Sei sulla pagina 1di 15

IMPUTATI E IMPUTANDI

(Opera, 23 giugno 2012)


Fu Giulio Andreotti, il 21 gennaio 1977, nel corso di un'intervista radiofonica, a dichiararsi contrario
all'opposizione del segreto di Stato nei processi politici perch la sua rimozione avree consentito
a tutti, !imputati e imputandi di avere il massimo spazio per difendersi"#
$ilasciata nelle more del processo per la strage di %iazza Fontana del 12 dicemre 19&9, la
dichiarazione di Giulio Andreotti ' apparsa una minaccia rivolta ai propri nemici politici all'interno
ed all'esterno della (emocrazia )ristiana, da parte di un individuo che sul *uel tragico evento sa
tutto *uello che c'' da sapere#
+'immagine suggestiva di !imputati e imputandi", per,, conserva integra la sua attualit- perch se
' vero che imputati ne sono comparsi, a vario titolo, molti nelle aule dei .riunali, ' altrettanto vero
che un numero ancora maggiore di imputandi attende di essere chiamato alla sarra del .riunale
della Storia per rispondere di *uanto fatto nel corso della guerra politica#
/on ' stato possiile fino ad oggi, e non sar- agevole in futuro, chiamare *uesta classe politica a
rispondere dei delitti che ha commesso nell'arco di *uasi settant'anni, perch essa ' ancora
saldamente al potere e controlla ferreamente la magistratura e la stampa, i mezzi cio' di cui si '
servita per affermare la menzogna e perpetuarla nel corso del tempo#
0na parte della verit-, per,, ' gi- scritta sul conto degli imputati che sono sfilati, negli anni, nelle
aule dei triunali nelle molteplici vesti di esecutori, organizzatori, testimoni reticenti, depistatori,
favoreggiatori, complici e mandanti a prescindere dall'esito finale dei processi condotti da una
magistratura che, tranne rarissime eccezioni individuali, ' stata l'arma decisiva per affermare la
menzogna negando l'esistenza di un disegno strategico unitario e le responsailit- dei vertici
politici e militari, ritenuti soggetti da salvaguardare ad ogni costo e con ogni mezzo#
Anche *uesta verit- parziale ' negata da un potere mediatico che rifiuta di divulgarla ma si nutre
dell'illusione di poterla cancellare, rimpiazzandola ad uso e consumo di un popolo ingannato con
una verit- ufficiale, tanto rassicurante *uanto falsa#
1uest'ultima, difatti, pretende di affermare che lo Stato ' stato aggredito da !opposti estremismi",
dal !terrorismo nero", affiancato da *uello !rosso", accomunati dall'odio verso la democrazia#
%er *uanto riguarda il terrorismo !nero", ' per, sufficiente scorrere la lista dei rappresentanti dello
Stato e degli esponenti dei partiti politici presenti in parlamento che sono comparsi nei .riunali,
non in veste di parte lesa ma in *uella di imputati accusati di favoreggiamento nei confronti dei
presunti !terroristi" e, talora, di correit- negli eccidi commessi da *uesti ultimi, per rendersi conto
che la verit- ufficiale corrisponde ad una menzogna#
1uello che presentiamo ' un elenco che non ha mai pulicato nessuno dal *uale risulta che il
numero dei rappresentati dello Stato e della politica imputati ed indiziati nei processi a carico degli
!eversori neri" ' molto pi2 elevato di *uello degli uomini dello Stato caduti per mano degli stessi#
3nserendo nel novero di *uesti ultimi anche *uelli sui cui matrice di destra non ' stata raggiunta
una certezza giudiziaria, l'elenco dei morti dello Stato ' il seguente4
56#69#19&7 7 Filippo Foti#
56#69#19&7 7 8doardo 9artini#
12#6:#1975 7 Antonio 9arino#
17#6;#1975 7 Federico 9asarin#
17#6;#1975 7 Giuseppe %anzino#
16#67#197& 7 <ittorio =ccorsio#
6&#62#19>6 7 9aurizio Arnesano#
2>#6;#19>6 7 Franco 8vangelisti#
25#6&#19>6 7 9ario Amato#
2&#11#19>6 7 8zio +ucarelli#
6;#62#19>1 7 8nea )odotto
6;#62#19>1 7 +uigi 9aronese
21#16#19>1 7 Francesco Straullu#
21#16#19>1 7 )iriaco (a $oma
6;#12#19>1 7 )iro )apoianco#
6&#12#19>1 7 $omano $adici#
6;#6;#19>2 7 Antonio $apesta#
67#6&#19>2 7 Franco Sammarco#
67#6&#19>2 7 Giuseppe )arretta#
2:#6&#19>2 7 Antonio Galluzzo#
(al 56 settemre 19&7 al 2: giugno 19>2, lo Stato perde 22 uomini per mano dei !terroristi neri",
tanti certo ma non tanti *uanti i rappresentati dello stesso Stato che sono sfilati nelle aule
giudiziarie in veste di imputati#
8' la *uantit- e la *ualit- degli imputati e degli imputandi dello Stato, diversi dei *uali condannati
con sentenze passate in giudicato, altri assolti per insufficienza di prove, altri prosciolti per
prescrizione di reato, non processati per la mancata autorizzazione a procedere del %arlamento,
altri ancora depennati dagli elenchi dei presunti !sovversivi" ed !eversori" dai loro stessi complici, a
provare il coinvolgimento diretto delle istituzioni e della classe politica nella guerra a assa
intensit- che si ' comattuta in 3talia negli anni Sessanta#
+a prima conferma la ricaviamo dai processi per la strage di %iazza Fontana )he si sono svolti a
9ilano, )atanzaro, ?ari e, ancora, nel capoluogo lomardo#
Fronte a 16 presunti !terroristi neri" imputati per concorso in strage, senza considerare *uelli
chiamati a rispondere per reati minori @Freda, <entura, Fachini, (elle )hiaie# 9aggi, Aorzi,
$ognoni, (igiglio, 9erlino, <alpredaB, lo stato ha allineato i seguenti imputati4
8lvio )atenacci, direttore della divisione Affari riservatiC
?onaventura %rovenza, commissario di %sC
Antonino Allegra, commissario di %sC
Saverio 9olino, commissario di %sC
9arcello Guida, *uestoreC
+uigi )alaresi, commissario di %sC
<ito %anessa, rigadiere di %sC
Giuseppe )aracuta, rigadiere di %sC
)arlo 9ainardi, rigadiere di %sC
%ietro 9ucilli, rigadiere di %sC
8ugenio DenEe, direttore del SidC
<ito 9iceli, direttore del SidC
Ganadelio 9aletti, responsaile dell'"ufficio (" del SidC
Giorgio Genovesi, colonnello, in forza al SidC
Antonio +aruna, capitano, in forza al SidC
Gaetano tanzilli, maresciallo, in forza al SidC
Guido giannettini, agente civile del SidC
+ando (ell'Amico, agente civile dei SifarC
Savino +ograno, tenente dei carainieriC
Saverio 9alizia, generale dell'esercitoC
9ariano $umor, presidente del )onsiglioC
Giulio Andreotti, presidente del )onsiglioC
9ario .anassi, ministro della (ifesaC
Giuseppe $auti detto !%ino", parlamentare del 9S3#
Se la strage della ?anca nazionale dell'agricoltura di 9ilano fosse stata compiuta contro lo Stato,
non si comprende come siano finiti sul anco degli imputati per concorso in strage un agente civile
del Sid, @GiannettiniB e, per depistaggi, favoreggiamento, reticenza, falsa testimonianza, morte di
un testimone @%inelliB altri 19 uomini dello Stato e : esponenti politici, tre dei *uali di primissimo
piano, che se la verit- fosse *uella propagandata dal regime, non avreero dovuto nemmeno
essere sfiorati dal sospetto di un loro coinvolgimento seppure marginale nell'eccidio del 12
dicemre 19&9#
2: imputati in un solo processo superano gi- il numero dei morti @22B dello Stato in 2; anni di
fantasiosa !lotta armata" neofascista contro il sistema democratico ed antifascista#
/on ' finita, perch a *uesto elenco vanno sommati gli imputandi, coloro cio' che hanno tenuto
condotte penalmente rilevanti ma sui *uali la magistratura ha preferito non indagare#
Arnaldo Forlani, presidente del )onsiglioC
9ario )asardi, direttore del SidC
0merto Federico ('Amato, direttore della divisione Affari riservatiC
Silvano $ussomanno, vice*uestoreC
9anlio del Gaudio, maggiore dei carainieri#
