Sei sulla pagina 1di 65

1

Fondamenti
di
Geologia
Sergio Rocchi
Dipartimento di Scienze della Terra
Via S. Maria, 53
Mail: rocchi@dst.unipi.it
Lezioni: http://www.dst.unipi.it/dst/rocchi/SR
2
http://www.dst.unipi.it/pietretoscane/
le rocce
Roccia sedimentaria
a rock resulting from:
consolidation of loose sediment that has
accumulated in layers (<200C)
precipitation from solution
remains or secretions of plants and animals
3
AGI Glossary of Geology
Roccia metamorca
any rock derived from pre-existing
rocks by solid state mineralogical and/
or structural changes in response to
marked changes in temperature
(200-800C), pressure, shearing
stress, generally at depth in the crust
Roccia ignea
a rock that solidied from molten or
partly molten material (1200-700C),
i.e. from a magma
4
le rocce
rocce ignee
Si formano per solidicazione di materiale fuso ad alta temperatura (magma)
Magma include
materiale uido che, una volta solidicato, forma la roccia
i componenti volatili sono disciolti nel liquido; durante l'eruzione possono
sfuggire formando una fase gassosa separata
rocce sedimentarie
Si formano sulla supercie della terra solida
All'aria
Sott'acqua
Sotto il ghiaccio
Il materiale usato pu essere qualsiasi roccia della supercie terrestre o
materiale disciolto nelle acque
rocce metamorche
Si formano per modicazione tessiturale e mineralogica di rocce pre-esistenti
(ignee, sedimentarie, metamorche) in risposta a cambiamenti di
temperatura e/o pressione (importanti i volatili)
Tutto il processo avviene allo stato solido
5
le rocce
condizioni di formazione
la classicazione di
primo rango di tipo
genetico:
Rocce Ignee
Plutoniche
Vulcaniche
effusive
esplosive
Rocce Metamorche
Rocce Sedimentarie
6
il magma
Fuso silicatico, sistema polifase:
liquido con gas disciolti nel liquido
minerali e/o frammenti di roccia in sospensione nel liquido
In condizioni transitorie, pu contenere gas come fase separata (bolle di gas)
Caratteristiche chimiche
Composizione
Gas disciolti
Caratteristiche siche
Temperatura
Densit
Viscosit
Come si genera
Come si muove
Dove si ferma
7
il magma
composizione

Il magma ha
composizione variabile

O l'anione pi
abbondante

SiO
2
il componente
pi abbondante

dal punto di vista


composizionale, tre tipi
di magma sono i pi
abbondanti

Basaltico (80%)

Andesitico (10%)

Riolitico (10%)
Al
2
O
3
Al
2
O
3
Al
2
O
3
MgO+CaO
MgO+CaO
MgO+CaO
FeO+Fe
2
O
3
FeO+Fe
2
O
3
FeO+Fe
2
O
3
Na
2
O+K
2
O
Na
2
O+K
2
O
Na
2
O+K
2
O
altri
altri
altri
Magma basaltico Magma andesitico Magma riolitico
Schmincke, Volcanism, Springer (2004)
SiO
2
SiO
2 SiO
2
evoluzione
Gas
disciolti
nel magma
8
il magma
temperatura
Il magma caratterizzato da alte
temperature
La temperatura pu essere misurata
durante alcune eruzioni
Durante le eruzioni, da distanza con
sistemi ottici
Durante le eruzioni, in situ con sonde
termiche
Tramite esperimenti di laboratorio
Tramite calcoli teorici di tipo
termodinamico
Temperature misurate durante eruzioni
laviche: 1000 1250C
Il magma esiste anche a temperature
pi basse (no a circa 700C), sia
durante eruzioni non laviche, sia
all'interno della crosta terrestre
roccia completamente solida
magma completamente liquido
liquido
+
solido
T
liquidus
T
solidus
SiO
2
wt%
T
e
m
p
e
r
a
t
u
r
a

C
50 60 70
1400
1300
1200
1000
900
800
700
600
intervalli termici di
cristallizzazione
dei magmi a bassa Pressione
9
il magma
densit
La densit dipende da
Composizione (soprattutto contenuto in H
2
O)
Temperatura
Pressione: aumentando P, Al passa da coordinazione tetraedrica o ottaedrica a
coordinazione esclusivamente ottaedrica pi compatta, con aumento di densit
La densit
aumenta quando il
magma solidica:
la densit di un
basalto (circa 2.8
x10
3
kgm
-3
)
maggiore di quella
del corrispondente
magma basaltico
(circa 2.6 x10
3

kgm
-3
)
riolite
andesite
basalto
tholeiitico
basalto
alcalino
basalto
tholeiitico
andesite
d
e
n
s
i
t

d
e
n
s
i
t

Il magma un particolare tipo di uido


Ha capacit di uire
Velocit max di usso misurata: 16 km/h (lava basaltica in movimento lungo le
ripide pendici del vulcano Mauna Loa, Hawaii)
Le velocit sono usualmente molto minori
Lave ricche in SiO
2
uiscono con estrema difcolt, avendo attitudine al usso
simile a quella di un vetro
La viscosit la propriet di una sostanza che descrive la sua resistenza al usso
(pi viscoso un magma, pi bassa la sua attitudine a uire)
Viscosit = sforzo di taglio / tasso di deformazione
La viscosit dipende da
Temperatura
Composizione
Gas disciolti
Fasi in sospensione
10
il magma
viscosit
s
f
o
r
z
o

