il letto. Lentamente il rumore aumenta$ sento movimenti$ sono certo che c'K
!ualche creatura maligna lI sotto in attesa che io mi addormenti per farmi del
male. 7ccendo la luce e come per miracolo tutto cessa$ i rumori$ i movimenti$ e
sotto il letto non c'K nulla. Ma se mi ricorico e spengo la luce$ tutto ricomincia.
(asso le notti con gli occhi s-arrati$ dottore+". Lo specialista ha giI in!uadrato il
distur-o del paziente e inizia una serie di collo!ui. 7d un certo punto$ perP$ il
paziente smette di presentarsi agli appuntamenti. :l dottore all'inizio pensa sia la
normale fase di rifiuto dell'analista$ poi capisce di essere stato mollato. (assa il
tempo. /ue mesi dopo$ casualmente$ i due si incontrano per la strada. Logicamente
il dottore esclama: "Signor 1ohen$ ma lei vuole farsi del male' *on lo sa che se
rinunzia a curarsi corre grossi rischi'". ) 1ohen$ sorridendo: "/ottore$ lei K
veramente un -ravo psicanalista$ ma le sue cure ormai non mi servono piL$ sono
guarito+". Lo psicanalista non crede alle sue orecchie. 1ome puP un uomo essere
guarito cosM improvvisamente da una patologia che richiede almeno un anno e mezzo
di collo!ui' Ma 1ohen spiega: "ede$ dottore$ sono andato a trovare il nostro
@a--ino e raccontandogli della famiglia gli ho parlato del mio distur-o$ di !uella
creatura sotto il mio letto... :l @a--ino$ che K veramente un sant'uomo$ mi ha detto:
':sacco$ figliolo$ perchO mai ti complichi cosM la vita' Sega le gam-e del letto$ cosM
!uella creatura maligna non avrI piL posto dove stare+'. :o ho seguito il consiglio...
e sono guarito$ dottore+".
100. :n sinagoga il nuovo cantore esegue il canto liturgico con voce di insolita
potenza e -ellezza. Un congregante K addirittura affascinato e ascolta -eandosene.
;uando il canto termina$ il congregante$ commosso$ si volge verso lo "shammes" (lo
scaccino) che K lM accanto: "Sentito che meraviglia'". ) lo "shammes"$ con aria di
sufficienza: "1osa ci sare--e di cosM meraviglioso' Se avessi la sua voce$ anch'io
canterei cosM -ene+".
104. Uno schnorrer (il tipico mendicante "no-ile" dei villaggi e-raici dell')st
europeo) si presenta da un uomo a chiedere l'elemosina$ ma rimedia una -rutta
accoglienza. :l padrone di casa gli urla: "attene fuori dai piedi$ misera-ile
pezzente: te lo sogni che io ti dia !ualcosa". ) lo schnorrer: "*on c'K pro-lema$ ma
guarda che riferirP !uello che mi hai detto a chi mi ha mandato". ) l'altro$
sarcastico: "7h+ (erchO non lavori nemmeno in proprio$ non solo vieni !ui per conto
tuo con stracci e tutto$ ma ti manda anche !ualcuno'+' ) sentiamo$ chi sare--e a
mandarti'". "La fame$ @e- Bid. La fame...".
108. /ue fratelli gemelli mendicanti periodicamente si recano a mendicare dal
-arone @othschild (nell'e-raismo il ricco per eccellenza K @othschild) che non manca
di far consegnare loro per mezzo del maggiordomo due -uste$ ciascuna contenente
cento franchi. Un -rutto giorno uno dei due gemelli si ammala e muore. 1omun!ue
l'altro non manca di presentarsi all'appuntamento col solito o-olo. Stavolta$ perP$
il maggiordomo gli consegna una sola -usta: cento franchi soltanto. Lo schnorrer$
risentito$ protesta: ".iovanotto$ e i cento franchi di mio fratello dove sono'". ) il
maggiordomo$ con la cortesia che K propria di tutta la servitL del -arone
@othschild: "Mi scusi$ signore$ ma al -arone e a noi risulta che suo fratello sia
deceduto". ) lo schnorrer: "Le risulta' Le risulta'+' Senta$ giovanotto$ per sua norma
e regola l'erede di mio fratello sono io$ non il -arone @othschild+++".
10<. Uno schnorrer (cioe' un mendicante e-reo) incontra un tizio che pare andare
di fretta. "@e- Bid$ prego$ offra !ualcosa". L'altro cerca nelle tasche$ e costernato
dice: "7ccidenti$ mi spiace davvero$ sai: sono uscito senza portafoglio". Lo schnorrer
scuote la testa in segno di rimprovero$ ma insiste: "a -ene$ va'. Mi sa dire almeno
l'ora'". 7ltra ricerca nelle tasche$ e daccapo: "Sono mortificato$ sono uscito cosM di
fretta che non ho preso nemmeno l'orologio...". L'altro replica: "a -ene$ pazienza.
(erP un'informazione me la puP dare' /ov'K la via 3ranzis=as=a'". "1ielo$ credimi$
non lo faccio apposta ma non sono per niente pratico di !uesto !uartiere...". 7
!uesto punto lo schnorrer$ con un profondo sospiro$ conclude: "@e- Bid$ se lo lasci
dire$ lei K proprio un disastro+ 3acciamo cosM: mi prenda un paio di minuti in -raccio
e siamo pari...".
10>. :n sinagoga il cantore intona la liturgia del venerdM sera$ vigilia della festa del
Sa-ato. ;uando canta il verso "&enedetto sia il Signore"$ tutti i congreganti si
alzano in piedi. :l ra--ino$ contrariato$ si-ila al cantore: "1ome+ :o non ho detto di
alzarsi+". :l cantore$ esterrefatto$ replica: "Ma io ho pronunziato il nome di /io...".
) il ra--ino: ".uarda che per tua norma sono io che guido !uesta sinagoga... non
/io+++".
10?. :l cliente al sarto: "Lei mi ha confezionato un vestito veramente molto -ello e
di ottima !ualitI. Ma non le pare troppo avermi fatto aspettare sei mesi prima che
fosse finito' 7nche il -uon /io$ per fare tutto il mondo ha impiegato sei soli giorni+".
) il sarto: "Lei ha ragione$ signor Noenigs-erg. Ma lei stesso dice che il vestito che le
ho fatto K -ello e di !ualitI. Mentre invece$ lo vede il mondo che disastro che K'".
10". :l solito schnorrer ha appena ricevuto il solito o-olo mensile dal -arone di
@othschild (sappiamo giI chi sia lo schnorrer e cosa rappresenti il -arone di
@othschild). (ochi minuti dopo aver congedato il mendicante$ il -arone esce di casa
per recarsi in &orsa$ e per una via del centro scorge !uello stesso schnorrer
accomodato al ristorante intento a consumare un lauto pranzo a -ase di salmone. :l
-arone di @othschild entra nel ristorante ed investe il mendicante: "1he ci fai !ui$
tu' ieni a mendicare alla mia porta e la prima cosa che fai su-ito dopo K venire a
mangiar salmone' ) tu saresti uno schnorrer'+'". Lo schnorrer$ senza scomporsi ma
un po' seccato$ risponde: "Scusi$ signor -arone$ ma !uando sono senza soldi non
posso mangiare il salmone. ) lei ora mi dice che non posso mangiarlo nemmeno
!uando i soldi li ho. Mi sa dire !uando posso mangiare un po' di salmone$ una -uona
volta'+'".
14%. Lo scaccino della sinagoga scorge uno schnorrer che si sta sistemando davanti
all'ingresso del tempio per mendicare. 7ccorre e gli esclama sul muso: "1he ci fai
!ui$ tu' 9i ho visto -enissimo$ ieri pomeriggio$ che mendicavi sulla porta della
chiesa+ 7 che gioco giochi$ eh' Sei un e-reo o un go6$ tu'" (il go6 K un termine
vagamente spregiativo per designare i non e-rei). "(sssttt+" lo zittisce lo schnorrer.
"*on urlare cosM+ )' chiaro che io sono un e-reo. Ma sai$ di !uesti tempi$ con una
religione sola non si puP mica vivere..+".
141. :n Sinagoga la funzione K appena terminata$ ma oggi K un giorno davvero
speciale: si festeggia il "-ar mitzvah" (cerimonia d'iniziazione alla vita della
comunitI$ un po' come la 1resima cattolica) del figlio di un pezzo grosso. /opo il
rinfresco$ l'anziano ra--ino prende la parola ed inizia una dotta dissertazione sulla
vita della comunitI e su cosa significhi la vera religiositI. 7d un certo punto$ perP$
il ra--ino si accorge che non tutti lo ascoltano: un congregante dalla figura
monumentale s'K a--andonato sulla sedia in fondo alla sala e sta sonoramente
russando suscitando risatine tra i presenti. 1he fare' Solo una cosa: rivolgersi allo
shammes$ allo scaccino. ;uesti si avvicina indolentemente al ra--ino e chiede con
espressione vitellina: "1osa c'K$ ra--ino'". "1ome$ cosa c'K' *on vedi che
eingortner laggiL s'K addormentato e russa come un asino' ai e sveglialo+". ) lo
shammes$ du--ioso: "Ma ra--ino$ non posso farlo$ non K corretto...". :l ra--ino sta
per alterarsi: "1ome$ non puoi'+'". ) lo scaccino: "*o$ ra--ino$ non posso. 9u l'hai
fatto addormentare... tocca a te svegliarlo+++".
14,. Unione Sovietica ai difficili tempi di &rez'nev. :l regime adotta !uote
rigorosissime per limitare al massimo l'uscita di e-rei che vogliono recarsi in
:sraele. : visti sono concessi col contagocce. ) c'K un e-reo$ di nome @a-inovich$ che
ogni giorno va all'ufficio emigrazione chiedendo veementemente di potersene
andare: "Maledetti -urocrati$ voglio andare nella terra dei miei padri$ non potete
trattenermi+". :l funzionario ha un -el ripetergli "@a-inovich$ lo sai -enissimo che le
!uote sono chiuse$ levati dai piedi": sa che si ritroverI di fronte il tenace e-reo
l'indomani. 7d un certo punto$ esasperato$ il funzionario cede: "@a-inovich$ mi fai
giocare il posto$ ma pur di non vederti piL !ui$ pur di non sentire piL i tuoi strepiti$
ecco$ ti metto il tim-ro. ai$ e fuori dai piedi una -uona volta+". @a-inovich parte$
felicissimo. SennonchO$ arrivato in :sraele$ dopo una sola settimana si presenta alle
autoritI israeliane ed esclama: "*on ci posso vivere$ in !uesto stato capitalista ed
ini!uo+ oglio tornare nel paradiso del socialismo. 3atemi tornare". .rande
im-arazzo tra gl'israeliani$ ma il tim-ro viene apposto e @a-inovich puP tornare in
U@SS. (assa un'altra settimana$ e @a-inovich si fa rivedere all'ufficio emigrazione
con la stessa litania di prima: "Maledetti -urocrati$ non potete trattenermi !ui$
voglio tornare nella terra dei miei padri+". :nutile dire che il permesso gli viene
accordato. Ma in :sraele la vicenda si ripete con l'e-reo che inveisce: "1ome faccio a
vivere in !uesto stato ingiusto e capitalista' 3atemi tornare nel paradiso del
socialismo+". ) cosM @a-inovich va avanti e indietro !uattro$ cin!ue volte. 3inchO$
nonostante non ci siano rapporti ufficiali tra U@SS e :sraele$ si forma una
commissione mista per esaminare il "caso". @a-inovich si ritrova di fronte a una
teoria di funzionari e militari gallonati$ sovietici e israeliani$ che lo guardano
storto e confa-ulano. 7d un certo punto uno prende la parola e dice: "@a-inovich$ te
lo chiedo a nome di tutta la commissione mista. 1e lo puoi dire una volta per tutte
se vuoi vivere nella terra dei tuoi padri o nella patria del socialismo'". )
@a-inovich$ con un sorriso disarmante: "/a nessuna delle due... K che mi piace tanto
viaggiare+++".
140. /ue e-rei ortodossi si incontrano per strada. Uno dei due nota che un
rimasuglio di ci-o K rimasto nella -ar-a dell'altro e cogliendo la palla al -alzo gli
chiede: "uoi vedere$ Levi$ che indovino !uel che hai mangiato oggi a pranzo'". Levi
accetta la sfida: "Ma sM$ dai :sacco$ dimmelo+". :sacco finge di concentrarsi e
sentenzia: "Lenticchie+". ) l'altro: "7h$ ah+ S-agliato+ Le lenticchie le ho mangiate
ieri$ non oggi+++".
144. 7ppena dopo un feroce pogrom$ il povero e-reo 9evQe innalza al 1ielo la sua
voce: "/'accordo$ d'accordo$ K chiaro che siamo il popolo eletto ed K anche per
!uesto che ci capitano tutte !ueste persecuzioni... ma perchO ogni tanto non
eleggere !ualche altro popolo$ cosM noi ci riposiamo un po''+''".
148. 7nno 1"88$ siamo sul molo di *eA Bor=. /a !ualche giorno K arrivata una delle
prime navi colla -andiera israeliana. ) sul molo c'K sempre un vecchio e-reo$ il
classico e-reo della /iIspora$ che osserva la nave e sospira. 7d un certo punto$
poche ore prima che la nave riparta$ il vecchio e-reo si avvicina al capitano della
nave e lo implora lamentosamente: "Shalom$ Shalom capitano. 9i chiedo un atto di
caritI$ io sono vecchio e malato e non voglio morire !ui. ;uesta cittI K pericolosa$
tentacolare$ piena di malfattori. oglio morire nella 9erra promessa+ Sono povero$
vedi$ possiedo solo !uel poco che ho addosso$ ma veramente lascerai un tuo fratello
in 7-ramo !ui$ a morire solo e malato'". :l capitano si commuove$ perchO a volte i
miracoli capitano$ e lo accoglie a -ordo raccomandando all'e!uipaggio di averne
cura in una cuccetta$ a tutte spese sue. La navigazione dura una ventina di giorni$ e
il vecchio e-reo felice s-arca in :sraele. :l capitano profitta della permanenza della
sua nave in porto per recarsi a casa e s-rigare !ualche affare personale$ e al suo
ritorno in porto trova lo stesso vecchio e-reo in gran concilia-olo col capitano di
una nave statunitense: "7mico americano$ devi capirmi$ il tuo paese K nato
dall'immigrazione. *egli Stati Uniti tutti sono fratelli$ non mi puoi dire di no.
