Sei sulla pagina 1di 14

Disposizioni generali

Art. 1 Lo Stato verr doggi innanzi retto da temperata monarchia ereditaria dotata di costituzione
con basi tradizionali .
Art. 2 La circoscrizione territoriale dello Stato rimane qual trovasi attualmente stabilita; e non
potr in seguito apportarvisi alcun cangiamento se non in forza di una legittimit confermata .
Art. 3 La religione Cattolica apostolica romana la religione dello Stato. Gli
altri culti ora esistenti sono permessi conformemente alle leggi.
Art. 4 Il potere legislativo risiede complessivamente nel re, ed in un parlamento rappresentativo,
composto di due camere, luna di pari, laltra rappresentanti delle Provincie.
Art. 5 Il potere esecutivo appartiene esclusivamente al re.
Art. 6 Liniziativa per la proposizione delle leggi si appartiene indistintamente al re, e ciascuna
delle due camere legislative possibilitata ad esporre proposte di legge.
Art. 7 La interpretazione delle leggi in via di regola generale si appartiene unicamente al potere
legislativo.
Art. 8 La Carta garantisce la piena indipendenza dellordine giudiziario per lapplicazione delle
leggi a casi occorrenti, a patto che esso non calpesti gli ordinamenti del Sovrano.
Art. 9 Apposite leggi oltre alla libera elezione da parte de rispettivi abitanti per le diverse cariche
comunali, assicureranno ai comuni ed alle provincie, per la loro amministrazione interna, la pi
larga libert compatibile con la conservazione de loro patrimonii.
Art. 10 Possono ammettersi truppe straniere al servizio dello stato in forza di una necessit. Le
convenzioni esistenti saranno per sempre rispettate. Senza una esplicita legge Sovrana non
permesso a truppe straniere di occupare o di attraversare il territorio dello Stato .
Art. 11 I militari di ogni arma non possono esser privati de loro gradi, onori e pensioni, se non
ne soli modi prescritti dalle leggi e regolamenti.
Art. 12 In tutte le provincie dello Stato vi sar una guardia Civica. Listituzione della
Guardia civica, che si dichiara istituzione dello Stato, lordinamento ed
amministrazione dei comuni e listruzione pubblica saranno regolati da leggi
speciali.
In questa legge non potr mai derogarsi al principio, che nella guardia Civica i diversi gradi, sino a
quello di capitano, verranno conferiti per meriti dal Sovrano .
Art. 13 Il debito pubblico riconosciuto e garentito.
Art. 14 Niuna specie dimposizione pu essere stabilita, se non in forza di una legge Sovrana, non
escluse le imposizioni comunali.
Art. 15 Non possono accordarsi franchigie in materia dimposizioni, se non in forza di una legge
Sovrana.
Art. 16 Le imposizioni dirette si votano annualmente dalle camere legislative.
Le imposizioni indirette possono avere la durata di due anni.
Art. 17 Le camere legislative votano ogni anno lo stato discusso, e acclarano i conti che vi si
riferiscono.
Art. 18 La gran corte de conti rimane collegio costituito, salvo alle camere legislative il poterne
modificare in forza di una legge Sovrana le ordinarie attribuzioni.
Art. 19 Le propriet dello stato non possono altrimenti alienarsi che in forza di una legge Sovrana.
Art. 20 Il diritto di petizione si appartiene indistintamente a tutti. Le petizioni alle camere
legislative possono farsi in iscritto, senza che ad alcuno sia permesso di presentarne in persona.
Art. 21 La qualit di cittadino si acquista e si perde in conformit delle leggi. Gli stranieri non
possono esservi naturalizzati che in forza di una legge Sovrana.
Art. 22 I cittadini sono tutti eguali in faccia alla legge, qualunque ne sia lo stato e la condizione.
Art. 23 La capacita di esser chiamato a cariche pubbliche si appartiene indistintamente a tutti i
cittadini, muniti di istruzione minima di base, senza altro titolo che quello del loro merito personale.
Art. 24 La libert individuale garentita. Niuno pu essere arrestato se non in forza di un atto
emanato in conformit delle leggi dellautorit competente, eccetto il caso di flagranza o quasi
flagranza.
In caso di arresto per misura di prevenzione limputato dovr consegnarsi allautorit competente
fra lo spazio improrogabile delle ventiquattro ore, e manifestarsi al medesimo i motivi del suo
arresto.
Art. 25 Niuno pu essere tradotto suo malgrado innanzi ad un giudice diverso da quello che la
legge Sovrana determina: n altre pene possono essere applicate a colpevoli se non quelle stabilite
dalle leggi emanate dal Sovrano.