(
s
t
r
e
s
s
)
deformazione (strain)
newtoniano
plastico
Bingham
Soglia di
11
il magma
viscosit
efetto della TEMPERATURA
Pi alta la temperatura, pi bassa la
viscosit
Man mano che il magma raffredda, diviene pi
viscoso
effetto della PRESSIONE
La viscosit diminuisce con la pressione
applicata al magma
Fattore non signicativo per le eruzioni, dove P
sempre molto bassa
12
il magma
viscosit
effetto della COMPOSIZIONE (contenuto in
costruttori di struttura)
I tetraedri SiO
4
4-
esistono gi nel magma, e tendono
(come nei minerali) a polimerizzare formando gruppi,
catene, impalcature (irregolari)
Pi elevato il grado di polimerizzazione, pi alta
la viscosit del magma
Poich il numero di tetraedri dipende dal contenuto in
SiO
2
del magma, la viscosit del magma cresce con
l'aumentare del contenuto in SiO
2
effetto della COMPOSIZIONE (contenuto in
modicatori di struttura)
K, Na, Ca, Mg, Fe, H, OH tendono a interrompere I
polimeri di tetraedri SiO
4
La viscosit del magma diminuisce con l'aumentare
del contenuto in modicatori di struttura (in
particolare H
2
O)
effetto delle FASI IN SOSPENSIONE
l'aumentare del contenuto in fasi sia solide (es.
cristalli) sia gassose (es. bolle) fa aumentare la
viscosit

L
o
g

v
i
s
c
o
s
i
t

SiO
2

L
o
g

v
i
s
c
o
s
i
t

13
gradiente (geo)termico
Gradiente geotermico
variazione della Temperatura con la
profondit
Sorgenti di calore
accrezione e differenziazione primaria

energia gravitazionale --> calore

feedback

dissipazione calore da nucleo verso esterno


decadimento isotopi radioattivi

U, Th, K concentrati nella crosta

40% del usso di calore


Trasferimento di calore
Radiazione
Conduzione
Convezione
14
gradiente (geo)termico
Rogers, Our dynamic Planet (Cambridge, 2008)
15
Genesi del magma
il magma si genera quando la
temperatura sufcientemente alta
da permettere la fusione (parziale) di
porzioni del mantello o della crosta
il mantello (normalmente solido) se
fonde (parzialmente) d luogo a
magmi basaltici
la crosta (normalmente solida) se
fonde (parzialmente) d luogo a
magmi riolitici
la fusione possibile se:
solido
solido
+
liquido
liquido
curva temperature
di Solidus
(inizio fusione)
curva T di
Liquidus
(fusione
completa)
geoterma
TEMPERATURA
P
R
E
S
S
I
O
N
E

-

P
R
O
F
O
N
D
I
T
A
'
C
A
B
A. T della sorgente aumenta
(poco verosimile nel
mantello, pi probabile nella
crosta)
C. Solidus si sposta verso T pi
basse (apporto di uidi nella
sorgente)
B. P della sorgente diminuisce
(decompressione adiabatica
per assottigliamento del
mantello sovrastante)
16
17
Processo igneo
attivit ignea
Tipologia intrusioni
Tipologia eruzioni
Tipologia apparati vulcanici
ambientazione geodinamica
18
intrusioni magmatiche
Generazione del magma
Risalita del magma
il magma risale per
contrasto di densit
source overpressure
Messa in posto del magma
sotto la supercie della Terra solida (raffreddamento lento)
intrusioni profonde (plutoni, batoliti)
intrusioni superciali (dicchi, sill, laccoliti)
sopra la supercie della Terra solida (raffreddamento veloce; talvolta
vetro)
Vulcani
Tipologia eruzioni vulcaniche
Tipologia apparati vulcanici
http://pubs.usgs.gov/of/
2004/1007/volcanic.html
19
corpi intrusivi
intrusioni profonde
intrusioni tabulari
crosta media
Isola d!Elba
Patagonia
crosta superciale
Senegal
Sud Africa
Isola d!Elba
20
intrusioni tabulari
bacini sedimentari - Henry Mts, Utah
21
intrusioni tabulari
bacini sedimentari - Henry Mts, Utah
22
intrusioni tabulari
bacini sedimentari - Henry Mts, Utah
23
Saint-Blanquat et al. (Tectonoph, 2006)
Jackson & Pollard (GSA Bull, 1988)
intrusioni tabulari
bacini sedimentari - Senegal offshore
24
North Sea,
Hansen & Cartwright,
JSG (2006)
saucer-shaped sills
Rocchi et al (Terra Nova, 2007)
riettori sismici
correlazione con anomalie grav-mag
saucer-shaped igneous sills
intrusioni tabulari
bacini sedimentari - Senegal offshore
25
North Sea
Trude et al., Geology (2003)
seafloor uplift
saucer-shaped sill
Miocene unconformity
sediment onlap
Rocchi et al (Terra Nova, 2007)
Trude et al (Geology, 2003)
seaoor uplift
forced folding
intrusioni tabulari
bacini sedimentari - Senegal offshore
hydrothermal venting
26
saucer-shaped sills
Miocene unconformity
North Sea
Svensen et al., Nature (2004)
Rocchi et al (Terra Nova, 2007)
intrusioni tabulari
bacini sedimentari - North Sea, Karoo
27
24
10 km
Polteau et al (EPSL, 2008)
Karoo Large Igneous Province (LIP)
South Africa, 183 Ma
North Atlantic Volcanic Province (LIP) Paleocene
intrusioni tabulari
crosta sup - laccoliti multilivello (Isola dElba)
28
29
intrusioni tabulari
crosta sup - laccoliti multilivello (Isola dElba)
30
Rocchi et al (Geology, 2002)
intrusioni tabulari
crosta sup - laccoliti multilivello (Isola dElba)
three intrusive
sheets
laccolith-like triple
downward stacking
31
Farina et al. (GSA Bull, 2010)
intrusioni tabulari
crosta medio-sup - plutone sheeted (Isola dElba)
32
intrusioni tabulari
crosta medio-sup - laccolite/plutone sheeted (Patagonia)
Torres del Paine, Cile
foto S. Paterson - USC
Michel et al., Geology (2008)
intrusioni tabulari
tempi di messa in posto
cryptic contacts
cooling above
the solidus
thermal budget
8 60 ka
33
Monte Capanne
Torres del Paine
cooling below
the solidus
U-Pb zircon
90 40 ka
Farina et al. (GSA Bull, 2010)
Michel et al. (Geology, 2010)
three downward-stacked felsic sheets
(+ mac underplate)
intrusioni tabulari
riempimento delle intrusioni - flusso di magma
Henry Mts (Utah)
Maiden Creek Sill
34
Horsman et al. (JSG, 2005)
intrusioni tabulari
riempimento delle intrusioni - flusso di magma
Henry Mts (Utah)
Trachyte Mesa Sill
35
intrusioni tabulari
riempimento delle intrusioni - flusso di magma
AMS (Anisotropy of
Magnetic Susceptibility)
Henry Mts (Utah)
Trachyte Mesa Sill
36
Horsman et al. (TrRSocEd, 2010)
intrusioni tabulari
riempimento delle intrusioni - flusso di magma
37
Horsman et al. (TrRSocEd, 2010)
intrusioni tabulari
riempimento delle intrusioni - flusso di magma
Henry Mts, Black Mesa Sill
38
Horsman et al. (TrRSocEd, 2010)
S
a
i
n
t
-
B
l
a
n
q
u
a
t

