Sei sulla pagina 1di 26

C O D I C I

Costituzione
della Repubblica
Italiana
(aggiornato alla L. Cost. 20 aprile 2012, n. 1)




Anormadellaleggesuldirittodautoreedelcodicecivile,vietatalariproduzionediquestolibroodipar
tediessoconqualsiasi mezzo, elettronico, meccanico,permezzodifotocopie, microfilms, registrazioni o
altro.

Copyright2012AltalexConsultingS.r.l.

ViaAldoRossin.4151016MONTECATINITERME(PT)

Tel.0572.772116Fax0572.549922

www.altalexeditore.iteditoria@altalex.com
__________________________________________________________________
3 CostituzionedellaRepubblicaItaliana Art.1

Delib.ne Assemblea Costituente 22 dicembre


1947
CostituzionedellaRepubblicaItaliana
G.U.27dicembre1947,n.298
Principifondamentali
Art.1.L'ItaliaunaRepubblicademocratica,fondatasul
lavoro.
La sovranit appartiene al popolo, che la esercita nelle
formeeneilimitidellaCostituzione.
Art.2.LaRepubblicariconosceegarantisceidirittiinvio
labilidell'uomo,siacomesingolosianelleformazioniso
ciali ove si svolge la sua personalit, e richiede l'adempi
mento dei doveri inderogabili di solidariet politica, eco
nomicaesociale.
Art.3.Tuttiicittadinihannoparidignitsocialeesono
egualidavantiallalegge,senzadistinzionedisesso,diraz
za,dilingua,direligione,diopinionipolitiche,dicondizioni
personaliesociali.
compitodellaRepubblicarimuoveregliostacolidiordine
economico e sociale, che, limitando di fatto la libert e
l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo
dellapersonaumanael'effettivapartecipazionedituttii
lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale
delPaese.
Art.4.LaRepubblicariconosceatuttiicittadiniildiritto
allavoroepromuovelecondizionicherendanoeffettivo
questodiritto.
Ognicittadinohaildoveredisvolgere,secondoleproprie
possibilit e la propria scelta, un'attivit o una funzione
checoncorraalprogressomaterialeospiritualedellaso
ciet.
Art.5.LaRepubblica,unaeindivisibile,riconosceepro
muoveleautonomielocali;attuaneiservizichedipendo
nodalloStatoilpiampiodecentramentoamministrati
vo;adeguaiprincipiedimetodidellasualegislazionealle
esigenzedell'autonomiaedeldecentramento.
Art.6.LaRepubblicatutelaconappositenormelemino
ranzelinguistiche.
Art.7.LoStatoelaChiesacattolicasono,ciascunonel
proprioordine,indipendentiesovrani.
IlororapportisonoregolatidaiPattiLateranensi.Lemodi
ficazionideiPatti,accettatedalleduepartinon,richiedono
procedimentodirevisionecostituzionale(
1
).
(1)IPattiLateranensisonostatimodificatidall'Accordocon
cordatario del 18 febbraio 1984, reso esecutivo con la L. 25
marzo1985,n.121.
Art. 8. Tutte le confessioni religiose sono egualmente
liberedavantiallalegge.
Leconfessionireligiosediversedallacattolicahannodiritto
diorganizzarsisecondoipropristatuti,inquantononcon
trastinoconl'ordinamentogiuridicoitaliano.
I loro rapporti con lo Stato sono regolati per legge sulla
basediinteseconlerelativerappresentanze(
1
).
(1)AregolaretalirapportisonointervenuteleLeggi11agosto
1984,n.449,22novembre1988,n.516,22novembre1988,
n. 517 e 8 marzo 1989, n. 101, emesse sulla base di previe
"intese"intercorse,rispettivamente,conlaTavolavaldese,le
Chiesecristianeavventiste,leAssembleediDioeleComunit
ebraiche,epidirecenteleleggi5ottobre1993,n.409,12
aprile1995,n.116,29novembre1995,n.520,20dicembre
1996,nn.637e638,perlaregolamentazionedeirapporticon
altreconfessionioperlamodificadelleprecedentiintese.
Art.9.LaRepubblicapromuovelosviluppodellacultura
elaricercascientificaetecnica.
Tutelailpaesaggioeilpatrimoniostoricoeartisticodella
Nazione.
Art.10.L'ordinamentogiuridicoitalianosiconformaalle
normedeldirittointernazionalegeneralmentericonosciu
te.
La condizione giuridica dello straniero regolata dalla
leggeinconformitdellenormeedeitrattatiinternazio
nali.
Lostraniero,alqualesiaimpeditonelsuopaesel'effettivo
esercizio delle libert democratiche garantite dalla Costi
tuzione italiana, ha diritto d'asilo nel territorio della Re
pubblicasecondolecondizionistabilitedallalegge.
Non ammessa l'estradizione dello straniero per reati
politici(
1
).
(1)Anormadell'articolounicodellaL.cost.21giugno1967,n.
1,"l'ultimocommadell'art.10dellaCostituzionenonsiappli
caaidelittidigenocidio".
Art. 11. L'Italia ripudia la guerra come strumento di
offesaallalibertdeglialtripopoliecomemezzodirisolu
zionedellecontroversieinternazionali;consente,incondi
zionidiparitconglialtriStati,allelimitazionidisovranit
necessarie ad uno ordinamento che assicuri la pace e la
giustiziafraleNazioni;promuoveefavorisceleorganizza
zioniinternazionalirivolteatalescopo.
Art.12.LabandieradellaRepubblicailtricoloreitalia
no: verde, bianco e rosso, a tre bande verticali di eguali
dimensioni.
ParteIDirittiedoverideicittadini
TitoloIRapporticivili
Art.13.Lalibertpersonaleinviolabile.
Nonammessaformaalcunadidetenzione,diispezione
o perquisizione personale, n qualsiasi altra restrizione
dellalibertpersonale,senonperattomotivatodell'auto
ritgiudiziariaeneisolicasiemodiprevistidallalegge.
Art.14 AltalexEbook 4

Incasieccezionalidinecessitedurgenza,indicatitassati
vamente dalla legge, l'autorit di pubblica sicurezza pu
adottare provvedimenti provvisori, che devono essere
comunicatientroquarantottooreall'autoritgiudiziariae,
se questa non li convalida nelle successive quarantotto
ore,siintendonorevocatierestanoprividiognieffetto.
punita ogni violenza fisica e morale sulle persone co
munquesottopostearestrizionidilibert.
Laleggestabilisceilimitimassimidellacarcerazione pre
ventiva.
Art.14.Ildomicilioinviolabile.
Nonvisipossonoeseguireispezionioperquisizioniose
questri,senonneicasiemodistabilitidallaleggesecondo
legaranzieprescritteperlatuteladellalibertpersonale.
Gli accertamenti e le ispezioni per motivi di sanit e di
incolumitpubblicaoafinieconomiciefiscalisonoregola
tidaleggispeciali.
Art.15.Lalibertelasegretezzadellacorrispondenzae
diognialtraformadicomunicazionesonoinviolabili.
Lalorolimitazionepuavveniresoltantoperattomotiva
to dell'autorit giudiziaria con le garanzie stabilite dalla
legge.
Art.16.Ognicittadinopucircolareesoggiornarelibe
ramenteinqualsiasipartedelterritorionazionale,salvole
limitazionichelaleggestabilisceinviageneralepermotivi
di sanit o di sicurezza. Nessuna restrizione pu essere
determinatadaragionipolitiche.
OgnicittadinoliberodiusciredalterritoriodellaRepub
blicaedirientrarvi,salvogliobblighidilegge.
Art.17.Icittadinihannodirittodiriunirsipacificamente
esenz'armi.
Per le riunioni, anche in luogo aperto al pubblico, non
richiestopreavviso.
Delleriunioniinluogopubblicodeveesseredatopreavvi
so alle autorit, che possono vietarle soltanto per com
provatimotividisicurezzaodiincolumitpubblica.
Art.18.Icittadinihannodirittodiassociarsiliberamen
te, senza autorizzazione, per fini che non sono vietati ai
singolidallaleggepenale.
Sono proibite le associazioni segrete e quelle che perse
guono, anche indirettamente, scopi politici mediante or
ganizzazionidicaratteremilitare.
Art.19.Tuttihannodirittodiprofessareliberamentela
propriafedereligiosainqualsiasiforma,individualeoas
sociata,difarnepropagandaediesercitarneinprivatooin
pubblicoilculto,purchnonsitrattidiriticontrarialbuon
costume.
Art.20.Ilcarattereecclesiasticoeilfinedireligioneodi
cultod'unaassociazioneodistituzionenonpossonoesse
re causa di speciali limitazioni legislative, n di speciali
gravamifiscaliperlasuacostituzione,capacitgiuridicae
ogniformadiattivit.
Art.21.Tuttihannodirittodimanifestareliberamenteil
propriopensieroconlaparola,loscrittoeognialtromez
zodidiffusione.
La stampa non pu essere soggetta ad autorizzazioni o
censure.
Sipuprocedereasequestrosoltantoperattomotivato
dell'autoritgiudiziarianelcasodidelitti,periqualilaleg
gesullastampaespressamenteloautorizzi,onelcasodi
violazione delle norme che la legge stessa prescriva per
l'indicazionedeiresponsabili.
Intalicasi,quandovisiaassolutaurgenzaenonsiapossi
bile il tempestivo intervento dell'autorit giudiziaria, il
sequestrodellastampaperiodicapuessereeseguitoda
ufficialidipoliziagiudiziaria,chedevonoimmediatamente,
enonmaioltreventiquattroore,faredenunziaall'autorit
giudiziaria. Se questanon loconvalida nelle ventiquattro
ore successive, il sequestro s'intende revocato e privo di
ognieffetto.
La legge pu stabilire, con norme di carattere generale,
chesianoresinotiimezzidifinanziamentodellastampa
periodica.
Sono vietate le pubblicazioni a stampa, gli spettacoli e
tuttelealtremanifestazionicontrariealbuoncostume.
Laleggestabilisceprovvedimentiadeguatiaprevenireea
reprimereleviolazioni.
Art.22.Nessunopuessereprivato,permotivipolitici,
dellacapacitgiuridica,dellacittadinanza,delnome.
Art.23.Nessunaprestazionepersonaleopatrimoniale
puessereimpostasenoninbaseallalegge.
Art.24.Tuttipossonoagireingiudizioperlatuteladei
propridirittieinteressilegittimi.
Ladifesadirittoinviolabileinognistatoegradodelpro
cedimento.
Sonoassicuratiainonabbienti,conappositiistituti,imezzi
peragireedifendersidavantiadognigiurisdizione.
Laleggedeterminalecondizionieimodiperlariparazione
deglierrorigiudiziari.
Art.25.Nessunopuesseredistoltodalgiudicenaturale
precostituitoperlegge.
Nessuno pu essere punito se non in forza di una legge
chesiaentratainvigoreprimadelfattocommesso.
Nessuno pu essere sottoposto a misure di sicurezza se
nonneicasiprevistidallalegge.
Art.26.L'estradizionedelcittadinopuessereconsenti
tasoltantoovesiaespressamenteprevistadalleconven
zioniinternazionali.
Non pu in alcun caso essere ammessa per reati politici
(
1
).
5 CostituzionedellaRepubblicaItaliana Art.27

(1)Anormadell'articolounicodellaL.cost.21giugno1967,n.
1"l'ultimocommadell'art.26dellaCostituzionenonsiapplica
aidelittidigenocidio".
Art.27.Laresponsabilitpenalepersonale.
L'imputatononconsideratocolpevolesinoallacondan
nadefinitiva.
Lepenenonpossonoconsistereintrattamenticontrarial
sensodiumanitedevonotendereallarieducazionedel
condannato.
Nonammessalapenadimorte(
1
).
(1) Le parole che recitavano: , se non nei casi previsti dalle
leggi militari di guerra sono state soppresse dalla L. cost. 2
ottobre2007,n.1.
Art.28.IfunzionarieidipendentidelloStatoedeglienti
pubblicisonodirettamenteresponsabili,secondoleleggi
penali,civilieamministrative,degliatticompiutiinviola
zionedidiritti.Intalicasilaresponsabilitcivilesiestende
alloStatoeaglientipubblici.
TitoloIIRapportieticosociali
Art. 29. La Repubblica riconosce i diritti della famiglia
comesocietnaturalefondatasulmatrimonio.
Ilmatrimonioordinatosull'eguaglianzamoraleegiuridi
ca dei coniugi, con i limiti stabiliti dalla legge a garanzia
dell'unitfamiliare.
Art.30.dovereedirittodeigenitorimantenere,istrui
reededucareifigli,anchesenatifuoridelmatrimonio.
Neicasidiincapacitdeigenitori,laleggeprovvedeache
sianoassoltiilorocompiti.
La legge assicura ai figli nati fuori del matrimonio ogni
tutela giuridica e sociale, compatibile con i diritti dei
membridellafamiglialegittima.
Laleggedettalenormeeilimitiperlaricercadellapater
nit.
Art.31.LaRepubblicaagevolaconmisureeconomiche
ealtreprovvidenzelaformazionedellafamigliael'adem
pimentodeicompitirelativi,conparticolareriguardoalle
famiglienumerose.
Protegge lamaternit,l'infanziaelagiovent,favorendo
gliistitutinecessariatalescopo.
Art.32.LaRepubblicatutelalasalutecomefondamen
tale diritto dell'individuo e interesse della collettivit, e
garantiscecuregratuiteagliindigenti.
Nessuno pu essere obbligato a un determinato tratta
mentosanitariosenonperdisposizionedilegge.Lalegge
nonpuinnessuncasoviolareilimitiimpostidalrispetto
dellapersonaumana.
Art.33.L'arteelascienzasonolibereeliberonel'in
segnamento.
La Repubblica detta le norme generali sull'istruzione ed
istituiscescuolestatalipertuttigliordiniegradi.
Entieprivatihannoildirittodiistituirescuoleedistitutidi
educazione,senzaoneriperloStato.
Laleggenel fissarei dirittiegliobblighi dellescuolenon
statali che chiedono la parit, deve assicurare ad esse
piena libert e ai loro alunni un trattamento scolastico
equipollenteaquellodeglialunnidiscuolestatali.
prescritto un esame di Stato per l'ammissione ai vari
ordiniegradidiscuole operlaconclusionediessieper
l'abilitazioneall'esercizioprofessionale.
Leistituzionidialtacultura,universitedaccademie,han
noildirittodidarsiordinamentiautonomineilimitistabiliti
dalleleggidelloStato.
Art.34.Lascuolaapertaatutti.
L'istruzioneinferiore,impartitaperalmenoottoanni,ob
bligatoriaegratuita.
Icapaciemeritevoli,ancheseprividimezzi,hannodiritto
diraggiungereigradipialtideglistudi.
LaRepubblicarendeeffettivoquestodirittoconborsedi
studio,assegniallefamiglieedaltreprovvidenze,chede
vonoessereattribuiteperconcorso.
TitoloIIIRapportieconomici
Art.35.LaRepubblicatutelaillavorointuttelesuefor
meedapplicazioni.
Curalaformazioneel'elevazioneprofessionaledeilavora
tori.
Promuoveefavoriscegliaccordieleorganizzazioniinter
nazionaliintesiadaffermareeregolareidirittidellavoro.
Riconoscelalibertdiemigrazione,salvogliobblighistabi
liti dalla legge nell'interesse generale, e tutela il lavoro
italianoall'estero.
Art.36.Illavoratorehadirittoadunaretribuzionepro
porzionataallaquantitequalitdelsuolavoroeinogni
caso sufficiente ad assicurare a s e alla famiglia un'esi
stenzaliberaedignitosa.
La durata massima della giornata lavorativa stabilita
dallalegge.
Il lavoratorehadirittoal riposo settimanale ea feriean
nualiretribuite,enonpurinunziarvi.
Art.37.Ladonnalavoratricehaglistessidirittie,aparit
dilavoro,lestesseretribuzionichespettanoallavoratore.
Lecondizionidilavorodevonoconsentirel'adempimento
della sua essenziale funzione familiare e assicurare alla
madreealbambinounaspecialeadeguataprotezione.
Laleggestabilisceillimiteminimodietperillavorosala
riato.
Art.38 AltalexEbook 6

