Sei sulla pagina 1di 15

SOMMARIO

Ul predicozz dal sciur Cura


Brevi note
Parola di vita
Ai Gamiti
Suor Amelia
Padre Giuseppe
Ritiro parrocchiale : brevi note
Pellegrinaggio Parrocchiale
I referendum a Ronago


=====================================



Notiziario della Parrocchia di Ronago
Centro Parrocchiale
Piazza della Chiesa - Ronago

Giugno 1978


















Un notiziario parrocchiale che si rispetti inizia con la parola del parroco.
Ma proprio necessario che il parroco continui a parlare? Non potrebbe tacere ogni
tanto?
Qualche volta questo pensiero viene anche a me, sia perch ho paura di essere solo
"un bronzo squillante" (magari stonato) sia perch, troppe volte ho l'impressione di parlare a
persone non interessate ad ascoltare.
Poi mi risuona alla mente l'esortazione di San Paolo: "annuncia... la Parola di Dio, insisti a
tempo opportuno e inopportuno; esorta, ammonisci, ammaestra."
Allora "dimentico del passato" riprendo a parlare (scrivere.... mi molto pi difficile).

Siamo alla fine di giugno; le vacanze scolastiche sono iniziate, si pensa alle ferie
oramai vicine.
Occorre ricuperare le forze profuse in tanti mesi di lavoro e di studio.
Ricordiamoci per che se necessario ridar vigore al nostro fisico, noi non siamo solo
corpo.
Anche il nostro spirito ha bisogno di essere ritemprato.
cos difficile incontrare gente serena, contenta. Perch?
La vita di fede vissuta superficialmente, l'eccessivo valore dato ai beni materiali, il
tentativo di riempire il vuoto dell'anima con attivit che solo stordiscono e stancano, non
danno la pace e la gioia interiore.
Allora cosa fare?
Le vacanze ci offrono tanto tempo libero, perch non dare pi spazio alla preghiera?
Riscopriamo il dono della S. Messa domenicale, e anche quotidiana.
Ricostruiamo i rapporti di amicizia con tante persone; forse il lavoro assillante ci ha rinchiusi
nel nostro piccolo mondo.
Perch non dedicare qualche giorno delle nostre vacanze per una forte esperienza di vita
cristiana partecipando a ritiri, esercizi spirituali, Mariapoli
L'estate sempre stato tempo favorevole per approfondire la vita comunitaria in
parrocchia.
Penso che le occasioni non mancheranno anche quest'anno.
Allora: BUONA ESTATE, BUONE VACANZE










Domenica 18 giugno abbiamo tenuto il 2ritiro par rocchiale.
Non eravamo in molti, forse la bella giornata aveva dirottato i pi altrove.
Abbiamo iniziato il nostro Incontro mettendoci in ascolto della Parola di Dio, per essere
nuovi nello spirito.
- Il Padre ci conosce e ci ama, Lui sa quello di cui abbiamo bisogno".
meraviglioso sentirsi avvolti dall'amore di Dio.
- Adorate Cristo Ges nei vostri cuori, pronti sempre a rispondere a chiunque vi domandi
ragione della speranza che in voi."
Gli uomini hanno bisogno della luce di Cristo e ciascuno di noi la deve testimoniare.
Dopo la verifica personale fatta davanti a Ges Eucaristia, ci troviamo per la verifica
della vita comunitaria parrocchiale.
Gi nel precedente incontro (12 marzo), si era avvertita la necessit di rinnovare la
struttura del Consiglio Pastorale Parrocchiale.
Scartata l'idea di indire elezioni per scegliere i membri del nuovo Consiglio Pastorale, si e
optato per la costituzione di un consiglio formato da persone che sentono l'impegno di
mettersi a servizio della Parrocchia con semplicit e buona volont.
Dovendo il Consiglio Pastorale animare lattivit parrocchiale, si sente la necessit che si
organizzi una commissione e gruppi di impegno:

A - COMMISSIONE AMMINISTRATIVA: non solo per verifica e approvazione del bilancio
parrocchiale, ma per realizzare una gestione veramente comunitaria e evangelica dei beni e
delle finanze parrocchiali.
Inoltre per concretizzare una proposta gi accolta nel precedente incontro di marzo si
deciso di costituire una cassa comune, che chiamiamo il CAPITALE DI DIO, formato dal
superfluo che i parrocchiani liberamente potranno versare per realizzare il comando del
Vangelo: "il superfluo datelo ai poveri".
Questo superfluo pu essere versato o direttamente al parroco o nella apposita bussola in
Chiesa.
Questo Capitale di Dio verr usato per lo necessit sia delle persone della nostra comunit
parrocchiale, sia per l'aiuto a opere missionarie, ecc.

