Sei sulla pagina 1di 28

ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE 1

Tracciamento dell’opera e l’attività di scavo

Normativa di riferimento:

TU artt. 118-120 – Scavi e fondazioni

Inclinazione fronte di scavo

Consolidamento del terreno

Allontanamento dal campo di azione delle macchine

Protezione posto di manovra operatore

Armature di sostegno sporgenti dallo scavo 30 cm

Divieto di costituire depositi di materiali preso il< ciglio degli scavi

Splateamento e sbancamento. quando la parete del fronte di scavo supera h 1,50 m è vietato il sistema di scavo con scalzamento alla base e franamento della parete

quando la particolare natura del terreno o per cause di piogge, infiltrazioni, gelo o disgelo, o per altri motivi sono da temere frane scoscendimenti, deve essere provveduto all’armatura o al consolidamento del terreno

pozzi, scavi e cunicoli. Scavo di pozzi e trincee profondi più di m 1,50, quando la consistenza del terreno non dia garanzia di sufficiente stabilità, anche in relazione alla pendenza delle pareti, si deve provvedere, man mano che si procede con lo scavo, alla applicazione delle necessarie armature di sostegno (164/1956)

DPCM 412/1997 (Regolamento recante l’individuazione delle attività lavorative comportanti rischi

particolarmente elevati, per le quali l’attività di vigilanza può essere esercitata dagli Ispettorati del lavoro

delle Direzioni provinciali del lavoro) tra cui compaiono i “lavori di costruzione”

“gli scavi” …

DMLLPP del 11.03.88 e Circolare MLLPP n. 30483/1988 (Norme tecniche

riguardanti le indagini sui terreni e sulle rocce, la stabilità dei pendii naturali e delle scarpate, i criteri generali e le prescrizioni per la progettazione, l’esecuzione e il collaudo delle opere di sostegno delle terre e

delle opere di fondazione): il decreto pone l’attenzione sullo studio geologico e tecnico prescrivendo

la relazione geologica e la relazione geotecnica

La verifica geotecnica deve essere eseguita per scavi in trincea di profondità superiore a 2 metri, nei quali sia prevista la permanenza di operai e per scavi che ricadano in prossimità di manufatti esistenti

Tipo di terreno

Carico ammissibile (kg/cmq)

Rocce compatte

10

Rocce tenere

5-10

Ghiaia in banchi

3-6

Sabbia argillosa

3-4

Argilla compatta

1-2

Sabbia

1-4

Terreno

Peso specifico o massa volumica (kg/mc)

Argilla

1900

Terra vegetale normale

1200-1400

Terreno argilloso

1300

Sabbia

1350

Ghiaia umida

2000

Ghiaia asciutta

1800

Ghiaia grossa

1600-1800

Le caratteristiche fisico-meccaniche dei terreni condizionano la “tenuta” delle pareti di scavo

Il comportamento meccanico d’insieme di un terreno è valutabile dal tipo di coesione (C espressa in kPa) che caratterizza le sue componenti

ROCCE

Rocce coerenti: materiali tenaci e a comportamento lapideo; aggregati naturali cementati

elevata coesione (5-10 MPa)

notevole resistenza all’abbattimento e meccanica

Buone caratteristiche di tenuta

Risposta con stile rigido alle sollecitazioni

Rocce semicoerenti: marne, terreni clastici debolmente cementati

Bassa resistenza meccanica e coesione (0,1-5 Mpa) che rimane costante dopo immersione in acqua

Rocce pseudocoerenti: in prevalenza di argilla, detriti argillosi e sottili strati lapidei alternati con argilla; si comportano da semicoerenti ma arrivano allo stato liquido con l’aumentare del contenuto di acqua

TERRE: rocce incoerenti e terreni da riporto

Terre a comportamento granulare (non coesivi): sabbie e materiali clastici fino alle ghiaie, distinti da reazioni al taglio dovute essenzialmente alla resistenza di attrito interna.

Terre a comportamento coesivo: a forte componente argillosa, simile alle pseudocoerenti. La coesione è dovuta alla attrazione elettrostatica tra gli elementi lamellari del materiale argilloso

C = 10KPa – 0,5 MPa

TENUTA DEI FRONTI DI SCAVO (in assenza di opere di stabilizzazione)

Inclinazione di sicurezza (scarpa o angolo di scarpa) tale che nel breve periodo risulti stabile e non vi sia pericolo di crollo.

Dipende da:

-Condizioni geologiche e idrogeologiche

-Altezza del fronte di scavo

-Caratteristiche geotecniche ( angolo di attrito interno, coesione)

-Condizioni al contorno dello scavo (sovraccarichi in prossimità della parete di scavo: materiali depositati, edifici ecc)

Angolo di attrito Pietrame 40-45 Ghiaia 30-40 Sabbia grossa 30-35 Sabbia fine 25-35 Sabbia argillosa

Angolo di attrito Pietrame 40-45 Ghiaia 30-40

Sabbia grossa

30-35

Sabbia fine

25-35

Sabbia argillosa

25-30

Terreno vegetale 15-25 Argilla 10-25

15-30

Limi

Dati sfavorevoli alla stabilità:

-Presenza di discontinuità

-Condizioni di saturazione del terreno che diminuiscono il valore della resistenza interna

-Presenza di falde idriche o sovraccarichi

-Eccessiva altezza della parete di scavo per inclinazioni superiori all’angolo di attrito

Dati favorevoli alla stabilità:

-Maggiore angolo di attrito

-Maggiore coesione

VALUTAZIONE DELLE CONDIZIONI DI STABILITA’ DEI TERRENI

Terreni granulari non coesivi: la stabilità dipende dalle caratteristiche geotecniche ed è valutabile, indipendentemente dall’altezza dello scavo, dal valore dell’angolo di attrito interno del materiale.

