Sei sulla pagina 1di 10

VESPA CLUB LEONI ROSSI CITTA DI GROTTAMINARDA

GUIDA CRONO VCLR


Come realizzare un sistema di cronometraggio
automatico per le competizioni della Gimkana Vespa

Vespa Club Leoni Rossi
10/08/2014




Questo documento di propriet del Vespa Club Leoni Rossi, severamente vietata la riproduzione anche in parte, la
commercializzazione e la pubblicazione senza espresso consenso. Il Vespa Club Leoni Rossi esclude la propria
responsabilit per un cattivo o anomalo funzionamento del prodotto. Per eventuali richieste in merito collegarsi al sito
www.leonirossi.tk o alla pagina facebook vespaclubleonirossi



Vespa Cl ub Leoni Rossi ci t t di Gr ot t ami nar da
Vi a Condot t o n 1 cel l . 320 870 44 33

Vespa Cl ub Leoni Rossi
www. l eoni r ossi . t k C. F. 90016030646

2
GUIDA AL CRONO - VCLR

In occasione della 10 Tappa di Coppa Italia di Gimkana Vespa 2014, il Vespa Club Leoni Rossi,
sempre attento e aperto a soluzioni nuove che rendano spettacolari le proprie manifestazioni, si cimentato
nella realizzazione di un sistema di controllo e cronometraggio automatico, migliorando anche i sistemi di
visualizzazione dei tempi.

INTRODUZIONE
Questo documento vuole essere una mini guida per tutti coloro che vogliano farne uso in occasione
delle prossime competizioni amatoriali.
Naturalmente il CRONO VCLR stato appositamente studiato per la manifestazione Vespa Gimkana
del Vespa Club Leoni Rossi ma, essendo il sistema estremamente dinamico, con piccoli accorgimenti ed
integrazioni pu essere adattato anche ad altre tipologie di manifestazioni su tempi (Ciclismo, Podismo,
ecc.).
Nel nostro caso, trattandosi di manifestazione sportiva su giro (circuito) per singolo pilota con partenza
ed arrivo nello stesso punto, il sistema ha richiesto il minimo indispensabile per il suo funzionamento. Infatti
si optato per la scelta di :
- una fotocellula ad infrarossi con catarifrangente, al fine di evitare la presenza di cavi sul circuito,
scelta tra laltro non vincolante per il suo funzionamento; lo stesso funzionamento si ottiene anche con
coppie di fotocellule;
- un rel temporizzato, al fine di permettere il congelamento del segnale al passaggio della vespa,
essendo la stessa un oggetto molto lungo e non perfettamente opaco. Questultimo si rende
estremamente necessario per il corretto funzionamento del cronometro, in quanto rende il segnale in
uscita pulito ed unico;
- un software di cronometraggio che permetta la visualizzazione a monitor, con input a segnale o
manuale da un Personal Computer.
Lo schema grafico del sistema approssimativamente il seguente:

Il TV Color rappresenta un accessorio pi o meno indispensabile a seconda dellimmagine che si vuole
restituire al pubblico.

CATARIFRANGENTE



Vespa Cl ub Leoni Rossi ci t t di Gr ot t ami nar da
Vi a Condot t o n 1 cel l . 320 870 44 33

Vespa Cl ub Leoni Rossi
www. l eoni r ossi . t k C. F. 90016030646

3
DOTAZIONI DEL CRONO VCLR
Il sistema consiste nella realizzazione di un cronometro digitale automatico (visualizzabile anche su
grande schermo). Al fine di realizzare tale sistema occorrono:
Descrizione Oggetto Dotazioni Vespa Club Leoni Rossi
PC dotato di sistema di uscita tipo VGA or DPI-J or HDMI
ASUS 1860
TV LCD dotato di sistema ad ingresso tipo VGA or DPI-J or HDMI
LG LCD 32
Software di cronometraggio tipo XNTIMER
XNTIMER
Foglio di calcolo personalizzato in XCELL
CRONOVCLR.xls
Fotocellule a raggi infrarossi
OMRON E 3Z R81
Alimentatore per fotocellule
Alimentatore 12/24 V ac. dc.
Rel temporizzato
OMRON H3CR-A 100 240V
Zoccolo Universale per montaggio
Mouse
Mouse ottico ingresso USB con sistema Bluetooth
Minuterie e cavi
Cavi elettrici 2 x 0,50 +2 x 0,22 (SM-2S4)
Cavo VGA 5 m M/F schermato a 15 poli

