Sei sulla pagina 1di 97

LA 3BET PREFLOP

La maggior parte dei frequentatori degli aggressivi six max online sanno di dover variare il loro range
preflop, threebettando - rilanciando - tanto con mani premium quanto senza. Per esemp io sanno che
ogni tanto il caso di rilanciare con suited connectors per "variare", o con mani come AJ "per
equilibrare". Penso per che molti rilancino con mani del genere senza sapere esattamente perch lo
facciano, e che di conseguenza gli possa capitare di scegliere tali mosse nel momento o contro
l'avversario sbagliato. In questo articolo cercher di darvi qualche concetto a cui pensare quando
dovete decidere se rilanciare, chiamare, o lasciare preflop in posizione, basandovi sulle statistiche del
vostro HUD e/o sulle vostre letture dal vivo.
Cominciamo supponendo che siate al bottone in un six max online, e che tutti abbiamo 100bb. Un
giocatore rilancia da due posti a destra del dealer, e voi avete una mano con cui pensate di poter
chiamare o rilanciare. Cosa vi sta passando per la testa? Ecco cosa passa nella mia:
1. Qual il range di apertura di quel giocatore?
Dal hijack - cio la sua posizione in quel momento - alcuni giocatori aggressivi rilanciano con pi del
40% delle mani, mentre quelli iper chiusi sono sul 15% (questi numeri li potete trovare sul hud)
2. Come reagisce questo giocatore alle threebet preflop?
Esistono molte reazioni alle threebet. Certi giocatori non le chiamano mai se sono fuori posizione, ed
anche questo numero visibile nel HUD come Fold to 3 bet %, F3B, dell'80% con una percentuale di 4
bet intorno al 20. Altri invece chiameranno con un range molto stretto, come 66-KK, ATs, AJ , AQ, KQ,
mentre rilanceranno con AA, KK, QQ ed AK, e lasceranno con il resto. Il loro F3B% sar intorno al 75,
con una frequenza di 4bet dell'8% circa. Alcuni di questi giocatori a volte rilanceranno in bluff com mani
come 67s o A8o, abbassando leggermente in questo modo il loro F3B ed alzando la frequenza delle
4bet. Altri, inoltre, chiameranno preflop con gran parte del loro range di apertura, rilanciando solo con le
premuim, ed avranno di conseguenza un F3B del 50% o meno.
2.Come gioca questo avversario postflop?
un giocatore forte che prender dopo il flop quasi esclusivamente decisoni corrette e ponderate?
un robot da multitabling che fa sempre la stessa cosa in ogni situazione? un fish che far
probabilmente molti errori? Quanto spesso lascia dopo il flop in piatti gi threebettati? Quanto spesso
va in continuation bet?
4.Che history avete con l'avversario? Che immagine avete con lui?
Le tre questioni fin qua esposte riguardano le tendenze generali di un giocatore, ma bisogna anche
considerare il modo in cui l'altro ci vede. Quanto spesso gli rilanciate contro? Si stufa quando gli si
rilancia spesso contro, e magari rilancia a sua volta pi spesso, o magari chiama per giocare postflop?
Sta attento ai comportamenti degli avversari, e reagisce di conseguenza? Multitabla per 16 e prende
sempre le stesse decisioni basandosi solo sulla sua mano, piuttosto che sull'immagine che ha con gli
avversari? O gioca solo un un tavolo, e reagisce emotivamente tiltando se le cose vanno male?
Quindi.
Vi dir ora cosa farei io con diverse mani e contro diversi avversari nelle situazioni che ho esposto
sopra. Nelle prime due mani mi concentrer solo sui punti chiave, mentre per la terza spiegher
l'intero processo mentale.
AJo. Il punto chiave qua sapere quanto spesso l'avversario lascia contro una threebet. Se le chiama
spesso (F3B <60%) allora spingo sempre, dato che nel suo range di call ci sono molte mani che
domino, come KJ , QJ , J T, J 9s, ecc. Quando centriamo entrambi la top pair gli prender spesso lo
stack. Al contrario, se invece l'avversario uno che lascia spesso (F3B >80%), non ha molto senso
threebettare con AJ , dato che lascer con molte mani che dominate, e che se decidesse di rilanciare vi
trovereste in una brutta situazione. E, cosa forse ancora pi importante, vi trovereste in una brutta
situazione anche se vi dovreste trovare a giocare postflop con un piatto gi grosso. Penserei, infine, di
lasciare la mano solo contro avversari molto chiusi che aprono (<15%) dal hijack.
87o. Come per la mano precedente, il punto fondamentale sapere quanto spesso l'avversario lascia
di fronte ad una threebet, rispetto a quanto spesso invece apre. Se aprono spesso, diciamo pi del
25%, e lasciano pi del 70% delle volte, anche qua gli rilancio contro sempre per ottenere un buon
guadagno preflop. Contro chi invece apre di meno o lotta di pi, chiamando o rilanciando a sua volta,
lascio questa mano perch troppo debole per pensare di chiamarla contro qualsiasi avversario con
stack da 100bb.
JTs. Nelle due mani precedenti la nostra decisione si basava per lo pi su una singola variabile -
quanto spesso l'avversario lascia contro una three bet. Per questo esempio, invece, dobbiamo
prendere in uguale considerazione tutte e quattro le variabili di cui abbiamo discusso.
1. Range di apertura. Pi aperto il giocatore, pi sar in grado di sfruttarlo approfittando del
vantaggio della posizione. Raramente avr una mano che pu reggere molto se decido di rilanciare
preflop, e raramente centrer mani forti sul flop. Specularmente, contro avversari molto chiusi, che
aprono meno del 17%, posso pensare di lasciare con J T, dato che troppo spesso hanno mani premium.
Contro tutti gli altri, o rilancio o chiamo.
2. Percentuale di fold contro threebet. Non possiamo basare la nostra decisione sul rilanciare o
chiamare solo su quanto spesso l'avversario lascer contro una nostra threebet. Se uno che lascia
troppo spesso possiamo vincere il piatto rilanciadogli contro, ma ci non significa che dobbiamo farlo.
Potremmo riuscire a vincere di pi chiamando preflop, se siamo in grado di batterlo dopo.
3.Giocata postflop. Contro molti avversari scarsi sono pi incline a chiamare qua, per tenere alto il
rapporto tra stack e piatto. Pi grossi sono gli stack rispetto al piatto, infatti, pi complesso diventa il
gioco postflop, e nelle situazioni complesse i giocatori scarsi sono pi inclini di me a commettere errori.
Contro invece avversari pi tosti, e con un alta percentuale di fold contro le threebet, preferisco
rilanciare e cercare di vincere il piatto subito. Contro giocatori scarsi che lasciano spesso contro le
threebet preferisco chiamare per estrarre pi valore. Un esempio sono i giocatori che vanno in
continuation bet pi del 90% delle volte: contro di loro possiamo rilanciare in bluff sul flop, vincendo
cos non solo il rilancio preflop, ma anche quello sul flop.
4. Immagine. Se ultimamente ho rilanciato molto contro un dato giocatore, sono pi incline a chiamare,
piuttosto che rilanciare, dato che J Ts ha un po' di valore e non vorrei dove lasciare in caso lui mi rilanci
contro. Se invece un bel po' che non rilancio lo faccio pi volentieri, dato che facilmente mi metter su
una mano forte e mi regaler il piatto, o se chiama far decisioni sbagliate postflop data la nostra mano
vera.
Non scoraggiatevi se non avete capito tutto dell'ultimo esempio. Cercate per di pensare in modo
analogo ogni volta che analizzate una threebet preflop. La chiave per migliorare imparare ad
analizzare attentamente le mani basandosi sulle conoscenze specifiche che abbiamo di un dato
avversario. Dopo un po' questo pensieri, all'apparenza complessi, diventeranno una seconda natura.
MOSSE COMUNI E MOTIVI PER FARLE
Checkare al turn con punti buoni (TPTK, [top pair top kicker ndt] TPGK [top pair good kicker ndt],
overpair marginali): Il turn spesso il punto in cui la nostra mano o acquista tantissimo valore, o
sprofonda in un pozzo senza uscita. Come gli altri, un giro di puntate che pu essere difficile da
giocare. Checkare al turn con punti marginali o buoni ci permette di:
-Mantenere il controllo del piatto. Una mano come TPTK non va bene per piatti grossi. Checkando al
turn cerchiamo di far rimanere gestibile i piatto.
-Arrivare allo showdown senza spendere troppo. Concetto analogo al precedente, importante.
-Indurre i bluff. Alcuni avversari vedono il check al turn come un segno di debolezza, e puntano al river
con una mano che battiamo e che avrebbero altrimenti lasciato.
La maggior controindicazione, per, che non proteggiamo il punto. Checkando al turn diamo una
carta gratis, o economica, ad un avversario che probabilmente ci dietro. comunque consigliabile, a
volte, rinunciare ad un po' di equity nel presente per guadagnarne un po' nel futuro, quindi la mossa va
spesso bene. Con un punto come TPTK e TPGK siamo generalmente molto avanti o molto indietro,
quindi arrivare allo showdown senza spendere troppo conveniente.
Aprire puntando con mani buone: Come posso puntare con il nuts qua? Come? Cio, sono nuts,
devo stare calmo. Questo quello che spesso pensano molti principianti. Nota: LO SLOWPLAY NON
VA QUASI MAI BENE. Quando si floppa una mano buona, come un colore, una scala, un set, la cosa
migliore puntare, puntare, puntare. Ecco perch:
-Mano grossa, piatto grosso. Per ottenere un piatto grosso bisogna puntare.
-Ingannare gli avversari: chi si giocherebbe cos il nuts? Non pu avere poker qua, perch ha appena
puntato sul flop. Oh, caro donk, preparati ad una sorpresina.
-Con le scale ed i colori, alcune carte possono bloccarvi l'azione. Se avete colore, ed il turn una
quarta carta dello stesso seme, difficilmente qualcuno chiamer pi. Stessa cosa con la scala.
Metteteci dei soldi finch avete un buon punto.
-Cosa pi importante secondo me: SE IL VOSTRO AVVERSARIO NON CHIAMA UNA PUNTATA AL
FLOP, NON CI SONO MOLTE CARTE AL TURN CHE GLI FAREBBERO CHIAMARE DA SOTTO.
Certo, non sempre cos, ma comunque molto spesso. Una linea di check/call ripetuti, poi, sospetta,
e lo ancora di pi dopo una puntata preflop ed un buon flop.
Progetti: la maggior parte dei giocatori hanno massime semplici come non andate all in in pesca o
simili. I progetti, per lo pi, devono venir giocati in maniera aggressiva, o non giocati. Alcuni, come le
scale bilaterali, i 4/5 di colore con coppia, i 4/5 di colore nut, hanno pi di 15 out, ed al flop, anche se di
poco, sono sopra. Quando si floppa un progetto la cosa migliore puntare, e se un progetto di punto
forte, mandare i resti. Ecco perch:
-Ingannare gli avversari. In pochi si aspettano che abbiate un colore dopo che avete puntato tutto il
tempo.
-Aumentare il piatto. Con la dead money di quelli che hanno chiamato, avete un'equity vantaggiosa, e
dovete approfittarne. piacevole, inoltre, avere un piatto grosso quando centrate il punto.
-Immagine. Se qualcuno nota che che puntate grosso in pesca, potrebbero prendervi per esaltato, e
darvi corda. Ed avere azione con mani grosse divertente.
Queste sono alcune delle domande pi frequenti, e delle nozioni pi importanti, che ho trovato nella
sezione SSNL. Un paio di altre cose:
-Nuovi arrivati, o lettori che non hanno mai scritto: so che possiamo sembrare acidi e meschini, ma
davvero non lo siamo. Non abbiate paura a porre domande, o a chiedere chiarimenti su alcune giocate.
Siamo qua per dare consigli, e ci piace farlo. Se poi ritenete che qualcuno abbia fatto delle scelte
sbagliate, ditelo. Non mi importa se David Sklansky in persona che ha messo la mano. Se ritenete
che abbia sbagliato, ditelo. Saremo pi che felici di spiegarvi perch crediamo di avere ragione, se voi
fate lo stesso. Le grandi discussioni, qua, mi hanno insegnato molto.
-Letture. Le letture sono una parte del poker importante e spesso sottovalutata. Se notate qualcosa,
prendetene nota. Pi informazioni si hanno sugli avversari, meglio . Passate del tempo a cercare di
capire cosa fanno gli altri, ed usate le vostre letture per approfittarne al meglio. Aiuta davvero molto.
-Prima di postare una mano, date un'occhiata ai post recenti per vedere se ce n' gi una simile. Se
avete dei dubbi su come giocare TT come overpair fuori posizione, pu essere che qualcuno abbia gi
risposto allo stesso dubbio.
CONCETTI BASE: IL FLOATING E IL POT CONTROLL
Floating
In termini generali, floatare significa chiamare una puntata in posizione su un giro di puntate, di solito il
flop, con l'intenzione di puntare dopo de le condizioni diventassero favorevoli. Di solito l'obbiettivo del
float di far lasciare una mano marginalmente migliore, o di estrarre valore con una mano marginale.
Contro chi conviene floatare?
Ho scoperto con l'esperienza che i migliori avversari per il float sono i TAG che riescono a lasciare
quando sanno di essere sotto, ed i giocatori che vanno abitualmente in continuation bet (Tranne me.
Non floatatemi mai.)
Con che mani conviene floatare?
Teoricamente credo che si possa farlo con qualsiasi mano. Secondo me, per, la cosa migliore farlo
con coppie coperte medio-basse, o con coppie medie sul board, o progetti buoni ma non fortissimi.
Secondo alcuni si tratta di puntate per valore, ma per me floating.
Esempio:
Full Tilt Poker
No Limit Holdem Ring game
Blinds: $0.50/$1
6 players
Stack sizes:
UTG: $95.25
UTG+1: $146.95
EMc: $99.50
Button: $34.45
SB: $69.25
BB: $51.75
Pre-flop:(6 players) EMc is CO with 6c6f
UTG folds,UTG+1 raises to $3, EMc calls,3 folds.
Flop:8p8c2f($7.5, 2 players)
UTG+1 bets $4, EMc calls.
Turn:c($15.5, 2 players)
UTG+1 bets $7,EMc raises to $21, UTG+1 Folds
Pot control
Il pot control l'idea di controllare la dimensione del piatto, che sia per ingrandirlo o per mantenerlo
piccolo.
Nel suo little green book Phil Gordon ha un proverbio, ipersemplificato ma importante: Mano piccola,
piatto piccola, mano grande, piatto grande. Il pot control riguarda il gestire la dimensione del piatto, ma
di solito quando se ne parla si intende il mantenerlo piccolo, o gestibile.
Perch usare il pot control
Come accennavamo sopra, certe mani giocano meglio con un piatto piccolo, certe con uno grande.
Tenere il piatto piccolo nei primi giri di puntate rende pi piccole le puntate stesse quando si ha una
mano marginale, in modo da non alzare troppo il livello dello scontro quando non si sicuri di vincere.
Quando applicare il pot control
Le migliori occasioni per controllare il piatto sono le mani con buon valore di showdown, ma con le quali
non il caso di avere troppa azione. Funziona bene anche contro avversari pi chiusi che spesso non
chiamano con le stesse schifezze con cui lo fanno i fish. Le situazioni migliori sono quell e in cui si
molto sopra o molto sotto.
Come metterlo in pratica
Spesso, quando si in posizione, la scelta migliore checkare dietro se il board non presenta troppo
progetti, o se non si vulnerabili. Oppure si pu chiamare, invece di rilanciare, quando siamo il PFR e
ci puntano contro. Quando si fuori posizione, invece, si pu ridurre la dimensione della puntata, o
andare in check/call.
Qualcos'altro?
importante sapere quando usare il pot control, e non sacrificare in suo nome delle evidenti puntate
per valore. A volte, per, si vuole solo arrivare allo showdown, ed qua che entra in gioco il pot control.
E per ingrandirlo, il piatto?
Quando si ha una mano forte, bisogna puntare forte, ma occorre farlo in modo sicuro e chiaro. Serve
puntare nei primi giri quanto basta per rendere sconveniente inseguire dei progetti, ma tenersi
abbastanza stack per poter continuare a puntare dopo.
Esempio. L'avversario qua un TAG 22/10. Multitabla, e non troppo scarso.
Full Tilt Poker
No Limit Holdem Ring game
Blinds: $.25/$.50
6 players
Converter
Stack sizes:
UTG: $35
UTG+1: $20
Hero: $50
Button: $15.50
SB: $47.75
BB: $121.85
Pre-flop: (6 players) Hero is CO with AqQp
UTG calls, 1 folds,Hero raises to $2.5, 2 folds, BB calls.
Flop: Ap8f2q
BB checks,Hero bets $4,BB calls.
Turn: 3
BB checks, Hero Checks
River: 9q($13, 2 players)
BB Bets $10, Hero Calls
Results:
BB shows AcKf
Qua ho checkato al turn per tenere il piatto piccolo e gestibile, dato che ero o molto sopra o molto sotto.
Certo, ho perso lo stesso, ma ho limitato al massimo la perdita.
CONCETTI BASE: 3BETTARE LIGHT
Per prima cosa, suppongo, dobbiamo capire che cos' una threebet: si tratta di un termine usato in
questo caso per il preflop (anche se si pu anche riferire al postflop), ed sostanzialmente un semplice
rilancio. Se per esempio UTG punta 4bb ed io in UTG+1 rilancio a 12bb, beh questa una threebet.
Ok, cosa significa allora light, leggero? La maggior parte dei giocatori, una volta che cominciano a
giocare a poker a un livello decente, tendono a rilanciare (cio threebettare) solo con mani molto forti,
come QQ+, ed a volte AK, e basta. Threebettare leggeri significa farlo anche con qualche mano pi
debole, come AQ, 66, 78s, eccetera.
Perch lo facciamo?
Abbiamo alcuni buoni motivi, ed i principali riguardano l'immagine, la shania, il metagame, ed il bet/call
delle cbet, che tutti assieme ci portano ad incrementare i nostri guadagni.
Sono certo che tutti sostengono che mandare i resti con un combodraw una buona mossa perch in
tal modo si possono giocare cos anche i set, che verranno quindi pagati senza esitazione. Ora,
scusatemi, ma si tratta davvero di c****te. I buoni giocatori sanno perfettamente quello che fanno, e
quelli scarsi in ogni caso non lasciano con TP+. Per non menzionare che le gente generalmente
troppo impaurita per giocarsi i set superveloci.
MA quando threebettiamo light influenziamo molto l'immagine che l'avversario ha di noi. Quando
arriviamo allo showdown con 79s dopo aver threebettato preflop, l'altro ci prender per maniac, ma lo
stesso non avr idea di come rispondere. Di base comincer a chiamare molto pi spesso, e noi
dovremo di conseguenza adattare la nostra frequenza di threebet.
Ed ora sul punto cbet=$$$. Sappiamo che se rilanciamo preflop e cbettiamo come al solito sul flop,
generalmente veniamo chiamati da bottom pair, gutshot, eccetera. Qualsiasi schifezza. Dopo tutto,
abbiamo AK, no? MA nei piatti rilanciati le cose vanno diversamente. Di colpo tutti vi fanno AA. Quindi
chiamano pre perch credono di avere buone implied odds con il loro 78s, o 22, ma poi check/foldano il
flop quasi sempre, a meno che non centrino set, doppia, eccetera.
Nota importante sulle continuation bet nei piatti con rilanci
NON PUNTANTE QUANTO FARESTE IN UN PIATTO NORMALE! Le cbet nei piatti con rilanci
dovrebbero essere tra la met ed i due terzi del piatto, NON di pi. Le ragioni sono che normalmente o
non avete nessun punto perch state threebettando light e puntanto meno basta vincere il piatto meno
volte per rendere vantaggiosa la mossa, o abbiamo una mano fortissima, ed a causa del rapporto tra
piatto e stack possiamo finire facilmente ai resti puntando poco.
Contro chi, con quali mani, ed in che posizione si threebetta light?
La cosa fondamentale, quando si threebetta light, sono le letture. Per prima cosa dovete sapere quanto
largo il vostro avversario apre: non ha senso threebettarlo light se un 60/5 preflop, o anche un 11/3.
Quelli che vi interessano sono i 30/20, o i TAG 22/17. Un 70/50, invece, rilancia troppo spesso, ma
chiama anche troppo, e non lascia contro le cbet, e non quindi un buon bersaglio.
Cercate anche di capire con che range chiamno le threebet, e come giocano postflop dopo aver
chiamato. Se chiamano molto pre e poi giocano fit or fold, andate di threebet. Se invece fourbettano
light e bluffano in check-raise su molti flop, lasciate stare.
Si tratta per lo pi di senso comune, ma MOOLTO importante.
Le mani con cui conviene threebettare sono quelle che POSSONO farvi vincere un bel piatto. Quindi
78s, 33, ecc. E poi mani con buon valore allo showdown, come AQ, KQs, eccetera.
La posizione anche molto importante. Ricordate che la gente molto pi aperta dal bottone che da
utg. In posizione, poi a volte si pu checkare dietro per controllare il piatto.
Qualcos'altro?
Uno dei punti chiave nel threebettare light giocare bene nei piatti con rilanci, e per far ci servono le
letture. Bisogna capire bene, poi, la propria immagine ed il controllo del piatto. Vi consiglio davvero di
provare ed esercitarvi, magari scendendo di livello se la cosa vi impressiona.
Ora dovrei mettervi delle mani d'esempio, ma la cosa bella delle threebet leggere che si fanno la
maggior parte dei soldi quando tutti lasciano pre, o contro la cbet sul flop, e non ha molto senso che
posti una mano del genere. Ecco invece alcune mani che ho vinto perch ho threebettato light.
Questo qua un TAG 23/16, contro il quale avevo threebettato light tutto il tempo. Alla fine l'ho fatto
tiltare:
Full Tilt Poker
No Limit Holdem Ring game
Blinds: $1/$2
6 players
Stack sizes:
UTG: $214.90
UTG+1: $142
CO: $218.55
Button: $343.10
SB: $147
Hero: $484.30
Pre-flop: (6 players) Hero is BB with Tc J c
UTG calls, 2 folds, Button raises to $9, SB calls, Hero raises to $38, 2 folds, SB calls.
Flop: 5c Tp 8f ($87, 2 players)
SB checks, Hero bets $109, SB calls all-in $109.
Turn: 2c ($305, 1 player +1 all-in - Main pot: $305)
River: Kf ($305, 1 player +1 all-in - Main pot: $305)
Results:
Final pot: $305
SB showed 9q 8q
Hero showed Tc J c
Notate quanto sbagliato il suo call preflop. Se ho una mano forte, fottuto. Se ne ho una scarsa
posso comunque floppare meglio di lui, e se non centra il flop e lo centra solo una volta su tre lascia
contro la mia cbet.
Anche questa contro un TAG 22/16. Credo posti anche su 2+2. Si tratta di un classico esempio di uno
che non sa giocare nei piatti rilanciati. Certo, nella mano in questione ho AA, ma se non avessi
rilanciato continuamente con 56s e 22 dubito che avrebbe giocato la mano allo stesso modo.
Full Tilt Poker
No Limit Holdem Ring game
Blinds: $1/$2
5 players
Converter
Stack sizes:
UTG: $42
CO: $254.90
Button: $59.10
SB: $198
Hero: $201.70
Pre-flop: (5 players) Hero is BB with Aq Ap
2 folds, SB raises to $6, Hero raises to $18, SB calls.
Flop: Tq 4q 7f ($36, 3 players)
SB checks, Hero bets $25, SB calls.
Turn: 6f ($86, 3 players)
SB checks, Hero bets $65, SB calls.
River: 2p ($216, 3 players)
SB checks, Hero is all-in $93.7, SB calls all-in $90.
Uncalled bets: $3.7 returned to Hero.
Results:
Final pot: $399.7
Hero showed Ad As
SB mucks J h Tc
POKER E MATEMATICA: CONTARE LE COMBO
facile: contate le carte rimanenti e moltiplicatele tra loro. Per esempio: Flop A76, voi avete QQ. In
quanti modi il vostro avversario pu avere AK? Tre assi moltiplicati per i rimanenti quattro re, uguale
dodici modi. Quindi, analogamente, quarantotto per AT+. E 67? 3x3=9 modi.
Dopo un po' che farete calcoli di questo tipo comincerete ad avere alcune idee di base. Per esempio,
su molti flop ci sono molti progetti di scala. Su A67, ci sono 48 modi diversi per avere una bilaterale (98,
45, 85, ciascuna in sedici modi diversi), e 64 per la scala bucata (T9, 43, 84, 95, anche qua ciascuna in
sedici modi diversi). Sono 112 possibili progetti di scala. Ok, 94, 84 e 85 non sono molto realistici, ma
avete capito il concetto.
Proviamo con AA su flop rainbow QJ J . Avete rilanciato pre e puntate. L'altro chiama. Siete sopra, di
solito?
Supponiamo che il suo range preflop sia 22+, A8+, K9+, Q9+, J 9+, T8+, 98, 76. La prima cosa che
noterete sono i modi in cui pu avere top pair. AQ=6 modi (perch ci sono ancora due assi e e tre
donne), KQ=12 modi, QT=12 modi, Q9=12 modi. Quarantadue diverse possibili top pair. E i progetti di
scala? Trentadue per una bilaterale 8 AT, 8 AK, 16 T8. 16 per K9 ed altrettanti per 98. Sono
novantasei possibili progetti di scala. Notevole, no?
E trips o pi? In 4 modi pu avere AJ , in 8 Kj, in 3 QQ, in 6 QJ , in uno solo J J , in 8 J T, in 8 J 9. Totale,
38 possibili trips, full, o poker. Quasi altrettanti che quelli per la top pair.
Per quanto riguarda le altre mani: supponiamo che, quando puntiamo al flop, lascer con 22-88/A8/A9.
Rimangono quindi 6 diversi KK, ed altrettanti per TT e 99. 18 in totale.
Sommando tutto viene fuori che siamo davanti a 156 combo e dietro a 38.
I range e le combinazioni.
L'esempio di sopra un po' pi illuminante, almeno per me, riguardo alla reale distribuzione delle mani
dell'avversario, rispetto ad un semplice ha questo range.
Se osservate solo i range, possiamo con un'analogia dire che state osservando una fetta di pane,
mentre chi usa le combinazioni osserva quella fetta con un microscopio, e vede tutte le sue
componenti. Ok, forse stupida come analogia.
Le letture e le combinazioni
Potreste ribattere: Ma ho le mie letture. Non ho bisogno di contare nessuna stupida combinazione.
Le letture, secondo me, hanno gravi limitazioni e non funzionano quanto crediamo per valutare la forza
della mano del nostro avversario postflop. I motivi sono probabilmente ovvi, ma li elencher lo stesso:
1. Dimensioni del campione: Supponiamo di avere 300 mani contro un dato avversario (e sono
molte ai micro-stake, perch a differenza che ai mid- o high-stakes non incontriamo spesso le
stesse persone). Supponiamo che questo abbia un VPIP del 20 ed un WTSD del 25. Questo
significa, al massimo, che avete visto 15 showdown nei quali ha messo denaro preflop nel
piatto, escludendo i check da bb. Avete quindi evidenza diretta di 15 mani. E cosa vi dicono 15
mani? Pochissimo. Leggete avanti per capire perch.
2. Le dinamiche preflop. A volte un avversario il preflop raiser, a volte il caller, e questo
influisce sul modo in cui gioca la mano postflop. In altre parole, potrebbe giocare TT in modo
diverso, su un flop Q67 con due colori, rispetto a come la giocherebbe se avesse rilanciato pre.
3. Numero di avversari postflop. Il modo in cui un avversario gioca una top pair, un progetto, o una
moster potrebbe cambiare tra multiway e heads up.
4. Trama del board. Ci sono all'incirca 17.000 diversi possibili flop heads up (credo). Le nostre
letture sono basate su una minuscola percentuale di quei flop, quelli che il nostro avversario ha
visto. Giocherebbe allo stesso modo su tutti i flop? La nostra lettura su come gioca un set si
basa probabilmente su una o due combinazioni di flop.
5. Posizione. Il modo in cui un avversario gioca una mano varier a seconda che sia fuori
posizione, dal bottone, o in buona o cattiva posizione relativa.
6. Situazioni da steal. Un avversario potrebbe chiamare di pi, o essere pi aggressivo in
situazioni buone per rubare.
7. La vostra immagine. Si tratta, dalla mia esperienza, di un aspetto molto importante. Quando mi
sono chiuso nelle mie ultime 100k mani (il mio VPIP sceso a crca 14 o 15) ho avuto
l'impressione di prendermi molti cooler. E forse era anche cos, ma quello che stava
probabilmente succedendo era che i miei avversari giocavano in modo diverso contro di me che
contro gli altri. Quindi magari una TPGK la giocava rapidamente contro un altro giocatore, ma
con cautela contro di me. I set, invece, li giocava probabilmente molto aggressivo.
Teoremi e giocate generali dei micro-stakes e combinazioni.
Molto spesso i giocatori dei micro stakes fanno le stesse mosse. Minraise con set, slowplay con colore
nut floppato, nessun check-raise in bluff al river, vi mettono su AK, non foldano i full (teorema di Zeebo)
rilanciano al turn con pi di top pair (teorema di Baluga), eccetera.
Per queste situazioni, quindi, contare le combinazioni meno importante.
Il valore non cos ovvio del calcolo combinatorio.
Quindo, supponendo che siate arrivati fino a qua, potreste pensare Non esiste che mi faccio tutti sti
calcoli al tavolo. Non ho un timebank di due ore per mano.
L'idea infatti di riguardarsi le mani giocate e studiarsi le combinazioni per capire se si ha preso la
decisione corretta. Dopo essersi esercitati in tal modo per un po' il conteggio diventer molto pi veloce
ed intuitivo perch avrete gi visto molti scenari simili. Contare le combo di top pair sul flop, per
esempio, non vi coster troppa fatica. Con un po' di pratica comincerete a vedere le cose in modo pi
approfondito, diventerete pi forti ed il vostro gioco si avviciner all'ottimo teorico. State cio
exploitando i vostri avversari basandovi sui diversi modi in cui possono avere una mano, e dato che
giocate sulle loro carte e non sulle vostre, per loro exploitare voi diventer molto pi difficile.
Un esempio: dopo aver passato moltissimo tempo su pt, anche troppo, ho notato che troppo spesso mi
capitavano mani di questo tipo:
UTG-MP tag rilancia preflop, ed io chiamo con una coppietta, per set value. Heads up, flop A62
rainbow. Check-cbet-foldo perch non ho settato.
Dopo un po' di calcoli con le combinazioni, ho capito che l'avversario non aveva, la maggior parte delle
volte, una coppia d'assi o pi. Ho cominciato quindi ad andare in check-raise, o a rilanciare da LP,
facendolo in modo che fosse vantaggioso rispetto alla dimensione del piatto.
A questo punto non stavo pi giocando la mia mano. Logicamente se faccio una cosa del genere
cinque volte di fila l'altro verosimilmente si adatter, ma d'altra parte anch'io posso floppare set/doppia
coppia, eccetera.
E sui turn ed i river, il vostro gioco diventer immediatamente molto pi tosto. Se arrivo ad un river
sapendo che l'altro pu avere 70 diverse mani migliori e 40 peggiori, ma solo 24 monster, posso
giocare in modo abbastanza aggressivo da farlo foldare pi spesso di quanto dovrebbe.
Un'altra cosa che capirete giochicchiando con Pokerstove quanti pochi plausibili progetti di colore pu
avere l'altro rispetto alle altre mani. Per qualche ragione il nostro cervello scova subito i progetti di
colore, nonostante questi siano, in effetti, solo una piccola parte delle sue mani possibili.
Pesare
Solo perch uno ha un range di XYZ, non significa che X sia altrettanto probabile che Z. Quindi, con
pokerstove, studiate una per una le varie possibilit con cui pu avere una mano, e le pesate nel modo
corretto. Se quindi nel suo range c' Kto, ma raramente date le mosse pre e post flop, posso per
esempio ridurre le combinazioni da 12 a 2, selezionando solo KcTq e KfTc.
Attenzione
Dal NL10 in gi, dove i nostri avversari sono raramente impegnati nel processo denominato pensare,
state molto attenti a non bluffare quasi mai. Al NL25 ci sono alcuni tag, ed al NL50 ci sono molti tag
pensanti. Tenetelo presente.
GIOCARE KK
Giocare KK di solito molto semplice, e non mi dilungher troppo sulla linea standard da tenere che
a scanso di equivoci rilanciare preflop e puntare per valore flop turn e river.
Mi concentrer invece su alcuni tipici problemi che possono presentarsi con questa mano, lasciando il
pi comune per ultimo perch, anche dopo 2MM+di mani ho ancora diversi dubbi al riguardo. Sono
lento ad imparare immagino :)
I: Giocare KK preflop
1. Da qualsiasi posizione, primo ad entrare.
Rilanciare. Non c' molto altro da dire, rilanciate sempre qualunque sia il vostro rilancio standard. Ma
dato che sono un grafomane, dir ancora due cose:
a) Con stack deep.
