Sei sulla pagina 1di 146

Immigrazione, welfare e finanza pubblica

a cura di Lunaria
























Nota redazionale
Hanno collaborato alla stesura del presente rapporto
Grazia Naletto (coordinamento), Agnese Ambrosi, Stefano Cristofari, Maria Luisa Grisafi,
Maria Silvia Olivieri, Chiara Assunta Ricci.
Grafica e impaginazione: Ludovica Valori

Per informazioni e contatti:
Lunaria
Via Buonarroti 39
00185 Roma
Tel. 068841880 fax 068841859
E-mail: antirazzismo@lunaria.org
www.lunaria.org


Il rapporto stato realizzato con il sostegno di




INDICE


Introduzione ...................................................................................................... 5
1. Uno sguardo alla popolazione straniera residente in Italia .......................................... 8
In sintesi ..................................................................................................................................................... 21
2. Il contributo della popolazione straniera al nostro sistema economico ........................... 22
2.1 Linserimento nel mercato del lavoro ............................................................................................ 24
2.2 Il contributo fiscale dei lavoratori stranieri .................................................................................. 32
2.3 I contributi versati dai lavoratori stranieri .................................................................................... 36
2.4 Il contributo dei lavoratori stranieri alla formazione del Prodotto Interno Lordo ................. 37
In sintesi ..................................................................................................................................................... 40
3. Immigrazione e welfare: la stima della spesa imputabile alla popolazione straniera ........... 41
Introduzione .............................................................................................................................................. 41
3.1 Metodologia e fonti di riferimento ................................................................................................. 44
3.2 La spesa per istruzione ..................................................................................................................... 47
3.3 La spesa sanitaria .............................................................................................................................. 30
3.4 La spesa pensionistica ....................................................................................................................... 32
3.5 La spesa per la disoccupazione ....................................................................................................... 33
3.6 La spesa per lesclusione e la protezione sociale ........................................................................ 36
3.7 La spesa per le carceri ...................................................................................................................... 37
3.8 La spesa sociale dei Comuni per "immigrati e nomadi" ............................................................... 38
Conclusioni ................................................................................................................................................ 39
In sintesi ..................................................................................................................................................... 63
4. Le risorse pubbliche destinate all'accoglienza e all'inclusione sociale dei cittadini stranieri .. 64
Introduzione .............................................................................................................................................. 64
4.1 Le risorse per le politiche di "integrazione" gestite dal Ministero del Lavoro e delle
Politiche sociali ......................................................................................................................................... 67
In sintesi ..................................................................................................................................................... 73
4. 2 Il Fondo Europeo per l'Integrazione dei cittadini di Paesi terzi ............................................... 76
In sintesi ..................................................................................................................................................... 83
4.3 Il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR) ............................................. 84
In sintesi ..................................................................................................................................................... 90
4.4 Le risorse stanziate per la cosiddetta "emergenza Nord-Africa" ............................................... 91
In sintesi ................................................................................................................................................... 101
4.5 Il Fondo Europeo per i Rifugiati III 2008-2013 ............................................................................. 102
In sintesi ................................................................................................................................................... 110
4.6 Il Programma Operativo Nazionale Sicurezza Sud - Programmazione 2007-2013 ............. 112
In sintesi ................................................................................................................................................... 120
Conclusioni .................................................................................................... 121
Appendice ..................................................................................................... 130
Bibliografia .................................................................................................... 136



5

Introduzione
"Noi moriamo disoccuali voi ensale a Rom e immigrali". I iI leslo di uno slriscione con iI quaIe e
slala "accoIla" a Lamezia Terme iI 19 IugIio scorso Ia Iresidenle deIIa Camera invilala daI Sindaco a
arleciare aIIa cerimonia di conferimenlo deIIa cilladinanza ilaIiana a 422 bambini e ragazzi "figIi
deII'immigrazione" nali in IlaIia. La rolesla, lull'aIlro che sonlanea, non raresenla un caso
isoIalo. GIi sIogan, i manifesli, i discorsi e i osl sui sociaI nelvork che agilano Io sellro di una
crescenle comelizione lra cilladini ilaIiani e slranieri suI mercalo deI Iavoro cos come neII'accesso
aI veIfare sono numerosi. Ne cosliluisce fra lulli I'esemio iconografico iu cIassico iI manifeslo
eIelloraIe diffuso a San enedello deI Tronlo neI marzo 2011: aIcuni cilladini slranieri sono
raresenlali in fiIa menlre chiedono I'assegnazione di case ooIari, I'accesso ai servizi sociaIi,
agIi asiIi e aIIe scuoIe. In fondo aIIa fiIa si lrova un cilladino ilaIiano. II liloIo deI manifeslo recila:
Indovina chi e semre I'uIlimo.
1

QuaIcuno olrebbe obiellare che si lralla di messaggi veicoIali da minoranze chiassose ma eslreme
e non raresenlalive deII'oinione ubbIica. Giuslo. Tullavia, se insieme a quesli segnaIi
regislriamo anche queIIi che emergono dai sondaggi inlernazionaIi che hanno indagalo Ia
"ercezione" che i cilladini nalivi di diversi aesi hanno deII'imallo deII'immigrazione sui conli
ubbIici
2
e i frequenli riferimenli di amminislralori e raresenlanli isliluzionaIi a falidiche
"sogIie" oIlre Ie quaIi I'inloIIeranza verso i cilladini slranieri sarebbe "da considerarsi aulomalica",
3

e faciIe comrendere che iI !isccrsc suII'insoslenibiIila sociaIe ed economica deII'immigrazione e
lull'aIlro che oco diffuso neI diballilo ubbIico. Un !isccrsc che olrebbe inconlrare un consenso
crescenle in una sociela che sla affronlando con grandi difficoIla gIi esili deIIa crisi economica
ancora in corso.
| !iriiii ncn scnc un ccsic raccogIie I'uIlima arle di un ercorso di ricerca che ha voIulo
confronlarsi con I'esigenza di conlraslare i Iuoghi comuni e Ie inquieludini iu diffuse che

1
La foto dello striscione e il manifesto, insieme a molti altri materiali di propaganda razzista, sono raccolti nella
Galleria degli orrori sul sito di informazione, monitoraggio e approfondimento curato da Lunaria
2
Ne diamo conto sinteticamente nell'introduzione del capitolo tre.
3
Per un riferimento si rimanda al database sul sito www cronachediordinariorazzismo.org


idenlificano Ia resenza di cilladini slranieri come un "eso" insoslenibiIe er iI noslro sislema
economico e sociaIe.
4

In lulli i raorli rodolli Iungo queslo ercorso, abbiamo esIicilalo che iI noslro unlo di
arlenza non e neulraIe. Non condividiamo I'aroccio economicisla che isira lroo sesso Ie
sceIle dei decisori oIilici e Ii induce a disegnare Ie oIiliche migralorie suIIa base di una fredda e
sesso sbrigaliva misurazione dei "cosli/benefici" che carallerizzerebbero iI fenomeno migralorio.
Ci sono, Io ribadiamo, dirilli umani e sociaIi universaIi che dovrebbero essere garanlili a lulli,
incIuso iI dirillo a migrare.
Ma comballere Ia xenofobia, Ie discriminazioni e iI razzismo significa anche confronlarsi con
I'esigenza di infIuenzare iI diballilo ubbIico offrendo argomenlazioni sufficienlemenle soIide er
cambiarne I'indirizzo. QueIIo deI raorlo lra immigrazione, sislema economico e veIfare e uno
degIi argomenli iu uliIizzali er aIimenlare I'inloIIeranza e I'osliIila verso chi roviene da aIlrove.
I dunque oorluno conlribuire a lemalizzarIo neI modo iu corrello ossibiIe.
Le domande con Ie quaIi abbiamo voIulo confronlarci sono soslanziaImenle lre.
L'immigrazione cosliluisce davvero un "rischio" er Ia soslenibiIila deI noslro sislema economico e
di veIfare`
I rovvedimenli discriminalori adollali a IiveIIo IocaIe negIi uIlimi anni, lesi a Iimilare I'accesso dei
cilladini slranieri ad aIcune reslazioni sociaIi, si fondano su un quaIche inougnabiIe
resuoslo emirico`
I infine: Ie oIiliche migralorie e suII'immigrazione sin qui reaIizzale sono Ie iu giusle e Ie iu
"soslenibiIi" daI unlo di visla degIi equiIibri deIIa finanza ubbIica`
I dali e Ie informazioni raccoIli ci consegnano una risosla negaliva a lulle e lre Ie domande.
NaluraImenle quaIsiasi raresenlazione di un fenomeno comIesso e condizionala daI unlo di
visla di chi Io osserva, daII'ambilo di indagine resceIlo e daIIe melodoIogie uliIizzale er
osservarIo. Ier risondere aIIe domande sora indicale, | !iriiii ncn scnc un ccsic roone in

4
Questo lavoro stato svolto nell'ambito dell'omonimo progetto nel corso del quale sono stati pubblicati altri due
dossier: Costi disumani. La spesa pubblica per il "contrasto" dell'immigrazione irregolare e Segregare costa. La spesa
per i "campi nomadi" a Napoli, Roma e Milano, quest'ultimo realizzato in collaborazione con Berenice, OsserVazione e
Compare, entrambi disponibili on-line sul sito di Lunaria www.lunaria.org.

7

rimo Iuogo un quadro aggiornalo deIIa ooIazione slraniera residenle in IlaIia (cailoIo uno),
deIIa sua dislribuzione neI mercalo deI Iavoro, deI suo imallo fiscaIe e deI suo conlribulo aI
Irodollo Inlerno Lordo (cailoIo due). Una slima deIIa sesa sociaIe imulabiIe aIIa ooIazione
slraniera viene offerla neI lerzo cailoIo menlre neI quarlo viene roosla una ricognizione deIIe
risorse ubbIiche secificamenle dedicale aII'accogIienza e aII'incIusione sociaIe dei migranli.
La risosla aIIa lerza domanda e affidala aIIe concIusioni che confronlano i dali raccoIli neI dossier
Ccsii !isunani. Ia spcsa pu|||ica pcr i| ccnirasic a||innigrazicnc irrcgc|arc con queIIi qui resenlali,
raorlandoIi aIIa sesa ubbIica comIessiva.
"L'aIIarme" che lanlo aassiona i movimenli xenofobi e nazionaIisli, Ie reoccuazioni che
agilano moIli dei noslri amminislralori IocaIi, Ia "rudenza" che conlraddislingue iI governo deIIe
oIiliche migralorie, si riferiscono, secondo Ie noslre slime reIalive aII'anno 2011, aI 2,07% deIIa
sesa ubbIica comIessiva se consideriamo congiunlamenle Ia sesa sociaIe imulabiIe (con
quaIche riserva) ai cilladini slranieri e gIi slanziamenli deslinali aIIe oIiliche di conlraslo, di
accogIienza e di incIusione sociaIe dei migranli. Se invece reslringiamo iI camo di osservazione
aIIe oIiliche er cos dire "dedicale", gIi slanziamenli er Ie oIiliche di accogIienza e di incIusione
sociaIe dei migranli raresenlano Io 0,017% deIIa sesa ubbIica comIessiva risello aIIo 0,034%
di incidenza degIi slanziamenli deslinali aIIe oIiliche deI rifiulo.
I qui e d'obbIigo evidenziare Io squiIibrio che Lunaria, neII'ambilo deIIa camagna SbiIanciamoci!,
denuncia da lemo: Io Slalo invesle oco neI governo di un fenomeno che e ormai slrulluraIe, ma
invesle anche maIe. Mediamenle gIi slanziamenli ordinari deslinali aIIe oIiliche di accogIienza e
di incIusione sociaIe dei migranli si aggirano inlorno ai 123,8 miIioni di euro I'anno, ari a circa Ia
mela di queIIi mediamenle deslinali aIIe oIiliche deI rifiulo, circa 247 miIioni I'anno.
Guardare aI fuluro significa ribaIlare queslo raorlo e cambiare aroccio. II rifiulo cosla lroo,
e disumano e inefficace. Inveslire neII'accogIienza, neII'incIusione sociaIe, neIIa garanzia dei dirilli
di cilladinanza e cio che serve. La noslra seranza e che queslo Iavoro offra slimoIi sufficienli er
andare in laIe direzione e, dunque, er guardare iu Ionlano di quanlo e slalo fallo fino ad oggi.





1. Uno sguardo alla popolazione straniera residente in Italia
L'uIlimo iIancio Demografico NazionaIe deII'Islal riIeva che aI 1 gennaio 2013 i cilladini slranieri
residenli in IlaIia sono iu di 4 miIioni e 300miIa, circa iI 7,4% deII'inlera ooIazione residenle suI
lerrilorio nazionaIe cosliluila da 59.685.227 ersone.
La TavoIa 1.1 fornisce una rima raresenlazione di dellagIio deIIa resenza slraniera in IlaIia
roonendo un imorlanle confronlo lemoraIe. I dali moslrano come negIi uIlimi anni Ia
resenza slraniera sia nolevoImenle aumenlala assando dai circa 2 miIioni e 400miIa slranieri
regislrali iI 1 gennaio 2005 agIi oIlre 4 miIioni deI 2010 e degIi anni successivi, con una variazione
ercenluaIe ari aII'83%.
Tavn!a 1.1 Rcsidcnti ita!iani c stranicri a! 1 gcnnain. Anni 2005-2013, va!nri assn!uti.
Rcsidcnti 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013
Slranieri 2.402.157 2.670.514 2.938.922 3.432.651 3.891.295 4.235.059 4.570.317 4.053.599 4.387.721
IlaIiani 56.060.218 56.081.197 56.192.365 56.186.639 56.153.773 56.105.269 56.056.125 55.340.608 55.297.506
TolaIe 58.462.375 58.751.711 59.131.287 59.619.290 60.045.068 60.340.328 60.626.442 59.394.207 59.685.227
|cnic. |siai, Bi|ancic Ocncgrajicc Nazicna|c
Considerala Ia soslanziaIe slabiIila deI numero di residenli con cilladinanza ilaIiana, Ia crescila
deIIa ooIazione lolaIe e imulabiIe aI significalivo incremenlo deIIa comonenle slraniera che,
in ochi anni, ha modificalo in maniera soslanziaIe Ia comosizione demografica deIIa
ooIazione resenle in IlaIia (TavoIa 1.2).
Tavn!a 1.2 Rcsidcnti ita!iani c stranicri a! 1 gcnnain. Anni 2005-2013, va!nri pcrccntua!i.
Rcsidcnti 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013
Slranieri 4,11 4,55 4,97 5,76 6,48 7,02 7,54 6,82 7,35
IlaIiani 95,89 95,45 95,03 94,24 93,52 92,98 92,46 93,18 92,65
TolaIe 100 100 100 100 100 100 100 100 100
|cnic. c|a|crazicni su !aii |siai, Bi|ancic Ocncgrajicc Nazicna|c
La Iigura 1.1 moslra graficamenle Ia crescila dei cilladini slranieri dislinguendo er sesso,
ermellendoci di Ieggere un fenomeno di riIevanle inleresse: neI 2007 iI numero di donne slraniere
ha sueralo queIIo dei maschi slranieri, inverlendo cos iI raorlo che vedeva una maggiore
resenza maschiIe risello a queIIa femminiIe. Quesla lendenza si e accenluala negIi anni
successivi e neI 2013 iI numero di donne con cilladinanza slraniera e ari a 2 miIioni e 327miIa,
circa 270miIa ersone in iu risello ai cilladini slranieri maschi. A ogni modo, come vedremo in

9

seguilo, va lenulo resenle che Ia comosizione er genere resla diversificala a seconda dei aesi
di origine.
Figura 1.1 Rcsidcnti stranicri a! 1 gcnnain pcr scssn. Anni 2005-2013.

L'incidenza dei cilladini slranieri risuIla iu eIevala neIIe regioni deI Cenlro-Nord (9,7% neI Nord-
ovesl, 10,2% neI Nord-esl e 9,1% neI Cenlro a inizio 2013), risello aIIe regioni deI Sud e deIIe IsoIe,
dove Ia quola di slranieri residenli raggiunge, risellivamenle, aena iI 3,2% e iI 2,6% deIIa
ooIazione.
5

NeI 2013, iI maggior numero di slranieri (TavoIa 1.3) risiede in Lombardia dove abila iI 23,44% dei
cilladini con nazionaIila slraniera resenli in IlaIia oIlre 1 miIione di ersone, iI 10,5% risello
aII'inlera ooIazione deIIa regione , seguono I'ImiIia Romagna, iI Venelo e iI Lazio ciascuna
deIIe quaIi osila circa mezzo miIione di residenli di cilladinanza non ilaIiana.









5
Istat, Bilancio Demografico Nazionale 2012
1.226.712
1.330.388
1.473.073
1.701.817
1.913.602
2.063.407
2.201.211
1.892.169
2.039.733
1.173.443
1.319.926
1.463.849
1.730.834
1.977.693
2.171.632
2.369.106
2.161.430
2.327.968
1.000.000
1.200.000
1.400.000
1.600.000
1.800.000
2.000.000
2.200.000
2.400.000
2.600.000
2003 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013
8esldenu sLranlerl maschl 8esldenu sLranlerl femmlne


Tavn!a 1.3 Indicatnri dc!!a struttura dcmngraIica pcr cittadinanza c rcginnc. Annn 2013, dati a! 1
gcnnain.
Rcginni/
Ripartizinni
Rcsidcnti
Cnmpnsizinnc pcr
cittadinanza (%)
Distribuzinnc pcr
tcrritnrin (%)
Ita!iani 5tranicri Tnta!c Ita!iani 5tranicri Tnta!c Ita!iani 5tranicri Tnta!c
Lombardia 8.765.862 1.028.663 9.794.525 89,5 10,5 100 15,85 23,44 16,41
ImiIia-Romagna 3.888.998 488.489 4.377.487 88,84 11,16 100 7,03 11,13 7,33
Venelo 4.394.726 487.030 4.881.756 90,02 9,98 100 7,95 11,1 8,18
Lazio 5.079.732 477.544 5.557.276 91,41 8,59 100 9,19 10,88 9,31
Iiemonle 3.989.056 384.996 4.374.052 91,2 8,8 100 7,21 8,77 7,33
Toscana 3.342.067 350.761 3.692.828 90,5 9,5 100 6,04 7,99 6,19
Camania 5.598.812 170.938 5.769.750 97,04 2,96 100 10,12 3,9 9,67
Marche 1.405.355 139.800 1.545.155 90,95 9,05 100 2,54 3,19 2,59
SiciIia 4.860.522 139.410 4.999.932 97,21 2,79 100 8,79 3,18 8,38
Liguria 1.445.181 119.946 1.565.127 92,34 7,66 100 2,61 2,73 2,62
IriuIi-Venezia G. 1.119.292 102.568 1.221.860 91,61 8,39 100 2,02 2,34 2,05
IugIia 3.954.672 96.131 4.050.803 97,63 2,37 100 7,15 2,19 6,79
Umbria 793.445 92.794 886.239 89,53 10,47 100 1,43 2,11 1,48
Trenlino-AIlo A. 948.887 91.047 1.039.934 91,24 8,76 100 1,72 2,08 1,74
Abruzzo 1.237.568 74.939 1.312.507 94,29 5,71 100 2,24 1,71 2,2
CaIabria 1.884.169 74.069 1.958.238 96,22 3,78 100 3,41 1,69 3,28
Sardegna 1.604.769 35.610 1.640.379 97,83 2,17 100 2,9 0,81 2,75
asiIicala 561.466 14.728 576.194 97,44 2,56 100 1,02 0,34 0,97
VaIIe d'Aosla 118.696 9.148 127.844 92,84 7,16 100 0,21 0,21 0,21
MoIise 304.231 9.110 313.341 97,09 2,91 100 0,55 0,21 0,52
ITALIA 55.297.506 4.387.721 59.685.227 92,65 7,35 100 100 100 100
|cnic. |siai

Considerando Ie aree di origine di lulli i cilladini slranieri resenli in IlaIia (TavoIa 1.4), i dali
ufficiaIi disonibiIi si fermano aI 2011 e moslrano come i migranli abbiano, in gran arle, origine
euroea. II 25,5% degIi slranieri resenli in IlaIia roviene dai aesi di nuova adesione e iI 23,9%
daII'Iuroa Cenlro OrienlaIe. SoIo iI 3,7% di chi ha cilladinanza non ilaIiana roviene dai aesi
deII'area euro. II 21% deIIa ooIazione slraniera roviene daI conlinenle africano, di cui iI 14,9%
daII'area sellenlrionaIe. I cilladini slranieri rovenienli daII'Asia sono iI 16,8%, di cui Ia gran arle
deII'area cenlraIe (8% suI lolaIe degIi slranieri). Infine, I'8,1% deIIa ooIazione slraniera residenle
ha cilladinanza americana ed e quasi lolaImenle originaria dei Iaesi deII'America cenlraIe e
meridionaIe (7,7%).



11

Tavn!a 1.4 Rcsidcnti stranicri pcr scssn c arca gcngraIica, 1 gcnnain 2011.
Arcc gcngraIichc Maschi Fcmminc Tnta!c % rispcttn a!
tnta!c
EUROPA 1.057.522 1.383.945 2.441.467 53,4
|urcpa 15 67.550 103.801 171.351 3,7
Pacsi !i nucta a!csicnc (a) 500.175 663.294 1.163.469 25,5
Iuroa 27 567.725 767.095 1.334.820 29,2
Iuroa cenlro-orienlaIe (aesi non Ue) (b) 484.232 609.891 1.094.123 23,9
AIlri aesi euroei 5.565 6.959 12.524 0,3
AFRICA 585.628 400.843 986.471 21,6
Africa sellenlrionaIe 404.887 274.042 678.929 14,9
AIlri aesi africani 180.741 126.801 307.542 6,7
A5IA 416.230 350.282 766.512 16,8
Asia orienlaIe 171.698 194.608 366.306 8
AIlri aesi asialici 244.532 155.674 400.206 8,8
AMERICA 140.321 232.064 372.385 8,1
America sellenlrionaIe 8.139 10.060 18.199 0,4
America cenlro-meridionaIe 132.182 222.004 354.186 7,7
OCEANIA 1.049 1.593 2.642 0,1
AoIidi 461 379 840 0
TOTALE 2.201.211 2.369.106 4.570.317 100
(a) Comrende i 10 aesi che sono enlrali a far arle deIIa UI iI 1 maggio 2004 (ReubbIica Ceca, SIovacchia, Islonia,
Lellonia, Liluania, IoIonia, SIovenia, Ungheria, Ciro e MaIla) e i 2 aesi che sono enlrali iI 1 gennaio 2007 (Romania e
uIgaria).
(b) Non sono comresi i aesi che, ur aarlenendo geograficamenle aII'area deII'Iuroa cenlro-orienlaIe, neI corso
deI lemo sono enlrali a far arle deII'Unione Iuroea. Sono comresi invece i seguenli aesi: Croazia, Serbia,
Monlenegro, Kosovo, osnia-Irzegovina, Macedonia, Russia, Ucraina, ieIorussia, MoIdova, AIbania, Turchia.
|cnic. |siai, |a pcpc|azicnc siranicra rcsi!cnic in |ia|ia

Guardando i dali Islal disaggregali er singoIa cilladinanza e inserili neIIa Iigura 1.2 che riorla Ie
rime 16 cilladinanze er numero di residenli, aI 1 gennaio 2011 Ia comunila slraniera iu
numerosa risuIla queIIa romena (oIlre iI 21,2% degIi slranieri residenli), seguila da queIIa aIbanese
(10,6%) e da queIIa marocchina (9,9%). GIi slranieri di nazionaIila diverse da queIIe aena
menzionale, non suerano invece iI 5% deI lolaIe deIIa ooIazione non ilaIiana.


Figura 1.2 Rcsidcnti stranicri pcr cittadinanza, 1 gcnnain 2011.

La TavoIa 1.5 riorla Ia dislribuzione dei residenli divisi er sesso deIIe rime cinque comunila iu
resenli in IlaIia e melle in Iuce una dislribuzione er genere differenziala a seconda dei diversi
aesi di origine. La ercenluaIe di donne e ari aII'80% neI caso deII'Ucraina e aI 55% neI caso deIIa
comunila romena. La coIIellivila aIbanese e, in modo inferiore, queIIa cinese si carallerizzano
invece er una revaIenza di maschi (risellivamenle iI 53,7% e iI 51,6% deIIe risellive
ooIazioni).
Tavn!a 1.5 Rcsidcnti stranicri pcr cittadinanza c scssn, 1 gcnnain 2011.
Maschi Iemmine % Maschi % Iemmine TolaIe
Romania 439.311 529.265 45,4 54,6 968.576
AIbania 259.352 223.275 53,7 46,3 482.627
Marocco 254.906 197.518 56,3 43,7 452.424
Cina 108.418 101.516 51,6 48,4 209.934
Ucraina 40.617 160.113 20,2 79,8 200.730
|cnic. |siai

A arlire daI 2008 I'Islal diffonde ed eIabora dali deI Minislero deII'Inlerno reIalivi ai cilladini
slranieri liloIari di un vaIido documenlo di soggiorno, che non comrendono i cilladini
deII'Unione Iuroea lra cui queIIi rovenienli da aesi di nuova adesione (come romeni e buIgari).
Da quesli dali (TavoIa 1.6) si evince che oIlre I'85% dei 4 miIioni e 300miIa slranieri residenli in
21,19
10,36
9,90
4,39
4,39
2,94 2,87
2,63
2,39 2,33
2,16
2,00 1,98 1,97
1,80 1,77
0
3
10
13
20
23
8
o
m
a
n
l
a

A
l
b
a
n
l
a

M
a
r
o
c
c
o

C
l
n
e
s
e
,
8
e
p
.

o
p
.

u
c
r
a
l
n
a

l
l
l
l
p
p
l
n
e

M
o
l
d
o
v
a

l
n
d
l
a

o
l
o
n
l
a

1
u
n
l
s
l
a

e
r
u
'

L
c
u
a
d
o
r

L
g
l
u
o

M
a
c
e
d
o
n
l
a
,

8
e
p
u
b
b
l
l
c
a

d
l

8
a
n
g
l
a
d
e
s
h

S
r
l

L
a
n
k
a


13

IlaIia aI 1 gennaio 2013 roviene da un aese non comunilario. La quola di cilladini non
comunilari risello aI lolaIe degIi slranieri residenli e lendenziaImenle cresciula lra iI 2008 e iI
2010, er oi abbassarsi Iievemenle neI 2011. NeI 2012 i cilladini non comunilari regoIarmenle
resenli sono oIlre 3 miIioni e 600miIa, I'89,74% degIi slranieri suI lerrilorio nazionaIe, e neI 2013
aumenlano di oIlre 100miIa individui, regislrando ero una riduzione reIaliva risello aI lolaIe
degIi slranieri residenli (85,79%).
A differenza di quanlo osservalo er I'inlera ooIazione slraniera residenle (Iigura 1.1), Ia Iigura
1.3 evidenzia come, lra i cilladini non comunilari, Ia quola di maschi sueri queIIa deIIe femmine
er lulli gIi anni considerali: iI divario lra i due generi e lullavia inferiore aIIe 60miIa unila neI
2010, 2012 e 2013.
Figura 1.3 Rcsidcnti stranicri nnn cnmunitari a! 1 gcnnain pcr scssn. Anni 2005-2013.

1.339.004
1.338.636
1.728.943
1.823.036
1.837.082
1.907.343
1.262.376
1.448.833
1.669.071
1.711.006
1.800.642
1.836.693
1.000.000
1.100.000
1.200.000
1.300.000
1.400.000
1.300.000
1.600.000
1.700.000
1.800.000
1.900.000
2.000.000
2008 2009 2010 2011 2012 2013
Maschl lemmlne
Tavn!a 1.6 Cittadini nnn cnmunitari rcgn!armcntc prcscnti a! 1 gcnnain. Anni 2008-2013.

2008 2009 2010 2011 2012 2013
Maschi 1.359.004 1.538.656 1.728.945 1.825.056 1.837.082 1.907.543
Iemmine 1.262.576 1.448.833 1.669.071 1.711.006 1.800.642 1.856.693
TolaIe 2.621.580 2.987.489 3.398.016 3.536.062 3.637.724 3.764.236
Pcrccntua!c rispcttn a! tnta!c
dcg!i stranicri rcsidcnti
76,37 76,77 80,24 77,37 89,74 85,79
|cnic. !aii !c| Minisicrc !c|||nicrnc, siina |siai !ci iiic|ari !i un !ccuncnic !i scggicrnc in tigcrc a inizic annc c !ci
nincri a| scguiic


La TavoIa 1.7 riorla iI numero di cilladini non comunilari er area geografica di rovenienza e
fasce d'ela. OIlre 1 miIione 187miIa cilladini slranieri rovengono da aesi euroei non
comunilari, Ia cui maggioranza (iI 22%, ossia 261miIa individui) ha meno di 18 anni. Una slrullura
demografica simiIe e osservabiIe er i cilladini africani (un miIione e 150miIa) resenli
regoIarmenle in IlaIia, di cui iI 29% ha un'ela comresa lra 0 e 17 anni, e er chi roviene daII'Asia
(un miIione e 5miIa individui) che neI 24% dei casi non ha ancora comiulo 18 anni a inizio 2013.
Tavn!a 1.7 Cittadini nnn cnmunitari rcgn!armcntc prcscnti pcr c!assc di cta c arca gcngraIica, a! 1
gcnnain 2013. Dati in mig!iaia.
Arcc gcngraIichc
CIassi di ela

>17 18-24 25-29 30-34 35-39 40-44 45-49 50-54 55-59 >60 TolaIe

EUROPA 261,16 122,35 115,11 122,96 118,77 107,96 93,86 89,98 67,26 88,20 1.187
Cenlro-orienlaIe 261,05 122,32 115,04 122,79 118,50 107,50 93,18 89,35 66,74 85,59 1.182
AIlri aesi non comunilari 0,11 0,02 0,08 0,17 0,27 0,46 0,68 0,62 0,52 2,61 5,53
AFRICA 330,45 89,08 109,99 138,02 143,41 123,35 91,55 54,54 29,63 40,15 1.150
SellenlrionaIe 244,82 54,39 72,52 94,88 95,68 80,46 60,99 35,84 20,50 31,45 791,51
OccidenlaIe 73,45 27,85 27,67 33,33 38,55 35,06 25,04 15,33 6,97 4,17 287,41
OrienlaIe 6,70 4,35 6,45 6,26 5,76 5,24 3,89 2,49 1,67 3,82 46,62
Cenlro-meridionaIe 5,48 2,49 3,35 3,56 3,42 2,60 1,64 0,88 0,49 0,72 24,64
A5IA 242,53 97,59 109,54 134,07 126,91 107,21 78,36 49,07 29,71 30,80 1.005
OccidenlaIe 6,15 4,16 5,95 5,87 4,73 4,12 3,57 3,50 2,32 3,50 43,86
Cenlro-meridionaIe 119,48 43,03 56,95 74,57 63,10 46,35 30,25 18,83 10,25 10,13 472,95
OrienlaIe 116,90 50,40 46,64 53,63 59,08 56,74 44,55 26,74 17,14 17,17 488,99
AMERICA 74,01 40,45 38,80 52,47 52,93 47,54 38,89 27,77 18,11 26,52 417,5
SellenlrionaIe 6,70 3,44 2,64 2,84 3,02 3,64 3,80 3,48 2,56 6,04 38,13
Cenlro-meridionaIe 67,31 37,01 36,16 49,63 49,91 43,90 35,09 24,30 15,55 20,48 379,35
OCEANIA 0,21 0,22 0,21 0,28 0,29 0,32 0,24 0,20 0,18 0,49 2,6
AoIidi 0,18 0,04 0,05 0,06 0,06 0,03 0,03 0,02 0,02 0,08 0,56
TOTALE 909 350 374 448 442 386 303 222 145 186 3.764
|cnic. c|a|crazicni |siai su !aii !c| Minisicrc !c|||nicrnc
Osservando Ie rime venli nazionaIila non comunilarie maggiormenle resenli in IlaIia neI 2013
(TavoIa 1.8) emerge come Ia comunila iu numerosa sia queIIa marocchina: oIlre 513miIa
individui, un numero ari aI 13,64% dei cilladini non comunilari regoIarmenle resenli, aII'11,7%
deI lolaIe degIi slranieri residenli e a oIlre iI 44% di chi ossiede roviene daI conlinenle africano.
Seguono a oca dislanza i cilladini aIbanesi, iu di 479miIa ersone, e queIIi cinesi che sono iu di
300miIa individui.


15

Tavn!a 1.8 Cittadini nnn cnmunitari rcgn!armcntc prcscnti pcr principa!i pacsi di cittadinanza, a! 1
gcnnain 2013.
Pacsi di cittadinanza Tnta!c
% rispcttn ai nnn cnmunitari
rcgn!armcntc prcscnti
% rispcttn a! tnta!c dcg!i
stranicri rcsidcnti
Marocco 513.374 13,64 11,70
AIbania 497.761 13,22 11,34
Cina, Re.IooIare 304.768 8,10 6,95
Ucraina 224.588 5,97 5,12
IiIiine 158.308 4,21 3,61
India 150.462 4,00 3,43
MoIdova 149.231 3,96 3,40
Igillo 123.529 3,28 2,82
Tunisia 121.483 3,23 2,77
angIadesh 113.811 3,02 2,59
Ieru 109.374 2,91 2,49
Serbia/ Kosovo/ Monlenegro (a) 106.498 2,83 2,43
Sri Lanka 98.679 2,62 2,25
Iakislan 97.921 2,60 2,23
SenegaI 92.371 2,45 2,11
Icuador 90.300 2,40 2,06
Macedonia, ex Re.}ugosIava 83.448 2,22 1,90
Nigeria 66.631 1,77 1,52
Ghana 56.021 1,49 1,28
rasiIe 46.964 1,25 1,07
AIlri aesi 558.714 14,84 12,73
Tnta!c 3.764.236 100 85,79
(a) L'informazione suIIa cilladinanza riorlala suI documenlo di soggiorno aI momenlo deII'eIaborazione non consenle
un'esalla dislinzione lra i cilladini dei lre Slali.
|cnic. c|a|crazicni |siai su !aii !c| Minisicrc !c|||nicrnc
I dali sui cilladini slranieri non comunilari in ossesso di un vaIido documenlo di
soggiorno eIaborali e diffusi daII'Islal (fonle Minislero deII'Inlerno) offrono informazioni sui
molivi deIIa resenza in IlaIia deIIa ooIazione slraniera. I crileri di eIaborazione dei dali er
I'uliIizzo slalislico degIi slessi sono cambiali negIi anni er migIiorarne Ia quaIila in base aI
RegoIamenlo (CI) 862/2007 reIalivo aIIe slalisliche comunilarie in maleria di migrazione e di
rolezione inlernazionaIe e aIIe indicazioni fornile da Iuroslal.
Le rinciaIi revisioni di cui bisogna lenere conlo neIIa Iellura dei vaIori riorlali neIIe TavoIe 1.9 e
1.10 sono Ie seguenli: 1) a arlire daI 2008 Ia serie slalislica sui ermessi di soggiorno non
comrende iu i cilladini deII'Unione Iuroea er i quaIi, in base aI D.Lgs. n. 30/07, non e iu
revislo iI riIascio deI documenlo di soggiorno, 2) a arlire daI 2008 i dali comrendono anche i
minori regislrali suI ermesso di un aduIlo, sebbene I'archivio dei ermessi di soggiorno, er
rilardi di regislrazione, sollovaIuli iI numero di minori, 3) a arlire daI 2011 sono escIusi daI


conleggio i soggiornanli di Iungo eriodo (ersone che hanno una carla di soggiorno o un
ermesso di soggiorno CI di Iungo eriodo).
La TavoIa 1.9 evidenzia che aI 1 gennaio 2013 oIlre 1 miIione e 700miIa ersone ossiedono un
ermesso di soggiorno, riIascialo a circa 833miIa individui er molivi di Iavoro e a 703miIa er
molivi famiIiari.
Tavn!a 1.9 Pcrmcssi di sngginrnn pcr mntivn dc!!a prcscnza, a! 1 gcnnain. Anni 2005-2013, va!nri assn!uti.

Mntivi dc!!a prcscnza
Anni Lavoro IamigIia
Residenza
eIelliva
ReIigione Sludio AsiIo
Richiesla
asiIo e
umanilari
AIlro TolaIe
2005 1.412.694 624.404 61.876 53.249 40.355 6.897 15.697 30.376 2.245.548
2006 1.419.285 682.365 41.573 34.251 48.718 7.711 15.838 36.283 2.286.024
2007 1.463.058 763.744 44.847 32.081 51.625 8.613 20.913 30.091 2.414.972
2008 1.239.263 680.225(b) 11.452 24.297 45.458 9.996 25.791 26.645 2.063.127
2009 1.387.063 1.424.680(b) 12.525 26.177 46.836 12.271 41.239 36.698 (a) 2.987.489
2010 1.612.541 1.608.322 (b) 11.624 24.433 49.908 13.645 43.358 34.185 3.398.016
2011 (c) 1.054.659 691.256 (b) 6.243 25.076 40.833 16.747 39.640 22.874 1.897.328
2012 (c) 1.001.643 586.012 (b)
Voce incIusa
in "aIlro"
Voce
incIusa in
"aIlro"
49.012
Voce incIusa
in "richiesla
asiIo e
umanilari"
53.034 51.800 1.741.501
2013 (c) 833.211 703.229(b)
Voce incIusa
in "aIlro"
Voce
incIusa in
"aIlro"
50.974
Voce incIusa
in "richiesla
asiIo e
umanilari"
76.803 54.357 1.718.574
(a) Sono comresi documenli di soggiorno a lemo indelerminalo rivi deI molivo deIIa resenza (circa 15miIa casi neI
comIesso).
(b) Sono comresi, oIlre ai documenli di soggiorno individuaIi riIasciali er ragioni famiIiari, i minori aI seguilo di un
aduIlo anche se resenle er molivo diverso.
(c) Sono escIusi coIoro che hanno un ermesso di Iungo eriodo o una carla di soggiorno. II dalo reIalivo ai minori di 18
anni e rovvisorio a causa di rilardi neIIa regislrazione deII'informazione.
|cnic. c|a|crazicnc |siai su !aii !c| Minisicrc !c|||nicrnc
NegIi uIlimi anni si evince una significaliva diminuzione in lermini assoIuli dei soggiornanli er
molivi di Iavoro che diminuiscono di 220miIa unila daI 2011 aI 2013. L'andamenlo deI numero di
soggiornanli er molivi famiIiari e invece iulloslo irregoIare essendo quesli iu di un miIione e
400miIa lra iI 2009 e iI 2010 ma meno di 700miIa ersone dei due anni successivi. II numero di
coIoro che soggiornano neI noslro aese con Io slalus di richiedenli asiIo, rifugiali o liloIari di
rolezione umanilaria e invece aumenlalo lra iI 2012 e iI 2013 assando da 53miIa a 76miIa
ersone. Sono cresciuli neI corso degIi anni anche i liloIari di un ermesso di soggiorno er molivi

17

di sludio (quasi 51miIa neI 2013) o er aIlri molivi che incIudono Ia reIigione e Ia residenza eIelliva
(54miIa ersone neII'uIlimo anno).
La considerazione dei vaIori ercenluaIi, maggiormenle comarabiIi da un anno aII'aIlro e
riorlali neIIa TavoIa 1.10, ermelle una Iellura iu immediala deIIe evoIuzioni avvenule neIIa
dislribuzione dei ermessi di soggiorno in base aI molivo deIIa resenza.

Tavn!a 1.10 Pcrmcssi di sngginrnn pcr mntivn dc!!a prcscnza , a! 1 gcnnain. Anni 2005-2013, va!nri
pcrccntua!i.

Mntivi dc!!a prcscnza

Anni
Lavoro IamigIia
Residenza
eIelliva
ReIigione Sludio AsiIo
Richiesla
asiIo e
umanilari
AIlro TolaIe
2005 62,91 27,81 2,76 2,37 1,80 0,31 0,70 1,35 100
2006 62,09 29,85 1,82 1,50 2,13 0,34 0,69 1,59 100
2007 60,58 31,63 1,86 1,33 2,14 0,36 0,87 1,25 100
2008 60,07 32,97 (b) 0,56 1,18 2,20 0,48 1,25 1,29 100
2009 46,43 47,69 (b) 0,42 0,88 1,57 0,41 1,38 1,23 100
2010 47,46 47,33 (b) 0,34 0,72 1,47 0,40 1,28 1,01 100
2011 (c) 55,59 36,43 (b) 0,33 1,32 2,15 0,88 2,09 1,21 100
2012 (c) 57,52 33,65 (b)
Voce
incIusa in
"aIlro"
Voce
incIusa in
"aIlro"
2,81
Voce incIusa in
"richiesla asiIo e
umanilari"
3,05 2,97 100
2013 (c) 48,48 40,92(b)
Voce
incIusa in
"aIlro"
Voce
incIusa in
"aIlro"
2,97
Voce incIusa in
"richiesla asiIo e
umanilari"
4,47 3,16 100
(a) Sono comresi documenli di soggiorno a lemo indelerminalo rivi deI molivo deIIa resenza (circa 15miIa casi neI
comIesso).
(b) Sono comresi, oIlre ai documenli di soggiorno individuaIi riIasciali er ragioni famiIiari, i minori aI seguilo di un
aduIlo anche se resenle er molivo diverso.
(c) Sono escIusi coIoro che hanno un ermesso di Iungo eriodo o una carla di soggiorno. II dalo reIalivo ai minori di 18
anni e rovvisorio a causa di rilardi neIIa regislrazione deII'informazione.
|cnic. c|a|crazicnc |siai su !aii !c| Minisicrc !c|||nicrnc
RisuIla, infalli, evidenle come Ia resenza dei liloIari di ermesso di soggiorno dienda
revaIenlemenle da molivi Iavoralivi (che riguardano una quola di soggiornanli che osciIIa lra iI
46% e iI 63% er lulli gIi anni osservali) e famiIiari (er una quola comresa lra iI 27% e iI 41%
degIi slranieri con un ermesso di soggiorno neI eriodo lra iI 2005 e iI 2013). GIi aIlri molivi di
soggiorno lra cui sludio, richiesla di asiIo e molivi umanilari riguardano una quola di slranieri
significalivamenle iu ridolla che non suera iI 5% in nessuno degIi anni osservali.
Come gia accennalo, negIi uIlimi anni Ie serie aena resenlale escIudono i soggiornanli di Iungo
eriodo (TavoIe 1.9 e 1.10): a arlire daI 2011 I'Islal conleggia, infalli, searalamenle coIoro che


hanno un ermesso di Iungo eriodo o una Carla di soggiorno. Quesli liloIi sono di fallo
equivaIenli oiche daII'8 gennaio 2007 Ia Carla di soggiorno er cilladini slranieri e slala sosliluila
daI Iermesso di soggiorno CI er soggiornanli di Iungo eriodo. II Iermesso di soggiorno CI er
soggiornanli di Iungo eriodo e a lemo indelerminalo e uo essere richieslo soIo da chi ossiede
un Iermesso di soggiorno da aImeno 5 anni e soggiorna in maniera slabiIe e conlinualiva in uno
dei Iaesi Membri deII'Unione Iuroea, come revislo daII'arl. 9 deI Teslo Unico immigrazione.
La TavoIa 1.11 riorla iI numero di soggiornanli di Iungo eriodo er area geografica di
rovenienza aI 1 gennaio 2013 e iI reIalivo vaIore ercenluaIe risello ai cilladini non comunilari
regoIarmenle resenli che rovengono daIIa slessa area geografica.
Tavn!a 1.11 5ngginrnanti di !ungn pcrindn pcr arca gcngraIica, a! 1 gcnnain 2013.
Arcc gcngraIichc

Tnta!c
% rispcttn ai nnn cnmunitari
rcgn!armcntc prcscnti
EUROPA

685.842 57,75
Cenlro-orienlaIe

684.803 57,93
AIlri aesi non comunilari 1.039 18.77
AFRICA

699.545 60,82
SellenlrionaIe

502.638 63,50
OccidenlaIe

166.660 57,99
OrienlaIe

19.581 42,00
Cenlro-meridionaIe

10.666 43,29
A5IA

470.980 46,83
OccidenlaIe

13.444 30,65
Cenlro-meridionaIe

251.605 53,20
OrienlaIe

205.931 42,11
AMERICA

188.488 45,15
SellenlrionaIe

5.753 15,09
Cenlro-meridionaIe

182.735 48,17
OCEANIA

710 26,98
AoIidi

97 17,23
TOTALE

2.045.662 54,34
|cnic. c|a|crazicni |siai su !aii !c| Minisicrc !c|||nicrnc
A inizio 2013, i soggiornanli di Iungo eriodo risuIlano oIlre 2 miIioni e raresenlano quindi iu
deIIa mela (iI 54,34%) deIIa resenza regoIare non comunilaria neI noslro Iaese, ari a 3miIioni e
764miIa individui. I Iungo-soggiornanli africani sono i iu numerosi sia in numero assoIulo (oco
meno di 700miIa ersone) sia in raorlo aIIa Ioro resenza suI lerrilorio (hanno un ermesso di
Iungo eriodo o una Carla di soggiorno neI 61% dei casi). Seguono gIi euroei (iu di 685miIa
individui) e gIi asialici (oIlre 470miIa ersone).

19

La resenza slraniera si slabiIizza suI lerrilorio ilaIiano anche grazie aII'incidenza degIi iscrilli er
nascila e dei minori suIIa ooIazione residenle slraniera. La TavoIa 1.12 moslra una crescila
coslanle dei nali in IlaIia con cilladinanza slraniera: neI 2005 gIi iscrilli slranieri er nascila non
sueravano, infalli, Ie 52miIa unila menlre neI 2012 sono oIlre 79miIa i bambini non ilaIiani nali suI
noslro lerrilorio, circa iI 15% deI lolaIe deIIe nascile. AnaIogamenle, neI eriodo er iI quaIe i dali
sono disonibiIi, si osserva Ia crescila deII'incidenza dei minori suI lolaIe dei residenli slranieri
(ari aI 23,2% neI 2011).
Tavn!a 1.12 Incidcnza iscritti pcr nascita c minnri su pnpn!azinnc rcsidcntc stranicra. Anni 2005-2012.

Pnpn!azinnc stranicra
rcsidcntc a! 31 Diccmbrc
Iscritti stranicri pcr
nascita nc!!'annn di
riIcrimcntn in Ita!ia
Incidcnza iscritti
stranicri pcr nascita
su rcsidcnti stranicri
Minnri
Incidcnza minnri
su rcsidcnti
stranicri
2005 2.670.514 51.971 1,95 585.496 21,92
2006 2.938.922 57.765 1,97 665.625 22,65
2007 3.432.651 64.049 1,87 767.060 22,35
2008 3.891.295 72.472 1,86 862.453 22,16
2009 4.235.059 77.109 1,82 933.693 22,05
2010 4.570.317 78.082 1,71 993.238 21,73
2011 4.053.599 (a) 79.261 1,96 940.385 (b) 23,20
2012 4.387.721 79.894 1,82
Dalo non
disonibiIe
Dalo non
disonibiIe
(a) dalo ricaIcoIalo a arlire dai dali deI censimenlo
(b) dalo censimenlo 9 ollobre 2011
|cnic. !cncisiai.ii
Nonoslanle Ia crisi economica in corso e Ie crescenli difficoIla di inserimenlo Iavoralivo e sociaIe,
aumenla iI numero dei cilladini slranieri che acquisiscono Ia cilladinanza ilaIiana (TavoIa 1.13).
NegIi uIlimi ollo anni Ie acquisizioni di cilladinanza sono assale da 28miIa659 neI 2005 a
65miIa383 neI 2012. L'aumenlo deI numero di acquisizioni si regislra er residenza o malrimonio,
ma sono semre iu anche i minori che acquislano Ia cilladinanza ilaIiana er lrasmissione dai
genilori deIIa cilladinanza e coIoro che, nali neI noslro aese da genilori slranieri, richiedono Ia
cilladinanza ilaIiana aI comimenlo deI diciollesimo anno di ela. Ier quesla arlicoIare calegoria
di ersone Ie norme richiedono, oIlre aI comimenlo deIIa maggiore ela, I'ininlerrolla residenza in
IlaIia daIIa nascila.




Tavn!a 1.13 Acquisizinni di cittadinanza ita!iana. Anni 2005-2012.
Gcncrc Tnta!c
Anni Maschi Iemmine

2005 14.174 14.485 28.659
2006 14.863 20.403 35.266
2007 16.606 28.879 45.485
2008 20.993 32.703 53.696
2009 27.228 32.141 59.369
2010 32.567 33.371 65.938
2011 26.518 29.630 56.148
2012 30.371 35.012 65.383
Tnta!c 183.320 226.624 409.944
|cnic. |siai


21




























In sintesi
La ooIazione di origine slraniera cosliluisce ormai da lemo una resenza slabiIe neI noslro
aese. I cilladini slranieri residenli in IlaIia aII'inizio deI 2013 sono, infalli, iu di 4 miIioni e
300miIa e raresenlano iI 7,4% deII'inlera ooIazione residenle suI lerrilorio nazionaIe. DaI
unlo di visla demografico, I'incremenlo rogressivo deIIa resenza di cilladini slranieri, in
gran arle di origine euroea e residenli revaIenlemenle neIIe regioni deI Cenlro-Nord, ha
comensalo Ia riduzione deIIe nascile e aIIeggerilo iI eso dei rocessi d'invecchiamenlo deIIa
ooIazione auloclona. OIlre I'85% dei cilladini slranieri residenli in IlaIia neI 2013 roviene
da un aese non comunilario: di quesli coIoro che ossiedono un normaIe ermesso di
soggiorno sono iu di un 1 miIione e 700miIa, menlre coIoro che risiedono in maniera slabiIe e
conlinualiva, cIassificali come soggiornanli di Iungo eriodo, sono oIlre due miIioni.
SegnaIi di slabiIizzazione deI fenomeno migralorio neI noslro aese sono anche Ia crescila
deII'incidenza dei minori suI comIesso deIIa ooIazione slraniera (ari aI 23,2% neI 2011,
uIlimo anno er iI quaIe laIe dalo e disonibiIe) e I'aumenlo deI numero di acquisizioni di
cilladinanza ilaIiana da arle degIi slranieri. NegIi uIlimi ollo anni Ie acquisizioni di
cilladinanza sono assale da 28miIa659 deI 2005 a 65miIa383 deI 2012. L'incremenlo si regislra
er residenza o malrimonio, ma crescono anche i minori che acquislano Ia cilladinanza ilaIiana
er lrasmissione dai genilori deIIa cilladinanza e coIoro che, nali neI noslro aese da genilori
slranieri, richiedono Ia cilladinanza ilaIiana aI raggiungimenlo deIIa maggiore ela.




2. Il contributo della popolazione straniera al nostro sistema economico

II diballilo suII'imallo che Ia resenza dei cilladini slranieri delermina suI noslro sislema
economico, suI mercalo deI Iavoro e suIIa soslenibiIila deI noslro sislema di veIfare e di Iunga dala
ma si e nolevoImenle sviIualo, in arlicoIare neIIa sua dimensione ubbIica, a arlire daII'inizio
deIIa crisi economico-finanziaria gIobaIe che ha inleressalo anche iI noslro aese.
Si lralla di un diballilo svoIlo moIlo sesso in modo suerficiaIe e roagandislico in arlicoIare
da arle di queIIe forze oIiliche che cavaIcano slrumenlaImenle Ia crisi, I'inloIIeranza e Ia
xenofobia er fini eIelloraIi.
RisuIla aIIora uliIe documenlare, er quanlo i dali ufficiaIi disonibiIi consenlano di fare, Ie
carallerisliche deIIa resenza dei cilladini slranieri suI mercalo deI Iavoro ilaIiano, iI Ioro
conlribulo aIIa roduzione deI reddilo comIessivo e in quaIe misura conlribuiscano ad aIimenlare
Ia finanza ubbIica lramile iI reIievo fiscaIe.
L'imallo deIIa resenza slraniera suI lessulo rodullivo ilaIiano e consislenle: i cilladini
immigrali assicurano forza Iavoro in moIli sellori e sono delerminanli in diversi comarli
rodullivi, fornendo iI Ioro conlribulo in lermini sesso iu che roorzionaIi risello aIIa Ioro
incidenza numerica
6
.
Cio e innanzilullo delerminalo daI fallo che Ia ooIazione slraniera e mediamenle iu giovane di
queIIa ilaIiana e si concenlra neIIe fasce di ela che sono maggiormenle allive suI mercalo deI
Iavoro. La Iigura 2.1 ermelle di arezzare Ia diversila deIIa slrullura demografica deIIa
ooIazione slraniera e di queIIa ilaIiana. NeI 2011, uIlimo anno er iI quaIe e disonibiIe Ia
dislribuzione dei dali sui residenli slranieri er fasce di ela, iI 46,4% dei cilladini slranieri ha un'ela
comresa lra i 18 e i 39 anni, iI 29,4% ha un'ela comresa lra 40 e i 64 anni menlre soIo iI 2,3% ha
un'ela sueriore ai 65 anni. RisuIlano infine minori iI 21,7% dei residenli slranieri. La dislribuzione
er fasce di ela deIIa ooIazione ilaIiana ha un andamenlo inverso: gran arle deIIa ooIazione
e uIlrasessanlacinquenne (iI 21,7%), i minori raresenlano una quola inferiore (16,4%) risello ai
coelanei slranieri, hanno un'ela comresa lra 18 e 39 anni e lra i 40 e i 64 anni risellivamenle iI
25,9% e iI 35,8% degIi ilaIiani.