3l ; giugno 197;, a $oma, si svolge un collo*uio fra il direttore del Sid, ammiraglio 9ario )asardi, e
il generale Gianadelio 9aletti, responsaile dell'ufficio !(", in merito alla crisi del confidente del
servizio, Gianni )asalini, ordinovista di %adova, che si !vuole scaricare la coscienza" raccontando
*uello che sa in merito alla strage di %iazza Fontana, agli attentati ai treni dell'agosto 19&9 ed altro
ancora#
+'ammiraglio 9ario )asardi decide di affrontare l'argomento direttamente con il ministro della
(ifesa, Arnaldo Forlani, e di incaricare il maggiore dei carainieri 9anlio (el Gaudio, comandante
del Gruppo di %adova, di parlare con )asalini per chiudere la vicenda inducendolo a tacere#
3l collo*uio fra l'ammiraglio )asardi e il ministro della (ifesa Forlani avviene effettivamente a prova
che *uest'ultimo ' a conoscenza dei fatti relativi alla strage di piazza Fontana e che condivide, con
i suoi sualterni, la decisione di indurre a tacere )asalini#
+a verit- su *uest'episodio emerge nei primi anni =ttanta *uando il processo per la strage del 12
dicemre 19&9 ' ancora in corso, e proseguono le indagini in sede istruttoria a )atanzaro#
+a rilevanza penale dei comportamenti del ministro della (ifesa, Arnaldo Forlani, del direttore del
Sid, 9ario )asardi, del maggiore dei carainieri, 9anlio (el Gaudio, emerge ictu oculi perch si
concretizza nel reato di favoreggiamento nei confronti degli organizzatori e degli esecutori
dell'eccidio del 12 dicemre 19&9#
+a testimonianza di Gianni )asalini avree determinato la condanna di Franco Freda e Giovanni
<entura, nonch l'incriminazione di altri partecipanti agli attentati compiuti nel 19&9, non soltanto
*uello della strage di piazza Fontana#
)on uona pace di *uanti ancora oggi si prodigano di presentare gli stragisti padovani come
irriduciili nemici della democrazia e dello Stato antifascista, ai nomi gi- noti per l'attivit- svolta a
loro favore @9aletti, +aruna, )atenacci, Allegra, %rovenzaB si aggiungono anche *uelli di Forlani,
casardi, (el Gaudio, oligati ad operare per chiudere la falla che si era aperta nel muro che
doveva proteggere la verit- sugli eventi del 19&9, in particolare sulla strage del 12 dicemre#
/on c'era solo la cellula stragista e spionistica di %adova, perch un'altra reccia si era aperta a
$oma a causa dell'imprevista testimonianza del taFista comunista milanese, )ornelio $olandi, che
aveva accusato %ietro <alpreda#
3l 26 dicemre 19>&, !3l 9attino di %adova" pulica una dichiarazione di Giovanni <entura4
!SG, il '&> ha prodotto le circostanze del nostro avvicinamento# Allora era normale# <alpreda,
9erlino, (elle )hiaie# 3l giro era cosG###"#
8ra, di conseguenza, necessario chiudere anche *uesta e, sul versante romano, ' la divisione
Affari riservati del ministero degli 3nterni ad intervenire#
3l 16 aprile 1976, i fratelli ?runo e Serafino di +uia, militanti di !Avanguardia nazionale", incontrano
al ?rennero il vice*uestore Silvano $ussomanno al *uale raccontano, in via confidenziale,
particolari interessanti sugli attentati ai treni dell'agosto 19&9 e sulla strage del 12 dicemre 19&9,
a 9ilano#
3l funzionario ne riferir- solo ai superiori gerarchici, 8lvio )atenacci e 0merto Federico ('Amato,
che non trasmetteranno mai alla magistratura i nomi e le dichiarazioni dei due confidenti
avanguardisti#
A proteggere i funzionari della divisione Affari riservati del ministero degli 3nterni, *uando saranno
evidenziati nel mese di settemre del 1972 i depistaggi compiuti per impedire l'emergere della
verit- sulla strage di %iazza Fontana, saranno a loro volta i magistrati milanesi Gerardo
('Amrosio ed 8milio Alessandrini#
/on soltanto, ('Amrosio riterr- di !non rilevante gravit-" *uanto fatto dagli uomini del servizio
segreto civile e delle 1uesture di $oma e 9ilano prosciogliendoli per prescrizione del reato ed
amnistia, ma elegger- come suo collaoratore 0merto Federico ('Amato#
3l fatto che il direttore della divisione Affari riservati, ('Amato, aia annoverato tra le sue amicizie
migliori Giancarlo %aHetta, componente della direzione nazionale del %)3, ' ritenuto dal alcuni una
mera coincidenza, non la giustificazione dei comportamenti protettivi a favore suo e dei suoi
funzionari del giudice Gerardo ('Amrosio che, peraltro, ' oggi senatore nei ranghi dell'eF partito
comunista#
Fra gli imputati per i fatti del 19&9, compreso l'eccidio di piazza Fontana e gli attentati stragisti di
$oma del 12 dicemre 1&9&, non si pu, non segnalare Guido %aglia, dirigente nazionale all'epoca
di !Avanguardia /azionale"#
3l 2; luglio 1976, Alfredo Sestili lo indicher- come colui che gli aveva dato i soldi per la enzina
necessari per recarsi, insieme a 9ario 9erlino, %ietro <alpreda ed altri !camerati" al congresso
anarchico di )arrara del 56 agosto 19&>#
Stefano delle )hiaie lo chiamer- in causa per avallare il suo alii per il pomeriggio del 12 dicemre
19&94 dir-, difatti, che fu proprio lui, insieme a Gianfranco Finaldi, ad informarlo alle 17#66 di *uel
giorno, nella sala stampa di piazza San Silvestro, della strage compiuta a 9ilano all'interno della
?anca dell'agricoltura#
3l 16 gennaio del 1976, a $oma, ' rinvenuto il portafogli ruato a Guido %aglia *ualche giorno
prima# Al suo interno vengono trovati un elenco di nominativi e numeri telefonici di militanti del
circolo anarchico !?aEunin" di via ?accina n#5;, ed un secondo di saponette esplosive, rotoli di
miccia, detonatori, capsule elettriche con, al fianco di ogni voce, indicata la *uantit- di materiale
presente#
3l 56 giugno 1975, 9ario 9erlino riconosce come propria la grafia dell'appunto ritrovato a Guido
%aglia#
3l capitano del Sid, Antonio +aruna, lo accuser- di essere un confidente del Sid al *uale avree
fornito la dettagliata relazione su *uanto fatto da !Avanguardia nazionale" nella notte fra il 7 e l'>
dicemre 1976#
%aglia nega, ma non risulta che aia difeso la propria onorailit- *uerelando per diffamazione l'eF
ufficiale del servizio segreto militare#
Guido %aglia, nel mese di gennaio del 1975, nel corso di un'intervista rivela che il giornalista in
contatto con Franco Freda e Giovanni <entura, identificato dalla magistratura milanese con il solo
nome di attesimo, !Guido", ' Guido Giannettini, non lui#
Guido %aglia, eF vicepresidente di !Avanguardia nazionale", testimone inattendiile per l'alii di
Stefano (elle )hiaie, correo di 9ario 9erlino in detenzione di esplosivo e rotoli di miccia, en
informato sul conto di Guido Giannettini e dei suoi rapporti con la cellula spionistica di %adova, non
ha mai fatto la sua comparse negli atti e nei processi per gli eventi del 12 dicemre 19&9#
=ggi, ' viceIdirettore generale della $aiI.v e controlla l'informazione televisiva su fatti come la
strage di piazza Fontana, il !golpe ?orghese", l'infiltrazione di 9ario 9erlino fra gli anarchici ecc#
ecc#
8' doveroso, infine, segnalare tra i testimoni reticenti e, di conseguenza, imputaili da una
magistratura protesa a compiere solo il proprio dovere, l'eF ministro della (ifesa e degli 3nterni,
%aolo 8milio .aviani, l'eF presidente del )onsiglio e poi della $epulica, Francesco )ossiga, e
l'eF presidente del )onsiglio Aldo 9oro#
.utti e tre, in circostanze e momenti diversi, hanno dimostrato di conoscere la verit- sulla strage di
piazza Fontana, che rimane un segreto solo per l'ingannata opinione pulica italiana#