I piatti trheebettati finiscono per presentare rapporto tra stack e piatto un po' fastidiosi per una semplice
overpair. Se rilanciate a $1,75 al NL50, vi threebettano a $6 e decidete di limitarvi a chiamare, il piatto
sar di $12 o $12,75, e voi, se siete partiti con 200bb, avrete $94 dietro. La SPR sar quindi di 7,5,
esattamente la situazione pi fastidiosa per una singola coppia. Per questo non mi dispiace l'idea di
ridurre un po' le dimensioni del rilancio iniziale quando si gioca deep stack. Se rilanciate a a $1,5 e
venite threebettati da uno che clicca il pulsante pot su full tilt, il suo rilancio sar di circa $5,25, per un
piatto di 10,5 o 11 ed una SPR di circa 9. Scendendo ancora a $1,25 la threebet diventa di $4 ed il
piatto di $8 con $96 dietro. Si arriva quindi ad una SPR di circa 12, che ci permette pi spazio di
manovra e consente, in caso, degli hero-fold.
Quando mi trovo in un tavolo deep stack infestato da reg, riduco le dimensioni dei miei rilanci. Lo faccio
perch il mio edge ridotto (se non nullo, dato che molti reg sono pi forti di me), e traggo pi
vantaggio da SPR gestibili di quanto non ne traggano i reg migliori di me. Mi d anche la possibilit,
vantaggiosa, di aprire con un range pi largo. Se sentissi di avere un edge sul tavolo la SPR pi bassa
mi andrebbe benissimo, perch rendendo il gioco pi difficile farebbe commettere ai miei avversari pi
errori e pi gravi. Di certo non il caso di variare le dimensioni dei rilanci se avete visto al vostro tavolo
gente che manda i resti con top pair per 200bb.
b) Con stack effettivi minori di 80bb
Non inventatevi cose strane. Mandate i soldi il pi presto possibile. Rilanciare e pushate la threebet
preflop. Non pensate a chiamare per vedervi il flop, non pensate a foldare, spingete e basta. Se aprite e
trovate un solo call con 80bb di stack, l'SPR sar intorno a 12, e potete, in teoria, foldare se trovate
aggressivit. Ma non sono sicuro che sia la scelta migliore, ed anzi credo che giocarsi lo stack su
praticamente tutti i flop, esclusi i peggiori, sia +EV.
2. Da qualsiasi posizione, dopo dei limp
Rilanciate pi del solito. Se sono in set mining, fategliela pagare. Lo scenario ideale quello in cui i
limper hanno una grande differenza tra il VPIP ed il PFR, ad indicare una passiva tendenza a chiamare.
Tale differenza da considerarsi grossa se almeno met del VPIP. Normalmente cerco di ricordarmi
di rilanciare di 5bb, pi uno per ciascun limper.
3. EP e MP, contro un rilancio UTG o UTG+1.
Bui a parte, questa la decisione pi difficile da prendere preflop con KK. In un certo senso facile,
perch bisogna threebettare perch KK verosimilmente la mano migliore, ed il call darebbe implied
odds alte a chi parla dopo e sarebbe invitato a chiamare. Ma anche una decisione difficile, perch
sostanzialmente ci siamo obbligati, non stiamo scegliendo niente. Chiamare in questo spot quasi
sempre sbagliato.
4. In LP contro un rilancio.
Nel cutoff possiamo pensare di chiamare, pur essendo molto meglio threebettare se qualcuno dei
giocatori che devono ancora parlare ha una forte tendenza a chiamare, che sia un reg capace o un fish
loose. Se c' qualche probabilit che il bottone chiami dietro threebettate il pi spesso possibile.
Al bottone possiamo invece chiamare. Quando conviene? Detto in breve, quando la posizione e le
statistiche di chi ha aperto il piatto indicano che threebettare KK significa andare per thin value.
KK per thin value: supponete che il primo rilancio venga da un reg solido con statistiche generali di 11/9
(hmm...vi ricorda qualcosa?). Conosce il valore delle posizioni, quindi il suo range di apertura da UTG
di circa 7%. Pokerstove ci dice che il 7% 88+, AQo+, ATs+, ma noi sappiamo che preferisce andare
in set mining, quindi possiamo cambiare questo range in 66+, AQo ed AQs. Supponiamo che chiami la
threebet con QQ, J J , e qualche combo di AA e KK. Si tratta di meno dell'1.4% delle mani totali. Siamo
sopra di pi del 60% contro il suo range di call, ma il suo range di call solo 1/5, circa, di quello di
open, quindi l'80% delle volte folder. Supponiamo che four-betti con alcune combo di AA ed alcune di
AK (che metter in pokerstove come AKs). In tal caso abbiamo il 60% di equity l'1,4% delle volte (meno
del 20% del range di open con cui chiama), ed il 37% lo 0,5% delle volte (meno del 7% del range di
open con cui four-betta) ed il resto delle volte folda e vinciamo 3.5bb.
Se chiama abbiamo il 60% di equity. Se supponiamo un piatto medio di 100bb, che parecchio,
vinciamo il 60% di $25 al NL50, o $15 circa il 20% delle volte.
Se supponiamo che gli stack vadano dentro quando ci four-betta, perdiamo il 63% di 100bb, o $31,5
circa il 5% delle volte.
Vinciamo 5bb ogni volta che la nostra threebet chiude la mano.
In dieci iterazioni vinciamo $30 quando chiama, $18,75 quando tutti foldano, e perdiamo $15,75
quando 4-betta. Il guadagno netto di $33, o 3.3ptbb/6bb/mano.
Si tratta di calcoli di equity molto, molto MOLTO grezzi, che ignorano molti fattori. I suoi range, per
esempio, sono pi facili da giocare rispetto ai nostri. Quando flatter con QQ perder un piatto pi
piccolo di quello che vincer, in media, quando flatter con AA. Capite il senso quindi c' valore
anche nel threebettare un raiser nitty UTG, ma siamo in territori di valore pi sottile. Di certo non fat
value.
Al NL 50 i migliori reg vincono in media 4.5ptBB, o 9bb/mano con KK. Quindi, in termini di valore,
threebettare un reg nitty che apre UTG sotto la media. Ma NON PER QUESTO SBAGLIATO.
solo sotto la media per i migliori reg del NL50.
Ma ora dovete chiedere a voi stessi: Voi stessi: se chiamo, qua, posso vincere in media pi di
6.6bb/mano, che sarebbe pi o meno lo scenario migliore se threebettassi 'sto nit? Scommetto che la
vostra risposta s. Se lo flattate tenete dentro la parte del suo range che battete, rimanendo con un
71% di equity. La vostra mano, inoltre, sottorappresentata, siete in posizione la maggior parte delle
volte il suo range sar facile da giocare. Certo, un asso al flop migliora il 40% del suo range e vi
metterebbe nei guai, ma succede solo di rado.
Un ulteriore aspetto da considerare, infine, per decidere se threebettare o chiamare, se uno o
entrambi i bui chiameranno dietro. Un piatto a tre con KK non ci dispiace troppo, ma uno a quattro
assolutamente da evitare. Ma se uno dei due un incapace siamo in una buona situazione: il not
stretto tra il buio e noi, quindi tendenzialmente giocher in modo diretto, ed avremo posizione contro un
incapace in un piatto grosso. Quando studiate la situazione, quindi, state particolarmente attenti al
grande buio, che ha un grosso incentivo ad entrare nella mano. Se un fish, chiamare merita ancora di
pi per farlo restare in gioco. Se entrambi sono loose e scarsi invece vi conviene threebettare, ed
insultarvi per la pessima seat selection.
Dai bui
Siete fuori posizione, il che un grave problema, e vi conviene molto threebettare. Le uniche volte in
cui posso considerare di chiamare quando il rilancio sembra uno steal di uno che lo fa con range
molto largo e che folda spesso alle threebet. In tal caso posso chiamare per tenere dentro quella parte
del suo range che distruggo. Ma anche in casi del genere di solito threebetto, semplicemente perch
sul lungo periodo devo mostrare dei KK threebettati per far capire agli avversari che non lo faccio solo
con schifezze.
Mandare la vasca preflop con KK
Nelle ultime analisi che ho fatto per gente a cui ho controllato questo dato, TUTTI erano negativi negli
all in preflop con KK. E tutti lo facevano indiscriminatamente. Ne ho appena fatta una, in particolare, di
un reg solido e molto conosciuto del NL100. Aveva uno stile molto aggressivo preflop, e mandava i resti
con AA, KK, QQ, J J , AK molto spesso ed AQ e TT un bel po', oltre ad altre mani random qua e l.
Calcolando l'EV adjusted perdeva sempre quando era contro full stack, eccetto naturalmente quando
aveva AA.
Date un'occhiata al vostro database e vedete con cosa la gente va all in. A meno di situazioni
particolari, i full stack lo fanno solo con AA e KK, e la cosa vale anche per gli incapaci che giocano
72/41.
Dovete quindi semplicemente smettere di vascare KK preflop? NO! Dovete invece creare situazioni
inusuali dove possiamo farlo ed essere percepiti come pi light. Vascare con KK va bene, ammesso
che stiamo 4-bettando un range ragionevole. La lacuna della maggior parte dei giocatori non di
vascare indiscriminatamente KK preflop, ma che non 4-bettano un range abbastanza largo. Chiamare
una 5-bet all in con KK sar +EV solo se potete convincere alcuni avversari che alcune volte potete 4-
bettare light. Altrimenti la maggior parte delle volte vi gireranno AA.
Sentite, anche un incapace capisce che avete solo AA o KK quando 4-bettate. Quello che dovete fargli
capire che potete farlo, per poi chiamare o foldare, con un range pi largo. L'incapace non
abbastanza furbo da capire che scegliete con cura gli spot, e far generalizzazioni troppo vaghe sul
vostro gioco. Mettiamo per esempio che siate al bottone e nei bui ci sia uno che threebetta come un
pazzo (diciamo una stat di threebet del 6%).Voi rubate, lui threebetta, e voi four-bettate. Non c' nessun
risultato negativo perch l'altro vede la vostra mano in un modo particolare. Se four-bettate, per dire,
77, e poi foldate, l'altro vedr la vostra mano e dir, haha, stava cercando di resistere ma poi
scappato come un pollo, o qualcosa del genere. La prossima volta che lo threebettate, quindi, penser
che voi siete quello che folda alle four-bet. Ragionamento analogo se 5-bettate all in con A7s, AK, J J ,
ed arrivate allo showdown.
Dovete quindi costantemente manipolare la vostra immagine al tavolo. Se siete stati card dead, ed un
nit rilancia UTG, voi threebettate, e lui four-betta, il suo range molto pi stretto di quando lo fa dopo
che avete threebettato qualcuno in tutte le ultime tre orbite. Dovete tenere sempre in gran
considerazione la vostra immagine.
Quindi? Devo foldare KK preflop?
Non normalmente. Ci sono situazioni in cui va bene, ma non mi piace troppo come mossa. Se vi trovate
a pensare di foldarla, avete quasi certamente giocato male.
Cosa intendo? Beh, supponete che il raiser UTG con statistiche 11/9 rilanci, voi threebettate, e lui four-
betta. Ora pensate, ocazzo, eccolo che ha davvero AA. E vi viene la tentazione di un hero fold.
Sbagliereste? Forse s e forse no, ma se ci pensate vuol dire che avreste dovuto flattarlo. Il vostro
errore stato non creare una situazione dove avrebbe potuto four-bettare light.
Ci sono situazioni dove pur giocando bene si pu foldare, ma sono molto rare, per esempio che il nitty
di qua sopra rilancia, voi lo threebettate, un'altro four-betta ed il primo manda i resti. Qua,
semplicemente, non siete mai buoni. Ma d'altra parte non mi ricordo di uno spot del genere nell'ultimo
mezzo milione di mani, quindi non proprio una situazione quotidiana, ed anche se vascate sapendo
che uno dei due ha AA comunque il vostro winrate cambia pochissimo. Quindi che problema c'?
Ridete e chiamate giusto per divertirvi a vedere un all in AA vs KK vs QQ (seriet 32,64%).
Seconda parte postflop
1.Esaminare le tendenze dell'avversario
Ci sono alcune sovrapposizioni (tutti cercano il set) ma, in generale, flop diversi aiutano avversari
diversi.
Ecco quello che secondo me un tipico range di call per uno che gioca 32/12 con threebet bassa.
22-QQ
A5o+, A2s+
Kto+, K9s+
Qto+Q8s+
J to+, J 8s+
43s-KQs
64s+
Ci sono moltissime variazioni possibili sappiamo che ci sono quelli che non folderanno mai un asso, e
quelli che non molleranno mai due carte suited. Aggiungete simili descrizioni alle vostre note sui
giocatori particolarmente loose, perch dovete imparare a distinguerli.
Ecco un tipico range di call per un LAG 22/17 con threebet alta:
22-TT, forse J J
Suited connectors: 67s-J Ts
Nei piatti multiway il range si pu allargare un po', per includere a volte ATs, AJ ed AQ, ma non di pi.
I TAG ed i nit sono fortmente sbilanciati verso 22-TT con qualche suited connector qua e l.
Esaminate la trama del board
Per semplificare l'esposizione divideremo i board in alcune categorie: A-high, alti e connessi, bassi e
connessi, e bassi e rainbow.
a. Board alti e connessi per esempio QqJq6c. Ecco la nostra equity rispetto alla sua.
Loose Passive: 78/21
Lag: 83/16
Tag/nit: 83/16
Board bassi e connessi per esempio 9q7q5c
Loose passive: 78/21, fractionally better off than on the high board.
LAg 70/30
Tag/nit 69/31
c.Rainbow bassi: Tq6c2f
Loose passive: 83/16
Lag 76/24
tag/nit 74/25
In generale si vede che su board non connessi siamo messi meglio contro avversari loose passive
rispetto a contro LAG e TAG. Pi connesso il board, per scale o colori, pi tende a favorire i loose
passive. Si tratta di un semplice riflesso del fatto che nei range dei giocatori pi loose ci sono pi mani
suited e connesse di quante ce ne siano in quelli dei TAG e LAG, che privilegiano il set-mining.
b. flop A-high
i. Aq9q4p
Loose passive 58/41
LAg: 71/28
Tag/Nit: 76/24
ii. AdTh9h
Loose passive: 52/47
LAg: 68/31
Tag: 75/25
Come possiamo vedere, un asso al flop diminuisce di molto la equity in relazione a quanto largo il suo
range di call preflop. Realisticamente, heads up, un TAG o un nit che ci chiamano possono avere molte
combo di AK o AQs. A seconda della nostra immagine e della posizione, i TAG ci threebetteranno
spesso con queste mani, cos come i LAG. Quindi quello che temiamo di pi contro avversari con range
larghi sono gli assi.
Implicazioni dei vari range: contro i LAG ed i TAG ci troviamo molto sopra o molto sotto molto pi
spesso che contro i range larghi. Un TAG o un LAG che chiama con un range stretto molto spesso o
ha settato o no. A volte ci troveremo contro qualche draw combo draw, ma per lo pi saremo, come
dicevo, molto sopra o molto sotto. Sui board dry o semi-dry possiamo alternare il nostro gioco contro di
loro con una certa sicurezza. A meno che non si metta a fare cose strane di solito prenderemo una o
due street di valore, o perderemo un piatto grosso contro un set.
Per contrasto, su flop senza assi meglio continuare a puntare se gli avversari sono loose passive:
non solo hanno draw che dobbiamo farci pagare, ma flopperanno anche molte mani che battiamo e con
le quali ci chiameranno.
3. Contro l'aggressione
Se vi rilanciano contro al flop siete in una brutta situazione. Contro il loose passive, se avete
un'overpair dovete studiare attentamente il flop. Pu avere una doppia coppia? Ricordate che nel suo
range di call preflop ci sono tantissimi one e two gapper. Potrebbe tranquillamente aver cercato il colore
con J 8s, e floppato top tow pair su J 82. Quando succede di solito rilancia molto per cercare di andare ai
resti sul flop prima di perdere il punto. Ho visto molti loose passive spingere tantissimo e mandare gli
stack in overbet in spot del genere. Quindi, ripeto, esaminate con attenzione la trama del flop.
I loose passive, d'altra parte, rilanciano anche con top pair ed i progetti di colore, quindi non che
potete automaticamente foldare. Tenete presente che dai calcoli di equity che abbiamo fatto risultato
che siamo sopra contro il loro range, e siate quindi inclini a rimanere nella mano su board suited ma
non coordinati, dove difficile che abbia floppato doppia coppia.
E ricordate che i loose floppano anche set a volte. Se giocate queste mani con attenzione, foldando sui
board peggiori e rimanendo dentro in quelli migliori, verosimilmente otterrete un bel guadagno anche
quando vi troverete contro un rilancio. L'ultima volta che ho controllato vincevo 11bb per mano con
overpair non settate contro un rilancio al flop.
Un rilancio di un LAG o TAG su board dry o un bluff o un set. Se il board basso pu anche essere
che abbia un'overpair pi bassa della vostra. Non un buon momento per mandare la vasca, dato che
folder per lo pi i bluff e chiamer per lo pi i set.
Quando un TAG o un LAG vi rilancia su un board pericoloso, di solito insemi-bluff con una draw o
combo-draw, o ha un set e rilancia per valore. una situazione difficile. Potete rilanciare e chiamare, o
chiamare ed andare in check raise all in su turn che non cambia le cose. Ma il principale motivo per cui
i LAG ed i TAG forti sono cos difficili come avversari che giocano i progetti, i bluff, ed i set allo stesso
modo, e finite quindi per pagarli spesso in questo ultimo caso.
Su un flop A-high, vi conviene lasciare se un avversario loose passive vi rilancia contro. Certo, a volte
in bluff, ma perch rendergli vantaggioso giocare il suo A5o contro di voi? La maggior parte delle volte
mancher il flop, voi non restituitegli i soldi (con altri in pi) quando lo centra. Analogamente, lasciate
perdere quando vi chiamamo su flop A-high, quando non possono essere in caccia di niente altro. Non
riuscirete a fargli lasciare un asso debole, quindi non provateci nemmeno.
Sostanzialmente, dobbiamo continuare a puntare finch non incontriamo aggressivit. Si tratta di una
grossolana semplificazione, ma questa la regola generale. Se il board chiude qualche draw ed un
loose/passive vi chiama ancora, bet/foldate o check/chiamate, o insomma rallentate. Ricordate di stare
SEMPRE attenti alle street successive per capire se le carte centrano il kicker dell'avversario
loose/passive. Potenzialmente ce ne sono molte, e dovete quindi stare all'erta quando un avversario
del genere resuscita e rilancia. Ricordate il teorema di Baluga: rivalutate sempre una top pair o
overpair quando vi scontrare con un rilancio al turn. Foldare nella maggior parte dei casi la scelta
migliore.
Non dimenticatevi di ragionare con attenzione sul suo range anche al river. Se ha mani con cui pu
chiamare di solito conviene puntare, anche se pu avere, allo stesso tempo, molti progetti mancati. Ma
se questi sono la maggioranza, potete checkare per indurre un bluff.
5. Quando il board davvero pessimo.
Giusto per fare un esempio, su un board AqTc9cQc7p siete sotto contro il range di un loose passive.
Non fate le calling station, e per chiamare sperando di prenderlo in bluff aspettate di avere una buona
lettura.
Aggiornamento aggiunto dall'autore in coda all'articolo.
Ho dato un'altra occhiata alle statistiche degli all in preflop con KK, analizzando le hand history di alcuni
ragazzi al NL10 e NL25. Ed sempre profittevole. Quello che ho visto oggi era di 246bb/100 mani,
AIPF contro full stack.
Dal NL25 in gi bisogna stare molto attenti con lo slowplay preflop con KK, e rimanere dell'idea di
mandare i resti con stack da 100bb. Per poter solo considerare di farlo dovete trovarvi contro gente che
folda davvero tantissimo alle threebet. E anzi la situazione una sola: UTG un nit che folda alle
threebet tra il 75 e l'80%.
E ricordate il punto centrale del mio articolo: l'obbiettivo non di smettere di andare ai resti con KK
preflop, ma di giocare le altre mani in modo da rendere pi conveniente farlo come giocata standard
rispetto a quanto sarebbe se non giocaste le altre mani pi aggressivamente.
PER FAVORE non equivocate il senso del mio articolo, che si concentrava sulle situazioni eccezionali,
probabilmente meno del 10%, nelle quali si pu pensare di fare altro che andare ai resti.
Spingere rimane la giocata standard.
ISOLARE I LIMPERS CONCETTI GENERALI
I limpers sono giocatori di poker scarsi ed hanno una mano con la quale non sanno bene come
comportarsi : NON FATELI LIMPARE !
Indice dei contenuti
01. Introduzione
02. I limpers speculano
03. Posizione
04. Iniziativa
05. L'effetto multiway
06. Soldi facili
07. Conclusione
01. Introduzione
I limpers sono giocatori di poker scarsi ed hanno una mano con la quale non sanno bene come
comportarsi : NON FATELI LIMPARE !
Cosa? Vi aspettavate qualcosa di piu'?
Ad essere onesti, la massa di conoscenza che potrebbe (o no) essere contenuta in questo articolo si
puo' riassumere per la maggior parte nella frase precedente.
Il concetto base di questo articolo sara' : abusate dei limpers ogni volta che ne avete l'opportunita'.
Proporro' qualche ragionamento, alcuni spunti di matematica ed alcuni esempi., vorrei tuttavia che
teneste a mente la premessa : i limpers sono giocatori di poker scarsi ed hanno una mano con la quale
non sanno bene come comportarsi.
02. I limpers speculano
Il range di limp e' diverso per ogni giocatore.
Alcuni non open-limpano mai, altri open-limpano con AKs perche' e' una drawing hand, alcuni limpano
con KK per trapparvi, altri limpano con ogni coppia per set-minare a basso prezzo, mentre altri limpano
ogni mano perche' vogliono vedere un flop, qualsiasi flop.
In ogni caso, la premessa base dietro al limpare e' sempre la stessa : speculare.
L'idea e' di arrivare a vedere un flop spendendo poco, per vincere poi molti soldi quando si hitta.
I giocatori pensanti descrivono questo come Implied Odds, o IO. Ovvero quando la propria mano non e'
abbastanza forte per poter continuare al prezzo corrente, ma l' implied profit nelle street successive nel
caso si hitti la rendono giocabile.
E' poco probabile che molti limpers descrivano la loro giocata in questi termini.
Perche? Esistono tonnellate di risorse, facilmente accessibili, sulla strategia del poker.
Libri, twoplustwo ed altri forums, DeucesCracked ed altri sit di coaching, etc. e tutti questi
raccomandano generalmente di non open-limpare.
Per questo motivo, quando vedete qualcuno farlo, e' molto probabile che non abbia avuto accesso a
queste risorse. In altre parole, e' poco probabile che abbia studiato il gioco, e probabile che sia un
giocatore scarso.
Al giorno d'oggi, il concetto che limpare e' sbagliato e' divenuto talmente popolare che isolare i limpers
e' diventato molto meno profittevole rispetto ad anni fa. Semplicemente non ci sono piu' molti giocatori
che limpano in ogni pot.
L' unico posto dove potete ancora trovare i limpers, e' ai tavoli micro-stakes, e questo e' un articolo
rivolto ai micro-stakes dopotutto.
Quindi tenete a mente che alcuni dei concetti in questo articolo potrebbero non essere tanto utili a
stakes superiori, e anzi mettervi in difficolta'.
In ogni caso, diamo uno sguardo all' enorme opportunita' di profitto nell' isolare i limpers.
03. Posizione
Iniziamo con l'analizzare alcune delle ragioni per cui isolare i limpers.
Il poker e' un gioco di edges, volete trovare un vantaggio e sfruttarlo.
Un edge puo' essere il conoscere il gioco del vostro avversario ed exploitarlo.
Un edge puo' risiedere nella forza della propria mano (essere avanti al range di villain).
Un edge puo' essere l'avere la posizione sul proprio avversario.
Se non siete familiari con il valore della posizione e sul come sfruttarla, vi suggerisco di cercare
informazioni in merito.
Uno dei vantaggi chiave che ottenete isolando i limpers e' l'avere la posizione su di essi.
Questo avviene in un paio di modi.
Primo, i giocatori che sapete essere interessati nel vedere il flop e giocare la mano (i limpers) hanno gia
fatto la loro azione, ed avete quindi la posizione relativa su di loro.
Secondo, sara' piu' difficile per i giocatori che hanno posizione assoluta su di voi giocare la mano, sara'
quindi probabile avere la posizione sul field post-flop.
Diamo uno sguardo a questo esempio (appositamente studiato) :
Assumete full stacks e villains unknown, 25nl, Hero e' alla vostra sinistra e gioca 15/12 TAG.
Pre Flop : ($0.35) Villain is BTN with As9d
3 folds, MP1 calls $0.25, 1 fold, Hero calls $0.25, Villain ?
Come si sente villain riguardo la propria mano? Abbastanza bene vero? La giochera', deve solo
decidere se limpare dietro o raisare.
Cosa invece se :
Pre Flop : ($0.35) Villain is BTN with As9d
3 folds, MP1 calls $0.25, 1 fold, Hero raises $1.25, Villain ?
Come considera ora la propria mano? Non piu' molto bene, vero?
Dovra' hittare bene per essere buono, in piu' ci sono molte RIO, visto che gran parte del range di Hero
e' composto da assi con kicker migliori. Fold !
Vedete come Hero ha ottenuto la posizione post-flop su tutti i giocatori rimasti nella mano isolando il
limper e spingendo BTN fuori dalla mano?
Giriamo le carte :
Pre Flop : ($0.35) Hero is CO with QcJ c
3 folds, MP1 calls $0.25, 1 fold, Hero raises to $1.25, 3 folds
Avete fatto foldare al giocatore con posizione su di voi la mano migliore.
Isolare i limpers vi permette di giocare pot mediamente piu' grandi in posizione post-flop.
E' normalmente meglio di limpare dietro, e spesso meglio del foldare.
Isolare i limpers incrementa il vostro positional edge.
04. Iniziativa
Di nuovo, non spieghero' perche' avere l'iniziativa in una mano e' una buona cosa.
Continuiamo con lo stesso esempio del punto precedente :
Pre Flop : ($0.35) Hero is CO with QcJ c
3 folds, MP1 calls $0.25, 1 fold, Hero raises to $1.25, 3 folds, MP1 calls $1.00
Flop : ($2.85) TsAd8s (2 players)
MP1 checks, Hero bets $2.25, MP1 folds.
Results : Hero wins pot $2.85, profits $1.60.
Guardiamo ora la mano dal lato di Villain :
Pre Flop : ($0.35) Villain is MP1 with 3c3d
3 folds, MP1 calls $0.25, 1 fold, Hero raises to $1.25, 3 folds, MP1 calls $1.00
Flop : ($2.85) TsAd8s (2 players)
MP1 checks, Hero bets $2.25, MP1 folds.
Avete vinto 6+BB con la mano peggiore !
Isolare i limpers vi dara' l'iniziativa nella mano, usatela sempre c-bettando nei limp-callers.
Ricordate, non hanno le idee chiare sul come giocare la propria mano. Non vogliono giocare !
Dategli una ragione per non farlo.
Quando invece iniziano a mettere soldi nel pot, andatevene.
Ovviamente se MP1 chiama o check-raisa al flop, lasciate perdere a meno di un K non a colore al turn.
MP1 si aspetta che voi abbiate TP, e se inizia a mettere soldi nel pot, significa che batte TP.
Se avete AQ, sullo stesso board, stessa action, ma MP1 vi check-raisa al flop, e' sempre un fold.
Ai limpers non piace la loro mano, se questo cambia, lasciate perdere il pot immediatamente a meno di
avere una mano molto forte.
05. L'effetto multiway
Parliamo un attimo di set-mining. Conosciamo tutti la matematica, la regola 5/10, 1:8...etc.
Beh, tutta la matematica standard si riferisce a pots HU e non conta in pots multiway.
Sappiamo tutti che se riusciamo a far mettere a villain piu' del 15-20% del suo stack preflop, quando
abbiamo AA e lui non puo' set-minare profittevolmente, possiamo andare ai resti postflop ed essere
sempre +EV.
Bene, questo non e' vero se stiamo giocando in multiway e non siamo HU postflop.
Siete OTB (On The Button) con AA. E' ora di fare un po' di soldi, giusto? Quattro limpers prima di voi,
standard raise 4+1, raisate a $2... chiamano tutti.
Tutti hanno chiamato senza buone odds per set-minare, mettendo troppo del loro stack per essere
profittevoli nel lungo termine.
Facciamo un po' di pratica con il calcolo del vostro EV.
Ognuno potrebbe aver fatto un call -EV individualmente, ma voi state giocando contro l'insieme dei
giocatori ancora nella mano.
Ammettiamo che tutti abbiano una pocket pair, diciamo 22, 44, 55, 77.
La probabilita' che uno di loro abbia settato e' molto alta, qualcosa intorno al 42% al flop.
Vi trovate ora nella brutta posizione di dover c-bettare e lasciare questa mano, perche' mettere altri
soldi nel pot vi renderebbe -EV. Tutto quello che serve e' un fish con KTo che chiama preflop pensando
che il call sia a buon prezzo, prende il suo T al flop e chiama la vostra c-bet, vi mette poi su AK, betta il
river ed ecco che foldate la mano migliore.
Ma ho fatto quello che dovevo ed ho raisato! Cosa avrei dovuto fare, limpare e set-minare con AA per
evitare situazioni -EV?
Ovviamente no, raisare preflop e' stato corretto. Il problema e' che questo articolo non e' chiamato
Raisare i limpers ma Isolare i limpers.
Stesso esempio, AA, OTB con 4 limpers prima di voi. Raisate a $3.25. Avrete ora un solo call, da parte
di un giocatore scarso in matematica, sentitevi liberi di andare ai resti postflop!
Cosa se tutti foldano? Vincero' il minimo con i miei assi?
Si, ma vincerete soldi, +EV. Giocare multiway non e' come giocare HU. Ogni avversario puo' essere
individualmente -EV, ma l'insieme di giocatori -EV vi porta ad essere -EV a vostra volta.
Fatemelo ripetere : ognuno puo' essere individualmente -EV e voi continuare ad essere -EV a vostra
volta! Il motivo e' che non state giocando contro una sola mano, ma contro molte.
E' meglio vincere un piccolo pot con la vostra big hand piuttosto che andarvi a mettere in una situazione
difficile in multiway dove avete RIO alte.
Reverse Implied Odds, i limper giocano per Implied Odds, e quando avete una buona mano contro i
limpers, significa che voi avete l'opposto, Reverse Implied Odds.
Spoiler per lettori avanzati :
Notate come l'esempio precedente funziona essenzialmente allo stesso modo sia che abbiate Q5s o
AA. Torneremo su questo piu' avanti... ma prima...
Un altro esempio :
Unknown villains, full stacks.
Pre Flop : ($0.35) Hero is BTN with AdJ s
1 fold, UTG+1 calls $0.25, 1 fold, MP1 calls $0.25, HJ calls $0.25, Hero raises to $1.25, UTG+1 calls
$1, MP1 calls $1.00, HJ calls $1.00.
Flop : ($5.35) TsAc9c (4 players)
UTG+1 checks, MP1 checks, HJ checks, Hero bets $4.00, UTG+1 calls $4.00, MP1 folds, HJ calls
$4.00
Turn : ($17.35) TsAc9c6d (3 players)
UTG+1 checks, MP1 checks, Hero ?
Che fare ora?
Andiamo a vedere le carte degli avversari...
UTG+1 ha 99 per bottom set mentre HJ ha QcJ c per OESFD.
Si, HJ avrebbe facilmente potuto avere 87 ed aver gia' chiuso la sua scala.
UTG+1 ha cercato di trappare piu' soldi nel pot con il suo set (si, anche con il FD sul board).
Quindi che fare? Bet-Fold per proteggersi dai draws? Check per pot-controllare e chiamare una bet al
river (se il river non chiude il flush)? Oppure check-foldare da qua in avanti, rischiando di foldare la best
hand o dare modo ai draws di chiudersi gratis?
Riproviamo :
Pre Flop : ($0.35) Hero is BTN with AdJ s
1 fold, UTG+1 calls $0.25, 1 fold, MP1 calls $0.25, HJ calls $0.25, Hero raises to $2.50, UTG+1 calls
$2.25, MP1 folds, HJ folds.
Flop : ($5.85) TsAc9c (2 players)
UTG+1 checks, Hero bets $4.00, UTG+1 raises $8.00, Hero?
Folds. Molto meglio! Sperando che la prossima volta non sia altrettanto fortunato da floppare quel set.
La maggior parte delle big hands giocano meglio contro un field piccolo, un raise preflop adeguato
otterra' questo obiettivo.
Non fossilizzatevi su una strategia predefinita per la selezione delle mani preflop o la dimensione delle
bet.
Pensate ogni volta al perche' state raisando ed a cosa volete ottenere, e dimensionate quindi le vostre
bet per ottenerlo.
06. Soldi facili
Ora che abbiamo discusso di alcuni dei vantaggi nell' isolare i limpers, iniziamo a parlare di come
sfruttarli per fare soldi.
Sapete come aprite il vostro range in late position per rubare i blinds? Beh, se non sapete perche' lo
fate, la risposta e' che 1.5bbs sono un sacco di soldi !