6
Caritas e Migrantes (a cura di), Dossier statistico immigrazione 2012, Idos edizioni, Roma, 2012

23

Figura 2.1 Rcsidcnti ita!iani c stranicri pcr c!assc d'cta, 1 gcnnain 2011. Va!nri pcrccntua!i.


Figura 2.1b Rcsidcnti ita!iani c stranicri pcr scssn c c!assc d'cta, 1 gcnnain 2011. Va!nri pcrccntua!i.


21,73
46,49
29,44
2,34
16,48
23,96
33,81
21,73
0
3
10
13
20
23
30
33
40
43
30
0-17 18-39 40-64 63+
8esldenu sLranlerl LoLale 8esldenu lLallanl LoLale
23,43
47,29
27,31
1,93
17,44
27,14
36,30
18,92
20,14
43,73
31,41
2,70
13,37
24,84
33,16
24,43
0
3
10
13
20
23
30
33
40
43
30
0-17 18-39 40-64 63+
8esldenu sLranlerl maschl 8esldenu lLallanl maschl
8esldenu sLranlerl femmlne 8esldenu lLallanl femmlne


2.1 Linserimento nel mercato del lavoro
La iu eIevala arleciazione aI mercalo deI Iavoro dei cilladini slranieri in confronlo aIIa
ooIazione nazionaIe (TavoIa 2.1) e in arle imulabiIe rorio aIIe differenze anagrafiche
esislenli lra i due grui di ooIazione.
7
NeI 2012 risuIlano occuali 2 miIioni 334miIa cilladini
slranieri e 20 miIioni 565miIa ilaIiani: iI lasso di occuazione neIIa fascia d'ela lra i 15 e i 64 anni e
ari aI 60,6% er i cilladini slranieri e aI 56,4% er gIi ilaIiani, con una differenza di 4,2 unli
ercenluaIi lra Ie due ooIazioni.
AnaIizzando i dali suII'occuazione riarlili lerriloriaImenle, emerge che laIe divario e moIlo iu
amio aI Sud (dove e ari a 12 unli ercenluaIi), iu ridollo aI Cenlro (3 unli ercenluaIi)
menlre aI Nord sono gIi ilaIiani a regislrare un lasso di occuazione sueriore di 5,2 unli
ercenluaIi a queIIo degIi slranieri. II lasso di inallivila (disonibiIe soIo fino aII'anno 2011), risuIla
iu aIlo er i cilladini ilaIiani (38,5%), er i cilladini slranieri e ari aI 29%.
Tavn!a 2.1 Tassi di nccupazinnc, disnccupazinnc c inattivita dc!!a pnpn!azinnc ita!iana c stranicra
pcr ripartizinnc gcngraIica. Annn 2012, va!nri pcrccntua!i.
Indicalori Nord Cenlro Mezzogiorno TolaIe
Tasso di occuazione
(15-64 anni)()
IooIazione slraniera 60,5 63,9 55,3 60,6
IooIazione ilaIiana 65,7 60,5 43,3 56,4
Tasso di disoccuazione ()
IooIazione slraniera 14,4 13,2 14,3 14,1
IooIazione ilaIiana 6,4 8,9 17,3 10,3
Tasso di inallivila
(15-64 anni) ()
IooIazione slraniera 28,22 27,1 36,27 29,08
IooIazione ilaIiana 31,04 34,69 49,52 38,62
() Raorlo lra gIi occuali e Ia corrisondenle ooIazione di riferimenlo.
() Raorlo lra Ie ersone in cerca di occuazione e Ie forze di Iavoro.
() Anno 2011. Raorlo lra Ie ersone non aarlenenli aIIe forze di Iavoro e Ia corrisondenle ooIazione
di riferimenlo.
|cnic. |siai, |i|ctazicnc su||c jcrzc !i |atcrc Nci |ia|ia, 2013 c |appcric annua|c, 2013
GIi indicalori raccoIli mellono ero in Iuce come anche i migranli soffrano duramenle gIi effelli
deIIa crisi. Considerando I'inlero lerrilorio nazionaIe neI 2012 iI lasso di disoccuazione ha
raggiunlo iI 14,1% lra i cilladini slranieri, risuIlando di 3,8 unli sueriore a queIIo dei cilladini

7
Istat Istituto nazionale di statistica, Noi Italia, 100 statistiche per capire il paese in cui viviamo 2013, 2013

25

ilaIiani, ari aI 10,3%. NeI Nord IlaIia Ia condizione di chi non ha cilladinanza ilaIiana e
arlicoIarmenle sfavorila: qui iI lasso di disoccuazione dei cilladini slranieri suera di 8 unli
ercenluaIi queIIo degIi ilaIiani (i lassi di disoccuazione si alleslano risellivamenle aI 14,4% e aI
6,4%).
GIi effelli deIIa crisi suII'occuazione slraniera sono ancora iu evidenli anaIizzando i dali
disonibiIi in serie slorica er gIi anni 2005-2012 (TavoIa 2.2).
Tavn!a 2.2 Tassi di nccupazinnc, disnccupazinnc c inattivita dc!!a pnpn!azinnc stranicra in Ita!ia pcr
scssn. Anni 2005-2012, va!nri pcrccntua!i.
Anni
Tassn di nccupazinnc

Tassn di disnccupazinnc

Tassn di inattivita
(20-64 anni) (15-64 anni)
Uomini Donne TolaIe

Uomini Donne TolaIe

Uomini Donne TolaIe
2005 87,46 51,97 69,76

6,82 15,32 10,16

12,5 42,02 27,08
2006 90,14 53,84 71,66

5,44 13,39 8,63

11,04 41,39 26,32
2007 89,33 54,09 71,36

5,31 12,68 8,29

12,05 41,27 26,78
2008 87,4 55,93 71,23

6,01 11,88 8,45

12,87 40,11 26,73
2009 83,18 55,16 68,67

9,85 13,01 11,19

13,78 40,14 27,33
2010 81,74 53,62 67,03

10,42 13,29 11,64

14,94 41,31 28,6
2011 80,98 53,18 66,21

10,24 14,5 12,11

15,99 40,91 29,08
2012 71,5() 50,8() 60,6()

12,7 15,7 14,1

n.d. n.d. n.d.
() 15-64 anni
|cnic. |siai, |i|ctazicnc su||c jcrzc !i |atcrc Nci |ia|ia, 2013 c |appcric annua|c, 2013
II lasso di occuazione deIIa ooIazione slraniera neI 2005 era ari aI 69,7%, neI 2012 e ari aI
60,6%: Ia variazione negaliva e ari a iu di nove unli ercenluaIi. GIi scarli iu riIevanli risello
aII'anno recedenle si regislrano sorallullo neI 2009 e neI 2012. L'anaIisi er genere evidenzia che
sono sorallullo gIi uomini slranieri ad aver regislralo un caIo deII'occuazione, scesa lra iI 2005 e
iI 2012 di sedici unli ercenluaIi. TaIe diminuzione e soIlanlo in arle comensala daI migIior
andamenlo deII'occuazione femminiIe osilivo fino aI 2011, ma anch'esso negalivo neI 2012.
SecuIarmenle, sebbene in misura meno accenluala, neI eriodo consideralo cresce iI lasso di
disoccuazione: er I'inlera ooIazione slraniera era neI 2005 ari aI 10,1%, neI 2012 e ari aI 14,1.
La variazione iu significaliva riguarda gIi uomini slranieri (+5,8%) menlre resla soslanziaImenle
slabiIe iI lasso di disoccuazione deIIe donne slraniere (+0,3%).
Come e nolo, I'inserimenlo dei Iavoralori immigrali neI mercalo deI Iavoro ilaIiano e carallerizzalo
da un rocesso di elnicizzazione che lende a riservare Ioro i Iavori meno quaIificali e a iu aIla


inlensila di Iavoro.
8
II sellore lerziario, in arlicoIare i Iavori di cura e di assislenza aIIe ersone, Ia
rofessione infermierislica e Ie allivila aIberghiere e deIIa rislorazione, assorbe gran arle deIIa
forza Iavoro slraniera. La crisi non ha modificalo quesle carallerisliche slrulluraIi deIIa domanda
di Iavoro slraniero ma ha evidenzialo che Iaddove essa ha avulo un imallo maggiore, come neI
sellore deII'induslria in senso slrello e deIIe coslruzioni, anche I'occuazione slraniera ne ha
risenlilo. La crisi sembra insomma aver conlribuilo ad accenluare queI rocesso di lerziarizzazione
deII'occuazione slraniera gia in corso da lemo.
La dislribuzione degIi occuali ilaIiani e slranieri er sellore di allivila economica neI 2012, cos
come riIevala daII'Islal neII'ambilo deII'indagine suIIe forze Iavoro (TavoIa 2.3), evidenzia infalli Ia
forle resenza di Iavoralori slranieri neI sellore dei servizi: essi raresenlano iI 62,1% deI lolaIe
deIIa forza Iavoro slraniera occuala. OIlre 1 miIione e 400miIa cilladini slranieri oerano, infalli,
in queslo sellore svoIgendo in gran arle allivila di ausiIio aIIe famigIie: neIIo secifico, coIoro che
forniscono allivila di cura a bambini e anziani e di suorlo aIIa geslione deIIa casa sono iu di
552miIa ersone slraniere, ari aI 23,6% deI lolaIe degIi occuali slranieri, conlro i 167miIa addelli
ilaIiani. Seguono iI sellore deII'induslria in senso slrello che occua iI 18,8% dei Iavoralori slranieri
e queIIo deIIe coslruzioni che ne assorbe iI 14,2%. In vaIori assoIuli quesli sellori occuano
risellivamenle 439miIa e 332miIa ersone slraniere. L'agricoIlura imiega invece 115miIa ersone
slraniere, iI 4,9% degIi occuali non aulocloni.





8
Per unanalisi dellevoluzione del mercato del lavoro straniero si vedano: Carchedi F. (a cura di), La risorsa
inaspettata, Ediesse/Imed, 1999; Pugliese E., L'Italia tra migrazioni internazionali e migrazioni interne, Il Mulino,
2002; Caritas e Migrantes (a cura di), Dossier statistico immigrazione, anni 2005-2012, Idos edizioni; Ministero del
Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione Generale dell'Immigrazione e delle Politiche, Terzo rapporto annuale. Gli
immigrati nel mercato del lavoro in Italia, 2013; Pugliese E. (a cura di), Rapporto immigrazione, Lavoro, sindacato,
societ, IresEdiesse, 2000; Pugliese E., Gli immigrati nel mercato del lavoro e i modelli regionali di inserimento, in
Carchedi F., 1999, pp. 37-58; Strozza S., Gli immigrati stranieri in Italia: caratteristiche e inserimento lavorativo, in
Natale M. (a cura di), Economia e Popolazione, Franco Angeli, Milano, 2002 pp. 435-474; Zanfrini L., La
discriminazione nel mercato del lavoro, in Fondazione Cariplo e Ismu, Quinto rapporto sulle migrazioni 1999, Franco
Angeli, Milano 2000, pp.163-186

27

Tavn!a 2.3 Occupati pcr cittadinanza c scttnrc di attivita ccnnnmica. Annn 2012, va!nri in mig!iaia.
SITTORI DI
ATTIVITA
IlaIiani Slranieri TolaIe
VaIori %
Variazioni
2011-2012
VaIori %
Variazioni
2011-2012
Incidcnza
stranicri
()

Variazioni
2011-2012
VaIori % VaIori % VaIori % VaIori %
AgricoIlura 735 3,6 -13 -1,7 115 4,9 11 11,1 13,5 850 3,7 -2 9,4
Induslria in
senso slrello
4.169 20,3 -72 -1,7 439 18,8 -12 -2,6 9,5 4.608 20,1 -84 -4,3
Coslruzioni 1.422 6,9 -87 -5,8 332 14,2 -5 -1,5 18,9 1.754 7,7 -92 -7,3
Servizi 14.239 69,2 21 0,1 1.449 62,1 88 6,5 9,24 15.688 68,5 109 6,6
!i cui.

Ccnncrcic 3.169 15,4 70 2,2 208 8,9 8 3,8 6,2 3.377 14,7 78 6
A||crgni c
risicrazicnc
1.064 5,2 40 4 210 9 16 8,2 16,5 1.274 5,6 56 12,2
Scrtizi janig|ic 167 0,8 -4 -2,2 552 23,6 73 15,2 76,8 719 3,1 69 13
TOTALE (a) 20.565 100 -151 -0,7 2.334 100 83 3,7 10,2 22.900 100 -68 3
() Raorlo lra gIi occuali slranieri e iI numero comIessivo di occuali er sellore.
(a) II lolaIe incIude Ie Iorze armale anche se non resenli neIIe Irofessioni.
|cnic. |siai, |i|ctazicnc su||c jcrzc !i |atcrc |appcric annua|c, 2013
L'anaIisi deIIe variazioni in lermini assoIuli e reIalivi deI comIesso deIIe forze Iavoro, evidenzia
che lra iI 2011 e iI 2012 iI numero lolaIe degIi occuali e diminuilo di 68.000 unila (-3%).
II sellore lerziario e I'unico a regislrare una variazione osiliva di 109miIa occuali,
rinciaImenle imulabiIe aIIa crescila di queIIi non ilaIiani (+88miIa ersone), menlre gIi aIlri
sellori moslrano lulli una erdila comIessiva. II sellore agricoIo resenla variazioni assoIule degIi
occuali ilaIiani e slranieri lra iI 2011 e iI 2012 di segno discordanle: Ia erdila comIessiva di
2miIa osli di Iavoro e delerminala daIIa diminuzione degIi occuali ilaIiani di 13miIa unila in
gran arle comensala daII'aumenlo di occuali slranieri, 11miIa in iu risello aI 2011. NeI
sellore induslriaIe in senso slrello e in queIIo deIIe coslruzioni diminuiscono anche gIi occuali
slranieri er una quola risellivamenle ari aI 2,6% e aII'1,5%: in lolaIe i Iavoralori slranieri
occuali in quesli due sellori sono neI 2012 17.000 in meno risello aI 2011.
Come osservalo anche daII'Ins
9
, che inlegra neI suo raorlo Ia Iellura dei dali Islal suI mercalo
deI Iavoro degIi slranieri con quanlo emerge dai dali dei Iavoralori assicurali resso I'Ins, Ia
dislribuzione dei Iavoralori di origine immigrala non e dunque uniforme nei vari sellori di Iavoro
e si dislingue daII'andamenlo deII'occuazione roria deI reslo dei Iavoralori. I migranli
seguono, secifiche lraiellorie d'inserimenlo, orienlale sia daIIe esigenze deI mercalo deI Iavoro,

9
Inps Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, IV Rapporto sui lavoratori di origine immigrata negli archivi Inps.
La regolarit del lavoro come fattore di integrazione, Idos edizioni, Roma, 2011


che lende a confinarIi neIIe rofessioni meno quaIificale, iu falicose e a iu basso riconoscimenlo
sociaIe, sia da fallori di nalura diversa e riconducibiIi lanlo aII'azione deIIe reli di soslegno che
Iegano gIi slessi migranli lra di Ioro, quanlo ai frequenli regiudizi dei dalori di Iavoro che sesso
mellono in allo rassi discriminalorie rorio neIIa fase di recIulamenlo deI ersonaIe.
Quesle dinamiche delerminano una concenlrazione dei Iavoralori slranieri neIIe osizioni iu
fragiIi e meno quaIificale, Ie iu basse deIIa iramide occuazionaIe, offrendo scarse oorlunila
di mobiIila occuazionaIe.
L'esame deIIa dislribuzione degIi occuali er quaIifica rofessionaIe (TavoIa 2.4) evidenzia quesla
duaIizzazione deI mercalo deI Iavoro. NeI 2012 iI 36,4% degIi ilaIiani svoIge, infalli, rofessioni er
Ie quaIi e necessario un liloIo di sludio, ma laIe ercenluaIe scende aI 5,9% er gIi occuali
slranieri che sono revaIenlemenle oerai o Iavoralori non quaIificali (in enlrambi i casi circa iI
34,5% deIIa forza Iavoro non ilaIiana).
Tavn!a 2.4 Occupati pcr cittadinanza c !ivc!!n prnIcssinna!c. Annn 2012, va!nri in mig!iaia.
IROIISSIONI
IlaIiani

Slranieri
VaIori %
Variazioni 2011-2012

VaIori %
Variazioni 2011-2012

Incidcnza
stranicri
AssoIule %

AssoIule %

QuaIificale 7.498 36,46 -37,76 -0,50

138 5,91 -11,24 -7,53

1,81
Imiegali
commercio e
servizi
6.268 30,48 55,90 0,90

584 25,02 62,68 12,02

8,52
Oerai 4.894 23,80 -239,28 -4,66

805 34,50 -27,98 -3,36

14,13
Non quaIificale 1.639 7,97 44,70 2,80

807 34,56 59,26 7,93

32,99
TOTALE (a) 20.565 100 -151,08 -0,73

2.334 100 82,57 3,67

10,19
() Raorlo lra gIi occuali slranieri e iI numero comIessivo di occuali er quaIifica.
(a) II lolaIe incIude Ie Iorze armale anche se non resenli neIIe Irofessioni.
|cnic. |siai, |i|ctazicnc su||c jcrzc !i |atcrc |appcric annua|c, 2013
I dali sui IiveIIi rofessionaIi dislinli er genere e cilladinanza, riorlali in serie slorica neIIa TavoIa
2.5 er gIi anni 2008, 2011 e 2012, moslrano come neI corso deI eriodo consideralo Ia dislribuzione
degIi occuali slranieri er quaIifica rofessionaIe sia uIleriormenle eggiorala.




29

Tavn!a 2.5 Occupati pcr cittadinanza, scssn c !ivc!!n prnIcssinna!c, cnmpnsizinnc pcrccntua!c. Anni 2008,
2011, 2012. Va!nri pcrccntua!i.
IROIISSIONI
2008 (a) 2011 2012
IlaIiano Slraniero

IlaIiano Slraniero

IlaIiano Slraniero
Maschi
QuaIificale 35,63 6,35

34,18 5,59

34,55 4,90
Imiegali, commercio 19,71 11,59

21,40 12,18

21,51 12,63
Oerai 36,00 60,31

35,62 56,79

34,60 54,80
Non quaIificale 6,84 21,73

6,89 25,42

7,21 27,67
TOTALI (b) 100 100

100 100

100 100
Fcmminc
QuaIificale 42,55 10,94

39,61 8,02

39,22 7,18
Imiegali, commercio 38,74 35,04

42,61 37,92

43,42 40,57
Oerai 10,70 13,56

8,84 10,39

8,22 9,04
Non quaIificale 7,94 40,46

8,88 43,67

9,07 43,22
TOTALI (b) 100 100

100 100

100 100
(a) Dali riIevali secondo Ia cIassificazione deIIe rofessioni CI2001 e ricodificali secondo Ia nuova cIassificazione CI2011
a arlire daIIe voci rofessionaIi dichiarale dagIi inlervislali.
(b) II lolaIe incIude Ie Iorze armale anche se non resenli neIIe Irofessioni.

|cnic. |siai, |i|ctazicnc su||c jcrzc !i |atcrc |appcric annua|c, 2013
NeI lemo si e verificala, infalli, una riduzione reIaliva di rofessionisli slranieri quaIificali
accomagnala da un incremenlo deIIa quola di occuali slranieri neIIe mansioni di IiveIIo
inferiore, arlicoIarmenle accenlualo lra gIi uomini. Tra quesli uIlimi, i Iavoralori quaIificali sono
assali daI 6,3% deI 2008 aI 4,9% deI 2012, menlre i Iavoralori slranieri non quaIificali sono
aumenlali assando daI 21,7% aI 27,6% in quallro anni. In lullo iI eriodo osservalo, una arle
riIevanle deIIe donne slraniere occuale ha svoIlo rofessioni non quaIificale: erano iI 40,4% neI
2008 e iI 43,22% deI 2012. II confronlo con i coIIeghi slranieri e con Ie coIIeghe ilaIiane evidenzia che
Ia riarlizione er quaIifiche rofessionaIi risuIla sbiIanciala sia in base aIIa cilladinanza che daI
unlo di visla di genere. NeI 2012 svoIgono Iavori non quaIificali iI 27,6% degIi uomini slranieri (si
concenlrano lra gIi oerai) e iI 9% deIIe donne ilaIiane, iu resenli neIIe rofessioni quaIificale e
in queIIe imiegalizie deI commercio.
La diversa coIIocazione dei Iavoralori slranieri neIIa iramide occuazionaIe non uo essere
escIusivamenle imulala aII'esislenza di una differenziazione deI grado di islruzione e di
comelenze lra ilaIiani e slranieri.
I dali riorlali neIIa TavoIa 2.6, riveIano che neI 2012 gIi slranieri sovraislruili (coIoro che svoIgono
un Iavoro che richiede un liloIo di sludio inferiore a queIIo in Ioro ossesso) sono oIlre iI 41%
ercenluaIe maggiore di 21,7 unli risello a queIIa dei Iavoralori ilaIiani iI che denola Ia scarsa


roensione deI mercalo deI Iavoro deI noslro aese a vaIorizzare Ie conoscenze e Ie comelenze
dei Iavoralori slranieri.
Anche Ia quola di solloccuali (individui che dichiarano di aver Iavoralo, er molivi indiendenli
daIIa roria voIonla, meno ore di queIIe che avrebbero olulo o voIulo fare) e iu eIevala lra i
Iavoralori slranieri: neI 2012 e ari aI 10,7% conlro iI 4,6% degIi ilaIiani, dalo er aIlro in crescila
risello agIi anni recedenli.
Tavn!a 2.6 5nttnccupati c snvraistruiti pcr cittadinanza c pcr scssn. Anni 2008-2012. Va!nri pcrccntua!i c
diIIcrcnza in punti pcrccntua!i.

Maschi Iemmine Tnta!c
Solloccuali Sovraislruili Solloccuali Sovraislruili 5nttnccupati 5nvraistruiti
2008
IlaIiani 3,1 16,8 3,6 18,2 3,3 17,3
Slranieri 6,7 33,5 7,3 48,2 7 39,4
Differenza 3,6 16,7 3,7 30 3,7 22,1
2009
IlaIiani 4,1 17,5 4,1 18,7 4,1 18
Slranieri 11,2 35,7 10,2 50,1 10,7 41,7
Differenza 7,1 18,2 6,1 31,4 6,6 23,7
2010
IlaIiani 3,5 18,4 3,7 19,8 3,6 19
Slranieri 10,1 36 10,7 51,1 10,4 42,3
Differenza 6,6 17,6 7 31,3 6,8 23,3
2011
IlaIiani 0,03 18,8 3,5 19,5 3,2 19,1
Slranieri 7,7 34,7 9,7 49,3 8,6 40,9
Differenza 4,7 15,9 6,2 29,8 5,4 21,8
2012
IlaIiani 4,6 19,1 4,7 20,1 4,6 19,5
Slranieri 10,4 34,8 11 49,2 10,7 41,2
Differenza 5,8 15,7 6,3 29,1 6,1 21,7
nuova cIassificazione deIIe rofessioni CI2011.
|cnic. |siai, |i|ctazicnc su||c jcrzc !i |atcrc 2013
La concenlrazione dei Iavoralori immigrali in arlicoIari mansioni e sellori, iI diverso inserimenlo
rofessionaIe, Ie maggiore recariela conlralluaIe e iI verificarsi di fenomeni di discriminazione
delerminano un divario consislenle lra Ie remunerazioni erceile da Iavoralori ilaIiani e
slranieri.
10

La TavoIa 2.7 riorla Ia relribuzione nella mensiIe er cilladinanza e sesso daI 2008 aI 2012. II
differenziaIe saIariaIe lra Iavoralori ilaIiani e slranieri e cresciulo neI lemo, assando da una
media mensiIe di 266 euro neI 2008 a 336 euro neI 2012. Le donne slraniere sono iI gruo che
guadagna meno: neI 2012 erceiscono in media 793 euro nelli di reddilo da Iavoro, conlro i 1.432

10
Onc Organismo Nazionale di Coordinamento per le politiche di integrazione sociale degli stranieri/Cnel Consiglio
Nazionale dellEconomia e del Lavoro, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Il ruolo degli immigrati nel
mercato del lavoro italiano, 2012

31

di un Iavoralore ilaIiano, i 1.146 euro di una Iavoralrice ilaIiana e i 1.120 euro di un Iavoralore
slraniero.
Tavn!a 2.7 Rctribuzinnc nctta mcnsi!c dcg!i ita!iani c stranicri pcr scssn. Anni 2008-2011 (Va!nri assn!uti
in curn, diIIcrcnza in curn).
Relribuzione nella mensiIe (euro)
Maschi Fcmminc Tnta!c
2008
IlaIiani 1.361 1.080 1.239
Slranieri 1.107 787 973
Differenza -254 -293 -266
2009
IlaIiani 1.377 1.105 1.258
Slranieri 1.109 794 971
Differenza -268 -311 -287
2010
IlaIiani 1.407 1.131 1.286
Slranieri 1.118 788 973
Differenza -289 -343 -313
2011
IlaIiani 1.425 1.143 1.300
Slranieri 1.134 804 986
Differenza -291 -339 -314
2012
IlaIiani 1.432 1.146 1.304
Slranieri 1.120 793 968
Differenza -312 -353 -336
nuova cIassificazione deIIe rofessioni CI2011.
|cnic. |siai, |i|ctazicnc su||c jcrzc !i |atcrc |appcric su||a Cccsicnc Sccia|c, 2012
Le donne immigrale subiscono dunque un "doio svanlaggio" che somma gIi effelli negalivi
derivanli daII'aarlenenza di genere e daIIa cilladinanza non ilaIiana, esse sono segregale in
Iavori oco remunerali e risuIlano sesso agale meno (in condizioni di arila di mansioni, di
comelenze e di eserienza rofessionaIe) dei Ioro omoIoghi slranieri o deIIe donne ilaIiane.
11

II basso IiveIIo relribulivo dei Iavoralori slranieri, non sembra delerminare una iu generaIe
lendenza aII'abbassamenlo deIIe relribuzioni di lulli i Iavoralori: come evidenzialo neI raorlo
ubbIicalo daI CneI a novembre 2012, I'effello deIIa concorrenza suI mercalo deI Iavoro lra
Iavoralori slranieri e Iavoralori ilaIiani si osserva soIo neI Cenlro Nord, ma non in misura
slalislicamenle significaliva.
12


11
Pizzalunga D., La doppia discriminazione delle donne immigrate, www.ingenere.it, 15 novembre 2012
12
Onc/Cnel, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, cit.


2.2 Il contributo fiscale dei lavoratori stranieri
Le lavoIe e Ie figure che seguono riorlano i dali deI Minislero deII'Iconomia e deIIe Iinanze
riferili aIIe dichiarazioni fiscaIi reIalive agIi anni di imosla 2005, 2009 e 2011 che riguardano i
conlribuenli nali aII'eslero (idenlificali in base aIIe uIlime cifre deI codice fiscaIe). I dali disonibiIi
non forniscono informazioni suIIa cilladinanza ilaIiana o slraniera dei conlribuenli. Cio imedisce
di quanlificare esallamenle i reddili riferibiIi aIIe soIe ersone di cilladinanza non ilaIiana in
quanlo neIIa calegoria dei cilladini nali aII'eslero sono ricomresi anche i cilladini emigrali ilaIiani
di seconda generazione. Ciononoslanle laIi dali consenlono di avere una buona arossimazione
deII'enlila deI conlribulo che i cilladini slranieri aorlano aI funzionamenlo deI noslro sislema
economico e aIIa finanza ubbIica.
La Iigura 2.2 iIIuslra i dali reIalivi aI numero di conlribuenli nali aII'eslero che hanno resenlalo
un modeIIo di dichiarazione ai fini deII'imosla suI reddilo deIIe ersone fisiche (Iref) e, lra
quesli, di coIoro che, avendo un reddilo sueriore aIIa sogIia di esenzione, hanno agalo
un'imosla osiliva. II numero di conlribuenli nali in aIlri aesi che lrasferiscono lramile
I'imosizione fiscaIe aIIo Slalo ilaIiano una arle di quanlo guadagnano Iavorando risuIla in
crescila: neI 2011 sono 3 miIioni 438miIa, 178miIa in iu risello aI 2009e 980miIa in iu risello aI
2005.
Figura 2.2 Numcrn di nati a!!'cstcrn chc hannn prcscntatn un mndc!!n di dichiarazinnc dci rcdditi c di
nati a!!'cstcrn chc hannn pagatn un'impnsta nctta pcr annn Iisca!c.

2.437.179
3.260.019
3.438.078
1.700.896
2.117.261
2.236.481
1.000.000
1.300.000
2.000.000
2.300.000
3.000.000
3.300.000
4.000.000
2003 2009 2011
lndlvldul nau all'esLero che hanno presenLaLo un modello dl dlchlarazlone del reddlu al nl lrpef
lndlvldul nau all'esLero che hanno pagaLo un'lmposLa neua posluva

33

ComIessivamenle i conlribuenli nali aII'eslero raresenlano neI 2011 I'8,3% dei circa 41,3 miIioni
di conlribuenli che hanno assoIlo I'obbIigo dichiaralivo (erano iI 6% neI 2005 e iI 7,8% neI 2009).
13

Di quesli, circa 2,2 miIioni di cilladini nali aII'eslero neI 2011 hanno conlribuilo osilivamenle aIIe
enlrale fiscaIi neI noslro aese agando un'imosla nella, oIlre mezzo miIione in iu risello aI
2005.
Tavn!a 2.8 Distribuzinnc dc! rcdditn cnmp!cssivn dci cnntribucnti nati a!!'cstcrn. Anni 2005, 2009,
2011. Va!nri in mig!iaia di curn.
Conlribuenli nali aII'eslero

Maschi Iemmine Tnta!c
Anno
TolaIe reddilo
dichiaralo
Media rocaile
TolaIe reddilo
dichiaralo
Media rocaile
Tnta!c rcdditn
dichiaratn
Mcdia prncapitc
2005 9.866.066 9,94 20.581.392 14,2 30.447.458 12,47
2009 13.749.652 10,26 26.425.044 14,12 40.174.697 12,51
2011 15.203.869 10,53 28.396.992 14,62 43.600.861 12,88
|cnic. Minisicrc !c|||ccncnia c !c||c |inanzc, Oipariincnic !c||c |inanzc
Come emerge daIIa TavoIa 2.8, I'ammonlare comIessivo di reddilo dei nali aII'eslero neI 2011 si
allesla a circa 43 miIiardi di euro, iI 5,4% deI reddilo comIessivo dichiaralo in IlaIia, ari a 805
miIiardi di euro. II reddilo dichiaralo dai conlribuenli nali aII'eslero in queslo anno e sueriore di
oIlre 13 miIioni risello aII'anno 2005 e di iu di 3,4 miIioni risello aI 2009.
II reddilo medio dichiaralo dai conlribuenli nali aII'eslero neI 2011 e di 12.880 euro, sueriore a
queIIo deI 2005, ari a 12.470 euro, e a queIIo deI 2009, ari a 12.510 euro. Isso risuIla di moIlo
inferiore aI reddilo medio caIcoIalo suI lolaIe dichiaranli, ari a 19.655 euro, ed evidenzia una
significaliva differenza di genere: neI 2011 e ari a 14miIa 620 euro er gIi uomini e a 10miIa 530
euro er Ie donne.
La TavoIa 2.9 e Ie figure 2.3 e 2.4 ermellono di anaIizzare Ia dislribuzione dei reddili lra i nali
aII'eslero er fasce di reddilo.
Considerando iI numero assoIulo dei conlribuenli nali aII'eslero (Iigura 2.3), neI eriodo osservalo
Ia grande maggioranza dei cilladini nali aI di fuori deII'IlaIia si coIIoca lra i ercellori di reddilo
meno abbienli, con un reddilo inferiore a 10miIa euro: in quesla fascia di reddilo neI 2011 si
lrovano circa 1 miIione 666miIa ersone (erano 1 miIione e 201miIa neI 2005 e 1 miIione e 605miIa

13
Mef - Ministero dellEconomia e delle Finanze, Dipartimento delle Finanze, statistiche fiscali, dati sulle
dichiarazioni, www.finanze.gov.it, 2012


neI 2009). Semre neI 2011 sono 549miIa i nali aII'eslero che dichiarano un reddilo comreso lra
10miIa e 15miIa euro e 854miIa queIIe che dichiarano un reddilo comreso lra i 15 a 25miIa euro.
Figura 2.3 Numcrn di cnntribucnti nati a!!'cstcrn pcr sng!ia. Anni 2005, 2009, 2011. Va!nri assn!uti.


Tavn!a 2.9 Distribuzinnc dc! rcdditn cnmp!cssivn dci cnntribucnti nati a!!'cstcrn pcr sng!ia. Anni
2005, 2009, 2011. Ammnntarc c mcdia csprcssi in mig!iaia di curn.

2005 2009 2011
CIassi di reddilo
comIessivo(in euro)
TolaIe reddilo
dichiaralo
Media
rocaile
TolaIe reddilo
dichiaralo
Media
rocaile
TolaIe reddilo
dichiaralo
Media
rocaile
fino a zero -148.952 -7,81 -238.046 -10,12 -250.755 -11,42
da 0 a 10.000 5.192.965 4,32 6.531.890 4,07 6.735.954 4,04
da 10.000 a 15.000 6.071.938 12,62 6.710.919 12,53 6.848.867 12,47
da 15.000 a 25.000 10.212.397 18,55 14.730.637 18,77 16.241.069 19
da 25.000 a 50.000 4.805.829 32,3 6.712.221 32,19 7.509.802 32,1
da 50.000 a 70.000 1.148.280 58,45 1.493.148 58,48 1.667.786 58,46
da 70.000 a 120.000 1.248.279 88,16 1.651.403 88,23 1.860.710 88,22
oIlre 120.000 1.916.723 262,64 2.582.524 272,56 2.987.428 281,65
TOTALE 30.447.458 12,47 40.174.697 12,51 43.600.861 12,88
|cnic. Minisicrc !c|||ccncnia c !c||c |inanzc, Oipariincnic !c||c |inanzc


1.666.013
349.206
834.636
233.917
28.328 21.092
10.607
0
200.000
400.000
600.000
800.000
1.000.000
1.200.000
1.400.000
1.600.000
1.800.000
da 0 a 10.000 da 10.000 a
13.000
da 13.000 a
23.000
da 23.000 a
30.000
da 30.000 a
70.000
da 70.000 a
120.000
olLre 120.000
2003 2009 2011

35

Figura 2.4 Distribuzinnc dc! rcdditn cnmp!cssivn dci cnntribucnti nati a!!'cstcrn pcr sng!ia. Anni 2005,
2009, 2011. Va!nri pcrccntua!i.

La Iigura 2.4 riorla Ie ercenluaIi di nali aII'eslero che rienlrano neIIe ollo fasce di reddilo
idenlificale daI Minislero deII'Iconomia e deIIe Iinanze, ermellendo un'uliIe comarazione
lemoraIe. La quola di individui er cIasse di reddilo risuIla iulloslo slabiIe, in arlicoIare lra iI
2009 e iI 2011.
NeI 2011 circa iI 48% dei nali aII'eslero dichiara un reddilo inferiore ai 10miIa euro, iI 16% ha un
reddilo comreso lra 10miIa e 15miIa euro e iI 24% ha un reddilo comreso lra 15 a 25miIa euro.
Quesl'uIlima fascia subisce un incremenlo deI 2,4% risello aI 2005. CoIoro che dichiarano oIlre i
25miIa euro sono I'8,3%, ma in gran arle dei casi (6,8%) hanno un reddilo inferiore ai 50miIa euro.
Semre neI 2011, i conlribuenli nali aII'eslero rovengono revaIenlemenle da Romania, AIbania,
Marocco e Cina (1 miIione 250miIa ersone neI comIesso) e risiedono rinciaImenle in
Lombardia, Venelo, ImiIia Romagna e Lazio, regioni da dove roviene una quola di reddilo
eIevala (24,7 miIiardi), ari a oIlre iI 56% deI reddilo comIessivo dichiaralo daII'insieme dei non
aulocloni.
14



14
Dati forniti a Lunaria dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, Dipartimento delle Finanze.
"#$%
&#"' &#"(
$)#)'
$'#&*
$)#$*
"'#()
"*#$+
"(#',
&&#$%
&$#%,
&$#)*
*#%(
*#$%
*#)%
%#)% %#,) %#)+ %#() %#(,
%#*"
%#+%
%#&' %#+"
0
10
20
30
40
30
2003 2009 2011
no a zero da 0 a 10.000 da 10.000 a 13.000 da 13.000 a 23.000
da 23.000 a 30.000 da 30.000 a 70.000 da 70.000 a 120.000 olLre 120.000


Tavn!a 2.10. Anni 2005, 2009, 2011. Va!nri in mig!iaia di curn.

Imosla nella
TolaIe imosla agala Media rocaile
2005
4.583.980 2,70
2009
5.942.446 2,81
2011
6.568.296 2,94
|cnic. Minisicrc !c|||ccncnia c !c||c |inanzc, Oipariincnic !c||c |inanzc
ComIessivamenle i conlribuenli nali fuori daII'IlaIia agano neI 2011, come imosla nella, un
ammonlare sueriore ai 6 miIiardi e mezzo di euro (TavoIa 2.10) e conlribuiscono aI gellilo Iref
comIessivo er iI 4,2%, ercenluaIe in crescila risello aI 4,1% regislralo negIi anni 2009 e 2010.
Dividendo i 6,5 miIiardi d'imosla nella versala, er iI numero dei dichiaranli (circa 3,4 miIioni di
cilladini), risuIla che i conlribuenli nali aII'eslero hanno lrasferilo aIIo Slalo neI 2011 in media 2.940
euro a lesla, circa 240 euro in iu risello aI 2005 e 130 euro in iu risello aI 2009.
2.3 I contributi versati dai lavoratori stranieri
isogna oi lener conlo deI fallo che i cilladini slranieri occuali arleciano aIIe enlrale neIIe
casse deIIo slalo anche lramile i conlribuli versali a carico deI Iavoralore e queIIi a carico
deII'imresa. GIi uIlimi dali disonibiIi di fonle amminislraliva
15
considerano i Iavoralori non
comunilari assicurali aII'Ins con aImeno un versamenlo conlribulivo enlro I'anno. Quesli dali ci
riveIano che aII'inizio deI 2009 i cilladini non comunilari assicurali aII'enle revidenziaIe ilaIiano
sono 1.569.396, revaIenlemenle Iavoralori diendenli e versano conlribuli er un ammonlare ari
a 6.260,8 miIioni di euro, di cui 5.637,3 da arle dei Iavoralori diendenli, 197,8 da arle dei
Iavoralori domeslici, 135 da arle degIi arligiani e 66,4 da arle degIi iscrilli aIIa Geslione searala.
Lo sludio di Sluini
16
cerca di slimare i conlribuli versali da lulli i Iavoralori slranieri er iI 2011.
Incrociando i dali deII'indagine camionaria deII'Islal sui Iavoralori slranieri (che considera soIo i
Iavoralori slranieri residenli ed escIude i Iavoralori slagionaIi e queIIi con iI soIo ermesso di
soggiorno) e i dali d'archivio di fonle Ins e InaiI

(che comrendono lulli i nali aII'eslero er i quaIi
risuIla aImeno un raorlo di Iavoro anche di durala inferiore aII'inlero anno), iI numero dei
conlribuenli slranieri aI sislema revidenziaIe uo essere arossimalo inlorno ai 2,2 miIioni er iI

15
Inps - Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, Rapporto annuale 2009
16
Si veda per un maggior livello di dettaglio Benvenuti V. e Stuppini A., Immigrati, fiscalit e spesa pubblica: uno
scambio alla pari? in Centro Studi e Ricerche Idos (a cura di), Immigrazione. Dossier statistico 2013, Unar 2013, pp.
333-340

37

2011. La slima considera Ia dislribuzione di quesli Iavoralori neIIe rinciaIi calegorie conlribulive
di riferimenlo (aulonomi, diendenli, arasubordinali), anaIoga a queIIa esressa daIIe risuIlanze
degIi archivi Ins, e I'ammonlare economico generalo dagIi immigrali. La slima lolaIe dei
conlribuli revidenziaIi versali ammonla a circa 8,4 miIiardi di euro, dei quaIi quasi 3 miIiardi
rovenienli direllamenle dai Iavoralori e Ia reslanle arle dai dalori di Iavoro. Quesla fonle di
enlrale core circa iI 4,2% deIIe enlrale conlribulive lolaIi versale neIIe casse deII'Islilulo neII'anno
di riferimenlo.
Come messo in Iuce da Verlova e Cisarri (2011)
17
, iI conlribulo orlalo daII'immigrazione
aII'equiIibrio finanziario deI sislema revidenziaIe e significalivo ma resla da chiarire cosa succede
quando una ersona slraniera, doo aver Iavoralo er anni in IlaIia e versalo i reIalivi conlribuli,
lorna neI rorio aese di origine. In aIcuni casi, infalli, nonoslanle Ia resenza di accordi biIaleraIi
er Ia resliluzione deIIe somme versale aI comimenlo deI 65esimo anno di ela, Io slraniero non ne
fa richiesla a causa di una scarsa informazione sui rori dirilli. In aIlri casi, Ia mancanza di
accordi lra iI noslro aese e queIIo dove fa rilorno chi ha Iavoralo in IlaIia comorla Ia erdila deIIe
somme versale che sono oi dislribuile sollo forma di lrallamenli ensionislici ad aIlri beneficiari.
2.4 Il contributo dei lavoratori stranieri alla formazione del Prodotto Interno Lordo
I ossibiIe quanlificare I'enlila deI conlribulo economico degIi slranieri aII'economia ilaIiana anche
in lermini di vaIore aggiunlo. Quesl'uIlima grandezza misura Ia differenza fra iI vaIore deIIa
roduzione di beni e servizi e i cosli soslenuli da arle deIIe singoIe unila rodullive er I'acquislo
degIi inul rodullivi e consenle di esIicilare iI concorso deIIe singoIe unila rodullrici di
rodolli inlermedi aIIa formazione deI Irodollo Inlerno Lordo (IiI) (De NoveIIis
18
).
L'aorlo deIIa forza Iavoro slraniera aI noslro sislema economico non diende, infalli, soIlanlo
daIIa sua resenza numerica, ma anche deIIa sua rodullivila.
II Cenlro Sludi Unioncamere e I'Islilulo TagIiacarne slimano da quaIche anno iI vaIore aggiunlo
derivanle daII'allivila degIi occuali slranieri. Quesle eIaborazioni considerano sia Ia comonenle
regoIare che irregoIare deII'occuazione di nazionaIila non ilaIiana e sono effelluale a arlire dai
dali derivabiIi daII'indagine Islal suIIe forze di Iavoro er cilladinanza, inlegrali con dali di fonle
Ins, InaiI, Minislero deII'Inlerno, Carilas e con slime deIIa Iondazione ISMU. Una voIla
ricoslruila Ia slrullura deII'occuazione inlerna slraniera (comunilaria e non comunilaria) er

17
Vertova P. e Cisarri M., Limmigrato va, i contributi restano, www.lavoce.info, 15 dicembre 2011
18
De Novellis F., Valore aggiunto in Dizionario di Economia e Finanza, www.treccani.it, 2012


sellore e lerrilorio, aIicando i aramelri di rodullivila anaIilici riferili aI lolaIe deII'occuazione
inlerna, e infalli ossibiIe arossimare iI vaIore aggiunlo derivanle daII'allivila di occuali
slranieri.
Secondo Ie uIlime slime disonibiIi di Unioncamere (Raorlo AnnuaIe 2013
19
) neI 2011 i cilladini
slranieri resenli in IlaIia hanno conlribuilo er iI 12,8% aIIa creazione deI vaIore aggiunlo,
corrisondenle a un dalo assoIulo ari a 178,5 miIiardi di euro. Sebbene, come abbiamo vislo, negIi
uIlimi anni vi sia slala una conlrazione deI lasso di occuazione anche er i cilladini slranieri, cio
non sembra aver inciso suI Ioro conlribulo aIIa creazione di vaIore aggiunlo che moslra lra iI 2005 e
iI 2011 un incremenlo coslanle. Come riorlalo neIIa Iigura 2.5 neI 2005 I'incidenza era infalli ari
aI 7,1%, 5,7 unli ercenluaIi in meno risello aI 2011.
Figura 2.5 Incidcnza pcrccntua!c dc! va!nrc aggiuntn prnvcnicntc da nccupazinnc stranicra
Anni 2005-2011

Fonte: Unioncamere 2013
Da un'anaIisi selloriaIe dei risuIlali (TavoIa 2.11) emerge che iI conlribulo iu consislenle dei
Iavoralori slranieri aIIa formazione di queslo aggregalo neI 2011 riguarda iI sellore lerziario (68,5%
risello aI lolaIe deI vaIore aggiunlo neII'inlera economia), ma risuIla significalivo anche
aII'inlerno deI comarlo deIIe coslruzioni (23,9% suI vaIore aggiunlo di sellore) e deII'agricoIlura
(18,6%).


19
Unioncamere, Il ruolo degli stranieri nel sistema produttivo nazionale in Rapporto Unioncamere 2013, 2013
7,1
8,9
9,2
10,4
11,6
12,0
12,8
0,0
2,0
4,0
6,0
8,0
10,0
12,0
14,0
2003 2006 2007 2008 2009 2010 2011

39

Tavn!a 2.11 Va!nrc aggiuntn dcrivantc da!!'attivita di nccupati stranicri, pcr scttnrc di attivita. Annn
2011 (va!nri assn!uti in mi!inni di curn c pcrccntua!i)
Aree VaIore aggiunlo % suI lolaIe
% suI lolaIe di vaIore
aggiunlo di sellore
AgricoIlura, siIvicoIlura e esca 4.977,40 2,8 18,6
|n!usiria in scnsc sirciic 30.878,70 17,3 11,9
Ccsiruzicni 20.374,20 11,4 23,9
Induslria 51.252,90 28,7 14,8
Servizi 122.275,20 68,5 12
Tnta!c 178.505,50 100 12,8
|cnic. Unicncancrc 2013


















































In sintesi
La ooIazione slraniera e mediamenle iu giovane risello a queIIa ilaIiana e maggiormenle
concenlrala neIIe fasce di ela (15-64 anni) che carallerizzano Ia ooIazione alliva suI mercalo
deI Iavoro. Anche i migranli sono slali coIili daIIa crisi economica iniziala neI 2008: si e
abbassalo negIi uIlimi anni iI lasso di occuazione, giunlo aI 60,6% neI 2012, ed e cresciulo
secuIarmenle iI lasso di disoccuazione, ari aI 14,4% neI 2012. Ciononoslanle, iI numero di
occuali slranieri e conlinualo a crescere raggiungendo 2 miIioni e 334miIa unila neI 2012.
La resenza slraniera suI mercalo deI Iavoro ilaIiano fornisce un imorlanle conlribulo sia in
lermini di aorlo dirello aI lessulo rodullivo come forza Iavoro imiegala, sia in lermini di
risorse lrasferile aIIo Slalo ilaIiano lramile I'imosizione fiscaIe, sia in lermini di roduzione di
vaIore aggiunlo. Nonoslanle cio, iI diballilo ubbIico lende ancora a sollovaIulare iI ruoIo e iI
conlribulo che i migranli esercilano suIIo sviIuo economico e ermangono numerosi
robIemi connessi agIi eIemenli che carallerizzano I'inserimenlo dei migranli suI mercalo deI
Iavoro e Ia quaIila dei Ioro raorli di Iavoro.
I cilladini slranieri svoIgono revaIenlemenle allivila Iavoralive dequaIificale, a bassa
seciaIizzazione, che si rifIellono anche sui IiveIIi di relribuzione, iu bassi risello a queIIi dei
Iavoralori ilaIiani, in arlicoIare lra Ie donne. La crisi economica ha oi conlribuilo ad
aggravare aIcuni squiIibri: I'anaIisi dei dali in serie slorica ci ermelle di osservare un
crescenle divario saIariaIe lra Iavoralori ilaIiani e slranieri e Ia crescila dei IiveIIi di
sovraislruzione e solloccuazione dei Iavoralori slranieri.
NegIi uIlimi anni, nonoslanle gIi effelli deIIa crisi, iI numero di conlribuenli nali aII'eslero e
conlinualo a crescere cos come risuIlano in crescila iI reddilo lolaIe dichiaralo e iI voIume
deII'imosla nella versala. II numero di cilladini nali aII'eslero che dichiarano i Ioro reddili aIIo
Slalo ilaIiano e assalo infalli da oco iu di 2,4 miIioni deI 2005 agIi oIlre 3,4 miIioni deI 2011,
araIIeIamenle iI reddilo lolaIe dichiaralo e assalo dai 30,4 miIioni di euro deI 2005 ai 43,6
miIioni di euro neI 2011. II lolaIe deII'imosla nella agala dai conlribuenli nali aII'eslero, ari
a 4 miIiardi e 583miIioni di euro neI 2005, e saIilo a 6 miIiardi e 568 miIioni di euro neI 2011,
anno in cui esso ha raresenlalo iI 4,1% deI gellilo fiscaIe comIessivo nazionaIe.
Sommando aI lolaIe deIIe imosle i conlribuli versali dai Iavoralori e dai dalori di Iavoro er
gIi assicurali slranieri aII'enle revidenziaIe ilaIiano, si ollengono quasi 15 miIiardi di enlrale a
cui , da una arle, andrebbero sollralli i versamenli dei nali aII'eslero di cilladinanza ilaIiana
ma, daII'aIlra, andrebbero aggiunle lulle Ie ossibiIi voci di reIievo fiscaIe (sui consumi, sui
ermessi di soggiorno, suIIe imrese elc.) che gravano su chi risiede neI noslro aese.
Infine, secondo Ie slime di Unioncamere, iI conlribulo economico dei Iavoralori slranieri in
lermini di creazione deI vaIore aggiunlo e slalo neI 2011 ari aI 12,8%, corrisondenle a 178,5
miIiardi di euro.