Art. 26 La propriet de cittadini inviolabile. Il pieno esercizio non pu essere ristretto se non da
una legge Sovrana per ragione di pubblico interesse. Niuno pu essere astretto a cederla, se non per
cagione di utilit pubblica riconosciuta, e previa sempre la indennit corrispondente a norma delle
leggi Sovrane.
Art 27 La propriet letteraria garentita ed inviolabile entro i limiti e le ordinanze Sovrane .
Art. 28 Il domicilio de cittadini inviolabile, salvo il caso in cui la stessa legge Sovrana autorizzi
le visite domiciliari, le quali non possono allora praticarsi che ne modi prescritti dalla legge
Sovrana medesima.
Art. 29 Il segreto delle lettere inviolabile eccezion fatta per comprovati motivi di sicurezza . La
responsabilit degli agenti della posta, per la violazione del segreto delle lettere, sar determinata da
una legge Sovrana.
Art. 30 La stampa sar limitatamente libera, e solo soggetta ad una legge repressiva, da
pubblicarsi per tutto ci che pu offendere la religione, la morale, lordine pubblico, il re, la
famiglia, i sovrani esteri e le loro famiglie, non che lonore e linteresse de particolari.
Sulle stesse norme a garentire preventivamente la moralit dei pubblici spettacoli, verr emanata
una legge apposita; e fino a che questa non sar sanzionata, si osserveranno su tale obbietto i
regolamenti in vigore.
La stampa sar soggetta a legge preventiva per le opere che riguardano materie di religione trattate
ex professo.
Art. 31 Il passato, per ci che riguarda reati minori, rimane coperto dun velo impenetrabile, la
fiducia data far si che ogni condanna sinora profferita per politiche imputazioni sar cancellata, ed
ogni procedimento per avvenimenti successi sinora, viene vietato ma preso in considerazione per la
sicurezza pubblica e dello Stato.
Capo I
Delle Camere legislative
Art. 32 Le camere legislative non possono essere convocate che in pari tempo, e chiudono in pari
tempo le loro sessioni; salvo unicamente alla camera Alta/Regia il potersi riunire, quando bisogna,
come alta corte di giustizia nei casi preveduti dalla costituzione.
Art. 33 In ciascuna delle due camere, non pu aprirsi la discussione, se non quando il numero dei
suoi componenti si trovi raccolto a pluralit assoluta.
Art. 34 Le discussioni delle camere legislative sono pubbliche eccetto il caso in cui ciascuna di
esse, sulla proposizione del presidente, reclamata e sostenuta da dieci dei suoi componenti, risolva
di adunarsi in comitato segreto.
Art. 35 Nelle camere legislative, i partiti si adottano a pluralit di voti. La votazione sar pubblica.
Art. 36 Chi fa parte di una delle camere legislative non pu entrare a far parte dellaltra.
Art. 37 Appartiene al Sovrano il verificare i poteri di coloro che compongono ciascuna delle due
camere , e decidere delle controversie che possono insorgere sulloggetto.
Art. 38 I ministri segretarii di stato possono presentare indistintamente i progetti di legge di cui
sono incaricati, tanto alluna, quanto allaltra delle due camere legislative. Ma i progetti di legge,
che intendono a stabilire contribuzioni di ogni specie o che si riferiscono alla formazione degli stati
discussi, debbono prima essere necessariamente presentati al Sovrano.
Art. 39 Un progetto di legge discusso e votato in una camera pu essere inviato alla sanzione
del Sovrano.
Art. 40 Ove tra le due camere vi sia dissidenza intorno al contenuto di un progetto di legge
qualunque, la decisione del verdetto finale spetta unicamente al Sofravo.
Art. 41 I componenti delle due camere legislative sono violabili se le loro opinioni sono di natura
rivoluzionaria . Possono essere arrestati per debiti durante il periodo della sessione legislativa ed in
tutto il corso del mese che la precede o che la siegue. Nei giudizi penali che sintentassero contro di
essi, possono essere arrestati solo mediante lautorizzazione del Sovrano; salvo il caso di flagrante
o quasi flagrante reato.
Art. 42 Ciascuna delle due camere legislative ricever dal Sovrano il suo regolamento in cui
verr determinato il modo e lordine delle sue discussioni e delle sue votazioni, il numero e gli
incarichi delle commissioni ordinarie in cui deve distribuirsi, e tutto ci che concerne la economia
del suo servizio interno.