Fronte a 22 morti in 2; anni, in un elenco necessariamente incompleto lo Stato annovera fra
imputati ed imputandi nei processi per la strage di piazza Fontana e gli eventi del 19&9, *uattro
presidenti del )onsiglio @$umor, Andreotti, Forlani, 9oroB, un presidente della $epulica
@)ossigaB, due ministri della difesa @.aviani e .anassiB#
3noltre, tre direttori del servizio segreto militare @DenEe, 9iceli, )asardiB, e due direttori del servizio
segreto civile @)atenacci e ('AmatoB#
Fra i sualterni4 un *uestore, un vice*uestore, *uattro commissari di %s, un maggiore ed un
tenente dei carainieri, due ufficiali ed un sottufficiale del Sid, *uattro rigadieri di %s, un generale
dell'8sercito#
Si pu, anche dire che la verit- sulla strage di piazza Fontana non ' stata affermata sul piano
giudiziario, ma ' doveroso spiegare il perch#
Fra i testimoni reticenti, per finire va segnalato l'eF capo delle ?rigate $osse, 9ario moretti, che ha
raccolto le confidenze di Aldo 9oro, che per aver detto troppo doveva morire, e che ha scelto di
tacere, su *uesto e molto altro, per percorrere la carriera penitenziaria all'interno del carcere di
=pera dove, deitamente riverito e temuto, ha raggiunto il grado di direttore onorario#
3n conclusione, i processi per la strage di piazza Fontana del 12 dicemre 19&9 si sono conclusi
con il tardivo riconoscimento della colpevolezza di Franco Freda e Giovanni <entura e, nella parte
relativa alle protezioni istituzionali accordate ai due stragisti, di *uello di en cin*ue rappresentanti
dello Stato suddivisi fra due ufficiali del servizio segreto militare @9aletti e +arunaB, e tre funzionari
del servizio segreto civile @)atenacci, Allegra e %rovenzaB#
+a responsailit- penale dei cin*ue uomini dello Stato rappresenta una certezza che, da sola,
giustifica la definizione dell'eccidio del 12 dicemre 19&9 come !strage di Stato" tenendo presente
due elementi di giudizio fondamentali4 il generale Gianadelio 9aletti era il responsaile del
controspionaggio militare, ed il *uestore 8lvio catenacci era il direttore del servizio segreto civileC i
cin*ue, inoltre, non hanno suito contraccolpi negativi per le loro carriere @9aletti sar- travolto per
il ruolo ricoperto nell'inchiesta del 1975I7: sul !golpe ?orghese"B perch hanno depistato le
indagini sulla strage di piazza Fontana, hanno protetto Franco Freda, Giovanni <entura e i loro
complici in osse*uio alle direttive ricevute dai loro superiori gerarchici i *uali, a loro volta, hanno
oedito ai responsaili politici e militari preposti alla direzione dei servizi segreti militari e civili,
presidenti del )onsiglio, ministri degli 3nterni e della (ifesa, capi di Stato maggiore della (ifesa#
0na verit- storica, *uesta, affermata nonostante le resistenze, le omissioni, i depistaggi di una
magistratura che ' sualterna al potere politico e militare come confermano tutti i processi intentati
contro i presunti !terroristi neri", in particolare *uelli relativi ai cosiddetti !colpi di Stato" che hanno
punteggiato la storia del paese dal 19&9 in avanti, per *uasi tutti gli anni Settanta#
Sui !golpisti" italici che tramavano, ufficialmente, contro la democrazia, sono state tre le inchieste
giudiziarie4 la prima inizia, in sordina, a $oma alla fine del 1972, con l'ordine di Giulio Andreotti al
generale Gianadelio 9aletti, responsaile del controspionaggio militare, di indagare sul !golpe"
diretto da Junio <alerio ?orghese del 7I> dicemre 1976, che sar- poi affidata al sostituto
procuratore della $epulica, )laudio <italone, fedelissimo collaoratore all'interno del .riunale di
$oma dello stesso Andreotti#
+a seconda si avvia a %adova, con un rapporto della locale 1uestura del 1> luglio 1975 sul conto
dell'organizzazione denominata !$osa dei venti", simolo *uesto dell'Alleanza atlantica, non
casualmente successiva alla strage compiuta a 9ilano il 17 maggio 1975 dal confidente del Sid
Gianfranco ?ertoli, affidata al giudice istruttore Giovanni .amurrino#
+a terza si sviluppa a .orino, a partire dal 29 luglio 197:, sul conto di militanti di ordine /uovo e del
Fronte nazionale in contatto con 8dgardo Sogno $ata del <allino, amasciatore, medaglia d'oro
della resistenza, lierale, sospettato di essere il promotore di un !golpe ianco", affidata al giudice
istruttore +uciano <iolante#
Sul tentato !golpe ?orghese" del 7I> dicemre 1976 c'' da dire, come doverosa premessa, che
della sua progettazione erano a conoscenza con largo anticipo, sul piano interno, i vertici politici e
militari italiani e, su *uello internazionale, i governi americano, tedesco, israeliano, spagnolo e
greco#
3l !golpe" fallisce per motivi che ancora sono parzialmente sconosciuti, anche se c'' da registrare
l'accusa rivolta da Giulio Andreotti al segretario nazionale del 9si, Giorgio Almirante, di esserne
stato la causa per aver fatto una telefonata al ministro degli 3nterni, Franco $estivo, nella tarda
serata del 7 dicemre 1976 per sincerarsi della sua adesione o meno al !colpo di Stato"#
Sul !golpe", infine, con uona pace di chi ancora oggi ' convinto di vivere in un regime
democratico, ench siano stati moilitati nel suo corso migliaia di uomini su tutto il territorio
nazionale, fra militari e civili, viene mantenuto il pi2 rigoroso silenzio per en tre mesi, poi nel mese
di marzo del 1971 si avvia un'inchiesta giudiziaria circoscritta al solo Junio <alerio ?orghese,
spacciato come !principe nero", teneroso nemico della democrazia, ed alcuni suoi collaoratori#
?isogna attendere la resa dei conti tra le due anime dell'anticomunismo politico e militare al potere,
che inizia il ; novemre 1972 a la Spezia, con un siillino discorso dell'allora segretario nazionale
della (emocrazia )ristiana, Arnaldo Forlani, perch si s*uarci, in modo parziale, il velo dell'omert-
e si configuri pulicamente la *ualit- e la *uantit- dei personaggi che sostenevano la necessit- di
una !soluzione autoritaria", rapida e possiilmente indolore, da porre in atto con il diretto intervento
delle Forze armate per sventare una volta per sempre la minaccia rappresentata dal %artito
comunista all'epoca pi2 che mai considerato come la !*uinta colonna sovietica" in 3talia#
8' giusto dire che tutti gli imputati sono stati assolti e tutti gli indiziati deitamente prosciolti cosG
che, sul piano giudiziario, non si potree affermare che in 3talia ci siano mai stati tentativi di colpi
di Stato e siano esistiti !golpisti", ma la verit- storica non pu, essere cancellata da sentenze
emesse da una magistratura sualterna al potere politico e che conosce il senso dello Stato @e
della carriera dei singoli magistratiB non *uello della giustizia#
A conclusione delle tre inchieste, unificate in una sola affidata agli andreottiani giudici romani per
decisione della )orte di cassazione, sul anco degli imputati risultano presenti4
(uilio Fanali, generale, capo di Stato maggiore dell'AeronauticaC
Giuseppe $osselli +orenzini, ammiraglio, capo di Stato maggiore della 9arinaC
<ito 9iceli, generale, direttore del SidC
Francesco /ardella, generale della riservaC
0go $icci, generale dell'8sercitoC
Angelo (ominioni, colonnello dell'8sercitoC
Salvatore %ecorella, tenente colonnello dei carainieriC
+uciano ?erti, tenente colonnello della Guardia forestaleC
8nzo )apanna, maggiore di %sC
Amos Spiazzi, maggiore dell'8sercitoC
+orenzo %into, capitano dei carainieriC
Gaetano ?ove, appuntato di %sC
