Sei sulla pagina 1di 48

1

Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.






GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE
IN PROJECT MANAGEMENT
EDIZIONE 2
MEMBER ASSOCIATION PER L ITALIA DI
14 alla Certificazione IPMA V1.1



GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE
IN PROJECT MANAGEMENT

IPMA ITALY
EDIZIONE 2014


MEMBER ASSOCIATION PER L ITALIA DI



2
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


INDICE
PREMESSA Pag. 3
1. IPMA ITALY
Pag. 4
2. LA CERTIFICAZIONE IPMA: CARATTERISTICHE E BENEFICI
Pag. 8
3. MODULO DI ORDINE ALLA CERTIFICAZIONE IPMA
Pag. 10
4. INFORMAZIONI GENERALI E UOTE DI PARTECIPAZIONE
Pag. 11
!. CALENDARIO SESSIONI 2014
Pag. 14
". SCHEMA GENERALE DELLA CERTIFICAZIONE
Pag. 1!
#. FASI DEL PROCESSO DI CERTIFICAZIONE
Pag. 21
8. REGOLE GENERALI
Pag. 34
$. REFERENZE % TESTIMONIANZE
Pag. 3!
10. CONTATTI % ACCESSO
Pag. 3#
ALLEGATO 1 M&'())& '* A+,&-a)+,a.*&/( '())( C&01(,(/.(
Pag. 38
ALLEGATO 2 I) C&'*2( E,*2& '() P3&4(2, Ma/ag(3
Pag. 4"
3
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


PREMESSA
Lo scopo della presente Guida alla Certificazione quello di fornire ali interessati una serie di
indicazioni utili a co!prendere la Certificazione IPMA e le !odalit" di partecipazione.
Il docu!ento si articola in # parti$
a. La pri!a parte descri%e la storia e la !issione di IPMA International Pro&ect Manae!ent
Association e della Me!'er Associate in Italia( IPMA Ital). Viene anc*e dedicata una
apposita sezione alle specificit" della Certificazione IPMA e dei relati%i 'enefici.
'. La seconda parte fornisce delle infor!azioni utili per ric*iedere ed aderire alla
certificazione IPMA +Modulo d, ordine CAP.#( Condizioni enerali e -uote di Partecipazione
CAP.4( Calendario delle .essioni di Certificazione CAP./0.
c. La terza parte( infine( descri%e le condizioni di inresso per l, inseri!ento ai di%ersi li%elli di
certificazione( una sintesi delle procedure( ed una panora!ica della !etodoloia IC1 +IPMA
Co!petence 1aseline0 nella %ersione #.0 c*e illustra i 42 ele!enti c*e rappresentano le
co!petenze dei Pro&ect Manaer.
Coloro c*e for!alizzeranno la ric*iesta di sostenere l, esa!e per la Certificazione IPMA
rice%eranno$
3 Copia del Manuale delle Co!petenze di Pro&ect Manae!ent 4d. /.2 del 1.5.12
3 Copia del Manuale del Processo di Certificazione per il Li%ello ric*iesto 4d. 14 del 1.1.14
Il Manuale delle Co!petenze di Pro&ect Manae!ent definisce le co!petenze professionali
fonda!entali c*e un responsa'ile della conduzione di un proetto de%e a%ere(
indipendente!ente dal tipo di settore econo!ico in cui l,iniziati%a si realizza.
Il Manuale del Processo di Certificazione fornisce( in%ece( ai candidati le linee Guida e i
6eola!enti per l, accesso e partecipazione al processo di certificazione.
ESAMI IN LINGUA INGLESE E TEDESCO
Coloro c*e ric*iedono di applicare per esa!i di certificazione in linua inlese o tedesco
rice%eranno il !anuale delle co!petenze in pro&ect !anae!ent nella linua ric*iesta. La
procedura di esa!e in queste linue identica a quella pre%ista per li esa!i in italiano. I
candidati forniranno tutta la docu!entazione nella linua scelta e tutte le pro%e di esa!e +esa!e
scritto e inter%ista0 si s%oleranno anc*,esse nella linua ric*iesta dal candidato.

4
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


1. IPMA Ital
LA .786IA

La .ezione di Pro&ect Manae!ent dell,A9IMP
fondata nel Lulio 1:;2 si e%oluta( a partire
dal 1 Giuno 2005( nella <Italian Pro&ect
Manae!ent Acade!)= e poi IPMA Ital).

Le Aziende c*e costituiscono
l,Associazione Italiana di I!piantistica
Industriale +Ani!p0 *anno s%iluppato
nei decenni un considere%ole >no?3
*o? nel ca!po della i!postazione(
estione e controllo dei proetti(
!aturato tra!ite la realizzazione di
opere in tutto il !ondo( rile%anti dal
punto di %ista econo!ico ed industriale
e co!plesse in ter!ini oranizzati%i.

L,Ani!p !ette a disposizione del
<siste!a paese= Italia il proprio >no?3
*o? !etodoloico nel ca!po del
Pro&ect Manae!ent tra!ite la
creazione di una 8ranizzazione aperta
a tutti i settori industriali e dei ser%izi
nazionali pri%ati e pu''lici con lo
scopo di potenziare le capacit"
realizzati%e ed i!prenditoriali Italiane.


9ell,a!'ito della Politica enerale di IPMA
Ital)( %olta a fa%orire la diffusione della cultura
del Pro&ect Manae!ent in tutti i settori
pri%ati e pu''lici( industriali e dei ser%izi( la
Politica per la Certificazione dei Pro&ect
Manaer finalizzata alla pro!ozione ed
all,arricc*i!ento delle conoscenze e delle
!etodoloie di Pro&ect Manae!ent nelle
realizzazioni industriali( ci%ili e nei ser%izi.
La Certificazione risponde all,esienza di dare
ai Pro&ect Manaer Italiani( tra!ite un
processo rioroso di %alutazione delle
co!petenze indi%iduali( un riconosci!ento
della loro professionalit" c*e a''ia %alidit"
internazionale.

.copo prioritario di IPMA Ital)( di cui l,atti%it"
di Certificazione fa parte( quello di sti!olare
la diffusione in Italia della Cultura del Pro&ect
Manae!ent( necessaria per arantire una
corretta estione di qualsiasi proetto( sia
esso di tipo industriale( i!piantistico( ci%ile(
delle infrastrutture e dei ser%izi.

Le capacit" di Pro&ect Manae!ent ric*iedono
tecnic*e e !etodoloie specific*e c*e %anno
studiate ed apprese sia teorica!ente c*e
!ediante esperienza diretta nella estione dei
proetti.
Il .iste!a di Certificazione di IPMA Ital)(
accreditato dall, International Pro&ect
Manae!ent Association( consente di
certificare in Italia i Pro&ect Manaer secondo
le !etodoloie e le procedure fissate da
IPMA.

Le Co!petenze !aturate dal Pro&ect Manaer
nella estione dei proetti sono costituite
dall,insie!e delle conoscenze dei principi e
delle !etodoloie( delle esperienze
professionali e delle attitudini personali.


!
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


MI..I89 IPMA I7AL@

Pro!uo%e la diffusione della cultura
di Pro&ect Manae!ent in Italia( nei
settori industriali( dei ser%izi e della
pu''lica a!!inistrazione.
6icerca e pro!uo%e lo s%iluppo e la
standardizzazione delle !etodoloie
di Pro&ect Manae!ent applicate alla
realt" Italiana in tutti i settori
interessati allo s%iluppo di proetti.
Assicura la Certificazione
professionale dei Pro&ect Manaer
secondo l,accordo IPMA3A9IMP del
fe''raio 2000
7iene i rapporti con l,IPMA.
Colla'ora con l,A9IMP e le Ani%ersit"
per l,oranizzazione di corsi e
se!inari specifici sul Pro&ect
Manae!ent( contri'uendo
atti%a!ente alla loro ideazione( alla
pro!ozione sul territorio( alle
docenze.
Pro!uo%e iniziati%e di studio( ricerca
ed infor!azione nel ca!po del
Pro&ect Manae!ent( tra!ite
l,oranizzazione di con%eni( di
se!inari e pu''licazioni su ri%iste
specializzate +quali I!piantistica
Italiana dell,A9IMP( Pro&ect
Manae!ent Practice dell,IPMA0.
Gestisce i rapporti con le associazioni
Italiane e straniere( nazionali ed
internazionali operanti nel settore.
Pro!uo%e accordi per interare B
a!pliare le offerte for!ati%e



IPMA International Pro&ect Manae!ent Association

4, una delle piC i!portanti Associazioni di Pro&ect Manae!ent nel !ondo con$
// A..8CIADI89I 9ADI89ALI EI P68F4C7 MA9AG4M497
120.000 M4M16I I9 4A68PA( 6A..IA( AG6ICA( A.IA( 986E 4 .AE AM46ICA


"
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.


La Metoloia IPMA +IC1
L,Associazione Internazionale di Pro&ect
Manae!ent +IPMA0( *a ela'orato un proprio
!anuale deno!inato <IPMA Co!petence
1aseline= +IC10( utilizzato da tutte le Associazioni
9azionali associate all,IPMA co!e riferi!ento
la stesura del proprio Manuale delle Co!petenze
nella linua del paese( e c*e definisce le
co!petenze professionali fonda!entali c*e un
responsa'ile della conduzione di un proetto
de%e a%ere( indipendente!ente dal tipo di
settore econo!ico in cui l,iniziati%a si realizza.
ELEMENTI DI COMPETENZA TECNICA
Le Co!petenze 7ecnic*e descri%ono le
!etodoloie e li approcci fonda!entali per
l,i!postazione e per la estione dei proetti.
Co!plessi%a!ente sono 20 ele!enti c*e coprono$
L,intero proetto( il prora!!a o il
portafolio proetti per soddisfare ai
requisiti fissati dalle parti interessate
L,oranizzazione del la%oro del proetto(
del prora!!a o del portafolio proetti
La realizzazione deli o'ietti%i fissati per il
proetto
L,a%anza!ento attra%erso tutte le fasi del
proetto( li stadi c*e attra%ersa un

14 alla Certificazione IPMA V1.1

La Metoloia IPMA +IC13IPMA Co!petence 1aseline0
L,Associazione Internazionale di Pro&ect
Manae!ent +IPMA0( *a ela'orato un proprio
!anuale deno!inato <IPMA Co!petence
1aseline= +IC10( utilizzato da tutte le Associazioni
riferi!ento per
lle Co!petenze
nella linua del paese( e c*e definisce le
co!petenze professionali fonda!entali c*e un
responsa'ile della conduzione di un proetto
de%e a%ere( indipendente!ente dal tipo di
settore econo!ico in cui l,iniziati%a si realizza.

OMPETENZA TECNICA
Le Co!petenze 7ecnic*e descri%ono le
!etodoloie e li approcci fonda!entali per
l,i!postazione e per la estione dei proetti.
Co!plessi%a!ente sono 20 ele!enti c*e coprono$
L,intero proetto( il prora!!a o il
oddisfare ai
requisiti fissati dalle parti interessate
L,oranizzazione del la%oro del proetto(
del prora!!a o del portafolio proetti
La realizzazione deli o'ietti%i fissati per il
L,a%anza!ento attra%erso tutte le fasi del
i c*e attra%ersa un
prora!!a e tutti i periodi in cui si articola
un portafolio proetti.

ELEMENTI DI COMPETENZA
#COMPORTAMENTALE$
Le Co!petenze Co!porta!entali trattano i te!i
relati%i alle capacit" personali e di relazione con
tutti li attori coin%olti nel proetto. .i articolano
in 1/ ele!enti c*e riuardano$
Il ruolo del pro&ect !anaer
Gli ele!enti di co!petenza correlati ai
rapporti del Pro&ect Manaer sia all,interno
sia all,esterno del proetto
Gli ele!enti di co!petenza piC
co!une!ente utilizzati con riferi!ento
all,intero proetto ed alle parti coin%olte
Gli ele!enti correlati con l,econo!ia( la
societ"( la cultura( la storia.