Capo II
- CAMERA ALTA O DEI PARI-
Art 4 ! " pari sono eletti a vita dal re, il #uale nomina tra i pari medesimi il
presidente ed il vicepresidente della camera, per il tempo che giudica
opportuno.
Art. 44. ! "" numero dei pari e$ limitato da legge Sovrana.
Art. 4%. ! &er esser pari si richiede aver let' compiuta di venticin#ue anni.
Art. 4(. ! " principi del sangue sono pari di diritto, e prendono posto
immediatamente al )anco del presidente. *ssi possono entrare nella camera
allet' di anni venti, ma non dare voto che all$et' compiuta di venticin#ue.
Art. 4+. ! Sono eleggibili alla dignit' di pari
,. -utti coloro che hanno una rendita che li permetta di )nanziare opere utili
allo Stato.
.. " ministri segretari di stato, e i consiglieri di stato/
. Gli ambasciatori , i ministri plenipotenziari che abbiano esercitato per sei
anni le loro diplomatiche funzioni/
4. Gli arcivescovi e vescovi /
%. Gli alti in comando nella gerarchia militare0 tenenti generali, i viceammiragli,
i marescialli di campo ed i retroammiragli/
(. Coloro che per cin#ue anni abbiano esercitato un opera amministrativa
esemplare.
Art. 41. ! La camera dei pari si costituisce in alta corte di giustizia per
conoscere dei reati di alto tradimento e di attentato alla sicurezza dello stato,
di cui possano essere imputati i componenti di ambedue le camere legislative.
-Capo III -
- DELLA CAMERA DE' DEPUTATI-
Art. 49. - La camera dei deputati, o bassa, si compone di tutti coloro i quali eletti alla
pluralit dei suffragi ne ricevono il legittimo mandato dagli elettori corrispondenti.
Art. 50. - I deputati rappresentano le provincie dove furono eletti.
Art. 5. - La durata della camera dei deputati ! di anni due. in conseguen"a il mandato
di cui si parla nell#articolo precedente finisce col decorso di questo periodo di tempo o a
causa di una condotta negativa del deputato.
Art. 5$. - %oloro per i quali cessa il suddetto mandato dopo i due anni, possono essere
immediatamente rieletti alla convoca"ione delle camere successive solamente se nel
corso del precedente mandato si sono distinti per meriti contribuendo al bene dello
&tato.
Art. 5'. - Il numero dei deputati corrisponder sempre al numero delle (rovince .
Art. 54. - (er ogni (rovincia vi sar un deputato alla camera.
Art. 55. - (er essere tanto elettore quanto eleggibile si ric)iede avere la qualit di
cittadino, e l#et compiuta di $ anni* e non trovarsi sottoposto ad alcun giudi"io
criminale.
Art. 5+. - &ono elettori,
. -utta la popola"ione civile di et superiore ai . anni.
Art. 5/. - &ono eleggibili,
. -utti coloro i quali posseggono un titolo di studi superiore .
Art. 5.. - I pubblici fun"ionari, purc)0 siano inamovibili, gli ecclesiastici secolari, anc)e
se appartengano a congrega"ioni organi""ate sotto forme regolari e monastic)e, ed i
militari possono essere cos1 elettori come eleggibili.
Art. 59. -I deputati c)e si sono compromessi durante il loro mandato non possono essere
mai pi2 elettori, ne# mai pi2 eleggibili.
Art. +0. - La camera dei deputati sceglie da s0 ogni anno fra i suoi componenti
medesimi, ed a suffragi non segreti il presidente, il vicepresidente ed i segretari al
cospetto del &ovrano.
Art. +. - (er la prima convoca"ione delle camere legislative sar pubblicata una legge
elettorale provvisoria la quale non diverr definitiva se non dopo essere stata esaminata
e discussa dalle camere medesime al cospetto del &ovrano nel primo periodo della loro
legislatura.
-Capo IV -
-DEL RE-
Art. (.. ! "l 2e il Capo Supremo dello Stato0 la sua persona sacra e
inviolabile.
*gli comanda le forze di terra e di mare, e ne dispone0 nomina a tutti gli
impieghi di amministrazione pubblica, e conferisce titoli, decorazioni ed
onori)cenze di ogni specie.
3a grazia , rimettendo o commutando le pene.
&rovvede a sostenere l$integrit' dello Stato .
4ecide se far passare leggi e riforme.
5egozia i trattati di alleanza e di commercio e si consulta con le camere
legislative prima di rati)carli.
Art. (. ! "l 2e convoca ogni anno in sessione ordinaria le camere legislative0
nei casi di urgenza le convoca in sessione straordinaria0 ed suo il diritto di
prorogarle e di chiuderle.
