Sei sulla pagina 1di 3

I lavoratori dipendenti possono richiedere la costituzione della rendita vitalizia (riscatto) se il datore di lavoro ha omesso il

versamentoobbligatoriodeicontributichenonpossonopiessereversaticonlenormalimodalitechenonpossonopiessere
richiestidallInpsessendointervenutalaprescrizionedilegge.
Larichiestadiriscattopercontribuzioneomessapuesserepresentata:
senza limiti temporali, anche dopo la concessione di un trattamento pensionistico;
peromissioniparziali,sestataversataunacontribuzioneridottarispettoalleretribuzionieffettivamentepercepite
percoprireparzialmenteilperiododuranteilqualevistataomissionecontributiva(es.:sololesettimanenecessarieperil
perfezionamento dei requisiti a pensione).
I contributi omessi possono essere accreditati solo dopo il pagamento di un onere di riscatto e sono utili per il diritto e per
la misura di tutte le pensione, la concessione delle cure termali e per il diritto alla prosecuzione volontaria.
CHIPUFAREDOMANDA
Lacostituzionedellarenditavitalizia(riscatto)puessererichiesta:
dal datore di lavoro che ha omesso il versamento dei contributi e intende, in tal modo, procedere al pagamento degli stessi
rimediando al danno causato al dipendente;
dal lavoratore stesso,insostituzionedeldatoredilavoro,sianelcasoincuiprestiancoraattivitlavorativasianelcasoincui
abbiagiottenutolapensione
dai superstiti del lavoratore.
N.B.: Il lavoratore ha diritto di rivalersi, a titolo di risarcimento, sul datore di lavoro responsabile del mancato versamento dei
contributi chiamandolo in giudizio per la restituzione della somma pagata per il riscatto.
I PERIODI RISCATTABILI
Lacostituzionedirenditavitaliziapuessererichiestaper i periodi durante i quali il datore di lavoro ha omesso il versamento
dei contributi obbligatoricompresiquelliriferitiadattivitlavorativasubordinatasvolta:
primadei14annidiet, anche se effettuato in violazione delle norme che tutelano i minori (Circ. 143 del 10.5.1994);
con la qualifica di lavoratore domestico;
con la qualifica di apprendista (Msg. 45234 del 2.6.1989);
come lavoratore agricolo dipendente (Circ. 138 del 3.6.1991).
N.B.: Iperiodidicontribuzioneriferitiadattivitsvoltaconlaqualificadiapprendistaartigiano (dipendente di ditta artigiana)
possono essere regolarizzati sulla base di documentazione di data certa (libretto di lavoro, copia del libro paga, ecc.)
comprovantelesistenzadelrapportodilavoro (Msg. 20760 del 31.3.1993).

