Sei sulla pagina 1di 9

www.libertasicilia.it mail: libertasicilia@gmail.

com Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987


Politica
Costituito il gruppo
consiliare di Sel
al Comune
a pagina due
Presentata la rosa del Siracusa
Sbloccati i lavori
per la radioterapia
Si sono consuma-
ti atti concreti nelle
ultime ore da parte
dellAsp 8 di Siracusa
per lavvio del can-
tiere per la costruzio-
ne della radioterapia
A pagine quattro
CITTA EVENTI
POLITICA NONSOLOCRONACA
Cronaca
Noto, tre ordigni
bellici ritrovati in
contrada Stallaini
a pagina sette
Fissata per luned prossimo la relativa conferenza dei servizi
Atto di indirizzo impian-
tare un albero per ogni
bambino nato o adottato.
Lo ha presentato la Vinci.
A pagine tre
Un albero
per ogni
neonato
Nel giro di un mese e mezzo saranno effettuati i lavori
per il ripristino della gradinata dello stadio Nicola De
Simone. Questo in sintesi il messaggio inviato questa
mattina dal sindaco Giancarlo Garozzo.
Si punta a valorizzare il turismo diportistico
Porto turistico Spero
Si verifca il progetto
di Concetto Alota
La politica la scienza e
l'arte del governare; cio
la teoria e la pratica con
oggetto la costituzione,
l'organizzazione, l'ammini-
strazione dello stato e la di-
rezione della vita pubblica.
Oppure, l'attivit svolta per
il governo di uno stato, il
modo di governare, l'insie-
me dei provvedimenti con
cui si cerca di raggiungere
determinati fni in favore
della comunit che si am-
ministra. Il governo della
vita politica, sociale e gli
indirizzi generali per il po-
sitivo risultato a favore dei
cittadini che si governano,
compreso tutte le misure.
Mafa-politica
stessi metodi
di gestione
Si terr il prossimo 8 set-
tembre la Conferenza dei
Servizio per la verifca del
progetto per la realizzazio-
ne dellapprodo Marina di
Archimede. Il progetto per
la realizzazione di un porto
turistico allinterno del
Porto Grande di Siracusa,
per opera della Societ
Spero, mira a diventare
un valido strumento per la
valorizzazione del turismo
siracusano, oltre a quello
direttamente funzionale
A pagina cinque
A pagine sei
gioved 4 settembre 2014 Anno XXvii n. 202 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafca S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 0,50
Quindici alunni del Liceo
Scientifco Statale Lui-
gi Einaudi di Siracusa: a
Dublino.
A pagine sette
Studenti
Einaudi
a Dublino
Con 21 voti favorevoli,
5 contrari ed 1 astenuto,
il Consiglio comunale ha
approvato e resa immedia-
tamente esecutiva la con-
venzione con il Comune di
Solarino per la gestione.
A pagine due
Approvata
convenzione
per lacqua
Entro 40 giorni
il ripristino
della gradinata
A pagine quattro
Quotidiano della Provincia di Siracusa Sicilia
CRONACA DI SIRACUSA 2 Sicilia 4 SETTEMBRE 2014, GIOVED
Con 21 voti favore-
voli, 5 contrari ed 1
astenuto, il Consiglio
comunale ha appro-
vato e resa immedia-
tamente esecutiva la
convenzione con il
Comune di Solarino
per la gestione in for-
ma associata del servi-
zio idrico.
Il provvedimento asse-
gna il ruolo di capofla
a Siracusa, dove avr
anche sede l'associa-
zione, e all'assemblea
dei sindaci le attivit
di indirizzo e program-
mazione. Prevede, tra
laltro, che il perso-
nale assegnato deve
essere gi in servizio
nelle due Amministra-
zioni; affda a ciascun
Comune le competen-
ze fnanziarie e la ve-
rifca nei rispettivi ter-
ritori della regolarit
del servizio; prevede
che la gestione venga
data in concessione
a un privato, mentre
ciascun Comune ri-
sponder in solido di
eventuali responsabi-
lit accertate relativa-
mente alle procedure
per l'individuazione
del concessionario.
Ladozione dellatto
stata preceduta da-
gli interventi di alcuni
consiglieri ( Firenze,
Castagnino, Princiotta
e Rodante ) che hanno
contestato la compe-
tenza in capo al Con-
siglio e la sua stringa-
tezza nonch, in caso
di sua approvazione,
leventuale invalidit
del bando sulla ge-
stione idrica, avendo
questultimo precedu-
to il primo e non vi-
ceversa. I consiglieri
Firenze e Castagnino,
inoltre, hanno sostenu-
to come il bando sulla
gestione idrica in for-
ma associata sia ille-
gittimo in quanto non
pubblicato sulla Gaz-
zetta uffciale europea,
mentre dubbi sono sta-
ti sollevati sul numero
dei dipendenti da assu-
mere, passati da 74 a
85, nonch sulle tariffe
rispetto alla preceden-
te gestione. Favorevol-
mente, invece, si sono
espressi i consiglieri
Castelluccio, Di Lo-
renzo e Acquaviva.
Per lAmministrazione
intervenuto lasses-
sore alle Infrastrutture
Gianluca Rossitto, che
ha ribadito la legittimi-
t amministrativa del
provvedimento attesa
la presenza di tutti i vi-
sti di regolarit tecnica
e contabile, mentre nel
merito dellatto ha par-
lato di usualit dello
schema di convenzio-
ne. Sul bando di dispo-
nibilit, invece, Ros-
sitto ha escluso profli
di illegittimit per non
avere fatto ricorso alla
procedura europea in
quanto lAmministra-
zione ha scelto liter
dellavviso pubblico
di manifestazione di
interesse e per la prima
volta ha posto requisiti
e condizioni di parte-
cipazione molto strin-
genti, dal fatturato alla
maturata esperienza
dimpresa, dallassun-
zione di personale gi
impiegato allobbli-
go del ritrasferimento
delle quote al termine
dellaffdamento.
Nel dibattito poi in-
tervenuto il sindaco,
Giancarlo Garozzo,
che ha parlato di Atto
di buon senso nelle-
Servizio idrico
passa in aula
la convenzione
con Solarino
Costituito
il gruppo Sel
al Comune
di Siracusa
VENTUNO I VOTI A FAVORE CONTRO 5 NO
POLITICA
Nel corso della seduta di marted
sera del Consiglio comunale, si
costituito uffcialmente il gruppo
consiliare di Sel, Sinistra Ecologia
e Libert. E stato formato con
una comunicazione ufficiale al
presidente del Consiglio comunale,
Leone Sullo, al sindaco Giancarlo
Garozzo, al direttore generale
Vincenzo Migliore e al segretario
generale del comune di Siracusa,
avvocato Daniela Costa.
E formato da tre consiglieri che
fanno capo ad Enrico Lo Curzio.
Ne fanno parte i consiglieri comu-
nali Giuseppe Rabbito e Gaetano
Malignaggi che erano stati eletti
poco pi di un anno addietro nella
lista Sel-Garozzo e Renzi. Poco o
nulla cambia negli assetti politici
di maggioranza. I tre consiglieri
rimangono a sostegno della Giun-
ta Garozzo anche se sostengono
vogliono essere rifessivi e critici in
ambito di discussione in aula quan-
do necessario rispetto allazione
amministrativa.
Nel dibattito sulla gestione del ser-
vizio idrico integrato intervenuto
inoltre il sindaco, Giancarlo Garoz-
zo, che ha parlato di Atto di buon
senso nellemergenza in corso, di
assenza di alternative allo stesso,
di unico strumento per assicurare
continuit di servizio e tutela dei
lavoratori. Nel merito del bando,
infne, ha difeso la bont della gara
negoziata che Ha permesso a ben 5
imprese di fare una proposta men-
tre la possibilit del rinnovo oltre
lanno fno a 3 anni E stata dettata
dalla preoccupazione che la Regio-
ne non vari per tempo una legge di
riordino della materia, con possibili
ulteriori disagi alla scadenza. Sulle
tariffe, infne, il Sindaco ha ricordato
la riduzione, rispetto alla gestione pre-
cedente del costo al mc, delle spese di
allaccio alla rete idrica e di installazio-
ne del contatore.
Il Consiglio ha inoltre approvato tre
dei quattro provvedimenti di natu-
ra urbanistica allordine del giorno,
riguardanti un convenzionamento
allinterno di un piano di lottizzazione
gi approvato, lapprovazione del pro-
getto defnitivo della nuova strada di
collegamento di via Napoli con via
Pordenone/via Politi Laudien, e so-
prattutto il Regolamento per lasse-
gnazione in diritto di superfcie delle
Il Sindaco: Un atto
di buon senso
nellemergenza
aree per servizi acquisite al patrimonio
indisponibile del Comune, Provvedi-
mento che- dichiara il presidente del-
la commissione Urbanistica, Alfredo
Foti- segna una svolta storica e cultu-
rale per la citt perch dar decoro a
tanti contesti urbani adesso abbando-
nati.
Il nuovo Regolamento sar illustra-
to nel corso di una conferenza stam-
pa in programma questa mattina alle
ore 10.30, alla Sala Archimede alla
presenza del sindaco, Giancarlo Ga-
rozzo, dellassessore alle Infrastruttu-
re, Gianluca Rossitto, del presidente,
Alfredo Foti e dei componenti della
commissione Urbanistica.
In foto, seduta del Consiglio comunale.
4 SETTEMBRE 2014, GIOVED Sicilia 3 CRONACA DI SIRACUSA
Dopo una pausa durata nove anni torna, allAntico Mercato di Ortigia, la
kermesse di jazz, Labirinti Sonori. I dettagli delliniziativa, che si svolger
dal 5 al 7 settembre, saranno presentati nella conferenza stampa, che si terr
oggi nella Sala Archimede. Saranno presenti, il sindaco Giancarlo Garozzo,
lassessore alle Politiche culturali, Turismo e Spettacolo, Francesco Italia e gli
organizzatori della manifestazione.
Dopo 9 anni torna il jazz
allAntico mercato dOrtigia
Castagnino: Atto illegittimo
Garozzo: Nessuna proposta
Il gruppo del
nuovo Centro
Destra ha punta-
to il dito contro
la maggioranza
BOTTA E RISPOSTA SULLA QUESTIONE DEL SERVIZIO IDRICO
Le polemiche per la ge-
stione del servizio idrico
sono proseguite anche fuo-
ri dallaula. Ieri mattina, il
gruppo di Nuovo Centro
Destra ha tenuto una con-
ferenza stampa per puntare
il dito contro l'amministra-
zione comunale e contro la
maggioranza del Consiglio
comunale che ha dato vita
alla convenzione con il
comune di Solarino per la
gestione del servizio per la
durata di un anno.
Per noi il problema lega-
to alla miniera acqua e alle
sue pepite - spiega il consi-
gliere comunale Salvo Ca-
stagnino - Con lesito del
voto di ieri sera in aula la
maggioranza si dimostra-
ta attaccata a queste pepite
ed in particolare qualche
consigliere ha voluto te-
nersele tutte per se queste
pepite. Il riferimento al
consigliere Elio Di Loren-
zo, che intervenuto al di-
battito in aula pur essendo
parte interessata allassun-
zione degli 85 ex dipen-
denti della Sogeas e che a
giudizio della minoranza
avrebbe dovuto astenersi
dal voto e dalla discussio-
ne.
Stiamo parlando di un ap-
palto da 16 milioni di euro
per il quale a nostro giudi-
zio andava fatta un bando
di gara europeo e non una
selezione - dice Castagnino
- per laffdamento del ser-
vizio che, tra laltro, essen-
do della durata di un anno,
non pu prevedere una pro-
roga di due anni come pre-
vede la normativa.
La cosa pi grave - con-
tinua Castagnino - che il
bando che assegna il servi-
zio senza prevedere ma non
il soggetto giuridico che lo
gestisce. Abbiamo richie-
sto prima che fosse indivi-
duato prima il soggetto giu-
ridico e poi il bando,ma la
maggioranza per fretta ha
fatto di testa sua e soltan-
to oggi, ha rimediato evi-
denziando che il soggetto
giuridico sono i comuni di
Siracusa e Solarino e quin-
di la responsabilit degli
enti di converso quella di
noi cittadini.
Il sindaco replica: Sono
polemiche sterili. In Con-
siglio comunale ho chie-
sto alla minoranza di farsi
promotrice di una proposta
alternativa per garantire i
posti di lavoro, invece sono
pervenute soltanto accuse.
Che il bacino di dipenden-
ti della Sogeas fosse trasfe-
rito lo si sapeva da tempo.
Perch smettere adesso?
