Sei sulla pagina 1di 4

LETTERA ALLE FAMIGLIE

D E L L U N I T A P A S T O R A L E D I
CAPEZZANO P.re - MONTEGGIORI - S. LUCIA
Via Sarzanese 147 - Tel. 0584 914007 - 347 64 66 961
e-mail: parrocchia.capezzano@alice.it
Visitateci sul Sito Internet: chiesacapezzano.org

N 665 13 LUGLIO 2014
XV SETTIMANA DEL TEMPO ORDINARIO - LITURGIA DELLE ORE III SETTIMANA

IL SEMINATORE USCI A SEMINARE

L'immagine del "seme" nelle parabole di Ges ci familiare, ma non finiamo mai
di coglierne la ricchezza di significato. Qui ci fermiamo sul rapporto: seme, terra
buona e "orecchi per intendere".
Ed come dire: rapporto tra la misteriosa potenza della Parola di Dio, cuore
sincero aperto a Dio e un clima di attento, amoroso ascolto.
La parabola ci fa intendere che solo la compresenza di queste tre realt fa s che la
PAROLA fruttifichi. Addirittura pu arrivare a fruttificare il "centuplo"!
C' poi un altro elemento da considerare proprio circa la stupenda possibilit del
"centuplo". Ci viene in mente un altro "centuplo": quello che Ges promette a chi,
pur di seguirlo, lascia tutto e tutti.
Ecco: chi ha il coraggio di scegliere Ges, chi si appoggia a Lui come all'unica
vera ricchezza, trova nell'ascolto silenzioso della Parola, un'energia che potenzia e
orienta il proprio cuore verso una qualit di vita vera e luminosa.
La Parola predicata un seme gettato nel cuore di chi ascolta.
E chi ascolta con buone disposizioni ne ricava col tempo una grande messe di luce.

Voglio chiedere al Signore che il mio cuore diventi terreno buono nella sincerit
della ricerca di Dio e del suo Regno.
Gli chieder inoltre una capacit di ascolto della Parola, fuori dalle parole inutili,
dal chiasso di cui spesso mi riempio durante le giornate.
E chieder anche un cuore libero, capace di rinunciare, per amore, a ogni
attaccamento, a desideri e cose vane.


VICINI AL FUOCO

Un giorno un tale si avvicin a Ges e gli disse: Maestro, tutti noi sappiamo che tu
vieni da Dio e insegni la via della verit. Ma devo proprio dirti che i tuoi seguaci,
quelli che chiami i tuoi apostoli o la tua comunit, non mi piacciono per niente.
Ho notato che non si distinguono molto dagli altri uomini. Ultimamente ho fatto una
solenne litigata con uno di essi. E poi, lo sanno tutti che i tuoi discepoli non vanno
sempre d'amore e d'accordo.
Ne conosco uno che fa certi traffici poco puliti... Voglio perci farti una domanda
molto franca: possibile essere dei tuoi senza avere niente a che fare con i tuoi
cosiddetti apostoli?
Io vorrei seguirti ed essere cristiano (se mi passi la parola), ma senza la comunit,
senza la Chiesa, senza tutti questi apostoli!.
Ges lo guard con dolcezza e attenzione.
Ascolta, gli disse ti racconter una storia: C'erano una volta alcuni uomini che si
erano seduti a chiacchierare insieme. Quando la notte li copr con il suo nero manto,
fecero una bella catasta di legna e accesero il fuoco.
Se ne stavano seduti ben stretti, mentre il fuoco li scaldava e il bagliore della
fiamma illuminava i loro volti. Ma uno di loro, ad un certo punto, non volle pi
rimanere con gli altri e se ne and per conto suo, tutto solo. Si prese un tizzone
ardente dal fal e and a sedersi lontano dagli altri. Il suo pezzo di legno in
principio brillava e scaldava. Ma non ci volle molto a illanguidire e spegnersi.
L'uomo che sedeva da solo fu inghiottito dall'oscurit e dal gelo della notte.
Ci pens un momento poi si alz, prese il suo pezzo di legno e lo riport nella
catasta dei suoi compagni. Il pezzo di legno si riaccese immediatamente e divamp
di fuoco nuovo. L'uomo si sedette nuovamente nel cerchio degli altri. Si scald e il
bagliore della fiamma illuminava il suo volto.
Sorridendo, Ges aggiunse: Chi mi appartiene sta vicino al fuoco, insieme ai miei
amici. Perch io sono venuto a portare il fuoco sulla terra e ci che desidero di pi
vederlo divampare.
E' proprio questo, la Chiesa: la garanzia di stare vicino al fuoco.