e
t

a
l
.

(
T
e
c
t
o
n
o
p
h
,

2
0
0
6
)
AMS + indicatori cinematici
Henry Mts, Black Mesa Sill
39
H
o
r
s
m
a
n

e
t

a
l
.

(
T
r
R
S
o
c
E
d
,

2
0
1
0
)
S
a
i
n
t
-
B
l
a
n
q
u
a
t

e
t

a
l
.

(
T
e
c
t
o
n
o
p
h
,

2
0
0
6
)
intrusioni tabulari
riempimento delle intrusioni - flusso di magma
40
Horsman et al. (TrRSocEd, 2010)
intrusioni tabulari
riempimento delle intrusioni - flusso di magma
intrusioni tabulari
interesse nellesplorazione petrolifera
hydrocarbon potential
sill intrusions in sedimentary basins
hydrocarbon maturation
unconventional traps
41
Lee et al (Marine Petrol Geol, 2006)
Yellow Sea
intrusioni tabulari
contatti - peperite
42
Anse Mermoz , Dakar
peperite-contact breccia
Anse Mermoz , Dakar
peperite
Anse Mermoz, Dakar
sill + peperite
43
Shield Nunatak, Antarctica
Quaternary englacial tuff cone
intrusioni tabulari
contatti
44
steep layering
within subhorizontal host chaotic breccia
sorted-graded breccia
sandstone dyke
crosscutting breccia
intrusioni tabulari
contatti - breccia pipes
0
40
30
0
20
10
200 400 600
intrusioni tabulari
contatti - fluidizzazione wet sediments
emplacement of magma in wet sediments
emplacement depth ! 1 s TWT ! 350 m
P ! 7 MPa < critical pressure of water
22.1 MPa for pure water ! 1.1 km of wet
seds
31.2 MPa for seawater ! 1.6 km of wet
seds
explosive expansion of water
fracture-induced P reduction
heat source = persistent vapour
high vapour ow rate = uidization of
sediments
continuous vapour ow = sediment transport
45
Liquid
Vapour
Temperature (C)
P
r
e
s
s
u
r
e

(
M
P
a
)
1
1.25 1.5
2
4
6
8
10
12.5
15
20
25
33
50
100
Kokelaar, JGSL (1982)
46
sill intrusion in wet sediments
peperite +
sediment fluidization
hydraulic brecciation
of sediments, fluids
escape to the surface
venting to the seafloor
crater, diatreme
further fluids rising
pipes of finer
grained sediments
venting to the seafloor
mud volcano
igneous dyke
intrusioni tabulari
contatti - peperite, fluidizzazione, breccia pipes
modied after Jamtveit et al., GSSP 234 (2004)
Siberian traps,
end-Permian
Karoo-Ferrar,
Toarcian
North Atantic,
Paleocene
47
intrusion of mac LIP sills
massive release of water from wet sediments
massive CO2, CH4 release from C-rich mudstones
dC negative excursions
global warming
S
v
e
n
s
e
n

e
t

a
l


(
E
P
S
L
,

2
0
0
7
)
H2O (sandstone, clays)
CH4 (shale, petroleum)
CO2 (coal, lime/
dolostone)
CH3Cl (evaporite)
SO2 (evaporite)
HCl (evaporite)
S
v
e
n
s
e
n