ELEMENTI DI COMPETENZA
Le Co!petenze Contestuali descri%ono li ele!enti
di co!petenza relati%i al contesto in cui si s%ole il
proetto e coprono la co!petenza del pro&ect
!anaer nel estire le relazioni con
l,oranizzazione per!anente e l,a'ilit" di operare
in un,oranizzazione orientata ai proetti.
7ali co!petenze sono suddi%ise in 11 ele!enti e
sono riconduci'ili al$
6uolo del Pro&ect Manae!ent all,interno
dell,oranizzazione per!anente della
societ"
Interrelazioni fra Pro&ect Manae!ent e li
enti c*e estiscono il 'usin
societ".
IPMA Co!petence 1aseline0
prora!!a e tutti i periodi in cui si articola
un portafolio proetti.
DI COMPETENZA
Le Co!petenze Co!porta!entali trattano i te!i
relati%i alle capacit" personali e di relazione con
lti nel proetto. .i articolano
in 1/ ele!enti c*e riuardano$
Il ruolo del pro&ect !anaer
Gli ele!enti di co!petenza correlati ai
rapporti del Pro&ect Manaer sia all,interno
sia all,esterno del proetto
Gli ele!enti di co!petenza piC
co!une!ente utilizzati con riferi!ento
all,intero proetto ed alle parti coin%olte
Gli ele!enti correlati con l,econo!ia( la
societ"( la cultura( la storia.
ELEMENTI DI COMPETENZA #CONTESTUALE$
Le Co!petenze Contestuali descri%ono li ele!enti
di co!petenza relati%i al contesto in cui si s%ole il
proetto e coprono la co!petenza del pro&ect
!anaer nel estire le relazioni con
l,oranizzazione per!anente e l,a'ilit" di operare
ne orientata ai proetti.
7ali co!petenze sono suddi%ise in 11 ele!enti e
6uolo del Pro&ect Manae!ent all,interno
dell,oranizzazione per!anente della
Interrelazioni fra Pro&ect Manae!ent e li
enti c*e estiscono il 'usiness della

%
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.



IPMA I7AL@ l, 4974 unico per l, Italia autorizzato alla diffusione
Certificazione dei Pro&ect Manaer secondo la !etodoloia IPMA.

I 4 L&'(ll& )(lla C(*t&+&,a-&./(

LI0ELLO A1 PROJECTS DIRECTOR
6esponsa'ile di un portafolio proetti
o di prora!!i ad ele%ata co!plessi
LI0ELLO B1 SENIOR PROJECT MANAGER
Pro&ect Manaer .enior responsa'ile di
proetti ad ele%ata co!plessit"





14 alla Certificazione IPMA V1.1

IPMA$ LA C467IGICADI894
l, 4974 unico per l, Italia autorizzato alla diffusione sul territorio nazionale
Certificazione dei Pro&ect Manaer secondo la !etodoloia IPMA.
I 4 L&'(ll& )(lla C(*t&+&,a-&./( IPMA

6esponsa'ile di un portafolio proetti
o di prora!!i ad ele%ata co!plessit"
SENIOR PROJECT MANAGER
Pro&ect Manaer .enior responsa'ile di






LI0ELLO C1 PROJECT MANAGER
Pro&ect Manaer di proetti
LI0ELLO D1 PROJECT MANAGEMEN
ASSOCIATE
Me!'ro del Pro&ect Manae!ent 7ea!




sul territorio nazionale della

PROJECT MANAGER
Pro&ect Manaer di proetti non co!plessi
LI0ELLO D1 PROJECT MANAGEMENT
Me!'ro del Pro&ect Manae!ent 7ea!
2
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.


2. LA CERTIFICAZIONE IPMA1 CARATTERISTIC3E E
4, l,4/&,. 5*.6*a77a al 7./). )& C(*t&+&,a-&./(
co!petenze con riferi!ento a


9on certifica soltanto le ,./.8,(/-(
tra!ite corsi di for!azione specifici( !a le
a,94&8&ta ed anc*e delle att&t4)&/& 5(*8./al&

Il .iste!a di Gor!azione e di Valutazione si 'asa sulla
IC1 Ver. #.0 adottata da // Paesi nel !ondo$ <L, 8cc*io delle Co!petenze=

La F.*7a-&./( 5*.+(88&./al( )& :a8(

- corsi di for!azione da p
- corsi uni%ersitari +!aster post laurea0
- all,interno dell,Azienda( o dell, oranizzazione.

Il processo di %alutazione da parte di due %alutatori inizia con l,esa!e del curriculu! e della sc*eda
di auto%alutazione delle Co!petenze forniti dal Candidato per la %erifica dell,idoneit" al li%ello
ric*iestoH proseue( successi%a!ente
tra!ite referenze( e si conclude con l,esa!e finale.

La differenziazione per i 4 li%elli pre%ede$

- Li%.E $ esa!e scritto con do!ande a
14 alla Certificazione IPMA V1.1

LA CERTIFICAZIONE IPMA1 CARATTERISTIC3E E BENEFICI
4/&,. 5*.6*a77a al 7./). )& C(*t&+&,a-&./( 84 4 l&'(ll& 5*.+(88&./al&
co!petenze con riferi!ento alla co!plessit" estionale nei Proetti

,./.8,(/-( nel Pro&ect Manae!ent( co!e risultato di apprendi!ento
corsi di for!azione specifici( !a le ,.75(t(/-( c*e tenono conto dell,
att&t4)&/& 5(*8./al& di!ostrate nello s%iluppo professionale
e di Valutazione si 'asa sulla Metodoloia IPMA a %alenza
Paesi nel !ondo$ <L, 8cc*io delle Co!petenze=

F.*7a-&./( 5*.+(88&./al( )& :a8( puI essere acquisita in !odo flessi'ile $
corsi di for!azione da parte di A9IMP o di altri 4nti 9azionali o Internazionali
corsi uni%ersitari +!aster post laurea0
all,interno dell,Azienda( o dell, oranizzazione.
Il processo di %alutazione da parte di due %alutatori inizia con l,esa!e del curriculu! e della sc*eda
to%alutazione delle Co!petenze forniti dal Candidato per la %erifica dell,idoneit" al li%ello
successi%a!ente( con il controllo della docu!entazione
e si conclude con l,esa!e finale.
La differenziazione per i 4 li%elli pre%ede$
esa!e scritto con do!ande a risposta !ultipla e do!ande a te!a
BENEFICI
84 4 l&'(ll& 5*.+(88&./al& c*e differenzia le
nel Pro&ect Manae!ent( co!e risultato di apprendi!ento
c*e tenono conto dell,(85(*&(/-a
di!ostrate nello s%iluppo professionale
IPMA a %alenza Internazionale

puI essere acquisita in !odo flessi'ile $
arte di A9IMP o di altri 4nti 9azionali o Internazionali
Il processo di %alutazione da parte di due %alutatori inizia con l,esa!e del curriculu! e della sc*eda
to%alutazione delle Co!petenze forniti dal Candidato per la %erifica dell,idoneit" al li%ello
della docu!entazione e con %erific*e( anc*e
a te!a
;
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


- Li%.C $ report proposal( pro&ect report( esa!e scritto con do!ande a risposta !ultipla e
te!atic*e( e colloquio finale con due %alutatori
- Li%.1 $ report proposal (pro&ect report( esa!e scritto con do!ande a risposta !ultipla e
te!atic*e( e colloquio con due %alutatori
- Li%.A$ report proposal( pro&ect director report( esa!e scritto con do!ande a risposta
!ultipla e s%iluppo di un Case .tud)( e colloquio con due %alutatori.

Il colloquio( a co!pleta!ento deli altri docu!enti presentati( risulta uno stru!ento
estre!a!ente efficace perc*J( oltre a fornire ai %alutatori ele!enti aiunti%i di %alutazione( offre
al candidato la possi'ilit" di espri!ere in !odo piC co!pleto e !eno <i!personale= la propria
preparazione( c*e un insie!e di conoscenze( esperienze ed attitudini personali.

Il riconosci!ento dello 8tat48 5*.+(88&./al( *a( con la Certificazione IPMA( !aiore .:&(tt&'&t< e
'&8&:&l&t< perc*J 'asato sui ,*&t(*& 8(l(tt&'& sopra descritti e sulla ric*iesta di *(94&8&t& +non
se!plice!ente conoscenze0 per accedere ai %ari li%elli +per infor!azioni precise si %edano le
indicazioni illustrate al Capitolo 50$

- Li%. E $ specialista di Pro&ect Manae!ent K conoscenze teoric*e ed esperienzaBcapacit" di
la%oro in pro&ect tea!
- Li%.C $ Pro&ect Manaer K esperienza pluriennale in proetti di <li!itata co!plessit"=
- Li%.1 $ .enior Pro&ect Manaer K esperienza pluriennale in proetti di <ele%ata co!plessit"=
- Li%.A$ Pro&ects Eirector K responsa'ilit" pluriennale di un <portafolio < o di un
<prora!!a= proetti all,interno dell,Azienda.

La Certificazione da parte di un 4nte 7erzo co!e IPMA( a nor!a A9I C4I 49 I.8BI4C 15024( 'asata
su *(94&8&t& e ,.75(t(/-( +caratteristici del !etodo IPMA0 arantisce$

per il P*.=(,t Ma/a6(* ,(*t&+&,at. $ !aiori opportunit" di crescita e di %isi'ilit" %erso li
staLe*olders con un titolo internazional!ente riconosciuto in // Paesi nel !ondoH
per lA-&(/)a )& a55a*t(/(/-a $ una ulteriore aranzia di qualit" ed una certificazione della
professionalit" nella estione dei propri proetti( un rafforza!ento della propria credi'ilit"
nel rapporto con Clienti e GornitoriH
per la C.77&tt(/-a $ una aranzia con %alenza internazionale da utilizzare sia nei 'andi
di ara c*e nel successi%o controllo della estione dei propri proetti razie al presidio da
parte di Pro&ect Manaer <co!petenti=

La Certificazione anc*e un efficace stru!ento per la pre%enzione dei 6isc*i di Proetto$
La Certificazione professionale di tutti o parte dei co!ponenti di un 7ea! di proetto rappresenta
una soluzione concreta ed econo!ica per un sinificati%o a''atti!ento dei risc*i enerali di
proetto.
10
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


3 5 L*-())& '* C(3,*6*2a.*&/( 3*27*(8,& A 1 C E Eata .essione
+'arrare il li%ello scelto0 MMMMMMMM
Ho preso visione delle condizioni contrattuale indicate nella Guida alla Certificazione IPMA 2014

Firma del richiedente!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! "ata!!!!!!!!!!!!!!
3.MODULO DI ORDINE ALLA CERTIFICAZIONE IPMA >M.)(ll. MO1?
(da inoltrare via email a certificazione@animp.it o via fax allo 02/67071785)
1 Destinatario
IPMA Italy Certificazione Project Manager
ANIMP Servizi Srl Via Tazzoli,6 20154 Milano

2 9 Da,* A/ag3a6*2* '() Ca/'*'a,&
#ome e Co$nome%%%%%%%%&&%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%
'uo$o e "ata di nascita%%&&&%%%%%%%%%%Codice Fiscale%%%%%%%%MM%&&&
Indirizzo (ociet) %%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%&&
Indirizzo A*itazione %%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%&%&%%%%&&
+elefono ,fficio %%%%%%%%%%%%%%%Cellulare%%%%%%%%%%%%%&%%&
-.mail ,fficio %&&%%%%%%%%%%%%% -.mail Personale%%%%%%%%%%%%%
-.mail per invio fattura %%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%



4 Per quanto riguarda le condizioni generali di pagamento fare riferimento allallegato
Informazioni Generali
Estremi del pagamento..
Pagamento effettuato il...
Importo
Ordinante ..

