Sei sulla pagina 1di 9

www.libertasicilia.it mail: libertasicilia@gmail.

com Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987


Politica
Consulenze: la nota
di Castagnino
Risposte assenti
a pagina quattro
Maria Piazzese al Gip del tribunale
Morte di due tossicodipendenti
Condannati due avolesi
Depositata la moti-
vazione della sentenza
con la quale due avo-
lesi sono stati con-
dannati per lo spaccio
di eroina e per avere
provocato la morte di
due assuntori.
A pagine cinque
SLA TRIBUNALE
POLITICA OSSERVATORIO
Cronaca
Microtelecamera
installata su
un postamat
a pagina quattro
Il sindacato dei vigili urbani ha chiesto lintervento del Prefetto di Siracusa
Doccia gelata per il sinda-
co di Avola, Luca Cannata.
Ma non si tratta di un pro-
blema politico.
A pagine cinque
La doccia
gelata
di Cannata
Sono disperata e per questo motivo ho accettato di
trasportare la droga. Con queste parole Maria Piazzese,
la 38 enne originaria di Palermo, ma residente a Siracusa,
ha spiegato al Gip del tribunale di Siracusa.
A fuoco anche la chiesa paleocristiana a Tremmilia
Epipoli in famme
C rabbia e timore
di Salvatore Maiorca
In questa zona industriale
in declino glinvestitori non
soltanto non arrivano pi
ma vanno via via deflando-
si anche quelli che ci sono
(o cerano) da decenni. E
la responsabilit soltanto
di quei particolari soggetti
i quali, per un interesse o
per un altro, hanno spinto
una parte di popolazione
(assolutamente minoritaria
peraltro) ad assumere un
atteggiamento di ostilit
preconcetta nei confronti
dellindustria. Ancorch
in mancanza di alcun fatto
attuale.
Lostilit
fa fuggire
investitori
Paura, rabbia, costerna-
zione. Questi i sentimenti
che emergono tra i resi-
denti delle zone del Vil-
laggio Miano e di Tremila,
interessati luned pome-
riggio in un vasto incendio
che ha distrutto campagne
lambendo anche le mura
dionigiane. Una situazio-
ne di grave pericolo han-
no corso diversi residenti
nelle villette, che si sono
visti avvicinare in maniera
considerevole il fronte del
fuoco.
A pagina due
A pagine dodici
mercoled 3 settembre 2014 Anno XXVII n. 201 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafca S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 0,50
La Giustizia patisce il
caldo. E non solo una
battuta di stagione ma la
realt dei fatti.
A pagine quattro
Impianto
climatico
in tilt
Il Piano previsto dal Go-
verno Nazionale per in-
frastrutture vedranno ac-
celerati i fnanziamenti
e sbloccate le procedure
per avviare i lavori. Ma lo
Sblocca Italia non prevede.
A pagine sette
Slocca
Italia
monca
La droga in auto
Lho fatto solo
per disperazione
A pagine quattro
Quotidiano della Provincia di Siracusa Sicilia
CRONACA DI SIRACUSA 2 Sicilia 3 SETTEMBRE 2014, MERCOLED
Paura, rabbia, coster-
nazione. Questi i sen-
timenti che emergono
tra i residenti delle
zone del Villaggio
Miano e di Tremila,
interessati luned po-
meriggio in un vasto
incendio che ha di-
strutto campagne lam-
bendo anche le mura
dionigiane.
Una situazione di
grave pericolo hanno
corso diversi residen-
ti nelle villette, che si
sono visti avvicinare in
maniera considerevo-
le il fronte del fuoco.
Sottaccusa i terreni
incolti e abbandona-
ti, quelli invasi dalle
sterpaglie da cui, basta
poco, appena una scin-
tilla, per fare scatenare
incendi di vaste pro-
porzioni come quello
di luned scorso che
ha messo a dura prova
loperato dei vigili del
fuoco e dei volontari
della protezione civile.
Il vasto incendio ha
provocato la distru-
zione di interi ettari
di macchie mediterra-
nea e per coloro che
si sono trovati a tran-
sitare per il Villaggio
Miano e per altre parti
dellEpipoli, hanno
notato la trasforma-
zione del paesaggio,
brullo, bruciacchiato
quando non ancora fu-
mante.
In mezzo alle sterpa-
sglie hanno bruciato
anche cumuli di rifuti,
oggetti, elettrodome-
stici e persino vecchi
apparecchi televisivi,
segno che lincuria e
lincivilt di alcune o
persone non ha limiti.
Il fuoco di luned non
soltanto provocato
lincendio di sterpa-
glie e macchia medi-
terranea, ma ha anche
coinvolto la chiesa pa-
leocristiana. Di ci si
rammarica il professo-
re Paolo Giansiracusa,
il quale sui social net-
work ha postato questa
breve ma signifcativa
nota.
Le famme di ieri han-
no inghiottito la parte
abbandonata dellex
propriet Bonanno, a
Tremmilia.
Sono state compro-
messe le stratifcazioni
architettoniche di uno
dei complessi storici
pi importanti del ter-
ritorio aretuseo (villa
ottocentesca, chiesetta
del IV secolo d.C., for-
tifcazioni e acquedot-
to greco, chiesa sette-
centesca).
La villa neogotica fu
progettata dallarchi-
tetto Karl Friedrich
Schinkel per Gould
Francis Leckie e il po-
eta Samuel Taylor Co-
leridge che labitarono
agli inizi dellOttocen-
to.
La villa inglobava le
strutture di una chie-
setta paleocristiana,
quella di San Pietro
ad Baias studiata da
Giuseppe Agnello,
e un pezzo strategi-
co delle fortifcazioni
dionigiane. Nelle adia-
cenze scorre un tratto
dellacquedotto greco.
Il complesso era ab-
bandonato da tempo e
la visita al monumento
paleocristiano, trasfor-
mato in stalla, veniva
puntualmente inter-
detta a tutti. Incendiata
anche la chiesetta ba-
rocca di Luciano Al
poco distante dal com-
plesso medievale.
Incendio
ad Epipoli
Monta
la rabbia
Agricoltura:
venerd
incoming con 23
sindaci lettoni
IN FIAMME ANCHE UNA CHIESA PALEOCRISTIANA
ECONOMIA
Venerd prossimo, 5 settem-
bre il deputato regionale Bruno
Marziano, presidente della Terza
Commissione Attivit produttive
dellAssemblea regionale siciliana,
parteciper ad un incoming con 23
sindaci della Lettonia che visiteran-
no il sud est siciliano.
Il programma prevede una tappa a
Siracusa e poi i sindaci scopriranno
i segreti dellagricoltura dellestre-
mo lembo dEuropa: visiteranno
Noto, Pachino, Rosolini, Portopalo
ed Ispica.
Una visita ha dichiarato il deputa-
to regionale, Bruno Marziano -, che
favorisce e rafforza lo scambio cultu-
rale, e che da un preciso indizio sul
valore che hanno assunto negli ulti-
mi anni le coltivazioni ortofrutticole
delle nostre aziende. Apartire dall
oro rosso di Pachino, il famoso
pomodoro conosciuto e apprezzato
in tutto il mondo. La prima visita
sar alla citt di Siracusa. Aseguire
a Noto per poi recarsi nella zona Sud
della provincia.
Lincendio di luned scorso ha im-
pegnato anche i volontari della pro-
tezione civile, che hanno dato man-
forte ai vigili del fuoco, impegnati
anche in altri fronti nello stesso ca-
poluogo e in provincia.
Unopera fondamentale quella dei
volontari, grazie alla quale stato
possibile evitare il peggio in alcune
aree.
E proprio per rendere merito allo-
pera del volontariato, il sindaco
Giancarlo Garozzo ha espresso ap-
prezzamento per loperato dei vo-
lontari della protezione civile, che
insieme allimprescindibile inter-
vento dei vigili del fuoco, hanno
contribuito allo spegnimento dellin-
cendio , che si sviluppato ieri nella
zona di viale Epipoli. Un ringrazia-
mento anche ai vigili urbani, che con
lintervento di tre pattuglie hanno con-
tribuito alla soluzione dellemergen-
za, chiudendo al traffco lampia zona
interessata allincendio. Ringrazio a
nome dellamministrazione e della cit-
t ha detto il sindaco Giancarlo Ga-
rozzo per il contributo fornito dalle
varie associazioni di volontariato che
non perdono occasione per dare il loro
aiuto, anche in situazioni diffcili e
pericolose come quella di ieri. Un rin-
graziamento che vorrei estendere an-
che agli agenti di polizia municipale,
Sindaco e assessore Grasso
ringraziano i volontari
della protezione civile
coordinati dal comandante Miccoli e ai
vigili del fuoco. Ribadendo i ringra-
ziamenti formulati dal primo cittadino,
lassessore alla Polizia municipale,
Antonio Grasso, ha preannunciato
che il comune sta predisponendo degli
elogi uffciali personali, che saranno
consegnati a quanti hanno contribuito
ieri allo spegnimento dellincendio di
viale Epipoli. Nonostante qualche mo-
mento di panico ha detto lassessore
Antonio Grasso la situazione sta-
ta da subito sotto controllo dei vigili
del fuoco, ottimamente collaborati dai
volontari della protezione civile e per
la regolamentazione del traffco dagli
agenti della polizia municipale.
In foto, gli effetti dellincendio di luned scorso.
3 SETTEMBRE 2014, MERCOLED Sicilia 3 CRONACA DI SIRACUSA
In occasione della Nascita della Mamma di tutte le Mamme, della Nativit
della Beata Vergine Maria, festa liturgica della Chiesa cattolica e della Chiesa
ortodossa, il Gruppo Mamme a Siracusa ha scelto di organizzare, lunedi 8 Set-
tembre, la benedizione del Parco dei Marinaretti, dei bimbi e di tutti i genitori
presenti. Si susseguiranno, l'uno dopo l'altra, tante attivit a partire dalle ore
17,30. Tutti i bimbi saranno invitati a partecipare alla caccia al tesoro.
Luned 8 settembre la benedizione
del parco dei Marinaretti
La lotta agli incendi
si deve programmare
La denuncia
del sindaca-
to che accusa
il riordino e la
spending review
INTERVENTO DI CONAPO E USB DEI VIGILI DEL FUOCO
I gravi fatti accaduti a
Siracusa, nella zona indu-
striale e nellintero territo-
rio provinciale lo scorso 1
settembre 2014, mettono
ancora in evidenza quanto
detto e ampiamente soste-
nuto dalle Organizzazioni
Sindacali dei vigili del fuo-
co. Quanto paventato si
palesato nel rogo gigante-
sco di Epipoli - affermano
le segreterie provinciali del
Conapo e dellUsb - dove
numerose famiglie hanno
vissuto ore di paura e ter-
rore perch le famme e il
fumo avevano invaso le
abitazioni dellintero quar-
tiere fno a raggiungere la
zona sottostante Tremmi-
lia. Altro rogo gigantesco
ha interessato la zona indu-
striale mettendo a rischio e
a dura prova gli impianti e i
depositi di due grandi mul-
tinazionali come SASOL e
ESSO. Lallarme generale
iniziato alle 14 circa per ri-
entrare in serata intorno alle
21. E stato grazie allin-
tervento tecnico di tutte le
squadre antincendio, adde-
strate e pronti alla risposta
immediata, aziendali ESSO
e SASOL, dai volontari
della protezione civile di
Priolo coordinate dai Vi-
gili del Fuoco del Corpo
Nazionale a evitare che le
famme interessassero in
maniera irreparabile im-
pianti e i depositi evitando
incidenti a rischio rilevante,
salvaguardando le aziende
e i numerosi posti di lavo-
ro tra diretto e indotto. Altri
incendi si sono avuti sem-
pre nel territorio megare-
se nella zona adiacente la
statale svincolo Augusta e
nellentroterra sulla zona
di Ogliastro Villasmundo
Augusta. Ancora una vol-
ta ci preme sottolineare che
la lotta agli incendi estivi,
boschivi e di interfaccia si
deve programmare in lar-
go anticipo. Si deve inoltre
lavorare sulla prevenzione
molti terreni demaniali e
privati sono lasciati in ab-
bandono e sono in estate a
rischio incendi ed in inver-
no a rischio idrogeologico e
la nostra provincia a forte
rischio idrogeologico, pro-
va lincidente di Noto dove
persero la vita un nucleo fa-
miliare e Tivoli dove perse
la vita un bambino. Altra
mancanza la prevenzione e
la repressione da parte delle
forze dellordine gli incen-
di ormai acclarato sono
di natura dolosa serve un
controllo del territorio con
tutte le forze oggi esistenti
in campo. Chiediamo an-
cora una volta lintervento
del Prefetto, unica autorit
che coordina tutte le forze
messe in campo, a rivede-
re insieme alle scriventi i
piani di emergenza incendi
boschivi. Servono ai Vigi-
li del Fuoco nuove risorse
automezzi e personale or-
mai ridotto ai minimi non ci
stancheremo di chiederlo.
Siamo stati vittima di un
riordino scellerato e di una
spending review altrettanto
oscena e scellerata che ta-
glia solo sui servizi ai citta-
dini e non i privilegi.
Lassociazione Rifuti
Zero Siracusa ha presenta-
to al Comune di Siracusa la
proposta di delibera per la-
desione alla Strategia In-
ternazionale Rifuti Zero.
La richiesta indirizzata al
Sindaco, allassessore alle
politiche ambientali, al Pre-
sidente del Consiglio Co-
munale e al Presidente della
Commissione Ambiente.
Ladesione alla Strategia
richiede che il Comune av-
vii un percorso ben preciso
con lobiettivo di Ridurre e
Differenziare la quantit di
rifuti entro il 2020.