*gli pu6 anche sciogliere le camere , ma convocandone un$altra per nuove
elezioni nello spazio di mesi.
Art. (4. ! Al 2e appartiene la decisione di promuovere le leggi votate dalle due
camere. 7na legge a cui l$approvazione reale viene negata non pu6 richiamarsi
ad esame nella sessione di #uel medesimo anno.
Art. (%. ! "" 2e fa coniare la moneta, ponendovi la sua e8gie. &ubblica i
necessari decreti e regolamenti per l$esecuzione delle leggi, senza poter mai n9
sospendere, n9 dispensare alcuno dall$osservarla.
Art. ((. ! "" 2e pu6 sciogliere le forze dell$ordine :Guardia Civica; , dando per6 al
tempo stesso le necessarie disposizioni per ricomporle e riordinarle fra lo
spazio improrogabile di un anno.
Art. (+. ! La lista civile e$ determinata da una legge Sovrana per la durata di
ciascun regno.
Art. (1. ! Alla morte del 2e, se l*rede della Corona e$ di et' maggiore saranno
da lui convocate le camere legislative nell$arco di un mese, per assistere al loro
giuramento . Se l$*rede della Corona e di et' minore la reggenza sar' concessa
alla <adre e -utrice e due o pi= &rincipi della 3amiglia 2eale. Lo stesso verr'
praticato, laddove il 2e sventuratamente si trovi nell$impossibilita di regnare
per motivi di salute.
-CAPO V -
-DEI MINISTRI-
Art. (>. ! " ministri sono responsabili delle proprie azioni.
Art. +?. ! Gli atti di ogni genere proposti dai ministri non hanno vigore se non
contrassegnati dal 2e, il #uale perci6 solo se ne rende risponsabile.
Art. +,. ! " ministri fanno parte della Camera dei &ari :Alta;. Le camere
possono chiedere la presenza dei ministri nelle discussioni.
Art. +.. ! La sola Camera dei &ari ha il diritto di mettere in stato di accusa
ministri per gli atti, di cui #uesti sono responsabili. La Camera dei &ari ha la
giurisdizione di giudicarli in presenza dei 4eputati della Camera @assa .
Art. +. ! 7na legge apposita determiner' i casi, nei #uali Si veri)ca la
responsabilit' dei ministri, e i modi con cui deve procedere il giudizio contro di
essi, e le pene da inAiggere, laddove risultino colpevoli.
Art. +4. ! "" 2e pu6 far grazia ai ministri condannati, anche in assenza di una
esplicita domanda di una delle due camere legislative.
-CAPO VI -
- DEL CONSIGLIO DI STATO-
Art. +%. ! Bi sar' un consiglio di stato che non superer' il numero di
venti#uattro individui nominati dal Sovrano. Gli stranieri non ne verranno
esclusi.
Art. +(. ! "l consiglio di stato e presieduto dal ministro segretario di stato di
grazia e giustizia di nomina del Sovrano.
Art. ++. C "l Sovrano nomina i consiglieri di stato.
Art. +1. C "l consiglio di stato e istituito per dare il suo ragionato consiglio su
tutti gli aDari dei #uali potr' essergli delegato l$esame in nome del 2e .
-CAPO VII -
-DELL' ORDINE GIUDIZIARIO-
Art. +>. ! La giustizia emana dal 2e, ed in nome del 2e vien retribuita da
tribunali a ci6 delegati.
Art. 1? ! 5essuna giurisdizione contenziosa pu6 essere stabilita, se non in forza
di una legge.
Art. 1,. ! &otranno crearsi dei tribunali straordinari, sotto denominazione del
Sovrano.
Art. 1.. ! Le udienze dei tribunali sono pubbliche. Euando un tribunale crede
che la pubblicit' possa oDendere i buoni costumi, deve dichiararlo in apposita
sentenza0 e #uesta debba essere proDerita, alla unanimit' in materia di reati
politici e di abusi di stampa.
Art. 1. ! 5ell$ordine giudiziario i magistrati non saranno inamovibili. " <agistrati
potranno essere sostituiti come conseguenza di comportamenti inadeguati dal
Sovrano.
Art. 14. ! Gli agenti del pubblico ministero presso le corti e i tribunali sono
essenzialmente amovibili.
-CAPO VIII -
-DISPOSIZIONI TRANSITORIE-
Art. 1%. ! -alune parti di #uesta Carta potranno essere modi)cate per il bene
dello Stato per volont' del Sovrano secondo i bisogni e le condizioni particolari
della popolazione.
