Sei sulla pagina 1di 3

La Cronaca

L UNEDI 30 NOVEMBRE 2009 27

Lo Sport
15ª GIORNATA CREMONESE-NOVARA 0-2

Cremo, doppia sVentola


Nel big match con il Novara arriva la prima caduta interna
E i grigiorossi scivolano a meno cinque dalla capolista
A
ltro che ribaltone. Qui imper- svantaggio incassato, soprattutto. Co-
ver sa l’ancien reg ime. Lo sì sistemati i grigiorossi hanno cerca-
scontro diretto dello Zini ha to di sfondare al centro, con Guidetti
evidenziato l’attualità del vecchio che che è andato a giocarsi a testa alta il
avanza. Il monologo del Novara ri- mismatch con Centurioni. Il roccio-
schia allora di diventare un intramon- so difensore, signore indiscusso dei
tabile oggetto di culto. Un evergreen cieli, è andato sì in difficoltà nello
come la Cinquecento prima maniera, stretto, ma il perfetto equilibrio di-
i dischi in vinile dei Beatles e i jeans fensivo garantito a Tesser da Porcari,
di James Dean. Novara che ci ha rifi- sentinella piazzata davanti ai centrali,
lato due sventole: la prima di Lisuz- e Tombesi, ha ridotto gli spazi di ma-
zo, la seconda di Bertani. Uno uno- novra del grigiorosso peraltro poco
due piazzato nel cuore della ripresa, a assecondato dai compagni (solo Gori
sangue freddo. Cogliendo l’attimo è parso all’altezza del compito). Il
dopo aver letto nelle vene scoperte di Novara ha fatto la partita, spingendo-
un incontro che ci ha sedotti e ab- si avanti con giudizio e poggiando sul
bandonati. I piemontesi hanno vinto robusto pressing a tutto campo ani-
mettendo in fila molti più di noi. Più mato da Shala e Rigoni. Le prime
solidità, più muscoli, più centimetri, schermaglie ricognitive hanno sortito
più cinismo. Perfino più idee. La sfi- un colpo di testa scomposto di Mu-
da da Ok Corral gli azzurri l’hanno setti e una manovra balistica di Por-
accettata senza riserve. Sono scesi in cari sventata in due tempi da Paoloni.
campo con faccia tosta e gambali di Il portiere grigiorosso è stato chiama-
bronzo e ci hanno messo sotto. Nel to in causa anche prima del quarto
duello ci abbiamo così rimesso i denti d’ora per fermare in uscita Ventola,
e un pizzico di autostima. A conti fat- ma per il resto, a testimonianza di
ti però quella finita al tappeto non è quanto fosse in partita la Cremo, Via-
una Cremonese che ha demeritato. li e Galuppo hanno tolto il pane di

Gara molto intensa I ragazzi di Venturato


Decidono l’incornata si battono con vigore
di Lisuzzo e la rete ma pagano la solita
di Bertani al 93’ svista su palla ferma

