Sei sulla pagina 1di 42

www.josaya.

com
PAGINA 1
www.josaya.com
PAGINA 2
I PUNTI CHIAVE
di
HO-OPONOPONO
Josaya
www.josaya.com
PAGINA 3
Ripuliamo le memorie con Ho-oponopono.
Siamo sempre in attesa di risolvere i nostri problemi
cercando di cambiare le cose al di fuori di noi stessi.
Lunico luogo in cui possiamo trovare la pace
in noi stessi e allora si estender
a tutto ci che ci circonda.
Tutto e tutti sono solo le nostre memorie.
A volte abbiamo esperienze turbolente, paure, ansie,
possiamo pulire queste memorie.
Possiamo lasciarle andare, sapendo che sono solo ricordi.
Giocando.
Troveremo la pace in noi quando ci prenderemo
la responsabilit al 100% di tutto ci
che accade nella nostra vita.
Amare noi stessi il giusto modo di migliorarsi
e nel contempo migliorare il mondo.
Quale meraviglioso potere abbiamo nelle nostre mani?
Quando veramente riusciamo a capire
che stiamo creando ogni singolo pezzo della nostra esistenza,
dalla pi piccola molecola fno al grattacielo pi alto,
dallAmore pi meraviglioso allodio pi lancinante,
realizziamo che possiamo cambiare ognuna di queste cose
visto che siamo i responsabili del fatto che esistano.
www.josaya.com
PAGINA 4
Lo possiamo fare semplicemente mostrando gratitudine
per tutte quelle cose della nostra vita
di cui siamo felici e che vogliamo che crescano.
Chiedendo perdono invece per tutte quelle
che vorremmo mandare via o diminuire
in modo da trasmutarne lenergia.
Tutto il bene, tutto il male
e tutto quello che sta in mezzo
una nostra creazione
derivante dalla nostra percezione.
Con Ho-oponopono possiamo imparare
a comprendere la nostra gratitudine
e la nostra capacit di perdonare.
Quando si avvia la pulizia saremo in grado
di apprezzare la vita, ci che siamo
e tutto quello che abbiamo.
www.josaya.com
PAGINA 5
Indice
I punti chiave di Ho-oponopono............................................pag. 6
Noi esistiamo come S Divino..............................................pag. 14
Il mantra Ho-oponopono.......................................................pag. 16
Grazie....................................................................................pag. 21
Perdonami.............................................................................pag. 26
Mi dispiace............................................................................pag. 31
Ti amo....................................................................................pag. 33
Agisci come se fossi Amore...................................................pag. 37
www.josaya.com
PAGINA 6
I punti chiave
di Ho-oponopono
Luniverso manifesto la realizzazione dei nostri pensieri.
Se i nostri pensieri sono negativi creano una realt negativa.
Se i nostri pensieri sono percepiti come perfetti, essi creano una
realt in perfetto Amore.
Noi siamo al 100% responsabili nel creare il nostro universo cos
come .
Noi siamo al 100% responsabili dei pensieri negativi che
manifestano una realt indesiderata.
Niente esiste autonomamente al di fuori di noi.
Tutto esiste prima qui dentro come pensiero nella nostra mente.
www.josaya.com
PAGINA 7
Ho-oponopono un modo di vivere di origine hawaiana che permette
di trasmutare le percezioni che ci fanno soffrire.
Prevede i seguenti presupposti:
Accettare e assumere il 100% della responsabilit di ci che
accade.
Essere disposti a lasciare andare la razionalit
Non avere aspettative sul risultato.
Essere consapevoli che ogni problema che si manifesta
unopportunit di evoluzione.
Lessere umano formato da tre S intimamente connessi:
Il Supercosciente (Io Superiore) la nostra parte spirituale che
possiamo chiamare Padre, Dio o Divino in noi.
Il Cosciente (ego) la nostra razionalit, quella che sceglie se
avere il controllo della situazione o lasciar fare al Divino in noi.
E la parte che accetta di assumersi il 100% di responsabilit della
manifestazione della realt che ci circonda.
Il Subcosciente (bambino interiore) la nostra parte emozionale.
Registra e archivia tutte le nostre esperienze.
Lo stato ottimale dellessere umano quello allineato, cio quando
nessuno dei tre S prevale su un altro. Una volta raggiunto questo
equilibrio saremo in grado di stabilire anche razionalmente il
contatto con la nostra parte divina e di affdarci allIspirazione che
guider le nostre azioni.
www.josaya.com
PAGINA 8
Abitualmente la parte mentale ignora il bambino interiore assumendo
il comando e trascurando le esigenze del subconscio, ma in questa
situazione lIspirazione guida non pu arrivare.
Grazie a Ho-oponopono e alla pulizia interiore possiamo entrare
in contatto con il nostro Io Superiore, riequilibrare i nostri tre S
e recuperare la gioia e la pace interiore che sono lo stato naturale
dellessere.
Con Ho-oponopono possiamo intervenire sulla causa che ha creato il
problema, trasmutandola. Fare pulizia tramite Ho-oponopono vuol
dire trasmutare in noi stessi quelle memorie (formate da ricordi,
emozioni, sensazioni, immagini) che continuano a ripetersi, che
manifestano una realt che ci fa soffrire, che bloccano la nostra
crescita e ci impediscono di evolvere fuidamente. Per fare pulizia
Ho-oponopono ci mette a disposizione diversi strumenti, il pi
immediato il mantra ti amo, mi dispiace, perdonami, grazie.
Tutto quello che succede nella nostra vita accade perch noi lo
permettiamo, perch corrisponde a qualcosa presente nella nostra
interiorit e perch comunque la via migliore da seguire date
le premesse in cui ci troviamo. Con Ho-oponopono possiamo
fare in modo di non percepire pi i problemi come ostacoli ma di
riconoscerne la perfezione.
