Sei sulla pagina 1di 46

I DINOSAURI

MILIONI DI ANNI FA, QUANDO GLI UOMINI ANCORA NON CERANO, LA TERRA ERA
POPOLATA DAI DINOSAURI, ANIMALI SIMILI ALLE LUCERTOLE, MA DAVVERO ENORMI.





QUANDO I DINOSAURI POPOLAVANO LA TERRA, FACEVA MOLTO PIU CALDO DI OGGI.
I DINOSAURI ERBIVORI AMAVANO STARE AL SOLE E MANGIAVANO TUTTO IL GIORNO,
MA DOVEVANO STARE ATTENTI AI DINOSAURI CARNIVORI, CHE POTEVANO ATTACCARLI
IN OGNI MOMENTO.




UN DINOSAURO ERBIVORO DOVEVA MANGIARE CONTINUAMENTE PER TENERE CALDO IL
PROPRIO CORPO. OGNI SETTIMANA MANGIAVA PI VERDURA, FOGLIE E RAMI DI QUANTO
PESASSE LUI STESSO.

UNO DEI DINOSAURI ERBIVORI PI GRANDI DI TUTTI ERA LAPATOSAURO, DETTO ANCHE
BRONTOSAURO O DINOSAURO DAL COLLO LUNGO. ERA LUNGO 24 METRI, ALTO 8 METRI
E PESAVA 35.000 KG. PER LE SUE DIMENSIONI ERA MOLTO LENTO E DIFFICILE DA
CACCIARE.

UNO DEI DINOSAURI PI FEROCI ERA IL TIRANNOSAURO, DETTO ANCHE T-REX.
ERA UN CARNIVORO PREDATORE, SEMPRE AFFAMATO E CON DENTI AFFILATI COME COLTELLI.

ANCHE SE NON ERA TRA I DINOSAURI PI GRANDI DI TUTTI,
IL T-REX ERA ENORME RISPETTO AD UN UOMO


ANCHE SE ERA PI PICCOLO, QUANDO UN TIRANNOSAURO ATTACCAVA UN APATOSAURO,
POTEVA SICURAMENTE AVERE LA MEGLIO.

CERANO ANCHE I VELOCIRAPTOR, DEI DINOSAURI PICCOLI MA FEROCISSIMI E MOLTO VELOCI,
CHE AVEVANO UNGHIE AFFILATE COME PUGNALI E CACCIAVANO SEMPRE IN GRUPPO.

CERANO MOLTISSIMI TIPI DI DINOSAURO: ALCUNI ASSOMIGLIAVANO ALLE LUCERTOLE
O ALLE IGUANE, ALTRI INVECE ERANO DIVERSI DA TUTTI GLI ANIMALI CHE CONOSCIAMO.



IL TRICERATOPO AVEVA TRE GRANDI CORNA E LA TESTA CIRCONDATA DA UNA SPECIE DI
CORONA SEMICIRCOLARE. ERA ERBIVORO E ASSOMIGLIAVA UN PO AD UN RINOCERONTE.

IL TRICERATOPO ED IL TIRANNOSAURO VISSERO NELLO STESSO PERIODO
E PROBABILMENTE GLI SCONTRI TRA LORO SARANNO STATI MOLTO DURI.

IL DILOFOSAURO FU UNO DEI PRIMI DINOSAURI CARNIVORI AD APPARIRE SUL NOSTRO PIANETA.
POSSEDEVA UNA STRANA CRESTA OSSEA SUL CAPO, ROTONDEGGIANTE,
CHE PROBABILMENTE SERVIVA COME UNA SPECIE DI "SEGNALE DI RICONOSCIMENTO".

ANCHE LE CODE DEI DINOSAURI POTEVANO ESSERE MOLTO DIVERSE TRA LORO.




LO STEGOSAURO ERA UN ERBIVORO CON UN PROFILO MOLTO PARTICOLARE, FORMATO DA UNA
SERIE DI PIASTRE LUNGO LA SCHIENA. IL SUO NOME SIGNIFICA "LUCERTOLA TETTO".