FS = tgf/tgb al contorno

FS (Fattore di sicurezza)

>= 1 = terreno stabile in assenza di particolari condizioni

f

angolo di attrito interno del materiale

b

inclinazione della parete di scavo (angolo di scarpa)

Terreni granulari coesivi: si può superare l’inclinazione dell’angolo di attrito in virtù della maggiore resistenza interna (coesione tra le particelle).

La stabilità dipende dall’altezza della parete di scavo.

Hc= 4 x c/gn

Hc= altezza critica (per i terreni privi di coesione il concetto di altezza critica perde di significato)

c= coesione

gn = densità naturale del terreno

Terreni dotati di attrito e coesione: nel caso più generale si può ricorrere alle curve di Taylor che forniscono il valore dell’altezza critica in funzione dell’angolo di scarpa b, dell’angolo di attrito interno f e di un coefficiente adimensionale N s = Fattore di Stabilità

Hc= N s x c/gn

Hc= altezza critica

c= coesione

gn = densità naturale del terreno

Si vede che con

f=0

(terreno solo coesivo) e

una parete verticale con b = 90°

N s = 3,85 (simile al caso precedente)

vede che con f=0 (terreno solo coesivo) e una parete verticale con b = 90° N

Code Federal Regulations (USA): massima pendenza consentita per scavi profondi meno di m 6,10

base altezza
base
altezza

Roccia stabile: terreno naturale solido che può essere scavato con i lati verticali e rimane intatto

Terreno di tipo A: suoli coesivi con resistenza a compressione pari o maggiore di 144 kg/cmq (kPa) (argille, argille sabbiose o limosa, marne ecc.)

Terreno di tipo B: suoli coesivi con resistenza a compressione compresa tra 48 e 144 kg/cmq (terreni granulari – ghiaia angolare, limo, sabbia argillosa -, marne sabbiose)

Terreno di tipo C: suoli coesivi con resistenza compressione minore di 48 kg/cmq (terreno granulare –ghiaia, sabbia, sabbia con marna)

Funzioni dell’armatura dello scavo : -evitare rischi di seppellimento -avere resistenza tale da opporsi, senza

Funzioni dell’armatura dello scavo:

-evitare rischi di seppellimento

-avere resistenza tale da opporsi, senza deformazioni o fratture

alla pressione esercitata dal terreno sulle pareti

di scavo

-sopportare, senza deformazioni, la pressione del terreno, carichi asimmetrici del terreno dovuti alle strutture adiacenti

o carichi addizionali (attrezzature traffico, materiale

di stoccaggio)

Per evitare rischi di seppellimento:

In terreni incoerenti dovranno essere disposte armature parziali tali da poter raggiungere in sicurezza la profondità richiesta

In terreni coerenti, dove lo scavo può essere realizzato in avanzamento continuo sino alla profondità richiesta, dovrà essere disposta una gabbia di protezione prima che i lavoratori addetti scendano nello scavo

ARMATURA DI SCAVI IN TERRENI COESIVI

ARMATURA DI SCAVI IN TERRENI COESIVI PUNTONI IDRAULICI METALLICI
ARMATURA DI SCAVI IN TERRENI COESIVI PUNTONI IDRAULICI METALLICI
ARMATURA DI SCAVI IN TERRENI COESIVI PUNTONI IDRAULICI METALLICI

PUNTONI IDRAULICI METALLICI

ARMATURA DI SCAVI IN TERRENI GRANULARI

ARMATURA DI SCAVI IN TERRENI GRANULARI Armatura a tavole orizzontali Armatura a tavole verticali Armatura a

Armatura a tavole orizzontali

ARMATURA DI SCAVI IN TERRENI GRANULARI Armatura a tavole orizzontali Armatura a tavole verticali Armatura a

Armatura a tavole verticali

Armatura a marcia avanti
Armatura a marcia avanti

PROTEZIONI BLINDATE

Pannelli metallici: cassoni costituiti da due pannelli metallici laterali tenuti da due puntoni di acciaio

Pannelli di legno: per lavori di scavo di piccole dimensioni

di legno : per lavori di scavo di piccole dimensioni Telai in acciaio : per lavori

Telai in acciaio: per lavori di breve durata e quando la decompressione del terreno può procurare collassi e improvvisi smottamenti.

Armatura con pannelli e binari premontati infissi contestualmente nel terreno 1. Inserimento coppia di binari
Armatura con pannelli e binari premontati
infissi contestualmente nel terreno
1. Inserimento coppia di binari (profondità
m 1-1,25)
2. Inserimento del pannello metallico
prefabbricato e così si procede
3. Ulteriore affondamento di binari e
pannelli
e così si procede 3. Ulteriore affondamento di binari e pannelli Palancole metalliche precedenti le operazioni

Palancole metalliche precedenti le operazioni scavo

Armatura con palancole prefabbricate

1.Affondamento e fissaggio guide angolari

2. Infissione palancole

3. Montaggio puntoni

4-7. Ripetizione delle fasi

1.Affondamento e fissaggio guide angolari 2. Infissione palancole 3. Montaggio puntoni 4-7. Ripetizione delle fasi

Armatura con cassoni metallici premontati

Armatura con cassoni metallici premontati 1. Scavo di m 1- 1,25 2. Calo del cassone nello

1. Scavo di m 1- 1,25

2. Calo del cassone nello scavo

3. Ulteriore scavo di m 0,50 e ulteriore affondamento del cassone