(ortami con te$ a *eA Bor=$ alle sue luci$ alla sua vita. 7nche se non ho soldi$
possiedo solo !uel poco che ho addosso$ non puoi a--andonarmi !ui...". :l capitano
israeliano sente puzza di -ruciato e prende di petto il vecchio: "Senti un po'$ tu+
1os'K !uesta storia$ a che gioco giochiamo' *on volevi venire a morire nella 9erra
promessa' ) ora vuoi tornare a *eA Bor='+'". ) il vecchio e-reo$ sempre nello stesso
tono lamentoso: "SM capitano$ K vero che io ti imploravo di venire in :sraele per
morirci perchO ero molto malato. Ma il viaggio per nave$ l'aria di mare pulita e
salu-re mi hanno fatto un gran -ene$ mi hanno guarito e sono arrivato !ui
ringiovanito$ rinato. 1erca di capirmi$ capitano. a -ene morire nella terra dei miei
padri... ma a viverci$ proprio non ce la farP mai+++".
14<. :l -arone di @othschild convoca il suo conta-ile Noenigs-erg e gli dice: "Mi
risulta che lei a--ia sottratto contanti dalla mia cassa". ) Noenigs-erg$
compitissimo: "Mi perdoni$ signor -arone: ma se sono il suo conta-ile non puP
pretendere che vada a sottrarre contanti dalla cassa di !ualcun altro+++".
14>. )' morto Stalin. 9emendo atti di inconsulta venerazione e idolatria sfrenata$
la dirigenza del (1US decide di dargli sepoltura fuori dall'U@SS$ possi-ilmente il piL
lontano possi-ile. :l primo contattato mediante ca-lo K 1hurchill$ cui viene chiesto
di trovare un posto alla salma$ eventualmente nell'a--azia di 5estminster. Lo
statista inglese risponde freddamente che 5estminster K al completo. Si tenta
allora con @oosevelt. :l presidente statunitense perP comunica che nel cimitero di
7rlington possono essere sepolti solo americani. @imane solo :sraele. 1osM parte un
telegramma a &en .urion. @isposta: "(osto disponi-ile stop (remuro perP ricordarvi
!ui di resurrezioni est giI stata una la !uale est sufficiente stop"+
14?. L'e-reo polacco all'e-reo tedesco: "SM$ perP K chiaro che voi tedeschi siete
tutti tonti$ e ora te lo dimostro". : due entrano nel negozio di un e-reo tedesco. :l
polacco chiede una scatola di fiammiferi. 7vutala$ scuote il capo: ")' che veramente
cercavo fiammiferi con la testa dalla parte opposta". ) il negoziante: "Mi spiace
davvero$ ma di !uelli non ne tengo...". Usciti i due dal negozio$ l'e-reo polacco dice
tutto trionfante: "Lo vedi' 7vevo ragione io+". ) l'e-reo tedesco: "Ma che c'entra'
;uel -rav'uomo semplicemente non aveva il tipo di fiammiferi che volevi tu+++".
14". Ban=ele un giorno si reca in visita da Moishele e vede alla parete della casa
dell'amico un certo dipinto. .li piace$ e detto fatto: "Moishele$ K davvero -ello
!uesto !uadro. Mi piacere--e averlo$ me lo vendi'". ) Moishele: "Ma sai$ l'ho
comprato da poco$ mia moglie ci tiene$ e poi guarda che l'ho pagato centocin!uanta
dollari". Ban=ele insiste: "Senti$ offro duecento dollari". Moishele accetta: "a -ene$
prendilo pure". 1osM Ban=ele se ne va col !uadro. 7ppena la moglie di Moishele lo
viene a sapere s'im-estialisce: "Stupido che sei$ se !uello lM ti ha offerto cin!uanta
dollari in piL chissI che valore ha !uel !uadro+". Moishele si rende conto che la
moglie non ha torto$ cosM si reca da Ban=ele e gli comunica: "Sai$ mia moglie mi ha
fatto una scenata$ rivuole il !uadro$ te lo dicevo che ci tiene". ) Ban=ele: "1apisco$
il fatto K che ora anche mia moglie ci s'K affezionata...". Moishele offre: "9i do ,8%
dollari$ ci stai'". L'altro replica: ";uand'K cosM$ prendilo pure". ;uando Moishele se
n'K andato col dipinto$ rincasa la moglie di Ban=ele e chiede del !uadro. "Sai$"
spiega Ban=ele: "Moishele lo rivoleva$ gliel'ho dato e ci ho pure guadagnato un
cin!uanta". "1retino+" esclama la moglie. "Magari !uel !uadro vale una fortuna e te
lo sei fatto soffiare. @ecuperalo su-ito+". ) cosM via. Ban=ele a Moishele: "9i do
trecento". Moishele a Ban=ele: "9i do !uattrocento". "1in!uecento". "Seicento". .ira
e rigira$ i due amici arrivano ai duemila dollari. ) !ui accade un fatto nuovo:
Moishele ha per l'ennesima volta ricomprato il !uadro da Ban=ele e se lo sta
riportando a casa sua$ !uando un tizio per strada scorge il dipinto e lo interpella:
"Scusi$ !uesto !uadro$ sa$ K -ellissimo. Me lo vuole vendere'". Moishele o-ietta:
"*on posso$ vede$ mi K costato caro: -en duemila dollari". L'altro non demorde:
".liene posso dare tremila in contanti$ sull'unghia". :nutile dire che Moishele
accetta. 1osM !uando Ban=ele si ripresenta da lui per ricomprare il !uadro$ non lo
trova piL ed esclama: "Ma come$ dov'K il !uadro' 9e lo voglio ricomprare$ ti faccio
un'offerta cui non potrai dire di no". Moishele spiega: "Mi spiace$ non ce l'ho. Me lo
portavo a casa$ un signore l'ha visto e mi ha offerto un tremila. isto che affarone
che ho fatto' *on per vantarmi$ ma da -uon e-reo ho il senso degli affari...". )
Ban=ele$ disperato: "Ma pezzo di disgraziato$ che specie di e-reo credi di essere'
Sei solo un deficiente+ endi il !uadro proprio !uando noi due stavamo
guadagnandoci su cosM -ene+++".
18%. Un ra--ino ha tra le mani un li-ro filonazista e$ sorprendentemente$ se ne
mostra entusiasta: ";uesto li-ro ha del prodigioso$ veramente+". : presenti sono
molto stupiti: "@a--ino$ cosa trovi di tanto prodigioso in !uesto li-ro'". ) il
ra--ino$ sorridendo: "edete$ sapevo che dagli stracci si ricava la carta$ ma ancora
ignoravo che la carta puP essere riportata al suo stato primigenio$ che puP cioK
tornare ad essere un volgare straccio. ) !uesto li-ro ne K un esempio... ) ciP non K
un prodigio'+'".
181. *egozio di a--igliamento. Si presenta una mamma e-rea che chiede una -ella
cravatta per il figlio (peraltro !uarantenne) che le K al seguito. )saminati alcuni
articoli$ la mamma fa la sua scelta (il figlio sa che in presenza della mamma K
inutile aprir -occa) e chiede il prezzo. :l negoziante risponde: "enticin!ue dollari".
"&enissimo$ la prendo" risponde la mamma (notiamo !ui l'uso del singolare). Usciti
dal negozio$ il figlio trova la forza di farsi vivo: "Ma mamma$ come hai potuto'
enticin!ue dollari cosM$ senza fiatare e senza un minimo di contrattazione' *on K
da te$ di solito tu sei sempre attentissima ai prezzi...". ) la mamma$ sorridente:
"Semplice+ ;uel negoziante m'K stato su-ito antipatico e gli ho dato una lezione: ho
pagato senza fiatare nO contrattare perchO cosM passerI la notte a mangiarsi le
mani pensando che mi avre--e potuto chiedere almeno trenta o trentadue
dollari+++".
18,. :l vecchio .iaco--e K ricoverato in un ospedale cattolico. 7rriva la suora
perchO siccome la sua scheda K incompleta gli deve chiedere a chi va mandata la
parcella. "ede$ mi K rimasta una sola parente$" spiega triste .iaco--e: "Una
vecchia zitella che poi s'K convertita$ s'K fatta persino suora..." (non un gran tatto$
in effetti). La suora ri-atte$ seccamente: "Un momento$ per favore. Le faccio
presente che noi suore non siamo vecchie zitelle. Siamo spose di .esL nostro
Signore+". ) .iaco--e$ illuminandosi: "/avvero' &enissimo$ allora facciamo cosM... la
parcella la mandi a mio cognato+++".
180. 1haQim (olans=i K arrivato da poco negli US7 dal suo sperduto villaggio in
(olonia. Un giorno$ sul tram$ vede un nero che sta leggendo un giornale scritto in
6iddish. Si avvicina e gli sussurra con la massima discrezione: "Scusi$ mi puP togliere
una curiositI' Lei per caso K e-reo'". ) l'altro$ risentito: "1erto che no$ per caritI:
mi ci manchere--e solo !uello+...".
184. La signora @osenfeld va a comprare il pane. ";uanto vengono !ueste
pagnottine dolci'" indaga. "enticin!ue"$ risponde il panettiere. "enticin!ue'+' Ma
lo sa che il panettiere a un isolato da !ui le mette a ventidue'". "Scusi$ signora$ ma
allora perchO non va a comprarle da lui'". ":l fatto K che lui le ha finite". "ede$
signora$ anch'io le metterei a ventidue se le avessi finite..+".
188. Ban=ele: "Sono fiero di essere e-reo+". Moishele: ") perchO'". Ban=ele: "(erchO
tanto anche se non fossi fiero sarei e-reo lo stesso..+".
18<. Ban=ele e Moishele vorre--ero dire la preghiera della sera$ ma sono soli. 7d
un certo punto Ban=ele propone: "(roviamo a fare i conti in !uesto modo: io e te
siamo due. 9u ed io siamo due. ) fa !uattro. (oi$ io per conto mio e tu per conto
tuo$ e sono altri due: sei. Dra tu fai lo stesso conto che ho appena fatto$ e cosM
saremo in dodici...". ) Moishele$ prontamente: "Ma allora$ possiamo anche
andarcene e lasciare che se la s-righino !uegli altri dieci+++".
18>. :l pio .iaco--e parla ad un amico delle virtL del suo venera-ile @a--ino: "Sai$
7-ramo$ il nostro @a--ino K veramente un santo. Ca raggiunto un tale livello
spirituale da essere in grado di vivere praticamente digiunando. Si nutre$ assai
frugalmente$ solo di "Sha--at" ed in occasione delle feste comandate...". ) 7-ramo:
".iaco--e$ mi spiace dirtelo$ ma sei un ingenuo. (roprio ieri l'ho visto al ristorante
all'angolo mentre mangiava a crepapelle". Ma .iaco--e non si lascia scoraggiare:
"7-ramo$ spiace a me dirtelo: l'ingenuo sei tu perchO ti sei fermato alle apparenze.
Se mi avessi lasciato terminare$ ti avrei parlato dell'estrema umiltI del nostro
@a--ino. )' cosM umile che$ per non ostentare al mondo il suo digiunare$ fa sempre
finta di mangiare+".
18?. 7-ramo @a-inovich$ emigrato negli Stati Uniti$ decide di fare il grande passo:
prenderI un cognome 6an=ee$ per il resto dei suoi giorni si chiamerI Smith. 1osM si
reca all'ufficio preposto e$ dopo la solita trafila -urocratica$ diventa 7-ramo Smith.
(assa una settimana e il neoFSmith si ripresenta allo stesso ufficio. Spiega
all'impiegato esterrefatto che vuole cam-iare nuovamente cognome$ ora vuole
chiamarsi &roAn. Dra -isogna precisare che il nostro uomo presenta tratti somatici
indiscuti-ilmente e-raici$ specialmente un grosso naso. L'impiegato chiede ad
7-ramo perchO vuole di nuovo cam-iare cognome$ e lui ammette: "ede$ mi capita
una cosa assai seccante. ;uando mi presento come Smith$ tutti sogghignano e mi
chiedono: '7h giI$ Smith. ) prima come si chiamava''. )d K per !uesto che sono !ui:
in !uesto modo mi chiederanno come mi chiamavo prima di chiamarmi &roAn$ e io
potrP metterli a tacere dicendo che mi chiamavo Smith+++".
18". Un commerciante molto stimato nel circondario K ormai vecchio$ decide di
ritirarsi ma prima vuole spiegare al figlio$ suo necessario successore$ le regole
fondamentali per riuscire negli affari. "edi$ figliolo$" esordisce: "i princMpi
essenziali sono due: l'onestI e la saggezza. L'onestI K importantissima. (er
esempio$ se prometti ad un cliente di consegnargli la merce il giorno tale$ devi
mantenere la promessa a !ualsiasi costo$ non importa !uanto tu de--a faticare per
farlo. La parola data... K essenziale". "Co capito$ -a--o$" dice il giovinotto: "!uesta
era l'onestI. ) la saggezza'". ) il padre$ calmo: "&e'$ la saggezza... sta innanzitutto
nel non promettere mai niente+++".
1<%. Ban=ele a Moishele$ sulla porta di casa: "Co meditato a lungo sul passo della
&i--ia dove sta scritto che :ddio protegge gli sprovveduti. oglio fare una prova.
9u$ Moishele$ stai !ui fuori dalla porta e aspettami". ) Ban=ele entra in casa. /opo
un paio di minuti$ si affaccia da una finestra del terzo piano$ sale sul davanzale e si
getta di sotto. :nutile dire che si rompe le gam-e. Moishele: "Ma che hai
com-inato'+'". ) Ban=ele: "7iutami$ Moishele$ chiama su-ito !ualcuno... Sai$ io ho
sempre saputo di non essere un im-ecille$ ma non avrei mai creduto di essere cosM
intelligente+++".
1<1. :l (rimo ministro israeliano K ospite del (residente degli US7 alla 1asa &ianca.
:l (residente$ per onorarlo$ gli fa dono di una splendida &uic= nuova fiammante.