41

3. Immigrazione e welfare: la stima della spesa imputabile alla
popolazione straniera

Introduzione

L'imallo deII'immigrazione suIIa soslenibiIila dei sislemi di veIfare dei aesi di deslinazione
deIIe migrazioni e divenulo da lemo un lema ricorrenle neI diballilo ubbIico. La crisi
economico-finanziaria iniziala neI 2008 ha esacerbalo uIleriormenle i lermini di un confronlo che
neI noslro aese, in arlicoIare neI mondo oIilico e isliluzionaIe, viene svoIlo frequenlemenle in
modo demagogico e suIIa base di assunli rivi di fondamenlo. GIi effelli negalivi e
conlroroducenli di una lemalizzazione dislorla deI raorlo lra immigrazione e veIfare sono
aImeno due. In rimo Iuogo sono ormai numerose Ie inizialive isliluzionaIi, sorallullo a carallere
IocaIe, che sono finaIizzale a oslacoIare I'accesso dei cilladini slranieri ai servizi e aIIe reslazioni
sociaIi.
20
In secondo Iuogo, lende ad amIiarsi queIIa arle di oinione ubbIica che idenlifica i
cilladini slranieri come soggelli "comelilori" suI iano deIIa liloIarila dei dirilli sociaIi di
cilladinanza dai quaIi occorre "difendersi": islruzione, sanila, ensioni, assislenza sociaIe
divenlano cos dirilli che devono essere garanlili "rima" ai cilladini nazionaIi.
L'alleggiamenlo deIIa ooIazione auloclona nei confronli dei cilladini slranieri e forlemenle
condizionalo daI modo in cui viene erceilo iI Ioro conlribulo fiscaIe. I infalli oinione diffusa
che Ia resenza di cilladini slranieri rovenienli da aesi a forle ressione migraloria abbia
conseguenze negalive suI biIancio ubbIico. Come riorlalo neII'uIlimo raorlo
deII'Organizzazione er Ia Cooerazione e Io SviIuo Iconomico (da ora in oi Ocse) suIIe
migrazioni,
21
in base ad aIcuni recenli sondaggi, circa iI 50% dei cilladini in Canada e in Iuroa
riliene che i migranli beneficino di beni e servizi di veIfare e sanilari iu di quanlo conlribuiscono
con Ie lasse e convinzioni anaIoghe sono slale risconlrale, in roorzioni iu eIevale, anche negIi
Slali Unili.
L'indagine Iurobaromelro
22
ubbIicala daIIa Commissione Iuroea, riveIa che iI 51% dei cilladini
deII'IU27 non condivide Ia dichiarazione gIi immigrali conlribuiscono con Ie lasse in modo

20
Lunaria (a cura di), Cronache di ordinario razzismo. secondo libro bianco sul razzismo in Italia, Edizioni dell'Asino,
2011, pp. 29-34 e 82-91.
21
Ocse - Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, International Migration Outlook, 2013
22
Eurobarometer 71: Future of Europe, Brussels, European Commission, 2010


sueriore di quanlo ricevono in lermini di beni e servizi, ercenluaIe che si riduce deI 5% quaIora
sia secificalo che ci si riferisce soIlanlo agIi immigrali munili di un liloIo di soggiorno.
Guardando ai singoIi aesi, a MaIla iI 70% degIi inlervislali riliene che gIi immigrali "regoIari"
aorlino un conlribulo nello negalivo aI rorio aese, in Irancia iI 64% e in eIgio iI 63%. In
IlaIia quesla quola scende aI 40%, ercenluaIe aI di sollo deIIa media euroea ma di gran Iunga
sueriore a Svezia e IorlogaIIo dove risellivamenle soIlanlo iI 26% e iI 28% deI camione riliene
che gIi immigrali regoIari conlribuiscono con Ie lasse meno di quanlo ricevono in lermini di beni e
servizi. L'indagine Iurobaromelro evidenzia dunque significalive differenze lra Ie oinioni diffuse
su queslo lema nei diversi aesi euroei che olrebbero non essere coIIegale a fallori oggellivi
come Ia quaIila e Ia generosila dei servizi di uc|jarc.
La queslione se i migranli siano conlribuenli nelli o soIlanlo beneficiari deIIe finanze ubbIiche e
conlroversa: anaIisi non dislorle deI conlribulo nello dei migranli aIIe finanze ubbIiche sono
quindi necessarie er fondare iI diballilo su dali reaIislici e concreli e, di conseguenza, er
disegnare oIiliche deII'immigrazione aII'insegna deII'aroccio iu corrello.
Un'amia rassegna di quesli sludi e resenle aII'inlerno deI raorlo Ocse sora cilalo e, er
I'IlaIia e I'Iuroa, in Versari
23
e GabrieIe
24
.
La vaIulazione deII'imallo fiscaIe deII'immigrazione necessila di una comarazione lra Ia sesa
ubbIica riconducibiIe aIIa resenza dei migranli (incIudendo i servizi e i beni di cui usufruiscono)
e Ie lasse e i conlribuli che quesli agano. Isso non uo essere ero caIcoIalo in modo univoco e
inecceibiIe, daI momenlo che Ia sua misurazione diende da aIcune assunzioni chiave riguardo
aIIa lioIogia deIIe risorse (in enlrala e in uscila) imulabiIi aIIa ooIazione slraniera e daIIa
considerazione o meno di aIcune variabiIi (lra cui, ad esemio Ia quola rocaile di sesa er beni
ubbIici) che ossono modificare significalivamenle iI risuIlalo finaIe.
InoIlre, deve essere definilo iI gruo a cui ci si riferisce e er iI quaIe devono essere disonibiIi i
dali: ci si uo riferire, infalli, a chi ossiede Ia cilladinanza slraniera o a chi e nalo aII'eslero e
aIcune calegorie di individui, come i bambini o i migranli rivi di un liloIo di soggiorno, ossono
essere incIusi o meno neII'anaIisi.
Le slime effelluale fino a oggi resenlano dunque aIcuni Iimili a causa deII'indisonibiIila di
informazioni accurale su un'amia gamma di fallori fondamenlaIi. In generaIe, numerosi sludi

23
Versari S., Impatto fiscale degli immigrati: una rassegna internazionale, in Livi Bacci M. (a cura di), Lincidenza
economica dellimmigrazione, Giappichelli Editore, Torino, 2005
24
Gabriele S., Dare e avere: migrazioni, bilancio pubblico e sostenibilit in Ronchetti L. (a cura di), I diritti di
cittadinanza dei migranti. Il ruolo delle Regioni, Giuffr, Milano, 2012

43

evidenziano come I'imallo fiscaIe deIIa ooIazione immigrala sia ridollo e in genere non ecceda
Io 0,5% deI IiI in lermini osilivi o negalivi. In ogni caso, quando si osserva che i cilladini slranieri
hanno una osizione fiscaIe meno favorevoIe risello a chi ossiede Ia cilladinanza deI aese di
residenza e erche i rimi agano meno lasse e conlribuli risello ai secondi, a causa deIIe inferiori
relribuzioni, e non erche beneficiano in misura maggiore dei servizi sociaIi.
Un aIlro fallore chiave e Ia comosizione anagrafica deIIa ooIazione slraniera che lende a essere
iu giovane risello a queIIa deIIa ooIazione auloclona e di conseguenza, aIIo slalo alluaIe,
beneficia meno deIIa sesa ensionislica e sanilaria. AnaIogamenle, Ie differenze neIIa
comosizione deIIa ooIazione slraniera risello aI molivo deIIa migrazione (Iavoralivo,
famigIiare, umanilario) generano siluazioni differenli nei vari aesi, cos come Ia diversa
slrullurazione dei sislemi di veIfare.
Figura 3.1 Pnpn!azinnc rcsidcntc pcr singn!c cta c cittadinanza. Ccnsimcntn gcncra!c dc!!a pnpn!azinnc c
dc!!c abitazinni 9 nttnbrc 2011. Va!nri pcrccntua!i.

La Iigura 3.1 iIIuslra I'andamenlo deIIa slrullura demografica deIIa ooIazione residenle in IlaIia
dislinla er cilladinanza nazionaIe o slraniera riorlando suIIe ascisse Ie singoIe ela e suIIe
ordinale Ia quola di individui risello aI lolaIe che hanno queII'ela aI momenlo deIIa riIevazione.
La fonle dei dali e iI Censimenlo generaIe deIIa ooIazione e deIIe abilazioni deI 2011
25
iI cui
camo di osservazione er Ia ooIazione slraniera e cosliluilo dai cilladini slranieri e dagIi
aoIidi, dimoranli abiluaImenle in quanlo in ossesso di un regoIare liloIo a soggiornare suI

25
Dati Istat Censimento generale della popolazione e delle abitazioni 9 ottobre 2011- Popolazione residente per sesso,
classi di et e cittadinanza - Dati definitivi
0
0,3
1
1,3
2
2,3
3
1

4

7

1
0

1
3

1
6

1
9

2
2

2
3

2
8

3
1

3
4

3
7

4
0

4
3

4
6

4
9

3
2

3
3

3
8

6
1

6
4

6
7

7
0

7
3

7
6

7
9

8
2

8
3

8
8

9
1

9
4

9
7

1
0
0

lLallanl SLranlerl


lerrilorio ilaIiano o lemoraneamenle od occasionaImenle resenli in IlaIia aIIa dala deI
censimenlo.
Ad un rimo coIo d'occhio si nola una maggiore incidenza deIIa resenza slraniera neIIe cIassi di
ela iu basse (fino ai 46 anni) Iaddove Ia ooIazione ilaIiana si concenlra neIIe ela iu avanzale. I
cilladini ilaIiani hanno, infalli, un'ela media sueriore ai 44 anni conlro i circa 32 anni dei cilladini
slranieri.
La slrullura demografica iu giovane deIIa ooIazione slraniera delermina quindi, aImeno neI
breve eriodo, un minor eso risello agIi ilaIiani suIIa soslenibiIila deI sislema di uc|jarc dala Ia
sua concenlrazione neIIe cIassi di ela che conlraddislinguono Ia ooIazione alliva e I'esiguila deI
numero deIIe ersone slraniere che beneficiano deI sislema revidenziaIe
26
. InoIlre, iI iu eIevalo
lasso di fecondila deIIa ooIazione slraniera e Ie lraiellorie di inserimenlo occuazionaIe dei
migranli, che si concenlrano neIIe osizioni rofessionaIi meno luleIale e soggelle a IiveIIi
relribulivi inferiori, ossono imIicare da un Ialo un maggior ricorso aIIa reslazioni assislenziaIi
ma daII'aIlro Iimilano Ia malurazione dei requisili necessari.
27

NeI cailoIo recedenle abbiamo anaIizzalo iI conlribulo deIIa ooIazione slraniera aII'economia
ilaIiana, sia in lermini di aorlo rodullivo aI mercalo deI Iavoro sia di conlribuli fiscaIi derivanli
daI agamenlo deII'imosla Iref. Obiellivo di queslo cailoIo e queIIo di arossimare una slima
deIIa sesa ubbIica er islruzione, sanila, ensioni, disoccuazione, carceri e rolezione sociaIe
deslinala aIIa ooIazione slraniera, lenendo conlo deIIe differenze anagrafiche risello agIi
aulocloni e deI differenle ricorso ad aIcuni servizi e reslazioni lra Ie due ooIazioni.
3.1 Metodologia e fonti di riferimento
Le numerose ricerche che lenlano di slimare iI voIume deIIa sesa ubbIica imulabiIe aIIa
resenza dei cilladini slranieri considerano generaImenle un singoIo anno, dale Ie numerose
difficoIla neI considerare gIi effelli deIIa ermanenza deIIa ooIazione non ilaIiana suIIa sesa
sociaIe e Ia mancanza dei dali riIevanli in serie slorica. Ier quanlo riguarda Ie fonli, moIle anaIisi
28


26
Naletto G., Limmigrazione, in Pizzuti F.R. (a cura di), Rapporto sullo stato sociale 2008, Utet, Torino, 2008
27
Inps - Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, IV Rapporto sui lavoratori di origine immigrata negli archivi Inps
La regolarit del lavoro come fattore di integrazione, 2011, cit.
28
Benvenuti V. e Stuppini A., Immigrati, fiscalit e spesa pubblica: uno scambio alla pari?, 2013, cit.; Benvenuti V. e
Stuppini A., Il contributo finanziario degli immigrati. Un tentativo di bilancio 2011, cit.; Stuppini A., Il contributo
finanziario degli immigrati, in Caritas e Migrantes, Dossier Statistico Immigrazione 2010, Idos edizioni, Roma, 2010;
Benvenuti V. e Stuppini A., Limpatto fiscale dellimmigrazione nel 2009, in Caritas e Migrantes, Dossier Statistico
Immigrazione, 21 Rapporto, Ed. Idos, Roma, 2011; DElia F., Gabriele S. e Tozzi M., Effetti dellimmigrazione sulla
finanza pubblica e privata in Italia, in Isae, Rapporto trimestrale, Politiche pubbliche e redistribuzione, ottobre 2009;

45

uliIizzano dali di fonle amminislraliva, ossia queIIi di consunlivo fornili dagIi enli che gesliscono iI
gellilo e i diversi lii di sesa. Quesli dali risuIlano ero sesso incomIeli daI momenlo che non
corono in maniera esausliva lulle Ie voci di biIancio e non sono uniformi reIalivamenle aI eriodo
e ai deslinalari a cui si riferiscono.
Le informazioni disonibiIi iu recenli si riferiscono sesso ad anni diversi e Ia ooIazione
considerala uo incIudere lulli i residenli con cilladinanza non ilaIiana, comresi queIIi
rovenienli dai aesi a sviIuo avanzalo, i soIi nali aII'eslero, gruo in cui rienlrano anche i
migranli ilaIiani lornali in alria, o Iimilarsi ai cilladini exlra UI15. Quesla carenza di omogeneila
ha indollo aIcuni sludi
29
a uliIizzare dali rovenienli daIIe indagini camionarie che ermellono di
slimare Ia sesa ubbIica in base aIIe carallerisliche individuaIi degIi inlervislali (nazionaIila, ela,
slalo di saIule, IiveIIo deI reddilo, condizione rofessionaIe) e aIIe risuIlanze deIIe inchiesle sui
lrasferimenli monelari ricevuli (GabrieIe).
30
Isse consislono neII'eslrarre un numero ridollo di casi
da un insieme di unila cosliluenli I'oggello di sludio, con crileri che garanliscano Ia
raresenlalivila deIIa ooIazione da cui iI camione e eslrallo. TaIe raresenlalivila ermelle
Ia generaIizzazione dei risuIlali ollenuli con iI camione aII'inlera ooIazione, ma anche con
queslo melodo, ersislono aIcuni margini di errore che diendono daIIa recisione deIIe risosle
fornile dagIi inlervislali e daII'adegualezza deI queslionario.
In queslo Iavoro si e sceIlo di uliIizzare dali di fonle amminislraliva. Ier avere sufficienle
uniformila neII'anaIisi deIIe voci di sesa e slala considerala, dove ossibiIe, I'uIlima base dali Islal
disonibiIe deIIa sesa ubbIica er funzione secondo Ia Cofog (acronimo di C|assijicaiicn Oj
|unciicn Oj Gctcrnncni), cIassificazione inlernazionaIe adollala come slandard daI Sislema dei
Conli Iuroei Sec95. TaIe cIassificazione, adollala nei conli nazionaIi, si arlicoIa in lre IiveIIi di
anaIisi: iI rimo IiveIIo e cosliluilo da dieci divisioni (Servizi generaIi, Difesa, Ordine ubbIico,
Affari economici, Ambienle, Abilazioni e lerrilorio, Sanila, Allivila ricrealive, cuIluraIi e reIigiose,
Islruzione, Irolezione sociaIe), ciascuna deIIe quaIi e suddivisa in grui, a Ioro voIla riarlili in

DElia F. e Gabriele S., Immigrazione e bilancio pubblico in Italia, I diritti alla prova dellimmigrazione, in la Rivista
delle Politiche Sociali, n. 2, aprile-giugno 2010
29
Tra questi si vedano per lItalia Sartor N., Immigrazione e finanza pubblica, in Livi Bacci M. (a cura di),
Lincidenza economica dellimmigrazione, Giappichelli Editore, Torino, 2005 che utilizza i dati dellIndagine
campionaria sui redditi delle famiglie condotta dalla Banca dItalia; Banca dItalia, Relazione annuale sul 2008, Roma,
2009 che si basa sui dati dellindagine EU-SILC e dellIndagine sui bilanci delle famiglie della Banca dItalia e
Devillanova C., Immigrazione e finanza pubblica, in Fondazione Ismu, Sedicesimo rapporto sulle migrazioni 2010,
Franco Angeli, Milano 2011 che utilizza dati IT-Silc 2007
30
Gabriele S., Dare e avere: migrazioni, bilancio pubblico e sostenibilit, 2012, cit.


cIassi. Le sese er inlervenli e servizi di lio coIIellivo sono oggello deIIe rime sei divisioni,
queIIe di lio individuaIe vengono incIuse neIIe rimanenli divisioni.
Le fonli slalisliche uliIizzale sono cosliluile daIIe cIassificazioni deIIa sesa er funzione adollale
nei conli di consunlivo dei singoIi enli che comongono Ie Amminislrazioni ubbIiche e da
riIevazioni slalisliche sui fIussi di biIancio
31
.
I grui eslralli da quesla base dali, er iI 2011, si riferiscono aIIa sesa er islruzione,
disoccuazione, rolezione ed escIusione sociaIe e Ia descrizione neI dellagIio deI conlenulo deIIe
cIassi e rimandala ai singoIi aragrafi.
I dali reIalivi aIIa sesa sanilaria sono invece queIIi deI Conlo economico consoIidalo deIIa sanila
eIaboralo daII'Islal er iI 2011
32
e i dali reIalivi aIIa sesa ensionislica sono di fonle Ins
33
. Quesli
uIlimi considerano i lrallamenli ensionislici erogali daII'Ins aI 1 gennaio 2010 a lulli i cilladini
nali aII'eslero da cui e ossibiIe eslraoIare Ia quola di ersone non riconducibiIi a aesi
deslinalari dei fIussi migralori ilaIiani.
Si e oi deciso di incIudere neII'anaIisi Ia sesa sociaIe dei comuni che finanzia servizi e inlervenli
sociaIi, slrullure comunilarie e residenziaIi e lrasferimenli in denaro avenli come beneficiari
cilladini slranieri. Quesli vaIori sono eslralli daIIa banca dali Islal er cui I'uIlimo anno disonibiIe
e iI 2010. L'allribuzione ai cilladini slranieri deIIa quola di sesa er i vari IiveIIi e slimala secondo
iI eso deIIa ooIazione slraniera lra i beneficiari di ogni funzione di sesa. Si ricorre quindi
aII'aroccio deI coslo slandard: esso considera iI lolaIe dei cosli diviso iI numero degIi ulenli da
cui si olliene una media rocaile che viene oi moIliIicala er iI lolaIe deIIa ooIazione di
riferimenlo. NeI caso di quei servizi che vengono erogali in modo coslanle nonoslanle I'incremenlo
deII'ulenza, sarebbe iu arorialo seguire I'aroccio deIIa sesa marginaIe, considerando
escIusivamenle i cosli aggiunlivi dovuli aII'eslensione dei numero dei beneficiari ma queslo
melodo di slima risuIla significalivamenle iu robIemalico.
I quindi oorluno ribadire come, aIIa Iuce dei dali disonibiIi, non sia ossibiIe un'esalla
quanlificazione deIIa sesa ubbIica connessa aIIa resenza dei cilladini slranieri: lullavia, lenendo
conlo dei Iimili dovuli aIIe necessarie arossimazioni, e ossibiIe roorne una slima.

31
La classificazione della spesa pubblica Cofog riportata nel prospetto disponibile al seguente link:
www3.istat.it/strumenti/definizioni/cofog.pdf
32
Al momento dellelaborazione del rapporto sono disponibili anche i dati sulla spesa sanitaria relativi al 2012 ma si
scelto di utilizzare i dati del 2011 per riferire la stima della spesa complessiva a un singolo anno fiscale.
33
Inps - Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, IV Rapporto sui lavoratori di origine immigrata negli archivi Inps
La regolarit del lavoro come fattore di integrazione, 2011, cit.

47

3.2 La spesa per istruzione
Tulli i bambini e i ragazzi di cilladinanza non ilaIiana, anche se rivi di un liloIo di soggiorno,
hanno dirillo aII'islruzione aIIe slesse condizioni degIi aIunni ilaIiani. II numero degIi sludenli
slranieri neIIe scuoIe e assalo da oco iu di 430miIa aIunni non ilaIiani neII'anno scoIaslico
2005/2006 a quasi 756miIa neI 2011/2012, I'8,4% deI lolaIe degIi iscrilli (TavoIa 3.1).
Tavn!a 3.1 A!unni cnn cittadinanza nnn ita!iana pcr !ivc!!n scn!asticn. A.5. 2005/2006-2011/2012.
Va!nri assn!uti c incidcnza dcg!i a!unni stranicri rispcttn a! tnta!c.
Anni scn!astici Tnta!c InIanzia Primaria
5ccnndaria I
gradn
5ccnndaria II
gradn
Va!nri assn!uti
2005/2006 431.211 84.058 165.951 98.150 83.052
2006/2007 501.420 94.712 190.803 113.076 102.829
2007/2008 574.133 111.044 217.716 126.396 118.977
2008/2009 629.360 125.092 234.206 140.050 130.012
2009/2010 673.592 135.632 244.457 150.279 143.224
2010/2011 711.046 144.628 254.644 158.261 153.513
2011/2012 755.939 156.701 268.671 166.043 164.524
Va!nri pcrccntua!i
2005/2006 4,8 5 5,9 5,6 3,1
2006/2007 5,6 5,7 6,8 6,5 3,8
2007/2008 6,4 6,7 7,7 7,3 4,3
2008/2009 7 7,6 8,3 8 4,8
2009/2010 7,5 8,1 8,7 8,5 5,3
2010/2011 7,9 8,6 9 8,8 5,8
2011/2012 8,4 9,2 9,5 9,3 6,2
|cnic. Minisicrc Pu|||ica |siruzicnc, a|unni ccn ciiia!inanza ncn iia|iana.
La maggioranza degIi aIunni slranieri si concenlra neIIa scuoIa rimaria dove neII'uIlimo anno
scoIaslico er cui iI dalo e disonibiIe iI 9,5% degIi sludenli ha origini non ilaIiane. Quesli dali,
come emerge daI Raorlo AIunni con cilladinanza non ilaIiana. Arofondimenli e anaIisi. A.s.
2011/2012
34
, evidenziano un cambiamenlo slrulluraIe e una riIevanle rogressione neII'aumenlo
deIIe iscrizioni di aIunni nei differenli ordini e gradi che si allesla mediamenle neII'arco di un
decennio inlorno aIIe 60-70miIa unila ogni anno.
Come si uo osservare daIIa labeIIa 3.2 un numero crescenle di aIunni slranieri e lullavia nalo in
IlaIia, er una quola che incide oIlre iI 44% suI lolaIe degIi sludenli di cilladinanza non ilaIiana e
locca Ie 334miIa unila. NeIIe scuoIe deII'infanzia i bambini slranieri nali in IlaIia suerano I'80%

34
Miur e Fondazione Ismu, Rapporto nazionale Alunni con cittadinanza non italiana. Approfondimenti e analisi. A.s.
2011/2012, Quaderni Ismu 1/2013


(sono 126miIa) e in aIcune regioni (e iI caso di Venelo, Marche e Lombardia) Ia ercenluaIe e
ancora iu eIevala.
Tavn!a 3.2 A!unni stranicri nati in Ita!ia A.5. 2007/2008-2011/2012. Va!nri assn!uti c incidcnza su!
tnta!c.
Anni scn!astici A!unni stranicri nati in Ita!ia
Incidcnza dcg!i a!unni nati in Ita!ia
su! tnta!c dcg!i a!unni cnn
cittadinanza nnn ita!iana
2005/2006 n.d. n.d.
2006/2007 n.d. n.d.
2007/2008 199.119 34,68
2008/2009 233.003 37,02
2009/2010 263.524 39,12
2010/2011 299.565 42,13
2011/2012 334.284 44,22
|cnic. Minisicrc Pu|||ica |siruzicnc, a|unni ccn ciiia!inanza ncn iia|iana
La sesa ubbIica deslinala aI lolaIe degIi sludenli nei lre IiveIIi scoIaslici considera i grui 09.1 e
09.2 deIIa cIassificazione Cofog (TavoIa 3.3) che si alleslano er iI 2011 a 24,81 miIiardi di euro er
I'islruzione rescoIaslica e rimaria e a 29,96 miIiardi di euro er I'islruzione secondaria.
Tavn!a 3.3 Vnci di spcsa COFOG pcr istruzinnc. Annn 2011. Mi!inni di curn.

Cndicc gruppi Dcnnminazinnc gruppi 5pcsa tnta!c uscitc
Islruzione
09.01 Islruzione rescoIaslica e rimaria 24.811
09.02 Islruzione secondaria 29.966
|cnic. |siai - Spcsa !c||c Anninisirazicni pu|||icnc pcr junzicnc
Quesli incIudono Ie sese er amminislrazione, isezione, funzionamenlo e soslegno a scuoIe e
aIlre isliluzioni che erogano islruzione rescoIaslica, rimaria e secondaria, oIlre aIIa sesa er
borse di sludio, sovvenzioni, reslili e indennila a soslegno di aIIievi che frequenlano corsi di
islruzione secondaria sueriore.





49

Tavn!a 3.4 A!unni pcr !ivc!!n scn!asticn nc!!c scun!c stata!i distinti pcr cittadinanza. A.5. 2011/2012.
Ordinc scn!asticn v.a. % rispcttn a! tnta!c
!"#$$% '($ '%))*+%$*$,* $($ %)*"%*$*

Infanzia 102.336 10,1
Irimaria 257.443 10
Secondaria I grado 160.600 9,4
Secondaria II grado 158.368 6,4
TOTALI 678.747 8,98
!"#$$% '($ '%))*+%$*$,* %)*"%*$*

Infanzia 910.782 89,9
Irimaria 2.306.544 90
Secondaria I grado 1.522.475 90,6
Secondaria II grado 2.311.378 93,6
TOTALE 7.051.179 90,2
|cnic. Minisicrc !c|||siruzicnc, !c||Unitcrsiia c !c||a |iccrca - Oirczicnc Gcncra|c pcr g|i Siu!i, |a Siaiisiica c pcr i
Sisicni |njcrnaiiti Scrtizic Siaiisiicc
Ier caIcoIare Ia quola di sesa ubbIica er i vari IiveIIi di islruzione (come definili daIIa
cIassificazione Cofog) allribuibiIe ai cilladini slranieri consideriamo iI numero di sludenli slranieri
er grado scoIaslico neIIe soIe scuoIe slalaIi
35
fornilo daI Minislero deII'Islruzione, deII'Universila e
deIIa Ricerca er I'anno scoIaslico 2011/2012, riorlalo neIIa TavoIa 3.4.
Imulando ciascuna comonenle di sesa aIIa quola di aIunni slranieri er IiveIIo scoIaslico si
olliene Ia sesa riconducibiIe ai cilladini slranieri er I'islruzione rescoIaslica/rimaria e
secondaria, ari risellivamenle a 2,48 e 2,36 miIiardi di euro, er una sesa comIessiva di 4,84
miIiardi di euro.
Tavn!a 3.5 5pcsa imputabi!c ai cittadini stranicri pcr istruzinnc. Annn 2011. Va!nri in curn.
Vnci di spcsa 5pcsa tnta!c % stranicri 5pcsa tnta!c stranicri
Islruzione rescoIaslica e rimaria 24.811.000.000 0,1 2.481.100.000
Islruzione secondaria 29.966.000.000 0,079 2.367.314.000
Tnta!c istruzinnc 54.777.000.000

4.848.414.000
|cnic. ncsirc c|a|crazicni



35
Bisogna tuttavia considerare che lo Stato finanzia anche scuole non statali tramite sussidi diretti, finanziamenti di
progetti e contributi alle famiglie.


3.3 La spesa sanitaria
La definizione di sesa sanilaria ubbIica uliIizzala ai fini deI noslro Iavoro corrisonde
aII'aggregalo di conlabiIila nazionaIe Sesa sanilaria ubbIica correnle deI Conlo economico
consoIidalo deIIa sanila eIaboralo daII'Islal e uliIizzalo daIIa Ragioneria GeneraIe deIIo Slalo (Rgs)
er revedere Ie lendenze di medio-Iungo eriodo deI sislema ensionislico e socio-sanilario
36
.
TaIe aggregalo incIude sia Ia sesa sanilaria correnle in senso slrello che una slima degIi
ammorlamenli reIalivi agIi inveslimenli ubbIici in camo sanilario effelluali neI lemo. L'anno
consideralo e iI 2011 in cui si regislra un ammonlare deIIa sesa sanilaria ubbIica ari a 112,039
miIiardi di euro (TavoIa 3.6), iI 7,09% deI IiI. La sesa sanilaria viene riarlila in sesa ubbIica
er Acuic Carc (AC - assislenza sanilaria di breve eriodo lra cui rienlrano I'assislenza sanilaria di
base, seciaIislica, farmaceulica e osedaIiera) e Icng Tcrn Carc (LTC - assislenza sanilaria di
Iungo eriodo che incIude gIi inlervenli socio-assislenziaIi erogali in quaIsiasi forma e in quaIsiasi
IiveIIo deII'amminislrazione lra cui I'assislenza osedaIiera er Iungodegenli e Ie reslazioni a
favore di anziani non aulosufficienli, disabiIi, maIali sichici e ersone diendenli da aIcooI e
droghe). La rima voce di sesa e ari aII'88% deI lolaIe deslinalo aIIa sanila e si allesla a 98,6
miIiardi di euro, Ia seconda comorla invece uscile er 13,43 miIiardi di euro.
Tavn!a 3.6 Vnci di spcsa sanitaria pubb!ica cnrrcntc - DcIinizinnc dc! Cnntn ccnnnmicn cnnsn!idatn
dc!!a sanita sccnndn i! 5E5PRO5. Annn 2012. Mi!inni di curn.

Dcnnminazinnc gruppi 5pcsa tnta!c uscitc
Sanila
Sesa sanilaria ubbIica er Acuic Carc 98.606,96
Sesa sanilaria ubbIica er Icng Tcrn Carc 13.432,04
5pcsa sanitaria pubb!ica cnmp!cssiva 112.039
|cnic. Minisicrc !c|||ccncnia c |inanzc |gs
La richiesla di reslazioni varia a seconda deIIe fasce d'ela e deI sesso. Come e ovvio, Ia domanda
di reslazioni sanilarie cresce con I'aumenlare deII'ela: oIlre i 65 anni i consumi ossono divenlare
di gran Iunga maggiori risello a queIIi regislrali neIIe cIassi di ela 5-14 anni.
Ier arossimare Ia comonenle di sesa er Acuic Carc imulabiIe ai cilladini slranieri, lenendo
conlo deIIa diversila deIIa slrullura demografica risello aIIa ooIazione ilaIiana, abbiamo quindi
consideralo iI rofiIo deI consumo sanilario er sesso ed ela, aramelro fondamenlaIe imiegalo
daIIa Rgs er Ia revisione deIIa sesa sanilaria. TaIe aramelro viene revisionalo eriodicamenle

36
Rgs - Ragioneria Generale dello Stato, Rapporto n. 13 Le tendenze di medio-lungo periodo del sistema pensionistico
e socio-sanitario: le previsioni elaborate con i modelli della Rgs aggiornati al 2012, 2012

51

e si serve di numerose informazioni (lra cui I'uliIizzo deIIa Tessera Sanilaria e i dali suIIe schede di
Dimissione OsedaIiera) er individuare i rofiIi di sesa sanilaria deIIa ooIazione assislibiIe
er ogni singoIa ela e dislinguendo er genere.
La Iigura 3.2 riorla graficamenle i vaIori deI consumo sanilario slimali er ogni anno di ela daIIa
Rgs neII'aggiornamenlo 2013.
37

Figura 3.2 PrnIi!n dc! cnnsumn sanitarin pcr !'#)- .*/- pcr cta c scssn

Fonte: Ministero dellEconomia e Finanze - Rgs, 2013
38

MoIliIicando iI eso deI consumo sanilario di ogni anno di ela er Ia riselliva ooIazione
residenle ilaIiana e slraniera
39
neIIa reIaliva fascia d'ela si slima un'incidenza dei cilladini slranieri
suI ricorso ai servizi sanilari deI 4,69% risello aI lolaIe dei residenli in IlaIia. NeIIo secifico,
queslo vaIore e ollenulo raorlando Ie somme dei vaIori esali er ilaIiani e slranieri er ogni
singoIo anno d'ela aI lolaIe deIIa ooIazione residenle esala: ad esemio, a un individuo di 50
anni e allribuilo un consumo sanilario di 0,95 (er enlrambi i generi), moIliIicando iI numero di
ilaIiani (circa 820miIa) e degIi slranieri (circa 51miIa) er 0,95 si ollengono dei vaIori che devono
essere sommali, in base aIIa cilladinanza, a queIIi ollenuli con iI medesimo rocedimenlo er ogni

37
Rgs - Ragioneria Generale dello Stato, Rapporto n. 14 Le tendenze di medio-lungo periodo del sistema pensionistico
e socio-sanitario: le previsioni elaborate con i modelli della Rgs aggiornati al 2013, 2013
38
La Rgs diffonde i dati relativi al profilo del consumo sanitario soltanto tramite un grafico (Figura 3.1a in Rapporto
n.14 Le tendenze di medio-lungo periodo del sistema pensionistico e socio-sanitario: le previsioni elaborate con i
modelli della RGS aggiornati al 2013, cit., p. 99). I valori della Figura 3.2 potrebbero quindi risultare non del tutto
conformi alla fonte originale.
39
Utilizzando i dati Istat Censimento generale della popolazione e delle abitazioni 9 ottobre 2011 Popolazione
residente per sesso, classi di et e cittadinanza Dati definitivi
0,00
0,30
1,00
1,30
2,00
2,30
3,00
0 3 10 13 20 23 30 33 40 43 30 33 60 63 70 73 80 83 90 93 100
LLa
Maschl lemmlne


anno di ela deII'individuo. AIIa fine deI rocedimenlo iI numero deIIa ooIazione esala e di
oIlre 58 miIioni er gIi ilaIiani e di 2,8 miIioni er gIi slranieri: gIi slranieri raresenlano quindi iI
4,69% deIIa ooIazione residenle esala er iI rofiIo deI consumo di sesa sanilario.
MoIliIicando iI dalo suIIa sesa sanilaria er Acuic Carc er 0,0469 si olliene quanlo riorlalo
neIIa rima riga deIIa TavoIa 3.7.
Ier quanlo riguarda Ia sesa er Icng Tcrn Carc, come si evince daI raorlo deIIa Ragioneria
GeneraIe deIIo Slalo 2013, essa resenla vaIori moIlo eIevali er gIi uIlra sessanlacinquenni,
risello aIIa fascia d'ela iu giovane dala I'incidenza deIIe voci di sesa reIalive aII'assislenza agIi
anziani e ai non aulosufficienli. Chi ha iu di 65 anni assorbe, infalli, iu deI 58% deIIa sesa
sanilaria er LTC, menlre iI reslanle 42% e deslinalo aIIa ooIazione iu giovane. Considerando
quindi Ia roorzione di slranieri neIIe due fasce d'ela risello aI lolaIe deIIa ooIazione
residenle (risellivamenle deII'8,4% e deIIo 0,8%) e ossibiIe ollenere Ie slime riorlale neIIa
TavoIa 3.7.
La sesa sanilaria lolaIe allribuibiIe ai cilladini con cilladinanza slraniera risuIla di 5,16 miIiardi, di
cui 4,62 miIiardi deslinali a servizi er Acuic Carc e Ia reslanle arle (536 miIioni) er servizi Icng
Tcrn Carc.
Tavn!a 3.7 5pcsa imputabi!c ai cittadini stranicri pcr sanita. Annn 2011. Va!nri in curn.
Vnci di spcsa 5pcsa tnta!c Pcsn stranicri
5pcsa tnta!c
stranicri
Sesa sanilaria ubbIica er Acuic Carc 98.606.962.000 0,0469 4.624.666.518
Sesa sanilaria ubbIica er Icng Tcrn Carc <65 anni 5.641.455.960 0,084 473.882.301
Sesa sanilaria ubbIica er Icng Tcrn Carc >65 anni 7.790.582.040 0,008 62.324.656
Tnta!c sanita

5.160.873.475
|cnic. ncsirc c|a|crazicni


3.4 La spesa pensionistica
40

L'Islilulo NazionaIe deIIa Irevidenza SociaIe (Ins) disone di archivi basali sui codici fiscaIi dei
ensionali da cui non e ossibiIe eslrarre Ie informazioni reIalive aIIa cilladinanza. La sesa
ensionislica deslinala ai cilladini slranieri uo essere quindi arossimala soIlanlo seIezionando

40
Si vedano per unanalisi dettagliata Marinaro R., Orr N. e Pieroni D. I pensionati di origine straniera e gli scenari
futuri in Inps Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, IV Rapporto sui lavoratori di origine immigrata negli
archivi Inps. La regolarit del lavoro come fattore di integrazione, 2011, cit. da cui sono estratte le Tavole 3.8 e 3.9
inserite in questo paragrafo.

53

come calegoria in esame i ensionali nali aII'eslero in base aIIe uIlime cifre deI codice fiscaIe. I
quindi necessario lener conlo deI fallo che un numero consislenle di laIi lrallamenli ensionislici
viene Iiquidalo a cilladini ilaIiani, seure nali fuori deII'IlaIia. Le ensioni in agamenlo a
cilladini nali aII'eslero aI 1 gennaio 2010 (I'uIlimo anno er cui iI dalo e disonibiIe) sono 278.150
con un imorlo medio mensiIe ari a 644 euro. Di quesle 214.216 (iI 76,6%) vengono erogale in
IlaIia e 63.934 sono invece agale aII'eslero. Come ci moslra Ia TavoIa 3.8, iI maggior numero di
ensioni e er vecchiaia e ai suerslili, meno numerosi sono i nali aII'eslero che beneficiano di
reslazioni assislenziaIi (ensioni e assegni sociaIi) e di ensioni di invaIidila.
Tavn!a 3.8 Prcstazinni pcnsinnistichc Inps a !avnratnri nati a!!'cstcrn pcr tipn c !ungn di crngazinnc.
Va!nri assn!uti (1.1.2010)
Catcgnria Numcrn pcnsinni Impnrtn mcdin mcnsi!c in curn
TolaIe
Iagale in
IlaIia
Iagale
aII'eslero
TolaIe
Iagale in
IlaIia
Iagale
aII'eslero
Vecchiaia 121.479 103.010 18.469 888,27 993,16 303,24
InvaIidila 21.023 19.883 1.140 495,52 508,36 271,63
Suerslili 105.349 61.024 44.325 451,1 593,09 255,63
Iensioni e assegni sociaIi 30.299 30.299 - 438,78 438,78 -
Tnta!c 278.150 214.216 63.934 644,05 755,78 269,66
|cnic. c|a|crazicni |!cs su !aii |nps Cgsa
DaIIa TavoIa 3.9 emerge che Ie reslazioni ensionisliche Ins vengono erogale neI 61,1% dei casi a
Iavoralori nali in un aese euroeo. Tra quesli una quola consislenle e nala nei Iaesi deslinalari
deII'emigrazione ilaIiana (come Irancia, Germania e Svizzera) ma comincia ad essere significalivo
iI numero di chi e nalo in Iaesi di origine dei recenli fIussi di immigrazione come Romania,
AIbania e IoIonia. II 20,6% deI lolaIe e nalo neI conlinenle africano e I'11,4% in America Lalina.
ComIessivamenle, in base aIIe slime Ins
41
, emerge che i lrallamenli revidenziaIi erogali a
ersone nale in aesi deslinalari dei fIussi migralori ilaIiani sono circa 175miIa, iI 62% deI lolaIe.




41
Inps - Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, IV Rapporto sui lavoratori di origine immigrata negli archivi Inps.
La regolarit del lavoro come fattore di integrazione, 2011 cit.


Tavn!a 3.9 Prcstazinni pcnsinnistichc Inps a !avnratnri nati a!!'cstcrn pcr arca di nascita, gcncrc, cta
mcdia dci dcstinatari c !ungn di crngazinnc. Va!nri assn!uti c va!nri pcrccntua!i (1.1.2010).
Arca cnntincnta!c v.a. % % dnnnc % unmini Eta mcdia
% pagatc
in Ita!ia
% pagatc
a!!'cstcrn
UI 15 98.543 35,4 74 26 73,3 76,6 23,4
Ue nuovi 13.400 4,8 80,5 19,5 69 74,7 25,3
Iuroa exlraUI 57.985 20,8 69,8 30,2 73,8 72 28
|urcpa 169.928 61,1 73,1 26,9 73,2 74,9 25,1
Asia 7.575 2,7 65,8 34,2 65,1 90,3 9,7
Africa 57.182 20,6 54,3 45,7 70,2 94,3 5,7
America SellenlrionaIe 10.330 3,7 80,5 19,5 82,9 67,4 32,6
America Lalina 31.648 11,4 84,5 15,5 73 58,4 41,6
Oceania 1.487 0,5 82,7 17,3 68,3 46,7 53,3
Tnta!c 278.150 100 70,7 29,3 72,7 77 23
|cnic. c|a|crazicni |!cs su !aii |nps - Cgsa
Risello aIIa sesa annua comIessiva di 2 miIiardi e 329 miIioni di euro deslinala ai cilladini nali
aII'eslero, di cui oco meno di un decimo agali a residenli aI di fuori deI noslro aese (224 miIioni
di euro), Ia sesa allribuibiIe a coIoro che hanno cilladinanza non ilaIiana uo essere quindi
arossimala a un vaIore di circa 1 miIiardo 350 miIioni di euro, come riorlalo neIIa TavoIa 3.10.
Tavn!a 3.10 5pcsa imputabi!c ai cittadini stranicri pcr prcstazinni pcnsinnistichc. Annn 2010. Va!nri in
curn.
Vnci di spcsa
5pcsa tnta!c uscitc nati
a!!'cstcrn
% stranicri 5pcsa tnta!c stranicri
Sesa ensionislica 2.329.000.000 0,58 1.350.820.000
|cnic. ncsirc c|a|crazicni
Ier avere una maggiore comrensione deI fenomeno in esame e inleressanle considerare cosa
avverra neI Iungo eriodo con iI crescenle invecchiamenlo deIIa ooIazione slraniera. Lo sludio
deI Dossier Carilas/Migranles
42
ha iolizzalo una slima dei fuluri fIussi ensionislici lenendo conlo
di un incremenlo slabiIe deII'incidenza degIi slranieri risello aI 2010. Cio che emerge da quesla
slima e che aImeno fino aI 2025 I'immigrazione conlinuera a beneficiare iI sislema revidenziaIe
ilaIiano dala Ia differenza osiliva lra conlribuli versali e reslazioni ensionisliche ricevule di chi
viene a Iavorare neI noslro aese. Un robIema riIevanle consislera invece neI fallo che Ie ensioni
dei migranli saranno moIlo basse oiche, dalo I'alluaIe sislema di caIcoIo, iI basso IiveIIo di

42
Cfr. Marinaro R., Previsioni demografiche e sistema pensionistico, in Caritas e Migrantes, Dossier statistico
immigrazione 2010, Idos edizioni, Roma, pp. 97-103

55

relribuzioni corrisosle agIi slranieri e Ia mancanza di conlinuila neIIa Ioro occuazione, una
carriera assicuraliva di 40 anni consenlira di arrivare soIo aI 50-60% deIIa relribuzione
43
.
3.5 La spesa per la disoccupazione
II camo rimario reIalivo aIIa rolezione sociaIe neIIa decomosizione Cofog incIude un gruo
di sesa (cIassificalo con iI codice 10.5) er Ia disoccuazione. Isso comrende lulli i sussidi di
disoccuazione lolaIe o arziaIe, Ie misure economiche a favore di grui secifici di forza Iavoro
che arleciano a rogrammi di formazione mirali, Ia cassa inlegrazione, aIlri agamenli eriodici
o una lanlum ai disoccuali, Ie indennila in nalura e in denaro a favore di secifici grui di
ersone. Rienlrano in quesla voce di sesa anche Ie indennila di ensionamenlo anlicialo.
NeI 2011, come risuIla daIIa TavoIa 3.11, I'erogazione lolaIe di rolezione sociaIe er
disoccuazione e di 13,43 miIiardi di euro.
Tavn!a 3.11 Vnci di spcsa CnIng pcr disnccupazinnc. Annn 2011. Mi!inni di curn.
Vnci di spcsa Cndicc gruppi Dcnnminazinnc gruppi 5pcsa tnta!c uscitc
Disoccuazione 10.05 Irolezione sociaIe: disoccuazione 13.431
|cnic. |siai - Spcsa !c||c Anninisirazicni pu|||icnc pcr junzicnc
In base a quanlo riorlalo neI cailoIo recedenle e come emerge daI raorlo GIi immigrali neI
mercalo deI Iavoro in IlaIia
44
romosso daI Minislero deI Lavoro e deIIe IoIiliche sociaIi, i
cilladini slranieri in cerca di occuazione neI 2012 sono 383miIa (circa 118miIa comunilari e
265miIa rovenienli da aesi lerzi). Issi raresenlano iI 13,96% deIIa forza Iavoro disoccuala in
IlaIia neI 2012 (2 miIioni 744miIa individui).
Abbiamo quindi allribuilo Ia sesa er disoccuazione aIIa quola di disoccuali slranieri risello
aI lolaIe dei disoccuali, oerazione da cui si olliene quanlo riorlalo neIIa TavoIa 3.12: Ia sesa
lolaIe imulabiIe ai cilladini non ilaIiani neI 2011 risuIla di 1,8 miIiardi di euro.



43
Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - Direzione Generale dell'Immigrazione e delle Politiche, Terzo
Rapporto annuale. Gli immigrati nel mercato del lavoro in Italia, 2013 cit.
44
Ibidem


Tavn!a 3.12 5pcsa imputabi!c ai cittadini stranicri pcr disnccupazinnc. Annn 2011. Va!nri in curn.
Vnci di spcsa 5pcsa tnta!c uscitc % stranicri 5pcsa tnta!c stranicri
Sesa er disoccuazione 13.431.000.000 0,1396 1.874.967.600
|cnic. ncsirc c|a|crazicni
3.6 La spesa per lesclusione e la protezione sociale
I grui 10.7 e 10.9 deIIa riarlizione Cofog considerano lulle Ie voci di sesa reIalive
aII'erogazione di rolezione sociaIe neIIa forma di indennila in denaro o in nalura a favore di
ersone sociaImenle fragiIi o a rischio di escIusione. II lolaIe deIIe uscile er iI 2011 si allesla
inlorno a 1,8 miIiardi di euro (TavoIa 3.14) deslinali revaIenlemenle ai iani di rolezione sociaIe
che revedono sislemazioni e villo a breve o a Iungo lermine a favore di soggelli indigenli e
sociaImenle deboIi, di coIoro che necessilano di riabiIilazione o hanno bisogni sociaIi con riIevanza
sanilaria.
Tavn!a 3.13 Vnci di spcsa CnIng pcr csc!usinnc c prntczinnc sncia!c. Annn 2011. Mi!inni di curn.

Cndicc gruppi Dcnnminazinnc gruppi
5pcsa tnta!c
uscitc
IscIusione e rolezione
sociaIe
10.07 IscIusione sociaIe n.a.c. e rolezione sociaIe n.a.c. 1.481
10.09 Irolezione sociaIe n.a.c. 355
Tnta!c

1.836
Ncn A|irctc C|assijicaic
|cnic. |siai - Spcsa !c||c Anninisirazicni pu|||icnc pcr junzicnc
Consideralo iI eso di quesle allivila di assislenza, er slimare Ia sesa deslinala ai cilladini
slranieri si e fallo ricorso aI dalo Islal sugIi ulenli nei residi residenziaIi (Ie slrullure ubbIiche o
rivale che erogano servizi residenziaIi osilaIila assislila con ernollamenlo di lio socio-
assislenziaIe e/o socio-sanilario aIIe ersone in slalo di bisogno) che consenle di dislinguere Ia
nazionaIila dei beneficiari.
Come evidenle daIIa TavoIa 3.13, gIi slranieri residenli nei residi aI 31 dicembre 2010 sono
comIessivamenle 16.023. NeI 59% dei casi si lralla di aduIli (3 ogni miIIe aduIli slranieri
residenli), neI 35% di minori (6 ogni miIIe minori slranieri residenli) e soIlanlo er iI 6% di anziani
(1 ogni miIIe anziani slranieri residenli)
45
.

45
Cfr. Istat - I presidi residenziali socio-assistenziali e socio-sanitari, 14 dicembre 2012

57

Tavn!a 3.14 Prcsidi rcsidcnzia!i sncin-assistcnzia!i c sncin-sanitari, nspiti pcr nazinna!ita dc!!'utcnza a!
31/12/2010.

Utcnti pcr nazinna!ita


Ita!iani 5tranicri Tnta!c
VaIori assoIuli 408.682 16.023 424.705
VaIori ercenluaIi 96 4 100
|cnic. |siai - | prcsi!i rcsi!cnzia|i sccic-assisicnzia|i c sccic-saniiari
I cilladini non ilaIiani sono iI 4% degIi osili comIessivi, er cui Ia sesa lolaIe er rolezione
sociaIe deslinala a beneficiari slranieri uo essere arossimala a 73,44 miIioni (TavoIa 3.15).
Tavn!a 3.15 5pcsa imputabi!c ai cittadini stranicri pcr csc!usinnc c prntczinnc sncia!c. Annn 2011. Va!nri
in curn.
Vnci di spcsa 5pcsa tnta!c uscitc % stranicri 5pcsa tnta!c stranicri
IscIusione e rolezione sociaIe 1.836.000.000 0,04 73.440.000
|cnic. ncsira c|a|crazicnc
3.7 La spesa per le carceri
La sesa ubbIica deslinala aIIe carceri e aggregala neI gruo 03.4 deIIa cIassificazione Cofog.
Issa incIude lulle Ie uscile er amminislrazione, funzionamenlo e suorlo deI sislema carcerario
e gIi aIlri Iuoghi er Ia delenzione o Ia riabiIilazione dei delenuli (coIonie enaIi, case di
correzione, case di Iavoro, riformalori e osedaIi sichialrici er delenuli, ecc.) e er iI 2011
ammonla a 4,03 miIiardi di euro (TavoIa 3.16). La maggior arle di quesle risorse viene sesa er
aIimenlare iI sislema enilenziario menlre soIo una iccoIa frazione e deslinala aIIe esigenze deI
delenulo.
46

Tavn!a 3.16 Vnci di spcsa CnIng pcr !c carccri. Annn 2011. Mi!inni di curn.

Cndicc gruppi Dcnnminazinnc gruppi 5pcsa tnta!c uscitc
Carceri 03.04 Carceri 4.034
|cnic. |siai - Spcsa !c||c Anninisirazicni pu|||icnc pcr junzicnc
La TavoIa 3.17 riorla iI numero lolaIe di delenuli e iI numero di slranieri resenli aIIa fine di ogni
anno neIIe carceri ilaIiane daI 2005 aI 2012. Come si uo nolare daII'uIlima coIonna deIIa TavoIa, Ia
ercenluaIe di slranieri risello ai resenli e rimasla iulloslo slabiIe a arlire daI 2007 e negIi

46
Si veda a tal proposito Antigone, Le prigioni malate. Ottavo rapporto di Antigone sulle condizioni di detenzione in
Italia, Edizioni dellAsino, Roma, 2011


uIlimi quallo anni moslra una Iieve lendenza a ridursi assando da 37,15% neI 2009 a 35,76% neI
2012.
Tavn!a 3.17 Dctcnuti stranicri c tnta!i ri!cvati a! 31/12, anni 2005-2012.
Annn 5tranicri Tnta!c
% stranicri rispcttn ai
prcscnti
2005 19.836 59.532 33,32
2006 13.152 39.005 33,72
2007 18.252 48.693 37,48
2008 21.562 58.127 37,09
2009 24.067 64.791 37,15
2010 24.954 67.961 36,72
2011 24.174 66.897 36,14
2012 23.492 65.701 35,76
Fonte: Ministero della Giustizia, Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria - Ufficio per lo sviluppo e la
gestione del sistema informativo automatizzato - sezione statistica
NeI 2011, anno di riferimenlo deIIa noslra anaIisi, i delenuli slranieri raresenlano iI 36,14% deI
lolaIe. Ier una corrella imulazione deIIa sesa in base aIIa cilladinanza sarebbe necessario lenere
conlo deI eriodo di ermanenza medio neIIe carceri dei delenuli ma laIe dalo non risuIla
disonibiIe. La slima deIIa sesa imulabiIe ai cilladini slranieri viene quindi effelluala
allribuendo ai delenuli con cilladinanza non ilaIiana una quola deIIe uscile lolaIi deslinale aI
sislema enilenziario roorzionaIe aIIa Ioro resenza.
La TavoIa 3.18 riorla iI risuIlalo di quesla oerazione: neI 2011 Ia sesa imulabiIe agIi slranieri
er Ie carceri e di 1,45 miIiardi di euro.
Tavn!a 3.18 5pcsa imputabi!c ai cittadini stranicri pcr !c carccri. Annn 2011. Va!nri in curn.
Vnci di spcsa 5pcsa tnta!c uscitc % stranicri 5pcsa tnta!c stranicri
Carceri 4.034.000.000 0,3614 1.457.887.600
Fonte: nostra elaborazione
3.8 La spesa sociale dei Comuni per "immigrati e nomadi"
Ier avere un quadro iu amio deIIa sesa deslinala aIIa ooIazione slraniera in un singoIo anno
fiscaIe, si e sceIlo di incIudere neII'anaIisi Ia sesa dei comuni deslinala neIIo secifico a cilladini
non ilaIiani.