11
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1



4. INFORMAZIONI GENERALI E @UOTE DI PARTECIPAZIONE
@4.t( )& 5a*t(,&5a-&./( alla C(*t&+&,a-&./( 5(* 8t4)(/t& 4/&'(*8&ta*& >*(6.la*7(/t( &8,*&tt&?1
Li%ello E N #00(00 piC IVA 22O
Introductor) Le%el N 100(00 piC IVA 22O
@4.t( )& 5a*t(,&5a-&./( alla C(*t&+&,a-&./( 5(* 5(*8./a1
Li%ello E N 200(00 piC IVA 22O
Li%ello C N 1.400(00 piC IVA 22O
Li%ello 1 N 2.400(00 piC IVA 22O
Li%ello A N 2.:00(00 piC IVA 22O
@4.t( )& 5a*t(,&5a-&./( alla C(*t&+&,a-&./( 5(* 5(*8./a &/ ,a8. )& 456*a)( )a l&'(ll. &/+(*&.*( >&/
5.88(88. )& C(*t&+&,at. 'al&).?1
Li%ello C N 1.120(00 piC IVA 22O
Li%ello 1 N 1.:20(00 piC IVA 22O
Li%ello A N 2.#20(00 piC IVA 22O
@4.t( )& 5a*t(,&5a-&./( alla C(*t&+&,a-&./( 5(* 5(*8./a ,A( a'(88( 6&< 5a*t(,&5at. a) 4/ (8a7(
,./ (8&t. /(6at&'. >a55l&,a:&l( 5(* (8a7( 8.8t(/4t. (/t*. & 12 7(8& 5*(,()(/t&?
Li%ello E N 4;0(00 piC IVA 22O
Li%ello C N 1.120(00 piC IVA 22O
Li%ello 1 N 1.:20(00 piC IVA 22O
Li%ello A N 2.#20(00 piC IVA 22O
@4.ta )& 5a*t(,&5a-&./( 5(* la R&BC(*t&+&,a-&./( 5(* 5(*8./a la//. 20141
Li%ello E N 1;0(00 piC IVA 22O
Li%ello C N 420(00 piC IVA 22O
Li%ello 1 N 520(00 piC IVA 22O
Li%ello A N ;50(00 piC IVA 22O
@4.ta 5(* la P*.,()4*a )& A55(ll. 5(* la//. 20141
Li%ello E N 120(00 piC IVA 22O
Li%ello C N 2;0(00 piC IVA 22O
Li%ello 1 N 4;0(00 piC IVA 22O
Li%ello A N /;0(00 piC IVA 22O
12
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


La quota %err" interal!ente ri!'orsata qualora l,esito dell,appello risultasse fa%ore%ole
all,appellante.
C./)&-&./& )& 5a6a7(/t.
Il paa!ento do%r" essere effettuato in unPunica soluzione all,atto dell,iscrizione +il #0O non
ri!'orsa'ile0( tra!ite 'onifico 'ancario intestato ad Ani!p .er%izi .rl
cBc 10040;12/ 3 1anca A9IC64EI7 3 A. Via .carlatti 3 20124 Milano 3
IBAN$ I7;5-0200;015/;00010040;12/ SCIFTDBIC A9IC6I7M1M25
D.,47(/t& )a all(6a*(
Insie!e ai docu!enti di adesione alla Certificazione( c*e do%ranno %enire restituiti co!pilati in
accordo alle procedure di Certificazione( si do%r" alleare anc*e fotocopia del documento di
avvenuto pa$amento( a fronte del quale %err" rilasciata( da Ani!p .er%izi( una rice%uta sotto
for!a di fattura quietanzata.
I) 0a/2a,& 3*2(-*0(/,& '() '&2+0(/,& '* a--(/+,& 1aga0(/,& /&/ a--*a (:& */,(33&01( *)
13&2(88& '* C(3,*6*2a.*&/(.
R&+(*&7(/t&1 Ani!p .er%izi .rl Via 4. 7azzoli( 2 201/4 Milano P.IVA$ 05;4##201/2
7el. 0225100540
A. Ca8* '* 0a/2a,a 1a3,(2*1a.*&/(

1. .uccessi%a!ente all,iscrizione non a!!essa per alcuna raione il ri!'orso della quota
%ersata. La !ancata partecipazione reolata nei punti di seuito elencati.

2. 9el caso in cui il candidato non sia a!!esso dall,4nte Certificatore alla fase successi%a( in
quanto non siano presenti i requisiti !ini!i pre%isti dal processo di Certificazione( al
candidato %err" restituito il 50O dell,i!porto paato. Pertanto l,iter %err" interrotto.

#. In caso di rinuncia scritta per%enuta a/t(*&.*7(/t( a& % 6&.*/& 8.la*& dalla data fissata per
l,esa!e( il candidato a%r" la possi'ilit" di presentarsi ad una successi%a sessione d,esa!e(
entro un anno dalla data di iscrizione iniziale.
In questo caso il candidato do%r" %ersare un,interazione pari al 10O della quota
precedente!ente paata. In assenza del paa!ento dell,interazione non a%r" diritto al
alcun ri!'orso nJ ad accedere alla certificazione.

13
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


4. In caso di rinuncia scritta per%enuta 5.8t(*&.*7(/t( a& % 6&.*/& 8.la*& )alla )ata +&88ata 5(*
l(8a7( ( 5*&7a )(lla )ata )& (8a7(( il candidato a%r" la possi'ilit" di presentarsi ad una
successi%a sessione d,esa!e( entro un anno dalla data di iscrizione iniziale.
In questo caso il candidato do%r" %ersare un,interazione pari al #0O della quota
precedente!ente paata. In assenza del paa!ento dell,interazione non a%r" diritto al
alcun ri!'orso nJ ad accedere alla certificazione.

/. In caso di !ancata partecipazione ed in assenza di co!unicazione il candidato non a%r"
diritto ad alcun ri!'orso nJ a poter accedere a future sessioni di certificazione. Il
candidato( pertanto( se di suo interesse do%r" pro%%edere ad una nuo%a iscrizione per una
futura ric*iesta di Certificazione.

2. In tutti i casi( se il candidato non si presenter" entro un anno dalla di iscrizione iniziale non
a%r" diritto ad alcun ri!'orso e do%r" pro%%edere ad una nuo%a iscrizione per una futura
ric*iesta di Certificazione.


B. P(/a)* 1(3 -a3*a.*&/* 'a,( (8a0( &3a)(

Ai candidati alle Certificazioni di Li%ello C( 1 ed A c*e ric*iederanno uno sposta!ento delle date di
esa!e orale %err" applicata una penale pari al 10O del listino per li oneri deri%anti dalla estione
a!!inistrati%a c*e una tale %ariazione co!porta.
La Penale %err" applicata esclusi%a!ente per ric*ieste di %ariazioni successi%e alla co!unicazione
for!ale tras!essa dall,4nte Certificatore al Candidato relati%a alla confer!a di iscrizione alla
.essione d,esa!e.
L,i!porto relati%o alla Penale do%r" essere %ersato pri!a della partecipazione all,esa!e. Il
!ancato %ersa!ento sospende la partecipazione alla Procedura di Certificazione.

C. D(2a'(/.a

In tutti i casi( se il candidato non si presenter" entro un anno dalla di iscrizione iniziale non a%r"
diritto ad alcun ri!'orso e do%r" pro%%edere ad una nuo%a iscrizione per una futura ric*iesta di
Certificazione
14
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


/. CAL49EA6I8 .4..I89I 2014

IL CALENDARIO PUO ESSERE SUSCETTIBILE DI 0ARIAZIONI EDO CANCELLAZIONI
PER RIC3IEDERE INFORMAZIONI SU E0ENTUALI AGGIORNAMENTI O INFORMAZIONI SU SESSIONI AD 3OC
SI PREGA DI CONTATTARE LA SEGRETERIA DEL CERTIFICATION BODY >0EDI CONTATTI?
MESE GIORNO SESSIONE SEDE LINGUA1 LINGUA2 DATA CORES3OP >F?
G499AI8
22 CBE MILA98 I7ALIA98 201#
G4116AI8
14 1 MILA98 I7ALIA98
1: CBE MILA98 I7ALIA98
MA6D8
12 CBE 68MA I7ALIA98
1: CBE MILA98 I7ALIA98
AP6IL4
10 1 MILA98 I7ALIA98
12 CBE MILA98 I7ALIA98
MAGGI8
21 CBE MILA98 I7ALIA98 2.2B1/.4.2014
GIAG98
t'd CBE 18LDA98 I7ALIA98 74E4.C8
20 1 MILA98 I7ALIA98 I9GL4.4
2/ CBE MILA98 I7ALIA98 I9GL4.4
LAGLI8
12 CBE MILA98 I7ALIA98 1/.4.2014
AG8.78
.4774M164
1: 1 MILA98 I7ALIA98
22 CBE MILA98 I7ALIA98
8778164
10 CBE 68MA I7ALIA98
22 CBE MILA98 I7ALIA98 I9GL4.4
98V4M164
12 1 MILA98 I7ALIA98 I9GL4.4
1: CBE MILA98 I7ALIA98
t'd CBE 18LDA98 I7ALIA98 74E4.C8
EIC4M164
11 CBE MILA98 I7ALIA98 ;.10.2014
CALENDARIO 2014 CERTIFICAZIONI IPMA ITALY
SESSIONI
Data Ult&7a R('&8&./(1 S(tt(7:*( 2013
1/.4.2014
12.2 B 24.2.2014
12.2 B 24.2.2014
;.10.2014
201#
2.2.2014
2.2.2014
1!
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


".SC3EMA GENERALE DELLA CERTIFICAZIONE
".1 LE COMPETENZE
Il processo di certificazione 'asato sulla %alutazione della co!petenza del candidato.
La co!petenza l,insie!e di conoscenza( attitudini personali( capacit" ed esperienza( necessarie
per esercitare con successo una deter!inata funzione.
Per aiutare i candidati a !isurarla ed a s%ilupparla ed( anc*e( per supportare i %alutatori a
iudicarla( la co!petenza stata sco!posta secondo tre di!ensioni( o direttrici o ruppi$

D&7(/8&./( T(,/&,a
D&7(/8&./( C.75.*ta7(/tal(
D&7(/8&./( C./t(8t4al(.

9el Manuale delle Co!petenze edizione /.2( datato Lulio 2012( l,insie!e di tali co!petenze
relati%e alla disciplina del Pro&ect Manae!ent %iene indicato co!e <8cc*io delle Co!petenze=.

L,occ*io si!'oleia la Lucidit" nell,Approccio( la C*iarezza nella I!postazione e nella Gestione dei
Proetti( la Visione d,Insie!e c*e un Pro&ect Manaer de%e a%ere nel proprio 'aalio
professionale.



Ciascun ruppo contiene un insie!e di ele!enti di co!petenza c*e coprono li aspetti piC
i!portanti relati%i alla i!postazione( alla estione ed al controllo dei proetti( indipendente!ente
dal settore in cui opera.

1"
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


Le C.75(t(/-( T(,/&,A( descri%ono le !etodoloie e li approcci fonda!entali per l,i!postazione
e per la estione dei proetti. Co!plessi%a!ente sono 20 ele!enti c*e coprono$
L,intero proetto( il prora!!a o il portafolio proetti per soddisfare ai requisiti fissati
dalle parti interessate
L,oranizzazione del la%oro del proetto( del prora!!a o del portafolio proetti
La realizzazione deli o'ietti%i fissati per il proetto
L,a%anza!ento attra%erso tutte le fasi del proetto( li stadi c*e attra%ersa un prora!!a e
tutti i periodi in cui si articola un portafolio proetti.

