Sei sulla pagina 1di 11

Avvento 1987

con Maria incontro a Ges


L'Avvento ritorna e inaugura un nuovo "anno di grazia".
Ciascuno di noi chiamato a scoprire questa "grazia" che ancora una volta
ci viene offerta nella comunit cristiana e nel tempo: "rivestitevi del Signore
Ges Cristo".
E Ges si rende presente giorno dopo giorno, ci salva con la sua Parola
e con la potenza del suo Spirito.
Come la Madonna sa "conservare nel suo cuore" il dono di Dio, lo medita
e lo condivide, cos anche noi dobbiamo pronunciare il nostro "s" di fede,
che accende la speranza e fa fruttificare la carit.
Proviamo ora a chiederci se in questo nostro mondo, nel nostro paese,
nella nostra famiglia sar possibile vivere cos l'Avvento e la preparazione
al Natale, per poter dare un senso pi vero e pi cristiano al nostro esistere,
per gustare l'Amore, per vedere rifiorire la Vita.
Forse, ancora una volta, ci lasceremo prendere da tante cose da fare e non
riusciremo a fermarci a riflettere, a pregare, a meditare.
Ma forse (ed un augurio sincero!) seguendo la Madonna, riusciremo a
trovare una via, uno stile di vita perch Natale sia un vero Natale,
perch ci sia pace vera.
allora la pace verr
Se tu credi che un sorriso pi forte di un'arma
Se tu credi, alla potenza, di una mano offerta
Se tu credi che ci che unisce gli uomini pi
importante di ci che li divide
Se tu sai preferire la speranza al sospetto
Se sai accogliere e adottare un parere differente
dal tuo
Se tu stimi che tocca a te fare il primo passa
piuttosto che al tuo prossimo
Se lo sguardo di un fanciullo riesce ancora a
disarmare il tuo cuore
Se tu puoi godere della gioia del tuo vicino
Se tu sai donare gratuitamente un po' del tuo tempo
per amore
Se tu sai accettare che un altro ti renda un servizio
Se tu credi che un perdono arriva pi lontano
di una vendetta
Se per te * altro sempre un fratello
Se tu credi che l'amore la sola forza di discussione
Se tu credi che la pace possibile...
ALLORA LA PACE VERR
2
PER I BAMBINI DELLE CLASSI ELEMENTARI
* ogni domenica: S. Messa
* ogni gioved: incontro di catechismo
* da mercoled 16 dicembre, ogni giorno, alle ore 16: novena di Na-
tale
PER I RAGAZZI DELLA SCUOLA MEDIA
* ogni domenica: S. Messa
* ogni venerd : incontro di catechismo
* da mercoled 16 dicembre, ogni giorno, alle ore 17: novena di Natale
PER RAGAZZI E GIOVANI
* ogni settimana: incontro di catechesi
* da mercoled 16 dicembre, alle ore 20, celebrazione della novena di Na-
tale
PER GLI ADULTI
* ncontro di catechesi; ogni venerd alle ore 15 o alle ore 20
* da mercoled 16 dicembre, alle ore 7,30 o alle ore 20, celebrazione della novena di
Natale
* ogni domenica, alle ore 17, lode vespertina
CELEBRAZIONE DELLA CONFESSIONE
PER BAMBN DELLE ELEMENTAR: luned 21 dicembre ore 15
PER RAGAZZ D E MEDA: venerd 18 dicembre ore 17
PER RAGAZZ D MEDA: mercoled 23 dicembre ore 16.30
PER RAGAZZ E GOVAN: luned 21 dicembre ore 20
PER GL ADULT: sabato 19 dicembre dalle ore 15
luned 21 dicembre dalle ore 15
mercoled 23 dicembre dalle ore 16
gioved 24 dicembre dalle ore 15
CELEBRAZIONE DEL NATALE
20 dicembre
DOMENCA Natale dei ragazzi
25 dicembre
NATALE Mezzanotte: S. Messa
ore 8 S. Messa
ore 10.30 S. Messa
ore 14.30 Lode vespertina
26.dicembre
3
c
a
l
e
n
d
a
r
i
o

d
i

a
v
v
e
n
t
o
avvento:
tempo di attesa
Viene ancora il tempo d'Avvento
tempo di attesa, di rinnovamento,
di un annuncio che ci prepara
ad una festa intima e cara.
profeti ci parlano nelle letture
dell'adempimento delle Scritture:
presto verr l'atteso Messia
pi volte annunciato dal profeta saia.