$andolfo %acciardi, eF ministro della (ifesaC
8dgardo Sogno, amasciatoreC
Sandro Saccucci, deputato del 9siC
Filippo de Jorio, consigliere regionale della (cC
Giancarlo (e 9archi, consigliere provinciale del 9siC
Alcuni saranno prosciolti in istruttoria, altri saranno assolti nel giudizio di primo grado, tutti insieme
in appello#
(iciassette imputati tra politici e militari non sono pochi n di scarso rilievo ma a costoro vanno
aggiunti, per rispetto della verit- storica, anche coloro che per decisione di Giulio Andreotti non
sono stati segnalati alla pur remissiva ed oediente magistratura romana#
Fra costoro, i !congiurati" militari i cui nominativi sono riportati in un primo rapporto dell'ufficio ( del
Sid del 22 agosto 19754
Salvatore %ecorella, tenente colonnello dei carainieriC
Giuseppe )onsalvo, maggiore di %sC
8nzo )apanna, maggiore di %sC
)orrias, commissario di %sC
Servolini, capitano dei carainieriC
%rosperi, capitano dei carainieriC
Giorgio )astellani, capitano dei carainieriC
Gino ?irindelli, ammiraglio#
3 nomi di Servolini, %rosperi, castellani, e ?irindelli non giungeranno mai sul tavolo dei magistrati#
Altri nominativi saranno inseriti nel rapporto dello stesso ufficio !(" del Sid del 26 giugno 197:4
Francesco 9ereu, generale, capo di Stato maggiore dell'8sercitoC
<ito 9iceli, direttore del SidC
Giulio )esare graziani, generale di S*uadra aereaC
+uigi Salatiello, generaleC
Antonio Giglio, generaleC
Giulio 9acrG, generaleC
0go $icci, generaleC
Filippo Stefano, generaleC
)acci,, generaleC
Aavattaro Ardizzi, generaleC
(omenico ?arieri, generale di %sC
Antonio 9ondaini, ammiraglioC
(ario paglia, ammiraglioC
$enato %alma, colonnello dei carainieriC
('Amrosio, colonnello dell'8sercitoC
Antonio 8rra, colonnello di %sC
9ontuori, colonnello della Guardia di finanzaC
)osimo %ace, colonnello in forza al SiosI8sercitoC
%ietro )angioli, capitano in forza al SiosI8sercito#
.olti i generali <ito 9iceli e ugo $icci che figurano fra gli imputati, sono en sedici gli imputati che
Giulio Andreotti decider- di salvare sul piano giudiziario, facendo omettere i loro nomi dal rapporto
conclusivo che consegner- personalmente al fido )laudio <italone#
(ai documenti prodotti dal controspionaggio militare e da *uelli risultanti dalle indagini della
magistratura, si ricava che le Forze armate erano en presente nei progetti !golpistici" con tre capi
di Stato 9aggiore, uno per ogni Arma @Aeronautica, 9arina ed 8sercitoB, un direttore del servizio
segreto militare, altri dieci generali della varie Armi e dei corpi di polizia, tre ammiragli, undici
ufficiali superiori fra colonnelli, tenenti colonnelli e maggiori, *uattro capitani, un commissario di %s#
/on sono, per,, tutti *uelli che aderivano al !partito del golpe", perch' altri nominativi emergeranno
nel corso degli anni, fra i *uali4
Giovanni .orrisi, ammiraglioC
(ino 9ingarelli, colonnello dei carainieriC
Francesco delfino, capitano dei carainieri#
Sul conto di *uest'ultimo ' giusto segnalare che sar- il solo ad essere riconosciuto colpevole, ma
sar- prosciolto per prescrizione di reato il 19 novemre 1997 dal giudice istruttore di $oma, per
essere stato identificato come l'ufficiale dei carainieri che, con il criptonimo di !%alinuro",
partecipava nel 1975 alle riunioni dei !golpisti"#
8 i politiciK
(alle indagini della magistratura emergono i nomi di $andolfo %acciardi, eF ministro della (ifesa, e
*uelli di un esponente lierale @SognoB, di uno democristiano @(e JorioB e di due missini @Saccucci
e (e 9archiB#
%ochi e non di primo piano ma il 1; marzo 1997 8dgardo Sogno rivela i nomi di coloro che
avreero dovuto formare il nuovo governo sostenuto dalle Forze armate4
$andolfo %acciardi, presidente del )onsiglioC
9anlio ?rosio, agli 8steriC
8ugenio reale, agli 3nterniC
8dgardo Sogno, alla (ifesaC
3van 9atteo +omardo, alle FinanzeC
Sergio $icossa, al .esoro e ?ilancioC
Giovanni )olli, alla GiustiziaC
Giano Accame, alla %ulica istruzioneC
9auro 9ita, all'3nformazioneC
Giuseppe Aamerletti, all'3ndustriaC
?artolo )iccardini, al lavoroC
Aldo )ucchi, alla Sanit-C
+uigi (urand de la %enne, alla 9arina mercantileC
Antonio (e 9artini e )elso (e Stefanis, sottosegretari alla presidenza del )onsiglio#
3l partigiano 8dgardo Sogno $ata del <allino specifica che reale, $icossa, )olli, Accame, 9ita,
Aamerletti, )iccardini, )ucchi e (e +a %enne erano inseriti nell'elenco dei futuri ministri e aloro
insaputa#
Se ne ricava, pertanto, che $andolfo %acciardi, 9anlio ?rosio, 3van 9atteo +omardo, Antonio (e
9artini e )elso (e Stefanis erano partecipi con piena consapevolezza del !golpe ianco"
capeggiato da 8dgardo Sogno#
All'elenco degli imputati e degli imputandi ' doveroso, di conseguenza, aggiungere ai nomi gi-
citati, *uelli di4
9anlio ?rosio, segretario nazionale della /ato dal 19&: al 1971C
3van 9atteo +omardo, eF ministro delle FinanzeC
Antonio (e 9artini, democristianoC
)elso (e Stefanis, democristiano#
/on asta, perch nei suoi collo*ui deitamente registrati dal suo interlocutore, capitano Antonio
+aruna, $emo =rlandini fa i nomi di Giuseppe %ella, gi- presidente del )onsiglio, fra i
!simpatizzanti" del !Fronte nazionale", e di +icio Gelli, responsaile della +oggia %2#
A definire il *uadro, sempre in modo estremamente imparziale ma profondamente significativo,
giunge la letteraItestamento di Junio <elerio ?orghese che, l'> agosto 19>6, il procuratore della
$epulica di 9ilano, 9auro Gresti, invia alla )ommissione parlamentare in*uirente e non ai
giudici del processo sul !golpe" del 7I> dicemre 1976 ancora in corso a $oma#
+a ragione della !furata" del magistrato milanese risiede nei nomi che Junio <alerio ?orghese fa
nel suo scritto come correi nel suo tentativo di !colpo di Stato"4
Giulio Andreotti, che avree dovuto rivestire l'incarico di presidente del )onsiglioC
Gilerto ?ernaei, consigliere di Stato e uomoIomra di AndreottiC
Giovanni (e +orenzo, generale, eF direttore del Sifar ed eF capo di Stato maggiore
dell'8sercitoC
James Jesus Angleton, capo del controspionaggio della )ia nel acino del 9editerraneoC
Graham 9artin, amasciatore americano in 3taliaC
James )lavio, colonnello, addetto militare all'amasciata americana in 3talia#
/on desta sorpresa che i politici della )ommissione in*uirente aiano immediatamente dichiarata
!inattendiile" la lettera, e che dal canto suo la magistratura romana non aia svolto alcuna
indagine in merito al suo contenuto#
A $oma, difatti, era stato indagato @si fa per direB e prosciolto nell'amito dell'inchiesta sul !golpe"
del 7I> dicemre 1976, il presidente degli Stati uniti $ichard /iFon cosG che la letteraItestamento di
?orghese riapriva il capitolo relativo al ruolo rivestito dagli americani nel !golpe" e rendeva crediile
*uello ricoperto da personaggi di primissimo piano come Giulio Andreotti#
(apprima taciuto, poi negato, *uindi presentato come un !golpe da operetta", dopo riconosciuto
come tentativo serio e destailizzante condotto dall' "eversione nera", infine dichiarato inesistente
da una disonorata magistratura, il !colpo di Stato" vagheggiato fin dal 19&6e, successivamente,
riproposto in pi2 occasioni fino al termine degli anni Settanta, si presenta viceversa come la giusta
chiave di lettura per comprendere le ragioni e le finalit- della !guerra a assa intensit-", della
strategia intesa a !destailizzare l'ordine pulico per stailizzare l'ordine politico", delle stragi e
