Sei sulla pagina 1di 3

Enrico Rossi, Viaggio in Toscana

Il capitolo sul Mugello: la versione integrale


31.Mugello tra radici e gallerie.
La Tav: il treno veloce che lascia ferite
Nel Mugello, come ovunque in Toscana, si cammina su un territorio
impregnato di storia. I Medici nascono qui, tra San Piero a Sieve
e Barberino, poveri carbonai secondo la tradizione, poi medici
veri e inine banc!ieri. "icc!i e lontani, non dimenticano la propria
terra di origine, tanto c!e nel #$$% &osimo I a pubblicare un bando
sui bosc!i, una specie di legge per l'ambiente ante litteram, c!e cercava
di tutelare i bosc!i alti, c!e soli possono trattenere l'impeto dei
venti ed evitare c!e la pioggia dilavi il terreno verso valle. &'( solo
da imparare. ) poc!i c!ilometri c'( *icc!io, un comune oggi di
+,,, abitanti, piccolo borgo mugellano in cui sono nati -iotto e il
Beato )ngelico.
Il Mugello ( una valle distesa, rilassata, di terra ertile e sciolta, e
sullo sondo lo scenario dei monti dell')ppennino, c!e condivide
con la "omagna. Tre grandi opere !anno segnato, negli ultimi decenni,
la vita di questa valle, modiicandone proondamente l'aspetto,
con risultati c!e ovviamente !anno atto discutere e dividere. Il
lago artiiciale di Bilancino voluto dalla regione e dal suo presidente
-ianranco Bartolini. Se per alcuni contribuisce assai limitatamente,
sbarrando il iume Sieve, a limitare i risc!i di alluvione sulla piana
dell')rno, per tutti invece sopperisce alla sete di .irenze, di Prato
ino a Pistoia. /'impatto di questa grande opera ( stato quello atteso.
0ra all'uscita dell'autostrada il lago artiiciale si distende alla
vista immediatamente. *i veleggiano le derive e i laser del &ircolo
nautico locale. 1 qua e la si notano d'estate alcuni stabilimenti balneari.
Si potrebbe dire c!e questa, inaugurata nel #%%%, ( stata l'ultima
grande opera realizzata in Toscana nel settore idraulico. 2n'opera
c!e !a atto le sue vittime, a cominciare da Marco Marcucci, prima
assessore regionale all'ambiente e poi presidente della "egione,
c!e venne arrestato, insieme ad altri amministratori e tecnici, e poi
successivamente prosciolto insieme agli altri #$ imputati da ogni ac3
cusa, perc!4 il atto non sussiste. /'impressione degli arresti, eettuati
nel #%%5, in piena stagione tangentopoli, u proonda. 0vunque
si svolsero assemblee. Si voleva dimostrare l'esistenza di una
tangentopoli rossa in Toscana, si costituirono comitati per la diesa
di Marcucci, improntati al rispetto del lavoro della magistratura.
Nessuno tra gli esponenti dell'allora Pds dubit6 e nessuno tra coloro
c!e lo conoscevano dubit6 mai dell'innocenza di Marco. /'e7
presidente della "egione comment6 cos8 la sua assoluzione9 Sono
contento, ma credo c!e la giustizia non debba essere giusta soltanto
alla ine del processo.
-li altri due grandi cantieri c!e !anno attraversato il Mugello sono
quelli dell')lta velocit: e della variante di valico dell'autostrada
del sole. &antieri immensi e strategici per lo sviluppo nazionale, c!e
a lungo !anno sconvolto il territorio, il corpo vivo su cui si sono
conrontate, spesso in modo conlittuale, le ragioni dello sviluppo,
del lavoro e dell'ambiente, in un intreccio complicato ra globale e
locale, nodo cruciale per la politica. ;ue opere entrambe controverse
c!e !anno sconvolto il territorio, acendo conrontare, a volte
in modo conlittuale, le ragioni dello sviluppo e del lavoro con quelle
dell'ambiente.
Simona Baldanzi ( stata una tra le voci pi< critic!e verso questa
realizzazione. &os8 scrive9
;a ieri sono venti gli indagati. /'ipotesi di reato= Smarino scavato e abbandonato,
riiuti speciali miscelati invece c!e smaltiti correttamente, discaric!e
abusive e acque inquinate riluite nei torrenti ino ad ipotizzare il danneggiamento
del lago di Bilancino e quindi l'acqua. Il bene comune ambiente stritolato
nuovamente nelle mani di interessi di poc!i. Sono qui a dirvi9 lo avevo
scritto= No, sono inconsolabile. *edo .ienile, una zona c!e era piena di ulivi,
diventata una collina di riiuti e la c!iamano rimodellamento ambientale.
*edo Puliana con tutto quel cemento. *edo i piloni c!e sono costati tre vite.
*edo Bellosguardo c!e, per c!i si vanta, diventer: l'area di sosta pi< grande
d'1uropa. Per me l'area con milioni di metri cubi da discarica, atta per risparmiare