B - Si sente l'urgenza di costituire il GRUPPO PER LA CATECHESI: parrocchiani che si
impegnano nell'evangelizzazione e nelle classi di catechismo e anche verso giovani e adulti
(preparazione ai sacramenti)

C - IL GRUPPO LITURGICO dovr assumersi l'impegno di animare la S. Messa e le
celebrazioni dei sacramenti, per renderli sempre pi espressione di vita comunitaria.
(non dimentichiamo l'impegno per la pulizia e l'ordine della Chiesa).

D - IL GRUPPO ASSISTENZA AI FRATELLI: persone che si impegnano ad offrire la
propria opera per l'aiuto a malati, anziani, persone sole, a famiglie che si trovano 'in
particolari difficolt.

Come si pu notare c' posto per tutti! non occorrono particolari ..... titoli di studio.

Oltre alla ristrutturazione del Consiglio Pastorale si e parlato anche di come animare la vita
delle nostre famiglie.
sorta la proposta di realizzare incontri di gruppi di coniugi per approfondire come
rispondere alla vocazione cristiana dal matrimonio e per scoprire quale posto spetta alla
famiglia nel costruire la comunit parrocchiale.

Forse molti, arrivati a questo punto diranno: "cose belle sulla carta ma poi....."
Poi se ci saranno alcuni disposti ad impegnarsi di persona con costanza e buona volont
. vedremo il miracolo.



MARIAPOLI '78
"UOMINI AL SERVIZIO DI TUTTI"
II Movimento dei Focolari la invita al Convegno estivo a Bergamo dal 4 luglio sera al 9 luglio
Gli incontri si svolgono presso l'Auditorium di Via Arena 16 - Citt alta.
Sono previsti alloggi in istituto (L. 33.000), in albergo (L. 48.000), in camping (riservato a
gruppi maschili o gruppi familiari purch provvisti di tenda propria).
Per informazioni rivolgersi: in Parrocchia











Un gruppo di appoggio ai nostri missionari Padre Giuseppe e Suor Amelia.

APPOGGIO vuol dire sostegno.
Esso sar adeguato se sar fatto di preghiera e opere cio VANGELO VISSUTO.







Loro, Suor Amelia e Padre Giuseppe sono in Africa ma fanno parte della
nostra Comunit Parrocchiale e ci rappresentano.







Iscriviti al GAM per l'anno 1978-'79.
Non pensare di essere troppo giovane o troppo vecchio, gi troppo buono o toppo cattivo.
Davanti a Dio non l'et che conta, n quel che pensiamo di essere;
conta solo amare LUI nei fratelli.




AI GAMITI


passato un altro anno.
Ringraziamo tutti gli iscritti e, in modo speciale, le ragazze della raccolta mensile e la brava
Rosalia che, puntualmente e scrupolosamente, ha eseguito il suo lavoro di cassiera.

Ora il G.A.M. ha otto anni di vita. A che punto ?
Se dovr continuare dipende dalla risposta che dar ciascuno di noi alla lettera di Suor
Amelia. Ella ci invita a riflettere e a proseguire nel nostro impegno.
Rileggiamo le sue parole:
"State continuando con la giornata speciale di preghiera " per le Missioni? S, vero? e vi
raccomando di continuarla con sempre pi zelo e fervore perch pare che pure qui i problemi
aumentino, quindi il bisogno di Lui pi grande che mai".
In questi pensieri c' la parte pi importante del nostro programma per il 1978-'79.

Poi, come sempre, continueremo:
1la raccolta mensile del "superfluo" che verr ma ndato periodicamente ai nostri
Missionari;
2la preparazione e la spedizione dei pacchi con ogni tipo di materiale.