Sono 206 per un totale abi-
tanti di 4.324.934 i Comu-
ni Italiani che hanno fnora
adottato la Strategia Rifuti
Zero attraverso delibera del
Consiglio Comunale.
Salvo La Delfa, presidente
dellAssociazione Rifuti
Zero Siracusa afferma: Si
tratta di una sfda che deve
essere accettata dal Comune
di Siracusa, dal Consiglio
Comunale, dalle imprese e
dai cittadini tutti; solo cos
pu risultare un volano per
cambiare la situazione am-
bientale in questa citt e
per trasformare i rifuti da
problema a risorsa, e ag-
giunge che Siracusa ha le
carte in regola per fare da
apripista alla Rivoluzione
dei Rifuti in Sicilia: una
buona governance, un ot-
timo tessuto associativo
(Legambiente, Natura Si-
cula, Nuova Acropoli, As-
sociazione Mamme, Astrea
e i Comitati) e un tessuto
imprenditoriale sensibile a
queste tematiche. La richie-
sta da parte dellAssocia-
zione Rifuti Zero Siracusa
motivata dallattivit
svolta dallAmministra-
zione Comunale dal luglio
2013 e dalle iniziative che
sono state portate avanti in
questo ultimo anno.
Il comune
aderisca
alla strategia
dei rifuti
zero
La citt di Siracusa si piazza al quinto
posto nella speciale graduatoria sul ri-
sparmio, stilata da Altroconsumo, lasso-
ciazione di consumatori, ha svolto sul ter-
ritorio nazionale unindagine in 68 citt e
919 supermercati.
Monitorati un milione di prezzi per ca-
pire dove la spesa costa meno. Il titolo
di citt pi risparmiosa va a Verona,
Ferrara e Modena le pi care. Nella cit-
t di Siracusa la spesa in un supermarket
tradizionale costa meno. In Sicilia, solo
Risparmio, Siracusa al quinto posto
Catania fa meglio (terzo posto).
In un anno, un italiano spende 6.356 euro
per il suo carrello della spesa. Secondo
Altroconsumo si possono risparmiare fno
a 3.500 euro scegliendo con attenzione il
supermercato in cui fare gli acquisti. La
defazione ha livellato i prezzi, ma restano
differenze di prezzi tra una catena e lal-
tra a volte anche di rilievo. Rimangono,
comunque, i problemi legati alla spesa e
allopportunit degli ottanta euro in pi in
busta paga.
LA GRADUATORIA PUBBLICATA DA ALTRO CONSUMO
In foto, immagine del rogo di luned.
IMPORTANTE LA LORO OPERA DI SPEGNIMENTO
Microtelecamera installata alle Poste
Pronta una truffa gli per ignari utenti
Una microtelecamera installata sul
postamat delluffcio postale di via-
le Santa Panagia a Siracusa. Questa
la scoperta fatta da un utente, che si
era recato alla posta per prelevare
soldi in contanti.
La segnalazione stata trasmessa
alla Questura di Siracusa e sul po-
sto giunta una pattuglia delle unit
Volanti. I poliziotti hanno constatato
che, ignoti malintenzionati avevano
applicato sullo sportello postamat
un sistema elettronico munito di
microtelecamera idoneo alla clona-
zione delle carte. In buona sostanza,
lutente che, non accorgendosi del
marchingegno elettronico, avesse
azionato la carta di credito, avrebbe
involontariamente ceduto tutti i suoi
dati segreti, codice di accesso e pas-
sword. La telecamera, infatti, avreb-
be registrato i dati che sarebbero poi
serviti per clonare le cards e quindi
prelevare soldi allinsaputa del legit-
timo possessore.
Non il primo caso che si verifca in
citt e gli agenti hanno esteso i con-
trolli a tutti gli altri uffci postali.
La Polizia di Stato invita tutti i citta-
dini possessori di carte bancomat, di
credito o postamat a prestare la mas-
sima attenzione e ad avvisare trami-
te il 113 la Polizia in caso di sospetti o
dubbi al momento dei prelievi.
Sono disperata e per que-
sto motivo ho accettato di
trasportare la droga. Con
queste parole Maria Piaz-
zese, la 38 enne originaria
di Palermo, ma residente a
Siracusa, ha spiegato al Gip
del tribunale di Siracusa,
Patricia Di Marco, il fatto di
essere stata sorpresa dai po-
liziotti della squadra mobile
in possesso di un chilo di
marjuana, che trasportava
sulla propria vettura.
Lindagata, assistita dallav-
vocato Sebastiano Troia,
comparsa dinanzi al giudice
per le indagini preliminari,
che ha convalidato larresto
operato dagli investigatori,
disponendo a suo carico
la misura cautelare degli
arresti domiciliari.
Di diverso avviso stato
il pubblico ministero, che
aveva invocato la conferma
della misura cautelare in
carcere. La donna ha rac-
contato sostanzialmente di
avere diffcolt a sbarcare
il lunario e per tale motivo
avrebbe accettato la propo-
sta di trasportare il consi-
stente quantitativo di droga
leggera, che dice di avere
prelevato a Catania da una
In foto, Maria Piazzese e la droga sequestrata sulla sua automobile.
Trasportava droga in auto
Lho fatto per disperazione
La donna ha riferito di essersi recata a Catania
per acquistare la marijuana per conto di terzi
IL GIP DI MARCO CONVALIDA GLI ARRESTI DELL'INDAGATA
persona a lei sconosciuta e
che stava per consegnare a
Siracusa ad altre persone di
cui non conosce lidentit.
Per quel carico di droga,
la Piazzese avrebbe avuto
la promessa di incassare la
somma di 500 euro.
Lepisodio risale a giove-
d della scorsa settimana
quando gli investigatori
della squadra Mobile are-
tusea, a seguito di indagini
di polizia giudiziaria, han-
no pensato di pedinare la
donna, perch sospettata di
essere in qualche modo al
centro di un giro di droga.
Quando hanno avuto la
certezza degli spostamenti
dellindagata a bordo della
sua autovettura, i poliziotti
lhanno intercettata, in viale
Scala Greca. La Piazzese
viaggiava a bordo di una
Fiat Stilo sulla quale hanno
rinvenuto dellabitacolo un
involucro contenente un
chilogrammo di marijuana.
La donna, dopo le incom-
benze di rito stata condotta
nel carcere di Catania dove
vi rimasto fno al momen-
to in cui il Gip ha deciso
di applicarle una meno
affittiva detenzione.
CRONACA DI SIRACUSA 4 Sicilia 3 SETTEMBRE 2014, MERCOLED
LA SCOPERTA FATTA DA UN UTENTE ALLUFFICIO DI VIALE S. PANAGIA
AmbIente
Discarica
di Costa Gigia
Scatta
risarcimento
al comune
di Augusta
Scatta il risarcimento dei
danni a favore del comu-
ne di Augusta. Limpresa
Green Ambiente, la socie-
t che ha costruito la di-
scarica dei rifuti di Costa
Gigia verser al Comune
di Augusta un milione e
quattrocentomila euro.
La somma dovuta al
Comune megarese a titolo
di compensazione per
aver realizzato un impian-
to di stoccaggio dei rifuti
sul territorio comunale ed
stata quantifcata dalla
stessa societ che ha fatto
i conti, mettendo nero su
bianco lintera somma
degli oneri di compensa-
zione calcolati in base ai
metri cubi occupati e alle
tonnellate di rifuti solidi
urbani. L'impianto ormai
saturo di Costa Gigia
chiuso dallo scorso primo
luglio.
Con la chiusura della
discarica di Augusta, il
Comune ha dovuto optare
per l'impianto catanese
che il pi vicino dove
andare scaricare che ha
comportato un aggravio
di costi pari a 35 euro a
tonnellate smaltite. Con
una determina frmata
dal responsabile del XVI
settore il Comune ha im-
pegnato la somma di 900
mila euro per far fronte al
servizio di conferimento
nella discarica catanese
dal primo luglio al 30
settembre.
L'ente si impegnato a
pagare il canone mensile
di settembre, incremen-
tato del costo di trasporto
dovuto alla maggiore
percorrenza, dalla societ
che gestisce da anni il
servizio di raccolta della
spazzatura e smaltimento
dei rifuti.
3 SETTEMBRE 2014, MERCOLED Sicilia 5 CRONACA DI SIRACUSA
Morti per overdose
Ecco perch condannati
i due imputati avolesi
IL TRIBUNALE DEPOSITA LE MOTIVAZIONI
E stata depositata la moti-
vazione della sentenza con
la quale due avolesi sono
stati condannati in maniera
severa per lo spaccio di
eroina ed anche per avere
provocato a loro insaputa
la morte di due assuntori di
sostanze stupefacenti.
I giudici del tribunale pe-
nale in composizione colle-
giale hanno ritenuto deter-
minante la testimonianza di
un altro tossicodipendente,
scampato alla morte a
seguito dellassunzione
di una dose di eroina, e le
successive intercettazioni
ambientali e telefoniche.
La condanna a 9 anni e
mezzo di reclusione oltre
al pagamento di 50 mila
euro di multa, stata in-
fitta a carico di Salvatore
Iacono di 47 anni, mentre
ha rimediato la condanna
a 8 anni e 2 mesi e 40 mila
euro di multa laltro impu-
tato, Sebastiano Vaccarella
di 33 anni. Entrambi gli
trambi hanno accusato un
malore. Ad avere la peggio,
per, stato Giuseppe Di
Dio, che deceduto a causa
di un collasso cardio circo-
latorio. Laltro assuntore
rimasto privo di sensi per
alcune ore, poi si riavuto
dal malore ed ha avvertito
il fratello, che ha dato
lallarme ai carabinieri.
Gli investigatori hanno
rinvenuto nella tasca della
giacca della vittima un
fogliettino di carta con il
numero di telefonino che
corrispondeva a quello di
Vaccarella.
Da questo elemento e dalla
conferma delle dichiara-
zioni dellaltro assuntore,
sono scattate le indagini
a carico dellimputato,
la cui utenza telefonica
stata messa sotto controllo.
Dalle intercettazioni si
compreso che vi erano dei
rapporti tra Vaccarella e Ia-
cono. Questultimo sarebbe
protagonista anche del
secondo episodio oggetto
della contestazione, che
si verifcato la notte tra
il 28 febbraio ed il primo
marzo 2006.
Un uomo, Sebastiano Cam-
pisi, si sarebbe recato al
domicilio di Iacono dal
quale avrebbe avuto una
dose di eroina. Appartatosi
in viale Lido ad Avola,
deceduto a seguito dellas-
sunzione della dose. La
ricostruzione dei carabi-
nieri prende spunto ancora
dallintercettazione delle
conversazioni telefoniche
tra Vaccarella e Iacono, nel
corso delle quali questuti-
mo si sarebbe dimostrato
preoccupato che gli inve-
stigatori potessero risalire
a lui. I legali della difesa,
avvocati Alvise Troja e
Concetta Ceraldi avevano
chiesto lassoluzione per
i loro assistiti dal reato di
morte come conseguenza
di altro delitto.
R.L.
Doccia gelata per il sindaco di Avola,
Luca Cannata. Ma non si tratta di un pro-
blema politico o amministrativo, quanto
della partecipazione alla catena avvia-
ta a livello mondiale per solidariet nei
confronti delle persone sofferenti di Sla.
Il primo cittadino avolese ha, infatti, de-
ciso di partecipare alliniziativa doceBu-
cketChallenge.
Avevo gi fatto il bonifco prima delle
nominations che mi hanno fatto Gabriele
Ligioi e il Sindaco di Solarino, Sebastia-
Doccia fredda per il sindaco Cannata
no Scorpo - commenta il sindaco Cannata
- ma era giusto provare anche il brivido
provocato sul corpo dalla secchiata gelida.
Contribuiamo alla ricerca per la Sclerosi
laterale amiotrofca.
Il primo cittadino, che ha postato una serie
di fotografe che testimoniano come si sia
voluto sottoporre ad una doccia ghiaccia-
ta, avolese continua affermando che ogni
giorno buono per compiere atti e gesti di
generosit... Oggi anche donazione all'Avis
con alcuni giovani della consulta.
IL PRIMO CITTADINO AVOLESE A FAVORE DELLA SLA
Si ripristina il regolare funzionamento del
depuratore di Avola. E stata, infatti, aggiu-
dicata la seconda e ultima gara di appalto
programmata dall'ente, relativa alla siste-
mazione della cabina elettrica e la rete dei
cavi danneggiati e rubati dai vandali gi nel
Depuratore Avola
Aggiudicata
la gara dappalto
SI TRATTA DEL SECONDO E ULTIMO APPALTO DELLA GARA gennaio scorso. Ad aggiudicarsi i lavori della
gara a trattativa privata, stata la ditta A.C.
Electric Srl con sede ad Avola, che ha pra-
ticato il ribasso del 3 per cento sul prezzo a
base d'asta fssato in 149 mila euro. L'aggiu-
dicazione comunque provvisoria e diventa
defnita dopo la pubblicazione del verbale di
gara.
Inoltre tutti i costi per l'avvio e la gestione
del depuratore sono stati inseriti e richiesti
con il Fondo di rotazione dello Stato nell'am-
bito dell'approvato e riproposto nuovo piano
di riequilibrio fnanziario dell' Ente, per un
totale di 1 milione 700 mila euro. Queste per-
ch il fondo che era stato accantonato nell'ap-
posito capitolo di spesa del depuratore.
Sopra, il Tribunale di Siracusa.
In foto, Luca Cannata appena docciato
imputati sono stati condan-
nati anche al risarcimento
dei danni a favore delle
parti civili costituite con
il patrocinio dell'avvocato
Nino Savarino.