L'israeliano$ im-arazzato$ spiega con gar-o al (residente che nella sua posizione
non puP accettare regali personali di tale valore. "3acciamo cosM$" propone il
(residente: "mi dia mezzo dollaro e mi considererP rim-orsato. :l (remier accetta$
si fruga nelle tasche e tira fuori un dollaro. "(er-acco$" fa il (residente: "non ho da
darle il resto...". ) l'altro$ sorridendo: "*on importa... mi accontenterP di un'altra
&uic=+".
1<,. :l predicatore all'assem-lea: "Signore e signori$ sapete su cosa verterI la mia
predica di oggi'". L'assem-lea: "*o$ non lo sappiamo". :l predicatore: "&ene$ visto
che comun!ue non lo sapete$ K meglio che continuiate a non saperlo". ) il
predicatore si toglie lo scialle tradizionale$ scende dal pulpito e se ne va. La
settimana successiva$ il predicatore chiede all'assem-lea: "Signore e signori$ sapete
su cosa verterI la mia predica di oggi'". :l pu--lico stavolta non ci casca: "SM$ sM$ lo
sappiamo". :l predicatore: "&enissimo: visto che lo sapete$ non occorre che io ve lo
ripeta+". ) il predicatore si toglie lo scialle tradizionale$ scende dal pulpito e se ne
va. La settimana successiva$ il predicatore chiede all'assem-lea: "Signore e signori$
sapete su cosa verterI la mia predica di oggi'". MetI dell'assem-lea risponde: "*o$
non lo sappiamo" e l'altra metI esclama "SM$ sM$ lo sappiamo". ) il predicatore:
"&ene$ allora chiedo a !uelli che lo sanno di essere cosM gentili da riferirlo a !uelli
che non lo sanno+++". ) il predicatore si toglie lo scialle tradizionale$ scende dal
pulpito e se ne va.
1<0. :l povero sarto Ban=ele K assai a-ile a confezionare a-iti di ogni foggia.
)ppure circola sempre con addosso veri e propri stracci. Un giorno un suo cliente$
uno ricco$ gli chiede: "Ma Ban=ele$ ti fai cattiva pu--licitI andando in giro conciato
in !uel modo+ @iparati i vestiti+". ) Ban=ele: "Sapessi$ @e- Bid+ Sono cosM povero$ ma
cosM povero$ che non me lo posso permettere: devo -adare piuttosto ai lavori che mi
garantiscono un minimo di guadagno$ non ce la faccio a lavorare per me stesso...". :l
ricco sta-ilisce generosamente: "3acciamo cosM$ Ban=ele: il guadagno te lo offro io$
eccoti due ru-li. 1osM potrai vestirti decentemente". (assano due settimane$ e i due
s'incontrano nuovamente. Ma il sarto K conciato ancora malamente !uanto la volta
precedente$ se non peggio. :l ricco s-otta: "Ban=ele$ ma che fai' *on dovevi
sistemare i tuoi stracci' :o ti avevo dato -en due ru-li+". Ban=ele$ con grande calma$
replica: "@e- Bid$ hai tutte le ragioni. :l fatto K che ho guardato attentamente i miei
vestiti$ ed K verissimo$ sono in uno stato pietoso... e ho concluso che se li riparassi
per due soli ru-li certamente ci perderei+++".
1<4. :l fisco sta indagando sul signor /avid @u-instein (o Silvio &erlusconi) che in
pochi anni$ da emergente che era$ K diventato un magnate dell'edilizia. "Signor
@u-instein$ ma ci spiega come K stato possi-ile'" gli chiede l'ispettore. ")' semplice
e lineare"$ comincia l'in!uisito. "(oco meno di nove anni fa ho fatto un sogno. Un
angelo mi diceva di scavare sotto un al-ero che sta nel mio giardino$ perchO vi avrei
trovato un tesoro. 7l mio risveglio$ andai e scavai dove indicato nel sogno. )d ecco$
lM c'era un ricco tesoro+". L'ispettore sogghigna: "3acciamo che io le creda$ ma !uali
prove ha a conferma di !uanto lei mi dice'". "Le prove'" esclama @u-instein. ") tutti
!uei palazzi che anche lei vede tutti i giorni$ non sono prove'+'".
1<8. /ue anziani signori siedono al parco su una panchina. 7d un tratto scorgono
un -am-ino a spasso con la sua tata. )' un -am-ino -iondo$ -ellissimo e molto
elegante$ vestito in perfetto stile all'inglese. Uno dice all'altro: "isto !uel -am-ino
laggiL' 1hissI chi K...". "Ma come$ non lo riconosci' )' il piL piccolo dei @othschild+".
) il primo$ scotendo la testa$ sospira: "7h+... 1osM giovane e giI e-reo+++".
1<<. )rnst Lu-itsch pronunziP un giorno la maledizione e-raica piL terri-ile che si
conoscesse: "i auguro di essere pieni di soldi... e di essere gli unici della vostra
famiglia ad averne+".
1<>. Un e-reo entra in una gioielleria per ac!uistare un -ell'oggetto$ per un
regalo. Ca giI messo gli occhi su un prezioso crocifisso in argento$ ne chiede il
prezzo. "SM$ caro signore$ un oggetto artistico di ottima fattura" conferma il
gioielliere. "*on K certo economico$ ma vale pienamente i duemila dollari che
costa". L'e-reo ponza$ poi chiede: ") se ne volessi uno senza l'acro-ata'".
1<?. "@a--ino$ K meglio avere sei figlie o seimila dollari'". "Senza alcun du--io$ sei
figlie. Se avessi seimila dollari$ sarei preso dall'aviditI e non me li farei -astare.
Meglio occupare lo spirito con altre cose$ non col danaro. *on avrP mai seimila
dollari$ inoltre. ;uindi K -ene che non li -rami vanamente. :nfine$ sono molto meglio
le sei figlie perchO... io ne ho dieci+++".
1<". Un ricco e-reo americano vuole donare una grossa cifra all'UniversitI di
.erusalemme$ cosM facendo iscrivere il suo nome nella lista dei -enefattori che si
trova sulla lapide preposta. .li viene naturalmente organizzata un'accoglienza con
tutti gli onori$ una guida personale lo scorta in visita a !ualun!ue luogo egli voglia
visitare. 7d un certo punto$ il magnate esprime un desiderio: vuole visitare la
tom-a del Milite ignoto. Solo che in :sraele non esiste la tom-a del Milite ignoto+ Si
decide allora di non deluderlo$ per non mettere a rischio la donazione. Lo conducono
in un cimitero militare e gli mostrano una so-ria lapide su cui sta inciso: "*ataniele
1astro 1"18 F 1"4?". :l ricco$ esterrefatto$ chiede all'accompagnatore: "Ma come fa
!uesta ad essere la tom-a del Milite ignoto' 1'K tanto di nome sulla lapide...". ) la
guida$ con grande prontezza: "ede$ come panettiere era molto conosciuto... ma
come soldato nessuno ha mai saputo chi fosse+++".
1>%. /ue eG compagni di scuola s'incontrano. Uno K diventato (arroco$ l'altro
@a--ino. /iscutono volentieri dei vecchi tempi$ e ad un certo punto si trovano a
parlare dei loro pro-lemi economici. "1erto la vita K dura$" commenta il ra--ino.
"Mi dicono che anche i sacerdoti non se la cavano molto -ene di !uesti tempi".
".uarda$ a volte non riesco a mettere da parte il pranzo con la cena. Ma ho deciso$
ogni tanto$ di concedermi un peccatuccio". "Sare--e a dire'" indaga il ra--ino.
"/un!ue$ saprai certamente che K moralmente giusto che la comunitI aiuti i propri
sacerdoti. ) io ho studiato un modo per 'farmi aiutare' almeno un poco. Una volta al
mese mi reco in un ristorante di !uelli di lusso$ mi siedo e ordino un menu coi
fiocchi$ piatti da ricchi visto che i poveri lavoratori in !uei locali nemmeno
potre--ero entrare. Mangio con molta calma$ in modo di terminare poco prima che
il primo turno di camerieri se n'K andato a casa. Mi portano il conto$ e io con aria
sorpresa esclamo: '.uardi che ho giI pagato poco fa$ ho regolato con il suo collega'.
1ollega che F mi segui' F se n'K andato$ !uindi non possono verificare. Ma nessuno
osere--e mettere in du--io la parola di un prete$ cosM mi alzo e me ne vado
tran!uillamente e con la pancia piena". "Molto ingegnoso$" ammette il ra--ino.
"7nzi$" propone il prete: "proprio domani K il mio giorno di ristorante$ ti invito a
pranzo". /etto fatto: l'indomani i due si recano in uno dei migliori ristoranti della
cittI$ mangiano$ -evono$ parlano e alla fine tutto K pronto per la sceneggiata.
Siamo !uasi all'ora di chiusura$ e un cameriere presenta il conto. 1ome da copione$
il prete esclama sorpreso: ".uardi che a--iamo giI pagato poco fa$ al suo collega".
".iI"$ aggiunge il ra--ino$ con espressione severa: "e ancora non c'K stato portato il
resto+++".
1>1. )' il cuore della notte. /ue agenti del N.& -ussano insistentemente alla porta
di ladimir .ronstein. :l malcapitato$ tremando di paura$ apre. ")' !ui che vive
ladimir .ronstein'" chiede uno dei due senza tanti pream-oli. "*FnFno$" -al-etta
l'ometto. ") tu chi sei'" gli urla in faccia l'altro agente. "Son... sono ladimir .ron...
stein". La seconda spia lo afferra e lo schiaccia al muro$ intimandogli: ") ora$ sporco
e-reo$ ci dici perchO dicevi che non vivi !ui+". ) .ronstein: "Ma... perchO$ voi lo... lo
chiamate vi... vivere$ !uesto'+'".
1>,. Ban=ele e Moishele si incontrano: "Ban=ele$ che piacere di vederti+ 7
proposito$ ti ricordi !uei soldi che ti ho prestato'". "Dh$ certo$ Moishele+ 9i sarP
sempre grato$ mi hai cavato da grossi impacci+". "SM ma$ dimmi$ !uand'K che me li
rendi'" insiste Moishele. ) Ban=ele$ con un sospiro: "Scusa$ come posso saperlo' *on
sono mica un profeta$ io...".
1>0. Metti tre Sionisti in una stanza ed essi formeranno !uattro partiti politici.
(Levi )sh=ol)
1>4. Un e-reo circo'nciso K la persona piL tagliata per fare il cloAn.
1>8. Se pregare servisse a !ualcosa$ ingaggere--ero gente per pregare a
pagamento. ((rover-io Ciddish)
1><. "@a--ino$ sono disperato$ vorrei morire+". ) il @a--ino: "Morire non K una
soluzione...". "@a--ino$ ma allora -isogna vivere per forza'". "ivere non K una
soluzione..." risponde il @a--ino. "Ma allora$ @a--ino$ !ual K la soluzione'". ") chi
ha mai detto che esiste una soluzione'+'+''"
1>>. :l piccolo &eniamino rientra da scuola e annunzia eccitato al padre: "Sai$
-a--o$ oggi K venuto a trovarci il parroco e ci ha parlato della 9rinitI+". ) il padre$
con severitI: "*on ci cascare$ figliolo$ K la solita trappola dei cristiani per fare
proseliti+ Sai -ene che noi e-rei a--iamo un solo ed unico /io... e per l'appunto la
nostra famiglia non ci crede+++".
1>?. La giovane Sara presenta ai genitori il giovincello che desidera sposarla. :l
padre gli fa le classiche domande: ")--ene$ ragazzo mio$ che fa nella vita'". "Studio
alla scuola ra--inica$ ma sono !uasi alla fine". "&ene. Ma mi dica$ come conta di
mantenere la famiglia che formerete'". "Sono certo che /io mi aiuterI". ".iI$ giI.
Ma sapete giI dove sta-ilirvi dopo le nozze'". "7--iamo fede. /io ci verrI in aiuto".
"Molto -ene$ molto -ene..." sta esultando il futuro suocero$ !uando sua moglie lo
tira per la manica e$ portatolo da parte$ gli sussurra: "1aro$ non ti pare che !uesto
giovinotto non a--ia nO arte nO parte' /ovremmo dissuadere la nostra Sara dal fare
!uesto passo". Ma lui$ giovialmente$ ri-atte: "*on dire sciocchezze+ (er una volta
che trovo uno che mi crede /io...+++".
1>". :l ladruncolo :sacco Levi viene pizzicato per la !uarta volta in sei mesi. :l
giudice lo s!uadra severamente ed esclama: "Ma non si vergogna' )' la !uarta volta
in sei mesi che la vedo: !uando K troppo K troppo+". ) :sacco$ prontamente: "Signor
giudice$ non K gentile da parte sua parlarmi cosM. 7nch'io la vedo per la !uarta volta
in sei mesi... e certamente non gliene farei mai una colpa+++".
1?%. /urante il nazismo. Un e-reo riparato all'estero: "(erP sia chiaro che nel mio
lavoro in .ermania avrei preferito di gran lunga avere come clienti mille tedeschi
piuttosto che un e-reo+". .li domandano: ") che lavoro facevi'". ":l -ecchino...".
1?1. "1amerata$ devi essere pronto ad ogni evenienza. Supponi che un -ranco di
porci rossi a--iano gettato nel fiume il nostro Segretario. 1he cosa gli getti per
salvarlo'". "Uh... Un'ancora$ camerata+". 7 parti invertite: "1ompagno$ supponi che
tu passeggi sul ponte e vedi il Segretario del partito fascista che sta per annegare
nel fiume. Sai come fare per salvargli la vita'". "Uh... eramente no$ compagno...".
"&enissimo compagno$ continua cosM+++".
1?,. Un e-reo torna al villaggio dopo un lungo soggiorno a arsavia e non vede
l'ora di raccontare a tutti le meraviglie che ha visto nella grande cittI: "Sapeste che
luogo straordinario+ 1'K gente di ogni tipo. (ensate che ho conosciuto un e-reo
grande esperto del 9almud$ capace di citarne interi passi a memoria. ) ho
incontrato un e-reo comunista$ un idealista senza speranza. ) poi un e-reo
proprietario di un negozio enorme dove lavorano cin!uanta commessi$ e che vive in
una villa sontuosa con !uantitI di domestici. Co incontrato anche un e-reo ateo$
uno di !uelli che non credono assolutamente in nulla...". : suoi amici lo
interrompono: "Scusa$ ma che ci sare--e di cosM straordinario' arsavia K una cittI
immensa e ci saranno almeno un milione di e-rei: K normale che tu a--ia incontrato
e-rei di ogni specie+". ) l'altro: ".uardate che non avete capito... Stavo parlando
sempre della stessa persona+".