Ogni consigliere comunale
risponde delle proprie azio-
ni e Di Lorenzo avr fatto
bene le sue valutazioni.
E poi non vedo alcuna in-
compatibilit perch anco-
ra manca laffdamento del
servizio. Torneremo in con-
siglio comunale a distanza
di un anno e in quella sede
si decider se dare proroga
o meno. Dipende tutto dalla
legge di riordino dellacqua
pubblica che la Regione Si-
cilia chiamata ad esitare.
R.L.
Il consigliere comunale,
avv. Fabio Rodante, grup-
po Progetto Siracusa- Art.
4, in commissione Bilancio
ha proposto allassessore al
Bilancio, Gianluca Scro-
fani un piano di conven-
zione per nuove locazioni
a canoni convenzionati a
favore delle famiglie biso-
gnose siracusane. La citt
di Siracusa vive una situa-
zione di diffcolt econo-
mica e sociale che colpisce
sempre pi nuclei famiglia-
ri, costretti in situazioni di
morosit e spesso vittime di
intimazioni di sfratto. Gli
alloggi popolari non riesco-
no a colmare le richieste in
aumento di assistenza che
provengono da un numero
sempre maggiore di con-
cittadini in diffcolt e per
questo, in collaborazione
con la Caritas diocesana di
Siracusa, ho proposto una
convenzione che possa tu-
telare i cittadini proprietari
di immobili non utilizzati,
disponibili a concedere gli
stessi in locazione, con ca-
noni sociali o calmierati,
a cittadini in diffcolt in-
seriti nelle liste di attesa o
di assistenza del comune di
Siracusa. Acquisita anche
la disponibilit della Cari-
tas diocesana di Siracusana
a monitorare le famiglie in
diffcolt, garantendo agli
uffci comunali tutte le in-
formazioni utili a garantire
il corrette utilizzo dei beni
immobili concessi in loca-
zione e la veridicit dello
stato di bisogno dei richie-
denti, si potrebbe ottenere
dal comune di Siracusa un
incentivo per i proprieta-
ri di seconde case preve-
dendo una modifca del
regolamento e delle tariffe
IMU affnch si introduca
una sostanziale detrazione
dellimposta sugli immo-
bili concessi in locazione,
Rodante:
Subito un piano
di convenzione
per nuove
locazioni
Atto di indirizzo impiantare un albero
per ogni bambino nato o adottato. Lo ha
presentato la consigliera comunale Cetty
Vinci che fa notare come la legge in vi-
gore dal febbraio 2013 impone ad ogni
Comune di piantare un albero per ogni
bambino nato, una norma che, per lo pi,
rimasta una petizione di principio, in
quanto poche realt si sono effettivamen-
te organizzate per rendere effcace lau-
tomatismo che porta alla piantumazione
di un albero ad ogni nascita o adozione,
Un albero per ogni nato a Siracusa
chiediamo allamministrazione di condur-
re in questo senso una battaglia affnch
la legge trovi rigida applicazione anche a
Siracusa: Lelevato numero di piante che
porterebbe sul territorio ogni anno permet-
terebbe di dare un notevole contributo alla
citt evitando anche sanzioni da parte del
comitato per lo sviluppo del verde pubblico
istituito dal Ministero dellAmbiente.
Consapevoli delleffetto positivo che ogni
albero produce per il contesto in cui viene
inserito.
PRESENTATO UN ATTO DINDIRIZZO DA CETTY VINCI
In foto, il consigliere Salvo Castagnino. Sotto, Cetty Vinci.
IL SINDACO GAROZZO REPLICA ALLE ACCUSE
Presentata la quattordicesima
edizione di Lithos a Ferla
Un inno alla donna e alla sua voce.. ogni essere uma-
no ha la voce di una donna radicata nelle proprie vi-
scere, e a chi, per fatalit, dovesse essere venuta a
mancare prematuramente, la immagina nei propri so-
gni. dedicata alla fmmina e alla voce delle sue
molteplici emozioni la XIV Edizione di Lithos,
rassegna nazionale di musica popolare acustica e
contemporanea che ogni primo fne settimana di Set-
tembre, risveglia con i propri suoni la suggestiva sca-
linata del Convento dei Cappuccini di Ferla, cornice
ideale della manifestazione. Diretta da Carlo Murato-
ri, cantautore, fondatore e mentore della manifesta-
zione, la rassegna sar animata da innumerevoli volti
femminili a partire dalle presentatrici alle musiciste
che diletteranno e ammalieranno con le loro voci il
pubblico Sabato 6 e Domenica 7 Settembre. Ma, non
solo artiste, donne della contemporaneit - avvocates-
se, politiche, editrici, - che quotidianamente lottano,
sgomitano e alzano con successo la propria voce in
ambiti spesso confnati entro la sfera maschile, rac-
conteranno e condivideranno - spiega lassessore a
Lithos, Floriana Raudino - il loro essere donna nella
societ contemporanea durante Vuci di fmmina, il
tardo pomeriggio del Sabato. E donne ancora don-
ne, animeranno per la prima volta la rassegna con una
sflata di abiti non convenzionali Dressin Lithos, il
pret a porter del riuso, con modelli interamente cuciti
a mano rifondendo vita a materiali, da qualcuno con-
siderati di scarto,ma notevole fonte di ispirazione per
le artiste del gruppo Ricicreo Ferla.
Toccher, quindi, alla suadente voce di Nicoletta
Fiorina, artista alla ricerca del ritmo popolare unito
a parole che gridano con forza allamore e alla giusti-
zia sociale, aprire la XIV edizione Sabato 6 Settem-
bre alle ore 21.30. Alle 22.00 seguir la perfomance
della catanese Rita Botto accompagnata dalla Banda
Nel giro di un mese e
mezzo saranno effettuati i
lavori per il ripristino della
gradinata dello stadio Ni-
cola De Simone. Questo in
sintesi il messaggio inviato
questa mattina dal sindaco
Giancarlo Garozzo, che
insieme con il vice sinda-
co Frabncesco Italia e con
lassessore Maria Grazia
Cavarra, ha partecipato alla
presentazione del Citt di
Siracusa. La cerimonia si
tenuta al salone Borsellino
con un ritardo di unora e
venti minuti rispetto alle
previsioni della vigilia. Il
sindaco stato omaggiato
con una maglia persona-
lizzata, il vice sindaco e
l'assessore allo sport anche
loro premiati dall'ammini-
stratore delegato Gaetano
Albergamo con una targa
ricordo. I dirigenti del Citt
di Siracusa e le istituzioni
locali hanno confermato,
ancora una volta, la vo-
lont di riportare in alto i
colori azzurri. Entro 45
giorni il 'De Simone' sar
totalmente agibile. Cos
il sindaco Garozzo che nei
prossimi giorni sottoscrive-
r il proprio abbonamento
da semplice tifoso, cos
come il vice sindaco Italia
In foto, la presentazione del Citt di Siracusa al Vermexio.
La gradinata sar ripristinata
entro un mese e mezzo
Presentata ieri mattina al salone Borsellino
la rosa e lo staff tecnico del Citt di siracusa
LO HA ASSICURATO IL SINDACO INTERVENUTO ALLA CERIMONIA
e l'assessore Cavarra. Al
termine della presentazione
simpatica foto di gruppo al
Duomo. Il Citt di Siracusa
immortalato in un fanta-
stico scenario ha colpito
l'attenzione dei pi che non
hanno perso l'occasione per
fotografare i nostri ragazzi.
Tanti i turisti incuriositi
che hanno partecipato al
divertente siparietto.
Dal canto suo la squadra
non si fermata un atti-
mo. Doppia seduta anche
quest'oggi e domani clas-
sica partitella del gioved.
La prima di campionato
ormai alle porte e al De
Simone arriver il Citt
di Scordia. Fischio d'inizio
fssato alle ore 16.00. Ri-
cordiamo che in Tribuna si
pagher 10,00 e in Curva
5,00 . Ingresso omaggio
per le donne e gli under 12.
Per tornare ai lavori in
gradinata, il primo cittadino
ha assicurato che lammi-
nistrazione comunale sta
disponendo le necessarie
risorse per ripristinare
luso degli spalti che la
commissione di vigilanza
ha ritenuto a rischio cedi-
mento per la parte in legno
e tubi Innocenti. Tutto bene,
invece, per il manto erboso,
La ditta in questi giorni sta
effettuando degli innesti in
quelle parte in cui il manto
spelacchiato.
CRONACA DI SIRACUSA 4 Sicilia 4 SETTEMBRE 2014, GIOVED
EDIZIONE DEDICATA ALLA FIMMINA, SI PARTE SABATO PROSSIMO
sAnitA
Radioterapia
Sbloccato
liter
Si apre
il cantiere
al Rizza
Si sono consumati atti
concreti nelle ultime ore
da parte dell'Asp 8 di
Siracusa per lavvio del
cantiere per la costru-
zione della radioterapia
allospedale Rizza di
Siracusa.
Lon. Enzo Vinciullo
intervenuto ieri mattina
per fare il punto della si-
tuazione. Convalidato
il progetto da parte uf-
fci dellAsp - ha detto
Vinciullo - adesso il di-
rettore generale dar il via
libera al progetto e quindi
alla frma del contratto
con la consegna dei lavo-
ri.
E necessario ricordare
che i fondi dovranno es-
sere spesi entro giugno
del prossimo anno. Anche
se ci non sar possibile
farlo in undici mesi, mi
sembra chiaro che, par-
tendo oggi i lavori entro
settembre 2015 dovremo
avere il collaudo dello-
pera per non perdere il
fnanziamento.
Le somme sono state
stanziate nel dicembre
2010 ma si perso tutto
questo tempo senza alcun
costrutto.
La mia costanza ha fatto
superare tutte le diffcolt
- dice Vinciullo - Ci sono
voluti dieci mesi per su-
perare tutti i problemi e
addirittura ho dovuto ri-
chiedere lintervento del-
la commissione regionale
antimafa per evitare che
si incancrenissero.
La paura ha riportato tutti
i soggetti alla calma e alla
ragione al punto che oggi
siamo alla conclusione
delliter procedurale.
Questo un fatto impor-
tante - conclude Vinciullo
- che libera Siracusa dal-
la servit nei confronti di
Catania che possiede l'ac-
celeratore lineare. Non lo
scopro oggi che una serie
di poteri forti, legati alle
cliniche private di altre
province, che hanno in-
fuito e opporsi affnch
Siracusa fosse libera da
questo cappio.
4 SETTEMBRE 2014, GIOVED Sicilia 5 CRONACA DI SIRACUSA
Porto turistico
Il progetto Spero
in conferenza servizi
RIUNIONE AL COMUNE L8 SETTEMBRE
Si terr il prossimo 8 set-
tembre la Conferenza dei
Servizio per la verifca del
progetto per la realizzazio-
ne dellapprodo Marina di
Archimede.
Il progetto per la realizza-
zione di un porto turistico
allinterno del Porto Gran-
de di Siracusa, per opera
della Societ Spero, mira
a diventare un valido stru-
mento per la valorizzazione
del turismo siracusano,
oltre a quello direttamente
funzionale di approdo per il
diporto nautico in generale.
I rappresentanti della Spe-
ro, del Comune di Siracusa,
della Soprintendenza e
dellAssessorato regionale
allAmbiente e tutti i sog-
getti interessati, tratteranno
il progetto in conformit a
una rivisitazione dellintera
opera lungo il litorale, che
oggi abbandonato, dove
turistico e la possibilit per
i cittadini di poter utilizzare
una spiaggia libera attrez-
zata con tutti i necessari
servizi e confort.
Siracusa un luogo che
si presta allo sviluppo del
turismo in tutti i sensi,
avendo grandi ricchezze
come la storia, la cultura,
larcheologia e una strug-
gente bellezza naturale.
Con due porti in una straor-
dinaria posizione strategica
nel Mediterraneo, deve
trovare tutti i necessari
progetti per indirizzare lo
sviluppo economico verso
nuovi orizzonti legati al
turismo, sganciandosi dalla
monotematica economia
industriale.
La programmazione deve
essere di lunga scadenza,
diretta al cuore delle nuove
occasioni che leconomia
pu concedere se concordi
alla naturale risorsa del
territorio, come nel nostro
caso. Le forze politiche in
generale hanno accolto con
soddisfazione la notizia del-
la ripresa del progetto per
il porto turistico,Marina
di Archimede, in quellan-
golo ormai abbandonato da
anni e brutto a vedersi. La
riqualifcazione dellinte-
ro territorio comporter
un godere alla vista, ma
soprattutto potr ridare
nuova linfa al comparto
del turismo che arranca per
mancanza dinfrastrutture.