Due le vicende per le quali
Iacono e Vaccarella sono
stati condannati. Il primo
si verifcato il 28 dicem-
bre 2005. Secondo quanto
ricostruito dai carabinieri
della Compagnia di Noto
e riscontrato in sede dibat-
timentale, due tossicodi-
pendenti avrebbero avuto
modo di contattare Vacca-
rella dal quale avrebbero
ricevuto due dosi di eroina.
Si sono poi appartati nelle
campagne di contrada Fal-
conara Pioppi, nel territorio
di Noto, e qui entrambi si
sono iniettati le dosi. En-
CRONACA DI SIRACUSA 6 Sicilia 3 SETTEMBRE 2014, MERCOLED
Manca ladesione nazionale
ad avere un teatro di Paglia
A Catania
lo storico del
teatro Mauro
Longo che al
Parco Gioeni
stanno
ottenendo
successo
le repliche
allaperto
Liniziativa di creare spazi urbani per la creativit artistica dei
giovani soprattutto anche per dare mobilit a spazi della citt
La Siracusa dei gio-
vani Artisti incompre-
si, rivolge la richiesta
a chi di competenza,
di avere un luogo
pubblico dismesso,
dove potere esercitare
liberamente il talento
artistico e la passio-
ne a produrre teatro
popolare amatoriale,
come ante Cristo lo
esercitavano nelle
piazze, sulle strade,
i giovani, Teocrito,
Rindone, Sofrone,
Eronte, Epicarmo; al
quale ultimo, Siracusa
gli deve di averla indi-
cata patria e genitrice
della Commedia: Che
poi sarebbe la rappre-
sentazione scenica di
vicende tratte dalla
vita quotidiana, a lieto
fne.
La Fita locale, che
pure tutela gli inte-
ressi delle compagnie
amatoriali dovrebbe
prendere atto , solle-
citando i talenti alla
scrittura di testi che
abbiano a parlare
quel dialetto che an-
cora si tramanda nei 5
quartieri che il com-
mediografo aretuseo
Tony Fazzina indica:
a Raziedda, a Jureca,
o Taliu, o Cateddu, a
Funtana: rioni (dice)
dove si mantiene la
koin tipica cortilese,
pettegola, allusiva, ma
soprattutto intrican-
te; come pure anche
Catania e Palermo
ne hanno loro, tipica,
gergale oltre a quella
dialettale.
Ci comunica intanto
da Catania lo storico
del teatro Mauro Lon-
go che al Parco Gioeni
stanno ottenendo suc-
cesso le repliche, alla-
perto, dello spettacolo
Faust di Goethe,
organizzato e diretto
dal valoroso regista
e attore Elio Gimbo,
messo su di propria
iniziativa, sullonda di
quando sta avvenendo
in Italia e allestero,
per sopperire alla crisi
dei teatri e al mancato
sostegno del Governo
e dei Comuni: cio
in corso liniziativa
di creare spazi ur-
bani per la creativit
artistica dei giovani
soprattutto , anche per
dare mobilit a spazi
della citt, disadattati
dalla politica governa-
tiva o comunale. Si
creata oggi una rete
dei Teatri di Paglia
per coltivare appunto
la passione per il te-
Iniziative legate al
mondo dellarte ur-
bana e delle culture
underground.
Lopera Resurretio
Christi recitata
in appena 900 versi
VENNE RAPPRESENTATA RISCRITTA IN VOLGARE SICILIANO
Vissuto oltre 600
anni fa, da oggi
(2014), si continua
a parlare in teatro
di Marco De Gran-
di perch autore
dellopera Resur-
retio Christi ritenu-
ta primo spettacolo
del Teatro in Sicilia,
in appena 900 ver-
si. Uomo politico,
segretario della ca-
mera regionale Sici-
lia: De Grandi aveva
semplicemente ri-
chiamato in un editto
la gente ebrea della
contrada siracusana
la Giudecca ai do-
veri morali e religiosi,
non pensando di la
espressivit nel ver-
so, per il tema che ri-
chiamava, come fosse
una passerella , nomi
di per dover restare
famoso come autore
teatrale, per la scrit-
tura poetica, per la
espressivit nel ver-
so, per il tema che ri-
chiamava, come fosse
una passerella, nomi
di personaggi religio-
si, della cultura, del-
la storia. Certa fu la
presunzione di critici,
di avere scritto un te-
sto teatrale. Persino a
Roma, nella Chiesa
degli Artisti (allogata
in piazza del Popolo)
La Resurrezione
venne rappresentata
riscritta in volgare si-
ciliano, diciamo sullo
stile di Pasolini, nel
suo Vangelo secon-
do Matteo. C stato
pure il giornalista Fi-
lippo Arriva, storico
di teatro, che ne ha
prodotta (dallorigi-
nale di 900 versi) una
sua edizione deal tito-
lo La Resurressione
inserendo allinizio
del copione un pianto
di Maria, stile 300, e
momenti musicali da
autori di secoli passa-
ti, dal 30 in poi. C
stato pure lo scrittore
Paolo Albani che al
tempo in cui era pre-
side del liceo classico
di Siracusa , riscrisse
in un volumetto di sua
edizione lopera di
De Grande, parlata da
voci linguistiche che
sono nel paese, tenu-
to conto che lautore
avesse viaggiato mol-
to con i suoi incarichi
politici e di governa-
tore.
Si deve al regista Aldo
Formosa e alla sua
compagnia del Tea-
tro di Sicilia, lessere
riuscito a rivisitare il
testo di Paolo Albani
in chiave ironica e ac-
costarlo a De Grande
per i molti particolari
apportati alla messin-
scena, per se stessa
gi numerosa di per-
sonaggi tratti dalla
bibbia ,dalla religione
, dalla cultura umani-
sta , dalla storia. Ne
venne infatti una sa-
tira, dalla invenzione
atro , ma anche per le
Arti in genere. ACata-
nia ci ha pensato Elio
Gimbo a dare al capo-
luogo etneo un Palco
aperto che i cittadini
stanno assoporando
dalla geniale messin-
scena, in due ore, del-
la mefstofelica opera,
aggiornata dai pupari
fratelli Napoli, per
rendere appunto lo-
pera moderna e rap-
portabile allodierno
vivere sociale.
Da qui, la geniale di
Gimbo di scenogra-
fare in paglia e deli-
mitare con altrettanti
covoni la platea, sui
quali il pubblico siede
simpaticamente ben
sopportandone il di-
sagio della comodit:
una scampagnata, in
somma, col godimen-
to alaperto di uno
spettacolo teatrale. E
questo, grazie al co-
mune, di non volere
sostenere in estate la
cultura del Teatro.
Anche in provincia si
subito adattato que-
sto nuovo genere di
fare teatro allaper-
to: A Santa Maria La
Stella, qui per con
ingresso gratuito, si
fatto teatro nello
spazio antistante la
Chiesa di San Loren-
zo, addirittura con
una commedia, salace
fn dal titolo sboccato
Cercasi marito, ma
anziano e pensiona-
to importante ca
mori subitu. Autore
Giovanni Allotta.
Giuseppe La Delfa
registica del Formosa,
da avere accreditata
la fama di De Gran-
de come illustre poe-
ta siracusano del XV
secolo, ma non certo
di drammaturgo e di
avere inaugurato il
Teatro Siciliano, al
cui fama resta appan-
naggio dei revisori
sceneggiatori, che, di
un editto continuano a
farne unopera teatra-
le. Del teatro siracu-
sano di ieri e di oggi
assicura lo storico si-
racusano Mauro Lon-
go m, parleremo op-
portunamente, visto
che a Siracusa conta
solo il teatro classico,
come se non ci fos-
sero pi autori degni
eredi di Epicarmo.
Mauro Longo
Consulenze
al Comune
Castagnino
protesta
Si conosce poco
o nulla rispetto
agli incarichi di
consulenza affdati
ad esperti di vari
settori dallam-
ministrazione
comunale nel corso
dellanno. Que-
sta la doglianza
espressa dal con-
sigliere comunale
Salvo Castagnino,
il quale il 7 luglio
scorso ha trasmes-
so a tutti i dirigenti
del Comune di
Siracusa, al Segre-
tario Generale ed
al Sindaco una ri-
chiesta di trasmis-
sione documenti ed
interrogazione con
la quale chiedeva
lelenco dettagliato
con descrizione di
tutte le consulenze,
gli incarichi le no-
mine, le richieste
di pareri fatte dagli
Uffci e dallammi-
nistrazione, anche
a titolo gratuito per
ogni settore.
Alla data odierna
lamenta il consi-
gliere Castagnino
hanno risposto
solo ed esclusi-
vamente il settore
Affari Generali. Mi
chiedo e chiedo al
Segretario Gene-
rale, di garantire
le funzioni degli
eletti anche se
minoranza, perch
anche questo il
suo ruolo. Per il
consigliere La
mancata risposta
da parte dellam-
ministrazione
segnale di volere
nascondere la-
zione con la quale
la stessa tradisce
quello che stato il
principale slo-
gan preelettorale
nessuna consu-
lenza esterna. In
altre circostanze,
il sindaco ed altri
amministratori si
sono premurati a
sottolineare come
le consulenze aff-
date siano a titolo
gratuito.
3 SETTEMBRE 2014, MERCOLED Sicilia 7 CRONACA DI SIRACUSA
Salta limpianto di climatizzazione
In Tribunale si soffoca dal caldo
Scheda in tilt
da oltre un
mese: stato
di criticit
per giudici,
avvocati,
cancellieri
e impiegati
ma anche
per i cittadini
Il Comune inspiegabilmente non interviene
per ripristinare la vivibilit dellambiente
La Giustizia patisce
il caldo. E non sol-
tanto una battuta di
stagione ma la realt
dei fatti che pu es-
sere riscontrata fre-
quentando il palaz-
zaccio di viale Santa
Panagia.
Ne sanno qualcosa i
giudici, gli avvocati
e gli operatori della
Giustizia, costret-
ti dal mese di luglio
scorso a convivere
con le alte tempe-
rature di stagione,
scirocco compreso,
senza potere usufru-
ire dellimpianto di
climatizzazione.
Il sistema centralizza-
to ormai obsoleto e
basta un nonnulla per
fare saltare lintero
impianto controllato
elettronicamente. Se
a ci si aggiunge che
lo stesso impianto
stato oggetto di uno
sbalzo di corrente
elettrica pi volte, il
dado tratto e il cal-
do assicurato nelle
aule giudiziarie e in
tutti gli uffci, Procu-
ra compresa.
Il guasto sembra es-
sere stato determi-
nato da unanomalia
alla scheda elettro-
nica per il controllo
dellintero sistema di
climatizzazione.
I tecnici inviati dal
Comune di Siracusa
sono intervenuti per
tempo nel mese di lu-
glio individuando il
guasto e trasmetten-
do la scheda bruciata
alla casa madre per la
sostituzione o per la
riparazione.
La scheda sembra
essere arrivata, ma il
caldo non se n an-
dato. Anzi, le stanze
e le aule sono im-
merse nella calura
quando non nellafa,
che costringe magi-
strati, avvocati e loro
assistiti a delle vere e
proprie saune com-
plete senza alcuna
possibilit di difesa
poich mancano an-
che i ventilatori, non
previsti dal Comune
in casi del genere. Per
il colmo della sfortu-
na, ieri mattina ve-
nuta anche a mancare
lenergia elettrica.
Un fatto, comunque
circoscritto a poche
ore e anche pianifca-
to, ma che ha di fatto
messo in tilt la mac-
china organizzativa
della Giustizia.
C.A.
In foto, il palazzo di
Giustizia di viale Santa
Panagia.
Sblocca Italia
Interpellanza
al ministro Lupi
FERROVIA, STATALE 194 TRA LE GRANDI OPERE DIMENTICATE
Il Piano previsto
dal Governo Na-
zionale per infra-
strutture vedranno
accelerati i fnan-
ziamenti e sbloc-
cate le procedure
per avviare i lavori.
Ma lo Sblocca Ita-
lia non prevede il
fnanziamento di al-
cune opere risorse e
fonti certe di fnan-
ziamento.
Lintervento re-
lativo innanzitutto
alla Ragusana, ov-
vero la Statale 514
Ragus a- Cat ani a,
ormai tristemente e
drammat i cament e
conosciuta come la
strada della morte
per la sua estrema
pericolosit e per i
tanti incidenti spesso
mortali che si regi-
strano, struttura via-
ria di fondamentale
importanza per col-
legare territori im-
portanti e una parte
rilevante della stessa
provincia di Siracusa
con tutta la zona del
triangolo agrumicolo
di Lentini, Carlentini
e Francofonte. Parlo
del sistema ferrovia-
rio della provincia di
Siracusa. Si tratta di
impedire che per fare
120 Km si impie-
ghino pi di tre ore.
Si proceda quindi a
velocizzare e ammo-
dernare il tratto tra
Priolo e Bicocca e
lintera ferrovia sud-
orientale.
Lasse ferroviario
della Sicilia Orienta-
le non pu fermarsi a
Catania. E questo per
diverse ragioni, ne
indico solo alcune
afferma il parlamen-
tare nazionale Pip-
po Zappulla, che ha
presentato uninter-
pellanza al ministro
per le Infrastrutture
e ai Trasporti, Lupi
Perch la stazione
di Siracusa, nel piano
nazionale delle fer-
rovie e dei trasporti,
defnita ancora sta-
zione di testa, ovvero
sito in cui si compon-
gono e partono i tre-
ni. La seconda che
questo nostro territo-
rio necessit di una
vera politica dei tra-
sporti e della mobili-
t intermodale. Penso
che un sistema viario
e autostradale eff-
ciente, una moderna
rete ferroviaria e le
autostrade del mare,
insieme, possano e
debbano interagire
ed essere fortemente
collegate. E incredi-
bile che ancora non ci
sia per esempio una
bretella ferroviaria
che arrivi fno al Por-
to di Augusta.