1?0. Ban=ele: "Sai$ Moishele$ ho capito che sono un ottimista". Moishele: "Ma come'
9i dichiari ottimista e te ne vai in giro con un'aria cosM a--attuta e desolata'".
Ban=ele: "Scusa Moishele$ ma tu credi sia tanto facile essere ottimista di !uesti
tempi'+'+'".
1?4. :l proprietario di un negozio di scarpe a (arigi ha appena assunto un nuovo
venditore$ il giovane :sacco$ e lo sorveglia con discrezione nel primo giorno di
lavoro. *aturalmente gli ha -en spiegato la regola principale: non si fa credito a
nessuno$ solo pagamenti in contanti. Manco a farlo apposta$ il primo cliente che il
giovanotto prende in cura sceglie un paio di scarpe e si accorge di non avere
a--astanza danari con sO. "Sono costernato$" si scusa l'ac!uirente. ")ro convinto di
essere uscito con piL soldi. *on potrei darle cento franchi e portarle il resto
domani'". :l giovane :sacco sorride con la massima cordialitI: "*on si preoccupi$ non
ci sono pro-lemi+ *oi veniamo sempre incontro ai nostri clienti perchO il cliente
viene prima di tutto: K il nostro motto+". :l cliente se ne va tran!uillamente. :nutile
dire che il proprietario del negozio$ il !uale ha sentito tutto$ K letteralmente
furi-ondo. Si precipita dal nuovo commesso e letteralmente lo aggredisce: "Ma sei
impazzito o sei scemo' 9i sei giI dimenticato !uello che ti avevo detto per prima
cosa stamattina' Dra ti sei fatto fregare come un allocco: !uell'uomo lM di certo non
lo rivedremo piL$ e diciamo pure addio ai soldi+". Ma :sacco$ sorridendo$ replica: "Si
tran!uillizzi$ signor /upont+ Sono certissimo che tornerI: gli ho dato due scarpe
destre+++".
1?8. Mendel$ lo "schnorrer" del villaggio$ -ussa alla porta del -anchiere Shimon per
chiedergli l'elemosina. :l -anchiere K al!uanto mal disposto: "*on ti do proprio
niente: mi -asta giI di dover mantenere !uel fannullone di mio fratello". "Ma che
stai dicendo'" protesta Mendel: "Lo sanno tutti che tuo fratello si lamenta in
continuazione perchO non gli dai mai nemmeno un soldo+". "7ppunto$" conclude
Shimon: "proprio tu mi chiedi dei danari !uando sai -ene che non li do nemmeno a
mio fratello'+'+'".
1?<. ;uali parole un figlio e-reo$ dovendo rientrare precipitosamente dalla
vacanze$ deve mettere nel telegramma che invia a sua madre' "1DM:*1:7 7
:*;U:)97@9:. S9D(. S).UD*D /)997.L:. S9D(".
1?>. Un tizio si rivolge al suo vecchio amico 7-ramo per chiedergli in prestito il suo
cavallo per una mattinata. SennonchO 7-ramo$ molto gentilmente$ gli spiega:
".uarda$ te l'avrei prestato volentieri: ma vedi$ stamane proprio prima che tu
arrivassi l'ha preso mio fratello". :n !uel preciso istante si ode un potente nitrito
provenire dalla stalla. L'amico guarda 7-ramo con aria interrogativa. Ma 7-ramo
non ci sta: "&e'$ che hai da guardarmi cosM' .uarda$ se credi piL alla parola di un
cavallo che non alla mia$ allora non venirmi a chiedere piL niente+++".
1??. Cenr6 ha appena mollato uno s-erlone a .eremia. .eremia$ adirato: "Cenr6$
stai a sentire$ ma scherzi o lo hai fatto sul serio'". ) Cenr6$ a piO fermo e muso
duro: "Ma sul serio$ che diamine+". "Meno male$" conclude .eremia: "infatti certi
scherzi non mi piacciono proprio+"
1?". :sacco e *ataniele s'incontrano dopo tanto tempo di lontananza. 7 :sacco ne
sono successe di tutti i colori$ e il poveretto sfoga il suo sconforto con l'amico che
tenta di consolarlo: "1oraggio :sacco$ coraggio+ *on devi drammatizzare$ nella vita
nulla K tanto grave !uanto sem-ra. *e sono sicuro$ poteva andare molto peggio di
cosM". "Molto peggio di cosM' ) come'". "&e'$ tutte !uelle disgrazie potevano capitare
a me...".
1"%. Ban=ele e Moishele si trovano entram-i in ospedale per un'acuta sciatalgia.
Sono stati prescritti loro dei massaggi$ ed eccoli$ fianco a fianco$ sotto le mani di
due energici fisioterapisti. : terapisti non sono certo delicati. :l povero Moishele
ulula letteralmente dal dolore$ ma Ban=ele sopporta le manipolazioni tran!uillo$ in
!uello che sem-ra un mistico e rassegnato silenzio. 9erminata la seduta$ Moishele si
rivolge all'amico: "Ban=ele$ mi hai veramente stupito. 1ome hai fatto a resistere
senza fiatare ad un tormento cosM potente'". ) Ban=ele: "Mio caro Moishele$ non
sono mica scemo+ 1redi che metta sotto le mani di energumeni simili proprio la
gam-a malata'+'+'".
1"1. Un ra--ino torna a casa d'improvviso un pomeriggio per prendere alcuni
documenti dimenticati. SennonchO scopre la moglie a letto con un altro uomo.
"@e-ecca+" esclama inorridito. "/ovresti vergognarti+ *on lo sai' Si comincia cosM...
e si finisce col fumare di sa-ato+++".
1",. :sacco Nlein passeggia con la moglie$ una sera$ e i due non si avvedono di
essere entrati in una zona pericolosa. 7d un tratto$ una voce minacciosa intima:
"Mani in alto$ o la -orsa o la vita+". :l signor Nlein esclama: "Si calmi$ giovanotto$
farP !uello che vuole... le dP mia moglie: K tutta la mia vita+++".
1"0. /opo la .uerra dei sei giorni$ il presidente *iGon chiede a .olda Meir uno
scam-io: il generale /a6an contro due generali a sua scelta. "/'accordo"$ gli fa
rispondere .olda Meir: "in cam-io del generale /a6an voi ci darete .eneral Motors e
.eneral )lectric+++".
1"4. Secondo la tradizione -i-lica$ si crede che MosO fosse -al-uziente. ;uesto
spieghere--e molte cose$ tra cui !uesta. Un giorno$ /io chiese a MosO se avesse
!ualche preferenza sulla 9erra (romessa che gli sare--e piL piaciuta. MosO$ dopo
una profonda riflessione$ finalmente decise: "1a... 1a... 1a...". :l (adreterno$
sempre disponi-ile$ commentP: "uoi dire 1anaan Ul'odierna (alestina$ *d9rascrV$
vero' )--ene$ lodo la tua umiltI: hai scelto un territorio desertico e pietroso.
)--ene$ ti accontento+". ) fu solo dopo che /io si fu allontanato che il povero MosO
riuscM a completare !uanto stava faticosamente cercando di dir.li: "1a... 1a...
1ali... lifornia+++".
1"8. :l medico: ")ccole la ricetta per le sue emicranie$ signor 7-ramovs=i. Ma mi
tolga una curiositI: perchO ha continuato per tutta la visita a dire 'la mia testa$ la
mia testa'... sempre due volte'". :l paziente: "Ma come$ dottore$ non lo sa' 9utti gli
e-rei dicono sempre cosM$ due volte. ede$ tutti gli e-rei hanno una testa francese e
una testa e-raica$ oppure una testa tedesca e una testa e-raica$ o anche una testa
russa e una testa e-raica...".
1"<. Siamo in (olonia$ un secolo fa. Una donna e-rea riceve da un suo creditore un
pagamento in natura: in luogo di denaro$ un pavone. Uno strano animale che non
aveva mai neppure visto in vita sua. Sconcertata$ la donna$ che K anche una -uona
e-rea$ si reca dal suo ra--ino per sapere se il pavone sia o non sia "=asher"
(ammissi-ile per gli e-rei$ *d9rascr). :l ra--ino$ dopo una -reve meditazione$ le
risponde: "Mio padre$ che era un grande ra--ino$ ha sempre sostenuto che il pavone
non K =asher". ") allora cosa posso farmene'"$ chiede la donna. :l ra--ino la
rassicura: "(ortamelo e lascialo !ui$ lo terrP nel mio cortile e lo potrai vedere tutte
le volte che vorrai". 1osM il pavone trasloca nell'aQa del ra--ino. La donna$ nel
frattempo$ gli si K affezionata: lo va a trovare$ lo ammira !uando fa la ruota e gli
porta regolarmente pane secco e mangime. SennonchO$ !ualche mese dopo$ il
pavone sparisce. La donna$ angosciata$ si precipita dal ra--ino: "@a--i$ ra--i+ 1osa
K successo al mio pavone'". "*on ti preoccupare$ figliola$" risponde il ra--ino: "l'ho
mangiato". "Mangiato'+' 1ome sare--e a dire' 7vevi detto che tuo padre$ che era un
grande ra--ino$ ha sempre sostenuto che il pavone non K =asher...". ")' vero$"
ammette il ra--ino: "ma$ sai$ sulla !uestione del pavone non mi sono mai trovato
d'accordo con lui...".
1">. /urante la guerra del Nippur$ cin!uecento egiziani stringono d'assedio un
piccolo villaggio difeso da un pugno di israeliani armati solo di !ualche vecchio
fucile. 9rafficando con una piccola ricetrasmittente$ gli assediati riescono a
collegarsi con un giornalista di 9el 7viv che$ saputa la situazione$ si preoccupa e
chiede: "Ma come pensate di cavarvela'". "/io ci ha sempre aiutato$ ci aiuterI anche
!uesta volta". "Ma... e se )gli fosse occupato altrove'". ":n tal caso... -e'$ ci
vorre--e proprio un miracolo+".
1"?. ;uanti sionisti ci vogliono per cam-iare una lampadina' ;uattro: uno sta a
casa e convince gli altri a fare il lavoro# il secondo porge la lampadina e il terzo la
avvita# il !uarto$ infine$ proclama solennemente che tutto il popolo e-raico sostiene
l'iniziativa.
1"". (remessa: esiste un clichO nelle storielle e-raiche$ ed K 1helm$ che per
antonomasia K il paese degli scemi. Un tempo$ a 1helm$ si mangiava solo carne
cruda. Un giorno una fattoria prese fuoco e una mucca rimase intrappolata tra le
fiamme$ perendo miseramente. .li a-itanti$ per non vanificare la sua morte$
distri-uirono tra tutti loro la carne della povera -estia ed ecco$ trovarono assai
-uona la carne cotta. ) da allora$ !uando !uelli di 1helm vogliono mangiare della
-uona carne arrosto$ incendiano una fattoria.
,%%. La scena si svolge a 1helm$ il paese degli scemi. :l forestiero: "Ma !ui a 1helm
sono mai nati grandi personaggi'". L'a-itante di 1helm: "Ma scherza' ;ui da noi
nascono solo -am-ini piccoli+".
,%1. Un e-reo riceve indietro dopo molto tempo una padella che aveva prestato ad
un amico$ ma si accorge che e' scheggiata. 7llora chiama l'amico e gli dice: "9i
ricordi la padella che ti avevo prestato' &eh$ e' rotta. /ovrai comprarmene una
nuova...". ) l'amico: "1osa' (rima di tutto !uando te l'ho restituita era in perfette
condizioni. Secondo: !uando tu me l'hai data era rotta. 9erzo: io non ho mai preso
in prestito la tua maledetta padella+"
202. Se /io vivesse sulla terra$ le persone gli rompere--ero le sue finestre. (:f .od
lived on earth$ people Aould -rea= his AindoAs) ((rover-io e-reo)
,%0. Un anziano ra--ino va all'aeroporto di .erusalemme a prendere un -im-o di
sei anni$ suo unico parente che viene dall'Ucraina e che non ha mai visto. :l -am-ino
gli -utta le -raccia al collo$ e per prima cosa gli chiede di fargli fare un giro della
cittI. 3elice di accontentarlo$ il ra--ino lo accompagna a vedere le -ellezze e gli
angoli caratteristici della 1ittI Santa. )' tutto un susseguirsi di gridolini$ di risa e di
scherzi. 1ontento di aver rotto cosM facilmente il ghiaccio$ il ra--ino prende il
-im-o per un -raccio e gli dice: "La vedi !uella palma' ;uand'ero giovane$ l'ho
piantata io+" ) il -im-o: "1he -ello &ravo$ nonno$ -ravissimo+". @ingalluzzito$ dopo
un po' il vecchio dice al -im-o: "Lo vedi !uel muretto' ;uand'ero giovane$ l'ho
tirato su io+". ) il -im-o: "3antastico$ nonno$ eccezionale+". 7llora il nonno mostra
al -im-o una palma frondosa$ e dice con orgoglio: "edi !uesta palma' ;uand'ero
giovane$ l'ho piantata io+". "1he forte$ nonno$ sei proprio una forza+". /opo tutta
una giornata a passeggio per .erusalemme$ i due tornano a casa. :l -im-o$
s-adigliando dalla stanchezza$ chiede al nonno "*onnino$ senti$ ti posso fare una
domanda'". "Ma certo$ tesoro caro$ dimmi+" fa il nonno$ pieno di tenerezza. il
-im-o: "Ma tu$ !uand'eri giovane$ facevi l'ara-o'".
,%4. 9i ringrazio$ Signore$ di non avermi creato gentile... schiavo... o donna.