LaRepubblicatutelaillavorodeiminoriconspecialinor
me e garantisce ad essi, a parit di lavoro, il diritto alla
paritdiretribuzione.
Art.38.Ognicittadinoinabileallavoroesprovvistodei
mezzi necessari per vivere ha diritto al mantenimento e
all'assistenzasociale.
Ilavoratorihannodirittochesianoprevedutiedassicurati
mezziadeguatialleloroesigenzedivitaincasodiinfortu
nio, malattia, invalidit e vecchiaia, disoccupazione invo
lontaria.
Gli inabili ed i minorati hanno diritto all'educazione e
all'avviamentoprofessionale.
Ai compiti previsti in questo articolo provvedono organi
edistitutipredispostiointegratidalloStato.
L'assistenzaprivatalibera.
Art.39.L'organizzazionesindacalelibera.
Aisindacatinonpuessereimpostoaltroobbligosenon
lalororegistrazionepressoufficilocaliocentrali,secondo
lenormedilegge.
condizioneperlaregistrazionecheglistatutideisindaca
tisanciscanounordinamentointernoabasedemocratica.
Isindacatiregistratihannopersonalitgiuridica.Possono,
rappresentatiunitariamenteinproporzionedeiloroiscrit
ti,stipularecontratticollettividilavoroconefficaciaobbli
gatoriapertuttigliappartenentiallecategorieallequaliil
contrattosiriferisce.
Art.40.Ildirittodiscioperosiesercitanell'ambitodelle
leggicheloregolano.
Art.41.L'iniziativaeconomicaprivatalibera.
Non pu svolgersi in contrasto con l'utilit sociale o in
mododarecaredannoallasicurezza,allalibert,alladigni
tumana.
La legge determina i programmi e i controlli opportuni
perchl'attiviteconomicapubblicaeprivatapossaesse
reindirizzataecoordinataafinisociali.
Art.42.Laproprietpubblicaoprivata.Ibeniecono
miciappartengonoalloStato,adentioaprivati.
Laproprietprivatariconosciutaegarantitadallalegge,
che ne determina i modi di acquisto, di godimento e i
limitialloscopodiassicurarnelafunzionesocialeediren
derlaaccessibileatutti.
La propriet privata pu essere, nei casi preveduti dalla
legge,esalvoindennizzo,espropriatapermotivid'interes
segenerale.
La legge stabilisce le norme ed i limiti della successione
legittimaetestamentariaeidirittidelloStatosulleeredit.
Art. 43. A fini di utilit generale la legge pu riservare
originariamente o trasferire, mediante espropriazione e
salvoindennizzo,alloStato,adentipubblicioacomunit
dilavoratoriodiutentideterminateimpreseocategorie
diimprese,chesiriferiscanoaservizipubbliciessenzialioa
fonti di energia o a situazioni di monopolio ed abbiano
caratteredipreminenteinteressegenerale.
Art. 44. Al fine di conseguire il razionale sfruttamento
delsuoloedistabilireequirapportisociali,laleggeimpo
ne obblighi e vincoli alla propriet terriera privata, fissa
limitiallasuaestensionesecondoleregionielezoneagra
rie, promuove ed impone la bonifica delle terre, la tra
sformazione del latifondo e la ricostituzione delle unit
produttive;aiutalapiccolaelamediapropriet.
Laleggedisponeprovvedimentiafavoredellezonemon
tane.
Art.45.LaRepubblicariconoscelafunzionesocialedella
cooperazioneacaratteredimutualitesenzafinidispe
culazione privata. La legge ne promuove e favorisce l'in
crementoconimezzipiidoneieneassicura,congliop
portunicontrolli,ilcarattereelefinalit.
Laleggeprovvedeallatutelaeallosviluppodell'artigiana
to.
Art.46.Aifinidellaelevazioneeconomicaesocialedel
lavoro in armonia con le esigenze della produzione, la
Repubblicariconosceildirittodeilavoratoriacollaborare,
neimodieneilimitistabilitidalleleggi,allagestionedelle
aziende.
Art.47.LaRepubblicaincoraggiaetutelailrisparmioin
tuttelesueforme;disciplina,coordinaecontrollal'eserci
ziodelcredito.
Favorisce l'accesso del risparmio popolare alla propriet
dell'abitazione,allaproprietdirettacoltivatriceealdiret
toeindirettoinvestimentoazionarioneigrandicomplessi
produttividelPaese.
TitoloIVRapportipolitici
Art. 48. Sono elettori tutti i cittadini, uomini e donne,
chehannoraggiuntolamaggioreet.
Ilvotopersonaleedeguale,liberoesegreto.Ilsuoeser
ciziodoverecivico.
La legge stabilisce requisiti e modalit per l'esercizio del
dirittodivotodeicittadiniresidentiall'esteroeneassicura
l'effettivit.AtalefineistituitaunacircoscrizioneEstero
perl'elezionedelleCamereallaqualesonoassegnatiseggi
nel numero stabilito da norma costituzionale e secondo
criterideterminatidallalegge(
1
).
Ildirittodivotononpuesserelimitatosenonperinca
pacitcivileopereffettodisentenzapenaleirrevocabileo
neicasidiindegnitmoraleindicatidallalegge.
(1)Commainseritoconl'art.1dellaL.cost.17gennaio2000,
n.1.
7 CostituzionedellaRepubblicaItaliana Art.49

Art.49.Tuttiicittadinihannodirittodiassociarsilibera
menteinpartitiperconcorrereconmetododemocratico
adeterminarelapoliticanazionale.
Art.50. Tutti i cittadini possono rivolgere petizioni alle
Camere per chiedere provvedimenti legislativi o esporre
comuninecessit.
Art.51.Tuttiicittadinidell'unoodell'altrosessoposso
accedereagliufficipubblicieallecaricheelettiveincondi
zionidieguaglianza,secondoirequisitistabilitidallalegge.
Atale fine la Repubblica promuovecon appositi provve
dimentilepariopportunittradonneeuomini(
1
).
Laleggepu,perl'ammissioneaipubbliciufficieallecari
cheelettive,parificareaicittadinigliitalianinonapparte
nentiallaRepubblica.
Chi chiamato a funzionipubbliche elettivehadirittodi
disporredeltemponecessarioalloroadempimentoedi
conservareilsuopostodilavoro.
(1) Periodo aggiunto Periodo aggiunto dall'art. 1, L.Cost. 30
maggio2003,n.1.
Art.52.LadifesadellaPatriasacrodoveredelcittadi
no.
Il serviziomilitareobbligatorioneilimitiemodistabiliti
dallalegge.Ilsuoadempimentononpregiudicalaposizio
nedilavorodelcittadino,nl'eserciziodeidirittipolitici.
L'ordinamento delle Forze armate si informa allo spirito
democraticodellaRepubblica.
Art.53.Tuttisonotenutiaconcorrereallespesepubbli
cheinragionedellalorocapacitcontributiva.
Ilsistematributarioinformatoacriteridiprogressivit.
Art.54.Tuttiicittadinihannoildoverediesserefedeli
allaRepubblicaediosservarnelaCostituzioneeleleggi.
I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il
doverediadempierlecondisciplinaedonore,prestando
giuramentoneicasistabilitidallalegge.
ParteIIOrdinamentodellarepubblica
TitoloIIlParlamento
SezioneILeCamere
Art.55.IlParlamentosicomponedellaCameradeide
putatiedelSenatodellaRepubblica.
Il Parlamento si riunisce in seduta comune dei membri
delledueCamereneisolicasistabilitidallaCostituzione.
Art.56. (
1
) La Camera dei deputati eletta a suffragio
universaleediretto.
Ilnumerodeideputatidiseicentotrenta,dodicideiquali
elettinellacircoscrizioneEstero(
2
).
Sono eleggibili a deputati tutti gli elettori che nel giorno
dellaelezionehannocompiutoiventicinqueannidiet.
La ripartizione dei seggi tra le circoscrizioni, fatto salvo il
numero dei seggi assegnati alla circoscrizione Estero, si
effettuadividendoilnumerodegliabitantidellaRepubbli
ca, quale risulta dall'ultimo censimento generale della
popolazioneperseicentodiciottoedistribuendoiseggiin
proporzione alla popolazione di ogni circoscrizione, sulla
basedeiquozientiinteriedeipialtiresti(
2
).
(1)Articolocossostituitoconl'art.1dellaL.cost.9febbraio
1963,n.2,recante"Modificazioniagliartt.56,57e60della
Costituzione". Il testo originario dell'art. 56 disponeva: "La
Cameradeideputatielettaasuffragiouniversaleediretto,
inragionediundeputatoperottantamilaabitantioperfra
zionesuperioreaquarantamila.
Sonoeleggibiliadeputatituttiglielettorichenelgiornodelle
elezionihannocompiutoiventicinqueannidiet."
(2)Commasostituitodall'art.1dellaL.cost.23gennaio2001,
n.1.
Art. 57. (
1
) Il Senato della Repubblica eletto a base
regionale, salvi i seggi assegnati alla circoscrizione Estero
(
2
).
Ilnumerodeisenatorielettividitrecentoquindici,seidei
qualielettinellacircoscrizioneEstero(
2
).
Nessuna Regionepuavere unnumerodi senatori infe
rioreasette;ilMolisenehadue,laValled'Aostauno.
LaripartizionedeiseggitraleRegioni,fattosalvoilnumero
deiseggiassegnatiallacircoscrizioneEstero,previaappli
cazionedelledisposizionidelprecedentecomma,sieffet
tua in proporzione alla popolazione delle Regioni, quale
risulta dall'ultimo censimento generale, sulla base dei
quozientiinteriedeipialtiresti(
2
).
(1)Articolocossostituitoconl'art.2dellaL.cost.9febbraio
1963, n. 2 e, successivamente, modificato nel terzo comma
dallaL.cost.27dicembre1963,n.3,istitutivadellaRegione
Molise.
(2) Comma modificato dall'art. 2 della L. cost. 23 gennaio
2001,n.1.
Art. 58. I senatori sono eletti a suffragio universale e
direttodaglielettorichehannosuperatoilventicinquesi
moannodiet.
Sonoeleggibiliasenatoriglielettorichehannocompiutoil
quarantesimoanno.
Art.59.senatoredidirittoeavita,salvorinunzia,chi
statoPresidentedellaRepubblica.
Il Presidente della Repubblica pu nominare senatori a
vitacinquecittadinichehannoillustratolaPatriaperaltis
simimeritinelcamposociale,scientifico,artisticoelette
rario.
Art.60.LaCameradeideputatieilSenatodellaRepub
blicasonoelettipercinqueanni(
1
).
LaduratadiciascunaCameranonpuessereprorogatase
nonperleggeesoltantoincasodiguerra.
(1)Commacossostituitoconl'art.3dellaL.cost.9febbraio
1963,n.2,recante"Modificazioniagliarticoli56,57e60della
Costituzione". Il testo originario dell'art. 60 recitava: "La Ca
Art.61 AltalexEbook 8