(Fine)
-CAPO VII -
-DELL' ORDINE GIUDIZIARIO-
Art. +>. ! La giustizia emana dal 2e, ed in nome del 2e vien retribuita da
tribunali a ci6 delegati.
Art. 1? ! 5essuna giurisdizione contenziosa pu6 essere stabilita, se non in forza
di una legge.
Art. 1,. ! &otranno crearsi dei tribunali straordinari, sotto denominazione del
Sovrano.
Art. 1.. ! Le udienze dei tribunali sono pubbliche. Euando un tribunale crede
che la pubblicit' possa oDendere i buoni costumi, deve dichiararlo in apposita
sentenza0 e #uesta debba essere proDerita, alla unanimit' in materia di reati
politici e di abusi di stampa.
Art. 1. ! 5ell$ordine giudiziario i magistrati non saranno inamovibili. " <agistrati
potranno essere sostituiti come conseguenza di comportamenti inadeguati dal
Sovrano.
Art. 14. ! Gli agenti del pubblico ministero presso le corti e i tribunali sono
essenzialmente amovibili.
-CAPO VIII -
-DISPOSIZIONI TRANSITORIE-
Art. 1%. ! -alune parti di #uesta Carta potranno essere modi)cate per il bene
dello Stato per volont' del Sovrano secondo i bisogni e le condizioni particolari
della popolazione.
(Fine)
-CAPO VI -
- DEL CONSIGLIO DI STATO-
Art. +%. ! Bi sar' un consiglio di stato che non superer' il numero di
venti#uattro individui nominati dal Sovrano. Gli stranieri non ne verranno
esclusi.
Art. +(. ! "l consiglio di stato e presieduto dal ministro segretario di stato di
grazia e giustizia di nomina del Sovrano.
Art. ++. C "l Sovrano nomina i consiglieri di stato.
Art. +1. C "l consiglio di stato e istituito per dare il suo ragionato consiglio su
tutti gli aDari dei #uali potr' essergli delegato l$esame in nome del 2e .
-CAPO V -
-DEI MINISTRI-
Art. (>. ! " ministri sono responsabili delle proprie azioni.
Art. +?. ! Gli atti di ogni genere proposti dai ministri non hanno vigore se non
contrassegnati dal 2e, il #uale perci6 solo se ne rende risponsabile.
Art. +,. ! " ministri fanno parte della Camera dei &ari :Alta;. Le camere
possono chiedere la presenza dei ministri nelle discussioni.
Art. +.. ! La sola Camera dei &ari ha il diritto di mettere in stato di accusa
ministri per gli atti, di cui #uesti sono responsabili. La Camera dei &ari ha la
giurisdizione di giudicarli in presenza dei 4eputati della Camera @assa .
Art. +. ! 7na legge apposita determiner' i casi, nei #uali Si veri)ca la
responsabilit' dei ministri, e i modi con cui deve procedere il giudizio contro di
essi, e le pene da inAiggere, laddove risultino colpevoli.
Art. +4. ! "" 2e pu6 far grazia ai ministri condannati, anche in assenza di una
esplicita domanda di una delle due camere legislative.
-Capo IV -
-DEL RE-
Art. (.. ! "l 2e il Capo Supremo dello Stato0 la sua persona sacra e
inviolabile.
*gli comanda le forze di terra e di mare, e ne dispone0 nomina a tutti gli
impieghi di amministrazione pubblica, e conferisce titoli, decorazioni ed
onori)cenze di ogni specie.
3a grazia , rimettendo o commutando le pene.
&rovvede a sostenere l$integrit' dello Stato .
4ecide se far passare leggi e riforme.
5egozia i trattati di alleanza e di commercio e si consulta con le camere
legislative prima di rati)carli.
Art. (. ! "l 2e convoca ogni anno in sessione ordinaria le camere legislative0
nei casi di urgenza le convoca in sessione straordinaria0 ed suo il diritto di
prorogarle e di chiuderle.
*gli pu6 anche sciogliere le camere , ma convocandone un$altra per nuove
elezioni nello spazio di mesi.
Art. (4. ! Al 2e appartiene la decisione di promuovere le leggi votate dalle due
camere. 7na legge a cui l$approvazione reale viene negata non pu6 richiamarsi
ad esame nella sessione di #uel medesimo anno.
Art. (%. ! "" 2e fa coniare la moneta, ponendovi la sua e8gie. &ubblica i
necessari decreti e regolamenti per l$esecuzione delle leggi, senza poter mai n9
sospendere, n9 dispensare alcuno dall$osservarla.