DESCRIZIONE SINTETICA DEI COMPONENTI DEL CRONO VCLR
Fotocellula

. Il modello in dotazione al VCLR un sensore fotoelettrico a riflessione polarizzata con
catarifrangente della OMRON serie E3Z, mod. R81. E un sensore che pu essere applicato ad unampia
gamma di settori e garantisce una distanza di rilevamento superiore a qualsiasi altro modello. Dalle ridotte
dimensioni, (spessore poco pi di 1 cm, larghezza 2 cm ed altezza 3 cm) si presta perfettamente al
funzionamento richiesto.
Il sensore si basa sulla rilevazione della riflessione di un fascio luminoso da parte dell'oggetto rilevato.
Per la rilevazione viene usato un fascio di raggi infrarossi, in quanto questa radiazione difficilmente si
confonde con i disturbi generati da fonti luminose ambientali. Il sensore relativamente economico dispone di
funzioni evolute come:
- settaggio della sensibilit di commutazione;
- settaggio di temporizzazioni sul segnale d'uscita (esempio dei ritardi nelle commutazioni).
Va comunque posta molta attenzione al posizionamento di fonti di luce artificiale; la proiezione di una
forte luce su questi sensori ne pu provocare l'accecamento, con relativo mal funzionamento. Viene riportato
di seguito un estratto delle sue caratteristiche:



Vespa Cl ub Leoni Rossi ci t t di Gr ot t ami nar da
Vi a Condot t o n 1 cel l . 320 870 44 33

Vespa Cl ub Leoni Rossi
www. l eoni r ossi . t k C. F. 90016030646

4














Luscita del sensore della tipologia PNP, trattasi di un'uscita a segnale che, in generale, pu essere
del tipo NPN o PNP. Molti potrebbero confondere i due tipi di segnale ed immaginarli erroneamente come
dei contatti NA o NC.
Un'uscita NPN, quando attiva, ha una tensione di 0V (il negativo dell'alimentazione
dell'apparecchiatura), mentre quella PNP ha una tensione +V (il positivo dell'alimentazione).

Come si vede dalla figura, la tensione sull'uscita PNP pari a quella di alimentazione e, pertanto, al
variare della tensione di alimentazione varia anche la tensione d'uscita.
Si quindi provveduto alla sistemazione del sensore e del catarifrangente direttamente sui birilli che
delimitano il circuito.




Vespa Cl ub Leoni Rossi ci t t di Gr ot t ami nar da
Vi a Condot t o n 1 cel l . 320 870 44 33

Vespa Cl ub Leoni Rossi
www. l eoni r ossi . t k C. F. 90016030646

5
Rel Temporizzato.

Il modello in dotazione al VCLR un temporizzatore elettronico multifunzione in
formato DIN 48x48 mm per bassa tensione della OMRON serie H3CR Mod A8.

Il modello da noi scelto ad 8 pin quindi privo dellingresso PNP, previsto sui modelli ad 11 pin, scelta
questa apparentemente sbagliata se si pensa al sensore acquistato (OMRON E3Z R81) che prevede una
ucita PNP, ma siamo stati costretti allacquisto di questo prodotto per via delle tempistiche e della
disponibilit di magazzino del nostro fornitore. Si consiglia poi, lacquisto dello zoccolo per montaggio su
guida DIN, che facilita gli allaggi degli ingressi e permette anche leventuale fissaggio su pannello del
prodotto.
Viene riportato di seguito un estratto delle caratteristiche del prodotto:

Descrizione del pannello base del rel



Vespa Cl ub Leoni Rossi ci t t di Gr ot t ami nar da
Vi a Condot t o n 1 cel l . 320 870 44 33