"Preparate le vie al Signore"
ci dice il Battista con forza e vigore,
togliete dal cuore superbia e rancore
e rivestitevi di umilt e di amore.
E la festa dell'mmacolata
ci sprona a purezza di vita
all'impegno vissuto in pienezza
per giungere all'Eterna Salvezza.
Maria modello di accoglienza,
di silenzio, di discreta presenza
e ci introduce al Natale divino
del Verbo di Dio che si fatto bambino.
per i piccoli e per i grandi
in chiesa e... in casa
la corona
segno d'avvento
La corona dell'Avvento
* un segno di richiamo
- nella nostra chiesa parrocchiale
- nelle nostre case (per chi lo desidera).
* diventa un simbolo, con la sua luce
progressiva
- nel momento della preghiera
- nella nostra preparazione al Natale.
* ci ricorda, col suo linguaggio
discreto ma potente:
"veniva nel mondo la luce vera, quella
che illumina ogni uomo" (Gv 1,9)
Nella nostra chiesa, accompagner le quat-
tro settimane di Avvento, come
ricordo continuo del nostro atteggiamento di
attesa.
A Natale, con Maria, esulteremo sentendo
lo stupendo annuncio: "quando sorger il
Sole, vedrete il Re dei re. Terra visitata da
Dio, esulta!
4
natale in carovana
"Non riuscendo a trovarlo, ritornarono a cercar-
lo..." (Lc 2,45)
questo lo spunto del recital natalizio che i ra-
gazzi dell'oratorio ci proporranno, perch Natale
non soltanto il 25 dicembre, ma "l'attimo in cui,
in qualunque momento della nostra storia per-
sonale, familiare, sociale, dopo aver perduto
Ges, possiamo dire: l'ho trovato..."
Anche il titolo significativo: Natale in carova-
na.
Una carovana di uomini che "torna verso casa"
e ha Dio nascosto in mezzo... una carovana che
si interroga, bivacca, accende le lanterne, ripo-
sa e aspetta l'alba: l'alba di Natale.
Venite anche voi a far parte della nostra carova-
na!!!
Vi aspettiamo tutti DOMENCA 20 DCEMBRE
alle ORE 20 presso l'oratorio.
il mio presepio
Se avessimo sempre cuore e mani aperte per raccogliere l'abbondante semente
buona che il Signore effonde, nel solco della storia degli uomini!
La Chiesa ha il cuore e le mani del suo Signore e ci educa a far tesoro di ogni testi-
monianza che aiuta l'uomo a vivere nella pace.
Se potessimo leggere il bene generato, nella vita di uomini e donne, da quella origi-
nale tradizione dei presepi: in piccolo, nelle nostre case, nelle nostre chiese, nei no-
stri oratori, nelle fabbriche... tutta la scena del Natale di Ges.
Fare il presepio :
- ricordare il dono che ci stato fatto: Cristo per noi;
- dire la gratitudine perch il dono ci sorprende sempre e sempre supera ogni "no-
stro desiderio;
- suscitare l'adorazione del mistero di Dio che vicino e imparare a riconoscerlo
sempre vicino in ogni figlio suo vivente;
- educare a contemplare la "gloria" di Dio che trova una piccola, illuminante manifestazione anche
nel "bello", nel gusto di costruire "cose belle", scintille minuscole della sua Gloria.
Come sempre, don Antonio con un gruppo di ragazzi avr il .piacere, durante le vacanze natalizie,
di venire nelle case a vedere il presepio e lasciare a tutte le famiglie un piccolo ricordo.
Chi lo desidera, pu compilare il tagliando e consegnarlo in chiesa o direttamente a Don Antonio.
Cognome _____________________________________________________
Nome _____________________________________________________
Via _____________________________________________________
ha costruito il presepio e desidera che venga visto. Grazie.