Intanto lAssessore
Regionale ai Tra-
sporti, Torrisi che
ritiene necessario il
potenziamento delle
infrastrutture nella
parte sud orientale
della Sicilia.
ASTE GIUDIZIARIE 8 Sicilia 3 SETTEMBRE 2014, MERCOLED
TRIBUNALE DI SIRACUSA
ProssImA InserZIone:
07/09/2014
le VendIte GIUdIZIArIe
Tutti possono partecipare alle vendite giudiziarie, tranne
il debitore esecutato - art.579 cpc - Non occorre lassi-
stenza di un legale o altro professionista. Ogni immobile
stimato da un perito del Tribunale. Oltre al prezzo si
pagano i soli oneri fscali (IVAo Imposta di Registro), con
le agevolazioni di legge (1 casa, imprenditore agricolo
ecc.). La vendita non gravata da oneri notarili o di
mediazione. Il decreto di trasferimento dellimmobile
viene emesso dal giudice dopo 60 giorni - ex art.585 cpc
- dal versamento del prezzo che va fatto entro 30 giorni
dallaggiudicazione defnitiva. La trascrizione nei registri
immobiliari a cura del Tribunale. Di tutte le ipoteche e
i pignoramenti, se esistenti, ordinata la cancellazione.
Le spese di trascrizione, cancellazione e voltura cata-
stale sono interamente a carico della procedura. Per gli
immobili occupati dai debitori o senza titolo opponibile
allaproceduradel Giudice, ordinalimmediataliberazione.
Lordine di sfratto immediatamente esecutivo e le-
secuzione non soggetta a proroghe o a graduazioni.
Eventuali spese legali sino a euro 516,46 sono a carico
della procedura. Le Aste GIUdIZIArIe saranno
inserite dalla data di pubblicazione del ban-
do fno alla data prevista per l'asta sul sito:
www.astetribunale.com
VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI
come PArtecIPAre
Domanda in carta legale (euro 10,33) con indicazione del bene, del prezzo offerto e dai termini di pagamento, da presentare in
busta secondo i tempi e le modalit stabilite dallorgano che procede alla vendita e pu essere presentata anche nella stessa data
dellesperimento di vendita; nella busta va inserito anche un assegno circolare non trasferibile di importo pari al 10% del prezzo
offerto, quale cauzione, che verr trattenuta in caso di revoca dellofferta. Nel caso di pi lotti di tipologia omogenea nella stessa
procedura, linteressato allacquisto di un solo lotto pu formulare offerte dacquisto per pi lotti allegando un solo assegno circolare
corrispondente alla cauzione richiesta per il lotto di maggior valore, espressamente subordinato alleffcacia delle offerte relative ai
lotti, la cui gara si svolge successivamente, alla mancata aggiudicazione a loro favore del lotto precedentemente posto in vendita.
Nella domanda lofferente deve indicare le proprie generalit (allegando fotocopia doc. identit ovvero visura camerale per le
societ), il proprio cod. fscale, se intende avvalersi dellagevolazione fscale per la 1 casa e, nel caso in cui sia coniugato, se si
trova in regime di separazione o comunione dei beni. Sulla busta deve essere indicato solo lo pseudonimo o motto dellofferente
(che consenta allo stesso lidentifcazione della propria busta al momento dellapertura della gara) la data della vendita e il nome
del giudice senza nessuna altra indicazione (n nome del debitore o del fallimento, n bene per cui stata fatta lofferta). Prima di
fare lofferta leggere la perizia e lordinanza del giudice. Achi intestare lassegno: a nome di Procedura aggiungendo le parole in
calce ad ogni annuncio dopo lindicazione Rif (per es. Procedura RGE 100/99 Rossi). Dove presentare al domanda: in Tribunale
alluffcio Vendite Immobiliari. Come visitare limmobile: rivolgersi al curatore o al custode giudiziario indicati in calce allannuncio;
se non indicati inviare richiesta per la visita dellimmobile alluffcio vendite immobiliari per posta al Tribunale di Siracusa - Uffcio
Vendite Immobiliari - Viale Santa Panagia 96100 Siracusa, indicando limmobile, il n. di Rif., la data della vendita, il proprio nome e
recapito tel. Luffcio comunicher la richiesta allAvvocato ceditore affnch presenti istanza al Giudice per la nomina del Custode.
La partecipazione allincanto disposta dal giudice dellesecuzione con lordinanza di vendita, cui viene data adeguata pubblicit
sul quotidiano di Siracusa Libert. Le vendite giudiziarie possono essere disposte: o dal giudice della esecuzione del Tribunale
di competenza; o, su delega di questultimo, da un notaio; oppure dal giudice del fallimento.
InserZIonI GrAtUIte
ANIMALI DOMESTICI
E ACCESSORI
CUCCIA per cane di
taglia grande E 55 Tel.
333/5941058
CUCCIOLA 60 giorni di
bulldog inglese, bellissima
gi vaccinata e sverminata
600 euro Tel.338/5933151
CUCCIOLI di terranova
Tel. 328/8057615
PER tutti gli amanti degli
animali, casa immersa nel
verde a 7km da Sr, diamo
ospitalit con amore a
qualsiasi animale x chi
parte e x tutti coloro che
hanno probl. di sistema-
zione momentanea.Prezzi
modici Tel. 328/8057615
- 328/5681091
STUPENDI cuccioli di
corso alta genealogia, nati
il 20/06/2014. Per info Tel.
345/6025226
VENDESI cucci ol i di
gatto razza persiano di
colore rosso, genitori
visibili Tel. 0931/491374 -
330/378709
VENDO cuccioli di jack
russel selezionati, zampa
corta, pelo raso, si pre-
notano. Disponibili tra 40
giorni Tel. 380/3740231
TELEFONIA
BLACKBERRY E 50,colore
nero, compreso di acces-
sori Tel. 347/1327177
CASSETTE Video VHS di
vario genere vendesi offer-
tissima Tel. 0931/754955
- 328/8456972
CD con basi musicali E 5
cadauno Tel. 392/7740187
CELLULARE Samsung,
4 pollici, videochiamata,
vendo, Galaxy umts tou-
chscreen 5 megapixel E
90,00 Tel. 338/5810382
GALAXY pocket plus
acquistato ottobre 2013,
con nuovo, bianco. E 30
compreso di cover Tel.
348/5429412
NOKIA Asha 302 con
caricabatteria, auricolare,
garanzia ancora di un anno,
wi-f, internet, prezzo affa-
re E 60 Tel. 333/6797445
PER causa inutilizzo vendo
presa scarter, ottima per
digitale terrestre,completa
di telecomando e caricato-
re E 10 Tel. 340/6786249
SMARTPHONE Momo
Designer, versione An-
droid, 3mpx, wi-fi, gps,
hot spot, radio fm, gps,
con garanzia di 14 mesi
e confezione. Esente da
graff. Come nuovo E 35
Tel. 392/7740187
VENDO trasmettitore au-
dio-video,compreso di ca-
vetti E 20 Tel.392/7740187
VENDO per causa inutiliz-
zo Nokia modello C2,dual
sim,con sportellino,colore
bianco, con fotocamera,
caricabatteria, perfetta-
mente funzionante E 45
Tel. 340/6786249
VIDEOREGISTRATORE
6 testine prezzo E 40 Tel.
327/9933040
ZETA 560 umts, hi-speed,
con sportellino, con vi-
deochiamata 2 megapixel
bluethoot, fotocamera,
radio, memoria espans. E
50 Tel. 338/5810382
PC E ACCESSORI
CHIAVETTA internet con
relativa scheda wind E 30
Tel. 329/0112990
HARD disk, sia portatile
che da tavolo, completi
di cavetteria di varie di-
mensioni da 30gb a 1tera.
Prezzo da concordare.
Non si accettano scambi
Tel. 327/4224612
MAS TE RI ZZATORE
esterno Asus,come nuovo.
Acquistato E 59, vendo E
35 Tel. 392/7740187
PC completo di monitor
con relativa tastiera, mou-
se e hard disk E 350 non
trattabili, come nuovo Tel.
329/0112990
PC marca Compact Hp,
affarone da non perdere E
180 Tel. 333/6797445
PC Hp M9280, 4gb di ram,
hardisk da 1 tera + 150gb
estraibile.Processore Intel
quod core Q6600, 2,4gh,
scheda video Nvidia Ge-
forge, 8600gt, 6 porte
usb e svariate altre porte.
Prezzo da concordare.
Non si accettano scambi
Tel. 327/4224612
STAMPANTE Lexmark
multifunzione, scanner e
fotocopiatrice con cartuc-
ce indipendenti,in perfette
condizioni. Affare da non
perdere, solo E 30 Tel.
333/6797445
STAMPANTI sia termiche
che a getto di inchiostro
che laser, complete di cd
di istallazione e cavetteria.
Prezzo da concordare.
Non si accettano scambi
Tel. 327/4224612
TABLET 3q, ancora in
garanzia (1 anno), come
nuove. Acquistato E 129,
regalo 30 euro di acces-
sori, cavetto Otg, 16gb
di memory e custodia.
Caratteristiche: 3g, wi-fy,
4gb di memoria e 1gb di
ram, gps.Vendo a E 99 op-
pure baratto solo con pc
portatile Tel.392/7740187
VENDESI computer por-
tatile Acer, prezzo basso E
150 Tel. 347/2746639
XBOX 360 + giochi e due
microfoni Tel.347/2746639
FOTOCAMERE
CASIO Exilim EX-Z85 9.1
Mega pixels.Perfettamente
funzionante. Costituita di:
Confezione originale - Me-
moria esterna 8 G - Cavo
di alimentazione - Cavo
per trasferimento dati -
Custodia. Prezzo: 50 E Tel.
348/5746114
YASHICA FR1 in ottime
condizioni E 70.Completa
di fash Tel. 324/6947955
LOCAZIONI
CERCO/OFFRO
AFFITTASI tre vani, lu-
mi noso, pi ano ri al za-
to, posizione angolare.
Zona centrale. C.E. G Tel.
320/0742960 ore pasti
AFFITTASI a referenziati
non residenti e studen-
ti confortevole bilocale
i nteramente arredato
in prestigioso stabile in-
teramente restaurato,
contesto signorile e tran-
quillo.Zona F.Aretusa.Solo
privati. Anche per brevi
periodi. Prezzo ribassato.
C.E. G Tel. 0931/782022
- 333/2792308 ore pasti
13.30-14.30 oppure 20.00-
22.00
AFFITTASI dimora tipica
costituita da soggiorno-
cucina, camera da letto
matrimoniale, bagno con
doccia, elegantemente
arredata, situata nel cuore
di Ortigia. Divano letto ad
un posto + il terzo letto.
C.E. G Tel. 335/6073020
ore pomeridiane
AFFITTASI appartamento
non ammobiliato,in villetta
composto da 2 camere
grandi, una cameretta, cu-
cina grande,saletta e bagno.
Zona Villaggio Miano. C.E.
G Tel. 338/3530028
AFFITTASI app.to arredato
e non, 3 camere da letto,
salone, soggiorno, e doppi
servizi,con grande veranda
vista mare via Achille Ador-
no.C.E.G Tel.340/4280264
0931/705615
AFFITTASI appartamento
sito in Viale Teocrito, 1
piano ascensorato com-
posto da 4 vani + 2 bagni,
lavanderia,cucina abitabile.
Ristrutturato con infssi e
serrande nuove.E 450 C.E.
D Tel. 331/2662629
CERCASI villetta in afftto,
qualsiasi zona. Max E 350
mensili Tel. 338/8028703
CERCASI villetta anche
abbandonata, da siste-
mare per poterci abita-
re. Da concordare Tel.
338/8028703
MONOVANI/BIVANI in-
dipendenti con ingres-
so privato direttamente
dallesterno,sulla Siracusa-
Floridia, con angolo cottu-
ra 4 posti letto, bagno pri-
vato e posto auto. Stabile
ristrutturato, monovano
E 270, bivani E 300. C.E. G
Tel. 392/5824490
NEL cuore di Ortigia af-
fttasi mini appartamento,
composto da cucina,bagno
e c. letto, ristrutturato,
arredato elegantemente,
luminoso, terrazza in co-
mune,E 350.Vista giardino.
C.E. G Tel. 339/5204747
ORTI GI A t r av e r s a
Gargallo, affittasi mo-
nolocale mq 40, letto
matrimoniale + divano
letto (3 posti) posto al
piano terra, indipendente,
totalmente arredato e
accessoriato, climatizzato.
Per brevi e lunghi periodi.
Non residenti. Solo refe-
renziati. C.E. G Telefonare
per info 329/5967176 -
388/3459883
trIbUnAle dI sIrAcUsA
Procedura esecutiva n. 226/12 r.G.esec.
Il giorno 07.11.2014 alle ore 12.00, presso il Tri-
bunale di Siracusa, lavv. Luciano Strazzeri, quale
professionista delegato, proceder alla vendita
senza incanto, e in caso di esito negativo, il giorno
14.11.2014 alle ore 12,00 proceder alla vendita
con incanto delle unit immobiliari facenti parte
del fabbricato sito in Francofonte alla Via Cesare
Battisti n. 18-22 e precisamebte a) locale garage
dellestensione catastale di mq 28 b) locale garage
dellestensione catastale di mq 17 c) appartamento
al piano primo composto da due vani ed accessori
e un vano, accessori e terrazza al piano secondo,
confnanti nellinsieme con Via C. Battisti con
propriet Politino Salvatore, con propriet Belfore
Gaetano e con propriet Cunsolo Maria o loro eredi
o aventi causa, censiti al N.C.E.U.di Francofonte:
Foglio 57 part 411 sub 3 (gi particella 192 sub 3)
ctg c/6 classe 2 mq 28 r.c. euro 91,10 il garage di
Via Cesare Battisti 22 p.t.;
Foglio 57 part 5827 sub 3 (gi particella 194 sub
3) ctg c/6 classe 2 mq 17 r.c. euro 55,31 il garage
di Via Cesare Battisti n. 20 p.t.;
Foglio 57 part 411 sub 4 aggraffata con particella
5827 sub 4 (gi particella 192 sub 4 aggraffata
con part. 194 sub 4) ctg a/4 classe 3 vani 4,5
euro 199,87 il garage di Via Cesare Battisti n. 18
piano 1-2-3.
