Sei sulla pagina 1di 12

Il Rito Scozzese Antico e Accettato in Italia da Milano a Napoli

a Torino a Palermo a Firenze e Roma


Per introdurre iI tema della tavola di questa sera, che riguarda la storia del
RSAA in Italia, dalla costituzione del primo Supremo Consiglio ad oggi, e che
per tale ragione prevalentemente un lavoro di ricerca storica, opportuno
sviluppare alcune considerazioni di carattere preliminare e generale, che
sono utili allinquadramento globale dell'argomento e possono costituire degli
spunti per approondimenti successivi!
"' uso consolidato delle diverse scuole iniziatiche porre l'accento sulla
questione delle proprie origini e del proprio sviluppo e raccomandare agli
aderenti l'importanza dello studio della storia dell'organizzazione di
appartenenza!
A ondamento di tale consuetudine ci sono certamente motivazioni di diverso
carattere ra le quali ne vorremmo sottolineare, brevemente, almeno tre, che
hanno, a nostro avviso, una relazione diretta con il processo stesso che
conduce dall'iniziazione virtuale a quella eettiva#
in primo luogo c' l'importanza di meditare sulle origini e lo sviluppo della
orma iniziatica cui si aderisce, perch, in virt$ delle leggi delle analogie e
delle corrispondenze, la conoscenza della radice pu% condurre all'intuizione
del destino, sia a livello generale che particolare&
in seconda istanza c' la nota ormula riportata nella '(avola di Smeraldo) che
recita# 'ci% che in alto come ci% che in basso), dalla quale discende,
come aveva ben spiegato il *r#! Ren +uenon, che i atti storici, come quelli
geograici, 'hanno anche un valore simbolico, che non toglie nulla della loro
realt, storica, ma conerisce loro un signiicato superiore), paragonabile alla
pluralit, dei sensi con cui si leggono i testi sacri, e che, lungi dall'opporsi o
dal distruggersi, si completano e si armonizzano al contrario nella
conoscenza sintetica integrale&
1
inine c' il tema della conoscenza intesa come anamnesi, come processo
legato ai meccanismi della memoria e del ricordo, che rimanda alle ricerche
ed agli studi cari all'ermetismo rinascimentale, ma non solo, quali l'arte della
mnemotecnica ed i teatri della memoria!
"' necessario, comunque, sottolineare che gli spunti brevemente accennati
non mirano ad essere niente di pi$ che delle indicazioni di carattere molto
generale, per tracciare, secondo la volont, e l'orientamento di chi lo desideri,
dei possibili percorsi di rilessione personale, correlati al tema della nascita e
dello sviluppo storico del Rito Scozzese Antico ed Accettato!
-a per entrare in argomento necessario cominciare dall'inizio che, per
quanto concerne i documenti uiciali, risale al ./ maggio /01/, data in cui,
con la ondazione a Charleston in Carolina 2SA, del primo Supremo
Consiglio del mondo, che per tale motivo si denomina ancora oggi Supremo
Consiglio -adre del -ondo, viene sancita la nascita del Rito Scozzese
Antico ed Accettato!
Appare abbastanza evidente che un organismo cos3 complesso non pu% aver
avuto una breve gestazione! "' acile intuire che siano state molte e di
diverso genere le ragioni che ne hanno determinato la nascita!
Conseguentemente sono molte anche le teorie e le ipotesi con le quali gli
storici hanno tentato di spiegare questo evento e vale certamente la pena
accennarne alcune!
4ella nascita del RSAA, alcuni hanno visto il riemergere, in orma storica, del
lavoro di un gruppo occulto ed antico di esoteristi! 5ualcuno ha letto il
enomeno come la realizzazione delle rivendicazioni stuardiste! C' chi ha
interpretato l'evento come l'espressione pi$ evidente dei tentativi, operati dai
gesuiti, di iniltrarsi all'interno dell'6rdine -assonico! Altri hanno spiegato la
nascita del RSAA ed ancora pi$ in generale dei cosiddetti alti gradi, con
l'aspirazione di alcuni uomini di quel periodo, i quali non sentendosi appagati
della propria nascita e dei simboli che ricevevano all'atto della loro
2
accettazione in massoneria, ambivano ad essere insigniti con titoli altisonanti
e cavallereschi!
