Sei sulla pagina 1di 41

PROGETTO

FUSIONE COMUNI

La proposta di fusione qui formulata
si riferisce ai comuni di
CASTIGLIONE DEL LAGO
CITTA DELLA PIEVE
PACIANO
PANICALE
PIEGAO

Obiettivo della fusione
creare una struttura amministrati!a
di dimensioni tali da consentire
una reale pro"ramma#ione socio$economica
su un territorio c%e %a identic%e !oca#ioni&
a"ricola e turistica
rr
rrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr
rrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr
rrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr
rrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr
rrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr
rrrrrr

""""""""""""""""""""""""""
""""""""""""""""""""""""""
""""""""""""""""""""""""""
""""""""""""""""""""""""""
""""""""""""""""""""""""""
""""""""""""""""""""""""""
""""""""""""""""""""""""""
""""""""""""""""""""""""""
""""""""""""""""""""""""""
""""""""""""""""""""""""""
""""""""""""""""""""""""""
""""""""""""""""""""""""""
""""""""""""""""""""""""""
""""""""""""""""""""""""""
""""""""""""""""""""""""""
""""""""""""""""""""""""""
""""""""""""""""""""""""""
""""""""""""""""""""""""""
""""""""""""""""""""""""""
""""

Le finalit sono
ottimi##are limpie"o delle risorse
promuo!ere una nuo!a !isione di
s!iluppo economico'
operare per la messa in
sicure##a ed il recupero
am(ientale del territorio'

ra#ionali##are e ridurre i costi
della pu((lica amministra#ione
e quelli della politica'
mi"liorare leconomicit) e la
qualit) dei ser!i#i resi ai cittadini'
eliminare sprec%i e duplica#ioni'
ridurre il prelievo fisale!

un unio o"une al posto dei #
attuali consentir) di a!ere
ma""ior peso economico e
politico' capacit) di riacquisire
competen#e e fun#ioni
di "estione diretta di ser!i#i
o""i esternali##ati' con risultati
non sempre ottimali*

Il o"une unio do!r) "arantire
massima partecipa#ione dei
cittadini attra!erso or"anismi
decentrati +Muniipi,' con ruolo
sia propositi!o' c%e di controllo
dellatti!it) amministrati!a ed
inoltre di !eicolo di informa#ioni
ai cittadini*

Esaminiamo ora
alcuni dati

$i"ensione e popola%ione dei # o"uni*
Co"uni Superfiie &"'
Popola%ione uffiiale
(ens!)*++,
C-STIGLIONE
$EL L-GO
)*#.)/ +#!0+)
CITT-1 $ELL-
PIE2E
++*.30 4!44)
P-CI-NO +/.3+ 350
P-NIC-LE 45.0* #!4+0
PIEG-RO 33.+5 6!43#
TOT-LI #+*./3 66!/44

Sindai. Consi7lieri o"unali ed assessori attuali&
Comuni Sindaci Consi"lieri Assessori
+esterni,
Totale
CASTIGLIONE
DEL LAGO
- ./ 0 .1
CITTA DELLA
PIEVE
- -0 2 ./
PACIANO - -. - -3
PANICALE - -0 - -4
PIEGAO - -0 2 ./
TOT-LI # 5* +0 33

Le prossi"e -""inistra%ioni (ele%ioni )*+0,
Comuni Sindaci Consi"lieri Assessori
+ma5*,
Totale
CASTIGLIONE
DEL LAGO
- -0 0 .2
CITTA6 DELLA
PIEVE
- -/ 3 -7
PACIANO - 0 / 1
PANICALE - -/ 3 -7
PIEGAO - 1 2 --
TOT-LI # 03 +4 4+

Il COMUNE UNICO
on una popola%ione superiore a 6*!*** abitanti
avrebbe una a""inistra%ione o"posta o"e se7ue8
Comune Sindaco Consi"lieri Assessori
+ma5*,
Totale
NUO2O
COMUNE
UNICO
+ )0 4 6)
CON RI$U9IONE $I N: 63 -MMINISTR-TORI
CON RI$U9IONE $I N: 63 -MMINISTR-TORI

-LTRI $-TI - CONFRONTO

Attualmente dai dati in nostro
possesso' risulta c%e le
indennit perepite da7li
-""inistratori (Sindai ed
-ssessori, dei # o"uni
a""ontano a ira 6)6!***
euro annui lordi o"prensivi di
oneri riflessi!
+Dati reperiti sui siti 8e( dei comuni,