5
G.A.M. gruppo appoggio missionario
bilancio 1986-1987
ENTRATE USCTE
banco vendita 1986 2.325.000 13.2.87 per suor Amelia 3.000.000
adesioni GAM 87 4.870.000 15.3.87 per P. Giuseppe 3.000.000
saggio bambini elementari 86.000 4.10.87 per suor Amelia 10.000.000
lotteria per suor Amelia 3.780.000 15.10.87 per l'opera di P. Giu-
seppe
2.490.000
offerta per suor Amelia 1.000.000
per l'opera di P. Giuseppe 2.165.000
raccolta carta 1986 3.600.000
raccolta carta 1987 (parziale) 2.000.000
totale 19.826.000 totale 18.490.000
banco vendita
Nei giorni 12 e 13 dicembre si terr, presso
il centro parrocchiale, l'annuale BANCO
VENDTA a favore dei nostri missionari e
per contribuire al progetto che il gruppo
missionario della nostra zona Prealpi si
impegnato a far conoscere e a sostenere a
favore della missione di Mindanao, nelle
isole Filippine.
Saranno in vendita i fiori di Don Albino, al-
cuni oggetti di artigianato del Per e
dell'Africa.
Soprattutto sar possibile acquistare i lavori
che le persone della nostra comunit par-
rocchiale stanno preparando da tempo.
Tutti possono fare o donare qualche ogget-
to per il Banco Vendita, cos da renderlo pi
vario e interessante.
ORAR d'apertura:
SABATO 12 dicembre dalle 14 alle 21
DOMENCA 13 dicembre dalle 8.30 alle 12
dalle 14 alle 21
avvento di fraternit
Anche la nostra parrocchia e il gruppo
GAM aderiscono all'iniziativa della zona
pastorale Prealpi a favore di Padre Fau-
sto Tentorio, missionario del PME, origi-
nario di Santa Maria Ho, in provincia di
Como.
Egli si trova nella missione di Mindanao,
nelle isole Filippine, dove il 95% della po-
polazione contadina e vive in una situa-
zione di povert e sfruttamento.
l progetto di Padre Fausto mira ad aiuta-
re questi contadini a prendere coscienza
della loro dignit umana, ad organizzarsi
in piccoli gruppi di riflessione e azione pri-
ma, in seguito a riunirsi in cooperativa
agricola.
Allegato a questo numero di Ronago '87
viene presentato, in un volantino, il pro-
getto dell'iniziativa.
grazie
Continuiamo con entusiasmo e con fede,
vivendo le parole di Ges: "ogni cosa che
avrete fatto al pi piccolo dei miei fratelli,
l'avrete fatto a me.
6
s alla vita (da AVVENRE, 29.10.87)
una scelta d'amore
mio Daniele nato l'8 giugno di
quest'anno; alla nascita pesava kg 3,800,
un bambino bellissimo e perfetto.
La sua nascita, del tutto normale, ha chiuso
felicemente un lungo periodo, di angoscio-
sa attesa.
Al secondo mese di gravidanza, il ginecolo-
go mi fece fare le "analisi di routine", da cui
risultava che il mio bambino non era norma-
le. L'alfafetoproteina confermava questa
diagnosi infausta.
Mio marito ed io accettammo il bambino
come sarebbe venuto; ma intorno a noi si
scaten una vera guerra per indurmi ad
abortire, aggravando maggiormente il no-
stro dramma. La nostra decisione fu irremo-
vibile.
Cominci per me un doloroso calvario; da
uno specialista all'altro, da un laboratorio
all'altro, uno pi "sicuro" dell'altro. E quante
ecografie mi hanno fatto fare!
Purtroppo, analisi ed ecografie segnala
vano sempre qualche anomalia, spesso
una diversa dall'altra e tutte gravi.
N sempre i medici hanno avuto compren-
sione per il dramma che stavo vivendo.
Qualcuno cerc di rassicurarmi dicendomi
che l'anomalia era correggibile dopo la na-
scita. Ma il mio dramma interiore continua-
va.
Verso la meta del sesto mese, un'amica -
alla quale avevo confidato le mie angustie -
mi indirizz alla clinica Santa Famiglia. l gi-
necologo e l'ostetrica della clinica non ri-
scontrarono nessuna anormalit all'esame
oggettivo, ma rimasero perplessi di fronte a
tutta quella documentazione che misi sotto i
loro occhi. nsistetti per avere un'altra eco-
grafia, dalla quale risult che il bambino ap-
pariva del tutto normale!
Ora Daniele ha quattro mesi. Ha cominciato
a tener dritto il capo durante il primo mese
ed un bambino meraviglioso che cresce
normalmente.
Mio marito ed io ringraziamo il Signore che
ci ha dato la forza di tenercelo, a dispetto di
tutti i profeti di sventura.