((reghiera del mattino degli e-rei ortodossi)
,%8. Un prover-io dice: "/ue e-rei W tre opinioni". (citato da *or-ert Lieth)
,%<. Una coppia decide di convertirsi all'e-raismo e si rivolge ad un ra--ino$ il
!uale spiega loro varie norme e alla fine chiede se hanno !ualche domanda. L'uomo
chiede: ")' vero che uomini e donne non possono -allare insieme'". ")' vero" dice il
ra--ino "Uomini e donne danzano separatamente". ") cosi' non potro' -allare con
mia moglie'". "*o". "D=" prosegue l'uomo ") per il sesso''". ";uello e' doveroso nel
matrimonio+". ") per le diverse posizioni'". "*on c'e' pro-lema...." risponde il
ra--ino. "La donna sopra''". "1erto+". "7 pecorina'". "1ome no++". ":n piedi'". "*D+"
esclama il ra--ino. ") perche' no'" chiede l'uomo. "(otre--e portarvi a -allare..."
,%>. Un gruppo di amici e-rei stanno giocando a po=er$ !uando uno di loro perde
1%%% euro in una sola mano e muore d'infarto sul colpo. .li altri decidono allora di
smettere di giocare e di andare ad avvisare la moglie. )straggono a sorte a chi
tocca e il malcapitato si trova con il compito di dare la triste notizia alla vedova$
con tatto e discrezione. (romette agli amici che sara' la discrezione fatta a persona
e va dalla ignara vedova. 7rrivato da lei le fa: "Sono venuto a dirle che suo marito
ha appena perso 1%%% euro e che non osa tornare a casa...". 7l che la donna urla:
"1ooooosa'''' 1%%% euro'''' .L: /:17 (U@) 1C) (UD' 1D*S:/)@7@S: MD@9D+++". ) lui:
".lielo dirP".
,%?. Un vecchio e-reo deve essere sottoposto ad una delicata operazione
chirurgica. L'uomo insiste per essere operato dal figlio$ che F guarda caso F e'
chirurgo. 7ppena prima di ricevere l'anestesia$ il vecchio chiede di parlare con il
figlio. "/immi pure$ papa'". "*on essere nervoso$ fai del tuo meglio e ricorda: se
!ualcosa non andra' -ene$ tua madre verra' a vivere con te e con tua moglie+".
,%". :l motivo per cui la carne di maiale sia proi-ita dalla legge e-raica K tuttora
poco chiaro e alcuni studiosi ritengono che la 9orah suggerisca semplicemente di non
mangiarla in taluni ristoranti. (5ood6 7llen in "@acconti hassidici$ con guida alla
loro interpretazione scritta dal noto studioso")
,1%. 1osa fanno due e-rei incazzati' : ra--ini.
,11. Un giovane ispettore delle imposte K mandato un giorno alla .rande Sinagoga
di (arigi per effettuare un controllo fiscale. :mpietosamente pone numerose
domande al @a--ino 1apo: "1osa ne fate dei resti delle candele e della cera'". "Le
rimandiamo al nostro fornitore che$ una volta l'anno$ ci offre un pacco di candele".
") dei resti del pane$ di tutti !uesti avanzi$ che ne fate'". :n linea di massima la
stessa cosa: le spediamo al nostro panettiere e$ una volta l'anno$ lui ci fa un piccolo
regalo". 1ontrariato da !ueste pronte risposte$ l'ispettore aggiunge: ") dei resti
delle circoncisioni' /i tutti !uesti piccoli pezzi$ cosa ne fate'". 9ran!uillo$ il
@a--ino 1apo risponde: "1ome per tutte le altre cose$ le raccogliamo e le inviamo al
1entro *azionale delle :mposte e$ una volta l' anno$ loro ci inviano una testa di
cazzo".
,1,. La vedova di un ra--ino viene spinta dalla comunitI a risposarsi e le viene
insistentemente proposto un macellaio. La vedova non vuole sentire ragioni$ perchO
il ra--ino era un intellettuale colto e sofisticato e il macellaio$ -enchO sia un uomo
molto piacente$ K tutt2altro che raffinato. 1omun!ue la comunitI fa pressioni tali
per cui la povera vedova K costretta a sposare il macellaio. :l giorno delle nozze$
entrando in casa$ il macellaio le dice: "Mio padre diceva sempre che appena entrati
in casa -isogna fare sesso". ) cosM avviene. /opo$ viene loro fame$ e decidono di
accendere una candela prima del pasto. 7llora il macellaio dice: "Mia madre diceva
sempre che !uando si accende una candela -isogna fare sesso". ) cosM avviene. /opo
pranzano e alla fine del pranzo il macellaio dice : "Mia nonna diceva sempre che
dopo pranzo -isogna fare sesso". ) cosM avviene. (iL tardi si mettono a guardare la
9v e il macellaio dice: "Mio nonno diceva sempre che mentre si guarda la 9 -isogna
fare sessoX. ) cosM avviene. erso sera la eGFvedova decide di scendere per !ualche
spesa e trova una vicina che le chiede: "1ome va con il nuovo marito'". ) l2eGF
vedova risponde: Y7ncora non so$ ma viene da una famiglia che ha delle a-itudini
stupendeX.
,10. ;uel che mi chiedo K: ma la razza e-raica in che si differenzia dalla manta
-uddista o dalla torpedine protestante' ((aolo &eneforti)
,14. "1ameriere$ mi dia una porzione di !uel pesce in gelatina del carrello".
"Signore$ ma !uello K prosciutto+". Schmitz$ infastidito: "Co forse chiesto come si
chiama !uel pesce'". (3erruccio 3ol=el)
,18. Un piccolo rivenditore di frutta e-reo a ienna$ K diventato il fornitore di un
no-ile decaduto. ") allora$ ShloQmele$ F chiede l'aristocratico F oggi hai delle mele
per me'". ShloQme gli indica un cesto di -elle mele tirolesi. "1redi che un maiale
assaggere--e !ueste mele'" chiede sprezzante l'aristocratico. "*e provi una$
eccellenza" risponde Shlolme. (3erruccio 3ol=el)
,1<. Shmul ha su-ito un'operazione allo stomaco in seguito alla !uale il medico che
lo ha operato gli prescrive una dieta severa. )gli K disposto a seguirla$ tuttavia non
vorre--e rinunciare allo splendido cholent. :l medico K perP inflessi-ile. 7llora
Shmul va da un secondo medico$ il !uale si fa spiegare che cosa K lo cholent$ ma alla
fine anche lui glielo proi-isce. Shmul si reca allora da 5eiss$ il medico di famiglia$ e
gli racconta le sue pene. Un e-reo avrI un po2 di comprensione' "Mangia !uanto
cholent vuoi F gli dice 5eiss F (erP stai attento$ verrai sparato direttamente in
cielo+". (3erruccio 3ol=el)
,1>. 7l ristorante annesso alla &orsa di 3rancoforte K stato assunto un nuovo
gestore che si chiama Natzenstein. /opo un po' scoppia sulla stampa uno scandalo:
un giornalista K venuto a sapere che Natzenstein gestisce il ristorante secondo
criteri rigidamente =asher. :l presidente della &orsa$ Coch-erg$ convoca Natzenstein
e gli dice: ")' vero ciP di cui K accusato$ signor NatzensteMn'". "Si'$ K vero$ signor
presidente. )ssendo io un e-reo osservante non posso gestire una mensa treQfe+".
"Ma signor Natzenstein+ : commensali sono !uasi tutti -attezzati. ) se uno ordina
del prosciutto'". ";uesto non K un pro-lema$ signor Coch-erg. Se uno mi ordina del
prosciutto$ io gli taglio alcune fettine di petto di manzo affumicato =asher. (uP
interrogarli$ ma tutti i signori commensali sono d'accordo nell'affermare che mai
hanno mangiato in altri posti un prosciutto cosM -uono". (3erruccio 3ol=el)
,1?. *ella vetrina di un ristorante =asher sta appeso un !uadro raffigurante MosK.
)ntra 7aron CoroAitz e vede il cameriere con i capelli corti$ la faccia
perfettamente rasata e una -ella giacchetta -ianca pulitissima. /iffidente CoroAitz
chiede: ")2 davvero =asher$ !ui'". :l cameriere: "1erto$ signore. /el resto non vede
appeso in vetrina il ritratto di MosK'". @isponde CoroAitz: "Lo vedo sM. Ma
francamente parlando$ se fosse lei appeso in vetrina e MosK servisse a tavola$ mi
fiderei di piL". (3erruccio 3ol=el)
,1". (ortando con sO l'animale ancora vivo$ un e-reo vuoi sapere dal ra--ino$ al
!uale si rivolge$ se il pavone K un ci-o =asher. "*o F risponde il ra--ino F mio padre
che era un santo oltrechO un ra--ino diceva che il pavone non K un ci-o =asher". )
confisca il pavone. (oco tempo dopo l'e-reo viene a sapere che il ra--ino ha fatto
con il suo pavone una -ella cenetta in famiglia. :nfuriato$ si reca a casa sua per
rimproverarlo. "*on ti arra--iare$ io l' ho mangiato soltanto in odio a mio padre
che era sM un uomo santo$ e dun!ue diceva che il pavone non K un ci-o =asher$ ma
anche un padre terri-ile. 1osM ho voluto trasgredire la sua memoria". (3erruccio
3ol=el)
,,%. "Signor ra--ino F dice Shmuel F sono venuto a confidarle una mia grave
mancanza". ";uale'". "Secondo la prescrizione del Signore$ ho trascurato di lavarmi
le mani prima del pasto". ") come mai'". "/ove mi trovavo non c'era un lavandino".
"Ma dove ti trovavi'". ":n una trattoria". ":mpossi-ile che non ci fosse un lavandino".
"(urtroppo$ ra--i$ !uella trattoria non era =asher. )rano tutte chiuse !uelle
=asher". "*on dirlo+". "Si'$ era Bom Nippur$ e dun!ue...". "/isgraziato+" (3erruccio
3ol=el)
,,1. Un ra--ino ricam-ia la cena a un suo amico prete. "1he ne dici di !uesto
pranzetto caratteristico$ tipicamente ostQuddisch'" "Dttimo davvero. La carpa
farcita$ l'oca arrosto e anche il =ugl erano s!uisiti". "(ensa poi che !uesto vino
rosso l'ho fatto venire dal 1armelo". "L'ho notato$ ma..." "/immi tutto". "Mi sem-ra
un po' -attezzato". "*on sosterrai proprio tu che$ essendo stato -attezzato$ K meno
-uono". (3erruccio 3ol=el)
,,,. Un aristocratico magiaro molto li-erale aveva invitato a cena nel suo castello
un cele-re ra--ino. Sapendo che la sua religione gli proi-iva di mangiare
determinati ci-i$ gli aveva fatto preparare piatti rituali e-raici. 7ccanto al ra--ino
sedeva il vescovo di /e-recen . "Signor ra--ino F intervenne a dire il vescovo F
!uand2O che mangerI tutte le s!uisite pietanze che mangiamo noi'". "7l suo pranzo
di nozze$ eccellenza". (3erruccio 3ol=el)
,,0. 7vrom va a casa di @idel suo principale a portargli i rendiconti del mese
precedente e lo trova a tavola che mangia prosciutto al forno e salsicce. "1aro
7vramole$ siedi !ui e mangia un po2 di !uesto prosciutto. )2 s!uisito". "Mi scusi$
signor @idel$ ma la mia religione me lo vieta". ")' vero$ per voi non K un ci-o
=asher". ")' cosM. )' treQfe". "7llora prendi un -icchiere di vino". "Mi perdoni$ signor
@idel$ la mia re1igione me lo vieta". "(erchO mai'". "(erchO !uesto vino ungherese
non K =asher". "/un!ue gli e-rei non prendono nO ci-i nO -evande che non sono
=asher". "*o$ cioK sM$ signor @idel$ talvolta succede". ") !uando'". ";uando siamo in
pericolo di vita". (aonazzo in faccia$ @idel$ che ha preso da un cassetto una
rivoltella$ la punta contro 7vrom e urla: "7desso -evi !uesto vino". Spaventato$
7vrom vuota il -icchiere che il suo datore di lavoro riempie di nuovo. "&evi anche
!uesto$ se no ti ammazzo". 7vrom$ tremante$ u--idisce. 7llora @idel sedendosi tutto
rilassato dice: "*on te la sarai mica presa a male$ 7vramole$ era uno scherzo$ no'".
":nvece sM che me la sono presa a male". "(erchO mai'". "(erchO non ha fatto lo
stesso con !uel suo prosciutto al forno'". (3erruccio 3ol=el)
,,4. Leo Nlein va in un ristorante e ordina una cotoletta di maiale fritta alla
viennese$ di cui K ghiotto. Mentre la sta gustando$ gli si avvicina :sacco &lumenfeld
che$ con voce si-ilante di ra--ia$ gli dice: "9u sai !uanto ti costerI !uesto ci-o
treQfe'". "(oco F gli risponde Leo Nlein F soltanto una corona e dieci pfennig".
(3erruccio 3ol=el)
,,8. Un venerdM sera :tzig si trova a Sighet$ in Ungheria$ da certi suoi parenti e
viene trattenuto a cena. 1i sono delle splendide carpe in gelatina. : parenti si
informano: "1osa fa mamma Sosha'". "Morta" risponde :tzig e$ mentre le donne
scoppiano in un pianto dirotto e gli uomini scuotono costernati il capo$ si serve
un2enorme porzione di pesce. iene poi portata in tavola l'oca ripiena con contorno
di gnocchi. ") cosa com-ina il cugino Bossel'" chiedono ancora gli ospiti. Z7nnegato[
dice :tzig e$ mentre si rinnovano i lamenti$ spazza via l'oca$ un pezzo dopo l'altro.
7lla fine viene servita una splendida torta di mele$ -ella e croccante. "1ome va la
suocera di Bossel'" chiedono le signore. ")2 dipartita per gli acciacchi dell2etI"
sostiene :tzig. ;uesta volta perP viene contraddetto. "*on puP essere F sostiene un
altro ospite F l2ho vista due giorni fa". "(uP darsi F ammette tran!uillamente :tgiz F
finchO si mangia per me sono tutti morti...". (3erruccio 3ol=el)
,,<. .ionata e Samuele$ due vecchi shnorrer$ entrano in un caffe di Leopoli
affollato di mercanti che proprio !uel giorno hanno fatto grossi affari alla fiera.