Le C.75(t(/-( C.75.*ta7(/tal& trattano i te!i relati%i alle capacit" personali e di relazione con
tutti li attori coin%olti nel proetto. .i articolano in 1/ ele!enti c*e riuardano$
Il ruolo del Pro&ect Manaer
Gli ele!enti di co!petenza correlati ai rapporti del Pro&ect Manaer sia all,interno sia
all,esterno del proetto
Gli ele!enti di co!petenza piC co!une!ente utilizzati con riferi!ento all,intero proetto
ed alle parti coin%olte
Gli ele!enti correlati con l,econo!ia( la societ"( la cultura( la storia.

Le C.75(t(/-( C./t(8t4al& descri%ono li ele!enti di co!petenza relati%i al contesto in cui si
s%ole il proetto e coprono la co!petenza del Pro&ect Manaer nel estire le relazioni con
l,oranizzazione per!anente e l,a'ilit" di operare in un,oranizzazione orientata ai proetti.
7ali co!petenze sono suddi%ise in 11 ele!enti e sono riconduci'ili al$
6uolo del Pro&ect Manae!ent all,interno dell,oranizzazione per!anente della societ"
Interrelazioni fra Pro&ect Manae!ent e li enti c*e estiscono il 'usiness della societ".

La ta'ella 2.10 !ostra co!e le tre <di!ensioni= c*e raruppano le co!petenze si articolano neli
<4le!enti= riconosciuti e definiti dall,IPMA.
1%
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


7a'. 2.10 3 Panora!ica deli 4le!enti di Co!petenza

1. COMPETENZE
TECNIC3E
2. COMPETENZE
COMPORTAMENTALI
3. COMPETENZE
CONTESTUALI
1.01 .uccesso del Pro&ect
Manae!ent
2.01 Leaders*ip #.01 8rienta!ento al proetto
1.02 Parti interessate
2.02 Coin%oli!ento e
!oti%azione
#.02 8rienta!ento al prora!!a
1.0# 6equisiti e o'ietti%i del
proetto
2.0# Autocontrollo
#.0# 8rienta!ento al portafolio
proetti
1.04 6isc*i ed opportunit" 2.04 Ascendente
#.04 .%iluppo del proetto( pror.
portafolio proetti
1.0/ -ualit" 2.0/ Approccio sereno #.0/ 8ranizzazione per!anente
1.02 8ranizzazione del proetto 2.02 Apertura #.02 1usiness
1.05 La%oro di ruppo 2.05 Creati%it" #.05 .iste!i( prodotti e tecnoloie
1.0; 6isoluzione dei pro'le!i 2.0; 8rienta!ento ai risultati #.0; Gestione del personale
1.0: .truttura di proetto 2.0: 4fficienza #.0: .alute( sicurezza e a!'iente
1.10 .copo e risultati 2.10 Consultazione #.10 Ginanza
1.11 Pro. 7e!poraleH Gasi pro.
2.11 9eoziazione 3.11 Aspetti leali
1.12 6isorse 2.12 Conflitti e crisi
1.1# Costi e finanza 2.1# Affida'ilit"
1.14 Appro%%iiona!enti e
contratti
2.14 Apprezza!ento dei %alori
1.1/ Varianti 2.1/ 4tica
1.12 Controllo e rapporti di
proetto

1.15 Infor!azione( docu!entazione
1.1; Co!unicazione
1.1: A%%ia!ento del proetto
1.20 C*iusura del proetto
12
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1



Ciascun ele!ento di co!petenza del Pro&ect Manae!ent si co!pone sia di conoscenze teoric*e
c*e di esperienza. L,IPMA *a fissato( per oni li%ello di certificazione( il !iQ di co!petenze tecnic*e(
co!porta!entali e contestuali ric*ieste.
Ealla ta'ella sotto riportata si e%idenzia co!e le co!petenze di tipo !anaeriale sono ric*ieste in
!aniera crescente rispetti%a!ente per i li%elli di certificazione C( 1 ed A.
Pertanto( la ta'ella 2.11 fornisce al candidato$

3 una precisa indicazione dell,a!piezza delle conoscenze c*e de%e a%ere in funzione del li%ello
di certificazione ric*iesto
3 ai %alutatori la <quantit"= di =ele!enti= di co!petenza da %erificare nel corso deli esa!i.
Ta; 2.11 5 P(8& '(* g3+11* '* 2&01(,(/.a 1(3 * )*-())* IPMA A< B< C ( D

C.75(t(/-( IPMA l&'(ll. A +O0

IPMA l&'(ll. B +O0 IPMA l&'(ll. C +O0 IPMA l&'(ll. D
+O0
T(,/&,A( 40 !0 "0 %0
C.75.*ta7(/tal& 30 2! 20 1!
C./t(8t4al& 30 2! 20 1!


1;
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


".2 TIPOLOGIE DI PROGETTI
Il presente pararafo riporta i concetti enerali relati%i a <ProettoR( a <Prora!!a= ed a
<Portafolio Proetti= e le principali interazioni tra loro.
Il P*.6(tt.
An proetto un,operazione( con forti %incoli di te!pi e di costi( c*e *a lo scopo di realizzare un
insie!e di risultati +<deli%era'les=0 al fine di raiunere li o'ietti%i del proetto( rispettando i
requisiti fissati e li standard di qualit" ric*iesti.
Il Pro&ect Manae!ent di un proetto coin%ole( nor!al!ente( sia sinoli specialisti sia pro&ect
!anaers esperti +senior0( cio si spazia( secondo la !etodoloia IPMA( dal li%ello di certificazione E
sino al li%ello 1.

Il P*.6*a77a P*.6(tt&
Il prora!!a consiste in un insie!e di proetti tra loro correlati( c*e possono ric*iedere anc*e
inter%enti sull,oranizzazione( c*e *anno il fine di raiunere un o'ietti%o strateico e realizzare
'en definiti o'ietti%i di 'usiness.
La estione di un prora!!a proetti coin%ole( di solito( pro&ect !anaer esperti +senior0( li%ello di
certificazione 1 di IPMA.
A %olte l,oranizzazione +o la societ"0 puI decidere( per realizzare un particolare proetto o un
prora!!a o un insie!e di proetti c*e ri%estono particolare %alenza strateica( di no!inare un
direttore per la estione dell,intera iniziati%a( li%ello di certificazione A di IPMA.

Il P.*ta+.6l&. P*.6(tt&
Il Portafolio proetti consiste in un insie!e di proetti eBo di prora!!i( c*e non sono
necessaria!ente correlati tra loro( !a c*e sono estiti in !aniera interata per !oti%i di
coordina!ento( controllo ed otti!izzazione della estione.
Il Portafolio proetti %iene( di nor!a( affidato ad un Eirettore di Proetti( li%ello di certificazione A
di IPMA +%edi anc*e la descrizione al par. #.1.1 3 Certified Pro&ects Eirector 3 IPMA Li%ello A0.

La estione di un Portafolio proetti consiste( essenzial!ente( nel coordinare i proetti o i
prora!!i di un,oranizzazione( nell,otti!izzare l,i!pieo co!plessi%o delle risorse( 'ilanciando il
20
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


profilo di risc*io co!plessi%o( nel estire lo s%oli!ento dei proetti in relazione alla strateia ed
alle priorit" fissate dall,oranizzazione per raiunere li o'ietti%i di 'udet.
Il responsa'ile di un Portafolio proetti de%e( da un lato( rice%ere dall,Alta Eirezione le dele*e e
le le%e adeuate per raiunere li o'ietti%i strateici %oluti dall,oranizzazione( dall,altro de%e
essere in rado di analizzare( %alutare e proporre all,Alta Eirezione nuo%i proetti da inserire nel
Portafolio ed( e%entual!ente( quali de%ono essere a''andonati per sposare i li!iti i!posti dalle
risorse e dal 'udet disponi'ile con li o'ietti%i di 'usiness fissati dalla strateia della societ".
Al responsa'ile di un Portafolio proetti( spesso indicato nelle oranizzazioni di oriine
anlosassone co!e <Portfolio Manaer=( rispondono un certo nu!ero di pro&ect !anaer eBo
prora! !anaer c*e sono responsa'ili della estione dei sinoli proetti c*e costituiscono lo
stesso Portafolio.
.pesso( in !olte oranizzazioni( il <Portfolio Manaer= una funzione per!anente della struttura
oranizzati%a.

L4++&,&. )& P*.=(,t Ma/a6(7(/t >P*.=(,t Ma/a6(7(/t O++&,(?
L,ufficio di Pro&ect Manae!ent( spesso indicato co!e <Pro&ect Manae!ent 8ffice= anc*e nelle
oranizzazioni Italiane( fa parte della oranizzazione per!anente della societ".
Il suo co!pito principale quello di fornire supporto( standard e linee uida ai responsa'ili dei
differenti proetti( prora!!i o portafolio proetti( sia per la prora!!azione del la%oro sia per il
controllo del proetto tra!ite la raccolta dei dati e dei para!etri di controllo.
7ali dati sono adeuata!ente consolidati e forniti nella for!a appropriata ai responsa'ili al fine di
%erificare c*e i proetti siano in linea con la strateia e con li o'ietti%i fissati dalla societ".
9el caso di proetti di rile%anti di!ensioni e co!plessit"( a %olte %iene creato un ufficio( all,interno
del proetto stesso( dedicato alla prora!!azione ed al controllo del proetto o del prora!!a.
21
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


%.FASI DEL PROCESSO DI CERTIFICAZIONE

RACCOMANDAZIONE1
E DI FONDAMENTALE IMPORTANZA C3E IL CANDIDATO SI CONFRONTI CON LE TABELLE
RIPORTATE NELLALLEGATO 1. ESSE INDICANOG PER CIASCUNO DEI 4" ELEMENTI DI COMPETENZA
FORMULATI DALLO STANDARD IPMAG IL LI0ELLO ATTESO DI CONOSCENZA E DI ESPERIENZA C3E IL
CANDIDATO DE0E POSSEDERE PER LACCESSO AI 0ARI LI0ELLI DI CERTIFICAZIONE
ESPERIENZE DEI CANDIDATI PER ACCEDERE ALLA CERTIFICAZIONE
Per accedere alla Certificazione necessario a%er acquisito un adeuato li%ello di conoscenze e
!etodoloie( a%er !aturato esperienze operati%e ed a%er ricoperto deter!inati ruoli di responsa'ilit". 9el
seuito sono riportati i requisiti di riferi!ento c*e consentono di accedere ai %ari li%elli di Certificazione
pre%isti dall,IPMA.
-uanto descritto costituisce la linea uida per l,a!!issione dei sinoli candidati ali esa!i di Certificazione
e fornisce( anc*e( infor!azioni sulle !odalit" per il rinno%o.