Ma proprio per questo è giusto ri- bocca all’ex interista e al suo compa-
mandare i sogni di gloria a data da gno di scorribande Rubino.
destinarsi. Il Novara nella nostra metà campo
Negli spogliatoi si è tirato l’arbitro c’è rimasto a lungo, in virtù soprat-
per la giacchetta. E’ la seconda volta tutto della maggior fisicità dei suoi
che si cerca rifugio altrove per giusti- cacciatori della mediana che hanno
ficare limiti che sono solo nostri. Non spesso mandato in tilt i pesi leggeri di
è certo il dubbio insinuato dalle im- Venturato, costringendoli all’errore in
magini televisive sulla posizione di impostazione. Un po’ di pepe sulla
partenza di Lisuzzo nell’occasione coda del primo tempo l’hanno spruz-
del gol che ha scardinato l’equilibrio zato Ventola (colpo di testa) e Gui-
a delegittimare la prova di forza dei detti (rasoiata di sinistro). Paoloni ed
piemontesi. Era fuorigioco, anziché Ujkani ne sono usciti con due pro-
no: la sostanza cambia poco. La loro dezze congela-risultato.
superiorità è parsa tangibile già La Cremonese è stata più lesta a
quando i nostri erano ancora avvin- rincorrere il gol in avvio di ripresa,
ghiati alla boa dello zero a zero. Perso sempre con Guidetti (conclusione re-
l’appiglio del risultato, la Cremo è Tutta la delusione dei grigiorossi: i 2 punti di distacco dal Novara, con i 3 persi ieri, sono diventati 5 (foto Rastelli) spinta da Centurioni), ma sfruttando
stata trascinata verso il fondo. Il resto il nostro primo rilassamento gli ospiti
è da rubricare alla voce sindrome del sono andati in vantaggio con Lisuzzo,
perdente. Le occasioni migliori i gri- che ha seminato in area Viali e incor-
giorossi le hanno confezionate fintan- DOPPIO PASSO nato alle spalle del portiere un cross
to che è stata concessa loro la possi- di Rigoni. La reazione, inizialmente
bilità di andare a caccia del colpo di rabbiosa (sinistro di Nizzetto fuori
mano; con il contropiede di Guidetti misura), si è spenta con il passare dei
in apertura, proditoriamente fermato
dalla bandierina del guardalinee, e
Forza ragazzi, non è successo nulla (o quasi) minuti davanti alle correzioni di rotta
imposte ai suoi da Tesser. Il tecnico
ancora con Nizzetto e lo stesso Gui- Una cosa è sicura: sono più grossi. pure quelli non dati (a Lisuzzo, ap- del Novara ha irrobustito le linee in-
detti arrivati al tiro dopo repentini ro- Presi uno a uno, quelli del Novara, punto), dubbi pure sulla effettiva serendo Cossentino e Morandi e affi-
vesciamenti di fronte. Ma quando il è meglio non farne nulla di perso- inattività di Ventola negli ultimi quat- dando allo scaltro Bertani il compito
Novara, forte dello 0-1, ha tirato la nale. Perché un frontale tra Guidet- tro mesi... E a forza di non fidarsi - di mantenere vivi i palloni contesi da
riga davanti ad Ujkani, i grigiorossi ti e Centurioni non avrebbe nessu- che è sempre meglio - crederci poco Ventola ai difensori. Venturato, inve-
hanno mostrato la corda. La biglia na garanzia di finire come tra Aste- e contraddirsi, gira e rigira, scopri ce, ha atteso quasi ottanta minuti per
non gira veloce come qualche setti- rix e l’Impero, perché c’era uno che che in fondo (a parte i punti che era- cambiare qualcosa (Coda per Nizzet-
mana fa e la manovra finisce con l’i- non smetteva di darle nemmeno no 2 e son 5... e comunque c’è sem- to), non cambiando nulla nella so-
naridirsi troppo presto. In questo con la testa rotta e perché se anche pre tempo) non è successo niente. Il stanza (Musetti largo in mancina).
c’entrano molto le prove pallide di Venturato schierava la difesa più ar- Novara era primo e rimane primo. Una mossa pleonastica agli effetti
Zanchetta e Nizzetto. Ieri, poi, c’è cigna che si può per sgomitare con Noi eravamo secondiaparimerito con pratici, tanto che la Cremonese dopo
stato da far di conto con la scelta del- Ventola e soci nelle retrovie, ecco che spuntava il pet- tante grazie a Monza e arbitro, e restiamo tali grazie a il colpo di testa di Bianchi su angolo
la formazione tipo. In campo di di- toruto Lisuzzo, col capo traslucido e il naso incerotta- Monza - che stende il Varese con uno dei suoi prover- di Zanchetta (parata sicura di Ujka-
fensori centrali per ruolo e vocazione to, ad affondare il diretto del ko. E poi è come andare biali exploit probabilmente senza seguito - e arbitro. ni), non si è mai ripresentata seria-
ve n’erano quattro: l’intera linea arre- a sbattere contro un muro non proprio di gomma Così dopo sette giorni ci ritroviamo ancora noi a tirar mente nell’area piemontese.
trata. La scelta ha pagato finché si è (quello ti rimbalza senza lividi): quelli del Novara so- la giacchetta nera, e i titanici piemontesi a sciacquarsi Il raddoppio di Bertani, su contro-
trattato di far fronte alla fase offensi- no più grossi. E sono primi. Indiscutibilmente.Quan- nello Stige dell’autocompiacimento. E soprattutto il piede innescato da un rimpallo vinto
va degli ospiti - il temuto Motta, tan- to al resto poi, ci troveremo “come le star” davanti a campionato è ancora sempre, inequivocabilmente e fe- con Viali, è arrivato allo scadere ed ha
to per dirne una, è stato relegato ai un frizzantino e due salatini, e ne parleremo fino a licemente lungo. Non fosse che quei 5 punti sembrano scatenato la festa dei 500 sostenitori
margini dell’incontro fino alla logica perderci la trebisonda. Dubbia la costituzionalità del così grossi, ci sarebbe persino da stare tranquilli... piemontesi giunti allo Zini. Il prima-
sostituzione -, ma ha privato la squa- risultato, dubbi i fuorigioco dati (a Guidetti) e dubbi f.g. to, al momento, è cosa loro. Amen.
dra della spinta sulle corsie laterali. A Paolo Loda
La Cronaca dello Sport L UNEDI 30 NOVEMBRE 2009