In fondo al giornale c' il modulo per l'iscrizione che da compilare, da staccare e da
mettere nell'apposita bussola, in fondo alla Chiesa.











Nairobi, 20-3-'78

Miei carissimi Gamiti,
forse siete un po arrabbiati con me per il mio lungo silenzio....e ne avete
ragione!
Per pure voi siete molto silenziosi, non vero? Come mai? Non certo perch ci stiamo
dimenticando a vicenda, infatti io posso assicurarvi del mio vivo ricordo di ogni giorno, e voi
senz'altro, potete dire lo stesso.
Quindi, c' di mezzo forse la pigrizia? Oppure preferite lavorare nel silenzio senza tante
parole? Oppure aspettate pi notizie da me? O forse siete stanchi di sentirvi dire quasi
sempre le stesse cose?
Ecco vorrei proprio invitare ognuno di voi, in particolare, a rispondere a queste mie domande
senza paura di essere troppo chiari, cos mi so regolare. E non abbiate paura di farmi
domande in merito alla Missione perch mi accorgo pure io di non essere capace di tenervi al
corrente di tutto come sarebbe mio desiderio.
Cos, chiedendovi scusa sia per questo che per il mio silenzio vi faccio una domanda curiosa:
state continuando con la giornata speciale di preghiera mensile per le Missioni? S, vero? e vi
raccomando di continuarla con sempre pi zelo e fervore perch pare che pure qui i problemi
aumentino; quindi il bisogno di Lui pi grande che mai.
Questo un impegno che vi siete imposti mandandomi qui, perci continuate ad aumentarlo
convinti che io posso far niente senza Lui e senza il vostro aiuto ed il vostro sostegno in Lui.
Sperandovi tutti bene io vi assicuro che sto benone e che nonostante le piccole
difficolt di ogni giorno sono tanto felice d'essere qui a servire il Signore ed anche voi.
Non ho notizie speciali e recenti da darvi anche perch penso che pi o meno le avete
da casa mia, per non che ci sia niente.
La mia assenza da Kakeliba non certo naturale.
Dopo tanto desiderio e anche impossibilit di studiare la lingua POKOT ecco che arrivato il
giorno in cui stato iniziato un vero corso. La mia felicit, quando la mia Regionaie mi ha
detto di partecipare, fu grandissima. Le mie Pokot per mi hanno deriso non poco, perch per
loro impossibile imparare la loro lingua fra gente che non la parla. Ho cercato di spiegare,
ma hanno capito ben poco, cio: solo che mi sarei assentata per un mese e mezzo e, questo,
non volevano accettarlo. Alla fine alcune mi dissero:-Se tu dici che quando tornerai ci capirai
meglio, va...