La tecnica Ho-oponopono una sorta di richiesta, la cui risposta
automatica. Dobbiamo solo sapere quello che stiamo facendo, ma a
volte non necessario nemmeno questo.
Latteggiamento ideale non avere aspettative, niente suggerimenti,
solo con fducia totale.
www.josaya.com
PAGINA 9
Lego individua lerrore e lIo Superiore lo trasmuta attraverso
lintervento dellIntelligenza Divina con la quale in constante
contatto. Non spetta alla razionalit agire, intervenire, suggerire. Il
compito della razionalit solo quello di scegliere di fare pulizia.
E unintenzione, non un azione.
Perch funzioni al meglio dobbiamo restare il pi possibile puliti
e centrati, fnch per il nostro bambino interiore Ho-oponopono
diventer un atteggiamento automatico. Quando lo applichiamo per
risolvere un problema, il subcosciente che lo ha creato resetta le
credenze che hanno generato la percezione dellerrore in modo da
farci comprendere che il problema come tale non esiste. Lerrore
non mai qualcosa di oggettivo ma dipende sempre dalla nostra
percezione limitata delle cose.
Tutto quello che , sempre il meglio.
Quando pratichiamo Ho-oponopono si producono dei cambiamenti
positivi sia per noi che per gli altri. Non abbiamo la pi pallida
idea di dove sia nascosto il ricordo che crea il blocco da cui deriva
il problema. Sappiamo solo che non possiamo fare affdamento
soltanto sul subconscio che nasconde il ricordo o sul conscio che
non in grado di scovarlo. E solo lIo Superiore che sa precisamente
come e dove intervenire. Lalleanza della nostra triplice essenza
(conscio, subconscio e Io Superiore) lautrice dei miracoli.
A volte siamo proprio noi stessi i peggiori ostacoli nella nostra
vita. La cosa migliore, perch le cose fuiscano liberamente per il
meglio, farci da parte e lasciare agire gli esperti! La pratica di
Ho-oponopono molto semplice e allo stesso tempo diffcile da
accettare dalla mente razionale perch necessario mettere da parte
giudizi e aspettative.
www.josaya.com
PAGINA 10
Ho-oponopono funziona sempre, che lo crediamo o no, anche se al
momento non capiamo come funziona o non ne vediamo gli effetti.
Poich Tutto Uno chi cura viene curato.
Se io miglioro il mondo migliora.
Ho-oponopono lo facciamo rivolgendoci a noi stessi per noi stessi,
perch Tutto Uno. E necessario assumersi questa responsabilit,
se Tutto Uno, non c un altro responsabile al di fuori di noi di ci
che ci accade. Gli altri sono semplicemente il rifesso di noi stessi.
Per questo non necessario che nessun altro esegua questo processo,
suffciente che lo facciamo noi in prima persona, e tutta la nostra
realt sar perfetta (dato che gi lo anche se non ci sembra).
Accettare di essere responsabili al 100% una strada diffcile da
percorrere, perch lintelletto cerca sempre qualcuno o qualcosa
su cui scaricare la colpa. Cos continuiamo a cercare fuori di noi
lorigine dei nostri problemi. Facciamo davvero molta fatica ad
accettare che lorigine dei problemi sia dentro di noi e dipenda da
noi.
- Ihaleakala Hew Len
Non abbiamo bisogno di farci aiutare da nessun altro, noi siamo
suffcienti per raddrizzare tutto quello che sembra andare storto.
Quando diciamo Non posso, Non ce la faccio o chiediamo a
qualcun altro Fai Ho-oponopono per me? stiamo solo rinunciando
e cedendo ad altri il nostro potere.
www.josaya.com
PAGINA 11
Dobbiamo cogliere ogni occasione per ripulire, cos eviteremo che
il problema ritorni, anche se siamo consapevoli che va benissimo
che si sia manifestato.
Quando ripetiamo le parole ti amo, mi dispiace, perdonami,
grazie dobbiamo sapere che stiamo ripulendo noi stessi e le nostre
percezioni, perch questa la nostra intenzione.
Ripetendo il mantra ti amo, mi dispiace, perdonami, grazie il nostro
archivio di memorie viene ripulito semplicemente perch abbiamo
espresso lintenzione di farlo.
Non importante utilizzare esattamente le parole ti amo, mi dispiace,
perdonami, grazie, sempre tutte insieme o in questordine, ma
praticare con consapevolezza e costanza.
Attraverso Ho-oponopono possiamo raddrizzare tutte le cose che
non vanno per il verso giusto semplicemente cominciando col
comprendere a livello di cuore che non c niente che non va.
Possiamo trasmutare le nostre percezioni e accettare ci che come
il meglio che pu essere, qui e ora. Lo possiamo fare per noi e
per il mondo, perch qualunque cosa di cui veniamo a conoscenza
diventa parte della nostra realt ed una nostra responsabilit se si
manifestata.
Quando qualcuno ci ferisce, o semplicemente qualcosa ci disturba,
possiamo lamentarci e arrabbiarci colpevolizzando gli altri o le
circostanze, ma in realt quello che percepiamo e che ci fa soffrire,
sempre solo una proiezione di noi stessi.
www.josaya.com
PAGINA 12
Colpevolizzare gli altri un po come se, guardando un flm, ce
la prendessimo con lattore e lo apostrofassimo dicendogli che
un cretino o ci mettessimo a discutere con lui sul perch del suo
comportamento. Sarebbe piuttosto assurdo oltre che inutile.
Nella vita reale paradossalmente la stessa cosa.
Tutto una nostra proiezione
sullo schermo tridimensionale della realt.

Se non avessimo delle credenze limitanti o delle memorie ostacolanti
non potremmo manifestare determinate circostanze. Noi siamo
responsabili al 100% di tutto quello che ci coinvolge, anche dei
pensieri e delle azioni degli altri. Come dentro cos fuori!