e guadagnare perc!4 non c'( altra necessit:. Poi passo di piazza in paese,
la met: riatta con i soldi delle compensazioni dei lavori. &osa si ( compensato=
Il bene comune ambiente ( invalicabile#.
/a tratta Tav tra Bologna e .irenze di quasi %, >m, di cui oltre ?@
in galleria, !a iniziato l'esercizio il #5 dicembre 5,,%. Ma a .irenze,
nel nodo iorentino, i lavori per il sottopasso e la nuova stazione
progettata da Norman .oster sono ancora ermi per l'intervento
della magistratura. /a talpa Monna /isa, la ma7i3trivella c!e deve
scavare il tunnel di ? c!ilometri sotto l'abitato di .irenze, da &ampo
diMarte a &astello perorando il sottosuolo a 5$ metri di proondit:
e al ritmo di #$ metri al giorno, ( ancora erma. Nel rattempo processi
e contenziosi si sono susseguiti nel corso di questi anni. ;egli
interventi previsti per le opere di mitigazione mancano ancora #A
milioni da parte dello Stato, nonostante la regione abbia presentato
ricorso. Ma il Tar lo !a rigettato e si ( in attesa degli esiti del nuovo
ricorso promosso sempre dalla regione al consiglio di Stato. &'( anc!e
un processo iniziato nel 5,,B e arrivato nel 5,#B al secondo appello,
per traico illecito di iuti, le amose terre da scavo.
Sul piano della sicurezza sul lavoro, nonostante il sistema costruito
abbia ricevuto riconoscimenti europei, B operi !anno perso
ugualmente la vita nei cantieri mugellani. )nc!e la variante di valico
!a avuto le sue vittime, quando nel 5,,+ tre operai precipitarono da
una passerella aerea a @+ metri di altezza.
/e grandi opere sono necessarie per la modernizzazione del paese.
/a )# a sole due corsie, unico corridoio di collegamento nel centro
dell'Italia, tra Nord e Sud, era diventata inadeguata per un paese
c!e !a bisogno di una mobilit: pi< veloce e sicura per le merci e le
persone, in una parola per la sua vita sociale ed economica. &os8 come
l')lta velocit:, costata indubbiamente troppo, ( uno dei poc!i
aspetti su cui l'Italia ( riuscita a tenere il passo con i paesi europei e
rappresenta un'inrastruttura irrinunciabile.
Tuttavia rimane l'interrogativo se almeno in parte le soerenze e i
danni provocati non potevano essere maggiormente contenuti. )nc!e
perc!4 risulta c!e il costo di queste opere sia stato, anc!e al netto delle
evidenti dierenze morologic!e, molto superiore alla media europea.
)lla base di tutto ci6 pare esserci la sequela dei soliti vizi italiani9
comportamenti approssimativi, progettazioni arettate, inanziamenti
insuicienti e revisione prezzi in corso d'opera, scarse valutazioni
sull'impatto ambientale e paesaggistico, insuiciente inormazione
e coinvolgimento della popolazione interessata.
Mentre nel Mugello la terra degli ubaldini soriva dando tanto
alla Toscana e al paese, per costruire la Metropolitana d'Italia le reti
erroviarie regionali venivano lasciate senza investimenti, abbandonate
a se stesse.
)nc!e i tempi del completamento di queste due opere sono diventati
eccessivamente lung!i, al punto da rappresentare agli occ!i
dei cittadini una conitta dello Stato e delle istituzioni. 1ntro il 5,#B
.errovie dello Stato avrebbe dovuto completare i lavori del nodo
iorentino. /'incertezza sui tempi ora domina sovrana, impedendo
di programmare correttamente gli interventi sulla rete erroviaria di
supericie c!e verrebbe a liberarsi a seguito della realizzazione del
sottoattraversamento dell')lta velocit:.
&os8 come altrettanto a rilento vanno i lavori per il completamento
della variante di valico e delle terze corsie sulle autostrade )#
e )##, da .irenze a Pistoia. )nc!e i lavori per il completamento dell'autostrada
Tirrenica si sono ermati da tempo, nonostante se ne
parli ormai da oltre quarant'anni.
"itardi c!e !anno conseguenze economic!e sulla Toscana, c!e !a
atto ino in ondo la sua parte, rilasciando rigorose valutazioni di
impatto ambientale, riducendo i tempi per i permessi senza avere incertezze
politic!e. Sembra c!e sulle inrastrutture in Toscana gravi
una specie di maleicio, la cui risoluzione ( consegnata tutta nelle mani
del governo nazionale, c!e ( il responsabile di queste opere. &'(
solo da sperare c!e la nuova ase di governo, inaugurata con "enzi,
pi< interessata allo sviluppo del paese, possa imprimere una svolta e
dare alla Toscana semplicemente ci6 c!e le spetta, colmando un ritardo
c!e di giorno in giorno diventa sempre pi< insopportabile.