A questi !anno a""iunti rim(orsi
ad e!entuali datori di la!oro per i
permessi' poli##e assicurati!e'
spese telefonic%e' e!entuali
rim(orsi c%ilometrici etc* +il cui
importo non 9 possi(ile
quantificare poic%: i dati non
sono stati reperiti sui siti ufficiali,*

il COMUNE UNICO pro"ettato +a
tal fine si fa riferimento ai dati pu((licati dal
Comune di Spoleto $ circa 2;*/// a(itanti,
attualmente spenderebbe per le
indennit di Sindao ed
-ssessori la so""a di ira
+#0!*** euro lordi o"prensivi
di oneri riflessi. on un
rispar"io di oltre il #*;!

IL PERSON-LE $IPEN$ENTE
Comuni Dipendenti
interni
Dipendenti
esterni
Totale
CASTIGLIONE
DEL LAGO
4) )6 3#
CITTA6 DELLA
PIEVE
64 +) 03
PACIANO
# ) 4
PANICALE
)# 0 )3
PIEGAO
+3 5 )4
TOT-LI +#5 03 )*4

I dati suddetti + tratti dai siti ufficiali dei comuni e
da informa#ioni a diretta conoscen#a' potre((ero non
essere del tutto esatti poic%: spesso sono riferiti a"li anni
./-- e ./-., eviden%iano la spropor%ione
tra dipendenti interni ed esterni' ci< 9
do!uto ad una politica di esternali##a#ione
di molteplici ser!i#i + anc%e se non da parte
di tutti i comuni , es* trasporti scolastici'
mense' manuten#ione impianti illumina#ione
pu((lica etc*

=na attenta !erifica delle qualific%e esistenti
tra i dipendenti interni' e!iden#ia una
macroscopica situa#ione di duplica#ione
delle fun#ioni* In o"nuno dei suddetti
comuni ci sono pi> dipendenti c%e s!ol"ono
"li stessi identici compiti' +ad esempio& i
dipendenti dei ser!i#i demo"rafici' i
ra"ionieri c%e si occupano del (ilancio' quelli
c%e si occupano di tri(uti' i tecnici c%e si
occupano di la!ori pu((lici' i tecnici c%e si
occupano di ur(anistica etc*,*

In molti casi i dipendenti suddetti sono costretti a
s!ol"ere atti!it) plurispecialistic%e a !olte anc%e
molto complesse sen#a poter acquisire la
necessaria prepara#ione' in altri casi sono tenuti
ad assumere su di se responsa(ilit) in settori e
materie delle quali' a !olte' non %anno specific%e
conoscen#e*
In alcune situa#ioni la caren#a di personale 9 tale
da pro!ocare linterru#ione della ero"a#ione di
ser!i#i quando' per qualsiasi moti!o' il dipendente
preposto 9 costretto ad assentarsi dal la!oro*

$ota%ione or7ania del personale
E del tutto e!idente quindi come la fusione
in un unio o"une' non potr) non essere
accompa"nata da una profonda
rior7ani%%a%ione della dota%ione or7ania
del personale con lo(ietti!o di promuo!ere
una sempre ma""ior professionali##a#ione
specialistica nei !ari settori e di li(erare
risorse umane da impie"are utilmente nelle
situa#ioni pi> carenti e pro(lematic%e*

?iso"ner) quindi ridise"nare la struttura
piramidale allinterno della quale i
dipendenti do!ranno essere collocati in
modo da !alori##are competen#e'
professionalit) e attitudini al fine di
creare strutture or"ani##ati!e fun#ionali
al nuo!o assetto amministrati!o e
territoriale del Co"une Unio!


