Sei sulla pagina 1di 8

tutti alla festa

Ci sono dei momenti nella vita di una famiglia che si vivono con particola-
re emozione e con una pi viva partecipazione: ognuno li sente e li pre-
para perch ormai fanno parte della propria vita e delle proprie tradizioni.
Credo che la festa della "nostra" Madonna che ci prepariamo a celebrare
domenica prossima sia uno di questi momenti e noi la vogliamo vivere
cos, come una festa di famiglia, la festa della famiglia cristiana che si
stringe attorno alla Madonna, per rinnovare la propria devozione, ma nel-
lo stesso tempo anche per sentirci pi cristiani, pi impegnati a vivere la
nostra fede.
Vogliamo sentirci coinvolti tutti in questa celebrazione, perch tutti voglia-
mo essere pi attenti ad accogliere i doni di grazia e di perdono che Dio
vuole donarci per rinnovare il nostro cammino di fede.
Ne abbiamo bisogno tutti!
Difficolt, delusioni, incomprensioni, problemi di famiglia e di lavoro, ci
fanno apparire incerto il domani, ci rendono spesse volte indifferenti.
La Madonna ci insegna a fidarci d Dio, della Sua Parola, del Suo Aiuto.
Anche per Lei non stato facile credere e vivere la missione che Le era
stata affidata: la sua vita non stata segnata sempre da visioni o da an-
nunci angelici.
Ha percorso un cammino come tutti gli uomini, che, non avendo la possi-
bilit di prendere in mano la loro vita in un attimo e di realizzarla per sem-
pre, devono tentare e ritentare per trovare la strada giusta.
La Madonna ha dovuto affidarsi alle mani di Dio.
Ed quello che vogliamo fare noi in questa nostra festa.
Vogliamo trovarci uniti nella preghiera, nella celebrazione eucaristica,
nella generosit e nella fedelt delle nostre scelte.
Quest'anno, poi, vorrei che si sentissero particolarmente inserite anche le
diverse famiglie che sono venute ad abitare di recente in mezzo a noi,
nella nostra comunit: sono numerose e mi auguro che l'aiuto di tutti pos-
sa permettere di sentire come loro la "nostra" festa.
Un arrivederci a tutti, con tanta cordialit e tanta amicizia.
2
la festa vicina
Ci stiamo preparando in queste sere attraverso
momenti di preghiera, di riflessione e di ascolto
al giorno della "nostra" Madonna, la Madonna
della Cintura.
Ci siamo sempre trovati numerosi alla celebra-
zione della S. Messa e alla processione per le
vie del paese.
Questa forse uno dei tanti segni della nostra
fede e della nostra devozione a Maria.
n questo giorno abbiamo l'occasione di raffor-
zare la nostra fede e di riscoprire il valore e il si-
gnificato della nostra vita cristiana. Abbiamo
l'occasione di riflettere sulla figura di Maria, la
quale, nella sua semplicit, diventata per tutti
modello di fede e di vita cristiana.
veramente un giorno di festa, perch tutto
contribuisce a renderci pi buoni e generosi.
Non dobbiamo dimenticarci che in questo gior-
no ci saranno l'incanto dei canestri e anche la
pesca.
Ci potranno sembrare cose non in sintonia con
la "festa della Madonna ma hanno anch'esse il
loro significato se pensiamo alla generosit
delle persone che hanno donato gli oggetti per
la pesca e per i canestri.
Anche questa generosit nel dare e nell'acqui-
stare pu essere un modo di "sentire la festa
della Madonna.
preghiera a Maria
O Maria,
sono stanco di parole;
ho bisogno di fede
che non si spiega, ma s vive.
Credere non conoscere,
donarsi.
Tu sei stata povera di parola
ma ricca di opere,
povera d cose umane
ma ricca di Dio.
amaramente solo
l'uomo senza di Dio.
Tu hai creduto,
non credere stanchezza e noia.
Hai vissuto nell'amore,
non amare angoscia e debolezza.
Tu inviti all'ascolto di Dio,
ad attendere ogni giorno la sua salvezza,
a vivere fino in fondo la mia fedelt,
a prendere sul serio il mio impegno.
3
aria di festa
Di Ronago, nel mese d'Agosto,
se vuoi curiosar non c' miglior posto
del salone del centro Parrocchiale,
posto migliore, non v' l'eguale!