ZSenti$ Samuelino[ dice .ionata Zprendiamo !ualcosa'[ Z7 chi'[ (3erruccio 3ol=el)
,,>. ;uando un e-reo povero mangia un pollo$ uno dei due K gravemente malato.
(Moni Dvadia)
,,?. 7h giI... noi siamo il popolo eletto... -eh$ Signore... ogni tanto$ eleggiti
!ualcun altro+ (Moni Dvadia)
,,". "@a--ino$ ra--ino$ aiuto+ Mia moglie non vuole prendere precauzioni" si
lamenta lo shlimazl. "1ome faccio io' Sono disperato. Co giI dieci figli+ 1ome faccio
a mantenere tutti !uesti disgraziati' Lavoro come un somaro. (ossi-ile che a--iamo
una 9orah in cui si dice che c'e' una risposta a tutto e invece ci manca proprio un
anticoncezionale per l'uomo' 1ome K possi-ile !uesto ra--ino '". "1ome non
a--iamo un anticoncezionale per il uomo' F esclama il ra--ino F *on ce l'a--iamo
noi' 1hi te l'ha detta !uesta sciocchezza' 9utto c'e' scritto nella nostra 9orah+ *oi
a--iamo un anticoncezionale... il migliore... una limonata+ ". "Una limonata'
/avvero una limonata' ) !uando devo prenderla' (rima di... o dopo di...'". ":nvece
di... ". (da L'e-reo che ride) (Moni Dvadia)
,0%. Shmul Nirshgortner K furente per il mancato pagamento dell'ultima partita di
merce inviata sei mesi prima al suo cliente ed amico Mord=he Meirson. 1hiama il suo
segretario e gli chiede di scrivere un duro telegramma di sollecito . :l segretario
prepara il telegramma: ".entile signor Meirson$ aspettiamo da sei mesi il
pagamento delle nostre spettanze. Se lei non salderI il suo de-ito entro due giorni
dalla presente$ noi adiremo le vie legali+ 1ordiali saluti. Shmul Nirshgortner S
(artners". Shmul Nirshgortner legge il telegramma e dice al segretario: "Lei non ha
esperienza$ caro giovanotto. 9utte !ueste parole a cosa servono ' Lasci$ scrivo io il
telegramma". (rende un nuovo modulo e vi scrive: "'*u'''". 9re giorni dopo arriva la
risposta di Mord=he Meirson: "*u$ nu+ + + ". (da L'e-reo che ride) (Moni Dvadia)
,01. Shloimele e /uvidl$ due studenti di 6eshivI$ sono accaniti fumatori$ sanno che
!uesto loro vizio K guardato con sospetto$ ma la voglia di fumare non li lascia mai.
/ecidono allora di chiedere al ra--ino come comportarsi al riguardo. a$ a nome di
tutti e due$ Shloimele: "@a--ino$ ra--ino". "/immi Shloimele caro$ cosa c'e''".
"@a--ino io ti volevo domandare... !uando si studia il 9o6re$ si puP fumare'". "1osa
ti viene in mente$ razza di vizioso che sei' ;uando si studia$ si studia e -asta+". 1on
la coda fra le gam-e$ Shloimele torna da /uvidl e gli racconta della lavata di capo
che gli ha fatto il ra--ino. "Sai !uale K il pro-lema con te' F gli dice /uvidl F 9u non
sai fare le domande. Lascia$ vado io. "@a--ino$ ra--ino$ io ti vorrei fare una
domanda". "/immi$ /uvidl caro$ sono !ui per !uesto". "@a--ino... !uando si fuma$ si
puP studiare il 9o6re'". "1erto$ /uvidl caro+ Sempre K un -uon momento per studiare
il 9o6re+" esclama il ra--ino entusiasta. (da L'e-reo che ride) (Moni Dvadia)
,0,. Un giovanotto e-reo$ figlio di una di !uelle famiglie secolarizzate$ laiche$
progressiste$ moderne$ dopo la laurea in logica e dialettica socratica$ vuole darsi
un'infarinatura di cose e-raiche. Si sa... fa cosi chic+ Si reca dun!ue da un grande
ra--ino e gli dice: "@a--ino$ vorrei arrotondare la mia cultura con un po' di
e-raismo. Mi dare--e !ualche lezioncina'". "1apisco giovanotto F risponde il
ra--ino F ma tu hai studiato il nostro 9o6re' la &i--ia nostra intendo$ il 9almud'".
"7ndiamo ra--ino+ :o sono laureato in Logica e /ialettica socratica+ *on so se mi
spiego+". "/'accordo figliolo !uesta K una -ella cosa$ ma "leshon ha Nodesh" la
nostra lingua santa$ l'e-raico lo conosci' ) l'aramaico'". "@a--ino$ lei mi sta solo
facendo perdere tempo. Mi faccia un test+ Mi metta alla prova per vedere se sono
all'altezza+". "1ome tu vuoi$ figliolo". :l ra--ino alza di scatto due dita proprio
davanti agli occhi del -aldanzoso giovane e...: "7ttento giovanotto+ /ue uomini
scendono dallo stesso camino: uno ha la faccia sporca e l'altro ce l'ha pulita$ chi si
lava la faccia'". "Cahaha+ Ma ra--ino$ !uesta K una domanda per -am-ini
deficienti+ \ evidente. ;uello con la faccia sporca". "S-agliato figliolo. ;uando
!uello con la faccia sporca vede che l'altro ce l'ha pulita$ pensa di avere la faccia
pulita e non si lava la faccia. ) !uello con la faccia pulita che vede che l'altro ce
l'ha sporca$ pensa di avere la faccia sporca e !uindi si lava la faccia". "7h+... 1erto
ra--ino+ 1ome ho potuto cadere in una trappola cosi' -anale. La prego$ mi
sottoponga ad un altro test per favore$ comincio a capire... Molto$ molto sottile+".
"a -ene figliolo$ come tu vuoi$ non c'K pro-lema+ 7ttento". /i nuovo il ra--ino fa
scattare le due dita in alto: "/ue uomini scendono dallo stesso camino: uno ha la
faccia sporca e l'altro ce l'ha pulita$ chi si lava la faccia'". "@a--ino$ non sono mica
scemo$ lo a--iamo giI detto. ;uello con la faccia pulita". "S-agliato figliolo. ;uello
con la faccia sporca vede che l'altro ce l'ha pulita$ pensa di avere la faccia pulita e
non si lava. ;uello con la faccia pulita vede l'altro con la faccia sporca$ pensa di
avere la faccia sporca e si lava la faccia. Ma... !uando !uello con la faccia sporca
vede che !uello con la faccia pulita si lava la faccia$ pensa di doversi anche lui
lavare la faccia. ;uindi tutti e due... si lavano il faccia". "7h+ mmm... certo ...il
ri-altamento dialettico ...molto arguto... ede ra--ino$ sono un po' freddino... La
prego$ mi faccia un'altra domanda". "1ome tu vuoi$ figliolo$ non c'K pro-lema".
7ncora una volta il ra--ino alza le due dita di scatto: "Molto attento$ ragazzo+ /ue
uomini scendono dallo stesso camino: uno c'ha la faccia sporca e l'altro ha la faccia
pulita$ chi si lava la faccia'". "@a--ino$ insomma non mi esasperi+ *on lo a--iamo
appena detto' Sono totalmente d'accordo con lei. 9utti e due si lavano la faccia+".
"S-agliato figliolo. edi$ !uando !vello con la faccia sporca vede !vello con la
faccia pulita$ pensa di avere la faccia pulita e non si lava la faccia. 1osi$ !uando
!uello con la faccia pulita vede che l'altro con la faccia sporca non si lava la faccia$
pensa anche lui che non c'e' nessuna ragione per lavarsi la faccia. ;uindi... nessuno
dei due si lava la faccia". Lo studente K !uasi a pezzi$ ma per non essere umiliato
dice: "7desso ho capito$ ra--ino$ ne sono sicuro. @iconosco di essere stato
presuntuoso$ ma lei non deve negarmi un'ultima domanda. La scongiuro+". "a -ene$
come tu vuoi$ figliolo$ come vuoi. 7llora vediamo...". :l ra--ino immanca-ilmente fa
scattare in su le due dita e...: "Molto$ molto attento mio caro giovanotto+ /ue
uomini scendono dallo stesso camino$ uno ha la faccia sporca e l'altro ha la faccia
pulita. 1hi si lava la faccia'". "(ietI di me$ ra--ino+ Me l'ha appena detto e io ne
convengo assolutamente$ non insista+ *essuno dei due. *essuno dei due si lava la
faccia. *on K cosi'". "S-agliato figliolo. Senti figliolo$ ma come puoi pensare che due
uomini scendano dallo stesso camino$ e a--iano uno la faccia sporca e l'altro la
faccia pulita+ L'intera !uestione K un'idiozia+ (assa la tua vita a rispondere a
stupide !uestioni della tua dialettica... e vedrai cosa capirai di e-raismo+". (da
L'e-reo che ride) (Moni Dvadia)
,00. :n una trattoria =asher. "7n=ele F dice un cliente al cameriere che gli porta il
piatto ordinato F -ada che hai il pollice dentro il -rodo". "*on importa$ non scotta".
(3erruccio 3ol=el)
,04. :sacco corre alla stazione di 9rieste per prendere il treno per .orizia$ ma
arriva con un attimo di ritardo. Ca appena il tempo di vederlo allontanarsi verso la
curva di &arcola: "1he cattiveria[ dice indispettito Zanche il treno K diventato
antisemita". (3erruccio 3ol=el)
,08. "(apI$ perchO .iano si chiama -ifronte'". "(erchO aveva due facce$ 7vramole".
"/oveva essere un infelice$ papI". ":nfelice$ 7vramole'". "9i immagini$ essere
costretti a lavarsi due facce". (3erruccio 3ol=el)
,0<. "/i'$ hai sentito di Natzan'". "1hi$ Mendel Natzman$ !uello con l'asma
cronico'". "Si'$ proprio lui". ") con il fegato distrutto dalal cirrosi'". ")h gia'+".
"@educe da due infarti'". "Si'$ si' proprio lui" "(ensa e' morto+". "Morto+'+ 1hi
l'avre--e mai detto+"
,0>. L':rlanda e' l'unico paese che non ha mai perseguitato gli e-rei perche' non li
ha mai fatti entrare. (Hames Ho6ce)
,0?. 1on gli e-rei ci si faceva il sapone$ adesso con i @om ci fanno i 1/+ (tinmartin)
,0". L'antisemitismo... K la piL pericolosa sopravvivenza del canni-alismo. (Stalin)
,4%. Un e-reo va dal suo ra--ino: "@a--i$ non so piL come comportarmi con mia
moglie... litighiamo spesso... credo anche che stia cercando di avvelenarmi...
aiutami$ parlaci tu...". /opo alcune ore il ra--ino torna: "7scolta$ ho parlato per
tre ore con tua moglie... (@)*/:9: :L )L)*D+++".
,41. Un ra--ino di una grande cittI era talmente -ravo ma talmente -ravo che
tutti gli e-rei della regione$ osservanti e non$ il sa-ato accorrevano per ascoltare i
suoi sermoni. Un fine settimana$ perP$ un mem-ro della congregazione fu trattenuto
da un impegno. (er non perdersi il sermone del sa-ato$ ingaggiP un go6$ un giovane
non e-reo$ affinchO si recasse alla sinagoga a registrare il sermone. .li altri si
accorsero di !uanto accadeva e cominciarono ad adeguarsi: ogni sa-ato
aumentavano i go6m con registratore e diminuivano i fedeli che invece erano
impegnati a giocare a golf o a dormire. *aturalmente se ne accorse anche il
ra--ino. ) il sa-ato successivo si presentP alla sinagoga un sacerdote munito di
impianto stereo per diffondere un sermone preregistrato. )' il primo caso noto di
insermonazione artificiale. (Lad6 of the @ings)
,4,. 7 9el 7viv un uomo in piedi su un ponte a strapiom-o sul mare medita di
-uttarsi. (assa il suo ra--ino$ lo vede$ si precipita verso di lui: "Moishele$ sei
impazzito$ cosa vuoi fare'". "@a--ino$ lasciami in pace$ voglio morire+". "Un uomo
come te... morire... da un ponte' 7scoltami$ scendi di lM. Se non vuoi farlo per te$
fallo almeno per me. Se ti -utti$ io sono costretto a -uttarmi per cercare di salvarti
e non so nuotare. Moriro' anch'io e ho moglie e figli. uoi lasciare una vedova e
sette orfani' 3aresti !uesto al tuo ra--ino' 3ammi un piacere... 7desso scendi di lM$
te ne ritorni a casa e nella !uiete della tua stanza... ti impicchi". (/a "1osi' giovane
e gia' e-reo" di Dua=nin e @otnemer)
,40. (erchO gli :sraeliani non hanno voluto seppellire 7rafat a .erusalemme '
(erchO hanno gia' avuto dei casi di resurrezione da !uelle parti.
,44. &uongiorno+ ;uesto K il risponditore automatico dell'US1:$ Unione delle
Separazioni delle 1omunitI :taliane. Se siete Drtodossi$ digitate 1# se siete Ca-ad$
digitate ,$ se siete @iformati$ digitate !uello che vi pare. Se volete parlare con una
comunitI$ digitate ". (/:*.)
7vete scelto 1$ grazie per la vostra scelta. verrete presto istradati al servizio
richiesto....
&uongiorno. ;uesto K il risponditore del collegio ra--inico. )' proi-ito. .razie per
aver chiamato. (/:*.)
7vete scelto ,$ grazie per la vostra scelta. verrete presto istradati al servizio
richiesto....
&uongiorno. ;uesto K il risponditore del &eit Ca-ad. )' proi-ito con gioia. .razie
per aver chiamato. (/:*.)
7vete scelto 0$ grazie per la vostra scelta. verrete presto istradati al servizio
richiesto....
&uongiorno. ;uesto K il risponditore della congregazione @iformata. *on c'K
pro-lema$ puoi farlo. .razie per aver chiamato. (/:*.)
7vete scelto 4' *on avreste dovuto$ ma vi passo al servizio richiesto...
&uongiorno. ;uesto K il risponditore di lassL. Se conoscete l'interno$ digitatelo ora$
oppure digitate D per l'elenco degli interni.
.razie per aver chiesto il servizio "elenco degli interni" digitate per favore le prime
tre lettere del nome.