La ristruttura#ione della dota#ione or"anica
del personale potr) anc%e comportare un
risparmio di risorse economic%e' in parte
deri!anti dalla possi(ile diminu#ione del
numero dei cosiddetti @diri"entiA' anc%e se
parte di quelle risorse do!re((ero essere
utili##ate per un riequili(rio fun#ionale del
personale* Nel medio periodo il risparmio
sar) pi> e!idente dato c%e le norme attuali
consentono la copertura di un solo posto
o"ni cinque c%e si renderanno !acanti*

Partiolari fi7ure professionali
Sar) inoltre indispensa(ile indi!iduare una o pi> fi"ure
professionali' allinterno dei comuni o' se non presenti'
allesterno' c%e sulla scorta de"li indiri##i e dei
pro"rammi
politici indicati dallAmministra#ione' si occupino a
tempo
pieno del reperimento di fonti di finan#iamento europee'
statali' re"ionali eBo anc%e pri!ate' e della conse"uente
pro"ettualit) tecnica per il successi!o utili##o*

CRE-9IONE $I UN UNICO SISTEM-
INFORM-TI2O INTERNO
=na delle priorit) c%e do!ranno essere
affrontate non appena si a!r) la costitu#ione
del nuo!o COMUNE UNICO' 9 quella dalla
crea#ione di un unico siste"a infor"ativo
interno c%e do!r) consentire luniformit) di
trattamento dei dati' il loro incrocio' lo
scam(io con le altre amministra#ioni
pu((lic%e e soprattutto facilitare il rapporto
con i cittadini*

Il NUO2O COMUNE UNICO E LE NUO2E RISORSE
Il nuo!o COMUNE UNICO se la reali##a#ione a!r) come
9 auspica(ile un iter celere C questo sar) possi(ile solo
se le prossime Amministra#ioni dei sin"oli comuni lo
promuo!eranno $ potr aedere per +* anni a dei
finan%ia"enti speifii previsti dallo Stato pari al
)*; dei trasferi"enti erariali. riferiti all1anno )*+*.
attribuiti ai o"uni <e <anno dato luo7o alla
fusione!
Si tratta di ifre onsistenti!
+!edi il prossimo prospetto,

Trasferi"enti erariali da parte dello stato
Co"uni =ilanio anno So""e trasferite
EURO
C-STIGLIONE $EL
L-GO
)*+* 6!604!/*)
CITT-> $ELL- PIE2E
)*+* +!56#!3+/
P-CI-NO
)*+* 60*!+44
P-NIC-LE
)*+* +!606!#3+
PIEG-RO
)*+* +!*/)!0*+
TOT-LE 4!3)3!/54
(Fonte Uffiiale Ministero dell1Interno,

$al prospetto preedente si evine <e
l1i"porto annuo del ontributo. spettante
per la fusione. al nuovo o"une
(il )*; dei trasferi"enti erariali,.
a""onterebbe a +!#5#!364 Euro
annui <e "oltipliato per +* anni
ra77iun7erebbe la onsiderevole ifra
finale di +#!5#3!64* Euro*

Sono inoltre pre!isti ulteriori
contri(uti finali##ati alla
reali##a#ione di fusioni tra
comuni ero"ati della e"ione
=m(ria
Da attualmente non siamo riusciti
a quantificarli*


Patto di stabilit
E1 previsto <e il NUO2O COMUNE
istituito dovr sottostare al patto di
stabilit sola"ente a partire dal ter%o
anno suessivo alla sua ostitu%ione e
pertanto potr dero7arvi per )
anni potendo os? liberare ulteriori
risorse disponibili per investi"enti <e
attual"ente sono i"possibili an<e in
presen%a di risorse proprie!

=IL-NCI $EI COMUNI -TTU-LI
Co"uni =ilanio anno EURO
C-STIGLIONE
$EL L-GO
)*+* 63!/*)!***
CITT-> $ELL-
PIE2E
)*+) ++!*0*!***
P-CI-NO )*+* 34#!***
P-NIC-LE )*+* 4!0#*!***
PIEG-RO )*+) /!446!***

La so""a dei bilani dei #
o"uni rappresenta una ifra di
rilievo tale @ se 7estita
unitaria"ente @ da au"entare la
possibilit di pro7ra""are e
reali%%are interventi in "odo
rapido e o"piuto os? da
ottenere i"portanti eono"ie
7estionali!