Non sono riscattabili periodi per i quali,inbasealledisposizionivigentiallepocadellosvolgimentodelrapportodilavoroera
prevista, eraprevistalesclusionedellobbligoassicurativo.
I REQUISITI AMMINISTRATIVI
La richiesta di costituzione di rendita vitalizia in relazione alla contribuzione omessa e caduta in prescrizione puessereavanzata
ancheseilrichiedentenonrisultamaiassicuratopressolInps.
LA DOMANDA
Deve essere presentata alla sede Inps territorialmente competente per residenza, compilando:
il mod. RVR/1 in caso che la costituzione della rendita vitalizia sia richiesta dal datore di lavoro;
ilmod.RVR/1Bisselarichiestaavanzatadallavoratoreodaunsuosuperstite.
PuesserepresentataanchetramiteunodegliEntidiPatronato,cheassistonogratuitamenteperlegge.
LA DOCUMENTAZIONE
Alla domanda, deve essere allegata documentazione di data certa utile per provare leffettivaesistenzadelrapportodilavoro.
Ladocumentazionedeveessereredattaallepocadellosvolgimentodelrapportodilavorooancheinepocasuccessiva,maiallepoca
delladomandadicostituzionedirenditavitalizia,acondizionechenonsussistanoelementidaiqualisirilevichetaledocumentazione
statacostituitaallospecificoscopodiusufruiredellafacoltdiriscatto(Circ.183del30.7.1990).
Sono considerati documentazione di data certa:
illibrettodilavorosulqualeregistratoilperiodosoggettoariscatto
le buste paga, gli estratti dei libri paga e matricola;
ledichiarazioniredatteallepocadelrapportodilavoro(letterediassunzioneodilicenziamento,benserviti,ecc.).
Documento generato il 23/07/2014 - Ora. 12.30
Titolo: Costituzione di rendita vitalizia
www.inps.it :Informazioni > Approfondimenti > Contributi > Contributi individuali > Contributi da riscatto > Contributi omessi e prescritti >
Costituzione di rendita vitalizia
Pag. 1 di 3
I CONTRIBUTI DA RISCATTO - CONTRIBUZIONE OMESSA E CADUTA IN PRESCRIZIONE
Legge 12
agosto
1962, n.
1338
Legge 12 agosto 1962, n. 1338
(in Gazz. Uff., 11 settembre, n. 229). -
Disposizioniperilmiglioramentodeitrattamentidipensionedell'assicurazioneobbligatoriaperl'invalidit,lavecchiaiae
i superstiti.
Msg. 45234
del
2.6.1989
Messaggio n. 45234 del 2.6.1989
Oggetto:ApprendistatoRapportodilavorosubordinato.Mancanzadiretribuzione.Obbligoassicurativo
SussistenzaCostituzionedirenditavitaliziareversibileexart.13Legge12.8.1962,n.1338eriscattiex2comma,
art. 51 della legge 30.4.1969, n. 153 e successive modifiche.
Circ. 183
del
30.7.1990
Circolare n. 183 del 30 luglio 1990
Oggetto: Sentenza della Corte Costutizione n. 568/1989.
Parzialeillegittimitcostituzionaledellart.13,4e5comma,dellalegge12.8.1962,n.1338.
Circ. 138
del
3.6.1991
Circolare n. 138 del 3 giugno 1991
Oggetto:Chiarimentiinmeritoallapplicazionedellart.13dellalegge12agosto1962,m.1338,neiconfrontidegli
operai agricoli a tempo determinato.
Msg. 20760
del
31.3.1993
Messaggio n. 20760 del 31.3.1993
Oggetto: Accreditamento contribuzione in favore degli apprendisti artigiani.
Circ. 143 Circolare n. 143 del 10 maggio 1994
N.B.: Peribracciantiagricoliatempodeterminatolaprovadellesistenzadelrapportodilavoro,spesso,lacertificazione
dellUfficioprovincialedellavoro.
Deve essere inoltre comprovata:
la durata del rapporto di lavoro;
la qualifica rivestita dal lavoratore;
la misura della retribuzione percepita (se possibile).
A tale scopo,sedimostratalesistenzadelrapportodilavoro,sono considerate utile documentazione:
le testimonianze;
le dichiarazioni rese "ora per allora", anche se dallo stesso datore di lavoro (Circ. 183 del 30.7.1990).
N.B.: Potrannoesserepresentatedichiarazionisostitutiveinluogodellattodinotorietprevistoperleprovetestimoniali
(Circ. 182 del 29.9.1999).
L'ONERE DI RISCATTO
determinatosulladifferenzatralimportodellapensionechespetterebbealrichiedentesullabasedeicontributi
complessivamenteaccreditati,compresiquellioggettidiriscatto,elimportodellapensionedeterminatosullabasedella
contribuzione effettivamente accreditata nel fondo in cui si chiede il riscatto (Circ. 162 del 19.7.1997).
Perstabilireselimportodellapensionedebbaesseredeterminatoconilcalcoloretributivooconilcalcolocontributivosidevetener
conto della collocazione temporale dei periodi considerati compresi quelli oggetto di riscatto (Circ. 162 del 19.7.1997).
Seicontributidariscattosicollocanoanteriormenteall1.1.1996, la pensione deve essere calcolata con il sistema retributivo nel
caso in cui:
icontributidariscattosommatiaquelligiaccreditatideterminano il superamento dei 18 anni di contributi alla data del
31.12.1995;
icontributidariscattosommatiaquelligiaccreditatinon determinano il superamento dei 18 anni di contributi alla data del
31.12.1995anchese,inquestocaso,limportodellapensionedovrebbeesseredeterminatoconilsistemamisto.Inquestocaso,
per,nonassumerilevanzalaquotacontributivacheprimadovrebbeessereconsiderataperdeterminarelimportodellapensione
complessivae,poi,sottrattadallimportodellapensionerelativaaisolicontributidariscatto(Circ.162del19.7.1997).
N.B.: Limportodellonerevariainrelazionealletealsessodellavoratore,allaretribuzionepercepitaallattodella
domanda,alnumerodellesettimaneriscattateeallanzianitcontributivamaturataconicontributiversatiregolarmente.
Variaaltresseilrichiedentegititolaredipensione.
Se i contributi da riscatto si collocano successivamente al 31.12.1995, la pensione deve essere calcolata con il sistema
contributivo (Circ. 162 del 19.7.1997).
N.B.: Limportodelloneredeterminatoapplicandolaliquotacontributivainvigorealladatadipresentazionedella
domanda di riscatto, nella misura prevista per il versamento della contribuzione obbligatoria dovuta nella gestione
pensionistica dove viene effettuato il riscatto.
LE NORME
Documento generato il 23/07/2014 - Ora. 12.30
Titolo: Costituzione di rendita vitalizia
www.inps.it :Informazioni > Approfondimenti > Contributi > Contributi individuali > Contributi da riscatto > Contributi omessi e prescritti >
Costituzione di rendita vitalizia
Pag. 2 di 3
del
10.5.1994
Oggetto:Periodiassicurativianteriorialcompimentodel14^annodiet.
Circ. 162
del
19.7.1997
Circolare n. 162 del 19 luglio 1997

Oggetto: Decreto legislativo 184 del 30.4.1997. Nuove norme per i riscatti e la ricongiunzione delle posizioni
assicurativenel"FPLD"eneiFondisostitutiviamministratidallIstituto.
Circ. 182
del
29.9.1999
Circolare n. 182 del 29 settembre 1999
Oggetto: Legge 15 maggio 1997, n. 127, artt. 1, 2 e 3 e legge 16 giugno 1998, n. 191, artt. 1 e 2 in materia di
misure urgenti per lo snellimento dell'attivita' amministrativa e dei procedimenti di decisione e controllo.
D.P.R. 20 ottobre 1998, n.403. Regolamento di attuazione degli articoli 1, 2 e 3 della suddetta legge in materia di
semplificazione della documentazione amministrativa.
CircolaredelMinisterodellInternoMIACEL2febbraio1999,n.2recantenormediattuazionerivolteatuttele
Pubbliche Amministrazioni.
Disposizioni di attuazione in materia di semplificazione della documentazione amministrativa.
mod. RVR/1
mod. RVR/1Bis
Documento generato il 23/07/2014 - Ora. 12.30
Titolo: Costituzione di rendita vitalizia
www.inps.it :Informazioni > Approfondimenti > Contributi > Contributi individuali > Contributi da riscatto > Contributi omessi e prescritti >
Costituzione di rendita vitalizia
Pag. 3 di 3