I blinds sono forzati a mettere soldi nel pot con qualsiasi mano.
Beh, c'e' un altro giocatore che mette soldi nel piatto con mani marginali : Il limper.
Ancora una volta : I Limpers sono giocatori di poker scarsi ed hanno una mano con la quale non sanno
bene come comportarsi.
Ogni volta che un limper entra nel pot prima di voi, dovreste vedere i soldi che ha aggiunto al pot come
dead-money.
Un altro esempio :
Pre Flop : ($0.35) Hero is HJ with two cards
4 folds, Hero ?
Se tutti foldano fino a voi, qual e' il vostro opening range qua? Non so, ma creiamone uno per
l'esempio. Diciamo ogni due suited broadway, Ato+, KQ e tutte le coppie.
Un range ragionevole giusto?
Modifichiamo ora la situazione :
Pre Flop : ($0.35) Hero is HJ with two cards
3 folds, MP1 calls $0.25, Hero ?
Qual e' ora il vostro opening range?
Beh, prima stavo raisando contro due random hands, questa volta villain ha una mano che intende
giocare, quindi restringero' leggermente il mio range per preservare il mio equity edge ed essere +EV
quando entro nel pot
SBAGLIATO!
Di cosa ho parlato finora? Isolare i limpers vi garantisce un edge di posizione, un egde di iniziativa, e vi
permette di giocare pots contro giocatori scarsi a cui non piace la loro mano.
Non avete bisogno di proteggere il vostro equity edge quando avete tutti questi altri edge a
disposizione.
Riproviamo :
Pre Flop : ($0.35) Hero is HJ with two cards
3 folds, MP1 calls $0.25, Hero ?
OK, ho capito. Ha probabilmente una pair bassa o qualcosa di suited ed avra' bisogno di hittare bene il
flop per continuare. Beh, ci sono comunque ancora molti giocatori che dovranno agire dopo di me.
Cosa se aggiungo ogni asso suited al mio opening range?
Si, bene. Gli assi suited sono avanti a gran parte del suo range (suited trash), e quando e' invece avanti
(small pairs) avra' ancora bisogno di hittare il flop per continuare. Inoltre, gli assi suited possono hittare
il flop in molti modi e giocano bene postflop.
Riproviamo ancora una volta, modificando leggermente l'action :
Pre Flop : ($0.35) Hero is HJ with two cards
UTG calls $0.25, UTG+1 calls $0.25, 1 fold, MP1 calls $0.25, Hero ?
E ora?
C'e' un sacco di soldi nel pot
Certo.
Ma non voglio giocare mani facilmente dominate, giusto?
*cough*
OK, OK. Cosa se apro... ogni broadway, ogni asso ed ogni coppia? E' ok?
Sei un LAG ! Benvenuto nel meraviglioso mondo dell' exploitare i giocatori weak! Ecco il diploma ed un
coupon per un Happy Meal !
Pre Flop : ($0.35) Hero is HJ with KsJ c
UTG calls $0.25, UTG+1 calls $0.25, 1 fold, MP1 calls $0.25, Hero raises $2.00, 8 folds.
Results : Hero wins pot $1.35, profits $1.10.
Nice hand.
Ma non foldano MAI ai micro! Non so come sia ai tuoi stakes, ma qua chiamano SEMPRE, ed ora mi
trovo con una mano mediocre in un grosso pot!"
Capita, devo ripetere il mantra di nuovo?
Pre Flop : ($0.35) Hero is HJ with KsJ c
UTG calls $0.25, UTG+1 calls $0.25, 1 fold, MP1 calls $0.25, Hero raises $2.00, 6 folds, UTG+1 calls
$1.75,MP1 calls $1.75.
Flop : ($6.55) TsAc9c (3 players)
UTG+1 checks, MP1 checks, Hero bets $4, 2 folds.
Visto cosa intendo?
Hm, ma non missano tutte le volte !
Hai ragione, circa il 25% delle volte andra' cosi' :
Pre Flop : ($0.35) Hero is HJ with KsJ c
UTG calls $0.25, UTG+1 calls $0.25, 1 fold, MP1 calls $0.25, Hero raises $2.00, 6 folds, UTG+1 calls
$1.75,MP1 calls $1.75.
Flop : ($6.55) TsAc9c (3 players)
UTG+1 checks, MP1 checks, Hero bets $4, UTG+1 raises to $11, 1 fold, Hero ?
Alcuni dubbi sul da farsi?
Quindi, in questa mano, il 75% delle volte vincerete $4.65, e il 25% delle volte perderete $6.
Lascio i calcoli sull' EV a voi.
07. Conclusione
Abusate dei limpers ogni volta che ne avete l'occasione. Questo e' tutto.
Le mie scuse a tutti i nit set-minatori che inizieranno a chiedersi come mai nessuno li paga piu' e dove
la loro winrate e' finita.
LA FOLD EQUITY
01. Introduzione
Cos'e' la Fold Equity?
Molto semplicemente, la fold equity e' la probabilita' che Villain foldi la sua mano di fronte ad una bet od
uno shove di Hero.
Da notare la differenza con il concetto di pot equity, che e' invece la probabilita' di vincere il pot
andando allo showdown senza ulteriore action.
Esistono ulteriori definizioni di fold equity, ma credo che questa sia la piu' diretta e logica.
Quando sentite qualcuno dire Non hai fold equity, si intende fondamentalmente che ci sono zero
chances che Villain foldi ad una vostra bet o raise.
In questo articolo, parlero' in modo specifico della fold equity applicata al poker cash no limit Hold'em. I
concetti sono basilari e da intendersi come una lezione introduttiva alla fold equity.
02. Teoria : L'equazione della Fold Equity
Quindi, come si puo' sfruttare l'idea della fold equity per migliorare il nostro gioco?
Per comprendere questo concetto e' necessaria prima un po' di teoria.
Prima di tutto, per definire matematicamente la fold equity, possiamo affidarci ad un equazione che ci
aiuti a trovare la fold equity necessaria ad essere breakeven in una data situazione.
Ad esempio, diciamo di essere in heads-up in una mano no-limit sul flop contro un Villain che decide di
fare check.
Vogliamo calcolare quanto spesso abbiamo bisogno che Villain foldi per rendere l' expected value (EV)
di un nostro all-in breakeven.
L'equazione seguente rappresenta questo scenario :
PF + (1-F)(-VSl+ HSw) = 0
In questa equazione stiamo dicendo che l'expected value di un fold di Villain, sommato all'expected
value di un call di Villain, deve essere uguale a zero.
La probabilita' che Villain foldi (F) moltiplicata per il pot size (P) e' l'expected value della nostra giocata
quando Villain effettivamente folda.
L'expected value della nostra giocata quando invece Villain chiama, e' l'ammontare che vinciamo (Sw,
la somma di P e l'ammontare che Villain chiama) moltiplicato per la nostra pot equity (H), sommato
all'ammontare che perdiamo (Sl, la nostra bet) moltiplicato per la pot equity di Villain (V).
Notate che per questa equazione stiamo assumendo di essere coperti da Villain.
Quindi, essendo a conoscenza di tutte le variabili, eccetto F, possiamo facilmente ricavare quest'ultima
usando dei semplici passaggi di matematica e trovare quindi la nostra breakeven fold equity per i vari
scenari.
Per una data pot equity, se Villain folda piu' spesso di questo valore, otteniamo profitto.
Se Villain folda meno spesso di questo valore, andiamo in perdita.
Si possono trovare svariati calcolatori online per trovare F dato un certo scenario, ad esempio :
http://dailyvariance.com/fe-calculator.php
Questi calcolatori sono indubbiamente molto utili, ma e' senz'altro piu' di aiuto guardare ad un grafico
per vedere come questa equazione si comporta, in modo da avere un riscontro intuitivo sul come la fold
equity funziona in relazione alla nostra pot equity.
L' immagine seguente mostra come la breakeven fold equity cambia rispetto alla pot equity reale in tre
scenari differenti.
Sul grafico sono presenti tre curve, ognuna rappresentante un rapporto differente bet-size \ pot-size.
Queste rappresentano approssimativamente tre diverse situazioni heads-up in una partita 200NL.
L'obiettivo principale di questo grafico e' quello di mostrare come tre bet-sizes molto diverse a no-limit
si comportano in merito alla fold-equity.
Nel caso dell' overbet (la curva blu), stiamo andando all-in per $155 su di un pot di $90.
Nel caso pot bet (la curva rossa), stiamo bettando $130 in un pot di $140.
Infine, nel caso 1/2 pot bet (la curva verde), stiamo bettando $100 in un pot di $200.
Direte probabilmente, aspetta, non conosco realmente la mia pot equity, non posso vedere le carte di
Villain.
Questo e' ovviamente vero. Ma in molte situazioni e' possibile stimare abbastanza accuratamente la
nostra pot equity, basandosi sul profilo di Villain e la linea che sta tenendo nella mano.
Quindi, per questa analisi, assumeremo di avere una vaga idea della nostra pot equity nella mano.
Al minimo, di solito sappiamo quando non ne abbiamo proprio.
I punti dove le curve intersecano l' asse Y rappresentano la quantita' di FE di cui avete bisogno per
essere breakeven nello scenario in cui siete drawing dead (ie, avete pot equity zero).
Un caso potrebbe essere al river, ad esempio, in cui senza piu' carte a venire siete sicuri che Villain
abbia almeno una coppia mentre voi non avete niente.
Un altro caso potrebbe essere sul turn, dove avete undercards al board, senza straight o flush draws, e
pensate che Villain abbia almeno una coppia.
I punti dove le curve intersecano invece l' asse X rappresentano i punti in cui non avete piu' bisogno di
alcuna FE perche' la vostra pot equity e' sufficiente a giustificare la vostra bet.
Un esempio per questa situazione potrebbe essere un draw molto forte, sul flop con il 45% di pot
equity, andando all-in con due carte a venire.
Avendo una certa percentuale di pot equity, anche se Villain non folda mai, la bet sara' sempre +EV.
Nei punti intermedi si assume di avere FE e pot equity maggiori di zero.
Un paio di punti andrebbero evidenziati.
Il grafico mostra chiaramente come anche avere una pot equity molto piccola aiuta i casi di bluff
immensamente.
Ad esempio, nel caso dell' overbet, avendo semplicemente il 25% di equity riduce la fold equity
necessaria da circa il 65% al 40%.
Effetti simili esistono anche negli altri casi.
Questo dimostra perche' il semi-bluffing e' molto migliore del bluffing completo.
E' come avere una specie di assicurazione sui bluff che non vanno a buon fine. Quando questa
assicurazione paga, vincete un grosso pot.
Non e' del tutto chiaro a molti giocatori che si avvicinano per la prima volta al no-limit perche' andare
all-in con draws forti e' effettivamente profittevole. Pensano, Vinco meno del 50% delle volte, come
puo' questo essere profittevole?.
Quello che non stanno considerando e' la grande quantita' di soldi vinti quando, se chiamati, vincono il
colpo ugualmente.
03. Fold Equity e Bet Size
Quindi, su che base la maggior parte dei giocatori decide quando foldare o meno?
Sono molte le mani che Villain puo' avere. Generalmente, arrivati ad una size particolare, con
l'aumentare della bet size Villain iniziera' a foldare rapidamente piu' e piu' mani.
Prendiamo un semplice caso, una bet al river dopo action nelle street precedenti.
Di solito questa inizia come una bet intorno a meta' pot. Quando la bet size supera il pot size e rientra
nella definizione di overbet, quasi tutte le mani folderanno, eccetto quelle molto forti vicino al nuts
oppure occasionali bluff catchers.
Questo concetto e' rappresentato da una curva logistica, con l' asse X rappresentante la bet size e l'
asse Y la probabilita' di fold.
Per maggiori informazioni sull' argomento, suggerisco la lettura del libro No Limit Holdem Theory and
Practice di David Sklansky.
Questo fenomeno puo', in certi casi, essere exploitato a no limit.
Ad esempio, se avete il nuts assoluto, ed e' molto probabile che Villain abbia il second nuts, si puo'
trarre vantaggio dal non avere, o quasi, fold equity contro questa mano.
Sfruttate quindi questa read andando all-in, anche se questo significa fare una grossa overbet.
A causa della scarsita' di fold equity, questa mossa diventa profittevole quando il profitto che ne deriva
supera il profitto extra ottenuto dalle mani piu' deboli che chiameranno una bet piccola piu' spesso.
L' idea e' che a volte queste mani piu' deboli non chiameranno comunque oppure non saranno nel
range di Villain.
Quindi l'unica volta che si verra' chiamati, lo sara' solo da una mano molto forte.
In questi casi si e' liberi di decidere una bet size, che dovra' quindi essere il piu' grande possibile.
Una situazione comune e' avere quads contro un probabile full house, oppure una straight flush contro
un flush.
Queste situazioni potrebbe probabilmente essere analizzate con maggiore accuratezza matematica,
ma lascero' a voi questo esercizio.
Per maggiori informazioni sull' argomento vi suggerisco la lettura del teorema di Zeebo.
Esistono alcune eccezioni al grafico in alto.
Ad esempio, potreste scoprire che un certo fish bluffa sempre usando il pulsante bet pot.
In questo caso, il fish potrebbe avere meno fold equity contro di voi rispetto a quanta ne avrebbe con
una bet di tre quarti del pot.
Un altra eccezione rilevante e' il bluff post oak, che e' un concetto che funziona al contrario dell' idea
precendente.
L' idea e' che, in alcune circostanze, una bet piccola potrebbe effettivamente avere piu' fold equity di
una bet grande.
Questo perche' Villain potrebbe pensare, Questa bet deve per forza essere per valore, altrimenti non
betterebbe cosi' small. Quindi, foldo. Avrei potuto chiamare una bet piu' grande perche' in quel caso
avrebbe avuto dei bluff nel range.
Queste eccezioni sono interessanti, ma per la maggior parte dovreste attenervi alla prima parte del
paragrafo come modello fondamentale da seguire.
04. Usare la Fold Equity a proprio vant aggio
Contro giocatori scarsi, il cui errore e' l'essere calling stations passive, non avete fold equity.
Potete trarre vantaggio da questo value bettando con size grandi, e semplicemente non bluffando.
Contro buoni giocatori, in grado di assegnarvi un range e di foldare, potete usare la fold equity per
bluffare in spots dove potreste avere una mano forte, mentre loro, probabilmente, una mano mediocre.
Inoltre, spots dove potete rappresentare una mano molto forte, sfruttando una buona carta al turn o al
river combinata con la vostra linea e con una linea weak da parte di Villain, rappresentano ottime
opportunita' per sfruttare la fold equity bettando strong.
Certo, verrete occasionalmente trappati, ma per la maggior parte dei Villains, data una certa linea, la
probabilita' di una trap e' talmente piccola da poter essere ignorata.
Vorrei ripetere ancora una volta che, per avere fold equity, avete bisogno di un Villain capace di
pensare ad un livello superiore all' 1 ed in grado di mettervi su una mano.
Overbettare in bluff su un river terribile per il range di Villain, con air, va certamente bene, ma tenete a
mente il detto del suonare Mozart ad una mucca. Se Villain non ha almeno la capacita' di rendersi
conto che il suo range e' probabilmente crushato, basandosi sulla texture del board e la linea di Hero,
bluffare e' probabilmente una cattiva idea.
A no limit, quando effettuate una bet piu' grande del pot, la maggior parte dei giocatori solidi iniziera' a
pensare che la bet e' polarizzata, ovvero rappresenta il nuts, oppure un bluff totale.
Questo e' in molti casi vero, ma occasionalmente troverete giocatori che chiameranno piccole overbets
tanto spesso quanto lo faranno con pot size bets.
Abusate di questi giocatori prendendo piu' valore con le vostre value hands.
Potreste anche trovare giocatori che si rifiutano invece di chiamare overbets senza avere il nuts.
Sorprendentemente molti di questi giocatori non si adatteranno e continueranno a permettere di essere
exploitati continuando a foldare alle overbets.
Continuate semplicemente ad abusare di loro, fino a quando opporranno resistenza. Non e' facile avere
il nuts.
In alcune situazioni potreste usare la vostra immagine per sfruttare la fold equity a vostro vantaggio.
Questo e' probabilmente meglio applicabile in un tavolo live, dove tutti stanno seguendo con attenzione
ogni mano, ma anche online potrebbe funzionare, se tutti i Villains non stanno mass-tablando.
Ad esempio, se venite sorpresi in bluff ad un certo punto della partita, seguira' probabilmente un
periodo di tempo nel quale la vostra fold equity diminuira' significativamente.
E' possibile trarre vantaggio da questa situazione avendo una monster hand, questa volta realmente,
perche' questa verra' pagata piu' facilmente.
Analogamente, anche il caso inverso puo' essere exploitato. Arrivando poche volte allo show down, e
con mani legittime, sara' molto piu' difficile per i Villains chiamare i vostri bluffs.
A causa di un fenomeno psicologico, la maggior parte delle persone tende a ricordare maggiormente gli
eventi recenti. Ricordate che quello che le persone si aspetteranno da voi sara' generalmente basato
su questi ultimi.
05. Stakes e Fold Equity
Alcuni potrebbero non essere daccordo con questo ma, secondo la mia esperienza, con l'aumentare
degli stakes si passa lentamente dal fare profitto bettando principalmente per valore all' ottenere piu' e
piu' guadagno sfruttando i bluffs.
Piu' i giocatori diventano forti, piu' saranno riluttanti a mettere molti soldi nel pot con una mano
mediocre.
Il valore diviene quindi piu' scarso, percio' bluffare diventa piu' profittevole.
La ragione di questo e' che la fold equity aumenta con il migliorare degli avversari.
06. Fold Equity in pratica : Esempi
Presentero' ora alcuni esempi per spiegare in pratica il concetto di fold equity.
06a. Fold Equity Pre-Flop
Una giocata molto standard e' l'isolare un giocatore scarso con una mano non-premium per via della
fold equity implicata.
Senza fold equity la giocata non sarebbe profittevole a causa della scarsa forza della mano.
Ad esempio, potreste trovare un fish che limp/folda costantemente e/o un fish che a volte limp/calla ma
folda poi all' 85% delle c-bets.
Sfruttando la fold equity e' possibile isolare questi fish con mani marginali in modo profittevole.
In questa mano, sono a conoscenza che Villain limp/folda e folda alle c-bets troppo spesso, decido
quindi di isolarlo con una mano marginale, sapendo che la maggior parte delle volte vincero' il pot
senza nemmeno preoccuparmi della forza della mia mano.
Full Tilt Poker $1/$2 No Limit Hold'em - 9 players
Hero (BTN): $307.15
SB: $260.50 BB: $152.00
UTG: $183.50
UTG+1: $914.30
UTG+2: $140.65
MP1: $199.10
MP2: $294.10
CO: $74.90
Pre Flop: ($3.00) Hero is BTN with Qd 7d
3 folds, MP1 calls $2, 2 folds, Hero raises to $10, 2 folds, MP1 calls $8
Flop: ($23.00) J h As 8h(2 players)
MP1 checks, Hero bets $14, MP1 folds
Final Pot: $23.00
Hero wins $21.85
(Rake: $1.15)
06b. Semi-Bluff
In questo esempio, Hero utilizza la sua pot equity, combinata alla fold equity, per vincere la mano.
Questo esempio rappresenta la parte centrale del grafico, dove abbiamo sia un po' di fold equity che un
po' di pot equity.
Questa linea e' profittevole perche' a volte Hero chiude il suo draw, e a volte Villain folda.
Solo combinando le due cose la giocata e' +EV.
Da notare che dobbiamo essere sicuri che Villain sia in grado di foldare qualche volta, i.e. Che non sia
un fish totale.
Poker Stars $50.00 No Limit Hold'em - 9 players
UTG+2: $66.55
Hero (MP1): $50.75
MP2: $97.00
CO: $62.45
BTN: $43.50
SB: $60.75
BB: $50.00
UTG: $65.60
UTG+1: $18.50
Pre Flop: ($0.75) Hero is MP1 with Ad 5d
2 folds, UTG+2 calls $0.50, Hero raises to $2, 5 folds, UTG+2 calls $1.50
Flop: ($4.75) Kd 4s 9d (2 players)
UTG+2 checks, Hero bets $3.00, UTG+2 calls $3
Turn: ($10.75) 3c (2 players)
UTG+2 checks, Hero bets $6.00, UTG+2 folds
06c. Andare All-In con i Draws
In questo esempio, floppiamo una mano con una buona equity, nut flush draw con gutshot.
Quando Villain raisa possiamo metterlo su di un range che include abbastanza bluffs dal consentirci di
3-bettare e mettere lo stack nel pot, data la nostra equity e la possibilita' di avere almeno un po' di FE.
Lascero' a voi l'analisi con Pokerstove, ma possiamo tranquillamente stimare la nostra equity reale
intorno al 40.
Full Tilt Poker $1/$2 No Limit Hold'em $0.30 Ante - 8 players
SB: $310.90
BB: $200.00
UTG: $114.95
Hero (UTG+1): $230.10
MP1: $138.70
MP2: $199.65
CO: $100.90
BTN: $200.00
Pre Flop: ($5.40) Hero is UTG+1 with 5c Ac
1 fold, Hero raises to $8, 1 fold, MP2 calls $8, CO calls $8, 2 folds, BB calls $6
Flop: ($35.40) J c 2c 4d(4 players)
BB checks, Hero bets $22, MP2 raises to $100, CO folds, BB folds, Hero raises to $221.80 all in
OOP VS LAG ANDREW BROKOS
01. Introduzione
Questo mese analizzero' in modo approfondito una mano giocata da uno dei miei allievi. Credo che in
ogni street ci sia una lezione interessante da imparare.
Quindi, dopo avervi mostrato come e' andata la mano, focalizzero' la mia analisi su di ogni decisione
presa e su cosa possiamo imparare da essa.
02. La mano
Hero sta giocando ad un tavolo cash 6max $1/$2 online di no-limit hold'em.
Tutti foldano fino a lui, sul CO, con in mano J d8d.
Apre con un raise a $6.
Il bottone, che Hero descrive come un buon giocatore il cui unico problema e' l'essere troppo loose e
aggressivo, chiama.
Lo small blind folda ed il big blind chiama.
Il flop esce 3h5d4h, BB fa check, e Hero betta $12 in un pot di $19. Il bottone chiama ed il big blind
folda.
Al turn esce J h, dando ad Hero top pair. Hero fa check e chiama una bet di $32.
Il river e' Th, che porta a quattro le carte di cuori sul board. Hero fa check, il bottone betta $40 in un pot
di $104, e Hero foda.
03. Pre-Flop
Considero J 8s uno "standard" open dal CO.
Su di un campione di 350,000 mani, ho aperto J 8s dal CO 70 volte. Questo non e' ovviamente un
campione sufficiente a determinare quanto questo raise sia profittevole, ma, per quanto sia
significativo, la mia win-rate open-raisando J 8s dal CO e' 4.75 BB/100.
In altre parole, e' stata una mano solida e vincente per me, e continuero' a raisarla dal CO a meno di
situazioni particolari al tavolo che mi portino a pensare che non sia profittevole.
La presenza di un giocatore troppo loose e aggressivo sul bottone e' una di queste situazioni.
Il profitto nel raisare J 8s dal CO deriva principalmente dal rubare i blinds, e secondariamente dal
giocare un pot in posizione con una mano che puo' floppare molto bene se si viene chiamati.
Un giocatore aggressivo sul bottone 3-bettera' o chiamera' spesso il vostro raise, impedendovi di
raggiungere entrambi questi due obiettivi.
Anche se la vostra mano non e' totalmente ingiocabile fuori posizione, non e' uno scenario in cui
dovreste entrare volontariamente.
Con questo giocatore alla vostra sinistra, succedera' troppo spesso per rendere il raise una buona idea.
Lezione : Considerate sempre i giocatori alla vostra sinistra prima di eseguire qualsiasi azione, anche
uno "standard" pre-flop raise.
04. Flop
Da un altro punto di vista, sospettiamo che il bottone abbia un range wide e non particolarmente forte
nel chiamare pre-flop.
Di conseguenza, raramente floppera' una mano forte, il che e' una buona motivazione per c-bettare.
Sospettiamo comunque che non si arrendera' tanto facilmente al flop e che cerchera' qualche scusa
per fare float (i.e. Chiamare con l'intenzione di bluffare street successive) ed un bluff-raise.
Questo non significa necessariamente che non dovreste c-bettare, ma avrete bisogno di un piano piu'
dettagliato del "betto e spero che foldi".
In questo caso, il mio allievo ha spiegato che si aspettava il float da parte di Villain con molti Ax ed altri
weak draws. Con due overcards ed un backdoor flush draw, ha pensato di avere a disposizione molti
turn sui quali andare in second barrel profittevolmente.
Con questo piano in mente, mi piace la bet.
A causa del numero di draws, includendo gli Ax, che potrebbero essere nel range di Hero, questo non
e' un buon flop per il bottone per bluff-raisare.
E' molto piu' probabile che, quando vuole tentare di rubare il pot, scegliera' la via del float invece del
raise al flop.
Conseguentemente, avra' un calling range wide al flop e spesso una mano debole al turn, il che
potrebbe rendere un bluff al turn profittevole.
Il backdoor flush draw di Hero contribuisce in qualche modo a rendere profittevole questa giocata,
fornendo equity aggiuntiva ai bluff su certi turn.
In definitiva, pero', questo evidenzia quanto sia discutibile il raise pre-flop.
Con questo giocatore alla propria sinistra, Hero si trovera' spesso a fare un double-barrel in bluff con
pochissima equity. Una mano come J Ts riuscira' ad hittare dei draw considerevolmente piu' spesso di
J 8s, rendendola una mano migliore per un multi-barrel bluff.
Quindi, anche se continuero' a raisare alcune mani pre-flop il cui profitto deriva principalmente dal
rubare i blinds, mi limitero' a farlo con mani che giocano particolarmente bene fuori posizione.
Lezione : Quando fate una c-bet contro un giocatore aggressivo, avete bisogno di un piano per le
streets successive. Idealmente, anticiperete queste situazioni nel pre-flop e sceglierete un opening-
range di conseguenza.
05. Turn
Questa e' una buona, ma non ottima, carta per Hero. Si puo' essere tentati di bettare nuovamente per
evitare che un ulteriore carta di cuori scenda gratis al river. Comunque, dato il numero di mani deboli
che sono presumibilmente ancora nel range del bottone, credo sia meglio check-callare.
Nel migliore dei casi, bettare evita un bluff del bottone, nel peggiore induce ad un bluff-raise che Hero
non puo' chiamare.
Un ulteriore rischio del fare check e' che il bottone fara' check-behind con mani tipo A3, che sono dietro
ma che hanno una buona equity nell'arrivare al river. Questo e' un costo reale, ma se la read di Hero al
flop e' corretta, allora i floats sono una parte maggiore del range del bottone rispetto alle coppie.
Bettare sarebbe corretto contro un range pair-heavy, mentre non lo sarebbe il piano di Hero di fare
double-barrel in bluff su molti turn.
Inoltre, alcune di queste coppie potrebbero scegliere di bettare questo turn per proteggersi, quindi Hero
potrebbe ottenere una bet da loro in ogni caso.
Lezione : Il modo migliore per exploitare un avversario aggressivo quando avete una mano medio-forte
e' spesso quello di indurlo a bluffare.
Dovreste generalmente concentrarvi nel prendere valore dalla parte piu' debole del range
dell'avversario in un modo che vi consenta di arrivare allo showdown con la vostra mano.
06. River
Qui e' dove le cose diventano realmente interessanti. Il river porta a quattro le carte di cuori sul board,
alterando drasticamente il valore relativo di praticamente ogni mano che entrambi i giocatori potevano
avere al turn.
Quando giocate contro un buon avversario, e' importante considerare il proprio range e come Villain
percepisce la vostra mano.
In questo caso, basandosi sul suo check-call al turn, Hero ha probabilmente o un buon cuori, oppure
non ne ha proprio. Non avra' praticamente mai un flush medio, come l' 8h.
Pensateci : con quale mano con un piccolo o medio cuori Hero farebbe check-call al turn?
La sua giocata al turn indica che ha showdown value, molto probabilmente una coppia, oppure forse
soltanto Ah.
Hero potrebbe bettare il turn con qualcosa tipo straight draw senza pair, ma in questo caso sarebbe
estremamente improbabile un suo check-call, avendo bisogno di fold equity per giocare una mano
simile in modo profittevole.
E' anche abbastanza improbabile che Hero faccia check-call con un flush chiuso al turn.
Con una mano cosi' forte, tenterebbe di aumentare il pot. Questo significa che, dopo il turn, Villain puo'
mettere Hero precisamente su una coppia, con un possibile cuori, ma quasi certamente non con due.
A meno di avere una coppia media con un cuori, qualcosa come 8h8c, ci sono poche possibilita' che
Hero abbia una coppia con un kicker di cuori basso.
Questo perche' mani come 65o e J 8o non sono probabilmente nel suo pre-flop opening range.
A5o e KJ o potrebbero avere senso, e con queste mani Hero avrebbe chiuso al river un flush Ace- o
King-High. In ogni caso, flush bassi e medi sono una parte molto piccola del suo range al river.
La cosa piu' importante per il bottone e' che non si deve preoccupare di trasformare una mano tipo un
set o two-pair in un bluff per fare foldare ad Hero un flush debole. Con mani simili, e' davanti al folding
range di Hero, ma dietro alla maggior parte del suo calling range, non ha quindi senso bettarle.
Questo significa anche che il bottone probabilmente non value bettera' i suoi flush deboli.
Se ha qualcosa tipo 9h8h, non puo' aspettarsi di essere davanti al calling range di Hero, e
conseguentemente dovra' fare check-behind.
In definitiva, il betting range del bottone che Hero puo' aspettarsi e' polarizzato in flush forti oppure mani
con coppie deboli o senza coppie.
Non provera' probabilmente una thin value bet oppure a trasformare una mano migliore di quella di
Hero in un bluff.
Credeteci o meno, la coppia di Hero e' in effetti un buon bluff-catcher.
Per giustificare il call, ha bisogno di vincere circa il 28% delle volte.
Non saremo in grado di calcolare esattamente la frequenza di bluff del bottone, ma credo che possiamo
stabilire che il suo range al river include molte mani che non possono vincere senza bluffare ed un
numero limitato di cuori forti.
Questo sarebbe abbastanza per convincermi al call al tavolo.
Tutto questo ritorna alla read iniziale di Hero, che il bottone fara' float su questo flop con un range wide,
che potrebbe includere mani tipo 86s, 87s, 64s, e AQ.
Senza un cuori, nessuna di queste mani ha molto showdown value contro il range di check-call di Hero
al turn, e tutte potrebbero essere bluffing hands al river.
Alcune di queste mani sarebbero state un call loose nel pre-flop ed al flop, ma ricordate, la nostra read
e' che Villain e' troppo loose e aggressivo.
Allo stesso tempo, il bottone potrebbe avere alcune mani che contengono Ah, dato che ci aspettiamo il
suo float con gli Ax su questo flop, ma non molte con Kh o Qh.
Assumendo che il bottone non chiamera' pre-flop con mani tipo K5s e che non chiamera' il flop con
KJ o, allora l'unico modo in cui puo' avere un flush King- o Queen-high, e' quello di aver iniziato la mano
con due carte suited ed averlo preso al turn.
Particolarmente con J h sul board, ci sono relativamente poche combinazioni di KhXh e QhXh che puo'
avere.
Si puo' quindi concludere che il bottone e' un giocatore aggressivo che arriva al river con relativamente
poche mani che puo' value bettare ed almeno uno stesso numero di mani che non possono vincere
senza un bluff.
Senza una read specifica sulle sue abitudini di bluff al river, tutto questo e' per me sufficiente a pensare
che una coppia di J acks sia buona almeno il 28% delle volte, e conseguentemente opterei per il call.
Lezione : Contro un giocatore capace di leggere la vostra mano, potete determinare con quali mani
value bettera' e con quali bluffera' basandovi sulle mani che egli pensa che voi potreste avere.
07. Una nota sul Bet-Si zing
A meno che abbiate osservato qualcosa di specifico sul modo in cui un avversario dimensiona le sue
bets, credo sia importante non cercare di leggere molto nelle dimensioni di queste.
In modo specifico, e' pericoloso pensare questo : "Sta bettando meno di meta' del pot, sta' pregando di
essere chiamato, e' ovviamente una value-bet, quindi non dovrei chiamare con un bluff-catcher".
Non c'e' motivo per cui una bet piccola deve essere per forza una value bet. Infatti, idealmente
preferireste bettare i bluff con size piccole e le value-bet con size grandi. Giocare in un modo che
consente all'avversario di fare esattamente questa cosa puo' essere molto pericoloso.
Non posso dirvi se il bottone ha pensato la stessa cosa, ma questo mi pare uno spot buono per bluffare
con una bet piccola come quella che ha fatto.
Con quattro cuori sul board, molti giocatori chiameranno semplicemente con i loro flush buoni, foldando
tutto il resto, senza pensare troppo alla size della bet.
Percio', in assenza di una read specifica sulla base della quale exploitare l'avversario, dovreste
prendere una decisione basandovi sulle pot odds che state ricevendo invece di provare a leggere
qualcosa nella size della bet.