&

J
a
m
t
v
e
i
t

(
E
l
e
m
e
n
t
s
,

2
0
1
0
)
intrusioni tabulari
influenza sui cambiamenti climatici
48
49
le rocce
la classicazione di
primo rango di tipo
genetico:
Rocce Ignee
Plutoniche
Vulcaniche
effusive
esplosive
Rocce Metamorche
Rocce Sedimentarie
50
le rocce
tessiture / microstrutture
Rocce
Ignee
liquido
solido
Sottrazione calore
Diminuzione T
solidicazione
(cristallizzazione etc)
Processi
tardo-magmatici
Processi secondari
Rocce
Metamorche
solido
solido
variazioni
P,T, sforzi orientati
Riequilibratura
totale o parziale
Processi secondari
Rocce
Sedimentarie
Solido (+ liquido)
solido
Erosione Preci-
Trasporto pita-
Deposizione zione
Diagenesi
Processi secondari
Tessiture
sequenziali
Tessiture
cristalloblastiche
Tessiture
clastiche
51
Le rocce
distinzione sul terreno
rocce sedimentarie
tipicamente straticate, con
strati sovrapposti (principio
di sovrapposizione)
diagnostica la presenza di
fossili
rocce ignee
plutoniche
non straticate, massive
senza fossili
vulcaniche
straticate (strati poco
estesi lateralmente)
fossili assenti
morfologia vulcanica
rocce metamorche
paraderivati
relitti di straticazione
scomparsa dei fossili
ssilit
ortoderivati
relitti di struttura massiva o
porrica
chimismo igneo
52
rocce Ignee
la classicazione si basa sulla combinazione di due tipi di dati:
microstruttura + costituenti
struttura (o tessitura)
cristallinit
dimensioni, forma e rapporti spaziali delle sue fasi
costituenti
struttura si forma durante il passaggio del
sistema dallo stato liquido allo stato solido
fattore esterni che inuenzano il tipo di struttura:
Velocit della diminuzione di temperatura
meccanismo di risalita del magma (intrusione,
effusione, esplosione)
interazione termica con supercie terrestre, aria,
acqua, ghiaccio
l'evoluzione del sistema controllata da velocit di
raffreddamento, viscosit e caratteristiche chimico-
siche del magma
Fasi PRIMARIE (segregate
direttamente dal magma)
Fasi minerali (reticolo cristallino
ordinato)
Vetro: materiale solido amorfo
con struttura simile a quella del
liquido
struttura e costituenti possono
subire modicazioni secondarie
a bassa T
fasi SECONDARIE (formate in
seguito a processi di
alterazione)
53
rocce ignee
nomenclatura e classsificazione
composizione
rocce intrusive: moda (abbondanza minerali)
rocce vulcaniche: moda e composizione chimica
giacitura (litofacies)
aspetto di terreno
tessitura
(alterazione)
54
Descrizione tessiturale rocce ignee
cristallinit (grado di cristallizzazione)
olocristallina (tutta la roccia formata da cristalli)
ipocristallina (roccia formata in parte cristalli, in parte da vetro; specicare le %)
oloialina, vetrosa (tutta la roccia formata da vetro)
granularit

faneritica (tutti cristalli sono visibili a occhio nudo)

tipica di rocce plutoniche

afanitica (nessun cristallo visibile a occhio nudo)

tipica di rocce vulcaniche


porrica (cristalli visibili a occhio nudo in pasta di fondo afanitica)

tipica di rocce vulcaniche


grana
grossa (>5 mm)
media (1-5 mm)
grana ne (< 1 mm)
equigranulare (tutti cristalli approssimativamente delle stesse dimensioni)
disequigranulare (non necessario se si usa il termine "porrica")
55
schema tessiture rocce ignee
plutoniche
frammentati
olocristallina
afanitica
vulcaniche
esplosive
faneritica
olocristallina
interstiziale
rocce ignee
subvulcaniche
integri
ipocristallina vetrosa
continuo frammentato
p
a
s
t
a