meradeiDeputatielettapercinqueanni,ilSenatodellaRe
pubblicapersei.
La durata di ciascuna Camera non pu essere prorogata se
nonperleggeesoltantoincasodiguerra."
Art. 61. Le elezioni delle nuove Camere hanno luogo
entrosettantagiornidallafinedelleprecedenti.Laprima
riunionehaluogononoltreilventesimogiornodalleele
zioni.
FinchnonsianoriunitelenuoveCameresonoprorogatii
poteridelleprecedenti.
Art.62.LeCameresiriunisconodidirittoilprimogiorno
nonfestivodifebbraioediottobre.
CiascunaCamerapuessereconvocatainviastraordina
riaperiniziativadelsuoPresidenteodelPresidentedella
Repubblicaodiunterzodeisuoicomponenti.
QuandosiriunisceinviastraordinariaunaCamera,con
vocatadidirittoanchel'altra.
Art.63.CiascunaCameraeleggefraisuoicomponentiil
Presidenteel'Ufficiodipresidenza.
QuandoilParlamentosiriunisceinsedutacomune,ilPre
sidenteel'Ufficio di presidenzasonoquellidella Camera
deideputati.
Art.64.CiascunaCameraadottailproprioregolamento
amaggioranzaassolutadeisuoicomponenti.
Le sedute sono pubbliche; tuttavia ciascuna delle due
CamereeilParlamentoaCamereriunitepossonodelibe
rarediadunarsiinsedutasegreta.
LedeliberazionidiciascunaCameraedelParlamentonon
sono valide se non presente la maggioranza dei loro
componenti, e se non sono adottate a maggioranza dei
presenti, salvochelaCostituzioneprescrivaunamaggio
ranzaspeciale.
I membri del Governo, anche se non fanno parte delle
Camere, hanno diritto, e se richiesti obbligo, di assistere
allesedute.Devonoesseresentitiognivoltachelorichie
dono.
Art. 65. La legge determina i casi di ineleggibilit e in
compatibilitconl'ufficiodideputatoodisenatore.
Nessunopuappartenerecontemporaneamentealledue
Camere.
Art.66.CiascunaCameragiudicadeititolidiammissio
nedeisuoicomponentiedellecausesopraggiuntediine
leggibilitediincompatibilit.
Art. 67. Ogni membro del Parlamento rappresenta la
Nazioneedesercitalesuefunzionisenzavincolodiman
dato.
Art.68.(
1
)ImembridelParlamentononpossonoessere
chiamati a rispondere delle opinioni espresse e dei voti
datinell'eserciziodellelorofunzioni.
SenzaautorizzazionedellaCameraallaqualeappartiene,
nessunmembrodelParlamentopuesseresottopostoa
perquisizionepersonaleodomiciliare,npuesserearre
statooaltrimentiprivatodellalibertpersonale,omante
nutoindetenzione,salvocheinesecuzionediunasenten
zairrevocabiledicondanna,ovverosesiacoltonell'attodi
commettere un delitto per il quale previsto l'arresto
obbligatorioinflagranza.
Analogaautorizzazionerichiestapersottoporreimem
bridelParlamentoadintercettazione,inqualsiasiforma,
di conversazioni o comunicazioni e a sequestro di corri
spondenza.
(1)ArticolocossostituitoconlaL.cost.29ottobre1993,n.3.
Iltestoanterioredell'art.68recitava:"ImembridelParlamen
tonon possonoessereperseguitiperleopinioniespresseei
votidatinell'eserciziodellelorofunzioni.
SenzaautorizzazionedellaCameraallaqualeappartiene,nes
sunmembrodelParlamentopuesseresottopostoaproce
dimentopenale;npuesserearrestato,oaltrimentiprivato
dellalibertpersonale,osottopostoaperquisizionepersonale
o domiciliare, salvo che sia colto nell'atto di commettere un
delittoperilqualeobbligatorioilmandatool'ordinedicat
tura.
Egualeautorizzazionerichiestapertrarreinarrestooman
tenereindetenzioneunmembrodelParlamentoinesecuzio
nediunasentenzaancheirrevocabile."
Art.69.ImembridelParlamentoricevonoun'indennit
stabilitadallalegge.
SezioneIILaformazionedelleleggi
Art. 70. La funzione legislativa esercitata collettiva
mentedalledueCamere.
Art.71.L'iniziativadelleleggiappartienealGoverno, a
ciascun membro delle Camere ed agli organi ed enti ai
qualisiaconferitadaleggecostituzionale.
Ilpopoloesercital'iniziativadelleleggi,mediantelapropo
sta,dapartedialmenocinquantamilaelettori,diunpro
gettoredattoinarticoli.
Art.72.Ognidisegnodilegge,presentatoadunaCame
ra , secondo le norme del regolamento, esaminato da
unacommissioneepoidallaCamerastessa,chel'approva
articoloperarticoloeconvotazionefinale.
Il regolamento stabilisce procedimenti abbreviati per i
disegnidileggedeiqualidichiaratal'urgenza.
Pualtresstabilireinqualicasieformel'esameel'appro
vazione dei disegni di legge sono deferiti a commissioni,
anchepermanenti,composteinmododarispecchiarela
proporzionedeigruppiparlamentari.
Ancheintalicasi,finoalmomentodellasuaapprovazione
definitiva, il disegno di legge rimesso alla Camera, se il
GovernooundecimodeicomponentidellaCameraoun
quinto della commissione richiedono che sia discusso o
votatodallaCamerastessaoppurechesiasottopostoalla
sua approvazione finale con sole dichiarazioni di voto. Il
9 CostituzionedellaRepubblicaItaliana Art.73

regolamento determina le forme di pubblicit dei lavori


dellecommissioni.
Laproceduranormalediesameediapprovazionediretta
dapartedellaCamerasempreadottataperidisegnidi
leggeinmateriacostituzionaleedelettoraleeperquellidi
delegazionelegislativa,diautorizzazionearatificaretratta
tiinternazionali,diapprovazionedibilancieconsuntivi.
Art.73. Le leggi sono promulgate dal Presidente della
Repubblicaentrounmesedall'approvazione.
SeleCamere,ciascunaamaggioranzaassolutadeipropri
componenti,nedichiaranol'urgenza,laleggepromulga
tanelterminedaessastabilito.
Leleggisonopubblicatesubitodopolapromulgazioneed
entrano in vigore il quindicesimo giorno successivo alla
loropubblicazione,salvocheleleggistessestabiliscanoun
terminediverso.
Art.74.IlPresidentedellaRepubblica,primadipromul
gare la legge, pu con messaggio motivato alle Camere
chiedereunanuovadeliberazione.
Se le Camere approvano nuovamente la legge, questa
deveesserepromulgata.
Art.75. indettoreferendumpopolareperdeliberare
l'abrogazione,totaleoparziale,diunaleggeodiunatto
avente valore di legge, quando lo richiedono cinquecen
tomilaelettoriocinqueConsigliregionali.
Nonammessoilreferendumperleleggitributarieedi
bilancio,diamnistiaediindulto,diautorizzazionearatifi
caretrattatiinternazionali.
Hannodirittodiparteciparealreferendumtuttiicittadini
chiamatiadeleggerelaCameradeideputati.
La proposta soggetta a referendum approvata se ha
partecipato alla votazione la maggioranza degli aventi
diritto,eseraggiuntalamaggioranzadeivotivalidamen
teespressi.
Laleggedeterminalemodalitdiattuazionedelreferen
dum.
Art. 76. L'esercizio della funzione legislativa non pu
esseredelegatoalGovernosenoncondeterminazionedi
principi e criteri direttivi e soltanto per tempo limitato e
peroggettidefiniti.
Art. 77. Il Governo non pu, senza delegazione delle
Camere, emanare decreti che abbiano valore di legge
ordinaria.
Quando, in casi straordinari di necessit e d'urgenza, il
Governoadotta,sottolasuaresponsabilit,provvedimen
tiprovvisoricon forzadilegge,deveilgiornostessopre
sentarliperlaconversionealleCamereche,anchesesciol
te, sono appositamente convocate e si riuniscono entro
cinquegiorni.
Idecretiperdonoefficaciasindall'inizio,senonsonocon
vertitiinleggeentrosessantagiornidallaloropubblicazio
ne.
LeCamerepossonotuttaviaregolareconleggeirapporti
giuridicisortisullabasedeidecretinonconvertiti.
Art.78.LeCameredeliberanolostatodiguerraeconfe
risconoalGovernoipoterinecessari.
Art.79.(
1
)L'amnistiael'indultosonoconcessiconlegge
deliberataamaggioranzadeidueterzideicomponentidi
ciascuna Camera, in ogni suo articolo e nella votazione
finale.
Laleggecheconcedel'amnistiaol'indultostabilisceilter
mineperlaloroapplicazione.
Inognicasol'amnistiael'indultononpossonoapplicarsiai
reati commessi successivamente alla presentazione del
disegnodilegge.
(1)ArticolocossostituitoconlaL.cost.6marzo1992,n.1.Il
testo originario dell'art. 79 disponeva: "L'amnistia e l'indulto
sonoconcessidalPresidentedellaRepubblicasuleggedide
legazionedelleCamere.
Non possono applicarsi ai reati commessi successivamente
allapropostadidelegazione."
Art.80.LeCamereautorizzanoconleggelaratificadei
trattatiinternazionalichesonodinaturapolitica,opreve
donoarbitratioregolamentigiudiziari,oimportanovaria
zionidelterritorioodoneriallefinanzeomodificazionidi
legge.
Art.81.(
1
)LoStatoassicural'equilibriotraleentrateele
spesedelpropriobilancio,tenendocontodellefasiavver
seedellefasifavorevolidelcicloeconomico.
Ilricorsoall'indebitamentoconsentitosoloalfinedicon
siderareglieffettidelcicloeconomicoe,previaautorizza
zione delle Camere adottata a maggioranza assoluta dei
rispettivicomponenti,alverificarsidieventieccezionali.
Ognileggecheimportinuoviomaggiorioneriprovvedeai
mezziperfarvifronte.
LeCamereogniannoapprovanoconleggeilbilancioeil
rendicontoconsuntivopresentatidalGoverno.
L'esercizioprovvisoriodelbilanciononpuessereconces
sosenonperleggeeperperiodinonsuperioricomplessi
vamenteaquattromesi.
Ilcontenutodellaleggedibilancio,lenormefondamentali
eicriterivoltiadassicurarel'equilibriotraleentrateele
spesedeibilancielasostenibilitdeldebitodelcomplesso
delle pubbliche amministrazioni sono stabiliti con legge
approvata a maggioranza assoluta dei componenti di
ciascunaCamera,nelrispettodeiprincipidefiniticonlegge
costituzionale.
(1)L'articolocherecitava:"LeCamereapprovanoogniannoi
bilancieilrendicontoconsuntivopresentatidalGoverno.
Art.82 AltalexEbook 10

L'esercizioprovvisoriodelbilanciononpuessereconcessose
nonperleggeeperperiodinonsuperioricomplessivamentea
quattromesi
Conlaleggediapprovazionedelbilanciononsipossonostabi
lirenuovitributienuovespese.
Ogni altra legge che importi nuove o maggiori spese deve
indicareimezziperfarvifronte."statocossostituitodall'art.
1,L.cost.20aprile2012,n.1,lecuidisposizionisiapplicanoa
decorreredall'eserciziofinanziariorelativoall'anno2014.
Art. 82. Ciascuna Camera pu disporre inchieste su
materiedipubblicointeresse.
Atalescoponominafraipropricomponentiunacommis
sioneformatainmododarispecchiarelaproporzionedei
varigruppi.Lacommissionediinchiestaprocedealleinda
ginieagliesamiconglistessipoterielestesselimitazioni
dell'autoritgiudiziaria.
TitoloIIIlPresidentedellaRepubblica
Art.83.IlPresidentedellaRepubblicaelettodalPar
lamentoinsedutacomunedeisuoimembri.
All'elezione partecipano tre delegati per ogni Regione
elettidalConsiglioregionaleinmodochesiaassicuratala
rappresentanza delle minoranze. La Valle d'Aosta ha un
solodelegato.
L'elezione del Presidente della Repubblica ha luogo per
scrutinio segreto a maggioranza di due terzi dell'assem
blea. Dopo il terzo scrutinio sufficiente la maggioranza
assoluta.
Art. 84. Pu essere eletto Presidente della Repubblica
ognicittadinocheabbiacompiutocinquantaannid'ete
godadeidiritticiviliepolitici.
L'ufficiodiPresidentedellaRepubblicaincompatibilecon
qualsiasialtracarica.
L'assegnoeladotazionedelPresidentesonodeterminati
perlegge.
Art.85.IlPresidentedellaRepubblicaelettopersette
anni.
Trentagiorniprimachescadailtermine,ilPresidentedella
Camera dei deputati convoca in seduta comune il Parla
mento e i delegati regionali, per eleggere il nuovo Presi
dentedellaRepubblica.
SeleCameresonosciolte,omancamenoditremesialla
lorocessazione,laelezionehaluogoentroquindicigiorni
dalla riunione delle Camere nuove. Nel frattempo sono
prorogatiipoteridelPresidenteincarica.
Art.86. Le funzioni del Presidente della Repubblica, in
ognicasocheeglinonpossaadempierle,sonoesercitate
dalPresidentedelSenato.
In caso di impedimento permanente o di morte o di di
missioni del Presidente della Repubblica, il Presidente
della Camera dei deputati indice la elezione del nuovo
Presidente della Repubblica entro quindici giorni, salvo il
maggior termine previsto se le Camere sono sciolte o
mancamenoditremesiallalorocessazione.
Art. 87. Il Presidente della Repubblica il capo dello
Statoerappresental'unitnazionale.
PuinviaremessaggialleCamere.
IndiceleelezionidellenuoveCamereenefissalaprima
riunione.
AutorizzalapresentazionealleCameredeidisegnidilegge
diiniziativadelGoverno.
Promulgaleleggiedemanaidecretiaventivaloredilegge
eiregolamenti.
IndiceilreferendumpopolareneicasiprevistidallaCosti
tuzione.
Nomina,neicasiindicatidallalegge,ifunzionaridelloSta
to.
Accredita e riceve i rappresentanti diplomatici, ratifica i
trattatiinternazionali,previa,quandooccorra,l'autorizza
zionedelleCamere.
Ha il comando delle Forze armate, presiede il Consiglio
supremodidifesacostituitosecondolalegge,dichiaralo
statodiguerradeliberatodalleCamere.
PresiedeilConsigliosuperioredellamagistratura.
Puconcederegraziaecommutarelepene.
ConferisceleonorificenzedellaRepubblica.
Art.88.IlPresidentedellaRepubblicapu,sentitiiloro
Presidenti,sciogliereleCamereoancheunasoladiesse.
Nonpuesercitaretalefacoltnegliultimiseimesidelsuo
mandato,salvocheessicoincidanointuttooinpartecon
gliultimiseimesidellalegislatura(
1
).
(1)CommacossostituitoconlaL.cost.4novembre1991,n.
1.Nellaformulazioneanteriore,ilsecondocommadell'art.88
recitava:"Nonpuesercitaretalefacoltnegliultimiseimesi
delsuomandato".
Art.89.NessunattodelPresidente della Repubblica
validosenoncontrofirmatodaiministriproponenti,che
neassumonolaresponsabilit.
Gliattichehannovalorelegislativoeglialtriindicatidalla
leggesonocontrofirmatianchedalPresidentedelConsi
gliodeiMinistri.
Art.90.IlPresidentedellaRepubblicanonresponsabi
ledegliatticompiutinell'eserciziodellesuefunzioni,tran
necheperaltotradimentooperattentatoallaCostituzio
ne.
In tali casi messo in stato di accusa dal Parlamento in
sedutacomune,amaggioranzaassolutadeisuoimembri.
Art.91.IlPresidentedellaRepubblica,primadiassume
re le sue funzioni, presta giuramento di fedelt alla Re
pubblicaediosservanzadellaCostituzionedinanzialPar
lamentoinsedutacomune.
11 CostituzionedellaRepubblicaItaliana Art.92