GIOCARE LE SMALL POCKET PAIRS
Molti giocatori giocano le small pocket pairs in questo modo :
1. ???
2. Flop set.
3. Profit.
In questo articolo cerchero' di aiutare a capire come giocare le small pocket pairs in relazione alla
situazione in cui ci si trova, invece di raisare sempre, foldare, chiamare, etc.
Non sara' probabilmente qualcosa di innovativo, ma spero di aiutare i lettori a pensare un po' di piu' alla
propria mano prima di giocarla.
01. Introduzione
Una delle ragioni che mi hanno spinto a scrivere questo articolo sul giocare le small pocket pairs e'
stato l' interesse che ho sempre avuto riguardo ad esse e l' opportunita' di analizzare il mio gioco per
capire come meglio giocarle.
Ho studiato le mie statistiche e riletto molti articoli e thread precedenti, provero' a riassumere ed
ampliare come alcuni concetti si relazionano in modo specifico al come giocare le small pocket pairs.
Non sostengo di essere un esperto ma credo questo articolo possa aiutare molto i principianti e dare
l'opportunita' ai regulars di ripassare l'argomento, forse rivalutando il proprio gioco, e riflettere sul
perche' giocano le small pairs nel modo che fanno.
Per lo scopo di questo articolo considerero' le small pocket pairs come 22-66, 22 verra' giocata in modo
diverso da 66 in molte situazioni e provero' ad aggiungere delle note specifiche in questi casi, ma
generalmente credo che questo sia il modo migliore di categorizzarle.
La strategia dipendera' ovviamente dagli stacksize, ma per le situazioni normali assumero' stacks di
100BB.
Aggiungero' delle note ogni tanto, ma possiamo assumere che nella maggior parte dei casi stacks deep
sono migliori per le pocket pairs rispetto a stacks short.
02. Early Position
Giocare le small pocket pairs da early position dipende molto dal tavolo in cui ci si trova.
Ho analizzato le mani del mio database dell' anno scorso, circa 280.000 mani (circa al 25NL e a
limiti piu' bassi) e sono risultato leggermente vincente open-raisando le SPP (includendo anche 22).
Comunque, non sempre open-raiso le SPP, specie se alla mia sinistra sono presenti molti shortstacks
(anche se cerco di non sedermi in tavoli con piu' di 3 shorts), particolarmente se sono aggressivi.
Normalmente non raiso UTG con 22-55, e spesso nemmeno 22, 33 ed a volte 44 da UTG+1.
Open-raisare tutte le pair da ogni posizione vi fara' probabilmente perdere soldi, a meno di essere
estremamente bravi postflop, o giocare deep.
Di seguito riporto alcune considerazioni da fare ogni volta nel decidere se raisare o meno mani
marginali fuori posizione :
- Se il tavolo e' molto tight e molti pots sono stati vinti con pre-flop raises e/o c-bets, raisare sara'
probabilmente una buona idea. Al contrario, se il tavolo e' molto aggressivo (in modo specifico a limiti
piu' alti) foldare spesso sara' probabilmente la giocata migliore da fare.
-Quanto siete bravi nel c-bettare, leggere le mani e nel post-flop in generale? Se la vostra abilita' post-
flop non e' ancora completamente sviluppata, non c'e' assolutamente ragione per entrare in spot
marginali con mani marginali.
Direi che avere una buona idea del come c-bettare e fare double-barrel usando una scary card al turn
e' fondamentale per poter essere realmente vincenti giocando queste mani.
Esistono molti buoni articoli su questi argomenti, ad esempio questo sulla c-bet e questo sul double-
barrel.
Nel raisare il nostro piano non dovrebbe essere ovviamente quello di andare in double-barrel, ma e'
necessaria una buona conoscenza dell' argomento.
- Qual e' la vostra immagine? Se state giocando aggressivamente e gli altri giocatori hanno iniziato a
rispondere al vostro gioco nelle ultime mani, esiste una buona probabilita' di venire flattati oppure
raisati, indipendentemente dalla vostra posizione.
Giocando tight, tendo a raisare queste mani piu' spesso di quanto non farei avendo giocando
aggressivamente.
Se il tavolo e' tight e nessuno ha ancora risposto ai vostri raise, sentitevi liberi non considerare questo
punto.
Open-limping : Da non fare. Non giustifico l' open-limping, semplicemente definisce troppo la vostra
mano.
Se open-limpate da UTG o UTG+1 state praticamente giocando a carte scoperte se venite raisate e
flattate.
I regulars saranno in grado di leggervi molto bene e potreste non riuscire ad estrarre molto valore OOP
anche contro i giocatori piu' scarsi come vorreste.
Avrete lo svantaggio dell' essere fuori posizione, svantaggio nel non avere l' iniziativa nella mano e
molto raramente un buon vantaggio nella forza della mano, spesso soltanto un piccolo edge nelle
situazioni di coin flip.
Non gioco molto Live ma credo che open-limpare live non sia nemmeno lontanamente orribile quanto
farlo online. Live i giocatori sono generalmente piu' scarsi e si giocano lo stack molto piu' light, non e'
quindi una buona idea creare un grosso pot pre-flop con una small pocket pair.
Credo che open-limperei live a volte, a seconda della situazione ovviamente, ma veramente proprio
mai online.
Reagire a open-limps e open-raises in UTG+1
Visto che siamo in EP, se UTG limpa o open-raisa, ci troviamo ovviamente in UTG1.
In base alla situazione del tavolo, potrei flattare, assicurandomi pero' che le condizioni siano
abbastanza buone.
Nelle mie 280.000 mani ho eseguito questa mossa circa 60-80 volte, in condizioni ottimali.
E' necessario non avere dietro alcun shortstack aggressivo o squeezer ed avere una nota o read sull'
open-raiser che indichi la sua tendenza a giocarsi lo stack abbastanza light.
Il problema e' che ci troveremo spesso sandwiched, senza avere la possibilita' di floatare o provare a
rubare il pot (in caso di read specifiche, in base a Villain ed al board, si puo' ovviamente fare) il che
aiuta a compensare le volte in cui missiamo il nostro set.
Esiste inoltre una buona possibilita' di essere 3-bettati da una mano forte, vista la quantita' di giocatori
che abbiamo dietro che potrebbero effettivamente avere una 3-betting hand (e forse anche squeezers
aggressivi che possono metterci sulla mano che abbiamo abbastanza facilmente e pensare di riuscire a
fare foldare UTG).
03. Middle Positi on
In middle position iniziero' a raisare piu' spesso, ma sempre controllando di non avere molti giocatori
aggressivi o shortstacks alla mia sinistra (nel qual caso potrebbe essere una buona idea cambiare
tavolo).
Verremo 3-bettati piu' spesso da giocatori aggressivi e se non riusciamo a reagire correttamente alle 3-
bet faremmo meglio a semplicemente foldare queste mani.
Non sono risultato vincente al 25NL per un breve periodo con queste mani in MP, a causa del chiamare
le 3-bets veramente troppo spesso, perdendo molto.
Parleremo piu' avanti sul come reagire alle 3-bets con le small pocket pairs.
Open-limpare qui da MP e' terribile, anche live preferirei aprire o foldare se nessuno ha aperto prima di
me.
Possiamo anche iniziare a flattare i raise prima di noi piu' spesso, considerando il vantaggio della
posizione e le minori chances che qualcuno abbia una mano molto forte dopo di noi.
Idealmente senza avere squeezers aggressivi dietro.
Credo questo sia il momento di inserire una nota per me importante, preferirei flattare un raiser UTG
tight piuttosto che un raiser MP loose.
Mettendola semplicemente, vinceremo stacks molto piu' spesso contro qualcuno con un range molto
tight che include molte overpairs e mani TPTK rispetto contro qualcuno che floppera' pairs weak, draws
e middle pairs piu' spesso.
Se un giocaotre ha 99 e floppiamo un set, raramente vinceremo il suo stack anche se 99 e' un overpair
al board. Si andra' per lo stack solo in set over set oppure contro un giocatore super loose post-flop.
E' da preferire quindi giocare contro il range piu' tight possibile, specialmente al piccolo prezzo di 3-
4BBs.
Inoltre, un altra cosa da considerare, e' che difficilmente un giocatore che flatta un open-raiser UTG o
UTG+1 con statistiche tipo 10/7, difficilmente verra' squeezzato.
Al contrario, se un giocatore 24/21 raisa da MP, c'e' un flat e siamo sul bottone, squeezzare puo'
essere una buona idea.
Prendete quindi tutte queste informazioni in considerazione nel decidere se flat-callare un raiser o
meno.
Riguardo le 3-bets, non 3-betto mai con le small pocket pairs.
Idealmente, speriamo che Villain abbia una mano forte quando abbiamo una small pocket pair, cosi' da
avere il nostro set pagato.
3-bettando, Villain 4-bettera' una buona parte delle mani che vogliamo abbia, costringendoci a foldare
la nostra mano pre-flop.
Non c'e' bisogno di aumentare l' SPR visto che post-flop la maggior parte delle volte avremo una mano
con la quale non vorremo continuare.
Inoltre, le volte in cui flopperemo un set, avremo gia' mostrato molta forza e molte mani che potrebbero
pagarci piu' di una street, tipo AQ, J J , TT, etc. potrebbero foldare.
Potremmo facilmente ottenere tre streets di valore giocando posizione piuttosto che spaventare
l'avversario al flop o al river (dipende dal tipo di Villain, ma 3-bettare con le SPP proprio non mi piace).
04. Late Position
In late position, se il pot e' ancora unopened, ed ho una small pocket pair, raiso sempre.
Forse con giocatori super aggressivi dopo di noi oppure shorts aggressivi, possiamo trovare un fold, ma
in questo caso dovremmo cambiare tavolo al prossimo giro di blinds.
Flatto inoltre la maggior parte dei raise, a meno che gli stacks siano short oppure penso ci sia una
probabilita' rilevante di essere squeezzati, il che non mi preoccupa piu' di tanto al 25NL o meno.
Siamo in posizione e possiamo floatare un po' di piu' se siamo abbastanza bravi a farlo, inoltre non
dobbiamo preoccuparci piu' di tanto di giocatori dopo di noi che potrebbero avere mani forti.
Possiamo estrarre valore grazie alla nostra posizione da buone mani ed avremo modo generalmente di
prendere il controllo della mano piu' spesso di quanto potremmo con piu' avversari dietro.
Non squeezo o 3-betto molto spesso per le ragioni espresse nel punto precedente, ma esistono
comunque casi dove potrei tranquillamente farlo se e' presente abbastanza dead money, in ogni caso,
in situazioni normali preferisco evitarlo.
05. Giocare contro gli short con le small pocket pai rs
Con due o piu' shortstacks dietro dovreste raisare lo stesso, ma cambiare tavolo appena possibile.
Se uno shortstack va all-in, a seconda del suo stack size, e' possibile chiamare.
Se lo shortstack pusha il 10% delle mani e tutte le coppie, Pokerstove ci dice che con 22 abbiamo il
35,2% di equity mentre con 66 il 47%, una differenza non molto grande alla fine.
Contro un range del 5% abbiamo invece il 27% con 22 e il 43.6% con 66.
Se pusha invece il 20% avremo il 43% con 22 e 46.77% con 66.
Potete usare questi dati per decidere se chimare o foldare, in ogni caso, assumendo di raisare 3x e di
dover chiamare un push di Villain di 20x, abbiamo bisogno del 40.97% di equity per chiamare
profittevolmente.
Se pensiamo che chiamare light possa fare in modo che in futuro lo short (o gli altri short) aggiusti il suo
range e ci repushi piu' tight, possiamo chiamare in modo profittevole anche leggermente sotto equity.
Per approfondire il gioco contro gli shortstacks, vi consiglio la lettura di questo articolo.
06. Giocare contro le 3-bets
Saremo generalmente fuori posizione e gli stacks saranno troppo piccoli per consentirci di chiamare
una 3-bet profittevolmente con le nostre small pocket pairs.
Con pairs piu' grandi potremmo pensare di avere una mano abbastanza forte per continuare anche
senza settare, ma con pocket pairs basse sara' raramente il caso di farlo, anche contro mani tipo
AK/AQ, che non hanno hittato, non riusciremo a rubare il pot abbastanza spesso, essendo fuori
posizione.
Matematicamente floppiamo un set circa l' 11% delle volte, abbiamo quindi bisogno di chiamare meno
dell' 11% del nostro stack per essere +EV. Questo assumendo ovviamente di riuscire a giocarci lo
stack ogni volta che settiamo, senza essere mai scoppiati, il che e' utopia.
Realisticamente chiamare qualsiasi cosa sopra una min-raise 3-bet ci fara' perdere soldi.
Una 3-bet normale sara' di almeno 10BB se noi (o qualcun altro) abbiamo raisato 3BB, non abbiamo
quindi buone odds, considerando che la maggior parte delle volte che settiamo non vinceremo
nemmeno meta' stack dell' avversario.
Giocando in posizione possiamo avere un margine di manovra leggermente migliore se pensiamo di
poter vincere il pot anche quando non settiamo.
Abbiamo migliori chances di set-minare se ci sono piu' giocatori nel pot, avranno comunque spesso
mani marginali e raramente metteranno lo stack nel pot.
Se la 3-bet e' grande, dovremo foldare praticamente sempre, a meno di avere una sick read e voler 4-
bettare in bluff ma 1) abbiamo gia' flattato da LP e potremmo aver gia definito la nostra mano e 2) non
sono abbastanza bravo da poter discutere questo argomento piu' approfonditamente, quindi diciamo
fold.
Per approfondire l'argomento vi consiglio di leggere questo articolo.
In ogni caso, da un punto di vista puramente di set-mining, chiamare una 3-bet e' praticamente sempre
una cattiva idea se non abbiamo un piano alternativo al call, hit set, profit.
Se siamo deep ed abbiamo visto Villain perdere lo stack, o grosse porzioni di esso, con overpairs e/o
top pairs, chiamare la 3-bet potrebbe avere un senso.
Contro short stacks e' invece praticamente sempre meglio foldare, a meno di essere super-short a
nostra volta e sapere che Villain pusha light.
07. Giocare dai blinds
Con una small pocket pair nei blinds, e' ovviamente una buona idea flattare un raiser con range strong,
anche con piu' persone nel pot.
Non ha molto senso re-raisare andando a creare SPR grandi in multiway, dovendo eventualmente
foldare ad una 4-bet, o essendo fuori posizione con una mano debole.
Se un giocatore sta attaccando costantemente i nostri blinds, e' corretto 3-bettare di tanto in tanto, visto
che non riusciremo a portargli via lo stack abbastanza spesso in ogni caso.
Se invece il range di steal e' tight, si puo' tranquillamente set-minare o foldare.
Siamo fuori posizione, quindi giocare queste mani in modo semplice non mi dispiace molto.
Dai blinds, sullo SB ci dovremo preoccupare soltanto di un giocatore dopo di noi, oppure chiuderemo l'
action dal BB, riusciremo quindi praticamente sempre a vedere il nostro flop.
Dal BB, contro un raise dello SB, possiamo tranquillamente flattare e provare ad outplayare Villain al
flop, anche senza hittare il nostro set.
Dallo SB, se nessuno ha ancora aperto, raiseremo tutte le pairs, di solito aggiungendo 1 BB allo
standard raise di 3BB. Ho notato che raise di 3BB non vengono rispettati molto, specie contro buoni
giocatori.
Se invece il BB e' tight o scarso, raisare la size standard va comunque bene.
Se, per qualsiasi ragione, abbiamo la possibilita' di fare check dal BB con una small pocket pair, se c'e'
soltanto un altro giocatore nel pot (un limper), raiso 5xBB per provare a vincere il pot preflop.
Facendo check, avremo un SPR troppo piccolo e spesso potremmo non vincere lo stack di Villain
anche settando contro una mano forte.
In un tavolo weak potete provare a rendere il pot piu' appetibile con un piccolo raise, ma generalmente
contro giocatori competenti raisare provando a vincere subito il pot oppure fare check e set-minare
sono le opzioni migliori.
In un pot unopened dove SB open-limpa, dal BB raisiamo sempre. Se veniamo 3-bettati, rivalutiamo la
mano e mettiamo una nota a Villain.
Raiso comunque praticamente atc in questa situazione.
Potete trovare qua un buon articolo sulla difesa dei blinds.
Onestamente, credo che la difesa dei blind sia molto legata alla situazione, e visto che generalmente si
hanno tutte le informazioni possibili su Villain pre-flop, scrivere una strategia generale e' molto difficile.
Dobbiamo considerare chi ha raisato, da quale posizione, il fatto di essere OOP e se possiamo estrarre
molto valore post-flop o e' meglio vincere il piatto pre-flop.
Non mi e' stato molto semplice scrivere questa sezione, ma credo che una buona regola generale sia di
guardare al range di Villain e cercare di capire se possiamo estrarre molto valore nel caso in cui
settiamo, e se la risposta e' negativa possiamo considerare la 3-bet.
08. Conclusioni
In generale giocare le small pocket pairs e' leggermente piu' complicato di quanto possa sembrare a
prima vista.
Se vogliamo set-minare dobbiamo valutare bene la situazione per assicurarci di essere in un buon spot
per farlo.
Dobbiamo essere ben consapevoli dei ranges degli avversari che abbiamo dietro. Evitando di farlo la
nostra linea rossa scendera' molto velocemente.
Raisare da early non e' una cattiva idea se si e' consapevoli del perche' lo si sta' facendo e ci sono
buone condizioni al tavolo, ma farlo indipendentemente dalla situazione puo' diventare un leak.
Chiamare le 3-bets e' generalmente sbagliato, ma esistono comunque condizioni sotto le quali e'
possibile considerare di farlo, specialmente se abbiamo un buon piano per il post-flop.
In altre parole, dipende...
DOUBLE BARRELING
01. Introduzione
Vincere pots al turn ed al river quando non si ha la mano migliore e' molto profittevole visto che, in
media, il pot ha dimensioni maggiori in queste streets. Questo articolo discutera' appunto sul come
vincere questi pot con un second barrel.
Il double barreling e' talmente legato all' avversario ed alla situazione specifica che non mi sara'
possibile fornirvi una guida esatta sul come applicarlo.
Quello che faro' sara' darvi un insieme di informazioni su di esso nella speranza di riuscire a
trasmettervi i concetti di fondo consentendovi cosi' di imparare per conto vostro come applicarlo
correttamente nelle giuste situazioni.
01a. Un veloce avvertimento riguardo il double barreling.
Come ho gia' detto in molti video e tentato di imprimere nella mente dei miei studenti, la maggior parte
delle vostre vincite ai micro stakes deriveranno dal c-bettare al flop e value bettare sulle streets
successive.
L' errore piu' grave commesso dai giocatori scarsi e' quello del chiamare con troppe trash hands nel
pre-flop e nel non foldare nelle streets successive.
Di conseguenza vorrete c-bettare al flop per far loro foldare le mani che hanno missato e value bettare
nelle streets seguenti per essere chiamati da mani che hanno hittato e con cui chiamano delle bets, e
non bettare molti turns e rivers provando a far loro foldare top pair weak kicker etc...
02. Cosa tenere in considerazione nel pensare al double barreling.
Tre cose molto importanti vengono alla mente nel pensare al double barreling :
Reads sui giocatori, Texture del board ed Equity.
La texture del board in effetti influenza molte cose, ovvero i Flop Continuing Ranges (FCR), il board
development, e le scare cards. Definiro' velocemente questi termini.
02a. Flop continuing ranges
Un flop calling range e' composto semplicemente dalle mani con cui il nostro avversario non si
arrendera' alla nostra c-bet al flop. Tutti i giocatori hanno flop continuing ranges leggermente diversi ed
e' qui che avere reads sull' avversario diventa importante.
In generale, sara' meglio fare double barrel contro un FCR wide rispetto ad uno tight, visto che FCR
ampi continueranno a contenere mani marginali.
Un flop continuing range e' influenzato sia dai pre-flop calling ranges che dalla texture del board.
Ad esempio, se il vostro avversario sta chiamando molte mani dal big blind, avra' spesso mani nel suo
range che hitteranno in modo marginale al flop, tipo 2nd o 3rd pair con le quali chiamera' la c-bet ma si
trovera' in difficolta' nel chiamare in streets successive.
Inoltre, alcune board textures consentiranno a piu' combinazioni di mani il call al flop e questo giochera'
un ruolo importante nel double barreling.
02b. Board development
La texture del board cambiera' in base al turn ed al river.
Alcuni boards non cambieranno molto mentre altri muteranno radicalmente.
Conoscere come differenti board textures si svilupperanno nelle streets future sara' vitale nel capire il
double barreling, specialmente correlando questo ai FCRs.
02c. Scare cards
Non credo di dover andare troppo a fondo su questo punto. Le scare cards sono qualsiasi carta che
hitta il vostro range percepito. Sono anche carte che rappresentano uno sviluppo negativo del board dal
punto di vista del vostro avversario.
Vedrete cosa intendo quando descrivero' alcuni esempi con textures specifiche.
03. Lista di indicazioni generali sul double barreling.
1) Vogliamo fare double barrel quando la texture del board si sviluppa in modo da ridurre
considerevolmente il turn continuing range del nostro avversario rispetto al suo flop continuing range,
oppure quando la carta al turn migliora la nostra equity nel pot.
2) I boards non buoni per fare double barrel saranno quelli in cui il vostro avversario ha un FCR
low/tight.
3) La miglior carta sulla quale fare double barrel sara' una scare card che migliorera' la vostra equity ed
allo stesso tempo peggiorera' il board per il vostro avversario.
4) Carte non buone per fare double barrel saranno quelle che miglioreranno il range percepito dei vostri
avversari, coppie sul board, o le carte considerate bricks in generale.
5) A parita' di condizioni, dovremmo essere piu' inclini al double barrel quando siamo fuori posizione.
Questo perche' non potremo prendere free cards per capitalizzare la nostra equity in spots dove il
nostro avversario probabilmente non foldera' ad una bet al turn.
Inoltre il nostro avversario fara' float o peel light molto piu' spesso quando in posizione.
6) Vi stupirete nel vedere quanto le note sui vostri avversari vi aiuteranno. Le reads risulteranno molto
importanti in situazioni marginali dal momento che i ranges pre-flop e calling al flop saranno differenti
per ogni giocatore.
Se, ad esempio, vediamo qualcuno fare un peel molto loose contro di noi OOP, allora dovremmo
seriamente prendere in considerazione il barellare piu' spesso contro di lui in futuro, anche su textures
non buone per farlo.
7) SOLO PERCHE' AVETE FATTO DOUBLE BARREL AL TURN, NON SIGNIFICA CHE SIETE
COMMITTED AL BETTARE ANCHE IL RIVER.
Non lo ripetero' mai abbastanza.
Insegno e gioco un poker abbastanza aggressivo e se shovassi ogni river dopo aver fatto double barrel
sarei broke.
Una ragione importante per cui facciamo double barrel e' il far foldare al nostro avversario le sue mani
marginali, quindi auto-shovare i rivers quando veniamo chiamati non ha molto senso.
8) Cercate spots dove il vostro avversario vi raiserebbe praticamente sempre con una mano od un
draw forte sul flop. Se si limita a chiamare, questo potrebbe essere un segnale di debolezza (oppure
no, se voi ed il vostro avversario siete sullo stesso livello).
04. Flop textures e come queste si rel azionano al barreling
Come detto in precedenza, sapere come i boards si sviluppano e' una parte importante del double
barreling. Di seguito riportero' alcune flop textures, e provero' a descrivere come comportarsi nelle varie
situazioni. Ricordate comunque che si tratta di generalizzazioni.
04a. Flops Ace o King high, dry.
Questi sono ottimi boards sui quali c-bettare. Non solo gli assi e i kings sono nel vostro opening range
percepito ma sara' anche difficile per il pre-flop range del vostro avversario connettersi in modo solido
con essi.
Per metterla in modo semplice, quando c-bettate su Ad 8h 2s, il vostro avversario foldera' 6x7x, KxQx,
etc...
Non sono nemmeno presenti draws con i quali il vostro avversario potrebbe check-callare al flop.
BOARD DEVELOPMENT : Non ci sono reali scare cards che possono uscire al turn ed il peggio di
questo board sara' generalmente al flop.
FCR DEGLI AVVERSARI : Dovrebbe essere molto tight quando sono OOP. Usate le vostre reads per
definirlo quando sono in posizione.
LA NOSTRA EQUITY QUANDO DIETRO : Quando non avete la best hand su A82r, non l' avrete
probabilmente nemmeno al river. Potete ancora bettare alcune two barrel cards basandovi sull' equity
che avete (se prendete un flush o straight draw al turn) per bilanciare le volte in cui bettate mani buone.
Quando venite chiamati su questo flop, il vostro avversario ha spesso top pair, non vuole foldare e
dovreste raramente andare in double barrel senza reads o history specifiche.
04b. Flops con una high card e due low cards.
Quando dico una high card e due low cards, mi riferisco a flops tipo J 42 etc...
Questi boards sono discreti per c-bettare perche' il vostro avversario generalmente foldera' tutte le
unpaired hands, ma visto che il jack non rappresenta il vostro range percepito come farebbe un asso,
verrete in media chiamati piu' light.
Questi boards sono buoni per c-bettare, finche' siete disposti ad andare in double barreling quando
richiesto.
BOARD DEVELOPMENT : Questo dipende in genere da quanto bassa e' la seconda carta. Ci saranno
tre over cards al jack che saranno decenti per un second barrel, e ci saranno anche molte carte
superiori al quattro buone per bettare perche' saranno scare cards per le small pocket pairs oltre a
peggiorare il board development dal punto di vista dell' avversario.
Queste carte saranno qualcosa intorno al 9x e Tx, specialmente se aprono un flush draw.
Veranno percepite come un incremento alla vostra equity e renderanno molto difficile per il vostro
avversario andare in bluff-catching al turn con mani marginali a causa del timore di un third barrel al
river.
FCR DEGLI AVVERSARI : Sara' una via di mezzo.
LA NOSTRA EQUITY QUANDO DIETRO : Gran parte del nostro range avra da 3 a 6 outs percepiti
con moltissimi backdoor draws. Non male.
04c. Flops con due high card ed una low card.
Questi boards dovrebbero essere in assoluto i migliori per c-bettare contro un calling range pre-flop
ragionevolmente ampio, quando in posizione.
Questo perche' gli avversari non possono chiamare una bet senza qualcosa come top/second pair od
un draw.
Un esempio di questi flops e' Kd Qh 2s. Di nuovo, dal momento che gli avversari hanno bisogno di una
mano forte per chiamare una bet su queste textures, dovremmo essere meno portati al double barreling
quando veniamo chiamati.
BOARD DEVELOPMENT : Dal punto di vista dei vostri avversari, probabilmente non diventera' molto
scary.
FCR DEGLI AVVERSARI : Molto tight.
LA NOSTRA EQUITY QUANDO DIETRO : Non molto buona, sperate di prendere un draw al turn.
04d. Boards bassi e poco coordinati.
Un board basso, poco coordinato, e' qualcosa come 9c 7d 4h, ed e' molto buono per il barreling.
Perche'? Perche' su questi flops verremo chiamati da qualsiasi cosa.
BOARD DEVELOPMENT : Questo board puo' diventare molto brutto una buona percentuale di volte. Il
momento piu' innocuo sara' generalmente al flop, visto che ci saranno cinque overcards che potranno
uscire.
Questo significa che c-betteremo questi flops con l' intenzione di bettare anche moltissime carte al turn,
per punire il call light al flop del nostro avversario.
FCR DEGLI AVVERSARI : Tutte le coppie chiameranno, molte ace-high hands cosi' come weak draws
ed altre mani random.
LA NOSTRA EQUITY QUANDO DIETRO : MOLTO BUONA !
04e. Boards coordinati.
Questi sono flops che hittano decisamente i ranges. Su di un flop tipo Tc 8d 7d potete aspettarvi di
essere chiamati o raisati una percentuale di volte molto alta.
Per questa ragione, questi sono generalmente brutti boards per c-bettare.
Quale dovrebbe essere un range di c-bet air su questi flops?
Generalmente sara' qualcosa che puo' migliorare quando chiamato, ma non cosi forte da doversi
preoccupare di un check-raise.
Esempi includerebbero una mano come AdKs.
Una cosa che dobbiamo ricordare riguardo queste textures e' che i nostri avversari raiseranno o check-
raiseranno quasi sempre la nostra c-bet con il top del loro range.
Di conseguenza, c-betteremo occasionalmente e quando verremo soltanto chiamati, potremo andare in
double (e triple) barreling abbastanza spesso, visto che un flat call al flop rappresentera' praticamente
sempre una mano marginale battuta, in media, dal nostro range di c-bet.
Riassunto
Queste non sono ovviamente tutte le possibili flop textures ma spero che con le informazioni gia' date
possiate arrivare ad alcune strategie da applicare sugli altri tipi di boards.
Da notare che alcuni boards vengono chiamati molto, mentre altri molto meno e che alcuni possono
diventare molto scary, mentre altri lo diventeranno raramente.
Nel prendere la decisione di andare in barreling usate le reads sul vostro avversario per stimare quanto
wide sta chiamando le vostre bets e quanto probabilmente foldera' su varie carte al turn.
Non posso aiutarvi in questo.
Alcuni di voi faranno level-up ai mid-high stakes e sara' di molto aiuto avere un idea del livello al quale
sono i vostri avversari.
Quando i concetti relativi al double barreling vi saranno ben chiari, potrebbe essere corretto ogni tanto
giocare le vostre mani in contraddizione con questi.
Ad esempio, a volte sara' corretto fare check back con una mano forte su carte non buone per il
barreling, perche' il vostro avversario non si aspettera' bluff frequenti da parte vostra.
Potrebbe anche essere corretto bluffare occasionalmente in questo stesso spot o bettare thin value in
spots dove il vostro avversario si aspetta sempre un barreling da parte vostra.
CONTINUATION BET
01. Quali sono le ragioni per cui bettare in generale?
Nei suoi libri Harrington elenca le tre possibili ragioni per cui bettare :
Far foldare una mano migliore.
Far chiamare mani peggiori.
Far chiamare draws con odds non favorevoli.
Tutte e tre le ragioni possono essere riassunte in : Bettiamo per incrementare la nostra equity.
Vale la pena farlo se l' aumento in termini di equity e' maggiore del prezzo che paghiamo per ottenerlo.
Tuttavia, potrebbe non essere sempre la scelta migliore.
Esiste anche un altro possibile motivo per cui bettare, o di fatto per qualsiasi altra cosa facciamo :
Potremmo bettare per deception, per confondere l' idea che l' avversario ha riguardo la nostra mano,
oppure riguardo la nostra strategia generale.
In quest' ultimo caso potremmo sacrificare equity immediata per metagame.
Tuttavia, non si puo' ingannare qualcuno che non presta attenzione a quello che stiamo facendo.
Quindi, contro gli avversari tipici dei micro-stakes, la deception gioca un ruolo minore.
02. Cos'e' la Continuation Bet?
Una continuation bet e' una bet fatta dall' aggressore nel pre-flop quando nessuno ha ancora bettato
prima di lui al flop.
L' aggressore pre-flop e' l' ultimo giocatore ad aver fatto un raise prima del flop.
Le ragioni a favore della continuation bet sono molteplici :
L' aggressore pre-flop ha mostrato forza raisando, mentre tutti gli altri avversari hanno mostrato
debolezza chiamando. Per questo motivo l' aggressore viene percepito come il giocatore con il range
piu' forte. C-bet come value bet
La maggior parte dei flops vengono missati da tutti i giocatori. E' difficile per qualcuno chiamare
una bet al flop senza una mano. Quindi, il primo a bettare al flop spesso vince il pot. C-bet come
bluff
Se bettate al flop quando hittate e fate check quando avete missato, i vostri avversari possono
exploitarvi semplicemente foldando quando bettate e bettando quando fate check.
Per questo, nel giocare contro giocatori in grado di osservare il vostro gioco, dovete ogni tanto bettare
quando missate, o fare check quando hittate, in modo da evitare di rivelare troppe informazioni
riguardo la vostra mano. C-bet per deception
In questo articolo ci concentreremo sulla decisione al flop del fare o meno una continuation bet.
Eviteremo la questione del bet sizing.
03. Fattori da considerare
La nostra mano.
Numero di avversari.
La nostra posizione.
La nostra immagine.
Tendenze degli avversari.
Texture del flop e ranges.
03a. La nostra mano
Nel parlare di continuation bets, la gente pensa spesso al bluffare quando si missa il flop.
A volte pero', ogni tanto, siamo fortunati e hittiamo effettivamente una mano.
In questi casi dovremmo per lo piu' value bettare, a meno di hittare al flop una mano virtualmente
imbattibile (qualcosa come un full house, quads, top set su di un board molto dry, cose come queste...),
nel qual caso si potrebbe considerare lo slowplay.
Normalmente comunque, se hittiamo soltanto una buona mano, c'e' poco valore nello slowplay (e un
buon quantitativo di rischio nel farlo), in particolare contro avversari weak.
Con il migliorare degli avversari potremmo dover iniziare a fare check con alcune delle nostre mani
buone, per balance.