Quando qualcosa appare nella nostra vita, anche se ci fa stare male,
dobbiamo considerarla una fortuna perch quellevento, per quanto
nefasto, ci presenta lopportunit, essendone noi i responsabili,
di poter correggere la direzione dei fatti che dipende sempre da
determinate memorie nel nostro subcosciente.
Ho-oponopono funziona subito
se mettiamo in primo piano lAmore.
Se leffetto non immediato dipende dal disallineamento dei nostri
tre S (conscio, subconscio e Io Superiore).
La cosa migliore da fare non porsi degli obiettivi defniti, ma
piuttosto mantenerci puliti e allineati, confdando che nella nostra
vita si manifester tutto quello che meglio per noi al di l di ogni
pi rosea aspettativa dellintelletto.
www.josaya.com
PAGINA 13
Perch sempre quello che la ragione non conosce, lo conosce il
cuore. E poich tutta la realt parte da noi, quello di essere in pace
in noi stessi il pi gran servizio che possiamo fare al mondo.
Se abbiamo trascorso tutta la vita cercando soluzioni ai problemi,
con Ho-oponopono scopriamo che non siamo noi a doverli risolvere,
anzi, se continuiamo ad ostinarci non facciamo altro che metterci i
cosiddetti bastoni tra le ruote. Perci puliamo, puliamo, puliamo e
godiamoci fnalmente la vita.
Essere felici la scorciatoia migliore per ottenere il meglio ed
lo stato danimo che accelera qualunque processo di attrazione
consapevole. Lintelletto non pu comprendere del tutto loperazione
di Ho-oponopono perch chi apre la connessione con il divino
il subconscio, il nostro bambino interiore, nella sua innocenza e
ingenuit, al di l di ogni giudizio di merito, oltre ogni senso di
colpevolezza o di peccato.
www.josaya.com
PAGINA 14
Noi esistiamo
come S Divino
Noi come anime siamo preziose. Riconoscere lidentit del S lo
scopo di ognuno di noi come esseri umani incarnati sulla terra.
Consapevoli o no, noi condizioniamo tutto quello che ci riguarda
attraverso pensieri, parole e azioni. Ho-oponopono un processo
alchemico che trasmuta le energie che percepiamo come tossiche e
fa in modo che la nostra parte divina operi per noi.
Noi siamo qui solamente per portare pace nella nostra vita e se
portiamo pace nella nostra stessa vita, tutto intorno a noi trova il
suo posto adeguato, il suo ritmo e la sua pace.
- Morrnah Simeona
Per trovare una soluzione effcace ai problemi dobbiamo essere
consapevoli di essere responsabili al 100% delle cause che li hanno
provocati, perch con i nostri pensieri, sentimenti ed emozioni
errate siamo noi in realt la fonte di quello che percepiamo come
problema. Se qualche guaio ci coinvolge perch noi condividiamo
le stesse memorie del protagonista di quello che interpretiamo come
guaio.
www.josaya.com
PAGINA 15
Non importante capire cosa c di sbagliato negli altri, bens
ripulire le nostre credenze e direzionare diversamente le nostre
energie.
Il potere che abbiamo enorme
ma possiamo usarlo solo su noi stessi.
Tutte le esperienze e le situazioni che viviamo non accadano al di
fuori di noi, se guardiamo in profondit scopriamo che tutto quello
che percepiamo allesterno lo specchio della nostra interiorit.
Con Ho-oponopono mettiamo in atto un processo di pentimento,
perdono, gratitudine e Amore. Diamo il via a una vera e propria
metamorfosi, trasmutando tutte le convinzioni errate su noi stessi e
sulla nostra vita. Ripuliamo le nostre memorie, che sono la causa dei
problemi, anche se riguardano gli altri, e simultaneamente puliamo
le stesse memorie anche negli altri trasformandole in percezioni di
puro Amore.
www.josaya.com
PAGINA 16
Il mantra
Ho-oponopono
La tecnica di Ho-oponopono consiste nel ripetere il mantra ti amo,
perdonami, mi dispiace, grazie il pi spesso possibile in riferimento
a un problema specifco, in maniera generica o per potenziare
leffetto energetico di una particolare gioia. Pi lo ripetiamo, con
fduciosa costanza quotidiana, pi il nostro bambino interiore
(subconscio) lo assimiler imparando a farlo autonomamente in
qualsiasi circostanza.
Recitare un mantra una pratica antichissima presente in tutte le
tradizioni buddiste e in tante antiche tradizioni, orientali e non. La
recitazione di un mantra genera una grande carica interiore che
trasmuta lenergia associata ai problemi in vuoto pronto a riempirsi
di Amore divino.
Il mantra ha un grande potere, mistico se vogliamo, che consiste nella
fortissima infuenza energetica derivante dalle qualit vibrazionali
del suono che opera sugli eventi della nostra vita, indirizzandoli
nella direzione migliore.
Recitando ti amo, perdonami, mi dispiace, grazie mentalmente,
a voce alta o a mezza voce, si mettono in moto risonanze sottili
che interagiscono con lUniverso, con gli esseri viventi e con le
situazioni che ci coinvolgono.
www.josaya.com
PAGINA 17
La mente, secondo la maggior parte delle interpretazioni antiche
orientali, vuota o interdipendente, ovvero per esistere deve
dipendere da certe condizioni.
Freud ha paragonato la mente umana a un iceberg, la piccola parte
che emerge corrisponde allego, mentre quella sommersa, che
grandissima, rappresenta linconscio, il bambino interiore.
Le vibrazioni prodotte dal suono mantrico attivano i poteri celati nel
profondo di questa parte sommersa e misteriosa della mente umana,
di cui la nostra razionalit inconsapevole, dando vita a movimenti
energetici che si manifestano nella realt che viviamo. Per questo la
pratica mantrica conosciuta da sempre come la strada dellenergia
che si muove seguendo le regole della legge universale di causa ed
effetto.