Di questa dolorosa esperienza, mi rimango-
no due angosce.
Tutte le numerose analisi ed ecografie che
ho fatto a spese mie. Oggi ci vedo una vera
speculazione!
E poi, le tante mamme incontrate nei vari
laboratori in cui sono passata, con problemi
simili ai miei, che hanno fatto dei loro bam-
bini?
E come non comprendere - pur senza giu-
stificare - tutte quelle mamme che, di fronte
alle stesse traversie, non hanno il coraggio
di andare avanti?
7
l'angolo della scuola materna
lo stesso spirito
in mezzo a tante novit
La nostra scuola materna ha vissuto ultimamen-
te dei momenti di particolare importanza, che si
riflettono anche sull'intera comunit.
All'inizio dell'anno scolastico, Sr. Donata, Sr.
Paolina e Sr. Firmina sono state trasferite dalla
Casa Madre presso altre sedi e, insieme al no-
stro affettuoso ricordo, giunga loro il pi sentito
grazie per l'operato che hanno svolto con amore
e dedizione verso i nostri bambini ed un augurio
per la loro futura attivit.
Sebbene la notizia di questo trasferimento ci sia
giunta del tutto inattesa e ci abbia trovati impre-
parati, dobbiamo per dire che il "cambio della
guardia" avvenuto molto serenamente e che
le tre nuove suore: Sr. Elena, Sr, Lorenzina e
Sr. Anacleta, - a cui rivolgiamo un sincero ben-
venuto - si sono gi inserite molto bene nella
vita della Scuola Materna ed anche della Comu-
nit, garantendo cos la continuit di una pre-
senza molto significativa e importante in mezzo
a noi.
n mezzo a tanti cambiamenti, la nostra "Mimi"
per rimasta un punto fermo e continua la sua
attivit didattica alla guida di una sezione della
Scuola Materna (i bambini iscritti sono 39, sud-
divisi in due sezioni).
Anche alla Mimi rivolgiamo un grosso grazie per
la competenza e la sensibilit con cui segue i
nostri piccoli, che le sono molto affezionati.
Un'altra novit da segnalare riguarda il servizio
cucina che prima era svolto da Sr. Paolina e
che ora stato affidato alla Sig.ra Grisoni Pi-
nuccia, la quale, malgrado il poco tempo avuto
a disposizione per ambientarsi, svolge il suo la-
voro con piena soddisfazione di bimbi e mam-
me.
poi scaduto il triennio della durata in carica
del Consiglio di Amministrazione; abbiamo per-
ci proceduto al suo rinnovo e l'assemblea dei
genitori ha nominato tre suoi rappresentanti
Sigg. Grisoni Agostino, Balatti Anna, Masiello
Felice -. Quale presidente stato riconfermato
Don Antonio e, altri membri del Consiglio, sono
stati riconfermati il Sig. Alberio Guerrino (rap-
presentante del Consiglio Pastorale); la Sig.
Briccola Angela (rappresentante Comunale).
pure membro del Consiglio di Amministrazio-
ne un rappresentante del Corpo nsegnante.
Le cose da decidere sono tante e quelle da fare
ancora di pi.
Per fortuna possiamo contare sull'aiuto di per-
sone che ci affiancano, disinteressatamente,
per far fronte ai vari compiti ed anche sulla ge-
nerosit di chi si ricorda della Scuola Materna
portando il suo contributo, magari anche "solo"
un sacco di patate o una cassetta di frutta.
Tutto aiuta!..... e la vita della Scuola fatta an-
che di cifre......
Pubblichiamo queste cifre, come ogni anno, sul
giornalino della Parrocchia, cos che ognuno
possa prenderne atto; ringraziamo tutti coloro
che hanno contribuito a rendere particolarmente
significative quelle voci di bilancio la cui entit
dipende dalla collettivit.
Nel mese di dicembre organizzeremo, come or-
mai consuetudine, la LOTTERIA e I' INCAN-
TO DEI DONI DELL'ALBERO.