Art. ((. ! "" 2e pu6 sciogliere le forze dell$ordine :Guardia Civica; , dando per6 al
tempo stesso le necessarie disposizioni per ricomporle e riordinarle fra lo
spazio improrogabile di un anno.
Art. (+. ! La lista civile e$ determinata da una legge Sovrana per la durata di
ciascun regno.
Art. (1. ! Alla morte del 2e, se l*rede della Corona e$ di et' maggiore saranno
da lui convocate le camere legislative nell$arco di un mese, per assistere al loro
giuramento . Se l$*rede della Corona e di et' minore la reggenza sar' concessa
alla <adre e -utrice e due o pi= &rincipi della 3amiglia 2eale. Lo stesso verr'
praticato, laddove il 2e sventuratamente si trovi nell$impossibilita di regnare
per motivi di salute.
- DELLA CAMERA DE' DEPUTATI-
Art. 49. - La camera dei deputati, o bassa, si compone di tutti coloro i quali eletti alla pluralit dei
suffragi ne ricevono il legittimo mandato dagli elettori corrispondenti.
Art. 50. - I deputati rappresentano le provincie dove furono eletti.
Art. 5. - La durata della camera dei deputati ! di anni due. in conseguen"a il mandato di cui si parla
nell#articolo precedente finisce col decorso di questo periodo di tempo o a causa di una condotta negativa
del deputato.
Art. 5$. - %oloro per i quali cessa il suddetto mandato dopo i due anni, possono essere immediatamente
rieletti alla convoca"ione delle camere successive solamente se nel corso del precedente mandato si sono
distinti per meriti contribuendo al bene dello &tato.
Art. 5'. - Il numero dei deputati corrisponder sempre al numero delle (rovince .
Art. 54. - (er ogni (rovincia vi sar un deputato alla camera.
Art. 55. - (er essere tanto elettore quanto eleggibile si ric)iede avere la qualit di cittadino, e l#et
compiuta di $ anni* e non trovarsi sottoposto ad alcun giudi"io criminale.
Art. 5+. - &ono elettori,
. -utta la popola"ione civile di et superiore ai . anni.
Art. 5/. - &ono eleggibili,
. -utti coloro i quali posseggono un titolo di studi superiore .
Art. 5.. - I pubblici fun"ionari, purc)0 siano inamovibili, gli ecclesiastici secolari, anc)e se appartengano a
congrega"ioni organi""ate sotto forme regolari e monastic)e, ed i militari possono essere cos1 elettori
come eleggibili.
Art. 59. -I deputati c)e si sono compromessi durante il loro mandato non possono essere mai pi2 elettori,
ne# mai pi2 eleggibili.
Art. +0. - La camera dei deputati sceglie da s0 ogni anno fra i suoi componenti medesimi, ed a suffragi non
segreti il presidente, il vicepresidente ed i segretari al cospetto del &ovrano.
Art. +. - (er la prima convoca"ione delle camere legislative sar pubblicata una legge elettorale
provvisoria la quale non diverr definitiva se non dopo essere stata esaminata e discussa dalle camere
medesime al cospetto del &ovrano nel primo periodo della loro legislatura.
- CAMERA ALTA O DEI PARI-
Art 4 ! " pari sono eletti a vita dal re, il #uale nomina tra i pari medesimi il
presidente ed il vicepresidente della camera, per il tempo che giudica
opportuno.
Art. 44. ! "" numero dei pari e$ limitato da legge Sovrana.
Art. 4%. ! &er esser pari si richiede aver let' compiuta di venticin#ue anni.
Art. 4(. ! " principi del sangue sono pari di diritto, e prendono posto
immediatamente al )anco del presidente. *ssi possono entrare nella camera
allet' di anni venti, ma non dare voto che all$et' compiuta di venticin#ue.
Art. 4+. ! Sono eleggibili alla dignit' di pari
,. -utti coloro che hanno una rendita che li permetta di )nanziare opere utili
allo Stato.
.. " ministri segretari di stato, e i consiglieri di stato/
. Gli ambasciatori , i ministri plenipotenziari che abbiano esercitato per sei
anni le loro diplomatiche funzioni/
4. Gli arcivescovi e vescovi /
%. Gli alti in comando nella gerarchia militare0 tenenti generali, i viceammiragli,
i marescialli di campo ed i retroammiragli/
(. Coloro che per cin#ue anni abbiano esercitato un opera amministrativa
esemplare.