SE$E $EL NUO2O COMUNE UNICO
=no dei pro(lemi pi> rile!anti da affrontare
sar) quello di indi!iduare il luo"o do!e
collocare la sede centrale del nuo!o comune
unico' non potendo esser!i una disloca#ione
de"li uffici dire#ionali di stretto contatto con
lamministra#ione in cinque luo"%i di!ersi* Si
potrebbe ipoti%%are P-CI-NO in 'uanto
posto 'uasi esatta"ente al entro del
territorio del nuovo COMUNE UNICO*

L1UNIONE $EI COMUNI E IL COMUNE
UNICO
La crea#ione del COMUNE UNICO 9
una naturale e!olu#ione politico$
or"ani##ati!a della attuale =nione dei
Comuni' finali##ata alla ulteriore
semplifica#ione della macc%ina politico$
amministrati!a' con conse"uenti
risparmi*

ITER PER L- RE-LI99-9IONE $EL
COMUNE UNICO*
Al fine di reali##are questo pro"etto con la
massima celerit) possi(ile per poter
accedere ai contri(uti attualmente pre!isti'
prima c%e !i sia una ridu#ione de"li stessi in
considera#ione del fatto c%e molteplici sono
"i) i pro"etti a!!iati in !ari comuni'
soprattutto del centro$nord' questo do!re((e
essere liter pi> rapido&

2erifia della fattibilit attraverso uno studio
approfondito dei ostiAbenefiiB
-ttiva%ione di tutti i possibili stru"enti di
infor"a%ione e parteipa%ione dei ittadini
(-sse"blee. inontri. diffusione di "ateriale
infor"ativo sulle speifiit del pro7etto.
india%ione de7li obiettivi perse7uiti,B
Ini%iativa dei Consi7li Co"unali
(delibera%ioni, dei # o"uni. di i"pulso alla
reali%%a%ione del pro7ettoB
Ri<iesta dei Sindai alla Giunta Re7ionale
di fusione dei o"uniB

Proposta di Le77e Re7ionale di fusione dei
o"uniB
$elibera%ione del Consi7lio Re7ionale di indi%ione
del referendu" onsultivoB
Iter Tenio per lo svol7i"ento del referendu".
svol7i"ento delle opera%ioni referendarie.
prola"a%ione dei risultatiB
-pprova%ione Le77e Re7ionale di fusione
(Consi7lio Re7ionale,B
Pro"ul7a%ione Le77e Re7ionale e Pubblia%ione
su =URB
Fase eseutiva finale8 Costitu%ione Co"une
UnioB Li'uida%ione dei # Co"uni preedentiB
Ele%ione or7ani Co"une Unio!

IMPORT-N9- $I INFORM-RE I CITT-$INI SUI
CONTENUTI $I CUESTO PROGETTO
Sar) decisi!a al fine della reali##a#ione di questo
pro"etto linforma#ione e la partecipa#ione dei cittadini' il
loro contri(uto di idee' la loro consape!ole##a del
particolare momento storico ed economico c%e sta
attra!ersando il nostro paese* ?iso"na comprendere c%e
forse o""i il comune unico 9 ancora una "rande
opportunit) e c%e fra qualc%e tempo potre((e essere
una !ia o((li"ata c%e saremo costretti a percorrere
sen#a a!ere alcuna possi(ilit) di incidere su decisioni
c%e potre((ero esserci imposte dallalto*

LE $IMENSIONI $EL COMUNE UNICO
Noi riteniamo c%e la proposta di fusione di 7
comuni reali##i un nuo!o ente di dimensioni ideali
per poter ottimi##are le risorse economic%e ed
umane disponi(ili* Ci< nonostante siamo
assolutamente aperti a !erificare e a condi!idere
anc%e altre proposte quali ad esempio la fusione
di quattro dei cinque comuni suddetti e
precisamente& Citt) della Pie!e' Paciano Panicale
e Pie"aro* iteniamo c%e opera#ioni di fusione di
dimensioni inferiori non portere((ero risultati
altrettanto si"nificati!i*

IN2ITO
IN2ITO
In!itiamo tutti i cittadini a partecipare atti!amente per
condi!idere e riempire questa proposta c%e' secondo noi'
9 un contenitore nel quale inserire idee' proposte'
informa#ioni' dati e le proprie esperien#e umane e
professionali al fine di costruire un pro"etto per la
comunit) con lo(ietti!o di "arantire un futuro a tutti
coloro c%e intendono continuare a !i!ere in questi territori
con!inti c%e sia possi(ile farlo e c%e qui la !ita potr)
essere mi"liore*
Giu"no ./-2
Mo2i"ento # Stelle Paniale D Pie7aro
Mo2i"ento # Stelle Paniale D Pie7aro
- Riveder le Stelle
- Riveder le Stelle