d
i

f
o
n
d
o
v
e
t
r
o
f
e
n
o
c
r
i
s
t
a
l
l
i
arica
porrica
pluton
dicco, sill
laccolite
lava
vitroro
ossidiana
tufo
(saldato)
equigranulare
disequigranular
ipidiomorfa
allotriomorf
effusive
piroclasti (ejecta)
cristalli
frammenti di cristalli
frammenti di vetro
frammenti di roccia
Bombe > 64 mm, forme plastiche (fusi)
Blocchi > 64 mm, angolari (solidi)
Lapilli 2-64 mm
Ceneri < 2 mm
rocce ignee
rocce piroclastiche
blocchi e bombe
cenere lapilli
lapilli tuff
(ash)
tuff
lapilli
stone
tuff breccia
pyroclastic breccia (blocks)
agglomerate (bombs)
dimensioni
(mm)
piroclasti
depositi piroclastici depositi piroclastici dimensioni
(mm)
piroclasti
tefra (non consolidati) tu / rocce piroclastiche (consolidati)
> 64 bombe, blocchi livello agglomerato di bombe (blocchi) agglomerato, breccia piroclastica
2 - 64 lapilli livello di lapilli, tefra a lapilli lapillistone
1/16 - 2 ceneri cenere grossolana tufo (cineritico) grossolano
> 1/16 ceneri ni cenere ne (polvere) tufo (cineritico) ne
57
indice di porfiricit = somma delle abbondanze modali (% vol.) di fenocristalli
indice di colore = somma delle abbondanze modali (% vol.) di minerali femici
(colorati)
20% 30%
50% 40%
1% 5%
15% 10%
rocce ignee
i minerali primari
58
primari
secondari
fondamentali
accessori
femici
si formano in condizioni deuteriche o postmagmatiche
segregati
direttamente dal
magma
comunemente costituiscono parte
rilevante (>5%) e caratterizzante
della roccia
amorfo, composizione variabile, soltanto in rocce
vulcaniche
sialici
specifici
diffusi
vetro
quasi mai costituiscono parte
rilevante di una roccia
ricchi in Si e Al
ricchi in Fe e Mg
comuni in moltissime rocce
presenti soltanto in rocce di composizione
particolare
59
primari
secondari
fondamentali
accessori
femici
segregati
direttamente dal
magma
comunemente costituiscono parte
rilevante (>5%) e caratterizzante
della roccia
sialici
specifici
diffusi
vetro
quasi mai costituiscono parte
rilevante di una roccia
quarzo, feldspati alcalini,
plagioclasi, feldspatoidi
olivina, ortopirosseni,
clinopiroseni, anboli, biotite
magnetite, ilmenite, apatite, zircone
cromite, spinelli, tormalina, titanite, xenotimo, monazite,
uorite, perovskite, epidoti (allanite), granati, cordierite,
andalusite, corindone
miche bianche (sericite), minerali argillosi, analcime, carbonati (calcite etc), ematite, limonite,
clorite, pertiti, microclino, rutilo, titanite, zeoliti
rocce ignee
i minerali primari
60
colore sfaldatura abito durezz
a
densit
olivina oliva NO equidimensionale 3.2-4.4
pirosseno verde-nero 2, 90 prismi tozzi, 8 facce 6 3.2-3.7
anbolo nero 2, 120 prismi allungati, 6 facce 5-6 3.0-3.5
biotite nero 1, basale prisma tozzo, 6 lati
fogliettato
2.5-3 2.7-3.3
plagioclasio bianco 3 tabulare 6-6-5 2.63-2.76
K-feldspato bianco-rosso 3 tabulare 6 2.55-2.63
quarzo trasparente NO equidimensionale 7 2.65
feldspatoide bianco NO tondeggiante 5.5-6 ~2.5
rocce ignee
i minerali primari
61
rocce ignee
classificazione modale (moda = % in volume dei minerali)
una roccia costituta da 5 fasi minerali
A = 20 vol%
B = 40 vol%
C = 10 vol%
D = 10 vol%
E = 20 vol%
qual il punto rappresentativo della sua
moda nel diagramma ternario A-B-C?
A
B C
si ricalcolano a 100 i valori di A, B, C:

A
ABC
= A/(A+B+C)*100 = 20/70*100=29

B
ABC
= B/(A+B+C) *100 = 40/70*100=57

C
ABC
= C/(A+B+C) *100 = 10/70*100=14
si riportano nel diagramma ternario
A-B-C i valori di A
ABC
, B
ABC
, C
ABC
62
PERIDOTITI
PIROSSENITI
rocce ignee
classificazione IUGS
M = minerali femici
olivina (Ol)
pirosseni
ortopirosseni (Opx)
clinopirosseni (Cpx)
anboli
biotite
se M " 90 ! roccia
ultrafemica, classicazione
con diagramma Ol-Opx-
Cpx
se M < 90 ! roccia da
classicare con diagramma
doppio triangolare QAPF
Classicazione
rocce ultrafemiche
(M"90)
Ol
Cpx Opx
dunite
websterite
olivinica
lherzolite wehrlite harzburgite
websterite
ortopirossenite
clinopirossenite
olivinica
ortopirossenite
olivinica
clinopirossenite
63
Q = quarzo
A = feldspatI alcalini
P = plagioclasi
F = feldspatoidi
Q
P A
F
sieno
granito
monzo
granito
grano
diorite
tonalite
granito
a feldspato
alcalino
quarzo
sienite
quarzo
monzonite
qmd
qmg
monzonite md/mg sienite
foid-sienite foid-monz. fmd/fmg
gabbro
diorite
anortosite
quarzosienite
a felds. alc.
foid-monzo
sienite
foid-monzo
diorite
foid-monzo
gabbro
foid-sienite
foid-diorite
foid-gabbro
foidolite
granitoidi
ricchi in quarzo
silexite
quarzodiorite
quarzogabbro
quarzoanortosite
foid-diorite
foid-gabbro
foid-anortosite
rocce intrusive
M < 90
foidsienite
a felds. alc.
sienite
a felds. alc.
rocce ignee
classificazione IUGS rocce plutoniche
64
Q
P A
riolite dacite
riolite
a feldspato
alcalino
quarzo
trachite
quarzo
latite
latite trachite
foid-trachite foid-latite
foid-trachite
a felds. alc.
basalto
fonolite
tefritica
basanite
fonolitica
(ol>10%)
tefrite
fonolitica
(ol<10%)
fonolite
foidite
fonolitica
foidite
tefritica
foidite
andesite
quarzo
trachite a f.a.
rocce vulcaniche
M < 90
tefrite
trachite
a felds. alc.
Q = quarzo
A = feldspatI alcalini
P = plagioclasi
F = feldspatoidi
F
rocce ignee
classificazione IUGS r. vulcaniche
65
rocce ignee
schema classificativo semplificato
feldspati
rocce
vulcaniche
rocce
plutoniche
basalto
! no
plagioclasio >>
feldspato alcalino
plag. !
felds.alc.
plagioclasio <
feldspato alcalino
quarzo no
relativam.
abbondante
abbondante
indice di
colore
> 90 90 - 40 40 - 20 < 20
scarso scarso
plag. >
felds.alc.
andesite dacite latite trachite riolite
gabbro diorite granodioritemonzonite sienite granito
peridotite
pirossenite
dunite
utilizzabile sul terreno e per campioni macro
66
rocce ignee
distribuzione dei minerali
Schmincke, Volcanism, Springer (2004)
67
rocce ignee
composizione chimica
vulcanica basalto andesite riolite trachite leucitite
plutonica peridotite gabbro diorite granito sienite (raro)
SiO
2
42.3 49.2 58.0 72.8 61.2 40.6
TiO
2
0.6 1.8 0.9 0.3 0.7 2.66
Al
2
O
3
4.2 15.7 17.0 13.3 17.0 14.3
Fe
2
O
3
3.6 3.8 3.3 1.5 3.0 5.5
FeO 6.6 7.1 4.0 1.1 2.3 6.2
MnO 0.4 0.2 0.1 0.1 0.2 0.3
MgO 31.2 6.7 3.3 0.4 0.9 6.4
CaO 5.0 9.5 6.8 1.1 2.3 11.9
Na
2
O 0.5 2.9 3.5 3.6 5.5 3.5
K
2
O 0.3 1.1 1.6 4.3 5.0 4.8
P
2
O
5
0.1 0.4 0.2 0.1 0.2 1.1
H
2
O 3.9 1.0 0.8 1.1 1.2 1.6
68
rocce ignee
classificazione IUGS rocce vulcaniche - diagramma TAS
0
2
4
6
8
10
12
14
16
36 40 44 48 52 56 60 64 68 72 76
foidite
andesite
basalto
picritico
basalto
fonolite
tefritica trachite
trachidacite
riolite
trachibasalto
trachiandesite
basaltica
trachiandesite
dacite
andesite
basaltica
tefrite
fonolitica
fonolite
basanite
tefrite
0
2
4
6
8
10
12
14
16
36 40 44 48 52 56 60 64 68 72 76

SiO
2
wt%
N
a
2
O

+

K
2
O

w
t
%
ultrabasico basico intermedio acido
69
rocce ignee
composizione dei magmi nei diversi ambienti geodinamici
R
o
g
e
r
s
,

O
u
r

d
y
n
a
m
i
c

P
l
a
n
e
t
,

C
a
m
b
r
i
d
g
e

(
2
0
0
8
)
70
ambientazione geodinamica dellattivit ignea
dove e perch
margini divergenti
margini convergenti
zone di subduzione
sone di collisione
margini trascorrenti
zone intraplacca
margini passivi
legame ambiente-composizione
71
ambiente geodinamico e attivit ignea
vulcani attivi subaerei
72
Rogers, Our dynamic Planet, Cambridge (2008)
Ambiente geodinamico e attivit sismica
73
terremoti
Rogers, Our dynamic Planet, Cambridge (2008)
74
ambientazione geodinamica dei processi ignei
75
ambiente geodinamico - volume magmi
attivit ignea - margini divergenti
76
margini divergenti
struttura della crosta oceanica
La dorsale segmentata da
fratture trasversali
Le fratture oceaniche sono
caratterizzate da movimento
trasforme
77
Rogers, Our dynamic Planet, Cambridge (2008)
margini divergenti
struttura della crosta oceanica
78
Rogers, Our dynamic Planet, Cambridge (2008)
79
margini divergenti
struttura crosta oceanica
Rogers, Our dynamic Planet, Cambridge (2008)
margini divergenti
attivit vulcanica
80
margini divergenti
ofioliti
81
Rogers, Our dynamic Planet, Cambridge (2008)
82
Margini divergenti
Ofioliti - Struttura crosta oceanica
sedimen
ti lave a pillow, colate di lava
gabbri
dicchi (sheeted dikes)
gabbri layered (cumuliti)
peridotiti layered (cumuliti)
peridotiti (mantello sup.)
~ 0.5
~ 1.5
~ 5
km
1
2a,2b
3a
2c
3b
4
4
layer
Moho sismica
Moho petrologica
83
margini divergenti
genesi dei magmi
Rogers, Our dynamic Planet (Cambridge, 2008)
Sinton & Detrick (JGR, 1992)
84
PERIDOTITI
PIROSSENITI
margini divergenti
rapporti sorgente-magma
M = minerali femici
olivina (Ol)
pirosseni
ortopirosseni (Opx)
clinopirosseni (Cpx)
anboli
biotite
se M " 90 ! roccia
ultrafemica, classicazione
con diagramma Ol-Opx-
Cpx
se M < 90 ! roccia da
classicare con diagramma
doppio triangolare QAPF
Classicazione
rocce ultrafemiche
(M"90)
Ol
Cpx Opx
dunite
websterite
olivinica
lherzolite wehrlite harzburgite
websterite
ortopirossenite
clinopirossenite
olivinica
ortopirossenite
olivinica
clinopirossenite
R
o
g
e
r
s
,