Art. 41. ! La camera dei pari si costituisce in alta corte di giustizia per
conoscere dei reati di alto tradimento e di attentato alla sicurezza dello stato,
di cui possano essere imputati i componenti di ambedue le camere legislative.
Delle Camere legislative
Art. 32 Le camere legislative non possono essere convocate che in pari tempo, e chiudono in pari
tempo le loro sessioni; salvo unicamente alla camera Alta/Regia il potersi riunire, quando bisogna,
come alta corte di giustizia nei casi preveduti dalla costituzione.
Art. 33 In ciascuna delle due camere, non pu aprirsi la discussione, se non quando il numero dei
suoi componenti si trovi raccolto a pluralit assoluta.
Art. 34 Le discussioni delle camere legislative sono pubbliche eccetto il caso in cui ciascuna di
esse, sulla proposizione del presidente, reclamata e sostenuta da dieci dei suoi componenti, risolva
di adunarsi in comitato segreto.
Art. 35 Nelle camere legislative, i partiti si adottano a pluralit di voti. La votazione sar pubblica.
Art. 36 Chi fa parte di una delle camere legislative non pu entrare a far parte dellaltra.
Art. 37 Appartiene al Sovrano il verificare i poteri di coloro che compongono ciascuna delle due
camere , e decidere delle controversie che possono insorgere sulloggetto.
Art. 38 I ministri segretarii di stato possono presentare indistintamente i progetti di legge di cui
sono incaricati, tanto alluna, quanto allaltra delle due camere legislative. Ma i progetti di legge,
che intendono a stabilire contribuzioni di ogni specie o che si riferiscono alla formazione degli stati
discussi, debbono prima essere necessariamente presentati al Sovrano.
Art. 39 Un progetto di legge discusso e votato in una camera pu essere inviato alla sanzione
del Sovrano.
Art. 40 Ove tra le due camere vi sia dissidenza intorno al contenuto di un progetto di legge
qualunque, la decisione del verdetto finale spetta unicamente al Sofravo.
Art. 41 I componenti delle due camere legislative sono violabili se le loro opinioni sono di natura
rivoluzionaria . Possono essere arrestati per debiti durante il periodo della sessione legislativa ed in
tutto il corso del mese che la precede o che la siegue. Nei giudizi penali che sintentassero contro di
essi, possono essere arrestati solo mediante lautorizzazione del Sovrano; salvo il caso di flagrante
o quasi flagrante reato.
Art. 42 Ciascuna delle due camere legislative ricever dal Sovrano il suo regolamento in cui
verr determinato il modo e lordine delle sue discussioni e delle sue votazioni, il numero e gli
incarichi delle commissioni ordinarie in cui deve distribuirsi, e tutto ci che concerne la economia
del suo servizio interno.
Disposizioni generali
Art. 1 Lo Stato verr doggi innanzi retto da temperata monarchia ereditaria dotata di costituzione
con basi tradizionali .
Art. 2 La circoscrizione territoriale dello Stato rimane qual trovasi attualmente stabilita; e non
potr in seguito apportarvisi alcun cangiamento se non in forza di una legittimit confermata .
Art. 3 La religione Cattolica apostolica romana la religione dello Stato. Gli
altri culti ora esistenti sono permessi conformemente alle leggi.
Art. 4 Il potere legislativo risiede complessivamente nel re, ed in un parlamento rappresentativo,
composto di due camere, luna di pari, laltra rappresentanti delle Provincie.
Art. 5 Il potere esecutivo appartiene esclusivamente al re.
Art. 6 Liniziativa per la proposizione delle leggi si appartiene indistintamente al re, e ciascuna
delle due camere legislative possibilitata ad esporre proposte di legge.
Art. 7 La interpretazione delle leggi in via di regola generale si appartiene unicamente al potere
legislativo.
Art. 8 La Carta garantisce la piena indipendenza dellordine giudiziario per lapplicazione delle
leggi a casi occorrenti, a patto che esso non calpesti gli ordinamenti del Sovrano.
Art. 9 Apposite leggi oltre alla libera elezione da parte de rispettivi abitanti per le diverse cariche
comunali, assicureranno ai comuni ed alle provincie, per la loro amministrazione interna, la pi
larga libert compatibile con la conservazione de loro patrimonii.
Art. 10 Possono ammettersi truppe straniere al servizio dello stato in forza di una necessit. Le
convenzioni esistenti saranno per sempre rispettate. Senza una esplicita legge Sovrana non
permesso a truppe straniere di occupare o di attraversare il territorio dello Stato .
Art. 11 I militari di ogni arma non possono esser privati de loro gradi, onori e pensioni, se non
ne soli modi prescritti dalle leggi e regolamenti.