59

La TavoIa 3.19 riorla i dali di sesa er Ie allivila socio-assislenziaIi svoIle dai Comuni
singoIarmenle o in forma associala. Secondo I'indagine censuaria Islal sugIi inlervenli e i servizi
sociaIi dei Comuni deI 2010, soIo iI 2,6% deIIa sesa sociaIe soslenula, ari a 7,12 miIiardi di euro, e
slalo imiegalo er finanziare servizi e inlervenli sociaIi, slrullure comunilarie e residenziaIi e
lrasferimenli in denaro avenli come beneficiari cilladini slranieri.
Tavn!a 3.19 5pcsa dci cnmuni singn!i c assnciati pcr arca di utcnza c pcr macrn-arca di intcrvcnti c
scrvizi sncia!i - Annn 2010 (va!nri assn!uti in curn c va!nri pcrccntua!i)
Arca di utcnza
Macrn-arca di intcrvcnti c scrvizi sncia!i
Intcrvcnti c scrvizi
TrasIcrimcnti in
dcnarn
5trutturc Tnta!c

VaIori assoIuli
IamigIie e minori 478.785.789 742.426.513 1.591.477.243 2.812.689.545
DisabiIi 813.329.093 393.384.243 388.215.757 1.594.929.093
Diendenze 23.479.799 14.805.031 7.896.090 46.180.920
Anziani 790.956.068 404.829.326 296.090.700 1.491.876.094
Immigrati c nnmadi 69.701.517 48.462.497 66.247.883 184.411.897
Ioverla, disagio aduIli
e senza fissa dimora
177.282.522 283.870.712 105.010.918 566.164.152
MuIliulenza 430.639.715 - - 430.639.715
TolaIe 2.784.174.503 1.887.778.322 2.454.938.591 7.126.891.416

VaIori ercenluaIi di coIonna
IamigIie e minori 17,2 39,4 64,8 39,6
DisabiIi 29,2 20,8 15,8 22,4
Diendenze 0,8 0,8 0,3 0,6
Anziani 28,4 21,4 12,1 20,9
Immigrati c nnmadi 2,5 2,6 2,7 2,6
Ioverla, disagio aduIli
e senza fissa dimora
6,4 15 4,3 7,9
MuIliulenza 15,5 - - 6
TolaIe 100 100 100 100
|cnic. |siai G|i inicrtcnii c i scrtizi sccia|i !ci ccnuni singc|i c asscciaii
In queslo caso non e quindi necessario effelluare aIcuna slima: nonoslanle anche aIlre voci di sesa
dei comuni ossano avere come beneficiari cilladini non ilaIiani (sorallullo neIIe aree di ulenza
famigIie e minori, overla, disagio aduIli e senza fissa dimora ecc.) Ia sesa direllamenle
imulabiIe ai cilladini slranieri e di 184 miIioni di euro.
Conclusioni
La TavoIa 3.20 riorla in un unico rosello lulle Ie voci di sesa considerale in queslo cailoIo e
Ie reIalive slime deIIa sesa imulabiIe aIIa ooIazione slraniera. Ier ciascuna calegoria di sesa


sono indicali I'anno di riferimenlo, I'ammonlare comIessivo erogalo di fonle amminislraliva e Ia
slima deIIe uscile riconducibiIi escIusivamenle a beneficiari slranieri di noslra eIaborazione. Le
uIlime due coIonne conlengono aI Ioro inlerno dei vaIori ercenluaIi: Ia enuIlima coIonna riorla
Ia roorzione deIIa sesa deslinala agIi slranieri risello aI lolaIe deIIa singoIa voce di sesa,
I'uIlima coIonna moslra invece quanlo ciascuna voce di uscila riconducibiIe a beneficiari slranieri
esa risello aIIa sesa lolaIe slimala er gIi slessi.
Tavn!a 3.20 5pcsa tnta!c c spcsa imputabi!c a!!a pnpn!azinnc stranicra. Va!nri in curn.
Vnci di spcsa Annn 5pcsa tnta!c
5pcsa
ricnnducibi!c a
bcncIiciari
stranicri
% rispcttn
a!!a spcsa
tnta!c
% rispcttn
a!!a spcsa
tnta!c
stranicri
Islruzione rimaria e
secondaria
2011 54.777.000.000 4.848.414.000 8,85 32,43
Sanila 2011 112.039.000.000 5.160.873.475 4,61 34,52
Iensioni 2010 258.447.000.000 1.350.820.000 0,52 9,04
Disoccuazione 2011 13.431.000.000 1.874.967.600 13,96 12,54
IscIusione e rolezione
sociaIe
2011 1.836.000.000 73.440.000 4,00 0,49
Carceri 2011 4.034.000.000 1.457.887.600 36,14 9,75
Sesa sociaIe dei
Comuni er "immigrali e
nomadi"
2010 184.411.897 184.411.897 100 1,23
5pcsa tnta!c
ricnnducibi!c a
bcncIiciari stranicri

444.748.411.897 14.950.814.572 3,36 100
|cnic. ncsira c|a|crazicnc
La calegoria di sesa suIIa quaIe Ia ooIazione non ilaIiana incide di iu e queIIa er Ie carceri
dove gIi slranieri raresenlano iI 36,14% dei delenuli. NegIi aIlri casi Ia arle di sesa
riconducibiIe ai cilladini non ilaIiani non suera mai iI 15% deI lolaIe, Ia voce di sesa dove si
regislra Ia minore incidenza dei cilladini slranieri e queIIa er Ie ensioni: in queslo caso, infalli,
soIlanlo Io 0,52% deIIe uscile lolaIi ha come beneficiari cilladini non ilaIiani.
I oorluno ribadire ancora una voIla come in aIcuni sellori (a esemio scuoIa e carceri) Ia
maggior arle deIIe uscile e deslinalo agIi sliendi deI ersonaIe, a oneri finanziari, beni e servizi
che non risuIlano semre correIali aI numero degIi ulenli.

61

Come e slalo osservalo
47
, un esemio significalivo e queIIo deIIa scuoIa che negIi anni duemiIa ha
subilo un nolevoIe incremenlo dei cosli risello aI decennio recedenle imulabiIe ero quasi
escIusivamenle aII'aumenlo degIi sliendi: i cosli aggiunlivi er soslenere Ia nuova ulenza sono
slali invece di modesla enlila.
Considerando oi Ia riarlizione deIIa sesa ubbIica riconducibiIe ai cilladini slranieri,
osserviamo che i vaIori iu eIevali di sesa si hanno er Ia sanila (oIlre 5 miIiardi di euro, iI 34,52%
deIIa sesa slimala) e I'islruzione (4,8 miIiardi di euro, iI 32,43% deIIa sesa deslinala ai non
aulocloni). Le sese er inlervenli a favore deIIe oIiliche di incIusione sociaIe (escIusione e
rolezione sociaIe e sesa sociaIe dei Comuni er "immigrali e nomadi") risuIlano invece iulloslo
basse sia in lermini assoIuli che reIalivi. La Ioro somma non suera, infalli, i 258 miIioni di euro lra
risorse nazionaIi e IocaIi, a leslimonianza deIIa scarso eso deIIe oIiliche e degIi inlervenli sociaIi
secificamenle rivoIli ai migranli.
Sommando Ia slime eIaborale deIIa sesa er islruzione, sanila, ensioni, disoccuazione, carceri e
rolezione sociaIe deslinala aIIa ooIazione slraniera si olliene un vaIore di sesa comIessiva
riconducibiIe a beneficiari slranieri di 14,950 miIiardi di euro, vaIore sueriore ma deI lullo
comalibiIe, dalo iI numero deIIe voci di sesa consideralo e I'incremenlo deIIa ooIazione
slraniera negIi uIlimi anni, con gIi aIlri sludi esislenli in maleria er iI caso ilaIiano.
ComIessivamenle, i cilladini slranieri incidono quindi er iI 3,36% deI lolaIe deIIa sesa ubbIica
considerala a fronle ero di un'incidenza deIIa Ioro resenza nellamenle sueriore, ari aI 7,54%
deIIa ooIazione lolaIe neI 2011.
I cilladini slranieri aorlano quindi un beneficio significalivo aII'economia ilaIiana neI suo
comIesso, daI momenlo che, come emerso daI secondo cailoIo, conlribuiscono in roorzioni
maggiori risello aIIa Ioro resenza numerica aIIa roduzione di vaIore aggiunlo (secondo Ie slime
di Unioncamere ari aI 12,8% deI IiI, circa 178,5 miIiardi di euro) ma beneficiano reIalivamenle
meno in lermini di sesa ubbIica erogala in un singoIo anno fiscaIe se confronlali con gIi ilaIiani.
AIIa Iuce dei dali raccoIli e di queIIi alluaImenle disonibiIi, risuIla ero moIlo difficiIe
arossimare iI saIdo fiscaIe deIIa ooIazione slraniera inleso come Ia differenza lra quanlo gIi
slranieri agano come imosle e conlribuli e quanlo ricevono sollo forma di reslazioni e di
lrasferimenli.

47
Stuppini A., Il contributo finanziario degli immigrati, 2010 cit.


Ier quanlo riguarda Ie enlrale, infalli, e moIlo robIemalico considerare lulle Ie ossibiIi voci di
reIievo fiscaIe daI momenlo che aI conlribulo dirello dei migranli aIIe enlrale deIIe casse ilaIiane
lramile Ie risorse lrasferile aIIo Slalo con I'imosizione fiscaIe (iI cui vaIore comIessivo, come
vislo neI cailoIo recedenle, ammonla a iu di 6 miIiardi e mezzo di euro er iI 2011)
bisognerebbe sommare numerose aIlre voci.
Tra quesle uIlime rienlrano lulli i conlribuli revidenziaIi versali in IlaIia daIIe imrese e dai
Iavoralori slessi er gIi occuali slranieri assicurali aII'Ins (Ie cui slime si alleslano, si veda iI
cailoIo 2, inlorno ai 8,4 miIiardi di euro er iI 2011), I'Iva e I'insieme deIIe aIlre imosle direlle, Ie
enlrale riconducibiIi ai rinnovi dei ermessi di soggiorno e aIIe domande di cilladinanza ilaIiana.
InoIlre, iI crescenle numero di imrendilori slranieri (aII'inizio deI 2011 iI numero lolaIe dei liloIari
di imresa slranieri resenli in IlaIia e ari a 228.540)
48
renderebbe necessario incIudere anche Ie
enlrale derivanli daII'aIiquola comIessiva ordinaria sui rofilli deI 31,4 %, ari aIIa somma deIIe
aIiquole Ira (3,9 %) e Ires (27,5 %).
49

Infine, sarebbe necessario considerare come i migranli, oIlre a conlribuire e beneficiare deIIe
reslazioni di rolezione sociaIe erogale a IiveIIo isliluzionaIe, andrebbero araIIeIamenle
inquadrali come crealori/erogalori di veIfare, queI lio di veIfare invisibiIe e informaIe che
core iI bisogno di assislenza deIIe famigIie lramile iI Iavoro domeslico e di cura aIIa ersona di cui
i Iavoralori slranieri, sorallullo donne, sono gIi addelli quasi escIusivi.
50









48
Caritas e Migrantes (a cura di), Dossier Statistico Immigrazione 2012, 2012 cit., elaborazioni Centro Studi CNA su
dati Infocamere
49
Gastaldi F., Ma quanto pesano le tasse sulle imprese? su www.lavoce.info, 25/06/2012
50
Inps Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, IV Rapporto sui lavoratori di origine immigrata negli archivi Inps.
La regolarit del lavoro come fattore di integrazione, 2011 cit.

63

ComIessivamenle, i cilladini slranieri incidono er iI 3,36% suI lolaIe deIIa sesa ubbIica
considerala a fronle ero di un'incidenza deIIa Ioro resenza suIIa ooIazione nellamenle
sueriore, ari aI 7,54% neI 2011.

























In sintesi
L'oinione secondo cui Ia resenza di cilladini slranieri esercila un effello negalivo suIIa
finanza ubbIica e mellono a rischio Ia soslenibiIila deI noslro sislema di veIfare, gia
duramenle coIilo daIIe oIiliche di conlenimenlo deIIa sesa ubbIica, e moIlo diffusa. Ier
queslo e uliIe affinare I'anaIisi dei "cosli" er quanlo ossibiIe ad essa riconducibiIi
effellivamenle soslenuli daIIo Slalo. SoIlanlo lramile queslo esercizio e ossibiIe, infalli,
orienlare iI diballilo ubbIico suIIa base di dali reaIislici e concreli e, di conseguenza,
disegnare Ie oIiliche migralorie e suII'immigrazione in modo iu corrello.
In queslo cailoIo, lenendo conlo degIi sludi reaIizzali sino ad oggi er vaIulare i raorli di
dare e avere lra immigrali e finanza ubbIica e con Ie necessarie arossimazioni, si e cercalo
di slimare Ia sesa ubbIica er islruzione, sanila, ensioni, disoccuazione, carceri e
rolezione sociaIe deslinala aIIa ooIazione slraniera e Ia sua incidenza suIIa sesa lolaIe,
lenendo conlo deIIe differenze anagrafiche risello agIi aulocloni e deI differenle ricorso ad
aIcuni servizi e reslazioni lra Ie due ooIazioni. Ier iI singoIo anno fiscaIe 2011 Ie erogazioni
comIessive deslinale ai cilladini slranieri sono slimale in circa 15 miIiardi di euro. SoIo una
iccoIa arle di quesla sesa, ari a 184 miIioni di euro, e slala deslinala ai servizi e agIi
inlervenli sociaIi secificamenle rivoIli ai cilladini slranieri.



4. Le risorse pubbliche destinate all'accoglienza e all'inclusione sociale
dei cittadini stranieri
Introduzione
NeI cailoIo 3 abbiamo rooslo una slima deII'imallo che Ia resenza dei cilladini slranieri
delermina suI noslro sislema di veIfare anaIizzando Ie voci di sesa ubbIica iu significalive:
islruzione, sanila, ensioni, disoccuazione, rolezione sociaIe, carceri, sesa sociaIe dei comuni.
In queslo cailoIo verranno invece anaIizzale Ie risorse deslinale aIIe oIiliche ubbIiche
secificamenle dedicale aII'accogIienza e aII'incIusione sociaIe dei cilladini slranieri, definile a
IiveIIo isliluzionaIe come "oIiliche di inlegrazione" o "oIiliche di soslegno aII'immigrazione",
ovvero queII'insieme degIi inlervenli ubbIici deslinali a suorlare I'accogIienza dei migranli, dei
richiedenli asiIo e dei rifugiali e Ie inizialive finaIizzale a favorirne I'inserimenlo abilalivo,
scoIaslico, economico e sociaIe. Vi rienlrano oIlre agIi inlervenli di accogIienza "maleriaIe" e di
inserimenlo abilalivo, Ie allivila di assislenza IegaIe e sociaIe, di insegnamenlo deIIa Iingua
ilaIiana, di orienlamenlo aI Iavoro, Ia formazione, i rogelli rivoIli in modo secifico ai minori e ai
giovani "figIi deII'immigrazione", Ie azioni di sislema che hanno Ia finaIila di rafforzare gIi uffici
ubbIici che oerano in queslo ambilo, sino aIIe allivila di mediazione inlercuIluraIe, di suorlo
aIIe allivila inlercuIluraIi e aII'aulorganizzazione dei migranli.
Irima di rocedere neII'anaIisi deIIe oIiliche di sesa effelluale in quesli anni, e uliIe ricordare che
lroo sesso iI successo o I'insuccesso dei ercorsi di inserimenlo dei migranli neIIa sociela
ilaIiana e slalo (ed e) idenlificalo riorilariamenle con Ia ricorrenza di due condizioni: Ia
ermanenza IegaIe suI lerrilorio (iI ossesso di un liloIo di soggiorno) e Ia liloIarila di un raorlo
di Iavoro. Sebbene, naluraImenle, quesli cosliluiscano due eIemenli moIlo imorlanli, non ossono
ero essere considerali sufficienli.
Le oIiliche di incIusione dovrebbero rinviare a una IuraIila di rogrammi e di inlervenli
ubbIici finaIizzali a garanlire aIIa ersona slraniera Ia ari oorlunila di lrallamenlo ed iI ieno
godimenlo dei dirilli di cilladinanza inlervenendo in moIleIici ambili: I'accesso non subaIlerno aI
mercalo deI Iavoro (magari faciIilando I'accesso aII'orienlamenlo, aIIa formazione, aIIa
quaIificazione rofessionaIe), ma anche I'inserimenlo sociaIe (dirillo aII'islruzione, aIIa saIule,
aII'abilazione, aII'assislenza sociaIe), Ia arleciazione civiIe e Ia Iibera esressione reIigiosa e
cuIluraIe (dirillo di associazione e di arleciazione), Ia arleciazione oIilica (dirillo di volo

65

allivo e assivo, aImeno amminislralivo) e, infine, Ia semIificazione deII'accesso aIIa cilladinanza
formaIe. In sinlesi Ie oIiliche e gIi inlervenli ubbIici in queslo camo dovrebbero orre Ie basi
er un inserimenlo non subaIlerno ne assivo deI cilladino slraniero neIIa sociela, cessando di
idenlificarIo soIo come un Iavoralore da accogIiere o da resingere a seconda deIIe fIulluazioni deI
mercalo deI Iavoro e riconoscendoIo come ersona che ha dirillo, aI ari dei cilladini ilaIiani, ad
una vila dignilosa.
A oggi I'IlaIia moslra ancora un quadro a macchia di Ieoardo, disegnalo in misura significaliva
daI diverso grado di sensibiIila oIilica e sociaIe deIIe amminislrazioni regionaIi e IocaIi che
governano Ie varie aree deI aese. Cio e in grande arle delerminalo daI fallo che Ia Iegge
allribuisce Ie rinciaIi comelenze in maleria di accogIienza e di incIusione sociaIe dei cilladini
slranieri agIi enli IocaIi, menlre iI sislema di coordinamenlo deIIe oIiliche a IiveIIo nazionaIe
denola ancora una cerla fragiIila.
51

La crisi economica in corso daI 2008 e Ie oIiliche di conlenimenlo deIIa sesa ubbIica seguile
negIi uIlimi anni hanno conlribuilo a Iimilare forlemenle I'imegno isliluzionaIe sia a IiveIIo
nazionaIe che a IiveIIo IocaIe neIIa romozione e neII'alluazione di inlervenli di incIusione sociaIe
rivoIli ai cilladini slranieri. L'alluaIe incerlezza deI quadro oIilico sembra inoIlre aIIonlanare
ancora una voIla I'arovazione di disosizioni normalive che inlervengano a riconoscere ai
cilladini slranieri non comunilari iI dirillo di volo allivo e assivo e a faciIilare I'acquisizione deIIa
cilladinanza ilaIiana, nonoslanle Ie camagne di ressione svoIle daIIa sociela civiIe abbiano
risconlralo un grande consenso ooIare e si siano esressi in senso favorevoIe aIIe riforme anche
numerosi raresenlanli deIIe isliluzioni.
52
In queslo conleslo i moIlissimi cilladini slranieri che
sono ienamenle inserili neIIa sociela ilaIiana, er forluna sono ormai moIli, devono iI Ioro
successo sorallullo aII'inizialiva ersonaIe e aIIo sviIuo di un amio sislema di reIazioni
sociaIi, ancora lroo oco, come vedremo, devono invece aII'inizialiva e aI suorlo deIIe
isliluzioni.

51
D. LGS. 286/1998, Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dellimmigrazione e norme sulla
condizione dello straniero, 25 luglio 1998, Art. 40 e 42.
52
Ci limitiamo a ricordare la campagna pi recente l'Italia sono anch'io (www.litaliasonoanchio.it) promossa da 19
organizzazioni della societ civile che ha raccolto su due proposte di legge di iniziativa popolare per il riconoscimento
del diritto di voto attivo e passivo dei cittadini stranieri non comunitari e per la riforma della legge n. 91/92 sulla
cittadinanza pi di 200.000 firme che sono state consegnate il 6 marzo 2012 alla Camera dei Deputati. La discussione
parlamentare di queste proposte non mai iniziata.


Le oIiliche di sesa cosliluiscono da queslo unlo di visla un indicalore abbaslanza significalivo:
I'ammonlare degIi slanziamenli a soslegno deIIe oIiliche di incIusione, sia che venga raorlalo aI
comIesso deIIa sesa ubbIica, sia che venga confronlalo con I'imegno ubbIico neIIe oIiliche
di conlraslo deII'immigrazione irregoIare, risuIla abbaslanza conlenulo.
53

Di seguilo rendiamo in esame Ie rinciaIi fonli di finanziamenlo che Ie suorlano: i fondi
geslili daIIa Direzione GeneraIe deII'immigrazione e deIIe oIiliche sociaIi deI Minislero deI
Lavoro, iI Iondo Iuroeo er I'inlegrazione dei cilladini di Iaesi Terzi (III) 2007-2013, i fondi che
finanziano iI Sislema di rolezione er richiedenli asiIo e rifugiali (SIRAR), iI Iondo Iuroeo er
I'asiIo (IIR) 2008-2013 e Ie risorse messe a disosizione daI ION "Sicurezza Sud 2007-2013 er Ia
romozione di rogelli di incIusione sociaIe dei migranli. Un arofondimenlo secifico viene
inoIlre dedicalo aIIa geslione deIIa cosiddella "Imergenza Nord-Africa" dichiarala daI Governo
ilaIiano con riferimenlo agIi evenli oIilici occorsi neI 2011 in Igillo, Tunisia e Libia. La sceIla di
anaIizzare in modo secifico Ie oIiliche adollale daI governo ilaIiano in laIe occasione deriva in
rimo Iuogo daII'enlila deIIe risorse ubbIiche imegnale in via "emergenziaIe", che risuIla
arlicoIarmenle considerevoIe se raorlala aI comIesso deIIe risorse slanziale in maleria di
accogIienza e di incIusione sociaIe dei migranli er I'inlero eriodo 2005-2013, in secondo Iuogo
riIevano Ie ecuIiarila che hanno conlraddislinlo suI iano oeralivo laIe geslione daI unlo di
visla deII'assello isliluzionaIe, organizzalivo e deIIa lioIogia degIi enli geslori coinvoIli.

53
Per l'analisi dettagliata della spesa pubblica per il contrasto dell'immigrazione irregolare rinviamo al nostro primo
dossier (a cura di), Costi disumani. La spesa pubblica per il contrasto dell'immigrazione irregolare, maggio 2013,
disponibile a questo link: www.lunaria.org/wp-content/uploads/2013/05/costidisumani-web_def.pdf

67

4.1 Le risorse per le politiche di "integrazione" gestite dal Ministero del Lavoro e
delle Politiche sociali
La Direzione GeneraIe deII'immigrazione e deIIe oIiliche di inlegrazione deI Minislero deI Lavoro
e deIIe IoIiliche SociaIi ha lra Ie sue comelenze queIIe reIalive aI "coordinamenlo deIIe oIiliche
er I'inlegrazione sociaIe e Iavoraliva degIi slranieri immigrali e deIIe inizialive voIle a revenire e
a conlraslare Ia discriminazione, Ia xenofobia e iI fenomeno deI razzismo" e aIIa "geslione deIIe
risorse er Ie oIiliche migralorie".
GIi slrumenli finanziari uliIizzali daIIa Direzione GeneraIe er svoIgere Ie rorie funzioni sono
sia nazionaIi che comunilari. II Iondo NazionaIe er Ie IoIiliche Migralorie, iI Iondo er
I'incIusione sociaIe degIi immigrali isliluilo con Ia Legge Iinanziaria 2008 (e oeralivo soIo er un
anno), iI Iondo er Ia formazione rofessionaIe e I'accesso aI Iondo SociaIe Iuroeo e iI Iondo di
Irolezione civiIe sono Ie rinciaIi fonli di finanziamenlo nazionaIi. II Iondo Iuroeo er
I'Inlegrazione dei Iaesi lerzi e iI Iondo SociaIe Iuroeo sono Ie rinciaIi fonli di cofinanziamenlo
comunilarie.
II Iondo er Ie IoIiliche Migralorie, isliluilo daI T.U. n. 286/98 (Arl.45) e deslinalo a finanziare a) Ie
oIiliche di inserimenlo sociaIe degIi immigrali resenli neI noslro aese a IiveIIo IocaIe grazie ad
Accordi di rogramma con Ie Regioni, b) inlervenli finaIizzali a favorire I'accesso ai servizi
essenziaIi, I'accesso aI credilo, inlervenli er i minori slranieri e i servizi di inserimenlo Iavoralivo,
c) inlervenli romossi da soggelli rivali. IniziaImenle isliluilo resso Ia Iresidenza deI ConsigIio,
neI 2000 queslo fondo e confIuilo neI Iondo NazionaIe er Ie IoIiliche SociaIi. Iino aI 2003 e
rimaslo un vincoIo di deslinazione: Io Slalo slabiIiva cioe ogni anno quanla arle deI Iondo er Ie
IoIiliche SociaIi era deslinala aI Iondo er Ie oIiliche migralorie rovvedendo aIIa riarlizione di
quesl'uIlimo lra Ie diverse regioni. Queslo vincoIo e slalo aboIilo con Ia Legge Iinanziaria 2003.
Se nei rimi anni di enlrala in vigore deIIa Legge iI Iondo ha olulo avvaIersi di un significalivo
ammonlare di risorse, neI corso degIi anni seguenli laIe ammonlare ha conosciulo un andamenlo
irregoIare regislrando imorli decisamenle iu conlenuli. Da un finanziamenlo iniziaIe ari a 36,4
miIioni di euro er iI 1998 (70,5 miIiardi di Iire), ha raggiunlo iI suo slanziamenlo massimo neI
2001 con 56,4 miIioni di euro er oi ridimensionarsi negIi anni successivi.
54


54
Cfr. Corte dei Conti, Programmi di controllo 2002 e 2003, Gestione delle risorse previste in connessione al fenomeno
dell'immigrazione. Regolamentazione e sostegno all'immigrazione. Controllo dell'immigrazione clandestina, Roma.


La TavoIa solloslanle iIIuslra I'andamenlo deI Iondo er gIi anni 2005-2012.
Tavn!a 4.1 Fnndn Nazinna!c Pn!itichc Migratnric. Anni 2005-2012
2005 4.429.000
2006 16.477.000
2007 5.347.000
2008 6.450.000
2009 24.357.000
2010 28.732.000
2011 7.560.000
2012 6.250.000
Tnta!c 99.602.000
|cnic. Minisicrc !c| Iatcrc, Iatcrc c inicgrazicnc !ci nigranii. i!cc pcr un nc!c||c !i
inc|usicnc, |cna, 13 !iccn|rc 2012

Figura 4.1 Fnndn Nazinna!c Pn!itichc Migratnric. Anni 2005-2012

La riduzione deIIe risorse deI Iondo NazionaIe er Ie IoIiliche Migralorie deve essere
conlesluaIizzala aIIa Iuce deI rogressivo ridimensionamenlo deI Iondo NazionaIe er Ie IoIiliche
SociaIi ari, lra iI 2009 e iI 2012, a -500%.
55

II Iondo di rolazione er Ia formazione rofessionaIe e I'accesso aI Iondo SociaIe Iuroeo e slalo
isliluilo daIIa L.n. 845/1978 arl. 25 "Legge quadro in maleria di formazione rofessionaIe". II Iondo
viene uliIizzalo er suorlare Ia seIezione, I'orienlamenlo, Ia formazione e I'inserimenlo aI Iavoro

55
Sbilanciamoci!, Rapporto 2014, Come usare la spesa pubblica per i diritti, la pace, l'ambiente, Roma, 10 novembre
2013
$-$&'-%%%
"*-$,,-%%%
(-+$,-%%%
*-$(%-%%%
&$-+(,-%%%
&)-,+&-%%%
,-(*%-%%%
*-&(%-%%%
0
3.000.000
10.000.000
13.000.000
20.000.000
23.000.000
30.000.000
&%%( &%%* &%%, &%%) &%%' &%"% &%"" &%"&

69

nei aesi di origine e er finanziare rogrammi di formazione nei aesi di origine finaIizzali
aII'inserimenlo occuazionaIe in IlaIia.
II Iondo er I'IncIusione SociaIe degIi immigrali e slalo isliluilo resso I'aIIora Minislero deIIa
SoIidariela SociaIe daI governo Irodi con Ia Legge Iinanziaria 2007 er favorire I'incIusione sociaIe
dei migranli e dei Ioro famiIiari e I'accogIienza degIi aIunni slranieri.
56
Iu revislo uno
slanziamenlo di 50 miIioni er gIi anni 2007, 2008 e 2009. II Iondo ha in reaIla oeralo er un soIo
anno, gIi slanziamenli er gIi anni 2008 e 2009 sono slali infalli azzerali daI Governo successivo.
57

Tra Ie riorila individuale er I'uliIizzo degIi slanziamenli er iI 2007 figuravano iI soslegno
aII'accesso aII'aIIoggio, I'accogIienza degIi aIunni slranieri, Ia vaIorizzazione deIIe "seconde
generazioni", Ia luleIa dei minori slranieri non accomagnali e deIIe donne immigrale a rischio di
marginaIila sociaIe, Ia diffusione deIIa conoscenza deIIa Iingua ilaIiana, deIIa Cosliluzione ilaIiana,
deII'ordinamenlo giuridico nazionaIe e dei ercorsi di incIusione sociaIe.
58

Le riorila deIIe oIiliche ubbIiche in maleria di incIusione sociaIe dei migranli sono slale
ridefinile neI 2010 con Ia ubbIicazione deI "Iiano er I'inlegrazione neIIa sicurezza. Idenlila e
inconlro" solloscrillo daI Minislero deI Lavoro e deIIe IoIiliche SociaIi, daI Minislero deII'inlerno e
daI Minislero deII'Islruzione, deII'Universila e deIIa Ricerca Scienlifica.
59

Non e quesla Ia sede er soffermarsi suII'anaIisi dellagIiala di un iano che sin daI liloIo evidenzia
iI nesso rilenulo slringenle lra oIiliche migralorie e suII'immigrazione e "sicurezza". VaIe soIo Ia
ena di ricordare i cinque assi di inlervenlo indicali come riorilari neI iano erche in funzione di
quesli e slala rogrammala Ia geslione deIIe risorse da arle deI Minislero deI Lavoro negIi anni
successivi.
60
Iducazione e arendimenlo, Iavoro, aIIoggio e governo deI lerrilorio, accesso ai
servizi essenziaIi, minori e seconde generazioni sono Ie cinque aree "lemaliche" di inlervenlo
riorilarie individuale neI Iiano.

56
Cfr. L. 27.12.2006, n. 296, Art. 1, comma 1267
57
Cfr. Decreto legge n. 23 del 27 maggio 2008 Disposizioni urgenti per salvaguardare il potere di acquisto delle
famiglie art. 5 c. 11.
58
Direttiva n. 13506 ter del 3 agosto 2007 emanata dal Ministro della Solidariet Sociale di concerto con il Ministro per
i Diritti e le Pari Opportunit.
59
Il testo disponibile qui:
www.interno.gov.it/mininterno/export/sites/default/it/assets/files/19/0538_Pianointegrazionesicurezzaidentitaincontro.p
df
60
Si vedano i Piani della performance 2011-2013, 2012-2014 e 2013-2015 del Ministero del Lavoro e delle Politiche
sociali, disponibili sul sito del Ministero www.lavoro.gov.it.


Irorio a quesle cinque aree fanno riferimenlo i dali che ci sono slali fornili daI Minislero reIalivi
aIIe risorse geslile daIIa Direzione GeneraIe deII'Immigrazione e deIIe IoIiliche di Inlegrazione.
Non essendo slali fornili dali disaggregali su base annuaIe e in serie slorica, e necessario rocedere
neII'anaIisi esaminando searalamenle una rima serie di dali che si riferisce agIi anni 2002-2010 e
una seconda serie di dali che si riferisce aI eriodo 2009-2012. La sovraosizione lemoraIe deIIe
due basi di dali er gIi anni 2009 e 2010 non consenle urlroo di ricoslruire iI dalo comIessivo
suIIe risorse geslile daIIa Direzione GeneraIe er I'inlero eriodo 2002-2012.
61

Tavn!a 4.2 Ricpi!ngn prngctti Iinanziati da! Ministcrn dc! Lavnrn c dc!!c Pn!itichc 5ncia!i - Dirczinnc
Gcncra!c dc!!'immigrazinnc c dc!!c Pn!itichc di Intcgrazinnc. Anni 2002-2010
Ripartn pcr tipn!ngia di Inndi
Dcscrizinnc N. prngctti Impnrti %
Iondi nazionaIi 323 159.245.087,63 85,1
Iondi euroei 35 27.857.995,24 14,9
Tnta!c 358 187.103.082,87 100,0

Ripartn pcr tipn!ngia di cnti attuatnri

Dcscrizinnc N. prngctti Impnrti %
Inli ed Associazioni iscrilli 52 e ss. DeI D.I.R.
n.394/1999 e aII'arl. 6 deI D.L.vo n.215/2003
114 31.591.100,87 16,9
Inli ubbIici 180 99.273.660,74 53,1
Oeralori economici rivali 54 35.960.833,57 19,2
Sociela in house 10 20.277.487,69 10,8
Tnta!c 358 187.103.082,87 100,0

Ripartn rispcttn ai cinquc assi dc! Piann pcr !'intcgrazinnc "Idcntita c incnntrn" dc! giugnn 2010
Dcscrizinnc N. prngctti Impnrti %
Iducazione e arendimenlo 99 20.240.132,18 10,8
Lavoro 41 31.360.173,63 16,8
AIIoggio e governo deI lerrilorio 40 31.721.801,51 17,0
Accesso ai servizi essenziaIi 80 49.362.419,55 26,4
Minori e seconde generazioni 98 54.418.556,00 29,1
Tnta!c 358 187.103.082,87 100,0
|cnic. Minisicrc !c| Iatcrc c !c||c Pc|iiicnc Sccia|i - Oirczicnc Gcncra|c !c||innigrazicnc c !c||c Pc|iiicnc !i
|nicgrazicnc



61
Abbiamo ritenuto infatti che l'effettuazione di una stima calcolata sulla base dell'incrocio delle medie annuali relative
alle due serie potesse comportare un'eccessiva distorsione del risultato finale.

71

Tra iI 2002 e iI 2010 Ia Direzione GeneraIe deII'Immigrazione e deIIe IoIiliche di inlegrazione deI
Minislero deI Lavoro ha geslilo risorse er 187,1 miIioni di euro che hanno finanzialo
comIessivamenle 358 rogelli. L'85,1% di quesle risorse sono rovenienli da Iondi nazionaIi
(159,2 miIioni), iI reslanle 14,9% da Iondi euroei (27,8 miIioni).
La maggior arle dei rogelli finanziali ha avulo come allualori soggelli ubbIici (180 rogelli)
che hanno assorbilo iI 53,1% deIIe risorse, 114 rogelli sono slali geslili da enli e associazioni er
una quola di budgel ari aI 16,9%, 54 rogelli sono slali geslili da oeralori economici rivali che
hanno ero assorbilo iI 19,2% deI budgel e 10 rogelli sono slali geslili da sociela in house.
Figura 4.2 Ripartn prngctti pcr tipn!ngia di cnti attuatnri 2002-2010

Figura 4.3 Ripartn prngctti pcr arca di intcrvcntn 2002-2010

La dislribuzione dei fondi er area di inlervenlo evidenzia che i rogelli rivoIli a minori e seconde
generazioni hanno assorbilo Ia quola maggiore di risorse (54,4 miIioni ari aI 29,1% deI lolaIe). La
seconda area di imegno e queIIa reIaliva aII'accesso ai servizi essenziaIi (49,3 miIioni ari aI 26,9%
""$
")%
($
"%
Lnu ed Assoclazlonl lscrlm 32 e
ss. uel u..8. n.394/1999 e
all'arL. 6 del u.L.vo n.213/2003
Lnu pubbllcl
CperaLorl economlcl prlvau
socleLa ln house
''
$"
$%
)%
')
Lducazlone e
apprendlmenLo
Lavoro
Allogglo e governo del
LerrlLorlo
Accesso al servlzl essenzlall
Mlnorl e seconde
generazlonl


deI lolaIe), seguila dagIi inlervenli er I'aIIoggio e iI governo deI lerrilorio (31,7 miIioni ari aI
17%) e suI Iavoro (31,3 miIioni ari aI 16,8%). enche sia deslinalaria deI maggior numero di
rogelli, I'area educazione e arendimenlo e queIIa che assorbe meno risorse (20,2 miIioni di euro
ari aI 10,8% deI lolaIe).
La TavoIa 4.3 iIIuslra invece i dali disonibiIi er gIi anni 2009-2012: in quesli uIlimi quallro anni,
Ie risorse geslile daIIa Direzione GeneraIe sono ari a 169,7 miIioni di euro di cui 139,6 rovengono
da fondi nazionaIi e 30 da fondi euroei.
Tavn!a 4.3 Ricpi!ngn prngctti Iinanziati da! Ministcrn dc! Lavnrn c dc!!c Pn!itichc 5ncia!i Dirczinnc
Gcncra!c dc!!'immigrazinnc c dc!!c Pn!itichc di Intcgrazinnc. Anni 2009-2012
Ripartn pcr tipn!ngia di Inndi

Dcscrizinnc N. prngctti
Finanziamcnti
DGI
CnIinanziamcnti Tnta!i %
Iondi nazionaIi 132 107.663.268,64 32.001.594,92 139.664.863,56 82,3
Iondi euroei 87 29.158.701,32 881.689,07 30.040.390,39 17,7
Tnta!c 219 136.821.969,96 32.883.283,99 169.705.253,95 100

Ripartn pcr tipn!ngia di cnti attuatnri
Dcscrizinnc N. prngctti
Finanziamcnti
DGI
CnIinanziamcnti Tnta!i %
Inli ed Associazioni iscrilli 52 e ss. DeI
D.I.R. n.394/1999 e aII'arl. 6 deI D.L.vo
n.215/2003
40 3.215.678,91 95.187,79 3.310.866,70 2,0
Inli ubbIici 112 88.696.429,51 31.843.800,70 120.540.230,21 71,0
Oeralori economici rivali 54 9.765.109,54 944.295,50 10.709.405,04 6,3
Sociela in house 13 35.144.752,00 - 35.144.752,00 20,7
Tnta!c 219 136.821.969,96 32.883.283,99 169.705.253,95 100

Ripartn rispcttn ai cinquc assi dc! Piann pcr !'intcgrazinnc "Idcntita c incnntrn" dc! giugnn 2010
Dcscrizinnc N. prngctti
Finanziamcnti
DGI
CnIinanziamcnti Tnta!i %
Iducazione e arendimenlo 58 13.021.130,52 1.083.033,50 14.104.164,02 8,3
Lavoro 71 49.244.135,16 16.360.055,00 65.604.190,16 38,7
AIIoggio e governo deI lerrilorio 8 8.700.000,00 15.409.966,49 24.109.966,49 14,2
Accesso ai servizi essenziaIi 36 7.100.397,94 24.685,00 7.125.082,94 4,2
Minori e seconde generazioni 46 58.756.306,34 5.544,00 58.761.850,34 34,6
Tnta!c 219 136.821.969,96 32.883.283,99 169.705.253,95 100
|cnic. Minisicrc !c| Iatcrc c !c||c Pc|iiicnc Sccia|i Oirczicnc Gcncra|c !c||innigrazicnc c !c||c Pc|iiicnc !i
|nicgrazicnc
I rogelli finanziali sono 219 geslili da enli ubbIici (112), da oeralori economici rivali (54), da
associazioni (40) e da sociela in house (13).

73

NegIi uIlimi quallro anni hanno acquisilo maggiore riorila gIi inlervenli di soslegno
aII'inserimenlo Iavoralivo sia in lermini assoIuli (65,6 miIioni di euro) che reIalivi (38,7% deIIe
risorse comIessive). Resla significalivo I'imegno a soslegno dei minori e deIIe seconde
generazioni (58,7 miIioni), sebbene assorba una quola minore di risorse (34,6%) risello aI eriodo
2002-2010. AgIi inlervenli suII'aIIoggio e iI governo deI lerrilorio vengono deslinali 24,1 miIioni
(14,2%), menlre neII'ambilo deII'educazione e deII'arendimenlo e deII'accesso ai servizi
essenziaIi vengono comIessivamenle inveslili circa 21,2 miIioni di euro.
Figura 4.4 Ripartn prngctti pcr cntc attuatnrc. Anni 2009-2012


Figura 4.5 Ripartn prngctti pcr arca di intcrvcntn. Anni 2009-2012

$%
""&
($
"+
Lnu ed Assoclazlonl
lscrlm 32 e ss. uel u..8.
n.394/1999 e all'arL. 6
del u.L.vo n.213/2003
Lnu pubbllcl
CperaLorl economlcl
prlvau
socleLa ln house
()
,"
)
+*
$*
Lducazlone e
apprendlmenLo
Lavoro
Allogglo e governo del
LerrlLorlo
Accesso al servlzl essenzlall
Mlnorl e seconde
generazlonl


II caIcoIo deIIa sesa media annuaIe er i due diversi eriodi considerali, ari er gIi anni 2002-
2010 a 20.789.231 miIioni e er gIi anni 2009-2012 a 42.426.313 miIioni, sembra segnaIare una
maggiore disonibiIila di risorse da arle deIIa Direzione negIi uIlimi anni. La mancanza di
uIleriori dellagIi imedisce di individuare in modo secifico I'origine di laIe maggiore
disonibiIila. Iossiamo soIo iolizzare che aImeno in arle vi abbia conlribuilo Ia disonibiIila di
una arle deI Iondo er Ia Irolezione civiIe messo a disosizione er Ia geslione deIIa cosiddella
emergenza Nord-Africa er geslire I'accogIienza dei minori slranieri non accomagnali giunli a
seguilo dei mulamenli oIilici verificalisi in quesl'area. Va inoIlre consideralo che er iI eriodo
2009-2012, sono slale fornile informazioni anche reIalivamenle aI cofinanziamenlo garanlilo da
aIlri enli ari a 32,8 miIioni di euro (19,3% deIIe risorse comIessive) in grandissima arle
rovenienle da aIlri enli ubbIici (31,8 miIioni) e concenlralo negIi inlervenli in maleria di Iavoro
(16,3 miIioni) e di aIIoggio e governo deI lerrilorio (15,4 miIioni).
Iurlroo, come abbiamo anlicialo, Ia sovraosizione lemoraIe deIIe due serie di dali er gIi
anni 2009 e 2010 imedisce di slimare Ia sesa comIessiva geslila daIIa Direzione er I'inlero
eriodo 2002-2012.












75


















In sintesi
La Direzione GeneraIe deII'immigrazione e deIIe oIiliche di inlegrazione deI Minislero deI
Lavoro e deIIe IoIiliche SociaIi coordina Ie oIiliche di inserimenlo sociaIe e Iavoralivo dei
cilladini immigrali e Ia geslione deIIe risorse ubbIiche er Ie oIiliche migralorie allingendo
sia a fondi nazionaIi che a fondi comunilari.
Tra iI 2002 e iI 2010 Ia Direzione ha geslilo risorse er un ammonlare ari a 187,1 miIioni di
euro, di cui 159,2 miIioni di rovenienza nazionaIe e 27,8 miIioni di di rovenienza
comunilaria, er finanziare 358 rogelli, con una sesa media annuaIe ari a 20,7 miIioni di
euro.
Se si considerano invece gIi anni 2009-2012, Ie risorse a disosizione deIIa Direzione sono
slale ari a 136,8 miIioni di euro, di cui 107,6 di rovenienza nazionaIe e 29,1 miIioni di
rovenienza comunilaria. I rogelli finanziali sono slali in queslo caso 219. La sesa media
annuaIe riferila a queslo eriodo risuIla ari a 42,4 miIioni di euro.
Le risorse disonibiIi sono slale uliIizzale er finanziare riorilariamenle cinque aree di
inlervenlo: educazione e arendimenlo, Iavoro, aIIoggio e governo deI lerrilorio, accesso ai
servizi essenziaIi, minori e "seconde generazioni". I dali evidenziano che, se si fa riferimenlo
aI eriodo 2002-2010, gIi inlervenli che hanno assorbilo Ia maggiore quola di risorse sono
queIIi rivoIli ai minori e ai giovani (29,1%) seguili da queIIi er I'aIIoggio e iI governo deI
lerrilorio (17%). Se invece si considerano gIi anni 2009-2012, gIi inlervenli neII'ambilo deI
Iavoro assorbono Ia maggiore quola (38,7%) deIIe risorse disonibiIi.
La sovraosizione lemoraIe er gIi anni 2009-2010 resenle nei dali fornili daI Minislero
non consenle di ricoslruire iI dalo comIessivo deIIa sesa soslenula er iI eriodo 2002-2012.



4. 2 Il Fondo Europeo per l'Integrazione dei cittadini di Paesi terzi
II Iondo Iuroeo er I'inlegrazione dei cilladini di aesi lerzi e uno dei fondi isliluili neII'ambilo
deI Irogramma quadro "SoIidariela e geslione dei fIussi migralori" er iI eriodo 2007-2013. II
Iondo e slalo isliluilo con una Decisione deI ConsigIio deII'Unione Iuroea neI giugno 2007 che ne
idenlifica in modo accuralo gIi obiellivi generaIi e secifici, Ie modaIila di alluazione, Ie azioni
finanziabiIi, Ie rocedure di rogrammazione, I'enlila e Ie modaIila di riarlizione deIIe risorse
messe a disosizione degIi Slali membri e i meccanismi di moniloraggio e conlroIIo.
62

L'obiellivo generaIe deI Iondo e "soslenere gIi sforzi comiuli dagIi Slali membri er ermellere a
cilladini di aesi lerzi rovenienli da conlesli economici, sociaIi, cuIluraIi, reIigiosi, Iinguislici ed
elnici diversi di soddisfare Ie condizioni di soggiorno e di inlegrarsi iu faciImenle neIIe sociela
euroee".
63
II suorlo aII'eIaborazione e aII'aIicazione deIIe rocedure di ammissione, aIIo
sviIuo di oIiliche di inserimenlo dei cilladini di aesi lerzi aena arrivali negIi Slali membri,
aI moniloraggio e aIIa vaIulazione deIIe oIiliche messe in allo e aIIo scambio di buone raliche ne
cosliluiscono gIi obiellivi secifici.
La reaIizzazione di camagne di informazione suIIe rocedure di ammissione, Ie inizialive di
rearazione aIIa arlenza nei aesi di origine, anche allraverso Ia formazione rofessionaIe,
civica e Iinguislica, I'organizzazione di rogrammi di educazione civica e di formazione Iinguislica
nei aesi deslinazione, Ia romozione di inlervenli secifici rivoIli ai bambini, aIIe donne, agIi
anziani, ai disabiIi, ai giovani di origine slraniera e ai cilladini quaIificali e aIlamenle quaIificali, Ie
azioni finaIizzale a migIiorare I'accesso a beni e servizi ubbIici anche allraverso Ia mediazione
inlercuIluraIe, i rogrammi che rafforzano Ia geslione deIIa diversila, Ie azioni che rafforzano Ia
caacila di coordinare, alluare, sorvegIiare e vaIulare Ie slralegie nazionaIi di "inlegrazione" dei
cilladini di aesi lerzi ai vari IiveIIi e nei vari organi amminislralivi, Ie allivila di ricerca e raccoIla
dali, Ia redisosizione di slrumenli di moniloraggio e di meccanismi di vaIulazione affidabiIi er
Ie oIiliche e Ie misure di inlegrazione nonche Ia romozione di camagne di sensibiIizzazione
rivoIle aIIe sociela di accogIienza rienlrano lra Ie misure finanziabiIi con Ie risorse deI Iondo.
La dolazione finanziaria iniziaIe deI Iondo er I'inlero eriodo di riferimenlo (2007-2013) e ari a
825 miIioni di euro, e revislo che iI Iondo ossa finanziare inizialive lransnazionaIi o azioni

62
Decisione del Consiglio dellUnione Europea n. 2007/435/CE del 25 giugno 2007
63
Ibidem pag.4

77

comunilarie reIalive aIIa oIilica in maleria di immigrazione e di "inlegrazione" sino a un massimo
deI 7% deIIe risorse disonibiIi. La riarlizione deIIe risorse lra gIi slali membri e effelluala
roorzionaImenle lenendo conlo deI numero di cilladini di aesi lerzi regoIarmenle soggiornanli
in ciascun aese.
La rogrammazione IuriennaIe viene alluala con rogrammi annuaIi che su roosla di ciascuno
Slalo membro ossono comorlare una revisione deI rogramma IuriennaIe iniziaImenle
arovalo. II Iondo finanzia sollo forma di sovvenzione una quola che varia lra iI 50% e iI 75% dei
cosli deIIe azioni roosle dagIi slali membri nei rogrammi annuaIi, Ia arle rimanenle dei cosli
viene cofinanziala dagIi Slali membri. L'Aulorila ResonsabiIe in IlaIia er Ia geslione deI Iondo e
iI Diarlimenlo er Ie Liberla CiviIi e I'Immigrazione deI Minislero deII'Inlerno.
Con Decisione deIIa Commissione C(2008)7639 deI 4 dicembre 2008 e slalo arovalo iI
rogramma IuriennaIe 2007-2013 che ha revislo uno slanziamenlo comIessivo iniziaIe ari a
135,4 miIioni di euro, di cui 95,5 di rovenienza comunilaria e 39,9 di rovenienza nazionaIe. Con
Decisioni successive sono slali arovali i rogrammi annuaIi che hanno modificalo in modo
significalivo iI iano finanziario revislo neI Irogramma IuriennaIe.
Tavn!a 4.4 Fnndn Eurnpcn pcr !'Intcgrazinnc dci cittadini di pacsi tcrzi: cnntributn cnmunitarin c
cnIinanziamcntn dc!!n 5tatn ita!iann. Piann Iinanziarin indicatn nci Prngrammi Annua!i. Anni 2007-2013
Anni
Cnntributn
cnmunitarin
CnIinanziamcntn
nazinna!c
5tanziamcntn
privatn
Tnta!c
%
Cnntributn
cnmunitarin
%
CnIin.
Nazinna!c
2007 6.315.000,00 2.451.666,66 638.871,52 9.405.538,00 67 26
2008 8.591.000,00 3.857.900,00 - 12.448.900,00 69 31
2009 15.062.036,85 6.556.903,52 - 21.618.940,00 70 30
2010 20.445.052,00 8.945.052,00 - 29.390.105,00 70 30
2011 27.136.905,22 11.486.905,22 - 38.623.810,00 70 30
2012 34.173.524,00 14.323.524,00 - 48.497.048,00 70 30
2013 36.956.522,00 22.656.522,00 - 59.613.044,00 62 38
TOTALE 148.680.040,07 70.278.473,40 638.871,52 219.597.385,00 68 32
|cnic. Prcgranni annua|i ||| 2007-2013 !ispcni|i|i su| siic !c| Minisicrc !c|||nicrnc
Le variazioni iu riIevanli oerale con i rogrammi annuaIi riguardano gIi anni 2010-2013 er i
quaIi sono slale slanziale risorse aggiunlive sia er quanlo riguarda iI conlribulo comunilario che
queIIo nazionaIe. Ier I'inlero eriodo iI Iondo ha slanzialo er I'IlaIia 219,5 miIioni di euro di cui
148,6 di rovenienza comunilaria e 70,2 miIioni di rovenienza nazionaIe. SoIo neI 2007 sono
inlervenuli anche finanziamenli rivali er un imorlo ari a 638.871 euro. Le risorse messe a


disosizione deI Iondo hanno subilo un incremenlo coslanle neI corso deI lemo: neI 2013 sono
ari a iu di sei voIle queIIe deI 2007.
Figura 4.6 FEI: cnntributn cnmunitarin c cnIinanziamcntn dc!!n 5tatn ita!iann. V.A. Anni 2007-2013

In lullo iI eriodo iI conlribulo comunilario e sueriore a queIIo nazionaIe: comIessivamenle
I'aorlo comunilario garanlisce iI 68% deIIa dolazione deI Iondo risello aI 32% assicuralo daI
cofinanziamenlo nazionaIe, I'incidenza dei finanziamenli rivali e minima (0,29%).
Figura 4.7 FEI: cnntributn cnmunitarin c cnIinanziamcntn dc!!n 5tatn ita!iann.
Va!nri pcrccntua!i. Anni 2007-2013

9.403.338
12.448.900
21.618.940
29.390.103
38.623.810
48.497.048
39.613.044
0
10.000.000
20.000.000
30.000.000
40.000.000
30.000.000
60.000.000
70.000.000
2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013
ConLrlbuLo comunlLarlo ConanzlamenLo nazlonale 1oLale
*,#"$
*'#%" *'#*, *'#(* ,%#&* ,%#$,
*"#''
&*#%,
+%#'' +%#++ +%#$$ &'#,$ &'#(+
+)#%"
0
10
20
30
40
30
60
70
80
90
100
2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013
ConLrlbuLo comunlLarlo Con. nazlonale

79

L'uliIizzo deI Iondo viene oeralo con due diverse modaIila: Ia seIezione dirella riguarda i
rogelli di dimensione nazionaIe roosli e alluali direllamenle daIIe Amminislrazioni cenlraIi,
menlre lramile avviso ubbIico vengono seIezionali i rogelli a vaIenza lerriloriaIe. Una quola deI
fondo annuaIe che osciIIa a seconda degIi anni lra iI 5% e iI 10% e deslinala aIIe allivila di
assislenza lecnica er Io svoIgimenlo di allivila di rearazione, geslione, moniloraggio,
informazione, vaIulazione, conlroIIo e geslione amminislraliva.
La ubbIicazione on-Iine deIIe gradualorie dei rogelli ammessi a finanziamenlo er gIi anni
finanziari 2007-2011 e Ia Iellura dei rogrammi annuaIi 2012 e 2013 consenle di idenlificare Ie
misure che sono slale considerale riorilarie e suIIe quaIi sono slale concenlrale Ie risorse.
NeI rimo caso si lralla di imegni di sesa gia adollali, neI secondo caso i dali di sesa sono
revisionaIi cos come secificali nei iani finanziari aIIegali ai rogrammi annuaIi.
Tra iI 2007 e iI 2011 sono slale finanziale lra Ie 8 e Ie 9 Iinee di azione diverse. La comarazione in
serie slorica non e faciImenle reaIizzabiIe erche I'aggregazione deIIe allivila neIIe diverse Iinee di
azione non e omogenea in lulli gIi anni considerali.
La dislribuzione deIIe risorse evidenzia in ogni caso che Ia formazione Iinguislica e I'educazione
civica assorbono Ia quola maggiore di risorse a eccezione deII'anno finanziario 2007 er iI quaIe
sono slale assegnale risorse maggiori agIi inlervenli di orienlamenlo aI Iavoro e formazione
rofessionaIe. Grande allenzione hanno ricevulo anche i rogelli giovaniIi cui e slalo deslinalo a
seconda degIi anni lra I'11,7% e iI 18,8% deIIe risorse. Le inizialive di mediazione cuIluraIe e sociaIe
e gIi inlervenli di capaciiq |ui|!ing sono Ie aIlre Iinee di inlervenlo maggiormenle significalive.
Tavn!a 4.5 Prngctti ammcssi a! Iinanziamcntn dc! Fnndn Eurnpcn pcr !'intcgrazinnc dci cittadini
prnvcnicnti da pacsi tcrzi. Annn 2007. Va!nri in curn.
Azinni
curn %
1 - Allivila di formazione Iinguislica e orienlamenlo civico 2.009.422,26 23,97
2 - Allivila di orienlamenlo aI Iavoro e formazione rofessionaIe 2.071.419,41 24,71
3 - Irogelli giovaniIi 1.535.563,01 18,32
4 - Azioni di sensibiIizzazione, di informazione e di comunicazione 1.283.101,60 15,31
5 - Iromozione deIIa Iigura deI medialore cuIluraIe 94.416,00 1,13
6 - Irogrammi Innovalivi er I'inlegrazione 20.000,40 0,24
7 - Azioni deIIa ConsuIla NazionaIe er i robIemi degIi immigrali e deIIe Ioro famigIie -
vaIulazione e caacily buiIding
1.219.000,00 14,54
8 - Scambio di eserienze e buone raliche 148.870,00 1,78
TOTALE 8.381.792,68 100
|cnic. gra!uaicric !ci prcgciii apprctaii !ispcni|i|i su| siic !c| Minisicrc !c||inicrnc