Vi troverai arrosti alla griglia,
pronta cucina in un batter di ciglia
che puoi degustar con poche spese
si sa, la festa del paese
Dal campanile i rintocchi festosi
scuotono anche i pi oziosi
a partecipar con gioia piena
della Madonna alla bella Novena.
Sabato, giorno di grande Vigilia,
gi si stappa qualche bottiglia,
fuochi d'artificio allietan la serata
scoppiettando festosi tra la folla ammirata.
nostri giovani han preparato
la pesca favolosa, a buon mercato
per la gioia d'ogni bambino
e della mamme che apre il borsellino
La domenica gi arrivata
la folla in chiesa si a riversata.
per pregare con fede sicura
la Vergine nostra della Cintura,
La "Cattedrale" bene addobbata
gi da tempo han preparata
mentre il canto dall'Ave Maria
s'alza dalla nostra Cantoria,
ad elevar la mente e il cuore,
a intercedere presso il Signore
d'ogni grazia e d'ogni bene,
un futuro senza pene.
E la Madonna benedicente,
passa in mezzo alla sua gente,
ogni persona sembra guardare
perch ciascuno Lei vuole amare,
E la festa continua ancora,
or dei canestri giunta l'ora
scatta la gara per la contesa
del cesto migliore con poca spesa,
Con la lotteria la festa finisce,
ma la Madonna ancora ci dice,
che tutto passeggero
se non andiamo a Dio con cuore sincero!
4
programma
confessioni
RAGAZZ DELLE ELEMENTAR
gioved 23 agosto, alle ore 17
RAGAZZ DELLA SCUOA MEDA.
venerd 24 agosto alle ore 17
GOVAN
venerd 24 agosto, dopo la celebrazione
della novena
ADULT
venerd e sabato, dalle ore 15 fino a sera.
visita agli ammalati
un impegno molto importante, perch vuole essere un gesto di comunione e di
amicizia con tutti coloro che, non potendo partecipare alle varie celebrazioni in
chiesa, vogliono unirsi alla nostra festa e alla nostra preghiera.
La Madonna, madre della consolazione, accolga la loro preghiera e la loro sofferen-
za!
domenica
La partecipazione alla messa, la preghiera alla Madonna, la processione per le vie
del paese, l'impegno della generosit, devono essere i segni di una vera festa, una
festa che ci trovi pronti a camminare insieme per testimoniare la nostra fede e la
nostra fraternit.
ore 7.30 s. messa
ore 10.30 s. messa celebrata da don Dante Lafranconi
ore 14.30 lode vespertina - processione - benedizione eucaristica -
bacio della reliquia
5
la processione
La processione quest'anno seguir un percorso un po' variato rispetto a quello tra-
dizionale: partiremo dalla chiesa e percorreremo la Via P.E. Fontana, la Via Serafi-
no, la Via Bellaria, la Via Ambrosoli, per ritornare ancora sulla piazza della Chiesa.
Le famiglie che hanno la casa sul percorso sono invitate a mettere qualche orna-
mento in segno di devozione e di festa.
Per il trasporto della statua continuiamo la bella tradizione che siano i coscritti a
portare la Madonna: quest'anno tocca ai giovani nati nel 1966. Mi auguro che siano
tutti presenti e che affidino la loro vita e le vite della loro famiglie alla Madonna.
La processione un segno del nostro pellegrinaggio terreno un'espressione della
provvisoriet della vita, una testimonianza di fede nella glorificazione finale, ma so-
prattutto un segno di lode e ringraziamento alla Madonna.
i canestri
Sono il segno della nostra generosi e della nostra partecipazione alla vita della no-
stra comunit, anche da un punto di vista economico. n questi mesi penso di poter
finalmente avviare i lavori di sistemazione all'interno della nostra chiesa: la cantoria
e l'organo con il portale interno sono il primo lavoro che vorremmo fare, poi affron-
teremo il problema degli intonaci e delle cappelle di S. Giuseppe e della Madonna,
ci sarebbero poi anche i banchi e le sedie, ma . mi fermo e lascio la parola e l'ini-
ziativa a tutti quelli che vorranno offrire i canestri e partecipare poi all'incanto, do-
menica pomeriggio, al termine della celebrazione.
la pesca
un'attrazione della festa: anche quest'anno hanno risposto in molti con tanti og-
getti e doni, per cui i premi saranno tutti belli e attraenti. Verr aperta domenica
dopo la messa delle ore 7,30 e continuer fino all'esaurimento dei premi. l prezzo
di ogni biglietto rimasto anche per quest'anno a L. 1.000. Buona fortuna.
6
7
8