Opposizione e maggioran-
za politica hanno gi dichia-
rato lappoggio senza con-
dizioni al progetto; grande
soddisfazione anche per le
categorie come, agenzie
marittime, diportisti, com-
mercianti, artigiani, tassisti
e tutti i rappresentanti delle
categorie satellite.
Sembra ieri eppure sono passati due lun-
ghi anni dalla dolorosa scomparsa di Nuc-
cio Annino , strappato anzitempo agli affetti
familiari di cui andava giustamente fero .
A perpetuarne il ricordo e a renderlo inde-
lebile , le molte, signifcative pagine di una
vita suddivisa fra famiglia , lavoro e culto
dellamicizia, un trinomio di valori che
hanno caratterizzato e impreziosito la sua
esistenza intrisa di gesti di generosit , di
altruismo e di grande umanit . Ed proprio
la rivisitazione del suo vissuto attraverso la
Ricordo commosso di Nuccio Annino
testimonianza dei fgli, Oreste, Gaetano ed Er-
manno , stretti attorno alla fgura carismatica
della madre , signora Marinella, moglie tenera
e affettuosa , che con Lui ha condiviso oltre
mezzo secolo di vita insieme , a tenere viva
la luce del suo ricordo scritto ormai a caratte-
ri indelebili nella mente e nel cuore di chi lo
ha conosciuto e stimato . Familiari ed amici
lo hanno ricordato iweri sera nel corso di una
Messa celebrata nella Chiesa di San Giovanni
Battista allImmacolata . Nella triste ricorren-
za giungano alle famiglie Annino le espressio-
A DUE ANNI DALLA SUA PREMATURA SCOMPARSA
Lotti 6,7 e 8 dellautostrada Siracusa-Gela,
da Rosolini a Modica. stato frmato nella
sede dellAnce a Ragusa il protocollo che
disciplina gli appalti, i subappalti, le modalit
di occupazione del personale e le garanzie
Autostrada Rosolini
Modica: sottoscritto
un protocollo
DISCIPLINA GLI APPALTI, I SUBAPPALTI E LOCCUPAZIONE sindacali per i lavoratori. Erano presenti i
vertici dellAnce e i segretari nazionali della
Fillea CGIL, Manola, della Feneal Uil, Giddio
e della Filca Cisl, Vari, oltre ai dirigenti della
Condotte Roma e della Cosedil, le ditte che
si sono aggiudicate lappalto. Il protocollo
dovrebbe garantire loccupazione del 70-80
per cento di maestranze locali. Ci sono per
ancora dei nodi da sciogliere: il ricorso di una
delle aziende che h partecipato alla gara, il cui
esito dovrebbe arrivare dal Cga di Palermo in
questi giorni e il completamento della bonifca
del tracciato da ordigni bellici. Il Cas, respon-
sabile della bonifca, fnora ha effettuato il 20%
dellintervento. Solo dopo il completamento,
il Cas potr fornire il Bob.
In alto e sopra, il porto turistico.
stata eliminata lisola artif-
ciale sul mare, diventando
cos esecutivo dopo liter
burocratico che inizier con
la Conferenza dei Servizi.
Il Turismo, dunque,quale
valida strada verso il rina-
scimento delleconomia
siracusanachesperiamo
stavolta comincer a navi-
gare verso la svolta tanta
aspettata e sperata.
Buone notizie dunque dal
rilancio dellapprodo Ma-
rina di Archimede, che
con la variante al progetto
ritorna dattualit per la
fattibilit dellimportante
opera. Si tratta nella buona
sostanza di un water-front,
dove insisteranno contem-
poraneamente un porto
ni del nostro sincero, immutato rimpianto.
A.G.
Chi partecipa alla vita
pubblica del governo
del popolo scelto su
base maggioritaria,
con votazioni libere e
democratiche, secon-
do la propria capacit
e competenza, oltre
che del grado di one-
st, attraverso i partiti
politici organizzati,
secondo la Carta Co-
stituzione. Se invece
riportiamo la descri-
zione di che cosa la
mafa e confrontiamo
la relazione diretta
con la politica, pensia-
mo subito come tutti i
punti si accomunino.
La scienza e l'arte del
governo, con oggetto
la capacit della co-
stituzione e l'ammi-
nistrazione di un sog-
getto, legale o fuori
dalla legge, che si pu
chiamare stato o asso-
ciazione "cosa nostra",
"camorra" o "ndran-
gheta", lobby, con lo
scopo di raggiungere
determinati traguardi
e obiettivi in favore
della comunit che
si amministra, sono
esattamente uguali.
Nei fatti pratici e nella
buona sostanza, si trat-
ta di una semplice in-
terpretazione: la poli-
tica deve amministrare
i beni dei cittadini con
il necessario risvolto
sociale, politico, eco-
nomico che deve ga-
rantire trasparenza e
onest, cos come la
mafa deve conciliare
gli aspetti di ogni azio-
ne capace di apportare
benefci ai suoi fedeli
"associati", senza l'im-
pegno dell'onest, ma
del solo onore verso
i propri "fratelli" di
avventura. Le diffe-
renze: mentre la po-
litica dovrebbe agire
con schemi legalizzati
dallo stato di diritto
democratico, dietro la
delega del popolo, la
mafa per raggiungere
gli obiettivi utilizza
la violenza, il condi-
zionamento attraverso
la paura della morte,
con la naturale ten-
denza a sostituirsi
alla legge dello sta-
to democratico, con
l'azione violenta e il
prestigio personale dei
mafosi, organizzan-
dosi in mandamenti,
squadre, decine, clan
e via dicendo, o an-
che con la possibilit
di essere partiti poli-
tici mischiando, nel
caso, buoni e cattivi
per confondere le idee
alla pubblica opinione.
Ecco allora la logica:
con i mezzi disponibili
si possono raggiungo-
no gli scopi desidera-
ti. Esattamente quel-
Mafa e politica: due
facce stessa medaglia
lo che fa la politica,
quindi i politicanti,
quando nel chiedere
il voto promettono un
posto di lavoro, una
licenza prima negata,
o minacciano di colpi-
re nel caso del dinie-
go, la stessa cosa per
la provvista del dena-
ro necessario all'atti-
vit del gruppo. Il po-
litico, si corrompe e
quindi ruba al popolo
il pubblico denaro, ri-
catta e agisce contro o
in favore di qualcuno
e di qualcosa per un
tornaconto persona-
le o di partito o della
lobby d'appartenen-
za, il mafoso con lo
stesso identico modo
e sistema ottiene lo
stesso risultato, estor-
cendo e ricattando. Si
tratta di capire chi per
primo ha copiato l'al-
tro, considerato che
gi nell'Ottocento si
faceva buon uso della
corruzione e dell'ap-
propriazione indebita
del pubblico denaro
da parte degli eletti.
Non esiste nessuna
differenza nell'orga-
nizzare la costruzione
di un nuovo ospedale
su un terreno dove si
vuole speculare, pi-
lotando l'appalto ver-
so una societ ami-
ca degli amici della
politica; cos come
per la realizzazione
del nuovo cimitero
cittadino, oppure ge-
stire al limite delle
leggi l'appalto della
raccolta dei rifuti ur-
bani, la gestione e lo
smaltimento dei rifu-
ti industriali, la gara
per il nuovo appalto
della gestione idrica e
fognante, dell'illumi-
nazione pubblica del-
la citt e del sistema
semaforico, oppure
per la concessione del
servizio dei parcheggi
pubblici o strisce blu
ad amici che contribu-
iscono alle spese della
politica, o come altro
vi pare, con l'attivit
dell'organizzazione di
tipo mafosa al fne
di conseguire illeciti
guadagni. In entram-
bi i casi, l'obiettivo
sempre lo stesso, con
la differenza che la
mafa-politica rischia
molto meno in quanto
si trova in vantaggio
rispetto alla delin-
quenza organizzata,
che agisce senza la
copertura, la conni-
venza, dell'attivit
cosiddetta politica
dall'interno del Palaz-
zo. L'ultimo esempio
l'atto intimidatorio
per il condizionamen-
to politico della con-
sigliera comunale del
Pd, Simona Princiot-
ta, forse rea di essersi
rifutata di obbedire a
quella logica del con-
trollo del potere che
la mafa-politica ha da
sempre operato, nella
sinottica della scienza
sociale di riferimen-
to, con l'applicazione
dell'oligarchia nel ter-
ritoriale, fuori dagli
schemi di partito o
di corrente. Si vuole
condizionare l'intera
attivit amministrati-
va, anche con la vio-
lenza, che si distingue
dalla ragione, ma che
soffoca ogni atto de-
mocratico e imprime
nel pensiero dell'e-
secutore la visibilit
nascosta, perdendo
la necessaria lucidit,
come se dopo l'intimi-
dazione l'obiettivo
della mafa-politica.
L'attacco alla ma-
gistratura stata da
sempre cavalcata con-
venientemente da Sil-
vio Berlusconi e dai
suoi uomini pi fdati;
questi ultimi pi per
prosseneta condizione
che per mera attivit
politica, e come una
cassa di risonanza si
amplifcata fno a farla
diventare apparente-
mente veritiera (accul-
turamento di massa),
riuscendo a convin-
cere buona parte del-
la pubblica opinione,
specie tra quelli che
hanno qualche pen-
denza con la giustizia
penale o civile, fno a
diventare un tormen-
tone nazionale, e alla
progressiva metastasi
in tutte le regioni d'I-
talia e fnanche all'e-
stero. La magistratura
a volte non ha reagito
nei termini politici
in cui la risposta il
campo naturale, av-
volgendo e trattando
caso per caso, come
se non fosse una dif-
fusione del fenomeno
a livello generalizza-
to, ma bens isolato.
Per fortuna non tutta
la politica l a reg-
gere questo sinistro
gioco. Si trova una
buona maggioranza
dei politici nel fronte
diametralmente oppo-
sto; quindi non tutta la
politica corrotta, ma
il condizionamento
dell'appartenenza alla
"casta" ancora forte.
I fatti del Senato sono
la prova. La mafa-
politica rimane mi-
noranza, ma a volte
organizzata, con tanto
denaro e tanti alleati,
anche tra tanti gior-
nalisti e tanti editori.
L'importanza del co-
raggio su tutti i fronti
necessaria nel mo-
mento in cui si vuole
annientare il fenome-
no, anche con il cam-
biamento delle regole
del gioco al massacro,
registrato pi volte e a
tutti i livelli istituzio-
nali.
Il coinvolgimento di
uomini della politica
in appalti e nel con-
trollo di settori vitali
di una buona parte
della societ econo-
mica italiana, sono
fattori di rischio da
non sottovalutare. I
politici condannati per
l'attivit del concorso
esterno in associazio-
ne mafosa, sono di-
ventati davvero tanti,
troppi, e tutti di primo
piano nello scenario
politico sia meridiona-
le e sia settentrionale.
Concetto Alota
stato raggiunto, in una
logica disperata che
cerca di realizzare con
la violenza ci che si
chiama logica demo-
cratica.
Ogni cambiamento
un rischio senza le
idee di ricerca; con-
serva chi ha da per-
dere, ma la critica
l'idea politica degli
altri, la rivoluzione
di tutti. nessuna so-
luzione rivoluzionaria
senza un passato, un
presente e un futuro.
Gli schiavi periranno
se non si ribelleranno.
chiaro che nessu-
no vuole accettare
questa tesi estrema,
ma la logica non
una favola, che anzi
vuole guadagnare la
posizione che merita
nella graduatoria del
linguaggio universa-
le nell'era cosiddetta
moderna. Nessuno
accetter mai tale sif-
fatta condizione, poi-
ch insiste il naturale
coinvolgimento di una
buona parte dello Sta-
to democratico con i
sui molteplici pilastri
istituzionali, obiettan-
do che cos ogni istitu-
zione potrebbe essere
dichiarata mafosa. In
fondo alla fne forse
proprio cos. Su tutta
la delicata materia, da
parte delle istituzio-
ni, dopo la ricerca sul
campo e nel clima ge-
nerale, sono stati rav-
visati profli di rischio
elevatissimi per la
democrazia italiana;
diventa una sfda nel
momento in cui uomi-
ni eletti dalla volont
popolare nella manie-
ra inversa diventano
mafosi. Emerge una
crescente insofferenza
da parte della mafa-
politica per l'impegno
con cui la magistra-
tura inquirente porta
avanti i profli inve-
stigativi contro molti
rappresentati istitu-
zionali sospettati di
fare il "doppio gioco",
compreso il prestano-
me di turno. Una pa-
riglia che si confgura
come una'alleanza
con la mafa, la ndran-
gheta e la camorra, le
lobby della politica
organizzata, per gli
aspetti silenti in cui
appare relegata in ma-
niera sospetta. Il terre-
no di gioco si sposta
sul piano apertamente
politico istituzionale,
con la concussione
diretta di buona parte
di dirigenti, tecnici e
impiegati della pub-
blica amministrazio-
ne, dove identifcata
l'enorme fetta di cor-
ruzione denunciata da
qualche tempo dalla
magistratura contabile
oltre che da quella in-
quirente. Oggi la ma-
fa-politica , nei fatti
pratici, la pi potente
delle lobby in campo
per il controllo del
potere economico, po-
litico e sociale; inoltre
gode della fducia po-
polare e ha costruito il
suo impero all'ombra
della legalit, dall'in-
terno del Palazzo del
potere, alterando il
tessuto sociale e cul-
turale, divenendo a
sua volta sub-cultura
per l'intera pubblica
opinione, specie in
Sicilia, in Calabria, in
Puglia e in Campania.