Altri ancora hanno interpretato questo enomeno con la necessit, emersa, nel
seconda met, del settecento, di testimoniare nel lavoro muratorio
quell'aspirazione all'universalit, ed alla dignit, sacrale che le circostanze
contingenti stavano rendendo alquanto evanescente!
Il RSAA un sistema che poggia su un complesso lavoro operativo dal quale
si andata storicamente delineando una struttura composta da numerosi
momenti graduali iniziatici che, attraverso varie asi, hanno cominciato ad
assumere una propria isionomia deinita a partire dal /789 e riunisce in un
solo corpo rituale una serie di Sistemi Altograduali che si erano sviluppati in
orma a autonoma durante il :;III secolo!
A tale riguardo ci pare degno d'attenzione il atto che il grado di -aestro
massone sia stato istituito all'incirca nel medesimo periodo in cui cominciano
a iorire i cosiddetti 'Sistemi Altograduali)!
A quel tempo la massoneria era nel bel mezzo di quel processo di
trasormazione che l'avrebbe portata ad essere costituita per lo pi$ da uomini
che non appartenevano al mestiere del costruttore, e, contemporaneamente,
stava iniziando ad espandersi al di uori delle isole britanniche, incontrando
cosi la necessit, di conrontarsi con quelle maniestazioni della tradizione che
avevano trovato, in altri luoghi geograici, una collocazione nella storia!
<e linee operative di quelli che poi urono deiniti come 'Alti +radi) urono
tracciate da Andre -ichel =e Ramsa> nel discorso che aveva scritto nel /7.7
con l'intento di indirizzarlo alle <ogge di *rancia!
;ale la pena di ricordare che il discorso del Ramsa> accanto ad aermazioni
tipiche per un uomo del suo tempo, contiene alcuni elementi di particolare
interesse!
"gli raccomanda, per esempio, un cosmopolitismo impensabile per quel
periodo, che, come linea guida, continu% ad inluenzare molti massoni a lui
3
posteriori!
Inoltre propone l'idea, anticipando quella che u decisamente rivoluzionaria
per quell'epoca, di un dizionario universale!
Altro elemento decisamente interessante del suo discorso quello nel quale
propone una proonda analogia ra la -assoneria e le scuole misteriche
dell'antichit,!
Ancora un altro elemento ondamentale di rierimento del nostro Rito
rappresentato sicuramente dalle Costituzioni del /7?8 e /709 dette di
<osanna e di *ederico II!
Per quanto riguarda <'Italia dobbiamo ricordare che sin dal /7.. la +ran
<oggia d'Inghilterra aveva concesso @olle di *ondazione a <ogge operanti
nella nostra penisola!
(ali logge nate, in genere, per iniziativa di massoni inglesi, esprimevano due
diversi orientamenti# alcune si riacevano alla amiglia regnante degli
Aannover BprotestantiC, altre erano edeli a +iacomo Stuart, pretendente al
trono, ed erano dette giacobite BcattolicheC!
A titolo d'esempio possiamo ricordare che delle due pi$ importanti logge
presenti allora sul territorio italiano, quella di *irenze era hannoveriana
BprotestanteC , mentre quella di Roma era giacobita BcattolicaC!
In Italia lo scozzesismo, inteso quale momento sia simbolico che operativo in
grado di concretizzare sul piano storico le istanze e le intuizioni dei ratelli,
trova le sue origini in due logge per le quali il *ratello Antonio Derocades ebbe
le @olle di *ondazione nel /70E dalla -adre <oggia Scozzese di -arsiglia!
2n'altra loggia a Palermo, ra /7?8 ed il /7?. aveva ottenuto una patente
sempre dalla sopra citata -adre <oggia Scozzese!
Storicamente il Supremo Consiglio d'Italia del Rito Scozzese Antico ed
Accettato u costituito a -ilano il /? marzo /019, cosi come risulta dalla data
riportata nella @olla di Costituzione!