TitoloIIIIlGoverno
SezioneIIlConsigliodeiministri
Art. 92. Il Governo della Repubblica composto del
Presidente del Consiglio e dei ministri, che costituiscono
insiemeilConsigliodeiministri.
Il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del
Consigliodeiministrie,supropostadiquesto,iministri.
Art.93.IlPresidentedelConsigliodeiministrieiministri,
primadiassumerelefunzioni,prestanogiuramentonelle
manidelPresidentedellaRepubblica.
Art.94.IlGovernodeveaverelafiduciadelledueCame
re.
Ciascuna Camera accorda o revoca la fiducia mediante
mozionemotivataevotataperappellonominale.
Entrodiecigiornidalla sua formazione il Governosi pre
sentaalleCamereperottenernelafiducia.
Il voto contrario di una o d'entrambe le Camere su una
propostadelGovernononimportaobbligodidimissioni.
Lamotivazionedisfiduciadeveesserefirmatadaalmeno
undecimodeicomponentidellaCameraenonpuesse
remessaindiscussioneprimaditregiornidallasuapre
sentazione.
Art.95. Il Presidente del Consiglio dei ministri dirige la
politicageneraledelGoverno e neresponsabile. Man
tiene l'unit di indirizzo politico ed amministrativo, pro
movendoecoordinandol'attivitdeiministri.
I ministri sono responsabili collegialmente degli atti del
Consigliodeiministri,eindividualmentedegliattideiloro
dicasteri.
La legge provvede all'ordinamento della Presidenza del
Consiglioedeterminailnumero,leattribuzioniel'organiz
zazionedeiministeri.
Art. 96. (
1
) Il Presidente del Consiglio dei ministri ed i
ministri,anchesecessatidallacarica,sonosottoposti,peri
reaticommessinell'eserciziodellelorofunzioni,allagiuri
sdizione ordinaria, previa autorizzazione del Senato della
Repubblica odellaCameradei deputati, secondo lenor
mestabiliteconleggecostituzionale.
(1)Articolocossostituitoconl'art.1dellaL.cost.16gennaio
1989,n.1.
Iltestooriginariodell'art.96disponeva:"IlPresidentedelCon
sigliodeiministrieiministrisonopostiinstatodiaccusadal
Parlamentoinsedutacomuneperreaticommessinell'eserci
ziodellelorofunzioni".
SezioneIILaPubblicaAmministrazione
Art.97.Lepubbliche amministrazioni,incoerenzacon
l'ordinamentodell'Unioneeuropea,assicuranol'equilibrio
deibilancielasostenibilitdeldebitopubblico(1).
I pubblici uffici sono organizzati secondo disposizioni di
legge,inmodochesianoassicuratiilbuonoandamentoe
l'imparzialitdell'amministrazione.
Nell'ordinamentodegliufficisonodeterminatelesferedi
competenza,leattribuzionieleresponsabilitpropriedei
funzionari.
Agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni si accede
medianteconcorso,salvoicasistabilitidallalegge.
(1)Commaaggiuntodall'art.2,L.cost.20aprile2012,n.1,le
cuidisposizionisiapplicanoadecorreredall'eserciziofinanzia
riorelativoall'anno2014.
Art. 98. I pubblici impiegati sono al servizio esclusivo
dellaNazione.
SesonomembridelParlamento,nonpossonoconseguire
promozionisenonperanzianit.
Si possono con legge stabilire limitazioni al diritto d'iscri
versiaipartitipoliticiperimagistrati,imilitaridicarrierain
servizio attivo, i funzionari ed agenti di polizia), i rappre
sentantidiplomaticieconsolariall'estero.
SezioneIIIGliorganiausiliari
Art.99.IlConsiglionazionaledell'economiaedellavoro
composto, nei modi stabiliti dalla legge, di esperti e di
rappresentanti delle categorie produttive, in misura che
tengacontodellaloroimportanzanumericaequalitativa.
organodiconsulenzadelleCamereedelGovernoperle
materieesecondolefunzionicheglisonoattribuitedalla
legge.
Hal'iniziativalegislativaepucontribuireallaelaborazione
dellalegislazioneeconomicaesocialesecondoiprincipied
entroilimitistabilitidallalegge.
Art. 100. Il Consiglio di Stato organo di consulenza
giuridicoamministrativa e di tutela della giustizia
nell'amministrazione.
LaCortedeicontiesercitailcontrollopreventivodilegit
timit sugli atti del Governo, e anche quello successivo
sullagestionedelbilanciodelloStato.Partecipa,neicasie
nelleformestabilitidallalegge,alcontrollosullagestione
finanziariadeglientiacuiloStatocontribuisceinviaordi
naria.RiferiscedirettamentealleCameresulrisultatodel
riscontroeseguito.
Laleggeassicural'indipendenzadeidueIstitutiedeiloro
componentidifrontealGoverno.
TitoloIVLaMagistratura
SezioneIOrdinamentogiurisdizionale
Art.101.Lagiustiziaamministratainnomedelpopo
lo.
Igiudicisonosoggettisoltantoallalegge.
Art.102 AltalexEbook 12

Art. 102. La funzione giurisdizionale esercitata da


magistratiordinariistituitieregolatidallenormesull'ordi
namentogiudiziario.
Non possono essere istituiti giudici straordinari o giudici
speciali.Possonosoltantoistituirsipressogliorganigiudi
ziari ordinari sezioni specializzate per determinate mate
rie,ancheconlapartecipazionedicittadiniidoneiestranei
allamagistratura.
Laleggeregolaicasieleformedellapartecipazionediret
tadelpopoloall'amministrazionedellagiustizia.
Art.103.IlConsigliodiStatoeglialtriorganidigiustizia
amministrativahanno giurisdizione per latutela neicon
frontidellapubblicaamministrazionedegliinteressilegit
timie,inparticolarimaterieindicatedallalegge,anchedei
dirittisoggettivi.
LaCortedeicontihagiurisdizionenellemateriedicontabi
litpubblicaenellealtrespecificatedallalegge.
Itribunalimilitariintempodiguerrahannolagiurisdizione
stabilitadallalegge.Intempodipacehannogiurisdizione
soltantoperireatimilitaricommessidaappartenentialle
Forzearmate.
Art. 104. La magistratura costituisce un ordine auto
nomoeindipendentedaognialtropotere.
Il Consiglio superiore della magistratura presieduto dal
PresidentedellaRepubblica.
Nefannopartedidirittoilprimopresidenteeilprocurato
regeneraledellaCortedicassazione.
Glialtricomponentisonoelettiperdueterzidatuttiima
gistratiordinaritragliappartenentiallevariecategorie,e
perunterzodalParlamentoinsedutacomunetraprofes
soriordinaridiuniversitinmateriegiuridicheedavvocati
dopoquindiciannidiesercizio.
Il Consiglio elegge un vice presidente fra i componenti
designatidalParlamento.
I membri elettivi del Consiglio durano in carica quattro
annienonsonoimmediatamenterieleggibili.
Nonpossono,finchsonoincarica,essereiscrittineglialbi
professionali,nfarpartedelParlamentoodiunConsiglio
regionale.
Art. 105. Spettano al Consiglio superiore della magi
stratura, secondo le norme dell'ordinamento giudiziario,
leassunzioni,leassegnazionieditrasferimenti,lepromo
zioni e i provvedimenti disciplinari nei riguardi dei magi
strati.
Art. 106. Le nomine dei magistrati hanno luogo per
concorso.
La legge sull'ordinamento giudiziario pu ammettere la
nomina,ancheelettiva,di magistrationoraripertutte le
funzioniattribuiteagiudicisingoli.
SudesignazionedelConsigliosuperioredellamagistratura
possono essere chiamati all'ufficio di consiglieri di cassa
zione,permeritiinsigni,professoriordinaridiuniversitin
materie giuridiche e avvocati che abbiano quindici anni
d'esercizioesianoiscrittineglialbispecialiperlegiurisdi
zionisuperiori.
Art. 107. I magistrati sono inamovibili. Non possono
essere dispensati o sospesi dal servizio n destinati ad
altre sedi o funzioni (
1
) se non in seguito a decisione del
Consiglio superiore della magistratura, adottata o per i
motivieconlegaranziedidifesastabilitedall'ordinamento
giudiziariooconilloroconsenso.
IlMinistrodellagiustiziahafacoltdipromuoverel'azione
disciplinare.
Imagistratisidistinguonofralorosoltantoperdiversitdi
funzioni.
Ilpubblicoministerogodedellegaranziestabiliteneisuoi
riguardidallenormesull'ordinamentogiudiziario.
(1)NeltestopubblicatonellaedizionestraordinariadellaG.U.
27dicembre1947,pererroretipografico,inluogodi"funzio
ni"comparivalaparola"funzionari":cfr.erratacorrigeinG.U.
3gennaio1948,n.2.
Art. 108. Le norme sull'ordinamento giudiziario e su
ognimagistraturasonostabiliteconlegge.
La legge assicura l'indipendenza dei giudici delle giurisdi
zionispeciali,delpubblicoministeropressodiesse,edegli
estranei che partecipano all'amministrazione della giusti
zia.
Art. 109. L'autorit giudiziaria dispone direttamente
dellapoliziagiudiziaria.
Art.110.FermelecompetenzedelConsigliosuperiore
della magistratura, spettano al Ministro della giustizia
l'organizzazioneeilfunzionamentodeiservizirelativialla
giustizia.
SezioneIINormesullagiurisdizione
Art. 111. La giurisdizione si attua mediante il giusto
processoregolatodallalegge(
1
).
Ogni processo si svolge nel contradditorio tra le parti, in
condizionidiparit,davantiagiudiceterzoeimparziale.La
leggeneassicuralaragionevoledurata(
1
).
Nelprocessopenale,laleggeassicurachelapersonaac
cusata di un reato sia, nel pi breve tempo possibile, in
formata riservatamentedellanaturae dei motividell'ac
cusaelevataasuocarico;dispongadeltempoedellecon
dizioninecessariperprepararelasuadifesa;abbialafacol
t,davantialgiudice,diinterrogareodifarinterrogarele
personecherendonodichiarazioniasuocarico,diottene
relaconvocazioneel'interrogatoriodipersoneasuadife
sa nelle stesse condizioni dell'accusa e l'acquisizione di
13 CostituzionedellaRepubblicaItaliana Art.112

ognialtromezzodiprovaasuofavore;siaassistitadaun
interpretesenoncomprendeononparlalalinguaimpie
gatanelprocesso(
1
).
Ilprocessopenaleregolatodalprincipiodelcontraddit
torio nella formazione della prova. La colpevolezza
dell'imputatononpuessereprovatasullabasedidichia
razioniresedachi,perliberascelta,sisemprevolonta
riamentesottrattoall'interrogatoriodapartedell'imputa
toodelsuodifensore(
1
).
Laleggeregolaicasiincuilaformazionedellaprovanon
haluogoincontraddittorioperconsensodell'imputatoo
peraccertataimpossibilitdinaturaoggettivaopereffet
todiprovatacondottaillecita(
1
).
Tuttiiprovvedimentigiurisdizionalidevonoesseremotiva
ti.
Controlesentenzeecontro iprovvedimentisulla libert
personale,pronunciatidagliorganigiurisdizionali ordinari
o speciali, sempre ammesso ricorso in Cassazione per
violazionedilegge.Sipuderogareatalenormasoltanto
perlesentenzedeitribunalimilitariintempodiguerra.
ControledecisionidelConsigliodiStatoedellaCortedei
contiilricorsoinCassazioneammessoper isolimotivi
inerentiallagiurisdizione.
(1)Commaintrodottoconl'art.1dellaL.cost.23novembre
1999,n.2.
All'art. 2, la stessa legge costituzionale cos dispone: "1. La
leggeregolal'applicazionedeiprincipicontenutinellapresen
teleggecostituzionaleaiprocedimentipenaliincorsoallada
tadellasuaentratainvigore".
Art.112.Ilpubblicoministerohal'obbligodiesercitare
l'azionepenale.
Art.113.Controgliattidellapubblicaamministrazione
sempre ammessa la tutela giurisdizionale dei diritti e
degli interessi legittimi dinanzi agli organi di giurisdizione
ordinariaoamministrativa.
Taletutelagiurisdizionalenonpuessereesclusaolimita
taaparticolarimezzidiimpugnazioneoperdeterminate
categoriediatti.
La legge determina quali organi di giurisdizione possono
annullaregliattidellapubblicaamministrazioneneicasie
conglieffettiprevistidallaleggestessa.
TitoloVLeRegioni,leProvince,iComuni
Art.114.(
1
)LaRepubblicacostituitadaiComuni,dalle
Province, dalle Citt metropolitane, dalle Regioni e dallo
Stato.
IComuni,leProvince,leCittmetropolitaneeleRegioni
sono enti autonomi con propri statuti, poteri e funzioni
secondoiprincipifissatidallaCostituzione.
Roma lacapitale dellaRepubblica. La leggedello Stato
disciplinailsuoordinamento.
(1) Articolo cos sostituito dall'art. 1 della L. cost. 18 ottobre
2001,n.3.Iltestodell'art.114nellaformulazioneoriginaria,
disponeva: "La Repubblica si riparte in Regioni, Province e
Comuni".
Art.115.()(
1
).
(1) Articolo abrogato dall'articolo 9 della L. cost. 18 ottobre
2001,n.3.Iltestooriginariodell'art.115disponeva: "LeRe
gionisonocostituiteinentiautonomiconpropripoteriefun
zionisecondoiprincipifissatinellaCostituzione.
Art.116.(
1
)IlFriuliVeneziaGiulia,laSardegna,laSicilia,
il TrentinoAlto Adige/Sdtirol e la Valle d'Aosta/Vallee
d'Aoste dispongono di forme e condizioni particolari di
autonomia,secondoirispettivistatutispecialiadottaticon
leggecostituzionale.
LaRegioneTrentinoAlto Adige/Sdtirolcostituitadalle
ProvinceautonomediTrentoediBolzano.
Ulterioriformeecondizioniparticolaridiautonomia,con
cernentilemateriedicuialterzocommadell'articolo117
elematerieindicatedalsecondocommadelmedesimo
articolo alle lettere l), limitatamente all'organizzazione
dellagiustiziadipace,n)es),possonoessereattribuitead
altreRegioni,conleggedelloStato,suiniziativadellaRe
gione interessata, sentiti gli enti locali, nel rispetto dei
principi di cui all'articolo 119. La legge approvata dalle
Camere a maggioranza assoluta dei componenti, sulla
basediintesafraloStatoelaRegioneinteressata.
(1)Articolocossostituitoconl'art.2dellaL.cost.18ottobre
2001,n.3.Iltestodell'art.116,nella formulazione anteriore
recitava:"AllaSicilia,allaSardegna,alTrentinoAltoAdige,al
FriuliVeneziaGiuliaeallaValled'Aostasonoattribuiteforme
econdizioniparticolaridiautonomia,secondostatutispeciali
adottaticonleggicostituzionali".
Art.117.(
1
)LapotestlegislativaesercitatadalloStato
edalleRegioninelrispettodellaCostituzione,nonchdei
vincoli derivanti dall'ordinamento comunitario e dagli
obblighiinternazionali.
LoStatohalegislazioneesclusivanelleseguentimaterie:
a)politicaesteraerapportiinternazionalidelloStato;
rapportidelloStatoconl'Unioneeuropea;dirittodiasiloe
condizionegiuridicadeicittadinidiStatinonappartenenti
all'Unioneeuropea;
b)immigrazione;
c)rapportitralaRepubblicaeleconfessionireligiose;
d)difesaeForzearmate;sicurezzadelloStato;armi,muni
zioniedesplosivi;
e)moneta,tuteladelrisparmioemercatifinanziari;tutela
dellaconcorrenza; sistema valutario; sistema tributario e
contabile dello Stato; armonizzazione dei bilanci pubblici
(2);perequazionedellerisorsefinanziarie;
Art.117 AltalexEbook 14

