Sei sulla pagina 1di 1

Estratto da Pocket Manual Terapia 2015 - www.pocketmanualterapia.com Seguici su www.facebook.com/PMTerapiabartoccioni o Twitter: Terapia Bartoccioni

7. Discromie

Vitiligine

Per approfondire Taieb, NEJM 360, 160; 2009

Colpisce l’1% della popolazione e può associarsi a iper o ipotiroidismo, anemia perniciosa, diabete, morbo di Addison ecc (Berger, Current Med. Diag. Treat. 2005). Proteggere dal sole le parti sane per evitare un aumento del contrasto. Le creme solari sono utili solo per prevenire ustioni solari nella cute non fotopro- tetta, perché la frizione ripetuta di applicazione può peggiorare il quadro, mentre un’esposizione solare moderata può essere utile (Taieb, NEJM 360, 160; 2009). Nessuna terapia ha dato risultati particolarmente incoraggianti. Le risposte sono migliori al viso, dove si usano cortisonici a minore potenza, che alle mani, gi- nocchia e gomiti (Levine, Current Therapy 2007). Impiegabile per viso e collo anche il Tacrolimus 0,1%/12h (Levine, Current Therapy 2007). In caso di vitiligine segmentale o non segmentale limitata (<2-3% della su- perficie corporea), oltre a evitare i fattori scatenanti, sono di 1 a scelta le terapie locali, come cortisonici topici e inibitori della calcineurina. Di 2 a scelta è la terapia UVB a banda stretta, specialmente con lampade monocromatiche o laser. Di 3 a scelta sono le tecniche chirurgiche, se la ripigmentazione cosmetica non è soddisfacente sulle aree visibili (Taieb, NEJM 360, 160; 2009). In caso di vitiligine non segmentale >3% della superficie cutanea di 1 a scelta è stabiliz- zare con UVB a banda stretta per almeno 3-9 mesi in associazione con terapie topiche (Taieb, NEJM 360, 160; 2009). Di 2 a scelta sono i cortisonici sistemici

o gli immunosoppressori, se c’è espansione nonostante la terapia con UVB (Ta-

ieb, NEJM 360, 160; 2009). Di 3 a scelta sono le tecniche chirurgiche nelle aree non responsive dopo 1 anno di terapia, specialmente in zone importanti come il viso, anche se il fenomeno di Koebner può compromettere la prognosi del graft (Taieb, NEJM 360, 160; 2009); controindicate in zone come il dorso delle mani

(Taieb, NEJM 360, 160; 2009). Di 4 a scelta sono le tecniche di depigmentazione con Monobenzil etere di idrochinone o idrossianizolo Mequinol ± Q-switched laser, solo quando la superficie è >50% e non risponde e le zone sono alta-

mente visibili (Taieb, NEJM 360, 160; 2009). Nei bambini la fototerapia <7 aa è poco praticata e la chirurgia è raramente usata prima della pubertà (Taieb, NEJM 360, 160; 2009). Utile un supporto psicologico, così come quello di un cosmetologo che può insegnare a coprire le macchie, per esempio tramite pro- dotti autoabbronzanti a base di diidrossiacetone (Levine, Current Therapy 2007).

Il Calcipotriene, analogo della vit D 3 , topico, gli antossidanti topici e i prodotti

erboristici non hanno ancora dato risultati certi (Taieb, NEJM 360, 160; 2009).