28
PRIMA DIVISIONE / CREMONESE

LA CRONACA

Occasioni per Nizzetto e Bianchi


L’esterno non è preciso. Ujkani salva sull’incornata del difensore
PRIMO TEMPO SECONDO TEMPO
6’ Zanchetta lancia con 8’ Il geniale passaggio fil-
il contagiri Musetti che di trante di Nizzetto libera in
testa colpisce debolmente area Guidetti, sinistro dell’at-
facilitando l’intervento di taccante smorzato in calcio
Ujkani d’angolo dalla deviazione di
10’ Porcari raccoglie Centurioni
un rinvio corto di Bianchi e 9’ Shala riparte in contro-
con un destro improvviso piede e dalla linea di fondo
costringe Paoloni ad una pa- crossa in mezzo per la girata
rata in due tempi di prima intenzione di Rubi-
13’ Rigoni conquista no. Blocca da Paoloni
palla a centrocampo e giun- 13’ Vantaggio del Nova-
to al limite serve con un pas- ra con Lisuzzo che sulla puni-
saggio filtrante Ventola anti- zione di Rigoni si libera della
cipato al momento del tiro marcatura di Viali e sul se-
dall’uscita di Paoloni condo palo con un tuffo di te-
37’ Musetti, assistito sta gonfia la rete: 0-1
da Gori, allarga bene per 16’ Azione corale grigio-
Nizzetto che da ottima posi- rossa che si conclude con il
zione conclude con un ester- colpo di testa di Cremonesi
no sinistro troppo centrale parato senza problemi da
per impensierire il portiere Ujkani
39’ Insidioso traverso- Qui sopra Paoloni battuto da Bertani per il 2-0. A destra il portiere non arriva sull’incornata di Lisuzzo 18’ Zanchetta dopo aver
ne dal vertice sinistro di scambiato con Guidetti allar-
Tombesi: il pallone attraversa ga sulla sinistra dove Nizzetto
tutta l’area di rigore e termina a fil di palo lascia partire un sinistro molto potente indirizzato verso il primo palo. La
43’ Punizione di Rigoni dalla destra: Ventola anticipa Galuppo nello palla però termina alta sopra la traversa
stacco aereo e Paoloni si supera respingendo la conclusione ravvicinata 31’ Sull’angolo di Zanchetta Bianchi salta più in alto di tutti e la sua
dell’attaccante con uno splendido riflesso incornata viene smanacciata oltre la traversa da Ujkani
44’ Riposta immediata della Cremo con Guidetti che servito da Niz- 42’ Guidetti prova l’azione personale ma pressato da tre avversari
zetto scocca un diagonale sinistro sul quale è bravissimo Ujkani a deviare nei sedici metri ospiti finisce con il perdere il pallone
in corner 44’ Gran sinistro dal limite dell’area di Bertani: fuori di un soffio
45’ Cross da destra di Nizzetto, girata in mezzo all’area di Bianchi 49’ Un rimpallo sfortunato di Viali favorisce il contropiede di Berta-
che al volo mette il pallone di poco sopra il montante ni, glaciale davanti a Paoloni ad infilarlo di collo destro: 0-2