f)organidelloStatoerelativeleggielettorali;referendum
statali;elezionedelParlamentoeuropeo;
g) ordinamento e organizzazione amministrativa dello
Statoedeglientipubblicinazionali;
h)ordinepubblicoesicurezza,adesclusionedellapolizia
amministrativalocale;
i)cittadinanza,statocivileeanagrafi;
l)giurisdizioneenormeprocessuali;ordinamentocivilee
penale;giustiziaamministrativa;
m) determinazione dei livelli essenziali delle prestazioni
concernentiidiritticiviliesocialichedevonoesseregaran
titisututtoilterritorionazionale;
n)normegeneralisull'istruzione;
o)previdenzasociale;
p) legislazione elettorale, organi di governo e funzioni
fondamentalidiComuni,ProvinceeCittmetropolitane;
q) dogane, protezione dei confini nazionali e profilassi
internazionale;
r) pesi, misure e determinazione del tempo; coordina
mento informativo statistico e informatico dei dati
dell'amministrazione statale, regionale e locale; opere
dell'ingegno;
s)tuteladell'ambiente,dell'ecosistemaedeibeniculturali.
Sonomateriedilegislazioneconcorrentequellerelativea:
rapporti internazionali e con l'Unione europea delle Re
gioni;commercioconl'estero;tutelaesicurezzadellavo
ro;istruzione,salval'autonomiadelleistituzioniscolastiche
e con esclusione della istruzione e della formazione pro
fessionale;professioni;
ricercascientificaetecnologicaesostegnoall'innovazione
perisettoriproduttivi;tuteladellasalute;alimentazione;
ordinamentosportivo;protezionecivile;governodelterri
torio; porti e aeroporti civili; grandi reti di trasporto e di
navigazione;
ordinamentodellacomunicazione;produzione,trasporto
e distribuzione nazionale dell'energia; previdenza com
plementareeintegrativa;(3)coordinamentodellafinanza
pubblica e del sistema tributario; valorizzazione dei beni
culturali e ambientali e promozione e organizzazione di
attivitculturali;cassedirisparmio,casserurali,aziendedi
credito a carattere regionale; enti di credito fondiario e
agrarioacarattereregionale.Nellemateriedilegislazione
concorrentespettaalleRegionilapotestlegislativa,salvo
cheperladeterminazionedeiprincipifondamentali,riser
vataallalegislazionedelloStato.
SpettaalleRegionilapotestlegislativainriferimentoad
ognimaterianonespressamenteriservataallalegislazione
delloStato.
LeRegionieleProvinceautonomediTrentoediBolzano,
nelle materie di loro competenza, partecipano alle deci
sionidiretteallaformazionedegliattinormativicomunita
rieprovvedonoall'attuazioneeall'esecuzionedegliaccor
di internazionali e degli atti dell'Unione europea, nel ri
spetto delle norme di procedura stabilite da legge dello
Stato, che disciplina le modalit di esercizio del potere
sostitutivoincasodiinadempienza.
LapotestregolamentarespettaalloStatonellematerie
dilegislazioneesclusiva,salvadelegaalleRegioni.Lapote
stregolamentarespettaalleRegioniinognialtramateria.
IComuni,leProvinceeleCittmetropolitanehannopote
st regolamentare in ordine alla disciplina dell'organizza
zioneedellosvolgimentodellefunzioniloroattribuite.
Leleggiregionalirimuovonoogniostacolocheimpedisce
lapienaparitdegliuominiedelledonnenellavitasociale,
culturaleedeconomicaepromuovonolaparitdiaccesso
tradonneeuominiallecaricheelettive.
LaleggeregionaleratificaleintesedellaRegioneconaltre
Regioniperilmiglioreeserciziodellepropriefunzioni,an
checonindividuazionediorganicomuni.
NellemateriedisuacompetenzalaRegionepuconclu
dereaccordiconStatieinteseconentiterritorialiinterni
adaltroStato,neicasieconleformedisciplinatidaleggi
delloStato.
(1)Articolocosmodificatodall'art.3dellaL.cost.18ottobre
2001,n.3.Neltestooriginariol'articolo117dellaCostituzione,
disponeva:"LaRegioneemanaperleseguentimaterienorme
legislativeneilimitideiprincipifondamentalistabilitidalleleggi
delloStato,semprechlenormestessenonsianoincontrasto
conl'interessenazionaleeconquellodialtreRegioni:
ordinamentodegliufficiedeglientiamministratividipendenti
dallaRegione;
circoscrizionicomunali;
polizialocaleurbanaerurale;
fiereemercati;
beneficenzapubblicaedassistenzasanitariaedospedaliera;
istruzioneartigianaeprofessionaleeassistenzascolastica;
museiebibliotechedientilocali;
urbanistica;
turismoedindustriaalberghiera;
tranvieelineeautomobilistichediinteresseregionale;
viabilit,acquedottielavoripubblicidiinteresseregionale;
navigazioneeportilacuali;
acquemineralietermali;
caveetorbiere;
caccia;
pescanelleacqueinterne;
agricolturaeforeste;
artigianato.
Altrematerieindicatedaleggicostituzionali.
LeleggidellaRepubblicapossonodemandareallaRegioneil
poterediemanarenormeperlaloroattuazione".
(2)Paroleinseritedall'art.3,lett.a),L.cost.20aprile2012,n.
1, le cui disposizioni si applicano a decorrere dall'esercizio fi
nanziariorelativoall'anno2014.
(3)Leparole:"armonizzazionedeibilancipubblicie"sonosta
tesoppressedall'art.3,lett.b),L.cost.20aprile2012,n.1,le
15 CostituzionedellaRepubblicaItaliana Art.118

cuidisposizionisiapplicanoadecorreredall'eserciziofinanzia
riorelativoall'anno2014.
Art.118.(
1
).Lefunzioniamministrativesonoattribuite
ai Comuni salvo che, per assicurarne l'esercizio unitario,
sianoconferiteaProvince,Cittmetropolitane,Regionie
Stato,sullabasedeiprincipidisussidiariet,differenziazio
needadeguatezza.
IComuni,leProvinceeleCittmetropolitanesonotitolari
difunzioniamministrativeproprieediquelleconferitecon
leggestataleoregionale,secondolerispettivecompeten
ze.
La legge statale disciplina forme di coordinamento fra
StatoeRegioninellemateriedicuiallelettereb)eh)del
secondocommadell'articolo117,edisciplinainoltrefor
me di intesa e coordinamento nella materia della tutela
deibeniculturali.
Stato, Regioni, Citt metropolitane, Province e Comuni
favoriscono l'autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e
associati,perlosvolgimentodiattivitdiinteressegenera
le,sullabasedelprincipiodisussidiariet.
(1)Articolocosmodificatoconl'art.4dellaL.cost.18ottobre
2001,n.3.Iltestooriginariodell'art.118disponeva:"Spettano
allaRegionelefunzioniamministrativeperlematerieelencate
nelprecedentearticolo,salvoquellediinteresseesclusivamen
te locale, che possono essere attribuite dalla leggi della Re
pubblicaalleProvincie,aiComunioadaltrientilocali.LoStato
puconleggedelegareallaRegionel'eserciziodialtrefunzioni
amministrative.LaRegioneesercitanormalmentelesuefun
zioni amministrative delegandole alle Provincie, aiComunio
adaltrientilocali,ovalendosideilorouffici".
Art.119.(
1
)IComuni,leProvince,leCittmetropolitane
e le Regioni hanno autonomia finanziaria di entrata e di
spesa,nelrispettodell'equilibriodeirelativibilanci,econ
corronoadassicurarel'osservanzadeivincolieconomicie
finanziariderivantidall'ordinamentodell'Unioneeuropea
(2).
IComuni,leProvince,leCittmetropolitaneeleRegioni
hannorisorseautonome. Stabilisconoe applicanotributi
edentratepropri,inarmoniaconlaCostituzioneesecon
doiprincipidicoordinamentodellafinanzapubblicaedel
sistema tributario. Dispongono di compartecipazioni al
gettitoditributierarialiriferibilealloroterritorio.
LaleggedelloStatoistituisceunfondoperequativo,senza
vincolididestinazione,periterritoriconminorecapacit
fiscaleperabitante.
Lerisorsederivantidallefontidicuiaicommiprecedenti
consentonoaiComuni,alleProvince,alleCittmetropoli
taneealleRegionidifinanziareintegralmentelefunzioni
pubblicheloroattribuite.
Per promuovere lo sviluppo economico, la coesione e la
solidarietsociale,perrimuovereglisquilibrieconomicie
sociali,perfavorirel'effettivoeserciziodeidirittidellaper
sona,operprovvedereascopidiversidalnormaleeserci
zio delle loro funzioni, lo Stato destina risorse aggiuntive
ed effettua interventi speciali in favore di determinati
Comuni,Province,CittmetropolitaneeRegioni.
IComuni,leProvince,leCittmetropolitaneeleRegioni
hannounpropriopatrimonio,attribuitosecondoiprincipi
generalideterminatidallaleggedelloStato.Possonoricor
rere all'indebitamento solo per finanziare spese di inve
stimento, con la contestuale definizione di piani di am
mortamentoeacondizionecheperilcomplessodeglienti
diciascunaRegionesiarispettatol'equilibriodibilancio(3).
esclusa ognigaranziadelloStato suiprestitidaglistessi
contratti.
(1)Articolocosmodificatoconl'art.5dellaL.cost.18ottobre
2001,n.3.Iltestooriginariodell'art.118disponeva: "LeRe
gionihannoautonomiafinanziarianelleformeeneilimitista
bilitidaleggidellaRepubblica,chelacoordinanoconlafinan
zadelloStato,delleProvincieedeiComuni.
AlleRegionisonoattribuititributipropriequoteditributiera
rialiinrelazioneaibisognidelleRegioniperlespesenecessarie
adadempierelelorofunzioninormali.
Per provvedere a scopi determinati, e particolarmente per
valorizzareilMezzogiornoeleIsole,loStatoassegnaperleg
geasingoleRegionicontributispeciali.
LaRegionehaunpropriodemanioepatrimonio,secondole
modalitstabiliteconleggedellaRepubblica".
(2)Paroleaggiuntedall'art.4,lett.a),L.cost.20aprile2012,n.
1, le cui disposizioni si applicano a decorrere dall'esercizio fi
nanziariorelativoall'anno2014.
(3)Paroleaggiuntedall'art.4,lett.b),L.cost.20aprile2012,n.
1, le cui disposizioni si applicano a decorrere dall'esercizio fi
nanziariorelativoall'anno2014.
Art.120.(
1
)LaRegionenonpuistituiredazidiimpor
tazioneoesportazioneotransitotraleRegioni,nadotta
reprovvedimenticheostacolinoinqualsiasimodolalibe
racircolazionedellepersoneedellecosetraleRegioni,n
limitarel'eserciziodeldirittoallavoroinqualunqueparte
delterritorionazionale.
IlGovernopusostituirsiaorganidelleRegioni,delleCitt
metropolitane, delle Province e dei Comuni nel caso di
mancatorispettodinormeetrattatiinternazionaliodella
normativacomunitariaoppuredipericolograveperl'inco
lumitelasicurezzapubblica,ovveroquandolorichiedo
nolatuteladell'unitgiuridicaodell'uniteconomicaein
particolare la tutela dei livelli essenziali delle prestazioni
concernenti idiritticiviliesociali,rescindendodaiconfini
territorialideigovernilocali.Laleggedefinisceleprocedu
re atte a garantire che i poteri sostitutivi siano esercitati
nelrispettodelprincipiodisussidiarietedelprincipiodi
lealecollaborazione.
(1)Articolocosmodificatodall'art.6dellaL.cost.18ottobre
2001,n.3.Neltestooriginariol'articolo120dellaCostituzione,
disponeva:"LaRegionenonpuistituiredazid'importazione
oesportazioneotransitofraleRegioni.
Art.121 AltalexEbook 16