LANCHILOSAURO ERA ERBIVORO E AVEVA UNA CORAZZA DOTATA DI PLACCHE OSSEE
ORGANIZZATE IN FILE CHE LO PROTEGGEVA DAI PREDATORI.
ANCHE IL CRANIO E LE PALPEBRE ERANO DOTATE DI UNA CORAZZA.




IL PARASAUROLOFO POSSEDEVA UNA TESTA PARTICOLARISSIMA: SUL CRANIO DEI MASCHI SI
ERGEVA UNA CRESTA TUBOLARE CHE RAGGIUNGEVA 2 METRI DI LUNGHEZZA, CIO QUANTO LA
STATURA DI UN UOMO SUPERIORE ALLA MEDIA.

IL DIMETRODONTE AVEVA UNA LUNGA VELA SUL DORSO, CHE PROBABILMENTE GLI SERVIVA
PER CONTROLLARE IL CALORE. ERA UN SUPERPREDATORE E AVEVA DENTI DI DUE MISURE,
SIMILI AGLI INCISIVI E AI CANINI DEGLI ATTUALI MAMMIFERI .

I DINOSAURI ERANO MOLTO DIVERSI TRA LORO PER FORME E DIMENSIONI, A SECONDA
DEGLI STRUMENTI DI DIFESA O DI ATTACCO CHE DOVEVANO AVERE.

I DINOSAURI VIVEVANO SOLO SULLA TERRAFERMA. PER, NELLA STESSA EPOCA, NEL
MARE VIVEVANO DEI RETTILI CON GRANDI PINNE. DIVERSAMENTE DAI PESCI, QUESTI
RETTILI DOVEVANO VENIRE A GALLA PER RESPIRARE.





I PLESIOSAURI ERANO SIMILI A SERPENTI PASSATI ATTRAVERSO IL CORPO DI UNA TARTARUGA.





GLI ITTIOSAURI ASSOMOGLIAVANO A GROSSI PESCI, MA ERANO ANCHESSI DEI RETTILI.
ERANO DEI PREDATORI MOLTO VELOCI E AVEVANO UN MUSO AGUZZO.

CERANO ANCHE GLI PTEROSAURI, CHE NON ERANO DINOSAURI MA DEI GRANDI RETTILI
VOLANTI CHE VISSERO NELLO STESSO PERIODO.
IL PiU FAMOSO TRA LORO ERA LO PTERODATTILO. IL SUO NOME SIGNIFICA DALLE DITA ALATE
E LA SUA APERTURA ALARE POTEVA ARRIVARE A 2,5 METRI.


LO PTERANODONTE STATO UNO DEI MAGGIORI ESEMPLARI DI PTEROSAURO ESISTITI,
CON UN'APERTURA ALARE CHE AVREBBE POTUTO RAGGIUNGERE I 7 METRI. IL SUO NOME
SIGNIFICA ALATO SENZA DENTI. QUESTO RETTILE VOLANTE SI BUTTAVA IN PICCHIATA
PER CATTURARE I PESCI DEI QUALI SI CIBAVA.


IL RANFORINCO ERA UN PICCOLO PTEROSAURO CHE AVEVA UNA LUNGA CODA





I DINOSAURI FACEVANO LE UOVA E LE DISPONEVANO A CERCHIO NEI NIDI. LE LORO UOVA
ERANO OVALI E QUANDO SI SCHIUDEVANO LA MAMMA CURAVA I CUCCIOLI PER UN PO DI
TEMPO, INSEGNANDO LORO A MANGIARE E A DIFENDERSI.


IN PARTICOLARE LA MAIASAURA, IL CUI NOME SIGNIFICA BUONA MADRE LUCERTOLA,
ERA UN ERBIVORO CHE ACCUDIVA, NUTRIVA E CURAVA I CUCCIOLI.

AD UN CERTO PUNTO, PER, TUTTI I DINOSAURI SI ESTINSERO, CIOE MORIRONO E SCOMPARVERO.