Nel seguito dell' articolo considereremo principalmente le c-bet come bluffs.
03b. Numero di avversari
You can fool all the people some of the time, and some of the people all the time, but you cannot fool
all the people all the time. - Lincoln
(Si puo' ingannare tutta la gente qualche volta, ed alcune persone tutte le volte, ma non e' possibile
ingannare tutta la gente tutte le volte).
Se nella mano sono presenti molti giocatori, le possibilita' che qualcuno abbia hittato il flop aumentano
esponenzialmente.
Supponete che ogni avversario missa il flop il 70% delle volte.
(Per gli esperti in matematica, assumiamo che questi eventi siano indipendenti.) Se state giocando
contro due avversari, entrambi missano il flop il 49% delle volte; contro tre la probabilita' si restringe al
34%.
Quindi, piu' avversari sono nella mano, piu' piccola e' la possibilita' che la c-bet riesca a farvi vincere il
pot.
Questo porta a raccomandarvi di giocare piuttosto straight-forward in un pot multiway.
Potete c-bettare liberamente in heads-up, ma diminuite la frequenza in tre-way.
Nel caso in cui gli avversari siano piu' di due, avrete bisogno di una piu' che buona ragione per c-
bettare in bluff.
03c. La nostra posizione
Come sempre nel poker, la posizione e' conoscenza, la conoscenza e' potere, ed il potere sono soldi.
Se nel pre-flop siete stati gli aggressori, siete in posizione, e tutti fanno check fino a voi, avete sufficienti
informazioni riguardo la forza delle mani dei vostri avversari per provare a vincere il pot c-bettando
(Anche se naturalmente alcuni faranno check al raiser).
Se invece al flop siete fuori posizione, non avendo alcuna indicazione sulla forza dei vostri avversari,
dovrete procedere con piu' cautela nel c-bettare.
Da aggiungere in questa sezione e' il fatto che alcuni giocatori cercano di exploitare gli avversari che c-
bettano spesso cold-callando in posizione, chiamando la c-bet e bettando quindi il turn quando l'
avversario fa check.
Questa strategia e' conosciuta come floating e se ne parlera' in un altro articolo.
Comunque, dovreste iniziare a pensare ad una strategia per contrastarlo.
03d. La nostra immagine
L' idea che hanno i nostri avversari del nostro gioco ha un grande impatto sulla frequenza di successo
dei nostri bluffs.
Se siamo stati chiusi per trenta mani consecutive e raisiamo da early position, la nostra continuation bet
avra' un ottima chance di successo.
Al contrario, avendo giocato molto loose, raisando dal cut-off, le possibilita' che Villains consapevoli del
nostro gioco inizino a chiamarci piu' light (o peggio, raisarci) aumenteranno considerevolmente.
Notate dal parola consapevoli. Fortunatamente, molti avversari weak non osservano affatto il gioco
degli avversari (e di fatto e' il motivo per cui sono weak).
In particolare, e' difficile notare qualcuno che gioca molto tight (a meno di usare un HUD) mentre la
maggior parte della gente notera' uno stile loose aggressive, perche' per loro irritante.
Infine, notare un immagine ed adattarsi correttamente ad essa, sono due cose ben diverse. Da qui il
mantra dei micro-stakes : They're not playing back.
In situazioni ideali, la nostra immagine giochera' un ruolo minore, ma dovrebbe comunque essere
tenuta in considerazione.
03e. Tendenze degli avversari
Qualsiasi informazione che abbiamo su un avversario ci aiuta nel prendere la nostra decisione sul c-
bettare o meno.
Se qualcuno gioca fit-or-fold dopo il flop (il che significa che foldera' ad una c-bet a meno di aver hittato
almeno una buona pair o draw) possiamo bettare profittevolmente half pot il 100% delle volte, anche se
questa potrebbe non essere la strategia ottimale.
Al contrario, contro una calling-station possiamo dimenticarci della c-bet come bluff e limitarci a value
bettare.
Notate che le statistiche pre-flop potrebbero ingannarvi. Se qualcuno gioca molto loose pre-flop avra'
meno possibilita' di hittare bene il flop, per questo potrebbe essere piu' incline a foldare alla nostra bet.
Al contrario, un giocatore tight entrera' nella mano solo con mani buone e potrebbe risultare piu' difficile
farlo foldare.
Quindi, le statistiche post-flop, tipo fold to cbet % o flop check-raise %, sono piu' attendibili rispetto
ad una classificazione generale tight/loose.
Una nota sulle statistiche post-flop : Molti sostengono che sono attendibili soltanto se si ha un ampio
sample size, visto che le diverse situazioni accadono molto raramente.
Tuttavia, credo sia sbagliato ignorare totalmente le statistiche prese da piccoli sample size.
Anche se possono effettivamente essere fuorvianti, rappresentano le uniche informazioni che avete al
momento sul vostro avversario, e dovrebbero darvi alcune indicazioni su di esso.
Se vedete un avversario chiamare due volte una c-bet in posizione, e' molto probabile che chiamera'
anche una terza volta.
Ignorare questo equivale a dire : Non mi piace un sample size di 2, ne preferirei uno di 0.
A mio modo di vedere, questo non ha molto senso.
Come sempre, non bettate mezzo roll basandovi soltanto sulle statistiche, ma usate comunque sempre
tutte le informazioni che avete a disposizione.
Un ultima cosa riguardo i piccoli sample size : Se ho poche mani per la statistica fold-to-cbet su di un
avversario, sono piu' portato al c-bettare.
Una prima ragione per questo e' che le c-bet funzionano molto bene contro avversari generici.
Una piu' importante e' quella di ottenere piu' informazioni sull' avversario.
C-bettando lo mettero' in una situazione in cui sara' obbligato a darmi informazioni sulle sue tendenze.
In un certo senso, c-betto per informazioni (se gli altri fattori sono in qualche modo favorevoli,
ovviamente).
Naturalmente, preferirei fossero gli altri giocatori a fare questo lavoro per me, ma non possiamo sempre
fare affidamento su questo.
03f. Texture del flop e ranges
Infine, dobbiamo considerare il board e come questo si connette con i vari ranges.
Se il flop hitta il range del nostro avversario mentre missa chiaramente il nostro, non ha molto senso
bettare.
Al contrario, se il flop hitta il nostro range ma puo' dare al nostro avversario una mano migliore che e' in
grado di foldare, dobbiamo bettare.
Per maggiori informazioni sulle varie texture dei flop, leggete questo articolo.
04. Note finali
E' risaputo che bluffare contro gli idioti non e' una buona idea.
Il motivo e' il seguente : Perderete generalmente soldi nei vostri bluffs; Questi soldi sono una sorta di
tassa che dovete pagare per fare in modo di ottenere valore dalle vostre mani forti.
Se non bluffate mai, i buoni giocatori folderanno sempre alle vostre bets.
I giocatori scarsi vi chiameranno in ogni caso, quindi i soldi spesi in bluffs saranno semplicemente
buttati.
La ragione per cui le continuation bets sembrano essere un eccezione a questa regola e' che sono
relativamente poco costose, e contro gli avversari giusti (fish weak-tight) sono comunque profittevoli.
Conclusioni
Quando siete heads-up, in posizione, su di un board dry con una broadway, fate una continuation bet.
Quando siete in multiway, fuori posizione, su di un board pericoloso, non fatelo.
Per tutte le altre situazioni intermedie, prendete una decisione basandovi sulle carte, le tendenze dei
vostri avversari, e la vostra immagine.
LA STRADA PER VALUETOWN
Quote :
"Credo che il mio piu' grande "leak" sia il perdere valore al turn o al river, non sono mai sicuro sul
dove dovrei bettare.
Potresti fornire alcuni esempi in cui una bet al river sarebbe appropriata, ma un tipico giocatore
dei micro stakes misserebbe? Non sto parlando di thin value bets, ma spots comuni che
dovremmo sempre bettare. Ad esempio mid-pocket pairs su boards bassi (99-TT), top pair weak
kicker, o mani forti su boards 3-flush/paired/straight-completing".
Credo che questo sia il tipo di domanda che ogni giocatore dei micro stakes dovrebbe porsi
regolarmente.
Quindi, senza ulteriori indugi, proviamo a trovare la strada per Valuetown.
Quando bettare il turn?
Come regola generale, esistono alcune situazioni in cui e' bene farlo :
Quando la vostra mano e' abbastanza forte.
Quando e' abbastanza probabile che il vostro avversario foldi.
Quando ne' il primo ne' il secondo punto sono sufficienti, ma ASSIEME rendono la bet +EV.
Quando la vostra mano richiede protezione.
Quando siete in posizione e volete avere l' opzione di uno showdown gratuito.
Per meglio nascondere la vostra mano.
Analizziamo questi punti uno ad uno.
1. Quando la vostra mano e' abbastanza forte
Potrebbe questo punto essere piu' vago? Probabilmente no, ma e' il meglio che possiamo ottenere.
" Abbastanza forte" dipendera' dall' avversario che stiamo affrontando.
Alcune cose da considerare :
1. Bettare per valore dovrebbe avvenire meno frequentemente quando ci si trova in multiway rispetto a
quando si e' in heads-up.
La forza richiesta per considerare una mano "abbastanza forte" aumentera' con l' incrementare del
numero di avversari nella mano, semplicemente perche' aumentera' la possibilita' che uno degli
avversari abbia una mano molto forte.
2. Bettare per valore dovrebbe avvenire meno frequentemente quando il vostro avversario e' tight.
Questo e' abbastanza ovvio, se Villain e' tight non chiamera' senza una mano, e quando verrete
chiamati avrete meno probabilmente la mano migliore.
3. Bettare per valore dovrebbe avvenire meno frequentemente quando il vostro avversario e'
aggressivo. Anche se pensiamo che gli aggro-monkeys cercano sempre di entrare in grossi pots, la
realta' e' che la maggior parte di loro appare cosi' aggressiva perche' o betta sempre... oppure FOLDA.
Se bettate in un maniac, e' molto probabile che questo lasci la mano. Se invece fate check, la
probabilita' che betti lui per voi e' molto piu' alta, consentendovi di chiamare un bluff o due.
4. Bettare per valore dovrebbe avvenire meno frequentemente quando il board e' dry.
Avete A7 su di un board J 732 Rainbow; Con cosa pensate che il vostro avversario chiamera'?
Di certo, nulla che vi rendera' felici.
Su di un board 9872 con due hearts invece, avrete molte piu' possibilita' di venire chiamati da qualcuno
in draw.
5. Bettare per valore dovrebbe avvenire meno frequentemente quando volete tenere il pot piccolo.
Generalmente parlando, volete un pot piccolo se avete una mano debole, perche' se due stacks
finiscono nel pot ed avete TPTK, avrete normalmente commesso un errore.
Prima di costruire un grosso pot, assicuratevi di volerlo.
6. Bettare per valore dovrebbe avvenire piu' spesso contro le calling stations.
Con J J su di un board Q942 Rainbow, non vorrete costruire un grosso pot contro un giocatore forte, ma
contro una calling station avrete una mano molto avanti al range dell' avversario.
Punite il suo essere troppo loose.
7. Bettare per valore dovrebbe avvenire piu' spesso quando i vostri avversari sono probabilmente in
draw. Se sapete il vostro avversario essere il tipo di giocatore che non folda mai le carte suited,
procedete nel value bettare ogni pair su di un board con due carte a colore.
Per sicurezza, potete foldare se scende anche la terza.
8. Bettare per valore dovrebbe avvenire piu' spesso quando la vostra mano e' nascosta.
Se avete raisato 54s UTG ed il flop esce 876 rainbow, iniziate a bettare Nessuno si aspettera' la
vostra mano, e di conseguenza verrete probabilmente chiamati da mani peggiori.
9. Bettare per valore dovrebbe avvenire piu' spesso contro giocatori scarsi.
I giocatori scarsi non comprendono il valore delle mani, non capiscono quando foldare, e non
capiscono quando sono battuti.
Fate loro pagare la lezione.
In breve, dovreste value bettare non solo quando siete sicuri di avere la mano migliore, ma anche
quando la vostra mano e' avanti al range di Villain.
Un ultimo punto : "raisare per valore" e' piu' difficile del "bettare per valore", perche' il raisare spesso
blocca i vostri avversari, portandoli o a smettere di mettere soldi nel pot e foldare oppure a check-
callare, ingrossando il pot molto meno di quando avrebbero fatto se li aveste lasciati continuare a
bettare.
2. Quando e' abbastanza probabile che il vostro avversario fol di
Di nuovo, anche questo punto dipende molto dall' avversario che si ha di fronte.
Alcuni punti importanti :
1. La fold equity e' maggiore quando scende una scare card. Se avete check-callato con il vostro 88 su
di un board Q74 con due hearts, prendete in considerazione di bettare quando il King heart esce al
turn, specialmente contro il tipo di avversario che non betta i draws (sapete qual e' che intendo...).
2. La fold equity e' maggiore contro giocatori piu' bravi. Mentre i giocatori scarsi chiamano troppo
spesso, quelli "bravi" spesso foldano troppo, specialmente ai micro stakes.
Tipicamente i giocatori scarsi sono calling stations ed i "buoni" giocatori weak-tight.
Assicuratevi di prendere vantaggio da questa cosa forzandoli a foldare sul turn.
3. La fold equity e' maggiore se avete gia' mostrato forza nella mano.
Un raise pre-flop, seguito da una bet al flop, seguita da una bet al turn e' estremamente scary per la
maggior parte dei giocatori, specialmente quelli che "capiscono" il continuation betting.
Troverete spesso giocatori che "testano" il pre-flop raiser per vedere se continuera' a bettare al turn;
Contro questo tipo di avversari, un "second-barrel" ha spesso una fold-equity ridicolmente alta.
(Side note : Contro questo tipo di avversari, fare check-behind al turn con una buona mano e' spesso
estremamente profittevole, visto che o proveranno a bluffare o check-calleranno il vostro "ovvio" bluff al
river. Il raise pre-flop / flop bet / turn check / river value-bet puo essere una combinazione molto forte se
usata con moderazione e contro il giusto tipo di avversario "semi-thinking".)
4. La fold equity e' maggiore quando il turn potrebbe aver logicamente migliorato la vostra mano.
Pensate di essere sul big blind, il flop esce A72, avete fatto check, ed al turn esce un altro 7.
Una bet a questo punto avra' una solida fold-equity. E' improbabile che qualcuno abbia un asso (al flop
tutti hanno fatto check), ed il secondo 7 spaventera' i vostri avversari per via del possibile trips.
Non solo e' una carta che poco probabilmente avra' aiutato qualcuno, ma vi dara' anche modo di fare
foldare abbastanza spesso mani tipo 88-KK.
Gli assi vi chiameranno comunque abbastanza spesso, ma questo rappresenta un rischio da dover
prendere qualche volta.
Siate realistici comunque : Se siete stati il pre-flop raiser, il flop e' uscito 765, ed il turn 4, la gente non
credera' che avrete un 3... (questo potrebbe essere un buono spot per value bettare la vostra pocket
pair 99+, anche se dovreste considerare fortemente di fare check-behind al river se il vostro avversario
vi chiama al turn).
5. La fold equity e' maggiore quando il board corrisponde al vostro "likely holding".
La gente assume tipicamente che i blinds hanno mani random con carte basse mentre il pre-flop raiser
AK od una forte pocket pair.
Non fingete che la coppia di due sul board abbia aiutato la vostra mano quando avete naked overs, o
che un board KQJ T si connetta con il vostro big blind Non otterrete molti folds.
6. La fold equity e' minore in un pot multi-way. Non affidatevi esclusivamente alla fold equity in queste
situazioni, a meno di avere ottime ragioni per farlo.
7. La fold equity e' minore se i vostri avversari sono calling stations Nient' altro da aggiungere.
8. La fold equity e' nulla se il vostro avversario ha una mano forte. Non foldera' mai un flush. Non
foldera' mai una straight. Non foldera' mai un set. Non provateci nemmeno.
3. Quando ne' il primo ne' il secondo punto sono sufficienti, ma ASSIEME rendono la bet +EV
Questo e' comunemente chiamato "semi-bluffing". Non avete una mano abbastanza forte per
giustificare una bet (siete normalmente in draw). Non avete abbastanza folding equity per essere +EV
(pensate che il vostro avversario abbia probabilmente una buona mano). Ma assieme, le due fonti di
value rendono la giocata +EV.
Esempio :
Avete 6c5c sul big blind. CO (TAG) raisa a 3xBB, button chiama, SB chiama, e voi chiamate.
Flop : Ad 7c 9c
SB fa check, voi fate check, CO betta 8xBB. Button folda. SB folda. Voi chiamate.
(Non necessariamente la miglior giocata, ma per questo esempio diciamo vada cosi'.)
Turn : 9h
Fate check. CO betta 20xBB. Dovreste considerare il push.
Diciamo che il vostro avversario ha o un asso (il 70% delle volte), o una pocket pair alta (il 20% delle
volte), o air (il 10% delle volte).
Chiamare per flush value e' molto weak, in questo caso, perche' siete fuori posizione ed e' molto poco
probabile che verrete chiamati da una mano che battete se riuscite a chiudere il flush.
Non avete abbastanza pot equity e le implied odds sono molto scarse, quindi non potete
semplicemente chiamare e sperare di essere fortunati al river.
Foldare e' un opzione, ma avete molti outs per vincere probabilmente la mano.
Inoltre, non e' detto che al vostro avversario piaccia molto la propria mano al momento.
Se pushate, le cose cambiano abbastanza.
Prima di tutto, il vostro push sara' una bet abbastanza grande da spaventare il vostro avversario.
Se folda, vincerete un pot di 48 BB senza avere una mano, ma solo del potenziale, e questa e' sempre
una bella situazione.
Se chiama, avrete ancora dodici outs per vincere probabilmente la mano, il che significa che vincerete
dei soldi alcune volte.
Ora, se avete la certezza che il vostro avversario chiamera' il 100% delle volte da davanti, pushare e' -
EV (la sola forza della vostra mano non rende questa giocata +EV).
Allo stesso modo se siete certi che il vostro avversario vincera' il 100% delle volte allo showdown,
pushare e' -EV (la vostra folding equity da sola non rende questa giocata +EV).
Comunque, a volte Villain foldera' la mano migliore (value per voi) ed altre volte Villain perdera' la mano
quando chiamera' (value per voi).
Spesso, la COMBINAZIONE di questi due elementi riesce a rendere questa giocata +EV.
State rischiando circa 80 BBs sul push.
Se il vostro avversario folda, vincete circa 50 BBs.
Se venite chiamati, vincete circa 120 BBs circa 1/3 delle volte e ne perdete 80 i restanti 2/3.
Diciamo che il vostro avversario folda il 25% delle volte in questa situazione :
EV dall' equity del push : 1/3*(+120) +2/3*(-80) =-13.3 BBs. Questo accade il 75% delle volte, quindi l'
EV totale qua e' 0.75*(-13.3) =-10 BBs.
EV dalla fold equity : 50 BBs. Questo accade il 25% delle volte, quindi l' EV totale qua e' .25*(50) =12.5
BBs.
L' EV del push e' +2.5 BBs.
Nota : Se perdeste sempre allo showdown, l' EV sarebbe 0.75*(-80) +0.25*(50) =-47.5 BBs.
Analogamente, se veniste sempre chiamati quando pushate, l' EV sarebbe -13.3 BBs.
Questa giocata e' +EV soltanto grazie alla combinazione di un po' di folding equity E di un po' di
showdown equity.
Per rendere il semi-bluff una giocata +EV, le seguenti condizioni devono essere tutte vere :
- Dovete avere degli outs. Con gli outs, potete vincere allo showdown quando venite chiamati.
- Dovete avere della folding equity. Se il vostro avversario non folda mai, non puo' essere un semi-bluff.
4. Quando la vostra mano richiede protezione
Questa ragione per bettare e' usata in modo sbagliato piu' di ogni altra. Avete raisato pre-flop 4xBB con
KK. Il flop esce Ah Ks 7d rainbow, bettate 6x BB, il vostro avversario chiama.
Il turn e' Qh, che porta a due gli hearts sul board. Il vostro avversario fa check, voi pushate 90x BBs,
Villain folda.
"Whew!" pensate. "Ho protetto la mia mano dal draw!" La realta' e' che in questo caso la "protection" e'
una stata scusa per una giocata da persona spaventata.
Sapete che il vostro avversario foldera', ed invece di provare ad estrarre valore mentre siete ancora
molto avanti, scegliete la strada della vittoria sicura.
Di che mano avete paura qua? J T? Pensate veramente che J T foldera' in questo spot? O forse pensate
che il vostro avversario vi stava chiamando con J h 7h ed aveva appena migliorato la sua mano in un
superdraw.
Anche in questa ipotesi poco probabile, siete ancora avanti, fategli pagare il suo draw!
Non spaventatevi solo perche' la vostra mano non rappresenta piu' il nuts assoluto.
Questi sono i casi in cui la vostra mano ha bisogno di protezione :
- Quando siete avanti, ma molte, molte mani potrebbero distruggervi al river.
Se avete 99 ed il board e' ora 8h 5h 4s 3s, avete una ragione per proteggervi.
Se avete AA ed il board e' 8754 rainbow, non vi state proteggendo da niente, bettate per valore o fate
check-behind con una read insolita.
- Quando siete fuori posizione, proteggete piu' spesso le vostre mani vulnerabili.
Non volete foldare la best hand, quindi fare foldare un avversario quando siete OOP e' spesso una
buona cosa.
- Quando il board e' estremamente draw-heavy.
- Quando al vostro avversario piace bluffare.
Queste ultime due si combinano a volte in modi estremamente orribili.
Ad esempio : Pensate di avere black aces ed il board e' J h Th 6d 5d, il vostro avversario e' loose e
aggressive, tricky e portato al bluff.
Quasi ogni carta nel deck e' per voi una scare card : Villain potrebbe completare una straight con ogni
2, 3, 4, 7, 8, 9, Q, K, o A.
Inoltre, ogni red card potrebbe completare un flush. Senza contare che ogni J , T, 6, o 5 potrebbe dare
trips a Villain.
Questo significa che, letteralmente, ogni carta nel deck e' una potenziale scare card al river.
Sapete che probabilmente il vostro avversario ha qualcosa tra zero e 15 outs, ma non avete idea di
quali siano esattamente.
Dato lo stile del vostro avversario, chiamerete la sua bet al river per paura di un bluff.
Quindi che fare? Bettate il turn HARD per proteggere la vostra mano.
Cosi' facendo, ridurrete le sue implied odds se hitta e gli farete pagare un prezzo alto per vedere il river.
Apparirete inoltre committed, riducendo la possibilita' che Villain bluffi in questa mano.
Sentitevi liberi di bettare pot in questa situazione.
In ogni caso, nonesagerate con le bets per protezione : dopo tutto, AVETE la best hand ed e' quello
che state proteggendo, ricordate?
Fate una bet che il vostro avversario puo' decidere di chiamate, ma che renda il suo call -EV. Alla fine,
state provando a vincere SOLDI, non POTS.
5. Quando siete in posizione e volete avere l' opzione di uno showdown gratuito
Questa e' un altra buona ragione che i giocatori dei micro stakes spesso dimenticano.
Avete 88, avete raisato 4xBB pre-flop. SB e BB hanno chiamato.
Il flop esce A74 con due hearts. I Blinds fanno check, voi bettate 9xBB, SB chiama, BB folda.
Il turn esce un 2 black e SB fa check.
Cosa fare?
Molti giocatori dei micro stakes qua faranno check, sperando di arrivare allo showdown a basso prezzo.
Ovviamente, questo potrebbe portare ad alcune decisioni molto difficili al river.
Cosa fare quando il river e' un heart, oppure un altro A, o un 7, o un 4, o un 2, o un overcard, o
qualcosa che sembra un blank, e SB betta?
Beh, piangerete, perche' non avrete alcuna idea sul da farsi.
Comunque, bettando il turn, date uno sguardo a tutte le buone cose che potrebbero accadere :
- Eviterete di dare una free card al draw di hearts.
- Otterrete piu' valore da un 7 (o 4!), forse leggermente troppo ottimistico.
- Potreste far foldare 88-KK, che crederanno finalmente che avete un asso.
Anche quando verrete chiamati al turn, sul river avrete spesso la possibilita' di fare check-behind.
In qualche modo state decidendo il prezzo per lo showdown, perdendo molto poco da Ax o overpairs, e
vincendo piu' del solito dalle mani peggiori e dai draws.
In un certo senso, questa ragione combina protezione, bluffing, e pot-control in unica bet.
Assicuratevi che la vostra strategia di betting sia internamente consistente e ben nascosta non
slowplayate automaticamente il turn con mani forti e bettate automaticamente le mani piu' deboli, o
sarete abbastanza leggibili da indurre molti check-raises in bluff al turn che non vi piaceranno.
In altre parole, bettate le vostre mani forti sul turn, ed a volte fate la stessa cosa con le mani piu' deboli.
Non provate questa giocata contro un avversario tricky-trappy amano chiamare le bets al flop con le
monsters e check-raisare il turn.
Contro questi Villains, fare check-behind al turn puo' essere la giocata migliore, in modo particolare se
avete outs per migliorare la vostra mano (anche se sono pochi).
Fortunatamente questi giocatori sono relativamente rari. Contro l' avversario tipico, quando venite
chiamati pre-flop, al flop e check-raisati al turn, significa che potete tranquillamente lasciare la mano,
specialmente se state facendo questa giocata con molti pochi outs per migliorare la vostra mano (ad
esempio una pocket pair).
6. Per megl io nascondere la vostra mano
In questo caso, l' idea e' che fare check al turn darebbe troppe informazioni all' avversario riguardo la
vostra mano.
L' esempio piu' ovvio e' quando siete OOP con un flush draw check-callare il turn e bettare out un
river che chiude il flush equivale a mostrare le carte al vostro avversario.
Tuttavia, bettare out al turn rende la vostra mano molto piu' difficile da identificare se e quando hittate al
river, aumentando di molto le possibilita' di venire pagati molto bene.
Inoltre, se la vostra bet al turn avviene dopo aver mostrato forza anche nelle streets precedenti
sfrutterete anche la folding equity per aumentare ulteriormente l' EV di questa giocata.
Molte persone considerano questa mossa una variante del semi-bluffing, ma lo scopo della bet in
questo caso e' molto diverso : Se l' avversario decidesse di foldare al turn la cosa non vi dispiacerebbe,
ma lo scopo della bet non sara' quello di far foldare l' avversario.
Al contrario, l' obiettivo sara' quello di riuscire ad ottenere piu' valore al river quando si riuscira' a
chiudere il punto.
Quando bettare il river?
Per le bets al river, le cose sono leggermente piu' semplici : il vostro value deriva infatti da sole tre fonti
:
Riuscire a far foldare la best hand all' avversario.
Riuscire a far chiamare l' avversario quando ha la mano peggiore.
" Value bluffing" .
Di nuovo, analizziamo questi punti uno ad uno.
1. Riuscire a far foldare la best hand all' avversario
Al river, o avete la best hand o non l' avete. Nel secondo caso, la vostra unica speranza di vincere il pot
e' quella di convincere il vostro avversario a foldare.
I bluffs al river richiedono molto coraggio, ma se fatti in modo appropriato possono essere
estremamente profittevoli.
Sfortunatamente, la maggior parte della gente o bluffa il river troppo spesso (buttando continuamente
soldi visto che gli avversari sanno che non devono foldare) o troppo poco (non bettando a meno di
essere praticamente certi di assere avanti, e di conseguenza venendo chiamati raramente da dietro).
Come capire se un bluff al river rappresenta un buon investimento?
Primo, dovreste bluffare piu' spesso al river contro buoni giocatori rispetto a contro giocatori scarsi.
I buoni giocatori possono riuscire a capire quando sono battuti; I giocatori scarsi non riescono a vedere
oltre le proprie carte.
Se a un giocatore scarso piace la sua mano, non foldera' la forza che dimostrerete non avra' molta
importanza.
Non bluffate le calling stations e' un abitudine costosa.
Secondo, bluffate piu' spesso al river quando la vostra immagine al tavolo e' tight e strong.
Se siete arrivati allo showdown soltanto con monsters nell' ultima ora, entrando in molte poche mani,
bettando strong, e mostrando nient' altro che il nuts, sentitevi liberi di usare questa immagine al river.
Il vostro gioco air-tight vi ha fatto guadagnare montagne di folding equity; trasformatela in soldi
bluffando piu' liberamente al river.
Tuttavia, se avete mixato il vostro gioco, e siete stati sorpresi a bettare con air qualche volta, sentitevi
liberi di fare check-behind e perdere un piccolo pot piuttosto che uno grande.
Se la vostra immagine al tavolo non e' buona, la vostra folding equity andra' di pari passo cercate di
capire questo concetto, e risparmiate le vostre chips per quando avrete una mano.
Terzo, bluffate al river piu' spesso quando la vostra bet rappresenta in modo logico una buona mano.
Il vostro avversario limp-calla pre-flop. Il flop esce KT8 con due hearts il vostro avversario fa check e
chiama la vostra bet.
Il turn e' 4s e Villain check-calla la vostra bet. Il river e' 3h ed il vostro avversario betta.
L' action del vostro avversario nelle varie streets segue un filo logico e coerente : Ha una mano
speculativa ->Ha un flush draw ->Ha ancora un flush draw ->Ha chiuso il flush.
Questo tipo di bet ha tonnellate di folding equity, anche quando la mano del vostro avversario e' in
realta' 9s7s.
Troppo spesso, pero', la nostra action e' incoerente : Raisiamo pre-flop. Il flop esce 876 rainbow, il
nostro avversario fa check e bettiamo. Chiama. Il turn e' un altro 7. Il nostro avversario fa check e
facciamo check-behind. Il river e' un 3, Villain fa check e noi... bettiamo?
Quale mano forte e' effettivamente coerente con la nostra strategia di betting?
Il nostro avversario sa' che non giochiamo un overpair in questo modo, sa' che non abbiamo una
straight, e sa' che non abbiamo un 7.
La nostra action nelle varie streets rappresenta probabilmente overcards che hanno missato, ed un
avversario esperto chiamera' con il suo T6o facendoci urlare "Come puoi chiamare con quella !#%$?" a
cui rispondera' "Perche' fai quella giocata soltanto con air".
Assicuratevi che le vostre bets abbiano un senso. Avete raisato pre-flop, bettato il flop, e fatto check al
turn, bettate una scare card al river : Un asso, una terza carta a colore, forse un King (su di un board
senza assi), questo genere di cose.
Non fingete di aver chiuso una straight con il 3 al river su di un board J T653 Nessuno ci credera'.
Infine, bluffate al river piu' spesso quando sapete che il vostro avversario e' in grado di trovare il
pulsante "fold" nel suo schermo.
Questo e' legato al primo punto, ma abbastanza distinto da essere menzionato.
Alcuni nits ultra-tight non riescono mai a foldare dopo aver raisato pre-flop giocano talmente poche
mani che semplicemente non riescono a foldare quando ne hanno una.
Sapendo questo, evitate di bluffare contro di loro.
Alternativamente, alcuni LAGs molto aggressivi lasceranno la loro mano nel momento in cui
avvertiranno resistenza. Lottate contro di loro.
Contro questi giocatori, raisare il river o check-raisarlo e' spesso la giocata piu' profittevole che potete
fare. Usatela.
2. Riuscire a far chiamare l' avversario quando ha la mano peggiore
Ah, l' arte del poker. Avete il nuts l' assoluto nuts ! Ora che fare? Beh, ora dovete capire come farvi
pagare. Una delle piu' grandi difficolta' nel poker sta' nel decidere la bet size.
Siamo di fronte ad un dilemma : Piu' grande la nostra bet, piu' grade la vincita quando chiamati, ma
meno probabile il call dell' avversario.
Come massimizzare il value quando pensiamo che la nostra mano sia la migliore?
Scegliendo la bet size accuratamente.
Alcuni consigli generali :
1. Aumentate la bet size quando avete una cattiva immagina al tavolo. Se avete giocato un brutto
poker, oppure siete stati sfortunati nell' essere sorpresi in steal alcune volte, o se nelle ultime mani non
siete mai arrivati allo showdown con la mano migliore, la vostra immagine al tavolo sara' scarsa.
Sentitevi liberi di fare bets grandi appariranno come giocate "disperate" e scared, ed i vostri avversari
chiameranno piu' spesso del solito.
2. Aumentate la bet size se siete "in tilt". Metto "in tilt" tra virgolette perche' sto assumento che NON
siete in tilt. Quello che intendo e' che potete bettare di piu' se la vostra giocata appare derivante da tilt
agli occhi del vostro avversario.
Nell' ultima mano il vostro nut flush ha perso contro un full-house chiuso al river? Siete in tilt ! Se siete
abbastanza fortunati da avere pocket aces la mano successiva, giocate molto aggressivamente
nessuno vi credera', e verrete pagati bene perche' penseranno "sta gettando un altro stack per via del
tilt; Scommetto che la mia 3PNK e' buona !".
3. Aumentate la bet size se il vostro avversario e' scarso e/o non attento. Contro un buon giocatore o
un giocatore attento, non potete cambiare la size delle vostre bets in base alla mano che avete.
Contro un giocatore scarso potete invece bettare con size maggiori le vostre mani forti e size minori
quelle deboli, senza nessuna conseguenza negativa.