Non pu adottare provvedimenti che ostacolino in qualsiasi


modo la libera circolazione delle persone e delle cose fra le
Regioni.
Nonpulimitareildirittodeicittadinidiesercitareinqualun
quepartedelterritorionazionalelaloroprofessione,impiego
olavoro".
Art.121.(
1
) Sonoorganidella Regione: il Consigliore
gionale,laGiuntaeilsuopresidente.
IlConsiglioregionaleesercitalepotestlegislativeattribui
teallaRegioneelealtrefunzioniconferiteglidallaCostitu
zioneedalleleggi.PufarepropostedileggealleCamere.
LaGiuntaregionalel'organoesecutivodelleRegioni.
IlPresidentedellaGiuntarappresentalaRegione;dirigela
politicadellaGiuntaeneresponsabile;promulgaleleggi
edemanairegolamentiregionali;dirigelefunzioniammi
nistrativedelegatedalloStatoallaRegione,conformando
sialleistruzionidelGovernodellaRepubblica.
(1)Articolocosmodificato,nelsecondoequartocomma,con
L.cost.22novembre1999,n.1.Ilprecedentetestorecitava,al
secondoealquartocomma:"IlConsiglioregionaleesercitale
potestlegislativeeregolamentariattribuiteallaRegioneele
altrefunzioniconferiteglidallaCostituzioneedalleleggi.Pu
farepropostedileggealleCamere".
"IlPresidentedellaGiuntarappresentalaRegione;promulga
leleggieiregolamentiregionali;dirigelefunzioniamministra
tive delegate dallo Stato alla Regione, conformandosi alle
istruzionidelGovernocentrale".
Art.122.(
1
)Ilsistemadielezioneeicasidiineleggibilit
ediincompatibilitdelPresidenteedeglialtricomponenti
della Giunta regionale nonch dei consiglieri regionali
sonodisciplinaticonleggedellaRegioneneilimitideiprin
cipifondamentalistabiliticonleggedellaRepubblica,che
stabilisceancheladuratadegliorganielettivi.
Nessuno pu appartenere contemporaneamente a un
ConsigliooaunaGiuntaregionaleeadunadelleCamere
del Parlamento, ad un altro Consiglio o ad altra Giunta
regionale,ovveroalParlamentoeuropeo.
IlConsiglioeleggetrai suoicomponenti unPresidentee
unufficiodipresidenza.
I consiglieri regionali non possono essere chiamati a ri
sponderedelleopinioniespresseedeivotidatinell'eserci
ziodellelorofunzioni.
Il Presidente della Giunta regionale, salvo che lo statuto
regionale disponga diversamente, eletto a suffragio
universaleediretto.IlPresidenteelettonominaerevocai
componentidellaGiunta.
(1)Articolocossostituitoconl'art.2dellaL.cost.22novem
bre1999,n.1.
All'art. 5, recante "disposizioni transitorie", la stessa Legge
Costituzionalehacosdisposto:"1.Finoalladatadientratain
vigoredeinuovistatutiregionaliedellenuoveleggielettorali
aisensidelprimocommadell'art.122dellaCostituzione,co
me sostituito dall'art. 2 della presente legge costituzionale,
l'elezionedelPresidentedellaGiuntaregionalecontestuale
al rinnovo dei rispettivi Consigli regionali e si effettua con le
modalitprevistedalledisposizioni dilegge ordinariavigenti
in materia di elezione dei Consigli regionali. Sono candidati
allaPresidenzadellaGiuntaregionaleicapilistadellelistere
gionali.proclamatoelettoPresidentedellaGiuntaregionale
ilcandidatochehaconseguitoilmaggiornumerodivotivalidi
in ambito regionale. Il Presidente della Giunta regionale fa
partedelConsiglioregionale.elettoallacaricadiconsigliere
il candidato alla carica di Presidente della Giunta regionale
chehaconseguitounnumerodivotivalidiimmediatamente
inferioreaquellodelcandidatoproclamatoelettoPresidente.
L'Ufficiocentraleregionaleriserva,atalfinel'ultimodeiseggi
eventualmentespettantiallelistecircoscrizionalicollegatecon
ilcapolistadellalistaregionaleproclamatoallacaricadicon
sigliere, nell'ipotesi prevista al numero 3) del tredicesimo
commadell'articolo15dellalegge17febbraio1968,n.108,
introdottodalcomma2dell'articolo3dellalegge23febbraio
1995,n.43;o,altrimenti,ilseggioattribuitoconilrestoocon
lacifraelettoraleminore,traquellidellestesseliste,insededi
collegiounicoregionaleperlaripartizionedeiseggicircoscri
zionaliresidui.Qualoratuttiiseggispettantiallelistecollegate
sianostatiassegnaticonquozienteinteroinsedecircoscrizio
nale,l'Ufficiocentraleregionaleprocedeall'attribuzionediun
seggio aggiuntivo, del quale si deve tenere conto per la de
terminazione della conseguente quota percentuale di seggi
spettantiallelistedimaggioranzainsenoalConsiglioregiona
le.
2.Finoalladatadientratainvigoredeinuovistatutiregionali
siosservanoleseguentidisposizioni:
a) entro dieci giorni dalla proclamazione, il Presidente della
GiuntaregionalenominaicomponentidellaGiunta,fraiquali
unVicepresidente,epusuccessivamenterevocarli;
b)nelcasoincuiilConsiglioregionaleapproviamaggioranza
assoluta una mozione motivata di sfiducia nei confronti del
Presidente della Giunta regionale, presentata da almeno un
quintodeisuoicomponentiemessaindiscussionenonprima
di tre giorni dalla presentazione, entro tre mesi si procede
all'indizione di nuove elezioni del Consiglio e del Presidente
dellaGiunta.SiprocedeparimentianuoveelezionidelConsi
glioedelPresidentedellaGiuntaincasodidimissionivolonta
rie,impedimentopermanenteomortedelPresidente".
Nellaformulazioneoriginaria,l'art.122cosrecitava:"Ilsiste
mad'elezione,ilnumeroeicasidiineleggibilitediincompa
tibilit dei consiglieri regionali sono stabiliti con legge della
Repubblica.
NessunopuappartenerecontemporaneamenteaunConsi
glioregionaleeadunadelleCameredelParlamentooadun
altroConsiglioregionale.
Il Consiglio elegge nel suo seno un presidente e un ufficio di
presidenzaperiproprilavori.
Iconsiglieriregionalinonpossonoesserechiamatiarisponde
redelleopinioniespresseedeivotidatinell'eserciziodelleloro
funzioni.
IlPresidenteedimembridellaGiuntasonoelettidalConsiglio
regionaletraisuoicomponenti".
Art. 123. (
1
) Ciascuna Regione ha uno statuto che, in
armonia con la Costituzione, ne determina la forma di
governoeiprincipifondamentalidiorganizzazioneefun
zionamento.
Lo statuto regola l'esercizio del diritto di iniziativa e del
referendumsuleggieprovvedimentiamministratividella
17 CostituzionedellaRepubblicaItaliana Art.124

Regione e la pubblicazione delle leggi e dei regolamenti


regionali.
LostatutoapprovatoemodificatodalConsiglioregiona
le con legge approvata a maggioranza assoluta dei suoi
componenti,conduedeliberazionisuccessiveadottatead
intervallo non minore di due mesi. Per tale legge non
richiestal'apposizionedelvistodapartedelCommissario
delGoverno.IlGovernodellaRepubblicapupromuove
re la questione di legittimit costituzionale sugli statuti
regionali dinanzi alla Corte costituzionale entro trenta
giorni dalla loro pubblicazione.Lostatuto sottopostoa
referendum popolare qualora entro tre mesi dalla sua
pubblicazione ne faccia richiesta un cinquantesimo degli
elettoridellaRegioneounquintodeicomponentiilConsi
glioregionale.Lostatutosottopostoalreferendumnon
promulgatosenonapprovatodallamaggioranzadeivoti
validi(
1
).
InogniRegione,lostatutodisciplinailConsigliodelleau
tonomielocali,qualeorganodiconsultazionefralaRegio
neeglientilocali(
2
).
(1)Articolocossostituitoconl'art.3dellaL.cost.22novem
bre1999,n.1.Nellaprecedenteformulazione,l'art.123reci
tava:"OgniRegionehaunostatutoilquale,inarmoniaconla
CostituzioneeconleleggidellaRepubblica,stabiliscelenorme
relative all'organizzazione interna della Regione. Lo statuto
regola l'esercizio del diritto di iniziativa e del referendum su
leggieprovvedimentiamministratividellaRegioneelapub
blicazionedelleleggiedeiregolamentiregionali.
LostatutodeliberatodalConsiglioregionaleamaggioranza
assolutadeisuoicomponenti,edapprovatoconleggedella
Repubblica".
(2)Commaintrodottodall'art.7dellaL.cost.18ottobre2001,
n.3.
Art.124.()(
1
).
(1)Articoloabrogatodall'art.9dellaL.cost.18ottobre2001,
n.3.Iltestooriginariodall'art.124dellaCostituzionedispone
va: "Un commissario del Governo, residente nel capoluogo
dellaRegione,sopraintendeallefunzioniamministrativeeser
citatedalloStatoelecoordinaconquelleesercitatedallaRe
gione.
Art.125.(
1
)NellaRegionesonoistituitiorganidigiusti
ziaamministrativadiprimogrado,secondol'ordinamento
stabilitodaleggedellaRepubblica.Possonoistituirsisezio
niconsedediversadalcapoluogodellaRegione.
(1)L'art.9dellaL.cost.18ottobre2001,n.3haabrogatoil
primocommadelpresentearticoloche,nellasuaformulazio
ne originaria, disponeva: "Il controllo di legittimit sugli atti
amministratividellaRegioneesercitato,informadecentra
ta,daunorganodelloStato,neimodieneilimitistabilitida
leggi della Repubblica. La legge pu in determinati casi am
mettere il controllo di merito, al solo effetto di promuovere,
conrichiestamotivata,ilriesamedelladeliberazionedaparte
delConsiglioregionale.
Art.126.(
1
)CondecretomotivatodelPresidentedella
Repubblica sono disposti lo scioglimento del Consiglio
regionale e la rimozione del Presidente della Giunta che
abbiano compiuto atti contrari alla Costituzione o gravi
violazionidilegge.Loscioglimentoelarimozionepossono
altresesseredispostiperragionidisicurezzanazionale.
IldecretoadottatosentitaunaCommissionedideputati
e senatori costituita, per le questioni regionali, nei modi
stabiliticonleggedellaRepubblica.
Il Consiglio regionale pu esprimere la sfiducia nei con
frontidelPresidentedellaGiuntamediantemozionemo
tivata, sottoscrittadaalmenounquintodeisuoicompo
nenti e approvata per appello nominale a maggioranza
assoluta dei componenti. La mozione non pu essere
messaindiscussioneprimaditregiornidallapresentazio
ne.
L'approvazionedellamozionedisfiducianeiconfrontidel
Presidente della Giunta eletto a suffragio universale e
diretto,nonchlarimozione,l'impedimentopermanente,
lamorteoledimissionivolontariedellostessocomporta
no ledimissionidellaGiunta eloscioglimentodelConsi
glio.Inognicasoimedesimieffetticonseguonoalledimis
sionicontestualidellamaggioranzadeicomponentiilCon
siglio.
(1)Articolocossostituitoconl'art.4dellaL.cost.22novem
bre1999,n.1.Nellaformulazioneoriginale,l'art.126cosreci
tava:"IlConsiglioregionalepuesseresciolto,quandocompia
atticontrariallaCostituzioneograviviolazionidilegge,onon
corrisponda all'invito del Governo di sostituire la Giunta o il
Presidente,cheabbianocompiutoanaloghiattioviolazioni.
Puesserescioltoquando,perdimissionioperimpossibilitdi
formareunamaggioranza,nonsiaingradodifunzionare.
Puesserealtresscioltoperragionidisicurezzanazionale.
LoscioglimentodispostocondecretomotivatodelPresiden
te della Repubblica, sentita una Commissione di deputati e
senatoricostituita,perlequestioniregionali,neimodistabiliti
conleggedellaRepubblica.
ColdecretodiscioglimentonominataunaCommissionedi
trecittadinieleggibilialConsiglioregionale,cheindiceleele
zionientrotremesieprovvedeall'ordinariaamministrazione
dicompetenzadellaGiuntaeagliattiimprorogabili,dasotto
porreallaratificadelnuovoConsiglio".
Art.127.(
1
)IlGoverno,quandoritengacheunalegge
regionale ecceda la competenza della Regione, pu pro
muoverelaquestionedilegittimitcostituzionaledinanzi
alla Corte costituzionale entro sessanta giorni dalla sua
pubblicazione.
LaRegione,quandoritengacheunaleggeounattoaven
tevaloredileggedelloStatoodiun'altraRegioneledala
suasferadicompetenza,pupromuoverelaquestionedi
legittimit costituzionale dinanzi alla Corte costituzionale
entro sessanta giorni dalla pubblicazione della legge o
dell'attoaventevaloredilegge.
Art.128 AltalexEbook 18

(1) Articolo cos sostituito dall'art. 8 della L. cost. 18 ottobre


2001, n. 3. Il testo originario dell'art. 127 disponeva: "Ogni
legge approvata dal Consiglio regionale comunicata al
Commissarioche,salvoilcasodiopposizionedapartedelGo
verno,devevistarlaneltermineditrentagiornidallacomuni
cazione.
La legge promulgata nei dieci giorni dalla apposizione del
vistoedentrainvigorenonprimadiquindicigiornidallasua
pubblicazione.SeunaleggedichiarataurgentedalConsiglio
regionale, e il Governo della Repubblica lo consente, la pro
mulgazioneel'entratainvigorenonsonosubordinateaiter
miniindicati.
Il Governo della Repubblica, quando ritenga che una legge
approvatadalConsiglioregionaleeccedalacompetenzadella
Regione o contrasti con gli interessi nazionali o con quelli di
altreRegioni,larinviaalConsiglioregionalenelterminefissa
toperl'apposizionedelvisto.
OveilConsiglioregionalelaapprovidinuovoamaggioranza
assoluta dei suoi componenti, il Governo della Repubblica
pu, nei quindici giorni dalla comunicazione, promuovere la
questione di legittimit davanti alla Corte costituzionale, o
quelladimeritopercontrastodiinteressidavantialleCamere.
Incasodidubbio,laCortedecidedichisialacompetenza".
Art.128.()(
1
).
(1)Articoloabrogatodall'art.9dellaL.cost.18ottobre2001,
n.3.Iltestooriginariodell'art.115disponeva:"LeProvincieei
Comunisonoentiautonominell'ambitodeiprincipifissatida
leggigeneralidellaRepubblica,chenedeterminanolefunzio
ni".
Art.129.()(
1
).
(1)Articoloabrogatodall'art.9dellaL.cost.18ottobre2001,
n.3.Iltestooriginariodell'art.115disponeva:"LeProvincieei
Comunisonoanchecircoscrizionididecentramentostatalee
regionale.Lecircoscrizioniprovincialipossonoesseresuddivise
incircondariconfunzioniesclusivamenteamministrativeper
unulterioredecentramento".
Art.130.()(
1
).
(1)Articoloabrogatodall'art.9dellaL.cost.18ottobre2001,
n. 3. Il testo originario dell'art. 115 disponeva: "Un organo
della Regione, costituito nei modi stabiliti da legge della Re
pubblica, esercita, anche in forma decentrata, il controllo di
legittimitsugliattidelleProvincie,deiComuniedeglialtrienti
locali.
Incasideterminatidallaleggepuessereesercitatoilcontrol
lodimerito,nellaformadirichiestamotivataaglientidelibe
rantidiriesaminarelalorodeliberazione".
Art.131.(
1
)SonocostituiteleseguentiRegioni:
Piemonte;
Valled'Aosta;
Lombardia;
TrentinoAltoAdige;
Veneto;
FriuliVeneziaGiulia;
Liguria;
EmiliaRomagna;
Toscana;
Umbria;
Marche;
Lazio;
Abruzzi;
Molise;
Campania;
Puglia;
Basilicata;
Calabria;
Sicilia;
Sardegna.
(1)Cosmodificatoconl'art.1dellaL.cost.27dicembre1963,
n.3,chehaistituitolaRegione"Molise".Nellaformulazione
originaria,l'art.131sottoladizione"AbruzzieMolise"indivi
duavaun'unicaregione.
Art.132.Sipuconleggecostituzionale,sentitiiConsi
gli regionali, disporre la fusione di Regioni esistenti o la
creazionedinuoveRegioniconunminimodiunmilione
d'abitanti, quando ne facciano richiesta tanti Consigli co
munalicherappresentinoalmenounterzodellepopola
zioniinteressate,elapropostasiaapprovataconreferen
dumdallamaggioranzadellepopolazionistesse(
1
).
Sipu,conl'approvazionedellamaggioranzadellepopo
lazioni della Provincia o delle Province interessate e del
ComuneodeiComuniinteressatiespressamedianterefe
rendum e con legge della Repubblica, sentiti i Consigli
regionali,consentirecheProvincieeComuni,chenefac
cianorichiesta,sianostaccatidaunaRegioneedaggregati
adun'altra.
(1)Commacosmodificatodall'art.9dellaL.cost.18ottobre
2001,n.3
Art.133.Ilmutamentodellecircoscrizioniprovincialie
laistituzionedinuoveProvincienell'ambitod'unaRegione
sono stabiliti con leggi della Repubblica, su iniziative dei
Comuni,sentitalastessaRegione.
LaRegione,sentitelepopolazioniinteressate,puconsue
leggiistituirenelproprioterritorionuoviComuniemodifi
carelelorocircoscrizioniedenominazioni.
TitoloVIGaranziecostituzionali
SezioneILaCorteCostituzionale
Art.134.LaCorteCostituzionalegiudica:
sulle controversie relative alla legittimit costituzionale
delleleggiedegliatti,aventiforzadilegge,delloStatoe
delleRegioni;
suiconflittidiattribuzionetraipoteridelloStatoesuquelli
traloStatoeleRegioni,etraleRegioni;
sulleaccusepromossecontroilPresidentedellaRepubbli
ca,anormadellaCostituzione(
1
).
19 CostituzionedellaRepubblicaItaliana Art.135