Tavn!a 4.6 Prngctti ammcssi a! Iinanziamcntn dc! Fnndn Eurnpcn pcr !'intcgrazinnc dci cittadini
prnvcnicnti da pacsi tcrzi. Annn 2008. Va!nri in curn.
Azinni curn %
1 - Allivare misure che garanliscano e migIiorino i rocessi di incIusione sociaIe
(formazione Iinguislica, orienlamenlo civico, aI Iavoro e formazione rof.Ie)
5.167.884,94 44,52
2 - Irogelli giovaniIi 1.815.888,99 15,64
3 - Azioni di sensibiIizzazione, di informazione e di comunicazione 1.138.270,14 9,81
4 - Inizialive di mediazione cuIluraIe 1.205.690,40 10,39
5 - Irogrammi innovalivi er I'inlegrazione 685.000,00 5,90
6 - AIicazione deI sislema di vaIulazione deIIe oIiliche e degIi inlervenli di
inlegrazione
266.228,17 2,29
7 - Misure di accomagnamenlo aII'incIusione socio-Iavoraliva degIi exlracomunilari -
caacily buiIding
1.200.000,00 10,34
8 - Scambio di eserienze e buone raliche 129.420,00 1,11
TOTALE 11.608.382,64 100
|cnic. gra!uaicric !ci prcgciii apprctaii !ispcni|i|i su| siic !c| Minisicrc !c||inicrnc


Tavn!a 4.7 Prngctti ammcssi a! Iinanziamcntn dc! Fnndn Eurnpcn pcr !'intcgrazinnc dci cittadini
prnvcnicnti da pacsi tcrzi. Annn 2009. Va!nri in curn.
Azinni curn %
1 - Allivare misure che garanliscano e migIiorino i rocessi di incIusione sociaIe
(formazione Iinguislica, orienlamenlo civico, aI Iavoro e formazione rof.Ie)
7.219.230,39 36,30
2 - Irogelli giovaniIi 2.888.924,46 14,52
3 - Azioni di sensibiIizzazione, di informazione e di comunicazione 2.062.457,52 10,37
4 - Inizialive di mediazione cuIluraIe 1.359.825,85 6,84
5 - Inizialive di mediazione sociaIe e romozione deI diaIogo inlercuIluraIe 2.293.525,15 11,53
6 - Irogrammi innovalivi er I'inlegrazione 1.581.592,77 7,95
7- AIicazione deI sislema di vaIulazione deIIe oIiliche e degIi inlervenli di inlegrazione 500.000,00 2,51
8 - Caacily buiIding: cosliluzione di slrullure e di reli di inlervenlo 1.659.875,20 8,35
9 - Scambio di eserienze e buone raliche 324.100,00 1,63
TOTALE 19.889.531,34 100
|cnic. gra!uaicric !ci prcgciii apprctaii !ispcni|i|i su| siic !c| Minisicrc !c|||nicrnc

Tavn!a 4.8 Prngctti ammcssi a! Iinanziamcntn dc! Fnndn Eurnpcn pcr !'intcgrazinnc dci cittadini
prnvcnicnti da pacsi tcrzi. Annn 2010. Va!nri in curn.
Azinni Impnrtn %
1 - Iormazione Iinguislica, civica, orienlamenlo aI Iavoro 8.511.111,15 32,13
2 - Irogelli giovaniIi 4.995.341,77 18,86
3 - Informazione, sensibiIizzazione, comunicazione 2.397.155,37 9,05
4 - Inizialive di mediazione sociaIe e romozione deI diaIogo inlercuIluraIe 4.444.264,13 16,78
5 - Irogrammi innovalivi er I'inlegrazione 2.356.560,78 8,90
6- AIicazione deI sislema di vaIulazione deIIe oIiliche e degIi inlervenli di inlegrazione 864.640,00 3,26
7 - Caacily buiIding 2.795.385,96 10,55
8 - Scambio di eserienza e buone raliche 125.000,00 0,47
TOTALE 26.489.459,16 100
|cnic. gra!uaicric !ci prcgciii apprctaii !ispcni|i|i su| siic !c| Minisicrc !c|||nicrnc


81

Ier gIi anni finanziari 2012 e 2013 sono disonibiIi soIo gradualorie arziaIi e dunque non e slalo
ossibiIe ricoslruire iI quadro di insieme deIIe risorse effellivamenle imegnale. Le Iinee di
indirizzo di geslione deI Iondo ossono ero essere idenlificale nei iani finanziari revisionaIi
aIIegali ai rogrammi annuaIi.
Tavn!a 4.10 Fnndn Eurnpcn pcr !'Intcgrazinnc di cittadini di Pacsi tcrzi. Piann Iinanziarin indicativn.
Annn 2012. Va!nri in curn.
Azinni curn %
1 - Iormazione Iinguislica ed educazione civica 22.000.000,00 45,36
2 - Orienlamenlo aI Iavoro e soslegno aII'occuabiIila 3.000.000,00 6,19
3 - Irogelli giovaniIi 6.000.000,00 12,37
4 - Informazione, comunicazione e sensibiIizzazione 2.500.000,00 5,15
5 - Mediazione inlercuIluraIe 2.200.000,00 4,54
6 - Mediazione sociaIe e diaIogo inlercuIluraIe 4.000.000,00 8,25
7 - Caacily buiIding 5.000.000,00 10,31
8 - Scambio di eserienze e buone raliche 1.003.166,08 2,07
Assislenza lecnica 2.793.881,92 5,76
TOTALE 48.497.048,00 100
|cnic. |cn!c |urcpcc pcr ||nicgrazicnc !i ciiia!ini !i Pacsi icrzi. Prcgranna annua|c 2012





Tavn!a 4.9 Prngctti ammcssi a! Iinanziamcntn dc! Fnndn Eurnpcn pcr !'intcgrazinnc dci cittadini
prnvcnicnti da pacsi tcrzi. Annn 2011. Va!nri in curn.
Azinni curn %
1 - Iormazione Iinguislica ed educazione civica 17.999.997,21 49,42
2 - Orienlamenlo aI Iavoro e soslegno aII'occuabiIila 2.333.028,11 6,41
3 - Irogelli giovaniIi 4.269.307,72 11,72
4 - Iromozione deII'accesso aII'aIIoggio 1.795.859,41 4,93
5 - Informazione, comunicazione e sensibiIizzazione 1.593.308,73 4,37
6 - Mediazione sociaIe e romozione deI diaIogo inlercuIluraIe 3.389.456,88 9,31
7 - Sislema di vaIulazione deIIe oIiliche e inlervenli di inlergrazione 500.000,00 1,37
8 - Caacily buiIding 3.730.135,76 10,24
9 - Scambio di eserienze e buone raliche 809.999,00 2,22
TOTALE 36.421.092,82 100
|cnic. gra!uaicric !ci prcgciii apprctaii !ispcni|i|i su| siic !c| Minisicrc !c|||nicrnc



Tavn!a 4.11 Fnndn Eurnpcn pcr !'Intcgrazinnc di cittadini di Pacsi tcrzi. Piann Iinanziarin indicativn.
Annn 2013. Va!nri in curn.
Azinni curn %
1 - Iormazione Iinguislica ed educazione civica 20.000.000,00 33,55
2 - Orienlamenlo aI Iavoro e soslegno aII'occuabiIila 12.500.000,00 20,97
3 - Inlegrazione scoIaslica e incIusione sociaIe dei giovani slranieri 6.000.000,00 10,06
4 - Inlegrazione e famigIia 600.000,00 1,01
5 - Informazione, comunicazione e sensibiIizzazione 2.500.000,00 4,19
6 - Mediazione sociaIe, Iinguislica ed inlercuIluraIe 6.000.000,00 10,06
7- DiaIogo inlercuIluraIe ed emovermenl deIIe associazioni slraniere 1.000.000,00 1,68
8- VaIulazione deIIe oIiliche 750.000,00 1,26
9 - Caacily buiIding 6.000.000,00 10,06
10 - Scambio di eserienze e buone raliche 1.246.522,24 2,09
Assislenza lecnica 3.016.521,76 5,06
TOTALE 59.613.044,00 100
|cnic. |cn!c |urcpcc pcr ||nicgrazicnc !i ciiia!ini !i Pacsi icrzi. Prcgranna annua|c 2013


Anche negIi anni finanziari 2012 e 2013 conlinuano a essere considerale riorilarie Ia formazione
Iinguislica e I'educazione civica. NeII'anno 2013 si osservano ero aIcune novila. Una arlicoIare
riIevanza e riservala agIi inlervenli di orienlamenlo aI Iavoro e di soslegno aII'occuabiIila che
assorbono iI 20,9% deIIe risorse, sceIla suggerila daII'imallo deIIa crisi suI lasso di occuazione
dei Iavoralori slranieri. InoIlre i rogelli rivoIli ai giovani vengono secificamenle mirali
aII'inlegrazione scoIaslica e sociaIe. Infine una Iinea di azione fa secifico riferimenlo aII'esigenza
di rafforzamenlo deIIe associazioni slraniere.


83



In sintesi
NeII'ambilo deI Iondo Iuroeo er I'Inlegrazione dei Iaesi Terzi lra iI 2007 e iI 2013 I'IlaIia
ha avulo a disosizione una dolazione finanziaria comIessiva ari a 219,5 miIioni di euro: iI
conlribulo comunilario e ari a 148,6 miIioni e assicura iI 68% deIIe risorse, iI
cofinanziamenlo nazionaIe e di 70,2 miIioni, ari aI 32% deIIe risorse comIessive. Si
evidenzia dunque un significalivo sbiIanciamenlo lra I'imegno comunilario e queIIo
nazionaIe.
Le risorse rese disonibiIi hanno conosciulo un incremenlo coslanle neI corso degIi anni: dai
9,4 miIioni di euro disonibiIi neII'anno finanziario 2007 Ia dolazione annuaIe deI Iondo a
raggiunlo i 59,6 miIioni di euro er I'anno finanziario 2013.
L'Aulorila resonsabiIe deIIa geslione deIIe risorse deI Iondo, iI Diarlimenlo Liberla CiviIi e
Immigrazione deI Minislero deII'Inlerno, ha individualo neIIa formazione Iinguislica,
neII'educazione civica, negIi inlervenli di orienlamenlo aI Iavoro, nei rogelli giovaniIi e neIIa
mediazione cuIluraIe Ie riorila di inlervenlo cui e slala deslinala gran arle deIIe risorse. Tra
Ie aIlre misure finanziale vi sono allivila di informazione, comunicazione e sensibiIizzazione,
rogelli voIli a favorire iI diaIogo inlercuIluraIe, allivila di moniloraggio e vaIulazione deIIe
oIiliche nonche scambi di eserienze e buone rassi sia a IiveIIo nazionaIe che euroeo.



4.3 Il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR)
II Sislema di rolezione er richiedenli asiIo e rifugiali (SIRAR), isliluilo daIIa Iegge n.189/2002, e
iI sislema ubbIico di accogIienza di richiedenli asiIo e rifugiali cosliluilo da una rele di enli IocaIi
che accedono aI Iondo nazionaIe er Ie oIiliche e i servizi deII'asiIo er reaIizzare inlervenli di
accogIienza inlegrala suI lerrilorio. Lo SIRAR e coordinalo da un Servizio cenlraIe affidalo
aII'Associazione nazionaIe dei comuni ilaIiani (ANCI).
Lo SIRAR cosliluisce una deIIe oche eserienze ilaIiane di coordinamenlo nazionaIe deIIe
oIiliche ubbIiche in maleria di accogIienza e incIusione sociaIe dei cilladini slranieri che vede
una coIIaborazione in rele lra isliluzioni nazionaIi, enli IocaIi e organizzazioni deIIa sociela civiIe.
Le finaIila, Ie melodoIogie di inlervenlo, gIi slandard di accogIienza, Ia slrullura a rele deI Sislema
sono iI risuIlalo di un Iungo ercorso avvialo aIIa fine degIi anni '90 da associazioni e
organizzazioni non governalive neII'ambilo deI rogello Azione comune, finaIizzalo
aII'accogIienza dei richiedenli asiIo, liloIari di rolezione umanilaria o lemoranea kosovari.
64

Irorio I'elerogeneila dei soggelli coinvoIli neI rogello consenl di avviare un rimo confronlo
suII'accogIienza e Ia rolezione dei richiedenli asiIo e dei rifugiali e di individuare slandard
minimi comuni di accogIienza. In arlicoIare fu in quesla occasione che si inizio a decIinare
un'idea di accogIienza non Iimilala aIIa dimensione maleriaIe (villo e aIIoggio), ma comrensiva di
misure di orienlamenlo e assislenza IegaIe, di accomagnamenlo aIIa rocedura di asiIo, di
inserimenlo sociaIe dei richiedenli asiIo e dei rifugiali. Nacque insomma in quesli anni queII'idea
di "accogIienza inlegrala" che isira oggi Ie allivila deIIo SIRAR.
Irorio a arlire daII'eserienza di Azione comune, neI 2001 iI Minislero deII'Inlerno Diarlimenlo
er Ie Iiberla civiIi e I'immigrazione, I'Associazione nazionaIe dei comuni ilaIiani (ANCI) e I'AIlo
Commissarialo deIIe Nazioni Unile er i Rifugiali (UNHCR), doo un cicIo di consuIlazioni con Ie
organizzazioni deIIa sociela civiIe, sigIarono un rolocoIIo d'inlesa er Ia reaIizzazione di un
"Irogramma nazionaIe asiIo" (INA) iI cui coordinamenlo lecnico fu affidalo a una segreleria
cenlraIe. Nacque cos, neI IugIio di queII'anno, iI rimo sislema ubbIico er I'accogIienza di
richiedenli asiIo e rifugiali, decenlralo su lullo iI lerrilorio ilaIiano, fondalo suIIa coIIaborazione lra
isliluzioni cenlraIi e IocaIi (Minislero deII'Inlerno ed enli IocaIi).

64
Per una ricostruzione della genesi del sistema SPRAR si veda: ICS, La protezione negata. Primo rapporto sul diritto
di asilo in Italia, Feltrinelli, 2005, pp. 125-140.

85

Con Ia Legge 189/2002 iI sislema venne isliluzionaIizzalo con Ia cosliluzione deIIo SIRAR iI cui
coordinamenlo fu affidalo aI Servizio cenlraIe di informazione, romozione, consuIenza,
moniloraggio e suorlo lecnico agIi enli IocaIi geslilo daII'ANCI. La slessa Legge islilu iI Iondo
NazionaIe er Ie IoIiliche e i Servizi er I'AsiIo deslinalo a finanziare i rogelli di accogIienza e
inserimenlo sociaIe di richiedenli asiIo e rifugiali resenlali dagIi enli IocaIi. La dolazione di base
deI INISA e di 5,16 miIioni di euro ma viene inlegrala annuaImenle con gIi slanziamenli revisli
neIIe Ieggi di slabiIila (rima Ieggi finanziarie).
GIi enli IocaIi che fanno arle deIIo SIRAR garanliscono, in coIIaborazione con Ie organizzazioni
deIIa sociela civiIe, oIlre aII'accogIienza "maleriaIe" misure di orienlamenlo IegaIe e sociaIe e
ercorsi individuaIi di inserimenlo socio-economico. Tra i servizi erogali ci sono queIIi di
assislenza sociaIe, mediazione Iinguislico cuIluraIe, assislenza sanilaria, inserimenlo Iavoralivo,
assislenza IegaIe nonche I'organizzazione di allivila oIicuIluraIi.
II Servizio cenlraIe svoIge invece allivila di informazione, romozione, consuIenza e assislenza
lecnica agIi enli IocaIi, formazione degIi oeralori nonche di moniloraggio suIIa resenza dei
richiedenli e liloIari di rolezione inlernazionaIe suI lerrilorio nazionaIe.
65

Tavn!a 4.12 I! sistcma 5PRAR. Numcrn di prngctti tcrritnria!i, di pnsti dispnnibi!i, cnpcrtura
rcginna!c c prnvincia!c. Anni 2007-2012.
Anni numcrn prngctti
cnti !nca!i
cninvn!ti
pnsti dispnnibi!i
cnpcrtura
rcginna!c
cnpcrtura
prnvincia!c
2007 104 95 3041 19 65
2008 114 101 2541 19 68
2009 138 123 3000 19 68
2010 138 123 3146 19 68
2011 151 128 3000 19 68
2012 151 128 3000 19 68
|cnic. rappcrii annua|i SP|A| !ispcni|i|i su uuu.scrtizicccnira|c.ii/in!cx.pnp?Occuncniici7
Nola: neI 2008 sono slali aggiunli 1847 osli in via slraordinaria, neI 2011 sono slali messi a
disosizione deIIa Irolezione civiIe uIleriori 1.500 osli er far fronle aIIa cosiddella "Imergenza Nord-
Africa"

65
Informazioni dettagliate sulle funzioni, le attivit e i risultati raggiunti sono disponibili sui rapporti annuali dello
SPRAR. Cfr. Censis (a cura di), Rapporto annuale sul Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati. Anno
2005; Censis (a cura di), Rapporto annuale sul Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati. Anno 2006;
SPRAR, ANCI, Ministero dell'interno-Dipartimento per le libert civili e l'immigrazione, Rapporto annuale sul Sistema
di protezione per richiedenti asilo e rifugiati. Anno 2007/2008; SPRAR, ANCI, Ministero dell'interno-Dipartimento per
le libert civili e l'immigrazione, Cittalia, Rapporto annuale sul Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati
Anno 2008/2009; SPRAR, ANCI, Ministero dell'interno-Dipartimento per le libert civili e l'immigrazione, Cittalia,
Rapporto annuale sul Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati. Anno 2009/2010; ANCI, Ministero
dell'interno-Dipartimento per le libert civili e l'immigrazione, Cittalia, Rapporto annuale sul Sistema di protezione per
richiedenti asilo e rifugiati. Anno 2010/2011.


La TavoIa 4.12 iIIuslra iI numero di rogelli lerriloriaIi, di enli IocaIi coinvoIli, di osli disonibiIi e
Ia coerlura regionaIe e rovinciaIe che hanno carallerizzalo iI sislema lra iI 2007 e iI 2012. NeI
2013 iI numero di osli disonibiIi e slalo amIialo in modo significalivo sino ad arrivare
aII'alluaIe disonibiIila di 8.402 osli.
66

Tavn!a 4.13 I! sistcma 5PRAR. Numcrn di pnsti dispnnibi!i. Annn 2013
Fnntc 5PRAR Numcrn pnsti
INISA lriennio 2011/2013 3.000
AIIargamenlo rele SIRAR dicembre 2012 702
AIIargamenlo rele SIRAR maggio 2013 800
AIIargamenlo rele SIRAR giugno 2013 900
AIIargamenlo rele SIRAR IugIio 2013 3.000
TOTALE 8.402
|cnic. Scrtizic Ccnira|c SP|A|


Con Decrelo deI Cao diarlimenlo Liberla civiIi e Immigrazione deI Minislero deII'Inlerno deI 17
sellembre 2013 e slalo inoIlre disoslo un uIleriore amIiamenlo dei osli disonibiIi che dovrebbe
orlare Ia ricellivila deIIo SIRAR neI lriennio 2014-2016 a 16.000 osli. II numero di ersone
accoIle neI Sislema SIRAR e cresciulo neI corso deI lemo assando daIIe 4.654 ersone accoIle neI
2005 aIIe 7.037 ersone accoIle neI 2012. Va er aIlro consideralo che i dali iIIuslrali neIIa TavoIa
4.14 e neIIa Iigura 4.8 non comrendono Ie ersone accoIle nei cenlri oIifunzionaIi di MiIano e
Iirenze neI 2011 e neI 2012. Accedono aI Sislema SIRAR i richiedenli rolezione inlernazionaIe, i
rifugiali, i liloIari di rolezione umanilaria e i liloIari di rolezione lemoranea.
Tavn!a 4.14 Pcrsnnc accn!tc nc! 5istcma 5PRAR. Anni 2005-2012
Annn Pcrsnnc accn!tc nc!!a rctc 5PRAR
2005 4.654
2006 5.347
2007 6.284
2008 8.412
2009 7.845
2010 7.855
2011 6.822
2012 7.037
A| nciic pcrscnc ncniicraic nci ccniri pc|ijunzicna|i !i Mi|anc c |ircnzc, ricniranii nci sisicni ciiia!ini !i acccg|icnza a| pari !c||c SP|A|
|cnic. Scrtizic Ccnira|c SP|A|

66
I dati proposti sono aggiornati a ottobre 2013. in previsione un ulteriore ampliamento dei posti disponibili entro la
fine dell'anno.

87

Figura 4.8 Pcrsnnc accn!tc nc! 5istcma 5PRAR. Anni 2005-2012

II Iondo NazionaIe er Ie IoIiliche ed i Servizi deII'AsiIo (INISA) cosliluisce Ia rinciaIe fonle di
finanziamenlo deI Sislema. GIi enli IocaIi che resenlano domanda di finanziamenlo er i rogelli
lerriloriaIi di accogIienza sono lenuli a garanlire un cofinanziamenlo ari ad aImeno iI 20% dei
coslo comIessivo. Ier gIi anni 2005-2007 sono confIuile neI INISA Ie risorse deI Iondo Iuroeo
er i Rifugiali che sono slale secificamenle deslinale aI finanziamenlo dei rogelli di accogIienza
rivoIli aIIe cosiddelle "calegorie vuInerabiIi". Ier gIi anni 2005-2007, vi sono confIuile anche Ie
risorse messe a disosizione daI Decrelo IegisIalivo n.140 deI 2005 er iI receimenlo deIIa
Direlliva Comunilaria 2003/9/CI recanle norme minime reIalive aII'accogIienza dei richiedenli
asiIo negIi Slali membri. II Decrelo ha disoslo (Arl.13) un incremenlo annuo deIIe dolazioni deI
Iondo di 17.731.000 euro.
La TavoIa 4.15 e Ia Iigura 4.9 iIIuslrano I'ammonlare degIi slanziamenli deslinali aIIo SIRAR lra iI
2005 e iI 2013. Sino aI 2010 i dali si riferiscono aIIa sesa effellivamenle soslenula, er gIi anni 2011-
2013 si riferiscono invece agIi slanziamenli rogrammali. I dali, fornili daI Servizio CenlraIe
SIRAR, non comrendono Ie risorse messe a disosizione da arle degIi enli IocaIi a
cofinanziamenlo dei rogelli di accogIienza lerriloriaIe.
NeII'inlero eriodo iI sislema ha olulo conlare su slanziamenli ari a 279,2 miIioni di euro, di cui
243,2 rovenienli daI INISA e 36 miIioni garanlili con risorse slraordinarie. NeI corso deI lemo
gIi slanziamenli annuaIi hanno conosciulo una crescila significaliva assando dai circa 10,6 miIioni
deI 2005 agIi oIlre 45,9 miIioni deI 2013.
$-*($
(-+$,
*-&)$
)-$"&
,-)$( ,-)((
*-)&&
,-%+,
0
1.000
2.000
3.000
4.000
3.000
6.000
7.000
8.000
&%%( &%%* &%%, &%%) &%%' &%"% &%"". &%"&.
ersone accolLe nel SlsLema S8A8. Annl 2003-2012


Tavn!a 4.15 Risnrsc asscgnatc a! 5istcma di prntczinnc pcr richicdcnti asi!n c riIugiati (5PRAR). Anni
2005-2013
Annn Risnrsc tnta!i FNP5A
Risnrsc
stranrdinaric
Fnntc risnrsc stranrdinaric
2005 10.604.732,66 10.604.732,66 0,00

2006 27.670.067,05 27.670.067,05 0,00

2007 26.299.380,39 21.676.980,39 4.622.400,00 Opcn 3620/2007
2008 32.571.444,85 20.937.284,85 11.634.160,00 Opcn 360
2009 27.782.182,94 27.782.182,94 0,00

2010 29.032.035,34 29.032.035,34 0,00

2011 35.167.555,19 35.167.555,19 0,00

2012 44.167.555,19 35.167.555,19 9.000.000,00 Opcn 3965 21/09/2011 (accrc!iiaic in !iccn|rc 2012)
2013 45.932.055,19 35.167.555,19
5.000.000,00 Opcn 0024 09/11/2012 (accrc!iiaic in naggic 2013)
5.764.500,00 Occrcic Min|nicrnc 26/07/2013 cx cap. 2311)
Tnta!c 279.227.008,80 243.205.948,80 36.021.060,00
er gIi anni 2005, 2006, 2007 i fondi deI IIR sono confIuili neI INISA er iI finanziamenlo dei rogelli
di accogIienza riservali aIIe c.d. "calegorie vuInerabiIi"
|cnic. Scrtizic Ccnira|c SP|A|

TaIe aumenlo e innanzilullo dovulo aI rogressivo amIiamenlo dei osli resi disonibiIi assalo
dai 4.654 deI 2005 agIi 8.400 deI 2013. InoIlre va consideralo che gIi inlervenli rivoIli aIIe ersone
iu vuInerabiIi, che sono aumenlali neI corso deI lemo e richiedono servizi seciaIizzali, hanno
cosli iu eIevali. Si lralla di ersone che hanno subilo lorlura, con robIemi di saIule fisica o che si
lrovano in condizioni di disagio sichico o sicoIogico, di minori non accomagnali o di donne in
slalo di gravidanza e soIe che necessilano di ercorsi individuaIi di assislenza.
Figura 4.9 Risnrsc asscgnatc a!!n 5PRAR. Anni 2005-2012 (in mi!inni di curn)

"%#*%
&,#*% &*#&%
+&#(%
&,#,% &'#%%
+(#"%
$$#"%
$(#'%
&,'#&%
0
30
100
130
200
230
300
&%%(. &%%*. &%%,. &%%) &%%' &%"% &%"" &%"& &%"+ /01234
8lsorse assegnaLe allo S8A8 Annl 2003-2012

89

La finaIila er cos dire "isliluzionaIe" deIIo SIRAR e queIIa di creare Ie condizioni er un
inserimenlo aulonomo deIIe ersone liloIari di rolezione neIIa sociela ilaIiana. Come moIli degIi
oeralori imegnali neIIe allivila di luleIa e di accogIienza dei richiedenli asiIo e dei rifugiali
soslengono, sino a oggi Ia ricellivila deI sislema e slala insufficienle risello aIIe esigenze. Lo
leslimoniano er aIlro Ie diverse eserienze di occuazione di slabiIi che hanno coinvoIlo
richiedenli asiIo e rifugiali a Roma, a MiIano e in moIle aIlre cilla ilaIiane che evidenziano come vi
siano neI noslro aese migIiaia di ersone liloIari di rolezione che sono Iasciale a se slesse e non
lrovano neI sislema ubbIico un suorlo aI Ioro inserimenlo sociaIe ed economico. Lo
leslimoniano anche i numerosi rofughi erilrei e siriani giunli suIIe noslre cosle neIIe uIlime
sellimane che cercano di non farsi idenlificare er oler Iasciare I'IlaIia e chiedere rolezione nei
aesi deI Nord-Iuroa, dove ossono conlare su un sislema di accogIienza moIlo iu "generoso"
deI noslro.
La sceIla deI Minislero deII'Inlerno di amIiare Ia ricellivila deI Sislema a 16.000 osli er iI
rossimo lriennio e un buon segnaIe. Iurche un cambiamenlo cos reenlino, che raddoia i osli
disonibiIi in cos oco lemo, sia geslilo in modo laIe da evilare di comromellere i caralleri
dislinlivi deIIo SIRAR: un modeIIo di accogIienza cenlralo suIIe ersone, diffuso suI lerrilorio,
fondalo sui iccoIi numeri, raorlalo aIIe reaIla IocaIi, quaIificalo e non Iimilalo aI villo e
aII'aIIoggio. I insomma da evilare che si rielano gIi errori comiuli neI 2011 neI corso deIIa
geslione deIIa cosiddella emergenza Nord-Africa: aIIora I'imrovvisazione di un sislema di
accogIienza, er aIlro araIIeIo a queIIo deIIo SIRAR, comorlo, come vedremo, un enorme
inveslimenlo di risorse ubbIiche di cui arofillarono enli e soggelli di varia secie,
assoIulamenle inidonei a fornire aIIe ersone un servizio di accogIienza digniloso.









In sintesi
Lo SIRAR e iI sislema ubbIico di accogIienza di richiedenli asiIo e rifugiali cosliluilo da una
rele di enli IocaIi che accedono aI Iondo NazionaIe er Ie oIiliche e i servizi deII'asiIo
(INISA) er reaIizzare inlervenli di accogIienza inlegrala suI lerrilorio. Lo SIRAR e
coordinalo da un Servizio cenlraIe affidalo aII'ANCI (Associazione NazionaIe dei Comuni
IlaIiani).
AlluaImenle iI Sislema ha una ricellivila ari a 8.402 osli ma iI Minislero deII'Inlerno ha gia
revislo un amIiamenlo a 16.000 osli er iI lriennio 2014-2016.
Tra iI 2005 e iI 2012 Io SIRAR ha aumenlalo Ia sua ricellivila, assando daIIe 4.654 ersone
accoIle neI 2005 aIIe 7.037 ersone accoIle neI 2012.
II funzionamenlo deI sislema e garanlilo daI INISA, da risorse slraordinarie e daI
cofinanziamenlo degIi enli IocaIi lenuli a farsi carico di aImeno iI 20% dei cosli lolaIi dei
rogelli di accogIienza.
Le risorse assegnale aIIo SIRAR lra iI 2005 e iI 2013 sono ari a 279,2 miIioni di euro, di cui
243,2 miIioni sono slali messi a disosizione daI INISA e 36 miIioni rovengono da fondi
slraordinari. GIi slanziamenli hanno conosciulo neI corso deI lemo una crescila significaliva
assando dai circa 10,6 miIioni di euro deI 2005 agIi oIlre 45,9 miIioni di euro neI 2013.


91

4.4 Le risorse stanziate per la cosiddetta "emergenza Nord-Africa"
II 12 febbraio 2011, con un decrelo deIIa Iresidenza deI ConsigIio dei Minislri, e slalo dichiaralo Io
siaic !i cncrgcnza unaniiaria nc| icrriicric nazicna|c in rc|azicnc a||cccczicna|c ajj|ussc !i ciiia!ini
apparicncnii ai pacsi !c| Ncr! Ajrica. Si e lrallalo deI rimo di una Iunga serie di rovvedimenli,
allraverso i quaIi iI Governo ilaIiano ha sceIlo di inlervenire er affronlare I'incremenlo degIi arrivi
di cilladini migranli rovenienli revaIenlemenle daIIe cosle di Iaesi deI Nord Africa, a seguilo di
quegIi evenli che i media inlernazionaIi hanno definilo rimavere arabe.
NeI corso deI 2011 sono arrivale in IlaIia 62.692
67
ersone, arlile da Tunisia, Libia e cosle deI
Medilerraneo orienlaIe
68
. Un numero che maIgrado una sua revedibiIila neII'anaIisi deI conleslo
inlernazionaIe ha coIlo aIIa srovvisla Ie isliluzioni ilaIiane che nei due anni recedenli avevano
regislralo arrivi via mare nellamenle inferiori
69
, a causa deIIo sbarramenlo deIIa rolla medilerranea
e deII'inasrimenlo dei conlroIIi marillimi revisli dagIi accordi ilaIo-Iibici
70
.
AIIa dichiarazione deIIo slalo di emergenza neI febbraio 2011 sono seguile, neIIo slesso anno e neI
successivo
71
, decine di rovvedimenli - decreli, ordinanze e circoIari - voIli a definire in prcgrcss Ie
modaIila di inlervenlo er garanlire Ia rima assislenza e I'accogIienza aIIe ersone in arrivo in
IlaIia. II Commissario slraordinario, deIegalo er |a rca|izzazicnc !i iuiii g|i inicrtcnii ncccssari a|
supcrancnic !c||c siaic !i cncrgcnza incarico ricoerlo er i rimi mesi daI refello di IaIermo,
oi daI 13 ariIe 2011
72
daI cao deI Diarlimenlo nazionaIe di Irolezione civiIe si e affidalo a
quesla sequenza di disosizioni er affronlare Ia cosiddella emergenza Nord Africa (reslo

67
Audizione della ministra dellInterno Anna Maria Cancellieri davanti al Comitato Accordo Schengen della Camera
dei Deputati, 25 settembre 2012.
68
Ministero dellInterno, comunicato stampa 28 dicembre 2012: 28.100 persone circa provenienti dalla Tunisia; 28.400
partite dalla Libia; 6.100 dalle coste del Mediterraneo orientale.
69
9.573 migranti arrivati via mare nel 2009; 4.406 nel 2010 (Fonte: Ministero dellInterno).
70
Trattato Italia-Libia di amicizia, partenariato e cooperazione, 30 agosto 2008. Il 4 febbraio 2009 i ministri
dellInterno dei due Paesi hanno siglato un protocollo aggiuntivo di carattere operativo. Lapplicazione del trattato ha
comportato un rafforzamento delle misure di pattugliamento delle coste con un inasprimento delle misure di controllo,
nonch una strategia di rimpatri verso altri Paesi africani e di detenzione attuata dal Governo libico.
71
Lo stato di emergenza, inizialmente previsto fino al 31 dicembre 2011, stato prorogato fino alla medesima data
dellanno successivo con DPCM del 6 ottobre 2011, facendo poi rientrare nellordinariet di competenza del Ministero
dellInterno la responsabilit degli interventi relativi allingresso in Italia dei cittadini stranieri.
72
OPCM n. 3933/2011


riballezzala iu slringalamenle |NA), ivi comresa I'alluazione deI Pianc !i acccg|icnza !ci
nigranii, deIinealo in conferenza unificala con un accordo lra Slalo, Regioni ed enli IocaIi
73
.
TaIe Iiano ha erseguilo lre obiellivi :assicurarc |a prina acccg|icnza, garaniirc |cqua !isiri|uzicnc su|
icrriicric nazicna|c, prcttc!crc a||assisicnza e ha revislo una dislribuzione di osli di accogIienza
su lullo iI lerrilorio nazionaIe, roorzionaImenle aIIa ooIazione regionaIe residenle e in
maniera rogressiva, in base aIIa lendenza degIi arrivi. La caienza comIessiva deI iano di
Irolezione civiIe ha quindi revislo I'allivazione di osli da un minimo di 10.000 unila fino a un
massimo di 50.000, Iimile mai raggiunlo.
OIlre aII'aIIeslimenlo di osli di accogIienza che, come si vedra iu avanli, sono slali carallerizzali
da una marcala elerogeneila di funzionamenlo, I'insieme degIi inlervenli in cao aI Commissario
deIegalo hanno riguardalo Ie misure iu disarale, er Ia cui alluazione sono slale slanziale
risorse economiche.
Ier rendere immediala Ia Iellura deIIa comIessila degIi slanziamenli disosli da una venlina lra
ordinanze e decreli deIIa Iresidenza deI ConsigIio dei Minislri
74
(V. TavoIe n.1a e b in aendice),
si e sceIlo di ricomorre iI quadro degIi inlervenli in ollo differenli lioIogie: assislenza, forze e
mezzi, accordo IlaIia-Tunisia, delenzione, Lamedusa, rimalri, aiuli umanilari, ambienle.
Si e rocedulo secondo queslo aroccio, anche aIIa Iuce di quanlo dichiaralo in sede di audizione
davanli aIIa Commissione slraordinaria er Ia luleIa e Ia romozione dei dirilli umani deI Senalo
75

daI cao deI Diarlimenlo di Irolezione civiIe, Iranco GabrieIIi, Commissario deIegalo er
I'"|NA, iI quaIe ha recisalo che:
(.) scnc siaii sianziaii 797.487.063 curc pcr quanic riguar!a i| 2011 c 495 ni|icni !i curc pcr |cscrcizic
2012, i| icia|c, quin!i, c pari a pccc piu !i 1,2 ni|iar!i !i curc. Qucsia cijra, pcrc, ta !isaggrcgaia in quanic

73
Il Piano per laccoglienza dei migranti stato concordato in sede di Conferenza unificata il 6 aprile 2011 e
pubblicato il 12 aprile 2011. Con ordinanza di Presidenza del Consiglio dei ministri n. 3933 del 13 aprile 2011 il Piano
stato affidato per lattuazione al Commissario straordinario delegato.
74
I principali provvedimenti che hanno assegnato risorse per il superamento dellemergenza Nord Africa sono stati:
OPCM n.3924 18/02/2011; OPCM n.3933 23/04/2011; OPCM n.3934 21/04/2011; OPCM n.3936 21/04/2011; DPCM n.
2090 02/05/2011; OPCM n.3947 16/06/2011; OPCM n.3951 12/07/2011; OPCM n.3955 26/07/2011; OPCM n.3958
10/08/2011; OPCM n.3962 06/09/2011; OPCM n.3965 21/09/2011; OPCM n.3966 30/09/2011; OPCM n.3970 10/ 2011;
OPCM n.3975 07/11/2011; OPCM n.3982 23/11/2011; OPCM n.3991 30/12/2011; OPCM n.4000 23/01/2012; OPCM
n.0024 09/11/2012; OPCM n.0033 28/12/2012; OPCM n.0076 11/04/2013.
75
Senato della Repubblica, resoconto stenografico n. 123, Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei
diritti umani 133 seduta, mercoled 31 ottobre 2012.

93

sc|c pccc ncnc !i 600 ni|icni !i curc scnc siaii !csiinaii a||assisicnza c a||acccg|icnza, i| rcsic c siaic
inpcgnaic !a| Gctcrnc in a|irc tcci ccnc, a! cscnpic, pcr i| jinanziancnic !cg|i acccr!i ccn |a Tunisia c ccn
|a Ii|ia, pcr i| scsicgnc !c||c |crzc Arnaic inicrtcnuic, pcr i| ccniri|uic !c||apparaic !c| Minisicrc
!c||inicrnc (.)
76
.
L'anaIisi dei diversi rovvedimenli adollali evidenzia che iI lolaIe deIIe risorse slanziale risuIla
sueriore a quanlo dichiaralo daI cao Diarlimenlo, cio e riconducibiIe aI fallo che,
successivamenle aIIa dala deIIa menzionala audizione, sono slale ubbIicale lre ordinanze
77
che
hanno revislo uIleriori slanziamenli, laIi da aIIineare Ie dichiarazioni deI refello GabrieIIi con Ia
ricoslruzione riorlala neIIa TavoIa sollo riorlala.
Tavn!a 4.16 Risnrsc pubb!ichc stanziatc pcr i! "supcramcntn dc!!n statn di cmcrgcnza" cx OPCM
3933/2011
Tipn!ngia intcrvcnti Impnrtn in curn %
Assislenza 634.580.704,72 41,70%
Iorze e mezzi 583.257.864,06 38,33%
Accordo IlaIia-Tunisia 179.005.000,00 11,76%
Assislenza/Iorze e mezzi 51.934.946,00 3,41%
Delenzione 41.256.890,00 2,71%
Lamedusa 28.698.730,28 1,89%
Rimalri 1.809.584,80 0,12%
Aiuli umanilari 1.000.000,00 0,07%
Ambienle 100.000,00 0,01%
TOTALE 1.521.643.719,86 100,00%
|cnic. Prcttc!incnii a!ciiaii pcr i| supcrancnic !c||cncrgcnza Ncr!-Ajrica

AnaIizziamo neI dellagIio gIi slanziamenli sora indicali.
I slalo revislo un amio disiegamenlo di jcrzc c nczzi, che ha riguardalo:
- iI rafforzamenlo deI ersonaIe (sia come Iavoro slraordinario che come imiego
lemoraneo) deIIa Croce Rossa IlaIiana, deIIe Iorze Armale, dei VigiIi deI Iuoco, deIIa
IoIizia, deIIe Cailanerie di Iorlo, deIIe commissioni lerriloriaIi er iI riconoscimenlo deIIa
rolezione inlernazionaIe (in reIazione aIIe cinque sezioni isliluile in via slraordinaria), deI
conlingenle in carico aIIa slrullura commissariaIe,

76
Ibidem
77
OPCM n. 0024 09/11/2012; OPCM n. 0033 28/12/2012; OPCM n. 0076 11/04/2013


- iI rimborso deIIe missioni di Croce Rossa in Tunisia, deI ersonaIe deI Diarlimenlo
nazionaIe di Irolezione civiIe imiegalo nei grui di moniloraggio e assislenza (GMA)
78
,
deI ersonaIe deIIe Commissioni lerriloriaIi er iI riconoscimenlo deIIa rolezione
inlernazionaIe,
- iI reinlegro, Ia manulenzione, iI ririslino o Ia riarazione dei maleriaIi e deIIe allrezzalure
uliIizzale daIIa Croce Rossa, dai vigiIi deI fuoco, daI soccorso ubbIico,
- Ia rimozione daIIe isoIe siciIiane deIIe imbarcazioni uliIizzale dai migranli er allraversare
iI Medilerraneo,
- I'uliIizzo deIIe unila navaIi er iI lrasferimenlo dei cilladini migranli verso Ia lerra ferma.
583.257.864,06 euro Ie risorse comIessivamenle slanziale.
Si e dala alluazione aII'accordo ilaIo-lunisino, sigIalo iI 5 ariIe 2011 con I'inlenlo cos come
siegalo daII'aIIora minislro deII'Inlerno Roberlo Maroni di cniu!crc i| ru|inciic !ci nucti
s|arcni
79
. L'accordo ha revislo un rafforzamenlo da arle deI Governo lunisino dei conlroIIi suIIe
arlenze e Ia coIIaborazione er i rimalri di cilladini lunisini daII'IlaIia, neI caso di arrivi
successivi aI 5 ariIe
80
. II Governo ilaIiano ha inoIlre donalo aIIa Tunisia sei molovedelle, quallro
allugIialori e un cenlinaio di fuorislrada.
179.005.000,00 euro Ie risorse comIessivamenle slanziale.
Tra gIi inlervenli er iI sueramenlo deIIo slalo di emergenza sono rienlrale anche Ie misure er
Ia delenzione amminislraliva di cilladini slranieri senza una regoIarila di soggiorno suI lerrilorio

78
I gruppi di monitoraggio e assistenza (GMA) sono stati costituiti con il decreto del 27 luglio 2011 con lobiettivo di
supportare i Soggetti attuatori regionali e verificare le modalit di accoglienza adottate. Oltre al personal del
Dipartimento di Protezione civile, ai GMA hanno partecipato rappresentanti del ministero dellInterno e di ANCI,
dellAlto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati e dallOrganizzazione internazionale per le migrazioni.
Oltre allorganizzazione regionale, alle strutture e al vitto sono stata monitorata lerogazione di servizi quali la
mediazione linguistico culturale, linformazione e lorientamento legale, linserimento della lingua italiana,
lorientamento ai servizi sul territorio, lassistenza socio-sanitaria, etc.
79
Ministero dellInterno - Immigrazione, siglato l'accordo tra Italia e Tunisia. Sottoscritta a Tunisi dal ministro Maroni
lintesa che impegna le autorit del Paese nordafricano a rafforzare i controlli sulle partenze e ad accettare il rimpatrio
diretto per i nuovi arrivi in Italia, Roma 6 aprile 2013
(http://disabili.mininterno.it/mininterno/export/sites/default/it/sezioni/sala_stampa/notizie/2100_500_ministro/000073_
2011_04_06_accordo_Italia-Tunisia.html_2082743720.html)
80
Il 5 aprile 2011 coincide con una data determinante per il riconoscimento della protezione temporanea ai sensi
dellarticolo 20 del T.U. sullimmigrazione (Decreto legislativo n. 286/1998). Con DPCdM 5 aprile 2011 si , infatti,
stabilito che questa venisse concessa solamente a quanti entrati in Italia dallinizio del 2011 fino al giorno di
pubblicazione del decreto e non oltre. Ne sono pertanto diventati titolari prevalentemente cittadini provenienti dalla
Tunisia, arrivati in Italia per primi e con il chiaro progetto migratorio di raggiungere altre destinazioni europee: su tutte
la Francia.

95

nazionaIe e erlanlo sono slali assegnali finanziamenli er I'adeguamenlo, Ia manulenzione e Ia
geslione di lre nuovi Cenlri di Idenlificazione ed IsuIsione (Cie): IaIazzo San Gervasio (Iz),
Sanla Maria Caua Velere (Ce), Kinisia-Traani.
41.256.890,00 euro Ie risorse comIessivamenle slanziale.
Sono slali slanziali fondi er revenire Ia comromissione deII'ambienle marino a causa deI
versamenlo di oIi e Iiquidi esausli daIIe imbarcazioni neI canaIe di SiciIia, nonche er inlervenire in
favore deI comune di Lamedusa, er suorlarIo neIIa riquaIificazione ambienlaIe e deIIe
slrullure uliIizzale suII'isoIa, neIIa geslione dei rifiuli, neII'uliIizzo deIIe fonli energeliche
rinnovabiIi, nonche er garanlire i rifornimenli di acqua olabiIe.
28.698.730,28 euro Ie risorse comIessivamenle slanziale er gIi inlervenli suII'isoIa di Lamedusa
e 100.000,00 euro queIIe deslinale ad aIlri inlervenli in ambilo ambienlaIe.
NeI quadro comIessivo degIi inlervenli sovrainlesi daI Commissario slraordinario er iI
sueramenlo deIIo slalo di emergenza sono rienlrale infine anche Ie misure voIle a fornire aIIa
Tunisia beni e maleriaIi er I'assislenza aIIa ooIazione IocaIe (una revisione riconducibiIe
aII'inizio deI 2011 e conlesluaIe aIIa dichiarazione deIIo slalo di emergenza), nonche Ia
convenzione sigIala (e oi rorogala) con I'Organizzazione InlernazionaIe er Ie Migrazioni (OIM)
er rocedere ai rimalri voIonlari assislili.
1.000.000,00 euro Ie risorse slanziale er gIi aiuli umanilari in Tunisia e 1.809.584,80 euro queIIe
er i rimalri assislili.
II lema deII'assislenza deve necessariamenle essere lrallalo in maniera searala, in quanlo ha
riguardalo inlervenli direllamenle rivoIli ai cilladini migranli, creando un sislema di accogIienza
er richiedenli rolezione inlernazionaIe, uIleriore risello ai due esislenli - iI circuilo dei CARA
(cenlri di accogIienza governalivi er richiedenli asiIo) e deI Sislema di rolezione er richiedenli
asiIo e rifugiali (SIRAR)
81
gia di er se difficiImenle diaIoganli e rofondamenle differenli, negIi
obiellivi, negIi slandard e neIIe modaIila di inlervenlo.

81
Il Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati (SPRAR) composto dalla rete degli enti locali che
accedono al Fondo nazionale per le politiche e i servizi dellasilo per realizzare interventi di accoglienza integrata sul
territorio. Insieme al prezioso supporto delle realt del terzo settore, tali enti garantiscono una presa in carico delle
persone accolte, attraverso la disponibilit di servizi di assistenza, orientamento, informazione e accompagnamento, che
superano la mera accoglienza materiale (vitto e alloggio) in funzione di obiettivi incentrati sullautonomia delle
persone e sulla loro inclusione sociale. Lo SPRAR di fatto nato nel 2001 con il Programma nazionale asilo (PNA),
successivamente istituzionalizzato con la legge n. 189/2002. Il coordinamento dello SPRAR di competenza dellufficio


NeIIa voce assislenza sono rienlrale lioIogie di inlervenlo lra di Ioro moIlo elerogenee, se non
addirillura confIilluaIi e incomalibiIi. Vi sono slale, erlanlo, ricomrese, Ie misure di rimo
soccorso, cos come I'accogIienza secondo Ia dislribuzione lerriloriaIe rogrammala daI
Diarlimenlo di Irolezione civiIe, I'inserimenlo di migranli in lendooIi (come queIIa aIIeslila a
Manduria), e neI conlemo I'allivazione di veri e rori cenlri in immobiIi, I'assislenza neIIe
grandi slrullure deslinale a migIiaia di osili (a Lamedusa, neI |csi!cncc !cg|i Aranci di Mineo, in
una caserma di Civilavecchia), e conlesluaImenle in iccoIi cenlri coIIellivi e negIi aarlamenli,
I'accogIienza in rogelli secificalamenle dedicali, cos come in slrullure aIberghiere
82
. Come
assislenza sono slali considerali iI villo e aIIoggio, oerazioni come Ia requisizione degIi
immobiIi e allivila di manulenzione e geslione e i servizi aIIa ersona di informazione,
orienlamenlo e accomagnamenlo. NeIIa geslione dei servizi di assislenza revisli daI iano
nazionaIe di Irolezione civiIe sono rienlrali enli con comelenze disarale: daIIa Croce Rossa agIi
aIbergalori, daIIe associazioni, aIIe cooeralive sociaIi aIIe dille rivale, da enli con ersonaIe
imrovvisalo e con caacila eslemoranee, a reaIla fondale suII'aorlo di oeralrici e oeralori
deII'accogIienza con comelenze e rofessionaIila decennaIi, garanli di una effelliva resa in carico
di richiedenli e liloIari di rolezione inlernazionaIe.
Si comrende, dunque, quanlo assislenza sia slala una definizione comrendenle una
moIleIicila di inlervenli lanlo elerogenei e in lermini quaIilalivi non immedialamenle
dislinguibiIi daIIa Iellura dei rovvedimenli che ne hanno definilo Ia coerlura economica.
Con I'OICM n. 3948 deI 20 giugno 2011, i Soggelli allualori
83
di Irolezione CiviIe sono slali
aulorizzali a sliuIare conlralli o convenzioni, con soggelli ubbIici o rivali, er garanlire |a piu
anpia acccg|icnza sui lerrilori regionaIi, facendo riferimenlo aI cailoIalo er Ia geslione dei CARA
o, in aIlernaliva, aIIe Iinee guida deIIo SIRAR. La sceIla lra quesle lioIogie di slandard e slala

del Servizio Centrale, istituito dal Ministero dellInterno ai sensi della medesima legge e affidato per norma ad ANCI,
Associazione nazionale del comuni italiani.
82
il Commissario straordinario Gabrielli, sempre in occasione con laudizione con la Commissione Diritti Umani del
Senato del 31 ottobre 2012, a individuare le categorie delle strutture coinvolte nel piano di accoglienza di Protezione
civile: strutture alberghiere (25%); strutture del circuito del privato sociale, religioso e laico (48%); strutture comunali
(19%); strutture del Ministero dellInterno (1%); immobili di privati (6%); caserme e strutture di Protezione civile (1%).
83
In ogni regione (a eccezione dellAbruzzo) sono stati individuati soggetti responsabili (c.d. Soggetti attuatori) sia per
il reperimento di strutture in cui ospitare i migranti e che per la gestione delle medesime strutture, individuando a loro
volta gli enti con cui stipulare le convenzioni per la realizzazione delle misure di accoglienza. Alcune Regioni hanno
fatto proprio questo duplice intervento, altre hanno demandato ai prefetti dei capoluoghi di regione la componente di
gestione operativa. In Lombardia e Veneto entrambi i compiti sono stati affidati alle prefetture.