Sentitevi liberi di fare questo tipo di giocate contro i fish seduti al vostro tavolo; Assicuratevi pero' di
tornare al vostro standard quando un buon giocatore e' nel pot.
4. Aumentate la bet size se il vostro avversario ha visto troppi showdowns. Questa e' un ottima
statistica da avere nel vostro HUD per questa ragione.
5. Diminuite la bet size se il vostro avversario e' timido. Un nit weak-tight non vi paghera' una pot-sized
bet senza una mano forte; Assicuratevi di dargli abbastanza odds per spingerlo ad un crying call.
6. Diminuite la bet size se il vostro avversario non ha alcuna possibilita' di avere una mano forte. Se
avete AA su di un board AAQ72, semplicemente non potete essere pagati senza bettare meno del
normale. Fate una piccola bet e sentitevi felici se verra' chiamata.
7. Diminuite la bet size se il vostro avversario e' solito raisare o check-raisare quando avverte
debolezza. Alcuni amano far foldare gli avversari al river; Se questo e' il caso, fate quello che potete per
indurre un bluff. Un betting pattern comune che potrebbe funzionare ai micro stakes e' "raise pre-flop,
3/4 pot al flop, 1/2 pot al turn, e 1/2 pot al river".
La piccola bet al river puo' portare un maniac a venirvi sopra con un raise in bluff, sperando di farvi
foldare. Questo e' particolarmente vero se l' "ovvio draw" ha missato al river.
(Notate che molti di questi consigli possono funzionare anche al contrario per la size dei bluffs.)
3. " Value bluffi ng"
Di tutte le idee in questo articolo, l' idea del value bluffing e' probabilmente la meno capita.
E' l' equivalente al river di un semi-bluff : Una bet che non e' +EV come bluff, non e' +EV come value
bet, ma e' +EV per una combinazione delle due cose.
Come e' possibile avere al river una situazione in cui una bet e' "in parte bluff, ed in parte value"?
Beh, perche' il vostro avversario non ha una singola mano, ma un range di mani.
Ripetero' questo concetto, perche' e' molto, molto, MOLTO importante : Il vostro avversario non ha
una singola mano, ma un range di mani.
Chiunque afferma di poter identificare la mano esatta dell' avversario semplicemente guardandolo negli
occhi, e' un bugiardo. E' quello che i buoni giocatori dicono per spaventare i loro avversari.
La verita' e' che a meno che lo stile di gioco del vostro avversario sia incredibilmente straightforward,
non potrete sapere esattamente la sua mano.
Nel migliore dei casi saprete il suo range. Ovviamente questo funziona anche al contrario : Anche il
vostro avversario non potra' identificare esattamente la vostra mano.
Ora, la combinazione di questi due scenari porta all' interessante (anche se inusuale) situazione
del value bluff.
Diciamo che il vostro avversario e' ultra-loose ma non completamente stupido.
Non e' un "buon LAG", perche' non ne esistono ai micro-stakes. Piuttosto, e' un "semi-thinking LAG".
Quindi, diciamo che il vostro avversario e' abbastanza loose da non poter dedurre molto bene la sua
mano, abbastanza intelligente da provare a mettervi su di una mano, ma non molto bravo nel farlo.
Il board e' AJ 974 senza flushes. Avete QJ o ed avete provato uno steal al river con second pair.
Il range del vostro avversario e' abbastanza wide, ma pensate ci sia un 75% di possibilita' di essere
battuti.
Se bettate pot, avete 1/3 di possibilita' che foldera' una mano migliore della vostra ed anche 1/3 di
possibilita' che chiamera' con una mano peggiore.
Facciamo quindi qualche calcolo :
Villain folda 1/3*(75%) +2/3*(25%) =41.7% delle volte. In questo caso vincete 1x Pot.
Villain chiama con una mano peggiore 1/3*(25%) =8.3% delle volte. In questo caso vincete 2x Pot.
Villain chiama con una mano migliore 2/3*(75%) =50% delle volte. In questo caso perdete 1x Pot.
Il vostro guadagno e' 0.417*(+1) +0.083*(+2) +0.5*(-1) =+0.083xPot, che rende vincente questa
strategia.
Notate che questa strategia nonfunziona come un bluff Villain folda soltanto 1/3 delle volte, e state
rischiando il pot sul bluff (date odds 1-1 su di una bet che ha 2-1 contro la vostra vittoria).
Notate inoltre che questa strategia non funziona come una value bet La mano di Villain batte la vostra
il 75% delle volte, ma ottenete soltanto il doppio dei vostri soldi quando vincete (state ricevendo odds 2-
1 su di un colpo 3-1).
In altre parole, la bet e' -EV come bluff, -EV come value bet, ma +EV come combinazione delle due.
GIOCARE I SUITED CONNECTORS
01. Introduzione
Definizione :
I Suited Connectors (o SCs) sono carte connesse dello stesso seme. Esempio : 7h 8h
Classificazione dei Suited Connectors :
Esistono diversi tipi di Suited Connectors. Li classifichero' in tre categorie :
- SCs alti : Da QJ s ad AKs. Il loro valore deriva principalmente dal prendere una coppia.
Ovviamente saranno quelli piu' profittevoli da giocare, semplicemente perche' una coppia di assi e'
meglio di una coppia di King, che e' meglio di una coppia di Queen... cosi' come un flush A-high e'
meglio di un flush K-high... avete capito il punto vero?
- SCs medi : Da 78s a J Ts. Questo articolo si occupera' principalmente di questa categoria di suited
connectors. Possono prendere coppie buone ed hanno buona equity su molti boards.
- SCs bassi : Da 23s a 67s. Questi non sono molto profittevoli, la loro giocabilita' deriva principalmente
dal prendere buoni draws.
Qualche numero :
- I suited connectors rappresentano il 4% del totale delle mani.
- Con qualsiasi suited connector avrete le seguenti possibilita' di prendere qualcosa al flop :
Floppare un flush 118/1 (0.84%)
Floppare un flush draw 8.1/1 (10.9%)
Floppare uno straight draw (8 outer) 8.6/1 (10.45%)
Floppare una straight 75.3/1 (1.31%)
Flopperete quindi un draw solido (flushdraw /straight draw (8 outs)) o una made hand nuts il 23.5%
delle volte, mentre prenderete pair/2pairs/trips il 35.75% delle volte.
Al giorno d' oggi, le implied odds non sono piu' cosi' buone come in passato.
Non riuscirete a vincere lo stack di un nit quando chiuderete flush al turn ogni singola volta che avra' un
overpair.
Questo e' il motivo per cui i draws perdono valore, mentre le pairs ne guadagnano, per cui abbiamo scs
alti >scs medi >>>>>scs bassi.
02. Pre-Flop
02a. Early Position (EP)
- Quando siete il pre-flop raiser (tutti hanno foldato prima di voi)
Il vostro piano di gioco deve variare in base all' aggressivita' del tavolo.
Aprite sempre 78s UTG se : BTN e' un nit 12\8, e SB e/o BB sono fish.
Altrimenti, non giocate suited connectors medio bassi da EP.
Potete raisare suited connectors alti.
Aprire troppi suited connectors medio bassi aumentera' il vostro pfr da EP, verrete 3-bettati light piu'
spesso, prenderete spesso coppie deboli che non saprete come giocare perche' sarete fuori posizione,
e draws che giocano in modo terribile senza il vantaggio della posizione. Evitate di farlo.
- Quando qualcuno ha aperto prima di voi e siete in posizione (UTG apre, voi siete UTG+1)
Foldate. Foldateli tutti.
Verrete squeezati una buona percentuale di volte, il pot sara' probabilmente multiway e dovrete quindi
giocare piu' straight-forward.
Le vostre pairs potrebbero non essere buone, ed anche lo fossero, dovrete comunque arrivare allo
showdown.
02b. Middle Position (MP)
- Quando siete il pre-flop raiser (tutti hanno foldato prima di voi)
Il tavolo e' ora shorthanded. Apro normalmente i suited connectors medi piu' alti (89s+), ma e'
comunque possibile giocare piu' tight se : dopo di noi ci sono giocatori aggressivi (in modo particolare
se in posizione), la vostra table image al tavolo non e' buona, non vi sentite confident nel giocare post-
flop.
Foldate i suited connectors bassi.
- Quando qualcuno ha aperto prima di voi e siete in posizione
Foldo normalmente tutti i suited connectors, ad eccezione dei casi in cui ci sono giocatori scarsi dopo di
me (preferibilmente sui blinds).
02c. Late Position (LP)
- Quando siete il pre-flop raiser (tutti hanno foldato prima di voi)
Siete ora 3 o 4 handed. Come prima, tutto dipende dai giocatori sui blinds e sul bottone se siete sul
CO.
Non voglio entrare nei dettagli perche' l' argomento e' abbastanza semplice, ma in generale, piu' tight
giocano i blinds ed il bottone, piu' loose potete aprire, e vice versa.
Potete ora iniziare ad aprire anche i suited connectors bassi.
Dallo small blind apro normalmente ogni suited connector, potrei comunque foldare quelli bassi se il BB
e' loose.
- Quando qualcuno ha aperto prima di voi e siete in posizione
Questa e' la situazione piu' interessante.
Prendiamo questo esempio :
EP apre, e' un regular standard (16/13, 10% pfr da UTG). 10% da UTG significa 22-AA, ATs+, AQo+,
KJ s.
Dovete capire quali mani potete giocare in modo profittevole contro questo range.
Pokerstove ci dice che i suited connectors da T9s a KQs hanno il 40.20% di equity pura contro questo
range.
Dovete pero' tenere conto delle volte in cui il vostro avversario check-foldera' la mano migliore o c-
bettera' e si arrendera' al turn con la mano migliore, il che accadra' molto piu' spesso del 10% delle
volte.
Al contrario, suited connectors da 45s a 89s hanno soltanto il 35% di equity contro lo stesso range
UTG.
02d. Alcune considerazioni
- Le nostre skill post-flop (che includono la fold equity che pensiamo di avere su alcuni boards
contro uno specifico avversario)
Non sovrastimate la vostra fold equity. Il valore intrinseco dei suited connectors (le volte in cui chiudete
2pairs/straight/flush o qualsiasi altra cosa che puo' battere AA) non e' generalmente abbastanza buono
per poterli giocare profittevolmente tutte le volte, anche in posizione.
Avete bisogno di fare affidamento sulla fold equity.
La fold equity deriva dall' aggressivita', e la vostra aggressivita' dovrebbe basarsi sulla vostra equity
(piu' equity avete nel pot, piu' potete giocare la vostra mano aggressivamente).
Ecco perche' preferisco giocare J Ts piuttosto che 45s.
- Le skill post-flop dell' avversario
Meglio conoscete le tendenze del vostro avversario in spot specifici, piu' potete chiamare con suited
connectors bassi.
Contro raise da middle e late position (MP vs HJ vs CO vs BTN), la maggior parte dei regulars non
chiama le 3bet fuori posizione, per cui vorrete polarizzare il vostro 3betting range in premium hands e
trash hands e chiamare con le mani intermedie.
Il vostro calling range includera' suited connectors alti e medi.
Non otterrete profit chiamando con suited connectors bassi (ne' spieghero' il motivo nella sezione
relativa al gioco dai blinds), tuttavia, essi rappresentano il top del vostro bottom range, potete quindi
includerli nel vostro 3-bet bluffing range, assieme al resto delle mani che 3-bettate normalmente.
Contro giocatori scarsi, dovete 3-bettare un merged range (solo per value, ma piu' ampio), nel quale
potete includere suited connectors alti ed anche alcuni J Ts nelle situazioni in cui isolate.
02e. Giocare dai blinds
Di nuovo, giocare fuori posizione non e' una gran cosa, particolarmente farlo con drawing hands.
Folderete contro EP e MP.
Parliamo del gioco da late position (la differenza tra un regular perdente ed uno vincente deriva per lo
piu' dal gioco in late position).
In late position i ranges sono wide. Il vostro obiettivo non e' piu' quello di scoppiare gli assi. Quando i
ranges sono wide, il valore delle coppie sale mentre quello dei draws diminuisce (a causa della scarsita'
di implied odds).
Chiamerete (o 3-betterete se il vostro avversario difende con peggio; Per maggiori informazioni sulle 3-
bet vi consiglio questo articolo) con i vostri suited connectors alti e medi, e folderete\3-betterete quelli
bassi.
No, non farete profit chiamando con 5-high fuori posizione, ma se il vostro avversario folda molto alle 3-
bets, potete 3-bettare ed oltre alla fold equity avere una qualche possibilita' di prendere qualcosa di
molto forte al flop.
03. Veloci considerazioni sul post-flop
Piu' equity avete, piu' aggressivi dovete essere.
Non abbiate paura di mettere lo stack al flop con una gutshot ed un flushdraw.
Potrebbe non essere una mossa molto +EV ma aumentera' considerevolmente la vostra overall
aggression e vi fara' fare un grosso passo in avanti nella vostra metamorfosi da weak tight nit a crazy
loose regular con il quale nessuno vuole giocare.
Inoltre, se ragionate un po' piu' a fondo su questa cosa, se i vostri avversari sanno che non giocate
aggressivamente i vostri flushdraw+gutshot sul flop, quando raisate su un board tipo 5h 6h Ts, nel
vostro value range potrete soltanto avere 55/66/TT/56 .
Un giocatore standard pensera' okay, il suo range e' polarizzato, chiamo o raiso (se ha air).
Quando invece raisate i vostri flushdraws+gutshot/A-high flushdraws su questo flop, il vostro avversario
non sara' piu' in grado di chiamarvi con 77/88/99/J T e forse anche J J , visto che la sua equity sara'
diminuita significativamente contro il vostro range.
I migliori di voi hanno probabilmente gia' colto il punto :
Piu' wide raisate per valore, piu' potete bluffare.
04. Conclusioni
Credo sia difficile fornire un piano generale sul come giocare i suited connectors.
Il valore di una determinata mano dipende molto dalla situazione e/o dall' avversario, dovrete quindi
giocare molto per capire con quali mani potete ottenere profit nei vari spot.
CHECK CALLING
01. Introduzione
Questo del check-calling e' un argomento abbastanza problematico, e penso rappresenti una delle
maggiori fonti di leak per molti grinders micro-stakes.
In questo articolo cerchero' di riassumere i miei pensieri sull' argomento, di analizzare gli errori comuni
legati al check-call e le situazioni in cui e' corretto farlo.
02. I problemi / insidie del check-calling
E' un azione passiva Per sua natura dobbiamo essere OOP per check-callare, e stiamo
scegliendo un azione passiva. Generalmente una giocata passiva non e' una giocata vincente, in
particolare fuori posizione.
E' la giocata peggiore - Chiamare e' la giocata peggiore nel poker - Questo e' un po' un mantra di 2p2,
ma e' generalmente vero, chiamare dovrebbe essere l' ultima opzione da valutare nel prendere una
decisione.
Exploitabilita' E' facile per un buon hand-reader in posizione exploitare giocatori che check-callano
troppo, ed e' molto difficile bilanciare un range di check-call senza diventare un giocatore
estremamente passivo e perdere valore dalle mani forti.
Mano sbagliata \ Situazione sbagliata Molte persone check-callano con il tipo sbagliato di mani, nelle
situazioni sbagliate. Lo fanno perche' hanno paura che le altre opzioni li porteranno a situazioni difficili.
Questi giocatori saranno nel migliore dei casi break-even, piu' probabilmente perdenti. Analizzero' piu'
avanti nell' articolo leak comuni come questo.
03. Se e' cosi' sbagliato / problematico, perche' farlo ?
Perche' se non avessimo un range di check-call, saremmo largamente exploitabili.
Gli avversari potrebbero semplicemente bettare any two cards contro di noi ogni volta che facciamo
check ed ottenere un immediato profitto (assumendo che il nostro range di check-raise non sia
enorme).
Perche' puo' essere l' opzione migliore dopo aver considerato tutte le altre.
Perche', se fatto correttamente, puo' essere profittevole.
Se in holdem manager filtro per flop action check-call, sto ottenendo +350bb/100 su 1621 mani.
Ora ovviamente queste includono alcune monsters slowplayate, ma per poter slowplayare le nostre
monsters, dobbiamo bilanciare il nostro range check-callando non-monsters.
Nella lista di mani ottenuta ho trovato anche alcuni check-call orribili che mostrero' piu' avanti, quindi il
mio profit avrebbe potuto essere sicuramente maggiore di questo se non avessi commesso questi
errori.
04. Come arriviamo alla decisione di check-callare
Per esclusione In generale, a causa del fatto che l' opzione del check-callare e' tra le ultime che
prendiamo in considerazione, arriviamo generalmente a farlo per un processo di eliminazione.
Non dimenticate il check-fold ! - La maggior parte delle volte, check-foldare dovrebbe essere un
opzione preferibile al check-callare.
Non prendete l' abitudine di pensare Bene, non posso check-raisare, non posso bettare, ma diavolo ho
una coppia, non posso foldare, check-callo . Questo e' esattamente come pensano i fish.
Certo, esistono spot in cui check-callare e' meglio di check-foldare, ed uno degli scopi di questo articolo
e' appunto individuarli.
05. Buone situazioni in cui check-callare
Quando un Villain ci offre direct-odds per chiudere un draw ad una mano che batte il suo range.
Spesso gli avversari commettono errori orribili in termini di bet-sizing quando hanno in mano una forte
value-hand.
Se non potete check-raisare perche' non pensate foldera' mai, e siete dietro al suo range ma avete
equity per check-callare contro la sua bet-size, allora dovreste farlo.
Quando un Villain offre implied-odds sufficienti per chiudere un draw ad una mano che batte il suo
range.
Preferibilmente avremo sia direct che implied-odds, ma spesso avremo soltanto le seconde.
Quando abbiamo un draw a Nut-Flush o Nut-Straight.
Queste sono mani che crushano la maggior parte dei betting ranges degli avversari, e se riusciamo a
chiuderle, possiamo spesso recuperare il nostro value attraverso le implied-odds.
E' importante notare che inseguire i draws contro ranges weak di buoni hand-readers e' un' idea
perdente.
Abbiamo bisogno di villains scarsi nell' hand-reading e con un value range strong (fondamentalmente
nits scarsi).
Da notare anche che dovreste essere piu' portati al check-callare con Straight draws rispetto a Flush
draws, perche' i primi sono spesso molto piu' nascosti e meno ovvi quando si chiudono.
Quando i boards sono dry e ci troviamo in uno spot WA/WB, villain non applica il double-barreling, e
cerca di rubare il pot quando l' avversario fa check.
Spesso, bettando il flop, non otteniamo valore quando siamo avanti e perdiamo molto quando siamo
dietro.
Possiamo quindi optare per un check-call, ma solo se siamo sicuri che il nostro Villain non e' il tipo che
betta tutte le streets se legge la nostra action come weak.
Quando siamo multiway Le implied-odds salgono sempre quando siamo in multiway.
La cosa importante da considerare in questo caso e' la nostra posizione relativa.
Non vogliamo check-callare se molti giocatori devono parlare dopo di noi.
Piu' vicini siamo al chiudere l' action, piu' inclini dovremmo essere al check-callare.
05a. Esempio
In questo spot abbiamo direct-odds, buone implied-odds, e ci troviamo chiaramente contro un range
strong.
La nostra mano e' ben nascosta, possiamo quindi check-callare il flop.
Poker Stars, $0.10/$0.25 No Limit Hold'em Cash, 7 Players
Hero (SB): $25 (100 bb)
BB: $30.35 (121.4 bb)
MP1: $34.27 (137.1 bb)
MP2: $23.95 (95.8 bb)
MP3: $34.28 (137.1 bb)
CO: $30.84 (123.4 bb)
BTN: $26.76 (107 bb)
Preflop: Hero is SB with 9 T
MP1 raises to $1, MP2 folds, MP3 calls $1, CO calls $1, BTN calls $1, Hero calls $0.90, BB folds
Flop: ($5.25) 5d J h 8 (5 players)
Hero checks, MP1 bets $4.25, MP3 folds, CO calls $4.25, BTN folds, Hero calls $4.25
Turn: ($18) Q (3 players)
Hero checks, MP1 checks, CO checks
River: ($18) J (3 players)
Hero bets $19.75 and is all-in, MP1 folds, CO calls $19.75
Results: $57.50 pot ($2 rake)
Final Board: 5 J 8 Q J
Hero showed 9 T and won $55.50 ($30.50 net)
MP1 mucked and lost (-$5.25 net) CO showed A J and lost (-$25 net)
06. Brutte situazioni in cui check-callare
Quando abbiamo la best hand e mani peggiori chiameranno se bettiamo Questo concetto e'
abbastanza basilare e dovrebbe uscire durante il processo di eliminazione del punto 4.
Con TP/MP in multiway Queste sono mani terribili con le quali check-callare, visto che raramente
miglioreranno nelle streets future (per migliorare non considero 2-pair un gran miglioramento).
Hanno reverse-implied-odds molto alte e generalmente stiamo salendo sul treno espresso per
valuetown quando iniziamo a check-callare con mani tipo TP/MP, particolarmente in multiway.
Questo e' un grosso leak di molti giocatori.
Sul turn con una mano forte, quando siamo stati gli aggressori sia pre-flop che al flop.
Vedo questa cosa molto spesso, qualcuno apre KK pre-flop, betta un flop QT7, e quando Villain floata,
inizia a check-callare su di un 7 al turn quando dovrebbero continuare a bettare per valore nella grande
maggioranza dei casi.
Cosi' facendo perde l' iniziativa nella mano senza una valida ragione, ed oltre a perdere molto valore, si
mette con le proprie mani in spot orribili sia al turn che al river.
Questi giocatori citano spesso termini come pot-control, che rendono la giocata ancora piu' orribile.
Questo e' un altro grosso leak di molti giocatori.
06a. Esempio
Credo di aver giocato questa mano molto male. Giocando in questo modo perdero' molti soldi nel lungo
periodo. Odio generalmente giocare da MP in questo modo.
Poker Stars, $0.25/$0.50 No Limit Hold'em Cash, 9 Players
Hero (UTG+1): $50 (100 bb)
UTG+2: $50 (100 bb)
MP1: $65.80 (131.6 bb)
MP2: $70.20 (140.4 bb)
MP3: $69.90 (139.8 bb)
CO: $73.35 (146.7 bb)
BTN: $163.60 (327.2 bb)
SB: $27.55 (55.1 bb)
BB: $18.50 (37 bb)
Preflop: Hero is UTG+1 with Q A
Hero raises to $1.50, 2 folds, MP2 raises to $2.50, 5 folds, Hero calls $1
Flop: ($5.75) K Q 3 (2 players)
Hero checks, MP2 bets $2, Hero calls $2
Turn: ($9.75) K (2 players)
Hero checks, MP2 bets $4, Hero calls $4
River: ($17.75) 9 (2 players)
Hero checks, MP2 bets $11, Hero calls $11
07. Profili di Villains contro i quali check-callare
Niente di complicato in questo punto :
Villains che bettano troppo in posizione quando l' avversario fa check
Villains che non sono aggro su turn e river
Villains scarsi nell' hand-reading
08. Check-callare per indurre bluffs
Questo argomento merita una sezione a se'.
Occasionalmente ci imbatteremo nel tipo di fish che insegue un draw al flop ed al turn, per poi bluffare
in modo orrendo al river quando non riesce a chiuderlo e noi facciamo check.
Se abbiamo una nota su di un fish che si comporta in questo modo, quella nota e' oro puro.
Dovete ovviamente essere in grado di leggere questi giocatori per capire cosa stanno facendo, se sono
in draw, quali textures possono aiutarvi etc... non entrero' nei dettagli di questo argomento in questo
articolo.
Non commettete l' errore di tri-barellare in queste situazioni, il check-call per indurre un bluff sara' molto
piu' profittevole.
E' generalmente meglio farlo al river, ma funziona ugualmente sul flop contro gli short.
08a. Esempi
#1 - Nell' esempio seguente bettando il flop non darei modo a Villain di bluffare, il suo range e'
molto piu' wide dei soli K-x, quindi check-callo per consentirgli di bluffare.
Poker Stars, $0.10/$0.25 No Limit Hold'em Cash, 9 Players
Hero (BB): $28.94 (115.8 bb)
UTG+1: $25 (100 bb)
UTG+2: $25.35 (101.4 bb)
MP1: $26.15 (104.6 bb)
MP2: $26.11 (104.4 bb)
MP3: $10 (40 bb)
CO: $8.53 (34.1 bb)
BTN: $10 (40 bb)
SB: $9.56 (38.2 bb)
Preflop: ($0.10) Hero is BB with Q Q
CO posts BB OOP, 5 folds, CO raises to $0.50, 2 folds, Hero raises to $2, CO calls $1.50
Flop: ($4.20) 7 K 2 (2 players)
Hero checks, CO bets $0.75, Hero calls $0.75
Turn: ($5.70) T (2 players)
Hero checks, CO bets $5.68 and is all-in, Hero calls $5.68
River: ($17.06) J (2 players, 1 is all-in)
Results: $17.06 pot ($0.83 rake)
Final Board: 7 K 2 T J
Hero showed Q Q and won $16.23 ($7.80 net)
CO showed 6 6 and lost (-$8.53 net)
#2 Questo Villain e' oro, ho preso una nota su di lui e l' ho trovato in seguito altre tre volte a
fare la stessa cosa.
Poker Stars, $0.10/$0.25 No Limit Hold'em Cash, 9 Players
CO: $25 (100 bb)
BTN: $10 (40 bb)
SB: $25 (100 bb)
Hero (BB): $52.75 (211 bb)
UTG+1: $25 (100 bb)
UTG+2: $25 (100 bb)
MP1: $27.38 (109.5 bb)
MP2: $28.04 (112.2 bb)
MP3: $25.84 (103.4 bb)
Preflop: Hero is BB with A K
4 folds, MP3 calls $0.25, 3 folds, Hero raises to $1.25, MP3 calls $1
Flop: ($2.60) 9 5 K (2 players)
Hero bets $2.20, MP3 calls $2.20
Turn: ($7.00) J (2 players)
Hero bets $5, MP3 calls $5
River: ($17) 5 (2 players)
Hero checks, MP3 bets $17.39 and is all-in, Hero calls $17.39
Results: $51.78 pot ($2 rake)
Final Board: 9 5 K J 5
Hero showed A K and won $49.78($23.94 net)
MP3 showed Q J and lost (-$25.84 net)
09. Conclusioni
Usate il check-call occasionalmente, e solo dopo averlo ben pianificato non come default
Check-callate con flush & straight draws, non TP/MP
Siate piu' inclini al check-call in multiway, e se chiudete l' action
Non diventate fish passivi
Un paio di cose che ho dimenticato ma che credo siano importanti :
Penso in genere che check-callare in pots piccoli nelle late streets sia un leak molto piu' piccolo del
check-callare sul flop, semplicemente perche' spesso quando un giocatore check-calla sul flop
commette un piccolo errore, che si somma pero' agli errori nelle streets successive trasformandolo in
un grosso errore.
Quando check-callate un river in un piccolo pot, non potete fare errori molto gravi.
Spesso con le nostre mani MP/TP sul flop, check-raisare e trasformarle in bluff sara' una scelta
mjigliore del check-callare con l' intenzione di check-callare anche le streets successive.
Cosi' facendo manteniamo l' aggressione nella mano, e ci mettiamo in genere in spot in cui non
possiamo commettere grossi errori come sopra.
BLOCKING BETS
Definizione di Blocking Bet
Una bet OOP sul turn o sul river con lo scopo di provare a decidere il prezzo per vedere il river o
arrivare allo showdown.
Bettate perche' la vostra mano ha valore contro una parte del range dell' avversario, ma pensate di non
poter chiamare profittevolmente grosse bets dell' avversario per arrivare allo showdown.
La bet che fate e' normalmente piu' piccola di quella che l' avversario avrebbe probabilmente fatto dopo
un vostro check.
In un certo senso, una blocking bet e' un tipo di bluff.
Avete showdown value, ma fate anche foldare alcune mani migliori, abbastanza dal rendere il bettare
leggermente migliore del check-callare ed arrivare allo showdown.
Fattori da considerare
La forza della vostra mano
Non farei una blocking bet con una mano di tipo nuts/air.
Quando fate una blocking bet dovreste essere contenti di venire chiamati.
Non sono contendo di venire chiamato quando faccio una piccola bet con il nuts o con air.
Perdo valore quando sono avanti e non bluffo efficacemente quando sono dietro.
Block betto molto piu' felicemente con second pair/underpairs, top pairs deboli rispetto ad air totale.
Il vostro avversario
Block bettate contro Villains che non vedono queste bets per quello che sono (ad esempio, la maggior
parte dei regs al 50NL e meno).
Non block bettate contro aggro-tards che vi raiserebbero ugualmente.
Non block bettate contro giocatori passivi che farebbero check-behind in ogni caso.
Texture del board
Il mio consiglio su questo punto potrebbe essere leggermente vago.
Fondamentalmente, dovreste block bettare su boards dove il vostro avversario dovrebbe
realisticamente raisarvi soltanto con mani che vi battono.
Perche' Villain chiama
Leggendo il punto precedente potreste stare pensando Un momento, se raisano soltanto con mani
migliori, stiamo bluffando? Piu' o meno.
Villains chiama (non correttamente) per due ragioni quando block bettate.
Uno, lol @ pot odds, i have to call !, e due What the, i have Ace King, i draw to top pair !.
Il che mi porta al punto successivo.
Bet sizing
Una bet OOP pot-sized sul turn non e' una blocking bet.
Una bet OOP 2/3 pot sul turn non e' una blocking bet.
Mi limitero' a dire che una bet OOP 1/2 pot sul turn (o sul river) e' piu' o meno il massimo con cui block
bettero'.
Ricordate cosa ho detto riguardo al motivo per cui la gente chiama ?
Date loro una ragione per non chiamare profittevolmente.
Siete OOP sul turn contro un TAG reg, con J J su un board 26TK ?
Bettate 1/4 o un 1/5 del pot e guardate come si comporta. Chiama? Bettate di nuovo 1/5 pot sul river e
ridete quando mostra 77 o AT.
Ogni situazione e' diversa, ma questo e' il concetto principale da ricordare :
State impedendo agli avversari di fare bets che non potete chiamare profittevolmente in
situazioni in cui pensate di avere spesso la best hand se riuscite a mantenere gestibile la
dimensione del pot.
Se venite raisati con J J dopo aver block bettato un board 26TK, potete essere al 90% certi di essere
battuti.
Tuttavia, con il gioco nitty che sembra andare per la maggiore di questi tempi, potrei vedere anche
mani forti quanto KQ/AK limitarsi a chiamarvi, per paura che abbiate floppato una monster.
Ricordate quindi che quando verrete chiamati, non avrete a volte la best hand, ma avrete evitato all'
avversario di massimizzare contro di voi.
Minimizzare le perdite e' la stessa cosa del massimizzare il guadagno.
SUITED CONNECTORS, IMPLIED ODDS, AND YOU (teoria/matematica)
Una recente discussione sull' uso della regola del 5/10 per chiamare raises pre-flop con PPs e suited
connectors mi ha fatto riflettere riguardo alla quantita' di implied odds necessaria per poter chiamare un
un raise pre-flop con i SCs.
La gente tende ad usare arbitrariamente concetti come la regola del 5/10 anche nonavendo mai visto
alcuna descrizione matematica del tipo di odds richiesto per poter chiamare i raises.
Provero' in questo articolo a risolvere questo problema.
Elenchero' per prima cosa le conclusioni, mentre, per coloro a cui interessa, lascero' la parte di
matematica too long; didn't read nella sezione finale dell' articolo.
Esistono due tipi di mani che potete floppare con i SCs :
Buone made hands (la maggior parte delle quali possono anche essere floppate chiamando
con ATC, che ovviamente non facciamo).
Draws
Partiamo dalle made hands :
Odds di floppare...
Flush: 0.84%
Two pair: 2%
Trips: 1.35%
Full house: 0.09%
Quads: 0.01%
Straight: 1.31%
-------
Totale : 5.6% (1 volta su 18, 17:1)
Tuttavia, la maggior parte delle volte flopperete dei draws coni SCs, ed e' qui che le cose si
complicano.
Separero' i draws in due categorie : combo draws e regular draws.
Combo draws
Odds di floppare...
20 outer (OESD + FD + pair): 0.092%
17 outer (Gutshot + FD + pair): 0.153%
15 outer (OESD + flush draw): 1.424%
14 outer (Pair + flush draw): 1.44%
13 outer (Pair + straight draw): 1.132%
12 outer (Gutshot + flush draw): 2.664%
------------------------
Totale : 6.9% (1 volta su 14, 13:1)
Questi draws sono tutte mani che possono essere giocate profittevolmente dopo il flop;
O siete favoriti contro un overpair, o l' andare AI al flop diventa +EV quando si prende in considerazione
la fold equity, e quindi la dead money che si vince grazie ad essa.
Combinando questi big draws con le buone made hands, otterrette una mano relativamente molto forte
sul flop il 12.5% delle volte, oppure 1 volta su 8 (probabilita' molto vicina a quella di settare al flop).