SANTA MARI A, DONNA DEL SI LENZI O,
riportaci alle sorgenti della pace. Liberaci dall'assedio delle parole.
Da quelle nostre, prima di tutto. Ma anche da quelle degli altri.
Figli del rumore, noi pensiamo di mascherare l'insicurezza
che ci tormenta affidandoci al vaniloquio del nostro interminabile dire:
facci comprendere che, solo quando avremo taciuto noi,
Dio potr parlare.
Coinquilini del chiasso, ci siamo persuasi di poter esorcizzare
la paura alzando il volume dei nostri transistor:
facci capire che Dio si comunica all'uomo solo sulle sabbie del deserto,
e che la sua voce non ha nulla da spartire con i decibel dei nostri baccani.
Santa Maria, donna del silenzio,
raccontaci dei tuoi appuntamenti con Dio.
In quali campagne ti recavi nei meriggi di primavera, lontano dal frastuono di
Nazaret, per udire la sua voce?
Che discorsi facevi, presso la fontana del villaggio,
con le tue compagne di giovent?
Santa Maria, donna del silenzio, ammettici alla tua scuola.
Tienici lontani dalla fiera dei rumori
entro cui rischiamo di stordirei.
Preservaci dalla morbosa volutt di notizie,
che ci fa sordi alla "buona notizia".
Rendici operatori di quell'ecologia acustica,
che ci restituisca il gusto della contemplazione.
Persuadici che solo nel silenzio maturano le cose grandi della vita:
la conversione, l'amore, il sacrificio, la morte.
Un'ultima cosa vogliamo chiederti, Madre dolcissima.
Tu che hai sperimentato, come Cristo sulla croce,
il silenzio di Dio,
non ti allontanare dal nostro fianco nell'ora della prova.
Quando il sole si eclissa pure per noi,
e il cielo non risponde al nostro grido,
e la terra rimbomba cava sotto i passi,
e la paura dell'abbandono rischia di farei disperare,
rimanici accanto.
In quel momento, rompi pure il silenzio:
per direi parole d'amore!
E sentiremo sulla pelle i brividi della Pasqua.



PELLEGRINAGGIO MEDJUGORJE
PERIODO: DAL 8 AL 12 SETTEMBRE 2014

LUNEDI 8 : CAPEZZANO PIANORE MEDJUGORJE
Partenza ore 5.00 - Pranzo libero lungo il percorso.
Arrivo in hotel nel tardo pomeriggio, cena e pernottamento in hotel.

9 - 10 - 11 SETTEMBRE: MEDJUGORJE
Pensione completa in hotel. Le giornate saranno interamente dedicate alla
devozione per la Madonna. Visiteremo i luoghi sacri dove apparsa ed avremo la
possibilit di pregare insieme ai veggenti, se disponibili.

VENERDI 12: MEDJUGORJE CAPEZZANO PIANORE
Dopo la prima colazione, partenza per lITALIA con pranzo libero lungo la strada.
Arrivo a Capezzano Pianore in tarda serata.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: EURO 390,00
SUPPLEMENTO CAMERA SINGOLA: EURO 80,00
DOCUMENTI: CARTA DIDENTITA VALIDA PER ESPATRIO

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

HANNO RI CEVUTO I L SACRAMENTO DEL BATTESI MO
Dati Matteo - Panconi Sara - Slavo Leonardo
---------------------------------------------------------------------------------------------------------

SI SONO UNI TI NEL SACRAMENTO DEL MATRI MONI O
Picchi Alessio e Frangioni Beatrice
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

SONO TORNATI ALLA CASA DEL PADRE
Bonuccelli Renzo - Grotti Danila
----------------------------------------------------------------------------
ORARIO DELLE SANTE MESSE

Giorni feriali Ore 8,30 - Sabato Ore 18,00
Festivi Ore 8,30 - 11
Ore 10 a Santa Lucia - Ore 18 a Monteggiori