4el paragrao I, articolo I, dell'atto costitutivo del nostro Rito si legge#) "'
4
cosituito ed eretto in Italia un Supremo Consiglio dei Sovrani +randi Ispettori
+enerali del ..F grado)!
;ogliamo ricordare brevemente che il Supremo Consiglio d'Italia u il terzo
ondato nel mondo, dopo quello citato in precedenza di Charleston del ./
maggio /01/ e quello di Parigi del 88 settembre /01E!
Per rigore storico necessario sottolineare che il 8/ luglio /01. u costituito a
Port Au Prince un Supremo Consiglio per le Indie 6ccidentali *rancesi, che
ebbe per% una vita talmente breve da non iniciare la successione temporale
precedentemente descritta!
"' inoltre necessario ricordare che il *ratello Alessandro *rancesco Augusto
=e +rasseG(ill> u coondatore del Supremo Consiglio di Charleston e
principale arteice della ondazione dei Supremi Consigli di Port Au Prince,
Parigi e -ilano!
4el paragrao 8, articolo /, dell'atto costitutivo del nostro Rito si legge che ' Il
Supremo Consiglio del .. grado crea e costituisce, di sua sovrana autorit,,
una +ran <oggia +enerale in Italia sotto la denominazione di +rande 6riente
d'Italia, di Rito Scozzese Antico ed Accettato, che riunisce in sH tutti i Riti dei
due emiseri)!
BIl +rande 6riente u poi installato ritualmente il 81 giugno, sempre a -ilano,
dagli stessi *ratelli che avevano ondato il Supremo Consiglio!C
In questa riunione vennero assunte quattro importanti decisioni#
aC comunicare a tutte le 6icine la ondazione della '+ran <oggia +enerale
Scozzese secondo il Rito Antico ed Accettato), chiamata anche '+ran <oggia
+enerale sotto la denominazione di +rande 6riente) o ancora '+ran <oggia
+enerale di tutti i Riti)&
bC Promulgare la Costituzione +enerale dell'6rdine -assonico in Italia che u
datata 9 marzo /019! "d orse proprio questa pubblicazione che ha atto
disquisire a lungo per stabilire, tra i giorni 9 e /? marzo, quale osse la data
esatta di nascita del Supremo Consiglio e del +rande 6riente&
5
cC Ricevere, con gli onori dovuti, +iuseppe <echi che era il +ran -aestro del
+rande 6riente stabilito presso la =ivisione dell'Armata d'Italia nel Regno di
4apoli, organismo che era stato costituito nel /01E! =ue giorni dopo, il 88
giugno, il +rande 6riente dell'Armata d'Italia conlui nel Supremo Consiglio&
dC 6rire la carica di Sovrano +ran Commendatore e di +ran -aestro ad
"ugenio @eauharnais il quale si dichiar% disponibile ad accettare! Possiamo
dedurre che questa u la data in cui u eletto il @eauharnais, dal atto che nel
documento datato /? marzo, nell'elenco dei =ignitari mancano i nomi sia del
Sovrano +ran Commendatore che del +ran -aestro!
Il R!S!A!A! nasce dunque in Italia, in concomitanza di nuove condizioni
Politico I Sociali idonee al suo sviluppo! I principi di <ibert,, di =emocrazia, di
Crescita, di *ratellanza, di Sviluppo dell2manit, tutta, iniziano a are
capolino anche nel nostro paese proprio negli anni che abbiamo citato! 2n
Paese ancora diviso ed occupato ma che nel 4ord a -ilano aveva gi,
raggiunto una condizione diversa rispetto alla condizione di sudditanza
imposta dal potere delloccupante Impero Austro 2ngarico! <opera
4apoleonica sembra avere promosso contemporaneamente alloccupazione
ed alla liberazione isica del territorio in sostituzione degli Austriaci, anche la
ondazione dei S!C! del R!S!A!A! quasi a voler accentuare il proprio controllo
politico G militare con uno strumento assolutamente posto agli antipodi ma
certamente utile! *orse in principio la nascita in Italia del R!S!A!A! non solo
una orma di maniestazione della <ibert, dell2omo ma anche,
probabilmente, un mezzo con cui aumentare linluenza politica ed il
controllo della *rancia! 2n altra nota degna di rilievo il atto che i ondatori
del R!S!A!A! in Italia urono tutti soggetti relativamente giovani che ricoprirono
spesso anche cariche ed incarichi di tipo politico, in quegli anni di
cambiamento, riunendo di atto gli intenti proani della liberazione dellItalia
dallo straniero con i ondamenti dei principi -assonici!