Ma Roma rimane la
sede naturale, la capi-
tale, oltre che dell'Ita-
lia democratica, anche
La pi potente
delle lobby in
campo per il
controllo del
potere econo-
mico, politico e
sociale; inoltre
gode della fdu-
cia popolare e ha
costruito il suo
impero all'ombra
della legalit
CRONACA DI SIRACUSA 6 Sicilia 4 SETTEMBRE 2014, GIOVED
Noto:
ritrovati
e bonifcati
tre ordigni
bellici
in zona
Stallaini
Ancora un
ritrovamento di
ordigni bellici
nella zona Sud
della provincia
di Siracusa, ed
in particolare
a Noto. Dopo il
ritrovamento
di una bomba
ananas inesplosa
sulla barttuglia
del lido di Noto,
stavolta sono
stati ritrovati
in una campa-
gna di contrada
Stallaini, nel
territorio netino,
tre ordigni bellici
inesplosi. Aller-
tati prontamente
i Carabinieri di
Canicattini Bagni,
sono state avviate
le procedure del
caso sino a questa
mattina con le
operazioni atte al
loro disinnesco. In
una cava, sem-
pre in contrada
Stallaini, tra Noto
e Canicattini,
gli artifcieri del
4^ Reggimento
Genio Guastatori
dell'Esercito di
Palermo hanno
trasportato in
tutta sicurezza le
tre bombe ana-
nas modello 36, e
poi fatte brillare.
Con loro, come
da procedura, in
supporto stata
inviata, su richie-
sta dell'Uffcio di
Protezione Civile
del Comune di
Noto, nella perso-
na del Di.Ma. La
Sita, l'ambulanza
con due persone,
tra cui un medico,
dell'AVCN (la ve-
diamo nella foto
fatta stamane sul
posto).Tutto si
svolto in un'ora e
mezza, in assoluta
sicurezza.
4 SETTEMBRE 2014, GIOVED Sicilia 7 CRONACA DI SIRACUSA
Stage degli studenti
dellEinaudi a Dublino
Quindici alunni del
Liceo Scientifco
Statale Luigi Einau-
di di Siracusa: Al-
fredo Adorno, Chiara
Carmeni, Federica
Caruso, Alessandra
Casinotti, Sebastiano
Cavallaro, Claudia
DAlessandro, Juan
Jos Mendoza, Pa-
olo Motta, Arianna
Pitruzzello, Pierpa-
olo Rizzo, Ludovica
Salerno, Sofa Santi-
si, Alessia Santoro,
Piergiorgio Spiniel-
lo, Anna Vinci, han-
no frequentato uno
stage di studi lingui-
stici di madre lingua
inglese a Dublino
in Irlanda, presso il
College Marino a
titolo English for
life ed hanno avu-
to come docenti di
Madre Lingua i
professori dellE-
merald Cultural In-
stitute John Bird e
Thomas Reidy. I di-
scenti dellEinaudi
hanno seguito il cor-
so ed hanno superato
gli esami fnali otti-
mamente. Gli alunni
sono stati supportati
dalla Dirigente Sco-
lastica Teresella Ce-
leste e dai Docenti
Tutor: Lucia Valeri,
Salvatore Impelluso,
Elena Tani, Umberto
Mario Garro, Lucia
Patrizia Dugo che
si sono alternati con
la loro presenza nel
College.
Allinterno del cor-
so di studio di lin-
gue i ragazzi han-
no approfondito la
Grammatica e
lUso della Lingua
Inglese,lAscolto
ed hanno esercitato
la Fluidita del di-
scorso in Inglese.
Nei Pomeriggi gli
alunni hanno avuto
modo di fruire di usci-
te a validita istruttive
in posti di interesse
turistico e culturale
ambientali :Trinity
College, Dublinia,
Natural History Mu-
seum, Dublin Writers
Museum, Guinnes
Storehouse, National
Museum, St Patricks
Cathedral, National
Gallery,Chester Be-
atty Library. Ad ogni
fne settimana i di-
scenti hanno avuto
modo di usufruire di
escursioni in posti di
variegato interesse
storico,culturale, ar-
tistico e beni cultura-
li, cos hanno visitato
Powerscourt e Glen-
dalough, a Belfast
in Irlanda del Nord
il Titanic Museum,
ed in altri luoghi dIr-
landa Phoenix Park
e Dublin Zoo,
Kilkenny Castle e
Dunmore Caves.
Ragazzi hanno avuto
modo: di ascoltare
musiche tradizionali
e ballate irlandesi da
un incontro con mu-
sicisti locali in Colle-
ge a Marino; di poter
giocare a bowling;
di poter usufruire di
una cena allHard
Rock di Dublino
con un gradito omag-
gio di una maglietta
procapite;di appro-
fondire la conoscenza
della citta di Dublino
con visite guidate.
Tutor dellEinaudi:
sempre disponibi-
li ad accompagnare
noi ragazzi. Attivi nel
richiedere migliora-
menti e risolvere pro-
blemi e proporre idee
e posti da visitare.
Lo Staff dellE-
merald stato co-
sicomposto: Marie
Davitt,Center Mana-
ger, Javier Amate Ex-
posito, Debbie Bou-
gh, Amy Stafford.
Le impressioni sul
corso da parte degli
alunni sono state
positive circa gli in-
segnanti e lintero
percorso di studio.
Docenti disponibili
ma al contempo rigidi
ed attenti alle esigen-
ze e necessita di noi
ragazzi,sia dal punto
scolastico sia uma-
no. Staff Molto di
sponibile,simpatico
,coinvolgente e pre-
parato.Attivita inte-
ressanti e divertenti.
Escursioni in citta
rese semplici,grazie
alleffcienza e ai
consigli orientativi
dati nel primo giorno
di visita alla citta.
Struttura davvero-
accogliente e dotata
di ampi spazi verdi.
Camere singole con-
fortevoli e adatte ad
ogni necessit.
Santi, erboristi
e piante magiche
e guaritrici
APPIUNTAMENTO FISSATO A CANICATTINI BAGNI PER IL FINE SETTIMANA
Continua la col-
laborazione tra il
Comune di Cani-
cattini Bagni e il
suo Museo Civico
TEMPO (Mu-seo
del Tessuto, dellE-
migrazione e della
Medicina Popo-
lare) con la Rete
dei Musei Siciliani
dellEmigrazione.
Il Museo Civico
TEMPO di Cani-
cattini Bagni, in-
fatti, parteciper
il 6 e il 7 settembre
2014, presso Palaz-
zo Marchetti Malfa
a Salina, alla 3 Edi-
zione del Premio
Eoliani nel Mondo
con la pre-senta-
zione delle proprie
pubblicazioni sulla
Medicina Popola-
re, Piante e parole
che guariscono e
Santi erboristi e
Piante magiche, a
cura delletnologo
e guida naturalista,
Paolino Uccello, ed
edite con il Comune
di Canicattini Bagni.

Per loccasione a
Salina saranno pre-
senti il sindaco di
Canicattini Bagni,
Paolo Amenta, il
direttore del Museo
Civico TEMPO,
Paolino Uccello, in-
vitati dal direttore
del Museo Eoliano
dellEmigrazione, il
professore Marcello
Saija.
Limportante mani-
festazione, che rive-
ste un ruolo interna-
zionale, consentir
di sviluppare un pia-
no di promozione tu-
ristico culturale fra i
Musei appartenenti
alla Rete dei Mu-
sei e, soprattutto, di
far conoscere lim-
portante patrimonio
naturalistico, antro-
pologico e storico,
presente nel territo-
rio ibleo, raccolto e
valorizzato nelle tre
sezioni espositive
del Museo Civico di
Canicattini Bagni.
Inoltre, il prossimo
28 settembre 2014,
in occasione del-
la Manifestazione
Caro amico ti scri-
vo, a cura di Mar-
cello Saija e dellAs-
sociazione ANFE,
dedicata alla storia
del l emi gr azi one
delle co-munit si-
ciliane attraverso il
recupero di lettere, il
Museo Civico Tem-
po esporr, presso la
sede del Museo Eo-
liano dellEmigra-
zione a Salina, il car-
teggio della famiglia
di Antonino Sbri-
glio, cani-cattinese
emigrato in America
negli anni 20 del
Novecento.
Silvana Leggio
e il primo Papiro doro
Encomiabile
sicuramente
il lavoro di
ricerca di cos
importanti e
numerosi do-
cumenti degli
spettacoli di
ogni genere
messi in scena
di Arturo Messina
Sabato scorso nel-
la sala Caravaggio
della Sovrintenden-
za di Piazza Duomo
stata inaugurata la
mostra retrospettiva
del centenario degli
spettacoli che si ten-
nero alle Latomie dei
Cappuccini, in con-
comitanza degli spet-
tacoli delle Rappre-
sentazioni Classiche
che nel 1914 ebbero
inizio con lAgamen-
none, mentre alle
Latomie la prima
rappresentazione av-
venne con Il carro di
Dioniso pochi gior-
ni dopo che la stessa
opera, con la stessa
traduzione di Ettore
Romagnoli, era stata
al teatro Greco.
Encomiabile sicu-
ramente il lavoro di
ricerca di cos impor-
tanti e numerosi do-
cumenti degli spet-
tacoli di ogni genere
messi in scena, anche
se intervallati da lun-
ghi periodi di stasi,
nellampia spelonca
durante un cos lun-
go tempo, durante il
quale per i pi im-
portanti avvennero
in quello che oggi
stato chiamato il
Teatro delle verdu-
re anzich teatro
dei duemila come
al suo inizio, alla fne
dellagosto 1953,
venne inaugurato
dallindimenticabile
prof. Renato Randaz-
zo e dal suo Teatro
Sperimentale che
egli aveva costitui-
to lanno precedente
facendo recitare Le
Troadi nel corti-
le del liceo classico
Tommaso Gargallo
dagli studenti che
lanno successivo
port a quelleroica,
irripetuta e irripeti-
bile impresa della
messinscena al teatro
romano di Sabratha,
in Tripolitania, della
stessa tragedia tra-
dotta dal Romagnoli,
Troadi , e di Al-
cesti, che egli stesso
tradusse, da quellec-
cezionale grecista
qual egli era, con le
mie musiche e danze
dirette dallOrchestra
Filarmonica Vival-
di di Tripoli e con
la coreografa Maria
tivamente due mila
spettatori, oltre quel-
li che vi assistevano
dalla terrazza di Villa
Politi.
E duemila spettatori
ha confermato che ci
fossero la dottoressa
Silvana Leggio an-
che quando ci fu Il
Papiro dOro:
Lo ricordo benissi-
mo! - ha cominciato
a dire, accettando di
rispondere alle do-
mande - Avevo quasi
dieci anni nel 1968;
ma come dimenticar-
mi quella data se
che saliva fno ai pie-
di della grande ter-
razza di Villa Politi,
da dove si affaccia-
vano tante persone!...
Tutti che applaudiva-
no!... Che emozione,
soprattutto quando
sentii il mio nome
seguito dal 10 che
ogni membro della
Giuria man mano ri-
pet, dichiarandomi
vincitrice!
- Ricorda quale can-
zone cant?
E come potrei aver-
la dimenticata? Ogni
tanto mi avviene di
la soprano era Lucia
Colletta (poi dive-
nuta madre di Ful-
vio Frisone): doveva
darsi, ma si sa come
vanno le cose con gli
esimi amministrato-
ri di Siracusa di ieri
(come pure di oggi?).
Il Figlio di Nello Ge-
nova, Tommaso, ha
pure una bella voce
se al Circolo dei Del-
fni ha cantato due
edizioni addietro il
mio Inno al Paladi-
no. Inoltre ha anche
un complesso musi-
cale
- Ricordi qualche
canzone che cantaro-
no gli altri bambini?