N.ta1 8&/t(8& (8t*atta )al Ma/4al( )(l P*.,(88. )& C(*t&+&,a-&./( >(). 13 )(l 1.%.12?
22
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


C(*t&+&() P*.=(,t8 D&*(,t.* B IPMA L&'(ll. A

La certificazione IPMA li%ello A destinata ai Pro&ect Eirector. Il ruolo caratterizzato( non dalla presenza di
un sinolo proetto( !a da un intero P.*ta+.6l&. )& 5*.6(tti . P*.6*a77a.
RE@UISITI FORMALI DA RISPETTARE PER ACCEDERE ALLA CERTIFICAZIONE DI LI0ELLO A
N(6l& 4lt&7& 2 a//& Aa 7at4*at. al7(/. ! a//& /(lla G(8t&./( )& P.*ta+.6l& (D. P*.6*a77& ,./ *&l('a/-a
8t*at(6&,a. D(& 94al& al7(/. 3 ,./ +4/-&./( )& *(85./8a:&l( )(l P.*ta+.6l&.DP*.6*a77& ,.75l(88& ( al7(/.
2 a//& )& (85(*&(/-a /(l ,a75. )(lla 6(8t&./( )(& 5*.6(tt&.
Il 5(*&.). )& 2 a//&G &/ 8&t4a-&./& 5a*t&,.la*& ( 7.t&'at(G 54H (88(*( (8t(8. a 12 a//&.
An P*.6*a77a consiste di un insie!e di piC proetti( tra loro correlati e c*e concorrono al raiuni!ento
di un o'ietti%o co!une( finalizzati al raiuni!ento di un o'ietti%o rile%ante per la societ" ed alla
realizzazione di un profitto.
An P.*ta+.6l&. un insie!e di proetti eBo prora!!i( non necessaria!ente o!oenei e correlati( tenuti
insie!e da una necessit" di controllo( coordina!ento e otti!izzazione del portafolio nella sua lo'alit".
Il responsa'ile del portafolio proetti riporta i risultati piC i!portanti all,Alta Eirezione dell,oranizzazione(
ela'ora le proposte per risol%ere e%entuali pro'le!i( !ettendo questa in rado di prendere le decisioni
necessarie. An,oranizzazione puI a%ere piC portafoli conte!poranea!ente( per ese!pio in
corrispondenza a %arie aree di 'usiness.
An responsa'ile di portafolio( in sintesi( una funzione per!anente nella oranizzazione.
I sinoli proetti eBo prora!!i di un portafolio durano per un te!po li!itato( !entre il portafolio copre
un arco te!porale piC a!pio.

Il candidato alla certificazione Li%ello A( oltre a solide conoscenze teoric*e delle !etodoloie di estione
dei proetti( de%e a%ere a%uto la responsa'ilit" di$

Coordinare e diriere un insie!e rile%ante di proetti c*e costituiscono un portafolio proetti o un
prora!!a
Gor!ulare proposte all,Alta Eirezione della societ"( o in caso di delea( decidere lui stesso l,a%%io( il
li%ello di priorit"( la continuazione o l,interruzione o la c*iusura dei proetti c*e fanno parte del
portafolio o del prora!!a affidatoli
Pro!uo%ere lo s%iluppo ed il !iliora!ento continuo dei processi di Pro&ect Manae!ent( delle
relati%e !etodoloie( delle tecnic*e( deli stru!enti e delle linee uida all,interno della propria
oranizzazione ed in enerale per lo s%iluppo del Pro&ect Manae!ent
Coordinare e curare la selezione( il trainin e lo s%iluppo dei pro&ect !anaer a lui affidati( co!e pure
la %alutazione delle loro perfor!ance ed il loro s%iluppo all,interno della societ"
23
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


Coordinare tutti i proetti del portafolio e del prora!!a affinc*J questi raiunano li o'ietti%i
fissati dalla strateia di 'usiness della societ"
8ranizzare e definire adeuate !etodoloie di controllo e di reportin in tutte le fasi dei proetti.

Il portafolio proetti od il prora!!a presentato dal Pro&ect Eirector nel <Pro&ect Eirector 6eport=( de%e
essere di un certo rilie%o in !odo da consentire di e%idenziare le proprie co!petenze !anaeriali.

Alcuni dei para!etri da includere nel rapporto del Pro&ects Eirector sono$
Approccio seuito nella estione del portafolio proetti o nel prora!!a
7e!po c*e il candidato dedica al portafolio o al prora!!a
9u!ero di proetti in corso
7ipoloia e di!ensione dei proetti o prora!!i
Co!plessit" oranizzati%a e estionale dei prora!!i o dei proetti
Metodoloie di estione adottate
9u!ero di pro&ect !anaer e di!ensione dell,unit" oranizzati%a coordinati
A!!ontare annuo dell,in%esti!ento nel portafolio proetti o nel prora!!a.


6
Certificazione IPMA
Livello A
Requisiti d Ingresso
Requisiti Addizionali
in grado di dirigere un portafoglio progetti o un programma.
Certified Projects Director- Direttore Progetti
Negli ultimi 8 anni ha maturato almeno 5 anni
nella Gestione di Portafogli e/o Programmi con
rilevanza strategica. Dei quali almeno 3 con
funzione di responsabile del
Portafoglio/Programmi complessi e almeno 2
anni di esperienza nel campo della gestione dei
progetti,
Il periodo di 8 anni, in situazioni particolari e
motivate, pu essere esteso a 12 anni.
responsabile della gestione di un importante portafoglio di
una Societ/Organizzazione/Branch o della gestione di uno o
pi programmi.
Contribuisce alla definizione della strategia della societ,
formulando proposte allAlta Direzione.
Coordina lo sviluppo del personale che si occupa di Project
Management e ne cura la formazione.
Promuove lo sviluppo e lapplicazione delle metodologie di
Project Management: processi, tecniche, strumenti, manuali,
linee guida,
24
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


C(*t&+&() P*.=(,t8 D&*(,t.* B IPMA L&'(ll. A


Fasi del Processo

I candidati al li%ello A conseuono la Certificazione IPMA Le%el A <Certified Pro&ects Eirector= o <Eirettore
Proetti= attra%erso un Processo articolato c*e si sintetizza nelle tre fasi seuenti$

1
a
Fa8( Gase iniziale durante la quale %enono sca!'iate infor!azioni e docu!enti preli!inari tra l,ente
Certificatore +Certification 1od)0 ed il candidato

2
a
Fa8( Il candidato co!pila il !odulo d,adesione alla Certificazione +Modello /.10( allea il curriculu!
%itae aiornato corredato da fotorafia( specificando i proetti a cui *a partecipato( insie!e alla
Eic*iarazione di Consenso a c*e li 8ranis!i c*e estiscono la Certificazione IPMA utilizzino i dati
forniti dal candidato confor!e!ente alla lee 9o. 25/ del #1.12.:2 +lee sulla pri%ac)0 e E. Ls
1:2 del #0 Giuno 200#.
Inoltre( dopo a%er esa!inato il Manuale delle Co!petenze( co!pila il !odulo di auto%alutazione
+le istruzioni operati%e sono incluse nel Modello /.20 e prepara il Pro&ect Eirector 6eport di
<.intesi= pre%isto di 2 paine( piC 2 o # alleati

Lo scopo del 6eport Proposal di fornire ai Valutatori un pri!o riscontro oetti%o alla ric*iesta di
Certificazione( al fine di %erificare c*e il candidato a''ia !aturato adeuate co!petenze ed
esperienze c*e soddisfino le condizioni ric*ieste da IPMA per essere a!!essi alla Certificazione di
Li%ello A.
Il 6eport Proposal de%e riportare( in for!a concisa e !anaeriale( li ele!enti e le !etodoloie
seuite dal candidato nella estione del <Portafolio Proetti= o dei <Prora!!i= a lui affidati
insie!e alla descrizione della oranizzazione della quale il candidato responsa'ile +le linee uida
sono riportate nel Modello /.#0.
7ale docu!ento de%e e%idenziare il li%ello( l,a!piezza e la profondit" delle responsa'ilit"
attual!ente assenate al candidato tra!ite la descrizione dei te!i e delle discipline utilizzate
+responsa'ilit" oranizzati%e( econo!ic*e( finanziarie( !etodoloie( leaders*ip( estione risorse
u!ane( autono!ia decisionale( rapporti col 7op Manae!ent della societ" e con i clienti( M0.
Il 6eport Proposal si riferisce al <Portafolio Proetti= o al <Prora!!a= del quale il candidato
responsa'ile.
2!
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


Eopo l,in%io del 6eport Proposal da parte del candidato al Certification 1od) e nel caso il 6eport
non soddisfi le ric*ieste( i Valutatori( possono ric*iedere ulteriori infor!azioni al candidato tra!ite
il Eirettore della Certificazione.
L,insie!e dei docu!enti in%iati de%e consentire all,ente di Certificazione di %erificare se
l,esperienza del candidato soddisfa le condizioni ric*ieste da IPMA per essere a!!essi alla
Certificazione li%ello A.
Al ter!ine della %alutazione( il Certification 1od) co!unica al candidato l,a!!issione( o !eno( al
proseui!ento dell,iter per la Certificazione Li%ello A.



3
a
Fa8( 9el 6apporto sulle atti%it" s%olte( c*ia!ato <Pro&ects Eirector 6eport=( di circa 1/3#0 paine( con
alleati per un !assi!o di ulteriori 20 paine( il candidato descri%e( con !aior dettalio( le
!odalit" con cui applica i concetti e le !etodoloie fonda!entali del Pro&ect Manae!ent(
facendo riferi!ento ad un nu!ero sinificati%o <4le!enti IPMA= contenuti nel Manuale delle
Co!petenze e relati%i alla proprie conoscenze ed esperienze !aturate nell,atti%it" professionale.
In tale 6apporto il candidato descri%e co!e applica( nel ruolo s%olto in azienda( li ele!enti
fonda!entali del Pro&ect Manae!ent insie!e ad altri aspetti essenziali per una corretta estione
del <Portafolio Proetti= o del <Prora!!a= affidato +le linee uida per la stesura del 6apporto
sono riportate nel Modello /.# del Manuale di Certificazione0.
4
a
Fa8( Il candidato sostiene la pro%a scritta.
9el corso della !edesi!a iornata( sal%o eccezioni( il candidato sostiene il colloquio con i
Valutatori.

!
a
Fa8( Il candidato sostiene il colloquio( la cui durata co!plessi%a di circa due ore( con due Valutatori.
I Valutatori utilizzano co!e riferi!ento( durante il colloquio( il <Pro&ect Eirector 6eport= al fine di
a%ere una 'ase co!une di discussione.
I Valutatori *anno l,o''lio di %erificare il li%ello di conoscenza ed esperienza !aturata dal
candidato sia tra!ite i docu!enti presentati sia tra!ite li approfondi!enti c*e %enono condotti
durante il colloquio. .e il candidato supera con successo tale pro%a( conseue la Certificazione di
<Certified Pro&ects Eirector K IPMA Le%el A=.
Il Candidato al ter!ine del Colloquio e pri!a di conoscere l,esito co!pila un feed'acL di
%alutazione del rapporto con l,ente di certificazione nella sue %arie fasi.
9el caso in cui il candidato dissenta sulle !odalit" con cui stato condotto l,esa!e( puI fare
ricorso atti%ando la procedura di appello. L,Appello non si applica per quanto riuarda i iudizi
espressi dall,ente certificatore.
2"
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


C(*t&+&() S(/&.* P*.=(,t Ma/a6(* I IPMA L&'(ll. B


La certificazione di Li%ello 1 riuarda !anaer in rado di estire proetti ad (l('ata ,.75l(88&t< co!posti(
!olto di frequente( da sottoproetti estiti da altri Pro&ect Manaer.
RE@UISITI FORMALI DA RISPETTARE PER ACCEDERE ALLA CERTIFICAZIONE DI LI0ELLO B
N(6l& 4lt&7& 2 a//& Aa 7at4*at. al7(/. ! a//& )& (85(*&(/-a /(l ,a75. )(l 5*.=(,t 7a/a6(7(/t. D(& 94al&
al7(/. 3 ,./ +4/-&./( )& *(85./8a:&l( )& P*.6(tt& a) (l('ata ,.75l(88&t<.
Il 5(*&.). )& 2 a//& &/ 8&t4a-&./& 5a*t&,.la*& ( 7.t&'at( 54H (88(*( (8t(8. a 12 a//&.
Il li%ello di co!plessit" dei proetti definito dall,IPMA con il criterio di seuito riportato.
U/ 5*.6(tt. a) El('ata C.75l(88&t< caratterizzato da$
a0 Ana struttura di proetto !olto articolata e co!posta da un insie!e di sottosiste!i eBo
sottoproetti fra loro correlati e c*e ric*iedono una particolare oranizzazione
'0 Varie funzioni della stessa oranizzazione coin%olte nel proetto( c*e operano diretta!ente o c*e
forniscono %arie tipoloie di risorse
c0 Eiscipline differenti coin%olte +proetto !ultidisciplinare0
d0 Molte fasi di proetto forte!ente correlate e so%rapposte te!poral!ente
e0 L,applicazione della !aior parte delle !etodoloie( delle tecnic*e e deli stru!enti di Pro&ect
Manae!entH in pratica( tutto ciI si traduce nell,applicazione di al!eno il 20O deli <ele!enti= di
co!petenza contenuti nel Manuale delle Co!petenze.