Nei Veda il mantra considerato la fonte primaria da cui scaturito
lUniverso. Nella Bibbia, allinizio era il Verbo, la vibrazione
primordiale presente in ogni cosa, il motore sonoro dellUniverso.
Lutilizzo dei suoni a scopo spirituale una tecnologia usata
universalmente da sempre (cos la recitazione del rosario?) per
entrare in armonia con il cosmo e con noi stessi.
Quando recitiamo un mantra richiamiamo in noi e nellambiente
che ci circonda una data qualit del Divino.
La ripetizione di una o pi frasi, anche senza consapevolezza, libera
la mente da pensieri ricorrenti e negativi lasciando afforare la parte
pi profonda di noi stessi.
www.josaya.com
PAGINA 18
Il mantra potentissimo, ricordatelo! Ti amo, perdonami, mi
dispiace, grazie deve essere un incessante canto, un braccio al
quale appoggiarsi o da cui lasciarsi cullare in una stretta amorevole
e infnita.
I miracoli iniziano da questo piccolo impegno quotidiano e costante.
www.josaya.com
PAGINA 19
Divino Creatore, padre, madre, fglio, tutti in uno
Se io, la mia famiglia, i miei parenti o antenati abbiamo offeso te,
la tua famiglia, i tuoi parenti o antenati in pensieri, parole,
fatti o azioni dallinizio della nostra creazione fno ad ora,
Io chiedo il tuo perdono
Lascia che questo perdono ripulisca, purifchi, liberi,
tutte le memorie, i blocchi, le energie e le vibrazioni negative
e tramuti queste energie indesiderate in pura luce
E cos
Morrnah Nalamaku Simeona
www.josaya.com
PAGINA 20
Ti do tutta la mia pace
Ti lascio tutta la mia pace
Non la pace del mondo bens la mia pace
La pace della mia essenza
Dei tre S connessi e allineati
Morrnah Nalamaku Simeona
www.josaya.com
PAGINA 21
Grazie
Vivere con gioia e gratitudine il modo migliore per celebrare la
nostra esistenza. E lopportunit che ci stata data per essere qui e
ora, in questo immenso Universo, provare a noi stessi di averne colto
il senso e poterne godere i frutti. Con Ho-oponopono (il mantra,
lAmore, la gratitudine e la gioia) si attraggono le vibrazioni in
risonanza con noi. Non ci sono limiti per ringraziare e godere di ci
che siamo. Vivere felici e con fducia un diritto e allo stesso tempo
un compito da imparare.
Dobbiamo trasmutare il passato punitivo e depotenziante che in
tutte le epoche ci stato imposto da chi, per mantenere un ordine
e una disciplina, ha ben saputo condurre lammaestramento, pur
con il consenso inconsapevole di chi lha subito (responsabilit al
100%).
Adesso il momento di salire sul vero Io e condurci sulla via della
prosperit e della pace. Quando sappiamo chi siamo e cosa vogliamo
ci allineiamo percettivamente alla Sorgente che ci disseter con i
doni pi inaspettati e preziosi che possiamo immaginare.
E splendido ricevere corrispondenza dai nostri lettori che stanno
avendo risultati sia materiali che in termini di pace, sentimenti,
relazioni, gioia e senso della vita. Tutti i giorni tantissime, bellissime,
emozionanti email ci riempiono la casella di posta elettronica e il
cuore.
www.josaya.com
PAGINA 22
Le innumerevoli domande come: Affdarsi alla Legge di Attrazione
o a Ho-oponopono?; Focalizzare o svuotare?; Avere obiettivi
da raggiungere oppure no? sono state per noi Josaya lo stimolo
a creare tanti prodotti (libri, audio e video) su Ho-oponopono nei
quali rispondiamo dettagliatamente a tutti gli interrogativi che ci
eravamo gi posti noi. Li trovate allindirizzo www.josaya.com
I frutti derivanti dalla pratica sono carburante per lanima di tutti noi.
Ogni successo del singolo quello dellintera collettivit, essendo
tutti sostanza della medesima energia.
Solo quando si riuscir a concepire un Tutto armonioso per tutti,
diverr sempre pi facile che quella forma pensiero che crea e
concretizza, divenga accessibile in modo naturale a ciascuno, senza
pi quei blocchi che le nostre memorie producono momento per
momento.
In pratica: fducia in noi stessi e nel mondo. Dobbiamo dare molto
spazio al nostro bambino interiore che non ha condizionamenti, non
ha preconcetti, non stato maltrattato dalla vita e dalle paure, dalle
tossine e dallo sporco generati dal pessimismo e dallo sconforto.
Iniziamo giocando, a fare Dio, e stiamo a vedere che risultati ci
porta.
Ogni giorno dovremmo dedicare un po di tempo a noi stessi, alla
ricreazione (ma ci pensate cosa signifca questa parola che si usa
solo allasilo e alla scuola elementare, la usano praticamente solo
i bambini, i bambini che sono puri, intatti e potenti. Evviva la ri-
creazione!) e in questo spazio entrare in una dimensione dove tutto
sia gioia e tutto sia plasmabile come quando si crea con la plastilina.
www.josaya.com
PAGINA 23
Io ho momenti di gratitudine di questo tipo. Non sogno di vivere in
una villa in Costa Azzurra o di avere una Mercedes con autista (o
quello che ognuno pu desiderare per imitare i vip che danno la
sensazione di vivere vite da favola anche per gli accessori di cui
possono disporre).
Se arriveranno anche queste cose ben vengano, ma sono sicura che
non vibrer per questo, non mi tremer il cuore perch sul suddetto
Mercedes capir di pi il senso della mia vita. Se avverr sar
piacevolissimo ma le emozioni sono altre per me, e ognuno deve
cercare quel proprio godimento profondo e trionfale dellanima.
Io cerco e ricreo ci che a me d godimento e assaporo la gratitudine
di poter avere quando lo voglio un pane appena sfornato o lacqua
calda che esce dalla mia doccia ogni mattina.