97

delerminanle, erche differenli sono gIi obiellivi neIIe due lioIogie di slrullure (Ia rima con
un'accogIienza basica di rimo IiveIIo, funzionaIe a un eriodo di ermanenza che non dovrebbe
suerare i 35 giorni, Ia seconda finaIizzala aIIa coslruzione di ercorsi di aulonomia e di incIusione
sociaIe), differenli Ie carallerisliche e Ie melodoIogie dei servizi erogali. InoIlre Ia medesima OICM
n. 3948 ha aIlres aerlo una lerza via, erche er I'esIelamenlo deIIe allivila conformemenle a
una deIIe due modaIila di accogIienza, I'ordinanza ha indicalo di rocedere ccnpaii|i|ncnic ccn |a
siiuazicnc !i cncrgcnza in aiic, che uo lradursi come un'esIicila ossibiIila di andare in deroga e
di non conformarsi ne ai CARA, ne aIIo SIRAR, scivoIando verso un'assislenza di bassa sogIia.
A rescindere dagIi slandard adollali, i Soggelli allualori neIIa sliuIa deIIe convenzioni hanno
avulo come riferimenlo economico I'imorlo di 46 euro ro-die/ro-caile. IaradossaImenle er Ie
reaIla gia facenli arle deIIa rele slrulluraIe deIIo SIRAR, che aulonomamenle avevano messo a
disosizione deIIa Irolezione civiIe uIleriori osli, si e definilo un ro-die/ro-caile in Iinea con Ia
media deI Sisicna !i Prciczicnc e erlanlo ari a soIi 35 euro
84
. II aradosso consisle neII'aver
revenlivamenle slabiIilo di agare i cenlri, che gia avrebbero comunque messo a disosizione
servizi aIIa ersona, meno di aIlri che gIi slessi servizi non sarebbero slali in grado di garanlire,
come neI caso deIIe slrullure aIberghiere. Si e, inoIlre, definilo che I'imorlo giornaIiero fosse
corrisoslo indiendenlemenle daII'uliIizzo deII'imorlo convenzionalo, con quole variabiIi dai 5
(er slrullure con oIlre 121 osli) agIi 8 euro (er slrullure non sueriori ai 40 osli).
Si e cos rofiIala una nella demarcazione lra una accogIienza sesso anche difficiImenle
definibiIe come laIe messa in allo in slrullure inadeguale e incenlrala suI carallere maleriaIe
deII'assislenza, fondala suI binomio villo e aIIoggio, e un'accogIienza inlegrala, suIIa scia di
queIIa roosla daIIo SIRAR, comIela di servizi di accomagnamenlo, informazione e
orienlamenlo. La differenza e slala abissaIe in lermini di quaIila deII'inlervenlo (e di efficacia, neI
ercorso di affrancamenlo deIIe ersone daIIo slesso bisogno di accogIienza) ed economici, erche
un conlo e comrendere neI ro-die/ro-caile Ie soIe reslazioni maleriaIi, aIlra cosa e incIudervi
i servizi, che si lraducono in maggiori sese e in un maggiore Iavoro.
Si affidano aIIe aroIe deI cao Diarlimenlo di Irolezione CiviIe, Iranco GabrieIIi, Ie
considerazioni circa I'imallo economico che iI iano di accogIienza ha avulo. Le sue rifIessioni, in

84
Con nota del capo del Dipartimento di Protezione civile, 27 luglio 2011, si comunica ai Soggetti attuatori la
possibilit di riconoscere un importo maggiore dei 35 euro pro-die/pro-capite, una volta acquisito il parere del Servizio
Centrale dello SPRAR.


occasione deII'audizione con Ia Commissione Dirilli Umani deI Senalo, sono reIalive aI soIo caso
deI |csi!cncc !cg|i Aranci di Mineo, ma ossono eslendersi ad aIlri conlesli anaIoghi, risconlrabiIi in
aIlri lerrilori, sorallullo neI momenlo slorico che si sla vivendo, carallerizzalo daIIa grave crisi
economica in cui versa I'IlaIia: |aiiitiia !i acccg|icnza ha concIuso GabrieIIi na gcncraic un
in!ciic in un icrriicric ncn pariicc|arncnic |cncjiciaic !a aiiitiia !i a|irc gcncrc.
Tracciare un biIancio sui risuIlali deI iano di accogIienza messo in allo daIIa Irolezione civiIe non
e faciIe, erche i unluaIi aggiornamenli falli daI Diarlimenlo neI corso dei due anni lrascorsi
folografavano sellimanaImenle iI numero deIIe resenze
85
, ma senza definire uno slorico dei
migranli effellivamenle accoIli. In aIlernaliva sarebbe slalo inleressanle rocedere a un'anaIisi
deIIe giornale accogIienza, che dai documenli disonibiIi non sono ricoslruibiIi se non neI caso
dei minori non accomagnali e er un eriodo di lemo Iimilalo.
86

Se ad agoslo 2011 Ie ersone in accogIienza erano 16.788, un anno doo avevano raggiunlo iI
numero massimo con Ie 26.490 resenze aI 31 di agoslo
87
. AI lermine deIIo slalo di emergenza, iI 31
dicembre 2012, erano ancora in accogIienza oIlre 17.000 migranli. II 18 febbraio 2013 una circoIare
deI minislero deII'Inlerno (daI 1 gennaio deI medesimo anno subenlralo aI Diarlimenlo di
Irolezione CiviIe er iI coordinamenlo deIIe misure di accogIienza rienlrale neIIa geslione
ordinaria
88
) ha revislo una conlinuazione deIIe allivila di accogIienza er Ie soIe calegorie
vuInerabiIi, rimandando aIIo SIRAR Ia resa in carico neI caso di disonibiIila di osli.
TaIe assaggio e slalo ossibiIe soIo er un numero Iimilalo di ersone, erche aIIa chiusura deIIa
cosiddella emergenza Nord Africa, nei osli slrulluraIi deI Sislema di Irolezione
89
non c'erano
moIle disonibiIila. D'aIlra arle gIi aIIargamenli deIIo slesso SIRAR, revisli daIIa OICM n. 3965
deI 21 sellembre 2011 (9 miIioni di euro) e daIIa OICM n. 0024 deI 9 novembre 2012 (5 miIioni di
euro), sono slali reaIizzabiIi risellivamenle neI dicembre 2012 (702 osli aggiunlivi er dodici
mesi) e neI maggio 2013 (800 osli uIleriori er sei mesi), disonendo su chiara indicazione deI

85
I numeri dellaccoglienza: www.protezionecivile.gov.it/jcms/it/view_dossier.wp?contentId=DOS24974
86
Negli allegati alla OPCM n. 019 10/09/2012 riportato che, a fronte di una richiesta da parte dei comuni per il
rimborso di oltre 24 milioni di euro per le spese sostenute per laccoglienza dei minori stranieri non accompagnati, per
il periodo compreso tra la fine di settembre 2011 e la fine di giugno 2012, si erano pagati 9.799.598,58 euro,
corrispondenti a 135.990 giornate di accoglienza (pari al numero dei minori per i giorni in accoglienza).
87
Dato confermato dalla ministra dellInterno Anna Maria Cancellieri con le dichiarazioni rilasciate in occasione della
chiusura dello stato di emergenza comunicato stampa del Ministero dellInterno, 28 dicembre 2012.
88
OPCM n.0033 28 dicembre 2012
89
3.000 posti finanziati in 151 progetti di accoglienza differenti dal Fondo nazionale per le politiche e i servizi
dellasilo.

99

Minislero deII'Inlerno un'accogIienza er richiedenli rolezione inlernazionaIe differenle da
queIIa offerla a coIoro che erano arrivali nei due anni recedenli e che erano slali accoIli neI
circuilo deII'"|NA.
RisuIla, erlanlo, che ad agoslo 2013 Ie segnaIazioni inviale daIIe refellure aI Servizio CenlraIe
90

er una uIleriore resa in carico neIIo SIRAR hanno riguardalo aImeno 1.189 ersone ancora
coinvoIle neIIa conlinuazione degIi inlervenli slraordinari di accogIienza di Irolezione civiIe,
iniziali negIi anni recedenli. A quesle sono da aggiungersi aIlre decine e decine di uIleriori
richiesle di accogIienza segnaIale da associazioni, ONG, enli IocaIi, sorleIIi e servizi dei lerrilori
che riguardano semre migranli arrivali lra iI 2011 e iI 2012.
A dislanza di oIlre due anni e mezzo daII'avvio deIIe misure slraordinarie neII'ambilo deII'"|NA"
conlinuano a essere lanle, dunque, Ie siluazioni di accogIienza non risoIle (e ora anche
difficiImenle quanlificabiIi), che alluaImenle ricadono in maniera inesorabiIe sui lerrilori, gia
rofondamenle messi in difficoIla daI lagIio deIIe risorse economiche.
I quesla Ia conseguenza deIIa cronicizzazione di una emergenza rolrallasi er quasi
venliquallro mesi, duranle i quaIi Ia rogrammazione degIi inlervenli e slala definila di voIla in
voIla allraverso Ie decine di rovvedimenli che, come vislo sora, si sono susseguile neI lemo
suIIa base di un iano iniziaIe che aveva revislo una dislribuzione suI lerrilorio dei cilladini
migranli, senza ero una rogellazione generaIe e comune, finaIizzala a ercorsi, se non di
effelliva incIusione sociaIe, aImeno di affrancamenlo daI bisogno slesso di accogIienza. In queslo
conleslo diversi fallori hanno giocalo a conlribuire aIIa cronicizzazione: Ia mancala revisione di
una rolezione lemoranea er quanli sono arrivali in IlaIia doo iI 5 ariIe 2011 e erlanlo sono
slali incanaIali forzalamenle neIIa rocedura er iI riconoscimenlo deIIa rolezione inlernazionaIe,
con lemi di allesa diIalali e iI erdurare di una osizione di incerlezza, giuridicamenle recaria
91
,

90
Al Servizio Centrale dello SPRAR - oltre ai compiti di coordinamento, assistenza, informazione, formazione e
supporto agli enti della rete del Sistema di Protezione spetta la responsabilit di raccogliere le richieste di accoglienza
provenienti dal territorio (prefetture, CARA, enti locali, associazioni, ecc.) e procedere allinserimento delle persone
segnalate, ferma restando la disponibilit dei posti e la loro compatibilit con le esigenze e le caratteristiche degli
interessati.
91
Con il DPCdM 5 aprile 2011 stata riconosciuta la protezione temporanea (art. 20, d.lgs. n.286/1998) unicamente ai
migranti provenienti dai Paesi del Nord Africa ed entrati in Italia entro e non oltre il 5 aprile 2011. Gli altri, arrivati
dopo tale data, sono stati incanalati anche loro malgrado nella procedura per il riconoscimento della protezione
internazionale, divenendo pertanto richiedenti asilo. Con tale status hanno atteso per lungo tempo le audizioni con le
commissioni territoriali preposte che, sebbene rinforzate di sezioni aggiuntive, non sono state in grado di sostenere
laumento del carico di lavoro, impiegando anche diversi mesi per procedere allesame delle singole istanze di


I'elerogeneila deIIe comelenze messe in camo er reaIizzare gIi inlervenli di accogIienza, con
I'eslemoranea comarsa di moIli allori imrovvisali, senza Ie necessarie caacila, ne i sufficienli
background formalivi ed eserienziaIi, I'aver adollalo in moIli casi gIi slandard revisli daI
cailoIalo dei CARA, ensali er ermanenze suIIa carla non sueriori ai 35 giorni e aIicali a
siluazioni di osilaIila durale fino a quasi due anni. Infine, Ia revisione di un conlribulo er
favorire Ie uscile daII'accogIienza di 500,00 euro
92
ro caile ha assunlo iu Ie carallerisliche di un
lrallamenlo di fine raorlo che di un suorlo a un ercorso di inserimenlo, quasi una
Iiquidazione fine a se slessa, Ia dove mancanle di una rogellazione individuaIizzala di incIusione
e di una effelliva resa in carico. In diversi casi e lerminalo cos un eriodo di osilaIila di
richiedenli e liloIari di rolezione inlernazionaIe, accoIli in lemoranei giacigIi er Ia nolle, ma
senza un rogello di incIusione, ne I'individuazione di rosellive fulure, lanlo di ermanenza in
IlaIia, quanlo di rienlro o lrasferimenlo in Iaesi lerzi.
La redazione deI resenle cailoIo e lerminala aII'indomani deIIa ubbIicazione deI Decrelo
minisleriaIe er I'accesso aI Iondo NazionaIe er Ie IoIiliche e i Servizi deII'asiIo, fonle di
finanziamenlo deIIa rele deIIo SIRAR er iI lriennio 2014/2016
93
. II minislero deII'Inlerno revede
un rafforzamenlo deIIa sua caacila ricelliva, con un imorlanle aumenlo dei osli, e queslo
induce a serare che finaImenle olra deIinearsi iI ercorso verso un sislema unico di accogIienza
con I'obiellivo da un Ialo di ollimizzare Ie risorse ubbIiche, evilando srechi e iI reIicarsi degIi
inlervenli, daII'aIlro di innaIzare gIi slandard minimi di accogIienza in ogni conleslo (daIIe zone di
rimo arrivo ai lerrilori), in favore di ogni ersona arrivala in IlaIia er cercare rolezione.
Nessuna escIusa.



protezione. Una tardiva concessione della protezione umanitaria a conclusione di una macchinosa procedura di
riesame delle domande di protezione stata contemplata solo con una circolare del ministero dellInterno,
Dipartimento Libert civili e immigrazione (25 ottobre 2012), Documento di indirizzo per il superamento
dellEmergenza Nord Africa Tavolo di coordinamento nazionale.
92
Con circolare del ministero dellInterno, Dipartimento Libert civili e immigrazione - 18 febbraio 2013, Chiusura
dellemergenza umanitaria Nord Africa stata prevista la possibilit di erogare 500 euro pro capite a quanti ancora
presenti allinterno dei centri attivati nellambito del piano nazionale di Protezione civile al fine di regolare le
modalit di uscita dalle strutture di accoglienza al termine dei 60 giorni (periodo di ospitalit ulteriormente previsto per
la prosecuzione delle misure di assistenza in regime ordinario, di competenza del ministero dellInterno dal 1 gennaio
2013).
93
Decreto del Ministero dellInterno 30 luglio 2013.

101




In sintesi
II 12 febbraio 2011 Ia Iresidenza deI ConsigIio dei Minislri ha dichiaralo Io slalo
d'emergenza, a seguilo deIIa riresa (doo circa due anni di sbarramenlo deIIe rolle deI
mare, a seguilo degIi accordi ilaIo-Iibici) degIi arrivi di cilladini migranli rovenienli da
diversi Iaesi deI Nord Africa coinvoIli dai moli e sommovimenli che hanno carallerizzalo Ie
cosiddelle rimavere arabe.
Lo slalo di emergenza e formaImenle lerminalo doo circa due anni, iI 31 dicembre 2012,
concIudendo gIi inlervenli slraordinari messi in camo sollo Ia direzione deI Diarlimenlo
nazionaIe di Irolezione CiviIe. NeI corso di queslo Iungo eriodo, con decine di
rovvedimenli (ordinanze, decreli, circoIari) e slalo revislo Io slanziamenlo di un miIiardo e
mezzo di euro er aronlare misure di risosla aII'arrivo di (revedibiIi) migIiaia di
cilladini migranli. NeIIo secifico sono slali slanziali:
634.580.704,72 curn er I'allivazione di misure di assislenza, che hanno ricomreso anche
I'allivazione deI c.d. Iiano di accogIienza migranli,
583.257.864,06 curn er Ia coerlura dei cosli di forze e mezzi (deIIa Croce Rossa, deIIa slessa
Irolezione CiviIe, deIIe forze deII'ordine, deIIe cailanerie di orlo, elc.),
51.934.946,00 curn semre deslinali aII'assislenza e aIIe forze e mezzi, senza una riarlizione
secifica,
28.698.730,28 curn in suorlo aII'isoIa di Lamedusa, in lermini di geslione infraslrulluraIe
(smaIlimenlo dei rifiuli, rifornimenlo di acqua olabiIe, elc.) deIIa resenza di una
ooIazione lemoranea sovradimensionala risello aIIa caacila ricelliva deI comune
isoIano,
100.000 curn er inlervenli di riquaIificazione deII'ambienle marino.
A quesli vanno ad aggiungersi:
179.005.000 curn slanziali er I'alluazione degIi accordi IlaIia-Tunisia,
1.809.584,80 curn er Ia reaIizzazione di un rogramma di rimalri voIonlari assislili,
1.000.000 curn deslinali ad aiuli umanilari direllamenle in Tunisia.
InoIlre, 41.256.890 curn sono slali slanziali er Ia delenzione amminislraliva dei cilladini
migranli in IlaIia. A dislanza di dieci mesi daIIa fine deIIa cosiddella emergenza Nord
Africa, con iI rienlro degIi inlervenli in regime ordinario (erlanlo con un assaggio di
comelenze daIIa Irolezione civiIe, nuovamenle aI minislero deII'Inlerno), si riIevano gIi
eslremi di una cronicizzazione deII'emergenza con diverse cenlinaia di siluazioni, risello
aIIe quaIi doo ben oIlre due anni e mezzo di assislenza non si riesce ancora a deIineare
ercorsi di emanciazione daII'accogIienza e di inserimenlo socio-economico.




4.5 Il Fondo Europeo per i Rifugiati III 2008-2013
II Iondo Iuroeo er i Rifugiali III e slalo isliluilo con Ia Decisione 573/2007/CI deI 23 Maggio
2007 neII'ambilo deI rogramma generaIe SoIidariela e geslione dei fIussi migralori
94
, Decisione
che idenlifica gIi obiellivi deI Iondo e Ie azioni ammissibiIi, Ie regoIe di geslione e i meccanismi di
moniloraggio e conlroIIo, Ie risorse finanziarie e Ie modaIila di assegnazione.
GIi obiellivi deI Iondo revedono azioni che mirano aI suorlo e aIIa romozione
deII'accogIienza, aI rafforzamenlo e aI moniloraggio deIIe oIiliche deII'AsiIo dei singoIi Slali
membri, aI re-insediamenlo di cilladini di Iaesi Terzi o aoIidi da un Iaese lerzo ad uno Slalo
membro e sono reaIizzali neII'ambilo deI eriodo di rogrammazione IuriennaIe (2008-2013) in
cui ciascuno Slalo membro indica Ia roria slralegia e Ie rorie riorila di inlervenlo che
vengono oi decIinale e alluale allraverso i rogrammi annuaIi, in coerenza con Ie oIiliche e Ie
riorila comunilarie.
II largel grou di riferimenlo deI Iondo comrende quaIsiasi cilladino di un Iaese lerzo o aoIide
che abbia ollenulo Io slalus di rifugialo
95
, che benefici di una forma di rolezione sussidiaria
96
, che
abbia fallo richiesla di rolezione inlernazionaIe, che benefici di un regime di rolezione
lemoranea
97
oure da reinsediare o reinsedialo in uno Slalo membro.
AIIe risorse deI Iondo si uo ricorrere, inoIlre, in siluazioni di emergenza neI caso di imrovvisi ed
eIevali fIussi di arrivi di cilladini di Iaesi Terzi a cui Io Slalo membro non riuscirebbe a dare una
risosla in lermini di caacila di accogIienza e rolezione aII'inlerno deIIa slrullura ordinaria" deI
Sislema. TaIi risorse, definile aunlo misure d'urgenza, vengono concesse daII'Unione Iuroea
dielro secifica richiesla dei singoIi Slali membri. Isse ossono revedere inlervenli di
accogIienza, assislenza medica e sicoIogica, assislenza IegaIe e Iinguislica, fornilura di mezzi di
sussislenza, elc.
NeII'ollica deI raggiungimenlo deII'Obiellivo rinciaIe deI Iondo reIalivo aIIo sviIuo di un
sislema comunilario di AsiIo, iI Iondo uo finanziare, fino ad un massimo deI 10% deIIe risorse
disonibiIi, anche Azioni Comunilarie, cioe azioni lransnazionaIi e di inleresse er I'inlera

94
Il Programma Generale Solidariet e gestione dei flussi migratori, lanciato dallUnione Europea, istituisce quattro
strumenti finanziari nellottica di sostenere gli Stati membri con maggiore pressione migratoria. I quattro Fondi di
financial solidarity sono: Fondo Europeo per i Rifugiati, Fondo Europeo per i Rimpatri, Fondo Europeo per
lIntegrazione di cittadini di paesi terzi, Fondo Europeo per le Frontiere Esterne.
95
Convenzione di Ginevra 1951.
96
Ai sensi della Direttiva 2004/83/CE.
97
Ai sensi della Direttiva 2011/55/CE.


103

Comunila. TaIi azioni, er essere ammesse, devono mirare, er esemio, aIIa romozione deIIa
cooerazione lra Slali neII'alluazione deIIa normaliva comunilaria e deIIe buone raliche, aIIa
reaIizzazione di camagne lransnazionaIi di sensibiIizzazione, aI suorlo di rogelli iIola e di
sludio su forme di cooerazione comunilaria e suIIa normaliva comunilaria.
DaI rimo gennaio 2008 aI 31 dicembre 2013 sono slali slanziali 628 miIioni di euro riarlili daIIa
Commissione lra gIi Slali membri secondo secifici crileri. II conlribulo finanziario offerlo daI
Iondo assume Ia forma di sovvenzione e revede iI co-finanziamenlo da arle deIIo Slalo membro
che ne fruisce
98
. Ier I'IlaIia, Ia decisione isliluliva ha slimalo un conlribulo ari a 21.016.926,30
euro.
L'organo comelenle deIIa geslione deI rogramma IuriennaIe e dei rogrammi annuaIi deI
Iondo nonche unico inlerIoculore deIIa Commissione e I'Aulorila ResonsabiIe che, in IlaIia,
neII'ambilo deI Minislero deII'Inlerno, e iI Diarlimenlo er Ie Liberla CiviIi e I'Immigrazione,
Direzione CenlraIe er i Servizi CiviIi er I'Immigrazione e I'AsiIo.
99

Ier Ie allivila di moniloraggio e vaIulazione finaIe dei rogelli finanziali daI Iondo e di assislenza
ai beneficiari finaIi duranle Ia reaIizzazione deIIe allivila rogelluaIi e slala nominala un'Aulorila
DeIegala
100
.
101

Diversamenle da quanlo avvenulo con iI IIR I e IIR II
102
, i conlribuli deI IIR III non sono slali
deslinali aII'allivila isliluzionaIe di accogIienza, reaIizzala con Io SIRAR
103
suIIa base deIIa Iegge

98
Il contributo comunitario pari al 50% del costo totale di unazione specifica che pu essere aumentato al 75% per i
progetti inerenti alle priorit specifiche individuate negli orientamenti strategici di cui allart. 17 della Direttiva
573/2007/CE e per gli Stati che beneficiano del Fondo di coesione.
99
Cfr. http://www.interno.gov.it/mininterno/export/sites/default/it/temi/asilo/sottotema010.html
100
LAtto di Delega ex art. 4 della Decisione della Commissione delle Comunit Europee del 19 Dicembre 2007, stato
stipulato in data 23 aprile 2009 tra il Ministero dellInterno Dipartimento per le Libert Civili e lImmigrazione e
lANCI -Associazione Nazionale Comuni Italiani- Delegata in Italia. AllANCI anche affidata la gestione del Servizio
Centrale del Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati (SPRAR). Laver centralizzato in un medesimo
ufficio le funzioni di cabina di regia dei progetti territoriali SPRAR, da una parte, e il monitoraggio dei progetti
finanziati dal FER, dallaltra, vuole rispondere allesigenza di sviluppare e diffondere degli standard qualitativi dei
servizi di accoglienza e integrazione nel territorio italiano.
101
Vedi art. 25 della Decisione n.573/2007/CE per le altre Autorit designate dallo Stato membro per lattuazione del
programma annuale e i rispettivi compiti.
102
FER I fa riferimento al periodo 2001-2004 con uno stanziamento di euro 11.000.000 ed il FER II al periodo 2005-
2007 con euro 6.500.000, entrambi confluiti nel capitolo destinato al Fondo Nazionale per i Servizi e le Politiche
dellAsilo. Negli anni 2006 e 2007 i contributi del Fondo sono stati destinati in maniera specifica ai progetti territoriali
per categorie vulnerabili, allinterno dello SPRAR.
103
Il Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati (SPRAR), istituzionalizzato con la legge n.189/2002,
composto dalla rete degli enti locali che accedono al Fondo nazionale per le politiche e i servizi dellasilo per realizzare
interventi di accoglienza integrata sul territorio, attraverso servizi di assistenza, orientamento, informazione e
accompagnamento, oltre la fornitura di beni materiali, che mirano a favorire lautonomia degli stranieri e la loro


189/2002, quanlo ad allivila comIemenlari, inlegralive e rafforzalive deIIa slessa. I beneficiari
finaIi di laIi conlribuli, assegnali allraverso aosile rocedure di seIezione con avviso ubbIico,
ossono essere soggelli deI ubbIico quanlo deI rivalo, in forma di arlenarialo o meno.
L'obiellivo generaIe individualo daII'IlaIia consisle neIIa riconduzione in un unico Sislema
nazionaIe deIIe varie misure di accogIienza rivoIle ai soggelli largel deI Iondo er oler offrire un
maggiore IiveIIo di aulonomia e luleIa neII'inserimenlo aII'inlerno deI conleslo ilaIiano
104
. L'IlaIia
ha inoIlre revaIenlemenle rivoIlo Ie Azioni er I'alluazione deIIe diverse rogrammazione
annuaIi aIIe calegorie vuInerabiIi.
105

I prngrammi annua!i
Ier iI 2008, iI lolaIe deIIe risorse iniziaImenle slanziale ammonlano a 12.546.173,59 euro di cui
9.909.502,30 euro di conlribulo comunilario e 2.636.671,29 euro di slanziamenli nazionaIi.
Tavn!a 4.17 FER III. 5tanziamcnti nazinna!i, cnmunitari c di a!tri snggctti. Annn 2008.
AP2008 Tnta!c
Fnndn
Nazinna!c
% Fnndn
Nazinna!c
A!tri
snggctti
% A!tri
snggctti
FER % FER
Azione 3.1.a 177.895,00 44.473,75 25,00% - 0,00% 133.421,25 75,00%
Azione 3.1.b 126.140,00 31.535,00 25,00% - 0,00% 94.605,00 75,00%
Azione 3.1.c 992.874,40 248.218,60 25,00% - 0,00% 744.655,80 75,00%
Azione 3.1.d 2.002.396,68 500.599,17 25,00% - 0,00% 1.501.797,51 75,00%
Azione 3.2.a 54.610,82 13.652,70 25,00% - 0,00% 40.958,12 75,00%
Tnta!i 3.353.916,90 838.479,22 25,00% - 0,00% 2.515.437,68 75,00%
Misure d'urgenza 8.860.000,00 1.772.000,00 20,00% - 0,00% 7.088.000,00 80,00%
Tnta!i 12.213.916,90 2.910.479,22 21,38% - 0,00% 9.603.437,68 78,62%
|cnic. Occrcic !i apprctazicnc !c||c gra!uaicric !c| Minisicrc !c|||nicrnc prci. N. 4021 !c| 12 giugnc 2009

Ier I'alluazione deIIe 5 Azioni revisle, sono slali slanziali
106
2.821.520,309 euro e finanziali 14
rogelli:

inclusione sociale. Il coordinamento dello SPRAR di competenza dellufficio del Servizio Centrale, istituito dal
Ministero dellInterno ai sensi della medesima legge e affidato ad ANCI, Associazione nazionale dei Comuni Italiani.
104
Contrariamente a quanto avviene con lo SPRAR, sono esclusi dal target group del Fondo gli stranieri che hanno
ottenuto un permesso di soggiorno per motivi umanitari.
105
Per categorie vulnerabili si intendono i minori, i disabili, gli anziani, le donne in stato di gravidanza, i genitori singoli
con figli minori, le persone che abbiano subito torture, stupri o altre forme gravi di violenza psicologica, fisica o
sessuale. (Decreto legislativo 30 maggio 2005, n. 140, art. 8, c.1; Decreto ministeriale 27 giugno 2007 art. 1)
106
Tra lo stanziato e quanto effettivamente impegnato (a cui si riferiscono i dati illustrati nelle tavole) si registra uno
scarto dovuto in parte alla differenza tra il totale dei budget approvati e quanto inizialmente stanziato. La restante parte
rappresenta costi di gestione del Fondo allocati nella voce Assistenza tecnica.

105

due Azioni (3.1.a, 3.1.b) revedevano Ia formazione rivoIla agIi oeralori dei Cenlri di
AccogIienza, deI ersonaIe di Inli IocaIi, Queslure, Irefellure e dei servizi ubbIici socio-
sanilari suII'emersione ed iI lrallamenlo deIIa vuInerabiIila dei soggelli largel deI Iondo. I
due rogelli finanziali, allraverso I'organizzazione di 16 corsi, hanno formalo 718 ersone,
un'aIlra Azione (3.2.a) revedeva uno sludio inlegralo suII'aIicazione dei decreli di
receimenlo deIIe direllive euroee su accogIienza, quaIifiche e rocedure
107
,
due Azioni (3.1.c, 3.1.d.) revedevano I'erogazione di servizi voIli aII'inserimenlo socio-
Iavoralivo e aIIa riabiIilazione di soggelli aarlenenli aIIe calegorie vuInerabiIi, in
arlicoIare donne o minori. GIi 11 rogelli finanziali a vaIere su quesle due Azioni hanno
reso in carico un lolaIe di 1.583 ersone allraverso inlervenli ersonaIizzali, in
arlicoIare, di accogIienza, suorlo aIIa formazione e aI Iavoro, suorlo in ambilo
medico sanilario, seciaIislico, IegaIe, elc.
A causa deIIo slraordinario e massiccio arrivo aIIe fronliere duranle I'anno, er amIiare Ia
caacila di accogIienza deI sislema, sono slali inoIlre assegnali 8.860.000 euro er Ie misure
d'urgenza, di cui 7.088.000 euro di cofinanziamenlo euroeo e 1.772.000 euro di cofinanziamenlo
nazionaIe. Ier iI 2009, iI lolaIe deI conlribulo slanzialo ammonla a 6.169.206,96 euro di cui
4.470.815,00 euro di conlribulo comunilario e 1.697.209,96 euro di slanziamenli nazionaIi.
Tavn!a 4.18 FER III. 5tanziamcnti nazinna!i, cnmunitari c di a!tri snggctti. Annn 2009.
AP2009 Tnta!c
Fnndn
Nazinna!c
% Fnndn
Nazinna!c
A!tri snggctti
% A!tri
snggctti
FER % FER
Azione 1a 73.804,00 31.902,00 43,23% 5.000,00 6,77% 36.902,00 50,00%
Azione 1b 89.918,94 44.959,47 50,00% - 0,00% 44.959,47 50,00%
Azione 1.1.a 70.000,00 14.500,00 20,71% 3.000,00 4,29% 52.500,00 75,00%
Azione 1.1.b 50.000,00 12.000,00 24,00% 500 1,00% 37.500,00 75,00%
Azione 1.1.c 100.058,67 24.514,67 24,50% 500 0,50% 75.044,00 75,00%
Azione 1.1.d 979.308,31 223.812,32 22,85% 21.014,75 2,15% 734.481,24 75,00%
Azione 1.1.e 1.271.738,12 300.166,67 23,60% 71.071,45 5,59% 900.500,00 70,81%
Azione 1.1.f 1.157.351,28 265.666,22 22,95% 61.685,50 5,33% 829.999,56 71,72%
Azione 1.2.a 1.511.110,16 247.392,74 16,37% 130.384,80 8,63% 1.133.332,62 75,00%
Azione 2.1.a 113.240,00 52.610,00 46,46% 4.010,00 3,54% 56.620,00 50,00%
Tnta!i 5.416.529,48 1.217.524,09 22,48% 297.166,50 5,49% 3.901.838,89 72,04%
AIlre oerazioni 200.000,00 - 0,00% - 0,00% 200.000,00 100,00%
Tnta!i 5.616.529,48 1.217.524,09 21,68% 297.166,50 5,29% 4.101.838,89 73,03%
|cnic. Occrcic !i apprctazicnc !c||c gra!uaicric !c| Minisicrc !c|||nicrnc prci. N. 4021 !c| 6 |ug|ic 2010

107
Vedi Direttiva qualifiche 2004/83/CE, Direttiva accoglienza 2003/9/CE, Direttiva procedure 2005/85/CE.


Di queslo conlribulo, sono slali aIIocali 200.000 euro er Ie oerazioni di re-insediamenlo, lulle a
carico deI finanziamenlo euroeo.
Ier I'alluazione deIIe 9 Azioni revisle, sono slali slanziali 4.470.815,00
108
euro e finanziali 33
rogelli.
Sei Azioni hanno revislo, neIIo secifico: uno sludio e I'avvio di un rogramma iIola er iI
riconoscimenlo dei liloIi di sludio (Azione 1.a), uno sludio di fallibiIila suII'oorlunila di
micro-credilo (Azione 1.b), I'eIaborazione di un manuaIe er gIi oeralori di cenlri di rima
accogIienza (CARA) er I'individuazione deIIa vuInerabiIila (Azione 1.1.a), I'eIaborazione di
Iinee guida er un aroccio di accogIienza inlegrala (Azione 1.1.b) e Ia diffusione deIIe Iinee
guida (Azione 1.1.c), uno sludio di fallibiIila er Ia definizione deIIe rosellive di sviIuo
deIIe oIiliche di asiIo in IlaIia (Azione 2.1.a).
L'Azione 1.2.a ha revislo I'aIIeslimenlo di Uffici di conlallo e di informazione er i soggelli
largel resso o neIIe vicinanze dei CARA.
Tre Azioni sono slale finaIizzale aIIa reaIizzazione di secifici inlervenli direlli ai deslinalari
finaIi deI Iondo. I 24 rogelli finanziali hanno reso in carico un lolaIe di 1437 ersone, lulle
aarlenenli aIIe calegorie vuInerabiIi, suorlale con inlervenli di riabiIilazione (Azione
1.1.d), inserimenlo socio-economico, in arlicoIare er minori non accomagnali (Azione 1.1.e)
e inserimenlo abilalivo er nucIei monoarenlaIi (Azione 1.1.f).
Le oerazioni di re-insediamenlo, geslile direllamenle daII'Aulorila ResonsabiIe, si sono svoIle
nei lerrilori di Riace e San Luo (Regione CaIabria). L'azione ha revislo un rimborso forfellario di
4.000 euro a ersona (50 deslinalari).
Ier iI 2010, iI lolaIe deI conlribulo slanzialo ammonla a 10.174.355,73 euro di cui 7.202.618,28 euro
di conlribulo comunilario e 2.971.737,45 euro di slanziamenli nazionaIi.
Ier I'alluazione deIIe 9 Azioni revisle, sono slali slanziali
109
7.202.618,28 euro e finanziali 20
rogelli.
Cinque Azioni hanno revislo, neIIo secifico: una camagna di comunicazione suI sislema
DubIino
110
(1.a), uno sludio suIIe modaIila di diaIogo con Ie comunila dei deslinalari finaIi neIIe

108
Vedi nota 13.
109
Vedi nota 13.
110
Vedi Regolamento Dublino II CE 343/2003, successivamente abrogato con Regolamento Dublino III (UE) n.
604/2013.

107

aree melrooIilane (1.b), I'organizzazione di ercorsi di formazione in elnosichialria (1.2.b)
er ersonaIe che, a vario IiveIIo, oera con i deslinalari, I'organizzazione di ercorsi formalivi
suII'individuazione deIIe maIallie deIIa migrazione e deIIa overla (1.2.c), uno sludio
iIola/censimenlo, allraverso un'indagine in Ioco, suII'inserimenlo sociaIe dei liloIari di
rolezione inlernazionaIe (2.1.a).
Tavn!a 4.19 FER III. 5tanziamcnti nazinna!i, cnmunitari c di a!tri snggctti. Annn 2010.
AP2010 Tnta!c
Fnndn
Nazinna!c
% Fnndn
Nazinna!c
A!tri snggctti
% a!tri
snggctti
FER % FER
Azione 1.a 149.725,08 67.372,54 45,00% 7.490,00 5,00% 74.862,54 50,00%
Azione 1.b 250.000,00 120.000,00 48,00% 5.000,00 2,00% 125.000,00 50,00%
Azione 1.1.a 813.472,64 188.963,16 23,23% 57.100,00 7,02% 567.409,48 69,75%
Azione 1.1.b 2.945.065,83 671.184,83 22,79% 162.165,39 5,51% 2.111.715,61 71,70%
Azione 1.1.c 2.441.543,32 445.113,51 18,23% 165.272,32 6,77% 1.831.157,49 75,00%
Azione 1.2.a 1.532.283,41 383.070,85 25,00% - 0,00% 1.149.212,56 75,00%
Azione 1.2.b 266.660,00 58.790,00 22,05% 7.875,00 2,95% 199.995,00 75,00%
Azione 1.2.c 266.666,00 61.326,50 23,00% 5.340,00 2,00% 199.999,50 75,00%
Azione 2.1.a 209.052,54 41.803,13 20,00% 10.460,00 5,00% 156.789,41 75,00%
Tnta!i 8.874.468,82 2.037.624,52 22,96% 420.702,71 4,74% 6.416.141,59 72,30%
AIlre
oerazioni
- - 0,00% - 0,00% - 0,00%
Tnta!i 8.874.468,82 2.037.624,52 22,96% 420.702,71 4,74% 6.416.141,59 72,30%
|cnic. Occrcii !i apprctazicnc !c||c gra!uaicric, Minisicrc !c|||nicrnc prci.n. 2762 !c| 31 narzc 2011, prci.n. 4314
!c| 18 naggic 2011, prci.n.6861 !c| 2 sciicn|rc 2011

L'Azione 1.2.a ha revislo iI roseguimenlo deIIe allivila degIi Uffici di conlallo e di
informazione er i soggelli largel resso o neIIe vicinanze dei CARA (gia alluala con I'AI
2009).
Quesl'annuaIila ha maggiormenle orienlalo Ie Azioni verso i largel iu secifici, in arlicoIare:
3 rogelli (Azione 1.1.a) hanno revislo I'erogazione di servizi a bassa sogIia di accogIienza,
consuIenza IegaIe e soslegno sicoIogico er soggelli vuInerabiIi che rienlravano in IlaIia in
aIicazione deI RegoIamenlo DubIino e hanno accoIlo 165 ersone,
aIlri 13 rogelli hanno erogalo servizi di accogIienza, riabiIilazione e inserimenlo socio-
economico, di cui 7 (Azione 1.1.b) er villime di vioIenza e lorlura e 4 (Azione 1.1.c) er
orlalori di disagio menlaIe, er un lolaIe di 1.373 ersone rese in carico.
Ier iI 2011, iI lolaIe deI conlribulo slanzialo ammonla a 27.435.128,18 euro di cui 19.840.535,43 euro
di conlribulo comunilario e 7.274.529,75 euro di slanziamenli nazionaIi. DeI lolaIe 14.520.000,00


euro sono slali assegnali er Ie misure d'urgenza, di cui 11.616.000,00 di cofinanziamenlo
euroeo e 2.904.000,00 di cofinanziamenlo nazionaIe.
Ier quesla annuaIila si e deciso di orienlare Ia slralegia di inlervenlo deIIe azioni deI rogramma
aII'erogazione di servizi direlli ai deslinalari finaIi deI Iondo. Ier Ie ollo azioni revisle sono slali
slanziali 8.224.535,43 euro
111
che hanno finanzialo 23 rogelli, rivoIli a slranieri aarlenenli aIIe
calegorie vuInerabiIi e ordinari
112
.

Tavn!a 4.20 FER III. 5tanziamcnti nazinna!i, cnmunitari c di a!tri snggctti. Annn 2011.
AP2011
Tnta!c
Fnndn
Nazinna!c
% Fnndn
Nazinna!c
A!tri snggctti
% A!tri
snggctti
FER % FER
Azione 1 3.029.271,51 1.111.515,36 36,69% 403.120,39 13,31% 1.514.635,76 50,00%
Azione2 1.082.490,28 432.955,78 40,00% 108.289,36 10,00% 541.245,14 50,00%
Azione3 599.999,00 299.999,50 50,00% - 0,00% 299.999,50 50,00%
Azione 4.a 999.850,00 249.962,50 25,00% - 0,00% 749.887,50 75,00%
Azione 4.b 498.287,58 124.571,90 25,00% - 0,00% 373.715,69 75,00%
Azione 4.c 221.019,23 40.918,56 18,51% 14.336,25 6,49% 165.764,42 75,00%
Azione 5 4.151.635,05 723.964,99 17,44% 313.943,77 7,56% 3.113.726,29 75,00%
Azione 6 731.314,68 182.828,67 25,00% - 0,00% 548.486,01 75,00%
Tnta!i 11.313.867,33 3.166.717,25 27,99% 839.689,77 7,42% 7.307.460,31 64,59%
Misure d'Urgenza 14.520.000,00 2.904.000,00 20,00% - 0,00% 11.616.000,00 80,00%
Tnta!i 25.833.867,33 6.070.717,25 23,50% 839.689,77 3,25% 18.923.460,31 73,25%
|cnic. Occrcic !i apprctazicnc !c||c gra!uaicric Minisicrc !c|||nicrnc prci. n. 4870 !c| 4 |ug|ic 2012, prci.n.5630
!c| 2 agcsic 2012, prci.n. 6480 !c| 18/09/2012

Cos come gia er I'AI 2010, deIIe Azioni si sono rivoIle aII'accogIienza dei cosiddelli Casi
DubIino, sia ordinari (Azione 3.a) che vuInerabiIi (Azioni 4.a, 4.b, 4.c),
due Azioni hanno erogalo servizi voIli aII'inserimenlo economico e abilalivo sia er beneficiari
ordinari (Azione 1) che er vuInerabiIi (Azione 5),
due Azioni, in maniera serimenlaIe, hanno suorlalo Ia romozione e iI soslegno di
inizialive imrendiloriaIi a favore dei deslinalari ordinari (Azione 2) e vuInerabiIi (Azione 6).
Ad eccezione deII'Azione 1, Ie Azioni sono biennaIi e revedono quindi due moduIi di rogello,
uno a vaIere suII'AI 2011 e uno suII'AI 2012, decisione che si e riveIala ollimaIe er
I'imIemenlazione deI secondo moduIo in quanlo ha abballulo i lemi amminislralivi di avvio dei
rogelli.

111
Lo scarto tra lo stanziato e limpegnato non ancora definito in quanto in attuazione la fase di verifica e controllo
da parte delle Autorit competenti.
112
I dati complessivi sul numero di beneficiari coinvolti nelle Azioni non sono ancora definitivi in quanto in
attuazione la fase di verifica e valutazione da parte delle Autorit competenti.

109

Ier iI 2012, iI lolaIe deI conlribulo slanzialo ammonla a 17.551.642,65 euro di cui 11.992.321,00 euro
di conlribulo comunilario e 4.865.101,21 euro di slanziamenli nazionaIi. DeI lolaIe, 6.400.000,00
euro sono slali assegnali er Ie misure d'urgenza, di cui 5.000.000,00 euro di cofinanziamenlo
euroeo e 1.400.000,00 euro di cofinanziamenlo nazionaIe.
Ier I'alluazione deIIe 9 Azioni revisle sono slali slanziali 6.992.321,00
113
euro e sono slali
finanziali 27 rogelli.

Tavn!a 4.21 FER III. 5tanziamcnti nazinna!i, cnmunitari c di a!tri snggctti. Annn 2012
AP2012 Tnta!c
Fnndn
Nazinna!c
% Fnndn
Nazinna!c
A!tri snggctti
% A!tri
snggctti
FER % FER
Azione 1 3.086.165,61 1.171.404,17 37,96% 371.678,64 12,04% 1.543.082,81 50,00%
Azione 2 776.258,23 310.348,79 39,98% 77.780,33 10,02% 388.129,12 50,00%
Azione 3.a 599.469,00 299.734,50 50,00% - 0,00% 299.734,50 50,00%
Azione 3.b 399.968,66 195.984,64 49,00% 3.999,69 1,00% 199.984,33 50,00%
Azione 4.a 908.000,00 227.000,00 25,00% - 0,00% 681.000,00 75,00%
Azione 4.b 559.221,69 139.805,42 25,00% - 0,00% 419.416,27 75,00%
Azione 4.c 199.962,23 36.993,01 18,50% 12.997,55 6,50% 149.971,67 75,00%
Azione 5 3.240.011,51 571.560,32 17,64% 238.442,56 7,36% 2.430.008,63 75,00%
Azione 6 731.314,65 182.828,66 25,00% - 0,00% 548.485,99 75,00%
Tnta!i 10.500.371,58 3.135.659,51 29,86% 704.898,77 6,71% 6.659.813,31 63,42%
Misure d'Urgenza 6.400.000,00 1.400.000,00 21,88% - 0,00% 5.000.000,00 78,13%
Tnta!i 16.900.371,58 4.535.659,51 26,18% 704.898,77 4,21% 11.659.813,31 69,61%
|cnic. Occrcic !i apprctazicnc !c||c gra!uaicric Minisicrc !c|||nicrnc prci. n. 4870 !c| 4 |ug|ic 2012, prci.n.5630
!c| 2 agcsic 2012, prci.n. 6480 !c| 18/09/2012, prci.n. 4382 !c| 22/05/2012
Ier iI 2013
114
, iI lolaIe degIi slanziamenli ammonla a 13.180.329,07 euro di cui 8.858.797 euro di
conlribulo comunilario, 4.047.432,07 euro di slanziamenli ubbIici e 274.100 euro di slanziamenli
rivali.
Sono slali inoIlre slanziali 2.560.000 euro er Ie misure d'urgenza, di cui 2.000.000 euro di
cofinanziamenlo euroeo e 560.000 euro di cofinanziamenlo nazionaIe.





113
Lo scarto tra lo stanziato e limpegnato non ancora definito in quanto i progetti sono in fase di attuazione e si
concluderanno il 30 giugno 2014.
114
Non sono presenti dati specifici in quanto i progetti ammissibili e da finanziare non sono stati ancora selezionati.

































In sintesi
I conlribuli deI Iondo Iuroeo er i Rifugiali deIIa rogrammazione 2008-2013 sono slali,
revaIenlemenle, deslinali a inlervenli di suorlo aII'inserimenlo socio-economico di
cilladini di un Iaese lerzo o aoIide che abbiano ollenulo Io slalus di rifugialo, che abbiano
beneficialo di una forma di rolezione sussidiaria, che abbiano fallo richiesla di rolezione
inlernazionaIe, che abbiano beneficialo di un regime di rolezione lemoranea oure re-
insediali o da re-insediare in uno Slalo membro. II Iondo ha inoIlre finanzialo Azioni di
sludio, anaIisi e formazione er arofondire Ia conoscenza e I'aIicazione deIIe normalive
vigenli e migIiorare Ia caacila di resa in carico deIIe ersone slraniere da arle deIIe
slrullure e degIi oeralori deI sellore che a vario IiveIIo ed in diversi ambili offrono Ioro dei
servizi. Un'allenzione arlicoIare e slala dedicala aII'accogIienza deIIe calegorie vuInerabiIi e
aIIa sensibiIizzazione deI lerrilorio e dei servizi ubbIici suI lema deII'asiIo.
L'alluazione dei rogelli ha sesso crealo o sviIualo osilive dinamiche di coIIaborazione
lra soggelli deI ubbIico e deI rivalo e lra enli che oerano in lerrilori diversi, favorendo in
laI modo Ia diffusione di buone rassi.
ComIessivamenle lra iI 2008 e iI 2012 sono slali slanziali 69,4 miIioni di euro: iI conlribulo
comunilario e slalo ari a 50,7 miIioni di euro, queIIo nazionaIe di 16,7 miIioni, aIlri soggelli
hanno conlribuilo con 2,2 miIioni di euro. A quesli si aggiungono gIi slanziamenli revisli
er I'anno 2013 ari a 13.1 miIioni di euro, di cui 8,8 di rovenienza comunilaria e 4,1 di
rovenienza nazionaIe, sui quaIi non sono ancora disonibiIi informazioni di dellagIio.
Tavn!a 4.22 Fcr III. Ricpi!ngn stanziamcnti nazinna!i, cnmunitari c di a!tri snggctti. Anni 2008-2012
Anni
Fnndn
Nazinna!c
% Fnndn
Nazinna!c
FER % FER A!tri snggctti
% A!tri
snggctti
Tnta!c
2008
2.610.479,22 21,38% 9.603.437,68 78,62% -

12.213.916,90
2009 1.217.524,09 21,68% 4.101.838,89 73,03% 297.166,50 5,29% 5.616.529,48
2010 2.037.624,52 22,96% 6.416.141,59 72,30% 420.702,71 4,74% 8.874.468,82
2011
6.070.717,25 23,50% 18.923.460,31 73,25% 839.689,77 3,25% 25.833.867,33
2012 4.535.659,51 26,18% 11.659.813,31 69,61% 704.898,77 4,21% 16.900.371,58
Tnta!c 16.472.004,59 23,72% 50.704.691,78 73,02% 2.262.457,75 3,26% 69.439.154,11
|cnic. ncsirc c|a|crazicni su !aii ccnicnuii nci Occrcii !c| Minisicrc !c|||nicrnc !i apprctazicnc !c||c gra!uaicric
annua|i
Circa iI 42,8% deI lolaIe deIIe risorse slanziale e slalo uliIizzalo er Ie cosiddelle "misure di
urgenza" arlicoIarmenle significalive negIi anni 2008, 2011 e 2012. II numero di ersone
rese in carico e slalo, generaImenle, sueriore a queIIo revislo neI Irogramma AnnuaIe,
dimoslrando una caacila da arle dei beneficiari finaIi di ollimizzare Ie risorse e, quando
ossibiIe e neI Iimile deII'ammissibiIila deIIe sese, di creare inlervenli inlegrali grazie ad
aIlri finanziamenli.


111
































Tavn!a 4.23 FER III. 5tanziamcnti nazinna!i c cnmunitari pcr misurc di urgcnza. Anni 2005-2012
Anni Tnta!c Fnndn Nazinna!c % Fnndn Nazinna!c FER % FER
2008 8.860.000,00 1.772.000,00 20,00% 7.088.000,00 80,00%
2009 - - - - -
2010 - - - - -
2011 14.520.000,00 2.904.000,00 20,00% 11.616.000,00 80,00%
2012 6.400.000,00 1.400.000,00 21,88% 5.000.000,00 78,13%
Tnta!c 29.780.000,00 6.076.000,00 20,40 23.704.000,00 79,60
|cnic. ncsirc c|a|crazicni su !aii ccnicnuii nci Occrcii !c| Minisicrc !c||inicrnc !i apprctazicnc !c||c gra!uaicric
annua|i
I lemi di alluazione dei rogelli non risuIlano a voIle congrui con i ercorsi creali ad hoc
er Ie ersone neI dare una risosla soslenibiIe aIIe Ioro esigenze, sorallullo neI caso deIIa
resa in carico deIIe calegorie vuInerabiIi, cos come Ia rigidila, neIIa cornice deI Iondo
euroeo, deII'ammissibiIila di aIcune sese rivoIle ai deslinalari Iimila I'efficacia degIi
inlervenli slessi.




4.6 Il Programma Operativo Nazionale Sicurezza Sud - Programmazione 2007-2013

NeI corso deI recedenle raorlo,
115
focaIizzalo suIIa sesa soslenula er iI conlraslo
aII'immigrazione irregoIare, abbiamo anaIizzalo iI ION Sicurezza Sud reIalivamenle aI eriodo di
rogrammazione 2000-2006. In queslo eriodo, infalli, Ia geslione deII'imallo migralorio
allraverso i fondi deI ION e slala incenlrala essenziaImenle suI varo di misure di conlraslo
aII'immigrazione "irregoIare", in arlicoIare suI conlroIIo deIIe fronliere. Viceversa, Ia
rogrammazione 2007-2013 sembra reslare maggiormenle allenzione aIIe oIiliche di accogIienza
e di incIusione sociaIe dei migranli sebbene quesle conlinuino ad essere conceile neI quadro di un
aroccio aIIe migrazioni revaIenlemenle sicurilario.
II conlroIIo deIIe fronliere, lramile inveslimenli in infraslrullure, equiaggiamenli e formazione,
manliene infalli una cenlraIila slralegica anche neI nuovo cicIo di rogrammazione
116
e Ia sceIla di
inveslire maggiori risorse negIi inlervenli di incIusione sociaIe degIi immigrali regoIari e er Io iu
giuslificala sollo iI rofiIo deIIa convenienza economica e deIIa sicurezza, menlre I'idea deIIa
romozione dei dirilli di cilladinanza resla in secondo iano. Da una arle, infalli, I'inserimenlo
deIIa ooIazione immigrala viene rilenulo ausicabiIe in quanlo "fallore er iI riIancio deIIa
comelilivila euroea"
117
e un lasseIIo imorlanle er iI raggiungimenlo degIi obiellivi di crescila e
occuazione Ianciali daIIa slralegia di Lisbona
118
, daII'aIlra iI ION Sicurezza lramile I'Obiellivo
oeralivo 2.1 ReaIizzare inizialive in maleria di imallo migralorio one Ie oIiliche Iegale
aII'immigrazione e aII'inlegrazione degIi slranieri in IlaIia come eIemenli slralegici ai fini deIIa
diffusione deIIa IegaIila
119
. Come secificalo neI Iiano di Azione er Ia geslione deII'imallo
migralorio, I'esigenza di non confinare I'immigralo in condizioni di marginaIila sociaIe e
recariela economica nasce daIIa convinzione che forme di escIusione e chiusura delerminano
I'insorgere di confIilli sociaIi, accrescono Ia fragiIila e Ia vuInerabiIila reaIe e erceila
deII'individuo, avviano ercorsi di disagio frequenlemenle sconfinanli neIIa aloIogia sociaIe e
neII'iIIegaIila, neI rischio di comorlamenli enaImenle riIevanli e neIIa slrumenlaIizzazione da

115
Si veda Lunaria (a cura di), Costi disumani. La spesa pubblica per il "contrasto dell'immigrazione irregolare, cit.
116
Programma Operativo Nazionale Sicurezza per lo sviluppo Obiettivo Convergenza 2007-2013, versione
sottoposta all'approvazione del Comitato di Sorveglianza in data 18 maggio 2011
117
Ibidem
118
Piano di Azione per la gestione dellimpatto migratorio, versione approvata dal Comitato di Sorveglianza 12 giugno
2009
119
Ibidem

113

arle di soggelli criminaIi. II disagio sociaIe riIeva quindi ai fini deI ION Sicurezza soIo neIIa
misura in cui cosliluisce o rischia di cosliluire una fallisecie di iIIegaIila
120
o una minaccia aIIa
sicurezza (Iavoro nero/ara-schiavislico, Iegami con Ia criminaIila organizzala, sfrullamenlo
sessuaIe, lensioni sociaIi ecc).
La struttura dc! PON 5icurczza 5ud
Ricordiamo brevemenle che i Iiani Oeralivi NazionaIi sono slrumenli allraverso cui vengono
alluali gIi obiellivi slralegici slabiIili a IiveIIo euroeo in maleria di coesione e sono finanziali da
fondi comunilari con iI cofinanziamenlo dei singoIi Slali membri. Tra i diversi ION nazionaIi, iI
ION Sicurezza Sud inlerviene neIIe quallro regioni deI Mezzogiorno incIuse neII'Obiellivo
Convergenza deII'Unione Iuroea: CaIabria, SiciIia, Camania e IugIia. Ha Ia finaIila di
Diffondere migIiori condizioni di sicurezza, giuslizia e IegaIila er i cilladini e Ie imrese,
conlribuendo aIIa riquaIificazione dei conlesli carallerizzali da maggior ervasivila e riIevanza dei
fenomeni criminaIi e aII'incremenlo deIIa fiducia da arle deIIa cilladinanza e degIi oeralori
economici
121
. II lolaIe deIIe risorse slanziale er iI Iondo er iI eriodo di rogrammazione 2007-
2013 ammonla a 1.158 miIioni di euro, er mela di rovenienza comunilaria e er mela assicurali
daIIo Slalo ilaIiano.
Le azioni romosse daI ION si sviIuano Iungo due assi rinciaIi, iu un lerzo di assislenza
lecnica. II rimo asse si roone di delerminare una maggiore sicurezza er Ia Iiberla economica
e d'imresa (Asse 1), iI secondo di diffondere migIiori condizioni di IegaIila e giuslizia a cilladini
e imrese, anche medianle iI migIioramenlo deIIa geslione deII'imallo migralorio (Asse 2)
122
. A
Ioro voIla i due assi sono suddivisi in obiellivi oeralivi: arlicoIarmenle riIevanle ai noslri fini e
I'obiellivo oeralivo 2.1 ReaIizzare inizialive in maleria di imallo migralorio, ma sono resenli
rogelli riguardanli I'immigrazione anche in aIlri obiellivi oeralivi.