Cerano pure altre
bellissime canzoni,
come quella di Pino
Filippelli, che tutti
hanno conosciuto e
stimato giustamente
come uno dei miglio-
ri giornalisti siracu-
sani ma non tutti san-
no che amava molto
anche la musica e
suonava la chitarra.
Ricordo che cera
Billy, cane vaga-
bondo, va girando
per il mondo can-
tata da quel leoncino
che era Nuccio Leo-
ne, quella cantata da
Amleto Trigilio: Ho
sognato chero un
astronauta.
-Hai partecipato altre
volte al Papiro dO-
ro?
No, ma ho segui-
to con vivo piacere
le altre edizioni; per
cui ho potuto tanto
piacere di conoscere
Carlo Alberto Rossi
Ho conosciuto con
il pi vivo piacere
anche colui che pre-
sentava Il Diapason
doro, quando il
premio per i miglio-
ri personaggi italiani
veniva dato dallar-
bitro Concetto Lo
Bello alle stesse La-
tomie. Nellanno in
cui io ricevetti il Pa-
piro dOro, il Diapa-
son doro lo ricevette
Lino Puglisi, il pi
grande baritono ita-
liano, il presentatore
era Nuccio Costa,
che lanno successi-
vo fu il presentatore
del sodalizio canoro
tra Siracusa e Malta;
e l ricevetti il primo
premio. Cose che
alla mostra dovreb-
bero apparire. Ma
quel Premio che sa-
rebbe dovuto essere
come Lo Zecchino
dOro di Bologna.
Era egli stesso che ce
le faceva imparare,
suonando allorgano.
- Appartenevi alla
Parrocchia dei Frati
Cappuccini?
No. Mi ci portaro-
no pap e mamma,
avendo saputo che
cera quel concorso
per i bambini e rico-
noscendo che io ci
potevo partecipare
perch mi piaceva
tanto cantare, soprat-
certo collegamento
in fatto di belle voci:
lex vicecomandante
della Polizia Munici-
pale nipote di Nel-
lo Genova, che era il
tenore del Cenacolo
del m Salvatore Ian-
nello, quando il pa-
dre della compianta
egregia giornalista e
ottima poetessa ave-
va composto lope-
retta di Gioacchino
Lentini, e doveva
darsi con lui come
tenore; i due baritoni
erano Lino Puglisi e
Carmelo Mollica e
Clementina Cumani
Quasimodo, moglie
del Premio Nobel.
Allora quellampio
contenitore teatrale
si chiam Teatro
dei Duemila per-
ch conteneva effet-
quella in cui io vinsi
il primo premio alla
prima edizione del
Papiro dOro. Cera
una folla immensa
che non solo riem-
piva i duemila posti
dellimmensa platea
canticchiarla ancora
oggi, a distanza di 46
anni Era la can-
zoncina che aveva
composto lo stesso
Reverendo Padre
Gaudenzio, lidea-
tore e conduttore di
tutto i canti religiosi
che si eseguivano e
si eseguono ancora
in tutte le chiese.
A questo punto non
potevo non ricordar-
mi che sicuramente
ci doveva essere un
Nel maggio dello stesso anno in cui il celebre baritono siracusano Lino Puglisi
ricevette il diapason doro dallarbitro Concetto Lo Bello
In foto in alto a sinistra, un momento
della premiazione Papiro doro;
sopra e fanco, Silvana Leggio.
CULTURA 8 Sicilia 4 SETTEMBRE 2014, GIOVED
4 SETTEMBRE 2014, GIOVED Sicilia 9 VITA DI QUARTIERI
Ortigia: presentazione
dei nuovi Labirinti sonori
Levento
jazzistico
torna
dal 5
al 7 settembre
dopo
una pausa
durata
9 anni
Lillustrazione dei dettagli stamani
presso la sala stampa Archimede"
Una petizione di iniziativa
popolare indirizzata al Sin-
daco pro tempore riguar-
dante lilluminazione in
via Del Platano in contrada
Magrantino stata frmata
da 43 nuclei familiari su 61.
Queste famiglie lamenta-
no la mancanza di servizi
pubblici essenziali quali:
acqua, fognatura, illumina-
zione pubblica e bus di col-
legamento alla citt. Fami-
glie abbandonate da questa
amministrazione e da tutta
lassise comunale.
Questi cittadini chiedono che
almeno la strada di ingresso
(via Del Platano) sia illumi-
nata garantendo una maggio-
re sicurezza. I residenti della
zona di contrada Magranti-
no sono una parte integrante
della citt e non una costola
distaccata di Siracusa, so-
prattutto quando i proprieta-
ri della villette che risiedono
in centro citt rientrano nelle
loro abitazioni lasciando iso-
lata la zona alla merc di ex-
Neapolis: petizione
per lilluminazione
in c.da Magrantino
tracomunitari grazie al buio
completo. Sappiamo gi che
il Sindaco dott. Garozzo ci
dir che non c un becco di
euro in cassa. Suggeriamo al
Primo Cittadino di usufrui-
re dei contributi comunitari
a costo zero per i servizi di
pubblica utilit quali appunto
acqua, fognatura, illumina-
zione pubblica in riferimento
alla legge del 24 dicembre
2012 n. 228 art. 1 comma
125. Osservano i promotori
della petizione.
PER LA QUALIT URBANA DEI LUOGHI
Dopo una pau-
sa durata ben nove
anni torna, allAn-
tico Mercato di
Ortigia, la kermesse
di jazz, Labirinti
Sonori. I dettagli
delliniziativa, che
si svolger dal 5 al
7 settembre, saran-
no presentati nella
conferenza stampa,
che si terr stamani,
gioved 4 settembre
alle 11, nella Sala
Archimede di
piazza Minerva 5.
Saranno presenti, il
sindaco Giancarlo
Garozzo, lasses-
sore alle Politiche
culturali, Turismo e
Spettacolo, France-
sco Italia e gli orga-
nizzatori della ma-
nifestazione. Oltre
al direttore artistico
Stefano Maltese,
sul palco allestito
allAntico Mercato,
saliranno Carlo Cat-
tano, Antonio Mon-
cada, Gianni Geb-
bia, e poi Alessandro
Nobile, Giovanni
Caruso, Paolo Sor-
ge, Ivan Cammara-
ta, Gioconda Cilio,
Antonio Marangolo
e tanti altri musici-
sti siciliani. Il jazz
una forma musicale
contemporanea, di
cui l'improvvisa-
zione costituisce la
caratteristica fonda-
mentale. Nato nei
primi anni del XX
secolo nelle comu-
nit afroamericane
del sud degli Sta-
ti Uniti, frutto di
una confuenza di
tradizioni musicali
africane ed europee.
Oltre all'improvvi-
sazione, le sue carat-
teristiche peculiari
sono il ritmo swing
spesso sincopato, la
poliritmia ed il tono
malinconico dell'u-
so delle blue note.
Nel jazz ci sono due
forme primarie: il
blues, in 12 battute,
e la canzone, in 32
battute. L'essenza
dell'improvvisazio-
ne nella linea me-
lodica, ci dovuto
al fatto che il mezzo
jazz prototipico (ori-
ginale) il gruppo
di ottoni, in cui, dato
che ogni suonatore
pu produrre una
sola nota alla volta,
gli assoli sono ne-
cessariamente me-
lodici. Il pianoforte
venne dopo, copian-
do per le caratteri-
stiche dell'insieme
di ottoni. Sin dai pri-
mi tempi il jazz ha
incorporato nel suo
linguaggio i generi
della musica popo-
lare americana, dal
ragtime, al blues,
alla musica leggera
fno alla musica col-
ta, soprattutto sta-
tunitense. In tempi
pi recenti il jazz si
mescolato con tut-
ti i generi musicali
moderni anche non
statunitensi, come
il samba, la musica
caraibica e il rock. Il
jazz si trasforma-
to, nel corso di tutto
il XX secolo, evol-
vendosi in una gran
variet di stili e sot-
togeneri: dal dixie-
land di New Orleans
dei primi anni, allo
swing.
I gioved
di Italia
nostra
in latomia
Dal 4 settembre
alle 21,00 l'as-
sociazione Italia
Nostra con i suoi
volontari ripropone
,per tutti i gioved
del mese: Latomia
sotto le stelle, un
viaggio nella storia
del luogo attraver-
so le parole di sto-
rici, letterati, poeti
e viaggiatori stra-
nieri che hanno vi-
sitato Siracusa e la
Latomia riportan-
done una indimen-
ticabile sensazione
come traspare dai
loro scritti.
Liniziativa cul-
turale gi ideata
dallassociazione
Italia Nostra ha lo
scopo di far visita-
re la latomia in un
orario inconsueto
che arricchisce di
fascino e sugge-
stione la visione
del sito testimone
di vicende storiche
e sociali per diversi
millenni.
Sar cos pi faci-
le comprendere le
sensazioni prova-
te dai viaggiatori
stranieri del Grand
Tour che, visitando
Siracusa, riportava-
no un ricordo inde-
lebile proprio della
latomia,come han-
no espressamente
dichiarato nei loro
diari. Voci narranti
saranno: Annali-
sa Romano, Silvia
Marino, Ludovico
Leone, Alessandro
Maiolino e Lo-
renzo Pandolfo.
Appuntamento a
gioved 4 settem-
bre, gioved, 11
settembre, gioved
16 settembre e
gioved 23 set-
tembre alle 21,00.
Italia Nostra
un'associazione di
salvaguardia dei
beni culturali, ar-
tistici e naturali.
Nata a Roma nel
1955 una delle
pi antiche associa-
zioni ambientaliste
italiane.
Asinistra, rappre-
sentazione pittorica
della musica di tipo
jazzistico ispirata al
cubismo.
Il consigliere co-
munale, avv. Fabio
Rodante, gruppo
Progetto Siracusa-
Art. 4, in commis-
sione Bilancio ha
proposto allasses-
sore al Bilancio,
Gianluca Scro-
fani un piano di
convenzione per
nuove locazioni a
canoni convenzio-
nati a favore delle
famiglie bisogno-
se siracusane. La
citt di Siracusa
vive una situazione
di diffcolt econo-
mica e sociale che
colpisce progres-
sivamente sempre
pi nuclei familiari,
costretti in situa-
zioni di morosit e
spesso vittime di in-
timazioni di sfratto.
Gli alloggi popolari
non riescono a col-
mare le richieste
in progressivo au-
mento di assistenza
che provengono da
un numero sempre
maggiore di concit-
tadini in diffcolt e
per questo, in col-
laborazione con la
Caritas diocesana di
Siracusa, ho propo-
sto una convenzione
che possa tutelare i
cittadini proprietari
di immobili non uti-
lizzati, disponibili a
concedere gli stessi
in locazione, con
canoni sociali o cal-
mierati, a cittadini
in diffcolt inseriti
nelle liste di attesa
o di assistenza del
comune di Siracusa.
Acquisita anche la
disponibilit della
Caritas diocesana
di Siracusana a mo-
nitorare le famiglie
in diffcolt, ga-
rantendo agli uffci
comunali tutte le
informazioni utili a
garantire il corrette
utilizzo dei beni im-
mobili concessi in
locazione e la veri-
dicit dello stato di
bisogno dei richie-
denti, si potrebbe
ottenere dal comu-
ne di Siracusa un
incentivo per i pro-
prietari di seconde
case prevedendo
una modifca del
regolamento e delle
tariffe Imu affnch
si introduca una so-
stanziale detrazione
dellimposta sugli
immobili concessi
in locazione, in-
seriti nel progetto
Social Housing e
locazioni a canoni
convenzionati.
Lassessore Scro-
fani si dimostrato
disponibile ad acco-
gliere la proposta,
previo raccordo con
il ragioniere genera-
le e lassessore alle
politiche sociali.
Per evitare ritardi
ho predisposto un
atto di indirizzo che
sottoporr allatten-
zione del consiglio
comunale. Il con-
tratto di locazione
di immobili ad uso
abitativo disci-
plinato dalla legge
431/1998 (discipli-
na delle locazioni
e del rilascio degli
immobili adibiti
ad uso abitativo) e,
nelle parti non abro-
gate, dalla legge
392/1978 (limitata-
mente agli articoli
2,4,5 e 7). Obietti-
vo delle norme so-
pra citate appunto
quello di regolare i
rapporti tra le parti
(locatore, locatario
ed eventualmente
sublocatario) impe-
gnate, da una parte,
a lasciar tempora-
neamente libero un
immobile e a garan-
tirne il godimento e,
dall'altra, al versa-
mento di un canone
periodico al benef-
ciario avente diritto.