A titolo d,ese!pio( un proetto di ricerca a%anzato puI essere !olto interessante( ric*iedere un Lno?3*o?
sofisticato( essere tecnoloica!ente co!plesso per il suo contenuto scientifico( tutta%ia il !anae!ent di
tale proetto puI essere considerato di li!itata co!plessit"( realizzandosi pre%alente!ente in un solo
a!'ito.
9on necessario o sufficiente c*e un proetto sia rande in ter!ini econo!ici( per essere definito
co!plesso. L,ordine di randezza del 'udet sola!ente uno dei para!etri c*e danno un,indicazione della
co!plessit".
-uanto riportato dal candidato nel rapporto di proetto( potre''e non essere sufficiente per a!!ettere il
candidato alla certificazione Li%ello 1.

6iportia!o( per un proetto ad ele%ata co!plessit"( ulteriori spieazioni dei criteri sopra enunciati$

La estione di un ran nu!ero d,interfacce tipica del proetto co!plesso( insie!e con un certo
nu!ero di sottoproetti c*e sono estiti da altri pro&ect !anaer c*e riportano diretta!ente al
2%
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


senior pro&ect !anaer dell,intero proetto

9ei proetti co!plessi il senior pro&ect !anaer tratta con li altri pro&ect !anaer( con le di%erse
unit" della sua oranizzazione e tal%olta con altre oranizzazioniH non uida diretta!ente i sinoli
co!ponenti del pro&ect tea!( co!e in%ece fa il pro&ect !anaer dei proetti di li!itata co!plessit"

.e tutte le persone coin%olte nel proetto pro%enono dalla stessa area disciplinare( nor!al!ente la
estione del proetto non considerata co!plessa.
7utta%ia puI di%enire co!plessa nel caso in cui il cliente appartena ad un settore di%erso
dell,oranizzazione oppure sia un consulente esterno c*e ioca un ruolo fonda!entale nel proetto

In un proetto co!plesso i %ari sottoproetti possono tro%arsi in fasi differenti.
Il Certified .enior Pro&ect Manaer 3 IPMA Le%el 1( de%e a%er di!ostrato di essere in rado di estire
le differenti fasi c*e attra%ersa il proetto e tutte le tipoloie di situazioni rile%anti per il
raiuni!ento deli o'ietti%i( e non sola!ente la fase concettuale o di i!postazione( o quella
esecuti%a o alcune situazioni specific*e +estione delle situazioni di crisi0.

In un proetto co!plesso nor!al!ente necessario ed utile per raiunere li o'ietti%i fissati(
applicare la !aior parte deli ele!enti di co!petenza contenuti nel presente !anuale.
Il candidato( nell,applicare processi( !etodoloie( tecnic*e e stru!enti relati%i a tali ele!enti( de%e
di!ostrare un rado di co!petenza adeuato alla co!plessit" del proetto.

7
Certificazione IPMA
Livello B
Requisiti d Ingresso
Requisiti Addizionali
in grado di gestire progetti complessi.
Certified Senior Project Manager Capo Progetto
Negli ultimi 8 anni ha maturato almeno 5 anni di
esperienza nel campo del project management.
Dei quali almeno 3 con funzione di responsabile di
Progetti ad elevata complessit.
Il periodo di 8 anni in situazioni particolari e
motivate pu essere esteso a 12 anni.
responsabile per tutti gli elementi di
competenza per la gestione di un progetto
complesso.
Ha un ruolo di direzione come responsabile di un
team di Project Management, articolato e
numeroso.
Utilizza adeguati processi, metodologie, tecniche
e strumenti di Project Management.

22
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


C(*t&+&() S(/&.* P*.=(,t Ma/a6(* B IPMA L&'(ll. B

Fasi del Processo

I candidati al li%ello 1 conseuono la Certificazione IPMA Li%ello 1 <Certified .enior Pro&ect Manaer= o <Capo
Proetto= attra%erso un Processo articolato nelle fasi seuenti$

1
a
Fa8( Gase iniziale durante la quale %enono sca!'iate infor!azioni e docu!enti preli!inari tra l,ente
Certificatore +Certification 1od)0 ed il candidato.

2
a
Fa8( Il candidato co!pila il !odulo d,adesione alla Certificazione +Modello /.10( allea il curriculu!
%itae aiornato corredato da fotorafia( specificando i proetti a cui *a partecipato( insie!e alla
Eic*iarazione di Consenso a c*e li 8ranis!i c*e estiscono la Certificazione IPMA utilizzino i dati
forniti dal candidato confor!e!ente alla lee 9o. 25/ del #1.12.:2 +lee sulla pri%ac)0 e E. Ls
1:2 del #0 Giuno 200#. Co!pila inoltre la lista proetti.
Eopo a%er esa!inato il Manuale delle Co!petenze( co!pila il !odulo di auto%alutazione +le
istruzioni operati%e sono incluse nel Modello /.20 e prepara il 6eport Proposal su un prora!!a( o
un <!ea3proetto=( o su piC proetti ad ele%ata co!plessit" tra loro correlati( di 2 paine piC 2 o
# alleati( di cui il candidato stato responsa'ile +le linee uida sono riportate nel Modello /.# 'is0.
I Valutatori conducono un esa!e della docu!entazione in%iata dal candidato.
I Valutatori( nel caso in cui il 6eport non soddisfi le ric*ieste( possono c*iedere al candidato(
tra!ite il Eirettore della Certificazione( di interarlo con ulteriori infor!azioni.
Al ter!ine della %alutazione il Certification 1od) co!unica al candidato l,a!!issione( o !eno( al
proseui!ento dell,iter di Certificazione Li%ello 1.

3
a
Fa8( Il candidato de%e presentare il 6apporto del Proetto di 10S2/ paine ed alleati per un !assi!o
di ulteriori 1/.
.uccessi%a!ente il candidato %iene in%itato alla pro%a scritta e poi colloquio con due Valutatori.

4
a
Fa8( Il candidato sostiene la pro%a scritta.

!
a
Fa8( Il candidato sostiene il colloquio con due Valutatori.
2;
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


.e supera con successo tale pro%a( il candidato conseue la Certificazione di <Certified .enior
Pro&ect Manaer 3 IPMA Le%el 1 =.
Il Candidato al ter!ine del Colloquio e pri!a di conoscere l,esito co!pila un feed'acL di
%alutazione del rapporto con l,ente di certificazione nella sue %arie fasi.
9el caso in cui il candidato dissenta sul !odo con cui stato condotto l,esa!e puI fare ricorso
atti%ando la procedura di appello. L,Appello non si applica per quanto riuarda i iudizi espressi
dalll,ente Certificatore +Certification 1od)0.


30
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


C(*t&+&() P*.=(,t Ma/a6(* I IPMA L&'(ll. C

RE@UISITI FORMALI DA RISPETTARE PER ACCEDERE ALLA CERTIFICAZIONE DI LI0ELLO C
N(6l& 4lt&7& " a//& Aa 7at4*at. al7(/. 3 a//& )& (85(*&(/-a /(l ,a75. )(l 5*.=(,t 7a/a6(7(/t ,.7(
*(85./8a:&l( )& P*.6(tt&
Il li%ello C caratterizzato dalla tipoloia del proetto( c*e di li!itata co!plessit"( rispetto al proetto
co!plesso sopra descritto per il li%ello 1( !a potre''e essere( anc*e( una parte +sottoproetto0 di un
proetto co!plesso. Il proetto di li!itata co!plessit" do%re''e( in oni caso( ric*iedere l,applicazione di un
nu!ero sinificati%o di =ele!enti= di co!petenza +%edi( anc*e( il par. #.1.2. do%e sono riportati i criteri
enerali per definire un proetto ad ele%ata co!plessit"0.

8
Certificazione IPMA
Livello C
Requisiti d Ingresso
Requisiti Addizionali
in grado di gestire progetti di limitata complessit o
sottoprogetti di progetti complessi, con riferimento a tutti gli
elementi di competenza del Project Management.
Certified Project Manager Responsabile di Progetto
Negli ultimi 6 anni ha maturato almeno 3
anni di esperienza nel campo del project
management come responsabile di
Progetti.
responsabile della gestione di un progetto di limitata
complessit in tutti i suoi aspetti o della gestione di un
sottoprogetto che fa parte di un progetto complesso o di
una funzione specialistica. Applica processi,
metodologie, tecniche e strumenti di Project
Management.

31
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


C(*t&+&() P*.=(,t8 Ma/a6(* B IPMA L&'(ll. C

Fasi del Processo

I candidati al li%ello C conseuono la Certificazione IPMA Le%el C <Certified Pro&ect Manaer= o <6esponsa'ile
di Proetto= attra%erso un Processo articolato c*e si sintetizza nelle tre fasi seuenti$
1
a
Fa8( Gase iniziale durante la quale %enono sca!'iate infor!azioni e docu!enti preli!inari tra l,ente
Certificatore ed il candidato
2
a
Fa8( Il candidato co!pila il !odulo d,adesione alla Certificazione +Modello /.10( allea il curriculu!
%itae aiornato corredato da fotorafia( specificando i proetti a cui *a partecipato( insie!e alla
Eic*iarazione di Consenso a c*e li 8ranis!i c*e estiscono la Certificazione IPMA utilizzino i
dati forniti dal candidato confor!e!ente alla lee 9o. 25/ del #1.12.:2 +lee sulla pri%ac)0 e
E. Ls 1:2 del #0 Giuno 200#.

Eopo a%er esa!inato il Manuale delle Co!petenze( co!pila il !odulo di auto%alutazione +le
istruzioni operati%e sono incluse nel Modello /.20.
Inoltre( allea il 6eport Proposal relati%o al Proetto c*e intende presentare

3
a
Fa8( A seuito dell,esa!e da parte dei Valutatori della docu!entazione in%iata dal candidato( se il
candidato ritenuto idoneo( in%itato a produrre e tras!ettere il Pro&ect 6eport ed a sostenere
la pro%a scritta.

4
a
Fa8( Il candidato sostiene il colloquio con due Valutatori.
Il candidato( se supera con successo le due pro%e( conseue la Certificazione di <Certified Pro&ect
Manaer K IPMA Le%el C=.
Il Candidato al ter!ine del Colloquio e pri!a di conoscere l,esito co!pila un feed'acL di
%alutazione del rapporto con l,ente di certificazione nella sue %arie fasi.
9el caso in cui il candidato dissenta sul !odo con cui stato condotto l,esa!e puI fare ricorso
atti%ando la procedura di appello. L,Appello non si applica per quanto riuarda i iudizi espressi
dall,ente Certificatore +Certification 1od)0.
32
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1



C(*t&+&() P*.=(,t Ma/a6(7(/t A88.,&at( I IPMA L&'(ll. D


Il Li%ello E ric*iede c*e il candidato sia in possesso delle conoscenze di Pro&ect Manae!ent tali da
consentirli di inserirsi in un ruppo di proetto( in un ruolo specialistico( e di partecipare atti%a!ente alla
realizzazione del proetto stesso.

9
Certificazione IPMA
Livello D
Requisiti d Ingresso
Requisiti Addizionali
Deve avere conoscenze di Project Management in tutti gli
elementi di competenza.
Certified Project Management Associate Specialista di PM
Lesperienza negli elementi di
competenza del Project
Management non strettamente
obbligatoria; ma un
considerevole vantaggio per il
candidato se ha gi applicato
operativamente alcune delle
competenze.
Pu mettere in pratica in un progetto gli elementi di
competenza del Project Management.
Pu lavorare come specialista in alcune aree.
Lavora come componente di un project team o allinterno di
unorganizzazione che si occupa della gestione dei progetti.
Ha unampia conoscenza delle metodologie di Project
Management ed ha le capacit per applicarle.