120
Programma Operativo Nazionale Sicurezza per lo sviluppo Obiettivo Convergenza 2007-2013, versione
sottoposta all'approvazione del Comitato di Sorveglianza in data 18 maggio 2011
121
Ibidem
122
Ibidem


Ai fini deIIa geslione, Ia geslione deI ION Sicurezza Sud e affidalo aI Diarlimenlo di IubbIica
Sicurezza deI Minislero deII'Inlerno, che geslisce anche iI Iondo Iuroeo er Ie Ironliere Islerne,
soIo Ia geslione deII'obiellivo oeralivo 2.1 ricade invece neIIa comelenza deI Diarlimenlo
Liberla CiviIi e Immigrazione, cui sono affidali iI Iondo Iuroeo er I'Inlegrazione dei cilladini di
Iaesi lerzi (III), iI Iondo Iuroeo er i Rifugiali (IIR) e iI Iondo Iuroeo er i Rimalri (IR).
Lc risnrsc stanziatc nc!!'ambitn dc! pcrindn di prngrammazinnc 2007-2013
DaII'anaIisi dei dali a noslra disosizione, che risenlono deIIa Iimilalezza deIIe informazioni a
disosizione sui rogelli arovali neII'ambilo deI ION 2007-2013 - essendo eraIlro iI
rogramma ancora in corso - risuIla che er rogelli Iegali aIIa geslione deII'imallo migralorio
sollo I'Asse 2 sono slali slanziali finora aImeno 141 mi!inni di curn.
Prnspcttn 4.1 Pnn 5icurczza pcr !n 5vi!uppn. Risnrsc stanziatc pcr prngctti !cgati a!!a
gcstinnc dc!!'impattn migratnrin a! 25 scttcmbrc 2013
Obicttivi Dcscrizinnc nbicttivi curn
Obiellivo 2.1 ReaIizzare inizialive in maleria di imallo migralorio 129.991.505,38
Obiellivo 2.5
MigIiorare Ia geslione dei beni confiscali aIIa criminaIila
organizzala
3.134.091,00
Obiellivo 2.6 Conlenere gIi effelli deIIe manifeslazioni di devianza 8.662.004,13
Obiellivo 2.8 Diffondere Ia cuIlura deIIa IegaIila 99.362,00
Tnta!c

141.886.962,51
|cnic. ncsirc c|a|crazicni su||a |asc !c||c injcrnazicni !ispcni|i|i su| siic uuu.sicurczzasu!.ii a||a !aia
!c| 25 sciicn|rc 2013

La disaggregazione dei dali disonibiIi er area evidenzia una riarlizione deIIe risorse lra Ie
regioni e gIi enli lerriloriaIi coinvoIli soslanziaImenle biIanciala.
Prnspcttn 4.2 Pnn 5icurczza pcr !n 5vi!uppn. Distribuzinnc pcr arca dc!!c risnrsc stanziatc pcr
prngctti !cgati a!!a gcstinnc dc!!'impattn migratnrin a! 25 scttcmbrc 2013
Arca
N. di prngctti curn
CaIabria 26 20.141.184,97
Camania 28 25.131.745,76
IugIia 26 30.023.991,71
SiciIia 28 34.858.103,07
Inli non lerriloriaIi 6 31.731.937,00
TOTALE 114 141.886.962,51
|cnic. ncsirc c|a|crazicni su||a |asc !c||c injcrnazicni !ispcni|i|i su| siic uuu.sicurczzasu!.ii a||a !aia !c| 25
sciicn|rc 2013

115

II dalabase disonibiIe suI silo vvv.sicurezzasud.il fornisce urlroo informazioni di scarso
dellagIio: er ciascun rogello finanzialo e ossibiIe idenlificare soIo I'area di reaIizzazione o
I'isliluzione di riferimenlo, iI liloIo deI rogello, Ia cilla in cui si svoIge e I'imorlo deI
finanziamenlo. Manca invece una descrizione dellagIiala deIIe allivila revisle. Di seguilo
riorliamo Ie informazioni disonibiIi er i vari rogelli arovali suddivisi er singoIo obiellivo
oeralivo.
Ier quanlo riguarda I'obiellivo 2.1, secificamenle dedicalo a Rca!izzarc iniziativc in matcria di
impattn migratnrin, abbiamo dovulo oerare una sinlesi dei dali riIevali, oiche sono slali censili
102 prngctti er un lolaIe di 129,99 mi!inni di curn.
Prnspcttn 4.3 Pnn 5icurczza pcr !n 5vi!uppn. Risnrsc stanziatc pcr prngctti !cgati a!!a gcstinnc
dc!!'impattn migratnrin a! 25 scttcmbrc 2013 aggrcgati pcr tipn!ngia di attivita. Obicttivn 2.1:
"Rca!izzarc iniziativc in matcria di impattn migratnrin".
Dcscrizinnc
N. di
prngctti
Lungn di
rca!izzazinnc
Eurn
Isliluzione, rislrullurazione o riquaIificazione di
Cenlri IoIifunzionaIi er I'inlegrazione e
I'inserimenlo degIi immigrali regoIari, er allivila
di assislenza, consuIenza, formazione, ricreazione,
mediazione cuIluraIe, suorlo amminislralivo
54
11 CaIabria,
13 Camania,
11 IugIia,
19 SiciIia
57.666.605,51
Isliluzione, rislrullurazione o riquaIificazione di
slrullure reosle aII'accogIienza di immigrali,
anche richiedenli asiIo o liloIari di rolezione
inlernazionaIe e rolelli umanilari
26
6 CaIabria,
8 Camania,
5 IugIia,
7 SiciIia
29.172.719,61
Allivila di raccoIla, eIaborazione e anaIisi di dali
er Ia coslruzione di banche dali e di un sislema di
moniloraggio dei fIussi migralori
2 non aIicabiIe 25.626.327,00
Inlervenli formalivi on-Iine suIIa IegaIila 1 non aIicabiIe 2.500.000,00
AIlri rogelli 19
6 CaIabria,
2 Camania,
8 IugIia,
2 SiciIia,
15.025.853,26
1 non aIicabiIe
TOTALE 102 129.991.505,38
|cnic. ncsirc c|a|crazicni su||a |asc !c||c injcrnazicni !ispcni|i|i su| siic uuu.sicurczzasu!.ii a||a !aia !c| 25
sciicn|rc 2013



Tra i rogelli finaIizzali a "MigIiorare Ia geslione dei beni confiscali aIIa criminaIila organizzala"
(Obiellivo 2.5), risuIlano arovali 3 prngctti er un imorlo comIessivo ari a 3,1 mi!inni di
euro.
NeII'ambilo deII'obiellivo oeralivo 2.6 "Conlenere gIi effelli deIIe manifeslazioni di devianza"
risuIlano finanziali 8 prngctti er un imorlo comIessivo di 8,6 mi!inni di euro. 6 dei rogelli
arovali revedono allivila di incIusione sociaIe, abilaliva o Iavoraliva che hanno come
deslinalari finaIi i Rom er uno slanziamenlo comIessivo ari a 8,072 mi!inni di euro. NeI
conleslo degIi inlervenli finaIizzali a diffondere Ia cuIlura deIIa IegaIila e invece riIevanle ai noslri
fini soIo 1 rogello er iI quaIe sono slanziali 99.362 euro, ma di cui non e ossibiIe individuare Ie
secifiche allivila.

Prnspcttn 4.4 Pnn 5icurczza pcr !n 5vi!uppn. Risnrsc stanziatc pcr prngctti !cgati a!!a gcstinnc
dc!!'impattn migratnrin a! 25 scttcmbrc 2013. Obicttivn 2.5: "Mig!inrarc !a gcstinnc dci bcni cnnIiscati
a!!a crimina!ita nrganizzata"
Arca
Titn!n prngcttn Citta Eurn
Camania
Inlegra Lavori di adeguamenlo di due unila
abilalive er adibirIe ad allivila di inlegrazione sociaIe,
aggregazione ed accogIienza di ersone immigrale
NaoIi 471.800,00
Camania Slrullura di inlegrazione ROM NaoIi 662.291,00
CaIabria
UliIizzo di un bene confiscalo er Ia reaIizzazione di
un cenlro di accogIienza e di formazione er i migranli
er I'inserimenlo sociaIe e Iavoralivo
Reggio CaIabria 2.000.000,00
TOTALE

3.134.091,00
|cnic. ncsirc c|a|crazicni su||a |asc !c||c injcrnazicni !ispcni|i|i su| siic uuu.sicurczzasu!.ii a||a !aia !c| 25
sciicn|rc 2013










117

Prnspcttn 4.5 Pnn 5icurczza pcr !n 5vi!uppn. Risnrsc stanziatc pcr prngctti !cgati a!!a gcstinnc
dc!!'impattn migratnrin a! 25 scttcmbrc 2013. Obicttivn 2.6: "Cnntcncrc g!i cIIctti dc!!c maniIcstazinni
di dcvianza"
Arca
Amministrazinnc Titn!n prngcttn Citta Eurn
IugIia
Urban Cenler Recuero funzionaIe a deslinazione
sociaIe di edificio ex IneI
Lecce 261.450,00
Min. Giuslizia
Una casa "AIlernaliva" -rogello er Ia faciIilazione
deIIa fruizione deIIe misure aIlernalive aIIa rivazione
deIIa Iiberla er i minori slranieri solloosli a
rovvedimenli enaIi

323.700,00
Camania
Allivila sociaIi in favore dei ROM romeni da svoIgersi
neII'immobiIe deII'ex scuoIa Grazia DeIedda
NaoIi 435.202,03
Camania
Lavori di adeguamenlo deIIa slrullura ex scuoIa
Grazia DeIedda er adibirIa ad allivila di inlegrazione
er ROM romeni
NaoIi 601.472,39
Min. Inlerno
Accrescere Ie comelenze degIi oeralori suI
fenomeno ROM
936.720,00
Camania
Lavori di adeguamenlo deIIa slrullura deIIa ex scuoIa
Grazia DeIedda er deslinarIa a cenlro di accogIienza
ed inlegrazione dei ROM romeni
NaoIi 1.070.000,00
IugIia
Inlegrazione e incIusione sociaIe di una comunila
ROM a ari: reaIizzazione di aIIoggi lemoranei
ari 2.100.000,00
CaIabria
Inlegrazione SociaIe e Lavoraliva dei Cilladini ROM
deIIa Cilla di Lamezia Terme
Irovincia:
Calanzaro
2.933.459,71
Tnta!c

8.662.004,13
|cnic. ncsirc c|a|crazicni su||a |asc !c||c injcrnazicni !ispcni|i|i su| siic uuu.sicurczzasu!.ii a||a !aia !c| 25
sciicn|rc 2013

Prnspcttn 4.6 Pnn 5icurczza pcr !n 5vi!uppn. Risnrsc stanziatc pcr prngctti !cgati a!!a gcstinnc
dc!!'impattn migratnrin a! 25 scttcmbrc 2013. Obicttivn 2.8: "DiIInndcrc !a cu!tura dc!!a !cga!ita"
Arca Amministrazinnc Titn!n prngcttn Citta Eurn
CaIabria Noi con gIi aIlri Crolone 99.362,00
|cnic. ncsirc c|a|crazicni su||a |asc !c||c injcrnazicni !ispcni|i|i su| siic uuu.sicurczzasu!.ii a||a !aia !c| 25
sciicn|rc 2013

Confronlando quesli dali con Ia rogrammazione 2000-2006 aare evidenle I'incremenlo deIIe
risorse slanziale suI fronle deII'accogIienza e deII'incIusione.





Prnspcttn 4.7 Prngramma Opcrativn Nazinna!c "5icurczza pcr !n svi!uppn" 2000-2006
A55E 1 "5vi!uppn c adcguamcntn dc!!c tccnn!ngic dci sistcmi inInrmativi c di cnmunicazinnc pcr !a sicurczza"
Nnmc prngcttn Entc bcncIiciarin
Cnntributn
cnmunitarin
Cnntributn
pubb!icn
nazinna!c
5pcsa tnta!c Nntc
Missinnc I.2 Adcguamcntn dc! sistcma di sicurczza pcr i! cnntrn!!n tccnn!ngicn dc! tcrritnrin
Osservalorio suIIe oIiliche deII'immigrazione e
condizioni degIi slranieri
Min. Lavoro e I.S. -
Di. IoIiliche sociaIi e
rev.
7.737.648,22 7.737.648,22 15.475.296,44 IISR
Missinnc I.5 Risnrsc umanc pcr !a sicurczza
Iormazione di Iingua e cuIlura araba Min. Inlerno DIS 137.305,00 58.845,00 196.150,00 ISI
ReaIizzazione di seminari suII'immigrazione - oIizia
enilenziaria di CaIabria, IugIia, SiciIia
Min. Giuslizia DAI 83.573,00 35.817,00 119.390,00 ISI
A55E 2 "Prnmnzinnc c snstcgnn dc!!a !cga!ita"
Missinnc II.1 DiIIusinnc dc!!a !cga!ita
Irogello Civis 1: verso una sociela "muIlirazziaIe"
Min. Inlerno Liberla
CiviIi e Immigr.
464.811,21 464.811,21 929.622,42 IISR
Missinnc II.2 5cnsibi!izzazinnc
Civis - verso una sociela "muIlirazziaIe"
Min. Inlerno Liberla
CiviIi e Immigr.
2.482.091,86 2.482.091,86 4.964.183,72 IISR
Missinnc II.3 Risnrsc umanc pcr !a diIIusinnc dc!!a !cga!ita
Trallare Ia diversila: corso di formazione sui minori
slranieri e minori neocomunilari aII'inlerno degIi
isliluli enaIi minoriIi
Min. Giuslizia DG
MinoriIe
13.686,75 5.865,75 19.552,50 ISI
Comunicazione isliluzionaIe suII'incIusione sociaIe
dei migranli
Min. Lavoro e I.S. Di.
IoIiliche SociaIi e Irev.
123.991,56 53.139,24 177.130,80 ISI
Tralla di donne e minori: allivila di sludio, anaIisi ed
arofondimenlo
Iresidenza deI
ConsigIio dei Minislri
DIO
498.896,99 213.812,99 712.709,98 ISI
RiIevazione deIIe slrullure di accogIienza deslinale ai
minori slranieri non accomagnali
Min. Lavoro e I.S. Di.
IoIiliche SociaIi e Irev.
113.247,28 48.534,55 161.781,83 ISI
Slreel ChiIdren Min. Inlerno DIS 37.793,52 16.197,22 53.990,74 ISI
Organizzazione di un'azione formaliva deIIa
ooIazione minoriIe non accomagnala
Min. Giuslizia DG
MinoriIe
13.596,70 5.827,16 19.423,85 ISI
Tralla di donne e minori: geslione oslazione
leIefonica lerriloriaIe - N. Verde
Iresidenza deI
ConsigIio dei Minislri
DIO
1.487.464,34 637.484,72 2.124.949,05 ISI
Tralla di donne e minori: numero verde cenlraIe
anlilralla
Iresidenza deI
ConsigIio dei Minislri
DIO
960.272,78 411.545,48 1.371.818,25 ISI
Tralla di donne e minori: seminario vioIenza conlro
Ie donne Calania
Iresidenza deI
ConsigIio dei Minislri
DIO
180.437,51 77.330,36 257.767,87 ISI
Tralla di donne e minori: rele anlivioIenza lra Ie cilla
urbane IlaIia
Iresidenza deI
ConsigIio dei Minislri
DIO
1.042.962,78 446.984,05 1.489.946,83 ISI
Tralla di donne e minori: sensibiIizzazione
muliIazioni genilaIi femminiIi
Iresidenza deI
ConsigIio dei Minislri
DIO
35.890,60 15.381,68 51.272,28 ISI
Tralla di donne e minori: allivila di consuIenza
geslionaIe
Iresidenza deI
ConsigIio dei Minislri
DIO
592.246,14 253.819,78 846.065,92 ISI
Irima accogIienza e formazione calegorie deboIi
Min. Lavoro e I.S. Di.
IoIiliche SociaIi e Irev.
4.423.600,88 1.895.828,95 6.319.429,83 ISI
TOTALE

35.290.482,31

|cnic. |appcric |ina|c !i |sccuzicnc !c| Prcgranna Opcraiitc Nazicna|c Sicurczza pcr |c Sti|uppc !c|
Mczzcgicrnc !|ia|ia 2000-2006 rc|aiitc a||c siaic !i aiiuazicnc a| 30 sciicn|rc 2009




119

A fronle di 18 prngctti censili neIIa recedenle rogrammazione er un lolaIe di 35,29 mi!inni di
curn, assiamo a 114 prngctti er un lolaIe di 141,88 mi!inni di curn.
La sceIla di riorienlare I'inveslimenlo deIIe risorse disonibiIi neII'ambilo deI ION Sicurezza e
SviIuo verso I'accogIienza rifIelle un cambiamenlo deIIa slralegia adollala sia a IiveIIo
comunilario che nazionaIe Iaddove, aImeno nei documenli ufficiaIi, lrasare Ia voIonla di
abbandonare una visione deIIa sicurezza ubbIica ormai velusla, che comarlimenla i segmenli
deII'oeralivila: Ia revenzione, Ia reressione, Ia formazione dei rori oeralori, ecc.., facendo
evoIvere Ia slessa concezione di sicurezza, orienlandoIa nellamenle in chiave di revenzione
generaIe, non iu quindi soIo aannaggio degIi aarali invesligalivi e giudiziari.
Viene esIicilalo con maggiore evidenza risello aI assalo I'obiellivo di rafforzare e migIiorare
sollo iI rofiIo Iogislico, infraslrulluraIe e lecnoIogico Ie slrullure reosle aII'alluazione deIIe
rocedure di "incIusione amminislraliva" con arlicoIare riferimenlo aIIa faciIilazione
deII'acquisizione deIIa cilladinanza ilaIiana.
123

Secondo Io slesso Minislero deII'Inlerno I'incisiva azione di conlraslo, svoIla daIIe Iorze di oIizia
e daIIa magislralura con risuIlali di assoIulo riIievo, non e da soIa sufficienle a garanlire slandard
di sicurezza arezzabiIi e occorre orienlarsi in un'ollica di revenzione generaIe, diffondendo
Ia cuIlura deIIa IegaIila con iI coinvoIgimenlo deI arlenarialo isliluzionaIe e sociaIe, ivi comresi i
rolagonisli deII'associazionismo e deI voIonlarialo, nonche di lulli i cilladini
124
. DaI Ialo deIIa
geslione deII'imallo migralorio, queslo imIica I'aIIargamenlo degIi ambili di inlervenlo oIlre i
confini deIIa oIilica ordinaria deI conlraslo aIIa fronliera nonche deIIa mera rima accogIienza.
InoIlre, viene riconosciulo che iI migIioramenlo deIIa geslione deII'imallo migralorio deve lener
conlo degIi eIemenli e dei fallori che suI lerrilorio nazionaIe aIimenlano ed agevoIano I'insorgenza
deI fenomeno slesso.
125




123
Programma Operativo Nazionale "Sicurezza per lo sviluppo - Obiettivo Convergenza 2007-2013, versione
sottoposta all'approvazione del Comitato di Sorveglianza in data 18 maggio 2011, pag. 72.
124
Lattuazione del PON Sicurezza 2007-2013: una nuova prospettiva nella strategia di riaffermazione dei principi di
sicurezza, libert e giustizia, Documento strategico dellAutorit di Gestione, 18 dicembre 2007
125
Programma Operativo Nazionale Sicurezza per lo sviluppo - Obiettivo Convergenza 2007-2013, versione
sottoposta all'approvazione del Comitato di Sorveglianza in data 18 maggio 2011









In sintesi
La rogrammazione 2007-2013 deI ION Sicurezza er Io sviIuo Sud evidenzia un
cambiamenlo di slralegia neIIa geslione deII'imallo dei fIussi migralori risello aI eriodo
recedenle. La romozione di oIiliche di accogIienza, di incIusione sociaIe e di "incIusione
amminislraliva" dei migranli e aII'origine di 114 prngctti seIezionali fino aI 23 sellembre 2013
er uno slanziamenlo comIessivo ari a 141,88 miIioni di euro. Si lralla di un aumenlo
significalivo risello aI eriodo di rogrammazione recedenle (2000-2006) quando er Ie
slesse finaIila erano slali arovali in lullo 18 prngctti er un imorlo lolaIe ari a 35,29
miIioni di euro menlre un ammonlare moIlo iu consislenle di risorse, ari a 111 miIioni di
euro, era slalo deslinalo aIIe oIiliche di conlraslo deII'immigrazione irregoIare.
I rogelli finanziali revedono una moIleIicila di allivila lra Ie quaIi I'isliluzione e Ia
riquaIificazione dei cenlri oIifunzionaIi er I'inserimenlo dei migranli, Ia formazione deI
ersonaIe coinvoIlo neIIa Ioro geslione, I'isliluzione, rislrullurazione e riquaIificazione di
slrullure di accogIienza dei migranli, dei richiedenli asiIo e dei rifugiali, Ia raccoIla, I'anaIisi e
I'eIaborazione dei dali sui fIussi migralori.


121

Conclusioni
II 3 ollobre 2013 366 donne, uomini e bambini sono morli nei ressi di Lamedusa menlre
cercavano di raggiungere Ie noslre cosle. Le immagini deIIe 366 bare disosle in fiIa neII'hangar
deII'aeroorlo di Lamedusa segnano come un macigno Ia sloria deIIe migrazioni neI noslro aese.
Sono immagini che, aImeno noi, non dimenlicheremo mai.
La "risosla" che sin qui iI Governo in carica e slalo in grado di dare a seguilo di queI vero e
rorio nassacrc !i inncccnii e unicamenle Ia richiesla aII'Iuroa di un maggiore suorlo neIIe
allivila di conlroIIo dei mari e deIIe fronliere, insieme aII'avvio deII'oerazione cosiddella "Mare
noslrum".
L'Iuroa non ha saulo fare di megIio. II ConsigIio Iuroeo deI 24 e 25 ollobre scorsi ha chieslo
neI suo documenlo concIusivo di "rafforzare Ie allivila di Ironlex neI Medilerraneo e Iungo Ie
fronliere sudorienlaIi deII'UI".
126

I davvero quesla Ia slrada giusla da inlrarendere er evilare che aIlre slragi conlinuino a
macchiare i noslri mari`
Noi ensiamo di no e rileniamo che Ie isliluzioni nazionaIi e queIIe comunilarie conlinuino a
ereluare una grande iocrisia: aII'oslenlazione di reloriche esressioni di indignazione e di
doIore non seguono sceIle conseguenli. II faIIimenlo di una geslione meramenle roibizionislica
dei fIussi migralori e ormai evidenle e suggerirebbe un cambiamenlo di slralegia. Come abbiamo
cercalo di argomenlare neI dossier Ccsii !isunani. Ic pc|iiicnc !i ccnirasic !c||innigrazicnc irrcgc|arc,
lra gIi obiellivi erseguili daIIe oIiliche deI rifiulo, i risuIlali effellivamenle ollenuli e Ia
raresenlazione che di quesli viene roosla aII'oinione ubbIica c'e una scarsa corrisondenza.
Anni di chiusura deIIe fronliere, di conlroIIo dei mari, di resingimenli iIIegillimi, di delenzioni
arbilrarie e disumane non hanno affallo fermalo gIi arrivi dei migranli, ma sono slali aI cenlro
deII'imegno ubbIico a IiveIIo normalivo, roagandislico e anche finanziario. II Iavoro di ricerca
svoIlo da Lunaria, senza avere aIcuna relesa di esauslivila, ha idenlificalo lra iI 2005 e iI 2012
slanziamenli deslinali aI finanziamenlo deIIe oIiliche deI rifiulo ari ad aImeno 1,668 miIiardi.
Risorse inveslile er rifiulare, eseIIere, rimalriare, in sinlesi, cacciare i migranli daI noslro aese.

126
Consiglio Europeo del 24 e 25 ottobre 2013, Conclusioni, EUCO 169/13 disponibili qui:
http://www.consilium.europa.eu/uedocs/cms_data/docs/pressdata/it/ec/139222.pdf


Quesla sceIla a noslro arere e sbagIiala erche ha conlribuilo a mellere in ericoIo migIiaia di
ersone: non sono i "lrafficanli" di essere umani i resonsabiIi deIIa morle di migIiaia di ersone
neI Medilerraneo, sono Ie IegisIazioni ingiusle deIIa Iorlezza Iuroa che imediscono aIIe ersone
di enlrare IegaImenle suI suo lerrilorio. Quesle oIiliche negano Ia garanzia dei dirilli umani, in
rimo Iuogo deI dirillo ad esislere, a migIiaia di ersone.
La garanzia dei dirilli umani e di cilladinanza non sembra ero cosliluire neII'alluaIe fase slorica,
ancora rofondamenle scandila daIIa crisi economica, Ia riorila deIIe isliluzioni euroee e
nazionaIi, lroo occuale neI "mellere in ordine" i biIanci ubbIici semre iu lrabaIIanli. La
ricella roosla daII'Iuroa e daII'IlaIia conlinua a essere semre Ia slessa: iI conlenimenlo deIIa
sesa ubbIica. I non imorla se cio delermina Ia rogressiva erosione dei dirilli sociaIi e suI
Iavoro e un amIiamenlo deIIa forbice deIIe diseguagIianze sociaIi ed economiche.
II bersagIio riviIegialo deIIe "oIiliche di auslerila" sono Ie oIiliche sociaIi, in arlicoIare neI
noslro aese, che si dislingue da semre er un sislema di veIfare fragiIe, sbiIancialo suIIa
revidenza e suIIa sanila a danno deII'assislenza sociaIe, moIlo differenzialo a IiveIIo lerriloriaIe,
fondalo ancora suIIa cenlraIila deI Iavoro (scarse Ie luleIe sociaIi er chi non ce I'ha) e deIIa
famigIia (in arlicoIare deIIe donne aIIe quaIi sono deIegale Ie allivila di cura). Come e slalo
solloIinealo, neI noslro aese "si regislra un arlicoIare inlreccio lra scarsila deII'offerla di servizi
assislenziaIi ubbIici, ruoIo deIIa famigIia come allore di veIfare e oIilica migraloria": iI Iavoro
deIIe assislenli famiIiari slraniere e divenlalo indisensabiIe er Ie famigIie e er i rocessi di
riroduzione sociaIe e er aIlro verso consenle significalivi risarmi in lermini di sesa ubbIica.
127

La crisi ha avulo e sla ancora avendo neI noslro aese effelli economici e sociaIi devaslanli. L'IlaIia
si e imoverila: neI 2012 9 miIioni 563 miIa ersone, iI 15,8% deIIa ooIazione, vivevano aI di
sollo deIIa sogIia di overla
128
e 15 miIioni di ersone si lrovavano in condizioni di derivazione.
129

Menlre iI lasso di disoccuazione ha ormai raggiunlo neI sellembre 2013 iI 12,5%, ma se riferilo ai
soIi giovani lra i 15 e i 24 anni e saIilo aI 40,4%.
130


127
Ponzini G. (a cura di), Rapporto IRPPS CNR sullo stato sociale in Italia 2012. Welfare e politiche per
l'immigrazione. Il decennio della svolta, Liguori Editore, Napoli, 2012, p.5
128
Istat, La povert in Italia, 17 luglio 2013
129
Istat, Rapporto annuale 2013. La situazione del paese, 2013
130
Istat, Statistiche flash, Occupati e disoccupati, 31 ottobre 2013

123

Le inquieludini che vengono agilale dai soIili imrendilori deIIa aura risello aIIa resenza dei
cilladini slranieri neI noslro aese e agIi effelli che essa roduce sugIi equiIibri dei conli ubbIici
rischiano dunque di conquislare faciImenle consenso se non vengono decoslruile neI modo iu
dellagIialo ossibiIe.
Quesla consaevoIezza sla aII'origine deI Iavoro di ricerca svoIlo in queslo anno che si chiude con
Ia ubbIicazione deI resenle raorlo. | !iriiii ncn scnc un ccsic" e comIemenlare a Ccsii
!isunani: i due raorli osservano i due versanli deIIe oIiliche ubbIiche correIale aI fenomeno
deII'immigrazione lenlando di offrire un quadro comIessivo deII'imegno finanziario ubbIico in
queslo ambilo.
L'iolesi daIIa quaIe siamo arlili e che vi fosse uno sbiIanciamenlo negIi slanziamenli ubbIici
deslinali aIIe oIiliche di conlraslo risello a queIIi deslinali aIIe oIiliche di accogIienza e di
incIusione sociaIe dei migranli. La seconda iolesi, suffragala daIIa Ielleralura economica
disonibiIe, ci ha indollo inoIlre a rilenere che iI raorlo conlribuli/reslazioni che carallerizza Ia
reIazione dei cilladini slranieri con iI noslro sislema di uc|jarc fosse osilivo.
La raccoIla ed eIaborazione dei dali ufficiaIi disonibiIi, sia ure sicuramenle arziaIe e non
esausliva, sembra confermare Ie due iolesi di arlenza.
131

Con riferimenlo aI rimo assunlo Ie TavoIe 5.1 e 5.2 mellono a confronlo i dali raccoIli sugIi
slanziamenli ubbIici deslinali da un Ialo aIIe oIiliche di "conlraslo" deII'immigrazione irregoIare
e daII'aIlro aIIe oIiliche di accogIienza e di incIusione sociaIe.






131
Tra i lavori pi recenti che giungono alle stesse conclusioni ricordiamo: Fondazione Leone Moressa, Rapporto
annuale sull'economia dell'immigrazione. Tra percorsi migratori e comportamento economico, il Mulino, 2013 e
Benvenuti V, Stuppini A., "Immigrati, fiscalit e spesa pubblica: uno scambio alla pari?", 2013, cit.


Tavn!a 5.1 Lc risnrsc pubb!ichc stanziatc pcr !c pn!itichc dc! riIiutn
Tipn!ngia di risnrsc Pcrindn di
riIcrimcntn
dci
prngrammi
Risnrsc
nazinna!i
Risnrsc
cnmunitaric
Tnta!c 5tanziamcnti
mcdi annua!i
Iondo Iuroeo er Ie
Ironliere Islerne
2007-2012 165.545.212 166.303.269 331.848.481 55.308.080,17
ION Sicurezza er Io
SviIuo deI Mezzogiorno
2000-2006 55.540.173 55.540.173 111.080.345 15.868.620,71
Iondo Iuroeo er i
Rimalri
2008-2012 34.654.527 26.099.691 60.754.219 12.150.843,80
CII, CISA, CDA, CARA 2005-2011 1.013.968.194 0 1.013.968.194 144.852.599,14
Cooerazione con i Iaesi
lerzi
2005-2012 117.675.520 33.387.087 151.062.607 18.882.825,88
TOTALE 1.387.383.627 281.330.220 1.668.713.847 247.062.969,70
|cnic. Iunaria (a cura !i), Ccsii !isunani. Ia spcsa pu|||ica pcr i| ccnirasic !c||innigrazicnc irrcgc|arc

Tavn!a 5.2 Lc risnrsc pubb!ichc stanziatc pcr !c pn!itichc di accng!icnza c di inc!usinnc sncia!c
Tipn!ngia di risnrsc Pcrindn di
riIcrimcntn
dci
prngrammi
Risnrsc
nazinna!i
Risnrsc
cnmunitaric
A!trc
risnrsc
Tnta!c 5tanziamcnti
mcdi annua!i
scnza
cmcrgcnza
N.A.
Risorse geslile daIIa DG
Imm. e oI. Inlegr. Min.
Lavoro
2002-2010 159.245.087,63 27.857.995,24 187.103.082,87 20.789.231,43
Iondo Iuroeo er
I'Inlegrazione dei
cilladini di Iaesi lerzi
2005-2012 47.621.951,40 111.723.518,07 638.871,52 159.984.341,00 26.664.056,83
Sislema di rolezione
er richiedenli asiIo e
rifugiali (SIRAR)
2005-2012 233.294.953,61 N.d. 233.294.953,61 38.882.492,27
Risorse er geslione
"emergenza Nord-
Africa"
2011-2012 1.521.643.719,86 1.521.643.719,86
II Iondo Iuroeo er i
Rifugiali III
2008-2012 16.472.004,59 50.704.691,78 2.262.457,75 69.439.154,11 13.887.830,82
Irogramma Oeralivo
NazionaIe Sicurezza
Sud
2007-2013 n.d n.d. 141.886.962,51 23.647.827,09
TOTALE 1.978.277.717,09 190.286.205,09 2.901.329,27 2.313.352.213,96 123.871.438,44
|cnic. c|a|crazicni !i Iunaria

125

La differenza inlercorrenle lra gIi slanziamenli medi annuaIi cr!inari regislrali neI rimo caso e
queIIi regislrali neI secondo caso risuIla evidenle. II riferimenlo aII'cr!inaricia e necessario erche
neI caIcoIo degIi slanziamenli medi annuaIi deslinali aIIe oIiliche di accogIienza e incIusione
sociaIe abbiamo rilenulo oorluno non considerare queIIi deslinali aIIa geslione deIIa cosiddella
"emergenza Nord-Africa", a causa deI Ioro carallere "slraordinario".
Ma andiamo con ordine. L'inlero ammonlare deIIe risorse ubbIiche deslinale aIIe oIiliche di
accogIienza ed incIusione sociaIe dei cilladini slranieri negIi anni 2005-2012, esaminale neI quarlo
cailoIo di queslo raorlo, e ari a 2 miIiardi e 313miIa euro, ma er Ia soIa geslione
deII'emergenza Nord-Africa sono slali disosli slanziamenli ari a 1 miIiardo e 521miIa euro. Se si
delraggono quesli slanziamenli "slraordinari", I'ammonlare degIi slanziamenli "ordinari" deslinali
aIIe oIiliche di accogIienza e incIusione sociaIe scende a 791 miIioni e 708miIa euro con una media
annuaIe ari a 123 miIioni e 871miIa euro. Si lralla di una media moIlo inferiore risello a queIIa
degIi slanziamenli ubbIici monilorali neI rimo dossier er Ie oIiliche deI rifiulo, ari a oIlre 247
miIioni di euro. NeI comIesso, in base ai dali da noi raccoIli, gIi slanziamenli ordinari deslinali
aIIe oIiliche di "conlraslo" e di "accogIienza e incIusione" lra iI 2005 e iI 2012 hanno avulo un
imorlo medio ari a 370 miIioni e 934miIa euro.
L'incidenza dei cosli di quesle oIiliche suI comIesso deIIa sesa ubbIica ilaIiana e Iimilala sia
che si consideri Ie oIiliche di "conlraslo" sia che si consideri Ie oIiliche di accogIienza e incIusione
sociaIe. Issa uo essere caIcoIala, con una quaIche arossimazione, considerando gIi uIlimi dali
ISTAT disonibiIi suIIa sesa ubbIica aI nello degIi inleressi er I'anno 2011: quesla e slala ari a
719 miIiardi e 746 miIioni.
132
GIi slanziamenli medi annuaIi er Ie oIiliche di conlraslo incidono
er Io 0,034%, queIIi er Ie oIiliche di accogIienza e incIusione sociaIe er Io 0,017%: I'insieme
degIi slanziamenli medi annuaIi esa er Io 0,052%.
Anche Ia seconda iolesi che ha isiralo queslo Iavoro, ovvero che I'imallo deIIa resenza
slraniera suI noslro sislema economico e di veIfare fosse osilivo, sembra essere confermala.
NeI lerzo cailoIo si e cercalo di slimare Ia sesa ubbIica er islruzione, sanila, ensioni,
disoccuazione, carceri e rolezione sociaIe deslinala aIIa ooIazione slraniera e Ia sua incidenza
suIIa sesa lolaIe, lenendo conlo deIIe differenze anagrafiche risello agIi aulocloni (anaIizzale neI

132
Istat, Spesa delle amministrazioni pubbliche per funzione, 17 gennaio 2013


rimo cailoIo), deI ruoIo svoIlo dai cilladini slranieri neI noslro sislema economico (anaIizzalo neI
secondo cailoIo) e deI differenle ricorso a aIcuni servizi e reslazioni lra Ie due ooIazioni.
Ier iI singoIo anno fiscaIe 2011 Ie erogazioni comIessive deslinale ai cilladini slranieri sono
slimale in circa 14 miIiardi e 950 miIioni di euro. SoIo una iccoIa arle di quesla sesa, ari a 184
miIioni di euro, e riferila ai servizi e agIi inlervenli sociaIi comunaIi secificamenle rivoIli ai
cilladini slranieri. ComIessivamenle, i cilladini slranieri incidono er iI 3,36% suI lolaIe deIIa
sesa sociaIe ubbIica reIaliva aIIe voci di sesa anaIizzale e er iI 2,07% suIIa sesa ubbIica
comIessiva a fronle ero di un'incidenza deIIa Ioro resenza suIIa ooIazione nellamenle
sueriore, ari aI 7,54% neI 2011.
Sommando Ie risorse slanziale er Ie oIiliche dedicale (conlraslo e accogIienza) e I'ammonlare
deIIe erogazioni ricevule dai cilladini slranieri in veIfare er I'anno 2011, Ia sesa slimala a essi
riferibiIe e ari a 15 miIiardi e 217 miIioni, iI 2,12% deIIa sesa ubbIica comIessiva aI nello degIi
inleressi regislrala in queslo anno.
In sinlesi i cilladini slranieri sembrano "esare" moIlo meno suI noslro sislema di veIfare risello
aIIa quola di ooIazione che raresenlano.
NaluraImenle Ie slime qui roosle non hanno aIcuna relesa di esauslivila. Cosliluiscono soIo un
rimo lenlalivo di decoslruzione di Iuoghi comuni urlroo ormai semre iu diffusi riferili ai
"cosli" che Ia resenza dei cilladini slranieri comorla er iI noslro aese. MoIlo Iavoro sarebbe
ancora necessario e moIlo di iu sarebbe ossibiIe arofondire se neIIa noslra ubbIica
amminislrazione fosse maggiormenle consoIidala una cuIlura organizzaliva deI moniloraggio e
deIIa vaIulazione deIIe oIiliche, oggi ancora decisamenle carenle, e se iI rinciio deIIa
lrasarenza guidasse iI suo oeralo. L'accesso aIIe informazioni e ai dali resla infalli I'oslacoIo
rinciaIe er chi inlenda anaIizzare in dellagIio I'uliIizzo deIIe risorse ubbIiche.
Indicazinni di pn!icy
In un conleslo neI quaIe i cilladini slranieri sono una resenza alliva suI mercalo deI Iavoro, Ia
ossibiIila di evilare Ie lensioni comelilive aI ribasso sia dei saIari che deIIe garanzie sociaIi ed i
conseguenli confIilli che ne ossono derivare, non uo riosare su un uIleriore irrigidimenlo deIIe
oIiliche migralorie, aImeno neIIa misura in cui sono Ie slesse famigIie ed imrese ilaIiane a
chiedere ed allirare manodoera slraniera nonoslanle Ia crisi.

127

Iiulloslo, aare romellenle una oIilica voIla da un Ialo, er quanlo riguarda gIi aselli
economici, a garanlire Ia regoIarila deI soggiorno dei cilladini slranieri e aI lemo slesso iI
risello deIIa normaliva e dei conlralli di Iavoro, daII'aIlro, ad aIIargare, allraverso Ia reaIizzazione
di oIiliche di incIusione sociaIe, iI erimelro deIIa cilladinanza sociaIe, in modo da evilare che Io
sviIuo di rocessi di aulo ed elero-ghellizzazione deIIa ooIazione immigrala rafforzino queIIa
ericoIosa conlraosizione noi-Ioro che imedisce Ia crescila e iI consoIidamenlo di una sociela
oIicuIluraIe.
In reIazione aIIa rima direllrice di oIicy, Ia comelizione aI ribasso dei Iavoralori slranieri nei
confronli dei Iavoralori ilaIiani e Ia slessa che si ha con riferimenlo aII'economia sommersa risello
aII'economia emersa e con riferimenlo aI Iavoro in nero risello aI Iavoro in regoIa. Da queslo
unlo di visla Ia migIiore garanzia non uo che essere iI conlraslo aI Iavoro nero (dei cilladini
ilaIiani come di queIIi slranieri) e I'aIicazione deIIa normaliva suI Iavoro e dei conlralli coIIellivi
nazionaIi di Iavoro, che fissano i IiveIIi minimi oIlre i quaIi Ia comelizione non e ammessa.
In riferimenlo aIIa seconda direllrice, in una roselliva di medio e Iungo eriodo, e
indisensabiIe un maggiore imegno ubbIico neIIa romozione di oIiliche er I'incIusione dei
cilladini slranieri finaIizzale a migIiorare Ia quaIila deI Ioro inserimenlo sociaIe, cuIluraIe ed
economico.
La raida crescila dei giovani di origine slraniera resenli neI noslro aese one se ossibiIe
ancora di iu aII'ordine deI giorno iI lema di un'incIusione dei cilladini slranieri non
subaIlerna
133
e non reIegala aIIa dimensione Iavoraliva, e nolo infalli che i giovani che nascono e
crescono in IlaIia malurano asellalive di vila sueriori a queIIe dei genilori. Ier aIlro, Ia
romozione di oIiliche ubbIiche mirale a far s che i giovani "figIi deII'immigrazione", ossano
enlrare neI mercalo deI Iavoro con quaIifiche migIiori, olrebbe conlribuire ad assicurare un
aorlo iu consislenle aIIe finanze ubbIiche. VaIorizzare aieno Ie olenziaIila deIIa forza
Iavoro slraniera, senza confinarIa neI recinlo deI Iavoro generico non quaIificalo, cosliluisce infalli
Ia slralegia ollimaIe anche daI unlo di visla deII'efficienza e deIIa crescila economica, cosa che
moIli aIlri aesi, ma non I'IlaIia, sembrano avere ben comreso.

133
La definizione di inclusione subalterna utilizzata da Ambrosini M., Molina S., Seconde generazioni.
Unintroduzione al futuro dellimmigrazione in Italia, Fondazione Giovanni Agnelli, 2004. Di inclusione subordinata
parla invece Annamaria Rivera in Rivera A., Estranei e nemici. Discriminazione e violenza razzista in Italia,
DeriveApprodi, Roma, 2003.


Cio va consideralo anche in reIazione aI lema deIIa soslenibiIila slessa dei sislemi di uc|jarc: quesla
diende infalli daII'aorlo conlribulivo assicuralo dai Iavoralori che risuIla ridollo neI mercalo
deI Iavoro secondario, essendo queslo carallerizzalo da IiveIIi bassi di relribuzione.
I inoIlre ausicabiIe un saIlo di quaIila uIleriore neIIe allivila di ianificazione nazionaIe deIIe
oIiliche ubbIiche, requisilo fondamenlaIe er Ia romozione di un vero, equo ed efficace
rocesso di inserimenlo sociaIe dei cilladini slranieri. II decenlramenlo deIIe comelenze aIIe
regioni e agIi enli IocaIi, ermelle (o dovrebbe ermellere) di reaIizzare oIiliche adeguale ai
bisogni resenli suI lerrilorio, ma in mancanza di un forle coordinamenlo degIi inlervenli a IiveIIo
nazionaIe, esso rischia di accenluare Ia disarila di lrallamenlo lra i cilladini slranieri che vivono
in aIcune regioni, governale da giunle maggiormenle sensibiIi, e queIIi che vivono in aIlre,
governale da giunle iu refrallarie aIIa garanzia dei dirilli di cilladinanza er lulli i residenli.
L'eserienza serimenlala con I'isliluzione deIIo SIRAR olrebbe cosliluire un modeIIo di
riferimenlo er Ia rogrammazione e iI coordinamenlo deIIe oIiliche anche in ambili diversi da
queIIo deII'accogIienza dei richiedenli asiIo e dei rifugiali.
In sinlesi. Sarebbe ausicabiIe un cambiamenlo di rolla deIIe oIiliche migralorie e
suII'immigrazione nazionaIi fondalo suIIa consaevoIezza deI fallo che iI icna di oggi non e queIIo
deIIa garanzia deIIa "sicurezza" dei cilladini ilaIiani messa in ericoIo daII'arrivo di donne e
uomini di aIlri conlinenli, ne queIIo deII'insoslenibiIila deIIa resenza slraniera suI iano
occuazionaIe o deI sislema di veIfare, ne queIIo di far convivere "differenze" cuIluraIi
incomalibiIi lra di Ioro.
134
La reaIla che Ie oIiliche ubbIiche sono chiamale a governare e
iulloslo queIIa di assicurare una roselliva di vila dignilosa a lulli i cilladini, in una sociela che c
gia nciiccia da lemo.
TaIe cambiamenlo di slralegia, oIlre ad una riforma deIIa IegisIazione che disciIina I'ingresso, iI
soggiorno e I'aIIonlanamenlo dei cilladini slranieri, richiederebbe una svoIla significaliva aImeno
su due versanli: queIIo deIIe oIiliche generaIi di veIfare e queIIo deIIe oIiliche secificamenle
dedicale aI governo deI fenomeno migralorio.

134
Tale cambiamento per altro auspicato in modo molto efficace anche da Valentina Brinis e Luigi Manconi in un
libro uscito recentemente dal titolo solo apparentemente provocatorio Accogliamoli tutti. Una ragionevole proposta per
salvare l'Italia, gli italiani e gli immigrati, il Saggiatore, 2013.

129

SuI rimo versanle un rafforzamenlo deI sislema e indisensabiIe er roleggere Ie ersone e Ie
famigIie (ilaIiane e slraniere) iu coIile daIIa crisi: un maggiore inveslimenlo neII'assislenza
sociaIe (servizi sociaIi lerriloriaIi, servizi er I'infanzia, assislenza aIIe ersone non-aulosufficienli),
nei servizi er Ie ari oorlunila, neIIe oIiliche di ediIizia residenziaIe ubbIica e I'inlroduzione
di una forma di soslegno aI reddilo sono indisensabiIi e sarebbero soslenibiIi con una riforma deI
sislema fiscaIe finaIizzala a una maggiore rogressivila ed equila.
135

SuI secondo versanle Ia rinuncia aIIe oIiliche deI rifiulo, in rimo Iuogo ai CII e ai CARA,
Iibererebbe risorse er I'accogIienza e I'incIusione dei migranli er affronlare aImeno aIcune deIIe
riorila: iI soslegno aII'inserimenlo scoIaslico e Ia Iolla aIIa disersione scoIaslica degIi aIunni e
degIi sludenli di cilladinanza non ilaIiana, I'amIiamenlo e Ia quaIificazione deI sislema ubbIico
di accogIienza inlegrala dei richiedenli asiIo e dei rifugiali, I'avvio di un iano nazionaIe di
smanleIIamenlo dei cami rom, Io sviIuo di allivila di mediazione cuIluraIe, in arlicoIare neIIe
scuoIe e nei servizi sanilari, I'aboIizione deIIa lassa suI soggiorno, Io sviIuo di un sislema
nazionaIe e decenlralo di Iolla aIIe discriminazioni e aI razzismo.











135
Proposte dettagliate in tal senso, anche dal punto di vista economico, sono contenute in Sbilanciamoci!, Rapporto
2014, Come usare la spesa pubblica per i diritti, la pace, l'ambiente, Roma, 10 novembre 2013.