Se la politica vuole condizionare
linterpretazione della legge
Non accettabile spiega lon,
Sofa Amoddio nel testo del suo in-
tervento dedicato alla revoca della
soprintendente Beatrice Basile - che
la politica, di qualunque schieramento,
interferisca e condizioni lattivit di chi
deve applicare la legge senza vestire
abiti politici. Il Soprintendente ha un
ruolo e funzioni che sono a presidio di
Beni costituzionalmente tutelati e che
non hanno colore politico.
Linestimabile patrimonio culturale
ed ambientale della nostra provin-
cia deve essere tutelato sempre e
comunque e con ogni strumento di
legge, prescindendo dalle persone
che nel tempo sono preposte alla tu-
tela. LAssessore Regionale Furnari
ha precisato in un comunicato stampa
che la responsabilit degli atti adottati
nella questione soprintendenze del Di-
rettore Generale e che lAssessore non
ha alcuna competenza, ma se questo
vero, altrettanto vero che lAssesso-
re ha la responsabilit dellindirizzo
politico-amministrativo e di verifcare
la rispondenza dei risultati dell'attivit
amministrativa e della gestione agli
indirizzi impartiti.
E se la normativa anticorruzione
orienta a procedere alla rotazione di
personale dirigenziale anche vero che
questo non pu accadere dopo meno di
un anno dalla nomina della Basile.
sCenAri
Un problema
culturale
legato
strettamente
al fare
amministrato
La vicenda del proce-
dimento di revoca della
dott.ssa Beatrice Basile
manifesta ancora una
volta un problema cultu-
rale della politica. Cos
lOn. Sofa Amoddio del
Pd. Con la c.d. riforma
Bassanini si tentato di
introdurre il principio di
tenere separati il potere
politico dal potere ge-
stionale, ma dopo oltre
un decennio la politica,
soprattutto in Sicilia, non
ha ancora compreso. Le
nomine o le revoche dei
Soprintendenti - spiega
lOn. Amoddio - non do-
vrebbero assumere alcuna
valenza politica, in quanto
ricadono nellattivit ge-
stionale, tuttavia le ano-
malie procedimentali, la
cadenza temporale degli
atti adottati ed i prov-
vedimenti dei Tribunali
del Lavoro, manifestano
distorsioni del sistema
che non possono lasciare
indifferente chi svolge
unattivit politica.
comprensibile che la desi-
gnazione di un nuovo as-
sessore regionale conduca
alla nomina di un direttore
regionale che goda del
rapporto fduciario con
chi ha la responsabilit del
ruolo politico, ma non
comprensibile, al di l de-
gli schieramenti politici,
che ad ogni designazione
di un nuovo assessore
venga modificata lor-
ganizzazione e lassetto
dirigenziale degli apparati
amministrativi che hanno
compiti esecutivi di ap-
plicare la legge. Al di
l della stima che ho nei
confronti della dott.ssa
Basile, stima che rimane
un fatto personale e non
politico, delle due luna,
o la dott.ssa Basile non
ha svolto il suo compito
amministrativo confor-
memente ai doveri che
le impone la legge e non
credo che ci sia avvenu-
to, o altrimenti non si com-
prende per quale ragione
debba essere sostituita a
meno di un anno.
LAssociazione cultu-
rale Lamba Doria reputa
importante, dopo 71 anni
trascorsi da quel giorno
che vide Cassibile passare
alla storia contemporanea
mondiale, con la resa in-
condizionata delle nostre
Forze Armate, imposta
dagli anglo-americani a
un manipolo di generali
capeggiati da Pietro Ba-
doglio e da Casa Savoia.
ricordare che: Larmistizio
frmato a Cassibile dimo-
stra, senza alcuna ombra
di dubbio, alla storiogra-
fa contemporanea ormai
libera da ogni forma di
pregiudizio politico, lo
sfascio totale dellistitu-
zione politico e militare
dellItalia. Esso fu sciente-
mente attuato da una mino-
ranza dello Stato maggiore
delle Forze Armate e dalla
Casa Savoia, che pensava
di avere un salvacondotto
dagli anglo-americani per
uscire indenne dalla guer-
ra, le cui sorti volgevano
ormai a sfavore delle trup-
pe italo tedesche, a tutto
discapito soprattutto dei
nostri soldati, rimasti in
tutti i teatri di guerra allo
In foto, la lapide di Cassibile dedicata allarmistizio.
Cassibile: Il senso del ricordo
dellarmistizio del 1943
Ci che quel momento rappresenta ancor oggi
per la stessa storiografa contemporanea
RIFLESSIONI DI "LAMBA DORIA" A MARGINE DELLAPPUNTAMENTO
sbando e senza ordini. Gli
accadimenti dimostrarono
purtroppo quanto si poteva
temere. Gli anglo-ameri-
cani imposero infatti allI-
talia una umiliante resa
incondizionata, aggravata
dalla consegna totale del-
la nostra sempre temuta
fotta navale nellisola di
Malta. Per tali episodi ci
domandiamo ancora oggi
se questo non sia stato un
atto di alto tradimento,
soprattutto verso tutti quei
marinai, avieri, fanti, ca-
rabinieri, legionari, morti
per difendere la nostra
Patria. I francesi, pur
sotto le continue minacce
di rappresaglie tedesche,
non consegnarono la loro
flotta, ma la autoaf-
fondarono nel Porto di
Tolone, dando un grande
esempio di coraggio e
patriottismo. Oggi dopo
71 anni, noi dellAsso-
ciazione culturale Lamba
Doria, ci auguriamo che
la data dellArmistizio
venga ricordata e non
commemorata da tutte
le Istituzioni, anche per
portare a conoscenza delle
nuove generazioni, che le
improvvisate, coscienti
ed incoscienti decisioni
dei nostri alti comandi,
portarono fra laltro la
conseguenza dellinutile
sacrifcio di migliaia di
nostri soldati, come nelli-
sola greca di Cefalonia; e
laffondamento della co-
razzata Roma, avvenuto il
9 settembre del 1943, men-
tre in convoglio era diretta
a Malta per consegnarsi.
Larmistizio di Cassibile
(detto anche armistizio
corto), fu un armistizio
siglato segretamente, nella
cittadina di Cassibile, il 3
settembre del 1943, e l'atto
con il quale il Regno d'Ita-
lia cess le ostilit contro
le forze Anglo-Americane
Alleate, nell'ambito della
seconda guerra mondia-
le. In realt, dal punto di
vista di diversi storici,
non si trattava affatto di
un armistizio, ma di una
vera e propria resa senza
condizioni.
VITA DI QUARTIERI 10 Sicilia 4 SETTEMBRE 2014, GIOVED
RIFERENDOSI A QUANTO ACCADE NELLA GESTIONE DELLE ISTITUZIONI CULTURALI A SIRACUSA
Citt: Locazioni
a canone sostenibile
Le
proposte
formulate
dal
consigliere
Fabio
Rodante
In foto, offerte
di immobili in afftto.
Citt: Soddisfazione
per la diffusione del Led
Tre diodi a LED ingranditi.
Dal consigliere comunale Fabio Rodante,
riceviamo e pubblichiamo quanto segue.
Sono particolarmente soddisfatto del fnan-
ziamento ottenuto dal comune di Siracusa,
relativo allacquisto di lampade a led per lisola
di Ortigia e per gli impianti semaforici. Un
primo passo verso labbattimento dei costi di
energia, auspicato da tempo e per il quale ho
lavorato, cercando di coinvolgere lAmmini-
strazione in nuove strategie amministrative
che potessero abbattere i costi dellillumina-
zione pubblica. Per questo motivo, insieme,
al gruppo Progetto Siracusa-articolo 4 e al
consigliere Bonafede, particolarmente sen-
sibile alliniziativa, abbiamo predisposto un
atto di indirizzo, presto al vaglio del Consiglio
comunale, per ottenere un effcientamento
energetico e un risparmio sostanziale sui costi
dellenergia elettrica. Sfruttare gli strumenti
offerti da Consip, una societ per azioni in cui
il Ministero dellEconomia e delle Finanze
lunico azionista che gestisce il Mercato
Elettronico della Pubblica Amministrazione
(Mepa: un mercato digitale dove le Pubbli-
che Amministrazioni registrate e le Imprese
abilitate possono effettuare negoziazioni
dirette, veloci e trasparenti per acquisti sotto
la soglia comunitaria, mediante ordini diretti
a catalogo o tramite richieste di offerta), non
solo darebbe lopportunit di snellire formalit
e burocrazia delle gare d'appalto tradizionali,
ma creerebbe le condizioni per acquistare
materiale elettronico, come lampade a led per
illuminazione pubblica,applicando criteri di
trasparenza e tracciabilit dellintero processo
dacquisto, confrontando unampia gamma di
prodotti offerti da fornitori presenti su tutto
il territorio nazionale, acquistando cos al
minor prezzo esistente sul mercato. Per tali
motivazioni, abbiamo fatto voti affnch lAm-
ministrazione comunale si registri e abiliti sul
sito www.acquistinretepa.it gestito da Consip
per acquistare presso il Mercato Elettronico
della Pubblica Amministrazione (Mepa) lam-
pade a led da sostituire in tutti gli impianti
cittadini di illuminazione pubblica, in base
ad un programma progressivo e pluriennale
di acquisti e sostituzioni delle vecchie lampa-
de, a decorrere dallanno 2014, impegnando
gi la somma di 150 mila nella proposta di
bilancio di previsione 2014. Cos si esprime
il consigliere comunale Fabio Rodante.
4 SETTEMBRE 2014, GIOVED Sicilia 11 VITA DI QUARTIERI
Quando lostruzionismo era arte
della parola, espressione di cultura
Invece, in questa tornata di democrazia vilipesa, emerge,
purtroppo, la trivialit, ma sintesi di ignoranza
RUBRICA SETTIMANALE A CURA DEL DR. SALVATORE FONTANA
Quando lostruzio-
nismo era arte della
parola, espressione
di cultura. Invece,
in questa torna-
ta di democrazia
vilipesa, emerge,
purtroppo, la tri-
vialit, non sempre
connaturata, ma
sintesi di ignoranza.
Inconsapevolmente
si ritrovano in grup-
po e fanno storia in
Parlamento, anche
se si identifcano di
matrice politica di-
versa, si sostanzia-
no comunque, nel
medesimo minimo
comune multiplo.
Loffesa alle per-
sone e dileggio alle
Istituzioni, se ne
fanno un vanto. E
sono talmente igno-
ranti, che si pensano
apprezzati dagli Ita-
liani. Questo il loro
comportamento di
matrice nella sede
dove la seriet, la
compostezza e la
cultura dovrebbero
essere il soffo dello
stile fatto regola
riverenziale per le
Istituzioni e di ri-
spetto per gli astan-
ti. I nostri lettori
ci consentiranno,
per dare senso alla
premessa, qualche
richiamo storico del
passato remoto, e,
diremmo, per fare
cornice del tem-
po recente, a volte
non tanto prossimo.
Vorremmo fare un
inciso a quando il
comico ha detto:
Prima il Parla-
mento si faceva in
piazza. Bene, se
una rifessione cul-
turale dovrebbe dire
agli Italiani in che
epoca, e dovrebbe
dire anche chi fu il
primo, linventore
dellostruzionismo.
Noi siamo convinti
che una delle so-
lite battute, buttata
l per vociare. E
siamo disponibili a
soccorrerlo. Il Par-
lamento si riuniva
in piazza s, ma ai
tempi di Giano,
come dire laltro
ieri, o tremila anni
orsono o forse pi.
Lostruzionismo
stato sempre larte
del ripiego dellop-
posizione. Premes-
so questo, che non si
montino la testa gli
attuali oppositori,
convinti che por-
tino a casa con-
sensi. No, sono in
pochissimi contro,
il buon senso po-
polare della civile
educazione del vi-
vere in compostez-
za. Non avvertono
che si pongano in
essere dilettanti
della politica e non
sanno che questa
larte del civile con-
fronto, e giammai
il viatico dellag-
gressione verbale, e
non solo. Vogliono
una sintesi storica
dellarte dellostru-
zionismo? Bene,
dallantica Roma,
ai fatti italiani, del
passato prossimo. Il
terzo tempo lo riser-
viamo allattualit.
Ostruzionisti non ci
si inventa, si deve
avere la capacit
dialettica politica
di base, fare capire
alla maggioranza
che certe argo-
mentazioni vanno
approfondite. Gli
studiosi fanno ri-
salire questa arte
addirittura a Catone
Uticenze, capace di
parlare per un gior-
no intero (24 ore)
quando al Senato
era in decisione
la nomina di Giu-
lio Cesare a Primo
Console. Per non
annoiare i nostri
lettori, con un volo
pindarico andiamo
alle pi antiche de-
mocrazie anglos-
sassone, capaci di
inventiva dialettica
ma sempre ricche
di argomentazioni
attinenti e perti-
nenti al problema
in discussione. An-
diamo ad Enrico
Ferri, socialista, che
il 7.6.1899 parl per
unintera giornata
contro i decreti del
generale Pelloux,
autentici bavagli
alla libert di stam-
pa. Nel tempo suc-
cessivo ce ne sono
stati altri di diversa
matrice politica.