Non sono mistica o chiesaiuola, anzi, ma non normale considerare
tutto ci ovvio, di diritto o ancor peggio banale.
E se non ci fosse pi la banale normalit a cui abbiamo la meraviglia
di accedere e poterne disporre... sempre?
Non si desidera mai ardentemente
ci che si desidera solo con la ragione.
Francois de La Rochefoucauld
E comunque so che si realizzeranno costantemente i sogni perfetti
per me perch lascio fare allUniverso mentre io mi godo il viaggio
ringraziando sempre solo per lopportunit di poter partecipare.
A me capita di piangere dallemozione per avere la grazia di sentire
(e non mi devo impegnare per questo, gratis per la mia mente).
www.josaya.com
PAGINA 24
Anche qui letimologia delle parole mica a caso: Gratis: voce
latina divenuta italiana di gratia ossia grazia, favore, benevolenza;
astratto di gratus: grato. Gratuitamente, di pura grazia, senza
pagamento).
Amore e gratitudine per tutto ci che faccio, e pi lo faccio pi lo
sento, e pi lo sento pi funziona, e pi funziona pi sono felice e
grata.
- Silvia Paola Mussini
Certo capita a tutti la turbolenza, una paura, un disagio, uno
squilibrio ma il nostro incessante ti amo, mi dispiace, perdonami,
grazie ci pulir e ci raddrizzer istantaneamente consentendoci
di non indugiare sui vecchi schemi di inutili e tossiche memorie
stantie.
Quei modelli che per tanto tempo ci hanno rovinato la vita per
dar retta alla parte debole e/o razionale, quella affezionata allidea
romantica e intellettuale del dolore e della sfducia oppure quella
sopraffatta dalle aspettative e dallambizione sfrenata.
Alleniamoci momento per momento. Impariamo a prendere
confdenza ogni giorno con quelle piccole cose che si incastonano,
come piccole pietre preziose, e a notare che vanno talmente per il
verso giusto da lasciarci a bocca aperta.
Perch pi le considereremo naturali e normali pi accadranno, di
conseguenza la nostra fducia e il potere su noi stessi si espanderanno.
E accederemo fnalmente a un mondo nuovo, il nostro nuovo mondo.
www.josaya.com
PAGINA 25
Abituarsi ogni giorno ad allargare il nostro paese delle nostre
meraviglie funziona! Quello spazio-tempo creativo nel quale
giocare, gioire e godere piacevolmente della realt totale, quellarea
che semplicemente la somma di quella che consideriamo reale e
quella che ci sembra virtuale ovvero la zona del sottile.
Riuscire a sovrapporre questi due mondi ci porter direttamente
nelluniverso sciamanico, ma questa unaltra storia che abbiamo
approfondito in altri scritti.
Sono saggi e veritieri gli antichi detti come Chi causa del suo
mal pianga se stesso, e meglio ancora il pi propositivo Aiutati
che il ciel ti aiuta.
Henry Ford scrisse parole illuminanti su questo tenore:
Che tu creda di riuscirci o meno avrai comunque ragione.
Crediamo in noi stessi e nel nostro potere e poniamo sempre
attenzione alla nostra creazione e al Tutto, con gratitudine, Amore
e fducia accompagnati sempre dal mantra miracoloso di Ho-
oponopono: ti amo, perdonami, mi dispiace, grazie.
www.josaya.com
PAGINA 26
Perdonami
Perdonare per lasciare andare
Perdonare per aprirsi alla vita
Perdonare per fare entrare Amore nella nostra esistenza
Perdonare per guarire
Perdonare per essere liberi
Perdonare per essere felici
In un Universo perfetto, originato dallAmore che evolve in
direzione di se stesso, il concetto di perdono ha una valenza molto
diversa rispetto a quella che comunemente gli viene attribuita.
Perdonare in Ho-oponopono signifca semplicemente permettere
la trasmutazione dellenergia che noi percepiamo come negativa.
Fino a quando non risolviamo le ferite dellanima esse rimangono
aperte continuando a generare sentimenti di rabbia e frustrazione
dannosi per il nostro benessere psico-fsico.
Non perdonare non fa del male a coloro verso i quali serbiamo
astio, fa male profondamente a noi stessi. Se continuiamo a farci
carico di antiche ferite causate da rancori, lanima che la nostra
parte energetica, il nostro magnete, viene appesantita dal vissuto
che interpretiamo come negativo. Tutto questo infuenza le nostre
scelte e la nostra vita ed ecco che in questo modo attraiamo ci che
non vogliamo.
www.josaya.com
PAGINA 27
La reale causa della ferita celata nel profondo del nostro
inconscio, quando diamo la colpa agli altri, e anzich guardarci
dentro rimaniamo prigionieri del passato non risolto, intrappolati
in situazioni che si ripetono nella nostra esistenza, che richiamiamo
come una calamita e che ci fanno soffrire.
Per vivere liberi dal passato e responsabili della nostra esistenza
dobbiamo essere consapevoli delle ferite, chiedere perdono e
lasciarle andare senza pi preoccuparcene.
Quale insegnamento possiamo trarre dalle esperienze di sofferenza?
In cosa le esperienze diffcili vogliono rafforzarci? Perch la nostra
anima le attrae?
Ringraziamo chi ci offre lopportunit di crescere e lasciamolo
andare, perdonandolo.
Le persone per le quali proviamo rancore non hanno colpa, i
responsabili della nostra sofferenza siamo sempre e solo noi.
Abbiamo attratto noi quelle persone e quelle situazioni perch
potessero essere un mezzo per aiutarci a divenire consapevoli di
qualcosa. Perci cos importante ribaltare la percezione imparando
a vedere gli eventi che viviamo da una diversa angolatura e
ringraziare chi incarna lopportunit della nostra evoluzione.