eccomi qua, vi assicuro che sono contenta e che spero proprio in un progresso
specialmente per poter avvicinare e capire sempre pi la mia gente.
Una novit che il Governo sembra deciso a fare qualche cosa per far smettere le
razzie che, come sapete, qui sono quasi quotidiane.
Quest'anno poi, essendo che le piogge hanno dato erba in abbondanza, i guerrieri sono stati
pi liberi per le razzie invece che andare in cerca di pascoli.
I ministri e i capi si sono riuniti pi volte con i ministri e i capi nemici decidendo la pace, ma:
inutile! Infatti se i capi sono d'accordo ma le popolazioni no, che cosa si guadagna? I padroni
dei boschi sono loro e l i soldati devono scappare e le leggi non servono.
Una bella soddisfazione invece l'abbiamo avuta con l'apertura dello due suolette di
Alale e Noyapong.
L'inizio, come si sa, sempre duro e ancor oggi i maestri hanno molto da lottare con i genitori
che vengono a riprendersi i figli.
Fin'ora per quelli che se ne sono andati sono pochi.
Pare che stiano pi per il cibo ed il vestito per, intanto qualcosa imparano.
In tutto sono 81 ragazzi e 3 ragazze.
Se continuassero sarebbe meraviglioso! eh, s!
Anche i Protestanti ce l'hanno sul naso e sapete cosa stanno facendo? Siccome il governo
ha in piano di raggruppare i Pokot in vari centri, hanno gi fatto decidere tutti luoghi dove
fin'ora noi non siamo presenti con opere specifiche, certi di toglierci pure la gente con la
quale lavoriamo.
Tutto questo anche se ci fa molto male, non ci spaventa per che crediamo in quel Dio che sa
trarre tutto a s.
Qui vi chiedo una preghiera particolare sia per noi che per i Protestanti affinch riusciamo a
collaborare e a dare buon esempio ai nostri Cristiani.
Un'altra bella storia quella di Agostino.
un catechista che in gennaio ha incominciato un corso di 3 mesi per specializzarsi nel suo
campo.
Ebbene, ad un certo punto, si accorse che la sua vista non funzionava. Lo aiutammo finch
andasse da uno specialista, risultato: "Deve fare un'operazione".
II Padre si diede da fare per fargli fare la seconda visita, per ottenergli chi l'avrebbe operato,
nonch la data e i soldi. Tutto era pronto, in ospedale lo spettavano e lui non si presentato;
perch?
Siccome i Pokot non accettano ancora le operazioni ed hanno molte superstizioni in merito, il
catechista si lasci prendere da queste paure e se ne and.
Come vedete, stiamo camminando vero? Se il catechista d tanto, cosa pu dare la gente?
Di conseguenza viene che quest'anno a Pasqua non avremo nessun Battesimo. Bella
consolazione, no!
D'altra parte se il messaggio cristiano non ancora entrato in loro, si aspetta.
Mi dimenticavo di dirvi che il pozzo stato iniziato. Pare che l'acqua ci sia, per i lavori
sono fermi perch le piogge torrenziali continuano a riempire quel buco.
Ancora grazie a tutti voi per l'aiuto che ci avete dato: un dono meraviglioso! Immaginatevi
senz'acqua!
Un'altra bella novit che i nostri superiori ci hanno finalmente mandato la seconda
infermiera.
Chiss se ora riuscir a salvarne di pi! Ad aiutarli di pi.
C' chi ci manda delle medicine, sapeste come vanno bene! Per non mandate quelle
scadute o quelle per i dolori reumatici o mal di cuore perch qui le malattie sono: infezioni,
polmoniti, bronchiti, denutrizione, piaghe, occhi, ecc., ecc., pure le pezze vecchie servono per
fasciare; grazie, grazie infinite!
Per l'altra roba continuate pare come al solito.
Termino inviando a tutti e ad ognuno in particolare i miei pi vivi auguri di buona
Pasqua.
Cristo vuole risorgere ogni momento in ognuno di noi, lasciamolo fare.
Di nuovo grazie, salutissimi e auguroni di ogni bene.

vostra aff.ma Suor Amelia
Kakeliba Kenia



























19-5-78

Dall'ultima lettera inviata da Padre Giuseppe ai suoi fratelli pubblichiamo la parte che parla
del suo lavoro.
Da un po di tempo il lavoro possibile, mentre nei mesi precedenti era veramente
troppo.
Siamo sempre impegnati ma si vive.
Adesso poi abbiamo anche il venerd che festa, fissato dal nostro Presidente perch i
mussulmani possano avere la loro giornata di preghiera.
C' il vantaggio che al venerd, pur guardando un po i malati abbiamo un buon tempo libero
per c' l'inconveniente di dover concentrare tutto il lavoro specie la chirurgia dal marted al
gioved ed arriviamo al gioved sera veramente stanchi. Siamo l'unico stato al mondo con due
giorni e mezzo di festa alla settimana.
A met aprile andai a Gulu a prendere la Dr.ssa Calzia di Genova. Cos si presa
subito il reparto di pediatria e noi ci siamo sentiti un po sollevati.
Per gira e rigira siamo sentiti un po sollevati.