33
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1



C(*t&+&() P*.=(,t8 Ma/a6(* A88.,&at( B IPMA L&'(ll. D


Fasi del Processo

I candidati conseuono la Certificazione IPMA Le%el E <Certified Pro&ect Manae!ent Associate= o .pecialista
di Pro&ect Manae!ent= attra%erso un Processo articolato nelle tre fasi seuenti$
1
a
Fa8( Gase iniziale durante la quale %enono sca!'iate infor!azioni e docu!enti preli!inari tra l,ente
Certificatore ed il candidato.
2
a
Fa8( Il candidato co!pila il !odulo d,adesione alla Certificazione +Modello /.10( allea il curriculu!
%itae aiornato corredato da fotorafia( specificando i proetti a cui *a partecipato( insie!e alla
Eic*iarazione di Consenso a c*e li 8ranis!i c*e estiscono la Certificazione IPMA utilizzino i
dati forniti dal candidato confor!e!ente alla lee 9o. 25/ del #1.12.:2 +lee sulla pri%ac)0 e
E. Ls 1:2 del #0 Giuno 200#.
Eopo a%er esa!inato il Manuale delle Co!petenze( co!pila il !odulo di auto%alutazione
+Modello /.20. .e il candidato ritenuto idoneo( in%itato a sostenere l,esa!e scritto.

3
a
Fa8( Il candidato sostiene la pro%a scrittaH li ela'orati %enono esa!inati da due Valutatori c*e
co!pilano il !odulo di iudizio sulla pro%a scritta.
.e supera con successo questa fase( il candidato conseue la Certificazione di <Certified Pro&ect
Manae!ent Associate K IPMA Le%el E=
Il Candidato al ter!ine del Colloquio e pri!a di conoscere l,esito co!pila un feed'acL di
%alutazione del rapporto con l,ente di certificazione nella sue %arie fasi.
9el caso in cui il candidato dissenta sul !odo con cui stato condotto l,esa!e puI fare ricorso
atti%ando la procedura di appello. L,Appello non si applica per quanto riuarda i iudizi espressi
sull,esito della pro%a.
34
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


2.REGOLE GENERALI COMUNI A TUTTI I LI0ELLI DI CERTIFICAZIONE
Pu**licit) della Certificazione

I dati del Certificato +Li%ello( 9o!e e Cono!e( .cadenza Validit" Certfiicato0 sono reistrati neli AL1I
ufficiali IPMA e pu''licati sui siti $
???.ip!a.it al'o dell,Italian Certification 1od) +4nte c*e *a e!esso il Certificato0
???.ip!a.c* al'o internazionale c*e riporta i Certificati e!essi da tutti i Certification 1od) del Mondo IPMA

Accettazione del Codice -tico

Il PM in possesso di un Certificato IPMA si i!pena ad osser%are il Codice 4tico riportato nell, Alleato 2 del
presente docu!ento.
,so improprio dell/attestato

I casi di uso i!proprio dell,attestato sono esa!inati dall,Italian Certification 1od).
L,Italian Certification 1od)( a suo insindaca'ile iudizio( puI decidere la sospensione o la re%oca
dell,attestato
0alidit) e rinnovo dell/attestato

Gli attestati di qualsiasi Li%ello *anno una %alidit" di cinque anni dalla data del conseui!ento e sono
rinno%a'ili.
Al ter!ine del periodo di %alidit"( colui c*e ric*iede la ricertificazione de%e fornire dettaliate infor!azioni
sulle esperienze !aturate nel periodo e sull,accresci!ento delle proprie conoscenze nel ca!po specifico
della estione dei proetti. La procedura della ricertificazione riportata( per esteso( nel Manuale della
Certificazione.
A$$iornamento de$li archivi

L, Italian Certification 1od) responsa'ile della corretta tenuta deli arc*i%i c*e contenono la
docu!entazione dell,intero Processo di Certificazione per oni candidato.

3!
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


;.REFERENZE E TESTIMONIANZE
Ei seuito alcune tra le aziende c*e *anno certificato propri colla'oratori$


I MANAGER CERTIFICATI S0OLGONO LE LORO ATTI0ITA PER LE
SEGUENTI AZIENDE
1



Alcune 7esti!onianze raccolte da Pro&ect Manaer Certificati$
A*,. G&a,.7. B.*&. <M.-1 risultata utile per un ma$$iore approfondimento di tematiche e strumenti $i)
conosciuti& Al tempo stesso ha consentito di colmare lacune conoscitive e metodolo$iche2 molto utili ad o$$i
nella $estione reale di svariati pro*lemi aziendali%&3
D.tt. 88a A//a R&ta La4*(/-& 4 "esidero condividere l/importante esperienza le$ata all/ottenimento della
certificazione come senior pro5ect mana$er2 che ha rappresentato nella mia vita professionale2 non un
punto di partenza2 ma un tra$uardo da ra$$iun$ere per capitalizzare l/esperienza ac6uisita e puntare ad
accrescere le mie competenze nella direzione pro$etti& Consi$lio 6uesto tipo di certificazione a tutti coloro
che desiderano affrontare un percorso di valutazione e confrontarsi con dei professionisti per testare la
competenza maturata nella conduzione dei pro$etti2 in accordo anche al manuale delle competenze2 che
non 7 un manuale teorico da studiare e dimenticare ma una vera e propria $uida da consultare&
3"
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


Consi$lio inoltre la preparazione del 8apporto di Pro$etto2 non solo ai fini della certificazione2 ma a tutti
coloro che come me concludono un pro$etto importante pluriennale e iniziano una nuova avventura
lavorativa2 come un momento di riflessione sul lavoro svolto che dovre**e essere una milestone
o**li$atoria per documentare l/esperienza maturata2 che non pu9 essere sintetizzata in un C0.R
I/6. G&.'a//& P&8a/. <..desidero esprimere sinceramente il mio apprezzamento per aver incontrato
un1or$anizzazione e dei professionisti di altissimo livello con i 6uali2 oltre che sostenere l1esame2 7 stato
possi*ile scam*iare opinioni professionali ri$uardanti il Pro5ect Mana$ement e trovare interessanti spunti
per il lavoro& In a$$iunta2 vorrei testimoniare che l1esame tramite collo6uio risulta a mio avviso decisamente
pi: interessante ;e credo anche pi: efficace< di 6uelli con sola prova scritta& Infatti il collo6uio2 oltre a fornire
ai valutatori elementi a$$iuntivi per la loro decisione2 offre al candidato la possi*ilit) di esprimere in modo
pi: completo e meno 4impersonale4 la propria preparazione2 composta2 come noto2 da conoscenza2 da
esperienze e da caratteristiche personali%3
I/6. D&(6. Dal P455. =% 'a Certificazione Pro5ect Mana$er valorizza le conoscenze $i) in possesso e
arricchisce con nuove conoscenze& Inte$ra il tutto con una visione unitaria di Pro$etto offrendo una
metodolo$ia& ,fficializza il =sapersi comportare3 del "iri$ente e ne valorizza il proprio C0%3



3%
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


10. CONTATTI J ACCESSO
IPMA I7AL@ cBo A9IMP
Via 4. 7azzoli( 2 201/4 Milano
7el. T#: 0225100540 GaQ T#: 02250515;/
43!ail ,(*t&+&,a-&./(&57aKa/&75.&t
Ue' .ite Italia Att51DLLL.&57a.&t

Ue' .ite Internazionale Att51DDLLL.&57a.,A
Eirettore della Certificazione 6&48(55(.546l&(8(Ka/&75.&t
.ereteria della Certificazione &*&/a.:.l.6/(8&Ka/&75.&t


IPMA Ital) oranizza incontri secondo la for!ula ?orLs*op per illustrare
o'ietti%i3caratteristic*e3requisiti3procedure della Certificazione secondo il !odello
internazionale IPMA.
P(* &/+.*7a-&./& 84& ,al(/)a*& ( 8()& )(& L.*M8A.5 a,,()(*( a LLL.&57a.&t




32
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


ALLEGATO 1
Modello di Autovalutazione delle Competenze



Standard Internazionale
ICB 3.0 (IPMA Competence Baseline)

Modello di Auto%alutazione
delle Co!petenze in Pro&ect Manae!ent





3;
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


Autovalutazione delle Competenze in Project Management
Standard Internazionale ICB 3.0 (IPMA Competence Baseline)

L,Auto%alutazione de%e essere co!pilata sola!ente dopo a%er esa!inatoBstudiato tutti li <4le!enti= c*e
costituiscono il Manuale delle Co!petenze di Pro&ect Manae!ent.
Per consentire una %alutazione( piC oetti%a possi'ile( delle proprie conoscenze dei 42 ele!enti di
co!petenza pre%isti da IPMA de%e essere utilizzato il criterio sotto descritto c*e consiste in una scala di
%alutazione( nella quale ad oni %alore nu!erico associata una descrizione puntuale delle conoscenze
ric*ieste.
Conoscenza Esperienza
0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

1 COMPETENZE TECNICHE


1.01 Successo del Project Management


1.02 Parti interessate


1.03 Requisiti e obiettivi del progetto


1.04 Rischi ed opportunit


1.05 Qualit


1.06 Organizzazione di progetto


1.07 Lavoro di gruppo


1.08 Risoluzione dei problemi


1.09 Strutture di progetto


1.10 Scopo e risultati


1.11 Programm. temporale, Fasi progetto


1.12 Risorse


1.13 Costi e finanza


1.14 Approvvigionamenti e contratti


1.15 Varianti


1.16 Controllo e rapporti di progetto


1.17 Informazione e documentazione


1.18 Comunicazione


1.19 Avviamento del progetto


1.20 Chiusura del progetto

MEDIA COMPETENZE
TECNICHE



40
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


Conoscenza Esperienza
0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
2. COMPETENZE
COMPORTAMENTALI

2.01 Leadership

2.02 Coinvolgimento e motivazione

2.03 Autocontrollo

2.04 Ascendente

2.05 Approccio sereno

2.06 Apertura

2.07 Creativit

2.08 Orientamento ai risultati

2.09 Efficienza

2.10 Consultazione

2.11 Negoziazione

2.12 Conflitti e crisi

2.13 Affidabilit

2.14 Apprezzamento dei valori

2.15 Etica

MEDIA COMPETENZE
COMPORTAMENTALI



0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
3 COMPETENZE
CONTESTUALI

3.01 Orientamento al progetto

3.02 Orientamento al programma
progetti

3.03 Orientamento al portafoglio
progetti

3.04 Sviluppo del progetto, del
programma e del portafoglio progetti

3.05 Organizzazione permanente

3.06 Business

3.07 Sistemi, prodotti e tecnologie

3.08 Gestione del personale

3.09 Salute, sicurezza e ambiente

3.10 Finanza

3.11 Aspetti legali

MEDIA COMPETENZE
CONTESTUALI




41
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


La profondit" delle conoscenze e l,a!piezza delle esperienze ric*ieste crescono radual!ente( co!e
o%%io( passando dal li%ello E al li%ello A.
Infatti( e%idente la necessit" per un partecipante ad un proetto o a un responsa'ile della
conduzione di un proetto( di a%ere conoscenze ed esperienze se!pre piC a!pie ed approfondite
in funzione della co!plessit" del proetto o del prora!!a o del portafolio proetti in cui
coin%olto e del li%ello di responsa'ilit" assenatoli +a partire( quindi( dalla conoscenza deli
approcci e delle !etodoloie fonda!entali( dalla loro applicazione( fino alla capacit" di saperle
!odificare e farle e%ol%ere al fine di adattarle a situazioni co!plesse in cui sono presenti un ele%ato
nu!ero di <attori e di interfacce= tecnic*e e estionali0.