Il pignoramento si estende ad ogni accessorio
pertinenza, dipendenza e ai frutti.
Prezzo base unico lotto: E 83.754,85 aumento
minimo: E 5.000,00. Immobile costruito anteceden-
temente al 1967, sanato con concessione edilizia
in sanatoria rilasciata dal Sindaco del Comune di
Lentini in data 29.05.1990 n. 79.
Sono tuttavia difformi allo strumento urbanistico
1) il solaio che forma il vano ammezzato sovra-
stante la rimessa pi piccola; 2) il servizio igienico
rinvenuto allinterno del vano ammezzato sovra-
stante la rimessa pi grande; 3) la parete che oggi
impedisce il passo carraio daccesso alla rimessa
pi piccola. Le spese per la cui rimozione valutate
in complessivi E 1.500,00 sono state gi detratte
dal prezzo base; Lappartamento nella materiale
disponibilit del custode.
Offerte presso lo studio del professionista, in Car-
lentini, via Archimede 100, entro le ore 19.30 del
giorno non festivo precedente la vendita. Cauzione
del 10% e fondo spese del 20% prezzo proposto
con assegni circolari non trasferibili intestati al
professionista delegato. Saldo entro 60 giorni
dallaggiudicazione, con versamento su libretto
intestato alla procedura. Saldo entro 60 giorni
dallaggiudicazione, con versamento su libretto
intestato alla procedura. Per quanto qui non espres-
samente previsto, si rimanda allavviso integrale
di vendita, allordinanza di vendita e delega, alla
relazione dellesperto ed allegati, tutti disponibili,
con modulistica di partecipazione, sul sito WWW.
AsteGIUdIZIArIe.It e presso lo studio del
professionista delegato.
Il professionista delegato
Avv. Luciano Strazzeri
3 SETTEMBRE 2014, MERCOLED Sicilia 9 VITA DI QUARTIERI
Epipoli: Le reliquie
di S. Rita al Villaggio
Per il 50
anniversario
della data
di fondazione
parrocchiale
Appuntamento devozionale
in nota fra il 6 ed il 15 settembre
Riceviamo e pubblichia-
mo quanto segue. Spett.le
direzione Libert, i compo-
nenti del Corpo Speciale
Rilevatori ringraziano per
l'articolo da Voi pubblica-
to a pagina 9. Ci sembrava
brutto dirvelo, ma vi vole-
vamo far notare che sicura-
mente ci sar stato un errore
di stampa, ma poco importa
per quanto riguarda che il
Presidente provinciale del
Corpo Speciale Rilevato-
ri Antonino Augello e
non Antonino Grasso. Cos
si esprime il Direttivo del
Corpo Speciale Rilevatori
e noi non possiamo che scu-
sarci con il diretto interessato
con questa doverosa rettifca.
Nei fni di questa neonata re-
alt associativa aretusea lo
studio con approccio rigoso-
so delluniverso del paranor-
male. Il termine paranormale
si applica a quei presunti fe-
nomeni (detti anche anoma-
li) che risultano contrari alle
leggi della fsica e agli assun-
E Antonino Augello
il presidente
del CSR aretuseo
ti scientifci e che, se misurati
secondo il metodo scientifco,
sono risultati inesistenti o, nel
caso di fenomeno esistente,
comunque spiegabili sulla
base delle conoscenze at-
tuali. Ancora oggi la scienza
uffciale non riconosce l'esi-
stenza del paranormale, i cui
fenomeni sono, ad oggi, non
provati. Esistono gi associa-
zioni che conducono ricerche
e operano controlli sui pre-
sunti fenomeni paranormali
come la Cicat.
UNA OPPORTUNA PRECISAZIONE
In occasione del
50 anniversario
della fondazione
della Parrocchia di
S. Francesco dAs-
sisi, avvenuta nel
1964, le reliquie di
S. Rita da Cascia sa-
ranno ospitate dalla
chiesa parrocchiale
del popoloso quar-
tiere del Villaggio
Miano, nucleo ori-
ginario dellespan-
sione cittadina che
ha portato, negli
anni, alla defnizio-
ne della circoscri-
zione urbana di Epi-
poli.
Le reliquie della
Santa patrona, per
consolidata tradi-
zione devozionale,
delle donne maritate
infelicemente e dei
casi esistenziali pi
disperati resteran-
no con la Comuni-
t parrocchiale del
Villaggio dal 6 al
15 settembre pros-
simo e in questo
periodo potranno
essere venerate dai
fedeli tutti i giorni
dalle 9,30 alle 12,00
e dalle 16,30 alle
20,00. In program-
ma, in tale periodo
la recita del Rosario
a Santa Rita a parti-
re dalle 11,00; con
successiva celebra-
zione eucaristica. A
mezzogiorno sup-
plica supplica alla
Santa che, come re-
cita il martirologio
romano, Santa Rita,
religiosa, che, spo-
sata con un uomo
violento, sopport
con pazienza i suoi
maltrattamenti, ri-
conciliandolo inf-
ne con Dio e che in
seguito, rimasta pri-
va del marito e dei
fgli, entr nel mo-
nastero dellOrdine
di SantAgostino a
Cascia in Umbria,
offrendo a tutti un
sublime esempio di
pazienza e di com-
punzione. Di segui-
to il programma det-
tagliato, giorno per
giorno, dellevento
religioso.
Sabato 6 settem-
bre. Alle 10,30
accoglienza delle
Sacre Reliquie di
Santa Rita da Cascia
in piazza Rerum
Novarum Leone
XIII (per tale appun-
tamento i devoti che
possiedono labito
di Santa Rita sono
pregati di indossar-
lo per successiva
la processione che
percorrer piazza
Dolomiti, via Mon-
te Bianco e via Ma-
donie). Alle 11,00
recita del Rosario a
Santa Rita e Cele-
brazione Eucaristi-
ca. Alle 12,00 sup-
plica a Santa Rita.
Alle 18,00 recita del
Rosario a Santa Rita
e Celebrazione Eu-
caristica presieduta
dal parroco, sac. Eu-
genio Staffle.
Domenica 7 set-
tembre. Alle 9,30
Celebrazione Euca-
ristica. Alle 18,00
recita del Rosario a
Santa Rita e Cele-
brazione Eucaristica
presieduta da mons.
Maurizio Aliotta,
vicario generale
del l Arci di ocesi ,
con la partecipazio-
ne delle Religiose
della Diocesi.
Luned 8 settem-
bre. Alle 18,00 re-
cita del Rosario a
Santa Rita e Cele-
brazione Eucaristica
con la partecipazio-
ne della Parrocchia
Madre di Dio. Pre-
sieder il parroco
don Santino Fortu-
nato.
Marted 9 settem-
bre. Alle 18,00 re-
cita del Rosario a
Santa Rita e Cele-
brazione Eucaristica
con la partecipazio-
ne della Parrocchia
SantAntonio da Pa-
dova. Presieder il
parroco monsignor
Ignazio Sbona.
Mercoled 10 set-
tembre. Alle 18,00
recita del Rosario a
Santa Rita e Cele-
brazione Eucaristica
con la partecipazio-
ne della Parrocchia
Sacra Famiglia. Pre-
sieder il parroco
don Claudio Magro.
Gioved 11 settem-
bre. Alle 18,00 re-
cita del Rosario a
Santa Rita e Cele-
brazione Eucaristi-
ca presieduta da S.
Ecc. mons. Salvato-
re Pappalardo, arci-
vescovo di Siracusa.
Venerd 12 set-
tembre. Alle 18,00
recita del Rosario
a Santa Rita e Cele-
brazione Eucaristica
con la partecipazio-
ne della Parrocchia
Maria SS. della
Consolazione (Bel-
vedere). Presieder
il parroco don Mas-
simo Di Natale.
Sabato 13 settem-
bre. Alle 18,00 re-
cita del Rosario a
Santa Rita e Cele-
brazione Eucaristica
con la partecipazio-
ne della Parrocchia
di San Bartolomeo
(Citt Giardino).
Presieder il par-
roco don Salvatore
Spadaro.
Domenica 14 set-
tembre. Alle 18,00
recita del Rosario a
Santa Rita e Cele-
brazione Eucaristica
con la partecipazio-
ne della Parrocchia
SS. Salvatore. Pre-
sieder il parroco
don Giuseppe Be-
nintende.
Luned 15 settem-
bre. Alle 18,00 re-
cita del Rosario a
Santa Rita e Cele-
brazione Eucaristica
con la partecipazio-
ne della Parrocchia
Sacro Cuore. Presie-
der il parroco don
Gaetano Silluzio.
La monaca
agostiniana
dei casi
disperati
Fra le tante stra-
nezze o fatti stre-
pitosi che accom-
pagnano la vita
dei santi, prima e
dopo la morte, ce
n' uno in parti-
colare che riguar-
da santa Rita da
Cascia, una delle
sante pi venera-
te in Italia e nel
mondo cattolico,
ed che essa sta-
ta beatifcata ben
180 anni dopo la
sua morte e addi-
rittura proclamata
santa a 453 anni
dalla morte.
Quindi una santa
che ha avuto un
cammino uffciale
per la sua cano-
nizzazione mol-
to lento (si pensi
che santAntonio
di Padova fu pro-
clamato santo
un anno dopo la
morte), ma nono-
stante ci s. Rita
stata ed una
delle pi venerate
ed invocate fgure
della santit catto-
lica, per i prodigi
operati e per la
sua umanissima
vicenda terrena.
Rita ha il titolo di
santa dei casi im-
possibili, cio di
quei casi clinici o
di vita, per cui non
ci sono pi speran-
ze e che con la sua
intercessione, tan-
te volte miracolo-
samente si sono
risolti. Santa Rita
nacque a Rocca-
porena (Cascia)
verso il 1380.
Secondo la tra-
dizione era fglia
unica e fn dalla-
dolescenza desi-
der consacrarsi
a Dio ma, per le
insistenze dei ge-
nitori, fu data in
sposa ad un giova-
ne di buona volon-
t ma di carattere
violento. Dopo
lassassinio del
marito e la morte
dei due fgli, ebbe
molto a soffrire.
Marco Zappulla e
Tony Bonafede de-
nunciano l'assenza
sul territorio sira-
cusano di segreterie
universitarie ecco
come si esprimono
i due nel testo del-
la loro lettera aper-
ta. Paventiamo la
prospettiva di bre-
ve termine per cui,
col superamento
dellattuale Pro-
vincia regionale, si
determiner per gli
universitari del ca-
poluogo e dellin-
tero Siracusano la
totale assenza di
segreterie ammini-
strative di raccor-
do operativo con
lateneo catanese.
Infatti, passata
quasi del tutto sotto
silenzio la chiusura
della segreteria uni-
versitaria del Co-
mune di Siracusa,
in via Arsenale, nel
giugno 2012, ma
non vogliamo che si
verifchi il disastro
nei prossimi mesi,
a fronte delle ne-
cessit del popolo
studentesco siracu-
sano. Tale consi-
derazione nasce in
noi dalle esigenze
mostrate da molti
giovani di avere co-
munque il conforto
degli impiegati am-
ministrativi nel pre-
sentare una pratica
o prima di uniscri-
zione onerosa col
pericolo di errori.
Non tutti infatti si f-
dano delle soluzioni
on-line (il sistema
qualche volta an-
dato in tilt con tanto
di scuse del Retto-
re etneo), non tutti
hanno uguali possi-
bilit economiche e
anzi cogliamo loc-
casione, nel chie-
dere in ogni caso di
mantenere in vita
una segreteria uni-
versitaria a Siracusa
e di aumentare lof-
ferta agli studenti
con tanto di spor-
tello Cus ed Ersu."
Per questo, Marco
Zappulla in qua-
lit di Presidente
della Consulta Co-
munale Giovanile
di Siracusa e Tony
Bonafede in qua-
lit di Consigliere
comunale nonch
ex rappresentante
studentesco nel Se-
minario giuridico
catanese, chiedono
al commissario stra-
ordinario dellEnte
Provincia, dr Mario
Ortello, di sedersi al
pi presto attorno a
un tavolo in modo
da evitare nei mesi
prossimi di parla-
re di emergenza.
Con unintesa sul
tema - affermano i
due - remando tutti
nella stessa direzio-
ne eviteremo ai gio-
vani siracusani ulte-
riori disagi da unire
a quelli gi esistenti
per trasporti e lo-
gistica." Cos si
esprimono Tony
Bonafede e marco
Zappulla. Il termi-
ne universit, nella
primaria accezione
del termine, designa
un preciso modello
d'istruzione che ha
le sue origini nelle
chiese e nei conven-
ti europei, dove, at-
torno all'XI secolo,
iniziarono a tenersi
lezioni, con letture
e commento di testi
flosofci e giuridici,
e presso di essi, o
in genere attorno a
grandi personalit
ecclesiastiche, varie
categorie di docenti
e studenti comincia-
rono a organizzarsi
in corporazioni o
universitates. Oggi
si intendono degli
enti operanti nel
campo dell'istruzio-
ne superiore.