Art. 12 In tutte le provincie dello Stato vi sar una guardia Civica. Listituzione della
Guardia civica, che si dichiara istituzione dello Stato, lordinamento ed
amministrazione dei comuni e listruzione pubblica saranno regolati da leggi
speciali.
In questa legge non potr mai derogarsi al principio, che nella guardia Civica i diversi gradi, sino a
quello di capitano, verranno conferiti per meriti dal Sovrano .
Art. 13 Il debito pubblico riconosciuto e garentito.
Art. 14 Niuna specie dimposizione pu essere stabilita, se non in forza di una legge Sovrana, non
escluse le imposizioni comunali.
Art. 15 Non possono accordarsi franchigie in materia dimposizioni, se non in forza di una legge
Sovrana.
Art. 16 Le imposizioni dirette si votano annualmente dalle camere legislative.
Le imposizioni indirette possono avere la durata di due anni.
Art. 17 Le camere legislative votano ogni anno lo stato discusso, e acclarano i conti che vi si
riferiscono.
Art. 18 La gran corte de conti rimane collegio costituito, salvo alle camere legislative il poterne
modificare in forza di una legge Sovrana le ordinarie attribuzioni.
Art. 19 Le propriet dello stato non possono altrimenti alienarsi che in forza di una legge Sovrana.
Art. 20 Il diritto di petizione si appartiene indistintamente a tutti. Le petizioni alle camere
legislative possono farsi in iscritto, senza che ad alcuno sia permesso di presentarne in persona.
Art. 21 La qualit di cittadino si acquista e si perde in conformit delle leggi. Gli stranieri non
possono esservi naturalizzati che in forza di una legge Sovrana.
Art. 22 I cittadini sono tutti eguali in faccia alla legge, qualunque ne sia lo stato e la condizione.
Art. 23 La capacita di esser chiamato a cariche pubbliche si appartiene indistintamente a tutti i
cittadini, muniti di istruzione minima di base, senza altro titolo che quello del loro merito personale.
Art. 24 La libert individuale garentita. Niuno pu essere arrestato se non in forza di un atto
emanato in conformit delle leggi dellautorit competente, eccetto il caso di flagranza o quasi
flagranza.
In caso di arresto per misura di prevenzione limputato dovr consegnarsi allautorit competente
fra lo spazio improrogabile delle ventiquattro ore, e manifestarsi al medesimo i motivi del suo
arresto.
Art. 25 Niuno pu essere tradotto suo malgrado innanzi ad un giudice diverso da quello che la
legge Sovrana determina: n altre pene possono essere applicate a colpevoli se non quelle stabilite
dalle leggi emanate dal Sovrano.
Art. 26 La propriet de cittadini inviolabile. Il pieno esercizio non pu essere ristretto se non da
una legge Sovrana per ragione di pubblico interesse. Niuno pu essere astretto a cederla, se non per
cagione di utilit pubblica riconosciuta, e previa sempre la indennit corrispondente a norma delle
leggi Sovrane.
Art 27 La propriet letteraria garentita ed inviolabile entro i limiti e le ordinanze Sovrane .
Art. 28 Il domicilio de cittadini inviolabile, salvo il caso in cui la stessa legge Sovrana autorizzi
le visite domiciliari, le quali non possono allora praticarsi che ne modi prescritti dalla legge
Sovrana medesima.
Art. 29 Il segreto delle lettere inviolabile eccezion fatta per comprovati motivi di sicurezza . La
responsabilit degli agenti della posta, per la violazione del segreto delle lettere, sar determinata da
una legge Sovrana.
Art. 30 La stampa sar limitatamente libera, e solo soggetta ad una legge repressiva, da
pubblicarsi per tutto ci che pu offendere la religione, la morale, lordine pubblico, il re, la
famiglia, i sovrani esteri e le loro famiglie, non che lonore e linteresse de particolari.
Sulle stesse norme a garentire preventivamente la moralit dei pubblici spettacoli, verr emanata
una legge apposita; e fino a che questa non sar sanzionata, si osserveranno su tale obbietto i
regolamenti in vigore.
La stampa sar soggetta a legge preventiva per le opere che riguardano materie di religione trattate
ex professo.
Art. 31 Il passato, per ci che riguarda reati minori, rimane coperto dun velo impenetrabile, la
fiducia data far si che ogni condanna sinora profferita per politiche imputazioni sar cancellata, ed
ogni procedimento per avvenimenti successi sinora, viene vietato ma preso in considerazione per la
sicurezza pubblica e dello Stato.