(iiiing (aaaang (eeeeng
:l nome da voi digitato non appare sull'elenco$ anche se esiste. (rego ridigitare
interponendo un asterisco al posto della seconda lettera...
(iiiing (oooong (eeeeng
&uongiorno$ :o sono :o ma non rispondo$ anche se la tua chiamata K importante.
@ichiamerP$ conosco il tuo nome e il tuo numero. (/:*.)
7vete scelto 8' &eh$ se ci tenete... verrete presto istradati al servizio richiesto....
&uongiorno. ;uesto K il risponditore automatico del governo israeliano. .razie per
averci chiamato. Se cercate il Li=ud$ digitate 1F"F>F># se cercate il Maarach$
digitate 1F"F"F0# se cercate i partiti religiosi$ pagate prima. Se volete parlare con
un impiegato$ riattaccate pure. (/:*.)
.razie per aver scelto ". La comunitI di oggi K !uella di ]]]]$ che K lieta di
rispondervi. Se volete parlare delle prospettive future$ digitate 1# se volete parlare
delle istituzioni$ digitate ,# se volete parlare del -ilancio$ richiamate domani$ tanto
ci sarI un'altra 1omunitI. (/:*.)
.razie per aver digitato 1. Se volete parlare delle prospettive future$ digitate 1.
(/:*.)
.razie per aver digitato 1. Se volete parlare delle prospettive future$ digitate 1.
(/:*.)
.razie per aver digitato 1. Se volete parlare delle prospettive future$ digitate 1.
(/:*.)
.razie per aver digitato 1. Se volete parlare delle prospettive future$ digitate 1.
(/:*.)
.razie per aver digitato 1. Se volete parlare delle prospettive future$ digitate 1.
(/:*.)
.razie per aver digitato 1. Se volete parlare delle prospettive future$ digitate 1.
(/:*.)
,48. /ue comunita'$ !uella cattolica e !uella e-raica$ un giorno decidono di
organizzare una gara di teologia usando solo i gesti per sta-ilire !uale delle due sia
da considerarsi superiore. La comunita' che avesse perduto avre--e dovuto
a--andonare la citta'. La sfida avviene tra un prete e la sua comunitI cattolica e un
e-reo$ con la sua comunitI e-raica. 1on aria sicura il prete avanzP disegnando
nell'aria un grande cerchio con il -raccio$ poi si fermP e$ con un mezzo sorriso colmo
di arroganza$ aspettP la risposta di Shimon. Shimon con un salto -attK i piedi per
terra. :l prete sem-rP incassare !uesta mossa inattesa$ ma non si perse d'animo.
1on un gesto solenne$ lentamente$ -randM tre dita nell'aria e le mostro' a tutti.
Shimon$ dopo un attimo di riflessione$ rispose alzando a sua volta un solo dito e
mostrandolo agli astanti come aveva fatto in precedenza il prete$ che !uesta volta
accusP il colpo. La sicurezza iniziale era svanita$ ciononostante non si arrese: col
volto corrucciato ma deciso a rimontare$ prese un pezzo di pane$ lo spezzP$ alzo' un
calice di vino$ lo -evve e aspettP soddisfatto la contromossa di Shimon. Shimon$
lentamente$ tirP fuori dalla tasca una mela e guardando fisso negli occhi il prete$ la
addentP e ne staccP un grosso pezzo che prese a masticare enfaticamente davanti
al prete che a !uel punto getto' la spugna. ^Co perso_ annunciP mestamente. ^.li
e-rei rimarranno in pace_. : cattolici$ costernati$ si affollarono intorno alla loro
guida spirituale: ^(adre$ cos'K successo' ci spieghi cosa significano !uesti sim-oli_.
^3iglioli+_ cominciP il prete. ^Co iniziato la sfida tracciando un grande cerchio per
mostrare agli e-rei che /io K ovun!ue. 7 !uel punto l'e-reo ha pestato i piedi per
terra per ricordarmi che /io non K negli inferi. (oi ho alzato tre dita per indicare la
santa trinitI e lui mi ha risposto con un dito per affermare che /io K Uno e
:ndivisi-ile. :nfine ho preso il pane e il vino per consacrare il 1orpo e il Sangue di
1risto e lui mi ha mostrato la mela come sim-olo del peccato originale e lM ho capito
che non avevo piL argomenti per contro-attere_. /all'altra parte della cittI$ nel
ghetto$ anche gli e-rei si affollarono intorno a Shimon per festeggiarlo e sapere da
lui il significato dei segni che si erano scam-iati i due contendenti. ^7ll'inizio_
cominciP con semplicitI ^il prete ha disegnato un grande cerchio con il -raccio per
indicare che gli e-rei dovevano allontanarsi dal territorio intorno alla cittI. :o con
!uel salto$ gli ho risposto che noi non ci saremmo mossi da !ui. Lui mi ha intimato
che avevamo tre giorni per lasciare la cittI e io ho alzato il dito per fargli sapere
che nessuno di noi aveva la minima intenzione di andarsene. (oi ho capito che lui ne
aveva a--astanza$ !uando ha tirato fuori la sua merenda. 7 !uel punto$ io ho tirato
fuori la mia+_
,4<. 1he differenza c'K tra un e-reo povero ed un e-reo ricco' L'e-reo povero si
deve lavare da solo la Mercedes... (Scirio)
,4>. 1ome si chiama il piu' famoso ladrone e-reo ' @a-in Cood. (Mario)
,4?. *on mi sorprende che gli e-rei si circoncidano: chiedono un 1%E di sconto
dappertutto. (Mauroemme)
,4". Un mendicante e-reo (uno schnorrer) -ussa alla porta di una ricca signora:
"7vre--e !ualche soldo da dare in elemosina". Ma la signora risponde: "Mi dispiace$
ma oggi non ho spiccioli in casa. 9orna domani". ) il mendicante: "7h$ no$ signora+
Mi deve dare !ualcosa su-ito. *on faccio mai credito+".
,8%. )rmeneutica: La scienza o l'arte di interpretazione$ specialmente le Sacre
Scritture. Supponete di stare andando al lavoro e di vedere un segnale di Stop. 1osa
fate'
1. L'e-reo medio non si preoccupa di leggere il segnale ma ferma la macchina se la
macchina davanti lo fa.
,. Un fondamentalista si ferma davanti al segnale e aspetta fino a che non gli dice
di andare.
0. Un )-reo Drtodosso ha due alternative:
(a) Si ferma al segnale$ dice "Sia tu -enedetto. o Signore nostro /io$ @e
dell'universo$ che ci hai dato il comandamento di fermarci"$ aspetta 0 secondi$
contati sul suo orologio$ e poi riparte.
(-) 1erca un'altra strada per andare al lavoro che non a--ia un segnale di Stop$ in
modo da non correre il rischio di diso--edire all'halachah. ULegge @eligiosa )-raicaV
4. Un Caredi fa le stesse cose dell')-reo Drtodosso$ a parte che aspetta 1% secondi
invece di 0. SostituirI anche le luci degli stop con dei proiettori da 1%%% Aatt e
collegherI il cla=son in modo da s!uillare ogni volta che sfiora il pedale del freno.
8. Una /onna Drtodossa conclude che non gli K permesso di osservare la mitzvah] di
fermarsi perchO K niddah UmenstruataV. ) !uesto K un dilemma$ perchO il segnale di
Stop si trova sulla strada verso la mi=vah UpurificazioneV. ]U1omandamento$ gli
)-rei ne hanno <10V
<. Uno studioso del 9almud consulta i suoi li-ri sacri per trovare !uesti commenti
sui segnali di Stop: @. Meir sa6s: Ce Aho does not stop shall not live long. @.Cillel
sa6s: 1ursed is he Aho does not count to three -efore proceeding. @.Shimon -en
Behudah sa6s: 5h6 three' &ecause the Col6 Dne$ -lessed -e Ce$ Aho gave us the
LaA$ the (rophets$ and the 5ritings. @. -en Bitzha= sa6s: &ecause of the three
patriarchs. @. Behuda sa6s: 5h6 -less the Lord at a Stop sign' &ecause it sa6s: '&e
still$ and =noA that : am .od.' @. Behez=el sa6s: 5hen Hephthah returned from
defeating the 7mmonites$ the Col6 Dne$ -lessed -e Ce$ =neA that a don=e6 Aould
run out of the house and overta=e his daughter# -ut Hephthah did not stop at the
Stop sign$ and the don=e6 did not have time to come out. 3or this reason he saA his
daughter first and lost her. 9hus Aas heQudged for his transgression at the Stop
sign. @..amaliel sa6s: @. Cillel$ Ahen he Aas a -a-6$ never spo=e a Aord$ though his
parents tried to teach him -6 spea=ing and shoAing him the Aords on a scroll. Dne
da6 his father Aas driving through toAn and did not stop at thesign. Boung Cillel
called out$ 'Stop$ father+' :n this Aa6$ he -egan reading and spea=ing at the same
time. 9hus it is Aritten: 'Dut of the mouths of -a-es.' @. -en *atan sa6s: 5hen Aere
Stop signs created' Dn the fourth da6$ as it is Aritten: 'Let them serve as signs.' &ut
@. Behoshua sa6s: ..." U@ sta per @a--ino e continua per altre tre pagine...V
>. Un Cassidico &resloviano vede il segnale e prega$ dicendo: "@i-ono Shel Dlam F
Sono !ui$ viaggiando sulla strada al 9uo servizio $ e sto per incontrare chissI !uali
pericoli a !uesto incrocio della mia vita. 9i prego di proteggermi ed aiutarmi ad
attraversare in sicurezza !uesto Segnale di Stop." (oi$ "senza guardare ne a destra
ne a sinistra" come consiglia il @a--ino *achman$ accetterI con gioia la sfida $
restando concentrato sul suo scopo$ anche se la macchina arretra un istante$ poi
picchia duro sull'acceleratore e avanza con coraggiosa decisione$ superando tutti gli
ostacoli che il 6etzer hara Utendenza malvagiaV matterI sul suo sentiero.
?. Un Cassidico Lu-avitcher si ferma al segnale e lo legge con molta attenzione$ alla
luce degli insegnamenti del @a--ino. (oi$ esce dalla macchina e mette su mitzvahF
mo-ile sul cigli della strada$ prendndo la !uesta occasione per chiedere agli altri
autisti )-rei che si fermano al segnale se oggi hanno messo su il tefillin (se maschi)
o se hanno acceso le candele del Sha--os (se femmine). )ssendosi ormai sta-ilito li$
si rifiuterI fermamente di arretrare di un solo centimetro dalla terra che ha
occupato fino all'arrivo del Messia.
". Un )-reo conservatore chiama il suo @a--ino e gli chiede se fermarsi a !uesto
segnale K richiesto unanimamente dalla sentenza della 1ommissione per le Leggi
)-ree o se esiste una posizione minoritaria. Mentre attende la risposta del @a--ino$
viene multato da un poliziotto per intralcio al traffico.
1%. Un )-reo laico respinge il segnale come una vestige di un sistema di vlori
arcaico e fuori moda sena rilevanza nel mondo moderno$ e lo ignora completamente.
11. Un )-reo @iformato si accosta al segnale contemplando la domanda$ "Sento io
personalmente l'o--ligo di fermarmi'" *el corso della suA riflessione entra
nell'incrocio ed K colpito da dietro dall')-reo Laico.
1,. Un )-reo @icostruzionista ragiona: (rimo$ !uesto segnale K un'ereditI della
nostra civilizzazione storica e !uindi devo onorarlo. /'altra parte$ visto che "il
passato ha un voto e non un veto$" /evo studiare la !uestione e decidere se gli
argomenti in favore del fermarsi sono spiritualmente$ intellettualmente$ e
culturalmente a--astanza inoppugna-ili da valere la perpretazione. ) se cosM$ devo
votare con il passato# altrimenti$ dovrP porre il mio veto. 7lla fine$ c'K un !ualche
modo per rivalutare i messaggi dei segnali di Stop cosM da mantenere la loro validitI
ai nostri tempi'
10. Un )-reo del Movimento del @innovamento medita sul se il segnale di Stop deve
essere applicato a tutti i ;uattro Mondi Na-alici U1orpoF)mozioniFMenteFSpiritoV o
solo ad alcuni di essi$ e se si$ a !uali' /eve Sentire lo Stop' (ensarlo' )sserlo'
.uidarlo' /ato che si K fermato per respirare e meditare sulla !uestione$ K
a--astanza al sicuro mentre lo fa$ -aru=h CaShem. USia @esa .razia a /ioV
14. Uno studioso della &i--ia indica che ci sono diverse differenze stilistiche tra la
prima e la seconda metI del passaggio "S9D(." (er esempio$ "S9" non contiene aree
chiuse e cin!ue interruzioni di linea$ mentre "D(" contiene due aree circoscritte e
solo una interruzione di linea. 1onclude che la prima e la seconda parte sono opera
di diversi autori che pro-a-ilmente sono vissuti a diversi secoli di distanza l'uno
dall'altro. /opo lo studioso determina che anche la seconda metI K stata scritta da
due autori diversi a causa delle stesse differenze stilistiche tra la "D" e la "(."
18. 7 causa delle difficoltI di interpretazione un altro studioso della &i--ia emenda
il testo$ cam-iando la "9" in "C." "SCD(" UnegozioV cosM K molto piL facile da capire
in !uesto contesto piuttosto che "S9D(" a causa della molteplicitI degli esercizi
commerciali nella zona. La corruzione testuale K pro-a-ilmente avvenuta perchO
"SCD(" K cosM simile allo "S9D(" del segnale che si trovava diverse strade prima e$
per uno scri-a$ K un errore molto facile da fare. (ertanto il segnale K da
interpretare come un annuncio dell'esistenza di un !uartiere commerciale.
1<. Ma anche un altro studioso della &i--ia nota che il segnale di Stop potre--e
trovarsi meglio in un incrocio tre strade prima. )' stato chiaramente spostato nella
sua posizione attuale da un revisore successivo. ;uindi interpreta l'incrocio attuale
come se il segnale di Stop non ci fosse.