Rifessioni sul Dopo del postmoderno
attraverso immagini dellincertezza
Limbo una rifessione attraverso immagini sulla
condizione di profonda incertezza e di completa immo-
bilit che regna tra la gente e le cose nel tempo in cui
viviamo." Con questa epigrafe Mario Di Salvo marca il
signifcato del suo lavoro fotografco che arriva ai nostri
giorni dopo una seria militanza, nel mestiere e nellarte,
durata tutta una vita. Una frase tanto laconica quanto
ricca di signifcati attuali meritevoli delle rifessioni
quotidiane di ognuno di noi sul tempo che viviamo, sui
simboli che lo rappresentano, sulle ambigue verit che
vengono propinate ad una societ sempre pi distratta
ed egocentrica. In questo portfolio la Fotografa trova
ancora una volta il suo ruolo rivelatore, non pi nella
cattura dellistante fotografco che ha marcato il tempo
dei grandi fotograf del passato, ma nella sintesi simbo-
lica che spiega e mostra il mondo com, in una sintesi
narrativa dedicata ai lettori pi attenti. I fotogrammi
di Limbo sono una lucida allegoria che riguarda tutti
noi, sono lanima di storie quotidiane che non trovano
collocazione nel sicuro mondo delle certezze, futtuano
tra i signifcati cercando di afferrarne qualcuno che li
liberi dalla incertezza e dallambiguit dellimprobabile
e forse in tutto questo vi anche la sintesi, amara, di
un artista che si ritrova oggi, con le armi del passato,
a fare i conti con il presente. Ed da questo presente
che Mario Di Salvo, fotografo, trae le conclusioni e
presenta il conto delle sue esperienze tracciando le
linee di demarcazione con il passato, con ci che non
pi. Egli mostra ci che invece , consapevole di non
poter rendere elogi, n tecnici n poetici a nessuno e a
niente, nellobbligo morale di dover dire la verit, la
sua. Verit come obiettivit. Verit come oggettivit,
come realt della Fotografa che ancora nei limiti di
due sole dimensioni riesce a propinare concetti e idee
che sviluppano emozioni. Limbo non propone evi-
dentemente i soggetti afforanti sulle stampe (tra laltro
di massima qualit ottenute con gli standard attuali pi
avanzati di questo settore dellarte), Limbo propone
la moderna poesia con le parole nuove (immagini) di
uno scrittore (fotografo) che conosce il mondo e per
questo lo rappresenta agli altri.
cUltUrA
Dal tentativo
dinnovare
la litografa
la nascita
di una nuova
forma darte
La parola fotografa deri-
va quindi dalle due parole
greche: luce (phs) e
disegno (graph). Fo-
tografa signifca quindi
scrittura con la luce.
La fotografa nasce dai
risultati ottenuti sia nel
campo dell'ottica, con
lo sviluppo della camera
oscura, sia in quello della
chimica, con lo studio del-
le sostanze fotosensibili.
La prima camera oscu-
ra fu realizzata molto
prima che si trovassero
dei mezzi chimici per
fssare l'immagine ottica
in essa prodotta; il primo
ad applicarla in ambito
fotografco fu il francese
Joseph Nicphore Nipce,
cui convenzionalmente
viene attribuita l'invenzio-
ne della fotografa, anche
se studi recenti rivela-
no tentativi precedenti,
come quello di Thomas
Wedgwood.
Nel 1813 Nipce inizi a
studiare i possibili perfe-
zionamenti alle tecniche
litografche, interessando-
si poi anche alla registra-
zione diretta di immagini
sulla lastra litografica
senza l'intervento dell'in-
cisore.
In collaborazione con il
fratello Claude, Nipce
cominci a studiare la
sensibilit alla luce del
cloruro d'argento e nel
1816 ottenne la sua pri-
ma immagine fotografca
(che ritraeva un angolo
della sua stanza di lavoro)
utilizzando un foglio di
carta sensibilizzato, for-
se, con cloruro d'argento.
L'immagine non pot
essere fssata completa-
mente e Nipce fu indotto
a studiare la sensibilit
alla luce di altre sostanze,
come il bitume di Giudea,
che diventa insolubile
in olio di lavanda dopo
l'esposizione alla luce.
J. N. Nipce: Vista dalla
fnestra a Le Gras, 1826.
Il tempo d'esposizione di 8
ore d l'impressione che il
sole illumini gli edifci sia
da destra che da sinistra.
Dopo i fotografi e le
fotografe della Siracusa
ottocentesca la volta
della Fotografa contem-
poranea.
Fototeca Siracusana riapre
dopo le ferie estive con il
lavoro di Mario Di Salvo
intitolato Limbo, una
serie di appunti fotogra-
fci selezionati da un pi
ampio lavoro dellAutore
che li ha raccolti in un
omonimo libro fotografco
che sar disponibile per
il periodo della mostra
presso la Fototeca.
Limbo si inaugurer ve-
nerd prossimo, vale a dire
giorno 5 settembre 2014
alle 18,30 con lintervento
della dr.ssa Bernadette
La Rosa, Storico dArte
siracusano, e si conclu-
der il 26 di ottobre. Gino
Carpi, critico di arte foto-
grafca amico di Fototeca
Siracusana, cos dice del
lavoro di Mario Di Salvo:
Sopra, la broucure dedicata alla manifestazione.
Citt: Il limbo della fotografa
contemporanea a Siracusa
Vernissage per una nuova rassegna tematica
in agenda per la data del 5 settembre
DOPO LE SESSIONI OTTOCENTESCHE SI GUARDA AL NOSTRO TEMPO
... In questo portfolio la
Fotografa trova ancora
una volta il suo ruolo
rivelatore, non pi nella
cattura dellistante foto-
grafco che ha marcato il
tempo dei grandi fotograf
del passato, ma nella sin-
tesi simbolica che spiega
e mostra il mondo com,
in uno schema narrativo
dedicato ai lettori pi
attenti. I fotogrammi di
Limbo sono una lucida
allegoria che riguarda tutti
noi, sono lanima di storie
quotidiane che non trova-
no collocazione nel sicuro
mondo delle certezze,
futtuano tra i signifcati
cercando di afferrarne
qualcuno che li liberi dalla
incertezza e dallambigui-
t dellimprobabile e forse
in tutto questo vi anche la
sintesi, amara, di un artista
che si ritrova oggi, con le
armi del passato, a fare i
conti con il presente.
Ed da questo presente
che lartista Mario Di
Salvo, fotografo, trae le
conclusioni e presenta il
conto delle sue esperienze
tracciando le linee di de-
marcazione con il passato,
con ci che non pi. Egli
mostra ci che invece ,
consapevole di non poter
rendere elogi, n tecnici
n poetici a nessuno e a
niente, nellobbligo mora-
le di dover dire la verit,
la sua.
Limbo un lavoro di
sicuro interesse per la con-
temporaneit concettuale
e tecnica, sviluppata da un
artista di lunga esperienza
nel settore, meditativo e
critico per sua natura e
per questo profondamente
intrigante.
VITA DI QUARTIERI 10 Sicilia 3 SETTEMBRE 2014, MERCOLED
ALCUNI APPUNTI A MARGINE DELLA NUOVA RASSEGNA ESPOSITIVA DARTE ATTESA IN CITT
Segreterie universitarie
assenti dal territorio
Osservazioni
di Tony
Bonafede
e Marco
Zappulla
sulla
problematica
In foto, Tony Bonafede
e Marco Zappulla.
Citt: verso linizio dellanno
scolastico 2014-2015
Unaula scolastica.
Gli ultimi a chiudere i libri sono stati gli
alunni dellAlto Adige e della Valle dAosta,
il 14 giugno e saranno anche i primi a tornare
a scuola. I ragazzi altoatesini l8 settembre e
i valdostani l11, giorno in cui riapriranno le
scuole anche in Abruzzo, mentre in Molise e
Trentino si riparte il 10.
Tutti gli altri studenti torneranno sui banchi il
15 settembre, ad eccezione di Puglia e Sicilia
dove si comincer il 17. Le giunte regionali
hanno deliberato tutti i calendari scolastici
per lanno 2014/2015.
Calendario pluriennale.
La novit di questanno sono i calendari
pluriennali adottati da alcune Regioni, come
la Toscana e il Lazio, Lombardia ed Emilia
Romagna : dal 2014-2015 in poi, le date di
inizio e fne lezioni saranno sempre le stesse
- si comincer cio sempre il 15 settembre e
si terminer l8 giugno -, con slittamento o
anticipo al primo giorno lavorativo successivo
o precedente se la data scelta un sabato o
un festivo.
Uniniziativa presa si spiegato per
consentire di programmare e pianifcare per
tempo sia lorganizzazione delle scuole sia
quella delle famiglie.
La regola dei 200 giorni.
Il calendario pluriennale stabilisce, da qui ai
prossimi anni, oltre alle date fsse per linizio
e la fne della didattica, anche quelle riservate
alle festivit nazionali e alle vacanze. Un
calendario blindato, che rispetta la norma
ministeriale dei 200 giorni minimi di lezione,
pensato per dare una certezza in pi a famiglie,
studenti e insegnanti sullinizio e la fne di
ogni anno scolastico.
Non mancano le proteste di presidi che lamen-
tano che la regola dei 200 giorni sia spesso
disattesa, a causa di occupazioni autunnali, gite
scolastiche, attivit extra didattiche. Spetta al
ministero di viale Trastevere controllare che
la didattica sia regolare e la copertura delle
lezioni non inferiore ai giorni stabiliti, pena
lannullamento dellanno scolastico.
Un rischio che ha corso un Istituto tecnico
di Catania, dove la preside ha costretto gli
studenti a maratone di dieci ore di lezione
al giorno, negli ultimi giorni di scuola, per
recuperare le ore perse durante lanno.
Scuole dellinfanzia.
Per quanto riguarda invece le scuole dellin-
fanzia, questultime avranno la facolt di
anticipare lapertura e posticipare la chiusura
per andare incontro alle esigenze lavorative
delle famiglie.
In questo modo i bambini potranno entrare
in classe gi a partire dai primi giorni di set-
tembre e potranno restare in aula fno al 30
giugno di ciascun anno scolastico, nel caso in
cui calendario si adatti alle fnalit del Piano
dellofferta formativa di ciascun istituto.
3 SETTEMBRE 2014, MERCOLED Sicilia 11 VITA DI QUARTIERI
losserVAtorIo
Lostilit allindustria
fa fuggire gli investitori
Atteggiamenti preconcetti che chiudono ogni spazio al dialogo
Il sindacato: qui non siamo nelle condizioni dell'Ilva di Taranto
Preoccupazione per i posti di lavoro che si rischia di veder cancellati
di Salvatore Maiorca
In questa zona indu-
striale in declino glin-
vestitori non soltanto
non arrivano pi ma
vanno via via deflan-
dosi anche quelli che
ci sono (o cerano) da
decenni. E la respon-
sabilit soltanto di
quei particolari sog-
getti i quali, per un in-
teresse o per un altro,
hanno spinto una parte
di popolazione (asso-
lutamente minoritaria
peraltro) ad assumere
un atteggiamento di
ostilit preconcetta
nei confronti dellin-
dustria. Ancorch in
mancanza di alcun
fatto attuale. Assistia-
mo infatti a iniziative
e prese di posizione
estemporanee e asso-
lutamente personali di
attacco allindustria.
Quale che sia e come
che sia.
o, questa rilevazione
intrapresa dal prete di
Augusta don Prisutto.
tuttavia sorrette da
elementi oggettivi che
possano far stabilire
con certezza, o al-
meno con attendibile
approssimazione alla
certezza, una diretta
correlazione di causa
ed effetto fra le attivit
industriali e la morbi-
lit del territorio.
Un esempio rimane
emblematico. Non
molto tempo fa, dalla
periodica rilevazione
del Sole 24 Ore sul-
la qualit della vita,
risult che la citt
capoluogo dItalia
con il pi alto tasso di
mortalit per tumore
Sondrio.
Ebbene, come tutti
sanno, Sondrio una
citt che sorge tra le
nevi alpine, lontana
mille miglia da qualsi-
asi ciminiera. Eppure
il dato era quello.
Anni fa ad Augusta si
verifcarono episodi
di nascite malformate.
Per questo e per altri
motivi il pretore Con-
dorelli apr una inchie-
sta. Fu affdata una
perizia a una commis-
sione di docenti della
Universit di Catania.
Ma la commissione
Casi tipici di questi
atteggiamenti precon-
cetti sono, ad esempi
Queste iniziative, pur
animate dalle migliori
intenzioni, non sono
Impossibile stabilire un rapporto diretto
ambiente-tumori. ASondrio mancano
le ciminiere ma abbondano invece i tumori
concluse ammetten-
do la impossibilit di
stabilire con certezza
una correlazione di
causa ed effetto fra la
questione ambientale
e quella sanitaria.
Ora questo non vuol
dire affatto che qui
abbiamo fabbriche di
caramelle o di pro-
fumi. Si tratta pur
sempre di raffnerie e
di fabbriche chimiche.
Territorio in abbandono in centro
come nella periferia della citt
Il territorio di questa
citt in abbandono.
E intanto la popo-
lazione diminuisce.
Uno sguardo al ter-
ritorio innanzitutto.
Magari con qualche
esempio soltanto.
Se si va in contrada
Pizzuta o si percorre
comunque la strada
Siracusa-Belvedere
non si pu non posa-
re lo sguardo, magari
di sfuggita, su quel
mostro di cemento
armato che sta l, da
anni ormai, e al quale
nessuno pone mano.