Tuttavia, visto che il set e' una mano vicina all' essere imbattibile, e che comunque con questi draws
dovrete ancora migliorare la vostra mano, non si puo' dire che servono odds di circa 7:1 per poter
chiamare con i suited connectors.
La vostra equity media sul flop con queste made hands e combo draws contro un overpair e' del 66%
(le made hands vanno dal 75% al 99%; i combo draws dal 45% al 65%), mentre con un set la vostra
equity e' generalmente del 90+%.
Regular draws
Odds di floppare...
9 outer (flush draw): 5.2%
8 outer (straight draw): 8.0%
-----------------
Totale: 13.2% (1 volta su 7.5, 6.5:1)
Questi sono i draws standard; Quando flopperete una mano con la quale potrete continuare, sara' nel
piu' frequente dei casi una di queste.
Questi draws possono migliorare ad un flush od una straight sul river circa 1 volta su 3.
Conclusioni
Avete un 5.6% (1 volta su 18, 17:1) di floppare una buona made hand.
Avete un ~7% (1 volta su 14, 13:1) di floppare un buon combo draw (12+outs).
Avete un ~13% (1 volta su 7.5, 6.5:1) di floppare uno standard FD o OESD.
Sommando tutti questi casi, avrete al flop una mano con la quale potrete continuare circa il 25% delle
volte (1 volta su 4).
Tuttavia, soltanto la meta' delle volte queste mani saranno immediatamente profittevoli (i.e. +EV per
andare AI).
L' altra meta', avrete un vecchio standard FD o OESD, con i quali dovrete giocare a poker.
Una domanda per tutti i matematici del forum :
Come combinare queste odds con le odds di hittare una mano post-flop per ottenere le implied
odds necessarie a chiamare con un SCs pre-flop ?
Se non vi piacciono i numeri, saltate pure il resto dell' articolo.
Quello che segue e' il come ho calcolato tutto.
Too long; Didn't read Matematica
Made hands
Calcoliamo per prima cosa le odds di floppare una straight;
Con 65s, ad esempio, sono presenti quattro flops che danno una straight (789, 478, 347, e 234).
Le odds per hittare ognuno di questi flops sono 12/50 * 8/49 * 3/48; Moltiplichiamo questo per 4 flops ed
otteniamo 1.31%.
Combo draws
Tutti gli esempi assumono di avere 6s 5s.
OESD + flush draw + pair (20 outs):
Abbiamo bisogno di uno di questi flops 87(6/5), 7(6/5)4, (6/5)43, ognuno con due clubs. 8c 7c 6/5x:
2/50 * 1/49 * 6/48 * 3 =.03061%
Moltiplichiamo per 3 per avere le odds complessive =0.09184%. Non molto alte.
Gutshot + flush draw + pair (17 outs):
Abbiamo bisogno di uno di questi flops 98(6/5), 97(6/5), 8(6/5)4, 7(6/5)3, (6/5)42, (6/5)32, ognuno con
due clubs.
9c 8c 6/5x: 2/50 * 1/49 * 5/48 * 3 =.00255%
Moltiplichiamo per 6 per avere le odds complessive =0.153%.
OESD + flush draw (15 outs):
Abbiamo bisogno di un flop tipo 87x, 74x, or 43x con due clubs;
E' possibile inoltre centrare due flops ultra-deceptive, 973 e 842, con due clubs.
Odds di floppare 87x con due clubs, dove x non completa ne' flush ne' straight e non vi da' una coppia
con la vostra mano :
87x: 7c 8c x =2/50 * 1/49 * 27/48 * 3 =0.138%
7c 8x xc =1/50 * 3/49 * 10/48 * 6 =0.153%
7x 8c xc =3/50 * 1/49 * 10/48 * 6 =0.153%
Totale =0.444%
Totale per tutti i 3 flops =1.332%
973: 9c 7c 3x =2/50 * 1/49 * 3/48 * 3 =0.0153%
*3 per 9c 7x 3c/9x 7c 3c =0.0459%
*2 per 842 =0.0918%
Odds totali di floppare un draw 15-outer : 1.424%
Pair + flush draw (14 outs):
Abbiamo bisogno di un flop con due clubs ed una delle vostre carte :
6/50 * 11/49 * 10/48 * 3 =1.68%
Visto che abbiamo gia' preso in considerazione pair +FD +OESD e pair +FD +gutshot,
sottraiamo 0.09184 e 0.153 per ottenere 1.44%
Pair + straight draw (13 outs):
Con 65s, i flops possibili sono 87(6/5), 7(6/5)4, (6/5)43
8/50 * 4/49 * 5/48 * 3 =0.408%
Moltiplichiamo per 3 per avere le odds complessive =1.224%
Visto che abbiamo gia' preso in considerazione pair +FD +OESD, sottraiamo 0.09184 per
ottenere1.132%
Gutshot + flush draw (12 outs):
Abbiamo bisogno di uno di questi flops 98x, 97x, 84x, 73x, 42x, 32x, ognuno con due clubs.
Stesso calcolo dell' OESD +flush draw; 0.444% per flop * 6 flops =2.664%
In conclusione, le odds totali di floppare un combo draw sono =
0.09184 (20 outs) +0.153% (17 outs) +1.424% (15 outs) +1.44% (14 outs) +1.132% (13 outs) +
2.664% (12 outs) =6.905%=1 volta su 14 (13:1).
Regular draws
OESD (8 outs):
Con 65s sono presenti cinque flops sui quali e' possibile avere un OESD : 87x, 74x, 43x, 973, e 842.
Odds di floppare 87x (dove x non completa la straight non vi da' una coppia con la vostra mano):
8/50 * 4/49 * 34/48 * 3 =2.94%
Sottraiamo 0.442% per le volte in cui abbiamo un OESFD (che abbiamo gia' preso in considerazione)
=2.498%
Moltiplichiamo per 3 per le odds di 87x/74x/43x: 7.494%
Odds di floppare 973: 12/50 * 8/49 * 4/48 =0.33%
Moltiplichiamo per 2 per le odds di 973/842: 0.65%
Sottraiamo 0.0918 visto che abbiamo gia' preso in considerazione la double gutshot +FD: =0.558%
Odds totali di floppare un non-combo OESD =8.05%
Flush draw (9 outs):
Due clubs +un blank che non completa il flush o vi da' una pair con la vostra mano. 11/50 * 10/49 *
33/48 * 3 =9.26%
Sottraiamo 1.424 e 2.664 visto che abbiamo gia' preso in considerazione le volte in cui il flush draw vi
da' anche un OESD, ed otteniamo odds di 5.172%per floppare un non-combo flush draw.
Quindi, la probabilita' totale di floppare un draw standard con 8 o 9 outs e' 8.05% (OESD) +5.172%
(flush) =13.222%(1 volta su 7.5, 6.5:1).
Ho calcolato infine l' equity media delle made hands/combo draws contro un overpair prendendo la
media pesata di ognuna :
0.077 / 12.5 * 65.556 (0.077 / 12.5 =Percentuale delle volte in cui floppate OESFD+pair, 65.556% =
equity di 6s5s su board 9s8s6x contro AcAd)
COME GESTIRE UN DOWNSWING
Mi capitato di recente di subire un pesantissimo downswing, di quelli che distruggono la confidenza
ed il bankroll, e che prima conoscevo solo per averne letto. I consigli che seguono sono lezioni
imparate con l'esperienza.
Non sopravvalutate il vostro edge sul breve periodo.
Spesso mi capita di sedermi ad un tavolo di NL100 e di vedere un minraise, un min-reraise, e quattro
call preflop. A quel punto gi comincio a contare i soldi, ed un errore. La verit che si pu stare per
cinque ora su un tavolo pieno di donk e prenderle senza sosta dall'inizio alla fine. Una volta accettato il
fatto che pur essendo generalmente uno dei migliori giocatori al tavolo posso comunque perdere
diventa molto pi facile gestire la varianza. Molti sembrano credere che se giocano bene a poker loro
diritto imprescindibile vincere sempre. E quando queste persone hanno sfortuna, la loro arroganza e la
loro totale mancanza di rispetto per gli avversari rendono loro molto difficile la gestione delle sconfitte.
Non dico che non bisogna aver fiducia in se stessi, ma che importante capire che sempre possibile
perdere contro giocatori terrificanti.
Non tifate perch escano certe carte.
Una parte dell'attrattiva di questo gioco viene dalla botta di adrenalina causata dallo scommettere. Molti
giocatori amano la sensazione che si ha quando ci si gioca l'intero stack in draw, e si guardano turn e
river mentre vengono girati nella speranza che almeno uno sia di quadri. difficile, ma credo sia
importante evitare il pi possibile questa botta di adrenalina. Il vero grinder gioca ogni mano nella pi
totale indifferenza emotiva, concentrandosi unicamente sul prendere le decisione con valore atteso
maggiore. Logicamente, nel poker una volta che si presa una decisione i risultati sono
completamente al di fuori del nostro controllo. E nonostante si tratti di una constatazione ovvia, pieno
di giocatori che si infuriano quando non centrano nessuna delle loro 17 out, o quando l'avversario
chiama un grosso bluff al river con bottom pair. Il poker pu essere molto frustrante a volte, e meno si
lascia che pe proprie emozioni interferiscano con le scelte, meglio preparati si sar quando si prender
un ownswing. Infine, credo che i giocatori che sentono ed apprezzano la scossa di adrenalina tendano
troppo spesso a scegliere seguendo il loro desiderio di rischiare piuttosto che quello di massimizzare
l'EV.
Non insultate in chat, n inseguite un altro giocatore.
Niente mi tilta pi rapidamente che avere un fish che parla c*****e in chat dopo avermi sculato al river,
o un coach che mi getta nel ridicolo dopo che mi sono giocato lo stack con 15 out o pi. Per questo
motivo cerco di evitare la chat sui miei tavoli. Logicamente conviene leggerla perch ci si possono
trovare informazioni utili sui processi mentali dei nostri avversari. Quello che per sconsiglio di
perdersi ad insultarsi con gli altri giocatori, o di sprecare tempo ed energie ad inseguire un particolare
avversario. Ogni volta che si gioca in maniera diversa dal solito per ragioni come rabbia, rivincita, o
simili, c' una buona probabilit che il gioco non sar ottimale. Quello che comincia come un tentativo
di riprendersi un paio di buy in da un fish di solito finisce per essere un ulteriore regalo allo stesso.
Infine, non date lezioni. So che molto difficile, ma sul lungo periodo indicare agli avversari i loro errori
avr l'unico effetto di far guadagnare meno a tutti noi.
Quando siete in downswing, bluffate di meno e giocate pi chiusi.
Qualcuno dissentir, ma io ritengo che sia molto importante frenare un po' quando si intuisce un
dowswing. Non dico di giocare weak-tight, n di puntare meno per valore, n di giocare pi passivi. Mi
riferisco piuttosto alle situazioni che richiedono fold equity. Tipicamente molti dei giocatori al tavolo non
stanno attenti quanto voi. Non controllano le hand histories per vedere con cosa arrivate allo showdown
n prestano attenzione a quanto loose o tight sono i loro avversari. Molti invece giudicano i giocatori
basandosi unicamente sulla quantit di denaro che stanno vincendo o perdendo. Se state avendo sfiga
ed i donk al tavolo notano i vostri stack che vanno a pezzi senza interruzione questi saranno pi inclini
a rispettarvi di meno. Quando perci punterete per due street con due semplici overcard, o blufferete
con un draw mancato al river, pi probabile che vi chiameranno perch vi ritengono scarsi. E credo
che la questione valga anche preflop se sono in un periodo di sfiga i miei rilanci pre vengono rispettati
molto meno. Normalmente gioco 21/14, ma quando sono in downswing tendo a spingermi verso il
16/10. Mani come A3s o KJ o, tipicamente nel mio range di apertura UTG, diventano spesso dei fold in
EP in casi del genere. Prestate attenzione a come siete percepiti al tavolo: di solito la gente non si
accorge che siete pi chiusi finch non cominciate a mostrare mani grosse, ed allora, una volta
riguadagnato il rispetto, potete tornare a giocare come al solito. Mi stupisco di quanti giochino ancora
pi aggressivi quando perdono, dove la soluzione logica mi sembra quella opposta.
Prima o poi vi capiter di avere pi sfiga di quanto avete mai ritenuto possibile.
S, lo so, un vecchio clich che siamo tutti stanchi di sentire ripetere. Ed in tutta onest non avevo
mai capito cosa significasse realmente finch non l'ho vissuto in prima persona. Al NL50 sono andato
breakeven per quasi 25k mani, e pensavo di avere pi sfiga di quanta avessi mai ritenuto possibile.
Beh mi sbagliavo di grosso. Leggevo gente che nel BBV si lamentava i aver perso $900 al NL50, e
pensavo, beh amico, evidentemente fai schifo a poker, trovati un nuovo hobby. Non avevo mai
creduto che un downswing di pi di dieci buy in fosse possibile senza aver tiltato paurosamente, o aver
giocato malissimo, o entrambi. Sono qua per dirvi che possibile. Ovviamente il mio gioco ha delle
carenze, ed alle volte faccio delle mosse sbagliate, come tutti. Detto ci, ho giocato piuttosto bene per
una settimana ed ho perso quasi 19 buy in al NL100. Niente tilt da scimmia ninja, niente spewate.
Nessuno shot da sbronzo al NL1000. Semplicemente, completa e totale distruzione, giorno dopo
giorno, per una settimana di fila. Ci sono molti cbetter che ritengono che vincere meno di 5ptbb sia
inaccettabile, o che non potranno mai passare un downswing di pi di cinque buy in, perch sono
troppo forti. Se siete uno di questi, e vi beccate uno swing pesante, pu essere difficile accettarlo, e
come risultato rischiate i andare rotti. Ricordate solo che, indipendentemente da quanta sfiga avete
avuto, potrete sempre averne di pi. L'aspetto folle del poker che non c' assolutamente nessuna
garanzia di vincere. Bench giocare bene vi far vincere sul lungo periodo, non c' alcun modo di
sapere con certezza quando finir un downswing. Certo, si possono dare le poprie statistiche ad un
calcolatore di bankroll che ci ci conforter spiegandoci che uno swing di tot buy in un'occorrenza
possibile, ma la verit che serve davvero un campione enorme per capire quanto profondo potr
essere questo pozzo. E per la maggior parte di noi i dati sono insufficienti.
Non vergognatevi a scendere di un livello
Il mio swing cominciato mentre giocavo al NL200 con $3200 di roll, ed finito mentre giocavo al NL50
con $1300. Probabilmente l'errore pi grosso stato non scendere prima. difficile scendere da un
livello al quale si ha vinto molto io stavo battendo il NL100 per 7ptbb su quasi 100k mani prima di
questo downswing. E continuavo a pensare che prima o poi le cose si sarebbero sistemate, e fossi
troppo forte per il NL50, eccetera. Non commettete lo stesso errore. Anche se siete rollati per il livello a
cui siete al momento, se cominciate a perdere molto scendete finch non ricominciate a vincere. Non
c' niente da vergognarsi, e spesso le giocate peggiori che troverete al livello sotto vi aiuteranno a
riprendere un buon winrate e con esso la fiducia in voi stessi. Per me, lo so, andata cos.
STRATEGIA AVANZATA
GIOCARE FUORI POSIZIONE: UN INTRODUZIONE
Partiamo dal presupposto che tutti abbiano in mente questo concetto: bisogna giocare pi mani dalle
ultime posizioni [late position, LP] che dalle prime [early position, EP] . Date un'occhiata alle vostre
vincite rispetto alle mani. La maggior parte dei guadagni deve venire da LP, se non cos significa che
state giocando troppe mani fuori posizione, e verosimilmente un errore che vi sta costando del
denaro.
Si pu pensare alla posizione come al provarci con le ragazze a scuola: l'obbiettivo sempre finire
sopra la pi figa della festa. Se ce la fate, ottenete sempre quello che volete, e generalmente finirete
davanti. A volte, per, dovrete lasciare che sia lei a stare sopra apprezzer di pi la posizione, ma
non per questo voi non potrete ottenere ci che volete.
Credo che l'analogia si fermi all'all in: manderete sempre i resti, ed ogni volta ci vuole un'eternit per il
reload. Comunque, passando oltre:
Le letture sono essenziali: studiate le mani che non giocate.
Per essere a proprio agio nel gioco fuori posizione, bisogna esserlo anche nelle letture delle mani
avversarie, e nel saper interpretare i diversi tipi di flop. Ci sono modi per migliorare questo aspetto del
gioco, ma prima...
Ci sono mani e circostanze nella quali la linea con EV maggiore lasciare una mano piuttosto forte se
si fuori posizione. Man mano che la sessione si prolunga, diventa sempre pi facile sviluppare le
letture e gestire lo svantaggio posizionale, ma giocare grossi piatti fuori posizione all'inizio di una
sessione di solito non una buona idea, dato che non si ha ancora avuto modo di imparare a leggere
gli avversari ed a capire il ritmo del tavolo.
Supponiamo che rilanciate con ApKp UTG e vi chiami solo uno. Siete entrambi nuovi al tavolo e non
avete nessuna lettura su di lui.
Il flop A83 rainbow senza una picca, e voi aprite per 3/4 del piatto. L'altro rilancia il piatto. Potrebbe
certamente stare approfittando della posizione, come fanno molti giocatori forti. Ma potreste anche
ritrovarsi a giocarvi lo stack contro un set, e lasciare ora non di certo tragico per il vostro roll.
Segnatevi questa mano, cercate di capire come gestisce la posizione, e soprattutto, state attenti a
situazioni simili anche quando non siete nella mano.
I giocatori che multitablano spesso commettono l'errore di stare attenti solo alle mani in cui giocano.
Alcune delle letture migliori, per, vengono da quelle in cui eravate fuori. Se avete notato un piatto
molto grosso giocato poco fa mentre eravate concentrati altrove, studiatevi la mano se possibile.
Andate in sit out per un attimo e prendete nota di come hanno giocato i vostri avversari. Party Poker, in
particolare, molto generosa nello scrivere anche la mano di chi ha perso allo showdown.
Se i vostri avversari sono molto aggressivi postflop ed hanno posizione su di voi, vi aiuter molto stare
attenti al loro gioco pi spesso che potete. La cosa non funziona per tutti, comunque. Capiteranno
anche avversari che rilanciano pochissimo, ma su quelli pi tosti che bisogna concentrarsi, per capire
quando hanno veramente il punti e quando stanno solo cercando di approfittarsi di voi.
Detto questo, a volte il miglio consiglio di alzarsi ed aspettare un tavolo migliore. Ma lo faccio solo
contro un maniac, non contro un TAG o LAG forte che sa cos' la posizione. Voglio battere questi
avversari nel loro campo.
Alla fine non mi seccher se un giocatore forte ed aggressivo crede di poter andare in float per
dominarmi. Mi ci adatter, e ci sono diversi modi in cui posso vincere piatti contro di lui. Eccone un
esempio, da me giocato lo scorso weekend.
Avevo queste note sul tipo, che aveva statistiche 21/12/3 su 500 mani: Forte, capace di buoni fold.
Sembra capire la posizione e mi ha spinto via da numerosi piatti dopo che avevo rilanciato preflop.
Volevo tantissimo chiamarlo per vedere il set, ma ho lasciato perdere ogni volta. Gli piace rilanciare
contro le cbet al flop, o chiamare e rilanciare al turn. Merita seguirlo di pi.
Ero in posizione intermedia con AQ a cuori, ed ho aperto per $4. Ha chiamato dal bottone, e sul flop
eravamo in heads up.
Il flop era J 43, rainbow col jack a cuori, ed io ho aperto per $6. Mi ha rilanciato a $18, come gi aveva
fatto alla seconda orbita della sessione. Di certo farebbe cos con un set, ma avevo l'impressione che
con top pair lo facesse altrettanto spesso. Pensavo che potevo essere dietro un J Ts, AJ o qualcosa del
genere. Poteva anche avere un set o una doppia coppia, solo raramente un'overpair, e spesso una
coppietta non settata. Ho deciso che la cosa pi probabile era quest'ultimo caso, o una top pair o
niente, piuttosto che un set o un'overpair. In altre parole, con buona parte del suo range non pu
chiamare un rilancio, perch rilanciando gli sto dicendo che ho una coppia forte. Se la batte, spinge, ed
io lascio. Ma il mio rilancio mette fuori combattimento le mani in pesca, e lo fa lasciare con molti punti
che mi battono. La mossa cambia inoltre le dinamiche del tavolo, che lo avevano finora convinto che
potesse scacciarmi dai piatti.
Eravamo entrambi parecchio deep, con stack effettivi di $175, ed io ho rilanciato a $58. Ha aspettato un
po' prima di lasciare, ma pu benissimo essere che stesse recitando.
Mi sono immediatamente preso nota della mano, dato che avevo l'impressione che pi difficilmente
avrebbe ora rilanciato ad una mia cbet sul flop, e pi probabilmente si sarebbe limitato ad un float, se
non avesse direttamente lasciato. Tenete presente che se avessi fatto la stessa giocata all'inizio della
sessione, sarei stato privo di informazioni ed avrei dovuto solo sperare di non trovarmi contro un set.
La regola del 25%
Tendo a prendere per vera una supposizione sugli avversari che non sono sicuro sia perfettamente
accurata, ma che mi sembra mi abbia aiutato. simile al concetto di Harrington del 10% di possibilit di
bluff: Se ho un campione di mani abbastanza grosso contro un avversario che rispetto, e lui ha
posizione su di me, c' almeno il 25% di probabilit che la sua aggressivit contro di me quando
siamo heads up si basi solamente sul suo vantaggio posizionale. Come sono arrivato a questo
numero? Ho passato molto tempo a riguardarmi il mio database di PokerTracker, a controllare le mani
ed a fare supposizioni. Ho anche tenuto in considerazione le mie tendenze, come quella appunto ad
usare la posizione come un martello contro un chiodo testardo.
Si tratta, ancora una volta, di un concetto e di un numero nebuloso, ma cerco sempre di tenerlo a
mente quando ho una mano ragionevolmente forte contro un avversario solido con posizione contro di
me. Il 25% non un numero enorme, ma comprende anche i bluff, i float, ed i semi-bluff. Non mi
aspetto che tutti siano d'accordo con il numero, ma l'idea con me ha funzionato
Suggerirei anche che tale numero aumenta con i limiti a cui si gioca se penso ai miei lontani giorni al
NL25, direi che era molto pi basso. Non uso questa regola senza un buon numero di mani campione,
o una solida lettura sull'avversario, perch specialmente agli SSNL la maggior parte dei giocatori
tendono a giocare basandosi unicamente sulla forza delle loro mani. piuttosto lineare. Quello che
stiamo facendo cercare di migliorare il nostro gioco contro gli avversari pi forti, e prepararci per limiti
pi alti.
Gestire i min-raise: non sempre indicano un settembre
Ecco una mano che ho macellato come una vacca sovrappeso il giorno del haburger, che illustra bene
il potere di rilanciare in posizione.
Avevo AKo ed ho fatto il rilancio standard, ottenendo un unico call da un avversario che sembrava
solido ma col quale non avevo molta history.
Flop A76 rainbow, sono uscito per $6 e lui ha min-raisato a $12. Ho chiamato ma subito ho temuto un
set. Il turn era completamente insignificante, un 2. Abbiamo checkato entrambi. Il river era un T, io ho
checkato, lui ha puntato $30, ed io ho chiamato. Ha mostrato 98, scala.
Il min-raise al flop mi aveva bloccato: ero convinto che lo avrebbe fatto solo per valore con un set, ed
invece gli ho lasciato andare in pesca senza spesa, e sono cascato nella trappola al river.
Tendo ancora a pensare che la maggioranza, o almeno molti, dei min-raise al flop, indicano un set.
Anche giocatori all'apparenza solidi ho visto molti utenti di 2+2 farlo min-raisano i set al flop perch
vogliono far crescere il piatto e prendere valore, ma non vogliono che l'altro lasci. Ho per scoperto che
a volte significano altro.
Molti giocatori sanno che un min-raise visto con timore per quello che rappresenta, ed ho incontrato
molta gente che lo usa per il float o per bloccare l'azione dell'altro. Ho visto gente farlo contro una cbet
con top pair o coppia non settata. incredibile quanto bene possa funzionare.
Ecco quindi come lo gestisco: ogni volta che vedo un giocatore che fa un min-raise contro una cbet al
flop, ne prendo nota. Se poi mostra la mano, perfetto. Ma supponiamo che rilanci con AKo in EP e
venga chiamato solo da un giocatore. Con flop K83, ma anche T83, faccio la mia cbet, e se mi vanno
contro in min-raised rilancio a mia volta. L'azione dell'altro, a quel punto, mi dir molto: se mandano i
resti lascio e prendo nota che min-raisano i set. Se lasciano, tengo presente che col min-raise cercano
di prendersi i piatti e rispondo con ulteriore aggressivit. La giocata migliore con un set chiamare,
perch a quel punto al turn sono messo in difficolt. Ma, per fortuna, la maggioranza dei giocatori ai
SSNL non chiamano, ma spingono.
Non un po' caro, a volte? S. Ma vi sorprenderebbe quante volte si possa in questo modo prendersi il
piatto, e se l'altro spinge, avete comunque imparato, cosa importante, come gioca un punto fortissimo.
Sapere cosa significano in min-raise una delle pi utili informazioni che si possano avere a questo
gioco, ed a questo livello.
Una linea generale con AA o KK contro resistenza
Giocare AA o KK contro qualcuno che oppone resistenza, quando si fuori posizione, pu essere
molto dura pi dura di un gruppo di adolescenti ad un photoshoot di Scarlett J ohannson. Uno dei
migliori utenti di 2+2, Foxwoods Friends, ha condiviso con me alcuni dei suoi pensieri in proposito, ed io
ne ho tratto la mia linea generale.
Supponendo che il flop sia almeno relativamente innocuo. Se mi rilanciano contro con stack normali o
deep, chiamo ed apro al turn per 2/3 del piatto. Se mi chiamano devo chekare al river, e il call/fold si
baser sulle letture. Se rilanciano anche al turn, lascio. Ci sono anche volte in cui lascio con AA o KK al
flop contro un rilancio, ma owiamente dipende dall'avversario e dalla mia lettura. Credo che lasciare
contro qualsiasi rilancio OOP significhi dare via troppo valore.
Conclusioni.
Essere fuori posizione molesto come una ragazza vendicativa che scopre che la tradivate.
Generalmente non troppo divertente, a meno che non abbiate gusti particolari. Fatevi quindi un
favore, e giocate la maggior parte delle mani in posizione.
Ma non datevi per morti solo perch parlate per primi. Fidatevi delle vostre letture. Usate i check/raise a
volte. Bastano alcuni adattamenti per far perdere l'equilibrio all'avversario. Presto saranno terrorizzati
all'idea di giocarsi un piatto contro di voi.
LA 4BET PREFLOP
Quanto segue non vuole essere unicamente una discussione sulle 4bet preflop, n intende esaurire
l'argomento. Se fosse possibile il poker non sarebbe l'affascinante gioco che ha conquistato la maggior
parte degli utenti di questo forum. Spero invece di riuscire a darvi di che pensare sui motivi delle 4bet, e
di aiutare chi frequenta i SSNL a ragionare sui range degli avversari e su come cambiare di
conseguenza le proprie decisioni preflop.
Perch la four bet?
piuttosto semplice, ci sono due motivi, senza un ordine particolare:
1: per valore.
Non c' molto da spiegare. Se a) pensate di avere la mani migliore e b)l'altro vi ha tribettato e
b)pensate che facilmente vi chiamer un push molto grosso con una mano peggiore, la scelta corretta
generalmente la fourbet per valore. Ci sono casi in cui ha senso limitarsi a chiamare con mani come
AA e KK, ma per questo articolo consiglio una strategia aggressiva preflop, e suppongo che a) molti
avversari tribettano con molte mani e b)per contrastare questo aiuta avere la 4bet nel proprio arsenale,
e c) per equilibrare le 4bet con range largo, conviene farlo anche per valore con AA, KK e, a volte, AK,
QQ e simili.
2: In bluff
Come ho detto prima, in questo articolo suppongo che l'avversario tribettti con molte mani. In realt al
NL200 la maggior parte dei giocatori non lo fanno. Ho visto che alcuni TAG tribettano molto spesso,
specialmente se A)sospettano che dalle ultime posizioni rilanciate molto larghi, e B) hanno posizione
contro di voi. Al NL400 invece, la maggior parte dei TAG tribetta spesso. Questa comunque
un'osservazione personale, e la mia esperienza a questi livelli limitata. Se avete giocato il NL400
magari non siete d'accordo. Si pu in ogni caso dire che c' un significativo aumento di aggressivit
preflop dall'1/2 al 2/4.
Poniamo che siate al tavolo con un LAGTAG 26/22 che sta tribettando da matti contro i vostri open-
raise. Ci cono poche possibilit:
1)Lasciate il tavolo. Si tratta spesso di un approccio ragionevole, specialmente se in posizione contro
di voi. Troppi giocano a poker con l'ego, ed io stesso ho peccato in tal senso. Si gioca per guadagnare
soldi, e se il tizio che tribetta forte postflop pu essere difficile farli contro di lui. Si gioca, per, anche
per divertirsi e migliorare, quindi spesso giusto anche rimanere al tavolo, specialmente se ci sono uno
o due fish.
2)Aprire il range di call. Pu essere utile, specialmente in posizione. Ed anche fuori posizione pu
avere senso fare dei call speculativi, sapendo che A)a volte si centrer il punto e B)Si pu andare in
check raise su molti flop, mandando l'altro in confusione.
3)Piazzate qualche fourbet leggera. qua che volevo arrivare, ed un punto chiave di questo
articolo. Dato che l'altro sa che siete TAG (o LAG) e che aprite con range molto largo, vi tribetta spesso
a sua volta. Quando si vedr four-bettato avr qualche difficolt.
Se un avversario tribetta con range largo, le vostre fourbet devono avere un bel po' di fold equity,
almeno fino a che l'altro non si accorge di cosa sta succedendo. Contro alcuni avversari four-bettare
con range largo molto +EV. Detto ci, gran parte dell'importanza di questa mossa risiede nel meta-
game. molto fastidioso che i vostri rilanci siano continuamente tribettati, ed in generale se l'altro si
accorge che lo 4-bettate spesso probabile che decida di aggredirvi meno spesso.
Roba facile, mostrami un po' di matematica
Quando ho deciso di scrivere questo articolo, lo scopo che avevo in mente era di analizzare le piccole
4-bet. Come ho spiegato, ci sono due ragioni per le 4-bet preflop e per qualsiasi puntata e rilancio in
realt per valore o per bluff. La prima facile, quando si punta o rilancia per valore, difficile finire nei
guai.
Per il bluff invece le cose sono pi complicate. Il fatto che il poker un gioco di matematica. Ci sono
ste cose chiamate pot odds, e pi spesso che no sono loro a decidere le mosse da fare se l'obbiettivo
giocare bene.
Quando 4-bettate con range largo, sperate che l'altro lasci. Purtroppo, per, non capiter sempre.
Immagino che a volte chiamer (specialmente se scarso, ma non davvero il caso di 4-bettare
spesso contro giocatori scarsi). Molto pi spesso, comunque, mander i resti. E quando lo fa le cose si
complicano, perch, A)a questo punto avete delle buone pot odds e B)owiamente non potete sapere
cos'ha (a meno che non siate Phil Hellmuth e non abbiate capacit di lettura di prima classe)
E quando le cose si complicano, diventa pi probabile che commetterete un errore. E quando si sbagli
si d via EV. Quanto segue sono delle supposizioni che ho usato per i miei calcoli con pokerstove.
Rischio di ribadire l'ovvio, ma questo un articolo di teoria e voglio essere preciso.
Partiamo, come dicevo, con una serie di ipotesi di base.
1) Gli stack effettivi sono sempre da 100bb
2) Gli avversari non chiameranno mai la vostra 4-bet. Se continuano lo fanno mandando i resti
3) I nit lo faranno con AA e KK, e lasceranno altrimenti. (Nota: potreste domandarvi, se il tizio un nit,
perch sto rilanciando spesso le sue 3bet? La risposta , Non importa, si tratta di un articolo di teoria.
Per quanto riguarda questo articolo, nit non significa che non 3betta spesso, solo un nome che gli
do per differenziare il suo range di 5-bet. Per quanto riguarda questo articolo non preoccupatevi delle
3bet, e di come influiscono sui suoi range di 5bet, eccetera. Prendete per buone le ipotesi, anche se
alcune sembrano forzate.)
4) I TAG chiusi andranno in 5bet con AA, KK, AKs ed AKo, e QQ. Lasceranno altrimenti.
5) I TAG aggressivi lo faranno con, in pi, AQs, J J , e met delle combinazioni di TT [??? ndt] e
lasceranno altrimenti.
6) I LAG lo faranno con le altre due combinazioni di TT, 99, met delle combinazioni di 88, e met di
quelle di 78s e lasceranno altrimenti.
Questi range li ho individuati nel giro di qualche minuto. Se pensate che sembrano un po' casuali
avete ragione. Non c' molto studio dietro, sono solo quattro range per cominciare stando molto chiusi
ed aprirsi via via. chiaro che il numero di range con cui si possono sviluppare i calcoli che seguono
sostanzialmente infinito. Allargare il range dei range (ugh) a questa analisi sarebbe sicuramente
un'azione meritevole, e spero che qualcuno, leggendomi, si convincer che merita farlo.