del terrorismo !nero"#
3n un elenco molto parziale possiamo enumerare almeno cin*uanta nomi di *uanti, a livello di
vertice e comun*ue collocati in posizioni di preminente rilievo nei campi politico e militare, non solo
nazionali ma anche internazionali, hanno partecipato ai tentativi di !colpo di Stato" in 3talia#
)ome la strage di piazza Fontana, a 9ilano, del 12 dicemre 19&9, *ualificata ancora oggi come
!fascista" perch gli esecutori materiali hanno agito sotto la copertura di una ideologia che non gli
appartiene, anche il !colpo di Stato" del 7I> dicemre 1976 e *uelli successivi sono presentati
come frutto di un'azione sovvertitrice delle istituzioni democratiche di marca, ovviamente,
!fascista"#
3n verit-, i presunti !fascisti" compaiono in *uesti due ed altri capitoli della nostra storia ma sempre
e soltanto in vesti di manovali come nel caso di Stefano (elle )hiaie, non a caso presente come
imputato nei processi per l'eccidio del 12 dicemre 19&9 e del !golpe ?orghese" assolto in
entrami i casi perch non puniile da un potere che ha servito e che continua e proteggere con il
silenzio oligato dei ricattati#
(alle indagini della magistratura e dalle ammissioni degli stessi personaggi che hanno preso parte
con ruoli di primaria importanza emerge, viceversa, che le operazioni di potere in 3talia potevano
essere ideate, condotte ed organizzate solo da uomini provenienti dalle file della $esistenza e
dell'antifascismo, da *uelle dei vincitori non certo da *uelle dei vinti#
0n potere che complotta per rovesciare s stesso non ' mai esistito nella storia dell'umanit-# 3
!colpi di Stato" in 3talia dovevano rafforzare la democrazia, neutralizzando i suoi soli nemici ritenuti
tali 7 i comunisti 7 anche con le maniere forti, non certo per aatterla e sostituirla con una
dittatura militare o politica di tipo fascista#
<ale la pena di riportare l'autodifesa di Filippo (e Jorio, imputato per il !golpe ?orghese",
pulicata il 29 agosto 197; dal *uotidiano missino !3l Secolo d'3talia"4
!A *uel tempo ero deputato regionale per la (c nel +azio, ero consigliere politico dell'on# 9ariano
$umor, allora presidente del )onsiglio# Godevo della stima e della fiducia della classe dirigente del
mio partito e partecipavo a riunioni al massimo livello# %ossono attestarlo fari i tanti, gli onorevoli
$umor, Flaminio %iccoli e Giulio =rlando#
A 57 anni, tanti ne avevo, ero in una posizione di rilevante prestigio, sia in amienti governanti sia
nell'organizzazione del partito# =ggi si afferma che cospiravo e addirittura organizzavo
l'insurrezione# )ospirazione o insurrezione contro chiK )ontro il potere di cui facevo parteK"#
8 come dargli tortoK
(ifatti, fra i nomi degli imputati e degli imputandi per la strage di piazza Fontana @il !golpe del 1:
dicemre 19&9B, *uello del 7I> dicemre 1976 e successivi, aiamo visto emergere *uelli di
presidenti del )onsiglio @$umor, Andreotti, Forlani, %ella, 9oroB, di ministri della (ifesa @.aviani,
.anassi, %acciardiB e delle Finanze @+omardoB, dei capi di Stato maggiore dell'8sercito @9ereuB,
della marina @$osselli +orenziniB e dell'Aeronautica @FanaliB, dei direttori dei servizi segreti militari
@(e +orenzo, DenEe, 9iceli, )asardiB e di *uelli civili @)atenacci e ('AmatoB, del segretario
generale della /ato @?rosioB, del comandante delle Forze navali alleate nel SudI8uropa @?irindelliB,
pi2 una pletora di ufficiali superiori delle Forze armate, della polizia di Stato, della Guardia di
Finanza, dell'Arma dei carainieri e degli onnipresenti servizi segreti militari e civili, e sul versante
internazionale spiccano i nomi del presidente degli Stati uniti $ichard /iFon, dell'amasciatore
americano in 3talia Graham 9artin, del capo del controspionaggio della )ia nel 9editerraneo
James Jesus Angleton#
1uesti nomi rappresentano non un potere ma il potere, non contaminato dalla presenza di eversori
fascisti e !terroristi neri" relegati nel ruolo loro congeniale di servi che aspirano a divenire lierti#
/on ' !misterioso", come *ualcuno ancora insinua, l'attentato di %eteano di Sagrado del 51
maggio 1972, in cui morirono tre carainieri#
8', viceversa, l'unico episodio in cui tutto ' limpido a cominciare dalla motivazione @un atto di
guerra contro lo StatoB alla figura dell'autore che si ' assunta, il 2> giugno 19>:, la totale
responsailit- dell'ideazione, organizzazione ed esecuzione dell'attentato provandola in )orte di
assise, a <enezia, nel corso di un processo durato *uattro mesi @25 marzo 7 2; luglio 19>7B,
invano osteggiato dagli avvocati difensori degli ufficiali dei carainieri e dei servizi segreti imputati
per i depistaggi, e dall'assoluta carenza di riscontri oggettivi alle sue dichiarazioni derivante
dall'incompetenza professionale del giudice istruttore Felice )asson#
/on sono mai state chiarite, invece, sul piano giudiziario le motivazioni per le *uali l'Arma dei
carainieri, la polizia di Stato, i servizi segreti civili e militari, la magistratura hanno ritenuto
necessario dapprima, nel mese di giugno 1972, loccare le indagini, poi tentare di creare una pista
di sinistra e, infine, ripiegare su *uella comune che ha condotto in carcere sette innocenti#
/essuno sul piano storico, tanto meno su *uello giudiziario, ha cercato di dare risposta alla
domanda sulle ragioni per le *uali un atto di guerra contro lo Stato ha determinato l'intervento di
tutti i poteri dello Stato per cancellare la matrice ideologica e politica dell'azione che ha causato la
morte di tre militi dell'Arma dei carainieri, fino al punto per la prima volta nella storia politicoI
giudiziaria dell'3talia postIellica di costruire le prove contro sette cittadini innocenti candidandoli al
carcere a vita#
+a risposta si pu, trovare nelle dichiarazioni rese dal generale <ittorio 8manuele ?orsi di %arma al
giudice istruttore di <enezia, )arlo 9astelloni, il 56 dicemre 19974
!Sapevamo dal Sifar dell'esistenza di un'organizzazione paramilitare di estrema destra chiamata
=rdine nuovo sorretta dai servizi di sicurezza della /ato che aveva compiti di guerriglia e di
informazioni in caso di invasione#
Si trattava di civili e militari che, all'emergenza, dovevano comunicare alla nostra Armata @la 333, con
sede a %adova 7 /drB i movimenti del nemico#
Si trattava di un'organizzazione tipicamente americana munita di armamento e di attrezzature
radio#"
8' doveroso, dinanzi a *ueste illuminanti dichiarazioni, ritenere che il /asco di (uino Aurisina fosse
nella disponiilit- di elementi di =rdine nuovo tanto che *ualcuno ha ipotizzato che a denunciarne
l'esistenza nel mese di feraio del 1972 ai carainieri sia stato Gariele Forziati, reggente di
=rdine nuovo di .rieste#
/on ' difficile pensare che i servizi segreti militari con un ragionamento semplicistico aiano
ritenuto che si fosse aperta una falla nel sistema di sicurezza con un travaso di informazioni e,
magari, di materiale dalla struttura segreta di =rdine nuovo a *uella palese di cui chi scrive era, a
0dine, il reggente#
+a necessit- dei depistaggi trova, *uindi, la sua naturale spiegazione nella necessit- di chiudere la
falla per coprirne l'esistenza agli alleatiIpadroni americani, spingendo il proprio zelo fino al punto di
accusare sette cittadini innocenti da sacrificare sull'altare della sicurezza nazionale, ovvero sulla
loro incapacit- di garantirla#