Dr. Donini ora sempre in giro a curare i suoi malati di lebbra, nei posti pi disparati, dove
visita 50 -100 malati sotto una pianta per andare a rifugiarsi alla sera in qualche missione e
poi ricominciare il giorno dopo. Poi torna a passare con noi il week-end. Cos si rif un po!
Poi verso il venti aprile sono andato a Kampala ad un meeting.
Dovendo andare poi a Gulu per gli annuali esercizi spirituali, mi sono fermato due giorni ad
Aber, ospite del P. Tocalli, medico, di Morbegno.
Cos ho fatto riposo ed ho scritto un po di lettere......
.,.. Al sabato 29 aprile sono tornato a casa per riprendere il solito lavoro.
Abbiamo avuto delle settimane abbastanza quiete, ma per due settimane la maternit
continuava a chiamare per urgenze, cos in esse abbiamo fatto sette tagli cesarei e sette
sinfisiotomie. Poi tutto di nuovo si calmato ed ora le donne pare che partoriscano di nuovo
bene come prima senza disturbare me ......
.....Ora devo terminare, ma vi sono sempre vicino col pensiero anche se la
corrispondenza piuttosto povera, da parte mia.
Vi lascio con un caro abbraccio
Aff.mo
P. Giuseppe












diventato ormai una tradizione il pellegrinaggio parrocchiale dagosto.
Dopo Roma (1975), Lourdes (1976), Loreto Assisi (1977), quest'anno la meta saranno
i Santuari della Campania.
1giorno: ore 6,30 partenza da Ronago - autostrada - pranzo in autogrill - arrivo a Cassino
- cena e notte.

2giorno: Cassino, Liturgia e visita allAbbazia d i Montecassino - Caserta, visita ai giardini
della reggia - Napoli, pranzo e visita con guida - Pompei, cena e notte.

3giorno: Pompei, Liturgia nel Santuario. Visita a gli scavi e pranzo. Pomeriggio
escursione facoltativa a Capri Napoli, cena e giro della citt illuminata - Pompei, notte.

4giorno: Pompei - Vietri - Amalfi, visita al Duomo, Pranzo - Costiera Amalfitana - Pompei,
cena e notte.

5giorno: Pompei - Avellino - Santuario di Montev ergine, Liturgia e visita - Batttipaglia,
pranzo - Paestum, visita - Pompei, cena e notte.

6giorno: Pompei - Autostrada - pranzo a Loppiano - arrivo a Ronago verso le 22.

La quota di partecipazione di Lire 170.000.

L'esperienza fatta nei precedenti pellegrinaggi ci assicura una organizzazione perfetta, curata
da espertissima agenzia.

Chi ha gi partecipato negli scorsi anni sa che sono giornate meravigliose; non soltanto per le
bellezze naturali e artistiche che si ammirano, ma soprattutto per il clima di serenit, di gioia
fraterna e anche per l'esperienza di fede che si vive.
Chi intende partecipare comunichi la propria adesione a Don Matteo il pi presto
possibile.









II dato pi evidente che traspare dalle ELEZIONI per il REFERENDUM a Ronago la
sintonia per quanto riguarda il risultato finale e la addirittura maggior percentuale di voto
rispetto al resto dell'Italia.
Nei due seggi predisposti (coordinati dai due presidenti MARIA CASTELLI GALLI e
TADDEO QUADRANTI) la gente di Ronago ha infatti opposto un massiccio NO alla proposta
di abrogare la cosiddetta "Legge Reale", mentre ha respinto con uno scarto di voti minore la
proposta di togliere il contributo statale al finanziamento dei partiti.
Osservatori politici e giornalisti hanno gi cercato di spiegare le ragioni del voto
popolare e sarebbe inutile rifare qui considerazioni pi volte ripetute, rimane solo la
disponibilit a riflettere il voto espresso senza mascherature.
Per concludere, visto che giusto dare spazio al quadro complessivo dei risultati
doveroso sottolineare la massiccia partecipazione dei cittadini ronaghesi al voto (ha votato
l83%, oltre 2 punti sopra la media nazionale) segno anche questo importante per affermare
che Ronago al passo coi tempi !

VOTANTI 803
LEGGE SUL FINANZIAMENTO DEI PARTITI

NO 446 (58,6 %) BIANCHE 29
SI 315 (41,4 %) NULLE 13

LEGGE REALE

NO 576 (75,29%) BIANCHE 25
SI 189 (24,71%) NULLE 13