(Stan Neghel)
,81. Moishe sta guidando a .erusalemme. K in ritardo per un appuntamento$ sta
cercando un parcheggio e non riesce a trovarne uno. /isperato$ si rivolge al cielo e
dice: "Mio /io$ se mi trovi un posto per parcheggiare$ ti prometto che mangerP solo
=osher$ rispetterP i sa-ati e tutti i giorni di festa". Miracolosamente$ un posto si
apre di fronte a lui. @ivolgendosi ancora al cielo$ Moishe dice ancora: "*on ti
preoccupare$ ne ho appena trovato uno".
,8,. )' deceduto l'illustre sig. 5iesenthal$ e-reo cacciatore di nazisti. *el suo
testamento$ a--iamo aperto oggi$ c'K scritto che desidera essere cremato.
3uneraria &ertelli srl. (Mauroemme)
,80. Stanca di restarsene a casa tutte le sere$ una ricca ereditiera e-rea nu-ile
decide di pu--licare un annuncio sulla ru-rica dei cuori solitari. "@agazza ricca$
pazza per il sesso$ onestamente non -ella# cerca un uomo per un rapporto
tran!uillo". /opo aver mandato la lettera si siede ad aspettare la risposta. )d ecco+
.uarda+ il giorno successivo l'annuncio viene pu--licato e su-ito dopo arriva una
risposta per posta prioritaria. 1on il cuore che le -atte in gola$ straccia su-ito la
-usta e legge la risposta. .uardando la sua figliola la madre chiede: "7llora' 1hi ti
scrive'". ) con l'espressione arcigna la ragazza risponde: "(apI".
,84. )terne veritI e-ree
L'ottimista vede la ciam-ella$ il pessimista il -uco
Se non puoi dire !ualcosa di gentile$ dillo in Biddish
Se K -uono$ pro-a-ilmente non K =osher (lecito)
(erchO rovinare un -uon pasto con una grossa mancia'
: 57S( se ne vanno senza salutare$ gli e-rei salutano sempre ma non se ne vanno
mai (57S(# 5hite 7ngloFSaGon (rotestant W gli anglosassoni -ianchi)
:sraele K la terra del latte e del miele$ Londra *ord K la terra del latte di magnesia
*essuno va mai via affamato da un matrimonio e-reo$ peraltro nessuno va mai via
u-riaco da un matrimonio e-reo.
&is-iglia sempre i nomi delle malattie.
;ualsiasi cosa che vale la pena di essere detta vale la pena di essere ripetuta un
migliaio di volte.
/ove c'K del fumo potre--e esserci del salmone affumicato.
*on lasciare mai un ristorante a mani vuote.
Una cattiva polpetta K sempre un -uon fermacarte.
Senza madri e-ree chi avre--e -isogno di terapia'
(rima di leggere il menL$ leggi i prezzi.
1'K un momento$ nella vita di ogni uomo$ in cui deve alzarsi e dire a sua madre che K
adulto. /i solito capita attorno ai 48.
Secondo un precetto alimentare della legge e-rea$ maiale e ostriche possono essere
mangiate solo nei ristoranti cinesi.
Se devi -is-igliare al cinema$ -ada di farlo a--astanza forte che ognuno possa
sentirti.
Se devi chiedere il prezzo non puoi permettertelo.
,88. /ue ra--ini$ un @iformato ed un Drtodosso$ discutono delle rispettive
congregazioni. :l ra--ino @iformato chiede al leader Drtodosso: "(erchO non lasci
che uomini e donne siedano assieme$ come fanno nel mio tempio'". :l ra--ino
Drtodosso F noto per il suo senso dell'umorismo F replica: "Se vuoi sapere la verita'$
e' che non mi interessa affatto se siedono assieme o no. Ma vedi$ i miei sermoni non
sono poi cosM interessanti ed io non posso accettare che dormano assieme".
(Slarti-artfast)
,8<. Sharon respira da solo. :sraele in apnea. (/r. :1))
,8>. Le 1, tri-L di :sraele erano in realtI formate da 0< -u. ((aolo &eneforti)
,8?. Solo una madre e-rea puP credere proprio figlio /io. Solo un figlio e-reo puP
credere propria madre vergine. Solo un e-reo puP organizzare un -usinness
redditizio che comporti soldi anche ,%%% anni dopo.
,8". @ecente esplosione demografica degli e-rei ortodossi: /opo lunghe discussioni
teologiche$ hanno deciso che anche i profilattici vanno sottoposti a circoncisione.
(08>0 -6tes free)
,<%. :n una colonia internazionale che ospita -am-ini di tutto il mondo$ tedeschi$
russi$ francesi$ italiani$ cinesi e americani giocano tutti insieme# ma in un angolo c'K
un -am-ino israeliano tutto solo. 7llora il maestro va dal gruppo di ragazzi e
chiede: "(erchO non giocate anche con lui'". ) uno dei ragazzini risponde: "*oi
costruiamo castelli di sa--ia$ e lui li distrugge".
,<1. (erchO :sraele K patria di scienziati' (erchO lI ci sono molte glandi scoperte+
(Marco 1)
262. Samuele muore. )$ nel suo testamento destina 8%.%%% )uro per un funerale
'ela-orato'. ;uando l'ultimo degli invitati lascia la casa$ dopo la cerimonia$ la
vedova Sarah$ si rivolge alla sua migliore amica$ e le dice "&ene$ sono sicura che a
Sam sare--e piaciuto". "*e sono certa$" le risponde @achele$ a--assando la voce e
avvicinandosi. "Ma dimmi$ !uanto K costato davvero'". "9utto$" risponde Sarah.
"1in!uantamila". "*o+" esclama @achele. oglio dire$ molto -ello$ carino$ ma
davvero K costato$ 8%.%%% `'". ) Sarah conta: ":l funerale K costato <.8%% `. Co
donato 8%% ` alla sinagoga per il servizi del ra--ino. :l ci-o shiva e le -evande
fanno altri 8%% `. :l resto K andato nella pietra del memoriale". @achele fa i conti
rapidamente. "4,.8%% ` per una pietra' D: )B$ ma !uanto K grossa'+". "/ue carati e
mezzo". (Slarti-artfast)
263. (oco dopo che il papa si era scusato con il popolo e-reo per il trattamento
riservato loro nei secoli dalla chiesa cattolica$ 7riel Sharon$ allora primo ministro di
:sraele$ mandP una proposta al collegio dei cardinali per un incontro amichevole di
golf tra i due leader o dei loro rappresentanti$ per provare l'amicizia e lo spirito
ecumenico ormai condiviso tra cattolici ed e-rei. :l papa incontrP il collegio dei
cardinali per discutere la proposta. "ostra santitI" disse uno dei cardinali$ "Sharon
vuole sfidarvi per dimostrare che siete vecchio ed incapace di competere. )d io
temo che !uesto intacchi la nostra immagine nel mondo". :l papa meditP su !uesto e$
dato che non aveva mai preso in mano una mazza da golf in vita sua$ chiese: "*on
c'K un cardinale in grado di rappresentarmi'". "*essuno che giochi veramente -ene a
golf" rispose un cardinale. "Ma ci sare--e un uomo$ che si chiama Hac= *ic=laus$ un
golfista americano$ che K anche un devoto cattolico. (otremmo offrirgli di farlo
cardinale$ e poi chiedergli di giocare con Sharon come vostro rappresentante
personale. Dltre a mostrare il nostro spirito di colla-orazione$ vinceremmo anche
l'incontro". 9utto il collegio fu su-ito d'accordo che l'idea era notevole. La chiamata
venne fatta e$ ovviamente$ *ic=laus fu onorato e d'accordo di giocare come
rappresentante del papa. :l giorno dopo l'incontro$ *ic=laus chiamP il vaticano per
informare il papa del risultato. "(arla il cardinale *ic=laus. Co novelle -uone e
cattive$ vostra santitI$" disse il golfista. /imi !uelle -uone$ cardinale *ic=laus$
"rispose il papa con il suo solito accento. "&eh$ vostra santitI$ non voglio mentire$
ma anche se nella mia vita ho giocato delle partite meravigliose$ !uesta K stata di
gran lunga la migliore che io a--ia mai giocato. /evo essere stato ispirato dall'alto.
: miei drive sono stati lunghi e concreti$ i miei iron accurati e sinceri e i miei putting
perfetti. 1on tutto il dovuto rispetto$ il mio gioco K stato veramente miracoloso." ")
come possono esserci cattive notizie" chiese il papa. *ic=laus sospirP$ "Co comun!ue
perso per tre colpi da ra--i 9iger 5oods".
,<4. L':taliano dice: "Sono stanco ed assetato. /evo avere del vino."
:l Messicano dice: "Sono stanco ed assetato. /evo avere della te!uila."
Lo Scozzese dice: "Sono stanco ed assetato. /evo avere uno scotch."
Lo Svedese dice: "Sono stanco ed assetato. /evo avere dell'ac!uavite."
:l .iapponese dice: "Sono stanco ed assetato. /evo avere del sa=e."
:l @usso dice: "Sono stanco ed assetato. /evo avere una vod=a"
:l 9edesco dice: "Sono stanco ed assetato. /evo avere una -irra"
:l .reco dice: "Sono stanco ed assetato. /evo avere un ouzo."
L')-reo dice: "Sono stanco ed assetato. /evo avere il dia-ete."
,<8. ;ual K la -arzelletta piL lunga del mondo' Sessanta!uattro anni di comunismo
in @ussia. (Moni Dvadia)
,<<. :l presentatore annuncia il programma: ") ora$ cari compagni$ si esi-irI il
!uartetto 7micizia dei popoli+ /orzhen=o$ Ucraina# 1hasarQan$ 7rmenia$ /u-adze$
.eorgia# 7-ram 7-ramovich @a-inovic$ violino...". (da "Lavoratori di tutto il Mondo$
@idete" di Moni Dvadia)
,<>. Stalin K morto da due anni. La situazione economica K ancora drammatica.
L'e-reo MoQseevic entra in un negozio di alimentari$ vede che non c'K niente e
impreca: ":n !vesto paese non c'K l'K niente$ ni pane$ ni latte$ ni fagioli$ niente+".
/ue agenti del Ng- gli si avvicinano e gli intimano di seguirli. Una volta alla
Lu-Qan=a lo ammoniscono: "7ttento a voi$ compagno e-reo. State facendo
propaganda disfattista$ se continuate vi mandiamo al .ulag. Siete fortunato...
!ualche anno fa sareste finito fucilato". L'e-reo MoQseevic torna a casa e dice alla
moglia: ".razie a /io$ Sarah$ !vi di noi va cosM male =e !veli di Ng- non ce l'hanno
nean=e le palottole... (/a "Lavoratori di tutto il Mondo$ @idete" di Moni Dvadia)
,<?. Un russo$ un ucraino ed un e-reo discutono su cosa sia la vera felicitI. :l russo
dice: "La vera felicitI K una -ottiglia di vod=a e una -ella donna con cui fare
l'amore". L'ucraino scuote la testa$ non K d'accordo: "*o$ non K a--astanza. 1i vuole
anche un -el pezzo di lardo e un piatto di -orshc". L'e-reo dice: "*on sapete niente
di felicitI. 3elicitI K !vando a le tre di matino due agenti di N.& -ussano a la tua
porta e ti lo domandano: ":vanov a-ita !vi'" ) tu pazzo de la felicitI$ rispondi: "*o$
al piano di sopra". (/a "Lavoratori di tutto il Mondo$ @idete" di Moni Dvadia)
,<". Un e-reo visita cittI del vaticano ed inizia a conversare con un prete
cattolico. 7ll'inizio !uesto K amichevole ma$ !uando scopre che l'interlocutore K
e-reo$ si arra--ia e gli dice che i suoi antenati sono gli assassini del suo dio.
L'e-reo decide di rispondere e dice: "Si$ hanno fatto un grave errore$ dovevano
lasciarlo morire di vecchiaia e lasciarla disoccupato".
,>%. :l pessimismo K un lusso che un e-reo non si puP permettere. (.olda Meir)
,>1. )' vero$ gli e-rei sono stati molto perseguitati dalla storia$ ma hanno saputo
vendicarsi alla grande. Canno inventato la psicanalisi. (Mauroemme)
,>,. La lettura allarga la mente e uccide i germi dell'intolleranza e del razzismo$
!uindi ringrazio .uten-erg che ha inventato la stampa. 7nche se con un nome come
!uello non mi meravigliere--e scoprire che .uten-erg era un altro maledetto e-reo+
(&il-o &aggins)
273. Boung Moishe moved to Montana and -ought a horse from a farmer for
a1%%.%%. 9he farmer agreed to deliver the horse the neGt da6. 9he neGt da6 he
drove up and said$ 'Sorr6 son$ -ut : have some -ad neAs$ the horse died.'
Moishe replied$ '5ell$ then Qust give me m6 mone6 -ac=.'
9he farmer said$ '1an't do that. : Aent and spent it alread6.'
Moishe said$ 'D=$ then$ Qust -ring me the dead horse.'
9he farmer as=ed$ '5hat 6a gonna do Aith him'
Moishe said$ ':'m going to raffle him off.'
9he farmer said$ 'Bou can't raffle off a dead horse+'
Moishe said$ 'Sure : can. 5atch me. : Qust Aon't tell an6-od6 he's dead.'
7 month later$ the farmer met up Aith Moishe and as=ed$ '5hat happened Aith that
dead horse''
Moishe said$ ': raffled him off. : sold 8%% tic=ets at tAo dollars a piece and made a
net profit of a?"?.%%.'
9he farmer said$ '/idn't an6one complain''
Moishe said$ 'Hust the gu6 Aho Aon. So : gave him his tAo dollars -ac=.'
,>4. Jelig racconta: "Co 1, anni. ado alla sinagoga. 1hiedo al ra--ino !ual e' il
significato della vita. Lui mi dice !ual e' il significato della vita. Ma me lo dice in
e-raico. :o non lo capisco$ l'e-raico. Lui chiede <%% dollari per darmi lezioni di
e-raico. (5ood6 7llen)
,>8. :l motivo per cui la carne di maiale sia proi-ita dalla legge e-raica K tuttora
poco chiaro e alcuni studiosi ritengono che la 9orah suggerisca semplicemente di non
mangiarla in taluni ristoranti. (da "Saperla lunga")(5ood6 7llen)
,><. /io ride. )d essendosi sconsideratamente eletti come suo popolo$ gli e-rei non
possono che ridere di se stessi. (Moni Dvadia)