La <profondit"= della co!petenza definita tra!ite una descrizione enerale della conoscenza e
dell,esperienza e quantizzata attra%erso una scala di %alori da 0 a 10H le caratteristic*e associate a
ciascun inter%allo di %alori sono definite dalla co!'inazione di un insie!e di %er'i e di sostanti%i.
I %alori estre!i della scala di %alutazione sono utilizzati rara!ente.

Nella tabella riportata di seguito descritta la scala di valutazione delle competenze di Project
Management definita da IPMA.

42
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


D(8,*&-&./( )(lla 8,ala )& 'al4ta-&./( ,.75(t(/-( )& P*.=(,t Ma/a6(7(/t
Valori

Livello di Conoscenza Livello di Esperienza

0

Nessuno Nessuno

1


2
basso (b)


3

Il candidato conosce gli elementi ed
in grado di presentare e spiegare i criteri
contenuti in tali elementi.
VERBI: Riconoscere, nominare,
elencare, costruire, descrivere, definire,
spiegare, esaminare, riprodurre.
SOSTANTIVI: Termini, denominazioni,
fatti, criteri, standard, regole,
metodologie, processi, relazioni.


Il candidato ha qualche esperienza ottenuta
allinterno di un gruppo di progetto e
relativamente a pochi progetti sviluppati in un
solo settore delleconomia o in un solo ente, in
una o pi fasi di questi progetti.
DESCRIZIONE: Qualche esperienza per essere
stato coinvolto, come assistente, in alcune fasi
del progetto, ma con una buona conoscenza del
Project Management.


4


5
medio (m)


6

Il candidato ha un solido livello di
conoscenza ed in grado di identificarne
ed applicarne i relativi criteri, come pure
di valutarne i risultati.
VERBI: Applicare, usare, realizzare,
calcolare, verificare, interpretare,
differenziare, risolvere.
SOSTANTIVI: Situazioni, applicazioni,
principi, criteri, regole, metodi,
conclusioni

Il candidato ha un livello medio di esperienza in
numerose aree del Project Management ed in
vari progetti condotti in almeno un importante
settore delleconomia; ha partecipato alla
maggior parte delle fasi che attraversano i
progetti.
DESCRIZIONE: Buona esperienza in posizione
di responsabilit nella conduzione dei progetti;
ha partecipato alla maggior parte delle fasi dei
progetti, di limitata complessit, ed ha buona
padronanza del Project Management.



7


8
alto (a)


9

Il candidato comprende il ruolo in
profondit ed in grado di valutare,
creare, integrare i relativi criteri e pu
interpretarne e valutarne i risultati.
VERBI: Analizzare, derivare,
progettare, sviluppare, valutare,
proporre, decidere.
SOSTANTIVI: Situazioni, condizioni,
ipotesi, idee, opinioni, casi, modelli,
alternative, problemi, risultati,
procedure, giudizi.

Il candidato ha unampia esperienza ed ha
ottenuto considerevoli risultati, acquisiti in
ruoli di responsabilit nel Project
Management, in diverse tipologie di progetti, e
attraverso quasi tutte, o tutte, le fasi.
DESCRIZIONE: Vasta esperienza nel project
management ed ha ricoperto responsabilit
elevate; ha partecipato alla maggior parte delle
fasi di molti progetti o programmi o
portafoglio progetti, ed ha profonda
conoscenza del Project Management.

10

Massimo

Massimo


43
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


.euendo il criterio descritto( il candidato co!pila l,auto%alutazione assenando a ciascun <ele!ento= di
co!petenza un %alore nu!erico.

I contenuti e la <7aQono!)= +punteio usato nella %alutazione0 sono stati apposita!ente studiati da IPMA
per %alutare l,insie!e delle co!petenze professionali della persona nell,applicazione delle !etodoloie di
pro&ect !anae!ent.

9elle ta'elle riportate qui di seuito sono riportati( per i %ari ele!enti di co!petenza( i puntei indicati%i
+co!e conoscenza ed esperienza0 deri%ati dalla 7AV898M@ IC1 Version #.0( attesi per i quattro li%elli di
certificazione secondo la !etodoloia IPMA per i Li%elli E( C( 1( A.

44
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


Punteggi indicativi per il gruppo 1: Competenze Tecniche (IPMA Taxonomy)

1 COMPETENZE TECNICHE

Conoscenza Esperienza
0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

1.01 Successo del Project Management

D

C

B

A

C

B

A


1.02 Parti interessate

D

C

B

A

C

B

A


1.03 Requisiti e obiettivi del progetto

D

C

B

A

C

B

A


1.04 Rischi ed opportunit
D
C
A
B

C

B

A


1.05 Qualit
D
C
A
B

C

B

A


1.06 Organizzazione di progetto

D

C

B

A

C

B

A


1.07 Lavoro di gruppo

D
C
B

A

C
B,
A


1.08 Risoluzione dei problemi
D
C

B

A

C

B

A


1.09 Strutture di progetto
D
C

B

A

C

B

A


1.10 Scopo e risultati

D

C

B

A

C

B

A


1.11 Progr. temporale e fasi del progetto

D

C

B

A

C

B

A


1.12 Risorse
D
C

B

A

C

B

A


1.13 Costi e finanza

D

C

B

A

C

B

A


1.14 Approvvigionamenti e contratti

D

C

B

A

C

B

A


1.15 Varianti
D
C
B
A

C

B

A


1.16 Controllo e rapporti di progetto

D

C

B

A

C

B

A


1.17 Informazione e documentazione

D

C

B

A

C

B

A


1.18 Comunicazione

D

C

B

A

C

B

A


1.19 Avviamento del progetto

D

C

B

A

C

B

A


1.20 Chiusura del progetto

D

C

B

A

C

B

A




4!
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


Punteggi indicativi per il gruppo 2: Competenze Comportamentali (IPMA Taxonomy)
2 COMPETENZE
COMPORTAMENTALI
Conoscenza Esperienza
0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
2.01 Leadership D C B A C B A
2.02 Coinvolgimento e motivazione
D C B A C
B
A

2.03 Autocontrollo D C B A C B A
2.04 Ascendente D C B A C B A
2.05 Approccio sereno D C B A C B A
2.06 Apertura D C B A C B A
2.07 Creativit D C B A C B A
2.08 Orientamento ai risultati D C B A C B A
2.09 Efficienza D C B A C B A
2.10 Consultazione
D C B A C
B
A

2.11 Negoziazione

D
C
B A C
B
A

2.12 Conflitti e crisi D C B A C B A
2.13 Affidabilit
D C
B
A
C B A
2.14 Apprezzamento dei valori
D C B A C
B
A

2.15 Etica D C B A C B A


Punteggi indicativi per il gruppo 3: Competenze Contestuali (IPMA Taxonomy)
3 COMPETENZE
CONTESTUALI
Conoscenza Esperienza
0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
3.01 Orientamento al progetto D C B A C B A
3.02 Orientamento al programma
progetti
D C B A C B A
3.03 Orientamento al portafoglio
progetti
D C B A C B A
3.04 Sviluppo del progetto,
programma, portafoglio prog.
D C B A C B A
3.05 Organizzazione permanente D C B A C B A
3.06 Business D C B A C B A
3.07 Sistemi, prodotti e tecnologie D C B A C B A
3.08 Gestione del personale D C B A C B A
3.09 Salute, sicurezza e ambiente

D
C

B
A
C B A
3.10 Finanza D C B A C B A
3.11 Aspetti legali D
C
B A C B A

INFORMAZIONI SULLA CERTIFICAZIONE IPMA IN PRO=ECT MANAGEMENT:
>>>&IPMA&I+ email Certificazione IPMA Ital? ;certificazioneipma@animp&it<

4"
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1


ALLEGATO 2
Codice Etico del Project Manager

Il Pro&ect Manaer tenuto ad assu!ersi responsa'ilit" e prendere decisioni c*e possono a%ere delle
conseuenze relati%a!ente ad interessi econo!ici o sociali e alla sicurezza di altri soetti.
4, necessario( pertanto( s%olere la propria azione rispettando i detta!i della deontoloia professionale(
!antenere un ele%ato rapporto di fiducia con tutte le parti coin%olte nei proetti estiti ed in enerale con
la parte pu''lica.

A*t&,.l. 1 B C./).tta 5(*8./al( ( 5*.+(88&./al(
Il Pro&ect Manaer !antiene una condotta personale e professionale al di sopra di oni sospetto( e$

1& Accetta la responsa*ilit) delle sue azioni e omissioniA
2& Accetta compiti e responsa*ilit) per le 6uali si sente 6ualificatoA
B& #on utilizza a vanta$$io proprio o altrui2 le informazioni di carattere personale a cui pu9 avere accesso
relative a clienti o datore di lavoro2 mem*ri del team di pro$etto o altre persone direttamente o
indirettamente colle$ate con il pro$ettoA
4& (i mantiene a$$iornato sullo stato dell1arte delle metodolo$ie di $estione pro$etto e si impe$na per il
suo continuo mi$lioramento professionaleA
C& Incora$$ia e sostiene i colle$hi a sviluppare le loro competenze professionaliA
D& (ostiene il codice etico e motiva colle$hi e colla*oratori ad a$ire in conformit) con i principi in esso
contenuto&

A*t&,.l. 2 B N(ll(8(*,&-&. )(lla 5*.+(88&./(
9ell,esercizio della propria professione( il Pro&ect Manaer de%e$

1& (alva$uardare $li interessi dei clienti o datori di lavoro2 operando con l/o*iettivo di massimizzare i
risultati e ottimizzare l1utilizzo delle risorse disposizioneA

2& -ssere leale con i clienti e informare i datori di lavoro con onest) e correttezza sulle 6uestioni relative alla
$estione dei pro$ettiA
B& Garantire la riservatezza di tutte le informazioni considerate sensi*ili dai propri ClientiA
4%
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.1



4& Applicare le mi$liori pratiche di $estione dei pro$etti al fine di $arantire la 6ualit) dei risultati e il rispetto
delle scadenze e dei piani di *ud$etA
C& Garantire ade$uate condizioni di lavoro ai componenti del team di pro$etto e prote$$erli da 6ualsiasi
potenziale rischio sia di natura fisica sia psicolo$icaA
D& +rattare con correttezza e lealt) colle$hi e colla*oratori indipendentemente da razza2 reli$ione2 sesso2 et)
o nazionalit)A
E& 0alutare2 con criteri di imparzialit) e pari opportunit)2 i componenti del team con la pratica della critica
costruttiva e $ratificanteA
F& Promuovere lo sviluppo professionale dei componenti del team2 dei colle$hi e dipendentiA
G& Informare tempestivamente i propri clienti o i datori di lavoro2 nonchH le associazioni professionali o
or$anismi ufficiali di cui faccia parte2 6ualora ci fossero le circostanze2 della presenza di un conflitto di
interessi tra le parti&


42
Guida 2014 alla Certificazione IPMA V1.


IPMA
Moving Society Forward
Moving PM Competence Forward














RISER0ATEZZA
Propriet" Letteraria 6iser%ata IPMABA9IMP.
4, %ietata la riproduzione anc*e parziale se non esplicita!ente autorizzata
IPMA
N
G IPMA L('(l A
N
G IPMA L('(l B
)& 5*.5*&(t< )& IPMA I/t(*/a-&./al(.

14 alla Certificazione IPMA V1.1

Moving Society Forward
Moving PM Competence Forward
Propriet" Letteraria 6iser%ata IPMABA9IMP.
parziale se non esplicita!ente autorizzata
G IPMA L('(l B
N
G IPMA L('(l C
N
G IPMA l('(l D
N
( IPMA ICB
N
8./. Ma*,A& R(6&8t*at& (
)& 5*.5*&(t< )& IPMA I/t(*/a-&./al(.
Moving PM Competence Forward
8./. Ma*,A& R(6&8t*at& (