(1)L'ultimocapoversostatocosmodificatoconl'art.2della
L.cost.16gennaio1989,n.1.Iltestooriginarioditalecapo
verso recitava: "Sulle accuse promosse contro il Presidente
dellaRepubblicaediMinistri,anormadellaCostituzione".
Art.135.(
1
)LaCortecostituzionalecompostadiquin
dicigiudicinominatiperunterzodalPresidentedellaRe
pubblica,perunterzodalParlamentoinsedutacomunee
per un terzo dalle supreme magistrature ordinaria ed
amministrative.
I giudici della Corte costituzionale sono scelti tra i magi
stratiancheariposodellegiurisdizionisuperioriordinaria
ed amministrative, i professori ordinari di universit in
materiegiuridicheegliavvocatidopoventiannid'eserci
zio.
IgiudicidellaCortecostituzionalesononominatipernove
anni,decorrentiperciascunodiessidalgiornodelgiura
mento,enonpossonoesserenuovamentenominati.
Alla scadenza del termine il giudice costituzionale cessa
dallacaricaedall'eserciziodellefunzioni.
LaCorteeleggetraisuoicomponenti,secondolenorme
stabilitedallalegge,ilPresidente,cherimaneincaricaper
untriennio,edrieleggibile,fermiinognicasoiterminidi
scadenzadall'ufficiodigiudice.
L'ufficiodigiudicedellaCorteincompatibileconquellodi
membro del Parlamento, di un Consiglio regionale, con
l'eserciziodellaprofessionediavvocatoeconognicarica
edufficioindicatidallalegge.
Neigiudizi d'accusa contro ilPresidente della Repubblica
intervengono, oltre i giudici ordinari della Corte, sedici
membritrattiasortedaunelencodicittadiniaventiire
quisitiperl'eleggibilitasenatore,cheilParlamentocom
pilaogninoveannimedianteelezioneconlestessemoda
litstabiliteperlanominadeigiudiciordinari.
(1)Articolocossostituitoconl'art.1dellaL.cost.22novem
bre1967,n.2,esuccessivamentemodificato,nell'ultimocpv.,
dalla Legge cost. 16 gennaio 1989, n. 1. Il precedente testo
dell'art.135recitava:"LaCortecostituzionalecomposta di
quindicigiudicinominatiperunterzodalPresidentedellaRe
pubblica,perunterzodalParlamentoinsedutacomuneeper
un terzo dalle supreme magistrature ordinaria ed ammini
strative.
Igiudici dellaCortecostituzionalesonosceltitrai magistrati
ancheariposodellegiurisdizionisuperioriordinariaedammi
nistrative,iprofessoriordinaridiuniversitinmateriegiuridi
cheegliavvocatidopoventiannid'esercizio.
LaCorteeleggeilPresidentefraisuoicomponenti.
I giudici sono nominati per dodici anni, si rinnovano parzial
mentesecondolenormestabilitedallaleggeenonsonoim
mediatamenterieleggibili.
L'ufficio di giudice della Corte incompatibile con quello di
membro del Parlamento o d'un Consiglio regionale, con l'e
serciziodellaprofessioned'avvocato,econognicaricaeduffi
cioindicatidallalegge.
Nei giudizi d'accusa contro il Presidente della Repubblica e
controiMinistriintervengono,oltreigiudiciordinaridellaCor
te,sedicimembrieletti,all'iniziodiognilegislatura,dalParla
mentoinsedutacomunetracittadiniaventiirequisitiperl'e
leggibilitasenatore."
Art.136.QuandolaCortedichiaral'illegittimitcostitu
zionale di una norma di legge o di atto avente forza di
legge,lanormacessadiavereefficaciadalgiornosucces
sivoallapubblicazionedelladecisione.
La decisione della Corte pubblicata e comunicata alle
CamereedaiConsigliregionaliinteressati,affinch,ovelo
ritenganonecessario,provvedanonelleformecostituzio
nali.
Art.137.Unaleggecostituzionalestabiliscelecondizio
ni,leforme,iterminidiproponibilitdeigiudizidilegitti
mitcostituzionale,elegaranzied'indipendenzadeigiudi
cidellaCorte.
Conleggeordinariasonostabilitelealtrenormenecessa
rieperlacostituzioneeilfunzionamentodellaCorte.
Contro le decisioni della Corte costituzionale non am
messaalcunaimpugnazione.
SezioneIIRevisionedellaCostituzione.
Leggicostituzionali
Art.138.LeleggidirevisionedellaCostituzioneelealtre
leggicostituzionalisonoadottatedaciascunaCameracon
due successive deliberazioni ad intervallo non minore di
tre mesi, e sono approvate a maggioranza assoluta dei
componentidiciascunaCameranellasecondavotazione.
Le leggi stesse sono sottoposte a referendum popolare
quando,entrotremesidallaloropubblicazione,nefaccia
nodomandaunquintodeimembridiunaCameraocin
quecentomilaelettoriocinqueConsigliregionali.Lalegge
sottoposta a referendum non promulgata, se non
approvatadallamaggioranzadeivotivalidi.
Nonsifaluogoareferendumselaleggestataapprovata
nellasecondavotazionedaciascunadelleCamereamag
gioranzadidueterzideisuoicomponenti.
Art.139.Laformarepubblicananonpuessereogget
todirevisionecostituzionale.
Disposizionitransitorieefinali
IConl'entratainvigoredellaCostituzioneilCapoprovvi
soriodelloStatoesercitaleattribuzionidiPresidentedella
Repubblicaeneassumeiltitolo.
IISealladatadellaelezionedelPresidentedellaRepub
blicanonsonocostituitituttiiConsigliregionali,partecipa
noallaelezionesoltantoicomponentidelledueCamere.
IIIPerlaprimacomposizionedelSenatodellaRepubbli
ca sono nominati senatori, con decreto del Presidente
della Repubblica, i deputati dell'Assemblea Costituente
IV AltalexEbook 20

che posseggono i requisiti di legge per essere senatori e


che:
sonostatipresidentidelConsigliodeiMinistriodiAssem
bleelegislative;
hannofattopartedeldiscioltoSenato;
hannoavutoalmenotreelezioni,compresaquellaall'As
sembleaCostituente;
sono stati dichiarati decaduti nella seduta della Camera
deideputatidel9novembre1926;
hanno scontato la pena della reclusione non inferiore a
cinque anni in seguito a condanna del tribunale speciale
fascistaperladifesadelloStato.
Sononominatialtressenatori,condecretodelPresidente
dellaRepubblica,imembrideldiscioltoSenatochehanno
fattopartedellaConsultaNazionale.
Al diritto di essere nominati senatori si pu rinunciare
prima della firma del decreto di nomina. L'accettazione
dellacandidaturaalleelezionipoliticheimplicarinunciaal
dirittodinominaasenatore.
IVPerlaprimaelezionedelSenatoilMoliseconsidera
tocomeRegioneasstante,conilnumerodeisenatori
cheglicompeteinbaseallasuapopolazione.
V La disposizione dell'art. 80 della Costituzione, per
quanto concerne i trattati internazionali che importano
oneriallefinanzeomodificazionidilegge,haeffettodalla
datadiconvocazionedelleCamere.
VIEntrocinqueannidall'entratainvigoredellaCostitu
zionesiprocedeallarevisionedegliorganispecialidigiuri
sdizione attualmente esistenti, salvo le giurisdizioni del
ConsigliodiStato,dellaCortedeicontiedeitribunalimili
tari.
Entrounannodallastessadatasiprovvedeconleggeal
riordinamentodelTribunalesupremomilitareinrelazione
all'articolo111.
VII Fino a quando non sia emanata la nuova legge
sull'ordinamento giudiziario in conformit con la Costitu
zione,continuanoadosservarsilenormedell'ordinamen
tovigente.
FinoaquandononentriinfunzionelaCortecostituziona
le,ladecisionedellecontroversieindicatenell'articolo134
haluogonelleformeeneilimitidellenormepreesistenti
all'entratainvigoredellaCostituzione.
()(
1
).
(1)Ilterzocommadiquestadisposizionestatoabrogatocon
l'art.7dellaL.cost.22novembre1967,n.2.Essodisponeva:"I
giudicidellaCortecostituzionalenominatinellaprimacompo
sizionedellaCortestessanonsonosoggettiallaparzialerin
novazioneeduranoincaricadodicianni."
VIIILeelezionideiConsigliregionaliedegliorganielettivi
delle amministrazioni provinciali sono indette entro un
annodall'entratainvigoredellaCostituzione.
LeggidellaRepubblicaregolanoperogniramodellapub
blica amministrazione il passaggio delle funzioni statali
attribuitealleRegioni.Finoaquandononsiaprovveduto
alriordinamentoealladistribuzionedellefunzioniammi
nistrativefraglientilocalirestanoalleProvincieedaiCo
munile funzionicheesercitano attualmente e lealtre di
cuileRegionideleghinolorol'esercizio.
LeggidellaRepubblicaregolanoilpassaggioalleRegionidi
funzionari e dipendenti dello Stato, anche delle ammini
strazionicentrali, chesiaresonecessariodal nuovoordi
namento. Per la formazione dei loro uffici le Regioni de
vono,trannecheincasidinecessit,trarreilproprioper
sonaledaquellodelloStatoedeglientilocali.
IX La Repubblica, entro tre anni dall'entrata in vigore
dellaCostituzione,adegualesueleggialleesigenzedelle
autonomie locali e alla competenza legislativa attribuita
alleRegioni.
XAllaRegionedelFriuliVeneziaGiulia,dicuiall'art.116,
siapplicanoprovvisoriamentelenormegeneralidelTitolo
Vdellaparteseconda,fermarestandolatuteladellemi
noranzelinguisticheinconformitconl'art.6.
XIFinoacinqueannidall'entratainvigoredellaCostitu
zione si possono, con leggi costituzionali, formare altre
Regioni,amodificazionedell'elencodicuiall'art.131,an
chesenzailconcorsodellecondizionirichiestedalprimo
comma dell'articolo 132, fermo rimanendo tuttavia l'ob
bligodisentirelepopolazioniinteressate(
1
).
(1)Iltermineprevistoinquest'articolo,statoprorogatoal31
dicembre1963,conL.cost.18marzo1958,n.1,edentrolo
stessoterminestataistituitalaRegioneMolise.
XII vietata la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma,
deldiscioltopartitofascista.
Inderogaall'articolo48,sonostabiliteconlegge,pernon
oltre un quinquennio dall'entrata in vigore della Costitu
zione,limitazionitemporaneealdirittodivotoeallaeleg
gibilitpericapiresponsabilidelregimefascista.
XIII()(
1
).
Ibeni,esistentinelterritorionazionale,degliexrediCasa
Savoia, delle loro consorti e dei loro discendenti maschi,
sonoavocatialloStato.Itrasferimentielecostituzionidi
dirittirealisuibenistessi,chesianoavvenutidopoil2giu
gno1946,sononulli.
(1)Icommi:ImembrieidiscendentidiCasaSavoianonsono
elettorienonpossonoricoprireufficipubblicincaricheeletti
ve.
AgliexrediCasaSavoia,alleloroconsortieailorodiscen
dentimaschisonovietatil'ingressoeilsoggiornonelterritorio
nazionale.sonoinefficaciaisensidellaLeggecost.23ottobre
2002,n.1.
XIVItitolinobiliarinonsonoriconosciuti.
21 CostituzionedellaRepubblicaItaliana XV

I predicati di quelli esistenti prima del 28 ottobre 1922


valgonocomepartedelnome.
L'Ordinemaurizianoconservatocomeenteospedaliero
efunzionaneimodistabilitidallalegge.
LaleggeregolalasoppressionedellaConsultaaraldica.
XV Con l'entrata in vigore della Costituzione si ha per
convertitoinleggeildecretolegislativoluogotenenziale25
giugno 1944, n. 151, sull'ordinamento provvisorio dello
Stato(
1
).
(1)Ildecretoemanatocome"decretoleggeluogotenenziale",
del25giugno1944,n.151intitolato"Assembleaperlanuova
costituzionedelloStato,giuramentodeimembridelGoverno
facoltdelGovernodiemanarenormegiuridiche",contene
va le seguenti disposizioni: Art. 1 "Dopo la liberazione del
territorio nazionale, le forme istituzionali saranno scelte dal
popoloitalianocheatalfineelegger,asuffragiouniversale
direttoesegretounaAssembleaCostituenteperdeliberarela
nuovacostituzionedelloStato.
Imodieleproceduresarannostabiliticonsuccessivoprovve
dimento."
Art.2"abrogataladisposizioneconcernentelaelezionedi
unanuovaCameradeiDeputatielasuaconvocazioneentro
quattromesidallacessazionedell'attualestatodiguerra,con
tenuta nel comma terzo dell'articolo unico del R. decreto
legge2agosto1943,n.175,concuivennedichiaratachiusala
sessione parlamentare e sciolta la Camera dei fasci e delle
corporazioni."
Art. 3 "I Ministri e sottosegretari di Stato giurano sul loro
onorediesercitarelalorofunzionenell'interessesupremodel
laNazioneedinoncompiere,finoallaconvocazionedell'As
sembleaCostituente,attichecomunquepregiudichinolaso
luzionedellaquestioneistituzionale."
Art. 4 "Finch non sar entrato in funzione il nuovo Parla
mento, i provvedimenti aventi forza di legge sono deliberati
dalConsigliodeiMinistri.
Tali decreti legislativi preveduti nel comma precedente sono
sanzionatiepromulgatidalLuogotenenteGeneraledelRegno
conlaformula:
"VistaladeliberazionedelConsigliodeiMinistri;
"Sullapropostadi...
"Abbiamosanzionatoepromulghiamoquantosegue...".
Art.5"Finoaquandorestainvigoreladisposizionedell'art.
2,commaprimo,delR.decretolegge30ottobre1943,n.2/B,
idecretirelativiallematerieindicatenell'art.1dellalegge31
gennaio1926,n.100,sonoemanatidalLuogotenenteGene
raledelRegnoconlaformula:
"SentitoilConsigliodeiMinistri;
"Sullapropostadi...
"Abbiamodecretatoedecretiamo...".
Art.6"Ilpresentedecretoentrainvigoreilgiornostessodella
sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del Regno serie
speciale esar presentato alle Assembleelegislative perla
conversioneinlegge.
IlPresidentedelConsigliodeiMinistri,proponente,autoriz
zatoapresentareilrelativodisegnodilegge.
Ordiniamo,achiunquespetti,diosservareilpresentedecreto
edifarloosservarecomeleggedelloStato."
XVI Entro un anno dall'entrata in vigore della Costitu
zione si procede alla revisione e al coordinamento con
essa delle precedenti leggi costituzionali che non siano
statefinoraesplicitamenteoimplicitamenteabrogate.
XVII L'Assemblea Costituente sar convocata dal suo
Presidenteperdeliberare,entroil31gennaio1948,sulla
legge per la elezione del Senato della Repubblica, sugli
statutiregionalispecialiesullaleggeperlastampa.
FinoalgiornodelleelezionidellenuoveCamere,L'Assem
blea Costituente pu essere convocata, quando vi sia
necessit di deliberare nelle materie attribuite alla sua
competenzadagliarticoli2,primoesecondocomma,e3,
commaprimoesecondo,deldecretolegislativo16marzo
1946,n.98(
1
).
In tale periodo le Commissioni permanenti restano in
funzione.
QuellelegislativerinvianoalGovernoidisegnidilegge,ad
esse trasmessi, con eventuali osservazioni e proposte di
emendamenti.
I deputati possono presentare al Governo interrogazioni
conrichiestadirispostascritta.
L'Assemblea Costituente, agli effetti di cui al secondo
comma del presente articolo, convocata dal suo Presi
dentesurichiestamotivatadelGovernoodialmenodue
centodeputati.
(1)Ildecretolegislativoluogotenenziale16marzo1946,n.98,
recante:"Integrazioniemodifichealdecretolegislativoluogo
tenenziale25giugno1944,n.151,relativoall'Assembleaper
lanuova costituzione delloStato, al giuramento deimembri
delGovernoeallafacoltdelGovernodiemanarenormegiu
ridiche."contenevaleseguentidisposizioni:
Art. 1 "Contemporaneamente alle elezioni per l'Assemblea
Costituenteilpopolosarchiamatoadecideremedianterefe
rendum sulla forma istituzionale dello stato (Repubblica o
Monarchia)."
Art.2"Qualoralamaggioranzadeglielettorivotantisipro
nunciinfavoredellaRepubblica,l'Assemblea,dopolasuaco
stituzione,comesuoprimoattoeleggerilCapoprovvisorio
delloStato,cheeserciterlesuefunzioni,finoaquandosar
nominatoilCapodelloStatoanormadellaCostituzionedeli
beratadall'Assemblea.
Per l'elezione del Capo provvisorio dello Stato richiesta la
maggioranzadeitrequintideimembridell'Assemblea.Seal
terzoscrutiniononsarraggiuntatalemaggioranza,baster
lamaggioranzaassoluta.
Avvenutal'elezionedelCapoprovvisoriodelloStatoilGoverno
incaricaglipresenterlesuedimissionieilCapoprovvisorio
delloStatodarl'incaricoperlaformazionedelnuovoGover
no.
Nellaipotesiprevistadalprimocomma,dalgiornodellapro
clamazionedeirisultatidelreferendumefinoallaelezionedel
CapoprovvisoriodelloStato,lerelativefunzionisarannoeser
citate dal Presidente del Consiglio dei Ministri in carica nel
giornodelleelezioni.
Qualora la maggioranza degli elettori votanti si pronunci in
favoredellaMonarchia,continuerl'attualeregimeluogote
nenziale fino all'entrata in vigore delle deliberazioni dell'As
sembleasullanuovaCostituzioneesulCapodelloStato."
XVIII AltalexEbook 22