Vespa Cl ub Leoni Rossi
www. l eoni r ossi . t k C. F. 90016030646

6

Si elencano qui di seguito le tipologie di funzionamento del rel

Basta, quindi, selezionare lunit di misura del tempo in s (secondi) e controllare su apposito indicatore
la scelta effettuata, selezionare quindi il modo di funzionamento su E (ritardo passante alleccitazione) e
controllare nellapposito indicatore la scelta effettuata. Spostare la manopola impostazione tempo sul valore
del ritardo che intendiamo sostenere (sono sufficienti 0,5 sec). Questultimo rappresenta il tempo dimpiego
della Vespa (in lunghezza) per oltrepassare il segnale, in modo da avere quanto segue:
- la ruota anteriore della vespa interrompe il fascio infrarossi del sensore e lancia il segnale al rel il
quale congela il segnale in ingresso per il tempo scelto (0,5 sec);
- Il rel, a sua volta, trasmette il segnale in uscita e si ristabilizza (pronto a ricevere nuovo segnale)
dopo il tempo di ritardo scelto (0,5sec).



Vespa Cl ub Leoni Rossi ci t t di Gr ot t ami nar da
Vi a Condot t o n 1 cel l . 320 870 44 33

Vespa Cl ub Leoni Rossi
www. l eoni r ossi . t k C. F. 90016030646

7
Software di Cronometraggio
Una volta installato e lanciato il programma, cliccare su More e dal men a tendina scegliere Time
format, che ci permetter di impostare il cronometro su Minuti, Secondi e Decimi. La schermata si presenter
come segue:
. Il modello in dotazione al VCLR un sistema digitale multifunzionale XNote
Timer V 1.68 della XNStopwatch. Il software dispone di una versione FREE senza limiti di tempo (con alcune
limitazioni); tuttavia esiste una versione licenziata con costi contenuti (24,00 per versioni con funzioni
avanzate).


A questo punto cliccare su More e dal men a tendina
scegliere Hotkeys che ci permetter di impostare i tasti :
- START/STOP per lavvio e lo stop del cronometro; sezione Mouse buttons, scegliere dallel enco
MIDDLE (tasto centrale del mouse);
- SNAP per salvare (memorizzare) il tempo allo stop ed esternarlo in apposita cella di un foglio in
Excel; sezione Keyboard, scegli ere il tasto X od un tasto qualsi asi della tasti era;
- RESET che permette di azzerare il cronometro per un nuovo avvio; sezione Keyboard, scegli ere
il tasto Y od un tasto qual siasi della tastiera;
N.B. La scelta potrebbe anche solo ricadere sullo START/STOP e RESET, il funzionamento del programma
viene comunque garantito, bisogna solo ricordarsi di trascrivere il tempo in uscita su di una scheda del
concorrente, soluzione questa che consigliamo a chi poco esperto di Microsoft Office Excel per la
catalogazione e memorizzazione dei risultati.
Per catalogare e memorizzare i risultati basta aprire un file in Excel, successivamente cliccare su More
del programma XN Timer e scegliere dal men a tendina Excel Integration, a questo punto si aprir una
finestra di dialogo dal quale scegliere cursor e quindi scegliere la cella dove si vuole memorizzare il tempo
dal foglio in Excel appena aperto. Il software in questo modo memorizzer in sequenza (Colonna) tutti i
tempi che verranno snappati con il tasto X della tastiera.
Dal tasto More del programma XN Timer si pu accedere alla opzione full-screen per visualizzare il
cronometro a tutto schermo sul PC oppure, se si dotati di PC con sistema di uscita tipo VGA or DPI-J or
HDMI, possibile rivolgere al pubblico la visualizzazione del cronometro.
Ali mentatore. Il modello in dotazione al VCLR un alimentatore universale multi spina 3-12V, con potenza
massima pari a 9 W.



Vespa Cl ub Leoni Rossi ci t t di Gr ot t ami nar da
Vi a Condot t o n 1 cel l . 320 870 44 33

Vespa Cl ub Leoni Rossi
www. l eoni r ossi . t k C. F. 90016030646

8


Mouse

. Il modello in dotazione al VCLR con sistema Bluetooth, tale scelta non determinante per il
funzionamento del sistema, ma si rende necessaria qualora per problemi di spazio o distanza di allaccio alla
corrente elettrica non c la possibilit di stare vicini al sistema VCLR con il PC, infatti i cavi USB di mouse
sono relativamente corti (circa 1,2m max).