O
u
r

d
y
n
a
m
i
c

P
l
a
n
e
t
,
C
a
m
b
r
i
d
g
e

(
2
0
0
8
)
media peridotiti oolitiche media xenoliti peridotitici
margini divergenti
rapporti sorgente-magma
fusione sperimentale

85
margini divergenti
rapporti sorgente-magma
86
Rogers, Our dynamic Planet, Cambridge (2008)
liquido
margini divergenti
rapporti sorgente-magma
87
solido
solido
+
liquido
liquido
curva temperature
di Solidus
(inizio fusione)
curva T di
Liquidus
(fusione
completa)
geoterma
TEMPERATURA
P
R
E
S
S
I
O
N
E

-

P
R
O
F
O
N
D
I
T
A
'
C
A
B
attivit ignea
margini convergenti - zone di subduzione
88
litosfera oceanica - litosfera oceanica
litosfera oceanica - litosfera continentale
litosfera continentale - litosfera continentale
zone di subduzione
struttura sismica
sismicit 1977-1997
89
www.usgs.gov
zone di subduzione
struttura sismica
90
www.usgs.gov
91
zone di subduzione
struttura sismica
quando la placca pi pesante e meno rigida affonda sotto l'altra
(SUBDUZIONE), la frizione genera terremoti localizzati sul contatto tra la
placca subdotta e mantello
i sismi sono distribuiti su una fascia detta Piano (o zona) di Wadati-Benioff
http://www.minerals.si.edu/tdpmap/
seismic waves anomalies
zone di subduzione
struttura sismica - piano di Benioff
92
93
zone di subduzione
struttura sismica
Rogers, Our dynamic Planet (Cambridge, 2008)
94
zone di subduzione
struttura termica
placca vecchia (130 Ma)
spessa
pesante
subduzione veloce
Rogers, Our dynamic Planet (Cambridge, 2008)
litosfera giovane (15 Ma)
sottile
leggera
subduzione lenta
95
zone di subduzione
struttura termica
modello numerico della
struttura termica della
zona di subduzione
Honshu (Giappone)
van Keken et al. (G3, 2002)
http://www.minerals.si.edu/tdpmap/
zone di subduzione
struttura termica
time-integrated mantle
seismic tomography
96
Liu et al. (Science, 2008)
100 Ma
70 Ma
40 Ma
today
97
zone di subduzione
Rogers, Our dynamic Planet, Cambridge (2008)
zone di subduzione
quadro generale e distribuzione magmi
98
99
zone di subduzione
genesi magmi
Rogers, Our dynamic Planet (Cambridge, 2008)
zone di subduzione
rapporti sorgente - magma
100
solido
solido
+
liquido
liquido
curva temperature
di Solidus
(inizio fusione)
curva T di
Liquidus
(fusione
completa)
geoterma
TEMPERATURA
P
R
E
S
S
I
O
N
E

-

P
R
O
F
O
N
D
I
T
A
'
C
A
B
Rogers, Our dynamic Planet (Cambridge, 2008)
zone di subduzione
rapporti sorgente - magma
contributo dei sedimenti
subdotti al magmatismo
101
Rogers, Our dynamic Planet (Cambridge, 2008)
attivit ignea
margini convergenti - zone di collisione
102
litosfera oceanica - litosfera oceanica
litosfera oceanica - litosfera continentale
litosfera continentale - litosfera continentale
103
attivit ignea
margini convergenti - zone di collisione
Quando il movimento relativo di due placche convergente, quella pi
pesante e meno rigida, affonda sotto l'altra (SUBDUZIONE)
Quando la porzione di litosfera oceanica interpostra tra due continenti
stata completamente subdotta, i due continenti entrano in COLLISIONE:
avendo caratteristiche siche simili, nessuno dei due tende a
sprofondare sotto l'altro, per cui si accartocciano l'uno contro l'altro
104
http://www.minerals.si.edu/tdpmap/
attivit ignea
margini convergenti - zone di collisione
attivit ignea
margini convergenti - zone di collisione
105
attivit ignea
zone di collisione - genesi del magma
106
solido
solido
+
liquido
liquido
curva temperature
di Solidus
(inizio fusione)
curva T di
Liquidus
(fusione
completa)
geoterma
TEMPERATURA
P
R
E
S
S
I
O
N
E

-

P
R
O
F
O
N
D
I
T
A
'
C
A
B
107
Margini trascorrenti / conservativi
Margini lungo i quali le placche scorrono l'una contro l'altra
Il margine una faglia trasforme
Intensa attivit sismica
No attivit vulcanica
Esempi:
San Andreas fault (Messico-western USA)
North Anatolian Fault (Turchia)
south Alpine Fault (New Zealand)
108
Margini trascorrenti / conservativi
San Andreas Fault
http://www.ig.utexas.edu/research/projects/plates/plates.htm
109
Margini trascorrenti / conservativi
San Andreas Fault
110
Margini trascorrenti / conservativi
San Andreas Fault
http://www.minerals.si.edu/
tdpmap/
111
Margini trascorrenti / conservativi
North Anatolian Fault
PLACCA
ARABICA
PLACCA
ANATOLICA
PLACCA
AFRICANA
PLACCA
EUROASIATICA
112
Margini trascorrenti / conservativi
Dead Sea transform
http://eol.jsc.nasa.gov
113
Margini trascorrenti / conservativi
South Alpine Fault, New Zealand
5
0
0