Per prima cosa, diamo un'occhiata a qualche scenario in cui si va in 4-bet rilanciando il piatto. Tenete
presente che nessuna di queste 4-bet per valore, sono tutte bluff. La mano migliore che avete nei
seguenti scenari TT. Ed anche TT sotto contro il pi vasto dei range di 5bet dell'avversario, quindi
quando andate in 4bet con questa mano la trasformate in un bluff. TT ha una buona equity contro il
range di un LAG, ma importante capire cosa sta succedendo. Trasformare TT in un bluff con una
4bet non necessariamente una scelta sbagliata. Non , comunque, un rilancio per valore.
Siete UTG con 65s. Aprite a $7. Due lasciano, il bottone, nit, 3betta il piatto, rilanciando di $24. Voi a
vostra volta 4bettate il piatto a $75. Il nit manda i resti.
Pot odds.
Dovete chiamare $125 per vincere un piatto da $278. Avete quindi odds di 278:125, o 2.22:1.
100/3.22 =31.06.
Equity:
equity win tie pots won pots tied
Hand 0: 22.496% 22.29% 00.20% 18321336 168354.00 {65s }
Hand 1: 77.504% 77.30% 00.20% 63532548 168354.00 {KK+}
Avete le odds per chiamare?
No. Vi serve un po' pi del 31%, e ne avete circa il 22,5. Potete lasciare senza sbagliarvi.
Mano uguale a prima, ma il bottone un TAG chiuso.
Equity:
equity win tie pots won pots tied
Hand 0: 31.144% 30.92% 00.22% 72010208 515570.00 {65s }
Hand 1: 68.856% 68.63% 00.22% 159831996 515570.00 {QQ+, AKs, AKo }
Avete le odds per chiamare?
S. Vi serve poco pi del 31%, che esattamente la vostra equity. Perderete lo stack circa due volte pi
spesso di quanto non [ehm, ndt] sculerete, ma chiamare giusto, e lasciare sarebbe un piccolo errore
matematico.
Dato che avete le odds per chiamare contro un TAG chiuso, ce le avrete anche, con la stessa mano,
contro un TAG aggressivo ed un LAG. Questi hanno infatti range di 5-bet pi larghi, e lasciare sarebbe
quindi un errore ancora pi grave. La buona notizia quindi che il vostro 65s ha pi equity, quella
cattiva che manderanno i resti molto pi spesso, e siete sempre molto sotto il loro range di push.
Siete UTG con TT. Svolgimento uguale a prima, btn un nit.
TT contro KK+ha il 19% di equity. Ve ne serve il 31%, e dovete quindi lasciare. Contro un TAG chiuso,
che manda i resti con QQ+, AKs ed AKo, siete al 36% e dovete quindi chiamare, bench TT sia
comunque sotto (circa 45.5/55.5)
Come sopra con KQo, btn nit. KQo contro KK+ha l'11,4% di equity. Dovete lasciare, e dovete lasciare
anche contro un TAG chiuso, contro il quale state al 20,7%, e contro il TAG aggressivo (26,7%).
Dovete invece chiamare contro un LAG (32%).
Vediamo ora alcune situazioni simili, nelle quali le mani sono le stesse, e cos i range dell'avversario,
ma la vostra 4-bet pi piccola: non il piatto, ma 2.25 volte la 3bet dell'avversario ($54). In tal modo
risparmiate dei soldi, ma comunque non date all'altro le odds per cercare il set o per chiamare con mani
speculative. Puntando meno, inoltre, chiamare la 5-bet all in diventa meno conveniente non ci sarete
pi matematicamente costretti.
Importante: potreste pensare, Certo, ma una 4-bet piccola non ha la stessa fold equity di una grossa.
In effetti, potrebbe o non potrebbe essere cos. Per questo articolo, supporremo che NON lo sia. Se
dovessi supporre che i range di push dell'avversario cambiano con il calare della vostra 4-bet, gli
esempi diventerebbero estremamente lunghi e complicati. Noi supporremo quindi che questi rimangono
sempre gli stessi.
Siete UTG con 65s. Aprite per $7, rimane in gioco solo btn, nit, che tribetta il piatto rilanciando a $24.
Fate una piccola 4bet di $54. Il nit manda i resti.
Pot odds
Dovete mettere $146 per un piatto di $257, siete 1,76:1
100/2,76=36,23
Contro KK+vi serve un'equity del 22,49%, quindi dovete lasciare. Notate che se aveste 4-bettato il
piatto sareste stati matematicamente costretti a giocarvi lo stack, mentre qua potete lasciare contro il
push senza sbagliarvi.
Discorso simile se il btn un TAG aggressivo. In questo caso vi servirebbe il 36,23% di equity per
chiamare, mentre contro J J +, TcTs, TdTs, ThTs, AQs+, AKo siete al 29,82%. E non dovete chiamare
neanche contro un LAG, contro il cui range siete al 29,3%.
Cambiando 65s in TT, viene fuori che conviene lasciare contro un nit, mentre conviene, di poco,
chiamare contro un TAG aggressivo e contro un LAG.
Con KQo, infine, 4-bettando di meno, non si ha in nessuno dei tre casi le odds per chiamare.
Analisi:
Quando 4-bettate il piatto con 56s potete lasciare se chi vi manda i resti un nit, mentre avete le odds
per chiamare contro gli altri tre esempi di giocatori. Se la four-bet in bluff invece pi piccola, potete
lasciare in ogni caso senza commettere errori matematici.
Con TT potete lasciare contro il nit, mentre negli altri casi potete chiamare (bench, contro un TAG
chiuso, per poco)
Con KQo potete lasciare in tutti e quattro i casi se diminuite la dimensione della 4-bet. Con TT questa
diminuzione non ha nessun effetto sulla correttezza dei call, mentre con le altre due mani le cose
cambiano e potete lasciare senza sbagliarvi. I risultati sono particolarmente significativi con 65s, un
piccolo suited connector, con il quale 4bettando il piatto siete costretti a chiamare tre volte su quattro, e
nessuna nel secondo caso. Poter lasciare dopo una 4bet in bluff un ottimo lusso, che ci costa forse
un po' di fold equity. Quanta, per, difficile da dire.
Ma l'altro non si adatter alle mie 4bet pi piccole?
Probabilmente no, specialmente al NL200. Ma, s, se lo fate spesso con carte pessime alcuni avversari
se ne accorgeranno e prima o poi cominceranno a mandare i resti con un range pi largo. Se si
adattano loro dovete adattarvi anche voi. 4Bettare poco con mani premium una buona mossa,
importante per l'equi librio del gioco.
Quindi, stando a questo articolo, ha mai senso 4bettare il piatto?
Non ha mai senso se stiamo alle ipotesi di questo articolo. Se avessi il modo di sapere che i giocatori
che tribettano spesso reagiscono allo stesso modo contro una 4bet grossa che contro una piccola,
eliminerei la prima dal mio arsenale, perch se cos fosse 4bettare il piatto sarebbe secondo me peggio
sia rispetto a farlo di poco che rispetto a farlo mandando la vasca. , per, impossibile dimostrare che
la fold equity rimane la stessa. Con le informazioni che ho, comincer probabilmente a sostituire le 4bet
della dimensione del piatto con una combinazione di alcune pi piccole ed alcune in push. Notate che
importante farle entrambe sia con mani marginali che con premium.
VARIARE LA STRATEGIA IN BASE ALLE TENDENZE DEGLI
AVVERSARI
01. Introduzione - Perche' isoliamo i limpers?
Isoliamo i limpers per poter rimanere in un heads-up contro di loro, in modo da poter sfruttare i tre
edges nel poker, ovvero, skill-edge (prendiamo decisioni migliori di loro), card-edge (abbiamo una
mano che e' probabilmente avanti al loro range, per questo raisiamo per valore), e positional-edge
(avere la posizione ci consente di massimizzare quando siamo avanti e minimizzare le perdite quando
siamo battuti).
Isoliamo giocatori differenti per ragioni differenti, per questo motivo dovremmo farlo con ranges e piani
variabili.
Isoliamo qualcuno perche' lo sappiamo commettere l'errore post-flop di chiamare oppure foldare troppo.
Nel primo caso avremo bisogno di una mano giocabile, e non potremo isolare con un range molto
ampio; Al contrario, nel secondo caso, la nostra mano non assumera' molta importanza.
Un altra considerazione da fare e' che verremo chiamati da BTN, CO, oppure dai blinds una
percentuale non-zero delle volte, dovremo quindi evitare di isolare con il bottom del range.
Ad esempio, foldare 72o, 84o, 34o, T5o etc., ed isolare con A9o, 76s, Q6s, etc.
Nota : Dovete essere aggressivi nell'isolare giocatori exploitabili.
Isolare non e' una strategia da applicare soltanto in late position. Se un giocatore scarso e' sui blinds,
potrebbe essere una buona idea tentare di isolarlo da qualsiasi posizione.
Ad ogni modo, non isolate soltanto per il gusto di farlo, raisare 62o da BTN perche' ha limpato, e'
weak e' semplicemente sbagliato.
Prima di addentrarmi nei vari tipi di giocatori, vorrei farvi notare che spesso non e' molto semplice
inserire un giocatore in una sola categoria; Dire chiama troppo e' una descrizione molto generale,
mentre dire gioca fit/fold, ma chiama tranquillamente con bottom pair o meglio e' una read molto piu'
accurata.
Analogamente, dire folda troppo e' troppo generalizzato, mentre chiama su boards safe, ma folda
troppo su boards scary, nonostante il mio range sia estremamente wide e' molto meglio.
02. Tipi di giocatori
A. Giocatori che foldano troppo
Quando isolate giocatori che foldano troppo, dovreste generalmente aumentare la size preflop.
Se l'errore che commettono post-flop e' il foldare troppo, il loro leak e' quello di mettere troppi soldi nel
pot nel pre-flop.
La mia preferenza e' di andare 5-6x contro questi giocatori, anche se ho notato che 5x viene chiamato
molto piu' spesso.
Questi giocatori sono di gran lunga i piu' facili contro cui giocare.
A1. Set miners
Non ci sono piu' molti set-miners che open limpano al giorno d'oggi (se ne trovate, dovreste vedere il
simbolo del dollaro al posto del loro avatar), e la maggior parte dei pots che giocherete contro di loro
saranno o quelli in cui li isolerete oppure quelli in cui vi chiameranno dai blinds.
Sono facilmente identificabili dalle loro statistiche esageratamente nitty (9/7 o meno, 80% e piu' fold to
steal, 3% o meno di 3-bet%, etc.).
La cosa interessante riguardo i nits al giorno d'oggi, secondo me, e' che nonset-minano piu' in modo
puro con le loro coppie medie, e non auto-foldano piu' il loro 88 quando non settano.
Chiamano spesso una street su di un board non-scary, per poi foldare quando sembrera' che abbiate
hittato la vostra overcard, ad esempio J +al turn.
Se invece chiamano su un bad flop, e non avete una mano forte, dovreste essere pronti a lasciare la
mano.
Esempi :
A72r flop classico, una bet e basta qua.
964r second barrel su turn J +
Q56hh/K78hh fondamentalmente ancora una bet e basta, anche se sul board ci sono draws. Il nit
raramente avra' un draw, a causa del suo range pre-flop.
A2. Losse passive fit/fold
Questi giocatori sono molto comuni a tutti i livelli dei micro-stakes che ho giocato.
Sono facili da identificare perche' open-limpano molto in EP/MP ed hanno stats del tipo 24/5 e 50-70%
fold to steal.
Hanno nel loro range molti Scs, S1Gs, Axs, broadways, pairs medio-basse ed a volte anche
QQ/AK/AQ.
Dovreste bettare ogni flop dry (Axx, Kxx, Qxx, 942r, TT2r, etc.) e tutti i board dove hittate top-pair o
meglio.
Piu' o meno come per i nit, potete isolarli abbastanza wide, ma dovrete comunque avere una mano
giocabile per quando verrete chiamati.
Una cosa molto importante da applicare contro questo tipo di giocatore e' di aumentare la dimensione
delle bet (anche pottare) quando si ha una mano forte e diminuirla con air, quando si cerca un fold.
OMG ma questo e' exploitabile! Giochero' come un libro aperto se betto molto con la mano e poco
senza!
E' exploitabile se un avversario vi sta exploitando. Credetemi questo tipo di giocatore non lo sta
facendo. E' concentrato soltanto sulle proprie carte e sul board.
B. Giocatori che chiamano troppo
Contro questo tipo di giocatori dovrete (1) bettare piu' thin per valore, e (2) usare la posizione per
massimizzare la vostra equity, quando non potrete bettare per valore.
Questi giocatori non faranno spesso grandi giocate contro di voi, potrete quindi bet-foldare una buona
one-pair hand se raisati senza troppi pensieri (chiamano troppo, ricordate?).
Un osservazione importante da fare e' che, come regola generale, piu' il range di villain preflop e' wide,
meno probabilmente bet-foldero' TPGK.
La ragione di questo e' che di solito un giocatore tight che chiama molto, e' almeno abbastanza
intelligente da sapere di non giocare per lo stack con J Ts su J 86hh; Un giocare loose invece, mettera'
100bb con AJ su AT9 praticamente sempre.
B1. Regular scarsi sui blinds
Questi giocatori hanno stats del tipo 14/12, fold to steal inferiore al 70% e 3-bet% bassa (di solito 3% o
meno).
Questo indica che 3-bettano soltanto le mani forti (o flattano QQ e 3-bettano KK+/AK e pochi bluffs), e
chiamano con mani tipo AQ, KQ, J Ts, 66-J J , etc.
Potrebbe essere difficile distinguere un giocatore di questo genere da un aggro-reg sui blinds
basandosi unicamente sulle stats. Come sapere quindi se e' un giocatore che check-raisa in bluff
oppure uno che non bluffa mai, e chiama soltanto? Osservate il loro gioco, e usate le statistiche post-
flop con cautela.
Contro questi giocatori dovrete evitare di isolare con junk-hands (foldate A6o), e sostituirle con altre che
floppano un equity maggiore (la cosa piu' importante da avere quando si isola un giocatore che chiama
molto).
AXs, SCs e gaps, pairs, broadways, vanno bene.
Esempi :
Raisiamo QJ o, villain chiama da BB.
QT6hh easy bet per valore, bettando anche molti turns se chiamati. Thin? Si avra' spesso KQ, AQ,
TT, QQ, e 66 a volte, ma capitera' anche che abbia J T, AT, AJ , KJ , AK, J J , 99, 88, 78s, 89s, etc.
Raisiamo T8s, villain chiama da BB.
942r Non credo che c-bettare questo flop sia ideale. Non abbiamo molta FE (board non-scary contro
un giocatore a cui piace chiamare) ma abbiamo qualche backdoor draw.
Non bet-foldate perdendo un buon backdoor draw, e non trasformate gli errori di villain in profit per lui.
(Nota : Bettare questo flop pianificando il double-barrel al turn, e' comunque un opzione percorribile).
9427hh Villain betta 2/3 pot. Chiamiamo. La nostra equity e' ora abbastanza buona, villain
probabilmente non foldera' ad un raise (non-scary board contro un giocatore a cui piace chiamare).
Usiamo la nostra posizione per sfruttare al meglio la nostra equity, possiamo aspettarci di venire pagati
una buona percentuale delle volte che hittiamo (quanti regs dei micro avete incontrato capaci di mettevi
su una backdoor straight o flush e bet-foldare un set o two-pair?).
B2. Super loose passive fish
Cosi' come i loose passive che foldano troppo, questi giocatori dovrebbero essere una buona fonte di
guadagno a NLHE. NON BLUFFATE CONTRO DI LORO, value bettateli senza tregua.
Dovreste aver gia' capito che dovrete isolarli con mani che possono floppare una buona top\second pair
o un buon draw. Axs, Kxs, Qxs, anche J xs in alcuni casi, tutte le broadways, tutte le pairs, la maggior
parte dei Scs e gaps.
Un range molto simile a quello suggerito contro i regular scarsi, ma leggermente piu' wide.
La nostra strategia dovrebbe essere quella di bettare tutti i flops dry per raccogliere la dead money
(questo e' un punto un po' in chiaro-scuro, nel senso che bettare AK su T42r puo' essere per valore, per
essere chiamati da Ax peggiori; Bettare con 86s perche' foldera' Q8o).
Piu' draws sono sul board, piu' dovreste bettare per valore. Spesso potrete avere 2 o anche 3 streets
con bottom e second pair.
Esempi :
J 52r Bettate per raccogliere la dead money.
K76ss edabbiamo K2s easy bet per valore, molti draws e pairs peggiori da cui prendere valore.
K76ss edabbiamo A7s con backdoor flush easy bet per valore, per ragioni simili.
K76ss edabbiamo 88 easy bet per valore.
Quanto thin potete bettare per valore e' qualcosa a cui dovrete arrivare da soli, per avere un idea,
arriverete probabilmente al punto dove penserete, beh, non credo di poter veramente bettare 22 per
valore su questo board K76ss. Sicuramente ha dei draws nel suo range, ma non sono completamente
sicuro di quali siano ed hanno comunque il 50% o meglio di equity contro 22, e non ho idea di quali
siano i turn buoni per me. Faro' check e mollero' la mano.
03. Dimensione delle bet
Range statico vs Range dinamico
Contro giocatori weak, il cui unico pensiero e' ho hittato o meno un pezzo del board?, quando c-
bettate in bluff, generalmente potete diminuire la size, perche' il range con cui continueranno e'
generalemente statico (la size della nostra bet avra' poca o nessuna influenza sul range con cui villain
chiamera').
Contro regular scarsi, e' meglio non farlo. Quando il vostro range e' wide ed hanno un A high forte su di
un board dry, e bettate 40-50% del pot, penseranno probabilmente beh, ha dei SCs nel suo range,
posso chiamarne una, ho comunque degli outs....
04. Casi Particolari
4a. OOP vs un limper
Possono essere applicati gli stessi concetti generali, con la differenza, secondo me, che il vostro range
dovrebbe essere molto piu' ristretto, a causa dello svantaggio dell'essere fuori posizione.
La vostra equity al flop dovra' essere migliore, quindi ad esempio evitate di isolare un limper LP con
56s, mentre fatelo senza problemi con KJ o.
Anche la size del vostro raise dovrebbe essere aumentata. Se raisate abitualmente 5x in posizione,
dovreste aumentare a 6-6.5x fuori posizione.
Non dovete preoccuparvi di vincere il piatto pre-flop, e volete obbligarli a pagare un buon quantitativo di
soldi per giocare il flop in posizione.
Inoltre, dato il vostro range piu' stretto, vincerete pots piu' grandi piu' spesso quando flopperete una
made-hand.
4b. OOP vs molti limpers
UTG limpa, MP e CO limpano dietro.
Foldano tutti fino a voi, sullo SB con TT o AJ o.
Completate o provate ad isolare?
Beh, questo dipende pesantemente dallo stile dei limpers e dall'ordine in cui si trovano.
Se UTG e MP sono entrambi loose passive stations e CO e' un regular, provare ad isolare non ha
molto senso; UTG chiamera' sempre, portando al call anche gli altri.
Se invece UTG e' un super-tight set mining nit, MP e' short stack, e CO un fish loose, isolare per
ingrandire il pot e' senz'altro la scelta migliore.
4c. IP vs un player che chiama troppo, blinds nitty
Il profit in questa situazione deriva da thin value e massimizzazione dell'equity post-flop.
Isolate usando la size piu' piccola possibile per restare in heads-up con il limper.
Se entrambi i blinds sono nitty, anche soltanto 3x puo' andare bene.
4d. IP vs loose passive, BTN/CO loose a loro volta
Dovete fare attenzione ai giocatori che avete alla vostra sinistra. Non ha senso isolare un set-miner dall'
HJ con 98o se entrambi CO e BTN sono loose stations.
In questa situazione, dovreste tendere a restringere il range, fino ad averne uno simile a quello usato
per isolare un limper dai blinds.
4e. Isolare uno short stack
Analogamente all'isolare un giocatore che chiama troppo post-flop, vorrete evitare le mani peggiori e le
mani che non giocano bene con poco stack dietro (intendo i suited connectors e le pairs basse).
Continuate comunque ad isolare con le broadways e probabilmente 88+.
Inoltre non isolerei con piu' di 4x per evitare di creare SPRs non buoni e rimanere senza margine di
manovra.
4f. 3-bettare per isolare
Questa situazione accade principalmente quando un giocatore loose o un regular scarso apre prima di
voi.
3-bettate perche' avete una mano che non gioca molto bene multiway e ci sono molte possibilita' che
chiamino OOP (oppure vadano all-in light, nel qual caso non starete 3-bettando per isolare ma per
valore).
Un esempio potrebbe essere qualcosa del tipo, un giocatore scarso e loose apre da MP, siete alla sua
destra con AQo e BTN e CO sono entrambi regulars (che overcallano o squeezano spesso se
chiamate).
3-bettate quindi per restare in heads-up con il giocatore scarso.
05. Conclusioni
Il vostro obiettivo a poker e' il giocare pots contro giocatori peggiori di voi.
Fate questo per ragioni differenti, quindi il vostro range ed il vostro plan dovrebbero essere a loro volta
differenti nelle diverse situazioni.
Massimizzate la vostra equity\value contro giocatori che chiamano spesso post-flop.
Cercate di mettere piu' soldi nel piatto nel pre-flop per raccogliere la dead money post-flop contro
giocatori che foldano troppo.
Tenete sempre conto dei giocatori che devono ancora parlare dopo di voi, non isolate un limper con
K4s risultando poi chiamati da CO, BTN e da entrambi i blinds che non vi siete accorti essere delle
calling stations.
BETTARE PER PROTEZIONE
01. Introduzione
All' inizio della loro carriera di no-limit hold'em, molti giocatori si preoccupano troppo di proteggere le
proprie mani.
I principianti, con top pair, sono comunemente ossessionati dalla possibilita' di un flush draw e
concentrandosi spesso soltanto sull' aspetto del "far pagare i draws" perdono valore da second-best
hands e/o non proteggono i resti del proprio stack da sets e mani forti.
Dopo aver commesso questo errore per un primo periodo, i giocatori imparano a volte la lezione.
Molti passano da un estremo all' altro, passando al mantra : "betto solo se posso essere chiamato da
una mano peggiore o posso fare foldare una mano migliore".
In altre parole, molti giocatori imparano a bettare solo come value bet oppure come bluff, tralasciando il
concetto del proteggere la propria mano, costato loro molti buy-ins quando male applicato.
Anche questo e' un errore. I giocatori weak utilizzano spesso in modo sbagliato questo concetto,
pagandone il prezzo, ma cio' non significa necessariamente che il concetto stesso non sia valido.
Anche nel no-limit holdem, esistono situazioni dove bettare per protezione e' appropriato, anche se la
bet non verra' chiamata da mani peggiori o fara' foldare mani migliori.
Il punto da considerare e' se l' action sul turn e river favorira' piu' probabilmente voi o il vostro
avversario.
Se la vostra mano e' vulnerabile, il vostro avversario non e' solito bluffare, oppure e' molto difficile per
qualcuno prendere al turn una second-best hand, allora vale la pena spesso di bettare semplicemente
per vincere direttamente il pot evitando di regalare una free card.
02. Esempio #1
State giocando ad un tavolo 6-handed $0.50/$1 NLHE con stacks di $100.
Aprite a $3.50 con AdKs da middle position, ed entrambi i blinds chiamano.
La vostra read e' che entrambi giocano troppo loose e sono generalmente giocatori weak che non
pensano troppo alle loro azioni.
Il flop esce Qc 8s 4d.
I vostri avversari fanno check. Bettate?
Direi che dovreste farlo, anche se mani peggiori della vostra difficilmente chiameranno, e mani migliori
raramente folderanno.
Certo, esiste qualche possibilita' che 22 o 33 foldino, e qualcuna che J T o T9 chiamino, ma questa e'
soltanto la ciliegina sulla torta.
La vera ragione per cui bettare e' che vincerete probabilmente il pot abbastanza spesso da mostrare un
profitto immediato, mentre non sara' del tutto certo se qualcosa di buono arrivera' dal fare check.
I giocatori troppo loose pre-flop e troppo straight-forward post-flop sono gli obiettivi miglori per una
continuation bet.
Semplicemente foldano troppo facilmente quando mancano il flop, il che succede molto spesso, visto i
loro ranges wide e weak con cui chiamano pre-flop.
Se entrambi questi giocatori foldano circa 2/3 del loro range ad una bet al flop, allora bettare vi
consentira' di vincere il pot circa il 45% delle volte.
Una bet di 2/3 pot necessita di vincere il 40% delle volte per essere break-even, quindi in questo caso
una bet simile produrra' profitto anche ignorando l' equity di AK quando chiamata.
Detto questo, abbiamo stabilito che bettare e' profittevole.
L' unica cosa da chiedersi quindi e' se fare check lo sia ancora di piu'.
Anche se non possiamo essere altrettanto precisi nel predire cosa accadra' nelle streets future,
possiamo considerare alcuni fattori importanti :
- Implied Odds
E' possibile che uno dei vostri avversari, che avrebbe foldato al flop, prenda al turn una second-best
hand che vi fara' vincere un grosso pot?
In questa situazione, lo scenario piu' probabile e' quello in cui uno dei vostri avversari ha in mano
qualcosa come AJ e prende un asso al turn.
In questo caso, vincerete probabilmente due bets che non avreste vinto bettando al flop.
Tuttavia, con entrambi un asso in mano, e quindi soltanto altri due nel mazzo, questo non sara' uno
scenario particolarmente probabile.
Esistono inoltre alcuni rischi di reverse implied odds.
Quando uno degli avversari ha KQ, prendere un K al turn vi costera' due bets.
Questo e' uno scenario ancora piu' improbabile, ma compensa in qualche modo per quello precedente.
- Bluff-Catching
Oltre a prendere una second-best hand al turn, il vostro avversario potrebbe essere portato a mettere
soldi nel pot con una mano peggio della vostra, in bluff.
In questo caso questo e' abbastanza probabile, visto che il turn potrebbe aprire molti draws che un
avversario potrebbe bettare.
Il problema e' che la vostra mano non sara' generalmente abbastanza forte dal poter chiamare una bet
al turn.
Questa non e' ovviamente una buona cosa per voi, ed una ragione in piu' per bettare il flop.
Contro avversari tricky e piu' aggressivi, bettare il flop potrebbe rendervi vulnerabili ad un check-raise in
bluff che non potreste chiamare, tuttavia, contro questi giocatori in particolare, non me ne preoccuperei
troppo.
- Bluffing
Avrete al turn piu' oppurtunita' di bluffare rispetto al flop?
Probabilmente no. Le migliori scary cards sarebbero un asso o un king, ma queste vi darebbero
probabilmente la miglior mano in ogni caso.
In piu', avendo fatto check al flop, vi sara' molto piu' difficile rappresentare una mano forte.
Anche se mani migliori non folderanno al flop, bettare puo' aiutarvi ad impostare un multi-barrel bluff.
Per questo, nella misura in cui un bluff sara' profittevole al turn o al river, questa e' una ragione in piu'
per bettare il flop, e non fare check.
- Sucking Out
Anche se avrete spesso la mano migliore al flop, sara' sempre estremamente vulnerabile non solo ai
draws ma a praticamente a tutte le carte che daranno una coppia ai vostri avversari.
6c5c, ad esempio, ha piu' del 40% di equity contro di voi e sbaglierebbe a foldare al flop secondo il
teorema fondamentale del poker.
Ovvero, foldare non sarebbe corretto con 6c5c se il vostro avversario sapesse che avete soltanto AK.
In breve, guadagnerete molta equity nel bettare al flop anche facendo foldare soltanto mani peggiori.
Esiste inoltre la possibilita' di essere fortunati a vostra volta e vincere contro una mano come 87
quando fate check al flop.
Molto probabilmente 87 chiamera' soltanto se bettate il flop, quindi, anche se la bet vi costera'
qualcosa, avrete comunque la possibilita' di chiudere la best hand in una street futura.
A conti fatti, non sembra avrete molto, o nulla, da guadagnare facendo check al flop.
Sappiamo che bettare e' profittevole, ed in assenza di ragioni valide per non farlo, dovreste
semplicemente farlo, prendendo la strada sicura.
03. Esempio #2
State giocando ad un tavolo 6-handed $0.50/$1 NLHE con stacks di $100.
Aprite a $3.50 con AdKs da middle position, e soltanto il big blind chiama.
La vostra read e' che e' un tight aggressive piu' portato al tight.
Pensate che il suo range di call dal big blind sia molto stretto, molto probabilmente
{77+,ATs+,KJ s+,AJ o+,KQo}, con monster hands come QQ+e AK meno probabili ma non impossibili.
Il flop esce 2d 4s 4d.
Il big blind fa check. Bettate?
Iniziamo con il notare le similitudini con la mano precedente : siete avanti al range del vostro
avversario, ma presumibilmente mani migliori non folderanno ad una bet, e mani peggiori non
chiameranno.
In realta' la seconda non e' poi cosi' scontata, dato il flop molto dry, ma assumiamo che contro questo
avversario specifico lo sia.
In altre parole, non chiamera' senza una coppia.
Le coppie rappresentano piu' o meno 1/3 del suo range, foldera' quindi abbastanza spesso dal
consentire ad una continuation bet di mostrare immediato profitto.
Tuttavia, credo dovreste fare check.
Considerando gli stessi fattori dell' esempio precedente, dimostrero' il perche'.
- Implied Odds
Il vostro AK domina tutte le mani che folderebbero ad una bet al flop.
Per questo, se il vostro avversario prende una pair al turn, c'e' un buon 40% di possibilita' che avrete la
stessa pair ma con un kicker migliore, mettendovi quindi in condizione di vincere un grosso pot.
Differentemente dall' esempio precedente, il rischio di reverse domination e' abbastanza basso.
Soltanto nel raro caso in cui Villain ha AA o KK e prendete al turn una second-best hand potreste finire
perdendo due bets.
In piu', se Villain continuasse a slowplayare la sua monster quando bettate il flop, questo scenario
potrebbe presentarsi facilmente in ogni caso.
- Bluff-Catching
Una differenza molto importante tra questo esempio ed il precedente, e' che questa volta la vostra
mano e' abbastanza forte da poter chiamare una bet al turn.
Dato che dominate tutto il range non paired del vostro avversario, la vostra equity e' molto buona contro
i suoi bluffs.
Per questo, indurre un bluff e' una potenziale buona fonte di profitto per voi in questa situazione.
- Bluffing
Le vostre opportunita' di bluff non sono molto buone al turn, ma non totalmente impraticabili.
Una Queen o un J ack sarebbero abbastanza scary per le medium pairs del vostro avversario.
Inoltre, dato il vostro backdoor nut flush draw, un diamond al turn potrebbe darvi una semi-bluffing hand
molto forte.
- Sucking Out
Anche se potrebbe sembrare molto vulnerabile, la vostra mano e' invece abbastaza solida.
Le mani unpaired del vostro avversario hanno soltanto 3 outs contro di voi, mentre ne avete 6 contro la
maggior parte delle sue pairs.
Non ci sono draws dei quali preoccuparsi, dato il suo range, quindi regalare una free card raramente vi
costera' il pot.
Bettare il flop potrebbe inoltre costringervi ad abbandonare i vostri outs se il vostro avversario check-
raisa alcune o tutte le sue coppie.
Questa volta, sembra che il check al flop sia la scelta migiore.
La differenza fondamentale e' che in questo esempio non c'e' molto dal quale dovete proteggervi, e
quindi meno bisogno di una bet avente questo scopo.
Quando sarete avanti, lo sarete di molto, e potrete chiamare una bet sulla maggior parte dei turns.
Le odds del vostro avversario di chiudere una mano migliore della vostra grazie alla free card sono
quasi le stesse di quelle che ha di prendere al turn una mano dominata, non rischiate quindi molto a
concederla.
Avete circa il 26% di equity contro il calling range ad una bet al flop del vostro avversario, c'e' quindi
chiaramente una perdita nel mettere soldi nel pot a questo punto della mano.
Aggiungete a questo il rischio di essere raisati sia da una coppia che in bluff, nel qual caso finirete per
foldare l' equity che avete, ed il check sembrera' sicuramente la scelta migliore.
04. Conclusioni
Anche se la maggior parte delle vostre bets a No-Limit HoldEm dovrebbe continuare ad essere
chiaramente classificabile in bluffs o value bets, esistono senz' altro situazioni in cui bettare per
protezione ha un senso.
La chiave e' nel capire da cosa state cercando di proteggervi e perche'.
Non si tratta soltanto di proteggere la propria equity nel pot, anche se questo puo' essere utile.
Si tratta di proteggersi da situazioni date da un brutto turn o river dove il vostro avversario puo'
migliorare la propria mano mentre voi non potete, oppure dove siete vulnerabili ad un bluff.
Solo perche' i fish lo fanno, non rende questo tipo di bet "fishy".
Come tutto nel poker, avete bisogno di una strategia ben studiata.
Con un piano corretto, potete e dovreste aggiungere il bettare per protezione al vostro repertorio.