Art.3"DuranteilperiododellaCostituenteefinoallaconvo
cazione del Parlamento a norma della nuova Costituzione il
poterelegislativo resta delegato,salvalamateriacostituzio
nale,alGoverno,adeccezionedelleleggielettoraliedelleleg
gidiapprovazionedeitrattatiinternazionali,lequalisaranno
deliberatedall'Assemblea.
IlGovernopotrsottoporreall'esamedell'Assembleaqualun
quealtroargomentoperilqualeritengaopportunaladelibe
razionediessa.
IlGovernoresponsabileversol'AssembleaCostituente.
Ilrigettodiunapropostagovernativadapartedell'Assemblea
nonportacomeconseguenzaledimissionidelGoverno.Que
stesonoobbligatoriesoltantoinseguitoallavotazionediuna
apposita mozione di sfiducia, intervenuta non prima di due
giornidallasuapresentazioneeadottataamaggioranzaas
solutadeiMembridell'Assemblea."
Art.4"L'AssembleaCostituenteterrlasuaprimariunionein
Roma, nel Palazzo di Montecitorio, il ventiduesimo giorno
successivoaquelloincuisarannosvolteleelezioni.
L'Assembleascioltadidirittoilgiornodell'entratainvigore
dellanuovaCostituzioneecomunquenonoltrel'ottavomese
dallasuaprimariunione.
Essa pu prorogare questo termine per non pi di quattro
mesi.
Finch non avr deliberato il proprio regolamento interno
l'Assemblea Costituente applicher il regolamento interno
dellaCameradeideputatiindata1luglio1900esuccessive
modificazioniefinoal1922."
Art.5"Finoaquandononsiaentratainfunzionelanuova
CostituzioneleattribuzionidelCapodelloStatosonoregolate
dallenormefinoravigenti,inquantoapplicabili."
Art.6"Iprovvedimentilegislativichenonsianodicompeten
za dell'Assemblea Costituente ai sensi del primo comma
dell'art. 3, deliberati nel periodo ivi indicato, devono essere
sottopostiaratificadelnuovoParlamentoentroun'annodal
lasuaentratainfunzione."
Art.7"Entroiltermineditrentagiornidalladatadeldecreto
Luogotenenziale che indice le elezioni dell'Assemblea Costi
tuente i dipendenti civili e militari dello Stato devono impe
gnarsi,sulloroonore,arispettareefarrispettarenell'adem
pimento dei doveri del loro Stato il risultato del referendum
istituzionaleelerelativedecisionidell'AssembleaCostituente.
Nessunodegliimpegnidaessiprecedentementeassunti,an
checongiuramento,limitalalibertdiopinioneedivotodei
dipendenticiviliemilitaridelloStato."
Art.8"CondecretodelPresidentedelConsigliodeiMinistri,
sentito il Consiglio dei Ministri, saranno emanate le norme
relativeallosvolgimentodelreferendum,allaproclamazione
deirisultatidiessoealgiudiziodefinitivosullecontestazioni,le
protesteedireclamirelativialleoperazionedelreferendum,
confacoltdivariareeintegrare,atalifini,ledisposizionidel
decretolegislativoLuogotenenziale10marzo1946,n.74,per
l'elezionedeideputatiall'AssembleaCostituenteedidisporre
cheallaschedadiStato,previstadaldecretoanzidetto,siano
apportatelemodificazionieventualmentenecessarie.
Per la risposta al referendum dovranno essere indicati due
distinticontrassegni."
Art.9"Ilpresentedecretoentrainvigoreilgiornodellasua
pubblicazionenellaGazzettaUfficialedelRegno.
Ordiniamocheilpresentedecreto,munitodelsigillodelloSta
to,siainsertonellaRaccoltaufficialedelleleggiedeidecreti
delRegnod'Italia,mandandoachiunquespettidiosservarloe
difarloosservarecomeleggedelloStato.".
XVIII La presente Costituzione promulgata dal Capo
provvisorio dello Stato entro cinque giorni dalla sua ap
provazionedapartedell'AssembleaCostituente,edentra
invigoreil1gennaio1948.
IltestodellaCostituzionedepositatonellasalacomunale
di ciascun Comune della Repubblica per rimanervi espo
sto, durante tutto l'anno 1948, affinch ogni cittadino
possaprendernecognizione.
LaCostituzione,munitadelsigillodelloStato,sarinserita
nella Raccolta ufficiale delle leggi e dei decreti della Re
pubblica.
LaCostituzionedovresserefedelmenteosservatacome
LeggefondamentaledellaRepubblicadatuttiicittadinie
dagliorganidelloStato.
ALTALEX EDITORIA ELETTRONICA

MASSIMARIO.IT una banca dati on line con aggiornamento settimanale, consultabile
anche tramite il pratico formato pdf, che raccoglie oltre 10.000 sentenze massimate
pubblicate a partire da maggio 2007.
Ogni settimana riporta le 50 sentenze massimate pi significative, per un totale di
oltre 2.000 sentenze allanno.
Alle 50 decisioni pubblicate ogni settimana si affiancano altri utili strumenti:
i focus settimanali: schede di approfondimento sulla giurisprudenza in merito ad un
istituto, una questione recentemente sollevata o un determinato articolo dei codici;
il forum: una sorta di tavola rotonda permanente.
Sul sito www.massimario.it possibile consultare gratuitamente il primo numero in
pdf ed abbonarsi.


ALTALEXMESE il mensile di Altalex, disponibile in pdf e on line, diretto dal Prof. Avv.
Paolo Franceschetti, che presenta le pi importanti e recenti novit giurisprudenziali,
esplicate in sintetiche e pratiche schede corredate da normativa di riferimento,
esposizione del caso e punti di diritto.
Ogni mese pubblica oltre 30 rilevanti pronunce delle massime corti, civili, penali ed
amministrative, schematizzate ed annotate con un linguaggio chiaro che va dritto al
punto, per un totale di oltre 300 sentenze commentate allanno.
AltalexMese quindi anche unutile banca dati on line che raccoglie oltre 1.500
sentenze integrali corredate da un pratico commento.
Sul sito www.altalexmese.it possibile consultare gratuitamente il primo numero ed
abbonarsi.


FORMULARIOCIVILE.IT di Altalex la soluzione ideale per la pratica professionale
quotidiana, tra testo tradizionale e banca dati, poich raccoglie oltre 200 formule
sempre aggiornate, senza la necessit di acquistare sempre nuovi testi a ogni
modifica della normativa.
Ogni formula pu essere consultata direttamente sul web nonch scaricata in
formato Microsoft Word per una rapida rielaborazione.
In pi, ogni mese nuove formule accrescono la banca dati e, in caso di necessit di
una formula specifica, si pu richiederla nel canale dedicato del forum.
Sul sito www.formulariocivile.it possibile avere maggiori dettagli ed abbonarsi.
ALTAMEDIAZIONE.IT la nuova banca dati di Altalex sulla mediazione civile e
commerciale, la prima banca dati on line in materia, le cui caratteristiche principali
sono la completezza e l'aggiornamento ai pi recenti interventi legislativi.
AltaMediazione.it un pratico strumento di lavoro per affrontare il procedimento di
mediazione, indispensabile per i mediatori e per tutti i professionisti che si occupano
e si interessano di mediazione e negoziazione.
La banca dati costituisce una guida continuamente aggiornata per approfondire tutte
le tematiche legate al procedimento di mediazione, sia sotto il profilo normativo
legislativo, sia sotto il profilo delle tecniche di mediazione. L'opera rappresenta inoltre
una valida cassetta degli attrezzi anche per il professionista che si appresta ad
assistere una parte in mediazione.
Tutto il contenuto di AltaMediazione.it ricercabile tramite un pratico motore di
ricerca con lutilizzo di parole chiave ed suddiviso in diverse sezioni che ne
facilitano la consultazione:
x normativa e prassi
x giurisprudenza
x articoli e commenti
x formulario
x schemi e tabelle
x forum
Sul sito www.altamediazione.it possibile avere maggiori informazioni ed abbonarsi.


ELENCO AVVOCATI di Altalex una directory presente su tutte le oltre 6.000.000 di
pagine viste ogni mese su www.altalex.com con:
un riquadro con la descrizione dello studio, in rotazione tra quelli iscritti;
un collegamento alla pagina dell'elenco dove sar possibile ricercare per luogo,
materia e parola chiave tutti gli studi, in modo rapido ed efficace;
Le schede dei professionisti e degli studi compresi nellelenco appaiono a rotazione
oltre che nella homepage del sito www.altalex.com e dei canali tematici per
materia, anche in tutte le altre pagine del sito.
LElenco Avvocati di Altalex quindi uno strumento per dare visibilit alla propria
attivit e raggiungere una vasta platea di potenziali clienti utilizzando una vetrina
deccezione quale www.altalex.com, il primo sito giuridico on line, con oltre 6
milioni di pagine visitate, 2.500.000 di visite e 1.300.000 utenti unici al mese, tra cui
oltre agli operatori del diritto ci sono: altre categorie professionali, aziende e
semplici cittadini, che arrivano sul sito per dirimere i loro dubbi legali.
Sul sito www.elencoavvocati.it possibile avere maggiori dettagli, consultare lelenco
ed abbonarsi.
ALTALEX EDITORE

una giovane casa editrice specializzata, che nasce dallesperienza di
Altalex.com, il quotidiano on line con 1,3 milioni di utenti unici professionali al
mese.
Altalex Editore propone pubblicazioni giuridiche rivolte al mondo dei
professionisti che hanno come punti di forza il taglio pratico e innovativo, lo stile
chiaro, lanalisi di casi concreti, e soprattutto la garanzia di un costante
aggiornamento on line, assicurato dalla sezione Altalex Update di ogni volume.
Per maggiori informazioni consultare il sito www.altalexeditore.it.

Collana Altalex Professionale:
1. Responsabilit del medico e della struttura sanitaria pubblica e privata 2^
ed. di Domenico Chindemi;
2. Danni da circolazione stradale. Casi, procedure, checklist di Raffaele
Plenteda;
3. Procedimento sommario di cognizione di Elena Salemi;
4. Sicurezza sul lavoro. Guida pratica alla soluzione dei problemi di Manuela
Rinaldi;
5. Mediazione e conciliazione. Istruzioni per luso di Adriana Capozzoli;
6. Danni endofamiliari. Casi, quesiti, soluzioni di Domenico Chindemi e Giorgia
Cecchini;
7. Diritto dello sport. Ordinamento, giustizia e previdenza a cura di Gabriele
Nicolella;
8. Diritto e nuove tecnologie. Prontuario giuridicoinformatico a cura di
Michele Iaselli;
9. Decreto ingiuntivo europeo. Sistema e pratica del recupero crediti di
Giovanni Porcelli;
10. Processo penale minorile. Manuale operativo di Laura Biarella;
11. Decreto ingiuntivo. Manuale pratico con formulario di Riccardo Bianchini;
12. Danni da insidie stradali. Analisi e casistica di Raffaele Plenteda e Oronzo
Valentino Maggiulli;
13. Reati edilizi. Aspetti normativi e sanzionatori di Alessandro Ferretti;
14. Notifiche nel processo tributario di Domenico Chindemi;
15. Sanzioni amministrative. Accertamento e giudizio di opposizione di Sara
Occhipinti.

EC Esami e Concorsi
Esame di avvocato. Metodo, questioni ed esercizi per le prove scritte a cura di
Dario Colasanti;
Casi di giurisprudenza penale a cura di Paolo Franceschetti;
Casi di giurisprudenza civile a cura di Paolo Franceschetti.
Collana Codici Altalex
Codice della mediazione e della conciliazione commentato a cura di Rocchina
Staiano;
Codice del processo amministrativo commentato a cura di Rosaria Staiano e
Maurizio Danza;
Codice del turismo commentato a cura di Maria Teresa Rennis;
Codice del processo tributario annotato a cura di Francesco Antonio Genovese e
Salvatore Petillo;
Codice della privacy commentato a cura di Marco Alberto Quiroz Vitale;
Codice della famiglia e dei minori a cura di Altalex Redazione.