Non esistono reali colpe ma solo interpretazioni della realt che
variano a seconda della visione soggettiva.
Carnefci e vittime si fondono in un unico richiamo energetico e si
scambiano i ruoli fno a quando non sono realmente liberi.
www.josaya.com
PAGINA 28
Sfatiamo un mito. Perdonare non consiste nel subire senza reagire.
Vuol dire invece agire consapevolmente da un piano superiore, da
una condizione di purezza, equilibrio, saggezza e unit dellessere.
bello pensare che porgere laltra guancia sia un invito a
mostrare laltro aspetto di noi stessi, quello consapevole, capace
di amare; quello che ha il potere di risolvere ogni confitto.
Quando perdoni veramente non sei pi motivato da collera, rabbia,
frustrazione e ignoranza. Se il perdono autentico le tue parole
ed azioni esprimeranno solamente determinazione, chiarezza e
comprensione.
A spingerti non sar pi il senso di ingiustizia e di sopruso, n il
desiderio di vendetta. Non ci sar in te neanche lombra di questi
sentimenti, ma solo chiarezza e consapevolezza. Le tue azioni
avranno un peso e un obiettivo differente. Il frutto del perdono non
sar una reazione, ma un differente modo di agire.
- Daniel Lumera
Il rimedio per guarire il perdono. Non esiste intervento migliore
per sanare le ferite dellanima, ma dobbiamo innanzitutto riuscire a
perdonare noi stessi.
Viviamo in una societ in cui il senso di colpa per ogni caduta o
disagio la prima cosa che ci viene inculcata da piccoli. Tormentarsi
non serve, per ogni decisione che abbiamo preso nellarco della
nostra vita esiste una motivazione e un insegnamento ai quali
possiamo e dobbiamo essere grati.
www.josaya.com
PAGINA 29
Il senso di colpa abbassa la nostra autostima e lAmore per noi
stessi. Non lasciamoci ingannare! Un vecchio proverbio diceva:
Se c rimedio perch ti arrabbi? E se non c rimedio perch
ti arrabbi?. Possiamo sempre cambiare le scelte che riteniamo
inadeguate momento per momento e dirigere la nostra vita verso la
libert emozionale.
Ringraziamo le esperienze, lasciamole andare, e facciamole
sciogliere come neve al sole. Non dobbiamo permettere alle
nostre stesse emozioni di abbassare la nostra energia, invece che
opportunit di consapevolezza diverrebbero uno spreco inutile e
controproducente.
Non preoccupiamoci di ci che gli altri pensano di noi, di come
gli altri vorrebbero che fossimo e dei loro comportamenti nei
nostri confronti. Siamo noi a scegliere la nostra vita cos come la
desideriamo, indipendentemente da tutto e da tutti. Liberiamoci
dalla trappola del senso di colpa e smettiamo di criticare noi stessi.
Evitiamo anche di giudicare gli altri per le loro azioni, perch se
si sono comportati in un certo modo qualcosa in loro li ha mossi
in una certa direzione di cui non possiamo sapere le motivazioni e
se proprio non riusciamo a comprenderli, mandiamo loro amore e
benedizioni.
Ecco un piccolo esercizio: visualizziamo le parole Perdono e Amore,
inviamole a noi stessi e a tutte quelle persone che pensiamo possano
aver contribuito alla sofferenza e allincomprensione.
Il perdono un processo amorevole, una continua crescita verso la
libert interiore.
www.josaya.com
PAGINA 30
LAmore non solo un sentimento. LAmore lenergia dellUniverso
con la frequenza pi alta e potente che porta in s un potere illimitato.
Patrizia Colomba
Perdonare ripulire, sgomberare, rimuovere macigni per lasciare
spazio allAmore.
Sandro Flora
Attraverso il perdono concedo a me per-dono la libert di essere
lEssere che sono.
Marilena Bernardini
Va da s il non giudizio.
Se perdono perch amo e non giudico.
Le basi del segreto: perdono, gratitudine, non giudizio.
In una parola: Amore.
Giovanna Garbuio
www.josaya.com
PAGINA 31
Mi dispiace
Mi dispiace una vera e propria dichiarazione di responsabilit.
Mi dispiace per aver creato questa situazione in cui percepisco
negativit ed errore la frase che serve a individuare la propria
responsabilit riguardo la situazione e a focalizzare lenergia sul
problema. Nel momento in cui ci dichiariamo responsabili della
nostra vita ci riconosciamo come parte olografca della Divina
Intelligenza.
Con Ho-oponopono ci assumiamo la responsabilit al 100% nella
manifestazione della nostra realt, come meccanismo divino
regolato da leggi universali, ci liberiamo anche da qualunque senso
di colpa perch distinguiamo chiaramente la responsabilit (reale)
dalla colpa (illusoria).
Attenzione, il fatto di essere responsabili di ci che si manifestato
non signifca in nessun modo essere colpevoli. Le preoccupazioni
e i sensi di colpa sono memorie che si ripetono. LAmore puro non
prevede la colpa, lAmore contempla solo lAmore. Del resto il
concetto di peccato e di colpa una creazione culturale prettamente
occidentale che ci conduce al continuo timore di essere inadeguati,
sbagliati, colpevoli appunto, di non scegliere la strada giusta al
momento giusto.
La cosa giusta da fare quella che stiamo facendo, per il semplice
fatto che non esiste diversit tra giusto e sbagliato, lUniverso
Amore e tutto quello che , sempre il meglio.
www.josaya.com
PAGINA 32
Assumere la nostra responsabilit al 100% loperazione pi
saggia che possiamo compiere, riconoscere la nostra divinit e
la nostra onnipotenza. Se noi siamo responsabili di tutto ci che
accade abbiamo anche il totale potere di modifcarlo. Ci stiamo
rispecchiando nella perfezione della nostra interiorit liberando il
fusso dellAmore incondizionato verso noi stessi e verso gli altri.