Quellorrendo sche-
letro di cemento ar-
mato, oltre a colpire
locchio come un
raggio di sole in lu-
glio su occhi senza
protezione, pure
diventato un perico-
lo pubblico: covo di
spacciatori ricettaco-
lo di siringhe, rifuti,
topi, scarafaggi, in-
setti vari. E attorno
andato sviluppandosi
labitato della Pizzu-
ta. Nella indifferenza
generale.
mAltese "Si demolisca il mostro in cemento armato della Pizzuta"
tratti. Non ci fa caso
il Comune. Bench
di territorio comu-
nale si tratti. Ma chi
deve farci caso? Ma-
gari un giorno, se ci
scapper lincidente,
ci far caso un magi-
strato.
Ma ecco una pro-
posta, che viene da
Bruno Maltese, pre-
sidente del Centro
internazionale di stu-
di Don Sturzo. Si
dice da tempo che
questo scheletro di
cemento armato ap-
partenga alla Croce
rossa italiana rileva
Maltese. Ma in ogni
caso il Comune che
deve intraprendere
liniziativa. Faccia
Non ci fanno caso
le autorit sanitarie.
Bench di questio-
ne sanitaria si tratti
ormai. Non ci fanno
caso gi ambientali-
sti. Bench di turba-
tiva dellambiente si
il Comune le visure
catastali. Individui il
proprietario. E con
lui apra un dialogo.
Se il dialogo dovesse
risultare impossibile
il Comune ha la fa-
colt di espropriare la
struttura per pubblica
utilit. Lo faccia. De-
molisca il mostro di
cemento. E, rimosse
le sue macerie, vi edi-
fchi la nuova casa
degli uffci comuna-
li. Le risorse ci sono.
Non possono non es-
serci. Infatti, sia pure
indirettamente, in-
volontariamente ma-
gari, lo stesso sin-
daco a confermarlo
dal momento che va
dicendo di volere re-
alizzare una sede co-
munale unica, nella
quale collocare tutti
gli uffci del Comu-
ne. Quale migliore
occasione? Elimini il
mostro e su quel sito
edifchi la casa co-
munale.
Mi pare una propo-
sta nel segno della
"Sarebbe il sito ideale per costruirvi la nuova Casa comunale"
Ma qui rileva Ema-
nuele Sorrentino non
siamo di fronte a casi
come lIlva di Taran-
to. Qui glinterventi
di ammodernamento
deglimpianti ci sono
stati.
E non soltanto per la
produttivit ma anche
per la sicurezza e per
lambiente. Abbiamo
pagato i nostri prezzi.
Anche con la perdita
di posti di lavoro per
le varie razionaliz-
zazioni compiute nel
corso degli anni. Ma
il risultato c stato.
La situazione di oggi
nella nostra zona indu-
striale non pi quella
di dieci o ventanni fa.
E ovvio che se capita
lincidente nessuno se
ne sta con le mani in
mano, ma ognuno per
la sua parte si adopera sempre su due versan-
ti: capire il come e il
perch dellepisodio
e fare in modo che n
quellepisodio n altri
abbiano pi a verif-
carsi. In realt di casi
del genere raramente
ormai se ne verifcano.
E non soltanto per for-
tuna ma per due fattori
ben precisi: la perizia
e la professionalit dei
nostri lavoratori e il
perfezionamento con-
tinuo deglimpianti.
Gli attacchi indiscri-
minati, non sorretti
da fatti oggettivi e
motivazioni consape-
voli, non fanno altro
che provocare danni
a tutti: ai lavoratori
innanzitutto ma an-
che alla capacit del
territorio di attrarre
investitori. E senza
investimenti muore la
zona industriale, muo-
re il lavoro, i nostri
giovani se ne vanno.
Guardacaso, di que-
sti giorni unafferma-
zione del giornalista
e scrittore Pietrangelo
Buttafuoco a proposi-
to delle prospettive: il
pi importante pezzo
di carta per questi
giovani, ha detto But-
tafuoco, il biglietto
per il treno del Nord.
Buttafuoco si riferiva
allintera Sicilia.
La situazione della
provincia di Siracusa
sempre stata un po
meno grave che nel
resto della Sicilia. Ma
ormai nemmeno qua
c pi trippa per gatti.
In realt nella nostra
zona industriale ci
sono ancora proget-
ti dinvestimento: il
milione e mezzo di
euro annunciato a suo
tempo da Lukoil, il
progetto di elastomeri
dellEni, la piattafor-
ma petrolifera Vega B
della Edison, ed altri
ancora. Ma glinve-
stitori stanno tenendo
fermi questi progetti
proprio per lincer-
Fermi il progetto di ammodernamento
della raffneria Isab da un miliardo e mez-
zo di euro e il progetto da 800 milioni del
nuovo impianto Eni per la produzione di
elastomeri in sostituzione del polietilene
tezza che caratterizza
ormai il nostro terri-
torio, divenuto auten-
ticamente inaffdabile
per chiunque vi vo-
glia ancora investire.
Nessuno infatti vuol
trovarsi nel vortice
di una contestazione
che provocherebbe
soltanto danni.
Allora che vogliamo
fare? Chiudiamo tut-
to e andiamo tutti a
casa? incalza Ema-
nuele Sorrentino op-
pure vediamo di volta
in volta quel che c da
fare e ognuno per la
sua parte si rimbocca
le maniche e fa quel
che deve?.
A proposito di fare
quel che c da fare:
che fne hanno fatto le
bonifche a suo tempo
approvate e fnanziate
dal ministero dellAm-
biente? Il ministero le
ha dimenticate o le
ha accantonate? O si
deve ripetere qui un
altro caso Bagnoli,
dove da una ventina
danni, dopo la chiu-
sura dellItalsider, ci
si va ancora attardando
in vari interventi senza
costrutto?
Anzi, a proposito di
ministeri, ma la poli-
tica che fa? dov? E
torniamo sempre alle
solite.
ragionevolezza, del
buon senso, del com-
portamento, come
dicevano i latini, da
buon padre di fami-
glia conclude Bru-
no Maltese. - Ma
forse ragionevolezza,
buon senso, compor-
tamento da buon pa-
dre di famiglia non
fanno parte del baga-
glio del nostro sinda-
co.
Non mancano altri
esempi di abbandoni
del territorio. Anche
in pieno centro urba-
no.
LAsp proprieta-
ria di un immobile,
che oggi vale oro,
in via Roma. Lo ri-
corda il presidente
di Confcommercio
Siracusa, Sandro Ro-
mano, sottolineando
come in quellim-
mobile fosse ubica-
to, fno a non molto
tempo fa, un negozio
storico di Ortigia,
oggi chiuso. Perch
domanda Roma-
no lAsp non cede
questo immobile
realizzando risorse
preziose e liberando
spazi, altrettanto pre-
ziosi, per eventuali
nuove attivit?.
Una domanda sor-
ge spontanea, come
diceva una volta un
comico: qualcuno
allAsp sa che len-
te proprietario di
questo immobile?
Sulla possibilit di
una risposta afferma-
tiva sia lecito nutrire
forti dubbi. Tuttavia
una smentita non po-
trebbe che giungere
gradita.
Ancora un esempio.
La Camera di com-
mercio proprietaria
di un immobile in
piazza Adda, a suo
tempo utilizzato per
uffci, oggi inutiliz-
zato. Se ne ricorda-
no i vertici camerali?
Non pare proprio.
Il rosario continua
con ledifcio che
fu sede dellEnao-
li (Ente nazionale di
assistenza agli orfani
dei lavoratori italia-
ni). Lente, istituito
nel 1941, assisteva
fno al compimento
del diciottesimo anno
di et gli orfani di pa-
dre o di madre, pur-
ch uno dei due ge-
nitori fosse soggetto
alle assicurazioni
sociali obbligatorie
e ricorressero gra-
vi motivi di ordine
ambientale ed eco-
nomico. L'assistenza
veniva estesa anche
ai fgli dei grandi in-
validi del lavoro, dei
pensionati e dei tito-
lari di rendite total-
mente invalidi, quali
i ciechi, i paralitici,
i tubercolotici. Le
sue funzioni furono
trasferite ai Comuni
competenti per terri-
torio in applicazione
della legge di sop-
pressione del 21 ot-
tobre 1978, n. 641.
Ledifcio della
sede provinciale di
Siracusa sorge nei
pressi di Priolo. Ma,
siccome qui le cose
si fanno sempre
complicate, dopo la
soppressione dellE-
naoli, divenuto
sede dellAias (As-
sociazione italiana
per lassistenza agli
spastici). La sede
siracusana dellAias
peraltro fn mala-
mente per vicissitu-
dini giudiziarie nelle
quali incapparono i
suoi amministratori.
Alla fne fu chiusa. E
la megastruttura ri-
masta vuota e abban-
donata.
Anche qui la doman-
da sorge spontanea:
che fa il Comune di
Priolo? Sta a guar-
dare? Si distrae? Si
contenta di organiz-
zare lestate priolese
e lascia in abbandono
una struttura del ge-
nere?
Anche qui sulla pos-
sibilit di una rispo-
sta sia lecito nutrire
forti dubbi. E anche
in questo caso una
smentita non po-
trebbe che giungere
gradita. Continuia-
mo con gli esempi?
Lasciamo perdere.
Intanto, come di con-
sueto, la politica ha
da fare altro.
s.m.
ATTUALIT 12 Sicilia 3 SETTEMBRE 2014, MERCOLED 3 SETTEMBRE 2014, MERCOLED Sicilia 13 ATTUALIT
3 SETTEMBRE 2014, MERCOLED Sicilia 15 SPORT SIRACUSA
Anche i risultati che
lasciano lamaro in
bocca non sempre
arrivano invano. E
spesso sono anche
pi utili dei risulta-
ti positivi, a condi-
zione che servano a
qualcosa. Nel caso
del Siracusa pos-
sono rappresentare
una salutare lezione
e un bagno di umil-
t, necessari come il
pane in un campio-
nato che si annun-
cia combattutissimo
in testa e in coda,
cos come vuole la
tradizione dei cam-
pionati di Eccel-
lenza in Sicilia, un
torneo in cui non ci
sono n corazzate n
squadre da quattro
soldi. Certo ci saran-
no, come al solito,
squadre dotate e al-
tre meno dotate, ma
da scartare che ci
siano squadre cusci-
netto che si arren-
dano senza lottare.
E contro tutte queste
squadre, sia che ab-
biano fssato come
obiettivo i play-off
o una tranquilla sal-
vezza, il Siracusa
dovr misurarsi in
incontri senza esclu-
sione di colpi, con
avversari che contro
gli azzurri gioche-
ranno la partita della
vita e che faranno di
tutto per sovvertire
il pronostico. E pur
avendo certezza che
nessuno al Siracusa
si sia sognato lonta-
namente di pensare
che il torneo che sta
per iniziare sar per
gli azzurri una sem-
plice formalit, pur
senza drammatizza-
re una situazione ri-
mediabilissima, non
avventato ammet-
tere che nella squa-
dra ci sono degli ag-
giustamenti da fare.
Sia a livello di posi-
zione di alcune pedi-
ne, che sul piano de-
gli schemi di gioco
che cos come sono
apparsi col Rosolini
sembrano piuttosto
ripetitivi e prevedi-
bili, come peraltro
naturale che avven-
ga per squadre nuo-
ve per dieci undice-
simi. E per sveltire il
gioco che in alcuni
momenti appar-
so sterile e prolisso
(sette, otto passaggi
per arrivare al tiro,
contro la met del
Rosolini) il Siracusa
ha davanti a s solo
cinque giorni perch
il calendario lo op-
porr subito in aper-
tura a quella squa-
dra che la scorsa
stagione rappresent
la sua bestia nera
(2-3 tanto allanda-
ta quanto al ritorno)
e che questanno si
presenta ai nastri di
partenza ancora pi
forte, avendo po-
tenziato la vecchia
ossatura, sostanzial-
mente riconfermata,
con indovinati inne-
sti come quello di
Bill fra i pali e di
Diop in difesa. Im-
portante soprattutto
defnire la posizione
di Mascara e inven-
tare qualcosa l da-
vanti ove in attesa
del miglior Panatte-
ri, bisogna far leva
sullinventiva di
DAgosta e sui guiz-
zi di Contino. Ma
serve soprattutto di-
mostrare che anche
da una prova incolo-
re ci pu essere tanto
da imparare.
Armando Galea
Non tutto
il male viene
per nuocere
In foto, la squadra del Citt di Siracusa al e Simone
Se dal mezzo passo falso col Rosolini arriveranno
utili insegnamenti. Ma domenica, contro lo Scordia,
per la prima di campionato sar vietato sbagliare
Quarto posto per la Fidasc Siracusa ai mondiali
In foto, Il team della Fidasc Siracusa.
Dal 21 al 24 Agosto si sono svolti a Caselette (TO), organizzati dal centro cinotecnico "La
Piota", i Campionati Mondiali a squadre dei cani da soccorso "Rescue Dog". All'evento
hanno partecipato le rappresentative di 13 Nazioni (Austria, Belgio, Croazia, Finlandia,
Francia, Germania, Giappone, Italia, Rep. Ceca, Romania, Slovenia, Svezia, Ungheria)
impegnate in diverse prove, tra cui quella di ubbidienza e destrezza, comune a tutte le spe-
cialit, e quella di ricerca di persone disperse nei diversi scenari: superfcie, macerie, pista.
Tra i partecipanti italiani, La Fidasc work Siracusa con il CCS volontariato Sicilia che, in
river in pista hanno ottenuto un ottimo quarto . La Sicilia, ha cos ben fgurato con il team
composto dagli aretuei, Salvatore Romano, Agatino e Marco Corvaia e letneo Diamante
Pierluigi. Alla fne il commento di Agatino Corvaia stato: Un ottimo quarto posto che
ripaga sia i nostri sacrifci grazie che tutti quelli dei volontari che hanno collaborato con
noi, per la preparazione di questo evento,Un grazie va al presidente Fidasc ed al nostro
Direttore della Protezione Civile Regionale Sicilia.