Il tecnico se la prende con alcune chiamate di fuorigioco che hanno danneggiato i suoi

Venturato furioso con l’arbitro


“Loro cinici, noi poco concreti. Ma si può ancora recuperare”
I
l viso contratto in un’espressione
evidentemente contrariata. Che
il Novara fosse “la squadra più
LA GARA IN TV
forte del girone” mister Venturato
lo aveva riconosciuto sportivamente
Stasera la differita
alla vigilia del big match. Ma di per- alle 21 su Studio1
derlo così, proprio non ne vuole sa-
pere: “Mi dispiace parlare di un epi- La gara disputata ieri allo
sodio - attacca il tecnico grigiorosso stadio Zini tra Cremonese e
in riferimento al gol di Lisuzzo che Novara sarà trasmessa in
ha in pratica determinato la sfida - e differita tv, con la telecronaca
ad un errore dell’arbitro che condi- di Mauro Maffezzoni e Ales-
ziona pesantemente la partita”. A sio Pirri, questa sera alle 21
non convincere Bob è la posizione sull’emittente Studio1.
del difensore piemontese sulla puni- Il canale ufficiale grigiorosso
zione calciata da Rigoni: “I ragazzi è visibile nelle province di
sono convinti che fosse in fuorigioco Cremona, Bergamo, Parma
e mi dicono che anche le immagini e Piacenza sul ch 57, nelle
lasciano un forte dubbio sulla rego- province di Brescia e Manto-
larità del gol. A noi - insiste - nel va sul ch 40 e sulle frequen-
primo tempo hanno dato un fuori- ze del digitale terrestre a Mi-
gioco con Guidetti solo davanti al lano, Monza, Como e Varese.
portiere quando la palla era arrivata
da un giocatore del Novara”. Insom-
ma il mister non se ne fa una ragio-
ne: “A Figline abbiamo perso due
punti per un gol in fuorigioco e un IL TECNICO DEGLI AVVERSARI
rigore inesistente. Oggi non so se
avremmo vinto, ma questa svista pe-
sa molto sulla partita. Perdere per
un errore nostro renderebbe la scon-
Tesser: settimana magica
fitta più accettabile, ma così lo è
molto meno. Io vorrei che nello
sport vinca chi fa di più”.
Venturato non ha digerito la conduzione di gara del signor Massa di Imperia ma guai a parlare di fuga
E, venendo all’analisi tecnica Attilio Tesser si gode lo straor-
dell’incontro, Venturato non è così sultato giusto per questa partita. Un pretata bene: “Ho chiesto di sfrutta- dinario momento della sua squa-
convinto che questo sia stato il No- pari sarebbe stato più corretto, ma il re il gioco a terra in velocità per ap- dra, che in una sola settimana ha
vara. Anzi: “Oltre al colpo di testa di campo dice questo”. E il distacco profittare delle difficoltà della loro conquistato la vetta superando
Bianchi abbiamo avuto un’occasione cresce: “Dobbiamo pensare che si difesa nello stretto”. E’ mancata for- Benevento e Cremonese ed ha
nel pr imo tempo con Guidetti, può ancora recuperare. Vediamo se la precisione in regia di Zanchet- guadagnato l’accesso agli ottavi di
un’altra con Nizzetto che ha calciato questi 5 punti come lo spazio per ta. “Rientrare dopo un mese di Coppa Italia. “Sono stati otto
male ed altre due sempre con Niz- migliorare. La nostra squadra può infortunio non è facile. Andrea dà giorni di fuoco in cui i ragazzi si
zetto nella ripresa. Obiettivamente crescere ancora molto. Oggi (ieri, sempre un contributo importante sono presi le soddisfazioni che
noi abbiamo costruito qualcosa in ndr) ho visto qualcosa di molto posi- nella gestione del possesso”. meritano”. Guai però a parlargli
più in termini di manovra e di occa- tivo, ma ci è mancata la concretezza, L’importante, ora, è non subire il di fuga: “Dobbiamo continuare a
sioni”. Cinque punti di distacco so- quella cattiveria agonistica che ti contraccolpo: “Stavolta il Novara è vivere alla giornata, evitando di
no troppi per la realtà dei valori in permette di vincere i duelli diretti e stato più bravo di noi perché ha vin- pensare alla classifica. Domenica
gioco? “Sono un dato. Il Novara è di dare un segnale di forza, compat- to 2-0. Noi guardiamo al Como e al avremo un’altra sfida importante
stato più cinico. Ha giocato più spes- tezza e aggressività agli avversari. nostro cammino nel futuro di questo contro l’Arezzo e la mente deve
so in verticale ed è stato più deter- Sono quei dettagli che fanno vincere campionato”. Che oggi più che mai essere rivolta solo a quella sfida”.
minato in alcune situazioni. Tuttavia le partite”. Partite come questa, che ha tutta l’aria di una rincorsa. m.z.
il 2-0 - è sicuro il mister - non è il ri- - a dirla tutta - era anche stata inter- Filippo Gilardi
L UNEDI 30 NOVEMBRE 2009 La Cronaca dello Sport
29
PRIMA DIVISIONE / CREMONESE