Fra questi emer-
ge il leggendario
Giancarlo Pajetta.
Tra i primi, come
da alcuni stato
ricordato, emerge
Giorgio Almiran-
te. Soprattutto per
due interventi sto-
rici: il primo contro
lapprovazione con
legge del diktat,
imposto dai vinci-
tori della seconda
guerra mondiale, in
questo con precise
ma brevi parole, in-
tervenne Benedetto
Croce: Signori de-
putati, vi prego di
non approvare que-
sto atto ghigliottina,
tanto la esecutivit
imposta. Almi-
rante parl per dieci
ore e 12 minuti,
facendo vibrare
tutte le corde della
storia, della stra-
tegia e, oltretutto,
dellopportunit
politica. Il secondo,
ma sempre storico
intervento, contro
listituzione delle
Regioni minista-
ti, dieci ore e 20
minuti. Per infor-
mativa dobbiamo
dire che quando
era scritto a parlare
Almirante, il Parla-
mento segnava il
tutto pieno, anche
nei posti riservati al
pubblico. E quan-
do qualcuno dei
due fratelli Pajetta
tentava di interrom-
perlo, Togliatti con
uno sguardone
lo zittiva: C ta-
lento. Massimo
Teodori, sedici ore
e 20 minuti. Record
assoluto, diciot-
to ore e 5 minuti,
Massimo Boato. Si
arriv con questi
al punto che, Luigi
Preti, Presidente
della Camera, si
arm di binocolo
per spiare se du-
rante il discorso,
sempre dentro le
righe, si sedesse o si
procurasse un punto
di appoggio, o cer-
casse di sorseggiare
una bevanda che
non fosse acqua
zuccherata, la sola
consentita dal Re-
golamento. Erano
interventi attinen-
ti allargomento,
sciorinati con si-
gnifcazioni socio-
flosofco-politico.
Sollecitavano at-
tenzione e curiosit
istruttive. I tempi
passano, anzi cor-
rono, e ci portano
verso la volgarit,
arte del presente.
Non c pi ordine
di cartello e compo-
stezza, questa oltre
che la esprimeva-
no le persone, era
dovuta alla Mae-
stra dellAmbiente.
Emendamenti, uno
due per ogni gruppo
parlamentare che
volesse intervenire.
I tempi degli inter-
venti, erano quelli
indicati sopra. Ora,
col ristagno della
cultura col 99% di
coloro che siedo-
no in Parlamento;
non riscontrabile
pi educazione e
civile comporta-
mento fra le parti,
si esprimono con
i pi volgari atteg-
giamenti. Cercano
di imbrigliare cos
la vita parlamen-
tare. Presentano
pi emendamenti
di quanti voti gli
hanno conferito gli
elettori. Questi
sono strumenti che
esprimono la sinte-
si della loro igno-
ranza. Non hanno
motivi principali
della loro ribel-
lione. Lelezione
di secondo grado
del nuovo Senato.
Dicono soppres-
sione della demo-
crazia. Certamente
non sanno, o fngo-
no di non sapere,
che in Francia, in
Germania, in Spa-
gna vanno tutti con
elezioni di secondo
grado. Addirittu-
ra, la Camera dei
Lord, il senato
dellInghilterra,
che si tramanda,
fra laltro, per suc-
cessione familiare.
Si pu dire che in
questi Paesi non c
democrazia? Negli
U.S.A., sino a 50
anni orsono il Sena-
to era per elezione
di primo grado. Con
una modifca alla
Costituzione, da
quella data for-
mato con elezioni
di secondo grado.
C qualcuno che,
con immancabile
audacia possa dire:
Negli U.S.A. non
c democrazia?
Amici lettori, co-
storo piangono
la perdita della pol-
trona, e nientaltro.
No, detestano uno
stato con una vera
democrazia opera-
tiva, che si articola
per eliminare il ma-
laffare, ovvero si fa
del tutto per creare
gli strumenti istitu-
zionali per estirpare
quanto, un poco alla
volta, ha determina-
to una situazione,
fatta sistema, per
ruberie in tutti i
ripieghi delle isti-
tuzioni, dilatate
scientifcamente, e
la chiamano au-
tonomia locale.
Per noi, pi perti-
nente autonomia
del magnare. In
una parola: sono
atterriti. Non san-
no, poverini, come
sbarcare il lunario,
dopo tanto ben di
Dio.
Postum scriptum
Direttore, gior-
ni orsono, se non
andiamo errati, si
dava notizia che
per il nuovo cimi-
tero sarebbe stata
individuata la zona
Pantanelli. Chi
ha avuto questa
geniale idea, sa
perch i nostri avi
la chiamarono cos?
Dobbiamo suppor-
re di no. Pantanel-
li, piccolo panta-
no per dimensione
di superficie, ma
sempre pantano :
accumulo di fango
e acqua stagnante,
affondare cammi-
nando. E nel caso
di Siracusa, spesso
s verifcato che le
piogge, oltre il nor-
male, hanno fatto
tracimare lAnapo.
Sanno quale stata
la conseguenza?
Che le acque pio-
vane, con laiuto
dellAnapo traci-
mato, hanno sca-
ricato frascagli ,
fango e quantaltro
a mare, nel porto.
In una parola: ca-
lata a china. Per
concludere, egregio
Direttore, conside-
rato che i nostri, si
fa per dire, politi-
ci e collaboratori
mestieranti vari, si
sono giocati il porto
della sua funzione
naturale, lo potran-
no avere come baia
dei tabuti e di
pezzi umani gal-
leggianti. Giacch
ci siamo, Sig. Di-
rettore, i suddetti
dovrebbero spie-
gare ai Siracusani,
e non solo, perch i
loculi e quantaltro,
costruiti centanni
orsono sono l intat-
ti, e quanto stato
costruito da 50ntan-
ni a questa parte sta
cadendo a pezzi?
E le porte della
casa accoglienza
Cavadonna non si
schiudono per nes-
suno. E visto che
questa non li vuole,
anche l farebbero
fanella, come ab-
biamo detto in altre
nostre riflessioni,
facciamo in modo
di procurarci una
carretta del mare
e affdiamoli alla
clemenza dellAt-
lantico.
Grazie per lascol-
to, Direttore.
SPECIALE 12 Sicilia 4 SETTEMBRE 2014, GIOVED 4 SETTEMBRE 2014, GIOVED Sicilia 13 SPECIALE
Prende il via Oltremare, il
Festival per comprendere e
amare il Mediterraneo. Appun-
tamento venerd 5 settembre
a Siracusa e sabato 6 settembre
a Pozzallo.
Prender infatti il via venerd
5 settembre a Siracusa, per poi
proseguire e concludersi sabato
6 settembre a Pozzallo, Oltre-
mare, il festival organizzato
dalla Fondazione di Comunit
Val di Noto, con il sostegno di
Fondazione con il Sud e Cari-
tas Italiana, in partenariato con
Borderline Sicilia Onlus, la co-
operativa sociale Don Giusep-
pe Puglisi di Modica, la coo-
perativa sociale LArcolaio di
Siracusa, Libera - Associazioni,
nomi e numeri contro le mafe,
la rivista di geopolitica Limes
del Gruppo Espresso, l'agenzia
Bioturismo di Siracusa, la
rete di associazioni A Misura
di Sguardo, Siracusa dAmare,
e con il patrocinio del Comune
di Pozzallo e del Comune di
Siracusa.
Comprendere e amare il nostro
mare Mediterraneo il sotto-
titolo scelto per levento, il cui
obiettivo consiste nellavviare
una comprensione critica delle
dinamiche geopolitiche medi-
terranee da cui dipendono feno-
meni a noi vicini.
Tra questi, in particolare, il ri-
versarsi sulle coste italiane di
un numero sempre maggiore di
migranti, con i tragici naufragi
che ne conseguono, e le sfde
identitarie portate dalla respon-
sabilit di accogliere e capire
Ortigia:
Oltremare
nel cortile
arcivescovile
LA PRIMA SESSIONE DELLEVENTO PRENDER LE MOSSE DOMANI ALLE 18
In foto: larcivescovado, una delle Location dellevento.
laltro, la sua storia, le sue ra-
gioni.
Il festival inizier a Siracusa
venerd 5 settembre alle 18
presso lArcivescovado, con un
ciclo di cinque brevi ma pre-
gnanti conferenze della durata
complessiva di circa due ore e
mezza. Esperti studiosi e attivi-
sti consegneranno pubblico la
possibilit di acquisire una pi
ampia e consapevole visione del
panorama storico, istituzionale,
giuridico ed economico relativo
al Mediterraneo, senza dimen-
ticare di dar voce alla concre-
tezza del vissuto di coloro che
scelgono di rischiare la vita, at-
traversandolo. Parteciperanno:
Mattia Toaldo, policy fellow
presso lo European Council on
Foreign Relations di Londra e
consigliere scientifco della ri-
vista di geopolitica Limes del
Gruppo Espresso che parler di
Alfabeto Mediterraneo.
Piccola guida geopolitica dopo
le rivolte arabe; Gianluca So-
lera, attivista e scrittore, gi
coordinatore della Fondazione
Euromediterranea Anna Lindh
per il Dialogo tra le Culture, te-
stimone diretto di quanto acca-
duto nelle piazze mediterranee a
partire dalle Primavere Arabe ,
con un intervento sul tema Per
una cittadinanza Mediterranea;
Paola Ottaviano, avvocato
membro fondatore di Borderli-
ne Sicilia Onlus, che lavora per
la difesa dei diritti dei migranti,
su La Sicilia confne dEuro-
pa: migranti e richiedenti asilo
tra accoglienza e violazione dei
diritti; Luigino Bruni, ordina-
rio di Economia politica presso
lUniversit di Roma Lumsa
su Economia e Mediterraneo:
come trasformare le antiche
e nuove ferite in prosperit?
(solo il 5 settembre a Siracusa);
Leonardo Becchetti, ordinario
di Economia politica presso lu-
niversit di Roma Tor Verga-
ta, curatore del blog La felici-
t sostenibile di Repubblica.it,
con un intervento dal titolo Il
contributo delleconomia civile
alla soluzione della crisi (solo
il 6 settembre a Pozzallo); Car-
melo Chiaramonte, Cuciniere
Errante, su Magna Siracusa
senza cacio e senzaltro untu-
me a Siracusa e Felicit Me-
diterranea, la tavola iblea a
Pozzallo. (Biografe degli ospiti
e abstract degli interventi allin-
dirizzo www.oltremarefestival.
it).
Alle 20,30, nel cortile dellAr-
civescovado, spazio al percorso
aromatico, con la presentazione
e degustazione di alcune pietan-
ze della Sicilia greca e romana,
in collaborazione con la coope-
rativa sociale LArcolario e le
cucine della Casa circondariale
di Siracusa, a cura dello chef
Carmelo Chiaramonte.
In serata, a partire dalle 21,30,
in piazza Minerva, si esibiranno
gli Afro Eurasian Ensemble,
i Talh e i Matrimia, real-
t musicali siciliane attente alla
contaminazione e al multicultu-
ralismo. Il Mediterraneo alveo
di differenze, tra trasfgurazione
memoriale e impegno civile,
il titolo del reading dellattore
modicano Andrea Tidona che,
durante lavvicendamento tra
un gruppo musicale e laltro,
legger brani estratti da una se-
lezione di poesie, saggi, lettere
e racconti: storie e rifessioni su
tolleranza, libert e speranza,
contro ogni fondamentalismo.
Sabato 6 settembre il Festival
far tappa e si concluder a Poz-
zallo.
Sar riproposto il ciclo di confe-
renze con i relatori sopra citati,
che interverranno dalle 18 alle
20:30 presso lo Spazio cultura
Meno Assenza.
Il percorso percettivo-sensoria-
le aromatico si svolger inve-
ce presso la Villa comunale a
partire dalle 20,30 con la pre-
sentazione e degustazione di
alcune pietanze storiche, arabe
e ispaniche di Sicilia, in col-
laborazione con il laboratorio
Casa don Puglisi di Modica e
a cura dello chef Carmelo Chia-
ramonte. Le degustazioni, veri e
propri momenti di convivialit,
da un lato comunicheranno al
pubblico del festival i valori e
le idealit fondanti di realt so-
lidali come Casa Don Puglisi
e LArcolaio- gi fortemente ra-
dicate nei territori, e, dallaltro
favoriranno lelaborazione, il
dialogo e lincontro al termine
delle conferenze.