k
m
114
NEW ZEALAND
deep seismicity
Margini trascorrenti / conservativi
NEW ZEALAND
shallow seismicity
Esempi:
Alpine Fault
New Zealand
attivit ignea
zone intraplacca - rift intracontinentali
Rift continentale
depressione tettonica allungata (rift valley = depressione
siograca riempita da vulcaniti e sedimenti continentali
limitata da faglie (fratture della crosta) dirette
Faglie legate a estensione dell#intera litosfera
Caratteristiche delle zone di rift
alti ussi di calore
magmatismo bimodale (basalti e rioliti)
anomalie gravimetriche (massimi in corrispondenza della rift
valley)
anomalie magnetiche (minimi in corrispondenza della rift valley)
115
attivit ignea
zone intraplacca - rift intracontinentali
Il continente africano si sta dividendo lungo
una frattura della litosfera continentale
(East African Rift)
116
Somalia
Etiopia
Golfo di Aden
Oceano
Indiano
Mar
Rosso
Yemen
Afar
East African Rift Valley
attivit ignea
zone intraplacca - East African Rift
117
Oldoinyo Lengai
Erta Ale
attivit ignea
zone intraplacca - rift intracontinentali - genesi del magma
118
Rift attivo
legato alla attivit di una plume mantellica
(risalita di materiale molto caldo dal mantello
profondo, dimensioni tipiche delle cupole
raggio = 500-1000 km)
Rift passivo
legato alla dinamica delle placche che
possono allontanarsi provocando uno stress
tensionale dell"intera litosfera
solido
solido
+
liquido
liquido
curva temperature
di Solidus
(inizio fusione)
curva T di
Liquidus
(fusione
completa)
geoterma
TEMPERATURA
P
R
E
S
S
I
O
N
E

-

P
R
O
F
O
N
D
I
T
A
'
C
A
B
attivit ignea
zone intraplacca - isole oceaniche
119
http://www.minerals.si.edu/tdpmap/
attivit ignea
zone intraplacca - mantle plumes/hot spots
120
http://www.minerals.si.edu/tdpmap/
attivit ignea
zone intraplacca - mantle plumes/hot spots
La localizzazione degli hot spots considerata ssa nel tempo,
rispetto a un riferimento profondo (es. interfaccia nucleo-mantello)
La localizzazione degli hot spots usata per ricostruire I
movimenti delle placche nel passato
121
attivit ignea
zone intraplacca - isole oceaniche- genesi del magma
122
solido
solido
+
liquido
liquido
curva temperature
di Solidus
(inizio fusione)
curva T di
Liquidus
(fusione
completa)
geoterma
TEMPERATURA
P
R
E
S
S
I
O
N
E

-

P
R
O
F
O
N
D
I
T
A
'
C
A
B
attivit ignea
Large Igneous Provinces (LIP)
immensi espandimenti di lava
volume di 10
6
km3 (migliaia di M. Etna)
tempi brevi (ca. 1 Ma)
123
attivit ignea
Large Igneous Provinces (LIP)
124
Wignall (ESR, 2001)
attivit ignea
Large Igneous Provinces (LIP)
125
provincia et (Ma) volume (x10
6
km
3
)
Panjal-Emeishan Basalts 260 1.0
Siberian Traps 250 1.8
Central Atlantic Magmatic Province 200 4.0
Karoo-Ferrar Traps 180 2.5
Paran-Etendeka Traps 130 1.2
Ontong-Java Plateau 120 50.0
Kerguelen Plateau 110 20.0
Caribbean-Colombian Province 90 4.0
Deccan Traps 65 2.0
Brito-Arctic Province 55 4.0
Ethiopian Traps 30 0.8
Columbia River Plateau 16 0.2
attivit ignea
margini passivi
126
127
Ambiente geodinamico e composizione dei magmi
R
o
g
e
r
s
,

O
u
r

d
y
n
a
m
i
c

P
l
a
n
e
t
,

C
a
m
b
r
i
d
g
e

(
2
0
0
8
)
128
Ambiente geodinamico e composizione dei magmi
basalti tholeiitici
poveri in K
ricchi in Si
MORB
basalti calcoalcalini
ricchi in Al
CAB / VAB
andesiti
basalti alcalini
ricchi in Na (K)
poveri in Si
OIB
trachiti - rioliti
basalti alcalini
ricchi in Na
poveri in Si
OIB
209
Testi consigliati
Bosellini A. (1984, I ed.; 1986 IV ed.) - Le scienze della Terra. Bovolenta (distribuito
da Zanichelli). ISBN 88-08-04150-6
D'Argenio B., Innocenti F., Sassi F.P. (1994) - Introduzione allo studio delle rocce.
UTET, 162 pp. ISBN 88-02-04870-3
Skinner B.J., Porter S.C. (1989 ) - The dynamic Earth. John Wiley & Sons. ISBN
0-471-53131-6
Gill R. (1989, II ed. 1996) - Chemical fundamentals of Geology. Chapman & Hall, 298
pp. ISBN 0 412 54930 1 (Capp 5, 6, 7, 8,9, 10)
Gottardi, G. (1978) - I minerali. Boringhieri, 296 pp. (Parte I, capp. 1, 2)
Mottana A., Crespi R., Liborio G. (1977, V ed. 1985) - Minerali e rocce. Mondadori,
608 pp.
http://pubs.usgs.gov/publications/text/dynamic.html