CREMONESE NOVARA
4-3-1-2

0 2
4-4-2
1 PAOLONI 1 UJKANI

2 GHELLER
2 A. BIANCHI
5 CENTURIONI
5 VIALI 4 LISUZZO
6 GALUPPO 3 TOMBESI
3 CREMONESI
6 SHALA
7 GORI (38’ ST16 MORANDI)
4 FIETTA 7 PORCARI
8 ZANCHETTA 10 RIGONI
(41’ ST 16 BURRAI)
10 NIZZETTO 8 MOTTA
(34’ ST 18 CODA)
(28’ ST14 COSSENTINO)

9 RUBINO
9 MUSETTI (10’ ST18 BERTANI)
11 GUIDETTI 11 VENTOLA

ALL.: VENTURATO ALL.: TESSER

ARBITRO
MASSA DI IMPERIA. ASSISTENTI: POSADO E FORTAREZZA

RETI
13’ ST LISUZZO
49’ ST BERTANI

AMMONITI
GALUPPO TOMBESI
GORI VENTOLA
BERTANI

ANGOLI
6 3

NOTE
SPETTATORI 5828 (di cui 2381 abbonati) per un incasso complessivo
di 25.759 euro.
RECUPERO: 0’ PT, 4’ ST

LE INTERVISTE
I grigiorossi: “Non siamo inferiori”
Fietta: episodi decisivi. Cremonesi: peccato per il ko allo Zini
Doveva essere la gara del riscatto per la Cre- che perché spiega Fietta: “Il Novara si difen- riore”. Nulla di compromesso quindi? “La
monese, reduce dai pareggi contro Alessan- deva con nove giocatori dietro la linea della strada è ancora lunga e se limiamo i nostri er-
dria e Figline, ed invece la formazione di palla, chiudendo bene ogni spazio”. Sola- rori possiamo recuperare il distacco”.
Venturato, dopo il ko contro il Novara, vede mente due i punti raccolti nelle ultime tre L’ennesima ottima prestazione di Max Gui-
ora allontanarsi la vetta, distante ben cinque uscite, ma Cremonesi non ne fa un dram- detti non è servita a portare punti alla causa.
lunghezze. Giovanni Fietta, da gran combat- ma: “A livello di gioco, eccezion fatta per il “Sto vivendo un buon momento di forma.
tente anche fuori dal campo, non ci sta primo tempo con l’Alessandria, abbiamo Peccato per quella segnalazione sbagliata del
nell’affermare che il Novara sia stato superio- sempre disputato buone gare. Certo dispiace guardialinee che mi ha fermato mentre ero
re. “La partita è stata giocata a visto aperto – perché oltre ad aver perso l’imbattibilità casa- lanciato verso la porta”. Un giudizio sugli av-
analizza il mediano – e solamente un episodio linga, abbiamo anche fallito uno scontro di- versari? “Ribadisco che a mio parere il Nova-
ha determinato le sorti dell’incontro. La dif- retto”. Come ti è sembrato il Novara? “Cre- ra è la formazione con l’organico migliore.
ferenza è tutta qui: loro hanno sfruttato il cal- do che insieme a Benevento e Perugia sia una Noi però non dobbiamo rimproverarci nulla
cio da fermo portandosi in vantaggio; sulla delle miglior formazioni del girone – afferma perché abbiamo dato davvero tutto. Penso in-
nostra occasione invece Ujkani è stato bravo Michele – anche se i piemontesi hanno dato fatti che con un pizzico di fortuna in più –
a deviare il colpo di testa di Bianchi”. A quel la dimostrazione di essere più solidi in difesa conclude Max – avremmo potuto portare a
punto tutto è risultato più difficile e la Cremo e maggiormente compatti a centrocampo. casa il pareggio”.
Michele Cremonesi in anticipo su Nicola Ventola ha avuto difficoltà a rendersi pericolosa, an- Non ritengo però che la nostra rosa sia infe- Matteo Zanibelli