Il momento musicale dedicato
allevento inizier alle 21,30 in
piazza Municipio, dove si svol-
ger anche il reading con le let-
ture di brani affdate ad Andrea
Tidona.
Presso lo Spazio cultura Meno
Assenza in occasione del festi-
val Oltremare verr inaugurata
Mostre: Al tempo
delle pallottole
di plastica
RACCONTO FOTOGRAFICO DI UN DRAMMA
la mostra fotografca Al tempo
delle pallottole di plastica. Un
racconto fotografco da Rosarno,
che rimarr aperta alla curiosit
dei visitatori fno al 20 settembre
prossimo.
Il fotoreportage, realizzato da An-
drea Scarf, analizza le condizio-
ni di vita degli immigrati sfruttati
dalle agromafe locali. " incredi-
bile che siano proprio gli africani
ATTUALIT 14 Sicilia 4 SETTEMBRE 2014, GIOVED
giuseppe biAnCA
Direttore Responsabile
Direzione e Redazione
Uffci amministrativi:
Via Mosco 51 Siracusa Tel. 0931 46.21.11
Fax 0931 60.006 Libertasicilia@gmail.com
Pubblicit diretta: Poligrafca S.r.l.
Via Mosco 51 Siracusa Tel. 0931 46.21.11
Per la pubblicit sono previsti sconti
Editrice e Stampa: Poligrafca S.r.l.
Registrazione Tribunale di Siracusa
n.17 del 27.10.1987
Sicilia
immigrati a ribellarsi alle mafe, ai
caporali e non i cittadini calabresi,
campani o pugliesi. proprio vero
che la speranza viene sempre dal
basso, dagli ultimi": con queste pa-
role padre Alex Zanotelli ha intro-
dotto il libro fotografco che rac-
coglie questo intenso racconto per
immagini. Oltremare un festi-
val gratuito, una serata di ascolto,
condivisione e divertimento che
pu diventare un importante mo-
mento di solidariet attiva.
4 SETTEMBRE 2014, GIOVED Sicilia 15 SPORT SIRACUSA
A memoria di tifoso
non si ricorda nulla
di simile. Al posto
del semplice, laco-
nico comunicato per
annunciare la costitu-
zione della nuova so-
ciet e il nuovo asset-
to societario, hanno
fatto una conferenza
stampa, fatto inaudi-
to per una categoria
ancora terra terra. E
se poi ne hanno fatto
unaltra per lanciare
la campagna abbo-
namenti e unaltra
ancora per annuncia-
re lo sponsor, la cosa
ha assunto i contorni
dellincredibile. Se
infne si considera
che tutto questo, roba
dellaltro mondo,
non avvenuto n
in piazza Cuella n
nellantistadio, ma in
un elegante albergo
cittadino in cui man-
cavano solo le ho-
stess e le majorettes,
non c da stupirsi
che i tifosi, abitua-
ti alla solita dose di
improvvisazione, si-
ano ancora l a stro-
picciarsi gli occhi e a
domandarsi cosa stia
davvero accadendo.
Insomma, una rivo-
luzione copernicana
culminata ieri nella
presentazione uff-
ciale della squadra
anche questo, evento
rarissimo avvenuta
nella solenne atmo-
sfera del Salone Bor-
sellino, salotto buono
di Palazzo Vermexio,
con i protagonisti,
cio i giocatori e lo
staff tecnico, chia-
mati uno ad uno e
presentati al Sinda-
co, allAssessore alle
politiche sportive
e al Presidente del
Consiglio Comunale
e, idealmente, a tutta
la citt. Non voglia-
mo anticipare niente,
ma nellauspicabile
circostanza delle-
ventuale vittoria del
campionato, pre-
sumibile che i nostri
eroi siano fatti sflare
in pullman scoperto
fra due ali plaudenti
di folla, come soli-
tamente avviene per
i vincitori dei trofei
calcistici internazio-
nali.
E questo solo per
dire dellimpegno
con cui la nuova diri-
genza sta tentando di
rilanciare limmagi-
ne del Siracusa che le
ultime vicissitudini
avevano per la verit
alquanto appannato,
sforzo di cui bisogna
onestamente dare
atto anche perch ha
gi prodotto i primi
buoni risultati. Infat-
ti, sul solco di queste
iniziative innovatrici
che hanno visto nel
nuovo A.D., Gaeta-
no Albergamo, e in
Paolo Manganaro,
nellinedito ruolo di
responsabile della
comunicazione, gli
impeccabili e ap-
prezzati registi, ol-
tre un migliaio di
siracusani comuni,
solitamente piuttosto
tiepidi e distaccati,
domenica scorsa si
sono riversati al De
Simone nonostante
la partita in program-
ma non fosse n di
campionato n di
grande richiamo, se-
gno che il nome del
Siracusa, a dispetto
degli ultimi negativi
avvenimenti, esercita
ancora un certo fasci-
no che a detta degli
analisti pi accredi-
tati dato addirittura
in crescita. E ora che
la societ ha fatto la
sua parte e che il pub-
blico si ripromette di
fare altrettanto, la
palla passa allo staff
tecnico e alla squa-
dra che non possono
esimersi dal dare il
loro valido contri-
buto alloperazione-
rilancio gi peraltro
in atto. Come dire,
Siracusa, lasciaci so-
gnare!
Armando Galea
Siracusa,
lasciaci
sognare!
In foto, tifosi aretusei
Societ, pubblico e squadra tutti mobilitati per la stagione
della rinascita. Manifestazioni da serie superiore, tifosi
speranzosi Ora la palla passa alla squadra
Colpo della Pantanelli, accordo con Spinesi
In foto, Spinesi
Mentre il calciomercato si avviava a
una chiusura stanca e senza particolari
spunti, esplodeva in citt la notizia della
presenza e dell'accordo siglato nel tar-
do pomeriggio di ieri tra la Pantanelli
e l'indimenticato bomber di serie "A"
Gionatha Spinesi. Infatti, nelle prossi-
me settimane, il noto calciatore avvie-
r direttamente al centro sportivo della
Pantanelli, un corso di perfezionamen-
to calcistico e tecnica individuale per i
bambini della scuola calcio e del settore
giovanile. Questa incredibile esperien-
Il Comitato Regionale Sicilia in colla-
borazione con il Gruppo Sportivo Ar-
bitrale, organizzer, sabato 6 settem-
bre p.v. ore 10.30 a Siracusa (presso
la sede del Club Scherma Siracusa),
un corso di formazione per Aspiranti
Arbitri e un corso di aggiornamento
per arbitri.
La partecipazione al corso di forma-
zione gratuita, richiesto il tessera-
mento alla F.I.S. e i 17 anni compiuti.
Tutti gli interessati possono inviare
l'adesione (o richiesta informazioni)
direttamente al Delegato Regionale
G.S.A. Marco Barrera via mail all'in-
dirizzo arrerab@libero.it
A Siracusa, corso
per aspiranti arbitri
di scherma
za, chiaramente nel limite dei posti di-
sponibili, sar aperta a tutti, anche ai
bambini delle altre scuole calcio. Inol-
tre, Spinesi collaborer direttamente
con la dirigenza della Pantanelli per in-
crementare e migliorare i rapporti con
le societ professionistiche e quindi au-
mentare la visibilit dei nostri piccoli
calciatori. L'iniziativa verr presentata
e dettagliatamente spiegata direttamen-
te dallo stesso Spinesi in occasione del-
la presentazione della nuova stagione
sportiva della Pantanelli.
SPORT PAGINA 16 4 SETTEMBRE 2014, GIOVED
Sicilia
Pallanuoto, la Rari Nantes
riparte dal vivaio
Giuseppe
Pulvirenti
alla guida
della Rari
Nantes
Giusy Gallitto:"Vogliamo investire tutte le
nostre forze nella crescita dei giovani"
Al Castello
della Zisa
di Palermo
fashmob
della
scherma
Domenica 7 Set-
tembre, durante il
corso della giorna-
ta, si svolgeranno
in numerose citt
italiane ed estere
dei fashmob a tema
scherma. Il fne
quello di promuo-
vere lo sport in un
periodo dell'anno
in cui ricomincia la
stagione agonistica
e la promozione
diventa strumento
essenziale per re-
clutare nuovi iscrit-
ti. Le esibizioni,
verranno effettuate
tra le pi importan-
ti e caratteristiche
location del mon-
do (ad esempio a
Roma davanti al
Colosseo, a Londra
a Picadilly Circus
o a New York a Ti-
mes Square, Pisa
davanti la torre di
Pisa, etc.).
Anche Palermo
sar tra le citt pro-
tagoniste di que-
sto grande evento
mediatico, le cui
immagini saran-
no trasmesse dalla
stessa Federazione
Italiana Scherma
attraverso i pro-
pri canali social
media. Organiz-
zatori dell'evento
palermitano saran-
no l'A.s.d. Club
Scherma Palermo
(societ campio-
ne d'Italia 2014 di
scherma paralim-
pica), la Polispor-
tiva CEI - ASDC e
l'Accademia Scher-
ma Palermo a.s.d.,
che si esibiranno
con i propri atleti
dei settori olimpi-
co e paralimpico
proprio domenica 7
settembre, a partire
dalle ore 17, nella
splendida cornice
del Castello della
Zisa a Palermo.
Dal calcio alla
pallanuoto. Di-
retta dal tecnico
Giuseppe Pul-
virenti nasce la
Rari Nantes di
Pallanuoto. Era
da parecchio
tempo- affer-
ma il presidente
Giusy Gallitto-
che volevamo ri-
cominciare con
il settore palla-
nuoto. Volevamo
alla nostra gui-
da Pulvirenti, lo
abbiamo cercato
con insistenza vi-
sta la sua grande
esperienza con le
giovanili ed il suo
palmares di tutto
rispetto, e siamo
felici che abbia
deciso di collabo-
rare con noi."
Ho presentato al
presidente Gallit-
to- afferma Giu-
seppe Pulviren-
ti- un programma
curato in ogni
minimo dettaglio.
La scuola di pal-
lanuoto della Rari
Nantes non deve
intendersi come
la creazione di un
vivaio da mette-
re a disposizione
della squadra se-
nior poich per
scelta, ma voglia-
mo investire tut-
te le nostre forze
solo nella crescita
dei giovani".
I ragazzi saran-
no seguiti da una
equipe multidi-
sciplinare di pro-
fessionisti alta-
mente qualifcati,
dello staff faranno
parte anche me-
dici perch sport
e salute devono
viaggiare di pari
passo."Abbiamo
gi pianifcato la
programmazione
didattica- pro-
segue Pulviren-
ti-, formeremo
i gruppi in base
ad et e grado di
abilit". In pro-
gramma anche
esperienze tecni-
che sia a livello
nazionale che in-
ternazionale.
Non ci conside-
riamo alternativi
o concorrenti con
le altre realt cit-
tadine- conclude
Pulvirenti- , anzi
se dalla nostra
scuola dovesse
uscire qualche
buon elemento,
saremo ben lie-
ti di contribui-
re allo sviluppo
della pallanuoto
In foto, azione di gioco
del settore giovanile
Fabio Di Sole il nuo-
vo allenatore del Noto
calcio.
Il tecnico 40enne di
origine calabrese si
legato alla societ gra-
nata e oggi incontrer i
componenti della rosa.
Una lunga carriera da
calciatore professioni-
sta per Fabio Di Sole,
in Serie A con Reggina
e Fiorentina, in Serie B
con Cosenza, Reggina
e Catanzaro, e in Se-
rie C con gloriosi club
tra cui Spal e Pistoiese.
Diverse le vittorie con-
quistate sul campo tra cui
due promozioni in Serie
Noto calcio,
Fabio Di Sole
il nuoto tecnico netino
A proprio con Reggina e
Fiorentina. Buon anche
il curriculum da allena-
tore, dapprima con il set-
tore giovanile dellHin-
terreggio in Lega Pro.
A Fabio Di Sole stato
anche affdato il compito
di commissario tecnico
per la Calabria al Torneo
delle Regioni. La scorsa
stagione Di Sole stato
nello staff tecnico del
Matera, squadra promos-
sa in Lega Pro.
Dopo la composizione
dello staff dirigenziale
si va verso la defnizione
dello staff tecnico, dopo
la riconferma nel ruolo
di direttore sportivo di
Vittorio Strianese, oggi
stato affdato a Fabio Di
Sole lincarico di allena-
tore.
PER IL NUOVO TECNICO GRANATA UNA CARRIERA IN SERIE A
In foto, Fabio Di Sole