<' // gennaio /01J per iniziativa congiunta dei due Supremi Consigli di Parigi
6
e di -ilano, u costituito a 4apoli un secondo Supremo Consiglio denominato
+rande e Supremo Consiglio per le due Sicilie dei Potentissimi +randi
Ispettori +enerali del Rito Scozzese Antico ed Accettato di cui u eletto +ran
Commendatore +iacchino -urat!
5uesto Supremo Consiglio si disperse nel /0/9, ma riemerse
successivamente riprendendo la propria attivit, nel /081!
Il Congresso di ;ienna del /0/EG/0/9 pose buona parte dell'Italia sotto il
dominio austriaco e questo port% alla proibizione di qualsiasi riunione
massonica!
4el /0E0 u ricostituito il Supremo Consiglio di -ilano del quale u eletto
Sovrano +ran Commendatore *erdinando +hersi!
Il /? dicembre /0?8 u costituito a (orino il Concistoro dei Sovrani Principi del
Real Segreto!
4el marzo del /0?. il Concistoro si costitu3 come Supremo Consiglio del
quale u eletto Sovrano +ran Commendatore *rancoise Claude =e Crou>
Chanel!
4el /0?1 a Palermo, alcuni *ratelli costituirono un +rande 6riente di Sicilia!
4el /0?/ tre *ratelli uiciali di marina, +iuseppe (ortorici, 4icola Collora e
+iuseppe +uglielmini, giunsero a Palermo recando brevetti del .. grado e vi
ondarono un Supremo Consiglio!
<'anno successivo il (ortorici ond% il Supremo Consiglio +rande 6riente
d'Italia e sue dipendenze di Rito Scozzese Antico ed Accettato che elesse
+iuseppe +aribaldi come Sovrano +ran Commendatore e +ran -aestro!
5uest'ultima realt, massonica ebbe tra i propri membri *ederico Campanella
e Pietro -essineo& ad essa ader3, anche per il tramite del Crispi, la <oggia
=ante Alighieri di (orino che proprio in questo periodo si era distaccata dal
+rande 6riente Italiano nato a (orino nel /09J sotto gli auspici della <oggia
Ausonia!
Andrea Ribaudo, sempre a Palermo e nello stesso periodo, diede vita ad un
7
Supremo Consiglio Consiglio Centrale d'Italia!
Il /1 agosto /0?/ a 4apoli, =omenico Angher, ond% il +rande 6riente
d'Italia che successivamente trasorm% in Supremo Consiglio di Rito
Scozzese Antico ed Accettato della ;alle del Sebeto!
4el /070, a seguito della radiazione dell'Angher,, la complessa e
interessante storia di questa obbedienza si concluse quando tutti i *ratelli di
quell'organismo conluirono nel +rande 6riente d'Italia che aveva sede in
Roma!
4el /0?E a *irenze, appena divenuta Capitale d'Italia B2nit, conseguita il /7
-arzo /0?/C, u costituito un Supremo Consiglio ad opera di alcuni *ratelli
che erano parte del Supremo Consiglio sedente a (orino!
;enne cos3 a crearsi un dissidio ra l'appena costituito Supremo Consiglio di
*irenze e quello di (orino!
;ale la pena di ricordare che i Supremi Consigli delle +iurisdizioni 4ord e
Sud degli Stati 2niti d'America, a seguito di un'inchiesta condotta dal ratello
Albert +oodal, avevano riconosciuto piena leggitimit, al Supremo Consiglio
di (orino che, in quel momento, era presieduto dal *ratello AleKsander
Izensmid =e -ilbitz!