Appendice
Tavn!a 1.a Ordinanzc di Prntczinnc Civi!c chc hannn stanziatn !c risnrsc pcr !a cnsiddctta Emcrgcnza Nnrd-AIrica (scguc)
Fnntc Impnrtn in curn Vncc Dcscrizinnc
OPCM 3924
18 Icbbrain 2011
15.168.216,00 Iorze e mezzi CRI e Iorze Armale - suorlo aI Commissario deIegalo er rimi inlervenli di
soccorso
1.000.000,00 Assislenza Commissario deIegalo - assegnazione er avvio rimi inlervenli
340.000.000,00 Iorze e mezzi Inlervenli immediali er emergenza umanilaria neIIo Slrello di SiciIia
OPCM 3933
13 apri!c 2011
1.000.000,00 Auili umanilari eni e maleriaIi a disosizione deIIa ReubbIica Tunisina er assislenza aIIa
ooIazione in Tunisia
11.361.000,00 Iorze e mezzi Reinlegro di lende e maleriaIi accessori ceduli aI Di. VV.II, aI socorso ubbIico
e aIIa difesa civiIe deI Min Inlerno
649.920,00 Iorze e mezzi IersonaIe CRI - missione in Tunisia, slraordinari (fino a 150 ore mensiIi) er
ersonaIe in IlaIia
9.800.000,00 Assislenza MNA - accogIienza er 500 minori
19.200.000,00 Assislenza Acconlo risello a maggiore slanziamenlo er sueramenlo emergenza:
- rima accogIienza,
- individuazione slrullure e avvio aIIa geslione,
- ossibiIe requisizione di mobiIi e immobiIi,
- coIIaborazione deI Di Naz IC e conlingenle (10 unila) Min Inlerno
1.000.000,00 Iorze e mezzi Rimozione imbarcazioni (imorlo indicalo anche in OICM 3934/2011)
2.598.000,00 Iorze e mezzi Alluazione DICM 5/4/2011 "Misurc !i prciczicnc icnpcranca pcr i ciiia!ini siranicri
prctcnicnii !ai Pacsi ncr!ajricani"
OPCM 3934
21 apri!c 2011
Iorze e mezzi Rimozione imbarcazioni: 1 miIione gia indicalo aIIa OICM 3933/2011
OPCM 3936
21 apri!c 2011
6.000.000,00 Delenzione CII - Adeguamenlo e manulenzione di slrullure di S. M. Caua Velere (CI),
IaIazzo S. Gervasio (IZ), Kinisia-Traani
4.000.000,00 Delenzione CII - Geslione slrullure di S. M. Caua Velere (CI), IaIazzo S. Gervasio (IZ),
Kinisia-Traani
DPCM 2090
2 maggin 2011
5.500.000,00 Assislenza Immediala oeralivila deI sislema di accogIienza da arle dei soggelli allualori
(di cui 500.000 euro aIIa SiciIia)
OPCM 3947
16 giugnn 2011
150.000,00 Lamedusa RiquaIificazione ambienlaIe, geslione rifiuli, riquaIificazione slrullure, fonli
rinnovabiIi, ecc.
5.000.000,00 Lamedusa RiquaIificazione ambienlaIe, geslione rifiuli, riquaIificazione slrullure, fonli
rinnovabiIi, ecc.
20.850.000,00 Lamedusa RiquaIificazione ambienlaIe, geslione rifiuli, riquaIificazione slrullure, fonli
rinnovabiIi, ecc.
OPCM 3951
12 !ug!in 2011
81.200.000,00 Iorze e mezzi VV.II e oIizia - ersonaIe
14.000.000,00 Iorze e mezzi Acquisizione e reinlegro dei maleriaIi dei cenlri di assislenza e ronlo inlervenlo
deI Minislero Inlerno e dei maleriaIi dei VV.II. er inlervenli emergenziaIi
1.000.000,00 Lamedusa Rifornimenli di acqua olabiIe
2.105.915,00 Iorze e mezzi Trasorlo migranli su unila nvaIi miIilari
198.847,00 Lamedusa Ririslino e manlenimenlo deIIe condizioni igienico-sanilaria
11.495.238,00 Iorze e mezzi Rimborsi er sese di ersonaIe voIonlario e di associazioni d'Arma +
cooerazione con Ia marina miIilare lunisina
40.000.000,00 Accordo IlaIo-Tunisino Alluazione accordo IlaIo/Tunisino deI 5/4/2011 (sei molovedelle, quallro
allugIialori ed un cenlinaio di fuorislrada)
50.000.000,00 Assislenza Ix OICM 3933/13ariIe 2011 - Inlervenli er sueramenlo deIIo slalo di
emergenza
460.000,00 Iorze e mezzi Conlingenle di ersonaIe in carico aIIa slrullura commissariaIe, di cui 60,000 er
indennila aI funzionario di coordinamenlo
OPCM 3955
26 !ug!in 2011
1.225.000,00 Iorze e mezzi CRI - orario slraordinario + assunzione Iavoralori lemoranei (fino a 50)
500.000,00 Iorze e mezzi Rimozione imbarcazioni a IanleIIeria
529.000,00 Iorze e mezzi Diarlimenlo Irolezione CiviIe - Rimborso ersonaIe imiegalo nei GMA di
moniloraggio
2.515.450,00 Iorze e mezzi Irosecuzione deIIe allivila di vigiIanza e sicurezza resso slrullure e aree di
arrivo e assislenza
OPCM 3958
10 agnstn 2011
904.792,40 Rimalri OIM - Convenzione er rimalri
191.500,00 Iorze e mezzi Commissioni lerriloriaIi er iI riconoscimenlo deIIa rolezione inlernazionaIe -
isiluluzione 5 nuove sezioni
85.937,00 Iorze e mezzi Commissioni lerriloriaIi er iI riconoscimenlo deIIa rolezione inlernazionaIe -
rimborsi er sese di missione
750.000,00 Iorze e mezzi Lavoro slraordinario deI ersonaIe di suorlo aIIe commissioni lerriloriaIi
OPCM 3962
6 scttcmbrc 2011
100.000,00 Ambienle Irevenzione deIIa comromissione deIIe malrici ambienlaIi marine er oIii e
Iiquidi esausli da imbarcazioni

131

Tavn!a 1.b Ordinanzc di Prntczinnc Civi!c chc hannn stanziatn !c risnrsc pcr !a cnsiddctta Emcrgcnza Nnrd-AIrica
Fnntc Impnrtn in curn Vncc Dcscrizinnc
OPCM 3965
21 scttcmbrc 2011
45.740.000,00 Iorze e mezzi VV.II e oIizia - ersonaIe, rosecuzione inlervenli
9.000.000,00 Assislenza SIRAR - aIIargamenlo rele di accogIienza
46.000.000,00 Assislenza Iroroga deIIe convenzioni in essere e adeguamenlo dei cenlri di accogIienza
1.400.000,00 Lamedusa Rifornimenli di acqua olabiIe
38.000.000,00 Accordo IlaIo-Tunisino Irosecuzione deIIa alluazione accordo IlaIo/Tunisino deI 5/4/2011
6.125.000,00 Iorze e mezzi Maggiori oneri deI coro deIIe Cailanerie di Iorlo
77.885.000,00 Assislenza Ix OICM 3933/13ariIe 2011 - Inlervenli er sueramenlo deIIo slalo di
emergenza
5.850.000,00 Assislenza Camochiaro, Manduria, Mineo - inlervenli nei cenlri/lendooIi
OPCM 3966
30 scttcmbrc 2011
200.000,00 Iorze e mezzi Rimozione imbarcazioni
OPCM 3970
nttnbrc 2011
-1.800.000,00 Iorze e mezzi CRI - esigenze isliluzionaIi (aulorizzazione di sesa ridolla risello a quanlo
revislo daIIa OICM 3924/2011)
1.250.000,00 Iorze e mezzi Unila navaIi er lrasferimenlo dei migranli
OPCM 3975
7 nnvcmbrc 2011
3.225.000,00 Iorze e mezzi Iroroga deIIo slalo di emergenza fino aI 31/12/2012
OPCM 3982
23 nnvcmbrc 2011
18.605.960,00 Iorze e mezzi Rimborso dei Soggelli allualori er reslazioni su allo di affidamenlo
OPCM 3991
30 diccmbrc 2011
70.000,00 Lamedusa Risarcimenlo er sollrazione imbarcazioni di roriela rivala
744.148,81 Assislenza CRI - rosecuzione degIi inlervenli resso cenlri di Lamedusa e Mineo
159.810,00 Iorze e mezzi CRI - ersonaIe a reslazione di Iavoro lemoraneo
8.005.205,00 Iorze e mezzi VV.II. e oIizia - ersonaIe, rosecuzione inlervenli
101.005.000,00 Accordo IlaIo-Tunisino Irosecuzione deIIa alluazione accordo IlaIo/Tunisino deI 5/4/2011
129.449.624,00 Assislenza Ix OICM 3933/13ariIe 2011 - Inlervenli er sueramenlo deIIo slalo di
emergenza
68.000.000,00 Assislenza Ix OICM 3933/13ariIe 2011 - Inlervenli er sueramenlo deIIo slalo di
emergenza
OPCM 4000
23 gcnnain 2012
13.000.000,00 Delenzione CII - inlervenli di adeguamenlo e di manulenzione slraordinaria di S.M. Caua
Velere (200 osli) e IaIazzo S. Gervasio (150 osli)
4.726.890,00 Delenzione CII - geslione er I'anno 2012 S.M. Caua Velere (200 osli) e IaIazzo S.
Gervasio (150 osli)
OPCM 0024
9 nnvcmbrc 2012
29.883,28 Lamedusa Rimborso comune di Lamedusa er allivila osle in essere
2.000.000,00 Iorze e mezzi Rimborso er dalori di Iavoro dei voIonlari e er Ie organizzazioni di
voIonlarialo
6.140,29 Iorze e mezzi Rimborso sese missione refellura Agrigenlo
6.641.897,00 Iorze e mezzi VV.II. e oIizia - ersonaIe, rosecuzione inlervenli
2.001.605,77 Iorze e mezzi Rimborso dei Soggelli allualori er reslazioni su allo di affidamenlo
1.293.642,50 Assislenza CasleInuovo di Iorlo e slrullura ex fiera di Roma - rimborso inlervenli
ariIe/novembre 2011
449.960,00 Assislenza Caserma Ugo De CaroIis Civilavecchia - rimborso inlervenli 5/28 ariIe 2011
904.792,40 Rimalri OIM - roroga convenzione er rimalri
2.250.000,00 Iorze e mezzi Ririslino deIIa caacila oeraliva deIIe organizzazioni di voIonlarialo
450.000,00 Iorze e mezzi Riarazione, ririslino e sosliluzione dei mezzi e deIIe allrezzalure imiegale
10.129.058,41 Assislenza Mineo - requisizione Residence degIi Aranci: requisizione er 2012 (6,058,333),
manulenzione (2312789), geslione (1,757,936)
24.065.420,00 Assislenza MNA - rosecuzione misure accogIienza
51.934.946,00 Assislenza/Iorze e
Mezzi
Irosecuzione degIi inlervenli revisli daIIe OICM 3933, 3934, 3955, 3958, 3965,
3966, 3991
119.720.351,00 Assislenza Irosecuzione misure di assislenza dei migranli
370.000,00 Iorze e mezzi Commissioni lerriloriaIi er iI riconoscimenlo deIIa rolezione inlernazionaIe -
Gelloni di resenza (5 sezioni allivale ad hoc)
2.006.250,00 Iorze e mezzi Commissioni lerriloriaIi er iI riconoscimenlo deIIa rolezione inlernazionaIe -
missioni e Iavoro slraordinario ersonaIe
5.000.000,00 Assislenza SIRAR - aIIargamenlo rele di accogIienza
OPCM 0033
23 diccmbrc 2012
37.795.000,00 Assislenza Convenzioni con enli geslori, rinegoziazione dei lermini er iI 2013, a segulo di
ricognizione dei raorli giuridici endenli
185.820,00 Iorze e mezzi Commissioni lerriloriaIi er iI riconoscimenlo deIIa rolezione inlernazionaIe -
missioni e Iavoro slraordinario ersonaIe
1.028.500,00 Assislenza CasleInuovo di Iorlo (RM) - Manulenzione 2013
12.670.000,00 Assislenza Mineo - Acquisizione disonibiIila Residence degIi Aranci er conlinuazione
inlervenli 2013
OPCM 0076
11 apri!c 2013
13.530.000,00 Delenzione CII - comIelamenlo inlervenli gia avviali resso cenlri di di Sanla Maria Caua
Velere e IaIazzo San Gervasio
TOTALE 1.521.643.719,86


Tavn!a 2 Ana!isi dati FER III
5tatus dci dcstinatari a! mnmcntn dc!!'ingrcssn nci prngctti pcr annua!ita di prngrammazinnc
5tatus ingrcssn prngcttn 2008 2008% 2009 2009% 2010 2010%
Molivi umanilari 115 7,27% 178 12,38% 52 3,78%
Irolezione sussidiaria 556 35,12% 388 27,00% 260 18,94%
Richiedenle rolezione inlernazionaIe 56 3,54% 425 29,58% 578 42,10%
Rifugialo (Conv. Ginevra) 487 30,76% 436 30,34% 309 22,51%
AIlro (Missing, diniego,
ricongiungimenlo, ecc)
369 23,31% 10 0,70% 174 12,67%
Tnta!c 1583 100% 1.437 100% 1.373 100,00%

5cssn dci dcstinatari dci prngctti pcr annua!ita di prngrammazinnc
5cssn 2008 2008% 2009 2009% 2010 2010%
Maschi 1019 64,37% 756 52,61% 914 66,57%
Iemmine 530 33,48% 535 37,23% 456 33,21%
Dalo non disonibiIe/non fornilo 34 2,15% 146 10,16% 3 0,22%
Tnta!c 1.583 1.437 1.373

Fnntc di scgna!azinnc dci dcstinatari dci prngctti pcr annua!ita di prngrammazinnc
Fnntc scgna!azinnc 2008 2008% 2009 2009% 2010 2010%
Iresenza suI lerrilorio - - 850 59,15% 705 51,34%
Irefellura - - 13 0,90% 180 13,11%
Cenlro oIifunzionaIe - - 80 5,57% 55 4,01%
Irogello S.I.R.A.R. 374 23,63% 201 13,99% 124 9,03%
C.A.R.A. - - 34 2,37% 222 16,17%
Dalo non disonibiIe/non fornilo 1209 76,37% 259 18,02% 87 6,34%
Tnta!c 1.583 1.437 1.373

Tipn!ngia di vu!ncrabi!ita dci dcstinatari dci prngctti pcr annua!ita di prngrammazinnc
Tipn!ngia di vu!ncrabi!ita 2008 2008% 2009 2009% 2010 2010%
Anziano 3 0,19% 3 0,21% 1 0,07%
DisabiIe 15 0,95% 24 1,67% 12 0,87%
Disagio menlaIe 91 5,75% 157 10,93% 388 28,26%
Donne in slalo di gravidanza 75 4,74% 22 1,53% 13 0,95%
Genilore singoIo con figIio minore 52 3,28% 270 18,79% 37 2,69%
Minore non accomagnalo 104 6,57% 198 13,78% 16 1,17%
Villima di lorlura, sluro, vioIenza 564 35,63% 519 36,10% 799 58,20%
AIlro 289 18,26% 25 1,74% 5 0,36%
Dalo non disonibiIe/non fornilo 390 24,63% 219 15,25% 102 7,43%
Tnta!c 1.583 1.437 1.373
|cnic. Auicriia !c|cgaia




133

Tavn!a 3 Ana!isi dati FER III Tipn!ngia di scrvizi crngati dai prngctti Prngrammazinnc AP 2008
AP 2008 Tipn!ngia scrvizi 5crvizi
Erngati
A1_Infraslrullure o i servizi deslinali aII'aIIoggio 181
A2_Iornilura di aiuli maleriaIi e di cure mediche o sicoIogiche 406
A3_Assislenza sociaIe, informazione o assislenza neI disbrigo deIIe raliche amminislralive e/o giudiziarie e
I'informazione o Ia consuIenza sui ossibiIi esili deIIa rocedura d'asiIo, comresi aselli quaIi iI rimalrio
voIonlario
234
A4_Assislenza IegaIe e Iinguislica 269
A5_Islruzione, formazione Iinguislica e aIlre inizialive coerenli con Io slalus deIIa ersona inleressala 353
I1_ConsuIenza e assislenza in sellori quaIi I'aIIoggio e i mezzi di sussislenza 205
I2_ConsuIenza e assislenza medica e sicoIogica 534
I3_Assislenza sociaIe, assislenza amminislraliva, assislenza IegaIe e Iinguislica 318
I4_Iducazione, formazione rofessionaIe, acquisizione di abiIila/ comelenze, riconoscimenlo di liloIi di sludio e
quaIifiche
224
I5_AIlri inlervenli finaIizzali aII'inlegrazione neI mercalo deI Iavoro (servizi di assislenza e consuIenza, lirocini
formalivi, biIancio di comelenze, redazione curricuIum vilae,elc.)
579
I6_Inlervenli er Ia romozione deII'emanciazione e deII'indiendenza economica 204
I7_Azioni che romuovono I'adallamenlo deI deslinalario aIIa sociela deI Iaese osilanle (condivisione di vaIori e
regoIe)
79
I8_Azioni er Ia romozione di una arleciazione duralura e soslenibiIe aIIa vila civiIe e cuIluraIe 114
I9_Iromozione deII'eguaIe accesso aIIe isliluzioni ed i servizi ubbIici 54
AIlro 7
Non disonibiIe/Non dichiaralo 5
Tnta!c 3.766
|cnic. Auicriia !c|cgaia















Tavn!a 4 Ana!isi dati FER III Tipn!ngia di scrvizi crngati dai prngctti Prngrammazinnc AP 2009
AP 2009 Tipn!ngia scrvizi 5crvizi Erngati
01. Assislenza sanilaria - orienlamenlo 196
02. Assislenza sanilaria - accomagnamenlo 124
03. Assislenza sanilaria - sislema sanilario nazionaIe/consuIlorio famiIiare 83
04. Assislenza sanilaria - sicoIogica/sichialrica 296
05. Assislenza sanilaria - seciaIislica 125
06. Assislenza sanilaria allivila er Ia riabiIilazione 37
07. Assislenza sanilaria - conlribuli aIIe sese 123
08. Assislenza sociaIe - accomagnamenlo 461
09. Assislenza sociaIe - raliche amminislralive 114
10. Assislenza sociaIe - riconoscimenlo liloIi di sludio 3
11. Assislenza sociaIe - conlribuli aIIe sese 315
12. Servizi IegaIi orienlamenlo 113
13. Servizi IegaIi - accomagnamenlo 100
14. Servizi IegaIi consuIenza 66
15. Servizi IegaIi ricorso 14
16. Servizi er aIIoggio - orienlamenlo 300
17. Servizi er aIIoggio - accomagnamenlo 179
18. Servizi er aIIoggio - accogIienza 86
19. Servizi er aIIoggio - inlermediazione 179
20. Servizi er aIIoggio - conlribuli aIIe sese 236
21. Mediazione Iinguislico-cuIluraIe - in ambilo aIIoggialivo 53
22. Mediazione Iinguislico-cuIluraIe - in ambilo Iavoralivo 24
23. Mediazione Iinguislico-cuIluraIe - in ambilo IegaIe 57
24. Mediazione Iinguislico-cuIluraIe - in ambilo sanilario 87
25. Mediazione Iinguislico-cuIluraIe - in ambilo sociaIe 78
26. Inserimenlo scoIaslico dei minori - dooscuoIa 2
27. Inserimenlo scoIaslico dei minori - nido 32
28. Inserimenlo scoIaslico dei minori - scuoIa malerna 5
29. Inserimenlo scoIaslico dei minori - scuoIa obbIigo 8
30. Islruzione/formazione - corso di ilaIiano 241
31. Islruzione/formazione - universilaria 10
32. Islruzione/formazione - corso seciaIislico 16
33. Islruzione/formazione - corso di formazione rofessionaIe 310
34. Islruzione/formazione - slage e lirocini formalivi 63
35. Islruzione/formazione - conlribuli aIIe sese 100
36. Servizi er inserimenlo Iavoralivo - orienlamenlo 310
37. Servizi er inserimenlo Iavoralivo - accomagnamenlo 83
38. Servizi er inserimenlo Iavoralivo - consuIenza 41
39. Servizi er inserimenlo Iavoralivo - biIancio di comelenze 126
40. Servizi er inserimenlo Iavoralivo - redazione curricuIum 73
41. Servizi er inserimenlo Iavoralivo - borsa Iavoro/lirocinio formalivo 120
42. Servizi er inserimenlo Iavoralivo - conlribuli aIIe sese 20
43. Temo Iibero- allivila cuIluraIi 73
44. Temo Iibero - allivila sorlive 62
45. Temo Iibero - gile/conoscenza deI lerrilorio 45
46. Temo Iibero - Iaboralori 83
47. Temo Iibero - allivila Iudiche 58
Tnta!c 5.330
|cnic. Auicriia !c|cgaia



135

Tavn!a 5 Ana!isi dati FER III Tipn!ngia di scrvizi crngati dai prngctti Prngrammazinnc AP2010
AP2010 Tipn!ngia scrvizi 5crvizi Erngati
01. Assislenza sanilaria - orienlamenlo 468
02. Assislenza sanilaria - accomagnamenlo 313
03. Assislenza sanilaria - sislema sanilario nazionaIe/consuIlorio famiIiare 239
04. Assislenza sanilaria - sicoIogica/sichialrica 623
05. Assislenza sanilaria - seciaIislica 164
06. Assislenza sanilaria allivila er Ia riabiIilazione 69
07. Assislenza sanilaria - conlribuli aIIe sese 198
08. Assislenza sociaIe - accomagnamenlo 521
09. Assislenza sociaIe - raliche amminislralive 270
10. Assislenza sociaIe - riconoscimenlo liloIi di sludio 12
11. Assislenza sociaIe - conlribuli aIIe sese 289
12. Servizi IegaIi orienlamenlo 576
13. Servizi IegaIi - accomagnamenlo 215
14. Servizi IegaIi consuIenza 291
15. Servizi IegaIi ricorso 21
16. Servizi er aIIoggio - orienlamenlo 100
17. Servizi er aIIoggio - accomagnamenlo 178
18. Servizi er aIIoggio - accogIienza 336
19. Servizi er aIIoggio - inlermediazione 101
20. Servizi er aIIoggio - conlribuli aIIe sese 101
21. Mediazione Iinguislico-cuIluraIe - in ambilo aIIoggialivo 183
22. Mediazione Iinguislico-cuIluraIe - in ambilo Iavoralivo 69
23. Mediazione Iinguislico-cuIluraIe - in ambilo IegaIe 233
24. Mediazione Iinguislico-cuIluraIe - in ambilo sanilario 291
25. Mediazione Iinguislico-cuIluraIe - in ambilo sociaIe 281
26. Inserimenlo scoIaslico dei minori - dooscuoIa 8
27. Inserimenlo scoIaslico dei minori - nido 15
28. Inserimenlo scoIaslico dei minori - scuoIa malerna 6
29. Inserimenlo scoIaslico dei minori - scuoIa obbIigo 19
30. Islruzione/formazione - corso di ilaIiano 348
31. Islruzione/formazione - universilaria 3
32. Islruzione/formazione - corso seciaIislico 56
33. Islruzione/formazione - corso di formazione rofessionaIe 147
34. Islruzione/formazione - slage e lirocini formalivi 24
35. Islruzione/formazione - conlribuli aIIe sese 139
36. Servizi er inserimenlo Iavoralivo - orienlamenlo 366
37. Servizi er inserimenlo Iavoralivo - accomagnamenlo 154
38. Servizi er inserimenlo Iavoralivo - consuIenza 94
39. Servizi er inserimenlo Iavoralivo - biIancio di comelenze 56
40. Servizi er inserimenlo Iavoralivo - redazione curricuIum 120
41. Servizi er inserimenlo Iavoralivo - borsa Iavoro/lirocinio formalivo 64
42. Servizi er inserimenlo Iavoralivo - conlribuli aIIe sese 30
43. Temo Iibero- allivila cuIluraIi 60
44. Temo Iibero - allivila sorlive 78
45. Temo Iibero - gile/conoscenza deI lerrilorio 71
46. Temo Iibero - Iaboralori 216
47. Temo Iibero - allivila Iudiche 76
Tnta!c 8292
|cnic. Auicriia !c|cgaia

Nola: duranle I'alluazione deIIe rogrammazioni annuaIi sono slali modificale Ie definizioni e Ie cIassificazioni dei servizi erogali hanno definizioni e
cIassificazioni differenli a arlire. I dali riferili aII'annuaIila di rogrammazione 2008 risuIlano soIo arziaImenle confronlabiIi con queIIi deIIe successive
rogrammazioni.







Bibliografia
ANCI - Assnciazinnc Nazinna!c Cnmuni Ita!iani,
Ministcrn dc!!'intcrnn Dipartimcntn pcr !c
!ibcrta civi!i c !'immigrazinnc, Citta!ia, |appcric
annua|c su| Sisicna !i prciczicnc pcr ricnic!cnii asi|c
c rijugiaii. Annc 2010/2011
Ambrnsini M., Mn!ina 5., Scccn!c gcncrazicni.
Uninirc!uzicnc a| juiurc !c||innigrazicnc in |ia|ia,
Iondazione Giovanni AgneIIi, 2004
Antignnc, Le rigioni maIale. Ollavo raorlo di
Anligone suIIe condizioni di delenzione in IlaIia,
Idizioni deII'Asino, Roma, 2011
Banca d'Ita!ia, ReIazione annuaIe suI 2008, Roma,
2009
Bcnvcnuti V. c 5tuppini A., Immigrali, fiscaIila
e sesa ubbIica: uno scambio aIIa ari` in
Cenlro Sludi e Ricerche Idos (a cura di),
|nnigrazicnc. Ocssicr siaiisiicc 2013, Unar, 2013
Bcnvcnuti V. c 5tuppini A., II conlribulo
finanziario degIi immigrali. Un lenlalivo di
biIancio in Ins Islilulo NazionaIe deIIa
Irevidenza SociaIe, IV Raorlo sui Iavoralori di
origine immigrala negIi archivi Ins. La regoIarila
deI Iavoro come fallore di inlegrazione, 2011
Bcnvcnuti V. c 5tuppini A., L'imallo fiscaIe
deII'immigrazione neI 2009, in Carilas e
Migranles, Ocssicr Siaiisiicc |nnigrazicnc 2011,
Idos edizioni, Roma, 2011
Bcrcnicc, Lunaria OsscrVazinnc c Cnmparc (a
cura di), Scgrcgarc ccsia. Ia spcsa pcr i canpi
ncnan!ia Napc|i, |cna c Mi|anc, sellembre 2013,
vvv.Iunaria.org
Brinis V. c Mancnni L., Acccg|ianc|i iuiii. Una
ragicnctc|c prcpcsia pcr sa|tarc ||ia|ia, g|i iia|iani c
g|i innigraii, iI Saggialore, 2013
Carchcdi F. (a cura di), Ia riscrsa inaspciiaia,
Idiesse/Imed, 1999
Caritas c Migrantcs (a cura di), Ocssicr siaiisiicc
innigrazicnc, anni 2005-2012, Idos edizioni, Roma
Ccnsis (a cura di), |appcric annua|c su| Sisicna !i
prciczicnc pcr ricnic!cnii asi|c c rijugiaii. Annc 2006
Ccnsis (a cura di), |appcric annua|c su| Sisicna !i
prciczicnc pcr ricnic!cnii asi|c c rijugiaii. Annc 2005
Cnrtc dci Cnnti, Prcgranni !i ccnirc||c 2002 c
2003, Gcsiicnc !c||c riscrsc prctisic in ccnncssicnc a|
jcncncnc !c||innigrazicnc. |cgc|ancniazicnc c
scsicgnc a||innigrazicnc. Ccnirc||c
!c||innigrazicnc c|an!csiina, Roma
D'E!ia F. c Gabric!c 5., |nnigrazicnc c |i|ancic
pu|||icc in |ia|ia, | !iriiii a||a prcta !c||innigrazicnc,
in |a |itisia !c||c Pc|iiicnc Sccia|i, n. 2, ariIe-
giugno 2010
D'E!ia F., Gabric!c 5. c Tnzzi M., Iffelli
deII'immigrazione suIIa finanza ubbIica e rivala
in IlaIia, in Isae Islilulo di Sludi e AnaIisi
Iconomica, Raorlo lrimeslraIe, Pc|iiicnc
pu|||icnc c rc!isiri|uzicnc, ollobre 2009,
Dc Nnvc!!is F., VaIore aggiunlo in Oizicnaric !i
|ccncnia c |inanza, vvv.lreccani.il , 2012
Dcvi!!annva C., Immigrazione e finanza
ubbIica, in Iondazione Ismu, Sc!iccsinc rappcric
su||c nigrazicni 2010, Iranco AngeIi, MiIano 2011
Eurnbarnmctcr 71: Futurc nI Eurnpc, russeIs,
Iuroean Commission, 2010
Fnndazinnc Lcnnc Mnrcssa, |appcric annua|c
su||cccncnia !c||innigrazicnc. Tra pcrccrsi
nigraicri c ccnpcriancnic cccncnicc, iI MuIino,
2013
Gabric!c 5., Oarc c atcrc. nigrazicni, |i|ancic
pu|||icc c scsicni|i|iia in Ronchelli L. (a cura di), |
!iriiii !i ciiia!inanza !ci nigranii. || ruc|c !c||c
|cgicni, Giuffre, MiIano, 2012
Gasta!di F., Ma quanic pcsanc |c iassc su||c inprcsc?
su vvv.Iavoce.info, 25/06/2012
IC5 - Cnnsnrzin Ita!iann di 5n!idaricta, Ia
prciczicnc ncgaia. Princ rappcric su| !iriiic !i asi|c in
|ia|ia, IeIlrineIIi, 2005

137

Inps - Istitutn Nazinna!c dc!!a Prcvidcnza
5ncia!c, |V |appcric sui |atcraicri !i criginc
innigraia ncg|i arcniti |nps. Ia rcgc|ariia !c| |atcrc
ccnc jaiicrc !i inicgrazicnc, Idos edizioni, Roma,
2011
Inps - Istitutn Nazinna!c dc!!a Prcvidcnza
5ncia!c, |appcric annua|c 2009
Istat - Istitutn nazinna!c di statistica, Nci |ia|ia,
100 siaiisiicnc pcr capirc i| pacsc in cui titianc 2013,
2013
Istat - Istitutn nazinna!c di statistica, Bi|ancic
Ocncgrajicc Nazicna|c 2012, 2013
Istat - Istitutn nazinna!c di statistica, | prcsi!i
rcsi!cnzia|i sccic-assisicnzia|i c sccic-saniiari, 14
dicembre 2012
Istat - Istitutn nazinna!c di statistica, Ia pctcria in
|ia|ia, 17 IugIio 2013
Istat - Istitutn nazinna!c di statistica, |appcric
annua|c 2013. Ia siiuazicnc !c| pacsc, 2013
Istat - Istitutn nazinna!c di statistica, Spcsa !c||c
anninisirazicni pu|||icnc pcr junzicnc, 17 gennaio
2013
Istat - Istitutn nazinna!c di statistica Slalisliche
fIash, Occuali e disoccuali, 31 ollobre 2013
Lunaria (a cura di), Ccsii !isunani. Ia spcsa
pu|||ica pcr i| ccnirasic !c||innigrazicnc
irrcgc|arc, maggio 2013, vvv.Iunaria.org
Lunaria (a cura di), Crcnacnc !i cr!inaric razzisnc.
Scccn!c |i|rc |iancc su| razzisnc in |ia|ia, Idizioni
deII'Asino, Roma, 2011
Marinarn R., Orru N. c Picrnni D., I ensionali
di origine slraniera e gIi scenari fuluri in Ins
Islilulo NazionaIe deIIa Irevidenza SociaIe, |V
|appcric sui |atcraicri !i criginc innigraia ncg|i
arcniti |nps. Ia rcgc|ariia !c| |atcrc ccnc jaiicrc !i
inicgrazicnc
Marinarn R., Irevisioni demografiche e sislema
ensionislico, in Carilas e Migranles, Ocssicr
siaiisiicc innigrazicnc 2010, Idos edizioni, Roma,
2011
McI - Ministcrn dc!!'Ecnnnmia c dc!!c Finanzc,
Diarlimenlo deIIe Iinanze, Slalisliche fiscaIi -
dali suIIe dichiarazioni, vvv.finanze.gov.il, 2012
Ministcrn dc! Lavnrn c dc!!c Pn!itichc 5ncia!i -
Dirczinnc Gcncra!c dc!!'Immigrazinnc c dc!!c
Pn!itichc, Tcrzc rappcric annua|c. G|i innigraii nc|
ncrcaic !c| |atcrc in |ia|ia, 2013
Miur c Fnndazinnc Ismu, |appcric nazicna|c
A|unni ccn ciiia!inanza ncn iia|iana.
Apprcjcn!incnii c ana|isi. A.s. 2011/2012, Quaderni
Ismu 1/2013
Na!cttn G., L'immigrazione, in Iizzuli I.R. (a
cura di), |appcric su||c siaic sccia|c 2008, Ulel,
Torino, 2008
Onc - Organismn Nazinna!c di Cnnrdinamcntn
pcr !c pn!itichc di intcgrazinnc sncia!c dcg!i
stranicri/Cnc! - Cnnsig!in Nazinna!c
dc!!'Ecnnnmia c dc! Lavnrn, Ministcrn dc!
Lavnrn c dc!!c Pn!itichc 5ncia!i, || ruc|c !cg|i
innigraii nc| ncrcaic !c| |atcrc iia|ianc, 2012
Ocsc - Organizzazinnc pcr !a cnnpcrazinnc c !n
svi!uppn ccnnnmicn, |nicrnaiicna| Migraiicn
Oui|cck, 2013
Pizza!unga D., Ia !cppia !iscrininazicnc !c||c !cnnc
innigraic, vvv.ingenere.il, 15 novembre 2012
Pnnzini G. (a cura di), |appcric ||PPS CN| su||c
siaic sccia|c in |ia|ia 2012. Wc|jarc c pc|iiicnc pcr
|innigrazicnc. || !cccnnic !c||a stc|ia, Liguori
Idilore, NaoIi, 2012
Pug!icsc E., I|ia|ia ira nigrazicni inicrnazicna|c c
nigrazicni inicrnc, II MuIino, 2002
Pug!icsc E. (a cura di), |appcric innigrazicnc,
Iatcrc, sin!acaic, sccicia, IresIdiesse, 2000
Pug!icsc E., GIi immigrali neI mercalo deI Iavoro
e i modeIIi regionaIi di inserimenlo, in Carchedi
I. Ia riscrsa inaspciiaia, Idiesse/Imed, 1999
Rgs - Raginncria Gcncra!c dc!!n 5tatn, Raorlo
n. 14 Le lendenze di medio-Iungo eriodo deI
sislema ensionislico e socio-sanilario: Ie
revisioni eIaborale con i modeIIi deIIa RGS
aggiornali aI 2013, 2013


Rgs - Raginncria Gcncra!c dc!!n 5tatn, Raorlo
n. 13 Le lendenze di medio-Iungo eriodo deI
sislema ensionislico e socio-sanilario: Ie
revisioni eIaborale con i modeIIi deIIa RGS
aggiornali aI 2012, 2012
Rivcra A., |siranci c ncnici. Oiscrininazicnc c
tic|cnza razzisia in |ia|ia, DeriveArodi, Roma,
2003
5artnr N., Immigrazione e finanza ubbIica, in
Livi acci M. (a cura di), Iinci!cnza cccncnica
!c||innigrazicnc, GiaicheIIi Idilore, Torino,
2005
5bi!anciamnci!, |appcric 2014, Ccnc usarc |a spcsa
pu|||ica pcr i !iriiii, |a pacc, |an|icnic, Roma, 10
novembre 2013
5PRAR, ANCI, Ministcrn dc!!'intcrnn-
Dipartimcntn pcr !c !ibcrta civi!i c
!'immigrazinnc, |appcric annua|c su| Sisicna !i
prciczicnc pcr ricnic!cnii asi|c c rijugiaii. Annc
2007/2008
5PRAR, ANCI, Ministcrn dc!!'intcrnn-
Dipartimcntn pcr !c !ibcrta civi!i c
!'immigrazinnc, Citta!ia, |appcric annua|c su|
Sisicna !i prciczicnc pcr ricnic!cnii asi|c c rijugiaii
Annc 2009/2010
5PRAR, ANCI, Ministcrn dc!!'intcrnn-
Dipartimcntn pcr !c !ibcrta civi!i c
!'immigrazinnc, Citta!ia, |appcric annua|c su|
Sisicna !i prciczicnc pcr ricnic!cnii asi|c c rijugiaii
Annc 2008/2009
5trnzza 5., GIi immigrali slranieri in IlaIia:
carallerisliche e inserimenlo Iavoralivo, in NalaIe
M. (a cura di), |ccncnia c Pcpc|azicnc, Iranco
AngeIi, MiIano, 2002
5tuppini A., II conlribulo finanziario degIi
immigrali. Un lenlalivo di biIancio in Ins
Islilulo NazionaIe deIIa Irevidenza SociaIe, |V
|appcric sui |atcraicri !i criginc innigraia ncg|i
arcniti |nps. Ia rcgc|ariia !c| |atcrc ccnc jaiicrc !i
inicgrazicnc, 2011
5tuppini A., II conlribulo finanziario degIi
immigrali, in Carilas e Migranles, Ocssicr
Siaiisiicc |nnigrazicnc 2010, Idos edizioni, Roma,
2010
Uninncamcrc, II ruoIo degIi slranieri neI sislema
rodullivo nazionaIe in |appcric Unicncancrc
2013, 2013
Vcrsari 5., Imallo fiscaIe degIi immigrali: una
rassegna inlernazionaIe, in Livi acci M. (a cura
di), Iinci!cnza cccncnica !c||innigrazicnc,
GiaicheIIi Idilore, Torino, 2005
Vcrtnva P. c Cisarri M., Iinnigraic ta, i ccniri|uii
rcsianc, vvv.Iavoce.info, 15 dicembre 2011
ZanIrini L., La discriminazione neI mercalo deI
Iavoro, in Iondazione CariIo e Ismu, Quinic
rappcric su||c nigrazicni 1999, Iranco AngeIi,
MiIano 2000
Fonti istituzionali
Cnmitatn Par!amcntarc di cnntrn!!n
su!!'attuazinnc dc!!'Accnrdn di 5chcngcn, di
vigiIanza suII'allivila di IurooI, di conlroIIo e
vigiIanza in maleria di immigrazione, |cscccnic
sicncgrajicc !c||au!izicnc !c| Minisirc !c|||nicrnc,
On. Anna Maria Cancc||icri, Roma, 25 Sellembre
2012
Cnnsig!in dc!!'Uninnc Eurnpca, Direlliva deI
ConsigIio deI 27 gennaio 2003 rccanic ncrnc
nininc rc|aiitc a||acccg|icnza !ci ricnic!cnii asi|c
ncg|i Siaii ncn|ri, 2003/9/CI
Cnnsig!in dc!!'Uninnc Eurnpca, Direlliva deI 29
ariIe 2004, rccanic ncrnc nininc su||aiiri|uzicnc, a
ciiia!ini !i pacsi icrzi c apc|i!i, !c||a qua|ijica !i
rijugiaic c !i pcrscna a|irincnii |iscgncsa !i
prciczicnc inicrnazicna|c, ncncnc ncrnc nininc su|
ccnicnuic !c||a prciczicnc riccncsciuia, 2004/83/CI
Cnnsig!in dc!!'Uninnc Eurnpca, Direlliva deI
ConsigIio deII'1 dicembre 2005 rccanic ncrnc
nininc pcr |c prccc!urc app|icaic ncg|i Siaii ncn|ri ai
jini !c| riccncscincnic c !c||a rctcca !c||c siaius !i
rijugiaic, 2005/85/CI
Cnnsig!in dc!!'Uninnc Eurnpca, Decisione deI
ConsigIio deII'Unione Iuroea n. 2007/435/CI deI
25 giugno 2007 cnc isiiiuiscc i| |cn!c curcpcc pcr
|inicgrazicnc !i ciiia!ini !i pacsi icrzi pcr i| pcric!c

139

2007-2013 nc||an|iic !c| prcgranna gcncra|c
Sc|i!aricia c gcsiicnc !ci j|ussi nigraicri
Cnnsig!in Eurnpcn deI 24 e 25 ollobre 2013,
Ccnc|usicni, IUCO 169/13
Dccrctn Lcgis!ativn 25 !ug!in 1998, n. 286 Tcsic
unicc !c||c !ispcsizicni ccnccrncnii |a !iscip|ina
!c||innigrazicnc c ncrnc su||a ccn!izicnc !c||c
siranicrc ubbIicalo neIIa Gazzella UfficiaIe n.
191 deI 18 agoslo 1998 - SuIemenlo Ordinario n.
139.
Dccrctn !cgis!ativn dc! 6 Icbbrain 2007, n.30
Alluazione deIIa direlliva 2004/38/CI reIaliva aI
dirillo dei cilladini deII'Unione e dei Ioro famiIiari
di circoIare e di soggiornare Iiberamenle neI
lerrilorio degIi Slali membri
Dccrctn dc! Prcsidcntc dc! Cnnsig!in dci
Ministri, Oicniarazicnc !c||c siaic !i cncrgcnza
unaniiaria nc| icrriicric nazicna|c in rc|azicnc
a||cccczicna|c ajj|ussc !i ciiia!ini apparicncnii ai
pacsi !c| Ncr! Ajrica, 12 febbraio 2011, ubbIicalo
neIIa Gazzella UfficiaIe n. 42 deI 21 febbraio 2011
Dccrctn dc! Prcsidcntc dc! Cnnsig!in dci
Ministri deI 5 ariIe 2011 Misurc unaniiaric !i
prciczicnc icnpcranca pcr i ciiia!ini prctcnicnii !a|
Ncr!-Ajrica ajj|uiii nc| icrriicric iia|ianc !a| 1 gcnnaic
2011 a||a nczzanciic !c| 5 apri|c 2011, ubbIicalo
suIIa Gazzella UfficiaIe n. 81 deII'8 ariIe 2011
Dccrctn dc! Prcsidcntc dc! Cnnsig!in dci
Ministri deI 6 ollobre 2011, Prcrcga !c||c siaic !i
cncrgcnza unaniiaria in rc|azicnc a||cccczicna|c
ajj|ussc !i ciiia!ini apparicncnii ai pacsi !c| Ncr!
Ajrica, ubbIicalo suIIa Gazzella UfficiaIe n. n.
235 deII' 8 ollobre 2011
Dccrctn dc! Prcsidcntc dc! Cnnsig!in dci
Ministri deI 7 ariIe 2011, Oicniarazicnc !c||c siaic
!i cncrgcnza unaniiaria nc| icrriicric !c| Ncr! Ajrica
pcr ccnscniirc un cjjicacc ccnirasic a||cccczicna|c
ajj|ussc !i ciiia!ini cxiraccnuniiari nc| icrriicric
nazicna|c, ubbIicalo suIIa Gazzella UfficiaIe n.83
deII'11 ariIe 2011
Dccrctn !cggc n. 93 dc! 27 maggin 2008
Oispcsizicni urgcnii pcr sa|taguar!arc i| pcicrc !i
acquisic !c||c janig|ic ubbIicalo suIIa Gazzella
UfficiaIe n.124 deI 28 maggio 2008
Dccrctn Lcgis!ativn 30 maggin 2005, n.140,
"Aiiuazicnc !c||a !irciiita 2003/9/C| cnc sia|i|iscc
ncrnc nininc rc|aiitc a||acccg|icnza !ci ricnic!cnii
asi|c ncg|i Siaii ncn|ri" ubbIicalo neIIa Gazzella
UfficiaIe n. 168 deI 21 IugIio 2005
Lcggc dc! 30 !ug!in 2002, n. 189, Mc!ijica a||a
ncrnaiita in naicria !i innigrazicnc c !i asi|c
ubbIicala neIIa Gazzella UfficiaIe n. 199 deI 26
agoslo 2002 - SuI. ord.
Lcggc dc! 27 diccmbrc 2006, n. 296 Oispcsizicni
pcr |a jcrnazicnc !c| |i|ancic annua|c c p|uricnna|c
!c||c Siaic, (Iegge finanziaria 2007), ubbIicala
suIIa Gazzella UfficiaIe n.299 deI 27 dicembre
2006 - SuI. Ordinario n. 244
Ministcrn dc!!'Intcrnn, comunicalo slama 28
dicembre 2012, ||ussi nigraicri !a| Ncr! Ajrica, i| 31
!iccn|rc prcssinc icrnincra |a jasc cncrgcnzia|c
Ministcrn dc!!'Intcrnn, |nnigrazicnc, sig|aic
|acccr!c ira |ia|ia c Tunisia. Sciicscriiia a Tunisi !a|
ninisirc Marcni |inicsa cnc inpcgna |c auicriia !c|
Pacsc ncr!ajricanc a rajjcrzarc i ccnirc||i su||c
paricnzc c a! accciiarc i| rinpairic !irciic pcr i nucti
arriti in |ia|ia, Roma 6 ariIe 2011
Ministcrn dc!!'Intcrnn, Iaiiuazicnc !c| PON
Sicurczza 2007-2013. una nucta prcspciiita nc||a
siraicgia !i riajjcrnazicnc !ci principi !i sicurczza,
|i|cria c giusiizia, Documenlo slralegico
deII'Aulorila di Geslione, 18 dicembre 2007
Ministcrn dc!!'Intcrnn, Prcgranna Opcraiitc
Nazicna|c Sicurczza pcr |c sti|uppc O|iciiitc
Ccntcrgcnza 2007-2013, versione solloosla
aII'arovazione deI Comilalo di SorvegIianza in
dala 18 maggio 2011
Ministcrn dc!!'Intcrnn, |appcric |ina|c !i
|sccuzicnc !c| Prcgranna Opcraiitc Nazicna|c
Sicurczza pcr |c Sti|uppc !c| Mczzcgicrnc !|ia|ia
2000 2006 rc|aiitc a||c siaic !i aiiuazicnc a| 30
sciicn|rc 2009


Ministcrn dc! !avnrn c dc!!c Pn!itichc sncia!i,
Piani !c||a pcrjcrnancc 2011-2013, 2012-2014 c 2013-
2015, vvv.Iavoro.gov.il
Ministcrn dc! Lavnrn c dc!!c Pn!itichc 5ncia!i,
Minislero deII'Inlerno, Minislero deII'Islruzione e
deIIa ricerca scienlifica, Pianc pcr |inicgrazicnc
nc||a sicurczza. |!cniiia c inccnirc, 10 giugno 2010
Ordinanza dc!!a Prcsidcnza dc! Cnnsig!in dci
Ministri n. 3924 deI 18 febbraio 2011, "|nicrtcnii
pcr gcsiirc |cccczicna|c ajj|ussc !i ciiia!ini !c| Ncr!
Ajrica c !i pacsi cxiracurcpci", ubbIicala neIIa
Gazzella UfficiaIe n. 42 deI 21 febbraio 2011
Ordinanza dc! Prcsidcntc dc! Cnnsig!in dci
Ministri n. 3933 deI 13 ariIe 2011, U|icricri
!ispcsizicni urgcnii !irciic a jrcnicggiarc |c siaic !i
cncrgcnza unaniiaria nc| icrriicric nazicna|c in
rc|azicnc a||cccczicna|c ajj|ussc !i ciiia!ini
apparicncnii ai Pacsi !c| Ncr! Ajrica, ubbIicala
suIIa Gazzella UfficiaIe N. 91 deI 20 AriIe 2011
Ordinanza dc!!a Prcsidcnza dc! Cnnsig!in dci
Ministri n. 3934 deI 21 ariIe 2011, "Nuctc
!ispcsizicni pcr cncrgcnza unaniiaria |cgaia
a||ajj|ussc !i nigranii !a| Ncr! Ajrica", ubbIicala
neIIa Gazzella UfficiaIe n. 100 deI 2 maggio 2011
Ordinanza dc!!a Prcsidcnza dc! Cnnsig!in dci
Ministri n. 3935 deI 21 ariIe 2011, "Ccniri !i
i!cniijicazicnc c! cspu|sicnc icnpcranci", IubbIicala
neIIa Gazzella UfficiaIe n. 100 deI 2 maggio 2011
Ordinanza dc!!a Prcsidcnza dc! Cnnsig!in dci
Ministri n. 3947 deI 16 giugno 2011, "Nuctc
!ispcsizicni pcr cncrgcnza unaniiaria |cgaia
a||ajj|ussc !i nigranii !a| Ncr! Ajrica", ubbIicala
neIIa Gazzella UfficiaIe n. 147 deI 27 giugno 2011
Ordinanza dc!!a Prcsidcnza dc! Cnnsig!in dci
Ministri n. 3951 deI 12 IugIio 2011, "A|irc
!ispcsizicni pcr |cncrgcnza unaniiaria Ncr! Ajrica",
ubbIicala neIIa Gazzella UfficiaIe n. 164 deI 16
IugIio 2011
Ordinanza dc!!a Prcsidcnza dc! Cnnsig!in dci
Ministri n.3955 deI 26 IugIio 2011, "A|irc
!ispcsizicni pcr |cncrgcnza unaniiaria Ncr! Ajrica",
ubbIicala neIIa Gazzella UfficiaIe n. 176 deI 30
IugIio 2011
Ordinanza dc!!a Prcsidcnza dc! Cnnsig!in dci
Ministri n. 3958 deI 10 agoslo 2011 "U|icricri
!ispcsizicni urgcnii !irciic a jrcnicggiarc |cncrgcnza
unaniiaria", ubbIicala neIIa Gazzella UfficiaIe n.
194 deI 22 agoslo 2011
Ordinanza dc!!a Prcsidcnza dc! Cnnsig!in dci
Ministri n. 3962 deI 6 sellembre 2011 "U|icricri
!ispcsizicni urgcnii !irciic a jrcnicggiarc |cncrgcnza
unaniiaria", IubbIicala neIIa Gazzella UfficiaIe deI
13 sellembre 2011, n. 213.
Ordinanza dc!!a Prcsidcnza dc! Cnnsig!in dci
Ministri n. 3965 deI 21 sellembre 2011 "A|irc
!ispcsizicni pcr ajjrcniarc |cncrgcnza unaniiaria
Ncr! Ajrica", ubbIicala neIIa Gazzella UfficiaIe n.
223 deI 24 sellembre 2011
Ordinanza dc!!a Prcsidcnza dc! Cnnsig!in dci
Ministri n. 3966 deI 30 sellembre 2011, "A|irc
!ispcsizicni pcr jrcnicggiarc |c siaic !i cncrgcnza
unaniiaria Ncr! Ajrica c pcr |a gcsiicnc !c||ajj|ussc
!i ciiia!ini !i Siaii ncn apparicncnii a||Unicnc
curcpca", ubbIicala suIIa Gazzella UfficiaIe n. 237
deII'11 ollobre 2011
Ordinanza dc!!a Prcsidcnza dc! Cnnsig!in dci
Ministri n. 3970 deI 21 ollobre 2011, A|irc
!ispcsizicni su||cncrgcnza unaniiaria Ncr! Ajrica,
ubbIicala suIIa Gazzella UfficiaIe n. 254 deI 31
ollobre 2011
Ordinanza dc!!a Prcsidcnza dc! Cnnsig!in dci
Ministri n. 3975 deI 7 novembre 2011,
"Oispcsizicni urgcnii !i prciczicnc citi|c", ubbIicala
neIIa Gazzella UfficiaIe n. 264 deI 12 novembre
2011
Ordinanza dc!!a Prcsidcnza dc! Cnnsig!in dci
Ministri n. 24 deI 9 novembre 2012, "U|icricri
!ispcsizicni urgcnii pcr jrcnicggiarc |c siaic !i
cncrgcnza unaniiaria pcr |cccczicna|c ajj|ussc !i
ciiia!ini !ci pacsi !c| Ncr! Ajrica", ubbIicala neIIa
Gazzella UfficiaIe n. 271 deI 20 novembre 2012
Ordinanza dc!!a Prcsidcnza dc! Cnnsig!in dci
Ministri n. 3982 deI 23 novembre 2011 "A|irc
!ispcsizicni pcr |cncrgcnza unaniiaria Ncr! Ajrica",
ubbIicala neIIa Gazzella UfficiaIe n. 279 deI 30
novembre 2011

141

Ordinanza dc!!a Prcsidcnza dc! Cnnsig!in dci
Ministri n. 3991 deI 30 dicembre 2011, "U|icricri
!ispcsizicni urgcnii !irciic a jrcnicggiarc |c siaic !i
cncrgcnza unaniiaria nc| icrriicric nazicna|c in
rc|azicnc a||cccczicna|c ajj|ussc !i ciiia!ini
apparicncnii ai pacsi !c| Ncr! Ajrica", ubbIicala
suIIa Gazzella UfficiaIe n. 6 deI 9 gennaio 2012
Ordinanza dc!!a Prcsidcnza dc! Cnnsig!in dci
Ministri n. 4000 deI 23 gennaio 2012, U|icricri
!ispcsizicni urgcnii !irciic a prcscguirc |c aiiitiia !i
ccnirasic c !i gcsiicnc !c||ajj|ussc !i cxiraccnuniiari
prcssc i ccniri !i i!cniijicazicnc c! cspu|sicnc nci
ccnuni !i Sania Maria Capua Vcicrc c !i Pa|azzc San
Gcrtasic, ubbIicala neIIa Gazzella UfficiaIe n. 23
deI 28 gennaio 2012
Ordinanza dc!!a Prcsidcnza dc! Cnnsig!in dci
Ministri n. 19 deI 10 sellembre 2012 "U|icricri
!ispcsizicni urgcnii pcr |cncrgcnza Ncr! Ajrica"
Ordinanza dc!!a Prcsidcnza dc! Cnnsig!in dci
Ministri n. 33 deI 28 dicembre 2012, "|cgc|ancnic
!c||a cniusura !c||c siaic !i cncrgcnza unaniiaria c
ricnirc nc||a gcsiicnc cr!inaria !a paric !c| Minisicrc
!c||inicrnc c a|irc anninisirazicni ccnpcicnii",
ubbIicala suIIa Gazzella UfficiaIe n. 7 deI 9
gennaio 2013
Ordinanza dc!!a Prcsidcnza dc! Cnnsig!in dci
Ministri n. 76 deII'11 ariIe 2013 Oispcsizicni pcr
rcgc|arc i| su|cnirc !c| Minisicrc !c|||nicrnc nc||c
iniziaiitc pcr i| supcrancnic !c||c criiiciia |cgaic
a||cccczicna|c ajj|ussc !i ciiia!ini cxiraccnuniiari su|
icrriicric nazicna|c, ubbIicala suIIa Gazzella
UfficiaIe n. 90 deI 17 ariIe 2013
Par!amcntn Eurnpcn c Cnnsig!in dc!!'Uninnc
Eurnpca, Occisicnc n. 575/2007/C| !c| 23 naggic
2007 cnc isiiiuiscc i| |cn!c curcpcc pcr i rinpairi pcr
i| pcric!c 2008-2013 nc||an|iic !c| prcgranna
gcncra|c Sc|i!aricia c gcsiicnc !ci j|ussi nigraicri
Par!amcntn Eurnpcn c Cnnsig!in dc!!'Uninnc
Eurnpca, RegoIamenlo (CI) n. 862/2007 deI
IarIamenlo Iuroeo e deI ConsigIio deII'11 IugIio
2007 reIalivo aIIe slalisliche comunilarie in
maleria di migrazione e di rolezione
inlernazionaIe e che abroga iI regoIamenlo (CII)
n. 311/76 deI ConsigIio reIalivo aII'eIaborazione di
slalisliche riguardanli i Iavoralori slranieri
Prcsidcnza dc! Cnnsig!in dci Ministri,
Diarlimenlo deIIa Irolezione CiviIe, Pianc pcr
|acccg|icnza !ci nigranii in aiiuazicnc !c||acccr!c
Siaic |cgicni |nii Icca|i !c| 6 apri|c 2011, ubbIicalo
iI 12 ariIe 2011
Prcsidcnza dc! Cnnsig!in dci Ministri,
Diarlimenlo deIIa Irolezione CiviIe, Ocssicr,
|ncrgcnza unaniiaria Ncr! Ajrica. |acccg|icnza !ci
nigranii, | nuncri !c||acccg|icnza,
hll://vvv.rolezioneciviIe.gov.il/|cms/il/viev_d
ossier.v`conlenlIdDOS24974
5cnatn dc!!a Rcpubb!ica, |cscccnic sicncgrajicc n.
123, Commissione slraordinaria er Ia luleIa e Ia
romozione dei dirilli umani 133 sedula,
mercoIed 31 ollobre 2012

















Sitografia
vvv.abuondirillo.il
vvv.amnesly.il
vvv.arci.il
vvv.asgi.il
vvv.associazioneanligone.il
vvv.carladiroma.com
vvv.cgiI.il/Temaliche/DefauIl.asx`ARGIMMI
GRAZIONI
vvv.coe.inl/l/democracy/migralion/defauIl_en.a
s
vvv.cirdi.org
vvv.corriereimmigrazione.il
hll://demo.islal.il/
vvv.cronachediordinariorazzismo.org
vvv.dossierimmigrazione.il
hll://ec.euroa.eu/dgs/home-
affairs/financing/fundings/migralion-asyIum-
borders/index_en.hlm
hll://vvv.emnilaIy.il/
hll://forlresseuroe.bIogsol.il
vvv.Iascialecienlrare.il
vvv.Iavoce.info
vvv.Iavoro.gov.il
vvv.IilaIiasonoanchio.il
vvv.Iunaria.org
vvv.finanze.gov.il
vvv.fronlexil.org/en
vvv.giornaIismi.info/mediarom
hll://vvv.hrv.org/
vvv.ingenere.il
vvv.inlerno.il
vvv.islal.il
vvv.medicieridirilliumani.org
vvv.meIlingol.org
vvv.migreuro.org
hll://noi-ilaIia.islal.il/
vvv.oencoesione.gov.il
vvv.rolezioneciviIe.gov.il
vvv.rgs.mef.gov.il
vvv.serviziocenlraIe.il
vvv.sbiIanciamoci.info
vvv.sbiIanciamoci.org
vvv.sicurezzasud.il
vvv.slranieriinilaIia.il/brigugIio/immigrazione-
e-asiIovvv.unhcr.il/
vvv.unar.il/




























7