/on possiamo, ovviamente, essere noi in grado di conoscere le conseguenze che si sareero
verificate nei rapporti fra le strutture occulte delle forze armate italiane e *uelle statunitensi ed
atlantiche, se la verit- fosse emersa#
/on lievi n di poco conto, se dopo *uarant'anni il segreto rimane tale e i depistaggi sul piano
giudiziario, politico, storico e giornalistico proseguono senza sosta, concentrati sulla persona
dell'autore dell'attentato che viene chiamato dallo stato a rispondere non dell'uccisione di tre suoi
uomini ma della !colpa" di aver detto la verit- e di portarla avanti con lucida e determinata
coerenza#
+o Stato ha suito come una sconfitta l'autocondanna all'ergastolo di chi scrive, ma dinanzi
all'opinione pulica ha tentato di presentarla come una vittoria conseguita grazie al giudiceI
ragazzino, eroico, intemerato, geniale Felice )asson#
8' un depistaggio nel depistaggio perch la verit- e diametralmente opposta#
+a verit- sui depistaggi dell'attentato di %eteano di Sagrado inizia ad emergere per l'impegno
esclusivo degli avvocati difensori dei sette cittadini goriziani portati alla sarra innocenti, fra i *uali
l'avvocato $oerto 9aniacco#
3l 2: novemre 197;, difatti, sono loro a denunciare4
Antonio %ontrelli, procuratore generale di .riesteC
?runo %ascoli, procuratore della $epulica di GoriziaC
(ino 9ingarelli, generale dei carainieriC
Antonio )hirico, tenente colonnello dei carainieriC
(omenico Farro, tenente colonnello dei carainieri#
/e seguono dei processi che vedono anche la condanna per !falso ideologico" di (ino 9ingarelli,
cancellata nei successivi gradi di giudizio che si concludono con la sentenza della )orte di
cassazione dell'aprile 19>1#
+e prove a carico degli ufficiali dei carainieri e del procuratore della $epulica di Gorizia,
rimangono, per,, agli atti del processo e saranno successivamente rivalutate dopo il 2> giugno
19>:, *uando chi scrive si assume la responsailit- del gesto#
+'inchiesta sull'attentato si riapre, per le necessit- politiche di Giulio Andreotti, intento a favorire il
gruppo di !(emocrazia nazionale" guidato dal dissidente missino senatore 9ario .edeschi, nel
mese di novemre del 197> *uando il direttore del Sismi, generale Giuseppe Santovito, invia alla
magistratura veneziana una nota in cui indica in )arlo )icuttini, segretario della sezione del 9si di
9anzano del Friuli, uno dei responsaili dell'attentato di %eteano di Sagrado#
Sempre a seguito di ulteriori note informative che lo indicano come favoreggiatore di )arlo
)icuttini, il 2& agosto 19>6 la procura della $epulica di <enezia indizia di reato il segretario
nazionale del 9si, Giorgio Almirante#
(opo le prove evidenziate dagli avvocati $oerto 9aniacco e +ivio ?ernot sui depistaggi
organizzati dagli ufficiali dei carainieri con il concorso dei magistrati gorizianiC dopo le note
informative con le *uali il Sismi ha indicato in )arlo )icuttini e nel sottoscritto i responsaili
dell'attentato e in Giorgio Almirante il favoreggiatore del primo, ponendo a disposizione della
magistratura perfino i testimoni, il 2> giugno 19>: giunge anche la mia assunzione di
responsailit-#
Felice )asson in poco pi2 di due anni, con la collaorazione del direttore del Sismi, generale
/inetto +ugaresi, ha raccolto solo i !si diceva" di tre o *uattro pentiti ed una perizia esplosivista
falsa, deve assemlare solo tutto ci, che hanno fatto gli altri e dare inizio ad uno spettacolare
depistaggio mediatico strillando di aver scoperto tutto lui#
)asson, certamente con il silenzioso assenso della procura della $epulica di <enezia, ha
depistato le indagini sul piano giudiziario per coprire le responsailit-, in primo luogo, dei vertici del
ministero degli 3nterni e, *uindi, degli altri apparati segreti e di polizia di Stato#
(ifatti, con la sua ordinanza del : agosto 19>&, rinvia a giudizio4
(ino 9ingarelli, generale dei carainieriC
Antonino )hirico, tenente colonnello dei carainieriC
+uigi /apoli, maresciallo dei carainieriC
9ichele Santoro, colonnello dei carainieriC
Angelo %ignatelli, colonnello in forza al SidC
<incenzo 9olinari, prefetto di GoriziaC
Giovanni ?attista %alumo, generale dei carainieri non perseguiile per morte del reoC
(omenico (e Focatis, *uestore di Gorizia non perseguiile per morte del reoC
?runo %ascoli, procuratore della $epulica di Gorizia#
)i sono, come si vede, i nomi di coloro che gli avvocati 9aniacco e ?ernot avevano indicato come
responsaili dei depistaggi, *uelli si Santoro e %ignatelli chiamati in causa per aver tentato di
costruire la pista di !+otta continua" utilizzando allo scopo il pentito 9arco %isetta, *uelli di
%alumo e (e Focatis che per essere deceduti sono un comodissimo capro espiatorio, e *uello del
prefetto 9olinari, accusato di reticenza e falsa testimonianza per non aver rivelato il nome della
persona che da ministero degli 3nterni, nel mese di giugno 1972, gli aveva ordinato di loccare le
indagini#
3nvece, il prefetto <incenzo 9olinari aveva rivelato al )asson che l'ordine gli era stato impartito dal
segretario del capo della polizia, Angelo <icari#
3l )asson aveva, a *uel punto, loccato le indagini e per coprire il depistaggio aveva rinviato a
giudizio 9olinari, commettendo a danno di *uest'ultimo anche il reato di calunnia#
1uesta ed altre verit- emergeranno nel corso del diattimento dinanzi alla )orte di assise di
<enezia, presieduta da $enato Gavagnin che sconfessa l'operato di Felice )asson in particolare
sulla responsailit- degli uomini del ministero degli 3nterni circoscritta a lui, callidamente, al solo
*uestore defunto (e Focatis#
+a )orte di assise, difatti, incrimina4
9ariano $umor, ministro degli 3nterniC
Angelo <icari, capo della poliziaC
0merto Federico ('Amato, direttore della (ivisione Affari riservati del ministero degli
3nterniC
%as*uale Aappone, *uestoreC
+eandro 9alizia, vice*uestoreC
$osario Sannino, vice*uestore#
3 vuoti dell'istruttoria condotta da Felice )asson vengono parzialmente colmati dalla )orte di assise
che evidenzia la responsailit- di altri due magistrati4
$aul )enisi, consigliere della )orte di appelloC
Giampaolo .osel, sostituto procuratore della $epulica#
8 del maresciallo dei carainieri, Francesco <alerio#
3l : maggio 19>7, la )orte d'assise dispone l'arresto in aula, per reticenza e falsa testimonianza,
dei marescialli dei carainieri4
Antonio 9aioC
Giuseppe $azziniC
3lvano $ossini#
Sempre nel corso del processo emerge come certo il rapporto fra (elfo Aorzi e il viceprefetto
Antonio Sampaoli %ignocchi, capo dell'ufficio stampa del ministero degli 3nterni#
%urtroppo, gli atti devono tornare a Felice )asson che s'ingegna a limitare i danni, e a presentare
la sconfessione del suo operato come l'ennesima vittoria conseguita con il suo coraggio#
3l 5 gennaio 19>9, )asson deposita la seconda ordinanza con la *uale dispone il rinvio a giudizio
di4
%as*uale Aappone, *uestoreC
+eandro 9alizia, vice*uestoreC
$osario Sannino, vice*uestoreC
9arco 9orin, perito esplosivisticoC
9anlio (el Gaudio, tenente colonnello dei carainieriC
$enzo 9onico, ufficiale del SismiC
9anlio $occo, ufficiale del SismiC
$aul )enisi, consigliere della )orte di appello#
%roscioglie, manco a dirlo, per prescrizione di reato4
Angelo <icari, capo della poliziaC
0merto Federico ('Amato, direttore della (ivisione Affari riservati del ministero degli
3nterniC
Antonio +aruna, capitano in forza al Sid#