PROBABILMENTE IL SOLE SI OSCUR PER LA CENERE PRODOTTA DA TREMENDE ERUZIONI
VULCANICHE


O PER IL POLVERONE SOLLEVATO DA UN METEORITE CHE COLPI LA TERRA.

QUANDO IL SOLE SI OSCUR , COMINCI A FARE MOLTO FREDDO.
I DINOSAURI CHE, COME TUTTI I RETTILI, AMANO IL CALDO, NON RIUSCIRONO AD ADATTARSI
A QUESTO CAMBIAMENTO DI TEMPERATURA E UN PO ALLA VOLTA SI ESTINSERO.



DOPO LESTINZIONE DEI DINOSAURI, COMPARVERO I PRIMI MAMMIFERI. SPESSO ERANO
ANIMALI COPERTI DI PELLICCIA, COME I MAMMUTH E LA TIGRE DAI DENTI A SCIABOLA.







CHE COSA CI RESTA OGGI DEI DINOSAURI?


TUTTO QUELLO CHE SAPPIAMO SUI DINOSAURI STATO RICOSTRUITO DAI FOSSILI, CIO
ANTICHE OSSA E RESTI SEPOLTI NEL TERRENO CHE SONO STATI RITROVATI SOPRATTUTTO IN
AMERICA, IN ASIA E IN EUROPA.

LE OSSA E GLI ALTRI RESTI DEI DINOSAURI, COL PASSAERE DEL TEMPO,
SI SONO PIETRIFICATI TRASFORMANDOSI IN FOSSILI

I FOSSILI SONO RESTI DI ORGANISMI UN TEMPO VIVENTI,
COME OSSA, DENTI, UOVA, CONCHIGLIE, IMPRONTE, TRACCE


GLI STUDIOSI CHE CERCANO, RACCOLGONO, DOCUMENTANO E ANALIZZANO LE TRACCE
MATERIALI DEL PASSATO SONO GLI ARCHEOLOGI.
GLI ARCHEOLOGI CHE STUDIANO I RESTI Pi ANTICHI COME I FOSSILI SONO I PALEONTOLOGI.

QUANDO VENGONO RITTROVATE TUTTE LE OSSA DI UN DINOSAURO, E POSSIBILE RICOSTRUIRE LO
SCHELETRO E DA QUELLO IMMMAGINARE COME DOVEVANO ESSERE I MUSCOLI, GLI OCCHI, LE
ORECCCHIE, LA CARNE E TUTTO IL RESTO.



MOLTI SHELETRI DI DINOSAURO SONO ESPOSTI NEI MUSEI DI TUTTO IL MONDO
E POSSONO ESSERE AMMIRATI DA TANTISSIME PERSONE.


IN ALCUNI FILM GLI SCIENZIATI RIESCONO A RIPORTARE IN VITA I DINOSAURI PARTENDO DA UNA
GOCCIA DEL LORO SANGUE.


TRA QUESTI FILM, IL PIU FAMOSO JURASSIC PARK


IN REALTA, SE ANCHE SI TROVASSE UNA GOCCIA DI SANGUE DI DINOSAURO CONSERVATA NELLO
STOMACO DI UNA ZANZARA IMPRIGIONATA NELLA RESINA DI UN ALBERO, SAREBBE MOLTO
DIFFICILE RIPORTARE IN VITA UN DINOSAURO. PRIMA DI TUTTO, BISOGNEREBBE ESSERE SICURI
CHE FOSSE PROPRIO IL SANGUE DI UN DINOSAURO. SE POI ANCHE SI ARRIVASSE AD UN CLONE DI
DINOSAURO, NON SI POTREBBE PREVEDERE CHE TIPO DI DINOSAURO SAREBBE.


INOLTRE, SAREBBE MOLTO PERICOLOSO INTRODURRE UN DINOSAURO, MAGARI ENORME E
CARNIVORO, IN UN AMBIENTE CHE NON FOSSE IL SUO.
LE CONSEGUENZE SAREBBERO IMPREVEDIBILI E POTENZIALMENTE PERICOLOSISSIME.