Sei sulla pagina 1di 2

DUPLICAZIONE

La replicazione del DNA permette alle cellule figlie di avere lo stesso patrimonio
genetico della cellula madre.
Quando la cellula sta per dividersi, il DNA viene replicato all'interno della cellula
stessa: dopo la fase G1 in cui la cellula si ingrossa e vengono sintetizzate le proteine
che serviranno per la fase successiva, nella fase avviene la duplicazione. La cellula
madre avr! un solo cromatide costitutito da una doppia elica di DNA, "uesta si aprir!
per replicare e alla fine si avranno due cromatidi fratelli, ovvero identici perche
contengono le stesse identiche due eliche del DNA. uccessivamente, nella fase #
della mitosi i due cromatidi fratelli si divideranno e le cellule figlie che ne deriva
avranno entram$e lo stesso patrimonio genetico.
%l cromosoma & la struttura costituita da cromatina e proteine, la "uale cromatina &
costituita da DNA. 'er permettere la duplicazione, la cromatina deve essere lassa e
non spiralizzata, in "uanto le proteine devono poter ancorarsi ad essa e formare il
cromosoma. La cromatina avr! la masima spiralizzazione nella fase #.
(ltre al centromero, i cromosomi hanno anche altre due proteine che vengono
sintetizzate in G1: sono le coesine che tengono insieme i cromatidi e girano intorno al
DNA, e le condensine che inseriscono dei superavvolgimenti nel DNA, ovvero
favoriscono il compattamento del DNA.
%n particolare, nella fase G1 i cromosomi si caricano di coesine, "uando poi inzia la
mitosi si legano anche le condensine che mantengono i cromatidi in uno stato
condensato, ma "uando essi nell'anafase dovranno separarsi, l'enzima )'A*A%
taglia le coesine +che teneva uniti i cromatidi fratelli, e "uesti possono migrare verso i
poli opposti.
Nei procarioti esiste una sola origine di replicazione, si apre l'elica e si replica in
modo $idirezionale- negli eucarioti invece ci sono pi. punti di replicazione perch& il
DNA eucariotico & $astoncellare +procarioti & circolare, ed & molto pi. lungo: si
apriranno dun"ue pi. $olle di replicazione, ci saranno pi. unit! di replicazione che
poi si fonderanno alla fine del processo.
La doppia elic si apre in seguito alla rottura dei legami / tra le $asi nucleotidiche da
parte di )L%0A%: ogni filamento far! da stampo al filamento di nuova sintesi. i
ricaveranno alla fine due doppie eliche identiche tra loro. % filamenti di nuova sintesi
sono sempre antiparalleli rispetto al filamento parentale, e danno alla replicazione
una caratteristica semiconservativa, in "uanto appunto in ogni processo di
replicazione rimane sempre un'elica parentale.
Dun"ue la replicazione ha origini fisse e ordinate +nei proc una, negli euc molte, e
richiede la sintesi contemporanea di due filamenti di nuova sintesi, ciascuno
complementare nella se"uenza e antiparallelo a uno dei filamenti parentali.
La replicazione viene svolta da enzima DNApolimerasi che si serve di un filamento
primer costituito da nucleotidi che funge da innesco per la replicazione del DNA. %
primer sono necessari perch& la DNApolimerasi non & in grado di costruire e1 novo il
filamente di nuova sintesi, ma aggiunge nucleotidi ad un filamento preesistente. %l
primer & un $reve filamento di *NA costruito da *NApolimerasi che invece & capace
di iniziare la sintesi di una nuova catena senza ricorrere ad un innesco. Da notare che
nel primer, se$$ene sia un filamento di *NA, persiste la $ase timina e non viene
sostituita con uracile: "uesto perch& il primer poi verr! distrutto e sostituito da DNA e
soprattutto perch& deve seguire lo stampo del DNA del filamento parentale. 2 un
innesco i$ridato: un po' DNA e un po' *NA.
La DNApolimerasi catalizza la reazione per la formazione del legame fosfodiestere:
deve legare un nucleotide a "uello precedente. Lo zucchero del nucleotide gi! nella
catena ha un 3'(/ li$ero: "uesto, reso nucleofilo da uno ione #g, fa attacco
nucleofilo sul ' in alfa del gruppo fosfato del nucleotide che si deve legare. i rompe
il legame anidridico tra ' in alfa e gli altri due, esce pirofosfato +uscita facilitata
dall'altro ione #g, e si forma il legame fosfodiestere tra i due nucleotidi.
La direzione della catena & 4' 3' )#'*), ma ci sono due molecole che replicano
contemporaneamente all'interno della stessa $olla: il filamento guida, la cui sintesi
avviene in contemporanea con l'apertura del duple1 e il filamento ritardato che
replica a ritroso e si trova in svantaggio perch& viene sintetizzato dopo che l'elica si &
aperta "uindi viene sintetizzato in modo discontinuo. i sintetizzano cio& dei
frammenti, ognuno con il suo primer, detti frammenti di (5aza5i.
Questo meccanismo provoca la formazione di superavvolgimenti positivi