3nfine, trasmette alla procura della $epulica di <enezia, a *uella di .rento e al %arlamento gli atti
relativi, rispettivamente, a4
Fulvio 9artini, ammiraglio, direttore del SismiC
$oerto Jucci, generale, comandante dell'Arma dei carainieriC
Giampaolo .osel, sostituto procuratore della $epulicaC
9ariano $umor, presidente del )onsiglioC
Giuseppe $auti, detto %ino, deputato del 9siI(n#
3l segretario nazionale del 9siI(n, Giorgio Almirante, ' uscito dal processo per aver chiesta ad
ottenuta la concessione dell'amnistia per il reato di !favoreggiamento" nei confronti di )arlo
)icuttini, ammettendo in tal modo la sua penale responsailit-#
Felice )asson non lo aveva mai interrogato#
Fra gli imputati dinanzi al triunale della storia vanno segnalati il comandante generale dell'Arma
dei carainieri, generale 8nrico 9ino, e il capo di Stato maggiore dell'Arma, generale Arnaldo
Ferrara#
A carico del primo c'' la testimonianza del generale (ino 9ingarelli che, nel corso del suo
interrogatorio dinanzi alla )orte di assise, ricord, come fu proprio lui personalmente ad impartirgli
l'ordine telefonico di procedere all'arresto, nel marzo del 1975, dei sette cittadini goriziani# +a
responsailit- del secondo ne consegue per la semplice ragione che, in veste di capo di Stato
maggiore, era proprio lui a coordinare l'azione dei comandi sualterni#
+a grottesca verit- di Felice )asson sull'esclusiva responsailit- nei depistaggi del generale
Giovanni ?attista %alumo, comandante della divisione carainieri !%astrengo", s'infrange contro
l'evidenza delle prove, l'ultima delle *uali ' costituita dall'avanzamento in carriera dell'allora
capitano Antonino )hirico chiamato a collaorare con (ino 9ingarelli nel depistaggio delle
indagini#
A suo carico esiste un durissimo giudizio espresso dal comandante della divisione carainieri
!%astrengo", )arlo Alerto (alla )hiesa, ma l'ufficiale venne egualmente promosso dalla
commissione di avanzamento dell'Arma che, evidentemente, oediva ad ordini superiori#
.re episodi della guerra a assa intensit-, uno dei *uali, il solo, contro lo Stato hanno portato sul
anco degli imputati un numero di rappresentanti dello Stato di Gran lunga superiore a *uello dei
morti per mano dei !terroristi neri"#
8 non ' finita, perch la presenza di politici ed uomini dello Stato nei depistaggi delle indagini '
una costante presente in tutta la Storia della guerra politica italiana#
/ella strage dimenticata del 17 maggio 1975, il pi2 negletto fra tutti i massacri compiuti in nome e
per conto dello Stato, emergono le responsailit- gravissime dei vertici del %artito comunista
italiano che decide di concorrere all'occultamento della verit- per favorire *uello schieramento
anticomunista che lo voleva fuori legge sperando di ac*uisire enevolenza#
3l 1; maggio 1975 i vertici regionali del %ci in <eneto e *uelli nazionali a $oma vengono informati
da %ietro +oredan, militante del 9si e confidente del Sid, che due giorni pi2 tardi, il 17 maggio, a
9ilano, sar- compiuto un attentato contro un'alta personalit- politica#
+'identificazione di *uest'ultima non ' difficile perch il 17 maggio, nel capoluogo lomardo, ci sar-
9ariano $umor che, all'interno della *uestura, parteciper- alla commemorazione del commissario
di %s +uigi )alaresi, ucciso un anno prima da militanti di !+otta continua"#
3l segretario nazionale del %ci, 8nrico ?erlinguer, incarica %aolo ?ufalini e Gian )arlo %aHetta di
prendere contato, rispettivamente, con persone delle istituzioni con le *uali i due sono in costante
contatto#
?ufalini viene a 9ilano ed incontra presso la procura della $epulica un !compagno" magistrato il
cui nome rester- ignotoC %aHetta, a sua volta, informa il direttore della divisione Affari riservati del
ministero degli interni, 0merto Federico ('Amato#
/on accadr- nulla#
+'attentato contro 9ariano $umor viene egualmente compiuto nel momento in cui l'esponente
democristiano esce con la sua vettura dalla 1uestura, ma *uesti rimante illeso mentre muoiono
*uattro persone ed un altro centinaio rimangono ferite per l'esplosione di una oma a mano di
tipo !Ananas" a frammentazione, lanciata da Gianfranco ?ertoli#
/on ci vorr- molto al giudice istruttore Antonio +omardi per scoprire che ?ertoli non ' l'anarchico
che afferma di essere, ma un confidente del servizio segreto militare operante in veneto con il
criptonimo di !/egro", che ' rientrato da 3sraele, facendo tappa prima a 9arsiglia, dove risiedeva
con un documento falso allo scopo di uccidere 9ariano $umor#
%ietro +oredan, che aveva evitato di informare il Sid del progettato attentato perch consapevole
che nulla il servizio segreto militare avree fatto per sventarlo e perch desideroso di vivere e non
di morire suicidato, si era rivolto agli uomini del %ci nel convincimento che sareero intervenuti
prima ed, eventualmente, dopo, compiendo un peccato di ingenuit-#
3 vertici comunisti, difatti, non diranno mai la verit- che essi conoscono e saranno necessari venti
anni perch un loro dirigente regionale, lo stesso che aveva raccolto le confidenze di +oredan e
dato l'allarme, si decida ad informare la magistratura#
3nsieme ai soliti ordinovisti veneti, sul anco degli imputati si ritrovano ancora una volta uomini
dello Stato4
Amos Spiazzi, generale di rigata in congedoC
Gianadelio 9aletti, eF responsaile dell'ufficio !(" del SidC
Sandro $omagnoli, generale in congedo, gi- in forza all'ufficio !(" del Sid#
Spiazzi sar- assolto, gli altri due prosciolti per prescrizione di reato dall'accusa di soppressione di
atti concernenti la sicurezza dello Stato#
Fra gli imputandi, la storia chiamer- alla sarra i dirigenti del %artito comunista italiano4
8nrico ?erlinguer, segretario nazionaleC
Gian )arlo %aHettaC
%aolo ?ufalini#
9entre nella spazzatura della storia sar- relegato il nome del magistrato milanese che con il suo
silenzio garantir- impunit- agli autori della strage#
+a strage dell' "3talicus" del : agosto 197:, sul piano processuale non si differenzia dalle altre#
(ifatti, sul anco degli imputati sono presenti i rappresentanti dello Stato4
+iugi ?ittoni, generale dei carainieri, arrestato per reticenza e falsa testimonianza dalla
)orte di assise di ?ologna il 1; marzo 19>2, poi assoltoC
)laudia AHello, agente civile del Sid, condannata a due anni di reclusione dal pretore di
?ologna per falsa testimonianza, il 27 gennaio 19>5#
/ell'amito della stessa inchiesta, sono trasmessi alle procure della $epulica competenti per le
valutazioni del caso, gli atti relativi a4
%aolino (ell'Anno, sostituto procuratore della $epulicaC
+o Stumo, colonnello in forza al SidC
Sasso, colonnello in forza al SidC
)ostantini, maresciallo in forza al Sid,
9olinari, maresciallo in forza la Sid#
/on potevano mancare gli uomini dello Stato sul anco degli imputati per l'ultimo e pi2 sanguinoso
eccidio commesso dal !terrorismo nero", *uello di ?ologna del 2 agosto 19>6#
3n *uesto processo, con sentenza passata in giudicato, sono stati difatti condannati4
%ietro 9usmeci, generale in forza al SismiC
Giuseppe ?elmonte, colonnello in forza al SismiC
Francesco %azienza, agente civile del Sismi#
A *uesti tre va aggiunto +icio Gelli, maestro veneraile della +oggia %2, informatore dei servizi
segreti militari e civili, dirigente di una struttura segreta atlantica che operava sotto la copertura
della massoneria#