=obbiamo ricordare che l'Assemblea Costituente, convocata a *irenze nel
/0?E, aveva decretato la nascita del +rande 6riente d'Italia ed aveva eletto
alla carica di +ran -aestro +iuseppe +aribaldi& ma questa elezione provoc%
la reazione negativa del Supremo Consiglio +rande 6riente di Palermo del
quale egli era ancora a capo!
<e diatribe che seguirono a tale nomina indussero +aribaldi a rinunciare ad
ogni nomina, sia a Palermo che nel +rande 6riente d'Italia!
Il 81 settembre /071 il Supremo Consiglio di *irenze si traser3 a Roma ed
elesse +iorgio (amaLo come Sovrano +ran Commendatore!
4el /071 quindi il RSAA era rappresentato dai Supremi Consigli di (orino,
Roma, 4apoli e Palermo!
8
Per poter valutare la portata della orza operativa che animava i *ratelli in
quel periodo bisogna considerare che, ra il /0?/ ed il /07J, urono tenute
ben dieci assemblee costituenti!
4el /079 i Supremi Consigli di 4apoli e Palermo conluirono in quello di
Roma, seguiti, il 87 gennaio /007, anche dal Supremo Consiglio di (orino!
In quell'anno era +ran -aestro Adriano <emmi il quale, alla scadenza del suo
mandato, u eletto dal /J1. al /J1? Sovrano +ran Commendatore del Rito
Scozzese Antico ed Accettato che si trovava ad essere ormai pienamente
riuniicato in Italia!
Alla morte del <emmi, nel /J1?, gli successe nella carica Adriano @allori!
5uesti ebbe la sortuna di assumere la carica in un momento molto diicile
per la -assoneria italiana!
Proprio in quel periodo vi era in essere un progetto, molto discusso e soerto,
di riuniicazione dei due Riti allora operanti in Italia# il Rito Scozzese Antico ed
Accettato Bnato, come abbiamo visto, a -ilano nel /019C ed il Rito Simbolico
Italiano Bnato a (orino, con la <oggia Ausonia, nel /09JC!
<e tensioni determinate da questo progetto urono ulteriormente acuite a
causa delle decisioni che alcuni deputati massoni ritennero di assumere
durante le votazioni parlamentari a proposito delle risoluzioni relative
all'insegnamento religioso nelle scuole!
Saverio *era, che in quel momento era in carica quale <uogotenente Sovrano
+ran Commendatore, decise insieme a pochi altri *ratelli Bdai dati
storicamente comprovati risultano 8/ *ratelli su 7J insigniti del ..F grado e 8
su ?? Corpi rituali che seguirono la sua decisioneC, di abbandonare il +rande
6riente d'Italia!
*ond% successivamente una +ran <oggia con la denominazione di
Serenissima +ran <oggia d'Italia!
5uesta scissione, al di l, ovviamente da qualsiasi giudizio sulle motivazioni
che l'animarono e la sostennero, caus% importanti conseguenze storiche dal
9
momento che la certezza del diritto, nell'ambito dei rapporti massonici
internazionali, si ebbe soltanto dopo le risoluzioni della Conerenza di Parigi
dei Supremi Consigli e la promulgazione dei 'principi basici) da parte della
+ran <oggia 2nita d'Inghilterra il E settembre /J8J!
@isogna comunque rilevare che, anticipando un principio stabilito proprio dai
cosiddetti 'principi basici), il /0 settembre /J88 il +rande 6riente d'Italia, che
sedeva in Palazzo +iustiniani dall'aprile del/J1/, aveva assunto la decisione
di separare la giurisdizione propria Briservandosi quella dei primi tre +radiC e
quella dei due Riti allora presenti in Italia# il Rito Scozzese Antico ed Accettato
ed il Rito Simbolico Italiano!
Il 88 novembre /J89 le circostanze storiche che in quel momente
caratterizzavano il destino dell'Italia costrinsero il +ran -aestro =omizio
(orrigiani a irmare il decreto di scioglimento delle <ogge!