Sono due occasioni in cui ciascuno pu dimo-
strare la propria sensibilit nei confronti della
nostra Scuola Materna. Diciamo "nostra" proprio
perch di tutti i Ronaghesi: nata da una vo-
lont ben precisa di alcuni di noi oltre dieci anni
fa ed intendiamo mantenerla "nostra", proprio
per continuare ad avere la possibilit di collabo-
rare direttamente alla sua gestione, di portare le
nostre idee e le nostre critiche e di collaborare
per poterla sempre migliorare ed offrire ai nostri
bimbi un servizio che li aiuti veramente a prepa-
rarsi alla Scuola Elementare e soprattutto alla
vita.
Per poter continuare su questa strada c' dun-
que bisogno dell'aiuto di tutti, sotto ogni forma.
Non solo un aiuto che contribuisce a chiudere
senza perdite una gestione economica, ma
anche un aiuto che d fiducia e speranza alle
persone che ora sono direttamente coinvolte e
che sar di stimolo a quelli che verranno.
GRAZE A TUTT !
una mamma.
8
Bilancio 1986-1987
Gestione generaIe COST RCAV
RSCALDAMENTO / GAS 6.275.852.=
LUCE E TELEFONO 975.500.=
STPEND PERS. LACO 14.254.311.=
STPEND PERSONALE REL. 9.914.180.=
CONTRBUT SOC. + TRATT.RPEF 16.667.510.=
FONDO RS. RAPPORTO 1.254,000.=
CONVENZONE 3.040.000.=
VARE ED AMMORTAMENTO 2.568.563.= 54.949,916.=
RETTE DA FAMGLE 18.890.000.=
CONTRB. MNSTERO P.STRUZ. 1.919.500.=
CONTRBUTO COMUNE RONAGO 15.500.000.=
OFFERTA AMBROSOL DTTA 4.000.000.=
OFFERTA FOC FAM 2.000.000.=
LOTTERA NATALE 5.389.000.=
DON ALBERO 3.077.000.=
BANCO DOLCE 1.960.000.=
OFFERTE ED ANTRATE VARE 2.220.196.= 54.955.696.=
AVANZO GESTONE 5.780.=
Gestione Refezione COST RCAV
ACQUSTO ALMENT 7.686.795.=
PERSONALE 4.000.000.=
LUCE E RSCALDAMENTO 900.000.=
VARE ED AMMORTAMENTO 906.000.= 13.492.795.=
BLOCCHETT BUON PASTO 13.177.000.= 13.177.000.=
PERDTA D GESTONE 315.795.=
- AVANZO GENERALE 5.780.=
PERDTA GENERALE 310.015.=
9
10
nuovi lavori in chiesa
imprevisti, ma necessari
Dopo i grandi lavori che ci hanno impegna-
to a "rinfrescare" la nostra chiesa, a render-
la pi bella ed accogliente, pensavamo ad
un momento di calma, in cui badare a inter-
venti di manutenzione e di riordino.
nvece, ecco la novit; il frontale della Chie-
sa si sta rovinando in modo imprevisto, con
grave danno dell'intonaco di plastica e con
il pericolo di infiltrazioni anche all'interno.
Dopo un rapido sopralluogo, decidiamo di
intervenire e di correre ai ripari; tutti posso-
no vedere i ponteggi che permetteranno
una copertura di rame e il rifacimento della
facciata.
Nello stesso tempo, il soffitto della sacrestia
ha cominciato a dare segni di cedimento e
cos, anche in questo caso, siamo dovuti in-
tervenire.
Proprio in questi giorni gli operai sono al la-
voro.
Ci auguriamo che i lavori non durino a lun-
go e che non ci riservino delle sorprese.
nuovi confessionali, il campanile, la piazza
(da sistemare) possono aspettare ancora,
anche perch tra i "piccoli interventi" era
stato progettato il rinnovo dell'impianto mi-
crofonico, che dovrebbe entrare in funzione
per Natale, per ascoltare meglio e... per
pregare meglio... speriamo!
campagna abbonamenti '88
- Non perdete l'occasione che vi viene offer-
ta per l'abbonamento a una rivista o a un
giornale che, oltre all'informazione, vi d la
possibilit di avere una visione cristiana del-
la vita.
- Nelle nostre famiglie non dovrebbe man-
care una rivista missionaria o il Settimanale
della Diocesi, quale segno di condivisione e
di vita comunitaria.
l nostro servizio - campagna abbonamenti
rimane aperto fino al 15 dicembre; chi non
avesse potuto sottoscrivere un abbonamen-
to tramite gli incaricati, lo pu fare in Casa
Parrocchiale.
11