ASSEMBLAGGIO DEL CRONO VCLR
Non resta che assemblare il tutto per la realizzazione del CRONO VCLR. Per prima cosa prendere il
mouse:
***************************************************************************************************************************
ATTENZIONE: Si consi glia di provare il mouse collegandolo al PC e di controllare che
linstallazione contemporanea del mouse con filo del PC (quello che abitualmente funziona) ed il
mini mouse bluetooth (quello che install erete nel CRONO VCLR funzioni senza che le due
periferiche entrino in conflitto tra loro, compromettendo il funzionamento del cronometro.
***************************************************************************************************************************
FASE 1: Effettuata la verifica, procedere con lo smontaggio del mini mouse, assicurandosi di aver tolto le
batterie e scollegato la pennetta bluetooth dal PC. Procedere con loperazione di smontaggio portando a
nudo la scheda del mouse. Loperazione si completa con lo smontaggio del tasto centrale, in modo da
lasciare a vista i contatti.
***************************************************************************************************************************
ATTENZIONE: Per nessuna ragione bisogna scalfire, rompere o tagliare l a scheda del mouse, si
comprometterebbe luso dellapparecchio.
***************************************************************************************************************************
FASE 2: A questo punto prendere due pezzi (circa 30cm) di cavo elettrico 2 x 0,50 +2 x 0,22 (SM-2S4),
meglio se di colori diversi (nel nostro caso Bianco e Rosso) metterli a nudo per un paio di centimetri e
collegarli uno alla volta ai ganci in rame che fuoriescono dalla scheda del mouse. Al fine di assicurarne la



Vespa Cl ub Leoni Rossi ci t t di Gr ot t ami nar da
Vi a Condot t o n 1 cel l . 320 870 44 33

Vespa Cl ub Leoni Rossi
www. l eoni r ossi . t k C. F. 90016030646

9
perfetta tenuta si consiglia di saldare il filo al supporto. In questo modo il nostro tasto destro del mouse
risulta essere composto da due fili il Bianco ed il Rosso.
***************************************************************************************************************************
ATTENZIONE: Si sconsiglia vivamente l a procedura di saldatura a coloro che non hanno sufficiente
esperienza in merito, per procedere rivolgersi a personale specializzato.
***************************************************************************************************************************

FASE 3: Prendere i fili del mouse appena installati lungo laltro capo, metterli a nudo per un paio di
centimetri e collegarli al rel negli switch n 2 e 7, rispettivamente Rosso nel 2 e Bianco nel 7;

FASE 4: Prendere lalimentatore a 12 V, tagliare lattacco e mettere a nudo i cavi per un paio di
centimetri. Lalimentatore sar dotato di cavo Positivo, solitamente indicato con guaina Nera e striscia
Bianca, e di un cavo Negativo con guaina Nera.
FASE 5: Prendere la fotocellula (sensore), mettere a nudo per un paio di centimetri i tre cavi che la
compongono (Marrone Nero Blu) e provvedere a:



Vespa Cl ub Leoni Rossi ci t t di Gr ot t ami nar da
Vi a Condot t o n 1 cel l . 320 870 44 33

Vespa Cl ub Leoni Rossi
www. l eoni r ossi . t k C. F. 90016030646

10
- collegare il Marrone della fotocellula al Nero dellalimentatore, (successivamente coprirli con
del nastro isolante);
- collegare il Blu della fotocellula al positivo dellalimentatore ed inserirli entrambi nello switch n 5 del
rel;
- collegare il Nero della fotocellula nello switch n 8 del rel.
FASE 6: Accendere il PC, collegare il mouse al PC e lalimentatore alla corrente elettrica quindi
ricercare la giusta frequenza per il funzionamento del mouse del CRONO VCLR. Allineare la fotocellula con
il catarifrangente e avviare il programma XN Timer (seguire le impostazioni a pag 5 e 6).

ARRIVEDERCI E BUON DIVERTIMENTO.

Come custodia del sistema
si pensato di utilizzare un
box per CD. Sul sito
www.leonirossi.tk
possibile scari care la
mostrina che riporta le
modalit duso del Crono
VCLR.