Come noto durante il ventennio ascista u proibita qualsiasi attivit,
massonica, tuttavia riuscirono a proseguire la loro attivit, due gruppi
clandestini# quello di =unstano Cancellieri e =omenico -aiocco a Roma,
quello di "ttore @usan e (ito Signorelli a -ilano!
4el /JE. questi due gruppi si riunirono dando vita alla cosiddetta -assoneria
Italiana 2niicata che, nel giugno di quell'anno, ricostitu3 il Supremo Consiglio
sotto il maglietto del *ratello =unstano Cancellieri!
4el /JE9 questo Supremo Consiglio assunse sotto la propria obbedienza
anche i Corpi rituali che erano stati ricostituiti all'obbedienza del Comitato di
+ran -aestranza composto dai *ratelli +iuseppe +uastalla, +uido <aL,
2mberto Cipollone e +aetano ;arcasia!
<e <ogge che erano all'obbedienza della predetta -assoneria Italiana
2niicata passarono all'obbedienza del Comitato di +ran -aestranza
costituito dai =ignitari sopravvissuti del +rande 6riente d'Italia e pertanto
legittimi continuatori di esso!
Il /9 novembre /JE9 +uido <aL u eletto +ran -aestro, il 9 dicembre
10
+iuseppe +uastalla u eletto Sovrano +ran Commendatore! A questi, nel
/JE?, successe nella carica (ito Signorelli! <'// giugno /JE7 il Supremo
Consiglio per la +iurisdizione 4ord degli Stati 2niti riconobbe la legittimit, del
Supremo Consiglio di Palazzo +iustiniani!
4el /JE0 il Supremo Consiglio per la +iurisdizione Sud degli Stati 2niti
instaur% rapporto di reciprocita con il Supremo Consiglio che gravitava
nell'orbita del gruppo cosiddetto A!<!A!-! che aveva in *ranco -oroli il
proprio punto di rierimento!
Il 8E aprile /J?1 venne irmato, da -arino <apenna e da *rancesco Alliata di
-onreale, l'atto di usione ra i due Supremi Consigli che acevano capo
rispettivamente al +rande 6riente d'Italia ed agli A!<!A!-! *urono testimoni
dell'atto i *ratelli <uther Smith per la +iurisdizione Sud degli Stati 2niti,
+eorge @ushnell e Paul Collet per quella 4ord, Paul "rculisse per il @elgio!
5uest'atto sanc3 deinitivamente la legittimazione internazionale del Supremo
Consiglio di Palazzo +iustiniani! Inatti questo aveva gi, in essere, come
abbiamo visto, rapporti di reciprocita con la +iurisdizione 4ord degli Stati
2niti, il Supremo Consiglio degli A!<!A!-! apport% quelli con la +iurisdizione
Sud!
Ci% che avvenuto in seguito appartiene ad un passato recente che, ai ini
del tema del presente lavoro, riteniamo non necessario ripercorrere!
Ci limitiamo a prendere atto del atto che l'ultimo periodo stato
contraddistinto da una maggiore serenit, e da un operare che ha portato al
conseguimento di una maggiore stabilit, sia dell'6rdine in generale che del
nostro Rito in particolare!
6ggi possiamo dire che la saldezza e l'esclusivit, territoriale del nostro
Supremo Consiglio e del nostro Rito Scozzese Antico ed Accettato un atto
indiscusso!
<o scopo primario e l'essenza stessa della -assoneria in generale, e del Rito
Scozzese Antico ed Accettato in particolare, la consegna alle generazioni
11
uture di un patrimonio di conoscenza veicolato da un apparato di simboli!
5ual' il senso dei termini Scozzese Antico ed AccettatoM Sono possibili varie
ipotesi pi$ o meno condivise e condivisibili, ma pi$ che enunciarle tutte pu%
essere, orse, opportuno lasciare ad ognuno di noi il compito di meditarne il
senso, quale momento indispensabile di lavoro personale, nella ricerca di
quella luce iniziatica cui aneliamo!
Marco Sani
Luca Tinagli
12

Potrebbero piacerti anche