)i sono, oltre agli episodi pi2 eclatanti perch pi2 tragici per numero di vittime civili, anche *uelli
che possiamo definire minori ma non per *uesta ragione meno significativi per provare
l'inesistenza di uno Stato !aggredito" e dimostrare, al contrario, *uella di uno Stato !aggressore"#
%er la mancata strage del 1> gennaio 1971, a .rento, i rappresentanti dello Stato si accusano
addirittura a vicenda# )osG vengono dapprima in*uisiti e poi arrestati4
+ucio Siragusa, tenente colonnello della Guardia di finanzaC
Salvatore AiHa, maresciallo della Guardia di finanzaC
Scagionati e scarcerati i due, i magistrati dispongono l'arresto, il 27 gennaio 1977, di4
9ichele Santoro, colonnello dei carainieriC
Angleo %ignatelli, colonnello in forza al SidC
Saverio 9olino, commissario di %sC
+uigi ('Andrea, maresciallo dei carainieri#
Saranno, infine, tutti prosciolti dall'ineffaile magistratura trentina che non riesce, per,, a
cancellare l'eccezionale gravit- di un fatto che vede uomini dello Stato accusarsi a vicenda di aver
progettato un massacro di civili fallito per cause indipendenti dalla loro volont-#
Fiumi di inchiostro sono stati versati per illustrare l'attivit- !terroristica" del partigiano )arlo
Fumagalli e dei militanti del 9ovimento di azione rivoluzionaria @9arB da lui diretto#
Anche in *uesto caso, per,, sul anco degli imputati i !terroristi" non sono soli# Al loro fianco,
difatti, ci sono4
9ario purificato, vice*uestoreC
Giancarlo ('=vidio, capitano in forza al SidC
9ario ('=vidio, procuratore della $epulica di +anciano#
Fra gli imputandi sono da segnalare l'ispettore generale di %s, 9usolino, indicato dal giudice
Giovanni Arcai, e il prefetto o *uestore 9otta, referente occulto nel ministero degli interni del 9ar,
chiamato in causa da Gaetano =rlando#
3l 19I26 feraio 19>2, a $oma, sono arrestati4
Sergio <ecchioni, maggiore dei carainieriC
Sandro Spagnoli, capitano dei carainieriC
e indiziati di reato4
+uigi )arac,, tenente colonnello dei carainieriC
Salvatore %appa, tenente colonnello dei carainieri#
A loro carico ci sono le accuse del pentito ordinovista Aldo .isei, che li indica come referenti di
%aolo Signorelli per lo svolgimento di attivit- informative nel campo dell'estrema sinistra#
Saranno, ovviamente, tutti assolti ma le prove della collaorazione, in forma confidenziale, di %aolo
Signorelli, presunto !ideologo nero", e l'Arma dei carainieri sono oggi agli atti del processo per la
strage di piazza della +oggia, a ?rescia#
/on si pu, dimenticare, infine, che il 2> maggio 197&, a Sezze $omano, accanto al !golpista" e
deputato Sandro Saccucci, c'era il maresciallo del Sid Francesco .roccia che sar- arrestato, il 5
giugno 197&, per !favoreggiamento", !omissioni di atti d'ufficio" e !falsa testimonianza"#
%er *uanto riguarda l'attivit- delle StaLIehind, ufficialmente preposte solo ad agire in caso di
invasione militare sovietica, c'' da dire che perfino i magistrati della procura della $epulica di
$oma hanno riscontrato tali e tante interferenze nella vita politica interna del %aese da sentirsi
oligati, il 1; luglio 199&, a rinviare a giudizio4
Giovanni 3nvernizzi, colonnelloC
%aolo 3nzerilli, generaleC
Fulvio 9artini, ammiraglio, direttore del Sismi#
Saranno, serve dirloK, tutti assolti#
/on ' possiile, per mancanza di documentazione, stailire con esattezza il numero degli imputati
dello Stato nelle vicende giudiziarie relative al !terrorismo nero", certamente superiore alle cento
unit-#
8' solo possiile pulicare un elenco, per difetto, di coloro che sono stati riconosciuti colpevoli, al
di l- di ogni ragionevole duio, dalla dipendente magistratura italiana4
Angelo <icari, capo della poliziaC
0merto Federico ('Amato, direttore del servizio segreto civileC
Almirante Giorgio, segretario nazionale del 9si, amnistiatoC
Giandelio 9aletti, generale del SidC
8lvio )atenacci, direttore del servizio segreto civileC
?onaventura %rovenza, commissario capo di %sC
Antonino Allegra, commissario capo di %sC
Antonio +aruna, capo del SidC
Francesco (elfino, generale dei carainieriC
(ino 9ingarelli, generale dei carainieriC
Antonino )hirico, tenente colonnello dei carainieriC
+uigi /apoli, maresciallo dei carainieriC
%ietro 9usmeci, generale del SismiC
Giuseppe ?elmonte, colonnello del SismiC
Francesco %azienza, agente civile del SismiC
Francesco .roccia, maresciallo del SidC
Sandro $omagnoli, colonnello del SidC
$enzo 9onico, ufficiale del SismiC
9anlio $occo, ufficiale del SismiC
Giovanni ?attista %alumo, generale dei carainieriC
(omenico (e Focatis, *uestoreC
$aul )enisi, consigliere di corte d'appelloC
?runo %ascoli, procuratore della $epulica#
0n elenco, largamente incompleto, di nomi di condannati con sentenze passate in giudicato,
prosciolti per prescrizione di reato, non condannati per morte del reo, tutti sicuramente colpevoli, il
cui numero ' gi- superiore a *uello degli uomini dello Stato uccisi dai !terroristi neri" in 2; anni di
!lotta armata", 25 contro 22#
(ovree far riflettere che fra i sicuri colpevoli ci siano un capo della polizia, due direttori del
servizio segreto civile, due generali del servizio segreto militare, tre generali dei carainieri, il
segretario nazionale di un partito politico, due alti magistrati#
/on ' poco, se si considera il ruolo svolto dalla magistratura per impedire l'emergere della verit-
sulle responsailit- dello Stato e della classe politica#
+a leggenda di un potere giudiziario che si contrappone agli altri poteri dello Stato per ansia di
giustizia e amore della verit-, s'infrange contro la realt- en evidenziata dallo spettacolo di vedere
in Senato, oggi, tre magistrati premiati dai loro referenti politici comunisti @+uciano <iolanteB ed eF
comunisti @Gerardo ('Amrosio e Felice )assonB per aver portato avanti la tesi del !terrorismo
nero" che ha aggredito lo Stato democratico ed antifascista, sostenuto dai !servizi segreti deviati" e
protetto dalla tenerosa loggia %2#
)onvinti che l'appoggio incondizionato del potere mediatico possa consentire loro di passare alla
storia come giudici intemerati che hanno fatto solo il loro dovere, oggi i tre siedono orgogliosi in
Senato accanto agli !eversori neri" )ristiano (e 8ccher e 9arcello (e Angelis, ed a piduisti del
caliro di Silvio ?erlusconi e Farizio )icchitto#
8' la foto di famiglia che vede riuniti nelle aule parlamentari tutti coloro che portano la
responsailit- della guerra politica e dell'occultamento, per via giudiziaria, della verit-#
)ondannati e premiati, tutti dalla parte del pi2 forte, *uella di un regime e di uno Stato che deve
difendere il suo operato criminale inventando, sul piano giudiziario e mediatico, nemici che non ha
mai avuto#
+a favola del !terrorismo nero" e dell' !eversione fascista" comincia a mostrare i segni di
logoramento che il regime riesce a rallentare ma non sar- in grado di evitare per sempre#
)oloro che hanno scatenato una guerra civile e che sul sangue dei morti hanno cementato il
proprio potere, costruito fortune politiche e personali, rillanti carriere militari e giudiziarie,
camminano oggi sul viale del tramonto, al termine del *uale li attende l'oscurit- dalla *uale le loro
figure emergeranno per essere ricordate con disprezzo nelle pagine di una storia che sar- scritta
dalle generazioni future ed alle *uali affidiamo i nostri scritti e le nostre speranze#
Vincenzo Vinciguerra

Potrebbero piacerti anche