S.C.
Si terr oggi, mercoled 3 settembre,
alle ore 11.00 la presentazione uff-
ciale della prima squadra del Citt di
Siracusa 2014-2015. Location di tutto
rispetto per gli azzurri. I componenti
della nuova rosa e l'intero staff, a par-
tire dal nuovo mister, Giuseppe Ana-
stasi, saranno presentati e chiamati
uno ad uno nella splendida cornice
di Sala Borsellino all'interno di
Palazzo Vermexio. Alla cerimo-
nia parteciperanno anche il Sindaco
Giancarlo Garozzo, l'Assessore allo
Sport Maria Grazia Cavarra e il Pre-
sidente del Consiglio Comunale Leone
Sullo.
Il Citt di Siracusa
si presenta
uffcialmente
Prende il via anche questanno
lappuntamento estivo con la
rassegna letteraria Libri sotto
le stelle, curato dallAssocia-
zione Laurus, con il patroci-
nio del Comune di Floridia, nel-
la suggestiva cornice offerta dal
sagrato della chiesa Madre di
Floridia. Allevento, giunto alla
sua seconda edizione, parteci-
peranno scrittori, critici letterari
e studiosi che converseranno
su importanti tematiche sociali
che interessano il nostro territo-
rio. Il sipario si alzer Venerd 5
settembre, alle 20,30, con lin-
contro La Sicilia che scrive,
Organizzata dalla Con-
sulta giovanile, si svolta
a Rosolini, snodandosi da
piazza Europa a piazza Ga-
ribaldi, la manifestazione
Notte Rosa 2014 eventi
al femminile che ha tro-
vato il picco di pubblico e
dinteresse nelliniziativa
Yes woman No violence,
ideata e diretta dalla bril-
lante e infaticabile Sandra
Caschetto.
La serata si articolava
in varie performance di
canto, di ballo e di lettura
recitativa a cura di giovani
donne che numerosissime
hanno sostenuto la Causa
contro la violenza di ge-
nere, non soltanto con le
loro esibizioni artistiche
e un concorso fotografco,
ma anche diffondendo
materiale informativo su
come funzionano i centri
antiviolenza, e come si
combatte la violenza di
genere schierandosi dalla
parte delle vittime e im-
parando a condividerne il
dolore e la resurrezione.
Preceduto dal saluto di due
ospiti illustri, la dott.ssa
Floridia:
Appuntamento
con Libri
sotto le stelle
EVENTO ANNOTATO IN AGENDA PER LE DATE DEL 5 E DEL 6 SETTEMBRE
In foto, Antichi libri rilegati ed usurati.
Rosolini: Notte rosa al femminile
PROMOSSA DALLA RETE DEI CENTRI ANTIVIOLENZA FONDATA DA RAFFAELLA MAUCERI
durante il quale la presidente di
AssoLaurus, Tiziana Urso, ed il
semiologo e critico Salvo Se-
quenzia converseranno con gli
scrittori Valentina Chiara Chi-
sari, che ha scritto la raccolta
per bambini Racconti dalli-
sola magica, Salvo Cavallaro,
che ha pubblicato la raccolta di
racconti Date da mangiare ai
pesci, e Luca Raimondi, au-
tore del romanzo di formazione
Se avessi previsto tutto que-
sto. Sabato 6 settembre toc-
cher alle tematiche politiche e
sociali, con la presentazione dei
libri di Damiano De Simone,
con Il fallimento democrati-
co e di Vincenzo Quadarella
con Il non-luogo rivoluziona-
rio, presentati dal critico Salvo
Sequenzia e dal docente uni-
versitario Alessio Lo Giudice,
uno dei pi attenti studiosi del
pensiero e dei fenomeni politici
contemporanei. Obiettivo del-
la manifestazione -ha dichiarato
la presidente di AssoLaurus Ti-
ziana Urso - quello di creare
momenti di incontro e rifessio-
ne sulla letteratura e sui grandi
temi sociali. Ci auguriamo che
anche ledizione 2014 possa
riscuotere il successo della pre-
cedente, grazie al valore dei
libri proposti e delle tematiche
affrontate, ma anche grazie alla
partecipazione dei lettori ap-
passionati e di chi desidera tra-
scorrere insieme ai libri qualche
ora nel centro storico con agli
amici. La storia del libro segue
una serie di innovazioni tecno-
logiche che hanno migliorato
la qualit di conservazione del
testo e l'accesso alle informa-
zioni, la portabilit e il costo di
produzione. Essa strettamente
legata alle contingenze econo-
miche e politiche nella storia
delle idee e delle religioni.
ATTUALIT 14 Sicilia 3 SETTEMBRE 2014, MERCOLED
GIUsePPe bIAncA
Direttore Responsabile
Direzione e Redazione
Uffci amministrativi:
Via Mosco 51 Siracusa Tel. 0931 46.21.11
Fax 0931 60.006 Libertasicilia@gmail.com
Pubblicit diretta: Poligrafca S.r.l.
Via Mosco 51 Siracusa Tel. 0931 46.21.11
Per la pubblicit sono previsti sconti
Editrice e Stampa: Poligrafca S.r.l.
Registrazione Tribunale di Siracusa
n.17 del 27.10.1987
Sicilia
In foto, Raffaella Mauceri.
Francesca Petrassi del Mi-
nistero della Salute, e il dott.
Peppe Pantano, addetto al
Ministero degli Esteri, ha
poi avuto luogo lintervento
della protagonista della
serata, Raffaella Mauceri,
fondatrice e presidente del-
la Rete Centri Antiviolenza
di Siracusa e del Coordina-
mento Donne Siciliane che
aggrega 26 Associazioni
sparse sul territorio regio-
nale tutte impegnate sul
fronte del contrasto alla
violenza su donne e minori.
Un intervento durissimo
quello della Mauceri che
ha puntato il dito contro le
istituzioni di questo paese
incapaci di proteggere le
sue donne e i suoi bambini.
Noi dei centri antiviolenza
siamo lunico baluardo che
funziona - ha detto infatti
Le istituzioni dovrebbero
imparare da noi e fruire del
nostro eccellente servizio a
costo zero. Invece legifera-
no senza consultarci e sono
ancora tanti i comuni che
non ci affdano le vittime,
non ci danno sedi operative
adeguate e non ci consen-
tono di rifugiare le vittime
in pericolo di vita. Politiche
di governo incompetenti e
dissennate hanno trovato
espressione perfno negli
spot contro la violenza con
cui per anni e anni hanno
esortato le vittime a denun-
ciare senza indirizzarle ai
centri e lasciandole esposte
ad ulteriore violenza. Dopo
una, due, tre e pi denunce,
infatti, centinaia di donne
sono cadute sotto i colpi
dei loro carnefci: morti
insopportabilmente gra-
tuite, efferate, annunciate
che vanno imputate ad un
governo irresponsabile e
impunito. Lultimo spot
governativo, poi, lascian-
doci indignate e sbigottite,
ci mostra addirittura una
giovane vittima di stalking
che apre la porta al suo
assassino.
E con simili premesse ha
concluso la Mauceri ci
aspettiamo che questo pa-
ese sia capace di mettere la
parola fne alla la violenza
di genere?.
"Giornalista, scrittrice, edi-
trice e femminista storica,
Raffaella Mauceri , in
questo lembo del profon-
do sud, la donna-simbolo
delle battaglie per i diritti,
la dignit, l'intelligenza e
i sogni delle donne. Attra-
verso il Cds, acronimo di
Coordinamento Donne Si-
ciliane contro la violenza
di genere, che ha fondato
e che presiede, trasmette
instancabilmente a centi-
naia di donne la forza e la
bellezza della solidariet
femminile".
SPORT PAGINA 16 3 SETTEMBRE 2014, MERCOLED
Sicilia
Parte la quarantesima stagione agonistica
del Centro Sportivo Siracusano
Dopo la
pausa estiva
il CSS
ricomincia
con grande
impegno
Associazione che opera anche nell'ambito
sociale, come terapia di sostegno
Calendario
in salita
per il
Belvedere
di patron
Liuzzo
Il Belvedere de-
butter niente-
meno che a Gela
contro la neopro-
mossa societ del
patron Angelo
Tuccio, fra le ac-
creditate al salto
di categoria. Sar
subito alta ten-
sione, dunque, al
Vincenzo Pre-
sti e il patron del
Belvedere Anto-
nello Liuzzo non
si detto certo
soddi sfat t o: "E
un avvio terribile,
subito una trasfer-
ta insidiosa dice
un sorteggio
che non ci ha
sorriso, anche se
strada facendo si
dovranno incon-
trare tutte".
E strada facendo
il Belvedere si
trover lAtletico
Catania alla se-
conda in casa, lo
Sporting Priolo
alla terza (ma sar
una stracittadi-
na considerato
che la compagi-
ne priolese gioca
al Di Bari) e il
Ragusa ancora in
casa alla quarta
giornata. "Anche
Atletico Cata-
nia e Ragusa non
scherzano ag-
giunge Liuzzo
insomma, peggio
di cos, forse non
ci poteva capita-
re".
Il secondo derby
siracusano per la
squadra di Bonar-
rivo arriver alla
sesta, contro quel
Palazzolo gi af-
frontato in Coppa
Italia, alla nona
nuova trasferta a
Gela contro lAt-
letico, quindi il
terzo derby sira-
cusano contro il
Pachino al Di
Bari.
Lanno che sta per
concludersi stato
ricco di soddisfazio-
ni per le Associa-
zioni sportive dilet-
tantisticche Centro
Sportivo Siracusano
e Taiji Kase che ha
primeggiato in cam-
po Provinciale, Re-
gionale e Nazionale.
Ma dopo la pausa
estiva che ricomin-
cia con grande im-
pegno la preparazio-
ne atletica di questi
ragazzi, in quanto
il calendario del-
la FIJLKAM dove
elencata lattivit
sportiva da svolgere,
scandisce gli ultimi
impegni agonistici
che gli atleti, Carme-
lo Italia, Francesco
Ti ral ongo, Andrea
Iozzia,Mirco Por-
tuose, Francesco
Iozzia, Patrik Zan-
te, Alfonso Saler-
no, Gabriele Salvo,
Alba Urso,Concetta
Ortisi, Paolo
Tabacco,Emanuele
Ci r af i ci , Gabr i el e
F a r a n d a , Au r o r a
Romano, Giuseppe
Martinez, Gianluca
Rubino, Giuseppe
Raddino, Guidoan-
tonio Trusso, Alessio
Iozzia,Giammarco
Trusso, Marco Ttri-
poli, Giancarlo
caldelari, Andrea
Ledda, Cristian Di
Caro, Valeriano
Scrofani, Partexa-
no Andrea, Simone
Serra e Giampiero
Miceli allenati da
Roberto DellAquila,
Giancarlo Trigilio e
Marianna De Simone
gli atleti si prepara-
no ad affrontare con
grande grinta gli im-
pegni agonistici.
Inoltre da tredici anni
grazie alla collabo-
razione che si ve-
nuta a creare con la
cooperativa sociale
Spazio Sport Dilet-
tantistico, lAsso-
ciazione Sportiva Di-
lettantistica Centro
Sportivo Siracusano
opera anche nellam-
bito sociale in quanto
gli operatori sportivi
sono grandi sosteni-
tori dello sport come
terapia di sostegno
per i minori che ven-
gono seguiti delle-
quipe della N.P.I.di
Siracusa e dellas-
sistenti sociali del
comune di Siracusa
e da un folto gruppo
di persone della ter-
za et che da diversi
anni segnalati da-
gli assistenti sociali
dei centri diurni del
comune di Siracusa
e dal dirigente del
reparto U.V.A. di
Siracusa, partecipano
al progetto di attivit
motoria
Ognuno di loro so-
stiene di aver rice-
vuto dalla pratica
della ginnastica non
solo benefci a livel-
lo fsico ma anche e
soprattutto a livello
mentale.Si sento-
no pi dinamici, ma
anche di umore po-
sitivo, affrontano la
giornata con la con-
sapevolezza di non
essere un peso per la
societ, ma di poter
ancora dare molto
per se e per gli altri.
In foto, il team
del Centro Sportivo.
La Divisione Calcio a
cinque ha uffcializzato
il calendario del cam-
pionato di Serie A2 per
la stagione 2014/2015.
Confermata la formula
dei due gironi, anche
questanno composti
da 13 squadre ciascu-
no, con calcio dinizio
il 27 settembre 2014.
Novit per i playoff
e i playout: saranno
promosse in Serie A le
squadre vincenti i ri-
spettivi gironi e due so-
ciet vincenti i playoff.
Retrocederanno in Serie
B la squadra ultima clas-
sifcata di ciascun girone
e, tra i due gironi, una
sola societ perdente i
playout. La formula dei
playoff e playout sar
resa nota con successivo
Comunicato Uffciale.
Invariata invece la for-
mula della Coppa Italia,
con la Final Eight in pro-
gramma dal 6 all8 mar-
Lavventura dell'Augusta
riparte il 27 settembre
da Roma Torrino
zo 2015: parteciperanno
le prime quattro squadre
di ogni raggruppamen-
to al termine del girone
di andata. Nel girone B,
derby calabrese allesor-
dio tra il neopromosso
Catanzaro e lAtletico
Belvedere; debutto ad
Acireale per la Carli-
sport Cogianco, mentre
laltra novit laziale, la
Futsal Isola, se la vedr
con lAvis Policoro. In
Roma Torrino-Augusta
la riedizione del playout
della scorsa stagione;
completano il quadro
della prima giornata, Li-
bertas Eraclea-Salinis e
Odissea 2000 Rossano-
Partenope; riposer il
Catania.
S.C.
VARATO IL CALENDARIO CALCIO A 5 A2