Pronunciando le parole mi dispiace lego individua intenzionalmente
quello che percepiamo come errore e ammette la propria totale
responsabilit a riguardo. Il subconscio registra lintenzione e
la invia allIo Superiore che trasmuta la percezione con laiuto
dellIntelligenza Divina con la quale in constante e privilegiato
contatto, perch ogni elemento del creato parte olografca del
divino.
www.josaya.com
PAGINA 33
Ti amo
Ti amo, come tutte le altre del mantra, sempre rivolto a noi stessi.
Amare se stessi pu essere diffcile quando a livello inconscio sono
presenti delle convinzioni limitanti. La maggior parte di questi
messaggi sono stati registrati durante linfanzia ma i loro effetti
vanno ben oltre. In realt ancora oggi siamo infuenzati da tutte
le cose che i nostri genitori o altre persone che abbiamo ritenuto
autorevoli ci hanno detto o imposto magari decenni fa.
Se per esempio qualcuno ci ha ammonito con un Sei un buono a
nulla! o ci stato sottolineato di essere poco intelligenti, qualche
nostra cellula ci ha creduto almeno per un momento. Pu essere
che a livello inconscio ancora oggi ci crediamo, anche se molto
probabilmente non ne siamo consapevoli.
E possibile cancellare questi vecchi messaggi e rimpiazzarli con
messaggi nuovi e pi stimolanti? Si!
Ecco 3 modi per cominciare:
1. Coccoliamoci
Pensiamo allultima storia damore. Specialmente allinizio sia noi
che il nostro partner abbiamo dedicato molto tempo, attenzione e
affetto luno allaltro e provato reciprocamente il cosidetto senso di
farfalle nello stomaco.
www.josaya.com
PAGINA 34
Uno dei modi pi belli per imparare ad amarci di mettere in moto
un processo simile, ma con noi stessi. Trattiamoci come dei re o
delle regine! Facciamo le cose che ci rendono felici, abbracciamoci,
accarezziamoci, parliamoci dolcemente e affettuosamente. Passiamo
del tempo dedicato solo a noi stessi perch ce lo meritiamo.
2. Esploriamo le nostre convinzioni
Se sospettiamo di avere ancora dei vecchi messaggi limitanti
seppelliti da qualche parte dentro di noi, ma non sappiamo quali
siano esattamente, necessario indagare un po.
Cominciamo per esempio a scrivere un diario. Diamoci lo spunto
con domande di questo tipo: Il mio ricordo pi vecchio di essermi
sentito uno stupido risale a...; Mia madre mi ha sempre fatto
sentire...; Mio padre mi ha sempre trattato come... e cos
via. Lidea quella di esplorare i ricordi del passato e cercare di
rintracciare il momento in cui le convinzioni limitanti sono nate.
Poi mettiamo alla prova quelle convinzioni. Sono vere? Sono
mai state vere? Decidiamo noi quello che vogliamo che siano e
cominciamo a rimpiazzarle.
3. Riconosciamo i nostri pregi
Se abbiamo una bassa autostima, possiamo tendere a focalizzarci
su tutto quello che c in noi che non va, dimenticando tutto quello
che invece funziona alla perfezione.
Cominciamo a cambiare questa abitudine tramite il dialogo interno,
cercando di lodarci e incoraggiarci. Quando riusciamo a ottenere
qualcosa, congratuliamoci con noi stessi.
www.josaya.com
PAGINA 35
Affermiamo cose del tipo, Wow! Sono veramente fero di me per
quello che ho fatto. Non stato facile ma sono riuscito a trovare
le opportunit giuste e a fare del mio meglio. Possiamo anche
prendere un impegno con noi stessi di riservare un certo tempo ogni
giorno per un dialogo interno positivo.
Usiamo affermazioni come Io sono una bella persona. Ho
tantissimo da offrire al mondo. Ho talento e ho successo nella
vita. Pi lo faremo, prima diventeranno nuove convinzioni alle
quali credere! La fducia in noi stessi il pi grande pregio che
possediamo, facciamolo venire a galla.
Noi siamo direttamente responsabili di ci che proviamo a livello
emozionale e sentimentale, nessun altro se non noi stessi pu
modifcare ci che sentiamo nel profondo. Sono le nostre scelte,
non le circostanze, che rendono reale ci che siamo oggi e di
conseguenza ci che saremo domani.
Quello che ci rappresentiamo come realt nella nostra mente, non
la verit, ma la realt vista dal nostro punto di vista, posizione
defnita da ci che siamo, la cui responsabilit da attribuire a tutte
le nostre scelte passate che hanno determinato ci in cui crediamo,
i nostri principi di vita e i nostri valori pi profondi.
Potenzialmente siamo in grado di capovolgere la nostra vita in un
attimo, solo decidendolo.
Un altro esercizio: chiudiamo gli occhi e focalizziamoci su ci
che vogliamo ottenere, immaginiamo (immaginare = in me mago
agere, in me il mago agisce) la persona che ci piacerebbe essere
e percepiamo le emozioni che questa nostra nuova identit ci fa
provare coinvolgendo anche tutti i sensi.
www.josaya.com
PAGINA 36
Sentiamo lentusiasmo, la fducia, la passione, la gratitudine, la
gioia, lAmore e la felicit che questo cambiamento genera in
noi. Viviamo le sensazioni di questo essere nuovo, sentiamole nel
nostro cuore, nel nostro cervello, nel nostro stomaco e nella nostra
anima come se fossero gi nostre. E poi carichiamoci di tutta la loro
energia. Fatto questo apriamo gli occhi e iniziamo a comportarci
come se fossimo lessere nuovo che abbiamo immaginato perch in
realt noi lo siamo davvero.
www.josaya.com
PAGINA 37
Agisci come se
fossi Amore
Ora da essere nuovo possiamo vedere tutto da unaltra prospettiva,
possiamo affrontare nuove e vecchie sfde con rinnovato vigore,
maggiore sicurezza e autostima.