LE PAGELLE Guidetti e Fietta sono gli ultimi a mollare IL MISTER


IL MIGLIORE
PAOLONI 6,5: Attentissimo sulle
palle alte, tempestivo nelle uscite
basse, reattivo sulla conclusione
FIETTA 6,5: Il suo senso della po-
sizione evita parecchi guai ai grigio-
rossi limitando di molto l’incisività
Roberto
Venturato
5,5
Alberto
Galuppo 6,5 ravvicinata di Ventola. Senza colpe
sui gol incassati

A. BIANCHI 6,5: C’è poco da


di Motta. Interpreta al meglio il
ruolo

ZANCHETTA 5,5: Indovina solo


Incassato lo
svantaggio
attende trop-
po a portare
obiettare sulla prova del terzino gri- un lancio in apertura. Per il resto
correttivi irri-
giorosso. In difesa non concede si danna l’anima ma commette nunciabili fra
nulla, cerca di rendersi utile come una serie infinita di errori l’altro senza
può anche in attacco (BURRAI sv) riuscire a da-
re la scossa
VIALI 5,5: Resta il dubbio sulla po- GORI 6,5: Un primo tempo deci- ad una squadra troppo com-
passata nella reazione
sizione di Lisuzzo, ma seguirlo non samente sugli scudi. Garantisce
sarebbe stata una cattiva idea. equilibrio in fase difensiva e offre
Sfortunato nel rimpallo con Bertani palloni interessanti agli attaccanti.
che porta allo 0-2 Poi cala NOVARA
Ujkani 7, Gheller 6, Centurioni
6,5, Lisuzzo 6,5, Tombesi 6,5,
CREMONESI 6: Gioca fuori mano MUSETTI 5,5: Si presenta con un
ma non per questo mostra segni di colpo di testa e un assist a Nizzet- Shala 6,5 (Morandi sv), Por-
cedimento. Cerca anche di propor- to, poi esce dall’incontro e non si cari 7, Rigoni 7, Motta 5
si palla al piede, ma in questo caso fa più notare fino al fischio di chiu- (Cossentino 6), Rubino 5,5
Sempre lucido, si avvita a tur- i limiti sono evidenti sura (Bertani 7), Ventola 6,5. All.:
no su Rubino e Ventola e con- Tesser 7
cede solo le briciole. Una prova
NIZZETTO 5,5: Sbaglia palloni di GUIDETTI 6,5: A tratti è una spi-
decisamente positiva per il di-
importanza capitale e lascia a sec- na nel fianco. Ujkani gli devia in an-
ARBITRO
fensore centrale che si fa sem- Massa 5,5 Arbitraggio molto
pre trovare pronto quando vie- co la Cremonese. Una prova lonta- golo un sinistro perfetto, è l’ultimo
permissivo, nelle decisioni calde
ne chiamato in causa. na dai suoi standard abituali ad ammainare la bandiera. Merite-
tradito dai collaboratori di linea
(CODA sv) rebbe il gol