Come ci sentiamo ora che tutti i problemi si trovano alle nostre
spalle, brillantemente superati? Come ci sentiamo adesso che
siamo diventati una persona positiva che supera in scioltezza tutte
le diffcolt?
I problemi non ci spaventano pi, perch non possono sopraffarci.
Noi siamo pi forti perch desideriamo semplicemente il meglio
per noi stessi!
Con questo atteggiamento possiamo affrontare anche tutti i tab
del passato, riviverli da una nuova posizione percettiva. Possiamo
trasformare tutti i ricordi dolorosi in lezioni di vita che hanno
contribuito con i loro insegnamenti a essere oggi la grande persona
che siamo.
Defniamo bene quali sono i nostri obiettivi, chiariamoli prima di tutto
a noi stessi, manteniamo fducia nelle nostre azioni, prendiamoci la
responsabilit di quello che facciamo, siamo perseveranti, costanti
e determinati. Puntiamo sempre al meglio!
www.josaya.com
PAGINA 38
Non dubitiamo mai di raggiungere i nostri obiettivi e restiamo
sempre convinti, qualsiasi cosa accada, di essere sulla strada giusta.
Se davvero lo desideriamo con tutto il cuore sar cos. Noi siamo
pi forti di qualunque sfda ci si possa presentare. Siamo noi quelli
che ne usciranno sempre vincenti, quanto meno nei confronti di noi
stessi su cui abbiamo pieno potere.
La parola fallimento non fa pi parte del nostro vocabolario, perch
ogni esperienza che viviamo unesperienza che ci arricchisce di
conoscenza, crescita, evoluzione, di insegnamenti sempre nuovi e
necessari per il nostro futuro sempre pi luminoso.
Viviamo le diffcolt come stimoli per migliorarci, le sensazioni
negative non sono altro che campanelli dallarme che ci inducono
a cambiare direzione per tornare sulla strada maestra e a crescere.
Usiamo sempre tolleranza ed elasticit con gli altri, perch la maggior
parte delle persone non sono quasi mai quello che sembrano, spesso
non sono nemmeno quello che pensano di essere e in ogni caso non
possiamo conoscere la strada che le ha portate a essere quello che
sono diventate. Agiamo con il cuore, siamo sempre indulgenti e
vedremo che ci sar riservato il medesimo trattamento.
Non spaventiamoci delle novit, accogliamo le nuove situazioni
e non temiamo il cambiamento, perch da queste esperienze non
pu che derivare arricchimento. La nostra vita adesso, viviamola
oggi, facciamo tutto ci che sentiamo risuonare con il nostro vero
S e non avremo mai pi rimpianti domani. Allarghiamo tutti i
nostri orizzonti e variamo spesso la nostra prospettiva, ne avremo
unenorme ricchezza spirituale, emozionale, culturale e cognitiva.
www.josaya.com
PAGINA 39
Sappiamo sempre nel profondo del nostro cuore che siamo in costante
crescita e miglioramento per rendere la nostra esistenza sempre
pi bella e di maggior valore. Noi siamo degli esseri meravigliosi
e siamo lesatta manifestazione dei nostri pensieri e delle nostri
emozioni. Innamoriamoci di noi stessi e viviamo alla grande!
Avanhov scriveva negli anni 40:
Pensate ogni giorno a ringraziare il Cielo, fno a sentire che tutto
ci che vi accade per il vostro bene.
Dora in poi dite: Grazie Signore, Grazie Signore
Ringraziate per ci che avete e per ci che non avete, per ci che vi
d gioia e per ci che vi fa soffrire. cos che alimenterete in voi
la famma della vita.
una legge che bisogna conoscere: nulla pu resistere dinanzi alla
Gratitudine.
Direte: ma come si fa a ringraziare quando si infelici, malati, in
miseria? Non potremo mai.
S che potrete, ed questo il pi grande segreto: bench infelici,
riuscire a trovare una ragione per ringraziare.
Siete poveri? Siete malati? Ringraziate! Ringraziate!
Rallegratevi nel vedere gli altri ricchi, in buona salute,
nellabbondanza, e vedrete poco dopo, certe porte si apriranno e
le benedizioni cominceranno a riversarsi su di voi.
- Omraam Mikhal Avanhov
www.josaya.com
PAGINA 40
Noi Josaya siamo sempre stati ottimisti, ma da quando siamo venuti
in contatto con queste verit e abbiamo capito che le vere regole
sono poche ma immutabili, le cose sono ulteriormente migliorate.
Le regole sono:
Gratitudine
Sempre e comunque.
Non giudizio
E quando giudichiamo - siamo umani - osserviamoci e possibilmente
raddrizziamo il tiro.
Spirito di Aloha
Parliamo e pensiamo bene di tutto e di tutti, da chi ha un bel
carattere, a chi ricco sfondato, da chi sempre di buon umore,
a chi sa usare cuore, etica e sensibilit, benediciamo tutto ci che
vorremmo avere, migliorare o essere.
Agire come se fossimo Amore
La pi importante perch le comprende tutte.
Aloha!
Josaya
Josaya lo pseudonimo di Giovanna Garbuio, Sandro Flora e Silvia Paola
Mussini ottenuto fondendo le iniziali di Giovanna e Sandro e le lettere fnali
di Silvia. In sanscrito Jos Aya signifca luogo di gioia. Insieme abbiamo
fondato Josaya srl, societ italiana che difonde tramite i siti internet
www.josaya.com e www.ho-oponopono.info un messaggio di pace e di
consapevolezza interiore, ottenendo un grande seguito di lettori ed amici.
Links utili
Libri
Prodotti scaricabili
Coaching
Calendario Seminari
Siti Web
www.josaya.com
www.ho-oponopono.info
Seguici sui Social Networks
Facebook
Twitter
Google +
Youtube